Torino 1, aprile, L elaborazione di una proposta per un contratto di consulenza finanziato dalla Banca Mondiale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Torino 1, aprile, 2010. L elaborazione di una proposta per un contratto di consulenza finanziato dalla Banca Mondiale"

Transcript

1 Torino 1, aprile, 2010 L elaborazione di una proposta per un contratto di consulenza finanziato dalla Banca Mondiale

2 Obiettivi Comprendere i documenti che costituiscono una Request for Proposal (RFP) per contratti di consulenza finanziati dalla Banca Mondiale Estrarre le informazioni principali contenute nei documenti Imparare a preparare proposte vincenti

3 Contenuti Useremo un esempio di RFP per illustrare quali informazioni/istruzioni cercare, dove trovarle, come chiedere chiarimenti, come rispondere

4 Nelle precedenti puntate

5 Regole di Procurement WB I contratti per i servizi dei consulenti sono soggetti alle linee guida contenute nelle: Guidelines, Selection and Employment of Consultants by World Bank Borrowers ( Green Book )http://web.worldbank.org/wb SITE/EXTERNAL/PROJECTS/PRO CUREMENT/0,,contentMDK: ~menuPK:93977~pagePK:84269~pi PK: ~theSitePK:84266~isCU RL:Y,00.html

6 Selezione dei Consulenti Non e` una gara aperta; solo le societa` invitate possono partecipare Il Cliente pubblica una SPN invitando un espressione di interesse (Request for Expression of Interest) da parte delle societa` di consulenza Il Cliente prepara una lista corta costituita da 3 a 6 societa`

7 Selezione dei Consulenti Le societa` nella lista corta ricevono la richiesta di presentare una proposta: Request For Proposal (RFP)

8 Selezione dei Consulenti I Consulenti presentano la proposta Il Cliente valuta la proposta e seleziona la societa` prima qualificata La Qualita` e` piu` importante del prezzo!

9 COME SI COMPONE LA RICHIESTA DI PROPOSTA (RFP) Letter of Invitation(LOI) Instructions To Consultants (ITC)Data Sheet Terms of Reference (TOR) Proposed Contract Standard Technical Proposal Standard Financial Proposal

10 CONTENUTI DELLA LOI La LOI contiene : RFP pag.2 la lista delle societa` alle quali e` stata inviata la RFP Il metodo di selezione dei consulenti che verra` usato

11 Metodi di Selezione dei Consulenti Quality and Cost Based Selection (QCBS) Quality Based Selection (QBS) Selection Based on Consultants Qualifications (CQS) Selection Under Fixed Budget (FBS) Least Cost Selection (LCS) Single Source Selection (SSS) Individual Consultants (IC)

12 Metodi di Selezione dei Consulenti Comparati Tipo - Consulenti QCBS Quality & Cost Based Selection QBS Quality Based Selection CQS Consultants Qualification FBS Fixed Base Selection Least Cost Selection Single Source Selection Individual Cons. Caratteristiche Generali La qualitá é piu` importante del prezzo. Esige una proposta tecnica e una finanziaria. Il peso della tecnica e` molto maggiore di quello della finanziaria TOR difficili da definire. Si ricercano soluzioni creative. Puo` richiedere una proposta solo tecnica o una tecnica e una finanziaria in buste separate ma da presentarsi contemporaneamente Servizi di costo ridotto < $200,000 per i quali sarebbe troppo dispendioso procedere ad una selezione di altro tipo Consulenza semplice, ben definita con budget fisso. Vengono preparate una proposta tecnica e una finanziaria in buste separate. Ogni proposta che superi il budget viene rigettata. Consulenze di natura di routine o standard per le quali esistono delle definizioni di servizi standardizzate o comunemente accettate. Il valore del contratto e` ridotto < $200,000 Continuazione o emergenza < $100,000 In ogni momento del progetto

13 COSA CERCARE NELLA RFP Per prima cosa, leggete le Instructions to Consultants (ITC) e il Data Sheet (DS) insieme Le ITC sono uguali per tutti i progetti Banca Mondiale ma vanno comunque lette con attenzione perche` governano se non emendate nel DS che contiene i dettagli specifici per ogni contratto

14 CONTENUTI DEL DATA SHEET RFP pg.20 Il level of effort stimato o il budget stimato ma non ambedue Informazioni sul processo di valutazione inclusi i criteri e sottocriteri di valutazione Se il consulente puo` o meno associarsi con altri consulenti shortlistati

15 CONTENUTI DEL DATA SHEET Scadenza per la presentazione delle proposte Indirizzo per la consegna della proposta Numero di copie richieste Ora e luogo dell apertura pubblica delle proposte

16 LA PREPARAZIONE DELLA PROPOSTA

17 LA PREPARAZIONE DELLA PROPOSTA Preparate una lista di tutti i requisiti per la presentazione della proposta (deducibili dal Data Sheet ) Ponetevi delle scadenze per: Il completamento della proposta finanziaria La compilazione delle informazioni richieste La preparazione dei documenti legali, deleghe o altro

18 LA PREPARAZIONE DELLA PROPOSTA Preparate l intero pacchetto della proposta, comparatelo con la vostra lista almeno una settimana prima del termine ultimo di presentazione Programmate un largo anticipo per la consegna della proposta. LE PROPOSTE PRESENTATE IN RITARDO NON VERRANNO CONSIDERATE, indipendentemente dalla ragione del ritardo.

19 LA PREPARAZIONE DELLA PROPOSTA NELLA PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA RISPONDETE ESATTAMENTE AI REQUISITI RICHIESTI: Allegate il numero di copie richiesto Marcate le buste correttamente Firmate e inizializzate correttamente Includete altre informazioni richieste

20 Proposta di Consulenza Tecnica RFP pag. 25 Commenti sui TOR Qualificazioni ed esperienza della societa` Piano di Lavoro proposto Gruppo di Specialisti, Curricula Vitae

21 Proposta di Consulenza Finanziaria RFP pag. 37 A base-tempo o forfettaria? Resoconto analitico dei compensi ai consulenti (QBS) Salario di Base Oneri Sociali Spese di Struttura Margine societario/profitto Indennita` per lavoro all estero

22 Proposta di Consulenza --Finanziaria Includete i costi relativi a: Personale espatriato e locale Viaggi e trasporti interni Altri costi di mobilizzazione e demobilizzazione Diaria Comunicazioni Affitto uffici e macchine da ufficio Stampa di rapporti, brochures o altro Visti, vaccinazioni, assicurazioni, spedizioni, tasse e tasse di importazione Traduzioni Contingenze (spalmata)

23 SELEZIONE DELLA PROPOSTA VINCENTE

24 Valutazione delle Proposte Le proposte tecniche vengono valutate per prime: 70% - 80% di peso nella valutazione Di seguito vengono valutate le proposte finanziarie: 20%-30% di peso nella valutazione Il contratto viene assegnato alla societa` con il punteggio più alto Il processo di valutazione è RISERVATO E CONFIDENZIALE

25 Valutazione delle Proposte (Tecnica) Scopo della valutazione: selezionare il consulente che offra la migliore combinazione di esperienza tecnica, servizi e prezzo, validata dal punteggio piu` alto Solo le proposte che rispondono ai requisiti richiesti vengono considerate Il comitato di valutazione si attiene ai criteri e sottocriteri definiti nel RFP

26 Valutazione delle Proposte (Finanziaria) Vengono aperte solo le proposte finanziarie dei consulenti la cui proposta tecnica ha ricevuto un punteggio superiore al 60% I consulenti la cui proposta non e` stata considerata valida o non ha raggiunto il minimo nella valutazione tecnica vengono notificati Agli altri viene comunicato il giorno e l ora dell apertura pubblica delle offerte

27 Valutazione delle Proposte (Finanziaria) All apertura delle proposte finanziarie vengono letti i nomi, il punteggio raggiunto dalla proposta tecnica e il prezzo proposto Vengono corretti eventuali errori aritmetici Tutti i prezzi vengono convertiti in un unica valuta Per la valutazione dei costi si escludono le tasse

28 Valutazione delle Proposte (Finanziaria) Alla proposta piu` bassa viene assegnato il punteggio 100 Il punteggio assegnato alle altre finanziarie=100 x Il prezzo della finanziaria piu` bassa/il prezzo della proposta finanziaria in oggetto Punteggio finale=punteggio Tecnico x 80% (o 70%) + Punteggio Finanziario x 20% (o 30%)

29 L agenzia prepara i documenti di gara (da 3 a 6 Mesi) Tempistica di Gara: Consulenti Pubblicazione della SPN, (1 Mese) Consulente prepara LOI, (1 Mese) Agenzia Decide una Lista Corta (da 2 a 4 Mesi) Consulente prepara Proposta, (da 1 a 2 mesi) Valutazione della proposta E aggiudicazione del contratto (da 2 a 4 Mesi) TEMPO IMPIEGATO : da 10 a 18 Mesi

30 Il CONTRATTO Se avete vinto un contratto finanziato da una Banca Multilaterale questa ha applicato le proprie regole per la gara Il contratto è redatto in una forma concordata con la Banca però il Cliente è il Governo del paese mutuatario o l Agenzia che lo rappresenta La Legge del paese mutuatario governa il contratto a meno che non sia specificato diversamente

31 Le condizioni/procedure per l eleggibilità a competere per il contratto erano state definite nella RFP Pag. 59

32 Negoziazione e Firma del Contratto L aggiudicatario del contratto viene invitato a negoziare e a firmare il contratto che include numerose parti La Contract Form Le condizioni contrattuali generali-general Conditions of Contract (GCC) Le condizioni contrattuali particolari-special Conditions of Contract (SCC) La descrizione dei servizi Il prezzo della proposta finanziaria Annessi: personale,garanzie,obblighi del cliente, ecc.

33 Negoziazione e Firma del Contratto Il contratto definisce diritti e responsabilità di ambedue le parti contrattuali, condizioni, procedure, pagamenti, gestione e amministrazione. Alcune modifiche possono essere concordate durante la negoziazione ma la sostanza e il prezzo del contratto non possono cambiare

34 I punti chiave che necessitano particolare attenzione durante la negoziazione includono (1): Descrizione dei servizii Descrizione dei deliverables Dettagli relativi alla tabella delle attività con le milestones Personale Subappalti Base per il pagamento Procedure di accettazione

35 I punti chiave che necessitano particolare attenzione durante la negoziazione includono (2): Procedure per la variazione d ordine Penali per i ritardi o per non-esecuzione Limiti delle responsabilità Procedura per la risoluzione delle dispute,nomina di un conciliatore o giudice arbitrale Mantenimento della documentazione/rapportistica

