La certificazione per le attività sportive non agonistiche secondo le nuove norme

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La certificazione per le attività sportive non agonistiche secondo le nuove norme"

Transcript

1 La certificazione per le attività sportive non agonistiche secondo le nuove norme Paolo Romanelli

2 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 Disciplina della certificazione dell attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e sull utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita. -Art.1: al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un attività sportiva non agonistica o amatoriale, dispone garanzie sanitarie mediante l obbligo di idonea certificaziome medica Art 2 : Attività sportiva AMATORIALE (ludico motoria) (comma 1,2,3,4,5,6) (certificazioni su allegato B secondo ciò che prevede la tabella A) Art 3: - Attività sportiva NON AGONISTICA (comma1,2,3,4) (Certificazioni su allegato C) Art 4 : Attività sportiva non agonistica DI PARTICOLARE ED ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE patrocinata da Federazioni Sportive, Discipline associate o da Enti di promozione sportiva (comma 1 ) (Certificazioni su allegato D)

3 Decreto del Ministro della Salute 24 Aprile 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA AMATORIALE (ludico motoria) (Art 2, comma 1,2,3,4) DEFINIZIONE: L'Atività Sportiva AMATORIALE è l'attività ludico-motoria: - Praticata da soggetti NON tesserati alle Federazioni Sportive Nazionali, alle discipline associate, né agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI; - Individuale o collettiva; - Non occasionale; - Finalizzata al raggiungimento e mantenimento del benessere psico-fisico della persona; - non regolamentata da organismi sportivi, ivi compresa l attività che il soggetto svolge in proprio al di fuori di rapporti con organizzazioni soggetti terzi. CONTROLLI MEDICI DA ESEGUIRE: sono elencati in una tabella (Allegato A), Così pure il prestampato del certificato da emettere (Allegato B)

4 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 Allegato A (Attività sportiva amatoriale-ludico motoria)

5 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 Allegato B (Attività sportiva amatoriale-ludico motoria)

6 Decreto del Ministro della Salute 24 Aprile 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA AMATORIALE (ludico motoria) (Art 2 comma 5 e 6) Comma 5 NON SONO TENUTI ALL OBBLIGO DELLA CERTIFICAZIONE: a - Coloro che effettuano l attività ludico motoria in forma autonoma e al di fuori di un contesto organizzato ed autorizzato; b Chi svolge, anche in contesti organizzati, attività motoria occasionale,effettuata a scopo prevalentemente ricreativo e in modo saltuario e non ripetitivo; c I praticanti alcune attività ludico-motorie con ridotto impegno cardio-vascolare: - Bocce (escluse bocce in volo); - Biliardo; - Golf - Pesca Sportiva di superficie; - Caccia sportiva; - Sport di Tiro; - Ginnastica per anziani; - gruppi cammino e attività assimilabili; I praticanti attività prevalentemente ricreative quali : Ballo, Giochi da tavolo e attività assimilabili. Comma 6: A tutti costoro è comunque raccomandato un controllo medico prima dell avvio dell attività ludico motoria per la valutazione di eventuali fattori di rischio

7 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA (Art. 3) (Prof. M. Casasco suggerisce il termine pre o post agonistica) Art.3 comma 1: DEFINIZIONE DI NON AGONISTI stesso Riferimento da oltre 31 anni : D.M. 28 Febbraio 1983 a) gli alunni che svolgono attività fisico-sportive organizzate dagli organi scolastici nell'ambito delle attività parascolastiche; b) coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali o agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del decreto ministeriale 18 Febbraio 1982; c) coloro che partecipano ai Giochi della gioventù, nelle fasi precedenti quella nazionale.

8 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA (Art. 3) continua. Art.3 comma 2 : I praticanti di attività sportive non agonistiche si sottopongono a controllo medico annuale che determina l idoneità a tale pratica sportiva. La certificazione conseguente al controllo medico attestante l idoneità fisica alla pratica di attività sportiva non agonistica è rilasciata: - dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta relativamente ai propri assistiti, - dal medico specialista in medicina dello sport Su apposito modello predefinito (Allegato C)

9 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA (Art. 3) continua. Art.3 comma 3 : E obbligatoria la preventiva misurazione della pressione arteriosa e l effettuazione di un elettrocardiogramma a riposo refertato secondo gli standard professionali esistenti. Art 3 comma 4: In caso di sospetto diagnostico o in presenza di patologie croniche e conclamate è raccomandato al medico certificatore di avvalersi della consulenza del medico specialista in medicina dello sport e, secondo il giudizio clinico, dello specialista di branca.

10 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 Allegato C (Attività sportiva non agonistica)

11 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA DI PARTICOLARE ED ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE patrocinata da Federazioni Sportive, Discipline associate o da Enti di promozione sportiva (Art 4, comma 1 ) (Art 4, comma 1 ) -Manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km -Granfondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe Il CONTROLLO MEDICO COMPRENDE: - Visita clinica; - Rilevazione pressione arteriosa; - ECG basale - Step test o Test ergometrico con monitoraggio dell attività cardiaca - Altri eventuali accertamenti che il medico riterrà necessari I MEDICI DEPUTATI AL RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE sono i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta relativamente ai propri assistiti, o il medico specialista in medicina dello sport SU APPOSITO MODELLO PREDEFINITO (Allegato D)

12 DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE 24 APRILE 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 Allegato D (attività sportiva non agonistica di particolare ed elevato impegno cardiovascolare)

13 DECRETO-LEGGE 21 GIUGNO 2013 N. 69 ( Decreto del fare ) Disposizioni urgenti per il rilancio dell economia, Testo coordinato con la Legge 9 Agosto 2013 n.98 convertito e modificato poi pubblicato sul G.U. il 20 Agosto 2013 ART 42 BIS: Ulteriore soppressione di certificazione sanitaria Comma 1: Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini promuovendo la pratica sportiva, per non gravare cittadini e Servizio Sanitario Nazionale di ulteriori onerosi accertamenti e certificazioni, È SOPPRESSO L OBBLIGO DI CERTIFICAZIONE PER L ATTIVITÀ LUDICO MOTORIA E AMATORIALE Comma 2: I certificati per l attività sportiva non agonistica, di cui all Art.3 del citato decreto del Ministro della salute 24 Aprile 2013 sono rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport ovvero dai medici della Federazione Medico Sportiva Italiana del CONI. SONO QUESTI MEDICI ANNUALMENTE A STABILIRE, DOPO ANAMNESI E VISITA, SE I PAZIENTI NECESSITANO DI ULTERIORI ACCERTAMENTI COME L' ELETTROCARDIOGRAMMA.

14 LEGGE N.125, DEL 30 OTTOBRE 2013 (pubblicata su G.U. Serie Generale n. 255 del 30 /10 /2013) (Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni) Art. 4, comma 10-septies del D.L. n. 101 del 2013 convertito dalla Legge n. 125 del 2013: Il comma 2 dell art. 42-bis del DL 69 del 2013 è sostituito dal seguente: I certificati per l attività sportiva non agonistica,di cui all articolo 3 del decreto 24 Aprile 2013, sono rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport ovvero dai medici della Federazione Medico Sportiva Italiana del CO.N.I. Ai fini del rilascio di tali certificati, i predetti medici si avvalgono dell esame clinico e degli accertamenti, INCLUSO L ELETTROCARDIOGRAMMA, secondo Linee Guida approvate con Decreto del Ministro della Salute, su proposta della FNOMeO, sentito il Consiglio Superiore di Sanità.

15 Proposte del Gruppo di lavoro del FNOMeO indicate sulle Linee Guida da approvare da parte del Ministro della Salute La certificazione per l'attività sportiva non agonistica richiede al medico certificatore l'approfondita conoscenza della storia clinica del soggetto ed un accurato esame obiettivo; La certificazione per l'attività sportiva non agonistica non può prescindere da un esame Elettrocardiografico di base presente nella documentazione clinica, anche non contestuale.

16 D.M. 08 AGOSTO 2014 LINEE GUIDA DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CERTIFICATI MEDICI PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA" DEFINIZIONE DI NON AGONISTI: come Decreto Balduzzi (Legge 28 Febbraio 1983); MEDICI CERTIFICATORI: come decreto Balduzzi PERIODICITÀ DEI CONTROLLI E VALIDITÀ DEL CERTIFICATO MEDICO: - Controllo medico annuale; validità annuale con decorrenza dalla data del rilascio; ESAMI CLINICI E ACCERTAMENTI : - Anamnesi, esame obiettivo completo di misurazione pressione arteriosa; - ECG basale debitamente refertato, effettuato almeno una volta nella vita; - ECG basale annuale debitamente refertato per over 60 aa. e che associano altri fattori di rischio cardiovascolari; - ECG basale annuale debitamente refertato, a prescindere dall'età, per coloro che hanno patologie croniche conclamate comportanti un aumento del rischio cardiovascolare. - Eventuale ECG sotto sforzo o altri accertamenti mirati a discrezione del medico certificatore (consulenza specialista medicina dello Sport o specialista di branca) CONSERVAZIONE DEI REFERTI: - Copia dei referti e di tutte le indagini diagnostiche vanno conservati per la validità del certificato (1 anno)

17 D.M. 08 AGOSTO 2014 LINEE GUIDA DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CERTIFICATI MEDICI PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA Modello del certificato per attività sportiva NON agonistica

18 La certificazione per le attività sportive non agonistiche secondo le nuove norme.???

19 Attività Amatoriale Ludico motoria (Decreto del Fare, convertito in Legge 98, Art 42 bis, pubbl. su GU 20 Agosto 2013) Attività Amatoriale ludico-motoria : - Praticata da soggetti NON tesserati alle Federazioni Sportive Nazionali, alle discipline associate, né agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuta dal CONI; - Individuale o collettiva; - Non occasionale; - Finalizzata al raggiungimento e mantenimento del benessere psico-fisico della persona; - Non regolamentata da organismi sportivi, ivi compresa l attività che il soggetto svolge in proprio al di fuori di rapporti con organizzazioni o soggetti terzi; Non è previsto alcun certificato si consiglia però una valutazione preventiva dei fattori di rischio presso il proprio medico curante

20 Attività sportiva non agonistica Legge n. 125, art 4, comma 10-septies del 30 Ottobre D.M. 8 Agosto 2014 E' previsto il certificato (validità 1 anno) DEFINIZIONE DI NON AGONISTI: come Decreto Balduzzi (Legge 28 Febbraio 1983); MEDICI CERTIFICATORI: come decreto Balduzzi PERIODICITÀ DEI CONTROLLI E VALIDITÀ DEL CERTIFICATO MEDICO: - Controllo medico annuale; validità annuale con decorrenza dalla data del rilascio; ESAMI CLINICI E ACCERTAMENTI : - Anamnesi, esame obiettivo completo di misurazione pressione arteriosa; - ECG basale debitamente refertato, effettuato almeno una volta nella vita; - ECG basale annuale debitamente refertato per over 60 aa. e che associano altri fattori di rischio cardiovascolari; - ECG basale annuale debitamente refertato, a prescindere dall'età, per coloro che hanno patologie croniche conclamate comportanti un aumento del rischio cardiovascolare. - Eventuale ECG sotto sforzo o altri accertamenti mirati a discrezione del medico certificatore (consulenza specialista medicina dello Sport o specialista di branca) CONSERVAZIONE DEI REFERTI : - Copia dei referti e di tutte le indagini diagnostiche vanno conservati per la validità del certificato (1 anno)

21 Attività sportiva non agonistica (Legge n. 125, art 4, comma 10-septies del 30 Ottobre 2013 D.M. 8 Agosto 2014 ) a) alunni che svolgono attività fisico-sportive organizzate dagli organi scolastici nell'ambito delle attività parascolastiche; b) coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle federazioni sportive nazionali o agli enti dì promozione sportiva riconosciuti dal CONI e che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del decreto ministeriale 18 febbraio 1982; c) coloro che partecipano ai Giochi della gioventù, nelle fasi precedenti quella nazionale. CERTIFICATO :

22 Attività sportiva non agonistica di particolare ed elevato impegno cardiovascolare Decreto del Ministro della Salute 24 Aprile 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio Manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km - Granfondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe E' previsto il certificato (validità 1 anno) Decreto del Ministro della Salute 24 Aprile 2013 (Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio 2013 CHI LO RILASCIA : -Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta - esclusivamente ai propri assistiti; -Medici Specialisti in Medicina dello Sport; -ESAMI RICHIESTI : - Visita medica con rilevazione pressione arteriosa -ECG basale -Step Test o Test ergometrico con monitoraggio dell attività cardiaca -Eventuali altri che il medico riterrà necessari per i singoli casi

23 Attività sportiva non agonistica di particolare ed elevato impegno cardiovascolare: Decreto del Ministro della Salute 24 Aprile 2013 (Decreto Balduzzi) Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 Luglio Manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km - Granfondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe CERTIFICATO :

24 ATTIVITA' SPORTIVA DI SOPRAVVIVENZA G r a z i e

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI, IL TURISMO E LO SPORT

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI, IL TURISMO E LO SPORT MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 24 aprile 2013 Disciplina della certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici

Dettagli

DECRETO 24 aprile 2013 (GU n.169 del 20-7-2013)

DECRETO 24 aprile 2013 (GU n.169 del 20-7-2013) DECRETO 24 aprile 2013 (GU n.169 del 20-7-2013) Disciplina della certificazione dell'attivita' sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici

Dettagli

La certificazione all attività sportiva Le FAQ, domande e risposte, sui Certificati di idoneità allo sport (aggiornate al 01/10/2014)

La certificazione all attività sportiva Le FAQ, domande e risposte, sui Certificati di idoneità allo sport (aggiornate al 01/10/2014) La certificazione all attività sportiva Le FAQ, domande e risposte, sui Certificati di idoneità allo sport (aggiornate al 01/10/2014) Dr. Maurizio Schiavon Responsabile dell UO Centro di Medicina dello

Dettagli

Certificazione medica e responsabilità

Certificazione medica e responsabilità LA FISCALITÀ E LA GESTIONE DELLE ASD E DELLE COOPERATIVE SPORTIVE Modena, 9 ottobre 2014 Certificazione medica e responsabilità Renato Balduzzi, ex-ministro della Salute, di concerto con Piero Gnudi, ex-

Dettagli

Allegato 1 - LINEE GUIDA DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CERTIFICATI MEDICI PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISITICA

Allegato 1 - LINEE GUIDA DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CERTIFICATI MEDICI PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISITICA 1 di 5 11/01/2015 14:05 Leggi d'italia Ministero della salute D.M. 8-8-2014 Approvazione delle linee guida in materia di certificati medici per l'attività sportiva non agonistica. Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri

F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. Veneto ad uso del pediatra convenzionato

Dettagli

Decreto Ministeriale 24 aprile 2013. DECRETO BALDUZZI pubblicato sulla GU n. 169 del 20/07/2013. Disciplina della certificazione dell attivit

Decreto Ministeriale 24 aprile 2013. DECRETO BALDUZZI pubblicato sulla GU n. 169 del 20/07/2013. Disciplina della certificazione dell attivit Decreto Ministeriale 24 aprile 2013 DECRETO BALDUZZI pubblicato sulla GU n. 169 del 20/07/2013 Disciplina della certificazione dell attivit attività sportiva non agonistica e linee guida sulla dotazione

Dettagli

CERTIFICATI PER ATTIVITÀ

CERTIFICATI PER ATTIVITÀ CERTIFICATI PER ATTIVITÀ SPORTIVA FIMMG Catanzaro QUALI SONO LE NORME CHE REGOLAMENTANO L'ATTIVITÀ SPORTIVA? L attività sportiva agonistica è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 18 febbraio 1982,

Dettagli

IN CAMPO CON IL CUORE DEFIBRILLATORI NELLO SPORT Le Norme e gli aspetti legali

IN CAMPO CON IL CUORE DEFIBRILLATORI NELLO SPORT Le Norme e gli aspetti legali IN CAMPO CON IL CUORE DEFIBRILLATORI NELLO SPORT Le Norme e gli aspetti legali Milano, 17 maggio 2014 FONDAZIONE AEM Avv. Katia D Avanzo Agente di Calciatori F.I.G.C.- F.I.F.A. Docente di Diritto dello

Dettagli

Il certificato medico nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico

Il certificato medico nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico Il certificato medico nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico linee guida della F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Ufficio Educazione Fisica UST Verona 1 Attività

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 8 agosto 2014 Approvazione delle linee guida in materia di certificati medici per l'attività sportiva non agonistica. (14A08029) (GU n.243 del 18-10-2014) IL MINISTRO DELLA

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

LA TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE ALLA LUCE DEL D.L. 24 APRILE 2013 (DECRETO BALDUZZI)

LA TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE ALLA LUCE DEL D.L. 24 APRILE 2013 (DECRETO BALDUZZI) Roma 02 settembre 2013 LA TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE ALLA LUCE DEL D.L. 24 APRILE 2013 (DECRETO BALDUZZI) Il 20 luglio 2013 è stato pubblicato nella G.U. n. 169 il Decreto 24 aprile 2013

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DELLA SALUTE VISTO l'articolo 42-bis del decreto-iegge 21 giugno 2013, n. 69, convertito dalla legge 9 agosto 2013, n.98, e s. m. ed in particolare il comma 2, nel rispetto del quale i certificati

Dettagli

In relazione a quanto sopra riportato, sono state identificate e concordate le aree di intervento e operatività, definite Oggetto della Convenzione.

In relazione a quanto sopra riportato, sono state identificate e concordate le aree di intervento e operatività, definite Oggetto della Convenzione. Milano: 21 luglio 2014 Oggetto: Proposta Convenzione con il Centro di Medicina dello Sport Via Manin, 110 Sesto San Giovanni MI Premessa e Obiettivi: Il Centro di Medicina dello Sport di Sesto San Giovanni

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI, IL TURISMO E LO SPORT

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI, IL TURISMO E LO SPORT Leggi d'italia Ministero della salute D.M. 24-4-2013 Disciplina della certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici

Dettagli

Defibrillatore obbligatorio e certificati Un decreto salva la vita ai calciatori

Defibrillatore obbligatorio e certificati Un decreto salva la vita ai calciatori DECRETO ENTRO 6/30 MESI Defibrillatori obbligatori per tutti i club Defibrillatore obbligatorio e certificati Un decreto salva la vita ai calciatori Un test con il defibrillatore iva VALERIO PICCIONI ^H

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 24 aprile 2013 Disciplina della certificazione dell'attivita' sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici

Dettagli

cardiologica, con ECG a riposo e dopo sforzo, esame completo urine e spirografia). La visita ha validità

cardiologica, con ECG a riposo e dopo sforzo, esame completo urine e spirografia). La visita ha validità From: laquila@federvolley.it Sent: Wednesday, March 12, 2014 5:38 PM To: indirizzi e-mail (comunicatici dalle stesse società per l attività sportiva federale) di tutte le società del territorio affiliate

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI Al predetto commissario sono conferiti i poteri spettanti al consiglio comunale, alla giunta ed al sindaco. Dato a Roma, addì 4 luglio 2013 NAPOLITANO A LFANO, Ministro dell interno Al Presidente della

Dettagli

Art. 1 1 Educazione sanitaria motoria e sportiva e tutela sanitaria delle attività sportive

Art. 1 1 Educazione sanitaria motoria e sportiva e tutela sanitaria delle attività sportive LEGGE REGIONALE 30 novembre 1981, n. 66 Norme per la promozione dell educazione sanitaria motoria e sportiva e per la tutela sanitaria delle attività sportive. (B.U.R. 2 Dicembre 1981, n. 48, 1 suppl.

Dettagli

A) Decreto 24 aprile 2013, recante "Disciplina della certificazione dell'attività

A) Decreto 24 aprile 2013, recante Disciplina della certificazione dell'attività lt a l ia Coni Coordinamento Attività Politiche e Istituzionali Prot. n. 0000165/13 Alle Federazioni sportive nazionali Alle Discipline sportive associate Agli Enti di Promozione Sportiva Ai Comitati Regionali

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 25-05-2015 (punto N 54 ) Delibera N 677 del 25-05-2015 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

CONSIGLIO SANITARIO REGIONALE. Seduta del 14 aprile 2015

CONSIGLIO SANITARIO REGIONALE. Seduta del 14 aprile 2015 http://www.regione. toscana.it/sst Firenze Il Vice slite - Seduta del 14 aprile 2015 PARERE 37/2015 REGIONALE Vista la hr. 24 febbraio 2005 n. 40 Disciplina del Servizio sanitario regionale ; luglio 2011;

Dettagli

Informa Scuola & EF N.11 del 13 settembre 2014

Informa Scuola & EF N.11 del 13 settembre 2014 Informa Scuola & EF N.11 del 13 settembre 2014 Certificati medici per attività sportiva non agonistica. Le nuove Linee guida del Ministero della Salute L 8 agosto 2014 il Ministro della Salute Beatrice

Dettagli

Coordinamento Attività Politiche e Istituzionali Prot. n. 0000165/13 Oggetto: A) Decreto 24 aprile 2013, recante "Disciplina della certificazione

Coordinamento Attività Politiche e Istituzionali Prot. n. 0000165/13 Oggetto: A) Decreto 24 aprile 2013, recante Disciplina della certificazione Coordinamento Attività Politiche e Istituzionali Prot. n. 0000165/13 Oggetto: A) Decreto 24 aprile 2013, recante "Disciplina della certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE

REGOLAMENTO REGIONALE REGOLAMENTO REGIONALE L.R. n.18 del 19 luglio 2013 Semplificazioni in materia di rilascio di certificazioni di idoneità all attività sportiva agonistica Integrazioni alla Legge Regionale n. 26 del 9 agosto

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MISURACA Modifiche alla legge 16 marzo 1987, n. 115, recante disposizioni per la prevenzione

