RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2015"

Transcript

1 RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO INTRODUZIONE Il bilancio di previsione, che dovrebbe rappresentare il principale strumento di programmazione dell Ambito, risulta essere un semplice prospetto di spese da sostenere. D altro canto l assenza dei fondi che dovrebbero essere trasferiti per i fini istituzionali rende indispensabile che le risorse derivate dalle quote di partecipazione economica dei cacciatori, che potrebbero essere diversamente destinati sul territorio, siano destinate alle spese di funzionamento. Per quanto riguarda il risarcimento dei danni alle colture agricole le disposizioni emanate dalla Giunta Regionale prevedono la partecipazione economica dell Ambito al risarcimento dei danni tramite macchinosi sistemi di calcolo che nelle intenzioni della Regione dovrebbero premiare chi si adopera per la limitazione dei danni. In effetti potendo porre preventivo rimedio al danno si otterrebbe una riduzione dello stesso, ma gli interventi di contenimento,in capo all Amministrazione Provinciale di Torino, non sono tutti trattati allo stesso modo pur avendo l Ambito dimostrato la più ampia volontà di procedere. Il presente bilancio è quindi stato redatto secondo i criteri contabili finalizzati alla copertura dei costi necessari alla sua sopravvivenza e secondo i seguenti principi: rappresentazione veritiera e corretta, nell osservanza delle norme di legge previste dal Codice Civile e dei principi contabili; chiarezza: il bilancio di previsione viene corredato da note che ne facilitano la comprensione; competenza: le operazioni sono contabilizzate nell esercizio a cui si riferiscono, e non a quello in cui si verificano i movimenti finanziari. Di seguito sono analizzate le voci di incasso e di spesa relative.

2 2. DETTAGLIO E COMMENTI DEI TITOLI DELLE ENTRATE 100 QUOTE PARTECIPAZIONE sono riferite alle quote che i cacciatori annualmente versano direttamente all Ambito. La quota di partecipazione economica dei cacciatori ammessi è stata mantenuta al massimo consentito ( 130,00) dalle disposizioni regionali. Ulteriori entrate a carico dei cacciatori per.20,00/cad. sono state previste applicando la quota cinghiale come previsto da disposizioni regionali: le somme comunque introitate saranno destinate a privilegiare la compensazione della quota di competenza dell Ambito riferita al risarcimento dei danni alle colture agricole, alla loro prevenzione ed alle spese di perizia. 230 CONTRIBUTO REGIONE RISARCIMENTO DANNI previsto trasferimento di fondi dalla Giunta Regionale che in assenza di indicazioni viene considerato sulla stima dell anno 2014, considerandolo come partita di giro. 320 CONTRIBUTO REGIONE FINI ISTITUZIONALI lo stanziamento per l anno 2014 non è ancora stato definito dalla Regione. Si ritiene comunque di indicare l importo a bilancio sulla base di precedenti contributi deliberati in quanto non è pensabile che si possa continuare nell attività in assenza del contributo indicato. 400 QUOTE CAPRIOLO riferite alle quote che i cacciatori versano per la partecipazione al prelievo selettivo del capriolo. 500 QUOTE CINGHIALE riferite alle quote che i cacciatori versano a pagamento delle fascette: è stato previsto l obbligo di acquisto di almeno una fascetta per ogni cacciatore che dichiara di effettuare la caccia al cinghiale in ottemperanza a quanto disposto dalla D.G.R. n del al fine di introitare il massimo a compensazione del titolo danni 4B1 (Spese danni colture agricole integrazione fondo regionale). 510 QUOTE CINGHIALE IN SELEZIONE riferite alle quote che i cacciatori versano per la partecipazione al prelievo selettivo del cinghiale. 600 ALTRE ENTRATE vendita gadget a magazzino,iscrizione corsi, storni assicurativi, ecc..

3 3. DETTAGLIO E COMMENTI DEI TITOLI DELLE USCITE 1A 1B 2A 2B 3A 3B 3C 4A 4B 5A 5B 5C 5D 5E 5F 5G 5H 5I 5L 5M ACQUISTI E GESTIONI VARIE sono previsti i costi per le immissioni integrative di fauna differenziati per specie. SPESE DI MIGLIORIE AMBIENTALI è previsto un minimo di contributo riferito ai fini statutari. PRESTAZIONI DI TERZI servizi pulizia, tecnico faunistico. SPESE PER CENSIMENTI, MONITORAGGIO E INANELLAMENTI adempimenti tecnici imposti da disposizioni regionali. PAGHE E STIPENDI AMMINISTRATIVI riferiti a personale di segreteria dipendente. PAGHE E STIPENDI VIGILANZA riferiti a personale dipendente. SPESE PARTECIPAZIONI VOLONTARIE vigilanza volontaria,collaboratori occasionali. SPESE DANNI COLTURE AGRICOLE DA REGIONE indicato l importo presunto in assenza di dati sul trasferimento regionale SPESE DANNI COLTURE AGRICOLE A CARICO ATC previsto un contributo del 10% sul presumibile accertato a consuntivo 2014, mentre le spese di prevenzione non sono indicate in assenza di modalità operative per il controllo della fauna da parte della provincia. AFFITTI PASSIVI affitto locali sede, contributo proprietari per il posizionamento delle altane. SPESE CONDOMINIALI luce e servizi in comune con altri utenti. COSTI DEI SERVIZI riportati i costi dei servizi stimabili anche in funzione delle prevedibili minori spese di riscaldamento. ASSICURAZIONI assicurazione auto, incendio e furto, tutela dei frequentatori la sede. MANUTENZIONI E PICCOLE RIPARAZIONI manutenzioni ordinarie su beni dell ambito. SPESE PER INFORMAZIONI E PUBBLICITÀ costo previsto per la circolare informativa qualora si decida di predisporla. SPESE PER AUTOMEZZI spese indicate riferite al pre consuntivo CANCELLERIA spese indicate riferite al pre consuntivo dell anno SPESE VIAGGIO rimborso spese componenti comitato e prestatori d opera. SPESE AMMINISTRAZIONE sono conglobate nel titolo 5P e 6, mentre non è stimabile il rimborso quote associative. MOSTRE CONVEGNI previsto per partecipazioni o preparazione di convegni/mostre.

4 5N 5O 5P 5Q 6A 7A 8A INTERESSI E SPESE BANCARIE spese incasso bollettini MAV in recupero al titolo 100 delle entrate. SPESE E COSTI DIVERSI costi dovuti ad imprevisti. IMPOSTE E TASSE irap,rifiuti, ecc.. ACQUISTI relativo ad eventuali spese per garantire il funzionamento. PRESTAZIONI CONSULENZE PROFESSIONALI sono indicati sulla base delle spese 2014 dedotto il costo del personale di segreteria ora inserito come dipendente al titolo 3A. AMMORTAMENTI vengono inseriti gli ammortamenti previsti, in modo da uniformare i criteri adottati nel bilancio consuntivo con quelli del bilancio preventivo. In particolare viene adottato il criterio di competenza e gli acquisti di beni durevoli (cespiti) vengono imputati a conto economico in proporzione alla loro durata e non in base al criterio di cassa (cioè al momento in cui vengono pagati). ACCANTONAMENTO è stato previsto l accantonamento di un fondo a copertura di probabili disavanzi dovuti al trasloco nella gestione 20014

5 4. CONSIDERAZIONI FINALI La mancanza di costanza e puntualità nei trasferimenti di cui si è già trattato in altre relazioni riferite ai bilanci preventivi e consuntivi a cui si è unita l assenza totale di contributi determinano sia la mancanza di liquidità sia l impossibilità di qualsivoglia ipotesi di programmazione e gestione del territorio. Per quanto nelle possibilità del Comitato si sono previsti sia il mantenimento della quota di partecipazione economica al massimo consentito dalle disposizioni regionali che gli introiti derivati dalla caccia al capriolo e al cinghiale in tutte le sue forme. Inoltre consentendo l'accesso dei cacciatori temporanei si sono prese in considerazione tutte le possibilità finalizzate al reperimento di risorse, mentre le spese, tanto quelle correnti quanto quelle di gestione, sono state contenute nei limiti della sopportabilità. Occorre segnalare che il cambio della sede comporterà per l anno 2015 e quelli a venire una notevole riduzione del canone di affitto e relative spese di riscaldamento per circa ,00/anno rispetto agli anni precedenti. Occorre inoltre evidenziare che i proventi derivanti dalla caccia al cinghiale dovranno anch essi essere destinati al risarcimento danni. Per quanto concerne il capitolo danni non pare plausibile che i costi debbano gravare continuamente solo sulla categoria dei cacciatori i quali sono gli unici a contribuire finanziariamente alla gestione nel suo complesso senza che questi abbiano la benché minima possibilità di intervenire direttamente nella prevenzione. La prevenzione è nei fatti in capo alla provincia: considerata l inerzia di questa, (per maggior chiarezza si allega alla presente relazione lettera trasmessa alla provincia a cui, ad oggi, non si è ottenuta risposta) che non permette di fatto l intervento di contenimento ai corvidi specie fonte di maggior danno, verificato che la Giunta Regionale ha disatteso le aspettative prospettate circa il controllo della fauna che prevedevano procedure tali da rendere l Ambito meno vulnerabile garantendogli quindi la possibilità di effettuare direttamente la prevenzione necessaria, si renderà necessario valutare tutte le opportunità possibili al fine di procedere con richiesta di risarcimenti alla provincia stessa. Considerato poi che l assenza dei trasferimenti dei fondi relativi ai fini istituzionali rappresenta la causa principale delle attuali difficoltà finanziarie, è parso realistico, perdurando anche l assenza di indicazioni circa l importo di eventuali trasferimenti, prevedere il contributo per i fini istituzionali per l anno 2015 sulla base delle indicazioni ricevute per l anno 2013 (unico dato sino ad ora attendibile) e sullo stato di necessità. Il bilancio di previsione così redatto, laddove i trasferimenti di fondi per i fini istituzionali relativi all anno 2015 siano effettuati nella misura indicata, presenta un pareggio in linea con le disposizioni statutarie, consentirà il solo svolgimento dei compiti assegnati dalla Giunta Regionale vanificando l impegno profuso negli anni e mortificando l attività di tanti volontari che sino ad ora hanno operato. Si evidenzia che la situazione di criticità riferita ai rimborsi dei danni non consente possibilità di soluzione sino a che la Regione non trasferisca i fondi per i fini istituzionali (assenti dal 2010) al fine di impiegare gli stessi per sanare complessivamente la situazione di passività. Si ritiene pertanto che l Ambito abbia impiegato con lungimiranza negli anni tutte le opportunità concesse per il reperimento di risorse ed altro non possa più fare, ed eventuali perdite che si avranno nei consuntivi a venire dovranno essere considerate completa responsabilità della Regione che non può pretendere di continuare a gravare di compiti l Ambito obbligandolo a spese con fondi propri per finalità istituzionali senza stanziare adeguate risorse così come previsto dalla legge regionale del 4 maggio 2012 art.40,comma 8 lettera d). Si auspica che l Ente di riferimento garantisca celermente il trasferimento di risorse al fine di evitare il collasso del sistema, e contestualmente l emanazione di provvedimenti adeguati come logica conseguenza degli obblighi imposti è condizione non più rimandabile:in assenza non resterà che comunicare a breve alla Regione l impossibilità di far funzionare l Ambito e la stessa dovrà provvedere diversamente alla sua gestione. Si ritiene di avere operato correttamente nel compito affidato e si richiede pertanto di approvare il bilancio di previsione e la relazione parte integrante dello stesso.

RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 1. INTRODUZIONE

RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 1. INTRODUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 1. INTRODUZIONE Il bilancio di previsione, che dovrebbe rappresentare il principale strumento di programmazione dell Ambito, risulta essere un semplice prospetto di

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA TORINO 1 ZONA EPOREDIESE - BILANCIO DI PREVISIONE PER L'ESERCIZIO 2015 CONTO ECONOMICO USCITE. Fini istituzionali

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA TORINO 1 ZONA EPOREDIESE - BILANCIO DI PREVISIONE PER L'ESERCIZIO 2015 CONTO ECONOMICO USCITE. Fini istituzionali 1 SPESE GESTIONE TERRITORIO CONTO ECONOMICO USCITE 1.A ACQUISTI E GESTIONI VARIE 61.000,00 1.A.010 Acquisto sementi 500,00 1.A.020 Acquisto di prodotti vari 500,00 1.A.030 Incentivazione faunistica 60.000,00

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015 PROSPETTO DI CONCORDANAZA CON LA PREVISIONE 2014

BILANCIO PREVENTIVO 2015 PROSPETTO DI CONCORDANAZA CON LA PREVISIONE 2014 ENTRATE TIT. MAS. CON I 402 ENTRATE ORDINARIE 00001 QUOTE ASSOCIATIVE AMMESSI 179.000,00 500,00 178.500,00 178.500,00 00006 CASSA ECONOMALE 1.000,00 1.000,00 1.000,00 403 INTERESSI ATTIVI 00001 INTERESSI

Dettagli

Prospetto di riconciliazione fra risultato economico e risultato finanziario - Esercizio 2014

Prospetto di riconciliazione fra risultato economico e risultato finanziario - Esercizio 2014 Proventi e Costi 50.1.1 Contributi annuali ordinari 243.230,00 E 1.1.1 Contributi ordinari 243.230,00 50.1.2 Tassa prima iscrizione Albo 4.443,29 E 1.1.2 Tassa prima iscrizione Albo 4.443,29 50.1.3 Tassa

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014 BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014 DOCUMENTI ALLEGATI: Allegato 1 CONTO DEL BILANCIO COMPRENDENTE IL RENDICONTO FINANZIARIO DECISIONALE Allegato 1/A CONTO DEL BILANCIO COMPRENDENTE IL RENDICONTO FINANZIARIO

Dettagli

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio 4. 1. Attività istituzionale Definizione. L Attività istituzionale è lo scopo per il quale l associazione si è costituita, uno scopo che non può essere di natura

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BRINDISI PREVENTIVO ECONOMICO ENTRATE

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BRINDISI PREVENTIVO ECONOMICO ENTRATE ENTRATE 50:01:01 Contributi annuali ordinari 2014 294.260,00 2013 286.040,00 50:01:02 Tassa prima iscrizione Albo 7.000,00 10.500,00 50:01:03 Tassa prima iscrizione Praticanti 7.200,00 7.020,00 50:01:00

Dettagli

ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA

ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE 2015 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Prev. Iniz. Variaz. prev. Prev. finale Preventivo 2015 Quote Iscritti

Dettagli

Preventivo Economico Finanziario anno 2015

Preventivo Economico Finanziario anno 2015 Preventivo Economico Finanziario anno 2015 1 Risultato della gestione patrimoniale individuale 720.000 2 Dividendi e proventi assimilati: 250.000 a) da società strumentali b) da altre immobilizzazioni

Dettagli

BILANCIO ECONOMICO PATRIMONIALE STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA'

BILANCIO ECONOMICO PATRIMONIALE STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' BILANCIO ECONOMICO PATRIMONIALE STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' 3 ATTIVO CIRCOLANTE 3.02 CREDITI 3.02.01 Crediti verso iscritti anno 2008 26.370,00 3.02.02 Crediti verso iscritti anni pregressi 7.820,00

Dettagli

A.V.I.S. REGIONALE DELLA SARDEGNA. BILANCIO CONSUNTIVO al 31.12.2013

A.V.I.S. REGIONALE DELLA SARDEGNA. BILANCIO CONSUNTIVO al 31.12.2013 Allegato alla deliberazione della Giunta Regionale N. 1/10 del 7.1.1994 A.V.I.S. REGIONALE DELLA SARDEGNA AVIS PROVINCIALE DEL MEDIO CAMPIDANO BILANCIO CONSUNTIVO al 31.12.2013 Approvato dall'assemblea

Dettagli

Avanzo di amministrazione iniziale presunto 367.622,75 TOTALE TITOLO I - ENTRATE CORRENTI 410.000,00-7.000,00. Pagina 1 di 6

Avanzo di amministrazione iniziale presunto 367.622,75 TOTALE TITOLO I - ENTRATE CORRENTI 410.000,00-7.000,00. Pagina 1 di 6 PARTE I - ENTRATE Anno 2015 1 TITOLO I - ENTRATE CORRENTI 1.1 ENTRATE CONTRIBUTIVE A CARICO DEGLI ISCRITTI Avanzo di amministrazione iniziale presunto 367.622,75 374.363,12 1.1.1 Contributi ordinari TOTALE

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 Il presente bilancio è stato redatto in linea con le indicazioni deliberate dal Consiglio e tiene conto delle disposizioni

Dettagli

ACONTO CONSUNTIVO 2013. Lecco, 15 gennaio 2014 1

ACONTO CONSUNTIVO 2013. Lecco, 15 gennaio 2014 1 EL ACONTO CONSUNTIVO 2013 Approvato dal Consiglio Direttivo con delibera n. 6/2014 Approvato dall Assemblea Annuale con delibera n. 3/2014 Lecco, 15 gennaio 2014 1 RELAZIONE DEL TESORIERE E NOTA INFORMATIVA

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA BILANCIO ANNUALE DI 2009 -Preventivo finanziario gestionale -Preventivo economico -Relazione del Tesoriere al Bilancio di previsione

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE. Avanzo di amministrazione iniziale presunto 124.150,10 Fondo iniziale di cassa presunto 168.833,04.

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE. Avanzo di amministrazione iniziale presunto 124.150,10 Fondo iniziale di cassa presunto 168.833,04. PARTE I - ENTRATE Anno 2015 fine cassa per Avanzo di amministrazione iniziale presunto 124.150,10 155.947,01 Fondo iniziale di cassa presunto 168.833,04 1 TITOLO I - ENTRATE CORRENTI 1.1 ENTRATE CONTRIBUTIVE

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 2014 Bilancio consuntivo 2013 Bilancio preventivo 2014

ASSEMBLEA ORDINARIA 2014 Bilancio consuntivo 2013 Bilancio preventivo 2014 ASSEMBLEA ORDINARIA 2014 Bilancio consuntivo 2013 Bilancio preventivo 2014 BILANCIO CONSUNTIVO 2013 RELAZIONE ANNUALE E BILANCI 2014 E N T R A T E 1.111.420,34 Quote iscritti (n. 2375 al 31/12/2013) 455.283,00

Dettagli

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente)

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI Palazzo di Giustizia Via Carlo Alberto dalla Chiesa, n. 11 47923 RIMINI RN Tel. 0541.389924 Fax 0541.395029 C.F.: 82012430409 E-mail: info@avvocati.rimini.it Sito Internet:

Dettagli

PARTE I ENTRATE PREVENTIVO FINANZIARIO ANNO 2011

PARTE I ENTRATE PREVENTIVO FINANZIARIO ANNO 2011 PARTE I ENTRATE PREVENTIVO FINANZIARIO ANNO 2011 PREVISIONI DI PREVISIONI DI COMPETENZA PER CASSA PER L'ANNO 2011 L'ANNO 2011 TITOLO I ENTRATE CORRENTI ENTRATE CONTRIBUTIVE QUOTE ISCRITTI 418.509,00 418.509,00

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2008 - Rendiconto Finanziario al 31/12/2008 - Conto Economico Consuntivo al 31/12/2008

Dettagli

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA BILANCIO PREVENTIVO 2015 Gentili Revisori dei Conti, RELAZIONE DEL TESORIERE il bilancio di previsione 2015 che viene sottoposto alla Vostra

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 Il presente bilancio è stato redatto in linea con le indicazioni deliberate dal Consiglio e tiene conto delle disposizioni

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2012

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2012 BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2012 Il Commissario straordinario BILANCIO CONSUNTIVO PRESUNTO PER L'ESERCIZIO 2012 ENTRATE Aggr, Voce a b c d=b-c 01 01 Contributi Associativi - Quote Residenti A.T.C. RC 1 102.072,00

Dettagli

AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale. Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019

AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale. Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019 AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019 Nota integrativa del bilancio al 31 dicembre 2011 ** ** ** I. STRUTTURA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO ECONOMICO - PATRIMONIALE. Maggio 2008

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO ECONOMICO - PATRIMONIALE. Maggio 2008 LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO ECONOMICO - PATRIMONIALE Maggio 2008 Premessa Tutte le Auser devono per Statuto redigere un bilancio annuale costituito da: Stato patrimoniale; Conto Economico.

Dettagli

FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS

FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 Signori Amministratori, il bilancio che viene presentato alla Vostra attenzione per

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Maurizio Manetti

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.)

RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.) RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.) A - DOCUMENTI DI BASE 1 - stato patrimoniale 2 - conto economico 3 - note integrativa al bilancio B - PROSPETTI SUPPLEMENTARI

Dettagli

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 12.09.2013) Art. 1 Esercizio finanziario 1. L esercizio

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IAS 40 Investimenti immobiliari SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SINTESI ILLUSTRAZIONE DEL PRINCIPIO CONTABILE FINALITA TRATTAMENTO CONTABILE DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI VALUTAZIONE INIZIALE

Dettagli

alla Vs.cortese attenzione il rendiconto della gestione a Consuntivo per il 2014, formulato in termini di competenza (somme accertate e somme

alla Vs.cortese attenzione il rendiconto della gestione a Consuntivo per il 2014, formulato in termini di competenza (somme accertate e somme RELAZIONE DEL TESORIERE DELL ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO ** ** ** ** ** Gentili colleghe ed egregi colleghi, come ogni anno a chiusura dell esercizio sottopongo alla Vs.cortese attenzione

Dettagli

Descrizione del Bilancio

Descrizione del Bilancio Descrizione del Bilancio Il Bilancio Consuntivo è stato redatto rispettando i principi della Prudenza, della Competenza, della Chiarezza e della Correttezza, nel pieno rispetto delle regole contabili e

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Parte I - ENTRATA Pagina 1 di 3 10.0 20.0 30.0 Avanzo di amministrazione presunto Fondo iniziale di cassa presunto Residui attivi 103.353,18 7.487,04 110.840,22 151.607,79 1 - TITOLO 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE

Dettagli

Associazione Dimore Storiche Italiane

Associazione Dimore Storiche Italiane Associazione Dimore Storiche Italiane BILANCIO CONSOLIDATO AL 31/12/2009 ATTIVITA' SEDE CENTRALE SEZIONI COMMERCIALE CONSOLIDATO CONSOLIDATO 2009 2008 MOBILI E ARREDI 7.651,38 0,00 0,00 7.651,38 7.651,38

Dettagli

ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065

ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065 ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065 Bilancio consuntivo chiuso il 31/12/2014 A) STATO PATRIMONIALE ATTIVITA' 2014 2013

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE I CRITERI DI VALUTAZIONE APPLICABILI NELLA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO 1 IL BILANCIO DI ESERCIZIO DOCUMENTO CHE EVIDENZIA, PER CIASCUN ESERCIZIO, IL CAPITALE

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Il bilancio consuntivo 2014 è stato redatto in conformità ai criteri di competenza finanziaria adottati nella redazione dei bilanci consuntivi da noi

Dettagli

RELAZIONE RELAZIONE COMMENTATA DELLE UPB ISCRITTE NEL BILANCIO PREVENTIVO GESTIONALE PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2015

RELAZIONE RELAZIONE COMMENTATA DELLE UPB ISCRITTE NEL BILANCIO PREVENTIVO GESTIONALE PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2015 RELAZIONE RELAZIONE COMMENTATA DELLE UPB ISCRITTE NEL BILANCIO PREVENTIVO GESTIONALE PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2015 ENTRATA 1 AVANZO FINANZIARIO PRESUNTO ALLA CHIUSURA DELL ESERCIZIO 2014 Lo schema di distribuzione

Dettagli

CAPITOLO I Principi generali. Art.1

CAPITOLO I Principi generali. Art.1 REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA PREVENZIONE, L ACCERTAMENTO ED IL RISARCIMENTO DEI DANNI CAUSATI ALLE OPERE ED ALLE COLTURE AGRICOLE E FORESTALI DALLA FAUNA SELVATICA E DALL ATTIVITÀ VENATORIA CAPITOLO

Dettagli

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI Cap. 110 - Compensi al Presidente ed ai Nei limiti previsti dalla legge. Membri dell'autorità Cap. 111 - Oneri previdenziali ed assistenziali a carico dell'autorità Cap. 112 - Rimborso spese di missione

Dettagli

AMREF ITALIA ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010

AMREF ITALIA ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010 AMREF ITALIA ONLUS Sede in ROMA, VIA BOEZIO 17 Cod.Fiscale 97056980580 Partita IVA 05471171008 Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010 AMREF ITALIA ONLUS Sede in ROMA Via Boezio 17 Cod. Fiscale

Dettagli

RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014. Stato Patrimoniale

RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014. Stato Patrimoniale RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014 L'anno sociale 2013-14 è il terzo dell'attività di Centro Coscienza dopo la fusione del Centro di Cultura Spirituale e di Coscienza - Unione per lo

Dettagli

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397 Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397 Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 2 di 397 RENDICONTO FINANZIARIO DECISIONALE

Dettagli

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15)

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) Senato della Repubblica - 545 - Camera dei deputati Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) semilavorati L'importo si riferisce per la sua totalità alla

Dettagli

4.2 L armonizzazione dei bilanci regionali alla luce della modifica dell art. 117 Cost

4.2 L armonizzazione dei bilanci regionali alla luce della modifica dell art. 117 Cost 4.2 L armonizzazione dei bilanci regionali alla luce della modifica dell art. 117 Cost Le regole che governano i bilanci regionali sono interessati da importanti riforme connesse all operare congiunto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Piani di controllo con cattura e/o abbattimento Articolo 3 Cattura Articolo 4 Tempi ed orari Articolo

Dettagli

Associazione Ciessevi SIC et Simpliciter Procedura Riclassificazione di bilancio RENDICONTO SCHEMA COGE LOMBARDIA

Associazione Ciessevi SIC et Simpliciter Procedura Riclassificazione di bilancio RENDICONTO SCHEMA COGE LOMBARDIA RENDICONTO SCHEMA COGE LOMBARDIA BILANCIO GESTIONALE RENDICONTATIVO - 2013 RENDICONTO ANNO (2013) PROGRAMMA ANNO (2013) ULTIMO RENDICONTO APPROVATO (2012) PROGRAMMA ANNO 2014 PROVENTI E RICAVI 1.760.360

Dettagli

CONTO ECONOMICO PREVENTIVO - USCITE

CONTO ECONOMICO PREVENTIVO - USCITE Codice CONTO ECONOMICO PREVENTIVO USCITE USCITE ANNO 2014 66/30/015 Materiali x pulizie e manutenzione sede 165,00 66/30/025 Cancelleria varia 1'500,00 68/05/025 energia elettrica 1'900,00 68/05/040 gas

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2014

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2014 AIC Associazione Italiana Celiachia Piemonte Valle d Aosta - ONLUS Sede in Torino (TO) Via Guido Reni, 96 int. 99 Codice Fiscale 97581930019 P Iva 08710070015 REA 1038379 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO

Dettagli

Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico

Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico VERBALE N. 11 L anno 2011, il giorno ventiquattro del mese di novembre alle ore 10,00, presso la sede dell Ordine Professionale

Dettagli

ANRA Associazione Nazionale dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali

ANRA Associazione Nazionale dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali ANRA Associazione Nazionale dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali RENDICONTO Esercizio 2007 13 Marzo 2008 RENDICONTO ESERCIZIO 2007 Elencazione delle disponibilità dell esercizio A) DISPONIBILITÀ

Dettagli

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA`

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA` STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA` 2 IMMOBILIZZAZIONI 2.1 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 2.1.2 Mobili ed Impianti 58.371,19 16.998,68 41.372,51 2.1.3 Macchine Ufficio 21.344,67 3.816,11 17.528,56 3 ATTIVO CIRCOLANTE

Dettagli

Linee Guida per l ammissibilità delle spese

Linee Guida per l ammissibilità delle spese Regione Puglia Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva Settore Politiche Giovanili e Sport PRINCIPI ATTIVI Giovani idee per una Puglia migliore Linee Guida per l ammissibilità delle spese Con

Dettagli

Alle Rappresentanze Diplomatiche, agli Uffici Consolari di 1 a categoria Alle Direzioni Generali, ai Servizi ed agli Uffici del Ministero

Alle Rappresentanze Diplomatiche, agli Uffici Consolari di 1 a categoria Alle Direzioni Generali, ai Servizi ed agli Uffici del Ministero DIREZIONE GENERALE PER GLI ITALIANI ALL ESTERO E LE POLITICHE MIGRATORIE Circolare n. 4 L/X/10 6 dicembre 2007 OGGETTO Erogazioni di finanziamenti in denaro ai COMITES per le spese relative al loro funzionamento.

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO 31.12.2011

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO 31.12.2011 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO ASSOCIAZIONE TORINO INTERNAZIONALE SEDE LEGALE Piazza Palazzo di Città 1 TORINO SEDE OPERATIVA Via Borgosesia 1 TORINO Iscritta al n. 246 nel Registro provvisorio delle Persone

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLA FIDAL

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLA FIDAL REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLA FIDAL TITOLO I Norma generali di amministrazione ART. 1 Principi guida pag. 3 TITOLO II Bilancio di previsione consuntivo semestrale bilancio d esercizio

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA al bilancio chiuso al 31/12/2012

NOTA INTEGRATIVA al bilancio chiuso al 31/12/2012 NOTA INTEGRATIVA al bilancio chiuso al 31/12/2012 Associazione AGIRE ONLUS Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze sede legale in Roma via Tevere 20 sede operativa in Roma Via Aniene 26A codice

Dettagli

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Pavimental S.p.A. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade S.p.A. Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Elaborata sulla base degli adottati nel Gruppo

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Residui iniziali 2015

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Residui iniziali 2015 - Collegio Geometri e Geometri Laureati di Padova ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Avanzo iniziale di amministrazione 137.827,27 92.623,89 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo

Dettagli

Regolamento di attuazione dell art. 55, comma 2 della Legge Regionale 06 agosto 2008, n. 20

Regolamento di attuazione dell art. 55, comma 2 della Legge Regionale 06 agosto 2008, n. 20 Regolamento di attuazione dell art. 55, comma 2 della Legge Regionale 06 agosto 2008, n. 20 (Approvato con D.G.R. n. 2203 del 29.12.2008) (Indennizzi per incidenti stradali provocati dalla fauna selvatica)

Dettagli

CONTO FINANZIARIO ANNO 2014

CONTO FINANZIARIO ANNO 2014 CONTO FINANZIARIO ANNO 2014 Cap Art Oggetto dell'entrata PARTE I - ENTRATA - ANNO 2014 2014 Assestato delle riscossioni Rimaste da Rimasti da Riscossioni Riscossi riscuotere accertam. riscuotere 1 2 3

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE Approvato dal C.P. con delibera n. 117 del 06.04.2004 Aggiornamento dei limiti di valore con delibera G.P.

Dettagli

Piano dei conti per competenza

Piano dei conti per competenza Piano dei conti per competenza PATRIMONIALE: da prima apertura contabile movimento i conti con saldo diverso da zero al 31 dicembre dell anno precedente. Il conto Patrimoniale, attivo e passivo, evidenzia

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO LA GESTIONE E IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE DI EROGAZIONE Sommario: 1. Introduzione. - 2. La gestione nelle aziende di erogazione. - 3. L aspetto finanziario della gestione. - 4. L aspetto

Dettagli

FEVOSS FEDERAZIONE DEI SERVIZI DI VOLONTARIATO SOCIO SANITARIO ONLUS

FEVOSS FEDERAZIONE DEI SERVIZI DI VOLONTARIATO SOCIO SANITARIO ONLUS FEVOSS FEDERAZIONE DEI SERVIZI DI VOLONTARIATO SOCIO SANITARIO ONLUS NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO AL 31/12/2012 Il bilancio è stato elaborato con il criterio della competenza. L'Associazione ha chiuso

Dettagli

Curriculum aziendale

Curriculum aziendale s.n.c. Gestione Faunistica Ambientale Curriculum aziendale Curriculum professionale dello Studio G.F.A. Gestione Faunistica ed Ambientale s.n.c. Attività professionale 1997 Incarico dell Amministrazione

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI, CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI, CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI, CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA BILANCIO PREVENTIVO E RELAZIONI ESERCIZIO 2013 - BILANCIO PREVENTIVO - RELAZIONE ILLUSTRATIVA - RELAZIONE DEL

Dettagli

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00 FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013 STATO PATRIMONIALE 30/06/2013 30/06/2012 ATTIVITA' Immobilizzazioni immateriali - Programmi software 355,05 710,00

Dettagli

Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria

Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria Allegato A alla Delib.G.R. n. 3/31 del 31.1.2014 Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria 1/15 Sommario 1. Premessa... 3 2. Schema di bilancio... 3 3. Piano

Dettagli

Articolo 35 Situazione amministrativa Articolo 36 Relazione del Collegio dei Revisori dei conti

Articolo 35 Situazione amministrativa Articolo 36 Relazione del Collegio dei Revisori dei conti REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE, CONTABILITÀ E ATTIVITÀ CONTRATTUA- LE DEL COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI ROMA TITOLO I AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ CAPO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Finalità e contenuti

Dettagli

I crediti verso le banche sono espressi al valore di presumibile realizzo, tenuto conto delle stime di perdita.

I crediti verso le banche sono espressi al valore di presumibile realizzo, tenuto conto delle stime di perdita. 79 STRUTTURA E CONTENUTI DEL BILANCIO Il bilancio dell'impresa è costituito dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico e dalla Nota Integrativa, corredati dalla Relazione sull'andamento della gestione.

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO GESTIONALE

RENDICONTO FINANZIARIO GESTIONALE NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO 2014 E SUL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2015 BILANCIO CONSUNTIVO AL 31 DICEMBRE 2014 Egregi Colleghi, il bilancio

Dettagli

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Padova

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Padova Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Padova CONTO CONSUNTIVO 2014 CONTO PREVENTIVO 2015 Situazione Patrimoniale - Consuntivo Attività Consistenze al 01.01.2014 Consistenze

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITÀ

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITÀ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITÀ ********************** ultima modifica art. 22 effettuata con Decreto Rettorale n. 213 del 22/03/2006

Dettagli

USCITE 2010 ENTRATE 2010

USCITE 2010 ENTRATE 2010 ASSOCIAZIONE VITA TRE - SALUGGIA RENDICONTO CONSUNTIVO CONSOLIDATO ANNO 2010 USCITE 2010 ENTRATE 2010 Uscite correnti Uscite a patrimonio TOTALE Entrate correnti Finanziamenti TOTALE COSTI Sede di Saluggia

Dettagli

NOTA ILLUSTRATIVA AL BILANCIO PREVENTIVO

NOTA ILLUSTRATIVA AL BILANCIO PREVENTIVO NOTA ILLUSTRATIVA AL BILANCIO PREVENTIVO Premessa L'attività del Consorzio Intercomunale Smaltimento Rifiuti consisteva originariamente nello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, provenienti dai comuni

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE SOMME ACCERTATE INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo 482.600,00 482.600,00 410.960,00

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO 2010 E BILANCIO PREVENTIVO 2011 ****** ****** 1 Care colleghe e cari colleghi, anche quest anno siamo qui riuniti in assemblea per l approvazione del bilancio consuntivo

Dettagli

ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ISCRITTI ALL'ALBO ED ALL'ELENCO SPECIALE

ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ISCRITTI ALL'ALBO ED ALL'ELENCO SPECIALE ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ISCRITTI ALL'ALBO ED ALL'ELENCO SPECIALE (art. 19 dell'ordinamento Professionale D.Lgs 28 giugno 2005 N. 139) Centro Congressi Ente Fiera di Vicenza Via dell Oreficeria 16 (Vicenza)

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

Previsioni per l'anno 2014

Previsioni per l'anno 2014 TT. CAT. CAP. ART. Descrizione ORDNE PROVNCALE DE MEDC CHRURGH E DEGL ODONTOATR D MLANO BLANCO PREVENTVO PER L'ANNO 2015 - ENTRATE - l'anno Attivi l'anno 2016 l'anno 2017 Avanzo di cassa al 31/12/ 573.855,94

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE DEL CONDOMINIO DA PARTE DELL AMMINISTRATORE ----------------------------

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE DEL CONDOMINIO DA PARTE DELL AMMINISTRATORE ---------------------------- IL RENDICONTO DELLA GESTIONE DEL CONDOMINIO DA PARTE DELL AMMINISTRATORE ---------------------------- Art. 1130 codice civile L amministratore deve riscuotere i contributi (deliberati dall assemblea),

Dettagli

Le Organizzazioni iscritte possono scegliere se partecipare al bando in forma singola o, in alternativa, sotto forma di Organizzazioni in rete.

Le Organizzazioni iscritte possono scegliere se partecipare al bando in forma singola o, in alternativa, sotto forma di Organizzazioni in rete. ALLEGATO A BANDO 2014 PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEI PROGETTI PRESENTATI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ISCRITTE ALLA SEZIONE REGIONALE E ALLE SEZIONI PROVINCIALI DEL REGISTRO GENERALE

Dettagli

COMPRENSORIO ALPINO TO1 Valli Pellice, Chisone e Germanasca

COMPRENSORIO ALPINO TO1 Valli Pellice, Chisone e Germanasca COMPRENSORIO ALPINO TO1 Valli Pellice, Chisone e Germanasca CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI ABILITAZIONE PER LA ALLA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI ANNO 2015 1. PREMESSA Il Corso di abilitazione

Dettagli

Maliseti Tobbianese A.S.D.

Maliseti Tobbianese A.S.D. Matricola - 937794 Prato, 19/06/2015 Spett.le Comune di Prato Alla c.a. Dr Amedeo Scura Resp. U.O. Servizi Sportivi E p.c. Franco Pasquale Funzionario Tecnico U.O. Servizi Sportivi La nostra società, come

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO. Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 20. Codice Fiscale n. 97552320158

ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO. Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 20. Codice Fiscale n. 97552320158 ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 2 Codice Fiscale n. 9755232158 Iscritta in data 13.4.211 nel registro delle persone giuridiche della Prefettura di Milano al

Dettagli

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 -

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2001 31/12/2000 1 Immobilizzazioni materiali ed immateriali 48.372.772 39.519.419 a) beni immobili - - - beni immobili strumentali

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... pag 3 ART

Dettagli

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE PARAGRAFO 1 Disposizioni generali La sovvenzione si basa sul principio del cofinanziamento, in quanto completa il contributo finanziario del beneficiario. L importo

Dettagli

20.000,00 32.000,00 21.000,00 33.000,00 30.000,00 30.000,00 2.500,00 2.500,00 2.000,00 30.000,00 2.000,00

20.000,00 32.000,00 21.000,00 33.000,00 30.000,00 30.000,00 2.500,00 2.500,00 2.000,00 30.000,00 2.000,00 ORDNE PROVNCALE DE MEDC CHRURGH E DEGL ODONTOATR D MLANO BLANCO PREVENTVO PER L'ANNO - ENTRATE - TT. CAT. CAP. ART. Descrizione l'anno 2015 Avanzo di amministrazione presunto 742.839,72 598.000,00 350.000,00

Dettagli

Programma operativo 2014

Programma operativo 2014 Programma operativo 2014 numero verde 800 272999 www.csvbasilicata.it p. 1di 9 Attibuzione su programma annuale Per servizi 616.028,77 PROVENTI 2014 Per progettazione sociale (ex accordo 23.06.2011) Per

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014 - ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE l'anno Avanzo iniziale di amministrazione presunto 329.953,34 357.849,48 Contributi iscritti all'albo 79.853,16 338.440,00

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CONSUNTIVO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CONSUNTIVO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CONSUNTIVO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013 Premessa Il bilancio consuntivo dell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2013, composto da Stato Patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa,

Dettagli

Fondo Cassa Iniziale. = Avanzo/Disavanzo di amministrazione iniziale 89.589,75

Fondo Cassa Iniziale. = Avanzo/Disavanzo di amministrazione iniziale 89.589,75 - ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PORDENONE Anno TABELLA DIMOSTRATIVA DEL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO AL TERMINE DELL'ESERCIZIO Fondo Cassa Iniziale + Residui Attivi Iniziali - Residui

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE PER GLI ENTI NON PROFIT

PRINCIPIO CONTABILE PER GLI ENTI NON PROFIT PRINCIPIO CONTABILE PER GLI ENTI NON PROFIT PRINCIPIO N.2 L ISCRIZIONE E LA VALUTAZIONE DELLE LIBERALITÀ NEL BILANCIO D ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT BOZZA PER CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 PREMESSA Il Rendiconto Generale che viene presentato al dell Ordine degli Assistenti Sociali per l esercizio finanziario

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 27/02/1997. SOMMARIO: TITOLO I: Fondo Sociale Art. 1 - Istituzione fondo sociale...pag.3

Dettagli

Rimanenze (OIC 13) APPROFONDIMENTI E PROCEDURE. A cura di Umberto Terzuolo Dottore Commercialista in Torino

Rimanenze (OIC 13) APPROFONDIMENTI E PROCEDURE. A cura di Umberto Terzuolo Dottore Commercialista in Torino MAP Rimanenze (OIC 13) A cura di Umberto Terzuolo Dottore Commercialista in Torino L articolo approfondisce nella sua completezza il contenuto dell OIC 13, nuovo Principio Contabile sulle rimanenze di

Dettagli