36 Tipo di contratto base time based Compenso e spese-l ammontare dovuto al contraente è basato su di un compenso orario o giornaliero pattutito più il rimborso delle spese incorse; (timesheets) ed evidenza delle spese devono essere forniti con le fatture per poter ricevere i pagamenti nel corso del progetto; spesso questa forma di contratto viene usata per contratti di consulenza. Le tariffe applicate includono salari/parcelle, oneri sociali, spese generali e margine societario. Il costo di questi contratti ha di solito un tetto massimo Vedi Form Fin-4

37 Tipo di contratto base lump sum A prezzo fisso/a forfeit- adatto a contratti relativamente piccoli e/o con parametri ben definiti, inclusi molti studi e alcuni prodotti. Il prezzo del contratto include tutti i compensi e le spese; l ammontare del contratto non cambia indipendentemente dal lavoro realmente svolto o dalle spese incorse a meno che non sia stato emendato da una variazione d ordine. I pagamenti di solito vengono effettuati in rate collegate alla tabella delle attività o ai deliverables. C è comunque bisogno del dettaglio dei costi nella proposta per giustificare il prezzo proposto Vedi Form-Fin 3 e Fin 4

38 Valuta Per tutti i tipi di contratto è di solito necessario esplicitare i prezzi in valuta estera e in valuta locale

39 Modalità di pagamento Indipendentemente dal tipo di contratto, normalmente, il Contraente può aspettarsi di negoziare delle modalità di pagamento che includano un anticipo sul pagamento e dei pagamenti a progresso con il procedere dei servizi.

40 Modalità di Pagamento Tutti i Contraenti normalmente devono fornire una garanzia bancaria uguale all ammontare dell anticipo sul pagamento se decidono di recepirlo.

41 Per essere pagati dovete Soddisfare i requisiti Rispettare i termini e le condizioni contrattuali Svolgere i servizi secondo le condizioni pattuite e secondo gli standards Gestire efficacemente il contratto Amministrare correttamente il contratto

42 Mobilizzazione Fornire se richiesta l evidenza della copertura assicurativa per il tipo/ammontare specificato nel contratto SCC Mobilizzare il team secondo quanto definito dal piano di lavoro e dal programma

43 Staffing-Personale È importante presentarsi con lo stesso staff indicato nel piano di lavoro; sostituzioni sono possibili solo se approvate dal Cliente e se il candidato è uguale o migliore di quello proposto originalmente in termini di qualificazione ed esperienza

44 Prestazioni Il Contratto stabilisce il perimetro del progetto e i requisiti che devono essere soddisfatti: il tipo e quantità di servizi, quando devono essere prestati, e i deliverables che devono essere completati per poter accedere ai pagamenti

45 Responsabilità del Contraente Fornisce i servizi Istituisce il controllo di qualità e i sistemi per verificarla Supervisiona la prestazione dei servizi Presenta i deliverables Sottopone le fatture e la documentazione giustificativa Tiene la documentazione relativa al progresso del contratto e dei pagamenti

46 Responsabilità del Cliente Supervisiona il rispetto degli obblighi contrattuali Misura i risultati e li compara con il piano di progetto Conferma l eleggibilità ai pagamenti Tiene la contabilità Effettua i pagamenti

47 Documentazione (1) Fondamentale per giustificare tutte le richieste relative all esecuzione del contratto include: Agenda giornaliera del Project Manager Lista del personale e inventario Contabilità Istruzioni scritte dal cliente

48 Documentazione (2) Raccomandazioni dal Consulente al Cliente riguardo la variazione di ordini Accettazione delle variazioni d ordine Fatture Ricevute di pagamento

49 Documentazione (3) Tutta la documentazione del Contraente è soggetta ad ispezione e revisione Abitualmente viene tenuta in forma cartacea e elettronica I documenti (disegni, progetti, rapporti) diventano proprietà del cliente

50 Gestione e Amministrazione I costi sostenuti dal Contraente per la gestione del contratto e per l amministrazione devono essere inclusi come parte del prezzo unitario o prezzo fisso; non sono di solito accettabili come voce e costo separati

51 Dispute Le differenze di punti di vista fra Cliente e Contraente verranno risolte secondo i metodi descritti nel contratto per la risoluzione delle dispute, tipicamente: Si inizia con una discussione amichevole fra il Cliente e il Contraente Se non è risolutiva ci si appella al conciliatore sul cui nome ci si era accordati nel contratto Se la soluzione non viene ancora accettata dalle due parti ci si appella all Arbitrato Internazionale seguendo regole specifiche; i risultati di questo arbitraggio sono vincolanti per ambedue le parti

52 Variazioni d Ordine I problemi per lo più nascono Per servizi che vengono richiesti al Contraente ma che questi ritiene siano al di fuori dei parametri del lavoro originariamente definiti nel Contratto, o che il Contraente crede siano necessari per soddisfare pienamente gli obiettivi del ContrattoIn questi casi la parte interessata dovrebbe iniziare una richiesta di variazione d ordine. Le procedure sono descritte nei documenti contrattuali GCC 2.6

53 Stabilire il prezzo di una variazione d ordine Il Cliente chiedera` al Contraente di dare una stima relativa alla variazione d ordine richiesta sulla base dei compensi specificati nel contratto Alternativamente il Contraente e il Cliente prepareranno ambedue una stima dei prezzi, li paragoneranno e negozieranno un nuovo prezzo fisso per il lavoro addizionale

54 Accettare una Variazione d Ordine Tutte le variazioni d ordine devono essere accettate per iscritto prima di diventare effettive

55 Rescissione GCC 2.9 I contratti abitualmente contengono delle clausole che permettono al Cliente o al Contraente di rescindere il Contratto in circostanze specifiche per causa se certe condizioni non vengono rispettate dall una o dall altra parte, o per convenienza nel caso il Cliente scelga di rescindere il Contratto senza una causa specifica Il Contratto include le condizioni di pagamento relative alla decisione di rescinderlo

56 Conclusione del Contratto (1) Il contratto si considera concluso quando Gli obiettivi del contratto per i servizi, incluse le variazioni d ordine approvate, siano stati completamente soddisfatti dal Contraente Il Cliente abbia fornito l accettazione scritta di tutti i deliverables, inclusi quelli che avevano richiesto una correzione da parte del Contraente

57 Conclusione del Contratto (2) I pagamenti finali siano stati effettuati La data di conclusione del contratto sia stata raggiunta o il contratto sia stato rescisso Le dispute non risolte possono rallentare la conclusione del contratto

Torino 25-26. 26 settembre,, 2008. Come Competere per i Contratti Finanziati dalle Banche Multilaterali di Sviluppo

Torino 25-26. 26 settembre,, 2008. Come Competere per i Contratti Finanziati dalle Banche Multilaterali di Sviluppo Torino 25-26 26 settembre,, 2008 Come Competere per i Contratti Finanziati dalle Banche Multilaterali di Sviluppo ALCUNE DELLE CARATTERISTICHE COMUNI A TUTTE LE BANCHE MULTILATERALI DI SVILUPPO MISSIONE:

Dettagli

LA GESTIONE DEI CONTRATTI DI FORNITURE, LAVORI E SERVIZI FINANZIATI DALLE BANCHE MULTILATERALI DI SVILUPPO Torino 17-18 giugno 2009 Approfondimento

LA GESTIONE DEI CONTRATTI DI FORNITURE, LAVORI E SERVIZI FINANZIATI DALLE BANCHE MULTILATERALI DI SVILUPPO Torino 17-18 giugno 2009 Approfondimento LA GESTIONE DEI CONTRATTI DI FORNITURE, LAVORI E SERVIZI FINANZIATI DALLE BANCHE MULTILATERALI DI SVILUPPO Torino 17-18 giugno 2009 Approfondimento Negoziazione e Firma del Contratto L aggiudicatario del

Dettagli

ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA

ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( ACCORDO )

Dettagli

Budget e Rendicontazione Finanziaria

Budget e Rendicontazione Finanziaria Budget e Rendicontazione Finanziaria DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 DALLA STRUTTURA DEL PROGETTO ALLA REDAZIONE DEL BUDGET 2 1. DALLA STRUTTURA DEL PROGETTO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 -FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 BANDO IN MEDICINA TERMALE RIABILITATIVA E OTORINOLARINGOIATRICA PROGETTI DI RICERCA FoRST invita a sottoporre proposte di finanziamento

Dettagli

SMS - Mobilità studenti ai fini di studio. Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile)

SMS - Mobilità studenti ai fini di studio. Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) SMS - Mobilità studenti ai fini di studio Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) L Accordo deve essere firmato prima dallo studente e successivamente dal Rappresentate

Dettagli

Elementi di progettazione europea La gestione dei progetti europei: aspetti tecnici, amministrativi, di rendicontazione e finanziari

Elementi di progettazione europea La gestione dei progetti europei: aspetti tecnici, amministrativi, di rendicontazione e finanziari Elementi di progettazione europea La gestione dei progetti europei: aspetti tecnici, amministrativi, di rendicontazione e finanziari Giuseppe Caruso Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune

Dettagli

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA Pag. 1 / 5 Foglio Informativo FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero

Dettagli

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N.

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. e: L Istituto (Denominazione istituto di appartenenza): Indirizzo completo:

Dettagli

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE Le seguenti disposizioni compongono la Politica di Tutela dei Dati relativi alle Risorse Umane del Gruppo Dassault

Dettagli

PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per

PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per Allegato 2 PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE A) Offerta presso lo sportello e fuori sede PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE per conto corrente depositi finanziamenti leasing credito

Dettagli

Regole aggiuntive ADR della Corte arbitrale presso la Camera Economica della Repubblica Ceca e la Camera Agraria della Repubblica Ceca

Regole aggiuntive ADR della Corte arbitrale presso la Camera Economica della Repubblica Ceca e la Camera Agraria della Repubblica Ceca Economica della e la Camera Agraria della A GENERALITÀ... 2 1 Ambito di applicazione...2 2 Definizioni...2 3 Tariffe e pagamento...2 4 Istruzioni per le comunicazioni...2 5 Firma elettronica...2 6 Scadenze...3

Dettagli

RENDICONTAZIONE PROGETTI & PREPARAZIONE AUDIT LINEE GUIDA

RENDICONTAZIONE PROGETTI & PREPARAZIONE AUDIT LINEE GUIDA RENDICONTAZIONE PROGETTI & PREPARAZIONE AUDIT LINEE GUIDA Milano aprile 2009 1. VERIFICHE CONTABILI Verificare che i tassi di cambio siano correttamente inseriti: o cambio info Euro per tutti i mesi o

Dettagli

SMS - Mobilità studenti ai fini di studio. Modello di Accordo Link Campus University/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile)

SMS - Mobilità studenti ai fini di studio. Modello di Accordo Link Campus University/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) SMS - Mobilità studenti ai fini di studio Modello di Accordo Link Campus University/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) L Accordo deve essere firmato prima dallo studente e successivamente

Dettagli

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per finanziatore Santander Consumer Bank S.p.A. indirizzo Via Nizza, 262/26-10126 Torino telefono 011 63 18 111 email santanderconsumer@santanderconsumer.it fax 011 19 52 61 18 sito web www.santanderconsumer.it

Dettagli

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA L AVVISO RIGUARDA LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS.385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO T.U.B.) E DALLE ISTRUZIONI

Dettagli

INVITO A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA. 1. L Istituto Universitario Europeo (IUE), intende aggiudicare l appalto pubblico in oggetto.

INVITO A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA. 1. L Istituto Universitario Europeo (IUE), intende aggiudicare l appalto pubblico in oggetto. Il testo italiano è una traduzione da quello originale in lingua inglese per consentire una maggiore fruibilità dello stesso da parte dei concorrenti interessati. In caso di dubbio, disputa o involontario

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Registrazione partecipanti. I controlli di I livello. Domande /Confronto. Chiusura lavori

Registrazione partecipanti. I controlli di I livello. Domande /Confronto. Chiusura lavori Registrazione partecipanti Il controllo contabile della Relazione finale I controlli di I livello Domande /Confronto Chiusura lavori Costi eleggibili art. II.14.1 dell Accordo di sovvenzione I costi, per

Dettagli

Standard di qualità swissstaffing

Standard di qualità swissstaffing Pag. 1 Standard di qualità swissstaffing In generale Nell articolo che enuncia lo scopo, swissstaffing garantisce ai suoi partner commerciali, anche mediante direttive e standard chiaramente definiti,

Dettagli

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale

Dettagli

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione Premessa Il presente documento regola le modalità di rendicontazione, ai fini dell

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 Circolare n. 13 IDR/cg 10 aprile 2012 DIRETTIVA UE N. 2011/83/UE - MODIFI- CHE ALLA DISCIPLINA RELATIVA AI DIRITTI DEI CONSUMATORI Il 25 ottobre 2011 il Parlamento

Dettagli

Alcun interesse debitore, penali o commissioni massimo scoperto trimestrali, quali oneri per passaggi a debito, possono essere accettati.

Alcun interesse debitore, penali o commissioni massimo scoperto trimestrali, quali oneri per passaggi a debito, possono essere accettati. Allegato 1 1. Caratteristiche del mandato: Gli scopi principali dell appalto sono: - esecuzione delle transazioni sia in partenza che in arrivo per via elettronica - ottenimento del miglior tasso creditore

Dettagli

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI)

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI) * Traduzione a cura dell Ufficio Relazioni Internazionali e Comunitarie maggio 2007 INTOSAI STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI)

Dettagli

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Pag. 1 / 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO BIVERBANCA S.p.A. Via Carso 15-13900 Biella Numero verde 800.06.63.45 (e-mail biverbk@biverbanca.it. / sito internet www.biverbanca.it) N. iscrizione Albo

Dettagli

Mobilità docenti per attività didattica da Impresa. Modello di Accordo Istituto/Docente clausole minime obbligatorie (fac-simile)

Mobilità docenti per attività didattica da Impresa. Modello di Accordo Istituto/Docente clausole minime obbligatorie (fac-simile) Mobilità docenti per attività didattica da Impresa Modello di Accordo Istituto/Docente clausole minime obbligatorie (fac-simile) L Accordo deve essere firmato prima dal docente e successivamente dal Rappresentante

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI ART. 1 Oggetto dell appalto è la somministrazione di servizio

Dettagli

UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI

UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI . UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ISTITUTO DI CREDITO AI FINI DELLA CONTRAZIONE DI UN MUTUO DELL IMPORTO MASSIMO DI EURO 3.550.000,00= PER IL

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Il Codice di condotta commerciale per la vendita di gas naturale Cosa riguarda Quando si applica Con la liberalizzazione del mercato del gas naturale, tutti i clienti del servizio gas hanno la possibilità

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

LA NEGOZIAZIONE DEL CONTRATTO pag. 32 Checklist pag. 33

LA NEGOZIAZIONE DEL CONTRATTO pag. 32 Checklist pag. 33 Pubblicazione fuori commercio. È consentita la riproduzione con citazione della fonte. Aggiornata a maggio 2010 INDICE Consulenti INTRODUZIONE pag. 01 LE PRINCIPALI BANCHE MULTILATERALI DI SVILUPPO (BMS)

Dettagli

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Umberto I

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Umberto I Regione Siciliana Ministero dell Istruzione Unione Europea Assessorato Regionale P. I. dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Umberto I LICEO CLASSICO STATALE "UMBERTO

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI

CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI ALLEGATO B Chiarimenti amministrativi INIZIATIVA DI EMERGENZA PER LA PROTEZIONE DEI RIFUGIATI E DELLA POPOLAZIONE A RISCHIO DI SFOLLAMENTO NELL'AREA C DELLA WEST BANK E A GERUSALEMME EST (AID 10736) CHIARIMENTI

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020; deliberazioni relative.

Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020; deliberazioni relative. Assemblea ordinaria 20 aprile 2012 prima convocazione 21 aprile 2012 seconda convocazione Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020;

Dettagli

La gestione del progetto: aspetti finanziari

La gestione del progetto: aspetti finanziari Seminario di assistenza tecnica alla gestione dei Progetti Multilaterali di Trasferimento dell Innovazione (TOI 2013) Roma, 8 novembre 2013 ISFOL Sala Auditorium La gestione del progetto: aspetti finanziari

Dettagli

Regolamento per l ottenimento degli attestati modulari 1 e 2 con verifica delle equivalenze

Regolamento per l ottenimento degli attestati modulari 1 e 2 con verifica delle equivalenze Commissione qualità Ufficio qualificazione INTERPRET c/o IDEA sagl Piazza Nosetto 3 6500 Bellinzona Tel. 091 858 02 15 Fax 091 840 11 44 qualification@inter-pret.ch Regolamento per l ottenimento degli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta INFORMATIVA SULLA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI A TASSO VARIABILE SECONDO QUANTO PREVISTO DALLA CONVENZIONE ABI MEF IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DL 93/2008 (CONVERTITO IN LEGGE 126/2008) DOMANDE E RISPOSTE

Dettagli

ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO

ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA APERTA PER LA CONTRAZIONE DI LEASING IMMOBILIARE FINALIZZATO ALL ACQUISTO DELL IMMOBILE PROVANA S.P.A. DESTINATO A NUOVA SEDE UFFICI COMUNALI. (leasing immobiliare

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Prot N. 0007364/A32 del 02 ottobre 13 REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE CONSIDERATO che le Istituzioni Scolastiche, per l affidamento di lavori, servizi

Dettagli

COMUNE DI MEZZANE DI SOTTO 37030 Mezzane di Sotto VR Via 4 Novembre, 6 Tel 045 8880100 Fax 045 8880084

COMUNE DI MEZZANE DI SOTTO 37030 Mezzane di Sotto VR Via 4 Novembre, 6 Tel 045 8880100 Fax 045 8880084 COMUNE DI MEZZANE DI SOTTO 37030 Mezzane di Sotto VR Via 4 Novembre, 6 Tel 045 8880100 Fax 045 8880084 AFFIDAMENTO IN ECONOMIA MEDIANTE RdO sul Me.PA. SERVIZIO DI PREDISPOSIZIONE, STAMPA, IMBUSTAMENTO

Dettagli

Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di stampa gestiti presso l Istituto Universitario Europeo

Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di stampa gestiti presso l Istituto Universitario Europeo Lettera d invito a presentare offerte Busta 1 Gentili signori e signore, Oggetto: Riferimento: Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di stampa gestiti presso l Istituto Universitario Europeo

Dettagli

Regole aggiuntive ADR della Corte arbitrale presso la Camera Economica della Repubblica Ceca e la Camera Agraria della Repubblica Ceca

Regole aggiuntive ADR della Corte arbitrale presso la Camera Economica della Repubblica Ceca e la Camera Agraria della Repubblica Ceca Economica della e la Camera Agraria della A GENERALITÀ...2 1 Ambito di applicazione... 2 2 Definizioni... 2 3 Tariffe e pagamento... 2 4 Istruzioni per le comunicazioni... 2 5 Scadenze... 2 B SVOLGIMENTO

Dettagli

Regolamento incarichi esperti esterni

Regolamento incarichi esperti esterni MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. GIOVANNI XXIII Infanzia- Primaria- Scuola Secondaria di 1 Grado Via Garibaldi, snc 00012 Villanova

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al ANTICIPAZIONE BANCARIA A SCADENZA FISSA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al ANTICIPAZIONE BANCARIA A SCADENZA FISSA FOGLIO INFORMATIVO relativo al ANTICIPAZIONE BANCARIA A SCADENZA FISSA Data ultimo aggiornamento: 1 luglio 2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Pescia - Credito Cooperativo Società Cooperativa sede legale:

Dettagli

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Art. 1 - Ambito di applicazione del Regolamento Art. 2 - Segreteria Art. 3 - Responsabile Art. 4 - Mediatori Art. 5 - Avvio della Procedura di Mediazione Art. 6 - Luogo della

Dettagli

Istituto Onnicomprensivo annesso al Convitto Nazionale C. Colombo

Istituto Onnicomprensivo annesso al Convitto Nazionale C. Colombo Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Istituto Onnicomprensivo annesso al Convitto Nazionale C. Colombo 16124 Genova Via Dino Bellucci, 4 - tel. 010.2512421 fax 010.2512408 Sede Via Dino Bellucci,

Dettagli

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Progetto d esame: gestione trasferte

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Progetto d esame: gestione trasferte Corso di Laboratorio di Basi di Dati Progetto d esame: gestione trasferte Prof. Pierluigi Pierini Anno accademico 2007-2008 Premessa La specifica del problema, data nei paragrafi seguenti, è necessariamente

Dettagli

Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy. Data. Dichiarazione d impegno unilaterale

Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy. Data. Dichiarazione d impegno unilaterale Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy Data Dichiarazione d impegno unilaterale Il sottoscritto / la sottoscritta, nato il a titolare / legale rappresentante

Dettagli

Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati. Comenius Regio. Firenze 10 dicembre 2012 Sala Auditorium di Sant'Apollonia Firenze

Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati. Comenius Regio. Firenze 10 dicembre 2012 Sala Auditorium di Sant'Apollonia Firenze Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati Comenius Regio Firenze 10 dicembre 2012 Sala Auditorium di Sant'Apollonia Firenze COMENIUS REGIO LA STRUTTURA DEL BUDGET Stefania De Lellis Ufficio

Dettagli

ASP Lazzarelli San Severino Marche

ASP Lazzarelli San Severino Marche CAPITOLATO SPECIALE APPALTO SERVIZIO TESORERIA ASP LAZZARELLI PERIODO 2015/2019 1. OGGETTO DELLA CONVENZIONE...2 2. ESERCIZIO FINANZIARIO...2 3. GRATUITÀ DEL SERVIZIO...2 4. INDICAZIONE DEI REGISTRI CHE

Dettagli

CTV - CENTRO TERRITORIALE PER IL VOLONTARIATO REGOLAMENTO ECONOMALE

CTV - CENTRO TERRITORIALE PER IL VOLONTARIATO REGOLAMENTO ECONOMALE CTV - CENTRO TERRITORIALE PER IL VOLONTARIATO REGOLAMENTO ECONOMALE I. PROCEDURE DI ACQUISTI DI BENI E/O SERVIZI 1. Cassa economale e Procedura per pagamenti contanti fino a 500 (IVA inclusa) Presso la

Dettagli

GRUPPO DASSAULT SYSTÈMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI DEI CANDIDATI

GRUPPO DASSAULT SYSTÈMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI DEI CANDIDATI GRUPPO DASSAULT SYSTÈMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI DEI CANDIDATI Nello svolgimento delle proprie attività, Dassault Systèmes e le sue controllate (collettivamente 3DS ) raccolgono i Dati Personali

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Allegato 1 CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Art. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto ha per oggetto la fornitura di

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO In esecuzione della determinazione n. 243 RG del 08.06.2016

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Foglio Informativo n. 1/2015 del 1 gennaio 2015. Finanziamenti a breve, medio o lungo termine

Foglio Informativo n. 1/2015 del 1 gennaio 2015. Finanziamenti a breve, medio o lungo termine del 1 gennaio 2015 Finanziamenti a breve, medio o lungo termine Informazioni sulla Banca HSBC Bank plc Società di diritto estero, capogruppo del gruppo bancario estero HSBC Bank plc Sede legale: 8 Canada

Dettagli

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL Unione Europea GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL BANDO PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI UNITÁ DI RICERCA 1^ scadenza e 2^ scadenza: DGR n. 1988/2011 e successive modificazioni

Dettagli

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE Si riporta di seguito una sintesi delle principali disposizioni normative riguardanti il trattamento di missione e i rimborsi spese. Per maggiori dettagli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Ostuni Società Cooperativa Largo Mons. Italo Pignatelli n.2 72017 Ostuni Tel.: 0831-301241

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista

CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista ex D.lgs 28/2010 e D.M.180/2010 Milano 3-5 - 10-14 - 16-28 Febbraio 2011 In collaborazione con gli Enti Formativi: NICOS ADR ADR CONCILMED www.adrsemplifica.it

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA Data release 15/12/2014 N release 0015 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Sede legale: P.za Ferrari 15-47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Prot. n. 1270/C 14 Sorbolo, 18 marzo 2011 Raccomandata A.R. n C.I.G. 1513378F04

Prot. n. 1270/C 14 Sorbolo, 18 marzo 2011 Raccomandata A.R. n C.I.G. 1513378F04 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Scuole materna elementari e medie di Sorbolo e Mezzani Via Garibaldi, 29 43058 SORBOLO (PR)Tel. 0521/697705 Fax 0521/698179 e-mail: pric81400t@istruzione.it Prot. n. 1270/C

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del contratto

Art. 1 - Oggetto del contratto CAPITOLATO TECNICO ECONOMICO PER LA CONTRAZIONE DI MUTUO DESTINATO AL FINANZIAMENTO DI SPESE DI INVESTIMENTO (D. LGS. 17/3/1995 N. 157, ART. 6, COMMA 1, LETT. A; ART. 23, COMMA 1, LETT. A; ALLEGATO 1,

Dettagli

SMP - Mobilità studenti ai fini di placement. Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile)

SMP - Mobilità studenti ai fini di placement. Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) SMP - Mobilità studenti ai fini di placement Modello di Accordo Istituto/Studente clausole minime obbligatorie (fac-simile) L Accordo deve essere firmato prima dallo studente e successivamente dal Rappresentate

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Firenze, 26 novembre 2014 Agenzia Erasmus + - Firenze Partenariati strategici KA2

Cambiare vita, aprire la mente. Firenze, 26 novembre 2014 Agenzia Erasmus + - Firenze Partenariati strategici KA2 Cambiare vita, aprire la mente. Firenze, 26 novembre 2014 Agenzia Erasmus + - Firenze Partenariati strategici KA2 Il nostro progetto è stato approvato e ora? Ecco i prossimi step da seguire: 2 Com è composto

Dettagli

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito 1. Identità e contatti del finanziatore Finanziatore Igea Banca S.p.A.. Indirizzo Sede legale: Via Paisiello, 38 00198 Roma (CT) Telefono 095 7724145 Email segreteria@igeabanca.it Fax 095 7724145 Sito

Dettagli

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996)

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) Introduzione - Premessa Nel contesto della Politica di tutela del consumatore dell Unione Europea, richiamata in particolare nella Direttiva sui Viaggi

Dettagli

INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI

INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI ALLEGATO B Chiarimenti amministrativi INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI PREMESSA Il presente documento, quale parte integrante del Disciplinare d Incarico,

Dettagli

Condizioni Generali. Versione del 25.3.2015

Condizioni Generali. Versione del 25.3.2015 CG Versione del 25.3.2015 Contenuto 1 Premesse... 3 2 Servizi e prodotti... 3 2.1 Fatturazione tramite la Cassa dei Medici... 3 2.2 Fatturazione tramite la Cassa dei Medici con controllo dei debitori...

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE

ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE Approvato con D.C.C. n. 169 del 09.11.1995 e D.C.C. n. 6 del 13.02.1996 esecutive FINALITÀ Art. 1 1. La legge 142/90 e lo Statuto Comunale pongono a carico delle

Dettagli

Condizioni generali di contratto (CGC) TranslationArtwork

Condizioni generali di contratto (CGC) TranslationArtwork Condizioni generali di contratto (CGC) TranslationArtwork Luglio 2015 - Versione 2.0 Indice 1 Campo di applicazione... 2 2 Oggetto del contratto... 2 3 Accordo contrattuale... 2 4 Fornitura... 3 5 Obblighi

Dettagli

LEED 2009 Italia Nuove Costruzioni e Ristrutturazioni

LEED 2009 Italia Nuove Costruzioni e Ristrutturazioni Registrare e gestire un progetto in LEED Online sotto il Rating System LEED 2009 Italia Nuove Costruzioni e Ristrutturazioni GUIDA INTRODUTTIVA Rev.: 5 14 dicembre 2011 LEED Online Registrazione di Progetti

Dettagli

GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE

GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE La presente guida fornisce spiegazioni sulle diverse categorie di problemi e di richieste del consumatore, nonché alcuni esempi

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO INDICE Articolo 1 Affidamento del servizio pagina 2 Articolo

Dettagli

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE COMUNE DI GIOIA DEL COLLE Provincia di Bari Piazza Margherita di Savoia, 10 www.comune.gioiadelcolle.ba.it P.Iva: 02411370725 C.F.: 82000010726 CAPITOLATO D ONERI Fornitura di manifesti di comunicazione

Dettagli

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese Allegato 1 L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10 Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese SEZIONE EMERGENZE MODULO DI DOMANDA (da inoltrare

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

COSTRUZIONI INTERNAZIONALI: PROCEDURE, CONTRATTUALISTICA E RISOLUZIONE DELLE LITI II MODULO DI APPROFONDIMENTO

COSTRUZIONI INTERNAZIONALI: PROCEDURE, CONTRATTUALISTICA E RISOLUZIONE DELLE LITI II MODULO DI APPROFONDIMENTO COSTRUZIONI INTERNAZIONALI: PROCEDURE, CONTRATTUALISTICA E RISOLUZIONE DELLE LITI II MODULO DI APPROFONDIMENTO PROCEDURE DI AGGIUDICAZIONE INTERNAZIONALI: problemi pratici Avv. Velia M. Leone Roma, 27

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO DI 6.480.000,00 PER IL FINANZIAMENTO DELL

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO DI 6.480.000,00 PER IL FINANZIAMENTO DELL CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO DI 6.480.000,00 PER IL FINANZIAMENTO DELL ESECUZIONE DI OPERE ED IMPIANTI A VANTAGGIO DELLA GESTIONE

Dettagli

FINPIEMONTE S.P.A. Soggetta a Direzione e Coordinamento Regione Piemonte

FINPIEMONTE S.P.A. Soggetta a Direzione e Coordinamento Regione Piemonte GARA CIG N. 3012971E4F APPALTO DI SERVIZI FINANZIARI - CATEGORIA 6 ALLEGATO II D.LGS. 163/2006 RILASCIO DI GARANZIA FINANZIAMENTO BEI PROGETTO REGIONE PIEMONTE LOAN FOR SMES FINPIEMONTE S.P.A. Soggetta

Dettagli

Foglio Informativo n. 81. Deposito a Risparmio

Foglio Informativo n. 81. Deposito a Risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Roma Società Cooperativa fondata nel 1954 Sede Legale, Presidenza e Direzione Generale in Via Sardegna, 129-00187 Roma Tel. 06 5286.1 - Fax 06 5286.3305

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Parco delle Groane Sede Solaro Via della Polveriera, 2 Provincia di Milano/Monza e Brianza BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Art. 55 D.Lgs. 163/2006 INTERVENTI DI COMPENSAZIONE AMBIENTALE IN LOCALITA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING Enel.factor S.p.A. Codice Fiscale e partita IVA: 06152631005 Gruppo di appartenenza: Enel Sede legale: 00198

Dettagli

B.ART - Arte in Barriera Il regolamento

B.ART - Arte in Barriera Il regolamento Regolamento B.ART - Arte in Barriera Il regolamento Articolo 1 // Il regolamento Il presente regolamento costituisce, a mente dell art. 4 del bando, parte integrante dello stesso e definisce in dettaglio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

RENDO & CONTO - CONTO DEPOSITO VINCOLATO A PARTITE-

RENDO & CONTO - CONTO DEPOSITO VINCOLATO A PARTITE- Data release 30/11/2015 N release 0016 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Sede legale: P.za Ferrari 15-47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITI A RISPARMIO LIBERI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511

Dettagli