asl 4 azienda sanitaria locale matera Guida ai Servizi Sanitari Territoriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "asl 4 azienda sanitaria locale matera Guida ai Servizi Sanitari Territoriali"

Transcript

1 asl 4 azienda sanitaria locale matera Guida ai Servizi Sanitari Territoriali

2 Prenotazioni visite e prestazioni Tel Centralino telefonico Tel Emergenze Tel. 118 Ufficio concorsi Tel Sede di Matera del corso di laurea in educazione professionale infermieristica Tel Addetto stampa Tel Ambulanza (non emergenza) Tel Numeri verdi URP ASL URP Ospedale Dati aggiornati al 31 agosto A cura dll Ufficio Comunicazione e Relazioni con il Pubblico

3 La pubblicazione e distribuzione della Guida ai Servizi Territoriali della ASL n.4 rientra nel programma di comunicazione dell Azienda, finalizzato da un lato ad informare gli utenti sui servizi e le modalità di erogazione degli stessi e dall altro a mantenere costante il contatto tra i cittadini e l istituzione sanitaria. L Azienda Sanitaria di Matera è costantemente impegnata ad ampliare e qualificare i servizi territoriali, nella convinzione che gli stessi rispondono ad un reale bisogno dei cittadini e al tempo stesso consentono di rendere maggiormente appropriato il ricorso ai servizi di tipo ospedaliero. La nostra azione ed il nostro programma prevedono, a regime, la possibilità di attivare i servizi ai cittadini da ogni postazione distrettuale, adeguatamente potenziata e dotata di risorse tecnologiche e strumentali, tali da prendere in carica l utente con i suoi bisogni e, con gli stessi, collaborare per la loro soluzione. Un progetto ambizioso che coinvolge gli utenti ma soprattutto la cultura degli operatori delle nostre strutture, esposti in prima linea alle istanze ed ai bisogni. Un processo avviato dal quale ci aspettiamo di raccogliere i risultati in termini di soddisfazione da parte dei nostri utenti. Dott. Franco Ruggieri (Direttore Amministrativo) Dott. Vito Gaudiano (Direttore Sanitario) Dott. Domenico Maroscia (Direttore Generale)

4 Guida all utilizzo Le informazioni le trovi a pagina: Abitazioni (verifiche igienico sanitarie) Adozione di minori (certificati di idoneità psicofisica) Ambulatori specialistici Anagrafe canina Assistenza domiciliare Assistenza integrativa Assistenza protesica Causa di morte (certificazioni) Centri diurni Centro salute mentale Cinture di sicurezza (esonero) Commercio di alimenti e bevande (pareri igienico-sanitari necessari per l'apertura) Concessioni edilizie (pareri igienico-sanitari) Consultori familiari Continuità assistenziale (guardia medica) Distretti Esenzioni ticket Estero (assistenza nei paesi esteri) Farmacie Funghi (attestazione di commestibilità, raccolta e vendita) Handicap (riconoscimento della condizione) Impiantistica nei luoghi di lavoro (prevenzione e protezione) Infezioni, Intossicazioni, tossinfezioni di origine alimentare (sorveglianza) Invalidità civile Macellazione, trasporto vendita di carne e di prodotti ittici (autorizzazioni) Medicina del lavoro e sicurezza negli ambienti di lavoro Neuropsichiatria infantile e riabilitazione in età evolutiva Patenti di guida Patenti speciali Porto d armi Prelievi Prodotti alimentari (pareri igienico-sanitari per produzione e vendita) Randagismo 7 -- Reclami, suggerimenti Sana e robusta costituzione Sanità animale (profilassi, bonifiche, anagrafe animale, vigilanza e controllo) Scelta e revoca del medico Segnalazioni di infrazioni alle norme igienico-sanitarie Sportello unico socio-sanitario Stranieri (assistenza agli) Strutture residenziali Tabelle dietetiche per la ristorazione collettiva (consulenza) Ticket sanitari Tossicodipendenze Trasporto di alimenti e bevande di origine vegetale (pareri igienico-sanitari) Tutela dei diritti della famiglia Vaccinazioni Visite domiciliari di neurologia e chirurgia

5

6

7 Comunicazione - U.R.P. Ufficio per le Relazioni con il Pubblico Funzioni Curare le attività di informazione e di comunicazione anche attraverso i mezzi di comunicazione di massa; Raccogliere e approfondire o istruire le proposte, i suggerimenti e i reclami presentati verbalmente o per iscritto dai cittadini o dalle associazioni di volontariato e tutela; Garantire ai cittadini, anche attraverso le associazioni di volontariato e tutela, l'esercizio dei diritti di informazione, di accesso e di partecipazione; Agevolare l'utilizzazione dei servizi; Attuare, mediante l'ascolto dei cittadini e indagini ad hoc, i processi di verifica del gradimento dei servizi da parte degli utenti, nonchè la verifica sugli standard previsti dalla carta dei servizi; Curare i servizi di front-office aziendali (accoglienza, centralino telefonico, punti informazione). Indirizzo: ASL 4 (sede centrale) Via Montescaglioso - Matera (Piano Terra) Ospedale Madonna delle Grazie Corpo C piano 0 (Poliambulatorio) Dirigente: U.R.P. (ASL 4): U.R.P. (Ospedale): Ingresso (Ospedale): Numero Verde: U.R.P. ASL 4: U.R.P. Ospedale: Responsabile: Dott. Pietro Centolanza Orario URP presso la sede centrale della ASL4 di Matera: dal Lunedi al Venerdi (escluso i festivi) dalle ore alle ore 12.30; Martedi e Giovedi (escluso i festivi) anche dalle ore alle ore URP presso Ospedale Madonna delle Grazie di Matera: dal Lunedi al Venerdi (escluso i festivi) dalle ore alle ore 12.30; Lunedi e Mercoledi (escluso i festivi) anche dalle ore alle ore Spazio informazioni e di cortesia presso l Ospedale Madonna delle Grazie (salone d ingresso): tutti i giorni feriali dalle ore 7,30 alle ore e i giorni festivi dalle ore alle ore 13,30 e dalle ore 17,30 alle ore Per segnalare suggerimenti, disfunzioni o reclami, si può compilare il modulo (reperibile sul sito web: ) oppure scrivere indirizzando il messaggio a: U.R.P ASL/4 Via Montescaglioso Matera 7

8 Dipartimento di prevenzione Servizio di igiene epidemiologica e sanità pubblica - invalidità civile - riconoscimento della condizione di handicap - patenti di guida A, B, C, D, E, K e Nautica - rilascio di cerificazione della commissione medica locale - esonero cinture di sicurezza - sana e robusta costituzione - pareri preventivi igienico sanitari per progetti e concessioni edilizie, verifiche igienico sanitarie delle abitazioni - porto d armi - certificati causa di morte - vaccinazioni - certificati di idoneità psicofisica all adozione di minori. Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione - pareri igienico-sanitari preliminari per la realizzazione (parere su progetto) o modifica di attività di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, commercio e vendita di prodotti alimentari - pareri igienico-sanitari per l apertura di attività di produzione, preparazione, confezionamento, deposito di prodotti alimentari - pareri igienico-sanitari per l apertura di attività commerciali - pareri igienico-sanitari sugli automezzi e contenitori per il trasporto di alimenti e bevande di origine vegetale - attestazione di commestibilità di funghi epigei spontanei - attestazione per la raccolta o per la vendita di funghi epigei spontanei 8 Indirizzo: ASL 4 (sede centrale) Via Montescaglioso - Matera 1 Piano Tel. e Fax Per informazioni più dettagliate, consultazioni di fac-simili, ecc.: Direttore: Dott. Giuseppe Turturiello - sorveglianza sui casi presunti o accertati di infezioni, intossicazioni, tossinfezioni di origine alimentare e segnalazioni di infrazioni - consulenza, elaborazione e verifica di tabelle dietetiche per la ristorazione collettiva Servizio medicina del lavoro e Sicurezza Ambienti di lavoro Servizio S.P.P.I.L.L. (Servizio Prevenzione Protezione e Impiantistica nei Luoghi di Lavoro) Servizio sanità animale (Area A) IGE (Servizio igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro derivati) (Area B) Servizio igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche (Area C) - anagrafe canina - randagismo

9 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica DISTRETTO SANITARIO AMBULATORIO UFFICI MATERA dalle h alle h lun-mer-ven: h. 9.00/13.00 mar-gio: h /17.30 BERNALDA Via Concilio Vaticano II CALCIANO Via Tenente Chiriani FERRANDINA Via Mazzini, 19 GARAGUSO Via Garibaldi GRASSANO Via A. Moro, 1 GROTTOLE Viale della Resistenza, 1 IRSINA Via Agnesod MIGLIONICO Via Ricciardi, 8 MONTESCAGLIOSO Viale Belvedere,10 OLIVETO LUCANO Viale della Libertà POMARICO Via Aldo Moro SALANDRA Via R. Margherita TRICARICO Via Rabatana lunedi e giovedi dalle h alle h venerdi dalle h alle h lun-gio: h /12.00 mer-ven: h /12.00 mar-mer-gio-ven: dalle h alle h martedi dalle h alle h giovedi dalle h alle h giovedi dalle h alle h venerdi dalle h alle h lun-mar-gio-ven: dalle h alle h dal lunedi al venerdi dalle h alle h sabato dalle h alle h martedi dalle h alle h martedi dalle h alle h dal lunedi al venerdi dalle h alle h venerdi dalle h alle h lun-mer-gio-ven: dalle h alle h mar-mer-gio-ven: dalle h alle h dal lunedi al venerdi: dalle h alle h giovedi dalle h alle h dal lunedi al venerdi: dalle h alle h mar-mer-ven dalle h alle h dal lunedi al venerdi dalle h alle h dal lunedi al venerdi dalle h alle h lun-gio-sab: dalle h alle h mar-sab: dalle h alle h mer: h. 9.00/13.00 lun-mar-gio-ven: h /13.00 * *Esclusivamente per certificati di idoneità per rilascio patenti. 9

10 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Indirizzo: ASL 4 (1 Piano) Via Montescaglioso - Matera Fax Responsabile: Dott. Espedito Moliterni Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Ambulatorio dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Compiti e funzioni Il servizio si occupa delle certificazioni medico-legali; dei pareri igienico-sanitari, della profilassi delle malattie infettive. Ha competenze sulla polizia mortuaria. Vigila sulle attività produttive e sull ambiente. Non occorre prenotazione organizzazione e gestione di eventi ed accoglienza di turisti TURISMO / CONGRESSI / SEGRETERIE SERVIZI DI FRONT-OFFICE PER ENTI PUBBLICI E PRIVATI (ATTUALMENTE PRESENTE PRESSO LA RECEPTION DELL OSPEDALE MADONNA DELLE GRAZIE - MATERA) Via Ugo La Malfa, Matera Tel Fax Gsm

11 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Invalidità civile Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h I cittadini che necessitano dell accertamento per il riconoscimento dello stato di invalidità civile, devono presentare domanda su modello prestampato (reperibile anche sul sito web: corredato da idonea certificazione del medico curante attestante la natura delle infermità invalidanti. La convocazione della visita viene effettuata secondo l ordine cronologico di presentazione della domanda ed in tale sede è necessario presentare ulteriore documentazione specialistica. Per le persone affette da gravi patologie è prevista la procedura d urgenza che deve essere attivata dall interessato con domanda corredata da certificazione medicospecialistica di struttura pubblica. L interessato, o chi ne fa le veci, può richiedere la visita domiciliare all Ufficio Invalidi Civili, in caso d impossibilità a spostarsi dal proprio domicilio, motivando tale richiesta con certificazione del proprio medico curante e/o specialista della struttura pubblica. La commissione è ubicata presso la sede centrale della ASL n.4 di Matera in Via Montescaglioso. La domanda può essere presentata presso l Ufficio Protocollo della ASL o spedita a mezzo raccomandata. Riconoscimento della condizione di handicap (ai sensi della Legge 104/92) Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h I cittadini che necessitano dell accertamento per il riconoscimento dell handicap, devono presentare domanda su modello prestampato (reperibile anche sul sito web: corredato da idonea certificazione del medico curante attestante la infermità. La convocazione della visita viene effettuata secondo l ordine cronologico di presentazione della domanda ed in tale sede è necessario presentare ulteriore documentazione specialistica. Per le persone affette da gravi patologie ed in condizioni di intrasportabilità è prevista la richiesta di visita di accertamento a domicilio che deve essere corredata da documentazione sanitaria. La commissione è ubicata presso la sede centrale della ASL n.4 di Matera in Via Montescaglioso. La domanda può essere presentata presso l Ufficio Protocollo della ASL o spedita a mezzo raccomandata. 11

12 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Pareri preventivi igienico sanitari per progetti e concessioni edilizie e verifiche igienico sanitarie delle abitazioni Distretti: vedi pag. 9 Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Distretti: vedi pag. 9 I cittadini che necessitano di pareri igienico sanitari su progetti per autorizzazioni o concessioni edilizie per locali ad uso commerciale, artigianale, industriale, direzionale, zootecnici, possono rivolgersi all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza. I pareri preventivi vengono rilasciati previa presentazione del progetto in triplice copia. Le prestazioni sono assoggettate al pagamento di diritti sanitari, secondo il tariffario regionale, da effettuare sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. Per le verifiche igienico-sanitarie delle abitazioni i cittadini che necessitano di pareri igienico sanitari relativi alle condizioni di salubrità delle civili abitazioni possono rivolgersi all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza. Le verifiche igienico-sanitarie si effettuano previa presentazione di: Richiesta in carta semplice Versamento di e 9,00 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. Patenti di guida A, B, C, D, E, K e Nautica Sede centrale dell ASL: Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Rilascio: Il cittadino che necessita del rilascio della patente A, B, C, D, E, K e Nautica può rivolgersi all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica dell ASL n. 4 di Matera munito di: Documento d identità Marca da bollo da e 11,00 Foto formato tessera Versamento di e 17,00 (per le patenti A e B) e di e 28,00 (per le patenti C, D, E, K e Nautica) sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. Rinnovo: Il cittadino che necessita del rinnovo della patente può rivolgersi all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica dell ASL n. 4 di Matera munito di: Patente di guida Codice Fiscale Marca da bollo da e 11,00 Versamento di e 17,00 (per le patenti A e B) e di e 28,00 (per le patenti C, D, E, K e Nautica) sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. Versamento di e 5,16 sul c/c n intestato a: Dipartimento Trasporti Terrestri ROMA. Il rilascio e il rinnovo delle patenti A e B può essere richiesto anche presso i Distretti ( vedi pag. 9). 12

13 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Rilascio di certificazione della commissione medica locale Idoneità alla guida per patenti speciali (cittadini con problemi inerenti: udito, vista, articolazioni) Idoneità alla guida per patenti normali (cittadini con patologie dell apparato cardiocircolatorio, diabete, patologie endocrine, turbe e/o patologie psichiche, uso di sostanze psicoattive, epilessia, malattie del sangue, malattie dell apparato uro-genitale) Dal Lun. al Ven. dalle h alle h a) Cittadini con disabilità fisiche e motorie che hanno compiuto 18 anni o cittadini che devono chiedere conferma di patente speciale già in possesso, il cui giudizio di idoneità viene demandato alla competenza della Commissione Medica Locale. b) Cittadini sottoposti a revisione di patente nel caso in cui il provvedimento di revisione prevede la visita medica presso la Commissione Medica Locale c) Cittadini che aspirano al conseguimento della patente nautica e sono affetti da malattie invalidanti. d) Cittadini che hanno compiuto il 65 anno di età ed aspirano alla conferma della patente di categoria C per la guida di veicoli con massa non superiore a 20 tonnellate e) Cittadini che hanno superato il 60 anno di età ed aspirano alla conferma della patente di categoria D I cittadini che rientrano nella casistica sopra elencata devono rivolgersi alla Commissione Medica Locale (che ha competenza provinciale) ubicata presso la sede centrale della ASL n.4 di Matera in Via Montescaglioso, muniti della seguente documentazione: Domanda su modello prestampato Versamento di e 30,99 sul c/c n intestato a: ASL n.4 di Matera - Commissione Medica Locale con la causale: rinnovo/conseguimento/revisione/ conversione patente di guida, se trattasi di patente speciale per problemi inerenti le articolazioni Versamento di e 18,59 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Commissione Medica Locale, nel caso in cui ricorrano le condizioni di cui ai punti d) ed e) o se trattasi di patente speciale per problemi inerenti la vista o patente normale in presenza di altre patologie sopra indicate Versamento di e 24,79 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Commissione Medica Locale, per i casi di alcolismo o di patente speciale per problemi inerenti l udito. Versamento di e 5,16 sul c/c n intestato a: Dipartimento Trasporti Terrestri ROMA (in caso di rinnovo patente) n. 2 marche da bollo da e 11,00 Fotocopia della patente (in caso di rinnovo) Fotocopia del documento di riconoscimento (in caso di rilascio) Fotocopia del provvedimento (in caso di revisione) 13

14 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Esonero cinture di sicurezza Sana e robusta costituzione Sede centrale dell ASL: Distretti: vedi pag. 9 Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Distretti: vedi pag. 9 I cittadini affetti da patologie particolari che costituiscono controindicazioni specifiche all uso delle cinture di sicurezza possono rivolgersi, senza prenotazione, all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza muniti di: documentazione sanitaria relativa alla patologia per la quale si chiede l esonero dall obbligo di indossare la cintura di sicurezza Versamento di e 17,00 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. Sede centrale dell ASL: Distretti: vedi pag. 9 Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Distretti: vedi pag. 9 I cittadini che necessitano di tale certificazione possono rivolgersi, senza prenotazione, all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza muniti di: Documento di riconoscimento Versamento di e 17,00 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. 14

15

16 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Porto d armi Certificati causa di morte Sede centrale dell ASL: Distretti: vedi pag. 9 Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Distretti: vedi pag. 9 I cittadini che devono essere autorizzati ad usare armi devono presentarsi, senza prenotazione, presso l Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza muniti di: Certificato anamnestico redatto dal medico curante. Documento di riconoscimento. Versamento di e 17,00 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Coloro i quali richiedono la certificazione delle cause di morte di un congiunto per motivi espressamente previsti dalla normativa devono rivolgersi al Dipartimento di Prevenzione presso la sede centrale della ASL n. 4 di Matera in Via Montescaglioso. La certificazione viene rilasciata previa presentazione di: Richiesta scritta di chi ne ha titolo con esibizione di un documento di riconoscimento Versamento di e 10,00 sul c/c n intestato a: ASL n. 4 di Matera - Servizio Igiene. 16

17 Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica Vaccinazioni Sede centrale dell ASL: Ambulatorio sede centrale dell ASL 4 dal Lun. al Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Bambini ed adulti che devono effettuare vaccinazioni obbligatorie e/o raccomandate possono rivolgersi, senza prenotazione, all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza. Le vaccinazioni obbligatorie e raccomandate per l età evolutiva sono gratuite, analogamente a quelle rientranti in specifici programmi e campagne vaccinali. Le vaccinazioni richieste da privati per viaggi internazionali sono soggette a tariffazione. Certificati di idoneità psicofisica all adozione di minori Lun.-Mer.-Ven. dalle h alle h Mar.-Gio. dalle h alle h Le coppie che hanno fatto richiesta di adozione presso il Tribunale per i Minorenni devono rivolgersi, senza prenotazione, all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica del Distretto di appartenenza. Per le certificazioni da esibire all estero devono rivolgersi all Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica presso la sede centrale della ASL n. 4 di Matera in Via Montescaglioso muniti di: Documento di riconoscimento Marca da bollo da e (se la certificazione è richiesta in bollo) 17

18 Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Indirizzo: ASL 4 (1 Piano) Via Montescaglioso - Matera Fax Responsabile: Dott. Antonio Martemucci Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Non occorre prenotazione Le richieste di prestazioni vanno inoltrate all ufficio del Dipartimento La richiesta dell'autorizzazione sanitaria ex art. 2 L. 283/62 (cucine, laboratori depositi, ecc.) va inoltrata direttamente al Sig. Sindaco competente per territorio. Compiti e funzioni L U. O. assicura il controllo delle acque potabili e minerali, la verifica dei requisiti di idoneità igienico-sanitaria delle strutture legate alla produzione, deposito, trasporto e commercio di prodotti alimentari, dei prodotti dietetici e per l infanzia, dei materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti. Assicura inoltre il controllo sulla raccolta e la commercializzazione dei funghi epigei spontanei (non coltivati), la verifica delle tabelle dietetiche predisposte nelle scuole e nelle mense collettive e la relativa indagine sulla qualità nutrizionale dei pasti. Fornisce consulenza sui capitolati per i servizi della ristorazione, oltre che per aggiornamento nutrizionale del personale operante nel settore delle mense collettive. Matera via Parri Altamura viale Martiri 18

19 Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Pareri igienico-sanitari preliminari (su progetto) per la realizzazione o la modifica di attività di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, commercio e vendita di prodotti alimentari Dal Lun. al Ven. dalle h alle h I cittadini interessati all apertura di esercizi commerciali ed artigianali appartenenti al settore agroalimentare (ristoranti, bar, attività produttive legate al settore, salumerie, minimarket, supermercati, depositi di prodotti alimentari, bevande ecc.) devono produrre istanza in carta semplice o su apposito modello posto anche sul sito internet dell Azienda Sanitaria ASL n. 4 - Matera (www.aslmt4.it), al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n. 4 di Matera sito in via Montescaglioso, allegando in duplice copia una relazione tecnica descrittiva dei locali e dell attività che si intende intraprendere e una planimetria con l indicazione delle attrezzature. Il rilascio del parere sarà subordinato al versamento dei diritti sanitari proporzionati alla superficie dei locali. Pareri igienico-sanitari per l apertura di attività di produzione, preparazione, confezionamento, deposito di prodotti alimentari Dal Lun. al Ven. dalle h alle h I cittadini interessati all acquisizione dell autorizzazione sanitaria ex art. 2 Legge 283/62 per i laboratori destinati alla produzione, preparazione, confezionamento o deposito di prodotti alimentari e bevande devono produrre istanza al Sindaco del Comune ove è allocata l attività, allegando 4 copie della relazione tecnica descrittiva dei locali e dell attività e una planimetria con l indicazione delle attrezzature. L Ufficio comunale competente trasmetterà la documentazione al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n. 4 di Matera che rilascerà il parere di competenza, subordinandolo al versamento dei diritti sanitari proporzionati alla superficie dei locali. 19

20 Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Pareri igienico-sanitari per l apertura di attività commerciali Pareri igienico-sanitari sugli automezzi e contenitori per il trasporto di alimenti e bevande di origine vegetale Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Dal Lun. al Ven. dalle h alle h I cittadini interessati all apertura di ristoranti, bar e attività di vendita di prodotti alimentari e bevande (salumerie, minimarket e supermercati, affini), devono produrre istanza in carta semplice o su apposito modello posto anche sul sito internet dell Azienda Sanitaria ASL n. 4 Matera (www.aslmt4.it), al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n. 4 di Matera sito in via Montescaglioso, oppure al Sindaco ove è allocata l attività il quale trasmetterà la documentazione al Dipartimento di prevenzione dell ASL n. 4 Matera. Alla istanza devono essere allegati in duplice copia una relazione tecnica descrittiva dei locali e dell attività che si intende intraprendere e una planimetria con l indicazione delle attrezzature. Il rilascio del parere sarà subordinato al versamento dei diritti sanitari proporzionato alla superficie dei locali. I cittadini interessati all acquisizione dell autorizzazione sanitaria ex art. 44 DPR 327/80 per gli automezzi e contenitori per il trasporto di prodotti alimentari e bevande devono produrre istanza al Sindaco del Comune ove è allocata l attività, allegando la carta di circolazione del mezzo di trasporto, la certificazione di idoneità dei contenitori destinati a venire a contatto con gli alimenti, l Attestazione di Trasporto in regime di temperatura controllata (ATP) per gli alimenti surgelati e congelati. L Ufficio comunale competente trasmetterà la documentazione al Dipartimento di prevenzione dell ASL n. 4 di Matera che rilascerà il parere di competenza, subordinandolo al versamento dei diritti sanitari proporzionato al numero dei mezzi e dei contenitori. 20

21 Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Attestazione commestibilità di funghi epigei spontanei Attestazione per la raccolta o per la vendita di funghi epigei spontanei Dal Lun. al Ven. dalle h alle h Dal Lun. al Ven. dalle h alle h I cittadini interessati al consumo di funghi epigei spontanei e alla attestazione della loro commestibilità devono inoltrare richiesta all Ispettorato Micologico del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n.4 di Matera. Sedi: Via Montescaglioso - Matera tel. 0835/ Via Rabatana n. 1 - Tricarico tel. 0835/ I controlli sono effettuati, previo versamento dei diritti sanitari, tutti i lunedì non festivi dalle ore alle ore I cittadini interessati all acquisizione del patentino per la raccolta dei funghi epigei spontanei in ambito comunale, provinciale o nazionale, devono frequentare un corso formativo della durata di 12 ore, inoltrando domanda, su apposito modello, al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n. 4 di Matera sito in via Montescaglioso. Il versamento di e 30,99 per diritti sanitari deve essere effettuato sul c/c n intestato a ASL Mt 4 Servizio Igiene. L attestato finale è necessario per acquisire il patentino che viene rilasciato da Provincia o Comune. Coloro che intendono raccogliere e successivamente commercializzare i funghi epigei spontanei devono frequentare un ulteriore perfezionamento sulle specie fungine che si intendono commercializzare. Il rilascio di quest ultimo attestato è subordinato al superamento di un esame finale. Successivamente l attestato sarà consegnato all Autorità competente al rilascio dell Autorizzazione. 21

22 Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Sorveglianza sui casi presunti o accertati di infezioni, intossicazioni, tossinfezioni di origine alimentare e segnalazioni di infrazioni Dal Lun. al Ven. dalle h alle h I cittadini che sono colti da patologie infettive trasmesse da prodotti alimentari possono inoltrare specifica richiesta d intervento, anche telefonica, purchè ben circostanziata ed attendibile al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL n. 4 di Matera sito in Via Montescaglioso. Per i Medici è prevista la segnalazione tramite apposita modulistica di denuncia. Sono anche possibili segnalazioni di infrazioni alle norme igienico-sanitarie e del mancato rispetto della prassi igienica durante la vendita e/o produzione, preparazione, deposito e trasporto di prodotti alimentari. I cittadini che vengono a conoscenza di comportamenti non conformi alla normativa in materia di sicurezza alimentare devono inoltrare segnalazione scritta ben circostanziata ed attendibile al Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell ASL. 22

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ORDINANZA 3 marzo 2009 Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani. (G.U. Serie

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel SJ. '. :! I. l i,... ". ' ~i"ne 'Cumj'oniu f/$eddén&e Prot. D.3Wledel /.;j.,/!1f l.9-,ç; Ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA Al momento dell'acquisto di un veicolo, nuovo o usato, le persone disabili o i familiari che le hanno fiscalmente in carico possono usufruire di una riduzione dell'aliquota

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha realizzato il servizio di inoltro Telematico delle domande

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli