Burstnet informatica CON IL SUPPORTO DI STRUMENTI DI SYSTEM E NETWORK MANAGEMENT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Burstnet informatica CON IL SUPPORTO DI STRUMENTI DI SYSTEM E NETWORK MANAGEMENT"

Transcript

1 DIAGNOSTICARE 1 SISTEMI INFORMATICI CON IL SUPPORTO DI STRUMENTI DI SYSTEM E NETWORK MANAGEMENT

2 SYSTEM MANAGEMENT Il System management può essere visto come quell insieme di attività utili a preservare o eventualmente migliorare il funzionamento di uno o più computer. Le attività di system management coinvolgono diverse operazioni per le quali un buon amministratore di sistema deve avere una conoscenza avanzata. Il system management è strettamente correlato con il network management 2

3 SYSTEM MANAGEMENT Hardware inventories. Server availability monitoring and metrics. Software inventory and installation. Anti-virus and anti-malware management. User's activities monitoring. Capacity monitoring. Security management. Storage management. Network capacity and utilization monitoring. 3

4 SYSTEM MANAGEMENT Hardware inventories Consiste nell inventariare l hardware presente nel vostro computer, ma la sua grande utilità si ha in un ambiente di rete. Ci sono tool automatici che ad esempio vi risparmierebbero di percorrere 15 piani di un ospedale alla ricerca di computer e hardware nascosti, armati di tutto punto con cacciavite e kit vari per lo smontaggio dei pc... Grazie a dei report potete verificare eventuali cambiamenti hardware all interno della vostra rete. Si applica anche ad apparati come Router, Switch, Stampanti, ecc. 4

5 SYSTEM MANAGEMENT Sia Windows che Linux offrono comodi strumenti per l hardware management Con Microsoft Systems Management Server (SMS) 2003 è possibile creare un ricco database contenente informazioni dettagliate sui computer e sulla vostra organizzazione. In Linux: PhpMyInventory WINventory Open Computers and Softwares Inventory Linux Hardware Inventory Poor Man's SMS 5

6 SYSTEM MANAGEMENT Server availability monitoring and metrics Strumenti utili ad analizzare tutte le risorse cruciali del vostro server. È possibile determinare rapidamente le criticità delle risorse che sono consumate. Abbiamo già visto nelle precedenti sezioni gli strumenti di monitoring e le relative metriche per quanto riguarda: Cpu Memoria Dischi Network 6

7 SYSTEM MANAGEMENT Per verificare da quanto tempo un server non viene spento esiste: Linux: Uptime 14:49:07 up 192 days, 4:15,105 users,load average: 0.16, 0.52,0.34 Current time Status Days uphours / min up In windows: 1 Start -> esegui 2 Scrivere " CMD" + Invio. 3 Scrivere " net statistics server" La riga 4 iniziale con " Statistics since" fornisce al tempo di uptime del server. Oppure con la stessa logica: " net stats srv. 7

8 SYSTEM MANAGEMENT Software inventory and installation Il software inventory sfrutta lo stesso principio dell hardware inventory. Attraverso software automatici riesco ad ottenere una fotografia del software presente su ogni macchina della mia rete. Sovente i programmi per l hardware inventory sono gli stessi per il software inventory. 8

9 SYSTEM MANAGEMENT Anti-virus and anti-malware management. L installazione di un antivirus Stand-alone è una buona idea quando ci si trova a dover gestire pochi client. Questa soluzione presenta i seguenti vantaggi: Costo Facilità di configurazione Ma presenta i seguenti svantaggi: Devo recarmi su ogni singolo computer per l installazione dell antivirus. Non ho la possibilità di avere un report dettagliato su eventuali virus presenti nella rete. Per sapere se ho preso un virus devo andare fisicamente sul computer interessato. Spreco di banda Ogni computer deve scaricare singolarmente gli aggiornamenti. 9

10 SYSTEM MANAGEMENT Anti-virus and anti-malware management. State attenti agli antivirus gratuiti, a parte Clamwin e pochi altri, questi antivirus sono licenziati solo per un uso non commerciale. In reti composte da molti computer è necessario installare un antivirus centralizzato. 10

11 SYSTEM MANAGEMENT Anti-virus and anti-malware management. Le caratteristiche principali degli Antivirus Centralizzati sono: Applicazione server e client con aggiornamento automatico delle librerie virali su tutti i client della rete. Download automatico delle librerie virali tramite rete Internet 11

12 SYSTEM MANAGEMENT Anti-virus and anti-malware management. Il servizio di Antivirus Centralizzato fornisce all azienda una protezione scalabile e crossplatform per workstation e server di rete. L Antivirus Centralizzato consente la configurazione, la distribuzione, la gestione delle politiche ed il reporting in forma centralizzata, al fine di controllare la rete per identificare i nodi suscettibili di attacchi da parte dei virus. 12

13 SYSTEM MANAGEMENT Anti-virus and anti-malware management. Possono essere gestiti gruppi di client e server in maniera logica al fine di distribuire le politiche di sicurezza e per mantenere i sistemi aggiornati e configurati in modo simultaneo. Il servizio include sempre: Monitoraggio dello stato delle infezioni e dell aggiornamento delle librerie Assistenza di primo livello da parte di un operatore on-line Pulizia del client e recupero del massimo numero di file Pulizia ed aggiornamento del computer per rendere minima la probabilità di future infezioni Aggiornamento giornaliero delle librerie virali centralizzate Monitoraggio giornaliero delle nuove infezioni 13

14 SYSTEM MANAGEMENT User's activities monitoring Per un amministratore di rete è utile tenere traccia di ogni accesso effettuato sul sistema e sapere chi è connesso in un dato momento. Esistono diversi tool automatici e non. In Windows potete sfruttare il log presente in Event viewer sotto la voce Accessing the Security Log 14

15 SYSTEM MANAGEMENT User's activities monitoring In linux c è il comando: Who u Root tty02 jan 7 08:40 old 0fc #2 Martha ttym1d jan 7 13:20. Payroll #1 Da questo comando deduco che Martha si è loggata alle 13:20 ed è ancora connessa Ma adesso sono le 08:00 del mattino e Martha è già andata a casa da diverse ore. Che fare? Che azioni intraprendere? 15

16 SYSTEM MANAGEMENT User's activities monitoring Prima di tutto bisogna accettarsi che si tratti realmente di un intruso e non di un errore umano Si è forse Martha dimenticata di fare il logout? Se realmente si tratta di un intruso dovete valutare: Se è stato fatto un danno. L entità del danno. Se scoprite il responsabile volete perseguirlo? In caso affermativo dovrete provvedere alla raccolta prove. 16

17 SYSTEM MANAGEMENT User's activities monitoring Quando un dipendente lascia la vostra società bisogna eliminare il relativo login. Qual è il grado di sicurezza sufficiente? Avere troppo protezione non sempre è un bene Ad es. quando i costi derivanti da un eventuale ripristino del sistema sono minori dell attuazione dei meccanismi di sicurezza. 17

18 SYSTEM MANAGEMENT User's activities monitoring How do I Monitor Linux User Activity in real time? whowatch program scans the most current common log file of Linux server and creates the following statistics in real time: The users currently logged on to the machine, in real-time. => User login name, => User tty => User host name => User's process => The type of the connection (ie. telnet or ssh) => Display of users command line can be switch to tty idle time. => Certain user can be selected and his processes tree may be viewed as well as tree of all system processes. => Kill user process etc 18

19 SYSTEM MANAGEMENT Capacity monitoring. Per monitorare un sistema come già detto dovete conoscere approfonditamente tutti gli attori principali del vostro sistema: CPU, MEMORIA, DISCHI, ECC. Questa attività deve essere frutto di una pianificazione preventiva. Non dovete cercare gli strumenti per monitorare le risorse quando si presenta un problema. 19

20 SYSTEM MANAGEMENT Security management Security management è il termine che racchiude tutte quelle attività gestionali di individuazione, valorizzazione, analisi dei rischi di un sistema, volte ad evitare furti, frodi, divulgazione di informazioni. Questo tipo di gestione sarà trattata approfonditamente nel modulo 4 del corso. 20

21 SYSTEM MANAGEMENT Storage management Coinvolge tutta quella serie di operazioni per salvaguardare i dati all interno di una struttura: Backup Gestione dischi Sostituzione Raid rebuilding 21

22 SYSTEM MANAGEMENT Network capacity and utilization monitoring Pianificare una infrastruttura di rete per ampliamenti futuri è una attività che implica conoscenze approfondite delle risorse di rete e delle rispettive metriche di valutazione. La rete andrebbe monitorata con strumenti di monitoring al fine di determinare eventuali anomalie o ampliamenti 22

23 NETWORK MANAGEMENT Il network management si riferisce alle attività, metodi, procedure e strumenti che riguardano la gestione, amministrazione, manutenzione dei sistemi di rete. Mantenimento e monitoraggio della rete Amministrazione della rete Manutenzione della rete Provisioning 23

24 NETWORK MANAGEMENT Mantenimento e monitoraggio della rete Il mantenimento di una rete consiste nel far si che una rete funzioni senza inconvenienti. Il monitoraggio della rete è utile per individuare problemi non appena essi sorgeranno. Sarebbe meglio, però, anticipare le lamentele degli utenti! 24

25 NETWORK MANAGEMENT Amministrazione della rete L amministratore di rete nella sua routine quotidiana si deve occupare di diversi compiti, quali: Scegliere il modo di collegare e configurare nuovi apparati. Livello di sicurezza opportuno. Modalità di distribuzione dei device condivisi. Aggiornamento quotidiano della lista dei nomi dei sistemi, indirizzi di rete, accessi degli utenti, ecc. Ecc 25

26 NETWORK MANAGEMENT Manutenzione della rete La manutenzione si occupa di effettuare riparazioni e aggiornamenti. Es. quando l'apparecchiatura deve essere sostituita. Quando un router ha bisogno di una patch. Quando una nuova opzione viene aggiunto a una rete. La manutenzione deve prevedere anche anticipazioni correttive. 26

27 NETWORK MANAGEMENT Provisioning E il processo di configurazione di una rete al fine di fornire (nuovi) servizi ai propri utenti 27

28 NETWORK MANAGEMENT Un modo per caratterizzare le funzioni per il network management è attraverso lo standard FCAPS. Fault Management Configuration Management Accounting Management Performance Management Security Management 28

29 NETWORK MANAGEMENT FCAPS è modello International Organization for Standardizzation Telecommunications Management Network (ISO TMN) e un framework per la gestione di una infrastruttura di rete di telecomunicazione a livello di rete, di controllo e di servizio. Rappresenta un modello diviso per categorie attraverso il quale sono definiti i compiti per la gestione di rete. N.b. Il termine inglese framework quindi può essere tradotto come intelaiatura o struttura, che è appunto la sua funzione, a sottolineare che al programmatore rimane solo da creare il contenuto vero e proprio dell' applicazione. 29

30 NETWORK MANAGEMENT FCAPS Usato prevalentemente nell enterprise management La gestione completa di tecnologie informatiche di un'organizzazione informatica è un requisito fondamentale. Dipendenti e clienti possono contare sui servizi IT in cui sono delegate disponibilità, le prestazioni, e problemi possono essere rapidamente individuati e risolti. Il tempo medio di riparazione (MTTR), deve essere il più breve possibile per evitare tempi morti sistema in cui una perdita di entrate o di vita è possibile. 30

31 NETWORK MANAGEMENT Fault Management è un insieme di funzioni che consentono l'individuazione, l'isolamento e la correzione di un anormale funzionamento della rete di telecomunicazione. Il Fault Management comprende le seguenti funzioni: RAS Quality Assurance: gestione delle misure di Quality in riferimento al Reliability, Availability e Survivability (RAS); Allarm Surveillance: gestione degli allarmi; Fault Localization: localizzazione dei guasti; Fault Correction: correzione degli errori; Testing; Trouble Administration: amministrazione dei problemi e dei messaggi di allarme 31

32 NETWORK MANAGEMENT Il Configuration Management implementa le funzioni per esercitare il controllo sulle entità di rete (Network Entity), per identificarle, per raccogliere dati da NE e per fornire dati e comandi ai NE. Il Configuration Management comprende la gestione delle seguenti funzioni: Network Planning and Engineering: pianificazione e ingegnerizzazione della rete; Installation: Installazione delle entità; Service Planning and Negotiation: pianificazione e negoziazione dei servizi presenti sulle entità di rete; Provisioning: configurazione delle macchine al fine di supportare l attivazione di un nuovo servizio per un utente; Status and Control: stato e controllo delle entità di rete 32

33 NETWORK MANAGEMENT L Accounting Management permette di misurare l utilizzo dei servizi di rete e di determinare in base all uso dei servizi i costi per il fornitore del servizio e le tariffe per il cliente. L Accounting Management include i seguenti gruppi di funzioni Usage Measurement: misure dell utilizzo di un servizio; Tariffing/Pricing: tariffazione e prezzo; Collections and Finance: collezione e trasmissione di dati di credito degli utenti agli operatori; Enterprise control: controllo dello scambio di informazioni dei dati di accounting tra i fornitori e le utenze 33

34 NETWORK MANAGEMENT Il Performance Management fornisce le funzioni per la valutazione e la correlazione di informazioni riguardanti le prestazioni delle entità di rete durante l erogazione del servizi. Il suo ruolo è quello di raccogliere e analizzare i dati statistici al fine di monitorare le performance di segnalare comportamenti anomali della rete, degli NE o di altri dispositivi, e di aiutare nella pianificazione, il provisioning, la manutenzione e la misurazione della qualità dei servizi erogati 34

35 NETWORK MANAGEMENT Il Performance Management include le seguenti function set group: Performance Quality Assurance: assurance della qualità di un servizio fornito; Performance Monitoring: monitoraggio delle performance; Performance Control: controllo delle prestazioni; Performance Analysis: analisi delle prestazioni 35

36 NETWORK MANAGEMENT Il Security Management fornisce tutte le funzionalità utili per la gestione e l implementazione dei servizi di sicurezza all interno di una rete di telecomunicazioni. Il Security Management comprende i seguenti gruppi di funzioni: Prevention: prevenzione degli attacchi; Detection: rilevazione degli attacchi; Containment and recovery: recupero del sistema di sicurezza; Security administration: funzionalità di amministrazione del sistema di sicurezza 36

37 NETWORK MANAGEMENT Tipologie e strumenti per il network management Standard Simple Network Management Protocol (SNMP). Rappresenta l'insieme di una serie di protocolli creati per regolare complessi ambienti di networking. SNMP può essere implementato su sistemi e dispositivi in reti a protocollo TCP/IP, IPX, AppleTalk od OSI, consentendo così l'estensione del Network Management su reti multipiattaforma. 37

38 NETWORK MANAGEMENT La sua funzione è quella di controllare ogni dispositivo di rete e rilevare i valori di alcune variabili. Dal punto di vista architetturale, il protocollo definisce una o più stazioni di gestione che controllano i dispositivi e i sistemi su cui sono installati gli agenti SNMP. I dispositivi controllati conservano i valori delle variabili SNMP in database detti Management Information Base (MIB), che vengono interrogati dalla stazione di management per tenere traccia dello stato della rete 38

39 NETWORK MANAGEMENT In casi di particolare gravità può essere il dispositivo stesso a inviare una SNMP trap alla stazione di gestione. In tal modo il protocollo SNMP non genera eccessivo traffico in rete e non costituisce un eccessivo carico di CPU per le singole unità gestite. I principali componenti SNMP sono gestiti dalla Network Management Station attraverso una Network Management Application che gestisce appunto diversi Network Element. Il protocollo SNMP raccoglie i dati contenuti nel Management Information Base attraverso il Management Agent. 39

40 NETWORK MANAGEMENT SNMP agisce inviando una serie di messaggi chiamati Protocol Data Units (PDU) sulla rete a dispositivi in grado di interpretare tali messaggi, i quali immagazzinano una serie di dati in registri chiamati Management Information Base (MIB) quest'ultimi saranno poi in grado di restituire tali dati alla console SNMP centrale, attraverso una serie di richieste ad hoc. Una nuova versione chiamata SNMP 2 è stata realizzata al fine di estendere la portata di questo protocollo di network management, ma gli sforzi di accordarsi totalmente su un nuovo standard non hanno portato ad un completo successo. 40

41 NETWORK MANAGEMENT Mentre SNMP è ancora utilizzato all'interno di molte suite di network management, una ulteriore tecnica chiamata Remote Monitoring (RMON) ha raggiunto una grande importanza poiché è in grado di fornire un numero maggiore di informazioni sullo stato della rete. Lo sviluppo di RMON è derivato direttamente dai primi sviluppi di SNMP. 41

42 NETWORK MANAGEMENT Permette di raccogliere le informazioni relative alla rete su un'unica console o workstation, diversamente dall'uso di MIB multiple come con SNMP. RMON lavora inviando agent ai dispositivi compatibili. Possono anche essere installate sonde (probe) dedicate. Esistono quattro gruppi di dati RMON base: Statistics (statistiche) History (storia) Alarms (allarmi) Events (eventi) 42

43 NETWORK MANAGEMENT L'SNMP (Simple Network Management Protocol) è diventato vittima del proprio successo. Progettato per permettere a un network manager di interrogare ogni componente della propria rete per mezzo di un agente SNMP, il popolare protocollo è stato sopraffatto dalla richiesta di gestire reti sempre più ampie e complesse. 43

44 NETWORK MANAGEMENT Per stare al passo con le esigenze dei grandi utenti, i maggiori produttori di software per la gestione di rete sono stati costretti a progettare avendo come punto di riferimento l'snmp. Ciò a cui sono arrivati è un assortimento di architetture che permettono la scalabilità fino a coprire reti complesse, utilizzando un insieme di nuove funzioni e potenzialità per gestire sistemi a struttura distribuita. 44

45 NETWORK MANAGEMENT Gli scenari di configurazione a cui fanno riferimento i più diffusi pacchetti di Management sono grossomodo da rapportare a 6 macroaree. set-up e configurazione di stazioni di gestione remote e distribuite da un unico sito operativo centrale discovery della rete (significa la rappresentazione automatica di tutte le risorse attestate in rete individuate per MAC address e/o IP address, e quindi allocazione delle responsabilità di gestione (domini) fra le stazioni di management distribuite; 45

46 NETWORK MANAGEMENT Set-up di attività di polling e di raccolta dati relative ai siti distribuiti, con la visualizzazione dei risultati in tempo reale e il recupero dei dati storicizzati ad opera di un amministratore che agisce dalla stazione di gestione centralizzata; Condivisione delle mappe relative alla topologia della rete, del database e dei dati relativi allo stato dei nodi, fra stazioni remote distribuite e fra molteplici console di amministrazione connesse alla stazione di gestione centralizzata; 46

47 NETWORK MANAGEMENT Controllo del trattamento delle trap attraverso la rete di stazioni di gestione distribuite; Gestione degli alert o degli alarm: configurazione, soglie di intervento, attività automatiche ed attività che invece richiedono allarme e intervento diretto del Network Manager. Backup - la capacità di un sistema di gestione distribuito di assumere quando necessario l'operatività di un altro sistema, sia per le attività schedulate sia per il disaster recovery. 47

48 TROUBLESHOOTING INTRO In linux analizzeremo una serie di comandi per tipologia di applicazione: Getting ram information cat /proc/meminfo or if you want to get just the amount of ram you can do: cat /proc/meminfo head -n 1 Another fun thing to do with ram is actually open it up and take a peek. This next command will show you all the string (plain text) values in ram. sudo dd if=/dev/mem cat strings 48

49 TROUBLESHOOTING INTRO Getting cpu info Sometimes in troubleshooting we want to know what processor we are dealing with along with how much cpu is currently being used by our OS and programs. We can do this with these two commands. cat /proc/cpuinfo top 49

50 TROUBLESHOOTING INTRO Check the temperature of your CPU Keeping a computer within a safe temperature is the key to maintaining a stable system. cat /proc/acpi/thermal_zone/thrm/temperature 50

51 TROUBLESHOOTING INTRO List PCI and USB devices To list all the PCI devices in your system issues the following command: Lspci For USB use: lsusb 51

52 TROUBLESHOOTING INTRO Check out how much hard drive space is left 52

53 TROUBLESHOOTING INTRO See what hard drives are currently detected It is often times helpful to know what hard drives are connected to a system and what name was given them in the Linux directory. This info allows us to mount the hard drive and manipulate it. sudo fdisk -l 53

54 TROUBLESHOOTING INTRO Installed Programs Packages Ever want to find all the packages that are installed on your system? You can find all the packages and also find out why they are on your system. You can even determine what packages depend on them if any. Find all installed packages dpkg get-selections less 54

55 TROUBLESHOOTING INTRO Find out why a packages is installed and what depends on it aptitude why package-name Find out where the package stores all of its files dpkg -L packagename Kill a process ps -A grep ProgramName kill

56 TROUBLESHOOTING INTRO Show all network connections There are many great network scanners and assessment tools available for Linux but netstat is a very easy to use often a first step in troubleshooting network issues. We will leave the rest of the network tools for a later article as there is so much to cover. netstat 56

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015 Portfolio Prodotti Gennaio 2015 L azienda Symbolic Fondata nel 1994, Symbolic è presente da vent'anni sul mercato italiano come Distributore a Valore Aggiunto (VAD) di soluzioni di Data & Network Security.

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

Intrusion Detection System

Intrusion Detection System Capitolo 12 Intrusion Detection System I meccanismi per la gestione degli attacchi si dividono fra: meccanismi di prevenzione; meccanismi di rilevazione; meccanismi di tolleranza (recovery). In questo

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli