UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA"

Transcript

1 I II REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE III NORME DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE

2 DIRETTIVE PER LA SICUREZZA DEI SERVIZI DI RETE

3 SOMMARIO PREFAZIONE 3 PROFILO DI RISCHIO: CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI E VULNERABILITA 4 DEFINIZIONE DELLE 7 3

4 PREFAZIONE La necessità della definizione di direttive per l accesso ai servizi di rete di Ateneo deriva da un più generale contesto tecnologico e sociale che lo Stato italiano, seguendo le raccomandazioni dell AIPA e le linee guida emanate dagli organismi Internet internazionali, ha recepito in una serie di leggi e decreti in tema di circolazione delle informazioni su Internet e di sicurezza informatica. Il quadro normativo riconosce il ruolo centrale e strategico che le nuove tecnologie informatiche e telematiche hanno nel miglioramento dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione, ma allo stesso tempo pone il problema della gestione dei potenziali fattori di rischio connessi con tali tecnologie: l affidabilità del mezzo (nelle sue componenti hardware e software) e delle informazioni (disponibilità, integrità, riservatezza). La qualità dei servizi offerti all utenza universitaria (interna o esterna) non può prescindere dalla sicurezza della rete; comportamenti non armonizzati, come anche l esperienza locale insegna, costituiscono quantomeno una fonte di rischio per il normale svolgimento dell attività accademica, con eventuali conseguenze di tipo civile e penale nel caso si rilevi un reato omissivo improprio (omessa adozione di adeguate misure di sicurezza - art. 40 c.p.). Questo documento ha quindi lo scopo di illustrare a tutto il personale docente e non docente dell Ateneo ed ai fornitori/fruitori di servizi di rete le direttive di sicurezza relative alla circolazione telematica delle informazioni e all accesso ai servizi di rete che l Ateneo ha ritenuto opportuno adottare per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali. Tali direttive troveranno opportuna implementazione nel Regolamento di accesso ai servizi di rete di Ateneo, che terrà conto non solo degli aspetti tecnici (sicurezza fisica e logica delle apparecchiature) ma anche, se non principalmente, degli aspetti organizzativi (definizione di ruoli e responsabilità, procedure, formazione) e legali (leggi e raccomandazioni, normative); a quest ultimo proposito, è opportuno ricordare che le attuali disposizioni legislative non lasciano più discrezionalità alle singole Amministrazioni nell adozione o meno di efficaci misure atte a prevenire, o quantomeno a minimizzare, i rischi di incidente informatico o di atti di pirateria informatica, e contestualmente responsabilizzano utenti e gestori di servizi informatici. La legislazione vigente in materia fa distinzione tra trattamento informatizzato di dati personali, trattamento informatizzato di dati sensibili, trattamento informatizzato di dati comuni, con relativa diversificazione di normative tecnico-procedurali: l ambito di applicazione delle presenti direttive e della loro implementazione nel Regolamento di accesso ai servizi di rete di Ateneo è quello della circolazione di dati comuni, scientifici o accademici. Per questo tipo di dati la Legge n. 675 del 1996 sulla privacy non prevede disposizioni particolari. Occorre però notare che nell ambito della posta elettronica, l intestazione del messaggio, contenente mittente, destinatario, ora di spedizione, 4

5 può essere considerato un dato personale e pertanto le cosiddette misure minime di sicurezza, enunciate nel DPR 318/99 e da applicarsi per tale servizio, sono da valutare comunque con attenzione. L Ateneo ha dunque ritenuto necessario regolamentare i servizi di rete non solo per la loro crescente importanza ma anche in relazione a due considerazioni pratiche: la Legge n. 547 del 1993, che modifica il codice penale introducendo i crimini informatici, definisce delle precise responsabilità e delle norme di prevenzione; il danno di immagine per l Ateneo nei confronti della comunità Internet, nel caso di incidente informatico non gestito opportunamente, è da considerarsi assolutamente grave, anche se non seguito da sanzioni legislative. La definizione di norme adeguate non dovrebbe essere visto quindi come un appesantimento della normale attività lavorativa, quanto piuttosto come uno strumento per migliorare la qualità complessiva dei servizi offerti dall azienda università : un informazione inaccessibile è certamente sicura, un computer non collegato alla rete è certamente più sicuro di uno che accede ai servizi internet, ma certamente anche di scarsa utilità. Detto in altre parole: le direttive per la sicurezza dei servizi di rete di Ateneo partono dal presupposto di elevata disponibilità ed efficienza dei servizi, in un contesto di armonizzazione degli stessi e di compatibilità con le normative vigenti e con gli scopi istituzionali dell Ateneo. D altro canto, i fatti dimostrano che la stretta correlazione fra i servizi e le informazioni su Internet renderebbe inutile ogni forma di protezione o di ottimizzazione se limitata all ambito di una singola struttura dell Ateneo senza curarsi di quanto può accadere al di fuori di essa; pertanto la sicurezza dei servizi Internet potrà avere un buon livello di affidabilità solo a fronte di direttive organiche ed uniformi. PROFILO DI RISCHIO: CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI E VULNERABILITA Le finalità del presente documento non riguardano la sicurezza complessiva del sistema informativo di Ateneo: tale obiettivo andrebbe infatti perseguito con strumenti più sofisticati, conformi, tra l altro, agli standard di valutazione e di progettazione espressi dagli organismi internazionali. Ci si occupa in questa sede di un aspetto particolare della sicurezza di un sistema informativo, quello relativo allo scambio di informazioni attraverso la rete, che implica in primo luogo l armonizzazione dei servizi di rete ed in secondo luogo la riduzione del rischio in termini di riservatezza, integrità e disponibilità dei dati in circolazione sulla rete di Ateneo. Questi obiettivi sono stati perseguiti attraverso un indagine qualitativa che ha cercato di classificare la tipologia dei dati in circolazione sulla rete di Ateneo e le vulnerabilità (anche alla luce dell esperienza 5

6 acquisita) dei servizi di rete. Tale analisi ha portato all adozione di direttive di sicurezza coerenti con una situazione di medio rischio informatico. Sinteticamente, le considerazioni sono le seguenti: la vulnerabilità dei servizi di rete è piuttosto elevata, sia per la natura intrinseca degli attuali protocolli di trasmissione dati (IPv4) che per la situazione non omogenea delle varie strutture di Ateneo che erogano servizi di rete non armonizzati tra loro; le minacce sono molteplici ma tutte essenzialmente sotto forma di accesso non autorizzato, sia esterno (da Internet) che interno. In particolare, le modalità con cui si attua l intrusione possono essere elencate come segue: minaccia alla proprietà/confidenzialità/autenticità dell informazione cattura di passwords (sniffers, trojan horse, IP spoofing, brute force); acquisizione dei privilegi di amministratore di sistema da parte di soggetti non autorizzati; mail spamming (utilizzo dei server di posta elettronica per la spedizione su Internet di messaggi non richiesti, ad esempio pubblicitari) minaccia all integrità dell informazione diffusione di virus informatici (application-layer attacks) minaccia alla disponibilità dell informazione denial-of-service (fermo dei servizi, fermo macchina, distruzione di dati) Inoltre, tali minacce sono abbastanza frequenti e spesso non hanno obbiettivi distruttivi ma semplicemente rappresentano una sfida tecnologica. I danni sono classificabili in due categorie: quelli dovuti all interruzione o al malfunzionamento dei servizi, con conseguente penalizzazione dell attività accademica e dell immagine verso l esterno, ma non perseguibili penalmente; l utilizzo dei servizi di rete di Ateneo per atti di criminalità informatica, anche verso terzi, con conseguente eventuale azione giudiziaria nei confronti dell Ateneo. I dati critici (personali, sensibili e amministrativi) in transito sulla rete di Ateneo rappresentano attualmente una percentuale molto bassa del volume complessivo. Ciononostante, due considerazioni indicano la necessità di adottare in un prossimo futuro misure tecniche e procedurali di firma digitale (le uniche che allo stato attuale 6

7 dell arte garantiscono proprietà, riservatezza e autenticità del messaggio): l intestazione di un messaggio di posta elettronica può essere classificato come dato personale (mittente, destinatario, tempo di accesso); la posta elettronica è uno strumento destinato a svolgere un ruolo primario in tutte le attività dell Ateneo e come tale deve essere armonizzato ed affidabile. Da queste considerazioni si può concludere che l alta vulnerabilità dei servizi è, in buona misura, compensata dalla bassa criticità dei dati, con un conseguente rischio risultante di livello medio. 7

8 DEFINIZIONE DELLE L Ateneo stabilisce di adottare norme che, coerentemente con le finalità istituzionali dell Università e con il profilo di rischio sopra descritto, si pongono l obiettivo di garantire il più possibile l utilizzo efficiente ed aperto dei servizi di rete, compatibilmente con il contesto normativo e tecnico di riferimento, cercando di decentrare sia la gestione dei servizi stessi che, di conseguenza, l assunzione di responsabilità. I. L Ateneo ritiene opportuna l adozione di tecnologie telematiche per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali e per il miglioramento costante dei servizi offerti all utenza, e ne incentiva l utilizzo ispirandosi al principio della circolazione interna delle informazioni e della decentralizzazione dei servizi di rete. II. L Ateneo ritiene indispensabile la più ampia visibilità esterna di informazioni relative alla propria attività istituzionale attraverso Internet. III. L Ateneo recepisce pienamente il quadro normativo dello Stato italiano in materia di sicurezza informatica, trattamento dei dati personali e criminalità informatica, nonché le indicazioni degli organi di riferimento nazionali ed internazionali. IV. I servizi di rete sono un bene comune dell Ateneo, uno strumento di lavoro e di promozione dell attività accademica. V. I servizi di rete possono essere erogati in modo distribuito, lasciando spazi di autonomia alle singole strutture erogatrici, purchè tali iniziative siano armonizzate da un Regolamento comune con una precisa individuazione di ruoli e relative assunzioni di responsabilità. VI. VII. Il Regolamento è emanato dagli organi accademici preposti. L Ateneo considera l istruzione degli utenti e la formazione permanente del personale lo strumento principale per l utilizzo efficiente, corretto e sicuro dei servizi di rete: il Regolamento deve pertanto essere diffuso e recepito da utenti e gestori dei servizi stessi. VIII. La severità dei controlli deve essere adeguata alla natura del servizio e alla tipologia delle informazioni da proteggere. IX. Il Regolamento deve tener conto dall evoluzione tecnologica e delle mutate esigenze di servizio dell Ateneo. X. Le norme di sicurezza si fondano su due criteri principali: servizi Intranet: sono accessibili a tutti i client interni; sono erogati con le modalità descritte nel Regolamento. servizi Internet: sono accessibili a tutti gli host interni; gli host esterni accedono solo ai server di Ateneo autorizzati; sono erogati solo dai server autorizzati con modalità descritte nel Regolamento. 8

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA. Area Informatica

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA. Area Informatica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Area Informatica REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI E DI RETE Deliberato dal Consiglio di Amministrazione 25 Settembre 2007 pt. 02/04 O.d.g. Indice Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE CAPO I - Firma Digitale... 3 ARTICOLO 1... 3 Soggetti abilitati... 3 ARTICOLO

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina Regolamento relativo all uso della posta elettronica (Ultima modificazione: D.R. n. 2901 del 20 Dicembre 2013) Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento

Dettagli

CNIPA. "Codice privacy" Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati

CNIPA. Codice privacy Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati CNIPA "Codice privacy" 26 novembre 2007 Sicurezza dei dati Quando si parla di sicurezza delle informazioni, i parametri di riferimento da considerare sono: Integrità Riservatezza Disponibilità 1 I parametri

Dettagli

REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014

REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014 REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014 Art.1 Oggetto del documento ed ambito di applicazione Il presente regolamento

Dettagli

Regolamento relativo all uso della posta elettronica

Regolamento relativo all uso della posta elettronica Regolamento relativo all uso della posta elettronica Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo del servizio di posta elettronica fornito dall

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT Vers.1/2013 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

generalità 2 importanza del miglioramento continuo 2 Impegno professionale 2 Rispetto delle persone 2 Integrità 2 Lealtà 3 Partecipazione 3

generalità 2 importanza del miglioramento continuo 2 Impegno professionale 2 Rispetto delle persone 2 Integrità 2 Lealtà 3 Partecipazione 3 Codice etico Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione articolo 25-septies e articolo 25 undecies del D.Lgs. 231/01 20/01/2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione SOMMARIO generalità

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CELLASHIRLEY.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

La Giunta Comunale. Visto il D.P.R. 30.05.1989 n. 223 Regolamento Anagrafico e sue modifiche;

La Giunta Comunale. Visto il D.P.R. 30.05.1989 n. 223 Regolamento Anagrafico e sue modifiche; Oggetto: Definizione linee di indirizzo per accesso in consultazione alla banca dati informatizzata dell Anagrafe del Comune di Teglio ed utilizzo dei dati anagrafici da parte degli Uffici comunali. La

Dettagli

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza

Dettagli

3. erogare cookie di profilazione propri e di terze parti, previo consenso dell utente;

3. erogare cookie di profilazione propri e di terze parti, previo consenso dell utente; PREMESSA Adfilia, ha voluto impegnarsi seriamente nel rispettare regole di comportamento in linea con il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali)

Dettagli

INFORMATIVA SUL DIRITTO ALLA PRIVACY PER LA CONSULTAZIONE DEL SITO WEB www.arlatighislandi.it

INFORMATIVA SUL DIRITTO ALLA PRIVACY PER LA CONSULTAZIONE DEL SITO WEB www.arlatighislandi.it INFORMATIVA SUL DIRITTO ALLA PRIVACY PER LA CONSULTAZIONE DEL SITO WEB www.arlatighislandi.it redatto ai sensi del decreto legislativo n 196/2003 2 GENNAIO 2014 documento pubblico 1 PREMESSA 3 SEZIONE

Dettagli

A.O.U. Policlinico G. Martino Messina

A.O.U. Policlinico G. Martino Messina A.O.U. Policlinico G. Martino Messina Regolamento della comunicazione Web e Multicanale. Uso Confidenziale - 31/05/2010 pag 1 di 12 Indice Regolamento della comunicazione Web e Multicanale...1 Art. 1 Scopi

Dettagli

PRIVACY POLICY DEL SITO WEB

PRIVACY POLICY DEL SITO WEB PRIVACY POLICY DEL SITO WEB Via Cola di Rienzo, 243 I - 00192 ROMA Tel. +39 06.97614975 Fax +39 06.97614989 www.aido.it aidonazionale@aido.it C.F. 80023510169 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEGLI UTENTI

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA INFORMATICA IL CRESCENTE RICORSO ALLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE INTRAPRESO DALLA P.A. PER LO SNELLIMENTO L'OTTIMIZZAZIONE UNA MAGGIORE EFFICIENZA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dettagli

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Università degli Studi di Udine Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Gruppo di lavoro istituito il 16 aprile 2004 con decreto rettorale n. 281 Pier Luca Montessoro,

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro. Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Il Codice dell Amministrazione Digitale Capo IV - Trasmissione

Dettagli

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ;

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ; AREA SERVIZI INTEGRATI D.R. n. 1499 Coordinamento dei Servizi Informatici, Telematici e Multimediali Settore Programmazione, Progettazione e Gestione dei Servizi Informatici IL RETTORE la L. 168/1989 Istituzione

Dettagli

CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010

CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010 CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010 1. PREMESSA Free Work Servizi S.r.l. ha ritenuto necessario definire il proprio Codice

Dettagli

Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003

Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003 (Provincia di Trento) N. 1799 di prot. Sover, 28/04/2011 Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003 Copyright Marchi, domini e segni distintivi Tutti i marchi registrati e non, di

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione 3 Art. 2 - Soggetti 3 Art. 3 - Organi di riferimento 4 Art. 4 - Gruppo di Sicurezza Informatica 4 Art. 5 - Amministratore

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PREMESSA Il tema della Sicurezza dei Sistemi Informativi Automatizzati è un tema di fondamentale importanza e la recente

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione 3 Art. 2 - Soggetti 3 Art. 3 - Organi di riferimento 4 Art. 4 - Gruppo di Sicurezza

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI La privacy policy di questo sito INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Perché questo avviso? In questa pagina si descrivono le modalità

Dettagli

Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa

Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa PREMESSA Dall Anno Accademico 2007-2008 è attivo il servizio di posta elettronica di Ateneo dedicato agli studenti attivi. Tale servizio e inteso come

Dettagli

PRIVACY POLICY. 1. La nostra policy

PRIVACY POLICY. 1. La nostra policy PRIVACY POLICY Vi invitiamo a leggere attentamente la nostra Privacy Policy, che si applica a chiunque decida di navigare all interno del sito web AREA Science Park, gestito dal Consorzio per l AREA di

Dettagli

PRIVACY POLICY SITO INTERNET

PRIVACY POLICY SITO INTERNET I H A D S.R.L. VIALE CAMPANIA 33 I - 20133 MILANO PRIVACY POLICY SITO INTERNET Tel. +39 029941767 Fax +39 02700506378 www.ihad.it info@ihad.it Cap Soc: 10000 C.F. e P.IVA 04558090967 R.E.A. 1756291 PERCHÉ

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. LE POLICY SULLA PRIVACY DI QUESTO SITO PERCHE QUESTO AVVISO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CASATASSO.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

- 17 marzo 2005 - GLI ^IDENTIFICATORI OCCULTI^ E LA DISCIPLINA SULLA PRIVACY. Premessa

- 17 marzo 2005 - GLI ^IDENTIFICATORI OCCULTI^ E LA DISCIPLINA SULLA PRIVACY. Premessa - 17 marzo 2005 - GLI ^IDENTIFICATORI OCCULTI^ E LA DISCIPLINA SULLA PRIVACY Premessa I cookies sono informazioni per il riconoscimento dell utente che vengono scritte in un file di testo usato per visualizzare

Dettagli

Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia Saverio de Bellis Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Turi, 27 70013 Castellana Grotte (BA) PRIVACY POLICY DEL SITO ISTITUZIONALE

Dettagli

Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI

Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI Pagina 1 di 8 Servizio di posta elettronica di Ateneo per gli studenti Lumsa PREMESSA Dall Anno Accademico 2007 2008 è attivo il servizio di posta

Dettagli

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT WWW.GUERINOSTYLE.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Versione aggiornata alla Dichiarazione dei diritti in internet 14 luglio 2015 Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è

Dettagli

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81)

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81) Sommario 2 3 6 8 Principi di comportamento Principi d azione Rispetto della legalità Rispetto della salute e della sicurezza sul lavoro Rispetto dell ambiente e della collettività Rapporti con fornitori

Dettagli

Informativa sulla politica per la tutela della privacy attuata da Occhioviterbese

Informativa sulla politica per la tutela della privacy attuata da Occhioviterbese Informativa sulla politica per la tutela della privacy attuata da Occhioviterbese (Informativa ex articolo 13 del D.Lgs. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali) Nella presente informativa

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE Il presente documento sulla privacy policy (di seguito, Privacy Policy ) del sito www.fromac.it (di seguito, Sito ), si conforma alla privacy policy del sito del Garante per

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione POLITICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA PER GLI UTENTI STANDARD DEL DOMINIO istruzione.it 1 INTRODUZIONE La presente politica disciplina l utilizzo del

Dettagli

PRIVACY POLICY DI digitaldictionary.it. Digital Dictionary Servizi s.r.l. Milano via Paleocapa 1, 20121 (MI) P.IVA/CF: 08492830966 REA: MI-2029601

PRIVACY POLICY DI digitaldictionary.it. Digital Dictionary Servizi s.r.l. Milano via Paleocapa 1, 20121 (MI) P.IVA/CF: 08492830966 REA: MI-2029601 2015 Digital Dictionary Servizi s.r.l PRIVACY POLICY DI digitaldictionary.it 1 Informativa ai sensi dell art. 13 del d.lg. 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) La

Dettagli

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Testo adottato con delibera del Consiglio

Dettagli

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura Corso 196/03 per i Responsabili e gli Incaricati del Trattamento Dati Percorso Formativo per l Incaricato del Trattamento Dati: Pre-requisiti: 1. Conoscenza dei dati trattati 2. Conoscenza degli strumenti

Dettagli

) FINALITÀ DEL TRATTAMENTO CUI SONO DESTINATI I DATI

) FINALITÀ DEL TRATTAMENTO CUI SONO DESTINATI I DATI Informativa sul trattamento dei dati personali ex ar t. 13 D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 Il D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali (di seguito più brevemente il

Dettagli

Val Cavallina Servizi S.r.l.

Val Cavallina Servizi S.r.l. 1 _ Criteri per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica VCS-Mail fornito da Val Cavallina Servizi s.r.l. Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato da Val Cavallina

Dettagli

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Torino, 10 Aprile 2013 La legge 190/2012 introduce degli strumenti per

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Bosisio Parini Via A. Appiani, 10-23842 BOSISIO PARINI (LC) Tel.: 031 865644 Fax: 031 865440 e-mail: lcic81000x@istruzione.it

Dettagli

Privacy policy. Obiettivo dell avviso

Privacy policy. Obiettivo dell avviso Privacy policy Obiettivo dell avviso La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del Sito web: http://www.reteivo.eu (di seguito anche il Sito ), in riferimento al trattamento

Dettagli

Privacy Policy. http://www.run4job.it

Privacy Policy. http://www.run4job.it In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano, nonché la politica in materia di privacy adottata da RUN4JOB

Dettagli

PRIVACY POLICY SITO INTERNET

PRIVACY POLICY SITO INTERNET Pag. 1 di 6 PRIVACY POLICY SITO INTERNET NordCom S.p.A. Sede Legale: P.le Cadorna, 14 20123 Milano Tel. 02 721511 fax 02 72151909 Email: info@nord-com.it www.nord-com.it Registro delle imprese di Milano

Dettagli

Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Centallo REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO D IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 33 DEL 26.07.2006 1 Comune di Centallo REGOLAMENTO PER

Dettagli

Parte speciale Reati informatici

Parte speciale Reati informatici Parte speciale Reati informatici Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs 231/2001 L Amministratore delegato APPROVAZIONE Il Presidente del CdA STATO DEL DOCUMENTO Redazione Revisione Modifica

Dettagli

Ai sensi dell art. 13 D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali

Ai sensi dell art. 13 D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali Privacy Policy Ai sensi dell art. 13 D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali Con la presente nota Studioforward intende informare gli utenti visitatori del dominio

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 12/05/2009) Sommario Art. 1.

Dettagli

24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A...pag. 2 E345 Le regole tecniche per la formazione

Dettagli

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione.

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione. PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY GENERALE RIVOLTA AI NAVIGATORI DEL SITO WWW.ITALIANCONVERTER.IT RESA AI SENSI DELl ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 Il D. Lgs 196/2003, denominato Codice in materia di protezione

Dettagli

INFORMATIVA SULLA PRIVACY. In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al

INFORMATIVA SULLA PRIVACY. In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al INFORMATIVA SULLA PRIVACY In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di una informativa che

Dettagli

Sicurezza dei sistemi e delle reti Introduzione

Sicurezza dei sistemi e delle reti Introduzione Sicurezza dei sistemi e delle reti Introduzione Damiano Carra Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica Riferimenti! Cap. 8 di Reti di calcolatori e Internet. Un approccio topdown, J.

Dettagli

PRIVACY POLICY. Luogo di trattamento dei dati

PRIVACY POLICY. Luogo di trattamento dei dati PRIVACY POLICY In queste pagine si descrivono le modalità di gestione del presente sito in relazione al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa resa anche

Dettagli

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI RELATIVA AL SITO WEB

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI RELATIVA AL SITO WEB INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI RELATIVA AL SITO WEB In questa pagina l Azienda Ospedaliera Istituto Ortopedico G. Pini descrive le modalità di gestione del sito www.gpini.it in riferimento

Dettagli

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1 Indice dei contenuti GENERALITÀ 1. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA FORMAZIONE DEI DOCUMENTI 2. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA GESTIONE DEI DOCUMENTI 3. COMPONENTE ORGANIZZATIVA DELLA SICUREZZA 4. COMPONENTE

Dettagli

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP)

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP) FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO Acceptable Use Policy (AUP) Milano, 13/06/2007 Introduzione All interno del presente documento sono descritte alcune norme comportamentali che gli utenti connessi ad Internet

Dettagli

PostaCertificat@ Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino- PostaCertificat@

PostaCertificat@ Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino- PostaCertificat@ PostaCertificat@ Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. Pag. 1/5 LA SICUREZZA DEL SERVIZIO PostaCertificat@ Limitazione delle comunicazioni - il servizio di comunicazione PostaCertificat@

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Martino Longhi di VIGGIÙ Via Indipendenza 18, Loc. Baraggia 21059 VIGGIU (VA) Tel. 0332.486460 Fax 0332.488860 C.F.

Dettagli

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Dipartimento per gli Affari di Giustizia Direzione Generale della Giustizia Penale Decreto Dirigenziale Articolo 39 D.P.R. 14 Novembre 2002, N. 313 Decreto Dirigenziale del 5 dicembre 2012 recante le regole

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006 PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE Maggio 2006 1 Evoluzione tecnologica 1 Negli ultimi anni le P.A. si sono fortemente impegnate nello sviluppo di reti di computer

Dettagli

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) prevede la tutela delle

Dettagli

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI Testo estratto da STEANO PIGLIAPOCO, La gestione informatica dei documenti: aspetti archivistici e organizzativi, in OMENICO PIAZZA (a cura di), Il protocollo informatico per la pubblica amministrazione,

Dettagli

La fattura elettronica per il dottore commercialista

La fattura elettronica per il dottore commercialista S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO SULLA FATTURA ELETTRONICA La fattura elettronica per il dottore commercialista DANIELE TUMIETTO 8 Marzo 2013 - Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI)

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) 1 Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato nell ambito del programma

Dettagli

Privacy Policy San Montano Resort & SPA Ischia Albergo San Montano Srl Via Rosario 1 80076 Lacco Ameno (NA) CF e Partita IVA: 0045438635

Privacy Policy San Montano Resort & SPA Ischia Albergo San Montano Srl Via Rosario 1 80076 Lacco Ameno (NA) CF e Partita IVA: 0045438635 Privacy Policy San Montano Resort & SPA Ischia Albergo San Montano Srl Via Rosario 1 80076 Lacco Ameno (NA) CF e Partita IVA: 0045438635 INFORMATIVA DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti della Provincia di Ferrara Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Manuale gestore DT-Manuale gestore (per utenti servizio CDI) VERSIONE 2.0 del 09/10/2015 1. Premesse

Dettagli

CARTA DELLA SICUREZZA INFORMATICA

CARTA DELLA SICUREZZA INFORMATICA CARTA DELLA SICUREZZA INFORMATICA Premessa L Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) è un ente pubblico nazionale di ricerca a carattere non strumentale con autonomia scientifica, organizzativa, finanziaria

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY Pagine 1 di 5 PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY PERCHE QUESTO AVVISO La presente Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori

Dettagli

COMUNE DI LONGOBUCCO Provincia di Cosenza Via G. Mazzini 87066 Fax 0983/71011

COMUNE DI LONGOBUCCO Provincia di Cosenza Via G. Mazzini 87066 Fax 0983/71011 COMUNE DI LONGOBUCCO Provincia di Cosenza Via G. Mazzini 87066 Fax 0983/71011 Documento programmatico contenente il PIANO OPERATIVO delle misure minime di sicurezza per i trattamenti di dati personali

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA GENERALE UNIMEC S.R.L. Via Palazzo, 36 Albano S. Alessandro Bg Informazioni rese ai sensi dell art. 13 del D. Lgs.vo 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali e successive modifiche ed integrazioni.

Dettagli

a) GENERAZIONE DELL IMMAGINE DELL ASSEGNO (art. 3 e capitoli 1 e 2 dell Allegato tecnico)

a) GENERAZIONE DELL IMMAGINE DELL ASSEGNO (art. 3 e capitoli 1 e 2 dell Allegato tecnico) Osservazioni a cura di ANORC (Associazione Nazionale Operatori e Responsabili della Conservazione digitale), ANORC Professioni e AIFAG (Associazione Italiana Firma elettronica Avanzata biometrica e grafometrica)

Dettagli

Il nuovo provvedimento in materia di videosorveglianza: chiariti gli obblighi normativi

Il nuovo provvedimento in materia di videosorveglianza: chiariti gli obblighi normativi Il nuovo provvedimento in materia di videosorveglianza: chiariti gli obblighi normativi Relatore Avv. Valentina Frediani La normativa vigente coinvolta Normativa civile e penale in materia di interferenze

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore "LUDOVICO GEYMONAT" http://www.itisgeymonat.va.it - email: info@itisgeymonat.va.it Via Gramsci 1-21049 TRADATE (VA) Cod.Fisc. 95010660124 - Tel.0331/842371

Dettagli

Privacy policy della newsletter

Privacy policy della newsletter Privacy policy della newsletter Le presenti linee programmatiche di condotta relative alla privacy (la "Privacy Policy") si applica alla newsletter del sito web di ATTIMIWEB srl (il "Sito") e si riferisce

Dettagli

SERVIZI DEMOGRAFICI E RELAZIONI CON IL PUBBLICO

SERVIZI DEMOGRAFICI E RELAZIONI CON IL PUBBLICO COMUNE di MARTELLAGO SCHEDE DI BUDGET 2012 SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E RELAZIONI CON IL PUBBLICO SERVIZI Urp, Protocollo, Centralino e Messi (19) Dott.ssa Sonia Pattaro Responsabile Bilancio di previsione

Dettagli

Tali dati potranno essere memorizzati per il tempo necessario alla fornitura del servizio e per gestire anche in futuro sue analoghe richieste.

Tali dati potranno essere memorizzati per il tempo necessario alla fornitura del servizio e per gestire anche in futuro sue analoghe richieste. Privacy Policy e cookies Informativa al trattamento dei dati ex artt.13 e 23 del d.lgs. n. 196/2003 La informiamo, ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (recante il "Codice in materia

Dettagli

EUROCONSULTANCY-RE. Privacy Policy

EUROCONSULTANCY-RE. Privacy Policy Privacy Policy EUROCONSULTANCY-RE di Concept Design 95 Ltd Registered in England - Co. Reg. no. 3148248 - VAT no.690052547 (GB) No. Iscrizione Camera di Commercio di Milano (REA) 1954902 Codici Fiscale

Dettagli

Nota informativa sulla Privacy

Nota informativa sulla Privacy Nota informativa sulla Privacy La presente informativa ha l obiettivo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima dell accesso alle varie sezioni del sito, le modalità di gestione del sito stesso

Dettagli

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Contenuti Minacce: Da cosa deve essere protetto un sistema informatico? Danni: Quali sono i danni per l azienda? Risorse: Cosa proteggere? Hackers e Crackers:

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA #

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # Premessa Sapienza Università di Roma (denominazione legale : Università degli Studi di Roma La Sapienza, di seguito

Dettagli

Il disciplinare tecnico viene pubblicato nell area riservata del sito della scuola

Il disciplinare tecnico viene pubblicato nell area riservata del sito della scuola - Visto il D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali ; - Visto il Regolamento emanato dal Ministero della Pubblica Istruzione con decreto 7 dicembre 2006 n 305; - Visto il provvedimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Via Dante,30 25013 Carpenedolo Tel.: 030/969009 0309966555 Fax: 030969009 Email: BSIC849006@istruzione.it Pec : BSIC849006@pec.istruzione.it

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

PEC: applicazioni pratiche ed organizzazione studio

PEC: applicazioni pratiche ed organizzazione studio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SICUREZZA, PEC, ENTRATEL, PRIVACY Aspetti Procedurali ed Organizzativi PEC: applicazioni pratiche ed organizzazione studio Dott. Filippo Caravati Dottore

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA SOMMARIO Art.1 Oggetto del regolamento...... Pag. 2 Art.2 Disposizioni e principi generali 2 Art.3 Definizioni 2 Art.4 Posta elettronica certificata..

Dettagli

PROTOCOLLO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS - CONSULENTI DEL LAVORO

PROTOCOLLO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS - CONSULENTI DEL LAVORO PROTOCOLLO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS - CONSULENTI DEL LAVORO PREMESSA - Premesso che l INPS ed i Consulenti del Lavoro hanno sempre perseguito l obiettivo, nello svolgimento dei rispettivi compiti

Dettagli

ALLEGATO N. 4. Premessa

ALLEGATO N. 4. Premessa 1 ALLEGATO N. 4 PIANO DI SICUREZZA RELATIVO ALLA FORMAZIONE, ALLA GESTIONE, ALLA TRASMISSIONE, ALL INTERSCAMBIO, ALL ACCESSO, ALLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI Premessa Il presente piano di

Dettagli

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A.... pag. 2 E344 Le regole tecniche in materia

Dettagli

I dati : patrimonio aziendale da proteggere

I dati : patrimonio aziendale da proteggere Premessa Per chi lavora nell informatica da circa 30 anni, il tema della sicurezza è sempre stato un punto fondamentale nella progettazione dei sistemi informativi. Negli ultimi anni il tema della sicurezza

Dettagli