Piattaforme di sviluppo per dispositivi Wireless. Sicurezza. Gui. Networking. Multimedia. Java 2 Micro Edition

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piattaforme di sviluppo per dispositivi Wireless. Sicurezza. Gui. Networking. Multimedia. Java 2 Micro Edition"

Transcript

1 Introduzione Piattaforme di sviluppo per dispositivi Wireless Cellulari e Palmari Un telefono cellulare è solo un dispositivo per telefonare? Un PDA è solo un agenda elettronica? Seguendo le richieste del mercato i produttori hanno incrementato le funzionalità dei loro prodotti integrando software sempre più evoluto Corso: Sistemi di Elaborazione dell Informazione -Sicurezza su Reti A.A. 2002/2003 Prof. Alfredo De Santis Studenti: Curcio Riccardo, Pappacena Valerio Sono necessarie piattaforme di sviluppo sempre più sofisticate Introduzione I dispositivi su cui focalizzeremo l attenzione sono caratterizzati da Piccole dimensioni Cpu lente Piccoli quantitativi di RAM Problemi Comuni Problemi nello sviluppo del software per PDA e telefoni cellulari: Risorse hardware eterogenee Sistemi operativi ridotti al minimo Assenza di un file system Obiettivo: conciliare flessibilità e dimensioni ridotte Possibili soluzioni Architettura modulare Soluzione dedicata Gui Multimedia Sicurezza Networking Soluzioni disponibili Java 2 Micro Edition Sun Microsystem

2 Nascita di Java 2 Micro Edition Java 2 Micro Edition (J2ME) Nel giugno del 1999 durante la JavaOne Developer Conference viene presentata la versione Java 2 Micro Edition (J2ME) System.out.println ( Ciao Mondo ); Problema: la versione integrale di Java 2 richiede risorse hw e sw molto elevate Il motto è: Scrivi una volta Esegui ovunque Approccio Modulare Architettura di Java Java ridotto? Vantaggio: molti dispositivi soddisfano i requisiti hw Svantaggio: penalizzo i dispositivi più potenti Java completo? Vantaggio: uso al 100% le potenzialità dei dispositivi più potentiti Svantaggi: requisiti hardware e prezzo dispositivi maggiori Soluzione modulare: creo una versione di Java ridotta alla quale aggiungere elementi in base alle esigenze L architettura di J2ME è basata su tre moduli Pacchetti Opzionali: Supporto Bluetooth Supporto WiFi Supporto Web Services Supporto tecnologie proprietarie Profilo: API di alto livello Configurazione: API di base Java Virtual Machine Configurazioni CLDC Richieste Hardware Configurazione = requisiti hardware + funzionalità di base Attualmente sono definite due tipi di configurazioni: Connected Limited Device Configurations (CLDC) Conneted Device Configuration (CDC) Le risorse minime richieste per questo tipo di dispositivi: Da 160 KB a 512 KB di memoria totale Un processore a 16-bit o 32-bit Basso consumo energetico Connettività Ci occuperemo della configurazione

3 CLDC - Considerazioni Hardware Target e Hardware diversi CLDC Memoria Vincoli per la memoria 512 Telefono Cellulare PDA CPU e RAM scarse Usato per telefonare CPU e RAM medie Usato come PIM minima massima Volatile Fissa Specifiche Vaghe = Massima Flessibilità Memoria Volatile: Spazio per le applicazioni Spazio per i dati Spazio per la memoria dinamica Cosa Offre CLDC? CLDC - Sicurezza La piattaforma Java consente di caricare dinamicamente contenuti sul dispositivo sicurezza networking librerie del nucleo I/O localizzazione linguaggio e virtual machine Non è possibile prevedere il comportamento dei programmi prodotti da terze parti Come garantisco la sicurezza con risorse limitate? Ancora approccio modulare Gli altri aspetti devono essere gestiti a più alto livello La sicurezza per CLDC è suddivisa in due aree: a basso livello a livello di applicazione Sicurezza A Basso Livello Consente di verificare che l applicazione eseguita dalla Java Virtual Machine non sia in grado di danneggiare il dispositivo sul quale viene eseguita Sicurezza A Livello Di Applicazione La sicurezza a livello di applicazione garantisce che l applicazione non effettui operazioni illecite quando accede a file stampanti dispositivi ad infrarossi Rete Class Verifier Verifica che i file class caricati nella Java Virtual Machine non possano fare cose al di fuori delle specifiche Verifica l integrità del byte code Usa il modello sandbox

4 Sicurezza Sandbox Il modello sandbox assicura che: Sicurezza Sandbox Un utente malizioso potrebbe sovrascrivere le classi di sistema per accedere alle funzionalità del dispositivo Le applicazioni vengono eseguite in un ambiente chiuso Solo un limitato e predefinito sottoinsieme delle API di Java è disponibile al programmatore Il download e la gestione delle applicazioni Java sul dispositivo sono possibili solo a livello di codice nativo all interno della Virtual Machine La protezione delle classi di sistema assume un ruolo fondamentale per garantire l integrità del sistema Per garantire l inviolabilità del modello l utente non può Fornire il proprio class loader Riscrivere funzioni native Aggiungere funzioni native non previste da CLDC, dal profilo, dai pacchetti opzionali Profili Forniscono API di livello più alto e Pacchetti Opzionali Supporto di funzioni speciali del dispositivo ciclo di vita delle applicazioni (installazione, esecuzione cancellazione) modelli di applicazioni ad alto livello Supporto di nuove tecnologie Estensioni delle funzioni di profili e configurazioni gestione degli eventi interfaccia utente Bluetooth Wi-Fi MMAPI Caffè? Profili di J2ME MIDP 2.0 Mobile Information Device Profile (MIDP) Foundation Profile(FP) Personal Profile(PP) Personal Basis Profile(PBP) Il profilo MIDP è destinato alla configurazione CLDC I profilli FP,PP, PBP sono destinati alla configurazione CDC I profili per CDC sono stratificati Definisce gli aspetti lasciati in sospeso da CLDC: ciclo di vita delle applicazioni firma delle applicazioni sicurezza con domini privilegiati sicurezza nelle transazioni punto-punto (https) consegna e fatturazione delle applicazioni MIDlet push registration Networking Memorizzazione persistente Suoni Timer User interface (UI)

5 MIDP - Hardware Nuove funzioni = Requisiti hardware maggiori MIDP Requisiti S.O. Host Gestione Interrupt Scheduling Esecuzione JVM Display con dimensioni 96x54 e profondità di colore di 1 bit Dispositivi di input (tastiere o touch-screen) 256 kb di memoria non volatile (+ quella per CLDC) 8kb di memoria non volatile per i dati persistenti 128kb di memoria volatile per i runtime di Java (es. heap) Possibilità di networking Funzionalità audio Memoria persistente Rete Input utente MIDP GUI (interfaccia utente grafica) Funzionalità avanzate => Interfaccia avanzata MIDP Multimedia Api a Basso Livello consentono la fruzione di audio, video e giochi Caselle Combinate Caselle di Testo Elementi GUI MIDP Finestre Popup Barre di Scorrimento E possibile definire elementi personalizzati Ci sono delle API per Gestione di Sprite Gestione di Texture stratificate Gestione dell Audio Le MMAPI (Mobile Media API) aggiungono il supporto per file video e altri tipi di file multimediali Il layout è indipendente dal dispositivo Caricamento Dinamico delle Applicazioni L utente deve poter facilmente eseguire, aggiornare o rimuovere le applicazioni Un Distributore predispone un server web con l elenco di L Utente naviga nei applicazioni contenuti del server Networking MIDP estende le capacità di comunicazione dei dispositivi Aggiunge il supporto per gli standard della connettività http https socket comunicazione su porta seriale il Dispositivo verifica che l applicazione sia compatibile il Dispositivo scarica l applicazione, verifica e compila il bytecodee e la installa Sono previsti pacchetti opzionali per sms cell broadcast service delle reti gsm cdma

6 Networking MIDP - Sicurezza MIDP estende il modello di sicurezza previsto da CLDC MIDP consente la creazione di applicazioni event- driven con eventi generati dalla rete MIDP 2.0= sandbox + applicazioni trusted/untrusteduntrusted Untrusted: Una applicazione la cui integrità non può essere verificata MIDP supporta anche il modello server push Trusted: una applicazione la cui origine è definita affidabile MIDP - Sicurezza E possibile stabilire delle politiche di accesso alle applicazioni per le applicazioni in base alla loro provenienza Windows CE B JVM A Microsoft Introduzione Sistema Operativo in Rom Windows CE è la versione di Windows dedicata ai sistemi embedded Microsoft con Windows CE pone le basi dello sviluppo nel sistema operativo Anche le applicazioni possono risiedere nella rom

7 Moduli Windows CE è costituito da un insieme di moduli La dimensione del software del sistema operativo (footprint) può essere controllata selezionando solo i moduli di cui si ha bisogno Per consentire una maggiore configurabilità, alcuni moduli sono ulteriormente suddivisi in componenti Modulo Coredll Fornisce le funzioni di base del sistema operativo: la gestione della memoria lo scheduling dei processi alcune delle funzionalità per la gestione dei file la gestione della memoria virtuale la gestione del multitasking e del multithreading la gestione delle eccezioni Le componenti di Coredll sono richieste in quasi tutte le configurazioni di Windows CE Modulo Filesys Sono previsti diversi tipi di File System: File system per la gestione della ROM File system per la gestione della RAM File system per la memorizzazione di dati strutturati File system di tipo FAT Le combinazioni più utilizzate sono: ROM-only file system File System sia ROM che RAM ROM, ROM, database, registry e password File System RAM e ROM e un file system FAT Modulo Gwes Gwes (Graphics, Windowing and Events Subsystem) gestisce l interfaccia grafica GWES Finestre Controlli Grafica Avanzata Bottoni Caselle di Testo Combo Box Il software applicativo e Windows CE utilizzano MGDI (Multiplatform Graphics Device Interface) del Gwes per la visualizzazione degli oggetti dell interfaccia Componenti del Gwes Altri Moduli Power Management Input Utente BASE Coda di Messaggi GDI Dialog Moduli per esigenze particolari dei dispositivi: Comunicazione PCMCIA RSA Periferiche + Driver Multimedia OLE/COM Desktop + Shell Personalizzate Fonts Controls

8 Configurazione di una piattaforma Programmazione in Windows CE Personalizzazione piattaforma Librerie C Sviluppo driver dispositivi XML MFC Debug della piattaforma Creazione e aggiunta caratteristiche personalizzate Modifica codice sorgente file di configurazione Costruzione immagine SO Dispositivo Personalizzato? si Framework.NET MODULI COM no no Carica sul dispositivo Piattaforma completata? si Esporta Sdk Sviluppo OAL, BSP e Boot Loader Object Exchange Pocket Outlook Object Model Active Template Library Active Sync Networking con Windows CE CryptoApi Strato applicazione Applicazione A Applicazione B Applicazione C CryptoAPI Strato di Sistema Sistema Operativo CryptoSPI Strato fornitore servizi CSP #1 CSP #2 CSP #3 L architettura è divisa a strati e consente diversi tipi di comunicazione Gli sviluppatori possono utilizzare le funzioni della CryptoAPI per implementre gli schemi previsti dai protocolli di autenticazione senza conoscerne in dettaglio le specifiche implementative Windows CE vs. Pocket PC ciclo di vita delle applicazioni le modalità di debugging le linee guida sulla progettazione Affinché un prodotto possa fregiarsi del logo Pocket PC la Microsoft ha stabilito delle linee guida molto rigide che servono a garantire al consistenza delle applicazioni per i dispositivi di questo tipo Pocket PC vs. Windows CE Classe InputPanel con il quale gestire l'input via software Menù unico per tutte le applicazioni Le applicazioni non vengono terminate restano in esecuzione in background Funzione pulsante minimizzazione configurabile Le applicazioni vengono eseguite sempre a schermo intero (240x320)

9 Applicazioni per Console Pocket PC non supporta applicazioni su linea di comando Palm OS Applicazioni senza maschera per lavorare in background Palm OS Palm OS è una soluzione dedicata Palm Os User Interface Guidelines Ripetuti utilizzi per brevi intervalli di temp La velocità dell applicazione è essenziale Una applicazione per palmare non deve richiedere un eccessivo input all utente Sviluppo delle Applicazioni Le applicazioni per Palm Os sono indipendenti dalla piattaforma hardware 10 Kg. Le applicazioni sviluppate in C, C++ sono compatte Possono essere sviluppate nei linguaggi di programmazione più comuni come C, C++,Java, Visual Basic La barba mi è cresciuta mentre il PDA si accendeva io volevo solo sapere quanti giorni mancano a Natale Le applicazioni scritte negli altri linguaggi sono più pesanti 100 Kg. Ciclo di Vita delle Applicazioni Sistema operativo con singolo thread di esecuzione Modalità di Esecuzione Il punto di ingresso del programma è la funzione Pilot Main Ogni applicazione ha diversi modi di esecuzione identificati da un codice Quando l utente richiede di nuovo l utilizzo di una applicazione fermata in precedenza, questa riparte esattamente dal punto in cui era stata lasciata Se l applicazione deve eseguita normalmente viene attivato il ciclo degli eventi Le applicazioni interagiscono con l utente e con il sistema operativo utilizzando il modello basato sugli eventi La funzione PilotMain si occupa esclusivamente della ricezione dei codici di lancio e di inviare una risposta adeguata

10 Memoria e File System Palm OS non dispone di un file system Comunicazione Il sistema operativo Palm Os supporta il protocollo Object Exchange che consente lo scambio spontaneo di informazioni tra dispositivi I dati sono suddivisi in blocchi e memorizzati nella RAM L Exchange Manager si occupa dello scambio dei dati I blocchi della RAM sono gestiti come un Database txxtd ms-8939 xc-vr-tz I dati vengono elaborati in loco Scambio di Dati HotSync e Conduit Per consentire ad una applicazione di ricevere oggetti è necessario registrarla con l Exchange Manager per il tipo di dati che si vuole ricevere Exchange Manager L unità del sistema operativo che si occupa di questo scambio è l HotSync Manager Ogni applicazione che prevede la sincronizzazione dei dati tra palmare e PC deve disporre di un plug-in per l HotSync Manager chiamato Conduit Typed Data Object Typed Data Object :sono un flusso di byte più informazioni addizionali relative al contenuto del flusso Librerie per i Servizi di Rete La libreria net fornisce servizi per la comunicazione su reti tcp/ip tcp udp L Internet library fornisce alle applicazioni palm os un modo per accedere facilmente alle informazioni disponibili su internet utilizzando i protocolli http e https Telefonia Telephony Manager: Chiamate in ingresso Chiamate in uscita Servizi di rete Gestione del pin Gestione della sim numero di riferimento se più applicazioni accedono alla libreria Accesso sincrono e asincrono alle funzioni di libreria Il sistema operativo prevede il supporto del protocollo SSL che garantiche che le informazioni che viaggiano sulla rete siano sicure ed autenticate il telephony Manager fornisce un insieme di servizi per determinare se una specifica funzionalità è supportata o meno

11 CPM Le operazioni di crittografia vengono realizzate da moduli indipendenti che possono essere sviluppati da produttori di terze parti La gestione dei moduli viene realizzata dal Cryptography Provider Manager Due livelli Il livello di applicazione: il CPM fornisce un interfaccia per le applicazioni che hanno bisogno di compiere delle operazioni relative alla crittografia Il livello di operazione: l operazione crittografica non è parte del CPM, ma è fornita da un Algorithm Provider (AP) che esporta verso il CPM le proprie funzionalità In questo modo sviluppatori di terze parti possono creare e distribuire il loro AP Symbian OS Symbian OS Symbian OS Symbian Ltd nasce nel 2002 dalla collaborazione tra Motorola, Nokia, Sony/Ericsson, Ericsson, Siemens, Panasonic e Psion per proporre un sistema operativo per palmari e cellulari: Symbian OS Symbian OS è caratterizzato da: Telefonia mobile multimode integrata Ambiente di applicazione aperto Symbian OS è progettato per le specifiche richieste dei cellulari di tipo 2G, 2.5G e 3G Multi-taskingtasking Struttura basata sui componenti ed orientata agli oggetti Progettazione di interfaccia utente flessibile Robustezza Caratteristiche Symbian OS fornisce un insieme di interfacce di programmazione di applicazioni comuni a tutti i telefoni cellulari basati su Symbian OS Le caratteristiche chiave della versione 7.0 del Sistema Operati vo sono: Ricca collezione di motori di applicazioni Browsing Messaging Multimedia Caratteristiche (continua) Protocolli di comunicazione Telefonia mobile Supporto internazionale Sincronizzazione dati Sicurezza Sviluppo per Symbian OS Input utente Grafica

12 Sottosistemi Ecco la struttura a sottosistemi di Symbian: Telefonia Il sottosistema di telefonia fornisce una API multimode ai suoi clients Le reti cellulari astratte includono GSM, GPRS, EDGE, CDMA e 3GPP2 P2 cdma2000 1x (versione A) e la prossima 3GPP W-CDMA Funzionalità comuni a tutti i network includono: Esaminiamone alcuni Informazioni sul telefono e sulla rete Rubrica Supporto delle configurazioni one-box e two-box Sincronizzazione della rubrica Infrastruttura di comunicazione Messaging Il sottosistema di infrastruttura di comunicazione fornisce: Gestione dell archivio delle comunicazioni Socket server ed API lato client Supporto multi-homing Gestione di interfaccia di rete Server di comunicazione seriale La struttura di messaging fornisce il supporto per i protocolli di messaging per l invio e la ricezione di SMS, EMS, MMS, e messaggi fax La struttura usa Moduli Tipo di Messaggio (MTM) MTM possono essere aggiunti in run-time per espandere le capacità di messaging dei telefoni basati su Symbian OS dopo l acquisto Stack HTTP e WAP Multimedia La struttura Multimedia (MMF) è snella e multi -threaded per gestire i dati multimediali Fornisce funzionalità di registrazione, riproduzione e streaming audio e video Grafica Il sottosistema grafico fornisce: Accesso condiviso allo schermo Input da tastiera e da dispositivo di puntamento Font carattere bitmap (forniti tramite l Open Font System) Bitmap che usano uno spazio condiviso L interfaccia del Dispositivo Grafico (GDI)

13 Grafica (continua) Le caratteristiche principali sono: Accesso diretto allo schermo Supporto antialiasing per testo su tutti i tipi di schermi Strato di Astrazione Hardware 2D (HAL) Struttura di applicazione Il sottosistema di struttura di applicazione fornisce un ambiente potente per la creazione di interfacce utente differenti Le principali caratteristiche dell architettura di applicazione sono: Esecuzione di applicazioni come processi separati Struttura di riconoscimento di tipo di dati (tipi MIME ed altri) Object embedding Struttura di notifica Struttura di riconoscimento plugin Supporto all'internazionalizzazione Connettività PAN BASE La connettività Personal Area Networking è disponibile attraverso il supporto di Bluetooth, seriale, USB, infrarosso e dispositivi Ethernet Il sottosistema Base fornisce: Struttura di programmazione per tutte le componenti di Symbian OS Astrazione che facilita la progettazione su piattaforme multiple Il sottosistema Base assicura: Robustezza Prestazione Gestione efficiente dell energia energia di Symbian OS Le parti principali visibili all utente di Base sono la libreria utente ed il server dei file Connettività PC Java Il toolkitdi connettività PC consiste di componenti sul telefono cellulare e di componenti sul PC che cooperano per fornire servizi di connettività ed abilitano la sincronizzazione dati L'implementazione Java di Symbian OS 7.0 fornisce: MIDP 2.0 CLDC 1.0 Bluetooth 1.0 Messaging Wireless 1.0 API JavaPhone

14 Sicurezza Il sottosistema di sicurezza abilita: confidenzialità dei dati Integrità autenticazione Fornisce supporto alla base dei protocolli di comunicazione sicuri come TLS/SSL, WTLS e IPSec Supporta anche l autenticazione di software installabile che usa la firma digitale Sviluppo Software per la Creazione di Dispositivi Tool hardware e software basati su C++ permettono lo sviluppo di driver dispositivo, componenti middleware, strutture GUI e applicazioni La portabilità di applicazioni per palmari al Symbian OS è assicurata da toolsquali Crossfire, della AppForge Inc. (www.appforge.com) Diffusione attuale Symbian OS SavaJe OS 2.0 SavaJe OS 2.0 Architettura Nel 1999 nasce la SavaJe Technologies (www.savaje.com) Basandosi su Java si sviluppa un sistema operativo per telefoni cellulari e dispositivi wireless L architettura di sistema segue questo schema: Savaje è concettualmente diviso in tre livelli: il "nucleo" del sistema uno strato di servizi uno strato applicativo

15 Punti di Forza SavaJe è: Una piattaforma universale ed aperta per i telefoni cellulari Un ottima piattaforma per eseguire applicazioni Java Fornisce sicurezza completa per le applicazioni residenti, distribuite ibuite o scaricate dalla rete Rende possibile la piena personalizzazione dell interfaccia utente e permette la firma delle applicazioni Strati Fisici La piattaforma SavaJe OS 2 consiste in tre strati Core Application services User experience Java su SavaJe OS SavaJe è ottimizzato per eseguire Java a livello hardware e quindi molto più velocemente di qualsiasi altra soluzione OS/JVM Le Applicazioni Viene fornita una completa suite di applicazioni che include: Browser HTML/WAP (SSL, HTML 4.0, Applets, Java Script, WML, XHTML) Messaging (POP3 , SMS, MMS) PIM (contacts, agenda, tasks, notes) Multimedia (MP3, MPEG4) Giochi 3D avanzati Giochi ed Applicazioni MIDP Visualizzazione di documenti MS Brew Brew La Qualcomm Incorporated (www.qualcomm.com) propone nel 2000 la sua soluzione per prodotti wireless: BREW si pone come soluzione di air interface indipendente E una soluzione dati completa wireless end-to-end che risolve i problemi di fatturazione e pagamento e che dà agli utenti la possibilità di scaricare applicazioni via etere

16 Cos è Brew Come si programma in Brew BREW è uno strumento: Per uno sviluppatore: BREW è un insieme di API C Per le compagnie: BREW consente a produttori di terze parti di fornire applicazioni agli utenti Per gli utenti: BREW consente di avere un terminale in grado di scaricare dinamicamente applicazioni BREW è basato su C/C++ e la SDK è gratuita Gli sviluppatori possono offrire le proprie applicazioni a tutti gli operatori di rete mondiali I costruttori possono integrare BREW nei loro dispositivi facilmente BREW richiede poca memoria, per cui è accessibile anche da cellulari di fascia economica Gli operatori di rete scelgono da un catalogo di applicazioni la cui sicurezza ed affidabilità sono garantite dal test di sicurezza TRUE BREW di Qualcomm Brew e Java2ME Brew e Java2ME Brew non si pone in competizione con J2ME di Sun Microsystem Le applicazioni di J2ME, o midlets, sono supportate da Brewgrazie ad estensioni J2ME di Brew, precaricate dal costruttore del telefonino o aggiunte successivamente on air tramite il BDS (Brewdistribution System) Entrambe le piattaforme menzionate supportano l elaborazione client-side e possono tranquillamente coesistere e funzionare contemporaneamente ente sullo stesso cellulare L operatore offre servizi senza gestire altre problematiche quali: Identificare la Virtual Machine (VM) del dispositivo (fra 40 attualmente disponibili) Identificare le API addizionali necessarie a rendere funzionale la VM Negoziare col produttore della VM il prezzo e la disponibilità della VM Identificare i server che si integreranno con il proprio network Brew e Java2ME Elaborazione Client-Side Identificare la locazione per l hosting dei server ed integrarli con il proprio sistema di fatturazione Identificare e negoziare relazioni d affari con gli sviluppatori che creano applicazioni Java per quella VM Progettare e gestire le applicazioni e dare agli sviluppatori il modo di spedirle in tempi brevi Eseguire test delle applicazioni per assicurarsi che funzionino correttamente Ospitare le applicazioni ed eseguire assistenza sui server Guadagnare dagli abbonati e pagare ogni singolo sviluppatore Tra i vantaggi dell elaborazione elaborazione client-side di Brew ci sono: Elaborazione in tempo reale Veloce interattività con informazioni Personalizzazione del proprio cellulare Richiesta minima di hardware e software Brew può supportare anche linguaggi tipo flash e XML con le dovute estensioni

17 Sviluppo in Brew La soluzione completa Brew comprende: la Brew SDK il software client Brew I tool di porting il BDS che è controllato e gestito dagli operatori Brew usa poca memoria a differenza di MIDP di J2ME Sul telefono cellulare il client Brew occupa circa 150k e si pone tra l applicazione software e il software di livello ASIC (application specific integrated circuit) Dal lato client Brew agisce come una piattaforma estesa per altri ambienti (come VM) e permette il funzionamento di qualsiasi tipo di browser (HTML, WAP, chtml, etc.) come applicazione Il modello di business di Brew La distribuzione, la gestione e la vendita delle applicazioni seguono questo modello: 1. Gli sviluppatori sottopongono a Qualcomm le proprie applicazioni per il testing 2. Una volta approvate e firmate digitalmente le applicazioni diventano disponibili agli operatori di rete 3. Gli operatori scelgono le applicazioni che vogliono offrire ai propri clienti e negoziano il prezzo direttamente con gli sviluppatori E ovvio che gli operatori e gli sviluppatori determinano i prezzi delle applicazioni Il modello di business di Brew Il modello di business di Brew Il prezzo è diviso tra l operatore, lo sviluppatore e Qualcomm e viene stabilito per ogni copia venduta: I ricavi vengono suddivisi in questo modo: 80% allo sviluppatore 20% a Qualcomm e all operatore L utente naviga nell application download server dell operatore per cercare le applicazioni da acquistare o da provare si guadagna di più se l applicativo ha successo! Con questo modello tutte e tre le parti guadagnano dalla produzione di nuovi servizi che l utente utilizzerà La transazione intera è completata on air L importo dell acquisto viene poi addebitato su una bolletta mensile dell abbonato al servizio Web Services Nel 1998 seguendo la strada tracciata da XML prende forma il concetto cetto di Web Services Web Services Un Web Service è una applicazione modulare descritta, pubblicata, individuata ed utilizzata attraverso il web Un Web Service può essere sfruttato contemporaneamente per più operazioni, essendo condiviso in rete e disponibile a tutti

18 Web Services I Web services sono caratterizzati da: Funzionalità di self-description Pubblicazione di service description Localizzazione di funzionalità richieste Domanda di dati richiesti Scambio di dati con altri Web services Web Services: esempio Accedere e registrare il numero totale di ore di permesso assegnate ad un determinato impiegato Il servizio può essere accessibile tramite la intranet aziendale per l uso da parte degli stessi impiegati, dei manager o del reparto risorse umane Un singolo Web Service può essere ad uso e consumo di molte applicazioni all interno di una stessa azienda, aumentando l efficienza e razionalizzando i tempi di sviluppo Architettura L architettura che sta alla base dei Web Services è ben definita ed è sempre la stessa, indipendentemente dai Web Services specifici dei vari fornitori utilizzati L architettura descrive le interazioni fra tre componenti principali: pali: Tecnologie di base Il fatto che l industria si muova verso standard di programmazione (Java) e di scambio dei dati (XML) comuni, favorisce lo sviluppo dei Web Services Si aggiungono a questi standard quello di chiamate di procedure remote (SOAP), quello di chiamate di directory (UDDI) e quello di servizi di descrizione (WSDL) 1. Web ServiceProvider 2. Web Service Requester 3. Web Service Registries Sistemi legacy I Web Services sono particolarmente indicati quando si vuole integrare i sistemi legacy con le nuove applicazioni e-business Sviluppo I linguaggi delle applicazioni Web più usate, compresi Java 2 Enterprise Edition (J2EE), Microsoft.Net e IBM WebSphere, offrono ampio supporto per gli standard dei Web Services In aggiunta, i tool di sviluppo Web messi a disposizione dai fornitori rendono lo sviluppo dei Web Services ancora più facile e automatico

19 Sicurezza Web Services come firewall: nei sistemi enterprisesi si discriminano i dati e le funzioni accessibili da altre applicazioni i da terze parti I sistemi alla base dei Web Services non saranno mai esposti in prima linea Voice XML VoiceXML Perché VoiceXML Dopo VoXML di Motorola e SpeechML di IBM, nel 2000 ad opera del consorzio tra AT&T, Lucent Technologies, Motorola e IBM nasce VoiceXML VoiceXML nasce per consentire l accesso vocale ad applicazioni e contenuti web, mediante un telefono (fisso o mobile), un PDA (Personal Digital Assistant ) o anche mediante un comune PC dotato di casse e microfono Il Voice extensible Markup Language (VoiceXML) è un linguaggio di presentazione basato su XML (extensible Markup Language) per la creazione di siti web navigabili via voce L utente si collega ad un sito web, componendo un numero telefonico corrispondente ad un URL (Uniform ResourceLocator) Il server risponde eseguendo un contributo audio pre- registrato con cui presenta le opzioni del servizio Perché VoiceXML (continua) L utente: riceve informazioni vocali esegue comandi di navigazione inserisce dati effettua selezioni attraverso la voce o i tasti del telefono (toni DTMF, Dual Tone Multi Frequency) Tecnologia Nel caso di accesso mediante browser web, è sufficiente un server web che ospita i contenuti dell applicazione Se l accesso avviene mediante telefono è necessario aggiungere un gateway VoiceXML Durante la navigazione, il sistema risponde riproducendo file audio pre-registrati registrati o generati dinamicamente usando tecniche per la conversione da tes to a parlato Il testo potrà essere convertito in voce con differenti timbri

20 Tecnologia (continua) Per l accesso vocale sono necessari due moduli: uno che si occupa del riconoscimento vocale (Speech o Voice Recognition) e l altro capace di realizzare la traduzione del testo in voce (Text-To-Speech, TTS) Sono questi moduli che trasformano una scelta vocale dell utente in scelta binaria comprensibile dal Web server che ospita l applicazione e viceversa Dialoghi Un documento VoiceXML è costituito da una serie di dialoghi Il linguaggio definisce due tipi di dialoghi: forme menu Un form è un costrutto utilizzato per presentare informazioni (output vocale) o richiedere l immissione di dati (input vocale) Un menu presenta una selezione di voci predefinite tra le quali l utente può scegliere VoiceXML fornisce una serie di tag per la gestione di variabili, costrutti sequenziali, salti, diramazioni condizionali Tutti i documenti VoiceXML (estensione vxml) iniziano e terminano con l elemento vxml Strumenti Descrizione Un toolkit è il Voice Server SDK dell IBM, all indirizzo /voiceserversdk La sintassi del VoiceXML è basata sulle regole rigide dell XML Il DTD (Document Type Definition), ossia la grammatica del linguaggio, è disponibile all indirizzo Descrizione (continua) Un document server elabora le richieste da un applicazione client, attraverso il VoiceXML interpreter context Il server produce VoiceXML documents in risposta Esempio: un VoiceXML interpreter context è in ascolto continuo di una frase speciale di help ed un altro resta in ascolto di frasi di escape che alterano le opzioni utente, quali il volume o le caratteristiche della parlatura Descrizione (continua) La implementation platform è controllata dal VoiceXML interpreter context e dal VoiceXML interpreter Esempio: In un applicazione di risposta vocale interattiva, il VoiceXML interpreter context è responsabile della rilevazione di una chiamata in arrivo, dell acquisizione del documento iniziale VoiceXML e della risposta alla chiamata, mentre il VoiceXML interpreterpropone propone un dialogo dopo la risposta

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Sistemi Operativi per Ubiquitous Computing Palm OS Symbian OS

Dettagli

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Sistemi Operativi per Ubiquitous Computing Palm OS SymbianOS

Dettagli

J2ME Platform. Symbian OS. Nokia property platform: Series 60. Microsoft Windows CE.NET Microsoft Windows Mobile Mobile client-server communication

J2ME Platform. Symbian OS. Nokia property platform: Series 60. Microsoft Windows CE.NET Microsoft Windows Mobile Mobile client-server communication Dott. Giovanni Perbellini giovanni.perbellini@univr.it J2ME Platform J2ME Wireless Toolkit (WTK 2.2) Symbian OS Symbian SDK Nokia property platform: Series 60 Nokia Developer s Suite SDK Microsoft Windows

Dettagli

Strutture dei Sistemi Operativi

Strutture dei Sistemi Operativi Strutture dei Sistemi Operativi Componenti di sistema Servizi del sistema operativo Chiamate di sistema Programmi di sistema Struttura del sistema Macchine virtuali Progetto e implementazione di sistemi

Dettagli

Sistemi Operativi STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL

Sistemi Operativi STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1 Struttura dei Componenti Servizi di un sistema operativo System Call Programmi di sistema Struttura del sistema operativo Macchine virtuali Progettazione e Realizzazione

Dettagli

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it ANDROID Domenico Talia Università della Calabria talia@dimes.unical.it Sistemi Operativi per Mobile! I sistemi operativi per sistemi mobili seguono i principi dei SO classici ma devono gestire risorse

Dettagli

Java per Sistemi Mobili e Ubiqui

Java per Sistemi Mobili e Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Java per Sistemi Mobili e Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Java per Ubiquitous Computing Java Micro Edition Real-time Java KVM Waba J9 JavaPhone

Dettagli

Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi

Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi Componenti del sistema Servizi di un sistema operativo Chiamate del sistema Programmi di sistema Struttura del sistema Macchine virtuali Progettazione e realizzazione

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni)

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Progettazione di Sistemi Interattivi Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Docente: Daniela Fogli Gli strati e la rete Stratificazione da un altro punto di vista: i calcolatori

Dettagli

Approccio stratificato

Approccio stratificato Approccio stratificato Il sistema operativo è suddiviso in strati (livelli), ciascuno costruito sopra quelli inferiori. Il livello più basso (strato 0) è l hardware, il più alto (strato N) è l interfaccia

Dettagli

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici

Dettagli

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software di sistema e software applicativo I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software soft ware soffice componente è la parte logica

Dettagli

Parte 3. Sistemi Operativi. Sistema operativo. Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per:

Parte 3. Sistemi Operativi. Sistema operativo. Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per: Parte 3 Sistemi Operativi Sistema operativo Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per: l uso efficace del computer mediante funzionalità che non sono fornite

Dettagli

Programmazione J2ME. Lezione 1. Le MIDlet. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania

Programmazione J2ME. Lezione 1. Le MIDlet. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania Programmazione J2ME Lezione 1 Le MIDlet Cosa impareremo oggi? Cosa è J2ME I profili MIDP ed i livelli di configurazione Il sistema di sicurezza di J2ME

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Sistema operativo Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Architettura a strati di un calcolatore

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Lezione 19 Blackberry. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Lezione 19 Blackberry. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Lezione 19 Blackberry + Credits I lucidi di questa lezione sono stati redatti dal Dr. Paolo Casoto nel 2012. Sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione, non commerciale e non opere derivate.

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Cos'è Android?

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Connettività e Comunicazione

Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Connettività di Sistemi Ubiqui Protocolli Wireless WAP/WML i-mode Infrarossi Bluetooth

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Connettività e Comunicazione

Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Connettività di Sistemi Ubiqui Protocolli Wireless WAP/WML i-mode Infrarossi Bluetooth

Dettagli

Manuale utente 3CX VOIP client / Telefono software Versione 6.0

Manuale utente 3CX VOIP client / Telefono software Versione 6.0 Manuale utente 3CX VOIP client / Telefono software Versione 6.0 Copyright 2006-2008, 3CX ltd. http:// E-mail: info@3cx.com Le Informazioni in questo documento sono soggette a variazioni senza preavviso.

Dettagli

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware.

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware. http://159.149.98.238/lanzavecchia/docum enti/sscta.htm Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 1 2 Il sw applicativo

Dettagli

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi Introduzione Funzionamento di un SO La Struttura di un SO Sistemi Operativi con Struttura Monolitica Progettazione a Livelli di un SO 4.2 1 Introduzione (cont.)

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Architettura di un sistema operativo

Architettura di un sistema operativo Architettura di un sistema operativo Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Struttura di un S.O. Sistemi monolitici Sistemi a struttura semplice Sistemi a livelli Virtual Machine Sistemi

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

Compiti del S.O. Lezione 2: Gestione dei processi. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi

Compiti del S.O. Lezione 2: Gestione dei processi. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi Lezione 2: Compiti del S.O. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi Un S.O. ha il compito di rendere semplice (all utente), l utilizzo del calcolatore componenti di un sistema operativo servizi dei

Dettagli

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E Lezione 5: Software Firmware Sistema Operativo Architettura del Calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti: Hardware e Software Firmware: strato di (micro-)programmi

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 1 Sistema software 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di un computer Significato elementare di programma e dati Sistema operativo 2 1 Introduzione In questa Unità studiamo

Dettagli

Connettività e Comunicazione

Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Connettività e Comunicazione Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Connettività di Sistemi Ubiqui Protocolli Wireless WAP/WML i-mode Infrarossi Bluetooth

Dettagli

Vericom Unified Messaging Server (VUMS)

Vericom Unified Messaging Server (VUMS) Vericom Unified Messaging Server (VUMS) VUMS è progettato per integrare ed espandere i sistemi di comunicazione in voce tradizionali con le funzioni applicative dei sistemi di telefonia su IP. Le caratteristiche

Dettagli

Sistemi Operativi: avvio

Sistemi Operativi: avvio Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra l hardware del sistema e uno

Dettagli

Sistemi Informativi e WWW

Sistemi Informativi e WWW Premesse Sistemi Informativi e WWW WWW: introduce un nuovo paradigma di diffusione (per i fornitori) e acquisizione (per gli utilizzatori) delle informazioni, con facilità d uso, flessibilità ed economicità

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

JUG Sardegna Java Summer Meeting 16 Luglio 2005 1

JUG Sardegna Java Summer Meeting 16 Luglio 2005 1 JUG Sardegna Java Summer Meeting 16 Luglio 2005 1 J2ME Introduzione allo sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili Stefano Sanna gerdavax@tiscali.it gerda@crs4.it JUG Sardegna Java Summer Meeting

Dettagli

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione BANCA VIRTUALE/1 Il termine indica un entità finanziaria che vende servizi finanziari alla clientela tramite le tecnologie dell informazione e della comunicazione, senza ricorrere al personale di filiale

Dettagli

Gestione degli utenti di Mobile Outlook per l accesso senza fili, Web e remoto

Gestione degli utenti di Mobile Outlook per l accesso senza fili, Web e remoto c03619786.fm Page 43 Monday, January 26, 2004 7:28 PM 43 Capitolo 3 Gestione degli utenti di Mobile Outlook per l accesso senza fili, Web e remoto Un elevato numero di utenti desidera poter accedere alla

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME

INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME Android ios Windows Phone 8 Android 2 Cos è Android? Un moderno open-source sistema operativo Componenti: Linux kernel Java Core applications 3 Perché è stato un successo

Dettagli

Strutture dei sistemi operativi

Strutture dei sistemi operativi Contenuti della lezione di oggi Strutture dei sistemi operativi Descrizione dei servizi messi a disposizione dell utente dal SO Utente generico Programmatore Esame delle possibili strutture di un SO Monolitica

Dettagli

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 Copyright 2011 ECDL Foundation Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta in alcuna forma se non

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Sistema Operativo Compilatore

Sistema Operativo Compilatore MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Sistema Operativo Compilatore Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 Il Sistema

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Guida all uso di Mozilla Thunderbird

Guida all uso di Mozilla Thunderbird Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Guida all uso di Mozilla Thunderbird in unione alle soluzioni Mailconnect/Mail.2 PERCHÉ USARE MOZILLA THUNDERBIRD DOWNLOAD E CONFIGURAZIONE GENERALE

Dettagli

Il software. Il Sistema Operativo

Il software. Il Sistema Operativo Il software Prof. Vincenzo Auletta 1 Il Sistema Operativo Software che gestisce e controlla automaticamente le risorse del computer permettendone il funzionamento. Gestisce il computer senza che l utente

Dettagli

Installation Guide. Pagina 1

Installation Guide. Pagina 1 Installation Guide Pagina 1 Introduzione Questo manuale illustra la procedura di Set up e prima installazione dell ambiente Tempest e del configuratore IVR. Questo manuale si riferisce alla sola procedura

Dettagli

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA IBM System i5 La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA Massimo Marasco System i Technical Sales Support massimo_marasco@it.ibm.com Oriented Architecture (SOA) Servizio

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

FAQ Dell Latitude ON Flash

FAQ Dell Latitude ON Flash FAQ Dell Latitude ON Flash 1. Tutti i computer Dell supportano Latitude ON Flash? No, Latitude ON Flash attualmente è disponibile sono sui seguenti computer Dell: Dell Latitude E4200 Dell Latitude E4300

Dettagli

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer Tecnologie per il Web Il web: architettura e tecnologie principali Una analisi delle principali tecnologie per il web Tecnologie di base http, ssl, browser, server, firewall e proxy Tecnologie lato client

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Nokia E65 S E H A I 3 S I V E D E

Nokia E65 S E H A I 3 S I V E D E I servizi UMTS di 3 sono disponibili nelle aree di copertura diretta di 3. Fuori copertura di 3 puoi comunque utilizzare il servizio voce e SMS grazie al roaming GSM e con i videofonini abilitati, grazie

Dettagli

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Obiettivi di un sistema operativo Concetti di base sui sistemi operativi

Dettagli

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali:

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Componenti di una applicazione Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Un sottosistema di interfaccia con l utente (IU, user interface o anche presentation

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Appendice D. D. Web Services

Appendice D. D. Web Services D. D.1 : cosa sono I cosiddetti sono diventati uno degli argomenti più attuali nel panorama dello sviluppo in ambiente Internet. Posti al centro delle più recenti strategie di aziende del calibro di IBM,

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

FileMaker Server 12. Pubblicazione Web personalizzata con XML

FileMaker Server 12. Pubblicazione Web personalizzata con XML FileMaker Server 12 Pubblicazione Web personalizzata con XML 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento

Dettagli

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l.

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. SAP rel.1.0 : SAP State: Final Date: 03-27-200 Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. Sede legale: Via Cola di Rienzo 212-00192 Rome - Italy Tel. +39.06.6864226 Sede operativa: viale Regina

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI L AQUILAL FACOLTA DI INGEGNERIA Applicazioni per dispositivi mobili: gli strumenti di sviluppo di Flash Lite. Diego Vasarelli Indice degli argomenti trattati. Introduzione agli

Dettagli

NetComp quick reference. 1. NETCOMP...2 2. Supporto Windows CE...3 3. UPDATE SISTEMA...8. 3.1 Update Bootloader/Image...8

NetComp quick reference. 1. NETCOMP...2 2. Supporto Windows CE...3 3. UPDATE SISTEMA...8. 3.1 Update Bootloader/Image...8 MNL139A000 NetComp quick reference ELSIST S.r.l. Sistemi in elettronica Via G. Brodolini, 15 (Z.I.) 15033 CASALE M.TO ITALY Internet: http://www.elsist.it Email: elsist@elsist.it TEL. (39)-0142-451987

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Guida di installazione per PC Suite

Guida di installazione per PC Suite Guida di installazione per PC Suite Il manuale d uso elettronico viene rilasciato subordinatamente a: Termini e condizioni dei manuali Nokia del 7 giugno 1998 ( Nokia User s Guides Terms and Conditions,

Dettagli

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro Architetture per le applicazioni web-based Mario Cannataro 1 Sommario Internet e le applicazioni web-based Caratteristiche delle applicazioni web-based Soluzioni per l architettura three-tier Livello utente

Dettagli

PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI

PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI 1 Web Link Monitor... 2 2 Database Browser... 4 3 Network Monitor... 5 4 Ghost Site... 7 5 Copy Search... 9 6 Remote Audio Video

Dettagli

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Informazione Editoriale, Pubblica e Sociale Modello del Computer Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Componenti del Computer Unità centrale di elaborazione Memoria

Dettagli

boot loader partizioni boot sector

boot loader partizioni boot sector IL SISTEMA OPERATIVO Il sistema operativo (S.O.) è un software che fa da interfaccia tra l uomo e l hardware, mettendo a disposizione un ambiente per eseguire i programmi applicativi. Grazie al S.O. un

Dettagli

Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail

Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail M ANUFACTURING & RETAIL MICROSOFT ENTERPRISE CLUB Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail Soluzioni Windows Powered per sistemi POS M

Dettagli

Architettura di un sistema operativo

Architettura di un sistema operativo Architettura di un sistema operativo Struttura di un S.O. Sistemi monolitici Sistemi a struttura semplice Sistemi a livelli Virtual Machine Sistemi basati su kernel Sistemi con microkernel Sistemi con

Dettagli

VoiceSurvey. DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova. Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal.

VoiceSurvey. DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova. Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal. VoiceSurvey DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal.com INSTANT S.r.l. Via Sorio 47, 35141 Padova Tel. +39 049

Dettagli

VoiceCMS. DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova. Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal.

VoiceCMS. DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova. Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal. VoiceCMS DOTVOCAL S.r.l. Via Greto di Cornigliano 6 R, 16152 Genova Tel. +39 010 65 63 452, Fax +39 010 65 63 552. sito: http://www.dotvocal.com INSTANT S.r.l. Via Sorio 47, 35141 Padova Tel. +39 049 87

Dettagli

Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino

Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino SurfTech: la competenza al servizio dell innovazione SurfTech nasce nel Febbraio 2008, dall iniziativa di tre professionisti

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Manuale di Connessione telefonica

Manuale di Connessione telefonica Manuale di Connessione telefonica Copyright 2003 Palm, Inc. Tutti i diritti riservati. Il logo Palm logo e HotSync sono marchi registrati di Palm, Inc. Il logo HotSync e Palm sono marchi di Palm, Inc.

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Anno Accademico: 2008/2009 DOCENTI: Prof.ssa Cecilia Rossignoli Dott. Gianluca Geremia Università degli Studi di Verona Dipartimento di Economia Aziendale

Dettagli

Programmazione ad Oggetti. Java Parte I

Programmazione ad Oggetti. Java Parte I Programmazione ad Oggetti Java Parte I Overview Caratteristiche generali 1 Caratteristiche generali Un moderno linguaggio orientato agli oggetti Pensato per lo sviluppo di applicazioni che devono essere

Dettagli

Cos e` un Sistema Operativo? Cos è un sistema operativo?

Cos e` un Sistema Operativo? Cos è un sistema operativo? Cos e` un Sistema Operativo? È un programma (o un insieme di programmi) che agisce come intermediario tra l utente e l hardware del computer: fornisce un ambiente di sviluppo e di esecuzione per i programmi

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Sistemi Operativi. Conclusioni e nuove frontiere

Sistemi Operativi. Conclusioni e nuove frontiere Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Conclusioni e nuove frontiere Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Definizione di sistema operativo Evoluzione futura

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Software È un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti elettronici (=

Dettagli

Guida di installazione per PC Suite. IT 9356487 Issue 1

Guida di installazione per PC Suite. IT 9356487 Issue 1 Guida di installazione per PC Suite IT 9356487 Issue 1 Copyright 2003 Nokia. Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del presente documento, né parte di esso, potrà essere riprodotto, trasferito,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Il Sistema Operativo Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela Fogli Cos

Dettagli

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione Evoluzione del Web Direzioni di sviluppo del web a) Multimedialità b) Dinamicità delle pagine e interattività c) Accessibilità d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione e) Web semantico

Dettagli

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica i Architettura Tecnica ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Scopo del documento 1 1.1 Abbreviazioni..................................................... 1 2 Overview 1 2.1 La PdD........................................................

Dettagli

Didit Interactive Solution

Didit Interactive Solution Didit Interactive Solution Didit Interactive Solution Moonway.it Versione Italiana Data: Settembre 2008 Contenuti Introduzione... 3 Componenti Windows Richiesti... 3 Guidelines Generali di Configurazione...

Dettagli

Java è sempre più embedded

Java è sempre più embedded Java è sempre più embedded La tecnologia di programmazione inventata da Sun si è molto evoluta. Oggi sono diverse le applicazioni, industriali, aziendali e consumer, in cui è integrata in versione embedded

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Motorola Phone Tools. Guida rapida

Motorola Phone Tools. Guida rapida Motorola Phone Tools Guida rapida Sommario Requisiti minimi...2 Operazioni preliminari all'installazione Motorola Phone Tools...3 Installazione Motorola Phone Tools...4 Installazione e configurazione del

Dettagli

Document Solutions Whitepaper V1.4.3

Document Solutions Whitepaper V1.4.3 Document Solutions Whitepaper V1.4.3 New Dynamic Solutions BVBA Metrologielaan 10/15, 1130, Brussel Belgium marketing@scannervision.eu http://www.scannervision.eu 1 Indice Indice... 2 Introduzione... 3

Dettagli