L Ufficio Collaborativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Ufficio Collaborativo"

Transcript

1 Il convegno di Officelayout Rivista L Ufficio Collaborativo Successo di pubblico alla giornata convegnistica che ha visto le aziende dell Information Technology e del Progetto Ufficio confrontarsi sui trend in atto nella realizzazione dell ambiente di lavoro sempre più luogo fisico e al tempo stesso virtuale a cura della redazione 1 Il passaggio da un economia industriale a un economia di rete, di servizi e relazioni sta portando un profondo ripensamento e una riorganizzazione dei cardini sui quali si è basata per anni la progettazione e realizzazione dello spazio di lavoro. Motore del cambiamento l evoluzione delle tecnologie di comunicazione che abilitano nuove modalità lavorative basate sulla mobilità, sulla virtualizzazione e sulla disponibilità di grandi basi di informazioni. Cambia anche lo spazio di lavoro, si afferma il concetto di ufficio collaborativo, un luogo in cui gli strumenti per lavorare sono supportati da spazi destrutturati per comunicare, condividere, operare. A questa nuova frontiera la rivista Officelayout ha dedicato a fine giugno il convegno L Ufficio Collaborativo che ha messo a confronto le competenze di aziende produttrici del settore ufficio e del mondo dell InformationTechnology e le esperienze di responsabili di organizzazione aziendale, facility manager e architetti. Gli interventi dei diversi relatori hanno delineato i contorni apparentemente futuribili, ma in realtà attualissimi, dell Ufficio Collaborativo: un ambiente dove le persone possono incontrarsi pur essendo in posti diversi grazie a connessioni virtuali sempre più reali; dove la tecnologia biometrica configura le meeting room settando gli apparati audio/video e l illuminazione in funzione di chi utilizza gli ambienti; dove collegamenti wireless, display interattivi e sistemi digital signage rendono veloce e interattiva la comunicazione; dove i sistemi di building automation integrano impianti di illuminazione e di climatizzazione, assicurando comfort alle persone, flessibilità di gestione e contenimento dei consumi. È stato evidenziato anche il ruolo dell architettura a cui è affidato il compito di progettare tutte le connessioni al fine di ottenere spazi di lavoro specializzati e condivisi per aiutare il lavoro in team, qualità ambientale determinata da una corretta acustica e postazioni di lavoro che garantiscono il benessere delle persone. Favorire un percorso progettuale rispondente al progresso tecnologico è infatti una buona base di partenza, ma non si può sottovalutare la fisiologia umana, altrimenti si riducono enormemente i benefici che la tecnologia è in grado di offrire. Aspetto emerso anche nella tavola rotonda focalizzata sulle strategie di facility management a supporto di nuove modalità lavorative che ha evidenziato come, nell era ipertecnologica, l organizzazione e la gestione degli spazi non può essere un imposizione, ma deve avere origine dall ascolto delle esigenze delle persone. 24 Officelayout 154 luglio-settembre 2013

2 Rivista L UFFICIO TRA TECNOLOGIA ED EFFICIENZA Le nuove tecnologie stanno condizionando il modo in cui le persone lavorano, oltre che la quantità e la qualità dello spazio di lavoro. L attenzione si sposta dalla postazione lavoro al luogo più adatto per svolgere un determinato lavoro introducendo un concetto di spazio a misura di attività riconfigurabile e flessibile. In quest ottica come evolve la domanda di spazi uffici? Cosa cerca un azienda nella scelta di una nuova location e come va delineandosi l ufficio del futuro? A queste domande ha risposto Lorena Gianlorenzi, Head of Project&Development Services Italia di Jones Lang LaSalle, presentando i risultati delle ricerche Workplace Strategy e Offices 2020 finalizzate all analisi del futuro degli uffici dal punto di vista immobiliare e del loro utilizzo: Il mercato immobiliare ha evidenziato negli anni esigenze diverse, ma accumunate da un unico fine. Gli utilizzatori cercano di sfruttare al massimo i propri spazi, mentre investitori e sviluppatori sono alla ricerca di soluzioni a prova di futuro. A differenza del passato, la domanda non si limita a valutare unicamente costi di affitto e superfici, ma vengono presi in considerazione il livello qualitativo e prestazionale degli immobili, l efficienza dello spazio, la 1 - Da destra: Paola Cecco di Officelayout Lorena Gianlorenzi di Jones Lang LaSalle, Luciano Zoccoli di Ayno Videoconferenze, Fabio Sambrotta di Polycom Ivan Mangialenti di Schneider Electric, Luca Cogliati di Panasonic 2 3 sentendo di condividere le informazioni in modo indipendente dalla propria localizzazione. Fabio Sambrotta, systems engineer di Polycom, leader mondiale nel settore delle comunicazioni basate su standard aperti per la collaborazione audio e video, ha illustrato le diverse forme di collaoration evidenziando come la tecnologia può migliorare la funzionalità degli spazi con influenze dirette sul modo di lavorare e di prendere le decisioni: Gli scenari della collaborazione spaziano dalla comunicazione one to one come ad esempio un colloquio di lavoro in fase di recruiting, a quella one to many rivolta a un pubblico numeroso, sino alla comunicazione many to many in cui vi è una vera e propria condivisione delle idee tra gruppi di lavoro o strutture create ad hoc. Ogni scenario ha una tecnologia abilitante. L audioconferenza, la videoconferenza, la telepresence, gli strumenti di collaborazione remota, l utilizzo del cloud per una collaborazione as a service sono strumenti che in un ufficio moderno creano una trasformazione e ottimizzazione dei processi. Non solo, rispondono alle esigenze delle nuove generazioni che, abituate a comunicare con smartphone, tablet e social network, si aspettano di trovare questi strumenti sul luogo di lavoro. È però necessario che l implementazione delle tecnologie venga supportata da meeting policy finaflessibilità sia contrattuale che dimensionale, la sostenibilità dell edificio e la qualità dell ambiente di lavoro che diventano strumento di vendita dei valori aziendali. La transizione da ufficio tradizionale allo smart office il cui concetto è il risultato dell evoluzione dello sviluppo tecnologico e della produttività lavorativa raggiunta grazie ad esso, è un processo irreversibile che influenza il prodotto immobiliare ha precisato Lorena Gianlorenzi. Sempre più gli sviluppi degli spazi ufficio immessi sul mercato vengono costruiti a tavolino partendo dalle esigenze dei futuri utilizzatori, o dall ottimizzazione delle stesse. Il prodotto diventa su misura. La forma degli spazi si adegua alla domanda, le planimetrie libere da pilastri si plasmano sulla dimensione delle aree di lavoro scrivania, ufficio chiuso, sala riunione, phone boot per giungere a massimizzare l efficienza di piano. GLI SVILUPPI DELLA VIDEO COLLABORAZIONE IMPONGONO LA SVOLTA Grazie alle tecnologie di video comunicazione il concetto tradizionale di ufficio travalica i confini fisici dello spazio di lavoro conlizzate a ottimizzare i processi di comunicazione aziendale, di supporto al cliente, di formazione, recruiting, ecc. I sistemi di videoconferenza e telepresence per funzionare al meglio devono essere supportati da ambienti dedicati e specificatamente progettati ha sottolineato Luciano Zoccoli, managing director di Ayno Videoconferenze, società che commercializza tecnologie di videoconferenza e offre servizi di allestimento sale, assistenza e formazione. La tecnologia per la comunicazione video ha raggiunto la piena maturità. Il crescente numero dei dispositivi di videoconferenza installati, il deciso miglioramento della qualità dei sistemi e la maggiore disponibilità di network fa immaginare un futuro prossimo in cui il modo di lavorare sarà realmente diverso. Spesso però architetture di sala non all altezza della situazione si trasformano in vere e proprie barriere all utilizzo dei sistemi di videoconferenza. Sale conferenza difficilmente fruibili, caratterizzate da illuminazione e acustica scadente o non correttamente dimensionate, offrono un esperienza utente modesta e finiscono per essere poco utilizzate. La progettazione assume quindi un ruolo fondamentale. Non esiste un unica soluzione, ogni sala deve essere concepita in funzione del tipo di utilizzo previsto e della tecnologia adottata. 2 - Da destra: Bruno Piccoli medico del lavoro e professore presso l Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Luciano Guglielmini di Humanscale 3 - Alla tavola rotonda Strategie di facility management a supporto di un nuovo modo di lavorare hanno partecipato i facility manager (da sinistra) Marta Bonato di Google Italia, Pietro Fiorani di Coca ColaHBC e Luca Strada di Sky Italia, l architetto Lorena Gianlorenzi di Jones Lang LaSalle e l architetto Dante O. Benini Officelayout 154 luglio-settembre

3 Il convegno di Officelayout L UfficioCollaborativo Gabriele Camarda, Durante Luciano Zoccoli, Ayno Videoconferenze Rivista Fondamentale è anche la semplicità d uso dei dispositivi che rende l esperienza della videoconferenza più intuitiva ed efficace. Secondo Gabriele Camarda, technology engineer di Durante, società operante nelle tecnologie di telecomunicazioni integrate con applicazioni di Information Technology, le tecnologie futuribili, già applicate a soluzioni reali e funzionanti aprono la strada a un nuovo modo di fruire gli ambienti di riunione multimediali. Con i sistemi di riconoscimento biometrico si semplificano le procedure di sicurezza, perché una telecamera riconosce i tratti somatici e autorizza a entrare nella sala settando luce, clima e dispositivi in base alle preferenze dell utente. L integrazione dei diversi devices consente nuove modalità di interazione mentre la realtà aumentata permette di estendere il punto di vista dell utente, di visualizzare immagini tridimensionali inquadrando con il proprio tablet o smartphone immagini bidimensionali. Infine, con la telepresenza e la videoconferenza olografica si ottiene maggiore naturalezza nella comunicazione perché si ha la sensazione di parlare e collaborare con persone che sembrano realmente presenti. Altri ambiti nei quali inserire video collaborazione sono le aree relax o punti nevralgici dell azienda dove le soluzioni virtual window offrono una finestra virtuale sempre attiva. Nella video comunicazione altrettanto importante è la proiezione e la visualizzazione dei dati. Display interattivi, collegamenti wireless e nuovi standard di collegamento audio/video facilitano l installazione e le comunicazioni fra gli apparati multimediali. Luca Cogliati, sales manager Divisione Visual Communication di Panasonic, ha fornito un quadro di tutte le possibili applicazioni in ambito office: I display video cambiano radicalmente le loro funzionalità trasformandosi in lavagne interattive che, come un tablet, permettono di prendere appunti, disegnare sullo schermo e condividere informazioni. Si parla di interattività anche per i proiettori di nuova generazione basati su tecnologia infrarossi ad alta precisione, che permettono di proiettare immagini da distanze ravvicinate e di stare in prossimità dello schermo senza generare ombre o essere abbagliati dalla luce. Importanti novità anche dal punto di vista dei cablaggi, sempre più complessi in un mondo di apparati che si integrano gli uni con gli altri per la massima sincronizzazione. Per semplificare le fasi di installazione sono stati sviluppati standard che trasferiscono segnali audio/video e di controllo su un unico cavo di rete che garantisce la compatibilità tra apparati di produttori diversi. L evoluzione dei collegamenti wireless consente di visualizzare le immagini direttamente da pc o device personali su unico schermo e di interagire con le funzioni di lavagna elettronica. Alla base di ogni soluzione è però fondamentale una partnership tra chi progetta e chi fornisce l hardware per i vantaggi che si possono ottenere dal punto di vista economico e in termini pratici nell utilizzo degli ambienti. L intervento di Alessandro Albrizio, responsabile prodotto Digital Signage di Underline, ha spostato l attenzione sulle potenzialità dei sistemi digital signage all interno dell ufficio collaborativo. Underline infatti, ha sviluppato il sistema integrato IBVIEW per la gestione di segnaletica di percorso, gestione sale meeting e comunicazione interna. Nella progettazione di uffici e spazi condivisi ii digital signage risulta essere lo strumento più efficace e immediato per guidare le persone all interno degli spazi, gestire e organizzare sale meeting e spazi comuni e per supportare la comunicazione interna. Isole informative e totem riassuntivi con display touchscreen per una comunicazione bidirezionale indirizzano le persone all interno degli spazi architettonici, display murali posizionati come fuoriporta e collegati alla rete 26 Officelayout 154 luglio-settembre 2013

4 Rivista ethernet semplificano la prenotazione e gestione delle sale meeting, mentre video dislocati lungo le aree di maggiore passaggio agevolano la condivisione di files multimediali permettendo di scandire temporalmente il palinsesto lungo la giornata lavorativa. Innovazioni che connotano gli uffici di ultima generazione aumentandone notevolmente l efficienza e l organizzazione. Lo scenario delle tecnologie e delle soluzioni presentate dai relatori, hanno trovato visibilità nell area espositiva dove erano presenti anche i chioschi multimediali e la gamma di monitor a scomparsa da integrare negli arredi proposti dalla spagnola Arthur Holm e la VideoReception sviluppata da Phonetica che collegandosi a un centro servizi trasforma l accoglienza da servizio fisico a servizio remotizzato. L EFFICIENZA ENERGETICA E IL COMFORT ABITATIVO NEGLI UFFICI Anche la migliore tecnologia non dà il meglio di sé se non è supportata da un ambiente ottimale. Quale tecnologia utilizzare per illuminare gli spazi di lavoro e garantire il comfort, salvaguardando la flessibilità nella revisione dei layout e la necessaria riduzione dei consumi? L intervento di Ivan Mangialenti, Building Business Development Manager di Schneider Electric, ha dato una risposta illustrando le soluzioni integrate Schneider Electric/iGuzzini, frutto della partnership tra le due società, già implementate in una serie di progetti. In Europa una gran parte dell energia elettrica è consumata dagli immobili, un potenziale campo di applicazione delle soluzioni di efficienza energetica. La chiave di volta è l automazione impiantistica che consente di conseguire gli obiettivi di efficienza energetica incrementando il comfort abitativo negli uffici. Dal punto di vista della progettazione significa integrare elementi passivi e attivi dell edificio in modo che sistemi di climatizzazione, di illuminazione e gli oscuranti vengano gestiti in modo automatico garantendo le migliori condizioni per lavorare. Con la tecnologia Led ha precisato Mangialenti l impianto di illuminazione diventa parte del sistema informativo dell azienda, cambiando drasticamente le modalità di fruizione da parte dell utente. Gli interruttori non condizionano più il progetto degli spazi in quanto qualunque sistema collegato alla rete aziendale può diventare un elemento di comando e controllo della luce; gli stessi telefoni possono essere utilizzati per accendere, spegnere o regolare l illuminazione. In fase di gestione si ottengono importanti vantaggi, in quanto i manager delle facilities dispongono in tempo reale di tutte le informazioni relative al funzionamento e ai consumi degli impianti. I RIFLESSI SULLA FISIOLOGIA DELLE PERSONE Se per molti aspetti la tecnologia semplifica la vita, per altri può complicarla. Bruno Piccoli, medico del lavoro e professore presso l Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ha illustrato le ripercussioni dell uso delle tecnologie sulla fisiologia umana introducendo la sua relazione con una interessante analisi svolta da Istat sulla popolazione lavorativa italiana che utilizza il videoterminale: il lavoro al computer non è sempre uguale, dipende dall attività svolta, sia in termini di capacità che di efficienza. Non ci sono due persone uguali, pertanto bisogna tenere conto di questa variabilità. Oggi più che mai risulta determinante una maggiore consa- Dante O. Benini e Silvio Petronella, dello studio Dante O. Benini & Partners Architects Officelayout 154 luglio-settembre

5 Il convegno di Officelayout L UfficioCollaborativo Rivista pevolezza per chi acquista, così come una più ampia visione per chi progetta. Postura assisa protratta, uso intensivo della tastiera e dei sistemi di puntamento, oggetti e immagini posti a una distanza inferiore di 1 metro e poche possibilità di alternare visioni vicino/lontano creano problemi, in particolare all apparato muscoloscheletrico e all apparato visivo definiti organi bersaglio. Non siamo stati progettati per lavorare tutto il giorno al videoterminale, è antifisiologico. La legge dice già cosa fare per diminuire i danni, ma non basta. È necessario analizzare le attività del singolo per capire i problemi specifici, ma soprattutto è fondamentale tradurre i risultati di tali analisi in azioni concrete. Luciano Guglielmini, country manager Italia di Humanscale, ha individuato alcuni nodi critici nella postazione di lavoro da cui possono derivare situazioni lavorative poco confortevoli. Spesso non vi è la possibilità di regolare la posizione del video in relazione alle proprie esigenze, l illuminazione dell area di lavoro è spesso inadeguata e la qualità dell aria indoor è compromessa dalla presenza di composti porta verso l esclusione del posto assegnato a favore di una reale necessità di spazio aperto condiviso, dove il lavoro di squadra diventa fondamentale. Dante Benini e Silvio Petronella, dello studio Dante O. Benini & Partners Architects, hanno illustrato con alcune case history il ruolo dell architettura in questo processo di trasformazione. Sintonizzare il progetto dell ufficio sull uomo significa creare spazi all interno dei quali valorizzare ciò che gli individui hanno in comune e non le differenze. Al centro di ogni nostro progetto di terziario avanzato c è l uomo protagonista in ogni attimo del copione della vita nel privato e nel lavoro. Il concetto di bellezza è superato da quello di benessere che, accompagnato da qualità e avanguardia dei supporti di servizio operativo, crea efficienza e produttività. L open space è la struttura organizzativa che meglio coniuga l evoluzione del luogo lavoro, con esso tutti gli spazi sono interessati al cambiamento e devono essere progettati in modo trasversale con zone estremamente informali per il lavoro in team e ambienti dedicati dove organici volatili, soprattutto in prossimità di fotocopiatrici e stampanti. Investire e applicare i principi ergonomici significa promuovere una maggiore efficienza lavorativa oltre che una responsabile tutela della salute, come previsto dalla legge. È riduttivo basare le proprie scelte unicamente su fattori estetici o, peggio ancora, sui costi. Le postazioni lavoro si possono adeguare rapidamente ai principi dell ergonomia ottenendo, con un investimento minimo, importanti benefici sul rendimento e la salute della persona. IL RUOLO DELL ARCHITETTURA NEL CAMBIAMENTO L ufficio, tradizionalmente inteso, sembra diventare obsoleto, costoso, non corrispondente alle nuove dinamiche della comunicazione, dell organizzazione del lavoro e dei parametri di efficienza e sostenibilità. Avere la possibilità di essere costantemente connessi grazie a smarthphone, tablet, videoconference, ecc. cambia il rapporto tra la postazione di lavoro e spazio di lavoro destinati a non coincidere più come un tempo. Questo cambiamento viene garantita la riservatezza dell individuo. Se è vero che la medicina cura, l architettura è prevenzione ha concluso l architetto Benini. Credo che attraverso l architettura si possa fare molto per le persone, soprattutto nel luogo di lavoro. STRATEGIE DI FACILITY MANAGEMENT A SUPPORTO DI UN NUOVO MODO DI LAVORARE La tavola rotonda in chiusura di giornata ha avuto l obiettivo di valutare le implicazioni del nuovo modo di concepire gli spazi ufficio sulle politiche di gestione e organizzazione degli stessi. Con i facility manager Marta Bonato di Google Italia, Pietro Fiorani di Coca ColaHBC e Luca Strada di Sky Italia sono state esplorate le esperienze aziendali ponendo l attenzione su alcuni aspetti quali: i criteri guida delle scelte di facilities in una fase in cui la rivoluzione tecnologica impone un ripensamento dell open space, le richieste espresse dalle persone che vivono gli spazi e i format spaziali definiti a livello corporate. 28 Officelayout 154 luglio-settembre 2013

6 Rivista Le policy di Google sono finalizzate a favorire aspetti quali la coesione e la socializzazione, mettendo a disposizione punti di incontro, di sale riunioni, aree relax colorati e divertenti in cui vengono privilegiati innovazione tecnologica e operatività ha chiarito Marta Bonato. Le esigenze espresse dal management riguardano principalmente la dislocazione delle diverse funzioni nell open space in relazione ai gruppi di lavoro e ai progetti in corso, mentre le richieste espresse dai lavoratori sono per lo più legate ad aspetti creativi e di svago. Partendo dal presupposto che il dipendente ha a disposizione gli strumenti necessari per gestire la propria giornata lavorativa, l attenzione si concentra su aspetti collaterali, ma fondamentali per abilitare una nuova operatività al di fuori del posto di lavoro.. cambiare i processi per portare le persone a lavorare in modo diverso. Le indicazioni per la pianificazione degli spazi che vengono date dal board dell azienda sono legate principalmente ai temi del business, alle sinergie tra le diverse funzioni e agli ambiti della salute e sicurezza. Un altro tema molto importante è quello della standardizzazione delle dotazioni che vengono definite a monte a seconda delle mansioni, scelta che permette di semplificare la fase di gestione e di far fronte alle problematiche sollevate dalle persone in azienda che richiedono privacy, maggiore spazio e nuovi strumenti. Misurare le reali necessità di business e su quelle disegnare gli spazi, questa è la sfida ha esordito Pietro Fiorani. La tecnologia porta a un enorme cambiamento perché si lavora in modo diverso, ma in Coca Cola questo cambiamento è appannaggio di una quota limitata del personale, non si può quindi prescindere dal fatto che la maggior parte delle persone ha ancora bisogno di un posto di lavoro assegnato e calibrato su attività di stampo tradizionale. Il ruolo del facility manager sta cambiando in relazione al fatto che lo spazio è sempre più dimensionato sulla persona e non semplicemente sui costi. La persona deve trovarsi bene sul posto di lavoro ha bisogno di luce, possibilmente naturale, di avere degli spazi che riesce a fruire agevolmente e piacevoli da vivere. L attenzione ai costi è inevitabile, cambia però l approccio perché si possono ottenere importanti risultati favorendo un recupero della produttività. Negli ultimi anni il concetto di open space è stato applicato indistintamente a tutto l edificio anche se in Sky Italia coesistono diversi mondi: quello dei creativi e dei giornalisti che ha bisogno di condividere idee, e quello più tradizionale legato alle funzioni amministrative e finance che richiedono maggiore riservatezza ha spiegato Luca Strada. Per cui gli sviluppi futuri porteranno a supportare le attività con spazi differenziati, ma soprattutto a Il prossimo appuntamento con il Convegno L Ufficio Collaborativo è a Bologna il 30 gennaio 2014 Officelayout 154 luglio-settembre

7 The Officelayout conference Rivista The collaborative office A real success in terms of turnout, a one-day conference in which InformationTechnology and Office Design companies discussed trends in progress in the creation of work environments, increasingly physical spaces that are virtual at the same time By the editorial staff The passage from an industrial economy to one of networks, services and relations is leading to extensive rethinking and reorganization of the tenets behind the design and construction of workspace.the motor of this change is represented by the evolution of communications technologies that activate new work modes based on mobility, virtualization and availability of large databases. The space of work also changes, through the emerging concept of the collaborative office, a place where the tools of work are supported by less structured spaces for communication, sharing and teamwork. This new frontier was approached by the magazine Officelayout at the end of June, in the conference The Collaborative Office facing off office furnishings and IT manufacturers with the expertise and experience of corporate organizational directors, facility managers and architects. The speakers outlined apparently futuristic but actually very timely ideas of the Collaborative Office: a space where people can meet, even when in different places, thanks to increasingly realistic virtual connections; where biometric technology configures meeting rooms, setting audio/video gear and lighting to suit those who use the spaces; where wireless connections, interactive displays and digital signage systems make communication fast and dynamic; where building automation systems combine lighting and climate control, ensuring comfort, flexibility and limited consumption of energy. The role of architecture was also emphasized, with the aim of designing all the connections to obtain specialized and shared workspaces that encourage teamwork, environmental quality with correct acoustics, and workstations designed for wellness. A design path that corresponds to technological progress represents the starting point, but human physiology cannot be underestimated without running the risk of greatly reducing the benefits offered by technology.this aspect also emerged in the round table discussion on strategies of facility management to support new working methods that shed light on how in the hypertechnological era, the organization and management of spaces can no longer be imposed, but has to be the result of listening to the needs of human resources. THE OFFICE, BETWEEN TECHNOLOGY AND EFFICIENCY The new technologies are influencing the way people work, beyond the quantity and quality of the workspace. The focus shifts from the work position to the most suitable place to perform a given task, introducing a concept of space that can be reconfigured to flexibly adapt to different activities. In this perspective, how will the demand for office space evolve? What are companies looking for in the choice of a new location? What will the office of the future be like? These questions were addressed by Lorena Gianlorenzi, Head of Project&Development Services for Italy of Jones Lang LaSalle, presenting the results of the Workplace Strategy and Offices 2020 research projects, which analyzed the future of offices in terms of real estate and use as workspaces in evolution. The real estate market has brought out different needs over the years, but sharing a single goal. Users want to take maximum advantage of spaces, while investors and developers are looking for solutions that will last. Unlike the past, the demand does not simply assess rental costs and floorspace, but also looks at the qualitative (physical plant) and performance levels of facilities, spatial efficiency, flexibility of sizing, sustainability of the building and the quality of the work environment, as ways to sell corporate values, and to influence control and management of consumption.the transition from the traditional office to the smart office (a concept that is the result of technological evolution and the productivity that can be achieved through it) is an irreversible process that increasingly influences real estate product.the developments of office spaces put on the market are planned to meet the needs of future users, or to optimize those needs.the product becomes tailor made. The form of the spaces adjusts to the demand, with plans free of pillars, shaped by the sizing of work areas to achieve maximum efficiency. THE TECHNOLOGICAL DEVELOPMENTS OFVIDEO COLLABORATION IMPOSE A NEW DIRECTION Thanks to video communication technologies the traditional concept of the office goes beyond the physical confines of workspace, making it possible to share information from any location. Fabio Sambrotta, systems engineer of Polycom, a world leader in the sector of communications based on open standards for audio and video collaboration, illustrated the various possibilities, emphasizing how technology can improve the functioning of spaces, with a direct impact on work modes and ways of making decisions. The scenarios of collaboration range from one to one communication, like a job interview, to one to many communication, for a larger audience, all the way to many to many, for true swapping of ideas between work groups or structures. Each scenario has its own technology.the audio conference, the video conference, telepresence, use of the cloud for collaboration as a service are all tools that create a transformation and optimization of processes. But collaboration technologies have to be implemented with the support of meeting policies aimed at optimizing corporate communication processes, client support, training, recruiting, etc. Video conferencing and telepresence systems, to function at their best, have to be supported by dedicated spaces with specific design - Luciano Zoccoli, managing director of Ayno, a company that markets video conferencing technologies and offers services of furnishings, rooms, assistance and training, emphasizes. Often the architecture of the room is not up to the situation, creating true barriers to the use of video conferencing systems. Conference rooms that are hard to use, with poor lighting and acoustics, or not correctly sized, offer an ineffective experience for users and wind up being abandoned. So design has a fundamental role, because a single solution does not exist, but each room has to be conceived for the type of use envisioned and the technology that best suits that use. Simplicity of use of devices is also fundamental, making the experience of video communication more intuitive and effective.according to Gabriele Camarda, technology engineer of Durante, a company operating in the area of telecommunications technologies integrated with InformationTechnology applications, the technologies of the future, already applied to real solutions, open the way for a new way of using multimedia meeting spaces. Biometric recognition systems simplify security procedures, because a video camera recognizes all the physical features and authorizes entry to the room, setting the light, climate control and devices based on user preferences. The integration of the different devices permits new modes of interaction, while augmented reality allows extension of the viewpoint of the user, to visualize 3D images by framing 2D images with a tablet or smartphone. Other zones in which to insert video collaboration are lounges or nerve centers of the company where the virtual window solutions offer a channel of communication 30 Officelayout 154 luglio-settembre 2013

8 Rivista that is always active. In video communication, the projection and visualization of data is also very important. Interactive displays, wireless connections and new standards of audio/video connection facilitate the installation of, and communications between, different multimedia systems. Luca Cogliati, sales manager in the Visual Communication division of Panasonic, supplied an overview of all the possible applications in the office: Video displays are radically changing their functions, transforming into interactive whiteboards, which like a tablet make it possible to take notes, to draw on the screen and to share information. There is also talk of interactivity for the projectors of the new generation, based on high-precision infrared technology, making it possible to project images up close. To simplify the installation phases, standard have been developed to transfer audio/video and control signals on a single network cable that guarantees compatibility of gear from different manufacturers.at the base of each solution, however, there should be a fundamental partnership between those who design and those who supply the hardware, leading to economic and practical advantages in the use of spaces. The contribution of Alessandro Albrizio, Digital Signage product manager of Underline, shifted the focus to the potential of digital signage systems inside the collaborative office. Underline, in fact, has developed the IBVIEW integrated system for circulation signage, meeting room management and internal communications. In the design of offices and shared spaces, digital signage is the most effective and immediate tool to guide people inside spaces, to manage and organize meeting rooms and common spaces, and to support in-house communication. Informative islands and summary totems with touchscreens for two-way communication direct people inside the architectural spaces.wall displays positioned outside doors and connected to the network simplify reservation and management of meeting rooms, while video screens placed in the zones of greatest traffic facilitate sharing of multimedia files, permitting temporal programming throughout the working day. The scenario of technologies and solutions presented by the speakers found visibility in the display area, which also contained multimedia kiosks and the range of vanishing monitors to set into furnishings offered by the Spanish company Arthur Holm, along with the VideoReception developed by Phonetica that connects to a services center to transform the welcome from a physical to a remote service. ENERGY EFFICIENCY AND HABITAT COMFORT IN OFFICES Even the best technology cannot work at its best is the environment is not ideal.what technology should be used to light workspaces and ensure comfort, safeguarding flexibility in layout revision and the necessary reduction of consumption? The talk by Ivan Mangialenti, Building Business Development Manager of Schneider Electric, offered an answer to this question, illustrating the built-in solutions of Schneider Electric/iGuzzini, based on the partnership between the two companies and implemented in a series of projects. In Europe, a large portion of electrical energy is consumed by buildings, a potential field of application of energy efficiency solutions.the key is physical plant automation that permits achievement of energy efficiency goals while increasing habitat comfort in offices. In design terms, this means combining passive and active elements of the building so that the climate control, lighting and darkening systems are managed automatically, to guarantee optimal working conditions.with LED technology, lighting systems become part of the information system of the company, drastically changing usage modes. Switches no longer influence the design of spaces, because any system connected to the corporate network can become a control point for lighting. Even telephones can be used to turn on and off or adjust lights. Important advantages can also be gained in the management phase, since facility managers have all the information on the functioning and consumption of the physical plant systems in real time. IMPACT ON PHYSIOLOGY OF PERSONS While in many ways technology does make life simpler, in other ways it makes things more complicated. Bruno Piccoli, a doctor specializing in workplace medicine, and a professor at the Università Cattolica del Sacro Cuore of Rome, explained the repercussions of the use of technologies on human physiology, introducing his talk with an interesting study done by Istat on the Italian working population that uses video terminals, emphasizing that work on a computer is not all the same (it depends on the activity) in terms of efficiency (no two people are equal), and this variability has to be taken into account.today more than ever before, greater awareness is needed on the part of those who purchase equipment, and a wider vision is needed on the part of those who design it. Long hours of sitting, intensive use of keyboards and cursor controls, objects and images placed at a distance of less than one meter, and few options for changing near/far viewing can create problems, especially for the muscles and skeleton, and for the eyes, known as the target organs. We were not designed to work all day in front of a monitor, it is antiphysiological. The legislation already states what should be done to cut down on the damage, but that is not enough.we need to analyze the activities of the individual, to understand specific problems, but above all it is fundamental to translate the results of such analysis into concrete actions. Luciano Guglielmini, country manager for Italy of Humanscale, identified some critical notes of the workstation that can lead to not very comfortable work situations. Often there is no possibility of adjusting the position of the monitor in relation to your needs.the lighting of the work area is often insufficient and the quality of indoor air can be ruined by the presence of volatile organic compounds.to invest and to apply ergonomic principles means promoting greater working efficiency, as well as safeguarding health. It is reductive to base choices only on aesthetic factors or, even worse, on costs. THE ROLE OF ARCHITECTURE IN THE CHANGE The office, as it has traditionally been imagined, seems to be obsolete, costly, out of touch with the new dynamics of communication and work organization, and the parameters of efficiency and sustainability.to have the possibility of being constantly connected thanks to smartphones, tablets, video conferencing, etc., changes the relationship between the workstation and the workspace, making them no longer coincide as in the past.this change leads towards the exclusion of the assigned position in favor of a real need for shared open space where teamwork becomes fundamental. Dante Benini and Silvio Petronella, of the studio Dante O. Benini & Partners Architects, used some case histories to illustrate the role of architecture in this process of transformation. To tune the office design to man means creating spaces in which to bring out what individuals have in common, not their differences.at the center of all our projects for the advanced service industries, man is the protagonist, in every instant of the script of life,in private and at work. The concept of beauty has been surpassed by that of wellness that if accompanied by quality and sophistication of operative service supports, creates efficiency and productivity.the open space is the organizational structure that best interprets the evolution of the workplace.with it, all the spaces are engaged in the change and have to be designed in a versatile way, with extremely informal zones for teamwork, and dedicated spaces for individual privacy and concentration. While medicine cures, architecture can prevent. I believe that through architecture we can do a lot for people, especially in the workplace. The round table discussion at the end of the day had the goal of evaluating the implications for management and organizational policies of the new way of thinking about offices spaces. With the facility managers Marta Bonato of Google Italia, Pietro Fiorani of Coca ColaHBC and Luca Strada of Sky Italia, the panel explored corporate experiences, putting the accent on certain aspects that guide the choices of facility managers, in a phase in which the technological revolution is imposing a rethinking of open-plan layouts, and the expectations of the people who inhabit those spaces. Officelayout 154 luglio-settembre

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE

UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE UFFICI DIREZIONALI: IL MANAGER, IL SUO AMBIENTE E LE RELAZIONI CON LE PERSONE Tre interviste per scoprire le qualità di un buon manager, le nuove tendenze negli arredi direzionali e l esperienza di un

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

User guide Conference phone Konftel 100

User guide Conference phone Konftel 100 User guide Conference phone Konftel 100 Dansk I Deutsch I English I Español I Français I Norsk Suomi I Svenska Conference phones for every situation Sommario Descrizione Connessioni, accessoires, ricambi

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli