LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI"

Transcript

1 LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso in Progetti, che ne dettagliano maggiormente l attività e la relativa destinazione di spesa. La tabella qui di seguito riporta le spese correnti e d'investimento, distinte per programma, stanziate per l'esercizio PROGRAMMA Spese correnti Spese in conto capitale TERRITORIO , ,00 SOCIALE , ,00 FAMIGLIA ,00 0,00 ISTRUZIONE , ,00 GENERALE , ,00 Totale , ,00 Spese correnti anno incidenza % di ciascun programma sul totale Generale 31% Territorio 14% Sociale 13% Istruzione 16% Famiglia 26%

2 Il notevole incremento delle entrate proprie derivanti dall operazione sulla manovra fiscale del Comune (IMU e addiz. IRPEF) viene destinato prioritariamente: - al miglioramento del saldo economico ( riducendo la quota di oneri di urbanizzazione destinati al finanziamento della spesa corrente) - all attenuazione dei tagli previsti per il 2012 e già applicati nel per garantire e ampliare gli interventi a sostegno delle famiglie a rischio di povertà come si evince dal grafico sotto riportato che dimostra la grande attenzione dell Amministrazione per la famiglia (per il dettaglio si rimanda alla Sezione 3 della Relazione previsionale e programmatica progetto assistenza) Andamento spese correnti (titolo I) periodo Andamento spese correnti per programma -anni , , , , , , , , , ,00 0,00 Territorio Sociale Famiglia Istruzione Generale =2010-2,31% 2012= ,57%

3 Nelle prossime pagine viene data una sommaria descrizione dei programmi e della loro articolazione in progetti. Per approfondire il contenuto dei progetti dell Amministrazione è possibile visionare la Sezione 3 della Relazione Previsionale e Programmatica PROGRAMMA TERRITORIO Si occupa della trasformazione urbanistica del territorio, della tutela dell'ambiente, con particolare attenzione all'incentivazione della rimozione di manufatti contenenti amianto della realizzazione e mantenimento delle infrastrutture e della vigilanza urbana, con attività di controllo, progettazione e trasformazione edilizia. Finalità da conseguire: Attuazione e aggiornamento dello strumento urbanistico e dei regolamenti, attuazione del P.R.G.C. con strumenti esecutivi PEC, PEEP, Pd.R. Realizzazione diretta e/o convenzionata di opere di urbanizzazione. Vivibilità del territorio in termini di sicurezza, e di riqualificazione urbana. Mantenimento in efficienza delle strade, dei marciapiedi e del patrimonio comunale. Miglioramento della fruizione dei parchi giardini e delle aree gioco. progetto PIANIFICAZIONE URBANISTICA , ,00 Si occupa della trasformazione urbanistica del territorio comunale nella sua complessità, della gestione del servizio urbanistica ed edilizia privata, dell' acquisto/cessione di aree, ecc.. progetto RIQUALIFICAZIONE , ,00 AMBIENTALE Attenzione alle problematiche ambientali per la vivibilità del territorio, la manutenzione e riqualificazione delle aree verdi, il controllo del regolare espletamento del servizio di raccolta rifiuti e igiene urbana. Promozione di iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza sulle questioni ambientali e sulla differenziazione della raccolta rifiuti. progetto CIRCOLAZIONE STRADALE , ,00 Conservazione dell'ordine pubblico nella sua accezione generale. Attuazione di un controllo efficiente ed efficace del territorio con obiettivo principale la sicurezza stradale, perseguendo gli obiettivi di una razionale gestione della mobilità, della protezione dell'ambiente e tutela della salute pubblica. Ampliamento servizi al cittadino e controllo territorio attraverso il nuovo servizio di ufficio mobile sul territorio.

4 PROGRAMMA SOCIALE Promozione della qualità della vita dei cittadini, attraverso l'organizzazione, il coordinamento e lo sviluppo di iniziative sportive, culturali, ricreative e di aggregazione rivolte alle esigenze delle diverse fasce di età della popolazione. Offerta di risorse e opportunità per promuovere l'associazionismo, la cittadinanza attiva e per il sostegno del tessuto commerciale locale. Esercizio della funzione di sviluppo economico ai fini della promozione e del governo delle iniziative volte al benessere economico della comunità e per fronteggiare le situazioni di crisi occupazionale e produttiva ed in genere riguardanti le attività economiche che caratterizzano il territorio. Manutenzione straordinaria delle aree cimiteriali. Finalità da conseguire: Migliorare la qualità della vita della popolazione residente, delle diverse fasce di età in ambiti e piani differenti. progetto SVILUPPO ECONOMICO ,00 0,00 Gestione dell' attività amministrativa, di competenza comunale, riguardante le attività commerciali, artigianali e industriali, sostegno di iniziative volte alla promozione delle attività commerciali ed artigianali; promozione delle attività di coordinamento intercomunale delle politiche di sviluppo locale progetto CULTURA E ASSOCIAZIONISMO ,00 0,00 Promozione della qualità della vita attraverso il coordinamento e l' organizzazione di iniziative culturali e ricreative, in collaborazione con le associazioni locali, pro-loco, enti terzi. Sensibilizzazione culturale dei cittadini in materia di diritti e pari opportunità per contrastare i fenomeni di esclusione sociale. progetto SPORT , ,00 Promuovere la pratica sportiva in tutte le fasce della popolazione, nonché l'associazionismo sportivo locale garantendo risorse e opportunità sia come impianti sportivi che supporti tecnici progetto INTERVENTI PER I GIOVANI , ,00 Gestione, coordinamento e supervisione dei centri per i giovani per favorire l' integrazione tra le iniziative e le opportunità offerte da: scuole, servizi del territorio e associazioni locali.

5 progetto SERVIZI ALLA PERSONA , ,00 Garantire la gestione di tutte le attività connesse ai cimiteri comunali, nonché la manutenzione degli stessi progetto TERZA ETA , ,00 Mantenimento e manutenzione dei cinque centri sociali per anziani presenti sul territorio, supporto nell organizzazione del soggiorno marino estivo, favorire la socializzazione degli anziani e la promozione della risorsa costituita dall'associazionismo. progetto BIBLIOTECA , ,00 Gestione delle tre biblioteche comunali, con iniziative per promuovere la motivazione alla lettura, l'informazione, l'educazione permanente e la cultura in genere. Coordinamento, gestione e promozione attività tra le biblioteche dell area metropolitana. progetto PACE ,00 0,00 Promuovere una cultura di pace e tolleranza nella cittadinanza attraverso iniziative; sostenere l'educazione alla multiculturalità e alla "conoscenza dell'altro " nei giovani, partecipazione al progetto "Coordinamento dei Comuni per la pace" progetto UFFICIO PER IL CITTADINO ,00 0,00 Ampliare e facilitare l'accesso dei cittadini ai servizi offerti dal Comune attraverso la gestione delle attività degli sportelli polifunzionali denominati "Ufficio per il Cittadino"

6 PROGRAMMA FAMIGLIA Funzionamento dell'asilo Nido Comunale e dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. Gestione diretta delle ordinarie competenze dell'ufficio Casa e delle problematiche in materia di politiche abitative, del lavoro e socio assistenziali dell'ente. Promozione d'interventi volti al sostegno e assistenza ai cittadini in condizioni di svantaggio e di disagio sociale. Finalità da conseguire: Garantire adeguato sostegno alle famiglie residenti in ordine alle problematiche in materia di politiche abitative, del lavoro e socio assistenziali, dando risposta ai bisogni di rilevanza sociale. progetto 0/3 ANNI ,00 0,00 Assistenza pedagogica- educativa a massimo 70 bambini di fascia 0/3 anni, garantendo orari flessibili e moduli che soddisfino la più ampia fascia di popolazione con esigenze lavorative diverse. Ampliamento offerta educativa offrendo alle famiglie nuovo opportunità, in convenzione, con agenzie educative private progetto CASA ,00 0,00 Dare attuazione alle politiche socio abitative dell'ente, individuando anche nuove forme d'intervento in risposta alle problematiche "casa" dei residenti in situazioni di criticità e di emergenza. Fornire ai cittadini di Beinasco assistenza e supporto nei rapporti con gli Enti e gli Istituti preposti rispetto alle problematiche dell'abitazione progetto ASSISTENZA ,00 0,00 Garantire dignità di vita a tutti i cittadini, con un'attenzione particolare a coloro che vivono situazioni di disagio socio-economico, handicap psico-fisico o emarginazione sociale, impedendo forme di autoesclusione sociale - Promuovere interventi di contrasto alla crisi del mercato del lavoro locale attraverso programmi specifici, tra cui azioni concordate con alcuni dei comuni limitrofi (Beinasco è capofila), parzialmente finanziate dalla Provincia di Torino, per interventi di sostegno economico - Favorire la vigilanza, la mediazione e l'integrazione dei nuclei nomadi insediati sul territorio con attenzione ai minori ivi presenti

7 PROGRAMMA ISTRUZIONE Si occupa dei progetti relativi al funzionamento delle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado del territorio, per quanto istituzionalmente di competenza dei comuni. Funzioni amministrative in materia d'assistenza scolastica attribuite ai Comuni (mensa, scuolabus, libri di testo primarie, ecc.) e in materia d'edilizia scolastica con relative manutenzioni e arredi e costi di funzionamento. Sostegno ai Piani di Offerta Formativa (POF) delle scuole del territorio. Finalità da conseguire: Gestire le funzioni amministrative in materia d'istruzione scolastica, limitatamente all'istruzione primaria e secondaria di primo grado, assegnate secondo il principio di sussidiarietà dalle norme in materia. Promuovere un'attività di politica scolastica in senso stretto, garantendo i servizi, le attività e gli interventi per l'accesso al servizio scolastico e per il "diritto allo studio", sostenendo e valorizzando le iniziative promosse dalla scuola. progetto 3/6 ANNI , ,00 Soddisfare le richieste di iscrizione e valorizzare le iniziative promosse dalla scuola dell'infanzia nel triennio interessato - manutenzione delle 5 strutture esistenti progetto 6/10 ANNI , ,00 Garantire l 'attività di finanziamento istituzionale -strutturale (manutenzioni, arredi, costi di funzionamento) con l'erogazione dei servizi necessari al funzionamento dei plessi scolastici progetto 10/13 ANNI , ,00 Garantire l 'attività di finanziamento istituzionale -strutturale con le medesime motivazioni del progetto 6/10 anni progetto ASSISTENZA SCOLASTICA , ,00 Attivazione e coordinamento degli interventi inerenti le funzioni di assistenza scolastica attribuite ai Comun volti a favorire l'accesso e la frequenza del sistema scolastico, garantendo il diritto allo studio secondo i principi costituzionali, comprendendo servizi individuali e collettivi tra cui il servizio mensa, il servizio di trasporto scolastico, la fornitura dei libri di testo, assistenza ai portatori di HC, ecc..)

8 PROGRAMMA GENERALE Il Programma contiene tutti i progetti relativi a servizi che hanno quale scopo quello di garantire il supporto necessario per il funzionamento della macchina comunale. Finalità da conseguire: Risultano essere quelle indicate nelle schede dei singoli progetti progetto ORGANI ,00 0,00 Garantire agli organi dell' Amministrazione comunale il loro regolare funzionamento con la predisposizione di quanto necessario (assistenza, atti, locali, ecc..) progetto CONTABILITA' ,00 0,00 Gestire gli adempimenti degli obblighi contabili e fiscali posti a carico del Comune. Gestione coordinata dei flussi di entrata e di spesa progetto TRIBUTI ,00 0,00 Servizi all' utenza in tema di dichiarazioni e pagamento dei tributi comunali, attività svolta in gestione associata con il Comune di Rivalta di Torino, pianificazione e governo del livello di pressione fiscale locale, verifica e recupero imposte e tasse a vario titolo progetto PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI ,00 0,00 Coordinamento e gestione servizi GEV e Protezione Civile. Gestione completa dell'iter dei procedimenti amministrativi di competenza. Funzioni in materia di artigianato, agricoltura e statistica. progetto IMMAGINE/INFORMAZIONE ,00 0,00 Comunicazione fra Amministrazione e cittadini attraverso l'utilizzo degli organi di informazione dell'amministrazione Beinasco Notizie e del sito Internet progetto SUPPORTO AI SERVIZI , ,00 Le finalità del presente progetto sono di garantire il supporto di alcuni servizi all'intera struttura comunale per l esercizio delle funzioni ad essa demandate. Rientrano le attività relative ai servizi: servizio contratti, gestione del sistema informativo, servizio di custodia e centralino, economato, ecc.. Dall anno 2011 è operativo l Ufficio Unico del personale che gestisce in associazione con il Comune di Rivalta di Torino le attività del servizio progetto ATTIVITA CONTO TERZI ,00 0,00 Gestisce le funzioni demandate al comune dallo Stato in materia di anagrafe, stato civile, elettorale, leva e statistica progetto DIREZIONE STRATEGICA E POLITICHE ,00 0,00 DI SVILUPPO Assistenza agli organi attraverso la programmazione dei piani di attivita in coerenza con le linee del programma di governo ( bilancio di previsione, PEG e Piano degli Obiettivi). Controllo di gestione della struttura comunale e del sistema delle partecipazioni, attivazione e coordinamento delle politiche di sviluppo e innovative previste negli atti di programmazione annuale e pluriennale.

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE Asili nido (C. 172 Burani Procaccini, C. 690 Turco, C. 891 Valpiana, C. 1783 Mussolini, C. 2003 Briguglio e C. 2020 Governo). TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE ART. 1. (Finalità).

Dettagli

Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi

Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi 01 Servizi istituzionali, generali e di gestione 01 Organi istituzionali Beni e servizi costo: 157.246,06 Beni e servizi costo: 16.519.667,82

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Consuntivo 2010. Documenti allegati

Consuntivo 2010. Documenti allegati Consuntivo 2010 Consuntivo 2010 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

Posizione Organizzativa n. 4

Posizione Organizzativa n. 4 Posizione Organizzativa n. 4 Settore: Pubblica Istruzione - Servizi Socio-Educativi Cultura - Sport - Spettacolo- Tempo Libero La struttura indicata, concorre con gli altri Servizi, al perseguimento delle

Dettagli

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Comune di Deruta, Piazza dei Consoli, n. 15, fax 075/9728639 ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Sono di seguito indicati, in riferimento alle quattro aree funzionali

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA Disciplina del sistema regionale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. Abrogazione delle leggi regionali 15 dicembre 1994, n. 77,

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010 PARTE ENTRATA E 00190 000 2010 IMPOSTA COMUNALE IMMOBILI 1.336.000,00 E 00191 000 2007 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 37.420,44 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI

Dettagli

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO Legge regionale 26 aprile 1985, n. 30 NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità La Regione, al fine di concorrere alla realizzazione del diritto allo studio,

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato FUNZIONE SERVIZIO PROCESSO ORGANI ISTITUZIONALI PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE 24 Servizi di supporto interno: Gestire Segreteria, Protocollo, Servizi informativi

Dettagli

RISANAMENTO FINANZE PUBBLICHE 2011-2014 peso su comune di Rivalta

RISANAMENTO FINANZE PUBBLICHE 2011-2014 peso su comune di Rivalta RISANAMENTO FINANZE PUBBLICHE 2011-2014 peso su comune di Rivalta TAGLIO DL 201/2011 esercizio 2011 525 mila TAGLIO DL 78/2010 esercizio 2011/2012 565 mila TAGLIO DL 95/2012 esercizio 2012-2014 510 mila

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione Giovani idee in. Porto Partecipo al Bilancio Com è strutturato il bilancio del Comune A cura dell Ufficio Che cos è il bilancio del Comune? Il bilancio è un insieme di documenti necessari per l organizzazione

Dettagli

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA DIREZIONE ISTRUZIONE P.O. PROGRAMMAZIONE E PROMOZIONE Supporta direttamente il Direttore nella ricerca, analisi e valutazione propositiva di problematiche complesse di rilevante interesse per il conseguimento

Dettagli

SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE CON ONERI DI URBANIZZAZIONE

SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE CON ONERI DI URBANIZZAZIONE SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE DI URBANIZZAZIONE RIPARTIZIONE PER SETTORE SPESE MANUTENZIONE E SERVIZI FINANZIATE E NON ANNO 2010 CAPITOLO FINANZIATE GESTIONE GENERALE

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2014 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO

LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO 1 Sintesi del progetto LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO 2 Cosa accomuna le best practice? Rendono conto in modo chiaro e semplice 3 1.Chiariscono politiche perseguite

Dettagli

Comune di Urbino Provincia di Pesaro e Urbino Prefettura - U.t.G. di Pesaro e Urbino Comune di Pesaro Comune di Fano

Comune di Urbino Provincia di Pesaro e Urbino Prefettura - U.t.G. di Pesaro e Urbino Comune di Pesaro Comune di Fano PROTOCOLLO D'INTESA SULLA RETE PER LA SICUREZZA E LA QUALITA DELLA VITA tra la Prefettura di Pesaro e Urbino, la Provincia di Pesaro e Urbino, i Comuni di Pesaro, Urbino, Fano. Il Prefetto di Pesaro e

Dettagli

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 30/04/2015 Pag. 1 D E S C R I Z I O N E Insussistenze Maggiori da ENTRATE EXTRATRIBUTARIE 3.02.3063 FITTI REALI DI FABBRICATI 387,34 387,34 TOTALE CATEGORIA 02 387,34 387,34

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A PERSONE

Dettagli

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 Comune di Livorno D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 1 Il nuovo Ciclo di Programmazione Programma di governo (locale) Finalità Politiche Programmi/Progetti Obiettivi di gestione Indirizzi di finanza

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

1. INTERVENTI ECONOMICI

1. INTERVENTI ECONOMICI PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI TIONE DI TRENTO PER L ANNO 2016 PREMESSA La Provincia Autonoma di Trento ha approvato in data 10 luglio 2009 il Libro Bianco sulle

Dettagli

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO COMUNE DI CETONA Provincia di Siena Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l attività di gestione del Nido Intercomunale d Infanzia di

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA CITTA' DI NARDO' Provincia di LECCE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI GALATONE ELENCO RESIDUI PASSIVI AL 31/12/2014

COMUNE DI GALATONE ELENCO RESIDUI PASSIVI AL 31/12/2014 Pag. 1 1 SPESE CORRENTI 1.01 FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE, DI GESTIONE E DI CONTROLLO 1.01.01 ORGANI ISTITUZIONALI, PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO 1.01.01.03 PRESTAZIONI DI SERVIZI 12.152,45 1.01.01.07

Dettagli

T20 Prodotti per Area di Intervento

T20 Prodotti per Area di Intervento T20 Prodotti per Area di Intervento Area Operativa: Indirizzo politico - istituzionale Area d'intervento: Indirizzo politico N. delibere, decreti ed ordinanze adottati 1015 N. sedute del consiglio comunale

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO

BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO Comune di Modena 2015-2017 BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO Ex D.Lgs 118/2011 Approvato con Delibera di Consiglio n. 17 del 05/03/2015 Pag. 1 Allegato n. 9 al D.Lgs. 118/2011 Bilancio di Previsione

Dettagli

COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 2015/2017 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE

COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 2015/2017 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 205/207 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE Modernizzazione P.A. Prosecuzione processo di gestione informatizzata integrata dei procedimenti amministrativi.

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI Comune di Roseto degli Abruzzi 3.1 - Considerazioni generali e motivata dimostrazione delle variazioni rispetto all'esercizio

Dettagli

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0,00 33.001,17 0,00-33.001,17 0,00 0.00.0000

Dettagli

Comune di Recanati ALLEGATO MUTUI TRIENNIO 2014/2016

Comune di Recanati ALLEGATO MUTUI TRIENNIO 2014/2016 Comune di Recanati ALLEGATO MUTUI TRIENNIO 2014/2016 FUNZIONE 1 - Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 2014 3010304 3010304002 Rimborso quota capitale prestito obbligazionario

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012 PARTE ENTRATA E 00160 000 2012 IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' 7.603,02 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 53.301,95 E 00191 000 2009 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

Il bilancio di previsione 2012

Il bilancio di previsione 2012 1 Bilancio parte corrente 2012 Entrate Entrate correnti (titoli 1+2+3): 56.590.403,00 Proventi delle concessioni edilizie che finanziano spese correnti: proventi contravvenzioni al cds che finanziano spese

Dettagli

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI Rag. Roberta Cesana Segreteria-affari istituzionali Organi istituzionali Ufficio di supporto agli organi di direzione politica Archivio messi

Dettagli

COMUNE DI MACERATA CAMPANIA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI MACERATA CAMPANIA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Direzione Organizzazione 2015 05633/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Organizzazione 2015 05633/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione 2015 05633/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 1693 approvata il 12 novembre 2015 DETERMINAZIONE: AUTORIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale Apprendimento generale: Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale metodi e strumenti di lavoro di tipo generale pubblica amministrazione e ambiente processi di lavoro

Dettagli

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE COMUNE DI LUISAGO (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 202 INDICE - Introduzione - Territorio - Popolazione - Strutture - Personale - Struttura: dati economico-patrimoniali organizzazione -

Dettagli

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI VERBALE DI ACCORDO Il giorno 6 Marzo 2008, presso la sala giunta del comune di San Casciano dei Bagni, si sono incontrati il Sindaco Franco Picchieri, l Assessore al bilancio dello stesso comune e le Organizzazioni

Dettagli

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni ITALIA: suddivisione amministrativa 20 regioni di cui 5 a statuto speciale oltre 100 province oltre 8000 comuni informazioni turistiche musei, geografia, hotel ristoranti su tutte le province italiane

Dettagli

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio finanziario 2013

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio finanziario 2013 SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Redditi da lavoro dipendente Imposte e tasse a carico Acquisto di beni e servizi Trasferimenti Trasferimenti di tributi Fondi perequativi Interessi passivi redditi

Dettagli

Comune di GUARDIA SANFRAMONDI BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

Comune di GUARDIA SANFRAMONDI BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI

CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI IMPEGNI PER SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi-

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE

BILANCIO DI PREVISIONE Comune di Cernusco Lombardone BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 al 19 maggio 2015 www.comune.cernuscolombardone.lc.it BILANCIO COME FUNZIONA Il bilancio di previsione del Comune risulta in pareggio: il

Dettagli

COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE USCITA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE USCITA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio Stampa per Codice di Bilancio TITOLO 1 SPESE CORRENTI FUNZIONE 1 FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE, DI GESTIONE E DI CONTROLLO SERVIZIO 1 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 1010103

Dettagli

COMUNE DI MOLITERNO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI

COMUNE DI MOLITERNO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI IMPEGNI PER SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri e tasse

Dettagli

IL PIANO DEI CENTRI DI COSTO ELEMENTARI E RELATIVI RESPONSABILI

IL PIANO DEI CENTRI DI COSTO ELEMENTARI E RELATIVI RESPONSABILI IL PIANO DEI CENTRI DI COSTO ELEMENTARI E RELATIVI RESPONSABILI 50 CITTA di SEREGNO Piazza Martiri della Libertà, 1 20831 Seregno (MB) Piano dei Centri di costo elementari - Anno 23 1 Organi istituzionali,

Dettagli

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico LEGGE SPORT VENETO COME LEGGERLA? La legge sullo sport da poco approvata è di facile consultazione se ne si conosce la struttura : l articolo 2 infatti è come un indice, che rimanda agli articoli successivi

Dettagli

FC10U QUESTIONARIO UNICO

FC10U QUESTIONARIO UNICO FC10U QUESTIONARIO UNICO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO PER I COMUNI, LE UNIONI DI COMUNI E LE COMUNITÀ MONTANE MODULO 1 DATI STRUTTURALI Quadro A - Elementi specifici dell'ente locale

Dettagli

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 196 del 7-12-2009 25631 LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31 Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione e alla formazione. La seguente legge:

Dettagli

COMUNE DI CASAMICCIOLA TERME BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI CASAMICCIOLA TERME BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

COMUNE DI MELFI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI

COMUNE DI MELFI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI IMPEGNI PER SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi-

Dettagli

ORDINAMENTO CONTABILE E FINANZIARIO DEI COMUNI DELLA REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE

ORDINAMENTO CONTABILE E FINANZIARIO DEI COMUNI DELLA REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE Ripartizione II Affari Istituzionali, competenze ordinamentali e previdenza AUTONOME REGION TRENTINO SÜDTIROL Abteilung II Institutionelle Angelegenheiten, Ordnungsbefugnisse

Dettagli

Quartiere San Donato

Quartiere San Donato Quartiere San Donato P.G. N.: 141598/2013 N. O.d.G.:.: 21/2013 2013 Data Seduta : 13/06/2013 Richiesta IE Dati Sensibili Adottato Oggetto: APPROVAZIONE DEI PROGRAMMI OBIETTIVO DEL QUARTIERE SAN DONATO

Dettagli

COMUNE DI MONTALBANO JONICO BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI MONTALBANO JONICO BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

ANALISI DEI PROGRAMMI

ANALISI DEI PROGRAMMI RIEPILOGO PROGRAMMI AA0000000000 BB0000000000 CC0000000000 DD0000000000 SETTORE AMMINISTRATIVO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI RESPONSABILE CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE TECNICO E ASSETTO DEL

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO RIEPILOGO GENERALE DI CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - COMPETENZA TITOLO I - SPESE CORRENTI

STAMPA CONTO CONSUNTIVO RIEPILOGO GENERALE DI CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - COMPETENZA TITOLO I - SPESE CORRENTI 1 TITOLO I - SPESE CORRENTI ORGANI ISTITUZIONALI, PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO

Dettagli

COMUNE DI ANGUILLARA SABAZIA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2011 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI ANGUILLARA SABAZIA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2011 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri e tasse della di

Dettagli

Comune di Quadrelle BILANCIO DI PREVISIONE

Comune di Quadrelle BILANCIO DI PREVISIONE BILANCIO DI PREVISIONE Bilancio di previsione - Parte I Entrata Risorsa Accertamenti Previsioni per l'esercizio al quale si riferisce il presente bilancio Annotazioni Codice Denominazione ultimo esercizio

Dettagli

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE OSASCO UNIONE DI COMUNI SIGLA PROV. TO CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 Pag. 3 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE o UNIONE DI COMUNI DI OSASCO SIGLA

Dettagli

Comune di SENEGHE. Prov. () RIEPILOGO GENERALE DI CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - Anno 2015 PER SPESE CORRENTI. Interessi passivi.

Comune di SENEGHE. Prov. () RIEPILOGO GENERALE DI CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - Anno 2015 PER SPESE CORRENTI. Interessi passivi. PER SPESE CORRENTI Personale di consumo e/o di materie prime Prestazioni di servizi Utilizzo di beni di terzi Trasferimenti Interessi passivi e oneri Imposte e tasse finanziari diversi Oneri straordinari

Dettagli

La gestione finanziaria 1

La gestione finanziaria 1 CAPITOLO 6 BILANCIO COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 La gestione finanziaria 1 Le risultanze finali del conto di bilancio dell esercizio finanziario 2007 sono riportate nella Tavola

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2008 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2008 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri e tasse della di

Dettagli

BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017. Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015

BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017. Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015 BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017 Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015 1 2 Bilancio di Previsione armonizzato Indice Pagina 1 Il Bilancio armonizzato - Entrate 5 2 Il Bilancio armonizzato

Dettagli

BILANCIO 2014 - SPESA D`INVESTIMENTO Descrizione

BILANCIO 2014 - SPESA D`INVESTIMENTO Descrizione BILANCIO 2014 - D`INVESTIMENTO Entrata/Uscita Titolo (S) U (Uscita) 02 (SPESE IN CONTO CAPITALE ) 01.01 (Organi istituzionali) 3.00 Piano Finanz. 3.01.01.03.000 Acquisizioni di partecipazioni e conferimenti

Dettagli

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O Q U E S T I O N A R I O C O N O S C I T I V O P A R T E C I P A Z I O N E

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/2014 2014 CENTRO DI RESPONSABILITA':

Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/2014 2014 CENTRO DI RESPONSABILITA': Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/ CENTRO DI RESPONSABILITA': Titolo: 4 SPESE PER PARTITE DI GIRO 4 00 00 01 RITENUTE PREVID.LI E ASSIST. P 5300/ 0 VERSAMENTO DELLE

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga. la seguente legge: CAPO I. Principi generali

IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga. la seguente legge: CAPO I. Principi generali Legge regionale 29 marzo 2013 n. 15 Norme sui servizi educativi per la prima infanzia. (Calabria, BUR 2 aprile 2013, n. 7, S.S. 5 aprile 2013, n. 3) IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

COMUNE DI GALATONE CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI

COMUNE DI GALATONE CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IMPEGNI PER SPESE CORRENTI IMPEGNI PER SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi-

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco Analisi di bilancio Comune di Buccinasco INDICE INDICE... 3 CENNI STORICI... 4 IL BILANCIO COMUNALE alcune nozioni... 5 L ANALISI DELLE ENTRATE... 6 Autonomia Finanziaria... 7 Autonomia tributaria...

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2015 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI SPESE CORRENTI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO a cura del Settore Personale Qualifica Funzionale Servizio e/o Capo Settore Gabinetto del Sindaco Dirigente Dirigenza Tutti i diplomi

Dettagli

COMUNE DI GALATONE BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI GALATONE BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI Acquisto di Interessi Oneri beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e oneri

Dettagli

COMUNE DI MARCIANA MARINA

COMUNE DI MARCIANA MARINA COMUNE DI MARCIANA MARINA Regolamento per la concessione di Contributi, Patrocinio ed altri Benefici Economici Approvato con deliberazione di C.C. n. 26 del 18 agosto 2014 (Modificato con delibera di C.C.

Dettagli

COMUNE DI SOLOPACA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI

COMUNE DI SOLOPACA BILANCIO DI PREVISIONE - Esercizio 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE CORRENTI SPESE CORRENTI INTERVENTI INDENNITA' A Acquisto di Interessi Oneri L SINDACO beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammortamenti Fondo Fondo Personale consumo di di beni Trasferi- e

Dettagli