O MU. comunicare. online n 1 Gennaio 2008 MERCATO DEL LAVORO SPETTACOLO NUOVE TECNOLOGIE. Quest anno le imprese torneranno ad assumere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "O MU. comunicare. online n 1 Gennaio 2008 MERCATO DEL LAVORO SPETTACOLO NUOVE TECNOLOGIE. Quest anno le imprese torneranno ad assumere"

Transcript

1 O MU C comunicare online n 1 Gennaio 2008 otiziario mensile a cura della Federazione nazionale informazione, spettacolo e telecomunicazioni Cisl MRCO DL LVORO Quest anno le imprese torneranno ad assumere SPCOLO rriva il casting on line UOV COLOG l telefono fisso verso la pensione? Poste taliane s.p.a. - Spedizione in bb. Post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Verona n caso di mancato recapito restituire all ufficio di Verona CMP detentore del conto, per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa.

2

3 SOMMRO MRCO DL LVORO Ottimismo per l occupazione: nel 2008 le imprese torneranno ad assumere pag. 3 DPRM lc Wind, sindacati e azienda più vicini pag. 5 Spettacolo rriva il casting on line per aspiranti vallette e attori pag. 9 UOV COLOG l telefono fisso verso la pensione? pag. 11 RZOL Hi-tech, gli sms compiono 15 anni pag. 13 S FORM on solo previdenza pag. 15 Comunicare online n. 1 Gennaio 2008 Redazione e amministrazione: C/O difistel via XX Settembre, Roma tel. 06/ , fax 06/ Direttore: rmando Giacomassi Dir. resp: Carmen Rosa Carlucci cura di ster Crea Reg. rib. Roma n. 600 del 18/10/1990 Stampa: Cierre Grafica Sommacampagna (Verona) Finito di stampare: Gennaio 2008

4

5 RCHVO MRCO DL CSLVORO 3 risultati dell indagine mployment Outolook Survey realizzata da Manpower Ottimismo per l occupazione: nel 2008 le imprese torneranno ad assumere ove aziende su cento si aspettano un aumento di personale per i primi mesi dell anno. Solo il cinque per cento pensa a una riduzione. È la miglior previsione degli ultimi cinque anni. Bene soprattutto la finanza, assicurazioni, immobiliare e servizi. rasporti e logistica in flessione. Più ottimisti gli imprenditori del ordest e del Sud. Ottimismo tra le imprese per l inizio dell anno. datori di lavoro che intendono fare nuove assunzioni, tra gennaio e marzo 2008, superano di quattro punti percentuali quelli che invece temono di dover ridurre il personale. È la migliore previsione di inizio anno da cinque anni a questa parte. settori più dinamici saranno quelli dei servizi finanziari, l assicurativo, l immobiliare e i servizi alle imprese. Questo il principale risultato dell indagine mployment Outolook Survey realizzata da Manpower, la multinazionale di servizi per la gestione delle risorse umane, che ha sentito un campione di mille datori di lavoro in talia e di circa 50mila imprese in tutto il mondo. Per il periodo compreso tra gennaio e marzo 2008, nove imprese su cento intendono aumentare la propria forza lavoro, mentre solo il cinque per cento pianifica, al contrario, di ridurre il personale. CH SSUM CH O ndamento propensione netta all occupazione. ndica il saldo aritmetico tra la percentuale di datori di lavoro che prevedono un incremento della propria forza lavorativa e quella di chi annuncia una diminuzione del proprio personale Periodo ntenzioni ziendali (%) umento Diminuzione essuna on so mpatto variazione netto Primo trimestre Primo rimestre Primo rimestre Fonte: Manpower, Previsioni sull Occupazione, dicembre 2007 SOR ndamento propensione netta all occupazione. ndica il saldo aritmetico tra la percentuale di datori di lavoro che prevedono un incremento della propria forza lavorativa e quella di chi annuncia una diminuzione del proprio personale Settore Propensione netta occupazione (%) trim 08 V trim 08 gricoltura/pesca ttività manifatturiere +8-1 Commercio +2-1 Costruzioni strazione minerali -5-1 Produzione elettricità, gas e acqua Ristoranti e alberghi +7-9 Servizi finanziari Servizi sociali e alla persona +6-3 rasporti e comunicazioni otale +4-1 Fonte: Manpower, Previsioni sull Occupazione M R C O D L L V O R O

6 4 MRCO DL LVORO M R C O D L L V O R O Un risultato netto (+4 per cento) superiore a quello dello scorso anno (+1 per cento). a quello dello stesso periodo del 2006 quando si prevedeva persino un decremento (-2 per cento). Quello del prossimo anno sarebbe il risultato migliore degli ultimi cinque anni. La gran parte delle imprese comunque lascerà tutto immutato. ei prossimi mesi infatti l 81 per cento dei direttori del personale non prenderà alcuna decisione e manterrà stabile la dimensione della propria forza lavoro. Sono otto su dieci i macrosettori in cui, nei prossimi mesi, dovrebbe esserci una positiva evoluzione occupazionale. Le nuove selezioni di personale interesseranno soprattutto posti in aziende nel settore finanziario, assicurativo e immobiliare e nei servizi alle imprese. L evoluzione dei prossimi mesi sarà però più contenuta di quanto non sia stata negli ultimi mesi del 2007 (un calo del quattro per cento). Sempre in positivo però il confronto con lo stesso periodo dell anno scorso. Continua ad essere negativo invece l andamento nei trasporti, immagazzinamento e comunicazioni, seppure in ripresa rispetto al trimestre scorso, dove il saldo netto occupazionale atteso è pari a -2 per cento. Se si analizza il suo andamento negli anni, ci si accorge che è l evoluzione peggiore tra tutti i settori. Dal punto di vista territoriale, a mostrare maggiore ottismo sono le imprese del nord est e del Mezzogiorno con un saldo positivo pari a +6 per cento. Gli imprenditori meno ottimisti sono quelli del centro dove la previsione mostra solo un +1 per cento. n uropa le migliori prospettive occupazionali si registrano in orvegia, Gran Bretagna, e Spagna. L talia, pure se in ripresa, rimane però tra i paesi europei, quella con le attese imprenditoriali più pessimistiche insieme all rlanda. Propensione all occupazione migliore anche quella degli Stati Uniti, oltre a quella di ndia, Cina e Giappone. L R GOGRFCH ndamento propensione netta all occupazione. ndica il saldo aritmetico tra la percentuale di datori di lavoro che prevedono un incremento della propria forza lavorativa e quella di chi annuncia una diminuzione del proprio personale rea Propensione netta occupazione (%) trim 08 V trim 08 ord Ovest ord st Centro +3-4 Sud e sole +6-5 otale +4-1 Fonte: Manpower, Previsioni sull Occupazione, dicembre 2007 L CLSSFC GLOBL ndamento propensione netta all occupazione. ndica il saldo aritmetico tra la percentuale di datori di lavoro che prevedono un incremento della propria forza lavorativa e quella di chi annuncia una diminuzione del proprio personale rea Propensione netta occupazione (%) trim 08 V trim 08 ustria Belgio Francia Germania Gran Bretagna rlanda talia +4-1 orvegia Paesi Bassi Spagna Svezia ustralia Cina Giappone Hong Kong uova Zelanda Singapore Canada Stati Uniti Fonte: Manpower, Previsioni sull Occupazione

7 LC 5 Siglata l ipotesi di accordo per la riorganizzazione della sede di Milano Wind, sindacati e azienda più vicini Fistel, Slc, Uilcom: il miglior risultato possibile in un contesto difficile e complesso che ha richiesto la mediazione del Governo Wind, i sindacati e il ministero dello Sviluppo economico hanno firmato un ipotesi di accordo per la riorganizzazione della sede di Milano. Sono circa 240 gli addetti che dovranno, a partire da settembre 2008, trasferirsi nella sede di Roma. ei primi tre mesi sarà riconosciuto il trattamento di trasferta e, per nove mesi successivi, due viaggi di andata e ritorno in urostar seconda classe o in aereo con tariffe equivalenti. Dopo i primi tre mesi sarà corrisposta un indennità per un massimo di 24 mesi di 800 euro per chi non ha figli e di euro per chi ha figli. È inoltre previsto il trattamento una tantum di 7 mila euro per impiegati e quadri e le spese per il trasloco saranno rimborsate a piè di lista. L ipotesi di accordo prevede entro giugno 2008 anche la costituzione di un centro di eccellenza focalizzato sul monitoraggio dell evoluzione tecnologica di interesse aziendale, nuove tecnologie e nuovi prodotti e servizi. part-time del customer care passeranno da 5 a 6 ore secondo un programma che inizierà a gennaio e si prevede si concluderà nel L azienda si impegna inoltre ad accogliere le richieste di passaggio da full a part-time entro il limite complessivo del 5 per cento. l ministero dello Sviluppo economico ha commentato il sottosegretario lfonso Gianni - prende atto che, dopo una lunga e contrastata discussione nella quale il ministero ha svolto un ruolo di mediazione attiva, si è realizzato un notevole e significativo avvicinamento tra le posizioni inizialmente espresse dalle parti, il cui esito è rappresentato dalla ipotesi di accordo sottoscritta tra Wind e le organizzazioni CL RCHVO ZOL D COR *operativo dal 1 ottobre 1990 *raccoglie i contratti di ogni livello (interconfederali, nazionali, territoriali, aziendali) e di ogni settore *classifica e memorizza i testi offrendoli alla pubblica consultazione L DPOSO D COR VV CUR D SOGG SPUL (LGG 936/86) COLLBOR LL CRZO D U GRD SRVZO PR L PR SOCL PR L PS per il deposito: CL rchivio Contratti, Via Davide Lubin, 2 Roma e/o Uffici centrali e periferici del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale per informazioni: Ufficio Commissione dell nformazione CL Via Davide Lubin, 2 Roma el Fax D P R M

8 C O V Z O C S L - U P O L : da quindici anni collaboriamo per trovare le soluzioni più adeguate alla tutela delle nostre famiglie. CSL ha realizzato con Unipol, terzo gruppo assicurativo italiano, una nuova Convenzione azionale che oggi ti offre: per l auto Unibox e Franchigia Fruttuosa, polizze innovative per risparmiare in tutta sicurezza F M F M S C S C G L G L per la protezione della famiglia una polizza multirischi dell abitazione con garanzie complete ed esclusive. nformazioni e consigli presso le sedi CSL e le genzie Unipol. Per ogni polizza sottoscritta in Convenzione, Unipol destina 1 uro al Progetto Libera erra che promuove il riutilizzo sociale e culturale dei beni confiscati alle mafie scarpastudio.com VLOR CODVS

9 LC 7 sindacali nazionali. l ministero auspica, ha aggiunto il sottosegretario, che l ipotesi di accordo sia ora valutata con serenità e attenzione da tutti i dipendenti dell azienda, con l auspicio che questo possa superare divergenze, perplessità e contrarietà che ancora dovessero permanere. Per questo il ministero, ha concluso Gianni, opererà al fine di garantire la piena e corretta applicazione dell intesa in ogni sua parte, con particolare riguardo alla tutela delle condizioni e dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, nell interesse del potenziamento e della migliore qualificazione di una parte così importante del settore delle comunicazioni. Soddisfatti i sindacati, che giudicano l intesa sottoscritta lo scorso 20 dicembre il miglior risultato possibile in un contesto difficile e complesso che ha richiesto l intervento del Governo e la cui responsabilità per il disagio e le complicazioni di carattere sociale create ai lavoratori ricadono interamente su Wind. Fistel, Slc e Uilcom, inoltre, nella consapevolezza del permanere di alcuni elementi di criticità dettate dal processo riorganizzativo della sede di Milano, si impegnano a continuare in tutte le sedi di confronto a richiedere scelte industriali tese ad investire ulteriormente sul capoluogo lombardo con le eventuali attività di eccellenza che possono nascere dalla dinamicità del settore. n questa logica concludono - la riallocazione nella sede di provenienza dei lavoratori trasferiti sarà sempre una priorità per le organizzazioni sindacali. Ma ecco in dettaglio cosa prevede l ipotesi di accordo. n primis, viene definito un articolato piano industriale, dove l azienda si impegna di continuare la missione di operatore integrato puntando sullo sviluppo della telefonia fissa, di quella mobile e di internet. Per sostenere lo sviluppo Wind investirà nel 2008 almeno 800 milioni di euro, la metà dei quali, in infrastrutture di rete,, larga banda fissa e mobile. L azienda spiegano in una nota unitaria Fistel, Slc e Uilcom - intende inoltre valorizzare gli assets di customer care, network e portale internet che ritiene strategici al business aziendale. Milano conferma alcune attività di rete fissa, che il progetto organizzativo aveva collocato su Roma. (nternational and ational Wholeasales, acquisti rete, attività a contenuto tecnologico, attività di centri di gestione e importanti attività information technology). noltre Wind intende valorizzare la sede di Milano come centro di eccellenza di tutto il gruppo con la costituzione entro giugno 2008 di un centro di ricerca focalizzato sul monitoraggio dell evoluzione tecnologica di interesse aziendale, sullo scouting di nuove tecnologie e sullo sviluppo e sperimentazione di nuovi prodotti e servizi. l mantenimento di alcune attività di rete fissa su Milano, ha consentito inoltre di ridurre significativamente il numero dei lavoratori/ci che sono soggetti al trasferimento a Roma e che assommano a non oltre 240 risorse. n più, saranno tutelati i lavoratori disabili, i dipendenti che assistono familiari con invalidità superiore all 80% e le situazioni previste dalla L.104/92. trasferimenti diventeranno effettivi a partire dal mese di settembre 2008 e saranno preceduti da incontri sindacali per verificare l eventuale modifica del perimetro organizzativo e eventuali disagi personali dei lavoratori interessati dovuti a patologie gravi. n particolare da gennaio sarà costituito un tavolo permanente a livello territoriale, per la gestione dei trasferimenti, per possibili ricollocazioni, per mobilità professionale (e relativa visibilità delle opportunità occupazionali) e per affrontare specifiche situazioni. noltre, sulla base dei piani di sviluppo previsti dall azienda nell arco temporale fino al , si renderanno disponibili circa 150 posizioni di lavoro nell area della Lombardia, orino e vrea, dove possono essere ricollocate prioritariamente i lavoratori trasferiti a Roma, secondo criteri oggettivi di rilevanza sociale ed economica. L azienda ricordano ancora i sindacati - riconoscerà ai lavoratori interessati al trasferimento 800 euro netti per 24 mesi a tutti coloro senza figli e 1000 euro netti ai lavoratori con figli. tutti i lavoratori trasferiti sarà riconosciuto un importo una tantum di 7000 euro a titolo di indennità di prima sistemazione. noltre per i primi 3 mesi si ricorrerà alla trasferta e per i successivi 9 sarà garantito il pendolarismo tra Roma e Milano. n coerenza con lo sviluppo che Wind avrà nei prossimi anni, l azienda si impegna ad implementare l occupazione entro il 2010, con il passaggio di tutti i lavoratori del Customer Care dalle 5 alle 6 ore. n area etwork sarà articolato un piano formativo straordinario per consentire ai lavoratori l acquisizione di maggiori competenze anche al fine della valorizzazione professionale. Sempre sul piano occupazionale Wind nel corso del 2008 assumerà 50 neolaureati da inserire anche nelle aree di sviluppo degli ULL. el testo sottoscritto, Fistel, Slc e Uilcom ribadiscono la loro contrarietà all utilizzo dei trasferimenti collettivi, ritenendo necessario però, a fronte della indisponibilità dell azienda a ritirare il progetto, di garantire ai lavoratori interessati un sistema di trattamenti economici e normativi finalizzati alla attenuazione del disagio. sindacati ritengono invece positivo l impegno di Wind a sottoscrivere alla presenza del Governo le linee di indirizzo strategico e ad individuare le ri- D P R M

10 8 LC sorse necessarie a finanziare il piano di sviluppo. Lo sviluppo di Wind, la capacità di posizionarsi sul mercato con prodotti e servizi innovativi e la relativa crescita di redditività, - sottolineano le organizzazioni dei lavoratori - è la migliore garanzia per la tenuta occupazionale e degli assets strategici. L azienda, infatti, non prevede nel corso del piano 2008 alcuna variazione del perimetro organizzativo aldilà dello studio sulle torri, che eventualmente dovesse realizzarsi, sarà tempestivamente comunicato alle OO.SS e comunque l azienda si è impegnata ad escludere dalla cessione le parti attive delle torri con ciò che questo vuol dire in termini anche di garanzia per chi opera su manutenzione, gestione, sviluppo delle stesse. D P R M Una tazzina di caffè in meno al mese fa crescere una vita Una sigaretta in meno al giorno molto di più... C.C.P. n ntestato: SCOS Via R. Lanciani, Roma

11 SPCOLO 9 rova lavoro in un click rriva il casting on line per aspiranti vallette e attori el nuovo sito di Gianna ani, ex direttore casting di Mediaset, anche sezioni su scouting e consigli per superare provini l provino è la vostra grande occasione, andateci in ordine e curati sia nell abbigliamento che nell immagine come andreste al primo appuntamento d amore. on va preso come un gioco, ma come una reale occasione professionale. on solo. rrivate in anticipo, per non ritrovarvi trafelati, sudati e poco concentrati. on presentatevi con la gomma da masticare, non rispondete con tono ironico e cercate di non farvi bloccare dall emozione. Siete lì per dimostrare che avete talento, che valete e che sapete fare qualcosa. Vi saranno concessi all incirca due minuti per raccontare tutto di voi. Se non siete pronti rischiano di volare senza che siate riusciti a dire nulla di significativo. poi: nformatevi tramite nternet, presso le riviste specializzate, dove vengono elencati tutti i provini in essere tipo ll Casting oppure su i settimanali che riportano tutti i recapiti delle redazioni televisive tipo Sorrisi & Canzoni poi inviate agli ufici competenti una pagina di curriculum e una foto di un primo piano e i vostri dati. Ma soprattutto: ttenti alle truffe di chi vi vuole imbrogliare sfruttando il vostro desiderio di celebrità. Diffidate delle persone che vi chiedono denaro promettendovi una parte in questa o in quella rappresentazione televisiva o non. Questo è solo un piccolo elenco di suggerimenti destinati ad aspiranti vallette e attori, tratti dal nuovo sito internet La vera novità, però, sta nel fatto che Gianna ani, ex direttore casting di Mediaset, attraverso la rete ha deciso di offrire alle migliaia di giovani che ogni anno tentano la fortuna allungando le file dei provini, l opportunità di partecipare ad un casting on line per entrare nel mondo dello spettacolo, restando lontano dalle telecamere. L idea spiega la signora ani in un intervista rilasciata al portale Labitalia nasce da una semplice considerazione: non sempre i ragazzi hanno la possibilità di spostarsi per fare un provino. Se a ciò si aggiunge che esiste sempre la possibilità di essere scartati, mi è sembrato giusto creare un sito ad hoc per fare una sorta di precasting. È chiaro che la cosiddetta prova sul campo va necessariamente fatta. l video del mio pc mi può dare una prima impressione, ma per proporre una persona per un determinato lavoro devo vederla da vicino e valutare come si muove davanti alle telecamere. Ma i ragazzi sono preparati a essere visionati on line? onostante la tecnologia sia per autonomasia giovane sostiene la ani sono ancora molti i ragazzi non attrezzati. n particolare, le ragazze interessate a fare un provino, una volta contattate, prima di esibirsi chiedono informazioni ai fratelli o fidanzati. Comunque, visto già il gran numero di accessi in pochi giorni, penso proprio che nel giro di qualche mese il casting on line funzionerà a pieno ritmo. Grazie al mio sito osserva sarà più semplice per le produzioni televisive visionare gli aspiranti attori o modelle. Una volta fatta una prima scrematura, non resta che prendere un appuntamento, conoscere i ragazzi e, se superano anche il casting vis à vis, devono solo presentarsi presso la rete televisiva di riferimento per firmare il contratto. Ma il sito di Gianna ani non è solo dedicato ai provini. Una sezione particolare ricorda è quella dedicata allo scouting, dove inserisco quei volti che, secondo me, vale la pena di tenere in evidenza. loro nomi, ovviamente, cambieranno di settimana in settimana, anche perché conto di arricchire il parterre di nomi nuovi. nel sito non potevano mancare i famosi consigli della ani per superare un provino. ella parte suggerimenti continua cerco di dare i migliori consigli su come affrontare al meglio un provino. Di volta in volta, infatti, i ragazzi troveranno le risposte alle domande più frequenti legate all affascinante mondo dei casting. Un vero e proprio vademecum, quindi, da tenere a mente per non incappare in facili illusioni. Sono molti i giovani che vogliono entrare nel mondo dello spettacolo - avverte Gianna ani - e che rischiano di diventare preda di veri e propri imbroglioni. Per questo, senza mezzi termini, nel sito ribadisco di stare attenti alle truffe di chi vi vuole imbrogliare sfruttando il loro desiderio di celebrità. D P R M

12

13 UOV COLOG 11 Studio dell Ofcom, l utorità inglese per le telecomunicazioni sul mercato internazionale. Da noi il fenomeno è più marcato l telefono fisso verso la pensione? n talia quattro famiglie su dieci ormai usano solo il cellulare elefono fisso addio: quasi quattro famiglie italiane su dieci, ormai, utilizzano per comunicare solo il telefono cellulare, e hanno del tutto abbandonato il tradizionale telefono fisso. certificare, numeri alla mano (relativi al 2006), una passione per il telefonino ormai evidente è l Ofcom, l utorità inglese per le tlc, in uno studio sul mercato internazionale del settore. Secondo la ricerca, il 38% delle famiglie italiane ha definitivamente staccato la spina, affidando le proprie conversazioni telefoniche al solo cellulare: con una robusta crescita rispetto all anno precedente, quando la quota di chi aveva solo il telefonino era pari al 25%. Si tratta di una percentuale che non ha eguali in uropa, dove solo in Spagna, rlanda (24%) e Polonia (27%) si supera il 20%. Sotto tale soglia si trovano invece Regno Unito (13%), Francia (18%), Germania (10%) e soprattutto Olanda (7%) e Svezia (4%), dove il telefono fisso la fa ancora da padrone. n Svezia, infatti, il 96% delle famiglie sente ancora il vecchio squillo dell apparecchio, mentre in talia tale quota è ferma al 56%. Del resto la rivoluzione imposta al mercato dall avvento della telefonia mobile è evidente anche se si guarda alla variazione del numero di connessioni tra il 2001 e il n talia in quei cinque anni il mobile è cresciuto del 58%, mentre il fisso ha subito un decremento dell 8%. L andamento è comune a quasi tutti i Paesi oggetto della ricerca: fanno eccezione tre Paesi dove i cellulari crescono, ma in cui il fisso continua ad avere un forte appeal, come Germania (+5%), Spagna (+12%) e rlanda (+13%). nche il numero di chiamate si è spostato in maniera massiccia sul telefonino: negli stessi anni in talia i volumi del mobile sono aumentati del 73%, mentre quelli del fisso sono scesi del 13%. n questo caso, tuttavia, l talia non svetta ai primi posti: negli Stati Uniti le telefonate sul cellulare sono schizzate del 262%, in Spagna del 185% e in Polonia del 178%. Del telefonino, insomma, nessuno può fare a meno, e lo dimostra la quantità di Sim presenti in talia, 138,5 ogni 100 abitanti. onostante questo, però, prezzi ancora troppo sfavorevoli, Fisso e mobile Solo fisso Solo mobile RGO UO 72%-73% 13%-13% 13%-13% FRC 64%-61% 21%-18% 14%-18% GRM 63%-65% 24%-22% 11%-10% L 60%-48% 12%-8% 25%-38% POLO 46%-47% 23%-19% 20%-27% SPG 55%-59% 19%-15% 23%-24% OLD 87%-85% 9%-7% 4%-7% SVZ 93%-87% 7%-9% 0%-4% RLD 66%-64% 14%-10% 18%-24% preoccupazioni legate alla salute e difficoltà nella portabilità del numero dal fisso al mobile fanno ancora propendere per il telefono fisso in termini assoluti: in talia nel 2006 il vecchio apparecchio di casa è stato usato per 129 minuti al mese a persona, contro i 104 minuti del cellulare. Molto più forte è il divario in Germania (233 minuti per il fisso, 58 per il cellulare) e in Svezia (rispettivamente 263 e 117). n Spagna, invece, l uso del cellulare anche in termini assoluti sta raggiungendo quello del fisso, tallonato con 126 minuti contro 131. Qui sotto, una tabella che mostra le connessioni telefoniche delle famiglie nel 2005 e nel 2006 (in percentuale sul totale delle abitazioni). U O V C O L O G

14

15 RZOL 13 Prima per invii la Gran Bretagna, seconda l talia Hi-tech, gli sms compiono 15 anni el 2008 se ne manderanno 2mila miliardi Hanno da poco compiuto quindici anni, ma l età sembra proprio non farsi sentire. È infatti sempre più boom per gli SMS che secondo una ricerca di Gartner nel 2008 supereranno abbondantemente i duemila miliardi di invii nei maggiori mercati del mondo. ra il 3 novembre 1992, quando il primo lo Short Message System, più famoso con l acronimo SMS, fu inviato da eil Papworth, un ingegnere della irwide Solution attraverso la rete Vodafone, a un collega che stava partecipando alla festa natalizia aziendale. quei tempi il mondo della telefonia mobile era ben diverso, il Gsm, lo standard di comunicazione che oggi tutti conosciamo, era ancora sottoposto a test e i cellulari più che a delle piattaforme multimediali assomigliavano a dei telecomandi, proprio per questo Papworth digitò sulla tastiera di un computer il primo coinciso SMS della storia: Buon atale. l primo messaggio inviato ormai tre lustri fa era solo la punta di un iceberg, che emerse l anno successivo, grazie a uno studente di ingegneria finlandese che stava facendo uno stage presso okia. l primo a creare un Sms su un telefono Gsm e ad inviarlo ad un altro cellulare fu infatti Riku Pihkonen e ciò rese questa applicazione definitivamente operativa. ll epoca si credeva che il servizio di brevi messaggi fosse destinato ad un utenza marginale e soprattutto alle comunicazioni tra gli operatori telefonici e i propri clienti, ma poco funzionale per i privati. Che la realtà fosse ben diversa apparve chiaro a fine anni 90, quando la drastica riduzione del costo dei cellulari rese la telefonia mobile un fenomeno davvero di massa, sopratutto tra gli adolescenti di tutto il mondo. Un prezzo di utilizzo ridotto, la possibilità di essere inviati da qualsiasi dispositivo ad un altro e anche un approccio personale meno impegnativo rispetto alla chiamata tradizionale resero quei 160 caratteri che viaggiano nell etere una killer application. Così anche oggi gli SMS non hanno perso niente del loro smalto, nonostante le videochiamate e i servizi di Voip. nzi, secondo i dati della Mda (Mobile Data nformation) inglese, ogni settimana più di un miliardo di messaggi viene inviato. ornando all indagine della Gartner, l incremento rispetto al 2007 sarà del 19%. Proporzionale a questo aumento anche la conseguente crescita dei ricavi che la Gartner stima del 15,7% nel 2008, per oltre 60 miliardi di dollari (dai 52 del 2007). D altra parte la saturazione del mercato sta ovviamente riducendo i margini di guadagno. el periodo che va dal 2002 al 2006 la crescita dei ricavi è stata di circa il 30% mentre nel periodo che va dal 2007 al 2011 questa la crescita sarà solo del 10 per cento. Sul fatturato pesa il downpricing: dai 23,2 miliardi del 2007 calerà a 22,5 miliardi il prossimo anno, fino a una flessione, nel 2011, sotto i 20 miliardi. Gli SMS sono maggiormente utilizzati in sia Orientale, in particolare in Giappone che ha inviato nel 2007 oltre mille e cinquecento miliardi di messaggini. Per quanto riguarda l uropa, è il Regno Unito il Paese con il maggior utilizzo di SMS. seguire troviamo l talia. Con un invio di messaggi che supera i 28,6 miliardi di invii, il nostro paese risulta decisamente distanziato dal Regno Unito dove l anno scorso sono stati mandati 47,7 miliardi di SMS. Oltre agli SMS, infine, la Gartner prevede anche un significativo aumento delle inviate dai cellulari grazie al sempre maggior utilizzo dei cellulari di terza generazione e degli smartphones. R Z O L

16 S C S L SUO ZOL SSSZ SOCL L nas è il Patronato della Cisl che assiste gratuitamente tutti i lavoratori ed i cittadini nelle prestazioni e nelle vertenze previdenziali. n modo particolare tutela i lavoratori: Dello Spettacolo iscritti all PLS: artisti, tecnici e impiegati delle imprese di produzione, distribuzione e programmazione del prodotto cinematografico; della Rai, delle radiotelevisioni nazionali private e delle radiotelevisioni estere; delle attività di produzione ed esecuzione musicale; delle attività di prosa, rivista, varietà e sale teatrali, ecc.; Dipendenti da aziende private (ndustria, gricoltura, Commercio, Servizi, ecc.); Dipendenti da aziende pubbliche (Stato, Regioni, Comuni, ecc.); utonomi (rtigiani, Commercianti, Coltivatori Diretti, Coloni, Mezzadri); Pensionati. COM SSS L S - dando consigli, suggerimenti, su quale prestazione chiedere; - fornendo e riempiendo i relativi moduli; - seguendo e sollecitando la pratica presso gli nti ssicuratori; - mettendo a disposizione una vera e propria assistenza tecnica, medica e legale. COS DV FR PR VR L SSSZ GRU DLL S Basta sottoscrivere un mandato di assistenza, da allegare alla domanda, con il quale l S può presentare e sollecitare la tua pratica. Per la consulenza e l assistenza necessarie, ci si può recare presso la più vicina sede dell nas Cisl (gli indirizzi si trovano su oppure chiamando il numero verde ): ricordiamo che la consulenza offerta dall nas è assolutamente gratuita PRSZO VRZ PR L QUL PUO CHDR L SSSZ S - Pensioni PS: vecchiaia, anzianità, invalidità, riversibilità; Ricostituzioni, supplementi per coloro che continuano a inverare dopo la decorrenza della pensione. - Pensione sociale: per gli ultrasessantacinquenni privi di reddito. - Pensioni dei Fondi Speciali: utoferrotranvieri, elefonici, Gas, Previdenza Marinara, ecc. - Pensione dello Stato della PDP: diretta e di riversibilità pensione privilegiata; Riconoscimento causa di servizio ed equo indennizzo: ndennità di buonuscita; - Pensione e riconoscimento dell invalidità civile; - Pensioni di guerra; - Pensioni e prestazioni per i lavoratori dello Spettacolo PLS; - Pensioni in convenzione internazionale, per coloro che hanno contributi versati all estero; - nfortuni sul lavoro e Malattie Professionali; - ssegni Familiari, indennità di disoccupazione; - Controlli, accertamenti e ricongiunzione delle posizioni assicurative; - Versamenti volontari - ccredito contributi figurativi; - Riscatti: laurea, lavoro estero, contributi prescritti. - Denuncia e recupero contributi - utte le prestazioni di malattia. ssistenza antitubercolare; - Regolarizzazione documenti assicurativi.

17 S CSL 15 Saperne di più on solo previdenza n questa rubrica pubblichiamo una serie di quesiti che possono riguardare la vostra situazione di lavoro o i vostri familiari. Per risposte più esaurienti potete rivolgervi alla sede del patronato Cisl più vicina a casa vostra Contratto a progetto: spettano gli assegni familiari? Lavoro con un contratto a progetto, sono iscritta alla gestione Separata nps e ho 4 figli (uno di 19 anni e gli altri minori). Posso ottenere gli assegni familiari? Dal 1 gennaio 1998, agli iscritti alla Gestione Separata dell nps è stata estesa la disciplina dell assegno per il nucleo familiare, prevista per i lavoratori dipendenti. La prestazione spetta in base alla composizione del nucleo ed al reddito dei componenti del medesimo. La informiamo, inoltre, che la Finanziaria per il 2007 ha previsto, con decorrenza dal 1 gennaio 2007, un aumento dei limiti di reddito e degli importi dell assegno relativamente ai nuclei comprendenti figli, nonché la possibilità di comprendere nel nucleo anche i figli ultradiciottenni (fino al 21 anno di età) se studenti o apprendisti, qualora nel nucleo siano presenti almeno 4 figli (tutti di età inferiore ai 26 anni). rtista in malattia Sono un lavoratore dello spettacolo, con contratto a tempo determinato. Mentre lavoravo, mi sono ammalato, e la malattia è proseguita oltre la scadenza del contratto da lavoro. Fino a quando mi spetta l indennità di malattia? n generale, per i lavoratori dello spettacolo con contratto a tempo determinato, l indennità di malattia (se viene accertato il diritto alla medesima) viene corrisposta anche dopo la cessazione dell attività lavorativa (cioè, anche se il lavoratore, in quel momento, è disoccupato). L indennità spetta, comunque, sempre nel limite delle giornate che sono state lavorate negli ultimi dodici mesi, per un massimo di 180 giornate. L importo dell indennità, per il lavoratore disoccupato, è pari al 40% della retribuzione media giornaliera (nel limite del massimale - 67,14 euro). Spetta la disoccupazione in caso di dimissioni? el 2006 avevo un contratto di lavoro a tempo indeterminato, ma dopo un paio di mesi ho dato le dimissioni. n seguito ho lavorato con un contratto a termine, da novembre del 2006 a febbraio del È vero che avrei potuto presentare domanda di disoccupazione con requisiti ridotti entro il marzo del 2007? l diritto all indennità di disoccupazione con requisiti ridotti non può essere riconosciuto nei confronti dei lavoratori che, nel corso dell anno solare di riferimento della prestazione, hanno avuto un unico, o più rapporti, di lavoro terminati con le dimissioni volontarie. Pertanto, anche presentando la relativa domanda entro il 31 marzo 2007, non avrebbe avuto diritto all indennità, essendosi concluso il rapporto di lavoro con le sue dimissioni. uttavia, poiché il secondo rapporto di lavoro (a tempo determinato) è cessato nel febbraio 2007, Lei potrà presentare la domanda di indennità di disoccupazione con requisiti ridotti entro il 31 marzo 2008 (le giornate indennizzabili saranno ricercate nell anno solare di riferimento, cioè nel periodo compreso tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre 2007). nvalidi e esenzione tasse nettezza urbana Sono un pensionato, invalido al 70%. Posso ottenere, in quanto tale, l esenzione dal pagamento della tassa per la nettezza urbana? Dipende: in effetti, tale possibilità è stata prevista dall art.67 del D.Lgs 507/93. n sostanza, i Comuni possono prevedere, con apposita disposizione del proprio Regolamento, speciali riduzioni, o esenzioni, dal pagamento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti urbani. ra i soggetti che i Comuni possono considerare, ai fini di tali riduzioni o esenzioni, vi sono anche gli invalidi, con determinato grado di invalidità. Quindi, la scelta di inserire, o meno, queste agevolazioni, e con quali modalità, è demandata a ciascun Comune. Le consigliamo quindi di verificare direttamente, presso il Comune S C S L

18 16 S CSL della località nella quale Lei risiede, se il Regolamento comunale prevede la riduzione o esenzione dal pagamento delle tasse sulla nettezza urbana per gli invalidi. Pensione privilegiata indiretta Mio zio, lavoratore dipendente, è deceduto recentemente, ed aveva soltanto 1 anno e 5 mesi di contributi versati all nps. Mi hanno detto che la vedova potrebbe aver diritto ad una pensione privilegiata, perché il decesso è avvenuto sul luogo di lavoro: vorrei sapere se questa informazione è corretta. La pensione privilegiata indiretta di inabilità spetta ai superstiti dei lavoratori che, alla data del decesso, non avevano maturato i requisiti contributivi e assicurativi per la pensione di vecchiaia, a condizione che: la morte risulti in rapporto causale diretto con il servizio, prestato dall assicurato, nel corso del rapporto di lavoro soggetto all obbligo assicurativo (a tal fine, è sufficiente che sia versato, o dovuto, almeno un contributo settimanale); dall evento non derivi il diritto a rendita a carico dell assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, ovvero a trattamenti a carattere continuativo di natura previdenziale, o assistenziale, a carico dello Stato o di altri nti pubblici. La misura della prestazione in oggetto è calcolata sulla base della pensione privilegiata diretta, il cui importo è determinato secondo le regole stabilite per la pensione di inabilità ordinaria. Proseguimento dell attività lavorativa dopo i 65 anni Sono un lavoratore dipendente del settore privato, compirò tra qualche mese i 65 anni di età, ma ho soltanto 30 anni di contributi: posso continuare a lavorare anche dopo i 65? l proseguimento dell attività lavorativa oltre il 65 anno di età, per i dipendenti privati, è consentito, previo assenso del datore di lavoro: quindi, prima del raggiungimento dei 65 anni, Lei dovrà chiedere al suo datore di lavoro di poter rimanere in servizio, al fine di incrementare la sua anzianità contributiva. Precisiamo che il datore di lavoro non è obbligato ad accogliere la sua richiesta. S C S L

19

20 C R

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM Il sistema previdenziale di categoria Fondi di Previdenza ENPAM Obbligatorietà dei Fondi I Fondi di Previdenza ENPAM sono tutti ad iscrizione obbligatoria ed automatica: 1) FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

Dettagli

Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati

Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati Pensione di vecchiaia Con almeno 57 anni, sia uomini che donne possono conseguire la pensione di vecchiaia. Si prescinde

Dettagli

IL SISTEMA PENSIONISTICO

IL SISTEMA PENSIONISTICO IL SISTEMA PENSIONISTICO LA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE : CONTRIBUZIONE, FONDO PENSIONE LAVORATORI DIPENDENTI IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO Il cardine della tutela previdenziale riguarda la soddisfazione

Dettagli

La normativa sui Patronati Legge n. 152/2001. Rimini, 21-23 gennaio 2009

La normativa sui Patronati Legge n. 152/2001. Rimini, 21-23 gennaio 2009 La normativa sui Patronati Legge n. 152/2001 Rimini, 21-23 gennaio 2009 A CHI SI RIVOLGE A TUTTI I CITTADINI GRATUITAMENTE ANCHE SE NON ADERENTI AL MCL FUNZIONI SVOLTE INFORMAZIONE ASSISTENZA TUTELA CON

Dettagli

MERCATODELLAVORO: COSACAMBIA? INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT. quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012

MERCATODELLAVORO: COSACAMBIA? INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT. quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012 TUTELA ottavo 10-2012:Layout 1 18-10-2012 14:44 Pagina 3 quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012 Tutela IISN 0010-6348 Sped. in abb. postale 45% Roma - art. 2 comma 20 b legge 662/96

Dettagli

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI Che cos è È una prestazione a sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che vengono a trovarsi senza lavoro, quindi senza retribuzione,

Dettagli

NURSIND SEGRETERIA DI LECCO. Prestazioni Previdenziali INPS

NURSIND SEGRETERIA DI LECCO. Prestazioni Previdenziali INPS MARZO 2014 CONVENZIONE CON ANMIL La sezione di Lecco ha sede in: Indirizzo: C.So Martiri Liberazione, 86 Cap: 23900 Tel. 0341-1842580 Fax : 0341-1842583 E-Mail: lecco@anmil.it Le sedi dei Patronati e CAF

Dettagli

Circolare N.86 del 8 Giugno 2011. Contributi volontari 2011. La prima scadenza è al 30 giugno

Circolare N.86 del 8 Giugno 2011. Contributi volontari 2011. La prima scadenza è al 30 giugno Circolare N.86 del 8 Giugno 2011 Contributi volontari 2011. La prima scadenza è al 30 giugno Contributi volontari 2011: la prima scadenza è al 30 giugno Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarle

Dettagli

STUDIO DELL'ERA Consulenti del Lavoro Associati Via Bezzecca, 20 23900 Lecco (LC) Tel. 0341/363512/3 Fax 0341/282167 E-mail: info@studiodellera.

STUDIO DELL'ERA Consulenti del Lavoro Associati Via Bezzecca, 20 23900 Lecco (LC) Tel. 0341/363512/3 Fax 0341/282167 E-mail: info@studiodellera. STUDIO DELL'ERA Consulenti del Lavoro Associati Via Bezzecca, 20 23900 Lecco (LC) Tel. 0341/363512/3 Fax 0341/282167 E-mail: info@studiodellera.it CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2013 Lecco, 18/12/2013

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

DOMANDA DI PENSIONE SUPERSTITI PRIVILEGIATA PER SUPERSTITI SUPPLEMENTARE PER SUPERSTITI INDENNITA PER MORTE

DOMANDA DI PENSIONE SUPERSTITI PRIVILEGIATA PER SUPERSTITI SUPPLEMENTARE PER SUPERSTITI INDENNITA PER MORTE DOMANDA DI PENE SUPERSTITI PRIVILEGIATA PER SUPERSTITI SUPPLEMENTARE PER SUPERSTITI INDENNITA PER MORTE PREF MATRICOLA PRATICA DATA DOMANDA DOCUMENTAZIONE N. PROTOCOLLO 1. Libretto personale ENPALS dell

Dettagli

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE LE FINALITÀ DI PREVIDENZA OBBLIGATORIA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Collegio Provinciale IPASVI di Gorizia L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA ISTITUITA IL 24/3/1998

Dettagli

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 BENVENUTI AL PATRONATO INCA QUI SI SVOLGONO SOLO PRATICHE E ATTIVITA DI

Dettagli

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei Circolare INPS del 25 agosto 1995 n. 234 Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensio- nistico obbligatorio e complementare. Pensioni ai superstiti e trattamenti di invalidità. Nuovi limiti

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Questo documento vuole essere un ausilio a tutti i lavoratori si trovassero nella necessità di denunciare un infortunio, una malattia professionale, un danno

Dettagli

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc..

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. A cura di Simonetta Zini Servizio Previdenza Che cos è? L assicurazione obbligatoria è la forma con

Dettagli

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA La legge di riforma del lavoro (la n. 92 del 28 giugno 2012 - riforma Fornero) ha introdotto a partire dal 1.1.2013 il nuovo sussidio di disoccupazione

Dettagli

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo.

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. A) La prestazioni per invalidità nel regime generale obbligatorio La legge

Dettagli

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego 11. ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO di Barbara Buzzi Dal 1 gennaio 2013 è istituita una nuova prestazione di sostegno al reddito (Assicurazione Sociale per l Impiego ASpI) che sostituisce le attuali

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012

PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012 PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012 PENSIONI 2013 PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO PER LA PEREQUAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI 2012 E 2013 La perequazione automatica - o rivalutazione

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria www.logicaprevidenziale.it A Adeguamento della pensione: Rivalutazione annuale delle pensioni in essere in base all aumento del costo della

Dettagli

ASpI e Mini ASpI cooperative: contributi in allineamento fino al 2017

ASpI e Mini ASpI cooperative: contributi in allineamento fino al 2017 ASpI e Mini ASpI cooperative: contributi in allineamento fino al 2017 Per gli anni 2014 2017 confermato il percorso di allineamento graduale dell aliquota contributiva ordinaria ASpI e Mini ASpI dovuta

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico

Dettagli

ATA, UN LAVORO IMPORTANTE. Corso di formazione Le pensioni: il ruolo della segreteria. Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia

ATA, UN LAVORO IMPORTANTE. Corso di formazione Le pensioni: il ruolo della segreteria. Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia ATA, UN LAVORO IMPORTANTE Lavori e professionalità per la scuola dell autonomia. Gestire le risorse, conoscere la normativa, partecipare ai progetti Corso

Dettagli

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2009

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2009 21 giugno 2011 Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2009 Nel 2009 l importo complessivo annuo delle prestazioni pensionistiche previdenziali e assistenziali erogate in Italia è stato

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI -

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007 Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Cari Amici, come a tutti voi noto, presso la nostra sede nazionale

Dettagli

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni.

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma SINTESI DEGLI INTERVENTI DI RIFORMA ADOTTATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL INPGI NELLA SEDUTA

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap)

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) ENPAM La pensione di inabilità assoluta e permanente è una prestazione economica che viene erogata da ENPAM ai medici e odontoiatri

Dettagli

Provincia di Cagliari Provincia de Casteddu. SETTORE LAVORO Servizio Mobilità e vertenze collettive L Istituto della mobilità

Provincia di Cagliari Provincia de Casteddu. SETTORE LAVORO Servizio Mobilità e vertenze collettive L Istituto della mobilità Provincia di Cagliari Provincia de Casteddu SETTORE LAVORO Servizio Mobilità e vertenze collettive L Istituto della mobilità 1 Per informazioni SETTORE LAVORO Servizio Mobilità Via Giudice Guglielmo 09131

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) tra la: Esempio SA (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (nome, indirizzo) 1. Campo d applicazione La presente è una convenzione quadro volta a regolare un numero

Dettagli

Ci sono cose che è meglio tenere lontano...

Ci sono cose che è meglio tenere lontano... INSERTO SPECIALE A CURA DI ASSIDIR Ci sono cose che è meglio tenere lontano... ma parlarne può essere utile! I INSERTO SPECIALE Caro collega, ognuno di noi, più o meno inconsciamente, tende ad allontanare

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Tavolo. Crescita ed equità

Tavolo. Crescita ed equità Tavolo Crescita ed equità Roma 19 giugno 2007 Le Organizzazioni dell artigianato e del commercio, preso atto delle linee di intervento indicate nella relazione del Ministro del Lavoro e della Previdenza

Dettagli

n. 7/8 - luglio/agosto 2010

n. 7/8 - luglio/agosto 2010 n. 7/8 - luglio/agosto 2010 A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Argomenti Pensione di reversibilità: requisiti

Dettagli

ENPAPI ENPAPI. Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della professione infermieristica

ENPAPI ENPAPI. Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della professione infermieristica Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della professione infermieristica FINALITA ASSICURA LA COPERTURA PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA IN FAVORE DEGLI ISCRITTI, DEI LORO FAMILIARI E SUPERSTITI ATTRAVERSO

Dettagli

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità 1 GUIDA AI CONGEDI PER LA CONCILIAZIONE Questo testo riscritto dal Comitato Unico di garanzia della Provincia di Varese raccoglie le principali informazioni utili per orientarsi nell ambito dei congedi

Dettagli

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Conferenza stampa Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Daniele Di Nunzio (IRES-CGIL) Presentazione n. 06/2011 Roma, 27 aprile 2011 I gruppi professionali Questionario on-line: per

Dettagli

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.ssa Elisabetta. Consulenti del Lavoro DESTINATARI

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.ssa Elisabetta. Consulenti del Lavoro DESTINATARI Studio Nicco Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.ssa Elisabetta Consulenti del Lavoro Carcare, 26.05.2015 A tutti i Clienti Loro sedi Oggetto: NASpI Circolare Inps 94/2015 Il 1 maggio

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

Prof. Luigi Trojano. Esci

Prof. Luigi Trojano. Esci 1 LE FORME DI RETRIBUZIONE GLI ELEMENTI DELLA RETRIBUZIONE IL SISTEMA DELLE ASSICURAZIONI SOCIALI GESTIONI INPS MOBILITA CONTRIBUTI INPS E RILEVAZIONE ASSEGNI FAMILIARI RAPPORTI CON L INAILL INAIL: CONGUAGLIO

Dettagli

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella Corso: 2^ Operatore dei servizi all impresa Materia: Tecnica ed Economia Aziendale LA BUSTA PAGA ANNO FORMATIVO 2012/2013 La busta

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E ISL UNIPOL Sommario 02 Convenzione Nazionale fra CISL e Compagnia Assicuratrice Unipol 09 Allegato 1 Prodotti e Condizioni per gli iscritti 09 Linea rischi auto

Dettagli

Comunicato del 23.02.2015 JOBS ACT: il decreto per NASPI e ASDI

Comunicato del 23.02.2015 JOBS ACT: il decreto per NASPI e ASDI FEDERAZIONE ITALIANA TRASPORTI DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI Comunicato del 23.02.2015 JOBS ACT: il decreto per NASPI e ASDI Come noto il Consiglio dei Ministri ha approvato i primi due decreti attuativi

Dettagli

Cattolica & solidarietà - Una mano a chi ci sta a cuore -

Cattolica & solidarietà - Una mano a chi ci sta a cuore - Cattolica & solidarietà - Una mano a chi ci sta a cuore - Assemblea Nazionale Anffas Onlus 23 Maggio 2015 Direzione Vita e Previdenza - Sviluppo Offerta Vita e Previdenza 1 SOCIETÁ CATTOLICA DI ASSICURAZIONI

Dettagli

L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA

L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) è il nuovo trattamento di disoccupazione destinato a tutti i lavoratori subordinati che

Dettagli

Glossario Prestazioni previdenziali e assistenziali

Glossario Prestazioni previdenziali e assistenziali La previdenza e l assistenza economica Glossario Prestazioni previdenziali e assistenziali Aliquote contributive aliquota di finanziamento: la quota della retribuzione lorda che viene versata sotto forma

Dettagli

Raggiunto l Accordo di Armonizzazione in Banca di Trento e Bolzano

Raggiunto l Accordo di Armonizzazione in Banca di Trento e Bolzano Pagina 1 di 7 Raggiunto l Accordo di Armonizzazione in Banca di Trento e Bolzano Dopo la sottoscrizione in ambito di IntesaSanpaolo degli Accordi di indirizzo volti ad armonizzare i trattamenti contrattuali

Dettagli

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI RESIDENTI ALL ESTERO: Chi utilizza per la pensione periodi di lavoro all estero ha diritto al trattamento minimo se ha i seguenti requisiti:

Dettagli

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA PROTOCOLLO 23 LUGLIO 2007 GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE PRESENTAZIONE Il protocollo concordato tra Governo e Parti Sociali il 23 luglio 2007 è stato approvato con alcune modifiche

Dettagli

SCHEDA TECNICA IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NEL PUBBLICO IMPIEGO - TFR

SCHEDA TECNICA IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NEL PUBBLICO IMPIEGO - TFR SCHEDA TECNICA IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NEL PUBBLICO IMPIEGO - TFR COSA È Il trattamento di fine rapporto (Tfr) è una somma che viene corrisposta al lavoratore dipendente al termine del rapporto

Dettagli

RIVOLGITI A NOI CON FIDUCIA PER TUTTE LE PRATICHE

RIVOLGITI A NOI CON FIDUCIA PER TUTTE LE PRATICHE Il SERVIZIO FISCALE facile e conveniente per tutti RIVOLGITI A NOI CON FIDUCIA PER TUTTE LE PRATICHE COLF E BADANTI Predisposizione contratto di lavoro Pratiche di assunzioni con comunicazione agli enti

Dettagli

ADEMPIMENTI. Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti

ADEMPIMENTI. Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti CIRCOLARE MENSILE GIUGNO 2012 LAVORO - NOVITA DEL MESE NEWS DI GIUGNO ADEMPIMENTI Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con nota n.8367 del 2 maggio,

Dettagli

JOBS ACT. Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione

JOBS ACT. Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione JOBS ACT Riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati Roma 16 marzo 2015 Servizio Politiche del Lavoro

Dettagli

Licenziamenti art.18. RIFORMA FORNERO: 3 i punti essenziali

Licenziamenti art.18. RIFORMA FORNERO: 3 i punti essenziali RIFORMA FORNERO: 3 i punti essenziali Licenziamenti art.18 Nel nostro ordinamento il l i c e n z i a m e n t o è disciplinato da norme codicistiche e da disposizioni di legge. L art. 2118 del codice Civile

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE VISTO l articolo 3 della legge 28 giugno 2012, n. 92, volto ad assicurare, ai lavoratori dei settori non coperti dalla normativa in materia d integrazione salariale, una tutela in costanza di rapporto

Dettagli

Mini guida: job act. 1. Assunzioni e licenziamenti. 2. Reintegro o risarcimento

Mini guida: job act. 1. Assunzioni e licenziamenti. 2. Reintegro o risarcimento Mini guida: job act Contratti, licenziamenti, flessibilità, conciliazione, ammortizzatori sociali, controlli: sono i punti chiave della nuova legislazione del lavoro italiana su cui è intervenuto il Jobs

Dettagli

CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI.

CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI. CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI. Con la Circolare 94/2015, pubblicata lo scorso 12 Maggio 2015, l INPS, dopo una lunga attesa ha reso note le istruzioni definitive per la presentazione

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi

Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 10/2011 Oggetto: Modello 730 Gentile Cliente, con l intento di agevolarla nella preparazione del materiale necessario per la compilazione della dichiarazione dei

Dettagli

su misura Inchiesta Per dimezzare il costo delle telefonate al cellulare analizzate le vostre abitudini e scegliete bene. la NOSTRA INCHIESTA

su misura Inchiesta Per dimezzare il costo delle telefonate al cellulare analizzate le vostre abitudini e scegliete bene. la NOSTRA INCHIESTA Inchiesta Tariffe su misura Per dimezzare il costo delle telefonate al cellulare analizzate le vostre abitudini e scegliete bene. isparmiare oltre 200 euro all anno sulle chiamate effettuate e sugli sms

Dettagli

COMUNICATO. Nella tarda serata del 18 giugno si è conclusa la trattativa raggiungendo una intesa sull ipotesi di rinnovo.

COMUNICATO. Nella tarda serata del 18 giugno si è conclusa la trattativa raggiungendo una intesa sull ipotesi di rinnovo. COMUNICATO Il giorno 17 giugno è ripresa la trattativa per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale del Gruppo Allianz ed è proseguita il giorno successivo con l intento di giungere ad una fase finale.

Dettagli

Conoscere. Previmoda. Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto.

Conoscere. Previmoda. Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto. Conoscere Previmoda Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto. Aderisci a Previmoda Aderire è semplice: compila il modulo di adesione e consegnalo all ufficio del personale dell

Dettagli

UFFICIO SINDACALE SERVIZIO LIBRI PAGA NOTIZIE FLASH CONGUAGLIO DI FINE ANNO LAVORATORI CON PIÚ RAPPORTI DI LAVORO

UFFICIO SINDACALE SERVIZIO LIBRI PAGA NOTIZIE FLASH CONGUAGLIO DI FINE ANNO LAVORATORI CON PIÚ RAPPORTI DI LAVORO I precedenti numeri del Notiziario Paghe sono scaricabili dal sito www.acaweb.it/archivio_notiziari.asp Piazza San Paolo 3 ALBA Tel. 0173/226611 fax 0173/362139 http://www.acaweb.it E-mail: ascom.alba@acaweb.it

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Assicurazione perdita di guadagno malattia

Assicurazione perdita di guadagno malattia Hotelactual / News 2008 10.2007 Assicurazione per la vecchiaia e i superstiti I tassi praticati per AVS/AI/IPG (lavoratori dipendenti e indipendenti) non subiranno variazioni. Nuovo numero di sicurezza

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

HOC2. Quale tipo di pensione attualmente percepisce?

HOC2. Quale tipo di pensione attualmente percepisce? PER IL PROGRAMMA: (FILTRO PER LA SEZIONE HOC) Se ANNO RIFERIMENTO=2006 e TRIMESTRE RIFERIMENTO=2, cioè è il secondo trimestre 2006 porre Sezione Hoc; altrimenti passare a Sezione I SEZIONE HOC_2006 Conclusione

Dettagli

Requisiti Ammontare del contributo

Requisiti Ammontare del contributo 1 Requisiti Rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti) in qualità di Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta ed addetti ai servizi di continuità assistenziale

Dettagli

Vademecum sulle pensioni

Vademecum sulle pensioni Vademecum sulle pensioni Dalla riforma Amato a quella Berlusconi A cura dei Cobas Comitati di base della scuola Sede Nazionale: V.le Manzoni 55, 00185 Roma tel.: 0670452452; fax: 0677206060. e-mail: mail@cobas-scuola.org

Dettagli

TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI

TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI 5 dicembre 2014 Anno 2013 TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI Nel 2013 la spesa complessiva per prestazioni pensionistiche, pari a 272.746 1 milioni di euro, è aumentata dello 0,7 rispetto all anno

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD)

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD) PREMESSA Il presente regolamento del Servizio di Assistenza Domiciliare fa riferimento alle disposizioni della legislazione nazionale, regionale

Dettagli

Il successo degli Sms nella comunicazione ai clienti

Il successo degli Sms nella comunicazione ai clienti gennaio 2012 COVER STORY Il successo degli Sms nella comunicazione ai clienti La messaggistica si afferma come lo strumento più semplice ed efficace per la promozione di prodotti e servizi. Intervista

Dettagli

Consulenza previdenziale e patronato. Nuovi strumenti operativi per il Consulente del Lavoro

Consulenza previdenziale e patronato. Nuovi strumenti operativi per il Consulente del Lavoro Consulenza previdenziale e patronato Nuovi strumenti operativi per il Consulente del Lavoro Le funzioni del Patronato e il rapporto con l INPS Come sappiamo il patronato agisce come trait d union tra il

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi

Le Circolari della Fondazione Studi ANNO 2015 CIRCOLARE NU MERO 18 Le Circolari della Fondazione Studi n. 18 del 30/07/2015 IL TESTO ORGANICO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI: NOVITA IN TEMA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE

Dettagli

Relazione a cura di Paolo Zani Aprile 2010

Relazione a cura di Paolo Zani Aprile 2010 Relazione a cura di Paolo Zani Aprile 2010 Ogni diritto non conosciuto è un diritto negato Premessa fondamentale L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro e.. sulle domande!!!!! Perché

Dettagli

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori:

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Gli ammortizzatori sociali in pillole Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Assegno per il nucleo familiare A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze USR Emilia Romagna)

Dettagli

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti:

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti: Totalizzazione dei contributi È stata prevista da recenti disposizioni legislative per consentire l acquisizione del diritto ad un unica pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti a quei lavoratori

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184.

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria

Dettagli

Le Politiche Pensionistiche. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-2012

Le Politiche Pensionistiche. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-2012 Le Politiche Pensionistiche Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-2012 In generale la pensione è una prestazione pecuniaria vitalizia

Dettagli

DIRITTI SOCIALI IN CARCERE

DIRITTI SOCIALI IN CARCERE DIRITTI SOCIALI IN CARCERE Guida pratica per l accesso alle misure a sostegno del reddito A cura dei volontari dell associazione l altro diritto Realizzata nell ambito del progetto diritti in azione, rete

Dettagli

Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA

Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA Premessa L attuale sistema di ammortizzatori sociali è caratterizzato da una estrema disomogeneità delle tutele tra settori, classe di ampiezza dell impresa

Dettagli

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Numero 62 Settembre 2013 TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Torna, con molte novità e senza oneri per lo Stato, il cosiddetto prepensionamento ovvero quella forma di ammortizzatore sociale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET)

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) Il Fondo di previdenza per il personale addetto ai pubblici servizi di trasporto è sostitutivo dell' Assicurazione generale obbligatoria (AGO). A questo

Dettagli

Pensioni e pensionati nell area metropolitana bolognese. (Dati al 2012)

Pensioni e pensionati nell area metropolitana bolognese. (Dati al 2012) Pensioni e pensionati nell area metropolitana bolognese (Dati al 2012) Febbraio 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura

Dettagli

HR News. In questo numero: Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n.

HR News. In questo numero: Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n. Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n. 3-1 Aprile 2015 In questo numero: Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti Nuova prestazione

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR A cura di Maria Rosa Gheido 1 LEGGE DELEGA n. 243/2004 (luglio 2004) AVVISO COMUNE DELLE PARTI SOCIALI (febbraio e luglio 2005) DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

CIRCOLARE n. 3/2013 Roma, 10 gennaio 2012 Prot. n. 55 AS/bf

CIRCOLARE n. 3/2013 Roma, 10 gennaio 2012 Prot. n. 55 AS/bf CIRCOLARE n. 3/2013 Roma, 10 gennaio 2012 Prot. n. 55 AS/bf ALLE ASSOCIAZIONI E SINDACATI PUBBLICI ESERCIZI ADERENTI ALLA CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL COMMERCIO TURISMO E SERVIZI E p.c.: AI SIGG.

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

SEMINARIO. Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012

SEMINARIO. Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012 SEMINARIO I LAVORATORI ATIPICI NELLE PROFESSIONI Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012 Dr. Gianbattista Guzzetti (Unione Confcommercio Imprese per l Italia-Milano-Lodi-Monza

Dettagli

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI ASpI 1) COS E? 2) A CHI SI APPLICA? 3) QUANDO SI PUO RICHIEDERE? 4) QUAL È LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO PER IL CALCOLO DELL

Dettagli