Dettagli

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 1 GENERALITA E NORMATIVE

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 1 GENERALITA E NORMATIVE MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 1 GENERALITA E NORMATIVE MEDICINA DELLO SPORT Branca della medicina che si occupa di tutte le persone che praticano attività sportiva. Occuparsi = prendersi cura a scopo preventivo

Dettagli

CERTIFICAZIONI PER l ATTIVITA SPORTIVA NON AGONISTICA Ai sensi del decreto DECRETO 24 aprile 2013

CERTIFICAZIONI PER l ATTIVITA SPORTIVA NON AGONISTICA Ai sensi del decreto DECRETO 24 aprile 2013 SEZIONE REGIONALE DEL LAZIO CERTIFICAZIONI PER l ATTIVITA SPORTIVA NON AGONISTICA Ai sensi del decreto DECRETO 24 aprile 2013 Disciplina della certificazione dell'attivita' sportiva non agonistica e amatoriale

Dettagli

Art. 1. Finalità ed obiettivi

Art. 1. Finalità ed obiettivi LEGGE REGIONALE 2 dicembre 1996 n. 59 Norme per la tutela sanitaria delle attività sportive. (B.U.R. 3 dicembre 1996, n. 58) Art. 1 Finalità ed obiettivi 1. La Regione Basilicata, in attuazione della legge

Dettagli

IL DECRETO E STATO RIORGANIZZATO E INTEGRATO PER POTER ESSERE DI PIU FACILE IINTERPRETAZIONE

IL DECRETO E STATO RIORGANIZZATO E INTEGRATO PER POTER ESSERE DI PIU FACILE IINTERPRETAZIONE Disciplina della certificazione dell'attivita' sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO 2 Nuovo Regolamento Sanitario della Federazione Italiana Golf II regolamento sanitario della Federazione Italiana Golf (FIG) disciplina le esigenze specifiche

Dettagli

1. CHIUSURA ISCRIZIONI 2. PUBBLICAZIONE CALENDARI 3. INIZIO PREVISTO ATTIVITA' CALCIO ATTIVITA' PALLAVOLO

1. CHIUSURA ISCRIZIONI 2. PUBBLICAZIONE CALENDARI 3. INIZIO PREVISTO ATTIVITA' CALCIO ATTIVITA' PALLAVOLO GIOCABIMBI ATTIVITA GIOVANILE 1. CHIUSURA ISCRIZIONI UNDER 10 UNDER 9 BIG SMALL 16/09/2014 PRIMICALCI PRIMOBASKET INVERNO 31/10/2014 2. PUBBLICAZIONE CALENDARI UNDER 10 UNDER 9 BIG SMALL 03/10/2014 PRIMICALCI

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S.

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO Premessa Il presente regolamento disciplina le funzioni specifiche del Settore Sanitario Federale, nel rispetto della normativa nazionale e regionale,

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 43/2015 (Atti del Consiglio) Disposizioni per la diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni nell'ambito della pratica fisica e sportiva. ***************

Dettagli

Intesa tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Federazione Regionale Toscana. sulle certificazioni mediche

Intesa tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Federazione Regionale Toscana. sulle certificazioni mediche Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Prot. 109 degli Ordini dei Medici della Toscana Prot. 128 Firenze, 8 gennaio 2015 Intesa tra Ministero

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Sede Telefono Fax Mail Ospedale di Noale

CARTA DEI SERVIZI. Sede Telefono Fax Mail Ospedale di Noale Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di MEDICINA dello SPORT e dell ESERCIZIO FISICO Presidio Ospedaliero di Noale (VE) Direttore:

Dettagli

Bollettino della Federazione Italiana Medici Pediatri - Regione Veneto Anno VI - N. 2 - Settembre 2014

Bollettino della Federazione Italiana Medici Pediatri - Regione Veneto Anno VI - N. 2 - Settembre 2014 Veneto Reg. di Tribunale di Vicenza n. 1197 del 30 marzo 2009 - Poste Italiane S.p.a. - Sped. in Abb. PT - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 nr. 46) art. 1, comma 1, NE/VI Bollettino della Federazione

Dettagli

COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE

COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE COPIA Deliberazione n 114 COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE PROVINCIA DI PADOVA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto:direttive agli Uffici per la dotazione di defibrillatori negli impianti

Dettagli

Domenica 28 Settembre 2014. Abbondante Ristoro alla fattoria didattica La MERLETTA con prodotti tipici

Domenica 28 Settembre 2014. Abbondante Ristoro alla fattoria didattica La MERLETTA con prodotti tipici Domenica 28 Settembre 2014 Abbondante Ristoro alla fattoria didattica La MERLETTA con prodotti tipici SolidAlmènte 12 a SolidAlmènte Manifestazione podistica ludico motoria non competitiva a carattere

Dettagli

MEDICINA DELLO SPORT. Tabella per dati di rilevazione delle attività dei servizi di Medicina dello Sport della Regione Piemonte

MEDICINA DELLO SPORT. Tabella per dati di rilevazione delle attività dei servizi di Medicina dello Sport della Regione Piemonte MEDICINA DELLO SPORT Tabella per dati di rilevazione delle attività dei servizi di Medicina dello Sport della Regione Piemonte Anno Nota 1: la rilevazione ha cadenza semestrale. Si faccia riferimento al

Dettagli

MODALITA DI ADESIONE

MODALITA DI ADESIONE circolare tesseramento US Acli 2015-2016 31 ALLEGATO 2 SCHEDA 2 - della Circolare tesseramento 2015-2016 MODALITA DI ADESIONE VINCOLO ASSOCIATIVO TIPOLOGIA Si realizza con il tesseramento: a) a una associazione/società

Dettagli

L idoneità all attività subacquea sportiva nel diabetico

L idoneità all attività subacquea sportiva nel diabetico U.O.S. Medicina dello Sport Promozione Attività Fisica L idoneità all attività subacquea sportiva nel diabetico Dr. Gianluigi Sella Diabete e diving Il diabete sommerso Ravenna 11 Dicembre 2010 Decreto

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Sabato, 20 luglio 2013 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Sabato, 20 luglio 2013 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 154 - Numero 169 UFFICIALE DELLA

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITA'

MINISTERO DELLA SANITA' Decreto Ministeriale - 4 marzo 1993 MINISTERO DELLA SANITA' "Determinazione dei protocolli per la concessione dell'idoneità alla pratica sportiva agonistica alle persone handicappate" IL MINISTRO DELLA

Dettagli

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050 Carta dei servizi INFORMAZIONI GENERALI Scopo di questa Carta dei servizi è quello di offrire le informazioni per

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY REGOLAMENTO SANITARIO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY INDICE Art. 1 La Commissione Medica Federale pag. 1 1) Consulenza scientifica pag. 1 2) Tutela sanitaria degli Atleti pag. 1 3) Studi e ricerche

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO FEDERAZIONE ITALIANA DI KICKBOXING F.I.KB

REGOLAMENTO SANITARIO FEDERAZIONE ITALIANA DI KICKBOXING F.I.KB REGOLAMENTO SANITARIO FEDERAZIONE ITALIANA DI KICKBOXING F.I.KB Delibera del Consiglio Federale n.20 del 23 luglio 2008 Modificato con delibera del Presidente n.88 del 07 novembre 2008 1 REGOLAMENTO SANITARIO

Dettagli

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità.

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità. 3614 quantità o la giacenza di magazzino oltre la quale si rende necessario ordinare le voci di interesse. La definizione di entrambi i parametri dovrà essere curata da farmacisti che integreranno nelle

Dettagli

TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE NON AGONISTICHE

TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE NON AGONISTICHE TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE NON AGONISTICHE Tutela sanitaria delle attività sportive non agonistiche Il DM Sanità del 28 febbraio 1983 stabilisce le norme per la tutela sanitaria delle attività

Dettagli

Cosa dice la legge. Legge 3 aprile 2001, n. 120

Cosa dice la legge. Legge 3 aprile 2001, n. 120 Cosa dice la legge Legge 3 aprile 2001, n. 120 "Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2001 Art. 1. 1. È consentito

Dettagli

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 150 Data 11.09.2015 OGGETTO: PROGETTO DI ACQUISIZIONE E SEGNALETICA NEL TERRITORIO COMUNALE DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO Direzione Generale per i Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n.

Dettagli

D.L.158/12, convertito con L. 189/12

D.L.158/12, convertito con L. 189/12 CERTIFICATI MEDICI e ATTIVITA SPORTIVA: prime riflessioni sul Decreto del 26.4.2013 D.L.158/12, convertito con L. 189/12 Art. 7 c. 11: Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un'attivita'

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DELLA SALUTE VISTO l'articolo 42-bis del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito dalla legge 9 agosto 2013, n.98, e s. m. ed in particolare il comma 2, nel rispetto del quale i certificati

Dettagli

Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva

Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio di Medicina dello Sport e Promozione dell'attività Fisica Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva Informazioni utili Dipartimento di Sanità Pubblica

Dettagli

LINEE OPERATIVE PER IL PERCORSO DI ACCERTAMENTO DELLO STATO DI HANDICAP, AI FINI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA.

LINEE OPERATIVE PER IL PERCORSO DI ACCERTAMENTO DELLO STATO DI HANDICAP, AI FINI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA. LINEE OPERATIVE PER IL PERCORSO DI ACCERTAMENTO DELLO STATO DI HANDICAP, AI FINI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA. Premessa Il presente documento è finalizzato alla definizione, nell ambito della regione Liguria,

Dettagli

Myerburg RJ, Castellanos A 1980; Task-force on SD of ESC. Eur Heart J 2001; 22: 1374-1450

Myerburg RJ, Castellanos A 1980; Task-force on SD of ESC. Eur Heart J 2001; 22: 1374-1450 Morte naturale, preceduta da improvvisa perdita della conoscenza, che si verifica entro un ora dall inizio dei sintomi, in soggetti con o senza cardiopatia nota preesistente, ma in cui l epoca e la modalità

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 446 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 446 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 446 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; Visto il D.P.R. 27.1.98, n. 25; Visto il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme

Dettagli

Il problema della visita medica è una questione che si ripropone ogni anno a chi pratica sport anche e soprattutto a livello amatoriale. Problema, perché ogni anno l idoneità scade e il rinnovo è un costo,

Dettagli

Certificati medici non agonistici

Certificati medici non agonistici Certificati medici non agonistici Nuove norme verso una nuova prevenzione Alessandro Lanzani Medico specialista in medicina dello sport Lodi, 29 settembre 2015 Prima del decreto del ministro Balduzzi -

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITA IL MINISTRO DELLA SALUTE VISTA la legge 18 giugno 2009, n. 69, recante disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, nonché

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI RELATIVI ALLA PREVENZIONE INCENDI, A NORMA DELL ARTICOLO 49, COMMA 4-QUATER, DEL DECRETO-LEGGE 31 MAGGIO 2010, N. 78, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI,

Dettagli

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3.

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3. anche nel rispetto delle disposizioni della Convenzione di Strasburgo, ratificata ai sensi della citata legge 29 novembre 1995, n. 522, e delle indicazioni del Comitato internazionale olimpico (CIO) e

Dettagli

L implemento della prevenzione per il controllo di disturbi letali provocati da patologie o anomalie cardiache congenite

L implemento della prevenzione per il controllo di disturbi letali provocati da patologie o anomalie cardiache congenite L implemento della prevenzione per il controllo di disturbi letali provocati da patologie o anomalie cardiache congenite Francesco Fedele, Maria Chiara Gatto, Alessandra Cinque Dipartimento di Scienze

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA

COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA ART. 12 L. 7.8.1990 N. 241 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CESSIONE DI FINANZIAMENTI E DI BENEFICI ECONOMICI A PERSONE, AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI Approvato

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni.

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni. Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Certificato del Medico Curante (Legge n 125 del 30/10/2013, Linee Guida del Ministero della Salute dell 8/08/2014)

Certificato del Medico Curante (Legge n 125 del 30/10/2013, Linee Guida del Ministero della Salute dell 8/08/2014) Intesa Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana e Federazione Regionale degli Ordini dei Medici della Toscana - 2014 RICHIESTA DI CERTIFICAZIONE PER ATTIVITÀ SPORTIVA DI TIPO NON AGONISTICO Allegato

Dettagli

Regolamento Sanitario

Regolamento Sanitario Regolamento Sanitario Approvato dalla Giunta Nazionale del CONI Delibera n. 122 del 25 maggio 2009 Nota esplicativa approvata dal Consiglio Federale del 3-4 febbraio 2012 Modifiche approvate dal Consiglio

Dettagli

Atti Ufficiali 2014. Circolare n. 7. luglio 2014. Federazione Italiana Tennis

Atti Ufficiali 2014. Circolare n. 7. luglio 2014. Federazione Italiana Tennis Atti Ufficiali 2014 Circolare n. 7 luglio 2014 Federazione Italiana Tennis 1 INDICE 1) REGOLAMENTI: 1a) Regolamento Organico: modifica art. 78, comma 3; 1b) Regolamento Sanitario e Appendice con legislazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 09 agosto 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 09 agosto 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 09 agosto 2005 OGGETTO: Art. 3, comma 3-bis, del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Sistema

Dettagli

SEDE LEGALE ED OPERATIVA San Genesio ed Uniti (PV) Via San Riccardo Pampuri, 1. Tel 0382 556973 Fax 0382. 580531 E-mail: sangenesio@lamsangiorgio.

SEDE LEGALE ED OPERATIVA San Genesio ed Uniti (PV) Via San Riccardo Pampuri, 1. Tel 0382 556973 Fax 0382. 580531 E-mail: sangenesio@lamsangiorgio. SEDE LEGALE ED OPERATIVA San Genesio ed Uniti (PV) Via San Riccardo Pampuri, 1 Tel 0382 580556 Fax 0382 580531 E-mail: sangenesio@lamsangiorgio.it PUNTO PRELIEVI ESTERNO Pavia Piazza E. Marelli, 4/5 Tel

Dettagli

Oggetto: Prodotti senza glutine ai soggetti celiaci. Ampliamento delle modalità di erogazione. LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Prodotti senza glutine ai soggetti celiaci. Ampliamento delle modalità di erogazione. LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Prodotti senza glutine ai soggetti celiaci. Ampliamento delle modalità di erogazione. LA GIUNTA REGIONALE Su proposta del Presidente della Regione Lazio, VISTO lo Statuto della Regione Lazio;

Dettagli

SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE

SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE Welfare news n. 48 novembre 2013 SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE I recentissimi interventi legislativi: DLGS 101 e 102 del 31/8/2013 hanno apportato alcuni correttivi di salvaguardia per

Dettagli

REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 03 del 21/02/1991 CAP 1 Oggetto della concessione Il Comune interviene con erogazioni

Dettagli

Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015.

Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015. Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015. L AZIENDA ULSS 12 VENEZIANA INFORMA CHE LA REGIONE VENETO, AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 2 APRILE 2014, N. 11 ART. 26, CON

Dettagli

.R. 09 Luglio 1997, n. 24 Medicina dello sport e tutela sanitaria delle attività sportive. (1) Art. 1 (Finalità.)

.R. 09 Luglio 1997, n. 24 Medicina dello sport e tutela sanitaria delle attività sportive. (1) Art. 1 (Finalità.) .R. 09 Luglio 1997, n. 24 Medicina dello sport e tutela sanitaria delle attività sportive. (1) Art. 1 (Finalità.) 1. La Regione Lazio, in attuazione delle finalità e degli obiettivi del Servizio Sanitario

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 4717 Seduta del 23/01/2013

DELIBERAZIONE N IX / 4717 Seduta del 23/01/2013 Oggetto: DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE LINEE GUIDA REGIONALI SULL UTILIZZO DEI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE) E SULL ATTIVAZIONE DEI PROGETTI DI DEFIBRILLAZIONE SEMI-AUTOMATICA SUL TERRITORIO

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2014-2015 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2014-2015 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

IL CERTIFICATO MEDICO

IL CERTIFICATO MEDICO IL CERTIFICATO MEDICO Facendo seguito agli impegni assunti tra i rappresentanti dell'asl di Mantova, delle Organizzazioni Sindacali dei Medici di Medicina Generale di Mantova e dei Medici Pediatri e dell'ufficio

Dettagli

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI MEDICINA DI GRUPPO SAN DAMIANO 4 NOVEMBRE 12 - BRUGHERIO IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ha il

Dettagli

Niente agevolazioni a società sportive dilettantistiche non riconosciute dal CONI ( Articolo di Vincenzo D'Andò 11.06.2004 )

Niente agevolazioni a società sportive dilettantistiche non riconosciute dal CONI ( Articolo di Vincenzo D'Andò 11.06.2004 ) Niente agevolazioni a società sportive dilettantistiche non riconosciute dal CONI ( Articolo di Vincenzo D'Andò 11.06.2004 ) NOVITA FISCALI PER LE ASSOCIZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Niente agevolazioni

Dettagli

IL CERTIFICATO NELLE ATTIVITÀ FISICO-SPORTIVE IN AMBITO NON AGONISTICO, LINEE GUIDA DELLA F.I.M.M.G. AD USO DEL MEDICO MEDICINA GENERALE CONVENZIONATO

IL CERTIFICATO NELLE ATTIVITÀ FISICO-SPORTIVE IN AMBITO NON AGONISTICO, LINEE GUIDA DELLA F.I.M.M.G. AD USO DEL MEDICO MEDICINA GENERALE CONVENZIONATO Sezione di Padova IL CERTIFICATO NELLE ATTIVITÀ FISICO-SPORTIVE IN AMBITO NON AGONISTICO, LINEE GUIDA DELLA F.I.M.M.G. AD USO DEL MEDICO MEDICINA GENERALE CONVENZIONATO Il Codice Deontologico al Titolo

Dettagli

Camera dei Deputati 185 Commissioni in sede legislativa 17

Camera dei Deputati 185 Commissioni in sede legislativa 17 Camera dei Deputati 185 Commissioni in sede legislativa 17 2. I disabili che abbiano conseguito le idoneità nei concorsi pubblici possono essere assunti, ai fini dell adempimento dell obbligo di cui all

Dettagli

Ai DIRIGENTI SCOLASTICI degli Istituti Comprensivi

Ai DIRIGENTI SCOLASTICI degli Istituti Comprensivi Prot. n. 178_2011 Pisa, 22 settembre 2011 Giochi della Gioventù Progetto Ai DIRIGENTI SCOLASTICI degli Istituti Comprensivi e p.c. Agli Insegnanti Elementari Agli Insegnanti di Educazione Fisica All Ufficio

Dettagli

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive

Dettagli

proposta di legge n. 262

proposta di legge n. 262 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 262 a iniziativa del Consigliere Marangoni presentata in data 16 ottobre 2012 DISPOSIZIONI SULLA PET THERAPY pdl 262 REGIONE MARCHE 2 ASSEMBLEA

Dettagli

Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali

Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali Ovidio Brignoli, MMG, Brescia (Vice-Presidente SIMG - Società Italiana di Medicina Generale) Cosa dovrebbe

Dettagli

Al Signor Segretario generale. Oggetto: assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici. Modalità di imputazione.

Al Signor Segretario generale. Oggetto: assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici. Modalità di imputazione. Direzione generale - Servizio Risorse Umane Circolare prot. n. 10126 Venezia, 7 febbraio 2014 Alle Signore e ai Signori Dirigenti Alle Signore e ai Signori incaricati di Posizione Organizzativa e Alta

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RIZZETTO, PRODANI, CURRÒ, ROSTELLATO, TURCO, PINNA, MUCCI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RIZZETTO, PRODANI, CURRÒ, ROSTELLATO, TURCO, PINNA, MUCCI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2393 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI RIZZETTO, PRODANI, CURRÒ, ROSTELLATO, TURCO, PINNA, MUCCI Disposizioni concernenti l obbligo

Dettagli

Certificato del Medico Curante (Legge n 125 del 30/10/2013, Linee Guida del Ministero della Salute dell 8/08/2014)

Certificato del Medico Curante (Legge n 125 del 30/10/2013, Linee Guida del Ministero della Salute dell 8/08/2014) RICHIESTA DI CERTIFICAZIONE PER ATTIVITÀ SPORTIVA DI TIPO NON AGONISTICO Allegato 1 L Istituto Scolastico..... CHIEDE per il/la proprio/a allievo/a..... nato/a a il / /... residente a.......... il rilascio

Dettagli

TRASFERIMENTI INTEROSPEDALIERI

TRASFERIMENTI INTEROSPEDALIERI TRASFERIMENTI INTEROSPEDALIERI L attuale organizzazione del Sistema 1-1-8 della Regione Toscana ha evidenziato, fra l altro, una rilevante criticità in merito alla problematica riguardante i Trasporti

Dettagli

la Legge 3 aprile 2001, n. 120: "Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero";

la Legge 3 aprile 2001, n. 120: Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero; Deliberazione Giunta Regionale 19 settembre 2014 n. 1161 Indirizzi per il riconoscimento dei soggetti abilitati allo svolgimento dei corsi di rianimazione cardiopolmonare adulto e pediatrico e al rilascio

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

ACCORDO COMMERCIALE TRA

ACCORDO COMMERCIALE TRA ACCORDO COMMERCIALE TRA F.A.C.I. Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia in persona del legale rappresentante pro-tempore Don Francesco Scalmati con sede in Roma, Largo Cardinal Agostino Galamini,

Dettagli

UOC MEDICINA DELLO SPORT E DELL ESERCIZIO

UOC MEDICINA DELLO SPORT E DELL ESERCIZIO UOC MEDICINA DELLO SPORT E DELL ESERCIZIO Direttore: Prof. Marco Zaccaria Via Giustiniani, 1 Padova Tel. 049 8215650 Fax. 049 8215810 E-mail: med.sport@sanita.padova.it Presentazione Gentile Signora/e

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali.

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. (11A04974) IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 18 giugno 2009, n. 69, recante

Dettagli