Nasce la Fondazione Mia Martini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nasce la Fondazione Mia Martini"

Transcript

1 Con il Patrocinio della Provincia di Roma Nasce la Fondazione Mia Martini Conferenza Stampa 30 ottobre, ore Sala Peppino Impastato, Palazzo Valentini, Via IV Novembre 119 Il 30 ottobre alle ore presso Palazzo Valentini, Sala Peppino Impastato, verrà presentata a stampa e addetti ai lavori la Fondazione Mia Martini. Iniziativa fortemente voluta da Leda Bertè - sorella maggiore della grande interprete - con il Patrocinio della Provincia di Roma, la Fondazione vuole finalmente accendere un cono di luce sulla figura di una delle più grandi artiste italiane di sempre, raccogliendo in un unica struttura il lavoro, l anima e la memoria di Mia Martini. La Mia Martini donna - violata - che ha parlato alle donne e per le donne, la Mia Martini interprete che ha dato voce, fuor di metafora, alla condizione femminile e al suo mondo ricco di incredibili risvolti, la Mia Martini autrice che non ha mai smesso di raccontate storie, tra gioie e sofferenze, con quella forza espressiva che la pone al di sopra di ogni altra interprete italiana. Nessun concerto era uguale a un altro, ogni occasione live era una scoperta dell anima travagliata e complessa di un artista unica che ora rivive finalmente nelle attività della Fondazione Mia Martini Il nostro intento è quello di dare una giusta collocazione ad una delle più grandi interpreti della canzone italiana, Mia Martini, e far si che il suo mito rimanga intramontabile nel tempo preannuncia Leda Bertè sorella maggiore di Mia a cui si deve la nascita della Fondazione. Valorizzazioni di progetti musicali emergenti, con un attenzione particolare al femminile, ma anche iniziative etiche e sociali indirizzate al recupero psicologico, sempre attraverso il linguaggio musicale, di donne violate, e la creazione di un archivio definitivo, sono gli obiettivi principali della Fondazione che presenterà l intero progetto martedì 30 ottobre presso la sede della Provincia di Roma, Palazzo Valentini, Via IV Novembre 119, Sala Peppino Impastato, alle ore 12. Ufficio Stampa Marta Volterra Serena Cerracchio

2 Mi chiamo Leda Bertè e sono, per diritto di primogenitura (come diceva mia nonna Domenica), la prima delle sorelle Bertè. Non ho doti artistiche conclamate (e questo è, forse, un lato positivo), in compenso sono molto riflessiva (da buon capricorno), dotata di senso critico, intuizione, costanza e caparbietà. Queste peculiarità mi hanno permesso di districarmi tra le follie, proprie di grandi artiste, con le quali ho dovuto convivere in tutti questi anni di "militanza" in una strana e "sgarrupata" famiglia. Dopo la scomparsa di nostra madre e dopo essere stata colpita in prima persona da una grave malattia, ho deciso di dare vita a questa Fondazione con l'aiuto, indispensabile, di quattro amici. Non siamo solo "quattro amici al bar" (della Capitale), ma, anche in altre sedi: porteremo avanti questo progetto finalmente decollato. Il nostro intento è quello di dare una giusta collocazione ad una delle più grandi interpreti della canzone italiana: Mia Martini, e far si che il suo mito rimanga intramontabile nel tempo. Con infinita modestia, grazie di cuore a tutti coloro che parteciperanno attivamente alla realizzazione di questo splendido sogno. Con affetto Leda Bertè

3 MIA MARTINI: STORIA, MUSICA, ARTE A cura di Marta Volterra Interprete, autrice, artista, Mia Martini, al secolo Domenica Adriana Rita Bertè nasce a Bagnara Calabra il 20 settembre Fin da piccolissima, come le sorelle, inizia a studiare musica, e debutta con il suo nome anagrafico già nei primi anni sessanta. Il contesto musicale dell'epoca fa sì che fin da subito si faccia notare per la presenza vocale e non solo: già si inizia a intravedere nella giovanissima artista, che come produttore discografico e autore ha Carlo Alberto Rossi, un approccio diverso alla materia. Il suo destino è altrove, musicalmente parlando. Dobbiamo arrivare al 1971 per scoprire la Mia Martini che tutti conoscono, con quell'animo complesso e tormentato che la porterà alla storia. E' proprio del 1971, infatti, il suo primo album "Oltre la collina" definito dalla critica (Paola Provvedini, Corriere della Sera, 14 aprile 2001) uno dei migliori in assoluto mai realizzato da una donna. Mimì è già in grado di unire le sue grandi doti vocali a un travaglio dell'anima che porta dentro ogni canzone una cifra stilistica unica nel suo genere e che, di lì a poco, la porterà ad affermarsi nel contesto nazionale. Nel 1973, con Minuetto di Baldan Bembo e Franco Califano il trionfo è europeo. Non tutti lo sanno, ma si deve proprio a lei l'istituzione al Festival di Sanremo del Premio della Critica. E' il 1982 e in piena relazione con Ivano Fossati, Mia porta sul palco dell'ariston "E non finisce mica il cielo" scritta per lei dallo stesso autore genovese. Il risultato è sbalorditivo e la stampa ritiene opportuno creare ad hoc un riconoscimento che diventerà tra quelli italiani più importanti: il premio della critica, appunto. Del 1982 è anche un altro grande successo: Quante Volte. Mia Martini è sulla cresta dell'onda: un'artista indiscussa e che riesce a catturare il pubblico come pochi altri suoi contemporanei. Dopo alcuni anni però, arriva il periodo buio della sua carriera. Vittima delle malignità e dell'invidia di alcuni colleghi, che diffondono strane voci, Mimì viene emarginata e addirittura pensa di abbandonare la musica. "E' stato orribile" racconterà Mia nel 1992 a un giornalista "Questa cattiveria mi costrinse ad abbandonare il mondo della canzone. Il povero Salvetti, pur riconoscendo la mia bravura, mi prego' di non partecipare al Festivalbar, avrei cantato sola. Credo che quando si debba togliere di mezzo chi ha troppo successo si inventi la patente di jettatore, Pirandello docet. Meglio essere sospettati di avere l'aids. Si puo' dimostrare il contrario con un test. Ma per la jella che cosa si fa, una radiografia?". Fortunatamente nel 1989 torna, più forte e amata di prima, sul palco dell'ariston, con uno di quei brani che la farà definitivamente entrare nell'olimpo dei grandi della canzone italiana: Almeno Tu nell'universo, scritta per lei da un ispiratissimo Bruno Lauzi. Arrivano poi altri brani storici come "La nevicata del '56", "Gli uomini non cambiano" (presentati sempre a Sanremo) e "Cu 'mmè" in duetto con Roberto Murolo.

4 E' la consacrazione, ma di lì a poco arriverà anche la morte, il 12 maggio 1995, in circostanze non ancora chiarite. Il giorno dopo la sua scomparsa, il mondo della musica è in lutto. Riportiamo un estratto di un bellissimo articolo uscito all'indomani della morte. Un'analisi attenta, precisa e presente di Mario Luzzatto Fegiz, sul Corriere della Sera. "Una tragedia tutt'altro che annunciata scuote il mondo della musica leggera. Se n' e' andata all' improvviso una delle interpreti più grandi della canzone italiana, forse l'unica cantante importante della generazione successiva a Mina, Milva e Vanoni. La sua grande virtù fu quella di superare il tradizionale birignao, la manieristica enfasi dello stile nostrano, portando, grazie a una timbrica un po' roca a vocazione blues, le opere a lei affidate a una più alta dimensione artistica. Taluni la consideravano bizzosa e capricciosa, in realtà era soprattutto una perfezionista dotata di umanità, altruismo e fantasia".

5 CREARE UN ARCHIVIO E METTERLO A DISPOSIZONE DELLE GIOVANI CANTANTI E CANTAUTRICI Leda Bertè, che per un lungo periodo, il più buio, ospitò la sorella minore Mimì in casa sua, già da tempo aveva iniziato a collezionare, archiviare e scoprire materiale prezioso appartenuto all artista. Spartiti scritti a mano, oggetti, vestiti, dischi, passioni varie: questa ricerca ha portato alla luce una serie di elementi che raccontano la vita travagliata di un artista completa che è diventata una delle più grandi interpreti italiane non solo per la sua grande voce, ma anche per la grande anima di cui era dotata. Anima che si ritrova in una collezione di testi, anche inediti, che lei stessa ha scritto e mai reso noti, insieme ad appunti di studio e immagini di se. La Fondazione Mia Martini, unendo questi ad altri materiali, darà vita a un vero e proprio archivio, completo, unico, strutturato e in continua crescita, che metterà a disposizione per lo studio della figura di Mia Martini, ma anche per lo sviluppo di nuovi progetti discografici di nuove voci. UN CONCORSO PER RIDARE VOCE AI BRANI DI MIA MARTINI Per dare nuova vita a un archivio musicale unico nel suo genere, la Fondazione Mia Martini apre le porte alle nuove leve della musica per produrre una compilation contenente inediti, e non solo, di Mimì. Con un concorso che chiama a raccolta cantautrici da tutta Italia e che avrà una data pubblica una volta al mese presso alcuni locali noti della capitale, si individueranno le voci che nella compilation in programma canteranno brani inediti e testi noti che hanno fatto entrare nella storia della musica Mia Martini. Un occasione per conoscere la nuova musica italiana al femminile e darle visibilità attraverso una figura che ha innanzitutto cantato le donne.

6 L ALTRA FACCIA DELLA LUNA a cura del Maestro Giuseppe Marcucci Dal punto di vista professionale, Mia Martini è stata un interprete inimitabile, unica. Attenta, rigorosa, non lasciava mai nulla al caso e ciò si evince dalle sue scelte artistiche. Determinata, attraverso la sua voce e le sue canzoni voleva comunicare i suoi stati d animo e visto il successo da lei ottenuto, dobbiamo dire che c era pienamente riuscita. Quando cantava, sprigionava un grande bisogno d amore. Desiderava amare ed essere amata. Mia Martini è stata un artista raffinata, elegante, ma anche viscerale, sempre capace di trasformare la quiete in rabbia. Una donna che ha difeso con grinta la sua arte, rimanendo coerente alle sue scelte con risolutezza e dignità. Per dirla come Gino Castaldo: mia martini ha cercato di tirare fuori dalla sua voce le ragioni del cuore, una rabbiosa e viscerale potenza che non ha mai mancato di stupire i suoi innumerevoli estimatori. Mia Martini autrice ha usato la forma canzone, anche per argomenti diversi da quelli in voga fino alla fine degli anni 50 e primi 60. Come interprete e autrice, ha cercato di innalzare il concetto di canzone, utilizzandola come veicolo divulgativo massimo, infarcendola di un linguaggio nuovo, colto, ricercato, che era sicuramente più vicino a ragazzi come lei. Captò, poiché la condivideva, la voglia di novità per idee e concetti diversi da quelli usati fino a quel momento nelle canzoni, cercando con la sua incredibile voce, strade armonico-melodiche, che piuttosto che soddisfare solo i discografici in quanto beneficiari del mercato, soddisfacessero anche lei e dunque chi fruiva la musica: i fans. Ci ha lasciato decine di documenti autoriali e musiche che stiamo catalogando, dai quali si scopre e rivaluta una grande interprete della musica a tutto tondo. Il materiale che stiamo vagliando proprio in questi giorni, ci fa scoprire un animo estremamente sensibile e ben preparato alle tematiche musicali. La forza delle sue composizioni è consistita nella semplicità della scrittura. I testi inediti che ci ha lasciato sono di grande qualità e tracciano, come una lama su un foglio, l andazzo della sua intera vita, forse vissuta troppo velocemente e senza l aiuto che lei avrebbe concesso in modo naturale e senza sovrastrutture, a qualsiasi altro essere umano, ma che a lei non fu mai offerto. E solo parzialmente vero che: Gli uomini non cambiano, poiché, almeno a parere di che vi parla, è la gente che non cambia mai!

