Liceo Scientifico Statale Albert Einstein Milano. Documento del Consiglio di Classe Esame di Stato anno scolastico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo Scientifico Statale Albert Einstein Milano. Documento del Consiglio di Classe Esame di Stato anno scolastico 2013-2014."

Transcript

1 1 Liceo Scientifico Statale Albert Einstein Milano Documento del Consiglio di Classe Esame di Stato anno scolastico Classe 5^G PRESENTAZIONE DELLA CLASSE Numero studenti: 26 Provenienti dalla stessa classe: 23 Provenienti da altre classi dell Istituto: 1 Provenienti da altri Istituti: 2 Ripetenti: 1 Studenti DSA: 1 La classe, piuttosto eterogenea sia per comportamento che per profitto, nel corso del triennio ha compiuto un percorso a tratti faticoso. In terza, le difficoltà erano in parte dovute alla presenza di elementi con palesi problemi di inserimento nel tessuto scolastico, che non di rado costituivano un serio ostacolo per lo svolgimento di una normale attività didattica. Tali elementi sono poi stati orientati verso altri istituti; restava peraltro, da parte della quasi totalità degli studenti, un atteggiamento passivo e scarsamente ricettivo nei confronti del lavoro svolto dagli insegnanti, nonostante i ripetuti tentativi di coinvolgerli in un dialogo culturale costruttivo. Questo limite è stato riscontrato anche nel corso del quarto anno, quando pure i problemi disciplinari erano quasi completamente risolti; in quinta, invece, si è potuto finalmente rilevare un atteggiamento più maturo, responsabile e collaborativo. Ma una parte sicuramente non trascurabile delle difficoltà incontrate dalla classe nell arco dell intero triennio va oggettivamente messa sul conto della discontinuità didattica, con specifico riguardo a matematica, fisica e, nell ultimo anno, storia dell arte (per matematica e fisica, la continuità era già mancata nel biennio). Pertanto, il quadro didattico complessivo presentava ancora, all inizio della quinta, non poche carenze soprattutto in matematica, per far fronte alle quali si sono predisposti interventi di recupero di cui, peraltro, non tutti gli allievi interessati hanno saputo beneficiare. In prossimità delle ultime scadenze dell anno scolastico il Consiglio di Classe ritiene comunque apprezzabili, in generale, gli sforzi degli studenti verso un maggiore impegno, che lasciano intravedere il conseguimento di un profitto globalmente accettabile con punte discrete e, in alcuni casi, decisamente buone.

2 2 Composizione Consiglio di Classe Disciplina Insegnante Continuità didattica III IV V Italiano e Latino Roberto Devincenzi SI SI SI Lingua straniera Maria Antonietta Scarpa SI SI SI Storia e Filosofia Francesco Saverio Chesi SI SI SI Matematica e Fisica Alessio Brandinali NO NO NO Scienze Naturali Cristina Ghirardosi SI SI SI Disegno e Storia dell Arte Fabiana Garofalo SI SI NO Ed. Fisica Roberta Bellani NO NO NO Religione Paola Trimboli SI SI SI OBIETTIVI DEL CONSIGLIO DI CLASSE OBIETTIVI COGNITIVI : Conoscere i contenuti specifici delle singole discipline, così da costruire un consolidato ed omogeneo bagaglio culturale. Saper esporre, oralmente e per iscritto, in modo chiaro, argomentando coerentemente le proprie idee. Saper utilizzare i linguaggi specifici di ciascuna disciplina. Saper rielaborare i contenuti in maniera personale. Saper effettuare sintesi attingendo a conoscenze disciplinari diverse. Saper utilizzare le conoscenze assimilate e, mediante riferimenti critici, giungere ad una motivata e pertinente opinione. OBIETTIVI FORMATIVI : Maturare un atteggiamento rispettoso di sé e degli altri, per contribuire all instaurarsi di sereni e costruttivi rapporti interpersonali all interno della classe. Collaborare in modo propositivo con gli insegnanti e i compagni, perché il lavoro scolastico sia proficuo e rappresenti uno strumento di miglioramento personale e collettivo. Essere parte attiva e responsabile nella costruzione del proprio percorso formativo. Mantenere gli impegni con costanza e determinazione in vista del raggiungimento degli obiettivi prefissati.

3 3 CRITERI COMUNI DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER LA VALUTAZIONE CORRISPONDENZA TRA VOTI E LIVELLI DI CONOSCENZA E CAPACITA Voti Giudizio Indicatori Decimali 1 2 Negativo Prova nulla, priva di elementi di valutazione 3 Gravemente Prova gravemente insufficiente con lacune estese, gravi e 4 Insufficiente numerosi errori 4 Insufficiente Prova insufficiente, lacunosa e incompleta con gravi errori 5 Mediocre Prova mediocre, lacunosa o incompleta con errori non particolarmente gravi 6 Sufficiente Prova sufficiente con informazioni essenziali, frutto di un lavoro manualistico con lievi errori 7 Discreto Prova discreta con informazioni essenziali, frutto di un lavoro diligente ed esposte in forma corretta con sufficienti capacità di collegamenti 8 Buono Prova buona che denota un lavoro di approfondimento da parte dell allievo e capacità di esposizione chiara e fluida, con soddisfacenti capacità disciplinari di collegamento. 9 Ottimo Prova ottima che denota capacità di rielaborazione personale e critica con esposizione sicura ed appropriata. Prova completa e rigorosa. 10 Eccellente Prova eccellente che denota capacità di collegamento ampie ed utilizzo di conoscenze Approfondite e personali espresse con sicura padronanza della terminologia specifica e non specifica. Prova completa, approfondita e rigorosa.

4 4 Modalità di insegnamento di ciascuna disciplina Modalità di insegnamento Relig. Italiano Latino Storia Filosof. Lingua stran. Matem. Fisica Scienze Disegno Lezione frontale X X X X X X X X X X X Lezione in laboratorio Educaz. Fisica Lezione multimediale X Lezione con esperti Metodo induttivo X X X X X Lavoro di gruppo X Discussione guidata X X X X X X X X X Simulazione Altro (visione video ) X X X Pratico X Modalità di verifica di ciascuna disciplina Modalità di verifica Relig. Italiano Latino Storia Filosof. Lingua Stran. Matem. Fisica Scienze Disegno Colloquio X X X X X X X X X X Educaz. Fisica Interrogazione breve X X X X X X X X X Prova di Laboratorio Prova pratica X Prova strutturata X X X X X X Questionario X X X X Relazione X X X Esercizi X X X Altro (specificare ) TEMA Modalità di sostegno e recupero di ciascuna disciplina Modalità Relig. Italiano Latino Storia Filosof. Lingua Stran. Matem. Fisica Scienze Diseg no Educaz. Fisica Curriculare X X X X X X X X X X X Extracuriculare X

5 5 INDICAZIONI PROGRAMMATICHE PER LE SINGOLE DISCIPLINE Programma di Italiano L età napoleonica; il Neoclassicismo; il Purismo; il Preromanticismo Johann Wolfgang Goethe, I dolori del giovane Werther (lettura integrale) Ugo Foscolo: la vita, la personalità, le opere principali 1. Le Ultime lettere di Jacopo Ortis - Il sacrificio della patria nostra è consumato - Il colloquio con Parini: la delusione storica - La lettera da Ventimiglia: la storia e la natura 2. I Sonetti - Alla sera - In morte del fratello Giovanni - A Zacinto 3. I Sepolcri (lettura integrale) Il Romanticismo: quadro storico e culturale Madame de Stael, Sulla maniera e l utilità delle traduzioni Pietro Giordani, Un italiano risponde al discorso della de Stael Giovanni Berchet, La poesia popolare Alessandro Manzoni: la vita e la personalità 1. Le Odi civili. Il cinque maggio 2. L Adelchi: - Il dissidio romantico di Adelchi - Morte di Adelchi: la visione pessimistica della storia - L amor tremendo di Ermengarda - Coro dell atto IV 3. L elaborazione del romanzo: dal Fermo e Lucia ai Promessi sposi. Il problema della lingua - La Signora : confronto tra il Fermo e Lucia e I promessi sposi Giacomo Leopardi: la vita, l evoluzione del pensiero, la poetica del vago e dell indefinito 1.Dallo Zibaldone: - Il vago, l indefinito e le rimembranze della fanciullezza - L antico - Il vero è brutto - Teoria della visione - Parole poetiche - Teoria del suono - La rimembranza 2. Leopardi e il Romanticismo. I Canti - L infinito

6 6 - Alla luna - La sera del dì di festa - A Silvia - La quiete dopo la tempesta - Il sabato del villaggio - La ginestra o il fiore del deserto 3. Le Operette morali e l arido vero. Dialogo della Natura e di un Islandese Cantico del gallo silvestre L età postunitaria. Naturalismo francese e Verismo italiano Gustave Flaubert, I sogni romantici di Emma La Scapigliatura. Emilio Praga, Preludio; La strada ferrata Giovanni Verga: la poetica, l ideologia, le opere principali 1. Da Vita dei campi: - Impersonalità e regressione (Prefazione a L amante di Gramigna) - Fantasticheria - Rosso Malpelo - La lupa 2. Dai Malavoglia - I vinti e la fiumana del progresso (Prefazione) - I Malavoglia e la comunità del villaggio: valori ideali e interesse economico - Il vecchio e il giovane: tradizione e rivolta - La conclusione del romanzo: l addio al mondo pre-moderno 3.Le Novelle rusticane. La roba 4. Il Mastro-don Gesualdo. La morte di Mastro-don Gesualdo Il Decadentismo: quadro storico e culturale Charles Baudelaire, I fiori dl male: Corrispondenze; L Albatro; Spleen Paul Verlaine, Languore; Arte poetica Gabriele D Annunzio: la vita, l estetismo e la sua crisi, i romanzi del superuomo 1. Il Piacere. Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti 2. Le vergini delle rocce. Il programma politico del superuomo 2. da Alcyone: - La sera fiesolana - La pioggia nel pineto - Meriggio - I pastori 3. Il Notturno. La prosa notturna Giovanni Pascoli: la vita, la visione del mondo, la sincronicità della poesia pascoliana, le raccolte poetiche principali, i temi, le soluzioni formali 1. Il fanciullino. Una poetica decadente 2. da Myricae: - I puffini dell Adriatico - Arano - X Agosto - L assiuolo - Novembre 2. I Poemetti. Digitale purpurea

7 7 3. I Canti di Castelvecchio. Il gelsomino notturno Italo Svevo: la vita, la cultura di Svevo 1. Il primo romanzo: Una vita - Le ali del gabbiano 2. Senilità - Il ritratto dell inetto 3. La coscienza di Zeno - La morte del padre - La salute malata di Augusta - La vita non è né brutta né bella, ma è originale! - La morte dell antagonista Luigi Pirandello: la vita, la visione del mondo e la poetica 1. Novelle per un anno - Il treno ha fischiato - C è qualcuno che ride 2. I romanzi Il fu Mattia Pascal (lettura integrale). Uno nessuno e centomila (lettura integrale). 3. Il teatro. Sei personaggi in cerca d autore. La rappresentazione teatrale tradisce il personaggio I futuristi. Manifesto del Futurismo. Manifesto tecnico della letteratura futurista I crepuscolari. Guido Gozzano, Totò Merumeni Giuseppe Ungaretti: la vita, l Allegria - In memoria - Veglia - I fiumi - San Martino del Carso - Commiato - Mattina - Vanità - Soldati Eugenio Montale: la vita e le raccolte poetiche principali. Il correlativo oggettivo 1. Da Ossi di seppia: - I limoni - Non chiederci la parola - Meriggiare pallido e assorto - Spesso il male di vivere ho incontrato - Gloria del disteso mezzogiorno - Cigola la carrucola del pozzo 2. Da Le occasioni - La casa dei doganieri Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo (lettura integrale) Carlo Emilio Gadda: visione del mondo e linguaggio Da La cognizione del dolore - Un duplice ritratto di don Gonzalo - Un immagine del pasticcio fenomenico

8 8 - Le ossessioni di don Gonzalo - La tragedia impossibile Cesare Pavese, I mari del sud. La luna e i falò (lettura integrale) Percorso tematico: Industria e letteratura 1. Ottiero Ottieri, Lo sfogo di una rabbia repressa (da Donnarumma all assalto) 2. Paolo Volponi, La razionalità industriale e la follia dell operaio (da Memoriale) 3. Goffredo Parise, La funzione dell uomo cosa (da Il padrone) 4. Lucio Mastronardi, I nuovi ricchi e l ambiente della scuola (da Il maestro di Vigevano) Dante, Paradiso, canti I, III, VI, XI, XII, XVII, XXXI, XXXIII Testo utilizzato: Baldi, Giusso, Razetti, Zaccaria, La letteratura, Paravia, voll. 4, 5, 6, 7

9 9 LICEO SCIENTIFICO STATALE ALBERT EINSTEIN Via A. Einstein Milano GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI ITALIANO CRITERI DI VALUTAZIONE Correttezza morfosintattica Realizzazione della tipologia testuale e/o dell argomento del tema Proprietà lessicale Ricchezza e qualità dei dati Chiarezza dell impostazione e coerenza dell argomentazione INDICATORI SPECIFICI Errori morfosintattici diffusi; punteggiatura inadeguata Strutture corrette e abbastanza scorrevoli Strutture sempre corrette, con varietà e/o complessità sintattica; punteggiatura sempre adeguata Testo non conforme alla tipologia prescelta; argomento non focalizzato Tipologia testuale corretta; argomento ben focalizzato PUNTEGGIO Errori diffusi anche nel lessico di base 1 Lessico di base corretto; lessico specifico no 2 Lessico corretto, ricco e/o vario 3 Informazioni generiche e luoghi 1 comuni Informazioni pertinenti e abbastanza 2 specifiche Informazioni specifiche e approfondite, che denotano 3 competenze disciplinari e interdisciplinari Testo incoerente o gravemente 1 frammentario Tesi chiara ma carente 2 nell argomentazione Argomentazione coerente, con 3 alcuni giudizi personali Argomentazione completa, sicura e ben strutturata, con apporti critici 4 personali Punteggio attribuito PUNTEGGIO ATTRIBUITO

10 10 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI ITALIANO PER STUDENTI CON DSA Realizzazione della tipologia testuale Focalizzazione dell argomento Scansione in paragrafi Chiarezza della tesi PUNTI: 1 3 Correttezza, scorrevolezza, complessità delle strutture sintattiche Uso consapevole della punteggiatura in relazione al tipo di testo PUNTI: 1-3 Proprietà lessicale Padronanza di linguaggi settoriali PUNTI: 1 3 Pertinenza, qualità, ricchezza delle informazioni PUNTI: 1 3 Commenti e valutazioni personali PUNTI : 1 3

11 11 Programma di Latino Lucrezio: dati biografici, l opera, lo stile Dal De rerum natura in italiano: Varietà delle forme degli atomi. La giovenca che ha perduto il figlio Innumerevoli altri mondi L origine dei sogni La follia d amore, IV Non bisogna aver paura della morte Il taedium vitae Progresso-regresso in latino: L inno a Venere (parte I e II) L elogio di Epicuro L epicureismo non può essere accusato di empietà La difficoltà del compito di Lucrezio La funzione della poesia La superiorità del sapiente, l infelicità degli stolti Vita culturale nell età giulio-claudia Fedro: dati biografici, l opera, lo stile Dalle Fabulae (in italiano): La parte del leone La volpe e la cicogna Il lupo magro e il cane grasso La novella della vedova e del soldato Seneca: dati biografici, l opera, lo stile. Il pensiero di Seneca e il cristianesimo in latino: E davvero breve il tempo della vita? Capp. 1 e 2 (De brevitate vitae) Passato senza prospettiva (Epistulae ad Lucilium) Fuggire la folla (Epistulae ad Lucilium) Vivere secondo natura (Epistulae ad Lucilium) Come trattare gli schiavi (Epistulae ad Lucilium) in italiano: Molti non sanno usare il tempo I veri schiavi (Epistulae ad Lucilium) Le tragedie. La dichiarazione di Fedra a Ippolito Lucano: dati biografici, l opera, lo stile Dal Bellum civile (in italiano): L argomento del poema e l apostrofe ai cittadini romani I ritratti di Pompeo e Cesare Una scena di necromanzia Il discorso di Catone Catone e Marcia Petronio: l autore, l opera, lo stile Dal Satyricon (in italiano):

12 12 L ingresso di Trimalchione Presentazione dei padroni di casa Chiacchiere di commensali Il testamento di Trimalchione Mimica mors: suicidio da melodramma La matrona di Efeso Vita culturale nell età dei Flavi Marziale: l autore, l opera, lo stile Dagli Epigrammata: in italiano: Obiettivo primario: piacere al lettore! Libro o libretto La scelta dell epigramma Il trasloco di Vacerra La bellezza di Bìlbili In latino: Erotion Quintiliano: dati biografici, l opera, lo stile Dall Institutio oratoria: in italiano: La formazione dell oratore incomincia dalla culla L intervallo e il gioco Le punizioni in latino: Due modelli a confronto: istruzione individuale e collettiva I vantaggi dell insegnamento collettivo Il maestro come secondo padre Giovenale: dati biografici, l opera, lo stile Dalle Satire (in italiano): Miserie e ingiustizie della grande Roma L invettiva contro le donne Plinio il Giovane: dati biografici, l opera, lo stile In italiano: L eruzione del Vesuvio e la morte di Plinio il Vecchio Tacito: dati biografici, l opera, lo stile Dall Agricola (in italiano): Denuncia dell imperialismo romano nel discorso di un capo barbaro Dagli Annales (in latino): L incendio di Roma Il ritorno di Nerone nella capitale in preda alle fiamme La persecuzione contro i cristiani Vita culturale nell età degli Antonini Apuleio: dati biografici, l opera, lo stile Dalle Metamorfosi (in italiano):

13 13 Lucio diventa asino La preghiera a Iside Il significato delle vicende di Lucio Libro di testo utilizzato: G. Garbarino, Opera, voll. 1 e 3

14 14 Programma di Inglese Dal libro Only Connect vol. 2 ed. Zanichelli The Early Romantic Age D2-D6-D8-D9-D11-D18 T. Gray Elegy written in a Country Churchyard (lines 1-36) D23 The Romantic Age D54-D55 D56-D63 W. Wordsworth Daffodils D78-D79-D85 S.T. Coleridge D94-D95 From The Rime of The Ancient Mariner. the Killing of the Albatross D97-D98-D99-D100 P.B. Shelley D119-D124 Ode to the West Wind D123-D124 J. Keats D126-D127 Ode on a Grecian Urn D129-D130 La Belle Dame sans Merci D132-D133 G.G. Byron D112-D113 From Oriental Tales The Byronic Hero (fotocopia) The Victorian Age E2-E3-E4-E5-E6-E7-E8 The Victorian Compromise E14-E15-E16 The Victorian Novel E20-E21-E22-E23 C. Dickens E37-E38- E39 From O. Twist Oliver wants some more E40-E41-E42 From Hard Times Coketown E52-E53-E54-E55 E. Bronte E57-E58-E59 Wuthering Heights E61-E62 T. Hardy E74-E75 Tess of the d Ubervilles E76

15 15 O. Wilde E110-E111 From The Picture of D. Gray Preface E112-E114 Dal libro Only Connect vol. 3 the 20 th century Ed. Zanichelli Modernism-The Modern Age The Modern Novel F2-F3-F17-F18-F19-F20-F22-F23-F24-F25Th The War Poets F42-F43-F44 W. Owen Anthem for doomed Youth (fotocopie) R. Brooke The Soldier F45 T.S. Eliot F52-F53 From The Waste Land The Fire Sermon F54-F55-F56-F59-F60 J. Joyce F138-F139 From Dubliners She was fast asleep F141-F142-F147-F148 From Ulysses I said yes I will sermon F152-F153-F155-F156 V.Woolf F157-F158 From Mrs Dalloway Clarissa and Septimus F159-F160-F161-F162-F163 G. Orwell F189-F190 Animal Farm F191-F192 G.S. Fitzgerald F212 The Great Gatsby F213-F214 The Present Age G2-G3 The Cultural Revolution G14 Post War Drama G24-G25 S. Beckett G100 Waiting for Godot G101-G102-G103 Lettura consigliata del testo Of Men and Animals (Six Modernist Short Stories) Ed. M. Irvin Lang

16 16 Programma di Matematica - Limiti e continuita : definizione di limite con i quattro casi, funzioni continue, discontinuità, teoremi di Weierstrass, valori intermedi, esistenza degli zeri, asintoti. - Derivate: il problema della tangente, limite del rapporto incrementale e suo significato geometrico, teoremi sul calcolo delle derivate, teoremi di Rolle, Lagrange, Cauchy, De l Hospital, massimi e minimi, concavità e flessi, problemi di massimo e di minimo, studio di una funzione. - Integrali: primitiva di una funzione, integrale indefinito, proprietà, integrali definiti, teorema fondamentale del calcolo, calcolo delle aree e dei volumi dei solidi di rotazione, integrali impropri. - Elementi di calcolo combinatorio Libri di testo: - Lamberti-Mereu-Nanni, Lezioni di Matematica 3 per il triennio, vol.3 ed. Etas Programma di Fisica - Fenomeni elettrici: legge di Coulomb, campo elettrico, teorema di Gauss, circuitazione, energia potenziale elettrostatica, potenziale, condensatori. La corrente elettrica stazionaria, leggi di Ohm, leggi di Kirchhoff. - Fenomeni magnetici: definizione del vettore campo magnetico, esperienze di Oersted, Faraday e Ampère, legge di Biot-Savart, forza di Lorentz, teorema di Gauss per il magnetismo, teorema della circuitazione di Ampère, legge di Faraday-Neumann-Lenz. - Onde elettromagnetiche: il termine mancante; equazioni di Maxwell per il campo elettromagnetico nel caso generale e nel caso statico; onde elettromagnetiche, velocità della luce. - Cenni di teoria della relatività ristretta Libro di testo: - Cutnell-Johnson, Fisica, elettromagnetismo e Fisica moderna, vol.3, ed. Zanichelli

17 17 Programma di Filosofia 1) L idealismo di Fichte - l oltrepassamento idealistico della cosa in sé (questa voce è stata trattata in chiave propedeutica all idealismo post-kantiano in generale, prescindendo da riferimenti specifici ai singoli filosofi) - idealismo e dogmatismo - il primato dell Io - i tre momenti della deduzione trascendentale 2) L idealismo di Schelling - il distacco dall idealismo di Fichte e il nuovo concetto di assoluto - la filosofia della natura - la filosofia dello spirito: la storia e l opera d arte 3) L idealismo di Hegel - i capisaldi del sistema: la relazione tra finito e infinito; la relazione tra reale e razionale; il compito della filosofia - la dialettica - la Fenomenologia dello spirito: significato e struttura generale dell opera; si sono considerate le figure dell autocoscienza signoria-servitù, stoicismoscetticismo, coscienza infelice - l Enciclopedia delle scienze filosofiche: significato e struttura generale dell opera; la filosofia della natura; lo spirito oggettivo, le sue figure e la filosofia della storia; lo spirito assoluto e le sue figure 4) La critica all idealismo: Schopenhauer - le fonti del sistema - il mondo come rappresentazione - il mondo come volontà: la radice metafisica del dolore - il pessimismo cosmico, storico e sociale - le vie di liberazione dal dolore 5) La critica all idealismo: Marx - la critica del misticismo logico hegeliano - la critica del mondo moderno - l alienazione e le sue forme - la filosofia della storia - sintesi del Manifesto 6) Il positivismo - caratteristiche generali

18 18 - Comte: la legge dei tre stadi; la classificazione delle scienze; la sociologia - Darwin: la teoria dell evoluzione e le sue implicazioni filosofiche 7) Nietzsche - apollineo e dionisiaco - la critica della morale - la critica del positivismo e dello storicismo - la morte di Dio e il problema del nichilismo - l oltre-uomo, l eterno ritorno e la volontà di potenza 8) La psicoanalisi freudiana - la nascita della psicoanalisi: dal metodo catartico alle associazioni libere - la topologia dell apparato psichico (prima e seconda topica) - l interpretazione dei sogni - la sessualità infantile e l organizzazione psico-sessuale dell adulto 9) L esistenzialismo di Sartre (non essendo stato trattato Husserl, si sono omessi i riferimenti alla fenomenologia) - il primato dell esistenza e le sue implicazioni: libertà, progettualità, trascendenza - l analitica esistenziale - le relazioni interpersonali Libro di testo adottato: N. Abbagnano - G. Fornero, Protagonisti e testi della filosofia, ed. Paravia, voll. C e D/1

19 19 Programma di Storia 1) L Italia nell età giolittiana - dalla crisi di fine secolo al governo Zanardelli - il significato della svolta giolittiana - la politica interna - la politica estera 2) La prima guerra mondiale - il sistema delle alleanze e le cause della guerra - caratteristiche generali della guerra - la situazione italiana tra il 1914 e il i fronti prima e dopo la svolta del i trattati di pace 3) La rivoluzione bolscevica - la Russia alla vigilia della rivoluzione - la rivoluzione del febbraio Lenin, le tesi di aprile e la svolta bolscevica - dal comunismo di guerra alla NEP - il passaggio da Lenin a Stalin 4) L Europa dopo la prima guerra mondiale - le conseguenze economiche, sociali e politiche della guerra - la Germania nell immediato dopoguerra - la nascita e i primi passi della repubblica di Weimar 5) La crisi dello Stato liberale in Italia - la crisi economica - le tensioni sociali - il quadro politico - le origini del fascismo - la marcia su Roma 6) Il mondo tra le due guerre - la crisi del 1929 e il new deal - Stalin: l edificazione del socialismo in un paese solo; economia e politica - lo Stato totalitario in Germania: la formazione del Terzo Reich; la politica interna; la politica di espansione - lo Stato totalitario in Italia: la politica interna; la politica economica; la politica estera - la guerra civile spagnola

20 20 7) La seconda guerra mondiale - il sistema delle alleanze e le cause - caratteri generali della guerra - i fronti prima e dopo il l Italia nella seconda guerra mondiale: i fronti tra il 1940 e il 1943; le vicende tra il 1943 e il l esito della guerra 8) La guerra fredda - la fine della grande alleanza - la divisione dell Europa e del mondo in blocchi contrapposti - i riscontri politici, economici e militari - la destalinizzazione e le sue conseguenze ( ) - le organizzazione comunitarie: l ONU; l Europa dalla CECA alla CEE 9) La decolonizzazione - caratteri generali: le cause; il terzomondismo ; il non allineamento - casi specifici presi in esame: l India (dal Partito del Congresso alla morte di Nehru); il Medio Oriente e la nascita di Israele (fino alla guerra araboisraeliana del ); il problema dell Algeria ( ); la rivoluzione cubana (dal 1959 alla crisi del 1962); la guerra del Vietnam ( ) 10) L Italia dopo la seconda guerra mondiale - le dinamiche politiche e costituzionali nel triennio gli anni del centrismo: la politica interna; la politica economica; la politica estera - il miracolo economico - il centro-sinistra: dalle riforme politiche ed economiche alla crisi - il terrorismo e la solidarietà nazionale Libro di testo adottato: A.Giardina, G.Sabbatucci, V.Vidotto, Nuovi profili storici; ed. Laterza, vol.3

21 21 Programma di Geografia generale Astronomia: Sfera celeste:descrizione. Gli elementi di riferimento della sfera celeste: sistema equatoriale, sistema azimutale. Gli strumenti di studi: i telescopi, la spettroscopia. Le unità di misura: unità astronomiche, anno luce, parsec. Le stelle: luminosità, magnitudine, colore e temperatura. La composizione delle stelle, le reazioni termonucleari Il diagramma di Hertzsprung e Russel Evoluzione delle stelle, stelle a neutroni, buchi neri Le galassie: forma, classificazione e movimenti Le ipotesi cosmologiche: big crunch e universo inflazionario La teoria del big bang: red shift e radiazione di fondo Il sistema solare: origine, descrizione, le leggi di Keplero, legge di Newton Il Sole: composizione e struttura Pianeti: confronto fra pianeti di tipo terrestre e di tipo gioviano Asteroidi, comete, meteore e meteoriti Il pianeta Terra: forma e misurazioni, la misurazione dell equatore di Eratostene Reticolo geografico e coordinate geografiche: latitudine e longitudine Movimento di rotazione: descrizione, prove esperimento di Guglielmini e di Foucault,e conseguenze: legge di Ferrel Movimento di rivoluzione: descrizione, prove e conseguenze: il succedersi delle stagioni I moti secondari: moto conico e precessione degli equinozi La Luna: origine, struttura, movimenti, fasi lunari, le eclissi La litosfera: minerali: struttura, composizione, origine Rocce: il ciclo litogenetico, Rocce ignee: origine delle rocce intrusive e rocce effusive Rocce sedimentarie: le fasi della sedimentazione, l azione geomorfologica di vento, acqua; rocce clastiche, chimiche e organogene Rocce metamorfiche: il processo metamorfico da contatto e quello regionale I fenomeni vulcanici: origine dei magmi, i prodotti dell attività vulcanica, struttura e classificazione dei vulcani, le diverse modalità di eruzione I fenomeni sismici: teoria del rimbalzo elastico, le onde, il rilevamento delle onde, intensità e magnitudo, previsione e prevenzione La struttura della Terra: metodi di indagine, descrizione di crosta, mantello e nucleo, flusso geotermico e calore interno, campo magnetico e paleomagnetismo Teoria della deriva dei continenti: descrizione della teoria, prove a sostegno Struttura dei fondali oceanici L espansione dei fondali oceanici, il meccanismo, la prova indipendente Teoria della tettonica delle placche: i margini convergenti, divergenti, trasformi, il motore della tettonica delle placche. La deformazione delle rocce, l orogenesi

22 22 L atmosfera: composizione e struttura Pressione atmosferica e umidità I venti: origine, classificazione, la circolazione generale dell atmosfera L azione dell anidride carbonica, il buco dell ozono, le piogge acide L idrosfera : il ciclo dell acqua Il mare, caratteristiche chimico fisiche, i movimenti I ghiacciai: origine, movimenti, azione erosiva Testo: Palmieri Parotto Il globo terrestre e la sua evoluzione Ed Zanichelli

23 23 Programma di Disegno e Storia dell arte Neoclassicismo Introduzione all epoca Canova: opere Disegni Accademia di nudo virile supino su di un masso Accademia di uomo virile in posizione eretta Due nudi femminili Studio per Ebe Ebe Teseo sul Minotauro Amore e Psiche Paolina Borghese come venere vincitrice Monumento funebre a Cristina D Austria David: opere Disegni Donna dal turbante Studio per Leonida alle Termopoli Il giuramento degli Orazi La morte di Marat Le sabine Leonida alle Termopoli Jean-Auguste-Dominique Ingres: opere Disegni

24 24 Accademia del nudo L apoteosi di Omero Il sogno di Ossian La grande Odalisca Francisco Goya: opere Il sonno della ragione genera mostri Ritratto della Duchessa D Alba Maja vestita e Maja desnuda Le fucilazioni del 3Maggio 1808 ROMANTICISMO Introduzione all epoca Thèodore Gericault: opere Accademia di nudo Corazziere ferito che abbandona il campo di battaglia La zattera della Medusa Eugène Delacroix: opere La barca di Dante La libertà che guida il popolo Giacobbe lotta con l angelo Francesco Hayez: opere Atleta trionfante La congiura dei lampugnani Pensiero malinconico Il bacio

25 25 Realismo Introduzione all opoca Gustave Courbet: opere Lo spaccapietre L atelier del pittore Fanciulle sulla riva della Senna Macchiaioli Introduzione all epoca Giovanni Fattori: opere Campo italiano alla battaglia di Magenta La rotonda di Palmieri In vetta Bovi al carro Viale delle Cascine L IMPRESSIONISMO Introduzione all epoca la fotografia Edouard Manet: opere Colazione sull erba Olympia Bar delle Follies Bergère Claude Monet: opere Impressione sole nascente

26 26 La cattedrale di Rouen Lo stagno delle ninfee Edgar Degas: opere La lezione di danza L assenzio La tinozza Pierre-Auguste Renoir: opere Moulin de la Galette Colazione dei canottieri Le bagnanti POSTIMPRESSIONISMO Introduzione all epoca Georges Seurat: opere Une baignade à Asnières Un dimanche après-midi Il circo Paul Gauguin: opere Il Cristo giallo Aha, oe feii (come! Sei gelosa?) Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? Cubismo Introduzione all epoca

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA Indagini dirette Scavi per ricerche minerarie, energetiche e idriche; carotaggi Non si giunge oltre i 12 km di

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna Ma l Universo è costituito solo da materia luminosa? La forza di gravità Galileo

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli