14 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "14 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni"

Transcript

1

2 14 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2 dati riferiti al Comune di Reggio Calabria

3 3

4 INDICE I ntroduzione pag. 9 Note Storiche» 15 Caratteristiche demografiche Tavola 1 Popolazione residente ai Censimenti dal 1861 al 2001(Serie Storica)» 23 Graf. 1 Reggio Calabria Popolazione residente ai censimenti dal 1861 al 2001 Tavola 2 Consistenza della popolazione residente e variazione territoriali nei comuni che sono entrati a far parte della Grande Reggio - Censimenti » 23» 24 Tavola 3 Evoluzione della struttura demografica per sesso ai censime nti dal » 25 Graf. 2 Popolazione residente ai censimenti dal 1971 al 2001» 25 Tavola 4 Popolazione residente per classe d'età e sesso - Censimenti » 26 Graf. 3 Popolazione residente per classe di età e per sesso - Censimenti » 26 Tavola 5 Popolazione residente per singolo anno di età e sesso Censimento 2001» 27 Tavola 6 Popolazione residente per sesso, età e luogo di nascita Censimento 2001» 29 Tavola 7 Indici demografici ai Censimenti » 30 Graf. 4 Indici di struttura demografica Censimen ti » 30 Tavola 8 Popolazione residente per stato civile e sesso Censimenti » 31 Graf. 5 Popolazione residente per stato civile Censimento 2001» 31 Tavola 9 Popolazione residente per stato civile sesso e classi d età Cen simento 2001» 32 Tavola 10 Popolazione residen te per stato civile e singolo anno di età Censimento 2001 Maschi» 33 Tavola 11 Popolazione residente per stato civile e singolo anno di età Censimento 2001 Femmine» 35 Tavola 12 Popolazione presente per sesso e classi d età Censimento 2001» 37 Graf. 6 Popolazione presente per classi quinquennali d età Censimento 2001» 37 Tavola 13 Popolazione presente per stato civile e classi d età Censi mento 2001» 38 Tavola 14 Famiglie residenti per ampiezza della famiglia - Censimenti » 39 Graf. 7 Famiglie residenti per ampiezza della famiglia - Censimenti » 39 Graf. 8 Famiglie per numero di componenti - Censimento 2001» 39 Tavola 15 Famiglie residenti per tipologia - Censimenti » 40 Graf. 9 Famiglie residenti per tipologia - Censimento 2001» 40 Tavola 16 Tavola 17 Famiglie residenti per tipologia e numero di componenti- Censimenti 2001» 41 Popolazione residente in famiglia per tipologia della famiglia e numero di componenti - Censimenti 2001» 41 4

5 Tavola 18 Popolazione residente in famiglie per posizione all interno della famiglia e classi d età Censimento 2001» 42 Tavola 19 Nuclei familiari per numero di figli, tipo di nucleo familiare ed età dei figli - Cens imento 2001» 43 Tavola 20 Tavola 21 Tavola 22 Tavola 23 Nuclei familiari con almeno uno straniero residente per tipo di nucleo familiare e area geografica di cittadinanza dei componenti - Censimento 2001» 44 Componenti presenti in convivenza per tipologia di convivenza e motivo principale permanenza o presenza in convivenza - Censimento 2001 Componenti non permanenti in convivenza per classe di età e tipologia di convivenza - Censimento 2001 di» 45» 46 Componenti non permanenti in convivenza per stato civile, sesso e tipologia di convivenza - Censimento 2001» 47 Cittadini stranieri Tavola 24 Cittadini stranieri censiti per sesso - Censimenti » 51 Graf. 10 Stranieri per sesso Censimento 2001» 51 Tavola 25 Popolazione straniera residente per sesso e area geografica di cittadinanza - Censimento 2001» 51 Tavola 26 Popolazione residente per stato estero di cittadinanza e sesso - Censimento 2001» 52 Graf. 11 Cittadini stranieri per stato di cittadinanza Censim ento 2001» 52 Tavola 27 Popolazione straniera residente per classi d'età, area geografica di cittadinanza e sesso Censimento 2001» 53 Tavola 28 Popolazione residente per stato estero di cittadinanza e stato civile Censimento 2001» 54 Tavola 29 Popolazione straniera residente nata all'estero per motivo principale di trasferimento in Italia, area geogr afica di cittadinanza e sesso - Censimento 2001» 54 Tavola 30 Cittadini stranieri per titolo di studio - Censimento 2001» 55 Tavola 31 Cittadini stranieri in età lavorativa per condizi one professionale - Censimento 2001» 55 Tavola 32 Cittadini stranieri occupati per attività economica Censimento 2001» 56 Graf. 12 Cittadini stranieri oc cupati per attività economica Censimento 2001» 56 Istruzione e lavoro Tavola 33 Popolazione residente con meno di 6 anni per sesso, età e frequenza asilo nido/scuola materna/pr ima elementare - Censimento 2001» 59 Graf. 13 Bambini con meno di 6 anni che fr equentano o non frequentano Censimento 2001» 59 Tavola 34 Popolazione residente da 6 anni in poi per grado d istruzione e sesso Censimenti » 60 Graf 14 Popolazione residente da 6 a nni in poi per grado di istruzione - Censimenti » 60 Graf 15 Distribuzione della popolazione per grado di istruzione - Censimenti » 61 5

6 Graf. 16 Andamento analfabeti e alfabeti privi di titolo di studio nei Censimenti » 61 Tavola 35 Tavola 36 Distribuzione percentuale della popolazione per grado d'istruzione - Confronto territoriale Popolazione residente per sesso, classi d età quinquennale, e grado d istruzione Censimento 2001» 62 Tavola 37 Popolazione residente per condizione lavorativa e sesso - Censimento 2001» 63 Tavola 38 Tassi di attività, occupazione, disoccupazione e disoccupazione giovanile Censimento2001» 63 Tavola 39 Tasso di disoccupazione/occupazione per sesso e circoscrizione - Censimento 2001» 63 Tavola 40 Popolazione appartenente alle forze lavoro p er classi d'età e sesso - Censimento 2001» ottobre 2001 Occupati che non hanno svolto ore lavorate nella settimana ottobre per motivo e posizione professionale - Censimento 2001» 70 Tavola 49 Popolazione residente attiva per settore di attività economica e sesso - Censimenti » 71 Tavola 50 Tavola 51 Tavola 52 Tavola 53 Tavola 56 Censimento 2001» 61 Tavola 41 Popolazione non appartenente alle forze lavoro per sesso e classi d'età - Censimento 2001» 65 Tavola 42 Popolazione residente per condizione lavorativa, sesso e stato civile - Censimento 2001» 66 Tavola 43 Tavola 44 Popolazione residente appartenente alle forze di lavoro per sesso, grado di istruzione e condizione - Censimento 2001» 67 Popolazione residente non appartenente alle forze di lavoro per sesso, grado di istruzione e condizione - Censimento 2001» 68 Tavola 45 Occupati per sesso e posizione nella professione - Censimento 2001» 69 Tavola 46 Tavola 47 Tavola 48 Tavola 54 Tavola 55 Popolazione attiva per sesso, posizione professionale e ore lavorate dal 14 al - Censimento 2001 Popolazione residente attiva per sesso e tipo di attività lavorativa - Censimento 2001 Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento Maschi Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento Femmine Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento 2001» 71» 72» 72 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento Maschi» 73 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento » 75 Mezzo di trasporto utilizzato e tempo impiegato per recarsi al luogo abituale di studio e di lavoro Censimento 2001» 69» 70 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento Femmine» 74» 76 6

7 Tavola 57 Mezzo di trasporto utilizzato e luogo abituale di studio e lavoro Cens imento 2001» 76 Edifici ed Abitazioni Tavola 58 Edifici per tipologia di utilizzo - Censimento 2001» 79 Graf 17 Edifici per tipo di utilizzo - Censimento 2001» 79 Tavola 59 Edifici ad uso abitativo per numero dei piani fuori terra e numero di inter ni - Censimento 2001» 79 Tavola 60 Edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione e stato di conservazione - Ce nsimento 2001» 80 Graf. 18 Edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione e sta to di conservazione - Censimento 2001» 80 Tavola 61 Edifici per numero d i scale e numero di piani fuori terra Censimento 2001» 80 Tavola 62 Abitazioni censite nel Comune di Reggi o Calabria - Censimenti dal 1971 al 2001» 81 Graf. 19 Abitazioni censite nel Comune di reggio Ca labria - Censimenti » 81 Tavola 63 Abitazioni per stato di occupazione e tipologia di edificio - Censimento 2001» 82 Graf. 20 Tavola 64 Abitazioni in edifici ad uso abitativo per stato di occupazione - Censimento 2001 Abitazioni in edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione - Censimento 2001 Graf. 21 Edifici ad uso abitativo per numero di abitaz ioni nell'edificio - Censimento 2001» 83 Tavola 65 Tavola 66 Graf. 22 Tavola 67 Tavola 68 Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento e figura giuridica del proprietario - Censime nto 2001» 84 Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento, classe di superficie e numero di occupanti - Censimento 2001 per classi di superficie (mq) e numero di occupanti Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento e disponibilità di servizi - Censimento 2001 Abitazioni occupate da persone residenti per numero di stanze e classe di superficie - Censimento 2001 Tavola 69 Stanze per tipo di occupazione e struttura dell'abitazione - Censimento 2001» 86 Tavola 70 Tavola 71 Abitazioni occupate da residenti - Censimento 2001 Stanze in abitazioni occupate da persone residenti in edifici ad uso abitativo per numero di abitazioni e numero di stanze dell'abitazione - Censimento 2001» 86 Stanze in abitazioni occupate da persone residenti in edifici ad uso abitativo per titolo di godimento e numero di stanze dell'abitazione - Censimento 2001» 86 I dati censuari delle circoscrizioni amministrative» 82» 83» 84» 85» 85» 86 Tavola 72 Popolazione residente per Circoscrizione e sesso Confronto Censimenti » 89 Graf. 23 Popolazione per circoscrizione - Confronto Censimenti » 89 Tavola 73 Popolazione per Circoscrizione e sesso, famiglie al Censimento 2001» 90 Graf. 24 Nuclei familiari per circoscrizione - Censimento 2001» 90 Graf. 25 Popolazione residente per circoscrizione e sesso - Censimento 2001» 90 7

8 Tavola 74 Cittadini stranieri censiti per circoscrizione amministrativa - Censimento 2001» 91 Graf. 26 Cittadini stranieri per circoscrizione amministrativa - Censimento 2001» 91 Tavola 75 Distribuzione (in percentuale) territoriale degli stranieri nelle Circoscrizioni (nazionalità più rappresentative) - Censimento 2001» 92 Circoscrizione I Centro storico» 93 Circoscrizione II Pineta Zerbi - Tre Mulini - Eremo» 95 Circoscrizione III Santa Caterina - San Brunello - Vito» 97 Circoscrizione IV Trabocchetto - Condera - Spirito Santo» 99 Circoscrizione V Gebbione Circoscrizione VI Sbarre» 101» 103 Circoscrizione VII San Giorgio - Modena - San Sperato» 105 Circoscrizione VIII Catona - Salice - Rosalì - Villa San Giuseppe» 107 Circoscrizione IX Gallico - Sambatello» 109 Circoscrizione X Archi» 111 Circoscrizione XI Ortì - Podargoni - Terreti» 113 Circoscrizione XII Cannavò - Mosorrofa - Cataforio» 115 Circoscrizione XIII Ravagnese Circoscrizione XIV Gallina Circoscrizione XV Pellaro» 117» 119» 121 8

9 9

10 INTRODUZIONE STORIA DEI CENSIMENTI 1 Dal verbo latino censere, che significava dichiarare, accertare, derivano parole quali census, tributo e censor, il magistrato incaricato di accertare il patrimonio dei cittadini. La parola censo passa in italiano alla fine del Trecento con il senso di elenco dei cittadini e dei loro averi. Su di essa, per derivazione, si forma il termine censimento che entra in uso attorno alla metà del Settecento. Il primo sistema di enumerazione censuaria risale addirittura al 3800 a.c. e fu elaborato dai Sumeri. Nelle grandi civiltà fluviali in Mesopotamia ed Egitto venivano effettuati veri e propri censimenti per misurare la quantità di uomini e beni esistenti. Queste informazioni erano d importanza strategica in caso di guerre e di carestie. I censimenti venivano svolti anche dagli antichi cinesi, dai greci, dal popolo d Israele. Ricordiamo che già nella Bibbia si legge che nel secondo anno dall'uscita degli Ebrei dall'egitto il Signore parlò a Mosè nel deserto e gli ordinò di numerare «tutti i maschi di tutta la moltitudine dei figliuoli d'israele, secondo le stirpi, le case e i nomi di ciascheduno». Per la Grecia abbiamo notizia di un Censimento della popolazione ateniese ordinato da Demetrio Falerio (318 a.c.). A Roma, il Censimento personale (lustratio) istituito da Servio Tullio ebbe prima carattere politico, militare e tributario, in quanto serviva di base all'attribuzione del suffragio o voto nei comizi, all'ordinamento della milizia e alla commisurazione del tributo, e in seguito ebbe anche carattere morale, per le note dei censori, e annonario, per la distribuzione dell'annona ai nullatenenti. Doveva essere effettuato ogni cinque anni, ma di fatto fu più raro: l'ultimo censimento dell'età repubblicana è del 70 a.c. Sotto l'impero furono eseguiti cinque censimenti; dei tre ordinati da Augusto (28 a.c., 8 a.c., 14 d.c.) e di quello di Claudio Vitellio (47 d.c.) conosciamo anche i risultati. Ricordiamo che Gesù Cristo nacque durante uno dei censimenti dell Impero ordinati fra il 28 a.c. e il 14 d.c. da Augusto. Nel Medioevo, allo sgretolamento dell'autorità statale e alla disorganizzazione politica corrispose la carenza delle rilevazioni statistiche centrali e la disorganicità delle poche fonti esistenti. La restaurazione carolingia segnò, anche in questo campo, un momento di ripresa. Carlo Magno, infatti, ordinò agli intendenti dei beni regi di far conoscere, oltreché il numero dei campi produttivi con la loro rendita, anche il numero degli uomini atti alle armi. A Guglielmo il Conquistatore è dovuto il Domesday book, specie di catasto descrittivo di tutte le terre, col nome dei possessori e dei loro schiavi. In Italia, all'epoca dei Comuni, la repubblica di Pistoia ci presenta, alla metà del sec. XIII, il primo esempio di quei " Libri dei fuochi" (o famiglie), che si tenevano nella maggior parte dei Comuni italiani. Dal sec. XVI in poi tutti gli Stati italiani proseguono nell'enumerazione della popolazione con metodi sempre più corretti. Dal bisogno primitivo di conoscere il numero dei "fuochi" per l'applicazione delle tasse, si arriva gradatamente a veri e propri censimenti. In Sicilia all'inizio del XVI secolo comincia la "Descrizione dei fuochi e delle anime"; nell'archivio di Stato di Napoli sono conservati ben 1416 volumi di ruoli originali di descrizioni dei "fuochi", dalle quali si possono ricavare notizie interessanti sulla popolazione del Mezzogiorno d'italia nei secoli XVI-XVIII; a Venezia troviamo una "Descrizione delle anime della città di Vinetia fatta dai Pievani d'ordine del Principe" del Altre importanti informazioni storiche con riferimento alla Calabria ed alla città di Reggio Calabria si possono attingere da una pubblicazione dell Ufficio Statistica di Reggio Calabria del In questo volume, un articolo curato dal conservatore dell Archivio Provinciale di Stato dell epoca (A. Tripepi) ricostruisce l andamento della popolazione Calabrese a partire 1 Tratto in parte da: 10

11 dal 1505 fino al censimento del Nel 1861 ebbe luogo il primo Censimento dell'italia unitaria. I censimenti generali della popolazione e delle abitazioni sono ormai una tradizione nel nostro paese, come in quasi tutti i paesi del mondo. Il primo censimento della popolazione risale al 1861, data dell unità d Italia. Da allora sono state effettuate quattordici rilevazioni, di cui l ultima risale al 2001, la sesta dal dopoguerra e l ottava effettuata dall Istat (i primi erano realizzati dalla Divisione di statistica generale esistente presso il Ministero dell agricoltura). Dal 1861 i censimenti si sono susseguiti con cadenza decennale, ad eccezione del 1891 per difficoltà finanziarie e del 1941 per motivi bellici. Un altra eccezione è l edizione del 1936: una riforma legislativa introdotta nel 1930 stabiliva una periodicità quinquennale. Ma la periodicità decennale è stata subito ristabilita e rimasta invariata fino ad oggi. Per quanto riguarda le abitazioni il primo censimento abbinato a quello della popolazione fu effettuato nel 1951, in precedenza, in occasione dei censimenti della popolazione erano stati rilevati solamente alcuni caratteri concernenti le abitazioni. Una particolare indagine sulle abitazioni fu attuata nel 1931 con il 7 censimento demografico in 422 comuni, in quelli capoluogo e in quelli con più di 20mila abitanti, dal 51 l abbinamento dei due censimenti è proseguito in Italia come negli altri paesi, motivati sia dal contenimento dei costi che dalle sinergie tra dati raccolti CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE Popolazione Nei 130 anni compresi fra il 1861, anno del primo Censimento ed il 2001, la popolazione residente in Reggio Calabria é passata da a abitanti. Il tasso di incremento della popolazione ha fatto registrare valori massimi in corrispondenza del primo decennio del secolo scorso, e del periodo dal 1911 al I valori minimi, invece, si rilevano in corrispondenza della prima guerra mondiale e nel decennio fra il 1991 ed il In quest ultimo decennio, infatti, a causa della progressiva diminuzione della natalità, la variazione è stata del 1,56%. Nel considerare le variazioni percentuali tra i vari censimenti bisogna tener conto che dal 1927 sono stati aggregati al comune di Reggio Calabria alcuni comuni precedentemente autonomi (vedi tab. 1 e 2 e note succ.) Indici demografici La diminuzione del numero dei nati per donna, caratteristica costante di tutto il 900, ha avuto una particolare accelerazione nel corso degli ultimi decenni. Questo, insieme all allungarsi della speranza di vita, ha generato un forte invecchiamento della popolazione, come testimonia l indice di vecchiaia (cioè il rapporto calcolato fra la popolazione con più di 65 anni ed i giovani fino a 14 anni), passato da 49,0 nel 1981 a 71,3 nel 1991, fino ad arrivare al 103,8 del Ciò dimostra il progressivo invecchiamento della popolazione; infatti da 49 persone di età superiore a 64 anni ogni 100 residenti di età inferiore ai 15 anni, si è passati, nell arco di un ventennio, a 103 ultrasessantacinquenni su 100 persone con meno di 15 anni. Dal confronto dello stesso indice, distinto per sesso, si osserva come le donne comportino un carico maggiore degli uomini. L allungamento della vita media ha interessato soprattutto le donne, rappresentano oggi più della metà della popolazione. All inizio del secolo scorso, invece, quando la mortalità colpiva 11

12 in modo indiscriminato uomini e donne, erano gli uomini ad essere in numero maggiore delle donne. Per poter comprendere meglio le caratteristiche strutturali della popolazione abbiamo calcolato due ulteriori indici, ovvero l indice di ricambio e l indice di dipendenza, che ci consentono di analizzare i relativi rapporti che possono sussistere tra diverse fasce di età. Il primo si ottiene facendo il rapporto tra la popolazione compresa tra 60 e 64 anni e la popolazione tra 15 e 19 anni e moltiplicando il risultato per 100. Il secondo viene calcolato dividendo la popolazione ultrasessantacinquenne più la popolazione con meno di 15 anni, con la popolazione in età compresa tra 15 e 64 anni, moltiplicato per 100. L indice di ricambio ha una grande importanza anche sul piano politico ed economico in quanto è il rapporto tra due popolazioni ancora in età attiva che mette a confronto i giovani in gran parte inseriti nel mondo del lavoro e gli anziani prossimi alla pensione. Nel corso del tempo il tasso di ricambio ha subito un continuo incremento; infatti nel 1981 a 100 potenziali nuovi ingressi nel mondo del lavoro, corrispondono 58,8 uscite di individui giunti al termine dell attività lavorativa. Si nota che per le donne la situazione è più favorevole rispetto agli uomini; infatti il numero di coloro che escono dal mondo lavorativo è 65 per le donne contro il 52,9 per gli uomini ogni 100 persone che devono entrarvi. Nel 2001 l indice è aumentato risultando pari a 83,8. L indice di dipendenza ha subito un decremento passando da 56,5 nel 1981 a 49,5 nel 2001; ciò significa che per ogni 100 persone in età lavorativa ce ne sono 49 che gravano sulla società. Le donne risultano essere sempre più numerose degli uomini, come mostra il rapporto di mascolinità che risulta pari a 0,93 nel Famiglie L evoluzione demografica, sociale ed economica del nostro Comune, ha inciso profondamente anche sulle strutture familiari: è aumentato il numero delle famiglie, si è ridotto il numero medio dei suoi componenti, si è modificata la distribuzione fra le diverse tipologie familiari. Dal 1931 al 1991 il numero delle famiglie è raddoppiato, superando le 63 mila unità, mentre il numero medio di componenti è passato da 4,2 a 2,8. In particolare, principalmente a causa dell invecchiamento della popolazione, sono aumentate le famiglie di una sola persona: nel 1951 costituivano il 9,5% delle famiglie, contro il 20,6% del Il calo delle nascite ha influito, invece, soprattutto sulla riduzione delle famiglie con 5 e più componenti, passate dal 33,3% del 1951 all 11,3% del Ne consegue che mentre nel 1951 più della metà della popolazione (54%) viveva in famiglie di 5 o più componenti, nel 1991 solo un abitante su 5 (il 21,7%) vive in una famiglia numerosa. Dall analisi dei dati emerge che nel 2001 si è verificato un incremento pari al 51%, rispetto al 1991, del numero di famiglie unipersonali. L aumento di persone che vivono sole deve essere attribuito al sommarsi di diversi fenomeni quali l invecchiamento, la maggiore longevità delle donne che restano vedove e sole nell ultima parte della loro vita, le immigrazioni dall estero che, almeno nella loro prima fase, hanno portato in prevalenza sul territorio persone sole senza altri familiari. Stranieri Com è noto, nel corso dell ultimo decennio, il tema dell immigrazione straniera in Italia ha acquisito un importanza crescente e con essa sono cresciute le necessità informative e, conseguentemente, le aspettative delle istituzioni, della società civile e della comunità 12

13 scientifica, nei confronti del contributo che una rilevazione totale qual è il censimento può fornire alla conoscenza del fenomeno. Si pone dunque il problema della definizione di obiettivi che siano allo stesso tempo realisticamente conseguibili e scientificamente rilevanti, anche in considerazione delle modifiche sia quantitative che qualitative intervenute nel fenomeno. Non solo, infatti, esso è considerevolmente aumentato nel corso degli anni ma ha anche assunto un carattere che possiamo definire «stabile»: flussi continui, presenza di famiglie oltre che di individui, regolarizzazioni che hanno permesso ad una quota notevole di cittadini stranieri presenti in Italia irregolarmente di ottenere un permesso di soggiorno e presumibilmente di godere di condizioni di vita meno precarie. Data dunque la mutata configurazione dell immigrazione straniera in Italia e data anche la scarsità di fonti relativamente alle caratteristiche demografiche, economiche e sociali della popolazione straniera, diviene necessario non solo avere per obiettivo l esaustività della conta ma tentare di coglierne le principali caratteristiche relativamente, ad esempio, al profilo per titolo di studio, per condizione professionale e attività economica. Inoltre, poiché uno degli obiettivi delle rilevazioni censuarie in generale è quello di contribuire ad un aggiornamento delle anagrafi e dato il ben noto fenomeno della presenza di posizioni anagrafiche relative a cittadini stranieri non più presenti sul territorio italiano, è opportuno che i Comuni utilizzino la rilevazione censuaria anche al fine di verificare quanti degli stranieri presenti nelle proprie anagrafi siano effettivamente residenti sul proprio territorio e quanti, pur dimorandovi abitualmente, non abbiano ancora effettuato l iscrizione anagrafica. CARATTERISTICHE ECONOMICHE Istruzione La diffusione dell istruzione in Reggio Calabria è andata progressivamente aumentando, tanto che il ritardo storico nella scolarizzazione di massa è stato ormai colmato: oggi la quasi totalità dei giovani consegue almeno la licenza media. Sull intera popolazione tale risultato si evidenzia lentamente per il permanere di ampie fasce generazionali cresciute nel periodo in cui la scolarizzazione era un fenomeno elitario. Il primo risultato evidente è la scomparsa quasi totale dell analfabetismo. Nel 1971 era analfabeta l 8,6% della popolazione di sei anni e più, nel 2001 la stessa raggiungeva appena il 1,9 %, con valori intermedi pari al 4,5 % nel 1981 ed al 3,1% nel Nello stesso arco temporale i maggiori successi hanno riguardato la diffusione della scolarizzazione di base, nonché delle scuole secondarie superiori: nel 1971 era in possesso di licenza media appena il 30,5 % della popolazione, contro il 68,4 % del Un incremento analogo si è registrato anche per i diplomati, passati dal 12,2 % della popolazione nel 1971 al 32,8 % nel Anche la percentuale dei laureati cresce, passando dall 3,5 % del 1971 al 10,9 % del Lavoro Nel corso del secolo scorso Reggio Calabria è passata da Comune prevalentemente agricolo, per giungere ad essere, attualmente, un paese nel quale la maggior parte della popolazione è occupata nel settore terziario. Se prima della seconda guerra mondiale l agricoltura contava il 37,6 % degli occupati in tale settore nel 1936, ciò resta valido fino agli anni 50. Ancora nel 1951 infatti il maggior numero dei lavoratori era impiegato in agricoltura (42,5% degli uomini 13

14 e 41,4% delle donne), mentre dieci anni dopo, nel 1961, l industria si afferma come il settore dominante, fornendo occupazione al 40,6% dei lavoratori. E nei successivi quarant anni che si verifica la forte crescita del terziario, la cui quota di occupati passa dal 30,3% (1961) al 80,2% (2001). Nello stesso periodo, in concomitanza con l era postindustriale, diminuisce drasticamente la quota degli occupati in agricoltura, che passa dal 17,2% al 3,3%. In occasione del Censimento 2001 sono state adottate le definizioni internazionali in materia di mercato del lavoro, diverse per i vari aggregati di riferimento da quelle utilizzate nel Censimento I confronti devono tenere conto delle differenti caratteristiche delle due rilevazioni censuarie. A differenza del 1991, l'aggregato degli occupati rilevati nel Censimento 2001 è composto dalle persone che si sono dichiarate occupate e da coloro che, pur essendosi dichiarati in altra condizione professionale o non professionale (disoccupati, in cerca di prima occupazione, studenti, ecc...), nella settimana precedente la data della rilevazione hanno effettuato almeno un'ora di lavoro retribuito o in qualità di coadiuvante familiare. Le tavole illustrano la posizione professionale, il tipo di attività lavorativa, gli occupati per settori di attività economica, la condizione lavorativa per sesso e stato civile, il mezzo di trasporto utilizzato per recarsi sul luogo di studio e di lavoro. EDIFICI ED ABITAZIONI Il censimento degli edifici e delle abitazioni ha uno scopo di pianificazione urbana, di protezione civile, di salvaguardia del territorio. In generale per necessità di conoscenza del tessuto urbano, e più in generale di uso del suolo. L obiettivo, conoscitivo ed informativo, è conoscere la consistenza e le caratteristiche dello stock abitativo, sia a livello di abitazioni che di edifici; mettere a disposizione degli amministratori delle città, delle regioni e dello stato le informazioni raccolte e archiviate in un data base georeferenziato a livello di sezione di censimento. Nel periodo compreso fra il 1971 ed il 2001 il patrimonio abitativo è passato da a unità. In particolare, nell ultimo decennio l incremento delle abitazioni è stato del 23,5% con un forte incremento di quelle non occupate (72,7%). Grazie alla costruzione di alloggi più spaziosi, il numero medio di stanze per abitazione, fra il 1971 ed il 2001, è salito da 3,5 a 4,2. Nel 2001, inoltre, si è accresciuto il peso percentuale delle abitazioni con 4 o più stanze, passato rispetto al decennio precedente dal 72,7% al 76,5%. Migliorano anche gli standard qualitativi delle abitazioni. In particolare, la quota di abitazioni occupate provviste di servizi essenziali come il gabinetto, è passata da meno del 50% nel 1961 a quasi il 100% nel

15 15

16 16

17 17

18 18

19 19

20 20

21 21

22 22 Le caratteristiche demografiche

23 23

24 Tavola 1 Popolazione residente ai Censimenti dal 1861 al 2001(Serie Storica) ANNI Popolazione residente * * * Graf. 1 Reggio Calabria Popolazione residente ai censimenti dal 1861 al Grande Reggio (1927) Sep. Villa S. Giovanni (1932) * * 1936*

25 Tavola 2 Consistenza della popolazione residente e variazione territoriali nei comuni che sono entrati a far parte della Grande Reggio - Censimenti COMUNE Popolazione residente Campo Calabro Cannitello Cataforio Catona Fiumara Gallico Gallina Ortì Pellaro Podargoni Reggio di Calabria Rosalì Salice Calabro Sambatello Villa S.Giovanni Villa S.Giuseppe NOTE 1. CAMPO CALABRO: Fino al 1864 Campo, dal 1864 al 1927 Ca mpo di Calabria, nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria, nel 1932 staccato da Reggio di Calabria e aggiunto a Villa San Giovanni, nel 1950 ricostruito con la denominazione di Campo Calabro (Cens. 1936: popolazione 3.030) 2. CANNITELLO: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria; ne l 1932 staccato da Reggio di Calabria e aggiunto a Villa San Giovanni. 3. CATAFORIO: Nel 1873 staccata frazione Armo e aggiunta a Gallina (Cens. 1871: popolazione 303); nel 1927 aggiunta a Reggio di Calabria. 4. CATONA: Nel 1867 staccata frazione S. Filippo Neri aggiunta a Villa San Giovanni ( Cens. 1861: popolazione 66) nel 1927 aggiunta a Reggio di Calabria 5. FIUMARA: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria, nel 1932 staccato da Reggio di Calabria e aggiunto a Villa San Giovanni; nel 1948 ricostruito (Cens. 1936: popolazione 2145) 6. GALLICO: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 7. GALLINA: Nel 1873 aggiunta frazione Armo staccata da Cataforio; nel 1927 aggiunta a Reggio di Calabria 8. ORTI : Nel 1865 aggiunto a Reggio di Calabria 9. PELLARO: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 10. PODARGONI: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 11. ROSALI : Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 12. SALICE CALABRO: Fino al 1864 Salice; nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 13. SAMBATELLO: Nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 14. VILLA SAN GIOVANNI: Nel 1867 aggiunta frazione S. Filippo Neri staccata da Catona; nel 1927 aggiunta a Reggio di Calabria; nel 1932 ricostruita (Cens. 1931: popolazione ). Comprende nei suoi confini anche gli ex comuni di Campo di Calabria, Cannitello e Fiumara, che nel 1927 furono aggiunti anch essi a Reggio di Calabria; nel 1948 staccato comune di Fiumara, nel 1950 staccato comune di Campo di Calabria, ora Campo Calabria. 15. VILLA SAN GIUSEPPE: Fino al 1864 S. Giuseppe, nel 1927 aggiunto a Reggio di Calabria 25

26 Tavola 3 Evoluzione della struttura demografica per sesso ai censimenti dal Censimento Maschi Femmine Graf. 2 Popolazione residente ai censimenti dal 1971 al Maschi Femmine 26

27 Tavola 4 Popolazione re sidente per classe d'età e sesso - C ensimenti Censimento Meno di 5 anni Maschi 75 e oltre Femmine Valori percentuali ,5 8, 8 8,6 16,3 12, 6 12,6 11,0 10,9 7,2 3,4 100, ,4 8, 2 8,6 16,6 13, 9 11,9 11,8 9,8 8,0 3,9 100, ,8 6, 3 7,4 16,6 15, 0 13,0 11,1 10,7 8,0 6,0 100, ,8 5, 4 6,0 13,6 15, 2 14,2 13,1 10,8 9,4 7,4 100,0 Graf. 3 Popolazione residente per class e di età e per sesso - Censimenti Meno di 5 anni e oltre

28 Tavola 5 Popolazione residente per singolo anno di età e sesso Censimento 2001 ETÀ Maschi Femmine

29 segue Tavola 5 Popolazione residente per singolo anno di età e sesso Censimento 2001 ETÀ Maschi Femmine e più

30 Tavola 6 Popolazione residente per sesso, età e luogo di nascita Censimento 2001 CLASSE DI ETÀ Nello stesso Comune di residenza In altro Comune della stessa Provincia Luogo di nascita ITALIA In altra Provincia della stessa Regione I n altre Regioni ESTERO Maschi e oltre Femmine e oltre e oltre

31 Tavola 7 Indici demografici ai Censimenti Indice di dipendenza Maschi 58,0 55,6 49,1 46,8 Femmine 57, 4 57,3 52,1 52,0 57,7 56,5 50,6 49,5 Ind ice di vecchiaia Maschi 35, 0 40,7 58,4 85,8 Femmine 47, 5 57,7 85,1 122,4 41, 0 49,0 71,3 103,8 Tasso di ricambio della pop olazione attiva Maschi 64,5 52,9 59,7 79,4 Femmine 73,5 65,0 69,6 88,4 68,9 58,8 64,5 83,8 Rapporto di mascolinità 0,97 0,96 0,95 0,93 Graf. 4 Indici di struttura demografic a Censimenti Indice di dipendenza Indice di mascolinità Indice di vecchiaia Indice di ricambio della popol azione in età attiva

32 Tavola 8 Popolazione residente per stato civile e sesso Censimenti Separati di Separati Censimento Celibi Coniugati Vedovi fatto legalmente Maschi Divorziati Femmine Graf. 5 Popolazione residente per stato civile Censimento 2001 Separati di fatto Separati legalmente 0,4% 1,1% Divorziati Vedovi 0,7% 7,0% Celibi 43, 9% Coniugati 46,8% 32

33 Tavola 9 Popolazione residente per stato civile sesso e class i d età Censimento 2001 CLASSI DI ETÀ Celibi/ Nubili Coniugati/e Stato civile Separati/e Separ ati/e di fatto legalm te Divorziati/e Vedovi/e en Maschi Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più Femmine Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più

34 Tavola 10 Popolazione residente per stato civile e singolo anno di età Censimento Maschi Stato civile ETÀ Separa ti/e di Separati/e Celibi/nubili Coniugati/e Divorz iati/e Ved ovi/e fatto legalmente

35 segue Tavola 10 Popolazione residente per stato civile e singolo anno di età Censimento 2001 Maschi ETÀ Celibi/nubili Coniugati/e Stato civile Separati/e di fatto Separati/e legalmente Divorziati/e Vedovi/e e più

36 Tavola 11 Popolazione residente per stato civile e singolo anno di età Censim ento Femmine Stato civile ETÀ Separati/e Separati/e Celibi/nubili Con iugati/e Divorziati/e Vedovi/e di fatto legalmente

37 segue Tavola 11 Popolazione residente per stato civile e singolo anno di età Censimento 2001 Femmine ETÀ Celibi/nubili Coniugati/e Separati/e di fatto Stato civile Separati/e legalmente Divorziati/e Vedovi/e e più

38 Tavola 12 Popolazione presente per sesso e classi d età Censimento 2001 CLASSI DI ETÀ Sesso Maschi Femmine Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più Graf. 6 Popolazione presente per classi quinquennali d età Censimento 2001 Da 70 a 74 Da 65 a 69 4,5% 5,0% Da 60 a 64 5,4% Da 75 e più 7,7% Meno di 5 4,8% Da 5 a 9 5,3% Da 10 a 14 6,0% Da 15 a 19 6,5% Da 55 a 59 5,4% Da 50 a 54 6,7% Da 45 a 49 6,4% Da 40 a 44 6,7% Da 35 a 39 7,5% Da 30 a 34 7,3% Da 25 a 29 7,5% Da 20 a 24 7,3% 38

39 Tavola 13 Popolazione presente per stato civile e classi d età Censimento 2001 CLASSI DI ETÀ Celibi/ Nubili Coniugati/e Separati/e di fatto Stato civile Separati/e legalmente Divorziati/e Vedovi/e Maschi Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più Femmine Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a Da 75 e più

40 Tavola 14 Famiglie residenti per ampiezza della famiglia - Censimenti Censimento Numero componenti e più Famiglie Valori assoluti N medio componenti per famiglia , , , ,8 Valori percentuali ,7 18,9 18,4 23,0 15,9 13,0 100, ,2 21,0 19,1 24,3 13,7 7,6 100, ,9 22,4 19,3 25,2 12,0 5,3 100, ,1 24,3 20,2 22,9 8,9 2,6 100,0 - Graf. 7 Famiglie residenti per ampiezza della famiglia - Censimenti e più Graf. 8 Famiglie per numero di componenti - Censimento comp. 9% 6 e più comp. 3% 1 comp. 21% 4 comp. 23% 3 comp. 20% 2 comp. 24% 40

41 Tavola 15 Famiglie residenti per tipologia - Censimenti Famiglie senza nuclei Famiglie con un solo nucleo Tipi di famiglia Famiglie unipersonali Altre Famiglie Senza altre persone residenti Con altre persone residenti Coppie senza figli Coppie con figli Padre con figli Madre con figli Coppie senza figli Coppie con figli Padre con figli Madre con figli Famiglie con due o più nuclei Graf. 9 Famiglie residenti per tipologia - Censimento 2001 Coppie con figli 47,4% Coppie senza 17,1% figli Famiglie senza nucleo non unipersonali 3,3% Madri con figli 8,5% Padre con figli 1,7% Famiglie con due o più nuclei 0,9% Famiglie senza nucleo unipersonali 21,1% 41

42 Tavola 16 Famiglie residenti per tipologia e numero di componenti- Censimenti 2001 Numero di componenti TIPI DI FAMIGLIA 1 persona 2 persone 3 persone 4 persone 5 persone 6 o più persone Famiglie senza nuclei FAMIGLIE UNIPERSONALI Non in coabitazione In coabitazione ALTRE FAMIGLIE Famiglie con un solo nucleo SENZA ALTRE PERSONE RESIDENTI Coppie senza figli Coppie con figli Madre con figli Padre con figli CON ALTRE PERSONE RESIDENTI Coppie senza figli Coppie con figli Madre con figli Padre con figli Famiglie con due o più nuclei TOTALE Tavola 17 Popolazione residente in famiglia per tipologia della famiglia e numero di componenti- Censimenti 2001 Numero di componenti TIPI DI FAMIGLIA 6 o più 1 persona 2 persone 3 persone 4 persone 5 persone persone Famiglie senza nuclei FAMIGLIE UNIPERSONALI Non in coabitazione In coabitazione ALTRE FAMIGLIE Famiglie con un solo nucleo SENZA ALTRE PERSONE RESIDENTI Coppie senza figli Coppie con figli Madre con figli Padre con figli CON ALTRE PERSONE RESIDENTI Coppie senza figli Coppie con figli Madre con figli Padre con figli Famiglie con due o più nuclei TOTALE

43 Tavola 18 Popolazione residente in famiglie per posizione all interno della famiglia e classi d età Censimento 2001 Classi di età Posizione all'interno della tipologia familiare fino a e oltre PERSONE CHE VIVONO IN FAMIGLIA SENZA NUCLEI In famiglie unipersonali In altre famiglie (con altre persone) PERSONE CHE VIVONO IN FAMIGLIA CON NUCLEI In coppia con figli come genitori di cui: in coppia non coniugata In coppia senza figli come coniuge/convivente di cui: in coppia non coniugata In nucleo monogenitore come genitore In nucleo come figli Con entrambi i genitori Con un solo genitore (madre) Con un solo genitore (padre) Come altre persone residenti

44 Tavola 19 Nuclei familiari per numero di figli, tipo di nucleo familiare ed età dei figli - Censimento 2001 Numero di figli TIPI DI NUCLEO FAMILIARE o più COPPIE SENZA FIGLI COPPIE CON FIGLI Tutti i figli di età inferiore a 18 anni Almeno un figlio di età inferiore a 18 anni e almeno uno di 18 anni e più Tutti i figli di 18 anni e più PADRE CON FIGLI Tutti i figli di età inferiore a 18 anni Almeno un figlio di età inferiore a 18 anni e almeno uno di 18 anni e più Tutti i figli di 18 anni e più MADRE CON FIGLI Tutti i figli di età inferiore a 18 anni Almeno un figlio di età inferiore a 18 anni e almeno uno di 18 anni e più Tutti i figli di 18 anni e più

45 44 Tavola 20 Nuclei familiari con almeno uno straniero residente per tipo di nucleo familiare e area geografica di cittadinanza dei componenti - Censimento 2001 AREE GEOGRAFICHE DI CITTADINANZA Lui italiano - lei straniera Tipi di nucleo familiare in base alla cittadinanza dei componenti Coppie miste Coppie straniere Lui straniero - lei italiana Cittadinanza omogenea Cittadinanza eterogenea Monogenitore straniero EUROPA Unione Europea Paesi di nuova adesione all'unione Europea Europa centro-orientale Altri paesi europei AFRICA Africa settentrionale Africa occidentale Africa orientale Africa centro-meridionale ASIA Asia occidentale Asia centro-meridionale Asia orientale AMERICA America settentrionale America centro-meridionale OCEANIA APOLIDI

46 Tavola 21 Componenti presenti in convivenza per tipologia di convivenza e motivo principale di permanenza o presenza in convivenza - Censimento 2001 Motivo di permanenza o presenza in convivenza Istituti d'istruzioni Presidi residenziali per minori Istituti assistenziali Ospizi Centri di e case accoglienza di per cura immigrati Altri istituti assistenziali Istituti di cura Pubblici Privati Istituti penitenziari Convivenze ecclesiastiche Alberghi, pensioni, locande e simili Navi mercantili Altre convivenze Responsabile o Dirigente della convivenza di cui femmine Addetto ai servizi di assistenza di cui femmine Addetto ad altri servizi di cui femmine Religioso di cui femmine Detenuto di cui femmine Assistito in un centro di accoglienza per immigrati di cui femmine Ricoverato lungodegente in un istituto di cura di cui femmine Assistito in istituto per anziani di cui femmine Assistito in istituto per minori di cui femmine Collegiale di cui femmine Passeggero di nave e componente l'equipaggio di cui femmine Ospite di albergo di cui femmine Altro di cui femmine di cui femmine

47 46 Tavola 22 Componenti non permanenti in convivenza per classe di età e tipologia di convivenza - Censimento 2001 TIPI DI CONVIVENZA Meno di 25 anni CLASSE DI ETA' Da 25 a 34 Da 35 a 44 Da 45 a 54 Da 55 a 64 Da 65 a 74 Da 75 a anni e più totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine ISTITUTI DI ISTRUZIONE ISTITUTI ASSISTENZIALI Presidi residenziali per minori Ospizi, case di riposo per adulti inabili ed anziani Centri di accoglienza per immigrati Altri istituti assistenziali ISTITUTI DI CURA Pubblici Privati ISTITUTI PENITENZIARI CONVIVENZE ECCLESIASTICHE ALBERGHI, PENSIONI, LOCANDE E SIMILI NAVI MERCANTILI ALTRE CONVIVENZE

48 Tavola 23 Componenti non permanenti in convivenza per stato civile, sesso e tipologia di convivenza - Censimento 2001 Stato civile Separati/e Celibi/nubili Coniugati/e Separati/e di fatto TIPI DI CONVIVENZA legalmente Divorziati/e Vedovi/e di cui femmine di cui femmine di cui femmine di cui femmine di cui femmine di cui femmine di cui femmine ISTITUTI DI ISTRUZIONE ISTITUTI ASSISTENZIALI Presidi residenziali per minori Ospizi, case di riposo per adulti inabili ed anziani Centri di accoglienza per immigrati Altri istituti assistenziali ISTITUTI DI CURA Pubblici Privati ISTITUTI PENITENZIARI CONVIVENZE ECCLESIASTICHE ALBERGHI, PENSIONI, LOCANDE E SIMILI NAVI MERCANTILI ALTRE CONVIVENZE

49 49

50 50 I cittadini stranieri

51 51

52 Tavola 24 Cittadini stranieri censiti per sesso Censimenti Sesso Maschi Graf. 10 Stranieri per sesso - censimento 2001 Femmine 54% Femmine Maschi 46% Tavola 25 Popolazione straniera residente per sesso e area geografica di cittadinanza - Censimento 2001 Area geografica di residenza Maschi Femmine EUROPA Unione Europea Paesi di nuova adesione all'unione Europea Europa centro-orientale Altri paesi europei AFRICA Africa settentrionale Africa occidentale Africa orientale Africa centro-meridionale ASIA Asia occidentale Asia centro-meridionale Asia orientale AMERICA America settentrionale America centro-meridionale OCEANIA APOLIDI

53 Tavola 26 Popolazione residente per stato estero di cittadinanza e sesso - Censimento 2001 Stato estero di cittadinanza Maschi Femmine Filippine Marocco Polonia Seicelle Tunisia Albania Romania Francia Nigeria India Argentina Macedonia Algeria Cina Spagna Altre nazionalità Graf. 11 Cittadini stranieri per stato di cittadinanza - Censimento 2001 Nigeria 2,1% Francia 2,2% Romania Albania 2,4% 2,4% Tunisia 2,8% Seicelle 2,8% India ArgentinaMacedonia 2,0% 1,3% 1,2% Algeria 1,2% Cina 1,2% Spagna 1,1% Iran 1,1% Altra nazionalità 17,3% Polonia 5,0% Marocco 24,8% Filippine 28,9% 53

54 Tavola 27 Popolazione straniera residente per classi d'età, area geografica di cittadinanza e sesso Censimento 2001 Aree geografiche di cittadinanza CLASSI DI ETÀ di cui Europa Africa Asia America Oceania Apolidi U.E. Maschi Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a e più Femmine Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a e più Meno di Da 5 a Da 10 a Da 15 a Da 20 a Da 25 a Da 30 a Da 35 a Da 40 a Da 45 a Da 50 a Da 55 a Da 60 a Da 65 a Da 70 a e più

55 Tavola 28 Popolazione residente per stato estero di cittadinanza e stato civile - Censimento 2001 Stato estero di cittadinanza Celibi/ Nubili Coniugato/a Separato/a di fatto Separato/a legalmente Vedovi/e Divorziati/e Filippine Marocco Polonia Seicelle Tunisia Albania Romania Francia Nigeria India Argentina Macedonia Algeria Cina Spagna Altre nazionalità Tavola 29 Popolazione straniera residente nata all'estero per motivo principale di trasferimento in Italia, area geografica di cittadinanza e sesso - Censimento 2001 Aree geografiche di cittadinanza MOTIVO DEL TRASFERIMENTO IN ITALA Europa di cui U.E. Africa Asia America Oceania Apolidi Maschi Lavoro Studio Presenza di familiari Altro Femmine Lavoro studio Presenza di familiari Altro Lavoro studio Presenza di familiari Altro

56 Tavola 30 Cittadini stranieri per titolo di studio - Censimento 2001 Titolo di studio Maschi Femmine Totali Laurea Diploma Licenza di scuola media inferiore Licenza di scuola elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Tavola 31 Cittadini stranieri in età lavorativa per condizione professionale - Censimento 2001 Condizione professionale Maschi Femmine Occupato/a In cerca di prima occupazione Disoccupato/a In attesa di iniziare un lavoro che ha già trovato Studente Casalinga Ritirato/a dal lavoro In altra condizione

57 Tavola 32 Cittadini stranieri occupati per attività economica Censimento 2001 Attività economica Maschi Femmine Agricoltura caccia e silvicoltura Industria alimentare Industria tessile Industria del legno Industria chimica Lavorazionedi minerali non metalliferi Siderurgia Industrie manifatturiere Produzione di energia elettrica, gas e acqua Edilizia Commercio manutenzione e riparazione autoveicoli Commercio all'ingrosso Commercio al dettaglio Alberghi e servizi di ristorazione Trasporti Credito e assicurazioni Informatica Consulenti e immobiliaristi Pubblica Amministrazione Istruzione Sanità Organizzazioni associative politiche e sindacali Attività ricreative Altre attività di servizi Servizi domestici Organizzazioni ed organismi extraterritoriali Graf. 12 Cittadini stranieri occupati per attività economica Censimento 2001 Altre attività 22,1% Agricoltura 5,7% Industria 12,1% Edilizia 5,1% Commercio 12,3% Pubblica amministrazione 2,7% Servizi domestici 39,9% 57

58 58 ISTRUZIONE E LAVORO

59 59

60 Tavola 33 Popolazione residente con meno di 6 anni per sesso, età e frequenza asilo nido/scuola materna/prima elementare - Censimento 2001 Frequenza Asilo nido/scuola materna/ prima elementare ETÀ PER SINGOLO ANNO DA 0 A 5 Asilo nido Bambini che frequentano Scuola materna Prima elementare Bambini che non frequentano l'asilo nido né la scuola materna né la 1 elementare Maschi Femmine Graf. 13 Bambini con meno di 6 anni che frequentano o non frequentano Censimento % 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Bambini che frequentano Bambini che non frequentano 60

61 Tavola 34 Popolazione residente da 6 anni in poi per grado d istruzione e sesso Censimenti Anno Laurea Forniti di titolo di studio Diploma Licenza media inferiore Licenza elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Maschi Femmine valori percentuali ,5 12,2 14,8 37,4 23,5 8,6 100, ,2 16,6 22,7 35,3 15,7 4,5 100, ,9 25,1 26,3 26,5 12,1 3,1 100, ,9 32,8 24,7 20,2 9,7 1,9 100,0 Graf 14 Popolazione residente da 6 anni in poi per grado di istruzione - Censimenti Laurea Diploma Licenza media inferiore Licenza elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti

62 Graf 15 Distribuzione della popolazione per grado di istruzione - Censimenti % Laurea 80% Diploma 60% Licenza media inferiore 40% Licenza elementare 20% 0% Analfabeti Alfabeti privi di titolo di studio Graf. 16 Andamento analfabeti e alfabeti privi di titolo di studio nei Censimenti Analfabeti Alfabeti privi di titolo di studio Tavola 35 Distribuzione percentuale della popolazione per grado d'istruzione - Confronto territoriale Censimento 2001 Laurea Diploma Licenza media inf. Licenza elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Reggio Calabria 10,9 32,8 24,7 20,2 9,7 1,9 Provincia di Reggio Calabria 7,4 25,3 28,2 22,3 12,5 4,3 Regione Calabria 7,2 25,2 27,4 22,3 13,2 4,7 Nord-ovest 7,6 26,5 31,7 26,8 6,8 0,6 Nord-est 7,2 26,5 30,3 27,2 8,2 0,6 Centro 9,0 28,4 27,9 24,6 9,2 0,9 Sud 6,8 24,1 29,6 23,8 12,6 3,0 Isole 6,6 22,6 31,0 24,1 13,0 2,6 Italia 7,5 25,9 30,1 25,4 9,7 1,5 62

63 Tavola 36 Popolazione residente per sesso, classi d età quinquennale, e grado d istruzione Censimento 2001 Grado di istruzione Diploma Classi Licenza di Alfabeti universitario Licenza di d'età scuola privi di Laurea o terziario di Diploma scuola media titolo di tipo non elementare inferiore studio universitario Analfabeti Maschi e più Femmine e più e più

64 Tavola 37 Popolazione residente per condizione lavorativa e sesso - Censimento 2001 Condizione lavorativa Maschi Femmine Val. ass. % Val. ass. % Val. ass. % Occupati , , ,1 Disoccupati , , ,4 In cerca di prima occupazione , , ,5 Altre persone in cerca di lavoro 892 1, , , , , ,0 Casalinghi/e 124 0, , ,0 Studenti , , ,6 Ritirati dal lavoro , , ,1 In altra condizione , , , , , ,0 generale , , ,0 Tavola 38 Tassi di attività, occupazione, disoccupazione e disoccupazione giovanile Censimento 2001 Sesso Maschi Femmine Tasso di attività 54,29 34,64 44,01 Tasso di occupazione 42,91 24,08 33,06 Tasso di disoccupazione 20,97 30,49 24,89 Tasso di disoccupazione giovanile 63,30 72,57 67,41 Tavola 39 Tasso di disoccupazione/occupazione per sesso e circoscrizione - Censimento 2001 Circoscrizione di residenza Tasso di disoccupazione Tasso di occupazione M F T M F T I - Centro storico 21,3 26,1 23,6 44,7 28,4 35,5 II - Pineta Zerbi-TreM-Er. 25,1 32,6 28,5 38,9 24,3 31,0 III - S.Caterina-Vito 27,0 35,3 30,6 42,6 25,7 33,7 IV - Trab.-Cond.-Spirito S. 26,2 36,8 30,8 46,6 28,0 36,9 V - Ferr.-Stadio-Gebb. 29,6 40,3 34,2 40,4 23,7 31,5 VI - Sbarre 29,0 39,1 33,5 43,0 26,3 34,1 VII - S.Giorgio-Mod.-S.Sper. 32,9 43,3 37,4 43,3 26,1 34,5 VIII - Cat.-Sal.-Rosalì-V.S.Gius. 35,0 51,3 41,6 39,7 19,3 29,2 IX - Gallico-Sambatello 32,6 44,6 37,5 43,0 22,9 32,6 X - Archi 40,2 49,9 44,1 38,1 20,8 29,4 XI - Ortì-Podargoni-Terreti 40,7 56,0 45,4 35,1 11,3 23,0 XII - Cannavò-Mos.-Cataf. 31,4 46,9 37,5 42,6 16,7 29,6 XIII - Ravagnese 31,4 46,9 37,5 45,9 22,4 33,9 XIV - Gallina 30,8 47,1 37,2 45,9 22,2 33,9 XV - Pellaro 28,2 46,0 35,4 44,2 21,9 32,8 TOTALE 21,0 30,5 24,9 42,9 24,1 33,1 64

65 Tavola 40 Popolazione appartenente alle forze lavoro per classi d'età e sesso - Censimento 2001 Forze di lavoro CLASSE DI ETÀ QUINQUENNALE DA 15 ANNI IN POI Occupati In cerca di prima occupazione In cerca di occupazione Disoccupati Altre persone in cerca di lavoro Maschi e più Femmine e più e più

66 Tavola 41 Popolazione non appartenente alle forze lavoro per sesso e classi d'età - Censimento 2001 Non Forze di Lavoro CLASSE DI ETÀ QUINQUENNALE DA 15 ANNI IN POI Studenti Casalinghe/i Ritirati dal lavoro In altra condizione Maschi e più Femmine e più e più

67 Tavola 42 Popolazione residente per condizione lavorativa, sesso e stato civile - Censimento 2001 Stato civile Condizione lavorativa Celibi/ Nubili Coniugato/a Separato/a di fatto Separato/a legalmente Vedovi/e Divorziati/e Maschi Occupato/a In cerca di prima occupazione Disoccupato/a Altre persone in cerca di lavoro Studente Casalinghe/i Ritirato/a dal lavoro In altra condizione Femmine Occupato/a In cerca di prima occupazione Disoccupato/a Altre persone in cerca di lavoro Studente Casalinghe/i Ritirato/a dal lavoro In altra condizione Occupato/a In cerca di prima occupazione Disoccupato/a Altre persone in cerca di lavoro Studente Casalinghe/i Ritirato/a dal lavoro In altra condizione

68 Tavola 43 Popolazione residente appartenente alle forze di lavoro per sesso, grado di istruzione e condizione - Censimento 2001 Forze di lavoro GRADO DI ISTRUZIONE Occupati In cerca di prima occupazione In cerca di occupazione Altre persone Disoccupati in cerca di lavoro Maschi LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI Femmine LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI

69 Tavola 44 Popolazione residente non appartenente alle forze di lavoro per sesso, grado di istruzione e condizione - Censimento 2001 GRADO DI ISTRUZIONE Maschi Studenti Non Forze di Lavoro Casaling he/i Ritirati dal lavoro In altra condizion e LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI Femmine LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI LAUREA di cui: con specializzazione e/o dottorato DIPLOMA UNIVERSITARIO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Maturità liceali Altri diplomi di maturità (corso 4-5 anni) Diploma scolastico di qualifica LICENZA DI SCUOLA MEDIA INFERIORE LICENZA DI SCUOLA ELEMENTARE ALFABETI PRIVI DI TITOLO DI STUDIO ANALFABETI

70 Tavola 45 Occupati per sesso e posizione nella professione - Censimento 2001 Posizione professionale Maschi % Femmine % % Imprenditore 802 2, , ,2 Libero professionista , , ,0 Lavoratore in proprio , , ,0 Socio di cooperativa 175 0, , ,6 Coadiuvante familiare 173 0, , ,9 Dipendente o in altra posizione subordinata , , , , , ,0 Tavola 46 Popolazione attiva per sesso, posizione professionale e ore lavorate dal 14 al 20 ottobre Censimento 2001 Classi di Posizione professionale Ore Libero Lavoratore Socio di Coadiuvante Dipendente Imprenditore lavorative professionista in proprio cooperative familiare Maschi Nessuna e oltre Femmine Nessuna e oltre Nessuna e oltre

71 Tavola 47 Occupati che non hanno svolto ore lavorate nella settimana ottobre per motivo e posizione professionale - Censimento 2001 Motivo dell'assenza di ore lavorate Dipendente Imprenditore Posizione professionale Libero professionista Lavoratore in proprio Socio di cooperative Coadiuva nte familiare Maschi Ferie Malattia Maternità Aspettativa CIG Mancanza di commesse Altro Femmine Ferie Malattia Maternità Aspettativa CIG Mancanza di commesse Altro Ferie Malattia Maternità Aspettativa CIG Mancanza di commesse Altro Tavola 48 Popolazione residente attiva per sesso e tipo di attività lavorativa - Censimento 2001 Tipo di attività lavorativa Sesso Maschi Femmina % Lavoro nelle Forze Armate ,4 Imprenditore o dirigente ,4 Attività ad elevata qualificazione ,3 Attività a media qualificazione ,7 Impiegato non tecnico ,3 Attività di vendita al pubblico o di servizio alle persone ,7 Coltivatore o allevatore ,2 Operaio specializzato ,5 Addetto a impianti fissi di produzione ,4 Operaio non specializzato ,

72 Tavola 49 Popolazione residente attiva per settore di attività economica e sesso - Censimenti Attività economica M F T M F T Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali Tavola 50 Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento Maschi Posizione nella professione SEZIONI DI ATTIVITÀ ECONOMICA Imprenditore e Libero professionista Lavoratore in proprio Socio di cooperativa Coadiuvante familiare Dipendente o in altra posizione subordinata Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

73 Tavola 51 Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento Femmine Posizione nella professione SEZIONI DI ATTIVITÀ Dipendente Imprenditore Lavoratore Socio di Coadiuvante o in altra ECONOMICA e Libero in proprio cooperativa familiare posizione professionista subordinata Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali Tavola 52 Popolazione residente per settore di attività economica e posizione nella professione Censimento 2001 Posizione nella professione Dipendente SEZIONI DI ATTIVITÀ Imprenditore Lavoratore Socio di Coadiuvante o in altra ECONOMICA e Libero in proprio cooperativa familiare posizione professionista subordinata Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

74 Tavola 53 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento Maschi Grado di istruzione Attività economica Laurea Diploma universitario Diploma Licenza di scuola media inferiore Licenza di scuola elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

75 74 Tavola 54 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento Femmine Grado di istruzione Attività economica Laurea Diploma universitario Diploma Licenza di scuola media inferiore Licenza di scuola elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

76 Tavola 55 Popolazione residente attiva per sesso, settore di attività economica e grado d'istruzione - Censimento Grado di istruzione Attività economica Laurea Diploma universitario Diploma Licenza di scuola media inferiore Licenza di scuola elementare Alfabeti privi di titolo di studio Analfabeti Agricoltura, caccia e silvicoltura Pesca, piscicoltura e servizi connessi Estrazione di minerali Attività manifatturiera Produzione e distribuzione di energia Costruzioni Commercio, riparazione autoveicoli e beni di consumo Alberghi e ristoranti Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni Intermediazione monetaria e finamziaria Affari immobil., noleggio, informatica, ricerca e altro Pubbl. Amm. e difesa, assicuraz. sociale obbligatoria Istruzione Sanità e altri servizi sociali Altri servizi pubblici, sociali e personali Servizi domestici presso famiglie e convivenze Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

77 76 Tavola 56 Mezzo di trasporto utilizzato e tempo impiegato per recarsi al luogo abituale di studio e di lavoro Censimento 2001 Tempo impiegato per recarsi al luogo abituale di studio o di lavoro Mezzo di trasporto utilizzato per recarsi al luogo abituale di studio o di lavoro Fino a 15 minuti Da 16 a 30 minuti Da 31 a 45 minuti Da 46 a 60 minuti Oltre 60 minuti Treno Autobus urbano, filobus o tram Corriera, autobus extra-urbano Autobus aziendale o scolastico Auto privata (conducente) Auto privata (passeggero) Motocicletta, ciclomotore, scooter Bicicletta Altro mezzo A piedi Tavola 57 Mezzo di trasporto utilizzato e luogo abituale di studio e lavoro Censimento 2001 Mezzo di trasporto utilizzato per recarsi al luogo abituale di studio o di lavoro Luogo abituale di studio e lavoro In questo comune In altro comune totale di cui femmine totale di cui femmine totale di cui femmine Treno Autobus urbano, filobus o tram Corriera, autobus extra-urbano Autobus aziendale o scolastico Auto privata (conducente) Auto privata (passeggero) Motocicletta, ciclomotore, scooter Bicicletta Altro mezzo A piedi

78 EDIFICI E ABITAZIONI AL CENSIMENTO 78

79 79

80 Tavola 58 Edifici per tipologia di utilizzo - Censimento 2001 Tipologia di utilizzo N Edifici Utilizzati per abitazione Utilizzati per alberghi, uffici, commercio e industria, comunicazioni e trasporti 784 Altro tipo di utilizzo edifici utilizzati Non utilizzati edifici Graf 17 Edifici per tipo di utilizzo - Censimento 2001 Utilizzati per alberghi, uffici, commercio e industria, comunicazioni e trasporti 2,2% Altro tipo di utilizzo 3,1% Non utilizzati 8,5% Utilizzati per abitazione 86,2% Tavola 59 Edifici ad uso abitativo per numero dei piani fuori terra e numero di interni - Censimento 2001 Numero di interni Numero dei piani fuori terra e più o Da 5 a Da 9 a e più

81 Tavola 60 Edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione e stato di conservazione - Censimento 2001 Epoca di costruzione Stato di conservazione Ottimo Buono Mediocre Pessimo Prima del Dal 1919 al Dal 1946 al Dal 1962 al Dal 1972 al Dal 1982 al Dopo il Graf. 18 Edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione e stato di conservazione - Censimento 2001 Dopo il 1991 Dal 1982 al 1991 Dal 1972 al 1981 Dal 1962 al 1971 Dal 1946 al 1961 Dal 1919 al 1945 Prima del Ottimo Buono Mediocre Pessimo Tavola 61 Edifici per numero di scale e numero di piani fuori terra Censimento 2001 Numero scale Numero dei piani fuori terra e più e più

82 Tavola 62 Abitazioni censite nel Comune di Reggio Calabria - Censimenti dal 1971 al 2001 Abitazioni occupate Abitazioni non occupate CENSIMENTI Numero Stanze Stanze / Numero Numero Stanze Stanze / Numero Abitazioni Stanze Stanze / Numero , , , , , , , , , , , ,2 Graf. 19 Abitazioni censite nel Comune di reggio Calabria - Censimenti Abitazioni Stanze 82

83 Tavola 63 Abitazioni per stato di occupazione e tipologia di edificio - Censimento 2001 Tipologia di edificio Da almeno una persona residente Abitazioni occupate Solo da persone non residenti Stato di occupazione Abitazioni non occupate In edifici ad uso abitativo e complessi di edifici Con un interno Con due interni Con tre o più interni di cui: con più di dieci interni In edifici ad uso non abitativo e complessi di edifici Senza edificio o complesso di edifici Graf. 20 Abitazioni in edifici ad uso abitativo per stato di occupazione Censimento 2001 Abitazioni non occupate 22% Abitazioni occupate solo da persone non residenti 1% Abitazioni occupate da almeno una persona residente 77% 83

84 Tavola 64 Abitazioni in edifici ad uso abitativo per epoca di costruzione - Censimento 2001 Prima del 1919 Dal 1919 al 1945 Dal 1946 al 1961 Dal 1962 al 1971 Dal 1972 al 1981 Dal 1982 al 1991 Dopo il 1991 Stato di occupazione Abitazioni occupate da almeno una persona residente Abitazioni occupate solo da persone non residenti abitazioni occupate Abitazioni non occupate abitazioni Numero di abitazioni nell'edificio o Da 5 a Da 9 a e più Graf. 21 Edifici ad uso abitativo per numero di abitazioni nell'edificio Censimento o 4 Da 5 a 8 Da 9 a e più 84

85 Tavola 65 Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento e figura giuridica del proprietario - Censimento 2001 Figura giuridica del proprietario Proprietà Titolo di godimento Altro Affitto titolo Persona fisica Impresa o società Cooperativa edilizia Stato, Regione, Provincia, Comune Ente previdenziale IACP o Azienda per il territorio Altro Tavola 66 Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento, classe di superficie e numero di occupanti - Censimento 2001 Classi di superficie (mq) Numero di occupanti o più Proprietà Meno di Da 40 a Da 60 a Da 80 a Da 100 a Da 120 a e più Affitto Meno di Da 40 a Da 60 a Da 80 a Da 100 a Da 120 a e più Altro titolo Meno di Da 40 a Da 60 a Da 80 a Da 100 a Da 120 a e più Meno di Da 40 a Da 60 a Da 80 a Da 100 a Da 120 a e più

86 Graf. 22 Abitazioni occupate da residenti per classi di superficie (mq) e numero di occupanti Censimento e più Da 120 a 149 Da 100 a 119 Da 80 a 99 Da 60 a 79 Da 40 a 59 Meno di 40 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% 1 occupante 2 occupanti 3 occupanti 4 occupanti 5 occupanti 6 o più occupanti Tavola 67 Abitazioni occupate da persone residenti per titolo di godimento e disponibilità di servizi - Censimento 2001 Titolo di godimento Servizi presenti nelle abitazioni Altro Proprietà Affitto titolo Dispone di almeno una cucina Dispone solo di un cucinino Dispone solo di un angolo cottura Dispone di almeno un gabinetto Dispone di almeno un impianto vasca o doccia Dispone di acqua potabile di cui: da acquedotto di cui: da pozzo di cui: da altra fonte Dispone di acqua calda di cui:con impianto comune con quello del riscaldamento Dispone di impianto di riscaldamento di cui:impianto centralizzato ad uso di più abitazioni di cui:impianto fisso autonomo ad uso esclusivo dell'abitazione di cui:apparecchi singoli fissi che riscaldano tutta o parte dell'abitazione di cui:apparecchi singoli fissi che riscaldano solo alcune parti dell'abitazione