Il Resp. Sezione Amm.va e Finanziaria F.F. Dott. Stefano Paggetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Resp. Sezione Amm.va e Finanziaria F.F. Dott. Stefano Paggetti"

Transcript

1 Parere di regolarità Amministrativa Ai sensi e per gli effetti di cui all art.49, comma1 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, si esprime parere favorevole di regolarità tecnica. Perugia, 09/11/2010 Il Resp. Sezione Amm.va e Finanziaria F.F. Dott. Stefano Paggetti DELIBERAZIONE DEL PRESIDENTE n. 21 del 09/11/2010 Oggetto: Approvazione proposta di bilancio di previsione esercizio 2011, bilancio pluriennale e relativa relazione revisionale e programmatica. Pag. 1 di 4

2

3 CONSORZIO S.I.R.-UMBRIA DELIBERAZIONE DEL PRESIDENTE 09/11/2010 n. 21 OGGETTO: Approvazione proposta di bilancio di previsione esercizio 2011, bilancio pluriennale e relativa relazione revisionale e programmatica.approvazione proposta di bilancio di previsione esercizio 2011, bilancio pluriennale e relativa relazione revisionale e programmatica. IL PRESIDENTE Vista la legge regionale 31 luglio 1998, n. 27 recante: Assetto istituzionale ed organizzazione del complesso informatico e telematico del Sistema Informativo Regionale (S.I.R.) della Regione dell Umbria ; Vista la Convenzione e lo Statuto del Consorzio S.I.R. Umbria, vigenti, approvati da tutti gli Enti Soci; Visto il vigente regolamento di contabilità del Consorzio; Considerato che il Consorzio, ha adottato il sistema di contabilità previsto dal D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 concernente l ordinamento degli enti locali e che, pertanto, viene applicata, se ed in quanto compatibile, la modulistica approvata con D.P.R. 194/1996 come previsto dall'articolo 58 del vigente regolamento di contabilità;

4 Dato atto che, tra gli schemi di bilancio approvati con il D.P.R. 194/1996, è stato utilizzato quello previsto per le Comunità Montane che più degli altri si adatta alla natura e all attività svolta dal Consorzio; Visto il decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in particolare gli articoli 162,163,174; Visti lo schema di Bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2011, la relazione previsionale del Programma di attività ed il bilancio pluriennale allegati al presente atto e ritenuto di dover procedere alla relativa approvazione; Visto il parere di regolarità sopra riportato; D E L I B E R A 1.di approvare lo schema di Bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2011, la relazione previsionale e programmatica di attività e lo schema di bilancio pluriennale, dando atto che le previsioni complessive di entrata e di spesa per il primo esercizio (2011) chiudono a pareggio in ,00; 2. di stabilire che gli schemi approvati con il presente atto, corredati della relazione del Collegio Sindacale siano presentati all Assemblea ai sensi e per gli effetti dell articolo 24 del vigente regolamento di contabilità previa regolare convocazione della stessa; 3. di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4 del D.Lgs. 267/ ooo Letto, approvato e sottoscritto. Il Presidente del Consorzio: Paolo Barboni Il Segretario del Consorzio: Marco Angeloni

5 Relazione Previsionale e Programmatica allegata al bilancio di previsione 2011 Nel corso del 2010 l attività del consorzio si è concentrata sulle attività di realizzazione dei progetti in corso e sul consolidamento dei servizi erogati agli Enti Soci. Di seguito è uno stato di avanzamento delle attività in corso le quali assorbiranno gran parte dell impegno del Consorzio anche nel Nome Descrizione Stato di avanzamento al 30/11/2010 CST (Centro Servizi Territoriale ) LR 15/2010 Rete dei SUAP Comunità di Pratica Attivazione completa del modello di gestione ed erogazione dei servizi ai Soci Sviluppo di nuovi servizi in forma associata Dispiegamento di servizi e sistemi nei Comuni interessati Attivazione dei gruppi di lavoro tematici su Il progetto è stato completato lo scorso 31 ottobre ed è nella fase di esercizio sperimentale fino al 31 ottobre E stata istituita la Conferenza dei Soci dedicata ai Piccoli Comuni ed al CST La rete dei SUAP è stata ricompresa nelle attività del progetto RIUMBRIA la cui realizzazione è in corso. Sono state istituite le seguenti Comunità di pratica: Promozione e diffusione della Previsioni di attività 2011 Esercizio sperimentale del modello operativo del CST per la gestione e l erogazione dei servizi agli Enti Soci. Particolare attenzione verrà posta alla gestione in forma associata dei servizi in coerenza con quanto è previsto nella nuova Carta delle Autonomie approvata dalla Camera dei Deputati lo scorso 30 giugno 2010 ed attualmente in attesa di essere discussa al Senato. La nuova Carta delle Autonomie prevede l associazione obbligatoria dei servizi e delle funzioni per tutti i Comuni sotto a 3000 abitanti. Verrà analizzato e proposto ai Comuni uno specifico modello di gestione in forma associata per i seguenti servizi: Gestione Associata dei SUAP Gestione Associata delle Risorse Umane (Paghe e Stipendi) Gestione Associata dei tributi e del recupero dell evasione Verrà rilasciato, in coerenza con quanto previsto dal DPR 160/2010, un portale informativo sullo Sportello Unico con anche il reindirizzamento agli URL dei SUAP che i singoli Enti attiveranno. Questo sarà uno dei nuovi servizi del CST. Animazione e messa a disposizione di strumenti di collaborazione per le Comunità Relazione Previsionale e Programmatica 2006 Pagina 1 di 5 Via Settevalli, Perugia Tel Fax C.F

6 ComNet Sanità SPC Supporto alla Direzione Regionale Sanità ComNET Umbria SPC PEC ELICAT ed ELIFIS LR 13/2009 (SUE) Identità Digitale, Diffusione Open Source, Procedimenti SUAP e SUE, Revisione dei processi organizzativi Coordinamento delle attività di dispiegamento della nuova rete della sanità Supporto alla Direzione Regionale Sanità Coordinamento delle attività di erogazione dei servizi di connettività e sicurezza della Rete ComNET Umbra SPC Supporto alla diffusione dell'uso della PEC tra gli Enti Dispiegamento dei sistemi nel Centro Servizi Regionale Dispiegamento di servizi e sistemi nei cultura dell'identità Digitale; Semplificazione e standardizzazione dei procedimenti SUAP e SUE; Revisione dei regolamenti amministrativi e dei relativi processi organizzativi ; E stata promossa, nell'ambito del Centro di Competenza sull'open Source, la costituzione di un gruppo di lavoro dedicato al Riuso e diffusione nella PA dei progetti realizzati nell'ambito degli avvisi CCOS. L inizio dei lavori è previsto a seguito dell approvazione delle nuove linee guida per il finanziamento delle attività CCOS da parte della Giunta Regionale. I servizi di connettività SPC sono completamente dispiegati. E in fase di redazione il Progetto dei fabbisogni per la Rete dei Medici di Medicina Generale. E stata istituita la Conferrenza dei Consorziati sulla Rete della Sanità Progettazione e sviluppo di modelli e report con particolare riferimento alla Mobilità Sanitaria Interregionale ed alle attività di reporting direzionale Il contratto di fornitura dei servizi di connettività e sicurezza scadrà il prossimo 31/12/2010. Sono in corso di definizione gli accordi istituzionali relativi alla ripartizione delle responsabilità ed al relativo cofinanzimento da parte degli Enti di maggiori dimensioni. Tutti i Soci sono stati sono stati supportati per le fasi di accreditamento ed iscrizione all IPA. Tutti i Soci usano la PEC. L attività è completata. Attivazione dei servizi di gestione delle Anagrafi Comunali degli Immobili (ACI) e delle Anagrafi Comunali dei Soggetti (Persone fisiche e giuridiche) degli Oggetti (ACI) e delle Relazioni per i Comuni di Orvieto, Spoleto e Terni. Il progetto è stato completato, ed il Centro Servizi Regionale è attivo. 40 Comuni attivi con i servizi SUE on-line, 50 Comuni pronti a raccogliere le istanze via PEC di Pratica (forum, condivisione documenti, web-conferencing, web-seminar) Prosecuzione delle attività 2010 Prosecuzione delle attività 2010 In caso di rinnovo/proroga del contratto di fornitura dei servizi il Consorzio sarà impegnato nella evoluzione dei servizi di sicurezza locale oltre alla consueta attività di monitoraggio e di controllo dello stato dei servizi. Prosecuzione delle attività 2010 Avviamento in esercizio dei Comuni di Orvieto, Spoleto e Terni Il progetto ed i relativi servizi verranno estesi in funzione di quanto verrà disciplinato dalle Relazione Previsionale e Programmatica 2006 Pagina 2 di 5 Via Settevalli, Perugia Tel Fax C.F

7 IQUEL ELI4U Comuni interessati Supporto alla diffusione ed al dispiegamento del progetto Iquel Partecipazione al progetto RIUMBRIA Coordinamento del progetto GIT Partecipazione al progetto I servizi realizzati dal progetto sono stati dispiegati sui Comuni della Comunità Montana Valnerina. L attività è completata. Il Consorzio ha aderito al progetto coordinato dal Comune di Cesena e relativo alla realizzazione e diffusione di servizi di gestione dei rapporti con i cittadini (CRM E stata sottoscritta la Convenzione per la realizzazione in data 22 luglio Il progetto è in corso di esecuzione. In attesa di sottoscrizione della convenzione Regione/Consorzio necessaria all'attivazione formale del progetto. modifiche normative in merito al c.d. Piano Casa in discussione in Consiglio Regionale Supporto all avvio in esercizio presso gli Enti che hanno mostrato interesse (Terni, Magione, Comuni della Valnerina) Una volta completato il progetto da parte degli Enti che si ocupano dello sviluppo, il Consorzio, una volta raccolte le intenzioni di adesione da parte dei Soci provvederà a supportarne la diffusione presso tali Enti. Prosecuzione delle attività 2010 Sviluppo di nuove funzioni applicative e diffusione presso gli Enti Soci Come è noto l attività del Consorzio si basa su progetti che hanno durata pluriennale, pertanto accanto all attivazione di nuove iniziative per lo sviluppo della società dell informazione, l impegno più importante della struttura operativa del Consorzio è dedicato a garantire lo sviluppo dei progetti in corso e l erogazione dei servizi realizzati nell ambito dei progetti completati. Questo modello operativo evidenzia una continua crescita delle attività con un conseguente bisogno crescente di competenze e professionalità che vengono reperite sul mercato mediante Avvisi Pubblici. Questa procedura è ineludibile e necessaria in quanto le risorse di ruolo del Consorzio sono ormai storicamente ferme a 2 impiegati di cat. D i quali sono impegnati a garantire il coordinamento di tutte le attività in corso e, malgrado la pianta organica preveda altre risorse, la recente normativa in materia rende di fatto impossibile l inserimento in organico delle figure professionali previste. L'analisi delle esigenze operative ha evidenziato le seguenti esigenze in termini di figure professionali da reperire all'esterno della struttura organizzativa del Consorzio con le procedure e le modalità previste dalla vigente normativa in materia: Attività Profilo Num. Note Relazione Previsionale e Programmatica 2006 Pagina 3 di 5 Via Settevalli, Perugia Tel Fax C.F

8 Progetto Riumbria Progetti ELICAT/ELIFIS e GIT Tenuta delle scritture contabili del Consorzio Amministrazione e Gestione della Rete ComNet Umbria SPC Supporto alla Direzione Regionale Sanità Supporto alla Direzione Regionale Sanità Supporto ai Comuni per la diffusione dei progetti Professionale Capoprogetto di Sistemi Informativi Capoprogetto di Sistemi Informativi Esperto Contabile ed Amministrativo Responsabile di Rete Analista di sistemi informativi Analista Programmatore Esperto di sviluppo locale e di e-government 3 Incarico da affidare a professionista esterno con esperienza nel coordinamento di progetti ICT dedicati alla Pubblica Amministrazione. Profilo di riferimento CNIPA: Capoprogetto di Sistemi Informativi 1 Incarico da affidare a professionista esterno con esperienza nel coordinamento di progetti ICT dedicati alla Pubblica Amministrazione. Profilo di riferimento CNIPA: Capoprogetto di Sistemi Informativi 1 Incarico da affidare a professionista esterno iscritto all'albo dei Ragionieri e Dottori Commercialisti o al Registro dei Revisori dei Conti 1 Incarico da affidare a professionista esterno con esperienza di gestione di rete nell'ambito del Sistema Pubblico di Connettività Profilo di riferimento CNIPA: Responsabile di Rete 1 Incarico da affidare a professionista esterno con esperienza di analisi e sviluppo di sistemi informativi sanitari. Profilo di riferimento CNIPA: Analista di Sistemi Informativi 3 Incarico da affidare a 2 professionisti esterni con esperienza di programmazione e sviluppo di sistemi informativi sanitari. Profilo di riferimento CNIPA: Analista Programmatore 2 Incarico da affidare a professionista esterno con esperienza maturata nello sviluppo della società dell'informazione e nella diffusione dei progetti di e-government Alcune delle figure professionali sopra indicate, sono già state individuate nel corso del 2010 e sono attualmente stati incaricati con un contratto di lavoro autonomo che prevede l eventualità di un rinnovo per un periodo massimo uguale alla durata del contratto in essere. Per motivi di economicità e di efficacia, considerato il proficuo lavoro dei professionisti incaricati verrà attentamente valutata l ipotesi di avvalersi della clausola di rinnovo piuttosto che ripetere la procedura di selezione. Relazione Previsionale e Programmatica 2006 Pagina 4 di 5 Via Settevalli, Perugia Tel Fax C.F

9 I soci del Consorzio sono la Regione, le due Province, le 5 Comunità Montane, 91 Comuni su 92, l'unione dei Comuni Terre dell'olio e del Sagrantino, le due Aziende Ospedaliere, le 4 ASL, l ARUSIA, l'arpa, l'aus, gli ATI. Le strutture a disposizione del Consorzio sono la Sede Legale di Via Alessi e la sede Operativa in Via Settevalli 11. Le strutture hardware, software e di arredamento, sono adeguate alle necessità operative esistenti. Le entrate del Consorzio derivano dalle quote di adesione, dai contribuiti annuali degli Enti Soci, dai contributi straordinari che gli Enti Soci erogano a titolo di quota di contribuzione per la gestione associata dei servizi e dai Contributi finalizzati dei Soci per le attività di supporto alle azioni di sistema. Il Consorzio continua a mantenere un equilibrio entrate/uscite e soprattutto un avanzo di amministrazione mediamente pari alla somma di una annualità dei contributi annuali dei Soci (circa ). Questa attenzione gestionale ha permesso al Consorzio di sopperire alle criticità finanziarie degli Enti Soci, consentendo a questi di avere sempre e comunque la disponibilità dei servizi indipendentemente dalla materiale erogazione dei contributi previsti. Relazione Previsionale e Programmatica 2006 Pagina 5 di 5 Via Settevalli, Perugia Tel Fax C.F

10 C o n s o r z i o S.I.R. U m b r i a (L.r. 31 luglio 1998, n.27) BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 RELAZIONE FINANZIARIA Le entrate previste nella proposta di bilancio 2011 sono le seguenti: -QUOTE ORDINARIE DI PARTECIPAZIONE (Risorse n. 205, 210 e 530) Regioni ,00 Province ,00 Comuni ,00 Unioni di Comuni 30,00 Comunità Montane ,00 Aziende Sanitarie Locali ,00 Aziende ospedaliere 6.014,00 A.R.P.A ,00 Altri soggetti 2.947,00 TOTALE QUOTE ORDINARIE DI PARTECIPAZIONE ,00 Quota integrativa della Regione ,00 T O T A L E ,00 Altre entrate correnti ordinarie: -Diritti di rogito 5.000,00 -Interessi attivi 3.010,00 -Concorsi, rimborsi, recuperi ed altre entrate 1.000, ,00 TOTALE ENTRATE CORRENTI ORDINARIE (A) ,00 Via Settevalli, Perugia (Sede operativa) tel fax C.F

11 C o n s o r z i o S.I.R. U m b r i a (L.r. 31 luglio 1998, n.27) QUOTE DI COMPARTECIPAZ. DEI SOCI PER SERVIZI ASSOCIATI (Ris. 532) Regione 240,00 Province ,00 Comuni ,00 Unioni di Comuni 4.500,00 Comunità Montane 900,00 Aziende Sanitarie Locali ,00 Aziende ospedaliere 3.850,00 Altri enti 900,00 T O T A L E QUOTE PER SERVIZI ASSOCIATI (B) ,00 TRASFERIMENTI FINALIZZATI PER PROGRAMMI SPECIFICI (Ris. 100,212,531,540) Stato -D.A.R.- (Progetto ELISA) ,00 Regione: (Sistema informativo sanitario) ,00 (Rete ComNet) ,00 (Progetto CCOS) ,00 (Progetto Ri.Umbria) , ,00 Provincie (Rete ComNet) ,00 Comune Milano (Progetto Elisa) ,00 T O T A L E TRASFERIMENTI FINALIZZATI (C) ,00 TOTALE ENTRATE CORRENTI (A+B+C) ,00 Il totale delle spese correnti previste (comprensivo del fondo di riserva) ammonta a ,00 ed è pari al totale delle entrate correnti. Non sono previste spese in c/capitale. La previsione di entrata e di spesa per anticipazione di tesoreria è stata effettuata per pura memoria in quanto non è prevedibile il ricorso a tale istituto. La previsione di entrata e di spesa delle partite per conto di terzi pareggia in ,00. Sussistono, pertanto, tutti gli equilibri economici e finanziari, come è dimostrato dalla documentazione allegata alla proposta di bilancio. Perugia, 9/11/2010 IL COLLABORAT. DEL SERV.FINANZIARIO (Rag. Ettore Alfieri) IL RESPONSABILE DELLA SEZ. AMM.VA E FINANZIARIA (Dott. Stefano Paggetti) Via Settevalli, Perugia (Sede operativa) tel fax C.F

Consorzio S.I.R. Umbria

Consorzio S.I.R. Umbria Consorzio S.I.R. Umbria RELAZIONE AL RENDICONTO DELL ESERCIZIO 2010 VALUTAZIONE DELL'EFFICACIA DELL'AZIONE CONDOTTA Il 2010 è stato un anno molto intenso che ha visto la struttura operativa del Consorzio

Dettagli

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016. Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n.

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016. Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n. PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016 Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n. 4 Le amministrazioni pubbliche devono adottare, in base a quanto disposto

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

Progetto RI-Umbria. Scenario Operativo e Piano di Lavoro

Progetto RI-Umbria. Scenario Operativo e Piano di Lavoro Progetto Scenario Operativo e Piano di Lavoro Indice Introduzione...3 1. Cos è il progetto RIUMBRIA...4 1.1 Finalità...4 1.2 Obiettivi...6 1.4 Strategia Attuativa...7 1.4 Risultati attesi...9 2. Governo

Dettagli

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27)

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27) CONVENZIONE TRA LA REGIONE DELL UMBRIA, LE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DI PERUGIA E TERNI, I COMUNI DELL UMBRIA LE COMUNITÀ MONTANE DELL UMBRIA PREMESSO CHE: - La legge regionale 31 luglio 1998, n. 27

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 191 Seduta del 08/10/2012 All. 3 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n.

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. 114 Rif. int. : Rev. : 0.0 Vers. Prec. : Sommario 1- Revisioni...

Dettagli

Allegato. Scheda relativa al funzionamento dello sportello unico per le attività produttive

Allegato. Scheda relativa al funzionamento dello sportello unico per le attività produttive Scheda relativa al funzionamento dello sportello unico per le attività produttive Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato SCHEDA RELATIVA AL

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... pag 3 ART

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PER GARANTIRE L ACCESSO AI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

Dettagli

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria)

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) Un opportunità per gli Enti territoriali della Regione Umbria 1 La riforma della Pubblica Amministrazione La trasformazione dei processi della PA: Le riforme

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE VII APPENDICE I CASI DI STUDIO Servizi pubblici territoriali online

Dettagli

Programma Triennale della Trasparenza e Integrità. Anni 2015-2017

Programma Triennale della Trasparenza e Integrità. Anni 2015-2017 Programma Triennale della Trasparenza e Integrità Anni 2015-2017 Le novità normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli enti locali la revisione e la

Dettagli

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari

Dettagli

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. COMUNE DI CARPEGNA Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 13 del 16/02/2015 Pag. 2 2.

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNITA MONTANA ESINO-FRASASSI Provincia di Ancona PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Rag.Floriano Flori Parere dell

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma della P.A. impongono agli Enti Locali il controllo e la

Dettagli

DETERMINAZIONE. Settore Personale e Sviluppo Organizzativo 464 20/03/2014

DETERMINAZIONE. Settore Personale e Sviluppo Organizzativo 464 20/03/2014 DETERMINAZIONE Settore Personale e Sviluppo Organizzativo DIRETTORE NUMERO SEGALINI MAURILIO 55 NUMERO DI Prot. preced. Registro Protocollo Data dell'atto 464 20/03/2014 Oggetto : Affidamento diretto a

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Ai sensi del comma 3 bis dell art. 24 del D.L. 90/2014 convertito nella legge 11/08/2014 n. 114

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 1. PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità,

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore I Responsabile: Garau Donatella DETERMINAZIONE N. 343 in data 15/04/2015 OGGETTO: REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MERCAU MANNU - MERCATO CONTADINO" AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Art. 1 Validità Il presente Regolamento è approvato dalla direzione regionale. Le norme in esso contenute sono in attuazione degli statuti

Dettagli

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia)

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia) PROT. N. 2981 DEL 25 Marzo 2015 Oggetto: Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute (ai sensi dell art. 1, comma 612, L.

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 1005 del 11/12/2014

Delibera del Direttore Generale n. 1005 del 11/12/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Coordinatore Tecnico D2

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Coordinatore Tecnico D2 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Qualifica Amministrazione Coordinatore Tecnico D2 Comune di Terni Incarico attuale Responsabile dei procedimenti Edilizi presso lo

Dettagli

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Evento Regione Veneto 1 Le nuove sfide di dematerializzazione per gli Enti Locali Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Marco di Luzio Responsabile Business Consulting Evento Regione

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni Determinazione dirigenziale n. 1 del 07/01/2013 Oggetto : Servizio di supporto alle attività di digitalizzazione dei flussi documentali dell'albo Gestori Ambientali. Affidamento all'unioncamere Molise

Dettagli

REGIONE UMBRIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA

REGIONE UMBRIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE UMBRIA E UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA PER LA COLLABORAZIONE NELL AMBITO DELLA AGENDA DIGITALE DELL UMBRIA (D.G.R. n.397/2012, n.1546/2012, n.1555/2013)

Dettagli

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013 Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE della Conferenza di servizi telematica per l approvazione

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE CONTABILE

REGOLAMENTO GESTIONE CONTABILE AUTORITA D AMBITO N. 5 ASTIGIANO MONFERRATO Sede c/o Provincia di Asti - Uffici in Via Antica Zecca n 3-14100 ASTI Tel. 0141/351442 - Fax 0141/592263 E-mail ambito5.ato5@reteunitaria.piemonte.it www.ato5asti.it

Dettagli

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda 1 Finalità dell intervento... 2 2 Modello di riferimento... 2 3 Soggetti abilitati

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

paola.tarquini@comune.tr.it

paola.tarquini@comune.tr.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Leondina Tarquini Data di nascita 27 aprile 1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Funzionario Comune di Terni Titolare di posizione organizzativa di direzione di prima

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento di contabilità, adottato in applicazione dell art. 71 terdecies della Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COPIA ALBO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 ==================================================================== OGGETTO : APPROVAZIONE DEL

Dettagli

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE PIEMONTE, UNIONE DELLE PROVINCE PIEMONTESI, ANCI PIEMONTE, UNCEM PIEMONTE, LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI, CONSULTA UNITARIA DEI PICCOLI COMUNI DEL PIEMONTE, PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORADU DE S'INDÙSTRIA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORADU DE S'INDÙSTRIA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Servizio Bilancio, Contenzioso e Affari Generali Coordinamento Regionale SUAP AVVISO PUBBLICO di selezione per titoli e colloquio per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA. DECRETO DIRIGENZIALE N 124 del 04/02/2015

CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA. DECRETO DIRIGENZIALE N 124 del 04/02/2015 CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA DECRETO DIRIGENZIALE N 124 del 04/02/2015 OGGETTO: Acquisto mediante MEPA di servizi di hosting per la gestione della banca dati: " I saperi delle donne" per le annualità

Dettagli

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA SUAP Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive Premesse Oggi la competizione ampliata a scala globale genera i seguenti effetti: alta pressione sui costi di produzione riduzione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME VALLEE D AOSTE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME VALLEE D AOSTE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME VALLEE D AOSTE COMUNE DI CHARVENSOD COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA OGGETTO: N. 15 DEL 24/02/2015 ADESIONE

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015 Oggetto : Presa d'atto degli esiti delle convenzioni stipulate rispettivamente con la Camera di Commercio

Dettagli

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it 1/10 Unità proponente: ICSSS - Dirigente ICSSS Oggetto: Home Care Premium 2012 - Costituzione Elenco del volontariato sociale Responsabile del procedimento: Cinzia Calef ESERCIZIO 2013 Vedi allegato impegni

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1472/2010 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno Giovedì 07 del mese di Ottobre dell' anno 2010 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA

COMUNE DI TERNO D ISOLA COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di BERGAMO Piano triennale di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (Art 24 comma 3bis D.L. 90/2014) INDICE 1)

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014)

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) Proposta n.63 del 13/05/2014 Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) SETTORE 5 INFORMATICA STATISTICA E PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 CITTADINANZA DIGITALE: GLI STRUMENTI La cooperazione applicativa - ICAR Andrea Nicolini PM ICAR - CISIS Roma, 1 ottobre 2010 Agenda E-gov in Italia negli ultimi 10 anni

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

www.suap.info Sommario

www.suap.info Sommario SwG-SUAP SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE www.suap.info Sommario L ARCHITETTURA DEL SISTEMA LE FUNZIONALITA EVOLUZIONI PREVISTE AREA UTENTI

Dettagli

Comune di Cevo Provincia di Brescia

Comune di Cevo Provincia di Brescia Comune di Cevo Provincia di Brescia Originale CODICE ENTE 10301 DELIBERAZIONE N 17 del26/04/2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE SESONE ORDINARIA SEDUTA PUBBLICA IN PRIMA CONVOCAZIONE OGGETTO:

Dettagli

Allegato. I requisiti tecnici e le regole di loro adozione dello Sportello Unico per le Attività Produttive

Allegato. I requisiti tecnici e le regole di loro adozione dello Sportello Unico per le Attività Produttive I requisiti tecnici e le regole di loro adozione dello Sportello Unico per le Attività Produttive Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario

Dettagli

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5.

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5. Via Alberti 4 38033 CAVALESE tel. 0462-241311 fax 0462-241322 C.F. 91016130220 e-mail: info@comunitavaldifiemme.tn.it pec: comunita@pec.comunitavaldifiemme.tn.it www.comunitavaldifiemme.tn.it PIANO DI

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 4 del 27-01-2011 Oggetto: CSTPU - Centro Servizi Territoriale Pesaro e Urbino ADESIONE E

Dettagli

Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi. Determinazione n. 221 del 13/02/2014

Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi. Determinazione n. 221 del 13/02/2014 Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi PROP. NUM. 309/2014 Determinazione n. 221 del 13/02/2014 Oggetto: AFFIDAMENTO, IMPEGNO SPESA E APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTUALE PER SERVIZIO

Dettagli

7. I costi delle ICT negli enti locali e le aspettative in relazione ai servizi

7. I costi delle ICT negli enti locali e le aspettative in relazione ai servizi 7. I costi delle ICT negli enti locali e le aspettative in relazione ai servizi Il capitolo approfondisce il tema della valutazione dei costi e delle aspettative degli Enti locali piemontesi rispetto ai

Dettagli

Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi. Determinazione n. 936 del 06/07/2015

Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi. Determinazione n. 936 del 06/07/2015 Segreteria e Direzione Generale Servizio Sistemi Informativi PROP. NUM. 625/2015 Determinazione n. 936 del 06/07/2015 Oggetto: ACQUISTO SUL MEPA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA SOFTWARE DI BASE

Dettagli

COMUNE di CAMOGLI Comando Polizia Locale

COMUNE di CAMOGLI Comando Polizia Locale COPIA UFFICIO POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE N 254 del 16.05.2013 h. 12.00 OGGETTO: Approvazione Capitolato progetto del varco e lettera di invito. Procedura negoziata per la fornitura e posa in opera

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 654 del Reg. Decreti del 29/10/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014)

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Comune di Argelato Comune di Bentivoglio Comune di Castel Maggiore Comune di Castello d Argile Comune

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari Servizio Patrimonio e Impianti Tecnologici DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 415 del 24/07/2015 registro generale N. 114 del 24/07/2015 registro del

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo IMMEDIATA ESECUZIONE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. Reg. 63 del 29.04.2014 OGGETTO: Approvazione schema di convenzione per l'utilizzo della

Dettagli

Danais s.r.l. Profilo Aziendale

Danais s.r.l. Profilo Aziendale Danais s.r.l. Profilo Aziendale Danais s.r.l. Marzo 2013 Indice Caratteri identificativi della società... 3 Gli ambiti di competenza... 3 Edilizia... 3 Mercati di riferimento... 4 Caratteristiche distintive...

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 318 del 01/04/2015

Delibera del Direttore Generale n. 318 del 01/04/2015 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source Regolamento per l organizzazione e il funzionamento del Centro di Competenza sull Open Source. Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Centro di competenza

Dettagli

Provincia di Genova. Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto con lo Stato e le Regioni

Provincia di Genova. Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto con lo Stato e le Regioni Provincia di Genova Convegno: Le Province e il digital divide: un crocevia tra innovazione, sviluppo e territorio settembre 2006 Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto

Dettagli

Documento di scenario "RI-Umbria"

Documento di scenario RI-Umbria Documento di scenario "RI-Umbria" 1. Sintesi obiettivi di RI-Umbria RI-Umbria è un progetto concepito, nel 2007, in risposta all Avviso CNIPA per il cofinanziamento di progetti di Riuso, intendendo con

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41 Pag. 1 di 10 SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME agosto 2010 Pag. 2 di 10 SOMMARIO 1. SCOPO DEL DOCUMENTO...3 2. INQUADRAMENTO...3 3. LO USER GROUP SPORTELLO UNICO...4 4. IL SOFTWARE PER

Dettagli

SERVIZIO AMMINISTRATIVO CONTABILE SEGRETERIA GENERALE

SERVIZIO AMMINISTRATIVO CONTABILE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA GENERALE RESPONSABILE: Dott. Corrado Parola Segretario Comunale RISORSE UMANE COINVOLTE: Corrado Parola Luigi Colombano Brero Renata Rosso Eleonora Marco Rinaudo 1) Consip e Mepa Acquisto di

Dettagli

MONTEDOMINI Azienda Pubblica di Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA

MONTEDOMINI Azienda Pubblica di Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA MONTEDOMINI Azienda Pubblica di Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Pag. 2 Art. 2 La disciplina contabile 2 Art. 3 Contabilità analitica 2 Art. 4 La programmazione

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE *** COPIA *** numero 38 del 31-03-2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

Provincia di Genova. Convegno Le Province italiane: una rete per l innovazione dei territori e del governo locale

Provincia di Genova. Convegno Le Province italiane: una rete per l innovazione dei territori e del governo locale Provincia di Genova Convegno Le Province italiane: una rete per l innovazione dei territori e del governo locale Un modello di cooperazione con i piccoli Comuni:la Provincia di Genova nella costruzione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 60 DEL 06/10/2015

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 60 DEL 06/10/2015 CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: ragioneria@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PORDENONE

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PORDENONE ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PORDENONE P.ta Ado Furlan, n. 2/8-33170 PORDENONE (PN Codice Fiscale 91019230936 PARERE DEL REVISORE DEI CONTI ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE Il revisore

Dettagli

Agenzia Speciale APOF- IL

Agenzia Speciale APOF- IL Agenzia Speciale APOF- IL Provincia di Potenza Relazione dell organo di revisione sulle proposte di bilancio di previsione 2012 e di bilancio pluriennale 2012_2014 con i relativi documenti allegati L organo

Dettagli

Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità

Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Finalità Articolo 3 - Competenze dei soggetti preposti all amministrazione, finanza

Dettagli

CONSULTA D AMBITO TERRITORIALE GORIZIANO PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

CONSULTA D AMBITO TERRITORIALE GORIZIANO PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. CONSULTA D AMBITO TERRITORIALE GORIZIANO PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis CATO ORIENTALE GORIZIANO PER IL SII CATOGO_Piano_di_Informatizzazione_ex_art_24_dl_90_2014.doc

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ----------------------------------------------

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- DIREZIONE CENTRALE Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- Protocollo d Intesa tra Il Comune di Milano e l Ordine dei Consulenti del

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 410 DEL 01/09/2015. SETTORE Innovazione

DETERMINAZIONE N. 410 DEL 01/09/2015. SETTORE Innovazione Comune di Campi Bisenzio Citta' Metropolitana di Firenze DETERMINAZIONE N. 410 DEL 01/09/2015 SETTORE Innovazione Oggetto: Affidamento dei servizi informatici di start-up, hosting e manutenzione annuale

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 409 del 23/05/2014

Delibera del Direttore Generale n. 409 del 23/05/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune (art. 24 c. 3-bis Legge 11/08/2014

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie Canosa Margherita di S. - Minervino S. Ferdinando di P. - Spinazzola Trani - Trinitapoli) 76123 A N D

Dettagli

Regolamento di contabilità

Regolamento di contabilità Regolamento di contabilità Approvato con atto del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 14/09/2012 14/09/2012 Pag. 1 Articolo 1 Oggetto del Regolamento INDICE Articolo 2 Documenti obbligatori Articolo

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore III Responsabile: Dessi Mauro DETERMINAZIONE N. 968 in data 16/10/2015 OGGETTO: ACQUISTO DEL SERVIZIO DI MIGRAZIONE DEI DATI DATAGRAPH PRESSO IL NUOVO SERVER - ORDINE

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

COMUNE DI BARDONECCHIA

COMUNE DI BARDONECCHIA COMUNE DI BARDONECCHIA PROVINCIA DI TORINO DETERMINAZIONE SERVIZIO AFFARI GENERALI N. 69 DEL 06 NOVEMBRE 2014 OGGETTO: SOSTITUZIONE PROGRAMMA PROTOCOLLO INFORMATICO DELL ENTE AFFIDAMENTO FORNITURA ALLA

Dettagli

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL Seminario sulla Società dell informazione, cooperazione territoriale e sviluppo locale Catania, 9 novembre 2005 Mauro Savini CNIPA, Progetto

Dettagli