7 NON CREDIAMO AL SUICIDIO DI MIA MARTINI a cura di Vincenzo Palladino La fondazione Mia Martini ha deciso di raccogliere tutte le informazioni necessarie per consentire la riapertura delle indagini. Non vogliamo stabilire quali siano state le cause della morte di Mia Martini, che consideriamo ormai note, ma vogliamo scoprire chi uccise Mia Martini. Le indagini svolte nei mesi di maggio-luglio del 1995 si concentrarono esclusivamente nell accertamento delle cause della morte dell artista. Un giovane sostituto procuratore, cauto e timoroso, chiese al medico legale Massimo Cristina, anatomopatologo di Busto Arsizio, di eseguire un accurata autopsia e indagini sui capelli per stabilire se Mia Martini assumeva cocaina da mesi. Il sostituto procuratore Luca Villa ebbe subito le idee chiare. Già la sera del 14 maggio 1995, intervistato dai cronisti, uscendo dalla casa di Mia Martini, dichiarò secco: per il momento posso solo confermare che la causa del decesso è overdose di cocaina, quella contenuta nelle due boccette di vetro trovate vicino al corpo della donna. Dopo circa due mesi, il risultato non poté essere diverso da quello che, dai primi minuti, sembrò evidente al sostituto procuratore. Non è stato un collasso cardiocircolatorio ad uccidere Mia Martini, dichiarò il medico legale Massimo Cristina, bensì un insufficienza cardiorespiratoria, conseguente all assunzione di cocaina, aggiungendo i particolari delle analisi tossicologiche e farmacologiche che cancellarono ogni dubbio sulla vera causa del decesso. L' esame sui capelli permise di accertare che negli ultimi sei mesi la cantante consumò cocaina con regolarità. E allora? Stabilire che con una pistola 7.65 è stato ucciso un uomo non significa scoprire chi ha sparato. Le indagini di allora non si spinsero mai oltre l accertamento delle cause della morte. Nessuno si chiese in che modo era arrivata in casa di Mia Martini quella notevole quantità di cocaina, nessuno eseguì indagini sulla qualità della stessa, se fu tagliata con eroina o con altre sostanze e chi compì questa operazione. Non fu mai identificato il fornitore di cocaina di Mia Martini. Nessuno degli investigatori si pose queste domande che avrebbero orientato le indagini nella ricerca di un omicida colposo perché dieci giorni dopo la scoperta del corpo di Mia Martini, con altrettanta sicumera, il sostituto procuratore, che rinvenne sotto il fax, posto sul tavolino nel corridoio di casa, un block notes, sul cui primo foglio era scritto: "Sono stanca. Non vale la pena vivere. Voglio morire", ebbe la prova della volontà di uccidersi di Mia Martini. Secondo un altra versione, sul primo foglio del block notes erano scritte dieci righe con una penna stilografica nera, firmate Mimì. Anche in questo caso fu commissionata una perizia per stabilire a quale periodo potesse risalire quella dichiarazione di stanchezza, quella voglia di morire. Anche stavolta il sostituto procuratore Luca Villa non ebbe nessun dubbio: si è voluta uccidere. Mia Martini, per la storia che sinora è stato possibile scrivere, si uccise. Assumendo notevoli dosi di cocaina. Pensando a questa ricostruzione, per l esperienza che noi tutti stiamo maturando con le indagini per mezzo televisivo, e a cui ormai ci stiamo abituando, riteniamo che Mia Martini avesse più possibilità di uccidersi colpendosi ripetutamente con una forchetta, piuttosto che assumendo cocaina.

8 Perché, come sanno bene i cocainomani, e come dichiarò all epoca dei fatti il medico legale Massimo Cristina Le morti per cocaina sono rarissime, ma quella droga può contribuire alle insufficienze respiratorie. Quindi Mia Martini aveva deciso di uccidersi, aveva scritto il suo bel foglietto, non l aveva messo in evidenza, ma nascosto sotto un fax ( furono necessari 10 giorni per trovarlo), e per non essere considerata una donna banale non scelse uno dei metodi tradizionali (cfr. dati Istat agosto 2012) per uccidersi. Scelse di uccidersi assumendo dosi di cocaina, correndo il rischio di salvarsi. A nostro avviso la verità è un altra. È quella descritta nelle cronache di quei giorni Quando se n'è andata stringeva fra le mani un foglio con la scaletta della prossima serata e sulla testa aveva la cuffia del walkman: ascoltava una delle sue indimenticabili canzoni. Secondo noi, chi stringe tra le mani un foglio con la scaletta della prossima serata ha voglia di continuare a cantare.

9 PROGETTO IPAZIA 2.0 A cura di Rocco Martino La Fondazione Mia Martini promuoverà un corso di formazione per formare formatori all uso di strumenti utili ad aiutare le donne a scegliere e prevenire. Organizzeremo un corso-pilota di comunicazione ermeneutica per operatrici ed operatori della rete dei centri e degli sportelli antiviolenza della Provincia di Roma e della Rete Nazionale Antiviolenza e Servizio telefonico 1522 del Dipartimento per le Pari Opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri. Mia Martini, interprete e cantautrice, per tre decenni, ha dato voce, parole e musiche, al dolore muto dell esistenza quotidiana delle donne. Alcune sue canzoni furono anche osteggiate o censurate o emarginate perché troppo libertarie e anticipatorie ( La malattia nell album Il giorno solo, 1973; Tutti uguali del 1975; Io donna io persona 1976; Libera del 1977). Nella voce di Mia Martini vi sono stati un senso e un emozione che hanno immerso nel bagno dell arte qualsiasi cosa lei abbia cantato: si tratta di quel raro fenomeno umano che in filosofia è noto come azione ermeneutica. Una voce cioè in grado di modificare entrambi i soggetti del canto e dell ascolto : l interprete e il fruitore, la cantante e il pubblico. Una voce che contribuisce a incrementare l essere del mondo e particolarmente de l altra metà del cielo. Una voce che supporta le donne. A volte, addirittura, i testi di alcune canzoni da lei interpretate, hanno acquisito significati altri e oltre le intenzioni e le emozioni degli autori; è il caso di Minuetto, L amore di una donna per il suo uomo è una lotta, dentro la donna, fra il corpo e il cuore; la forza attrattiva irresistibile della corporeità maschile nell intenzione dell autore del testo che lega la donna all amato che giunge a casa, prende il corpo dell amata, che invece con il cuore non vorrebbe, e poi se ne va. Ma questa donna, con la voce di Mia Martina, trasmette anche il messaggio che la resistenza è possibile, che una donna non è un corpo di proprietà del maschio e della sua forza primordiale. Questa donna amata e usata è anche un cuore che pensa, anche se ancora impotente, prigioniera del sentimento, ma con l intelligenza emotiva già attivata. Codesta struttura di incremento di senso che Mia Martina dà ad ogni testo, ad ogni musica, è una costante in tutta la sua carriera artistica: dalla prigione dei sentimenti e del desiderio perviene alla libertà della speranza agìta, del progetto attivo di prendere in mano la propria vita. Si pensi al testo di Almeno tu nell universo : assieme al sogno della sincerità per sempre di lui vi è già la pretesa, il diritto, che almeno tu nell universo non devi cambiare dall amore amato iniziale all amore tossico che vuole possedere e infine uccide. Un appello a prevenire il femminicido (mentale, psicologico e fisico). Nel decennio appena trascorso sono state fatte tre scoperte scientifiche relative alle connessioni fra linguaggi (la musica è un linguaggio universale), cervello, mente, ambienti e comportamenti: nel 2001 un frammento di DNA sul cromosoma umano numero sette è stato identificato come il gene del linguaggio (il FOXP2 dei genetisti); nel 2005 sono stati scoperti i neuroni mirror ; lo sviluppo delle applicazioni della TMS (stimolazione magnetica trans-cranica). Nel quadro di queste scoperte (FOXP2, Neuroni Mirror e TMS), nelle attività professionali di consulenza a singoli e gruppi (dal parlare in pubblico allo sviluppo delle leadership), abbiamo osservato e sperimentato che alcuni elementi costanti del linguaggio potrebbero essere segnale per prevenire e ri-progettare. Si tratta di una conferma scientifica e tecnica ai millenari metodi ero-tematici (la maieutica Socratica), ai sistemi dialettici (la forza del dialogo in situazioni di isegoria e di parresia) e ai processi ermeneutici (la comunicazione cognitiva).

10 L oggetto artistico (naturale o manufatto) ha potere ero-tematico, dialettico ed ermeneutico (altrimenti non acquisterebbe lo stato di oggetto artistico). La voce di Mia Martina (dono di natura e cura e studio e lavoro) ha tali potenze; ascoltare la sua voce aiuta a usare meglio la propria intelligenza emotiva. Oggi conosciamo anche strutture grammaticali che, in determinate condizioni, potrebbero avere lo stesso potere. O meglio, esistono persone che sanno, con maggiore efficacia ed efficienza di altre, come e quando decidere, fidarsi e affidarsi, apprendere ed educare, motivarsi e motivare, essere creative. Sono cinque abilità necessarie per vivere, per non ammazzarsi e non farsi ammazzare. Con il progetto IPAZIA 2.0 vorremmo realizzare il nostro sogno di formare almeno un operatrice per ognuno degli otto mila Comuni d Italia. Un operatrice che per la sua professione è a contatto con altre donne professioniste che svolgono un qualche servizio sociale o sanitario o scolastico o educativo o amministrativo o professionale o per le altre donne. Chi è IPAZIA? Molti anni fa un altra donna fu uccisa. Uccisa perché pensava e perché parlava. Uomini in gruppo la catturarono, la violarono, la scorticarono viva usando taglienti conchiglie ed infine la tagliarono a pezzi. Fu uccisa perché era una donna. Parlava agli uomini e in pubblico, esprimeva il proprio pensiero in un modo speciale: dialogando migliorava i pensieri degli altri, ma era una donna. Era un giorno di primavera del 415, milleseicento anni fa, ad Alessandria d Egitto; in quel modo fu uccisa Ipazia, all età di 47 anni. Si è trattato di un femminicidio. Ipazia, matematica e filosofa, era anche la custode, l organizzatrice e l animatrice della più grande biblioteca dell antichità (la prima wikipedia), la biblioteca di Alessandria (fondata nel 332 a.c, distrutta nel 47 a.c, nel 270 d.c, nel 391, nel 646 e ricostruita ed inaugurata il 16 ottobre del 2002).

11 ORGANIGRAMMA E FONDATORI Leda Bertè, Presidente della Fondazione 3 uomini, 3 figlie, 2 nipoti, 1 cane, 2 divorzi, tanto amore, molto burraco e ricordi da non cancellare. Maestro Giuseppe Marcucci, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico Autore e compositore, nato a Roma dove vive con la famiglia. Con la poesia musicale, ogni giorno, sconfigge la natura matrigna. Promotore della fondazione Mia Martini, amico di Leda Bertè (sorella maggiore di Mia). Rocco Giuseppe Martino, Responsabile progetto IPAZIA 2.0 Consulente organizzativo, calabrese di Cutro (l antica Kyterion). Vive a Roma con la moglie ed un figlio. Esperto di neurolinguistica applicata alle strategie decisionali. Convinto dal maestro Giuseppe Marcucci ad essere fra i promotori della Fondazione Mia Martini. Vincenzo Palladino, Direttore della Fondazione Giornalista, politologo, consulente politico, esperto di marketing elettorale, una forte passione per la storia, autore di libri, ha accettato l incarico di direttore della Fondazione Mia Martini.

Il Libro Fondativo per incontrare l umano. Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris

Il Libro Fondativo per incontrare l umano. Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris Il Libro Fondativo per incontrare l umano Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris Il libro E composto di tre parti. Nella prima è presentata l intuizione che regge il libro, frutto di un lavoro

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi)

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Archivio del sito http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore Fausto Arconi (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Il nostro collaboratore Paolo Piccardo era da lungo tempo alla ricerca

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

www.metodobillings.it

www.metodobillings.it Si riporta nel seguito l intervista alla Dott.ssa Piera di Maria, riportata alla pag. 11 del Bollettino. La versione integrale del bollettino e scaricabile dal sito del C.L.O.M.B. Centro Lombardo Metodo

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È ESCUELA OFICIAL DE IDIOMAS OVIEDO CENTRO DE AUTOAPRENDIZAJE IDIOMA: ITALIANO PRÁCTICA: COMPRENSIÓN ORAL NIVEL: NIVEL INTERMEDIO MATERIAL: CINTA / CUESTIONARIO / SOLUCIONES TEMA: PREPOSIZIONI/ LESSICO Grande

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned Gli anni della persecuzione nazista Dario Venegoni li ha vissuti attraverso

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale SCUOLA PRIMARIA GIOTTO CARPI Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale Anno Scolastico 2011-2012 Insegnanti

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione di una sequenze di idee nella forma più breve possibile

di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione di una sequenze di idee nella forma più breve possibile storia di un pensiero che da lineare ritornò ad essere radiale le mappe mentali:rappresentazione grafica del pensiero. seconda puntata di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Musica, arti e creatività. Musica e poesia: una partitura nel testo parlato Relazione a due voci di ANNALISA SPADOLINI e MICHELE TORTORICI

Musica, arti e creatività. Musica e poesia: una partitura nel testo parlato Relazione a due voci di ANNALISA SPADOLINI e MICHELE TORTORICI Musica, arti e creatività Il fondamento filosofico del fare musica tutti nel sistema formativo Convegno internazionale di studi IV Edizione Roma, 31 marzo - 1 aprile 2011 Musica e poesia: una partitura

Dettagli

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia)

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Classe 5^A a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Autori: Bagni Heloà Cadeddu Federico Caramaschi Marco Carretti Elisa Cella Samuele Collaku Selmir De Luca Annapia

Dettagli

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi LIBERI DI VOLARE Concorso di pittura a premi Arzignano, 11 Aprile 2014 Premessa della giuria: gli elaborati prodotti dagli alunni partecipanti, hanno evidenziato un notevole impegno; molti lavori si sono

Dettagli

------------------------------------

------------------------------------ I DISCORSI E LE PAROLE -Comunicazione, lingua, cultura Abstract I LIBRI NELLA SCUOLA D'INFANZIA Alessio Domenighini Brescia, Auditorium IS LUNARDI - 1 dicembre 2009 ------------------------------------

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE A cura del Dott. Maurizio Francesco Molteni (psicoterapeuta) e di Stefania Giovanna Maggetto (psicologa) Indice a-1) Che cos è il gioco-fiaba animato

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Premessa Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Partendo dall esperienza dello scorso anno che ha visto impegnate n.8 classi di scuola secondaria di I e di II grado (di Milano e delle

Dettagli

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente.

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente. Che cos è un testo? Il termine testo (dal latino textus "intreccio, tessuto") sta ad indicare un insieme di parole, scritte od orali, strutturato in base alle norme di una certa lingua per comunicare un

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

E TU, CHE DRAGO SEI? Formazione & Coach-Counselling PER BAMBINI, RAGAZZI, GIOVANI E GENITORI PRESENTA IL PROGETTO

E TU, CHE DRAGO SEI? Formazione & Coach-Counselling PER BAMBINI, RAGAZZI, GIOVANI E GENITORI PRESENTA IL PROGETTO Formazione & Coach-Counselling di Fabio Preti - Savignano sul Panaro (MO) Cell. 339 2822359 E mail: fabio.preti60@gmail.com Website: www.formazioneecoachcounselling.it PRESENTA IL PROGETTO E TU, CHE DRAGO

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

La non scuola al Teatro delle Albe - Aprile 2014

La non scuola al Teatro delle Albe - Aprile 2014 La non scuola al Teatro delle Albe - Aprile 2014 Intervista estratta dalla Tesi di Master in Teatro nel Sociale e Drammateriapia dal titolo: Teatro Sociale e Competenze Trasversali: per lo sviluppo degli

Dettagli

Sommario: Pag. 4...Introduzione. Pag. 5...Presentazioni dei brani. Pag. 7... DOLCE MELODIA per clarinetto, sax, flauto e pianoforte

Sommario: Pag. 4...Introduzione. Pag. 5...Presentazioni dei brani. Pag. 7... DOLCE MELODIA per clarinetto, sax, flauto e pianoforte 2 Un sentito ringraziamento al dirigente scolastico Dott.ssa Rossana Maletta per il vivo interesse con cui ha sostenuto l avvio e lo svolgimento del laboratorio di composizione musicale. Le partiture inserite

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni.

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni. Capitolo. A casa. Vero o falso?. Federico ha 2 anni. 2. Federico fa i compiti. 3. Prometeus è un eroe. 4. Federico ha tanti amici. 5. Filippo è in montagna. 6. Prometeus nuota nel mare. 7. Prometeus non

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Apporti, Asporti e Regali

Apporti, Asporti e Regali Apporti, Asporti e Regali Collana: Ali d Amore N. 9 A Dilaila e alle anime candide dell Altra Dimensione A P P O R T I Gli apporti sono materializzazioni di oggetti, di animali, di piante o fiori, che

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE Le immagini contenute in questa presentazione sono estratte da pagine web, se qualcuno dovesse trovare immagini coperte da copyright,

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

Scuola dell infanzia : WALT DISNEY

Scuola dell infanzia : WALT DISNEY Direzione Didattica 2 Circolo Scuola dell infanzia : WALT DISNEY Sassuolo Dal progetto integrativo di circolo: IO RACCONTO TU RACCONTI Progetto di plesso : Anno scolastico: 2010 / 2011 Io sono convinto

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi

Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi Modalità di scrittura Scrittura spontanea individuale Scrittura spontanea in piccolo gruppo/a coppie Scrittura attraverso la mediazione dell adulto Scrittura

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Lucio Battisti Collection di Daniele Sgherri. Grazie Lucio! Emozioni e canzoni per chi ama Battisti

Lucio Battisti Collection di Daniele Sgherri. Grazie Lucio! Emozioni e canzoni per chi ama Battisti Lucio Battisti Collection di Daniele Sgherri La mostra itinerante su Lucio Battisti più grande d Italia Grazie Lucio! Emozioni e canzoni per chi ama Battisti Il tributo acustico degli StudioDue Tutti noi

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!!

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!! Il è parte dell Area Rimettere le Ali del Borgo Ragazzi Don Bosco, insieme alla Casa Famiglia, al Centro diurno, al Centro di ascolto psico-educativo SOS Ascolto Giovani. Dal 2002 si occupa di sensibilizzare,

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

La canzone: storia, analisi e pratica vocale

La canzone: storia, analisi e pratica vocale DECS UIM Prova cantonale di educazione musicale 2015 DIPARTIMENTO DELL EDUCAZIONE, DELLA CULTURA E DELLO SPORT UFFICIO DELL INSEGNAMENTO MEDIO Prova Cantonale 2015 di Educazione Musicale CLASSE TERZA 2

Dettagli

Se bastassero una X e un Y...

Se bastassero una X e un Y... IL NOSTRO TEAM Se bastassero una X e un Y... Sono un ragazzo di 26 anni, impegnato in molteplici forme d'arte, tra le quali il teatro e la giocoleria che considero mezzi di unione tra le persone. Nel corso

Dettagli

ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012

ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012 ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012 regia: Benjamin Renner, Vincent Patar, Stéphane Aubier sceneggiatura: Daniel Pennac scenografia: Zaza e Zyk montaggio: Fabienne Albarez-Giro musica:

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli