Il cammino globale per diventare cristiani : in cosa consiste? Come cercare di attuarlo?! Incontro di febbraio 2014!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il cammino globale per diventare cristiani : in cosa consiste? Come cercare di attuarlo?! Incontro di febbraio 2014!"

Transcript

1 UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO PERCORSO FORMATIVO PER CATECHISTI E PRESBITERI INSIEME ANNO 2013/2014 ARCIDIOCESI COSENZA - BISIGNANO RELAZIONE DI PADRE CELESTE GARRAFA Incontro di febbraio 2014 Il cammino globale per diventare cristiani : in cosa consiste? Come cercare di attuarlo?

2 IL CAMMINO GLOBALE PER DIVENTARE CRISTIANI : IN COSA CONSISTE? COME CERCARE DI ATTUARLO? " Cristiani si diventa: parrocchia e cammino per diventare cristiani di p. Celeste Garrafa Ieri cristiani per eredità, oggi cristiani per scelta" Dalla fine della pratica del catecumenato antico (V secolo), non si parlava più di iniziazione cristiana perché si nasceva cristiani attraverso i processi di socializzazione di una società omogenea tutta cristiana. L educazione cristiana delle nuove generazioni, che avveniva soprattutto attraverso la famiglia, era rafforzata dalla società tutta cristiana. Questo processo di trasmissione pacifica ed in un certo senso automatica della fede viene chiamato catecumenato sociale. Il passaggio dalla società omogenea tutta cristiana all attuale società pluralista, ha messo in crisi la trasmissione automatica della fede cristiana da una generazione all altra, sicché oggi la proposta cristiana è una delle tante tra le quali scegliere. La cosa più importante ( ma anche più difficile ) oggi è suscitare l interesse religioso Non si può dare per scontata l adesione di fede, ma occorre suscitarla, poiché in una società pluralista nella quale i messaggi educativi riflettono diverse concezioni della vita, e a volte sono persino contraddittori, si diventa cristiani non per eredità, ma per scelta personale, non sostenuta dalla società nel suo insieme. Si ritorna a parlare di iniziazione cristiana" Siamo quindi tornati a parlare di iniziazione cristiana, cioè del processo attraverso il quale vengono fatti i cristiani. L attuale pluralismo socio-culturale (visioni della vita molteplici e spesso contrastanti) ha modificato profondamente la situazione, per cui si richiede un diverso modo di fare pastorale, un diverso modo di fare catechesi Non è più sufficiente la tradizionale preparazione alla prima comunione e alla cresima, ma occorre una ristrutturazione della personalità (un nuovo modo di pensare e di agire: quello cristiano), che si attua attraverso il cammino globale per diventare cristiani, cioè l iniziazione cristiana. Le mutate condizioni culturali e religiose del nostro tempo esigono che si superi la concezione della catechesi intesa come semplice trasmissione della dottrina cristiana, passando alla catechesi di iniziazione cristiana, cioè di apprendistato globale della vita cristiana. L iniziazione cristiana è un cammino di progressiva scoperta e sperimentazione della vita cristiana, con tappe successive, coniugando insieme catechesi, liturgia e carità. La fede nasce dall ascolto-accoglienza delle parola di dio che porta a celebrare l incontro vivo con Gesù Cristo morto e risorto attraverso i sacramenti, per vivere nella carità la vita nuova di figli di Dio (cfr. UCN, Il catechismo per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi, 1991, n.5). 2 di 7

3 La finalità ultima dell iniziazione cristiana è la vita incentrata in Gesù " La vita cristiana è incentrata in Gesù Cristo quando si vive attivamente la vita della Chiesa secondo la propria vocazione. Il centro vivo della fede è Gesù Cristo. Solo per mezzo di lui gli uomini possono salvarsi; da lui ricevono il fondamento e la sintesi di ogni verità; in lui trovano la chiave, il centro e il fine dell uomo nonché di tutta la storia umana. Cristiano è chi ha scelto Cristo e lo segue. In questa decisione fondamentale per Gesù Cristo è contenuta e compiuta ogni altra esigenza di conoscenza e di azione della fede. La Chiesa, quindi, deve predicare a tutti Gesù Cristo e fare in modo che ogni cristiano aderisca alla sua divina persona e al suo insegnamento, sino a conoscere e vivere tutto il suo mistero. Come appare chiaramente dal libro degli atti, dalle tradizioni evangeliche, dalle lettere di San Paolo e di San Giovanni, il lieto annuncio di ogni catechesi è Gesù (RdC, n. 57). Scegliendo Gesù Cristo come centro vivo, la catechesi non intende proporre semplicemente un nucleo essenziale di verità da credere; ma intende soprattutto far accogliere la sua persona vivente, nella pienezza della sua umanità e divinità, come salvatore e capo della chiesa e di tutto il creato (RdC, n. 58). Si diventa cristiani nella e con la comunità" La catechesi la fa la comunità, e va inserita nel contesto più vasto dell intera pastorale, dando priorità alla catechesi degli adulti. È tutta la società che educa, non soltanto i singoli educatori. La catechesi (educazione alla fede) perciò la fa in primo luogo la comunità cristiana con la sua testimonianza. Non è pensabile una buona catechesi senza la partecipazione dell intera comunità (RdC, n. 200). La comunità è soggetto, luogo e meta della catechesi. È sempre dalla comunità cristiana che nasce l annunzio del Vangelo, che invita gli uomini e le donne a convertirsi e a seguire Cristo. Ed è la stessa comunità che accoglie coloro che desiderano conoscere il Signore e impegnarsi in una vita nuova. (DGC, n. 254) «La catechesi deve necessariamente appoggiarsi sulla testimonianza della comunità ecclesiale. Essa infatti parla con più efficacia di quello che esiste ed è vissuto di fatto in modo anche visibile dalla comunità. Il catechista è in qualche modo l interprete della Chiesa presso quelli a cui è rivolta la catechesi. Egli legge e insegna a leggere i segni della fede, di cui il principale è la Chiesa stessa» (DCG, n. 35). Bisogna rivitalizzare le comunità cristiane, poiché c è un legame sostanziale tra la comunità e l autenticità ed efficacia della catechesi. Occorre attuare l ecclesiologia di comunione del Concilio Vaticano II, passando sempre più nella prassi da una concezione piramidale ad una concezione di comunione corresponsabile delle comunità parrocchiali. Dobbiamo dunque rinnovare le comunità cristiane attuando la conversione pastorale, attuando una pastorale missionaria, che miri a rinnovare e ricostituire il tessuto delle comunità parrocchiali. Ciò si può perseguire più facilmente ed efficacemente attraverso l apporto delle piccole comunità ecclesiali, a misura d uomo, che vivono in comunione (cfr EN 58; Chl 26; RM 51; DGC ; CdA La verità vi farà liberi 458) 3 di 7

4 Il ripristino del cammino per diventare cristiani secondo il modello del catecumenato: dal Concilio Vaticano II al Rito di Iniziazione Cristiana degli Adulti (RICA)" Il Concilio Vaticano II ha stabilito il ripristino del catecumenato degli adulti ( SC, n. 64), indicando il quadro complessivo dell iniziazione cristiana e del catecumenato (AG, n ). Ispirandosi al modello del catecumenato antico, occorre attualizzarlo in modi diversificati in risposta ai problemi dell uomo e della Chiesa di oggi (cfr. Nota 1 sull iniziazione cristiana, nn ). Il Rito per l Iniziazione Cristiana degli Adulti (RICA) traduce in orientamenti liturgico-pastorali l istanza di ripristino del catecumenato promossa dal Vaticano II, indicando le tappe del cammino scandite dai riti di passaggio. (cfr anche: Nota 1, 22-39). Tra il 1997 e il 2003 il Consiglio Episcopale Permanente della CEI, riprendendo le indicazioni del RICA, ha emanato tre note pastorali sull iniziazione cristiana ispirata al modello del catecumenato: 1. L iniziazione cristiana 1. ORIENTAMENTI PER IL CATECUMENATO DEGLI ADULTI (1997) oltre ad indicare le coordinate del catecumenato alla luce del RICA, traccia il percorso del catecumenato degli adulti non battezzati che chiedono di diventare cristiani. 2. L iniziazione cristiana 2. ORIENTAMENTI PER L INIZIAZIONE DEI FANCIULLI E DEI RAGAZZI DAI 7 AI 14 ANNI (1999) propone l iniziazione cristiana secondo il modello del catecumenato ai fanciulle e ragazzi non battezzati, ma auspica lo stesso percorso anche per i fanciulli-ragazzi già battezzati e che devono ricevere ancora la Cresima e l Eucaristia (cfr. n. 54). indica come essenziale l impegno della comunità e della famiglia con l attivo coinvolgimento dei genitori e la mediazione del gruppo catecumenale (cfr. nn. 7; 26-29) 3. L iniziazione cristiana 3. ORIENTAMENTI PER IL RISVEGLIO DELLA FEDE E IL COMPLETAMENTO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA (2003) I suoi orientamenti, oltre ad interessare gli adulti e giovani che, già battezzati, non hanno ancora ricevuto gli altri sacramenti dell iniziazione cristiana (completamento dell iniziazione cristiana), sono importanti per il risveglio della fede, come ad esempio i «cristiani ricomincianti» (tra questi, anche i genitori che chiedono per i loro figli i sacramenti dell Iniziazione Cristiana, a partire dalla richiesta del battesimo). Anche per questi cristiani è previsto un cammino che si ispira al modello del catecumenato. Le tre note hanno in comune l attuazione del percorso di vita cristiana secondo il modello del catecumenato, sia per coloro che ancora non hanno ricevuto i sacramenti (iniziazione) che per il risveglio della fede (re-iniziazione). 4 di 7

5 Il cammino complessivo dell iniziazione cristiana secondo il modello del catecumenato " Nel catecumenato battesimale, la formazione si sviluppa in quattro tappe: il pre-catecumenato, caratterizzato dal fatto che in esso ha luogo la prima evangelizzazione in ordine alla conversione e si esplicita il kerigma del primo annuncio; il catecumenato, propriamente detto, destinato alla catechesi integrale e al cui inizio ha luogo la «consegna dei Vangeli»; il tempo della purificazione e illuminazione, che fornisce una preparazione più intensa ai sacramenti d'iniziazione, e nel quale ha luogo la «consegna del Simbolo» e la «consegna della Preghiera del Signore»; il tempo della mistagogia, caratterizzato dall'esperienza dei sacramenti e dall'ingresso nella comunità (cfr. DGC,n. 88). Senza l iniziale conversione suscitata dalla prima evangelizzazione, la catechesi non ha senso né è efficace. La prima tappa del processo di iniziazione cristiana è il primo annuncio del Vangelo, che ha lo scopo di favorire la conversione iniziale. TAPPE DELL ITINERARIO CATECUNENALE 1.PRIMO ANNUNCIO DI GESU CRISTO Conversione «iniziale» Tempo dell accoglienza e decisione 2. CATECUMENATO TIROCINIO DI VITACRISTIANA (Parola, preghiera e celebrazioni, vita di carità). E il tempo della conversione e della sequela 3. PREPARAZIONE IMMEDIATA AI SACRAMENTI DELL INIZIAZIONE CRISTIANA Durante l ultima quaresima prima della ricezione dei sacramenti RITI DI PASSAGGIO RITO DI AMMISSIONE O INGRESSO NEL CAMMINO RITO DELLA ELEZIONE O DELLA SCELTA DEFINITIVA (all inizio dell ultima quaresima prima della celebrazione dei sacramenti) CELEBRAZIONE DEI SACRAMENTI DELL INIZIAZIONE CRISTIANA (durante la veglia pasquale) 4. MISTAGOGIA: VIVERE I SACRAMENTI NELLA COMUNITÀ CONCRETA Aggregazione alla comunità parrocchiale e testimonianza nel mondo. E il tempo della presenza nella comunità e della testimonianza. 5 di 7

6 La catechesi propriamente detta suppone il primo annuncio (cfr. RdC 25; Nota 1, ; Nota 2, 38-40; Nota 3, la Premessa e i nn.19-24; cfr. inoltre: CEI, Questa è la nostra fede [Nota pastorale della CEI dedicata al primo annuncio]). Occorre dunque un azione evangelizzatrice che porti a trasformare la domanda del sacramento in domanda di fede. Il processo di preparazione del terreno perché la proposta di fede risulti significativa si chiama pre-evangelizzazione, che si attua soprattutto attraverso il dialogo, la testimonianza cristiana e l azione educativa che mira a suscitare ed approfondire le domande sul senso della vita, che trovano una risposta adeguata in Gesù Cristo morto e risorto (cfr. RdC 26). A questo proposito c è un aneddoto significativo: qualcuno ha scritto su un muro che costeggia la strada la frase: «Gesù Cristo è la risposta»; passando di lì, un altro ha scritto in aggiunta: «e quale è la domanda?» Se manca la domanda, non si capisce la risposta A partire dalla tappa del «primo annuncio», occorre percorrere le tappe successive del cammino catecumenale, compresa la tappa della mistagogia con l inserimento attivo nella comunità parrocchiale. La tappa del catecumenato: - è il tempo di tirocinio di fede e di vita cristiana, che inizia ai misteri della salvezza e a una coerente vita evangelica attraverso il cammino della fede, della liturgia e della carità (Nota 1, 65). Sono quattro le «vie» fondamentali per promuovere la maturazione della vita cristiana dei catecumeni: la catechesi, l esercizio della vita cristiana, l esperienza liturgica e la testimonianza apostolico-missionaria (cfr RICA 19; cfr anche Nota 1, ; Nota 2, ). La tappa del catecumenato è tempo della conversione e della sequela di Gesù. Occorre conoscere meglio Gesù attraverso una catechesi organica e sistematica fondata sulla conoscenza vitale delle tappe fondamentali della storia della salvezza. A tale scopo è importante anche l uso diretto della bibbia da parte dei catecumeni. La tappa della preparazione immediata ai sacramenti (tappa della elezione o chiamata al battesimo): - Coincide possibilmente con l ultima quaresima prima della celebrazione dei sacramenti dell iniziazone cristiana. E il tempo della purificazione e dell illuminazione. E un cammino comunitario, nel quale, attraverso la liturgia e la catechesi liturgica, i catecumeni insieme alla comunità locale, si preparano alle feste pasquali e alla iniziazione sacramentale (Nota 1,35), (cfr. RICA 152; Nota 1, ; Nota 2, 42-45). La celebrazione unitaria del battesimo-cresima-eucaristia possibilmente durante la veglia pasquale o in altra domenica durante il tempo pasquale (RICA 343): - Anche quando, come è nella tradizione, i sacramenti dell iniziazione si celebrano distanti l uno dall altro, è importante far cogliere lo stretto legame che c è tra battesimo, cresima ed eucaristia. Attraverso la celebrazione dei sacramenti dell iniziazione i catecumeni sono assimilati al mistero pasquale di Cristo nella Chiesa. (cfr UCN, Il catechismo per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi, 1991, n.7; Nota 1, 38.79; Nota 2, 46-47). La tappa della mistagogia: esperienza della vita sacramentale (appropriazione vitale dei sacramenti celebrati) e dell attivo inserimento nella comunità: 6 di 7

7 - Il processo di iniziazione cristiana non termina con la celebrazione dei sacramenti, come purtroppo spesso succede, ma continua con la tappa della mistagogia al fine di familiarizzare alla vita cristiana ed ai suoi impegni di testimonianza, favorendo un pieno inserimento nella comunità cristiana (RICA, ). (cfr anche: Nota 1, ; Nota 2, 48-49; Nota 3, 49-50) Con la tappa della mistagogia termina l iniziazione cristiana ed inizia il cammino di conversione permanente verso la santità sostenuto dalla catechesi permanente «per la vita cristiana». Occorre far cogliere lo stretto rapporto che c è tra fede e vita, bibbia e vita. A tale scopo bisogna integrare la catechesi kerigmatica (che parte dalla bibbia) con la catechesi esperienziale (che parte dalla vita) e favorire, nel modo di fare catechesi, l integrazione fede-vita non solo in senso morale (coerenza tra fede e comportamenti), ma anche in senso pedagogico (correlazione significativa tra proposta di fede e situazioni vitali dei destinatari della catechesi). (cfr. RdC 52) Altro materiale formativo e comunicazioni dell Ufficio Catechistico della diocesi di Cosenza- Bisignano si possono trovare sul sito: 7 di 7

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti 0. I Riferimenti teologico-pastorali Rito dell Iniziazione cristiana degli Adulti (RICA), LEV 1978 Consiglio Episcopale permanente della CEI, Nota pastorale.

Dettagli

Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI

Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI 1 PREMESSA: LA RITUALITA NELL IC 3 PREMESSA: LA RITUALITA NELL IC Una valenza formativa peculiare

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 1 Il Rituale ispiratore Rito dell iniziazione cristiana degli adulti,

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Parrocchia S. Biagio in Ravenna Anni: 2014-2015 e 2015-2016 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione

Dettagli

IL PROGETTO DIOCESANO

IL PROGETTO DIOCESANO IL PROGETTO DIOCESANO DANIELE PIAZZI Premessa: dalle idee ispiratrici a una prassi conseguente Vista l urgenza di imparare ad accompagnare alla fede ragazzi e famiglie, queste istanze devono tradursi in

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI

Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI PERCORSO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA Due parole per spiegare i motivi di una scelta Innanzitutto, non dobbiamo dimenticare

Dettagli

Ufficio Catechistico Diocesano

Ufficio Catechistico Diocesano Arcidiocesi Ufficio Catechistico Diocesano Cosenza - Bisignano PERCORSO FORMATIVO PER CATECHISTI E PRESBITERI, INSIEME ANNO: 2013/2014 Incontro di novembre 2013 C è qualcosa da cambiare nella catechesi?

Dettagli

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI Diocesi di Padova Il cammino di Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA DIOCESI HA COMPIUTO È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

Dettagli

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana ARCIDIOCESI DI SANT ANGELO DEI LOMBARDI-CONZA-NUSCO-BISACCIA UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO GIORNATA DI FORMAZIONE GOLETO, 15 SETTEMBRE 2012 Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana La chiesa italiana

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale

LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale A cura degli Uffici Catechistici Diocesani di Brescia, Genova e Venezia SAN PAOLO COGLIERE LA SFIDA EDUCATIVA secondo gli orientamenti

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA 2007 CALENDARIO INCONTRI GENITORI E BAMBINI SETTEMBRE: Domenica 23: Festa di inizio OTTOBRE: Domenica 21 NOVEMBRE Domenica 18 DICEMBRE Domenica 16 2008 GENNAIO

Dettagli

La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3)

La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3) La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3) Un modello in stile catecumenale per iniziare i ragazzi alla vita cristiana don Andrea Fontana 1. La difficile situazione della

Dettagli

Nuove figure di catechista in un mondo che cambia : identità,, spiritualità, competenze,

Nuove figure di catechista in un mondo che cambia : identità,, spiritualità, competenze, Parrocchia Santi Filippo e Giacomo Capua 15 dicembre 2008 Incontro di formazione e condivisione di esperienze dell equipe equipe degli animatori di catechesi Riflessione su : Nuove figure di catechista

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico Spiritualità L iniziazione Liniziazione CRISTIA di don GIUSEPPE RUPPI U na celebre affermazione di Tertulliano recita: «Cristiani non si nasce ma si diventa». In base a questa convinzione, fin dai primi

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Invocazione allo Spirito Santo

Invocazione allo Spirito Santo Invocazione allo Spirito Santo VIENI SANTO SPIRITO DI DIO, COME VENTO SOFFIA SULLA CHIESA! VIENI COME FUOCO, ARDI IN NOI E CON TE SAREMO VERI TESTIMONI DI GESÙ. Sei vento: spazza il cielo dalle nubi del

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Progetto Catechistico Diocesano

Progetto Catechistico Diocesano Progetto Catechistico Diocesano UFFICIO EVANGELIZZAZIONE E CATECHESI - DIOCESI SALERNO - CAMPAGNA - ACERNO Le condizioni previe perché un cammino di iniziazione cristiana possa funzionare Da una Chiesa

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI

DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

1. L iniziazione cristiana dei ragazzi

1. L iniziazione cristiana dei ragazzi 1. L iniziazione cristiana dei ragazzi a) La pastorale da 0 a 6 anni e l iniziazione cristiana dei ragazzi L attuale itinerario catechistico, che vede spesso famiglia e comunità molto assenti, rischia

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE Distretto: Ciriè Tema di riflessione del gruppo: L INIZIAZIONE CRISTIANA METTE IN GIOCO LA FIGURA DEI CATECHISTI E UNA SERIA VALORIZZAZIONE DELLA VITA REALE DEI RAGAZZI Animatore/trice: Annalisa Bilanzone

Dettagli

Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela

Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela INiZiAZiONE CRiSTiANA in E con LA FAMiGLiA Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela Messina 2015 Genitori e figli insieme nella Comunità Parrocchiale per crescere nella

Dettagli

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro 1. INTRODUZIONE La parrocchia si pone l'obiettivo di costruire una comunità nella quale ogni cristiano si impegni a: 1. conoscere meglio Cristo

Dettagli

ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA):

ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA): ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA): indicazioni pastorali (a cura di don Giovanni Cognigni) Motivazioni tipologiche per la richiesta della Confermazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO 249 CAPITOLO 1 LA CHIESA, COMUNITÀ DI CHIAMATI A) FAR CRESCERE LA CHIESA: EDUCARCI A VIVERE IN COMUNITÁ Formazione permanente per le famiglie, n.

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Signore Gesù, tu ci inviti ad essere germe fecondo di nuovi figli per la tua Chiesa. Fa che possiamo diventare ascoltatori attenti della tua Parola

Dettagli

1. Battesimo dei ragazzi di famiglie cattoliche 2. Battesimo dei ragazzi di famiglie non cattoliche 3. Battesimo di ragazzi di famiglie non cristiane

1. Battesimo dei ragazzi di famiglie cattoliche 2. Battesimo dei ragazzi di famiglie non cattoliche 3. Battesimo di ragazzi di famiglie non cristiane 'LRFHVLGL$UH]]R&RUWRQD6DQVHSROFUR,OEDWWHVLPR GHLEDPELQLHGHLUDJD]]L / LQL]LD]LRQHFULVWLDQD GHLJLRYDQLHGHJOLDGXOWL 3LDQR3DVWRUDOH 2 Carissimi, il Piano Pastorale Diocesano 2006-2007 è legato al tema della

Dettagli

Arcidiocesi di Torino. ISTRUZIONI per il catecumenato degli adulti, il catecumenato dei ragazzi con le famiglie e altre situazioni pastorali simili

Arcidiocesi di Torino. ISTRUZIONI per il catecumenato degli adulti, il catecumenato dei ragazzi con le famiglie e altre situazioni pastorali simili Arcidiocesi di Torino ISTRUZIONI per il catecumenato degli adulti, il catecumenato dei ragazzi con le famiglie e altre situazioni pastorali simili Torino, 12 giugno 2011 Solennità della Pentecoste Carissimi

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana Parrocchia Santi Giacomo - Schema per la catechesi dei Fanciulli: Tappa 11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre 30 novembre I segni di Primo Anno Ci accoglie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE DATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE Scoprire che per la religione cristiana Dio è creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. Comunicazione

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale Progetto Pastorale Parrocchiale E' il desiderio dì vivere come Chiesa il nostro rapporto con Dio: Padre - Figlio - Spirito, e con ogni persona, in una comunione sempre più vera e intensa, perché ognuno

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

Arcidiocesi di Agrigento Ufficio diocesano di Pastorale Familiare. Come gioisce lo sposo per la sposa

Arcidiocesi di Agrigento Ufficio diocesano di Pastorale Familiare. Come gioisce lo sposo per la sposa Come gioisce lo sposo per la sposa Presentazione della monografia di mons. S. Muratore di B. e T. Comparetto Come gioisce lo sposa per la sposa nasce dall intersecarsi di alcune esperienze vissute nella

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Identità e vocazione dei catechisti (IG, 73-75) - La ministerialità dei catechisti (IG, 76-78)

Identità e vocazione dei catechisti (IG, 73-75) - La ministerialità dei catechisti (IG, 76-78) Lezioni per il PUF diocesano - Corso per CATECHISTA (IV tappa) - p.9 Identità e vocazione dei catechisti (IG, 73-75) - La ministerialità dei catechisti (IG, 76-78) IL CATECHISTA DELL INIZIAZIONE CRISTIANA:

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.)

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) 1 Premessa. In seguito alla sollecitazione di coinvolgere l'oratorio, nella figura dei suoi animatori,

Dettagli

L abc dell ACR.e non solo

L abc dell ACR.e non solo AZIONE CATTOLICA ITALIANA PARROCCHIA SANT IPPOLISTO M. L abc dell ACR.e non solo SCUOLA per EDUCATORI ACR Direi che essere educatori significa avere una gioia nel cuore e comunicarla a tutti per rendere

Dettagli

«SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37)

«SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37) DIOCESI DI ROMA «SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37) LA GIOIA DI GENERARE ALLA FEDE NELLA CHIESA DI ROMA Sussidio per la verifica pastorale 2011-2012 1 Presentazione Il presente Sussidio si propone

Dettagli

È lo strumento educativo della parrocchia, il luogo della missione della parrocchia per i ragazzi, gli adolescenti e i giovani.

È lo strumento educativo della parrocchia, il luogo della missione della parrocchia per i ragazzi, gli adolescenti e i giovani. 1. 1. Oratorio: definizione. L Oratorio è una comunità che educa all integrazione vita-fede. È lo strumento educativo della parrocchia, il luogo della missione della parrocchia per i ragazzi, gli adolescenti

Dettagli

10 - LA MISTAGOGIA LA FAMIGLIA TRASMETTE IL MISTERO. Le sei tappe dopo la Messa di Prima Comunione

10 - LA MISTAGOGIA LA FAMIGLIA TRASMETTE IL MISTERO. Le sei tappe dopo la Messa di Prima Comunione LA FAMIGLIA TRASMETTE IL MISTERO Le sei tappe dopo la Messa di Prima Comunione Mario Tucci N. 10-2010 2 LE TAPPE DELLA MISTAGOGIA SETTIMANA della MISTAGOGIA Nella settimana successiva alla celebrazione

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE 1 2 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano "Lasciate che i piccoli vengano a me e non glielo impedite" (Mc 10,14) "Educare al pensiero di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

Indice. Introduzione... 5

Indice. Introduzione... 5 ECCOCI signore_eccoci signore 26/10/10 12.56 Pagina 199 Indice Introduzione.......................................... 5 Alcuni interrogativi.................................... 7 La lettura della tradizione................................

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un'alleanza con l'uomo. Affinare capacità di osservazione dell ambiente circostante

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2.

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2. PRESENTAZIONE È urgente dovere della Chiesa accompagnare la famiglia nelle diverse tappe della sua formazione e del suo sviluppo 1. Questo lavoro del dottor don Omar Larios Valencia, nato dall esperienza

Dettagli

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS L ORGANISMO PASTORALE CARITAS Roma, novembre 2006 INDICE 1. Natura 2. Compiti 3. Destinatari 4. Progettualità 5. Ambiti di azione 1. NATURA della Caritas diocesana Roma, novembre 2006 UNA CARTA DI RIFERIMENTO

Dettagli

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PERCHE FACCIAMO IL BATTESIMO? 1. Obbedienti al comando di Gesù: Andate, fate discepole tutte le genti battezzandole nel nome del Padre e del Figlio

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

L importanza di un buon inizio: motivazioni, obiettivi, coordinate Mercoledi 1 settembre - Incontro catechisti

L importanza di un buon inizio: motivazioni, obiettivi, coordinate Mercoledi 1 settembre - Incontro catechisti ARCIDIOCESI DI CATANIA - Convegno Catechistico Diocesano Chi bene inizia L accoglienza e l annuncio nelle prime tappe dell itinerario a ispirazione catecumenale L importanza di un buon inizio: motivazioni,

Dettagli

Identità di un Centro di Ascolto in 15 note

Identità di un Centro di Ascolto in 15 note Identità di un Centro di Ascolto in 15 note La costruzione 1) Occhio e Orecchio della parrocchia 2) Centro di aggregazione 3) Nucleo operativo 4) Segno di Chiesa Un C.d.A. è la parte iniziale di un più

Dettagli

Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi

Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi Chiesa di Padova Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi DISCORSO DEL VESCOVO DI PADOVA MONS. ANTONIO MATTIAZZO Incontro congiunto, 4 febbraio 2012 1. L esigenza ineludibile della

Dettagli

«DIVENTARE CRISTIANI NELLA COMUNITA»

«DIVENTARE CRISTIANI NELLA COMUNITA» Arcidiocesi di Udine «DIVENTARE CRISTIANI NELLA COMUNITA» Scelte pastorali per l Iniziazione cristiana degli adulti Carissime comunità parrocchiali dell Arcidiocesi di Udine, mi rivolgo a voi, per affidarvi

Dettagli

Catechismo degli adulti

Catechismo degli adulti Istituito da Cristo [669] Il battesimo è il sacramento della fede e della conversione a cristiana. Gli Atti degli apostoli ricordano più volte il battesimo dei nuovi convertiti: i Cornelio e quella di

Dettagli

Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE

Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE 17 Premessa IL CONTESTO ATTUALE Il contesto attuale della Diocesi chiama a interrogarsi seriamente sulla trasmissione della fede alla

Dettagli

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA SCOPRIRE CHE PER LA RELIGIONE CRISTIANA DIO E' CREATORE E PADRE E CHE FIN DALLE ORIGINI HA VOLUTO STABILIRE UN'ALLEANZA CON L'UOMO CONOSCERE GESU' DI NAZARETH, EMMANUELE E MESSIA, CROCIFISSO

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2015-2016 Scuola Primaria I.C. G.B. Grassi - Fiumicino

PROGETTAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2015-2016 Scuola Primaria I.C. G.B. Grassi - Fiumicino PROGETTAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2015-2016 Scuola Primaria I.C. G.B. Grassi - Fiumicino Docenti : STRANIERI Adriana... OCCHIUTO Letizia... CONSOLI Francesca... ASSANTE Rosy... MENGONI

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI EVANGELIZZAZIONE A L F A O M E G A LINEAMENTI DELL ASSOCIAZIONE ALFA - OMEGA

ASSOCIAZIONE DI EVANGELIZZAZIONE A L F A O M E G A LINEAMENTI DELL ASSOCIAZIONE ALFA - OMEGA ASSOCIAZIONE DI EVANGELIZZAZIONE A L F A O M E G A LINEAMENTI DELL ASSOCIAZIONE ALFA - OMEGA PREFAZIONE L Associazione di evangelizzazione Alfa Omega (per brevità Alfa-Omega o Associazione) è frutto del

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

CONCLUSIONI DELL ARCIVESCOVO DI TORINO, MONS. CESARE NOSIGLIA, ALL ASSEMBLEA DIOCESANA SUL TEMA: «L AMORE PIÙ GRANDE»

CONCLUSIONI DELL ARCIVESCOVO DI TORINO, MONS. CESARE NOSIGLIA, ALL ASSEMBLEA DIOCESANA SUL TEMA: «L AMORE PIÙ GRANDE» CONCLUSIONI DELL ARCIVESCOVO DI TORINO, MONS. CESARE NOSIGLIA, ALL ASSEMBLEA DIOCESANA SUL TEMA: «L AMORE PIÙ GRANDE» (Torino, S. Volto, 13 giugno 2014) L AMORE PIÙ GRANDE Le sintesi che i nostri amici

Dettagli

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta.

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta. DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi CHIESA DI PADOVA Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi PROPOSTA DIOCESANA ASSEMBLEA DIOCESANA DEI CATECHISTI 18 febbraio 2012 36 5: Per Iniziazione cristiana si intende quel

Dettagli