SERVIZI AMBIENTALI - ENERGETICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI AMBIENTALI - ENERGETICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE Aprile 2015

2 Sommario CAPO I Art Oggetto dell'appalto 3 Art Caratteristiche generali del Servizio 3 Art Durata dell'appalto 3 Art Ammontare dell appalto 3 Art Obblighi della Ditta aggiudicataria 4 Art Garanzia degli interventi 4 Art Cauzione definitiva 5 Art Variazioni delle prestazioni richieste 5 Art Adeguamento del costo del servizio e nuovi prezzi 5 Art Obblighi derivanti dai rapporti di lavoro 6 Art Obblighi del personale dell Aggiudicatario 6 Art Personale impiegato dall Aggiudicatario 7 Art Condizioni Generali 7 Art Responsabilità dell Aggiudicatario e polizze assicurative 8 Art Norme di prevenzione sicurezza e antinfortunistica sui luoghi di lavoro 8 Art Potere di controllo e vigilanza 8 Art Modalità di pagamento 9 Art Subappalto 9 Art Penalità 11 Art Risoluzione del Contratto 12 Art Disdetta del contratto da parte della Ditta 12 Art Forma del contratto 12 Art Tracciabilità dei flussi finanziari e clausola risolutiva espressa 12 Art Spese ed oneri accessori 13 Art Controversie 13 Art Foro competente 13 Art Cessione di credito 13 Art Tutela dati personali 13 Art Dichiarazione relativa all approvazione specifica ai sensi degli artt e 1342 del codice civile 14 Art Norma finale e di rinvio 14 CAPO II Art Interventi di derattizzazione programmati 15 Art Interventi di derattizzazione a richiesta 16 Art Interventi di disinfezione programmati 16 Art Interventi di disinfestazione a richiesta 17 Art Piccioni urbani Interventi di pulizia, disinfestazione e smaltimento guano a richiesta 17 Art Interventi programmati di lotta contro i culicidi 18 Art Interventi a richiesta di lotta alla zanzara tigre e culex Adulticidi su siti sensibili per zanzara tigre Adulticidi su aree verdi per zanzara culex Interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue) Trattamenti larvicidi zanzara culex 21 Pag. 2 di 29

3 Art Oggetto dell'appalto L appalto ha per oggetto l esecuzione del servizio di disinfestazione, derattizzazione e lotta alla zanzara tigre e culex nelle aree pubbliche e/o di uso pubblico e negli immobili di proprietà e/o gestione del Comune o comunque indicati dal Committente. L ambito di affidamento del servizio corrisponde all intero territorio del Comune di Mesagne. Art Caratteristiche generali del Servizio Le tipologie di servizio che formano oggetto dell'appalto possono riassumersi come sotto specificato. A) INTERVENTI DI DERATTIZZAZIONE A.1) Interventi programmati: da effettuarsi presso i siti indicati nel Capo II del presente capitolato; A.2) Interventi a richiesta: da effettuarsi nei luoghi di volta in volta indicati dal Committente. B) INTERVENTI DI DISINFEZIONE/DISINFESTAZIONE B.1) Interventi di disinfezione programmati: da effettuarsi presso i siti indicati nel Capo II del presente capitolato; B.2) Interventi di disinfestazione a richiesta: da effettuarsi nei luoghi di volta in volta indicati dal Committente; possono riguardare indicativamente disinfestazione di zecche, blatte, formiche, ecc. e di insetti volanti (calabroni, vespe, ecc.), compresa la rimozione di vespai e sciami di api. C) PICCIONI URBANI INTERVENTI DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE A RICHIESTA Interventi a richiesta: pulizia del guano, disinfestazione e smaltimento guano (sia a terra che in quota) negli immobili di proprietà e/o gestione del Comune di volta in volta indicati dal Committente. D) INTERVENTI DI LOTTA ALLA ZANZARA CULEX ED ALLA ZANZARA TIGRE D.1) Interventi programmati: interventi larvicidi per il contenimento della zanzara tigre nei pozzetti e caditoie stradali in aree pubbliche e/o di uso pubblico individuate nella planimetria allegata o comunque indicati dal Committente; D.2) Interventi a richiesta: Interventi adulticidi in aree pubbliche; interventi larvicidi per il contenimento della zanzara culex in grandi raccolte d acqua; interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue) veicolate dalle zanzare. I dettagli tecnici per l esecuzione delle attività oggetto del presente appalto sono precisati al Capo II del presente capitolato. Più precise indicazioni potranno essere impartite all'atto esecutivo dal Responsabile del Procedimento (R.P.) o dal Direttore dell esecuzione del contratto (D.E.C.). Art Durata dell'appalto I servizi oggetto del presente appalto avranno durata di anni 1 (uno) con inizio a far data dal verbale di consegna. E fatta salva la risoluzione anticipata del contratto del presente servizio, nel caso in cui per l Amministrazione Comunale il costo da sostenere possa risultare di minore convenienza rispetto al risultato di gara che potrà rinvenire dall aggiudicazione dell appalto per i servizi di gestione, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, attualmente in fase di predisposizione da parte dell ARO Br/2. Art Ammontare dell appalto L'importo per l affidamento dei servizi indicati ai precedenti articoli, comprensivo di tutte le attività e prestazioni poste a carico dell Aggiudicatario dal presente Capitolato viene determinato in ,00 annuo oltre I.V.A., di cui: Pag. 3 di 29

4 39.955,00 Importo del servizio posto a base di gara 490,00 Oneri per l attuazione dei piani di sicurezza (non soggetti a ribasso) Il servizio è appaltato a misura in base alle prescrizioni del presente Capitolato. L importo contrattuale potrà risultare inferiore all importo di aggiudicazione, nel caso in cui si proceda alla risoluzione anticipata del contratto per quanto riportato al precedente p.to 3. Art Obblighi della Ditta aggiudicataria Per i servizi di cui al presente Capitolato la Ditta aggiudicataria deve garantire: una struttura tecnico/amministrativa che preveda la figura del Responsabile Organizzativo (R.O.), del quale deve essere fornito nominativo e recapito telefonico, e che garantisca l avvio degli interventi a richiesta entro 48 ore dalla comunicazione via mail del Committente; un recapito telefonico da contattare in caso di emergenze sanitarie); in tal caso gli interventi devono essere attivati entro 24 dalla richiesta; la disponibilità ad eseguire i servizi richiesti anche nelle giornate di sabato ed in orari serali o notturni (questi ultimi per disinfestazioni aree pubbliche da zanzare); il massimo della stabilita del personale informando prontamente della eventuale sostituzione di qualche operatore; la rendicontazione mensile sui servizi eseguiti con le modalità indicate nel Capo II per ogni tipologia di servizio. L organizzazione dei servizi e tutti i contatti preventivi necessari al loro corretto svolgimento, con particolare riferimento ai contatti con istituti scolastici, asili nido e scuole materne, sono interamente a carico dell Aggiudicatario. Entro 20 giorni dal ricevimento della comunicazione di avvenuta aggiudicazione l Aggiudicatario si impegna a comunicare l elenco del personale che intende impiegare. Su richiesta motivata del Committente dovrà essere sostituito il personale che non rispetti le modalità di svolgimento delle mansioni e/o non mantenga atteggiamenti professionali adeguati e consoni alla peculiarità del servizio. La sostituzione deve avvenire con tempestività e non oltre il 3 giorno dalla segnalazione con altro operatore di pari professionalità e requisiti, dandone comunicazione al Committente. Dovranno essere osservate tutte le disposizioni di legge sulla prevenzione degli infortuni degli operatori impiegati nell esercizio dei servizi in argomento; la Ditta inoltre, libera sin d ora il Committente da qualsiasi responsabilità derivante da eventuali infortuni sul lavoro e/o ogni altro danno che potesse derivare dall espletamento dei servizi in appalto. Al personale impiegato dovranno essere garantiti la massa vestiario ed i dispositivi di protezione individuali necessari, previsti dalle vigenti normativa. Il servizio dovrà essere svolto mediante l utilizzo di idonei mezzi ed attrezzature tecniche, che dovranno essere conformi alle norme in materia di sicurezza sul lavoro e prevenzioni degli infortuni. La Ditta dovrà avere automezzi, non inferiori a n. 2, di cui n.1 almeno idoneo per l uso specifico ad operare nel centro storico. La Ditta vincitrice, entro 15 giorni dall aggiudicazione, dovrà fornire al Committente un elenco indicante il numero, il tipo e la marca degli automezzi e delle attrezzature tecniche utilizzate per lo svolgimento del servizio oggetto dell appalto e la relativa copertura assicurativa. Art Garanzia degli interventi La Ditta appaltatrice è tenuta a riconoscere un periodo garanzia per gli interventi su richiesta di cui al Capo II del seguente Capitolato, consistente in un determinato numero di giorni durante i quali non dovrà riscontrarsi la presenza di roditori e/o insetti infestanti nei singoli luoghi trattati. Pag. 4 di 29

5 La garanzia minima che dovrà essere offerta è di 5 (cinque) giorni ed avrà inizio al termine dell intervento. Pertanto qualora l intervento non abbia avuto l efficacia desiderata e/o nel caso di trattamento contestato, la Ditta dovrà riespletare il trattamento stesso, senza aggravio di spesa per il Comune di Mesagne, anche in considerazione di eventuali indicazioni al riguardo da parte del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell A.S.L. BR. La Ditta appaltatrice dovrà comunicare l avvio del periodo di garanzia al Servizio Ambiente. Alla data del termine della garanzia, è cura della Ditta appaltatrice autocertificare l esito positivo del ciclo di intervento con riscontro sulla scheda di rilevazione e trasmettere tale certificazione al Servizio Ambiente. Art Cauzione definitiva La cauzione definitiva di cui all'art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. e fissata nella misura del 10% dell'importo contrattuale a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto di appalto e il risarcimento del danno derivante dall eventuale inadempimento delle obbligazioni assunte a favore della Stazione Appaltante. Rimane salvo in ogni caso il risarcimento del maggior danno che la Stazione Appaltante avesse a subire. Le Amministrazioni hanno diritto di valersi sulla cauzione definitiva per l eventuale maggior spesa sostenuta per il completamento del servizio in caso di risoluzione del contratto in danno dell Aggiudicatario e per il pagamento di quanto dovuto dall Aggiudicatario per le inadempienze derivanti dall inosservanza di norme e prescrizioni dei contratti collettivi, delle leggi e dei regolamenti sulla tutela, protezione, assicurazione, assistenza e sicurezza fisica dei lavoratori comunque impiegati per l esecuzione del servizio. E' fatto obbligo all Aggiudicatario procedere alla reintegrazione della cauzione definitiva ogniqualvolta questa sia stata ridotta nel suo ammontare: in caso di inottemperanza si procederà alla reintegrazione a valere sui ratei di prezzo da corrispondere all Aggiudicatario. La cauzione definitiva deve essere redatta secondo le indicazioni contenute negli atti di gara. Art Variazioni delle prestazioni richieste Il Committente si riserva la facoltà di richiedere alla Ditta aggiudicataria variazioni in più o in meno rispetto alle prestazioni previste nei limiti di un quinto dell importo contrattuale alle stesse condizioni offerte in sede di gara e a quelle previste nel presente capitolato. Art Adeguamento del costo del servizio e nuovi prezzi I prezzi offerti in sede di gara si intendono dichiarati remunerativi dall Aggiudicatario in base a calcoli di propria convenienza. Si dichiarano, quindi, fissi ed invariabili. Gli importi delle varie prestazioni potranno variare tanto in più quanto in meno per effetto di variazioni nelle rispettive quantità, e ciò tanto in via assoluta quanto nelle reciproche proporzioni senza che l Aggiudicatario possa trarne motivo per chiedere compensi speciali o prezzi diversi da quelli del presente Capitolato. Le indicazioni di cui ai precedenti articoli, al Capo II del presente Capitolato ed agli allegati al medesimo devono considerarsi come indicazioni di massima per dare conto della natura e dell'entità dei servizi da eseguire; il Committente si riserva la facoltà di introdurre all'atto esecutivo quelle varianti non vessatorie per l'aggiudicatario ritenute opportune nell'interesse della buona riuscita e della economia del servizio, senza che l Aggiudicatario possa trarne motivo per avanzare pretese di compensi ed indennizzi di qualsiasi natura e specie, non stabiliti nel presente capitolato. Quando sia necessario eseguire servizi non previsti nel presente Capitolato si provvederà a definire nuovi prezzi assoggettati al ribasso d asta offerto. Pag. 5 di 29

6 Art Obblighi derivanti dai rapporti di lavoro La Ditta aggiudicataria è impegnata: all osservanza, oltre che del presente Capitolato, delle norme in vigore, o che verranno emanate nel corso di durata dell appalto, che disciplinano la prevenzione e l infortunistica, i contratti di lavoro, le assicurazioni sociali, le norme sanitarie, nonché le leggi antinquinamento e le norme di sicurezza sul lavoro ed ogni altra disposizione normativa applicabile al servizio oggetto di appalto; a trasmettere al Committente, prima dell avvio del servizio, l elenco di tutto il personale impiegato nell esecuzione del contratto con riserva da parte del Committente di incontrare il personale medesimo. Tale adempimento la Ditta dovrà assicurare anche nell ipotesi di nuovi assunti in corso di contratto. ad impiegare, nell erogazione del servizio di cui al presente appalto, solo personale retribuito in base al contratto collettivo nazionale di lavoro del settore di riferimento ed assicurato ai fini previdenziali ed assistenziali, nonché in regola con le disposizioni sanitarie in materia; ad inquadrare il personale impiegato nel livello corrispondente alla qualifica professionale richiesta; ad applicare integralmente tutte le norme contrattuali di categoria per il personale occupato; ad applicare integralmente tutte le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni e sicurezza nei luoghi di lavoro e ad assolvere tutti gli obblighi dei datori di lavoro per ciò che riguarda assicurazioni, provvidenze e previdenze sociali in base alle leggi ed ai contratti collettivi di categoria e, in relazione a questi ultimi, a non praticare condizioni normative e retributive inferiori a quelle stabilite dagli stessi. Se la Ditta ha forma cooperativa, si impegna a rispettare i relativi accordi nazionali e provinciali di lavoro anche nei rapporti con i soci. Gli obblighi di cui sopra vincolano la Ditta anche qualora la stessa non fosse aderente alle associazioni stipulanti gli accordi o recedesse da essi, indipendentemente dalla struttura o dimensione della Ditta stessa e da ogni altra qualificazione giuridica, economica e sindacale. In caso di inottemperanza a tali obblighi il Committente si riserva la facoltà di rescindere il contratto senza che l appaltatore possa sollevare eccezione alcuna. Non verranno ritenute valide le offerte i cui costi non garantiscano l applicazione del CCNL del settore. Art Obblighi del personale dell Aggiudicatario Il personale dell Aggiudicatario deve rispettare gli obblighi di legge e regolamentari inerenti il servizio assegnato (Codice di comportamento dei dipendenti delle Pubbliche amministrazioni), le norme fissate dal presente capitolato, le disposizioni concordate con il Committente e con i responsabili dell Aggiudicatario. Il personale e tenuto a svolgere i compiti assegnati con perizia, prudenza, diligenza e rispetto della dignità degli utenti e degli altri operatori. Quando il personale ispettivo del Committente rilevi infrazioni di lieve entità da parte del personale impiegato nel servizio, ferme restando le eventuali penali previste dal capitolato, informerà l Aggiudicatario con nota scritta. In caso di mancanze nei doveri di servizio di particolare gravita o a seguito del ripetersi di richiami, il Committente potrà richiedere, con nota motivata, che il/i responsabili vengano sospesi dal servizio di cui al presente appalto; l Aggiudicatario provvederà ordinariamente entro 10 giorni dalla richiesta, salvo che detta richiesta non motivi la sospensione immediata dal servizio. Nell allontanamento dal servizio l Aggiudicatario si atterra alle procedure previste dallo Statuto dei diritti dei lavoratori ed alle norme contrattuali vigenti nel comparto, ferme restando la responsabilità e le eventuali sanzioni all Aggiudicatario derivanti dal comportamento del proprio personale anche nelle more del provvedimento disciplinare. In particolare danno comunque luogo all allontanamento immediato dal servizio il presentarsi al lavoro in stato di ubriachezza o di alterazione derivante dall assunzione di sostanze stupefacenti, l inosservanza di norme antinfortunistiche o di igiene che possano produrre danno alle persone, l arrecare danno a cose o persone in modo doloso. Pag. 6 di 29

7 L Aggiudicatario risponderà direttamente anche per mancanze nei doveri di servizio e altre infrazioni addebitabili a personale operante per conto di eventuali ditte subappaltatrici. L Aggiudicatario deve istruire il proprio personale affinché si attenga alle seguenti disposizioni: provvedere alla riconsegna di cose, indipendentemente dal valore e dallo stato, che dovesse rinvenire nel corso dell espletamento del servizio; rifiutare qualsiasi compenso o regalia; adeguarsi tassativamente alle disposizioni impartite dal/dai referenti indicati dal Committente ed al rispetto delle norme in materia di sicurezza dei lavoratori; comunicare immediatamente al personale indicato dal Committente qualunque evento accidentale (es. danni non intenzionali, ecc.), che dovesse accadere nell espletamento del servizio. In particolare, l Aggiudicatario deve curare che il proprio personale: sia munito di cartellino di riconoscimento; segnali subito agli organi competenti del Committente ed al proprio responsabile diretto le anomalie rilevate durante lo svolgimento del servizio; non prenda ordini da estranei per l espletamento del servizio. L Aggiudicatario sarà comunque corresponsabile del comportamento dei suoi dipendenti in orario di servizio. Esso risponderà dei danni derivati a terzi, siano essi utenti che dipendenti del Committente, da comportamenti imputabili ai propri dipendenti. Il Committente potrà promuovere l allontanamento di quei dipendenti dell Aggiudicatario che contravvenissero alle disposizioni di cui sopra. L Aggiudicatario in tal caso dovrà provvedere all'immediata sostituzione del personale allontanato, nonché di quello che non dovesse risultare idoneo allo svolgimento del servizio, a seguito di specifica segnalazione da parte della Stazione Appaltante. Art Personale impiegato dall Aggiudicatario L Aggiudicatario è tenuto ad assicurare i servizi affidati dal presente appalto con proprio personale dipendente o con personale dipendente dalla/e ditta/e subappaltatrici per le parti subappaltabili. Le ditte che abbiano dichiarato l intenzione di costituire ATI debbono compiere con proprio personale i servizi che si siano impegnati a svolgere direttamente in sede di offerta. L organico impiegato dalla Ditta dovrà corrispondere a quanto dichiarato in fase di offerta e comunque composto da professionalità adeguate a garantire l esecuzione a perfetta regola d arte delle attività richieste. Tutto il personale impiegato dovrà essere dotato della massa vestiario e dei dispositivi di protezione individuali necessari previsti dalle vigenti disposizioni Art Condizioni Generali La Ditta aggiudicataria si intenderà vincolata per se, i suoi eredi ed aventi causa a qualunque titolo, ferma per il Committente la facoltà di risoluzione del contratto stesso in caso di morte, fallimento od anche per cessione dell'azienda in qualunque modo ed a qualsiasi titolo, salvi il danno e le spese da compensarsi. In caso di sospensione del servizio per cause di forza maggiore (scioperi, interruzione totale di energia, calamita naturali e quant altro) la ditta si impegna ad informare tempestivamente il Responsabile dell Ufficio Ambiente. In particolare, in caso di sciopero dei propri dipendenti, la Ditta si impegna a comunicare al Committente, almeno 48 ore prima dello sciopero medesimo, l entità del disservizio arrecato. Nel caso di sospensione del servizio dovuta a causa di forza maggiore o a qualsiasi altra disposizione del Committente, nulla sarà dovuto all Aggiudicatario. Pag. 7 di 29

8 Art Responsabilità dell Aggiudicatario e polizze assicurative POLIZZA RCT/O L Aggiudicatario, ferma la sua piena e diretta responsabilità per l'esatto adempimento delle obbligazioni contrattuali assunte, prima di iniziare la prestazione delle attività richieste, deve stipulare una polizza RCT/RCO nella quale deve essere esplicitamente indicato che la Stazione Appaltante, debba essere considerata "terza" a tutti gli effetti. La polizza deve obbligatoriamente prevedere la copertura dei rischi derivanti dallo svolgimento dei servizi/lavori svolti per conto del Committente e dalla mancata o non corretta esecuzione dei medesimi nei termini e secondo i criteri previsti dal presente capitolato, nonché ogni altro qualsiasi danno agli utenti, conseguente alle lavorazioni effettuate dall Aggiudicatario. La polizza deve prevedere altresì la copertura per danni alle cose di terzi in consegna e custodia all'assicurato a qualsiasi titolo o destinazione, compresi quelli conseguenti ad incendio e furto o per danni a qualsiasi titolo causati dall Aggiudicatario. La polizza assicurativa deve tenere indenne la Stazione Appaltante e gli altri enti afferenti al servizio, da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati coprendo i danni subiti dalla stessa a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere, anche preesistenti, verificatisi nel corso dell'esecuzione dei servizi/lavori. La polizza deve assicurare la Stazione Appaltante contro la responsabilità civile per danni causati a terzi nel corso dell esecuzione dei servizi/lavori o per mancata o non corretta esecuzione dei medesimi nei termini e secondo i criteri previsti dal presente capitolato e prevedere la copertura per la responsabilità civile verso prestatori di lavoro (RCO) per i rischi inerenti alla propria attività. La polizza dovrà essere prestata sino alla concorrenza di massimali complessivamente non inferiori a ,00.- L Aggiudicatario trasmette al RP copia delle polizze di cui al presente articolo almeno dieci giorni prima della consegna del servizio unitamente alla quietanza di avvenuto pagamento del premio (quest'ultima dovrà essere presentata con la periodicità prevista dalla polizza stessa, onde verificare il permanere della validità nel corso della durata dell'appalto). Il periodo di garanzia dovrà essere di 1 (uno) anni. Art Norme di prevenzione sicurezza e antinfortunistica sui luoghi di lavoro E fatto obbligo all Aggiudicatario, al fine di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, di attenersi strettamente a quanto previsto dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81 del 9/4/2008). Resta a carico dell Aggiudicatario la dotazione di dispositivi di protezione individuali (DPI) necessari all espletamento del lavoro in sicurezza dei propri dipendenti. Si fa obbligo all Aggiudicatario di formare il proprio personale in merito ai corretti comportamenti da attuarsi come previsto dal sopraccitato D.Lgs. Il Committente, in esecuzione del disposto del D.Lgs. 81/2008, ha effettuato un analisi per l identificazione di eventuali rischi da interferenza nell esecuzione del servizio oggetto del presente appalto. Da tale analisi sono emersi rischi da interferenza riportate nell allegato DUVRI (Allegato A.3) che si distinguano da quelli propri dell attività dell appaltatore, che dovrà provvedere agli adempimenti previsti dalla normativa sulla sicurezza del lavoro e quantificare gli oneri di sicurezza per le misure atte a prevenire il verificarsi dei rischi derivanti dall esercizio della propria attività. L Aggiudicatario dovrà predisporre e consegnare alla Stazione Appaltante il P.S.S. cosi come previsto dall art. 131 comma 2 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.. Gli oneri per la sicurezza saranno computati proporzionalmente all entità degli interventi eseguiti. Art Potere di controllo e vigilanza Personale del Committente potrà eseguire, in qualsiasi momento e senza preavviso, interventi di controllo sulle modalità di esecuzione dei servizi, per verificare che siano eseguiti secondo le Pag. 8 di 29

9 norme previste dal presente Capitolato e le norme di legge. Eventuali irregolarità od omissioni riscontrate verranno comunicate, verbalmente e per iscritto, all Aggiudicatario. I controlli svolti e la stessa facoltà di controllo non sollevano l Aggiudicatario dalle proprie responsabilità. L'Aggiudicatario e tenuto a fornire al Committente tutta la collaborazione necessaria, fornendo i chiarimenti richiesti e la relativa documentazione. Art Modalità di pagamento Il pagamento del corrispettivo dovuto per l esecuzione dei servizi sarà effettuato mensilmente a seguito della rendicontazione mensile di cui all art. 5, della verifica della regolarità dei servizi prestati e previa presentazione di regolari fatture. L Aggiudicatario dovrà indicare sulla fattura, oltre l importo totale delle prestazioni, il numero della determina di aggiudicazione nonché i codici CIG e IBAN del C/C sul quale andrà effettuato il relativo bonifico. Ogni mese alla fattura dovrà essere allegata la rendicontazione mensile dettagliata degli interventi effettuati. E comunque facoltà del RP predisporre il pagamento della fattura solo per la parte risultante dai propri riscontri. Il pagamento dei corrispettivi mensili avverrà entro 30 (trenta) giorni dalla data di ricevimento della fattura. Le fatture elettroniche dovranno essere intestate a: Comune di Mesagne Servizio Ambiente, Via Roma n Mesagne codice univoco: FIAKA7. Non si darà corso al pagamento di fatture che non presentino le caratteristiche indicate e non siano accompagnate dalla documentazione sopraccitata. Prima della liquidazione di ogni fattura l Ufficio Ambiente provvederà ad acquisire il D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva) rilasciato dall INPS INAIL aggiornato ed in corso di validità. In caso di accertata inadempienza degli obblighi contributivi, Il Responsabile né dà comunicazione all'aggiudicatario e procederà secondo quanto disposto dall'art. 31 del D. L. n. 69 del 21 giugno 2013 cosi come convertito nella legge 9 agosto 2013 n. 98. Art Subappalto L Aggiudicatario e tenuto ad eseguire in proprio i servizi compresi nel contratto. E ammesso il subappalto e l affidamento in cottimo nei limiti e secondo le modalità previsti dall art. 118 del D.Lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni e fermo restando quanto stabilito dall art. 170 del D.P.R. n. 207/2010. A norma dell art. 118 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m., l affidamento in subappalto o cottimo e consentito, previa autorizzazione della Stazione Appaltante, nel rispetto delle seguenti condizioni: 1. che l Aggiudicatario abbia indicato all atto dell offerta i servizi che intende subappaltare o concedere in cottimo; 2. che l Aggiudicatario provveda al deposito del contratto di subappalto stipulato sotto la condizione sospensiva del rilasciò dell autorizzazione presso la Stazione Appaltante contestualmente alla presentazione dell istanza e comunque almeno 20 giorni prima della data di effettivo inizio delle relative lavorazioni; 3. che al momento del deposito del contratto di subappalto presso la Stazione Appaltante l Aggiudicatario trasmetta le certificazioni attestanti il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti richiesti e specificati nel successivo punto 4, nonché una dichiarazione resa dall Impresa subappaltatrice (nelle forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.) attestante l inesistenza delle cause di esclusione dalle pubbliche gare di cui all art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006; 4. che il soggetto affidatario del subappalto o cottimo sia in possesso dei requisiti previsti dalla vigente normativa in materia di qualificazione delle imprese; Pag. 9 di 29

10 5. che al momento del deposito del contratto di subappalto l Impresa appaltatrice (o ciascuna delle Imprese raggruppate nell ATI) abbia provveduto a depositare una dichiarazione attestante l esistenza o meno di eventuali forme di controllo e collegamento a norma dell art del Codice civile con l Impresa affidataria del subappalto o del cottimo; 6. che al momento del deposito del contratto di subappalto l Impresa appaltatrice abbia provveduto a depositare una dichiarazione resa dall Impresa subappaltatrice dalla quale risulti (come previsto dall art. 1 del D.P.C.M. 11 maggio 1991 n. 187) la composizione Societaria, l esistenza di diritti reali di godimento o di garanzia sulle azioni con diritto di voto sulla base delle risultanze del libro dei soci, delle comunicazioni ricevute e di qualsiasi altro dato a propria disposizione, nonché l indicazione dei soggetti muniti di procura irrevocabile che abbiano esercitato il voto nelle assemblee Societarie nell ultimo anno o che ne abbiano comunque diritto. Tale dichiarazione deve essere resa solo nel caso in cui l Impresa subappaltatrice sia costituita in forma di Società per Azioni, in Accomandita per Azioni, a Responsabilità Limitata, di Società cooperativa per Azioni o a responsabilità limitata; nel caso di consorzio i dati sopraindicati dovranno essere comunicati con riferimento alle singole Società consorziate che partecipano all esecuzione dei servizi/lavori; 7. che contestualmente all istanza l Impresa appaltatrice depositi la dichiarazione resa dal legale rappresentante dell Impresa subappaltatrice attestante di non aver assunto funzione di progettista nei riguardi dei servizi/lavori oggetto di appalto, ne svolto attività di studio o consulenza in ordine ai medesimi servizi/lavori e di non trovarsi in situazione di controllo o di collegamento ai sensi dell art del Codice Civile con i progettisti medesimi. A norma dell art. 118, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. la Stazione Appaltante provvede al rilascio dell autorizzazione entro 30 giorni dalla presentazione della relativa istanza completa di tutta la documentazione prescritta a norma dei precedenti punti da 2 a 8; tale termine può essere prorogato una sola volta ove ricorrano giustificati motivi. Trascorso tale termine senza che si sia provveduto, l autorizzazione si intende concessa. Si precisa che a norma del medesimo art. 118, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. per i subappalti a cottimo di importo inferiore al 2% dell importo dei servizi affidati o di importo inferiore ad euro ,00, il termine suddetto e ridotto della meta. Si precisa sin d ora che la Stazione Appaltante non rilascia l autorizzazione al subappalto nel caso in cui l Impresa subappaltatrice non dimostri che nei suoi confronti non ricorrono cause di esclusione dalle pubbliche gara di cui all art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m., nonché nel caso in cui l Impresa subappaltatrice non sia in possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente per l esecuzione dei servizi/lavori oggetto del subappalto. L affidamento in subappalto o in cottimo di parte dei servizi non esonera in alcun modo l Impresa appaltatrice dagli obblighi assunti in base ai documenti che fanno parte del contratto, essendo essa l unica e la sola responsabile verso la Stazione Appaltante della buona esecuzione dei servizi. L Impresa appaltatrice dovrà garantire che le imprese subappaltatrici o cottimiste si impegnino ad osservare le condizioni del Capitolato speciale d appalto. Per quanto non previsto dalle citate disposizioni si applica la normativa statale vigente in materia di subappalto. Ai sensi dell art. 118, comma 4, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. l impresa appaltatrice deve praticare per i servizi da affidare in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultati dall aggiudicazione, con un ribasso non superiore al 20%. L impresa che ha affidato parte dei servizi in subappalto o in cottimo e tenuta al rispetto delle norme fissate dall art. 118, comma 6, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. in materia di trasmissione di documentazione alla Stazione Appaltante e di indicazioni sul cartello esposto all esterno del cantiere. La Stazione Appaltante provvederà a corrispondere direttamente al subappaltatore l importo dei servizi eseguiti a sensi dell art. 118 comma 3 del D.L.gs 163/2006. Pag. 10 di 29

11 Le disposizioni relative al subappalto si applicano anche a qualsiasi contratto avente ad oggetto attività ovunque espletate che richiedano l impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera ed i noli a caldo, se singolarmente di importo superiore al 2% dell importo dei servizi affidati o di importo superiore a Euro e qualora l incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore a 50% dell importo del contratto da affidare. L Impresa appaltatrice ha l obbligo di comunicare alla Stazione Appaltante, per tutti i subcontratti stipulati per l esecuzione dell appalto, il nome del subcontraente, l importo del contratto, l oggetto del lavoro, servizio o fornitura affidati. Art Penalità In caso di inadempienze agli obblighi di cui al presente Capitolato, e salvo quanto disposto dal successivo Art. 19, il RP applicherà le penali indicate nella tabella sotto riportata. Le penalità di cui al punto 1 verranno applicate quotidianamente e conteggiate sino al completo ripristino del regolare contesto operativo ed alla regolare esecuzione prevista dal presente capitolato. Nelle ipotesi di cui ai punti il Committente, oltre all applicazione delle penali, potrà provvedere autonomamente all esecuzione o al ripristino degli interventi imputando i relativi oneri a carico dell Aggiudicatario. INADEMPIENZA 1 Mancato rispetto dei termini previsti/concordati per l esecuzione dei servizi 2 servizi effettuati in modo difforme dalle norme contrattuali 3 Mancato o non corretto utilizzo dei D.P.I. in dotazione per ogni operatore e mancata conformità alle normative vigenti in materia di sicurezza del lavoro per ogni attrezzatura in dotazione 4 Altra inadempienza rispetto a quanto previsto nel Capitolato PENALE 250,00 ogni giorno di ritardo 200,00 oltre all esecuzione corretta dei medesimi servizi entro 3 gg max dalla contestazione Da un minimo di 200,00 per la prima infrazione ad un max. di 500,00 immediata sospensione dei servizi applicazione delle penali di cui al punto 1 per ogni giorno di ritardo causato dalla sospensione da 50,00 a 500,00 in ragione della gravità dell'addebito contestato Le penalità saranno applicate previa contestazione scritta dell addebito da parte del RP da comunicare all Aggiudicatario assegnandogli per eventuali osservazioni e/o controdeduzioni 3 giorni di tempo. Decorso infruttuosamente tale termine senza che l Aggiudicatario abbia fatto pervenire le proprie osservazioni e/o controdeduzioni, e comunque ove queste non siano ritenute sufficienti ad escludere la sua responsabilità, il RP procederà senza indugio all applicazione delle penalità, ed eventualmente all esecuzione d ufficio, detraendo gli importi corrispondenti dall ammontare delle fatture mensili. In caso di inadempimento parziale ripetuto, di inadempimento totale o comunque tale da pregiudicare l espletamento del servizio, il contratto sarà rescisso e il RP provvederà all incameramento della cauzione definitiva, all applicazione di una penale pari ad un quinto dell importo contrattuale, salvo il risarcimento dell ulteriore danno. L applicazione delle penali non solleva l Aggiudicatario dalle responsabilità civili e penali che si è assunto con la stipula del contratto e che dovessero derivare dall incuria e dall inadempienza dello stesso. Pag. 11 di 29

12 Art Risoluzione del Contratto Il Responsabile del Servizio competente può chiedere la risoluzione del contratto nei seguenti casi: per motivi di pubblico interesse in qualsiasi momento; fallimento, frode o grave negligenza nell adempimento degli obblighi contrattuali; abbandono del servizio, anche parzialmente e anche per cause di forza maggiore; cessione del servizio; permanere di gravi carenze nell assolvimento dei compiti organizzativi e di gestione da parte del Responsabile Organizzativo del servizio, a fronte di motivate contestazioni avanzate dal Committente; perdurare di comportamenti deontologicamente inadeguati da parte del personale impiegato, a seguito di precedenti richiami del R.P. in almeno cinque casi nell arco temporale di un trimestre; mancata e/o ritardata sostituzione, in caso di assenza del personale assegnato, per almeno tre volte in un mese; qualora l Aggiudicatario avesse accumulato penali pari ad un quinto dell importo contrattuale come previsto all art. 19. Qualora l Aggiudicatario non risulti in regola con gli obblighi previsti nei confronti del personale impiegato, il Dirigente può procedere alla risoluzione del contratto e alla parte inadempiente vengono addebitate eventuali responsabilità civili e penali. Il Responsabile avrà la facoltà di risolvere il contratto con tutte le conseguenze di legge e di capitolato che detta risoluzione comporta, senza pregiudizio all azione legale di risarcimento dei danni, ivi compresa la facoltà di affidare il servizio a terzi in danno dell impresa. Nel caso in cui dovessero verificarsi gravi violazioni degli obblighi contrattuali, non eliminate dall Aggiudicatario, anche a seguito di diffide formali del Dirigente quest ultimo avrà facoltà, previa comunicazione scritta, di risolvere il contratto con tutte le conseguenze di legge e di capitolato che detta risoluzione comporta, senza pregiudizio all'azione legale di risarcimento dei danni ivi compresa la facoltà di affidare il servizio a terzi in danno dell'impresa. All Aggiudicatario potrà essere corrisposto il prezzo del servizio prestato sino al giorno della disposta risoluzione. Per l'applicazione delle disposizioni contenute nel presente articolo, il Committente potrà rivalersi su eventuali crediti dell'impresa. Art Disdetta del contratto da parte della Ditta In caso di disdetta del contratto da parte dell Aggiudicatario senza giustificato motivo o giusta causa gli verrà addebitata l'eventuale maggior spesa derivante dall'assegnazione del servizio ad altra Ditta, a titolo di risarcimento danni. Art Forma del contratto Il contratto verrà stipulato in modalità elettronica in forma pubblica amministrativa con firma digitale autenticata. Le spese tutte, inerenti e conseguenti al contratto relativo all'appalto di che trattasi saranno a carico dell Aggiudicatario. Art Tracciabilità dei flussi finanziari e clausola risolutiva espressa La Società Aggiudicataria, per il tramite del legale rappresentante, si assume l obbligo della tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 13 agosto 2010, n. 136, pena la nullità assoluta del presente contratto. L Aggiudicatario si obbliga a comunicare gli estremi identificativi del conto corrente dedicato di cui all art. 3 della L. 136/2010, nonché le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare sul predetto conto corrente. Pag. 12 di 29

13 Qualora le transazioni relative al presente contratto siano eseguite senza avvalersi di banche o della Società Poste Italiane SPA, il presente contratto si intende risolto di diritto, secondo quanto previsto dall art. 3, comma 8, della L. 136/2010. L Aggiudicatario si obbliga altresì ad inserire nei contratti sottoscritti con i subappaltatori o i subcontraenti, a pena di nullità assoluta, un apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 136/2010. L Aggiudicatario che ha notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria procede all immediata risoluzione del rapporto contrattuale, informandone contestualmente la Stazione Appaltante e la Prefettura territorialmente competente. Il Fornitore del servizio si obbliga e garantisce che nei contratti sottoscritti con i subcontraenti, verrà assunta dalle predette controparti l obbligazione specifica di risoluzione immediata del relativo rapporto contrattuale nel caso in cui questi abbiano notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria, con contestuale obbligo di informazione nei confronti del Comune di Mesagne, della Prefettura territorialmente competente. Con riferimento ai subcontratti, il Fornitore del servizio si obbliga a trasmettere al Comune di Mesagne, oltre alle informazioni di cui all art. 118, comma 11, anche apposita dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, attestante che nel relativo subcontratto e stata inserita, a pena di nullità assoluta, un apposita clausola con la quale il subcontraente assume gli obblighi di tracciabilità di cui alla Legge sopracitata. Per tutto quanto non espressamente previsto, restano ferme le disposizioni di cui all art. 3 della L. 136/2010. Art Spese ed oneri accessori Sono a carico dell Aggiudicatario tutte le spese, oneri, contributi ed indennità previsti per la gestione del contratto. Le spese di bollo, di registrazione ed ogni altra spesa accessoria inerente al contratto sono a carico dell Aggiudicatario. Art Controversie Per ogni controversia che potesse insorgere tra il Comune di Mesagne e l Aggiudicatario viene esclusa la competenza arbitrale. Le controversie derivanti dall'esecuzione del presente contratto sono devolute alla Autorità Giudiziaria competente secondo le disposizioni vigenti. Art Foro competente In caso di controversie le parti eleggeranno domicilio legale in Mesagne e, per ogni eventuale giudizio, si intende riconosciuto il Foro di Mesagne. Art Cessione di credito E vietata qualunque cessione di credito non riconosciuta dal C.C. art e qualunque procura che non sia riconosciuta. Art Tutela dati personali In ottemperanza a quanto stabilito dall art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ( Codice in materia di protezione dei dati personali ), si informa che i dati personali forniti dall Aggiudicatario secondo quanto richiesto dal presente capitolato sono acquisiti dall Ente per il perseguimento dei propri fini istituzionali e il loro trattamento sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza. Il conferimento dei dati e obbligatorio per l affidamento del servizio oggetto d appalto e l eventuale rifiuto di fornire tali dati potrebbe comportare la mancata o non corretta instaurazione del rapporto contrattuale. Pag. 13 di 29

14 Titolare del trattamento è il Comune di Mesagne, Via Roma n Mesagne; Responsabile del trattamento è il Responsabile del Servizio Comunale competente. In ogni momento l Aggiudicatario potrà esercitare i suoi diritti ai sensi dell art. 7 del D.L.vo 196/2003. Art Dichiarazione relativa all approvazione specifica ai sensi degli artt e 1342 del codice civile L Appaltatore dichiara di riconoscere e di approvare, ai sensi e per gli effetti degli Artt e 1342 del Codice Civile, di tutte le condizioni, nessuna esclusa, indicate in tutti gli Articoli del presente Capitolato Speciale d Appalto. Dichiara inoltre di approvare specificatamente, ai sensi e per gli effetti di cui all Art.1341 C.C. tutte le clausole sopra riportate. Art Norma finale e di rinvio Per quanto non espressamente indicato nel presente Capitolato speciale d appalto, si intendono richiamate le disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia, ivi comprese quelle contenute nel Regolamento dei contratti del Comune di Mesagne, nel bando e nelle norme di gara. Pag. 14 di 29

15 CAPO II Art Interventi di derattizzazione programmati L aggiudicatario dovrà predisporre, all inizio del servizio, una rete costituita da almeno n. 200 erogatori fissi di esche rodenticide di sicurezza e con chiusura a chiave, inaccessibili agli animali non target ed alle persone non autorizzate, nelle zone ed immobili indicativamente riportati negli allegati A.1 e A.2., nei condotti fognari di raccolta delle acque meteoriche, tombini e cunicoli sotterranei di proprietà pubblica, canali, ecc. L Aggiudicatario dovrà gestire la rete di erogatori fissi di esche rodenticide, da mantenere in buona efficienza sostituendo gli erogatori che, per qualsiasi motivo, non fossero più presenti o in grado di svolgere la loro funzione, nelle aree pubbliche maggiormente a rischio per la presenza dei roditori. Il numero ed il posizionamento degli erogatori potranno subire variazioni in base al consumo di esche ed all accertata presenza in loco di roditori. Tali modifiche dovranno essere concordate con il Committente. L Aggiudicatario dovrà provvedere con cadenza bimestrale all ispezione completa della rete di erogatori fissi di esche rodenticide. Tutti i preparati dovranno essere confezionati e posizionati in modo tale da escludere la possibilità che vengano a contatto con animali domestici e/o persone. Ogni trattamento deve intendersi comprensivo dell impiego di prodotti di assoluta efficacia e consentiti all uso dal Ministero della Sanità. I trattamenti devono indicativamente prevedere: controllo secondo la sopra riportata in merito al consumo del prodotto ratticida; rabbocco di esche; sostituzione mensile delle esche; rotazione delle esche, ove necessario, per l individuazione dell attrattivo migliore; spostamento eventuale degli erogatori con nuova mappatura; diversificazione, in conseguenza delle diverse esigenze delle zone da trattare, dei prodotti da impiegare almeno ogni due interventi, onde evitare le resistenze degli infestanti; sostituzione degli erogatori esistenti se deteriorati o danneggiati o rubati; raccolta e smaltimento delle vecchie esche topicida e pulizia delle zone interessate; attività di recupero delle carogne di ratti, che si rinvengono nelle strutture, nelle aree di proprietà e di pertinenza comunale, ovvero carogne non rientranti nella fattispecie ricomprese nel capitolato speciale di raccolta rifiuti urbani del Comune di Mesagne. In occasione dell ultimo intervento utile programmato gli erogatori dovranno essere rimossi. La rete di erogatori fissi dovrà essere opportunamente riportata su apposita cartografia messa a disposizione del Servizio Ambiente, aggiornandola all occorrenza. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio/area trattati quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento, ad esclusione della rete fissa, dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con le esche rodenticide. L Aggiudicatario potrà introdurre tecniche e metodologie innovative rispetto a quanto offerto previa acquisizione del parere favorevole da parte del Committente, senza maggior oneri, né organizzativi né economici, in capo al medesimo. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: Pag. 15 di 29

16 data/luogo/esito delle ispezioni; numero degli erogatori utilizzati per ogni edificio comunale/scuola/asilo/area pubblica; interventi di sostituzione/nuova installazione eseguiti per quanto riguarda la rete fissa; qualità e quantità prodotti usati; dati sul consumo di esca (non consumate = 0; consumo lieve = 1; consumo medio = 2; consumo totale = 3) per ogni erogatore. Art Interventi di derattizzazione a richiesta Presso tutti gli edifici ed aree pubblici e/o ad uso pubblico, istituti scolastici ed asili di cui all elenco Allegato A.1 e A.2, l Amministrazione comunale potrà richiedere interventi di derattizzazione; in tal caso dovranno essere effettuate almeno 2/3 verifiche, fino a che le esche non vengono più consumate. Entro 24 ore dalla ricezione della segnalazione da parte del Committente l Aggiudicatario dovrà effettuare un sopralluogo nell area oggetto della segnalazione. Qualora si rilevi la presenza di roditori dovrà effettuare immediatamente l intervento utilizzando preparati con modalità e periodicità funzionali alla reale gravita dell infestazione. Le modalità d intervento devono essere comunicate entro 48 h, via mail, all Ufficio comunale competente. Per fronteggiare situazioni di emergenza, segnalate dal Committente, l Aggiudicatario dovrà garantire l intervento (dislocazione degli erogatori, sostituzione delle esche ecc.) entro 24 ore dalla richiesta. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con le esche rodenticide. A conclusione di ogni singolo intervento su edifici dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell immobile trattato quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: modalità, data e luogo di intervento numero degli erogatori per ogni edificio/area qualità e quantità prodotti usati dati sul consumo di esca (non consumate = 0; consumo lieve = 1; consumo medio = 2; consumo totale = 3) Art Interventi di disinfezione programmati L Aggiudicatario dovrà effettuare presso tutti gli edifici scolastici ed asili comunali di cui all Allegato A. 1, nr. 2 (due) cicli di disinfezione nel periodo antecedente l apertura dell anno scolastico e nel periodo pasquale, consiste nell esecuzione degli interventi e nel rispetto delle seguenti indicazioni: 1) disinfezione degli ambienti utilizzando appropriati disinfettanti per l abbattimento di microrganismi patogeni (carica batterica totale, lieviti e muffe); 2) ispezione, controllo e sanificazione della rete di distribuzione di acqua e dei serbatoi adibiti alla raccolta idrica. L Amministrazione Comunale, a proprie cure e spese, darà incarico ad un laboratorio chimico, per effettuare i campionamenti dell aria con metodologia SAS e conseguenti analisi microbiologiche nonché i test batteriologici dell acqua. I suddetti campionamenti e prelievi saranno effettuati per ogni edificio scolastico, immediatamente dopo l esecuzione degli interventi di disinfezione suddetti. Le suddette analisi costituiranno certificazione dell avvenuta disinfezione. La Ditta dovrà provvedere a riespletare il trattamento in ciascun edificio, nel caso in cui l esito delle analisi sia risultato non conforme. Pag. 16 di 29

17 Sono esclusi dal servizio in questione: la disinfezione degli arredi, degli impianti di condizionamento e dei locali adibiti a cucina, mensa e servizi a questi annessi, presenti nelle scuole in questione. Art Interventi di disinfestazione a richiesta Presso tutti gli edifici, vie ed aree pubbliche e/o ad uso pubblico, l Amministrazione comunale potrà richiedere interventi di disinfestazione che possano causare inconvenienti igienico sanitari. Prima di ogni trattamento dovranno essere avvertiti i residenti in tempo utile per potersi allontanare durante l esecuzione dell intervento. Gli interventi potranno riguardare disinfestazione da mosche, blatte, zecche, formiche, pulci, ecc., altri artropodi indesiderati (ragnetti rossi, psocoidei, tisanuri, ecc.) compresa la rimozione di vespai e sciami di api. Quest ultima dovrà essere prevista sia a terra che in quota con ausilio di mezzi di elevazione. La rimozione degli sciami di api dovrà essere eseguita nel rispetto delle normative vigenti in materia. Entro 24 ore dalla ricezione della segnalazione da parte dell Ufficio comunale competente l Aggiudicatario dovrà effettuare un sopralluogo nell area oggetto della segnalazione. Qualora fosse rilevata l infestazione dovrà intervenire utilizzando i prodotti indicati nelle specifiche tecniche prodotte dall AUSL di cui all articolo precedente. Le modalità d intervento devono essere comunicate entro 48 h, via , all Ufficio Comunale competente. Per fronteggiare situazioni di emergenza segnalate dall Ufficio Comunale competente l Aggiudicatario dovrà garantire l intervento entro 24 ore dalla richiesta. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con i prodotti utilizzati. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio trattato quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Comune. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: - tipologia di intervento (disinfestazione da zecche/scarafaggi/ecc.), descrizione, data e luogo; - qualità e quantità prodotti usati. Art Piccioni urbani Interventi di pulizia, disinfestazione e smaltimento guano a richiesta Su richiesta del committente dovranno essere eseguiti interventi di pulizia dal guano di piccioni e disinfestazione di edifici pubblici e/o ad uso pubblico sia a terra che in quota con ausilio di mezzi di elevazione. Gli interventi comportano la rimozione e lo smaltimento del guano e la disinfestazione dei locali dalle zecche e da ogni altro eventuale infestante. Per ogni intervento dovrà essere segnalata l opportunità di mettere in opera mezzi di dissuasione nei confronti della popolazione urbana di piccioni con la specifica dei medesimi. L Aggiudicatario dovrà rendicontare mensilmente gli interventi eseguiti con un report che contenga: descrizione dell intervento (pulizia/disinfestazione) data e luogo; qualità e quantità dei prodotti usati per la disinfestazione; costo totale per singolo intervento con specifica delle relative voci di costo. Pag. 17 di 29

18 Art Interventi programmati di lotta contro i culicidi Dovranno essere eseguiti: n 8 (otto) cicli di trattamenti larvicidi per ogni anno, indicativamente nel periodo marzo giugno di ciascun anno solare, salvo diverse indicazioni da parte del Committente, su circa caditoie/tombini stradali pubblici, presenti in aree scolastiche ed aree verdi attrezzate o comunque collocati in strutture di pertinenza comunale indicate dal Committente; il 1 trattamento dovrà iniziare indicativamente verso fine marzo/inizio aprile su precisa disposizione dell Ufficio comunale competente; i successivi trattamenti dovranno essere svolti con un intervallo di norma pari (e comunque non superiore) a 4 settimane tra un trattamento e l altro; il territorio deve essere trattato entro 3 gg. lavorativi, salvo interruzioni dovute a precipitazioni rilevanti; l inizio di ogni ciclo di trattamenti larvicidi deve essere preventivamente comunicato all Ufficio Comunale competente, insieme al numero ed ai nominativi degli operatori impiegati, per consentire le opportune verifiche; al fine di una più razionale gestione della tempistica e anche per migliorare la qualità del servizio erogato l Aggiudicatario dovrà mettere in campo, per tutta la stagione, sempre gli stessi operatori, assegnando a ciascuno di essi sempre le medesime zone da trattare; nel corso del trattamento, dovranno essere trattate anche le aree verdi e scolastiche presenti; in caso di eventuali interruzioni del servizio, causate da eventi meteorologici, il trattamento dovrà essere automaticamente ripreso il giorno successivo alla cessazione dell evento; i prodotti impiegati per i trattamenti larvicidi dovranno essere a base di Diflubenzuron o Metoprene in formulazione granulare, in compressa o liquida. Non sono ammessi prodotti che richiedano turni di intervento inferiori alle 3 settimane. per ogni zona trattata dovranno essere forniti al Competente Ufficio comunale il dosaggio adottato (cc. di prodotto x litro H2O) ed il volume di irrorazione medio adottato (litri di miscela totale distribuiti); per ogni ciclo di trattamento dovranno essere trasmessi all Ufficio Comunale competente il numero ed i nominativi degli operatori; dovrà essere trasmesso (via ) all Ufficio Comunale competente un report giornaliero del lavoro svolto, con indicazione dell area trattata. E facoltà del Committente aggiornare l elenco di strade, piazze, aree verdi, nonché delle strutture di pertinenza comunale, in funzione di esigenze contingibili al servizio in appalto o sulla base di nuove evidenze territoriali. In tal caso il valore stimato dell appalto subirà variazioni per effetto dell applicazione dei prezzi unitari sulle quantità effettivamente eseguite. L Aggiudicatario dovrà effettuare nel periodo antecedente all apertura di asili nido, scuole materne ed elementari, che sarà indicato di anno in anno dal committente, un intervento adulticidi contro la zanzara tigre nelle aree verdi pertinenziali, da svolgersi secondo le modalità di cui all art. seguente. Nel periodo che va da giugno a fine ottobre, nell arco del quale statisticamente si ha la maggiore incidenza di infestazioni acute di culicidi e/o quando se ne ravvisi la necessità, comunque a richiesta del Comune di Mesagne, dovranno essere eseguiti n 9 (nove) trattamenti adulticidi in tutto il centro urbano compresi nel canone. I Formulati ad azione adulticida contro le zanzare devono essere a base di piretrine naturali e/o di piretroidi anche sinergizzati con piperonil butossido da utilizzare alle dosi indicate in etichetta per lo specifico impiego contro le zanzare. Nel rispetto della normativa vigente in materia, i formulati proposti devono essere registrati come Presidi Medico-chirurgici per la lotta all esterno contro le zanzare in ambito civile. Non sono ammessi formulati che presentino nella composizione (desunta dalle sez. 2 e 16 della Scheda Dati di Sicurezza ) coformulanti classificati con la frase di rischio: Pag. 18 di 29

19 - R40 ( Possibilità di effetti irreversibili ); - R45 ( Può provocare il cancro ); - R49 ( Può provocare il cancro per inalazione accompagnata dal simbolo T+ (teschio); - R61 ( Può danneggiare i bambini non ancora nati ); - R63 ( Possibile rischio di danni ai bambini non ancora nati ). Sui mezzi operativi utilizzati dalla ditta aggiudicataria è fatto obbligo ed onere l applicazione di strumentazione GPS con memorizzazione del percorso e velocità effettuato su server Internet. La strumentazione GPS in dotazione deve essere in grado di assicurare il segnale con una precisione pari a ± 5 metri, misurati in campo aperto. I relativi costi di trasferimento dei dati dalla strumentazione al server Internet sono a carico della ditta appaltatrice. Al fine di eseguire idoneo controllo da parte dell Ente dei luoghi e dei tempi di ciascun trattamento, i percorsi e le velocità degli automezzi utilizzati, dovranno essere disponibili alla visione da parte del Responsabile del Servizio Ambiente previa autenticazione sul server suddetto. Tale strumentazione deve essere attivata dagli operatori nel loro percorso per ciascun intervento previsto nel presente Capitolato. È fatto obbligo alla Ditta mantenere in buono stato le apparecchiature GPS, non danneggiarle e permetterne il funzionamento. Art Interventi a richiesta di lotta alla zanzara tigre e culex Adulticidi su siti sensibili per zanzara tigre Su richiesta del Committente dovranno essere eseguiti interventi adulticidi contro la zanzara tigre in scuole, asili o altri siti sensibili, in fasce orarie durante le quali non siano presenti bambini o altri utenti e che permettano un congruo periodo di dispersione del prodotto prima dell afflusso degli utenti alle strutture. Prima di ogni trattamento dovranno essere avvertiti i residenti in tempo utile per potersi allontanare durante l esecuzione dell intervento. I Formulati ad azione adulticida contro le zanzare devono rispettare quanto previsto al precedente Art. 6. Nelle aree/edifici sottoposti a trattamento dovrà essere installata idonea segnaletica indicante l operazione in corso, il nome della ditta esecutrice ed il relativo recapito telefonico, oltre all indicazione della sostanza antidoto da utilizzare in caso di avvenuto contatto da parte di animali e/o persone con i prodotti utilizzati. A conclusione di ogni singolo intervento dovrà essere acquisita, su apposita scheda di rilevazione, la firma del direttore e/o responsabile dell edificio e/o dell area di pertinenza trattati quale controprova dell avvenuto intervento. La scheda dovrà essere conservata per eventuali controlli da parte del Committente Adulticidi su aree verdi per zanzara culex Su richiesta del Committente dovranno essere eseguiti interventi adulticidi contro la zanzara Culex su aree verdi, in fasce orarie durante le quali non siano presenti utenti e che permettano un congruo periodo di dispersione del prodotto prima dell afflusso degli stessi. Gli interventi dovranno essere eseguiti secondo le modalità indicate dalle Linee guida della Regione Emilia Romagna per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare, reperibile al seguente indirizzo: Sulle aree oggetto dell intervento l Aggiudicatario dovrà posizionare, almeno 24 ore prima apposita segnaletica, che riporti la data del trattamento. Dovrà inoltre informare capillarmente i cittadini, Pag. 19 di 29

20 mediante modalità da concordarsi con il Committente, sulle precauzioni da adottare al fine di minimizzare l esposizione di persone ed animali ai prodotti utilizzati. Formulati insetticidi E obbligatorio utilizzare soltanto le formulazioni registrate come Presidi Medico-chirurgici (PMC) che contemplino in etichetta come campo d impiego la lotta contro le zanzare. Dovranno essere utilizzati a base di piretrine naturali e piretroidi anche in associazione con piperonil butossido, senza solventi pericolosi. Dimensione delle particelle irrorate e volume distribuito Il diametro delle particelle irrorate considerato più idoneo per la lotta contro insetti in volo è compreso tra μ (1μ = 0,001 mm). Si dovrà quindi operare con macchine in grado di nebulizzare in basso volume (LV anglosassone, corrispondente a volumi irrorati nel range ml/min ossia l/h), avendo come obiettivo quello di effettuare trattamenti spaziali e non quello di bagnare la vegetazione, evitando comunque di raggiungere il punto di gocciolamento. I formulati commerciali dovranno essere utilizzati alle dosi e alle diluizioni di etichetta e il grado di nebulizzazione delle particelle deve essere di diametro mediano volumetrico inferiore a 50 μ. Nel caso di trattamenti con nebulizzatori portati su automezzi la velocita di avanzamento del veicolo dovrà essere compresa tra 5 e 8 km/h. I trattamenti dovranno essere eseguiti nelle ore notturne e nelle prime ore del mattino al fine di prolungare la fase della sospensione in aria del principio attivo insetticida. Dovranno essere sospesi con vento superiore a 8 km/h ed in caso di pioggia. Ulteriori specifiche per l esecuzione di detti interventi potranno essere impartite dal Committente in accordo con l AUSL. L organizzazione del servizio e tutti i contatti preventivi necessari al suo corretto svolgimento sono interamente a carico dell Aggiudicatario Interventi a fronte di casi di malattie infettive (chikungunya, dengue). In caso di segnalazione da parte dell AUSL di diffusione epidemica di virus veicolati dalle zanzare, l Aggiudicatario sarà chiamato ad eseguire, entro 24 ore dalla richiesta telefonica o via mail da parte del Committente, anche nei giorni prefestivi e festivi, interventi larvicidi ed adulticidi contro la zanzara tigre su aree pubbliche e private indicate dal medesimo. Dovrà eseguire un ispezione accurata delle aree da trattare (ad es. cortili, giardini, orti, piazzali, parcheggi, strade ecc.), allo scopo di rimuovere ogni contenitore in grado di raccogliere acqua, anche in modo accidentale e in piccole quantità. Gli interventi larvicidi nei focolai potenziali che non siano eliminabili (tombini, caditoie, pluviali, ecc.) ed adulticidi dovranno essere eseguiti con le seguenti modalità. La disinfestazione deve essere articolata in tre fasi che devono essere condotte in modo sinergico: trattamento adulticida, trattamento larvicida, rimozione dei focolai larvali. La successione con cui questi trattamenti devono essere condotti è la seguente: - adulticidi in orario notturno in aree pubbliche (da ripetersi per tre notti consecutive); - adulticidi (da ripetersi per tre giorni consecutivi) larvicidi e rimozione dei focolai in aree private (porta-porta); - contestuale trattamento larvicida nelle tombinature pubbliche. Le modalità di esecuzione dei trattamenti larvicidi e di rimozione dei focolai sono le stesse dei trattamenti ordinari. Gli interventi adulticidi sono da condurre con l obiettivo di abbassare prontamente la densità dell insetto vettore e le modalità di esecuzione sono le seguenti. Sulle aree pubbliche e aperte al pubblico interessate, l Aggiudicatario dovrà predisporre apposita segnaletica che avvisi i cittadini degli interventi in corso ed informare capillarmente i cittadini mediante modalità da concordarsi con il Committente sulle precauzioni da adottare al fine di minimizzare l esposizione di persone ed animali ai prodotti utilizzati. Pag. 20 di 29

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 L anno duemila., il giorno ( ) del mese di., in. presso la sede dell., via.,

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 (CIG ZB415FBACD) Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO SCOLASTICO, CONSULENZA LEGALE PER CITTADINI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE D APPALTO

CAPITOLATO GENERALE D APPALTO CAPITOLATO GENERALE D APPALTO per servizio di derattizzazione, disinfestazione contro zanzare ed altri insetti volanti, diserbo banchine e trattamento contro la processionaria da espletare nelle aree del

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO QUATTRO POSTAZIONI DI CONTROLLO CON IMPIANTI FISSI OMOLOGATI PER IL RILEVAMENTO

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizi di disinfestazione e derattizzazione del territorio del Comune di Lanciano 1 TITOLO 1 PARTE GENERALE Art. 1 Oggetto L appalto ha ad oggetto i servizi di disinfestazione

Dettagli

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società, sede in ( ), per l affidamento del servizio di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi e

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it www.oppaterni.com P.IVA 00526840558 cod. fisc. 80000070559 CAPITOLATO TECNICO Art.

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA PER MINORI NON ACCOMPAGNATI IN ESECUZIONE DEL PROGETTO I-CARE,

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA PER MINORI NON ACCOMPAGNATI IN ESECUZIONE DEL PROGETTO I-CARE, REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA PER MINORI NON ACCOMPAGNATI IN ESECUZIONE DEL PROGETTO I-CARE, INTEGRAZIONE, CITTADINANZA ATTIVA, RESPONSABILITÀ,

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN TRA

PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN TRA PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN LOCALITA' VALBONELLA TRA - Leopoldo Raffoni, nato a Gambettola

Dettagli

Art. 1 Oggetto dell appalto. L appalto ha per oggetto la fornitura di buoni pasto per il servizio sostitutivo

Art. 1 Oggetto dell appalto. L appalto ha per oggetto la fornitura di buoni pasto per il servizio sostitutivo Allegato 1 CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA PER IL PERSONALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAVENNA MEDIANTE LA FORNITURA DI BUONI PASTO Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA

COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA (Provincia di Bergamo) Gestione associata COMUNE DI VILLA D ADDA Provincia di Bergamo COMUNE DI CARVICO Provincia di Bergamo CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO L incarico ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo di cui al D. Lgs n.209/2005. Le

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Consiglio Regionale del Piemonte

Consiglio Regionale del Piemonte ALLEGATO N. 02 Consiglio Regionale del Piemonte CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI VIA PIFFETTI, 49 10143 TORINO. Periodo:

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI MARTIGNANO Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO n.213/2015 Registro generale n. 63/2015 Registro dell Ufficio OGGETTO: Servizio mensa e servizio accompagnamento durante

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia)

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia) COMUNE DI ACCADIA (Provincia di Foggia) PROGETTO PER LA DOTAZIONE DI IMPIANTO DI VODEOSORVEGLIANZA E FORNITURE ARREDI PER GLI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DENOMINATI "CASONE PADULI" E "CASONE DIFESA".

Dettagli

Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351 DEL 11.10.2004 CAPITOLATO SPECIALE

Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351 DEL 11.10.2004 CAPITOLATO SPECIALE CITTA DI TORINO DIREZIONE ECONOMATO E ARCHIVI SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI Ufficio Appalti Pulizie Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) Allegato 5 SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) REPUBBLICA ITALIANA L anno DUEMILA il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Avanti a me, dott.,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A.

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA. la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193,

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA. la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193, SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193, codice fiscale e Partita IVA 07019070015, in persona del suo legale rappresentante, nato

Dettagli

CIG: 5611321094. Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e

CIG: 5611321094. Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e CIG: 5611321094 Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e relative pertinenze, oltre ad eventuali prestazioni accessorie SCHEMA DI CONTRATTO Art. 1 Art. 2

Dettagli

COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE Piazza Marconi, 1/1-21020 COMABBIO - P. IVA 00261830129 Tel. 0331.968.572 int.6 - fax. 0331.968.808 e- mail: poliziamunicipale@comune.comabbio.va.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO

DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO L appaltatore all atto dell offerta, e, nel caso di varianti in corso d opera, all atto dell affidamento

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA ART. 2 DURATA DELLA FORNITURA ART. 3 AMMONTARE DELL APPALTO ART. 4 VARIAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI Nell anno 2012 il giorno 28 del mese di Dicembre, nella sede del Comune di Monterotondo (RM) TRA - ANTONELLI

Dettagli

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il Comune di San

Dettagli

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA: SCHEMA DI CONTRATTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI: (a) PULIZIA AEROMOBILI, (b) SMISTAMENTO BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

Dettagli

PRESENTA LA SEGUENTE OFFERTA INCONDIZIONATA

PRESENTA LA SEGUENTE OFFERTA INCONDIZIONATA Timbro o intestazione del concorrente Offerta ribasso percentuale MODELLO E Spett.le Comune di Bareggio Marca da bollo da Euro 14,62 Oggetto: Appalto per l affidamento dell incarico per la redazione del

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 8 Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO Imposta di bollo assolta in maniera virtuale. Aut. n. 123039 del 13/10/2011 Agenzia Entrate Direzione Provinciale di Verona AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Municipio Roma XIV Monte Mario U.O. Servizi Sociali ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Art. 1 Oggetto dell

Dettagli

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI Giardini della Reggia di Venaria Reale Fornitura e installazione di pergolati e strutture in legno per esterni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI 1 INDICE

Dettagli

CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto

CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Gara di appalto per affidamento gestione servizio Manutenzione straordinaria strade extraurbane comunali. Art. 1 OGGETTO Il presente

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

Città di Arese. Servizio di ispezione e successivo collaudo di n. 11 aree gioco site nel comune di Arese FOGLIO PATTI E CONDIZIONI

Città di Arese. Servizio di ispezione e successivo collaudo di n. 11 aree gioco site nel comune di Arese FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Città di Arese Provincia di Milano Settore Lavori Pubblici e Manutenzioni Servizio di ispezione e successivo collaudo di n. 11 aree gioco site nel comune di Arese FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Il Responsabile

Dettagli

CONTRATTO DI APPALTO TRA. l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA. E l IMPRESA. per

CONTRATTO DI APPALTO TRA. l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA. E l IMPRESA. per CONTRATTO DI APPALTO TRA l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA (C.F. 00410700587 P. I.V.A. 00885561001) E l IMPRESA (C.F. e P.I. ) per l affidamento del servizio

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 6489807627 CAPITOLATO SPECIALE IL Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli pag. 1 di 8 Cap. soc. 2.600.000,00 i.v. socio unico:

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL GIARDINO DEL XXI SEC VILLA CASTELLO SMILEA MONTALE CAPOLUOGO. REP. 2/2015

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GAS METANO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 60347701BF CAPITOLATO SPECIALE Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli 1 INDICE Art. 1 Glossario Art. 2 Oggetto dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656 - Indirizzo

Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656 - Indirizzo COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE ISTRUZIONE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656

Dettagli

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 FC/MB BV DMP Emissione

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 FC/MB BV DMP Emissione C 129 - VALORIZZAZIONE AREA CAMPI - IKEA DEMOLIZIONE DEL MAGAZZINO E PORZIONE DI MENSA DISMESSI UBICATI IN CORSO FERDINANDO MARIA PERRONE N. 15 NELL AREA EX ILVA LAMINATI PIANI OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli