SERVIZI AMBIENTALI - ENERGETICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI AMBIENTALI - ENERGETICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE Aprile 2015

2 Sommario CAPO I Art Oggetto dell'appalto 3 Art Caratteristiche generali del Servizio 3 Art Durata dell'appalto 3 Art Ammontare dell appalto 3 Art Obblighi della Ditta aggiudicataria 4 Art Garanzia degli interventi 4 Art Cauzione definitiva 5 Art Variazioni delle prestazioni richieste 5 Art Adeguamento del costo del servizio e nuovi prezzi 5 Art Obblighi derivanti dai rapporti di lavoro 6 Art Obblighi del personale dell Aggiudicatario 6 Art Personale impiegato dall Aggiudicatario 7 Art Condizioni Generali 7 Art Responsabilità dell Aggiudicatario e polizze assicurative 8 Art Norme di prevenzione sicurezza e antinfortunistica sui luoghi di lavoro 8 Art Potere di controllo e vigilanza 8 Art Modalità di pagamento 9 Art Subappalto 9 Art Penalità 11 Art Risoluzione del Contratto 12 Art Disdetta del contratto da parte della Ditta 12 Art Forma del contratto 12 Art Tracciabilità dei flussi finanziari e clausola risolutiva espressa 12 Art Spese ed oneri accessori 13 Art Controversie 13 Art Foro competente 13 Art Cessione di credito 13 Art Tutela dati personali 13 Art Dichiarazione relativa all approvazione specifica ai sensi degli artt e 1342 del codice civile 14 Art Norma finale e di rinvio 14 CAPO II Art Interventi di derattizzazione programmati 15 Art Interventi di derattizzazione a richiesta 16 Art Interventi di disinfezione programmati 16 Art Interventi di disinfestazione a richiesta 17 Art Piccioni urbani Interventi di pulizia, disinfestazione e smaltimento guano a richiesta 17 Art Interventi programmati di lotta contro i culicidi 18 Art Interventi a richiesta di lotta alla zanzara tigre e culex Adulticidi su siti sensibili per zanzara tigre Adulticidi su aree verdi per zanzara culex Interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue) Trattamenti larvicidi zanzara culex 21 Pag. 2 di 29

3 Art Oggetto dell'appalto L appalto ha per oggetto l esecuzione del servizio di disinfestazione, derattizzazione e lotta alla zanzara tigre e culex nelle aree pubbliche e/o di uso pubblico e negli immobili di proprietà e/o gestione del Comune o comunque indicati dal Committente. L ambito di affidamento del servizio corrisponde all intero territorio del Comune di Mesagne. Art Caratteristiche generali del Servizio Le tipologie di servizio che formano oggetto dell'appalto possono riassumersi come sotto specificato. A) INTERVENTI DI DERATTIZZAZIONE A.1) Interventi programmati: da effettuarsi presso i siti indicati nel Capo II del presente capitolato; A.2) Interventi a richiesta: da effettuarsi nei luoghi di volta in volta indicati dal Committente. B) INTERVENTI DI DISINFEZIONE/DISINFESTAZIONE B.1) Interventi di disinfezione programmati: da effettuarsi presso i siti indicati nel Capo II del presente capitolato; B.2) Interventi di disinfestazione a richiesta: da effettuarsi nei luoghi di volta in volta indicati dal Committente; possono riguardare indicativamente disinfestazione di zecche, blatte, formiche, ecc. e di insetti volanti (calabroni, vespe, ecc.), compresa la rimozione di vespai e sciami di api. C) PICCIONI URBANI INTERVENTI DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE A RICHIESTA Interventi a richiesta: pulizia del guano, disinfestazione e smaltimento guano (sia a terra che in quota) negli immobili di proprietà e/o gestione del Comune di volta in volta indicati dal Committente. D) INTERVENTI DI LOTTA ALLA ZANZARA CULEX ED ALLA ZANZARA TIGRE D.1) Interventi programmati: interventi larvicidi per il contenimento della zanzara tigre nei pozzetti e caditoie stradali in aree pubbliche e/o di uso pubblico individuate nella planimetria allegata o comunque indicati dal Committente; D.2) Interventi a richiesta: Interventi adulticidi in aree pubbliche; interventi larvicidi per il contenimento della zanzara culex in grandi raccolte d acqua; interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue) veicolate dalle zanzare. I dettagli tecnici per l esecuzione delle attività oggetto del presente appalto sono precisati al Capo II del presente capitolato. Più precise indicazioni potranno essere impartite all'atto esecutivo dal Responsabile del Procedimento (R.P.) o dal Direttore dell esecuzione del contratto (D.E.C.). Art Durata dell'appalto I servizi oggetto del presente appalto avranno durata di anni 1 (uno) con inizio a far data dal verbale di consegna. E fatta salva la risoluzione anticipata del contratto del presente servizio, nel caso in cui per l Amministrazione Comunale il costo da sostenere possa risultare di minore convenienza rispetto al risultato di gara che potrà rinvenire dall aggiudicazione dell appalto per i servizi di gestione, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, attualmente in fase di predisposizione da parte dell ARO Br/2. Art Ammontare dell appalto L'importo per l affidamento dei servizi indicati ai precedenti articoli, comprensivo di tutte le attività e prestazioni poste a carico dell Aggiudicatario dal presente Capitolato viene determinato in ,00 annuo oltre I.V.A., di cui: Pag. 3 di 29

4 39.955,00 Importo del servizio posto a base di gara 490,00 Oneri per l attuazione dei piani di sicurezza (non soggetti a ribasso) Il servizio è appaltato a misura in base alle prescrizioni del presente Capitolato. L importo contrattuale potrà risultare inferiore all importo di aggiudicazione, nel caso in cui si proceda alla risoluzione anticipata del contratto per quanto riportato al precedente p.to 3. Art Obblighi della Ditta aggiudicataria Per i servizi di cui al presente Capitolato la Ditta aggiudicataria deve garantire: una struttura tecnico/amministrativa che preveda la figura del Responsabile Organizzativo (R.O.), del quale deve essere fornito nominativo e recapito telefonico, e che garantisca l avvio degli interventi a richiesta entro 48 ore dalla comunicazione via mail del Committente; un recapito telefonico da contattare in caso di emergenze sanitarie); in tal caso gli interventi devono essere attivati entro 24 dalla richiesta; la disponibilità ad eseguire i servizi richiesti anche nelle giornate di sabato ed in orari serali o notturni (questi ultimi per disinfestazioni aree pubbliche da zanzare); il massimo della stabilita del personale informando prontamente della eventuale sostituzione di qualche operatore; la rendicontazione mensile sui servizi eseguiti con le modalità indicate nel Capo II per ogni tipologia di servizio. L organizzazione dei servizi e tutti i contatti preventivi necessari al loro corretto svolgimento, con particolare riferimento ai contatti con istituti scolastici, asili nido e scuole materne, sono interamente a carico dell Aggiudicatario. Entro 20 giorni dal ricevimento della comunicazione di avvenuta aggiudicazione l Aggiudicatario si impegna a comunicare l elenco del personale che intende impiegare. Su richiesta motivata del Committente dovrà essere sostituito il personale che non rispetti le modalità di svolgimento delle mansioni e/o non mantenga atteggiamenti professionali adeguati e consoni alla peculiarità del servizio. La sostituzione deve avvenire con tempestività e non oltre il 3 giorno dalla segnalazione con altro operatore di pari professionalità e requisiti, dandone comunicazione al Committente. Dovranno essere osservate tutte le disposizioni di legge sulla prevenzione degli infortuni degli operatori impiegati nell esercizio dei servizi in argomento; la Ditta inoltre, libera sin d ora il Committente da qualsiasi responsabilità derivante da eventuali infortuni sul lavoro e/o ogni altro danno che potesse derivare dall espletamento dei servizi in appalto. Al personale impiegato dovranno essere garantiti la massa vestiario ed i dispositivi di protezione individuali necessari, previsti dalle vigenti normativa. Il servizio dovrà essere svolto mediante l utilizzo di idonei mezzi ed attrezzature tecniche, che dovranno essere conformi alle norme in materia di sicurezza sul lavoro e prevenzioni degli infortuni. La Ditta dovrà avere automezzi, non inferiori a n. 2, di cui n.1 almeno idoneo per l uso specifico ad operare nel centro storico. La Ditta vincitrice, entro 15 giorni dall aggiudicazione, dovrà fornire al Committente un elenco indicante il numero, il tipo e la marca degli automezzi e delle attrezzature tecniche utilizzate per lo svolgimento del servizio oggetto dell appalto e la relativa copertura assicurativa. Art Garanzia degli interventi La Ditta appaltatrice è tenuta a riconoscere un periodo garanzia per gli interventi su richiesta di cui al Capo II del seguente Capitolato, consistente in un determinato numero di giorni durante i quali non dovrà riscontrarsi la presenza di roditori e/o insetti infestanti nei singoli luoghi trattati. Pag. 4 di 29

5 La garanzia minima che dovrà essere offerta è di 5 (cinque) giorni ed avrà inizio al termine dell intervento. Pertanto qualora l intervento non abbia avuto l efficacia desiderata e/o nel caso di trattamento contestato, la Ditta dovrà riespletare il trattamento stesso, senza aggravio di spesa per il Comune di Mesagne, anche in considerazione di eventuali indicazioni al riguardo da parte del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell A.S.L. BR. La Ditta appaltatrice dovrà comunicare l avvio del periodo di garanzia al Servizio Ambiente. Alla data del termine della garanzia, è cura della Ditta appaltatrice autocertificare l esito positivo del ciclo di intervento con riscontro sulla scheda di rilevazione e trasmettere tale certificazione al Servizio Ambiente. Art Cauzione definitiva La cauzione definitiva di cui all'art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. e fissata nella misura del 10% dell'importo contrattuale a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto di appalto e il risarcimento del danno derivante dall eventuale inadempimento delle obbligazioni assunte a favore della Stazione Appaltante. Rimane salvo in ogni caso il risarcimento del maggior danno che la Stazione Appaltante avesse a subire. Le Amministrazioni hanno diritto di valersi sulla cauzione definitiva per l eventuale maggior spesa sostenuta per il completamento del servizio in caso di risoluzione del contratto in danno dell Aggiudicatario e per il pagamento di quanto dovuto dall Aggiudicatario per le inadempienze derivanti dall inosservanza di norme e prescrizioni dei contratti collettivi, delle leggi e dei regolamenti sulla tutela, protezione, assicurazione, assistenza e sicurezza fisica dei lavoratori comunque impiegati per l esecuzione del servizio. E' fatto obbligo all Aggiudicatario procedere alla reintegrazione della cauzione definitiva ogniqualvolta questa sia stata ridotta nel suo ammontare: in caso di inottemperanza si procederà alla reintegrazione a valere sui ratei di prezzo da corrispondere all Aggiudicatario. La cauzione definitiva deve essere redatta secondo le indicazioni contenute negli atti di gara. Art Variazioni delle prestazioni richieste Il Committente si riserva la facoltà di richiedere alla Ditta aggiudicataria variazioni in più o in meno rispetto alle prestazioni previste nei limiti di un quinto dell importo contrattuale alle stesse condizioni offerte in sede di gara e a quelle previste nel presente capitolato. Art Adeguamento del costo del servizio e nuovi prezzi I prezzi offerti in sede di gara si intendono dichiarati remunerativi dall Aggiudicatario in base a calcoli di propria convenienza. Si dichiarano, quindi, fissi ed invariabili. Gli importi delle varie prestazioni potranno variare tanto in più quanto in meno per effetto di variazioni nelle rispettive quantità, e ciò tanto in via assoluta quanto nelle reciproche proporzioni senza che l Aggiudicatario possa trarne motivo per chiedere compensi speciali o prezzi diversi da quelli del presente Capitolato. Le indicazioni di cui ai precedenti articoli, al Capo II del presente Capitolato ed agli allegati al medesimo devono considerarsi come indicazioni di massima per dare conto della natura e dell'entità dei servizi da eseguire; il Committente si riserva la facoltà di introdurre all'atto esecutivo quelle varianti non vessatorie per l'aggiudicatario ritenute opportune nell'interesse della buona riuscita e della economia del servizio, senza che l Aggiudicatario possa trarne motivo per avanzare pretese di compensi ed indennizzi di qualsiasi natura e specie, non stabiliti nel presente capitolato. Quando sia necessario eseguire servizi non previsti nel presente Capitolato si provvederà a definire nuovi prezzi assoggettati al ribasso d asta offerto. Pag. 5 di 29

6 Art Obblighi derivanti dai rapporti di lavoro La Ditta aggiudicataria è impegnata: all osservanza, oltre che del presente Capitolato, delle norme in vigore, o che verranno emanate nel corso di durata dell appalto, che disciplinano la prevenzione e l infortunistica, i contratti di lavoro, le assicurazioni sociali, le norme sanitarie, nonché le leggi antinquinamento e le norme di sicurezza sul lavoro ed ogni altra disposizione normativa applicabile al servizio oggetto di appalto; a trasmettere al Committente, prima dell avvio del servizio, l elenco di tutto il personale impiegato nell esecuzione del contratto con riserva da parte del Committente di incontrare il personale medesimo. Tale adempimento la Ditta dovrà assicurare anche nell ipotesi di nuovi assunti in corso di contratto. ad impiegare, nell erogazione del servizio di cui al presente appalto, solo personale retribuito in base al contratto collettivo nazionale di lavoro del settore di riferimento ed assicurato ai fini previdenziali ed assistenziali, nonché in regola con le disposizioni sanitarie in materia; ad inquadrare il personale impiegato nel livello corrispondente alla qualifica professionale richiesta; ad applicare integralmente tutte le norme contrattuali di categoria per il personale occupato; ad applicare integralmente tutte le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni e sicurezza nei luoghi di lavoro e ad assolvere tutti gli obblighi dei datori di lavoro per ciò che riguarda assicurazioni, provvidenze e previdenze sociali in base alle leggi ed ai contratti collettivi di categoria e, in relazione a questi ultimi, a non praticare condizioni normative e retributive inferiori a quelle stabilite dagli stessi. Se la Ditta ha forma cooperativa, si impegna a rispettare i relativi accordi nazionali e provinciali di lavoro anche nei rapporti con i soci. Gli obblighi di cui sopra vincolano la Ditta anche qualora la stessa non fosse aderente alle associazioni stipulanti gli accordi o recedesse da essi, indipendentemente dalla struttura o dimensione della Ditta stessa e da ogni altra qualificazione giuridica, economica e sindacale. In caso di inottemperanza a tali obblighi il Committente si riserva la facoltà di rescindere il contratto senza che l appaltatore possa sollevare eccezione alcuna. Non verranno ritenute valide le offerte i cui costi non garantiscano l applicazione del CCNL del settore. Art Obblighi del personale dell Aggiudicatario Il personale dell Aggiudicatario deve rispettare gli obblighi di legge e regolamentari inerenti il servizio assegnato (Codice di comportamento dei dipendenti delle Pubbliche amministrazioni), le norme fissate dal presente capitolato, le disposizioni concordate con il Committente e con i responsabili dell Aggiudicatario. Il personale e tenuto a svolgere i compiti assegnati con perizia, prudenza, diligenza e rispetto della dignità degli utenti e degli altri operatori. Quando il personale ispettivo del Committente rilevi infrazioni di lieve entità da parte del personale impiegato nel servizio, ferme restando le eventuali penali previste dal capitolato, informerà l Aggiudicatario con nota scritta. In caso di mancanze nei doveri di servizio di particolare gravita o a seguito del ripetersi di richiami, il Committente potrà richiedere, con nota motivata, che il/i responsabili vengano sospesi dal servizio di cui al presente appalto; l Aggiudicatario provvederà ordinariamente entro 10 giorni dalla richiesta, salvo che detta richiesta non motivi la sospensione immediata dal servizio. Nell allontanamento dal servizio l Aggiudicatario si atterra alle procedure previste dallo Statuto dei diritti dei lavoratori ed alle norme contrattuali vigenti nel comparto, ferme restando la responsabilità e le eventuali sanzioni all Aggiudicatario derivanti dal comportamento del proprio personale anche nelle more del provvedimento disciplinare. In particolare danno comunque luogo all allontanamento immediato dal servizio il presentarsi al lavoro in stato di ubriachezza o di alterazione derivante dall assunzione di sostanze stupefacenti, l inosservanza di norme antinfortunistiche o di igiene che possano produrre danno alle persone, l arrecare danno a cose o persone in modo doloso. Pag. 6 di 29

7 L Aggiudicatario risponderà direttamente anche per mancanze nei doveri di servizio e altre infrazioni addebitabili a personale operante per conto di eventuali ditte subappaltatrici. L Aggiudicatario deve istruire il proprio personale affinché si attenga alle seguenti disposizioni: provvedere alla riconsegna di cose, indipendentemente dal valore e dallo stato, che dovesse rinvenire nel corso dell espletamento del servizio; rifiutare qualsiasi compenso o regalia; adeguarsi tassativamente alle disposizioni impartite dal/dai referenti indicati dal Committente ed al rispetto delle norme in materia di sicurezza dei lavoratori; comunicare immediatamente al personale indicato dal Committente qualunque evento accidentale (es. danni non intenzionali, ecc.), che dovesse accadere nell espletamento del servizio. In particolare, l Aggiudicatario deve curare che il proprio personale: sia munito di cartellino di riconoscimento; segnali subito agli organi competenti del Committente ed al proprio responsabile diretto le anomalie rilevate durante lo svolgimento del servizio; non prenda ordini da estranei per l espletamento del servizio. L Aggiudicatario sarà comunque corresponsabile del comportamento dei suoi dipendenti in orario di servizio. Esso risponderà dei danni derivati a terzi, siano essi utenti che dipendenti del Committente, da comportamenti imputabili ai propri dipendenti. Il Committente potrà promuovere l allontanamento di quei dipendenti dell Aggiudicatario che contravvenissero alle disposizioni di cui sopra. L Aggiudicatario in tal caso dovrà provvedere all'immediata sostituzione del personale allontanato, nonché di quello che non dovesse risultare idoneo allo svolgimento del servizio, a seguito di specifica segnalazione da parte della Stazione Appaltante. Art Personale impiegato dall Aggiudicatario L Aggiudicatario è tenuto ad assicurare i servizi affidati dal presente appalto con proprio personale dipendente o con personale dipendente dalla/e ditta/e subappaltatrici per le parti subappaltabili. Le ditte che abbiano dichiarato l intenzione di costituire ATI debbono compiere con proprio personale i servizi che si siano impegnati a svolgere direttamente in sede di offerta. L organico impiegato dalla Ditta dovrà corrispondere a quanto dichiarato in fase di offerta e comunque composto da professionalità adeguate a garantire l esecuzione a perfetta regola d arte delle attività richieste. Tutto il personale impiegato dovrà essere dotato della massa vestiario e dei dispositivi di protezione individuali necessari previsti dalle vigenti disposizioni Art Condizioni Generali La Ditta aggiudicataria si intenderà vincolata per se, i suoi eredi ed aventi causa a qualunque titolo, ferma per il Committente la facoltà di risoluzione del contratto stesso in caso di morte, fallimento od anche per cessione dell'azienda in qualunque modo ed a qualsiasi titolo, salvi il danno e le spese da compensarsi. In caso di sospensione del servizio per cause di forza maggiore (scioperi, interruzione totale di energia, calamita naturali e quant altro) la ditta si impegna ad informare tempestivamente il Responsabile dell Ufficio Ambiente. In particolare, in caso di sciopero dei propri dipendenti, la Ditta si impegna a comunicare al Committente, almeno 48 ore prima dello sciopero medesimo, l entità del disservizio arrecato. Nel caso di sospensione del servizio dovuta a causa di forza maggiore o a qualsiasi altra disposizione del Committente, nulla sarà dovuto all Aggiudicatario. Pag. 7 di 29

8 Art Responsabilità dell Aggiudicatario e polizze assicurative POLIZZA RCT/O L Aggiudicatario, ferma la sua piena e diretta responsabilità per l'esatto adempimento delle obbligazioni contrattuali assunte, prima di iniziare la prestazione delle attività richieste, deve stipulare una polizza RCT/RCO nella quale deve essere esplicitamente indicato che la Stazione Appaltante, debba essere considerata "terza" a tutti gli effetti. La polizza deve obbligatoriamente prevedere la copertura dei rischi derivanti dallo svolgimento dei servizi/lavori svolti per conto del Committente e dalla mancata o non corretta esecuzione dei medesimi nei termini e secondo i criteri previsti dal presente capitolato, nonché ogni altro qualsiasi danno agli utenti, conseguente alle lavorazioni effettuate dall Aggiudicatario. La polizza deve prevedere altresì la copertura per danni alle cose di terzi in consegna e custodia all'assicurato a qualsiasi titolo o destinazione, compresi quelli conseguenti ad incendio e furto o per danni a qualsiasi titolo causati dall Aggiudicatario. La polizza assicurativa deve tenere indenne la Stazione Appaltante e gli altri enti afferenti al servizio, da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati coprendo i danni subiti dalla stessa a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere, anche preesistenti, verificatisi nel corso dell'esecuzione dei servizi/lavori. La polizza deve assicurare la Stazione Appaltante contro la responsabilità civile per danni causati a terzi nel corso dell esecuzione dei servizi/lavori o per mancata o non corretta esecuzione dei medesimi nei termini e secondo i criteri previsti dal presente capitolato e prevedere la copertura per la responsabilità civile verso prestatori di lavoro (RCO) per i rischi inerenti alla propria attività. La polizza dovrà essere prestata sino alla concorrenza di massimali complessivamente non inferiori a ,00.- L Aggiudicatario trasmette al RP copia delle polizze di cui al presente articolo almeno dieci giorni prima della consegna del servizio unitamente alla quietanza di avvenuto pagamento del premio (quest'ultima dovrà essere presentata con la periodicità prevista dalla polizza stessa, onde verificare il permanere della validità nel corso della durata dell'appalto). Il periodo di garanzia dovrà essere di 1 (uno) anni. Art Norme di prevenzione sicurezza e antinfortunistica sui luoghi di lavoro E fatto obbligo all Aggiudicatario, al fine di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, di attenersi strettamente a quanto previsto dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81 del 9/4/2008). Resta a carico dell Aggiudicatario la dotazione di dispositivi di protezione individuali (DPI) necessari all espletamento del lavoro in sicurezza dei propri dipendenti. Si fa obbligo all Aggiudicatario di formare il proprio personale in merito ai corretti comportamenti da attuarsi come previsto dal sopraccitato D.Lgs. Il Committente, in esecuzione del disposto del D.Lgs. 81/2008, ha effettuato un analisi per l identificazione di eventuali rischi da interferenza nell esecuzione del servizio oggetto del presente appalto. Da tale analisi sono emersi rischi da interferenza riportate nell allegato DUVRI (Allegato A.3) che si distinguano da quelli propri dell attività dell appaltatore, che dovrà provvedere agli adempimenti previsti dalla normativa sulla sicurezza del lavoro e quantificare gli oneri di sicurezza per le misure atte a prevenire il verificarsi dei rischi derivanti dall esercizio della propria attività. L Aggiudicatario dovrà predisporre e consegnare alla Stazione Appaltante il P.S.S. cosi come previsto dall art. 131 comma 2 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.. Gli oneri per la sicurezza saranno computati proporzionalmente all entità degli interventi eseguiti. Art Potere di controllo e vigilanza Personale del Committente potrà eseguire, in qualsiasi momento e senza preavviso, interventi di controllo sulle modalità di esecuzione dei servizi, per verificare che siano eseguiti secondo le Pag. 8 di 29

9 norme previste dal presente Capitolato e le norme di legge. Eventuali irregolarità od omissioni riscontrate verranno comunicate, verbalmente e per iscritto, all Aggiudicatario. I controlli svolti e la stessa facoltà di controllo non sollevano l Aggiudicatario dalle proprie responsabilità. L'Aggiudicatario e tenuto a fornire al Committente tutta la collaborazione necessaria, fornendo i chiarimenti richiesti e la relativa documentazione. Art Modalità di pagamento Il pagamento del corrispettivo dovuto per l esecuzione dei servizi sarà effettuato mensilmente a seguito della rendicontazione mensile di cui all art. 5, della verifica della regolarità dei servizi prestati e previa presentazione di regolari fatture. L Aggiudicatario dovrà indicare sulla fattura, oltre l importo totale delle prestazioni, il numero della determina di aggiudicazione nonché i codici CIG e IBAN del C/C sul quale andrà effettuato il relativo bonifico. Ogni mese alla fattura dovrà essere allegata la rendicontazione mensile dettagliata degli interventi effettuati. E comunque facoltà del RP predisporre il pagamento della fattura solo per la parte risultante dai propri riscontri. Il pagamento dei corrispettivi mensili avverrà entro 30 (trenta) giorni dalla data di ricevimento della fattura. Le fatture elettroniche dovranno essere intestate a: Comune di Mesagne Servizio Ambiente, Via Roma n Mesagne codice univoco: FIAKA7. Non si darà corso al pagamento di fatture che non presentino le caratteristiche indicate e non siano accompagnate dalla documentazione sopraccitata. Prima della liquidazione di ogni fattura l Ufficio Ambiente provvederà ad acquisire il D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva) rilasciato dall INPS INAIL aggiornato ed in corso di validità. In caso di accertata inadempienza degli obblighi contributivi, Il Responsabile né dà comunicazione all'aggiudicatario e procederà secondo quanto disposto dall'art. 31 del D. L. n. 69 del 21 giugno 2013 cosi come convertito nella legge 9 agosto 2013 n. 98. Art Subappalto L Aggiudicatario e tenuto ad eseguire in proprio i servizi compresi nel contratto. E ammesso il subappalto e l affidamento in cottimo nei limiti e secondo le modalità previsti dall art. 118 del D.Lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni e fermo restando quanto stabilito dall art. 170 del D.P.R. n. 207/2010. A norma dell art. 118 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m., l affidamento in subappalto o cottimo e consentito, previa autorizzazione della Stazione Appaltante, nel rispetto delle seguenti condizioni: 1. che l Aggiudicatario abbia indicato all atto dell offerta i servizi che intende subappaltare o concedere in cottimo; 2. che l Aggiudicatario provveda al deposito del contratto di subappalto stipulato sotto la condizione sospensiva del rilasciò dell autorizzazione presso la Stazione Appaltante contestualmente alla presentazione dell istanza e comunque almeno 20 giorni prima della data di effettivo inizio delle relative lavorazioni; 3. che al momento del deposito del contratto di subappalto presso la Stazione Appaltante l Aggiudicatario trasmetta le certificazioni attestanti il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti richiesti e specificati nel successivo punto 4, nonché una dichiarazione resa dall Impresa subappaltatrice (nelle forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.) attestante l inesistenza delle cause di esclusione dalle pubbliche gare di cui all art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006; 4. che il soggetto affidatario del subappalto o cottimo sia in possesso dei requisiti previsti dalla vigente normativa in materia di qualificazione delle imprese; Pag. 9 di 29

10 5. che al momento del deposito del contratto di subappalto l Impresa appaltatrice (o ciascuna delle Imprese raggruppate nell ATI) abbia provveduto a depositare una dichiarazione attestante l esistenza o meno di eventuali forme di controllo e collegamento a norma dell art del Codice civile con l Impresa affidataria del subappalto o del cottimo; 6. che al momento del deposito del contratto di subappalto l Impresa appaltatrice abbia provveduto a depositare una dichiarazione resa dall Impresa subappaltatrice dalla quale risulti (come previsto dall art. 1 del D.P.C.M. 11 maggio 1991 n. 187) la composizione Societaria, l esistenza di diritti reali di godimento o di garanzia sulle azioni con diritto di voto sulla base delle risultanze del libro dei soci, delle comunicazioni ricevute e di qualsiasi altro dato a propria disposizione, nonché l indicazione dei soggetti muniti di procura irrevocabile che abbiano esercitato il voto nelle assemblee Societarie nell ultimo anno o che ne abbiano comunque diritto. Tale dichiarazione deve essere resa solo nel caso in cui l Impresa subappaltatrice sia costituita in forma di Società per Azioni, in Accomandita per Azioni, a Responsabilità Limitata, di Società cooperativa per Azioni o a responsabilità limitata; nel caso di consorzio i dati sopraindicati dovranno essere comunicati con riferimento alle singole Società consorziate che partecipano all esecuzione dei servizi/lavori; 7. che contestualmente all istanza l Impresa appaltatrice depositi la dichiarazione resa dal legale rappresentante dell Impresa subappaltatrice attestante di non aver assunto funzione di progettista nei riguardi dei servizi/lavori oggetto di appalto, ne svolto attività di studio o consulenza in ordine ai medesimi servizi/lavori e di non trovarsi in situazione di controllo o di collegamento ai sensi dell art del Codice Civile con i progettisti medesimi. A norma dell art. 118, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. la Stazione Appaltante provvede al rilascio dell autorizzazione entro 30 giorni dalla presentazione della relativa istanza completa di tutta la documentazione prescritta a norma dei precedenti punti da 2 a 8; tale termine può essere prorogato una sola volta ove ricorrano giustificati motivi. Trascorso tale termine senza che si sia provveduto, l autorizzazione si intende concessa. Si precisa che a norma del medesimo art. 118, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. per i subappalti a cottimo di importo inferiore al 2% dell importo dei servizi affidati o di importo inferiore ad euro ,00, il termine suddetto e ridotto della meta. Si precisa sin d ora che la Stazione Appaltante non rilascia l autorizzazione al subappalto nel caso in cui l Impresa subappaltatrice non dimostri che nei suoi confronti non ricorrono cause di esclusione dalle pubbliche gara di cui all art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m., nonché nel caso in cui l Impresa subappaltatrice non sia in possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente per l esecuzione dei servizi/lavori oggetto del subappalto. L affidamento in subappalto o in cottimo di parte dei servizi non esonera in alcun modo l Impresa appaltatrice dagli obblighi assunti in base ai documenti che fanno parte del contratto, essendo essa l unica e la sola responsabile verso la Stazione Appaltante della buona esecuzione dei servizi. L Impresa appaltatrice dovrà garantire che le imprese subappaltatrici o cottimiste si impegnino ad osservare le condizioni del Capitolato speciale d appalto. Per quanto non previsto dalle citate disposizioni si applica la normativa statale vigente in materia di subappalto. Ai sensi dell art. 118, comma 4, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. l impresa appaltatrice deve praticare per i servizi da affidare in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultati dall aggiudicazione, con un ribasso non superiore al 20%. L impresa che ha affidato parte dei servizi in subappalto o in cottimo e tenuta al rispetto delle norme fissate dall art. 118, comma 6, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. in materia di trasmissione di documentazione alla Stazione Appaltante e di indicazioni sul cartello esposto all esterno del cantiere. La Stazione Appaltante provvederà a corrispondere direttamente al subappaltatore l importo dei servizi eseguiti a sensi dell art. 118 comma 3 del D.L.gs 163/2006. Pag. 10 di 29

11 Le disposizioni relative al subappalto si applicano anche a qualsiasi contratto avente ad oggetto attività ovunque espletate che richiedano l impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera ed i noli a caldo, se singolarmente di importo superiore al 2% dell importo dei servizi affidati o di importo superiore a Euro e qualora l incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore a 50% dell importo del contratto da affidare. L Impresa appaltatrice ha l obbligo di comunicare alla Stazione Appaltante, per tutti i subcontratti stipulati per l esecuzione dell appalto, il nome del subcontraente, l importo del contratto, l oggetto del lavoro, servizio o fornitura affidati. Art Penalità In caso di inadempienze agli obblighi di cui al presente Capitolato, e salvo quanto disposto dal successivo Art. 19, il RP applicherà le penali indicate nella tabella sotto riportata. Le penalità di cui al punto 1 verranno applicate quotidianamente e conteggiate sino al completo ripristino del regolare contesto operativo ed alla regolare esecuzione prevista dal presente capitolato. Nelle ipotesi di cui ai punti il Committente, oltre all applicazione delle penali, potrà provvedere autonomamente all esecuzione o al ripristino degli interventi imputando i relativi oneri a carico dell Aggiudicatario. INADEMPIENZA 1 Mancato rispetto dei termini previsti/concordati per l esecuzione dei servizi 2 servizi effettuati in modo difforme dalle norme contrattuali 3 Mancato o non corretto utilizzo dei D.P.I. in dotazione per ogni operatore e mancata conformità alle normative vigenti in materia di sicurezza del lavoro per ogni attrezzatura in dotazione 4 Altra inadempienza rispetto a quanto previsto nel Capitolato PENALE 250,00 ogni giorno di ritardo 200,00 oltre all esecuzione corretta dei medesimi servizi entro 3 gg max dalla contestazione Da un minimo di 200,00 per la prima infrazione ad un max. di 500,00 immediata sospensione dei servizi applicazione delle penali di cui al punto 1 per ogni giorno di ritardo causato dalla sospensione da 50,00 a 500,00 in ragione della gravità dell'addebito contestato Le penalità saranno applicate previa contestazione scritta dell addebito da parte del RP da comunicare all Aggiudicatario assegnandogli per eventuali osservazioni e/o controdeduzioni 3 giorni di tempo. Decorso infruttuosamente tale termine senza che l Aggiudicatario abbia fatto pervenire le proprie osservazioni e/o controdeduzioni, e comunque ove queste non siano ritenute sufficienti ad escludere la sua responsabilità, il RP procederà senza indugio all applicazione delle penalità, ed eventualmente all esecuzione d ufficio, detraendo gli importi corrispondenti dall ammontare delle fatture mensili. In caso di inadempimento parziale ripetuto, di inadempimento totale o comunque tale da pregiudicare l espletamento del servizio, il contratto sarà rescisso e il RP provvederà all incameramento della cauzione definitiva, all applicazione di una penale pari ad un quinto dell importo contrattuale, salvo il risarcimento dell ulteriore danno. L applicazione delle penali non solleva l Aggiudicatario dalle responsabilità civili e penali che si è assunto con la stipula del contratto e che dovessero derivare dall incuria e dall inadempienza dello stesso. Pag. 11 di 29

12 Art Risoluzione del Contratto Il Responsabile del Servizio competente può chiedere la risoluzione del contratto nei seguenti casi: per motivi di pubblico interesse in qualsiasi momento; fallimento, frode o grave negligenza nell adempimento degli obblighi contrattuali; abbandono del servizio, anche parzialmente e anche per cause di forza maggiore; cessione del servizio; permanere di gravi carenze nell assolvimento dei compiti organizzativi e di gestione da parte del Responsabile Organizzativo del servizio, a fronte di motivate contestazioni avanzate dal Committente; perdurare di comportamenti deontologicamente inadeguati da parte del personale impiegato, a seguito di precedenti richiami del R.P. in almeno cinque casi nell arco temporale di un trimestre; mancata e/o ritardata sostituzione, in caso di assenza del personale assegnato, per almeno tre volte in un mese; qualora l Aggiudicatario avesse accumulato penali pari ad un quinto dell importo contrattuale come previsto all art. 19. Qualora l Aggiudicatario non risulti in regola con gli obblighi previsti nei confronti del personale impiegato, il Dirigente può procedere alla risoluzione del contratto e alla parte inadempiente vengono addebitate eventuali responsabilità civili e penali. Il Responsabile avrà la facoltà di risolvere il contratto con tutte le conseguenze di legge e di capitolato che detta risoluzione comporta, senza pregiudizio all azione legale di risarcimento dei danni, ivi compresa la facoltà di affidare il servizio a terzi in danno dell impresa. Nel caso in cui dovessero verificarsi gravi violazioni degli obblighi contrattuali, non eliminate dall Aggiudicatario, anche a seguito di diffide formali del Dirigente quest ultimo avrà facoltà, previa comunicazione scritta, di risolvere il contratto con tutte le conseguenze di legge e di capitolato che detta risoluzione comporta, senza pregiudizio all'azione legale di risarcimento dei danni ivi compresa la facoltà di affidare il servizio a terzi in danno dell'impresa. All Aggiudicatario potrà essere corrisposto il prezzo del servizio prestato sino al giorno della disposta risoluzione. Per l'applicazione delle disposizioni contenute nel presente articolo, il Committente potrà rivalersi su eventuali crediti dell'impresa. Art Disdetta del contratto da parte della Ditta In caso di disdetta del contratto da parte dell Aggiudicatario senza giustificato motivo o giusta causa gli verrà addebitata l'eventuale maggior spesa derivante dall'assegnazione del servizio ad altra Ditta, a titolo di risarcimento danni. Art Forma del contratto Il contratto verrà stipulato in modalità elettronica in forma pubblica amministrativa con firma digitale autenticata. Le spese tutte, inerenti e conseguenti al contratto relativo all'appalto di che trattasi saranno a carico dell Aggiudicatario. Art Tracciabilità dei flussi finanziari e clausola risolutiva espressa La Società Aggiudicataria, per il tramite del legale rappresentante, si assume l obbligo della tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 13 agosto 2010, n. 136, pena la nullità assoluta del presente contratto. L Aggiudicatario si obbliga a comunicare gli estremi identificativi del conto corrente dedicato di cui all art. 3 della L. 136/2010, nonché le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare sul predetto conto corrente. Pag. 12 di 29

13 Qualora le transazioni relative al presente contratto siano eseguite senza avvalersi di banche o della Società Poste Italiane SPA, il presente contratto si intende risolto di diritto, secondo quanto previsto dall art. 3, comma 8, della L. 136/2010. L Aggiudicatario si obbliga altresì ad inserire nei contratti sottoscritti con i subappaltatori o i subcontraenti, a pena di nullità assoluta, un apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 136/2010. L Aggiudicatario che ha notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria procede all immediata risoluzione del rapporto contrattuale, informandone contestualmente la Stazione Appaltante e la Prefettura territorialmente competente. Il Fornitore del servizio si obbliga e garantisce che nei contratti sottoscritti con i subcontraenti, verrà assunta dalle predette controparti l obbligazione specifica di risoluzione immediata del relativo rapporto contrattuale nel caso in cui questi abbiano notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria, con contestuale obbligo di informazione nei confronti del Comune di Mesagne, della Prefettura territorialmente competente. Con riferimento ai subcontratti, il Fornitore del servizio si obbliga a trasmettere al Comune di Mesagne, oltre alle informazioni di cui all art. 118, comma 11, anche apposita dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, attestante che nel relativo subcontratto e stata inserita, a pena di nullità assoluta, un apposita clausola con la quale il subcontraente assume gli obblighi di tracciabilità di cui alla Legge sopracitata. Per tutto quanto non espressamente previsto, restano ferme le disposizioni di cui all art. 3 della L. 136/2010. Art Spese ed oneri accessori Sono a carico dell Aggiudicatario tutte le spese, oneri, contributi ed indennità previsti per la gestione del contratto. Le spese di bollo, di registrazione ed ogni altra spesa accessoria inerente al contratto sono a carico dell Aggiudicatario. Art Controversie Per ogni controversia che potesse insorgere tra il Comune di Mesagne e l Aggiudicatario viene esclusa la competenza arbitrale. Le controversie derivanti dall'esecuzione del presente contratto sono devolute alla Autorità Giudiziaria competente secondo le disposizioni vigenti. Art Foro competente In caso di controversie le parti eleggeranno domicilio legale in Mesagne e, per ogni eventuale giudizio, si intende riconosciuto il Foro di Mesagne. Art Cessione di credito E vietata qualunque cessione di credito non riconosciuta dal C.C. art e qualunque procura che non sia riconosciuta. Art Tutela dati personali In ottemperanza a quanto stabilito dall art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ( Codice in materia di protezione dei dati personali ), si informa che i dati personali forniti dall Aggiudicatario secondo quanto richiesto dal presente capitolato sono acquisiti dall Ente per il perseguimento dei propri fini istituzionali e il loro trattamento sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza. Il conferimento dei dati e obbligatorio per l affidamento del servizio oggetto d appalto e l eventuale rifiuto di fornire tali dati potrebbe comportare la mancata o non corretta instaurazione del rapporto contrattuale. Pag. 13 di 29

14 Titolare del trattamento è il Comune di Mesagne, Via Roma n Mesagne; Responsabile del trattamento è il Responsabile del Servizio Comunale competente. In ogni momento l Aggiudicatario potrà esercitare i suoi diritti ai sensi dell art. 7 del D.L.vo 196/2003. Art Dichiarazione relativa all approvazione specifica ai sensi degli artt e 1342 del codice civile L Appaltatore dichiara di riconoscere e di approvare, ai sensi e per gli effetti degli Artt e 1342 del Codice Civile, di tutte le condizioni, nessuna esclusa, indicate in tutti gli Articoli del presente Capitolato Speciale d Appalto. Dichiara inoltre di approvare specificatamente, ai sensi e per gli effetti di cui all Art.1341 C.C. tutte le clausole sopra riportate. Art Norma finale e di rinvio Per quanto non espressamente indicato nel presente Capitolato speciale d appalto, si intendono richiamate le disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia, ivi comprese quelle contenute nel Regolamento dei contratti del Comune di Mesagne, nel bando e nelle norme di gara. Pag. 14 di 29

15 CAPO II Art Interventi di derattizzazione programmati L aggiudicatario dovrà predisporre, all inizio del servizio, una rete costituita da almeno n. 200 erogatori fissi di esche rodenticide di sicurezza e con chiusura a chiave, inaccessibili agli animali non target ed alle persone non autorizzate, nelle zone ed immobili indicativamente riportati negli allegati A.1 e A.2., nei condotti fognari di raccolta delle acque meteoriche, tombini e cunicoli sotterranei di proprietà pubblica, canali, ecc. L Aggiudicatario dovrà gestire la rete di erogatori fissi di esche rodenticide, da mantenere in buona efficienza sostituendo gli erogatori che, per qualsiasi motivo, non fossero più presenti o in grado di svolgere la loro funzione, nelle aree pubbliche maggiormente a rischio per la presenza dei roditori. Il numero ed il posizionamento degli erogatori potranno subire variazioni in base al consumo di esche ed all accertata presenza in loco di roditori. Tali modifiche dovranno essere concordate con il Committente. L Aggiudicatario dovrà provvedere con cadenza bimestrale all ispezione completa della rete di erogatori fissi di esche rodenticide. Tutti i preparati dovranno essere confezionati e posizionati in modo tale da escludere la possibilità che vengano a contatto con animali domestici e/o persone. Ogni trattamento deve intendersi comprensivo dell impiego di prodotti di assoluta efficacia e consentiti all uso dal Ministero della Sanità. I trattamenti devono indicativamente prevedere: controllo secondo la sopra riportata in merito al consumo del prodotto ratticida; rabbocco di esche; sostituzione mensile delle esche; rotazione delle esche, ove necessario, per l individuazione dell attrattivo migliore; spostamento eventuale degli erogatori con nuova mappatura; diversificazione, in conseguenza delle diverse esigenze delle zone da trattare, dei prodotti da impiegare almeno ogni due interventi, onde evitare le resistenze degli infestanti; sostituzione degli erogatori esistenti se deteriorati o danneggiati o rubati; raccolta e smaltimento delle vecchie esche topicida e pulizia delle zone interessate; attività di recupero delle carogne di ratti, che si rinvengono nelle strutture, nelle aree di proprietà e di pertinenza comunale, ovvero carogne non rientranti nella fattispecie ricomprese nel capitolato speciale di raccolta rifiuti urbani del Comune di Mesagne. In occasione dell ultimo intervento utile programmato gli erogatori dovranno essere rimossi. La rete di erogatori fissi dovrà essere opportunamente riportata su apposita cartografia messa a disposizione del Servizio Ambiente, aggiornandola all occorrenza. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio/area trattati quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento, ad esclusione della rete fissa, dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con le esche rodenticide. L Aggiudicatario potrà introdurre tecniche e metodologie innovative rispetto a quanto offerto previa acquisizione del parere favorevole da parte del Committente, senza maggior oneri, né organizzativi né economici, in capo al medesimo. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: Pag. 15 di 29

16 data/luogo/esito delle ispezioni; numero degli erogatori utilizzati per ogni edificio comunale/scuola/asilo/area pubblica; interventi di sostituzione/nuova installazione eseguiti per quanto riguarda la rete fissa; qualità e quantità prodotti usati; dati sul consumo di esca (non consumate = 0; consumo lieve = 1; consumo medio = 2; consumo totale = 3) per ogni erogatore. Art Interventi di derattizzazione a richiesta Presso tutti gli edifici ed aree pubblici e/o ad uso pubblico, istituti scolastici ed asili di cui all elenco Allegato A.1 e A.2, l Amministrazione comunale potrà richiedere interventi di derattizzazione; in tal caso dovranno essere effettuate almeno 2/3 verifiche, fino a che le esche non vengono più consumate. Entro 24 ore dalla ricezione della segnalazione da parte del Committente l Aggiudicatario dovrà effettuare un sopralluogo nell area oggetto della segnalazione. Qualora si rilevi la presenza di roditori dovrà effettuare immediatamente l intervento utilizzando preparati con modalità e periodicità funzionali alla reale gravita dell infestazione. Le modalità d intervento devono essere comunicate entro 48 h, via mail, all Ufficio comunale competente. Per fronteggiare situazioni di emergenza, segnalate dal Committente, l Aggiudicatario dovrà garantire l intervento (dislocazione degli erogatori, sostituzione delle esche ecc.) entro 24 ore dalla richiesta. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con le esche rodenticide. A conclusione di ogni singolo intervento su edifici dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell immobile trattato quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: modalità, data e luogo di intervento numero degli erogatori per ogni edificio/area qualità e quantità prodotti usati dati sul consumo di esca (non consumate = 0; consumo lieve = 1; consumo medio = 2; consumo totale = 3) Art Interventi di disinfezione programmati L Aggiudicatario dovrà effettuare presso tutti gli edifici scolastici ed asili comunali di cui all Allegato A. 1, nr. 2 (due) cicli di disinfezione nel periodo antecedente l apertura dell anno scolastico e nel periodo pasquale, consiste nell esecuzione degli interventi e nel rispetto delle seguenti indicazioni: 1) disinfezione degli ambienti utilizzando appropriati disinfettanti per l abbattimento di microrganismi patogeni (carica batterica totale, lieviti e muffe); 2) ispezione, controllo e sanificazione della rete di distribuzione di acqua e dei serbatoi adibiti alla raccolta idrica. L Amministrazione Comunale, a proprie cure e spese, darà incarico ad un laboratorio chimico, per effettuare i campionamenti dell aria con metodologia SAS e conseguenti analisi microbiologiche nonché i test batteriologici dell acqua. I suddetti campionamenti e prelievi saranno effettuati per ogni edificio scolastico, immediatamente dopo l esecuzione degli interventi di disinfezione suddetti. Le suddette analisi costituiranno certificazione dell avvenuta disinfezione. La Ditta dovrà provvedere a riespletare il trattamento in ciascun edificio, nel caso in cui l esito delle analisi sia risultato non conforme. Pag. 16 di 29

17 Sono esclusi dal servizio in questione: la disinfezione degli arredi, degli impianti di condizionamento e dei locali adibiti a cucina, mensa e servizi a questi annessi, presenti nelle scuole in questione. Art Interventi di disinfestazione a richiesta Presso tutti gli edifici, vie ed aree pubbliche e/o ad uso pubblico, l Amministrazione comunale potrà richiedere interventi di disinfestazione che possano causare inconvenienti igienico sanitari. Prima di ogni trattamento dovranno essere avvertiti i residenti in tempo utile per potersi allontanare durante l esecuzione dell intervento. Gli interventi potranno riguardare disinfestazione da mosche, blatte, zecche, formiche, pulci, ecc., altri artropodi indesiderati (ragnetti rossi, psocoidei, tisanuri, ecc.) compresa la rimozione di vespai e sciami di api. Quest ultima dovrà essere prevista sia a terra che in quota con ausilio di mezzi di elevazione. La rimozione degli sciami di api dovrà essere eseguita nel rispetto delle normative vigenti in materia. Entro 24 ore dalla ricezione della segnalazione da parte dell Ufficio comunale competente l Aggiudicatario dovrà effettuare un sopralluogo nell area oggetto della segnalazione. Qualora fosse rilevata l infestazione dovrà intervenire utilizzando i prodotti indicati nelle specifiche tecniche prodotte dall AUSL di cui all articolo precedente. Le modalità d intervento devono essere comunicate entro 48 h, via , all Ufficio Comunale competente. Per fronteggiare situazioni di emergenza segnalate dall Ufficio Comunale competente l Aggiudicatario dovrà garantire l intervento entro 24 ore dalla richiesta. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con i prodotti utilizzati. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio trattato quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Comune. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: - tipologia di intervento (disinfestazione da zecche/scarafaggi/ecc.), descrizione, data e luogo; - qualità e quantità prodotti usati. Art Piccioni urbani Interventi di pulizia, disinfestazione e smaltimento guano a richiesta Su richiesta del committente dovranno essere eseguiti interventi di pulizia dal guano di piccioni e disinfestazione di edifici pubblici e/o ad uso pubblico sia a terra che in quota con ausilio di mezzi di elevazione. Gli interventi comportano la rimozione e lo smaltimento del guano e la disinfestazione dei locali dalle zecche e da ogni altro eventuale infestante. Per ogni intervento dovrà essere segnalata l opportunità di mettere in opera mezzi di dissuasione nei confronti della popolazione urbana di piccioni con la specifica dei medesimi. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: descrizione dell intervento (pulizia/disinfestazione) data e luogo; qualità e quantità dei prodotti usati per la disinfestazione; costo totale per singolo intervento con specifica delle relative voci di costo. Pag. 17 di 29

18 Art Interventi programmati di lotta contro i culicidi Dovranno essere eseguiti: n 8 (otto) cicli di trattamenti larvicidi per ogni anno, indicativamente nel periodo marzo giugno di ciascun anno solare, salvo diverse indicazioni da parte del Committente, su circa caditoie/tombini stradali pubblici, presenti in aree scolastiche ed aree verdi attrezzate o comunque collocati in strutture di pertinenza comunale indicate dal Committente; il 1 trattamento dovrà iniziare indicativamente verso fine marzo/inizio aprile su precisa disposizione dell Ufficio comunale competente; i successivi trattamenti dovranno essere svolti con un intervallo di norma pari (e comunque non superiore) a 4 settimane tra un trattamento e l altro; il territorio deve essere trattato entro 3 gg. lavorativi, salvo interruzioni dovute a precipitazioni rilevanti; l inizio di ogni ciclo di trattamenti larvicidi deve essere preventivamente comunicato all Ufficio Comunale competente, insieme al numero ed ai nominativi degli operatori impiegati, per consentire le opportune verifiche; al fine di una più razionale gestione della tempistica e anche per migliorare la qualità del servizio erogato l Aggiudicatario dovrà mettere in campo, per tutta la stagione, sempre gli stessi operatori, assegnando a ciascuno di essi sempre le medesime zone da trattare; nel corso del trattamento, dovranno essere trattate anche le aree verdi e scolastiche presenti; in caso di eventuali interruzioni del servizio, causate da eventi meteorologici, il trattamento dovrà essere automaticamente ripreso il giorno successivo alla cessazione dell evento; i prodotti impiegati per i trattamenti larvicidi dovranno essere a base di Diflubenzuron o Metoprene in formulazione granulare, in compressa o liquida. Non sono ammessi prodotti che richiedano turni di intervento inferiori alle 3 settimane. per ogni zona trattata dovranno essere forniti al Competente Ufficio comunale il dosaggio adottato (cc. di prodotto x litro H2O) ed il volume di irrorazione medio adottato (litri di miscela totale distribuiti); per ogni ciclo di trattamento dovranno essere trasmessi all Ufficio Comunale competente il numero ed i nominativi degli operatori; dovrà essere trasmesso (via ) all Ufficio Comunale competente un report giornaliero del lavoro svolto, con indicazione dell area trattata. E facoltà del Committente aggiornare l elenco di strade, piazze, aree verdi, nonché delle strutture di pertinenza comunale, in funzione di esigenze contingibili al servizio in appalto o sulla base di nuove evidenze territoriali. In tal caso il valore stimato dell appalto subirà variazioni per effetto dell applicazione dei prezzi unitari sulle quantità effettivamente eseguite. L Aggiudicatario dovrà effettuare nel periodo antecedente all apertura di asili nido, scuole materne ed elementari, che sarà indicato di anno in anno dal committente, un intervento adulticidi contro la zanzara tigre nelle aree verdi pertinenziali, da svolgersi secondo le modalità di cui all art. seguente. Nel periodo che va da giugno a fine ottobre, nell arco del quale statisticamente si ha la maggiore incidenza di infestazioni acute di culicidi e/o quando se ne ravvisi la necessità, comunque a richiesta del Comune di Mesagne, dovranno essere eseguiti n 9 (nove) trattamenti adulticidi in tutto il centro urbano compresi nel canone. I Formulati ad azione adulticida contro le zanzare devono essere a base di piretrine naturali e/o di piretroidi anche sinergizzati con piperonil butossido da utilizzare alle dosi indicate in etichetta per lo specifico impiego contro le zanzare. Nel rispetto della normativa vigente in materia, i formulati proposti devono essere registrati come Presidi Medico-chirurgici per la lotta all esterno contro le zanzare in ambito civile. Non sono ammessi formulati che presentino nella composizione (desunta dalle sez. 2 e 16 della Scheda Dati di Sicurezza ) coformulanti classificati con la frase di rischio: Pag. 18 di 29

19 - R40 ( Possibilità di effetti irreversibili ); - R45 ( Può provocare il cancro ); - R49 ( Può provocare il cancro per inalazione accompagnata dal simbolo T+ (teschio); - R61 ( Può danneggiare i bambini non ancora nati ); - R63 ( Possibile rischio di danni ai bambini non ancora nati ). Sui mezzi operativi utilizzati dalla ditta aggiudicataria è fatto obbligo ed onere l applicazione di strumentazione GPS con memorizzazione del percorso e velocità effettuato su server Internet. La strumentazione GPS in dotazione deve essere in grado di assicurare il segnale con una precisione pari a ± 5 metri, misurati in campo aperto. I relativi costi di trasferimento dei dati dalla strumentazione al server Internet sono a carico della ditta appaltatrice. Al fine di eseguire idoneo controllo da parte dell Ente dei luoghi e dei tempi di ciascun trattamento, i percorsi e le velocità degli automezzi utilizzati, dovranno essere disponibili alla visione da parte del Responsabile del Servizio Ambiente previa autenticazione sul server suddetto. Tale strumentazione deve essere attivata dagli operatori nel loro percorso per ciascun intervento previsto nel presente Capitolato. È fatto obbligo alla Ditta mantenere in buono stato le apparecchiature GPS, non danneggiarle e permetterne il funzionamento. Art Interventi a richiesta di lotta alla zanzara tigre e culex Adulticidi su siti sensibili per zanzara tigre Su richiesta del Committente dovranno essere eseguiti interventi adulticidi contro la zanzara tigre in scuole, asili o altri siti sensibili, in fasce orarie durante le quali non siano presenti bambini o altri utenti e che permettano un congruo periodo di dispersione del prodotto prima dell afflusso degli utenti alle strutture. Prima di ogni trattamento dovranno essere avvertiti i residenti in tempo utile per potersi allontanare durante l esecuzione dell intervento. I Formulati ad azione adulticida contro le zanzare devono rispettare quanto previsto al precedente Art. 6. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con i prodotti utilizzati. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio e/o dell area di pertinenza trattati quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente Adulticidi su aree verdi per zanzara culex Su richiesta del Committente dovranno essere eseguiti interventi adulticidi contro la zanzara Culex su aree verdi, in fasce orarie durante le quali non siano presenti utenti e che permettano un congruo periodo di dispersione del prodotto prima dell afflusso degli stessi. Gli interventi dovranno essere eseguiti secondo le modalità indicate dalle Linee guida della Regione Emilia Romagna per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare, reperibile al seguente indirizzo: Sulle aree oggetto dell intervento l Aggiudicatario dovrà posizionare, almeno 24 ore prima apposita segnaletica, che riporti la data del trattamento. Dovrà inoltre informare capillarmente i cittadini, Pag. 19 di 29

20 mediante modalità da concordarsi con il Committente, sulle precauzioni da adottare al fine di minimizzare l esposizione di persone ed animali ai prodotti utilizzati. Formulati insetticidi E obbligatorio utilizzare soltanto le formulazioni registrate come Presidi Medico-chirurgici (PMC) che contemplino in etichetta come campo d impiego la lotta contro le zanzare. Dovranno essere utilizzati a base di piretrine naturali e piretroidi anche in associazione con piperonil butossido, senza solventi pericolosi. Dimensione delle particelle irrorate e volume distribuito Il diametro delle particelle irrorate considerato più idoneo per la lotta contro insetti in volo è compreso tra μ (1μ = 0,001 mm). Si dovrà quindi operare con macchine in grado di nebulizzare in basso volume (LV anglosassone, corrispondente a volumi irrorati nel range ml/min ossia l/h), avendo come obiettivo quello di effettuare trattamenti spaziali e non quello di bagnare la vegetazione, evitando comunque di raggiungere il punto di gocciolamento. I formulati commerciali dovranno essere utilizzati alle dosi e alle diluizioni di etichetta e il grado di nebulizzazione delle particelle deve essere di diametro mediano volumetrico inferiore a 50 μ. Nel caso di trattamenti con nebulizzatori portati su automezzi la velocita di avanzamento del veicolo dovrà essere compresa tra 5 e 8 km/h. I trattamenti dovranno essere eseguiti nelle ore notturne e nelle prime ore del mattino al fine di prolungare la fase della sospensione in aria del principio attivo insetticida. Dovranno essere sospesi con vento superiore a 8 km/h ed in caso di pioggia. Ulteriori specifiche per l esecuzione di detti interventi potranno essere impartite dal Committente in accordo con l AUSL. L organizzazione del servizio e tutti i contatti preventivi necessari al suo corretto svolgimento sono interamente a carico dell Aggiudicatario Interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue). In caso di segnalazione da parte dell AUSL di diffusione epidemica di virus veicolati dalle zanzare, l Aggiudicatario sarà chiamato ad eseguire, entro 24 ore dalla richiesta telefonica o via mail da parte del Committente, anche nei giorni prefestivi e festivi, interventi larvicidi ed adulticidi contro la zanzara tigre su aree pubbliche e private indicate dal medesimo. Dovrà eseguire un ispezione accurata delle aree da trattare (ad es. cortili, giardini, orti, piazzali, parcheggi, strade ecc.), allo scopo di rimuovere ogni contenitore in grado di raccogliere acqua, anche in modo accidentale e in piccole quantità. Gli interventi larvicidi nei focolai potenziali che non siano eliminabili (tombini, caditoie, pluviali, ecc.) ed adulticidi dovranno essere eseguiti con le seguenti modalità. La disinfestazione deve essere articolata in tre fasi che devono essere condotte in modo sinergico: trattamento adulticida, trattamento larvicida, rimozione dei focolai larvali. La successione con cui questi trattamenti devono essere condotti è la seguente: - adulticidi in orario notturno in aree pubbliche (da ripetersi per tre notti consecutive); - adulticidi (da ripetersi per tre giorni consecutivi) larvicidi e rimozione dei focolai in aree private (porta-porta); - contestuale trattamento larvicida nelle tombinature pubbliche. Le modalità di esecuzione dei trattamenti larvicidi e di rimozione dei focolai sono le stesse dei trattamenti ordinari. Gli interventi adulticidi sono da condurre con l obiettivo di abbassare prontamente la densità dell insetto vettore e le modalità di esecuzione sono le seguenti. Sulle aree pubbliche e aperte al pubblico interessate, l Aggiudicatario dovrà predisporre apposita segnaletica che avvisi i cittadini degli interventi in corso ed informare capillarmente i cittadini mediante modalità da concordarsi con il Committente sulle precauzioni da adottare al fine di minimizzare l esposizione di persone ed animali ai prodotti utilizzati. Pag. 20 di 29

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

ai sensi del D.Lgs 231/2001

ai sensi del D.Lgs 231/2001 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO GASPARINA DI SOPRA Società Cooperativa Sociale Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Sistema Disciplinare 1 ELENCO DELLE

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli