PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO)"

Transcript

1

2 P R O V I N C I A D I B A R I SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E TERRITORIO SETTORE VIABILITA PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO) PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE FINALIZZATI A MIGLIORARE LA SICUREZZA SULLA RETE STRADALE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI BARI. GESTIONE ED AGGIORNAMENTO INFORMATIZZATO DELLE STRADE E DELLE RELATIVE PERTINENZE. RELAZIONE ILLUSTRATIVA A) PREMESSA Le rete stradale di competenza dell Ente Provincia di Bari ha una estesa totale di circa 1.700,00 km con classificazione, riguardo alle caratteristiche tecniche e funzionali, definita dal comma 3 dell art. 2 del D.Lgs 285 del 30/04/1992, di tipo B (extraurbane principali), tipo C (extraurbane secondarie) e tipo F (strade locali). Il D.Lgs. 285/1992 e s.m.i. Codice della strada, all art. 14, stabilisce che «gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono: SETTORE VIABILITA - 1 -

3 a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; b) al controllo tecnico dell'efficienza delle strade e relative pertinenze; c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta». Pertanto è stato redatto ed approvato, con Delibera di Giunta Provinciale n. 172 del , il progetto preliminare relativo al Programma degli interventi dl manutenzione finalizzati a migliorare la sicurezza sulla rete stradale di competenza della Provincia di Bari gestione ed aggiornamento informatizzato delle strade e delle relative pertinenze, di durata quinquennale, suddiviso in due lotti funzionali "A" e "B", il cui importo annuo ammonta ad ,00 per ogni lotto (di cui ,00 a base di appalto). A seguito della riorganizzazione delle Province a livello nazionale, l Assessore al Servizio, nell imminente previsione di trasformazione in area metropolitana, ha disposto la sola modifica della durata dell appalto da anni cinque ad anni due confermanto, al contempo, la divisione in due lotti. Il predetto programma di interventi è stato distinto in due lotti A e B, che tengono conto dell estesa delle strade provinciali, opportunamente corretta in funzione sia delle caratteristiche della carreggiata sia della eventuale origine di strada statale, nonché della morfologia e delle situazioni ambientali dei rispettivi territori di competenza, così da essere gestiti in modo più funzionale, evitando l eccessiva frammentazione degli interventi stessi. In base alle scelte operative programmate ed ai costi dei materiali, della manodopera e degli oneri per la sicurezza, è stata prevista, per ciascuno dei due lotti, la spesa per soli lavori pari a: lotto A - importo lavori annuo ,00, ( ,00 per l intera durata) oltre IVA; lotto B - importo lavori annuo ,00, ( ,00 per l intera durata) oltre IVA. A tale importo si aggiungono le somme a disposizione dell Amministrazione, pertanto, l importo complessivo annuo dell accordo quadro, per ciascun lotto, è pari a: lotto A ,00 ( ,00 per l intera durata); lotto B ,00 ( ,00 per l intera durata). Sulla scorta del preliminare è stato, pertanto, redatto il progetto definitivo (accordo quadro), registrato al n 10/V in data 18/01/2013, ai sensi dell'art. 59, comma 4, del D.Lgs

4 163/2006 da sottoporre in fase successiva all approvazione da parte della Giunta Provinciale previo parere di regolarità contabile del Servizio Programmazione, Bilancio, Tributi, Economato e gestione economica del personale. Nei giorni successivi il Servizio Programmazione, Bilancio, Tributi, Economato e gestione economica del personale comunicava che, nel capitolo della manutenzione del bilancio preventivo dell Ente, per effetto della riduzione delle risorse disponibili a livello nazionale, la spesa complessiva di inizialmente prevista ,00 annua non avrebbe trovato copertura e quindi che lo stesso progetto, in questa fase propedeutica, non avrebbe ottenuto regolarità contabile. La fase definitiva di approvazione del bilancio da parte della Giunta Provinciale alla fine del mese di giugno ha confermato tale riduzione e ha determinato l importo in complessivi ,00 annui. Pertanto è stato necessario procedere ad una riduzione degli importi di ciascuna categoria prevista senza intaccare le finalità e gli obiettivi prefissati nel progetto definitivo di gennaio Le prestazioni oggetto d appalto saranno affidate senza avviare un nuovo confronto competitivo, ai prezzi unitari posti a base di gara depurati dal ribasso offerto dall'aggiudicatario, secondo le modalità di esecuzione previste nello schema di contratto, nel capitolato speciale d appalto, nel disciplinare tecnico e nell'offerta dell'aggiudicatario. L intervento assume il carattere di rilevanza comunitaria poiché l importo relativo, pari ad ,00 per lotto, è superiore alla soglia di ,00, stabilita dall art. 28, comma 1, lett. c), del D.Lgs. 12/04/2006, n 163 e s.m.i., Codice dei Contratti. Considerata la complessità e particolarità delle lavorazioni richieste, in relazione alla gestione rispetto ad una rilevante estensione territoriale, si ritiene opportuno che l aggiudicazione avvenga adottando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83 dello stesso Codice. B) CALCOLO DEGLI IMPORTI PRESUNTI DELLE LAVORAZIONI Per valutare l importo delle categorie per la partecipazione alla gara è stata ipotizzata una previsione delle lavorazioni più comuni sulla scorta: 1. dei dati di manutenzione in possesso di questa Amministrazione; - 3 -

5 2. dello stato di fatto della rete stradale in considerazione degli interventi eseguiti negli anni; 3. degli interventi in programmazione sia in termini di manutenzione straordinaria che di interventi infrastrutturali. E stata assunta, come base di calcolo, l anno solare e la lunghezza della rete costituente il singolo lotto pari a circa 850 km 1. Colmature buche: - n. 2 buche al km in un anno; - un prezzo al mq per la colmatura delle buche di 20,00; - una fornitura di conglomerato di 5200 kg al mese in sacchette; - un prezzo al kg di conglomerato di 0,35 ; - Riparazione. mq 2,0 per km x 850 km x 20,00 /mq= ,00 - Fornitura materiale...kg al mese x 12 x 0,35 /kg= , ,00 Colmatura buche: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 2. Risanamento sede stradale: A - interventi su pertinenze stradali: - lavori in economia: a) noleggio attrezzature... ore x 40,00= ,00 b) movimenti di materie.... mc x 15,00= ,00 c) fondazioni stradali.... mc x 15,00= ,00 B - interventi su nastro stradale il rifacimento della pavimentazione ogni 6 anni; una larghezza media della sede stradale di m 6,20; una riduzione del 60% per manutenzione straordinaria attuata e da attuarsi; un prezzo medio per pavimentazione pari a 5,00 /mq; un prezzo medio al ml di 9,00 per il ripristino di cunette, fossi, ecc. in zone soggette a fango stimate in ml ; un prezzo medio al ml di 1,40 per sistemazione di banchine, arginelli, ecc. stimate in ml pavimentazioni... ((ml x 6,20 x 1/6) 60%) x 5,00 /mq= ,00 C -interventi su opere d arte minori: - ripristino cunette, fossi ecc.... ml x 9,00= ,00 - banchine ml x 1,40 /ml= ,00 - altri interventi... = , ,00-4 -

6 Risanamento stradale: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 3. Manutenzione opere d arte: - un prezzo medio ad opera d arte per modeste riparazioni di ,00; - numero di interventi medio annuo pari a 5 - opere d arte... n. 4 x /cad= , ,00 Manutenzione opere d arte: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 4. Pronto intervento: - un prezzo mensile per la reperibilità di 250,00; - numero di interventi annui pari a 100; - prezzo medio ad intervento di 340,00; - un impiego di mezzi in economia per circa 400 ore ad un prezzo medio di 40,00 ad ora - reperibilità n. 12 x 250,00 /mese = 3.000,00 - pronto intervento..... n. 100 x 340,00 /cad= ,00 - impiego di mezzi n. 400 x 40,00 /ora= ,00 - materiali (assorbenti, sacchetti, ecc..)a stima , ,00 Pronto intervento: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 5. Agibilità invernale: - un prezzo mensile nel periodo invernale di per la disponibilità della struttura di intervento; - un impiego di mezzi in economia per circa 720 ore ad un prezzo medio di 50,00 ad ora; - un impiego di manodopera in economia per circa 1400 ore ad un prezzo medio di 25,00 euro - disponibilità n. 4 x /cad = 4.000,00 - impiego di mezzi n. 640 x 50,00 /ora= ,00 - impiego di manodopera x 25,00 /ora= , ,00 Pronto intervento: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 6. Pubblica illuminazione: - numero di pali presenti sul lotto considerato pari a 800; - un prezzo medio a palo per la manutenzione di 45,00 - riparazioni di semafori (lampade, gruppi ottici, schede, ecc ) = ,00 - pubblica illuminazione x 45,00 /ora= , ,00-5 -

7 Pubblica illuminazione: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 7. Segnaletica luminosa: - Si assumono per semafori ed impianti in genere: - riparazioni di segnaletica luminosa (sostituzione lampade, ecc..) = , ,00 Segnaletica luminosa: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 8. Segnaletica verticale ed orizzontale: - rifacimento ogni anno strisce con riduzione di circa 35% per interventi diversi attuati e da attuare; - prezzo medio al km pari ad 130,00; - percentualle pari al 12% di segnali danneggiati o usurati su un totale stimato di n prezzo medio a segnale pari a 55,00; - orizzontale... ((km 850 x 2 x -40%) x 130,00 /km)= ,00 - zebrature, fasce, ecc....= ,00 - verticale x10% x 50,00 /segnale= , ,00 Segnaletica orizzontale: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) Segnaletica verticale: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 9. Barriere stradali: - incidenza di presenza di barriere sulla rete stradale pari al 18% della lunghezza; - incidenza di barriere oggetto di manutenzione sia per incidenti sia per rinnovo in quanto non più a norma pari al 10% ; - prezzo medio al ml pari a 38,20; - barriere di sicurezza in cifra tonda... (ml x 18% x 10% x 38,20 /ml= ,00 Barriere stradali: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 10. Risanamento ambientale: - prezzo medio al km per lo sfacio pari a 150,00 ; - riduzione di circa 10% per tratti cementati; - n di sfalci pari a 2 - sfalcio erba... (km 850 x -10%) x 2 (lati) x 2 (n sfalci) x 155,00 /km= ,00 - sfalcio erba pertinenze...= ,00 - potature..= ,00 - pulizia..= , ,00-6 -

8 Risanamento ambientale: circa /anno ( per l intera durata dell appalto) 11. Servizio di gestione informatizzata delle strade: - prezzo medio al km per il servizio base pari a 16,00 da effettuarsi bimestralmente; - prezzo medio al km per il servizio avanzato pari a 80,00 ; - servizio base...km 850 x mesi 6 x /km 16,00 = ,00 - servizio avanzato...km 850 x ½ (espletamento per anno) x /km 80,00 = ,00 - eventuale ampliamento del servizio...= ,00 - rilievi topografici.....= 9.400, ,00 Servizio di gestione informatizzata delle strade: circa per l intera durata dell appalto Gli importi sopra riportati sono presunti ed indicativi e potranno variare in più o in meno a discrezione della D.L., fatto salvo il rispetto dell importo netto contrattuale e delle ulteriori precisazioni contenute nel Capitolato Speciale d Appalto. C) CRITERI UTILIZZATI PER LE SCELTE PROGETTUALI Nella elaborazione progettuale è stato previsto che la gestione dei lavori verrà condotta secondo le prescrizioni del D.Lgs. 163 del 12/04/2006 (Codice degli Appalti) e s.m.i. e del D.P.R. 207 del 05/10/2010 (Regolamento di Esecuzione). Con l appalto in progetto la Provincia di Bari si propone di conseguire il duplice fine di operare a costi certi e programmabili e di far fronte, tempestivamente, alle anomalie che vengono riscontrate sulle strade provinciali, utilizzando i più avanzati strumenti operativi di gestione per ottimizzare il controllo sullo stato dei beni e sulla soddisfazione degli utenti. La Provincia di Bari si è dotata, sin dal 1998 di un data base informatizzato che, evolutosi anche progettualmente in corso d opera, fornisce una serie di dati, con cadenza periodica, rivelatosi fondamentale per la gestione del patrimonio stradale. L appalto da affidare partendo come base progettuale da ciò che la Provincia già detiene, si prefigge, di aggiornare ed implementare il data base esistente con ulteriori funzioni che consentano di disporre di adeguate informazioni per la conoscenza della evoluzione nel tempo dello stato dei luoghi nonché della natura e della qualità dei - 7 -

9 manufatti. Ciò al fine di programmare gli interventi secondo i criteri di priorità e di importanza. Costituiscono, pertanto, elementi essenziali dell appalto la qualità della componente tecnologica e la valenza tecnica delle soluzioni software orientate alla ottimizzazione o alle integrazioni delle attività istituzionali del Servizio. L appalto, come già accennato, è suddiviso in due lotti funzionali come da allegate corografie ed elenco delle strade facenti parte di ciascun lotto che, come detto, tengono conto di una estesa virtuale delle stesse che rinviene sia dalla caratteristica della carreggiata che dalla eventuale origine di ex strada statale. Le aree interessate dal progetto comprendono sedi viarie già nella disponibilità dell Ente, per cui non è necessaria l approvazione di varianti a strumenti urbanistici. Gli interventi previsti costituiscono opere di manutenzione ordinaria che, secondo la definizione contenuta nel Bollettino C.N.R. 125/88 e nelle norme UNI 10147, si definiscono complesso di operazioni ed attività tese a conservare le caratteristiche funzionali e strutturali della strada. Di conseguenza le stesse, non modificando il tracciato plano-altimetrico esistente, né la larghezza della sezione stradale non sono soggette né alla procedura di valutazione ambientale, nè a quella di verifica di assoggettibitità. Per le stesse motivazioni le opere in progetto, non alterando lo stato dei luoghi, risultano esenti dalla autorizzazione paesaggistica ai sensi delle Norme Tecniche di Attuazione del P.U.TT./P., in armonia con le direttive di tutela di cui all art lettera c) delle N.T.A. del P.U.T.T./P. Le lavorazioni interesseranno esclusivamente la sovrastruttura stradale esistente, senza intaccare nuovi suoli e senza modificare i caratteri dell'assetto paesisticoambientale dei luoghi. Tutti le opere saranno realizzate sulla sede stradale esistente, senza variazione dell attuale regime idraulico delle aree di intervento e di quelle circostanti e senza variazioni delle pendenze longitudinali e trasversali. D) TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI PROGRAMMATI L appalto, di durata biennale, si configura come un appalto misto di lavori, servizi e forniture (Art. 14 e 15 del D. Lgs. 163/06) e consiste sommariamente nei seguenti interventi: - 8 -

10 riattamento funzionale del manto stradale comportante, tra i principali interventi, la colmatura buche, il ripristino delle zone ammalorate nonché le riprofilatura dei cigli anche con sistemi moderni e tecnologicamente avanzati; risanamento del piano viabile e delle relative pertinenze comportante, tra le principali lavorazioni, le seguenti: - risanamenti profondi e strutturali del corpo stradale; - pavimentazioni - ripristino del sistema di smaltimento delle acque meteoriche; - interventi su banchine, fossi, cunette, tombini, ecc.; - ricariche banchine; manutenzione delle opere d arte ivi compreso il risanamento delle parti strutturali ammalorate; pronto intervento e reperibilità dell appaltatore allo scopo di garantire in tempi brevi la messa in sicurezza e la fluidità della circolazione stradale, a seguito di incidenti o situazioni di pericolo per la pubblica incolumità (eventi atmosferici, carcasse animali, ecc.); attività invernale di sgombero neve e spargimento cloruri anticongelanti atta a garantire la circolazione stradale sulle strade interessate da neve e da formazione di ghiaccio; manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione; apposizione e/o sostituzione di segnaletica stradale verticale; esecuzione e/o ripasso della segnaletica orizzontale; apposizione e/o sostituzione di segnaletica luminosa; installazione e/o sostituzione delle barriere di protezione; risanamento ambientale attraverso operazioni di sfalcio erba e potatura alberi nonché pulizia e trattamenti delle aree; gestione informatizzata della sede stradale con servizio di monitoraggio e rilievo topografico della piattaforma stradale. Si accompagnano a tali previsioni quelle di seguito elencate: fornitura al personale di sorveglianza, presso i locali deposito dell Ente, di qualsiasi materiale di consumo (conglomerato in sacchette, sostanze oleoassorbenti, cloruri ecc.) su richiesta del Direttore dei Lavori; - 9 -

11 fornitura, in comodato d uso, per tutta la durata dell appalto di idonei telefoni cellulari, nel numero minimo di 7 per lotto, da assegnare in dotazione al personale tecnico e di sorveglianza in modo da consentire le comunicazioni audio-video e la radiotrasmissione di rapporti di servizio e brevi filmati; auto a disposizione dell ufficio di direzione lavori nelle modalità h24 e per l intera durata dei lavori funzionante e munita di assicurazione completa (capitale caso morte e invalidità almeno con franchigia del 3%, spese mediche con un minimo di 3000, ricovero min. 3gg, ecc.), anche per il conducente. Per le modalità di esecuzione delle tipologie di intervento individuate e di seguito riassunte: - manutenzione programmata; - pronto intervento; - agibilità invernale; - risanamento ambientale; - servizio di gestione informatizzata delle strade; si rimanda all art. 3.9 del Capitolato speciale d Appalto, E) PROCEDURA DI GARA Il presente progetto è relativo ad un accordo quadro (ai sensi dell'art. 59, comma 4, del D.Lgs. 163/2006) rientrante nella tipologia dei contratti aperti. Le prestazioni oggetto di appalto saranno affidate senza avviare un nuovo confronto competitivo, ai prezzi unitari posti a base di gara depurati dal ribasso offerto dall'aggiudicatario, secondo le modalità di esecuzione previste nello schema di contratto, nel capitolato speciale d appalto, nel disciplinare tecnico e nell'offerta dell'aggiudicatario Il presente progetto, a livello di definitivo, relativo al programma di interventi da appaltarsi verrà sottoposto all approvazione della Giunta Provinciale. Ai sensi dell art. 105 del D.P.R. 05/10/2010, n 207 e s.m.i. Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, l affidamento degli appalti in questione avverrà sulla base del progetto definitivo, che, in ossequio all art. 55 dello stesso Regolamento dovrà essere prioritariamente validato. Gli estremi dell avvenuta

12 validazione saranno resi noti sul bando di gara, conformemente a quanto stabilisce il comma 3 dell art. 55, testè citato. La gara d appalto con procedura aperta verrà indetta dal Responsabile del procedimento, previa adozione di apposita determinazione a contrarre, ex art. 192 del T.U.E.L. 267/2000 e s.m.i.. che stabilirà, fra l altro: a) che trattasi di contratto di sola esecuzione, ai sensi dell art. 53, comma 2, lett. a) del Codice; b) che, trattandosi di appalto di manutenzione, il relativo contratto verrà stipulato a misura (art. 53, comma 4, del Codice); c) che il criterio di selezione delle offerte prescelto sarà quello dell offerta economicamente più vantaggiosa, che ai sensi dell art. 83 del Codice, valuterà l offerta stessa, assegnando pesi o punteggi (indicati nel bando di gara) in base: - al prezzo - alla qualità - al pregio tecnico - alle caratteristiche funzionali - alla sicurezza di approvvigionamento dei materiali necessari - alla data di consegna ovvero il termine di consegna o di esecuzione; Contestualmente, con il predetto atto dirigenziale, sarà approvato il bando di gara ed il disciplinare dell accordo quadro, stabilendo che il bando, ai sensi dell art. 66 del Codice, sarà pubblicato: 1) integralmente: a) sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea (G.U.C.E.); b) sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.), serie speciale; c) sul profilo della Provincia di Bari; d) sul sito informatico presso l Osservatorio regionale dei contratti pubblici; 2) per estratto (dopo 12 giorni dall avvenuta pubblicazione sulla G.U.R.I.): a) su due quotidiani a maggiore diffusione nazionale, da individuarsi fra quelli che abbiano le caratteristiche descritte dall art. 110 del Regolamento 207/2010; b) su due quotidiani a maggiore diffusione locale, che rispondano alle caratteristiche di cui al precitato art. 110 del Regolamento

13 Infine, sempre con la stessa determinazione a contrarre, verrà assunto l impegno di spesa, relativo: a) agli appalti da affidarsi; b) alle spese necessarie per la pubblicazione del bando di gara; c) alla contribuzione all Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori. Per la partecipazione alla gara sarà necessario richiedere alle imprese qualificazioni obbligatorie per le sotto elencate categorie di opere generali e specializzate: OG 3: STRADE, AUTOSTRADE, PONTI, VIADOTTI, FERROVIE, LINEE TRANVIARIE, METROPOLITANE, FUNICOLARI, E PISTE AEROPORTUALI, E RELATIVE OPERE COMPLEMENTARI. OS 10: SEGNALETICA STRADALE NON LUMINOSA. OS 12A: BARRIERE E PROTEZIONI STRADALI. OS 24: VERDE E ARREDO URBANO Per il servizio di gestione informatizzata delle strade dotranno essere richiesti i requisiti ai sensi dell art. 41 del D.Lgs 163/2006. Si rimanda al Capitolato Speciale d Appalto per una migliore definifizione delle categorie e classifiche

14 ELABORATI DI PROGETTO Il presente progetto si compone dei seguenti elaborati: 1) Relazione Tecnica; 2) Corografia Generale della Rete Stradale; 3.A) Corografia Rete Stradale Lotto A ; 3.B) Corografia Rete Stradale Lotto B ; 4) Elenco Generale della Rete Stradale; 5.A) Elenco Rete Stradale Lotto A ; 5.B) Elenco Rete Stradale Lotto B ; 6) Elenco Prezzi; 7) Incidenza Oneri di Sicurezza; 8.A) Costi della Sicurezza Lotto A ; 8.B) Costi della Sicurezza Lotto B ; 9.A) Piano di Sicurezza e di Coordinamento Lotto A ; 9.B) Piano di Sicurezza e di Coordinamento Lotto B ; 10) Disciplinare Tecnico; 11) Capitolato Speciale di Appalto; 12) Quadro Economico Generale; 13.A) Quadro Economico Lotto A ; 13.B) Quadro Economico Lotto B ; 14) Schema di Contratto I Progettisti: (Ing. Saverio Giuseppe CARAVELLI) (Ing. Antonio LILLO) (Geom. Capo Salvatore Minafra) Il Dirigente (Dott. Ing. Cataldo LASTELLA)

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-428 esecutiva dal 18/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-24063 del 10/03/2015

Dettagli

VDG Ingegneria 2012 03844/111 Servizio Sistema Sicurezza e Pronto Intervento CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

VDG Ingegneria 2012 03844/111 Servizio Sistema Sicurezza e Pronto Intervento CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE VDG Ingegneria 2012 03844/111 Servizio Sistema Sicurezza e Pronto Intervento CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 6 approvata il 16 luglio 2012 DETERMINAZIONE: LAVORI URGENTI DI RIPRISTINO

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA AREA TECNICA BANDO DI GARA D APPALTO PROCEDURA APERTA

PROVINCIA DI MATERA AREA TECNICA BANDO DI GARA D APPALTO PROCEDURA APERTA PROVINCIA DI MATERA AREA TECNICA BANDO DI GARA D APPALTO Prot. 33798 PROCEDURA APERTA OGGETTO: COLLEGAMENTO ROTONDELLA - SINNICA. Recupero della traversa di S. Laura sul fiume Sinni. CIG: 0549292A16 1.

Dettagli

www.aslcarbonia.it sezione Bandi e Gare ; le offerte devono essere inviate all indirizzo

www.aslcarbonia.it sezione Bandi e Gare ; le offerte devono essere inviate all indirizzo Servizio Sanitario Regione Sardegna Azienda Sanitaria Locale n. 7 Carbonia BANDO DI GARA D APPALTO DI LAVORI DI MANUTENZIONE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.A) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Padova VIABILITA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 2144/2014 Determina n. 1927 del 27/06/2014 Oggetto: DETERMINAZIONE A CONTRARRE LAVORI E FORNITURE DESTINATE AL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA

Dettagli

Piano di manutenzione dell opera

Piano di manutenzione dell opera Piano di manutenzione dell opera I INDICE 1 NOTE D USO DEL PIANO... 1 1.1 NOTE GENERALI... 1 1.2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI DI PROGETTO... 2 1.3 CATEGORIE D OPERA E UNITA TECNOLOGICHE... 3 1.4 GRADO

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93 SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93 Determinazione n. DD-2015-287 esecutiva dal 18/02/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-17185

Dettagli

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Comune di Rimini Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Regolamento del Servizio Pubblico Globale di Gestione del Territorio del Comune di Rimini. Regolamento servizio pubblico globale.doc

Dettagli

UNA RETE DI PERCORSI CICLABILI NELL AREA VASTA DI CAGLIARI - I LOTTO FUNZIONALE - I STRALCIO

UNA RETE DI PERCORSI CICLABILI NELL AREA VASTA DI CAGLIARI - I LOTTO FUNZIONALE - I STRALCIO Prot. n. 3313 AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DEL BANDO DI GARA AI SENSI DELL ART. 122 comma 7 ed art. 57 comma 6 del

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA II DIPARTIMENTO - 1 SERVIZIO PROGRAMMAZIONE PIANO DELLE OO.PP. E VIABILITA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA II DIPARTIMENTO - 1 SERVIZIO PROGRAMMAZIONE PIANO DELLE OO.PP. E VIABILITA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA II DIPARTIMENTO - 1 SERVIZIO PROGRAMMAZIONE PIANO DELLE OO.PP. E VIABILITA LAVORI URGENTI DI RICOSTRUZIONE DI UN TRATTO DI MURO AD ALTO RISCHIO CROLLO SULLA S.P. 41 TAVOLA

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 PIANO DI MANUTENZIONE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA

PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 PIANO DI MANUTENZIONE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Provincia di Torino LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 Settembre 2013 INDICE 1 Premessa... 3 1.1 Le

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE DI GARA

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE DI GARA PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE DELLA EX S.S. 236 GOITESE TANGENZIALE NORD AL CENTRO ABITATO DI GUIDIZZOLO ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE PER LA DURATA DI ANNI 2 (due)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE PER LA DURATA DI ANNI 2 (due) Pagina 1 di 6 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA APPALTO PER LA FORNITURA BIENNALE PER SOMMINISTRAZIONE DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE NECESSARIO PER IL FABBISOGNO DEGLI AUTOMEZZI DELL A.S.M. srl DI MOLFETTA.

Dettagli

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare 1 te generali Il presente piano di manutenzione relativo alla realizzazione della Variante alla SR 66 Pistoiese in località Limestre (San Marcello P.se), è redatto tenendo conto delle specifiche norme

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI (Provincia di Siena)

COMUNE DI POGGIBONSI (Provincia di Siena) SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE Servizio proponente SUPPORTO AMMINISTRATIVO L.P. DETERMINAZIONE N. 67/LP DEL 27/05/2014 OGGETTO APPALTO DEL SERVIZIO PER LA MANUTENZIONE

Dettagli

Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli

Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli 1 Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli (Giuseppe Montanino, Vincenzo Trevisone, Pasquale Zoppoli) 1. Premessa La Provincia di Napoli gestisce una rete stradale

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Documento ANALISI STATISTICA DICHIARAZIONI DI AVVALIMENTO PERVENUTE NELL ANNO 2011 Osservatorio dei Contratti Pubblici Analisi

Dettagli

Denominazione ufficiale: EUR S.p.A.

Denominazione ufficiale: EUR S.p.A. BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DEMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: EUR S.p.A. Indirizzo postale: Largo Virgilio Testa 23 Punti di contatto:

Dettagli

COMUNE DI TARANTO - Servizio Appalti e Contratti SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

COMUNE DI TARANTO - Servizio Appalti e Contratti SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Bando di Gara per PROCEDURA APERTA Relativo all affidamento della PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DELLE OPERE RELATIVE ALLA REALIZZAZIONE DELL EDIFICIO DIREZIONALE E STRUTTURA MERCATALE AMBITO B

Dettagli

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; 04.01.04 SERVIZIO PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE PROT. N. 27187 - REP. N. 1490 DEL 24 LUGLIO 2012 Oggetto: Indizione di una procedura di gara aperta per l affidamento dei servizi assicurativi relativi ai

Dettagli

PREMESSA IL TERRITORIO

PREMESSA IL TERRITORIO PREMESSA La presente relazione accompagna il progetto esecutivo delle attività di pronto intervento diurno e notturno, feriale e festivo e la realizzazione di manutenzioni ordinarie delle reti, allacciamenti

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni ni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni ni Autostradali Venete CAV S.p.A. Concessioni ni Autostradali Venete Sede Legale: via Bottenigo, 64 a 30175 Marghera Venezia Tel. 041 5497111 - Fax. 041 935181 R.I./C.F./P.IVA 03829590276 Iscr. R.E.A. VE 0341881 Cap. Sociale

Dettagli

Bergamo, 1 luglio 2014 CIRCOLARE N. 131. Alle Stazioni Appaltanti della Provincia di Bergamo ALLE IMPRESE ASSOCIATE

Bergamo, 1 luglio 2014 CIRCOLARE N. 131. Alle Stazioni Appaltanti della Provincia di Bergamo ALLE IMPRESE ASSOCIATE CIRCOLARE N. 131 Bergamo, 1 luglio 2014 Alle Stazioni Appaltanti della Provincia di Bergamo ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Legge 80/2014, art. 12: nuovi riferimenti normativi riguardanti le

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Appalto Integrato Complesso

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Appalto Integrato Complesso COMUNE DI SAUZE D OULX Via della Torre, 11-10050 Sauze d Oulx (Torino) Tel. 0122 850380 Fax 0122-858920 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Appalto Integrato Complesso Modalità di affidamento: appalto

Dettagli

COMUNE DI BIELLA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE VICINALI DI USO PUBBLICO

COMUNE DI BIELLA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE VICINALI DI USO PUBBLICO COMUNE DI BIELLA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE VICINALI DI USO PUBBLICO Approvato con Deliberazione C.C. n. 155 del 20.12.2011 PREMESSA Il presente regolamento disciplina

Dettagli

DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA

DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA SERVIZIO MOBILITÀ P.O. PIANIFICAZIONE E TRASPORTO PUBBLICO di redigere ed aggiornare gli strumenti di pianificazione della mobilità (Piano Urbano della Mobilità,

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL'OPERA

PIANO DI MANUTENZIONE DELL'OPERA COMUNE: MARTINENGO All. RTI COMMITTENTE: COMUNE DI MARTINENGO PROPRIETÀ: LOTTIZZANTI PA7/a OGGETTO: OPERE DI URBANIZZAZIONE DEL PA7/a REALIZZAZIONE TANGENZIALE NORD (ex accordo art. 11 L. 241/90) opere

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE (art. 38 DPR n. 207/2010 e smi)

PIANO DI MANUTENZIONE (art. 38 DPR n. 207/2010 e smi) PIANO DI MANUTENZIONE (art. 38 DPR n. 207/2010 e smi) Introduzione e riferimenti normativi Ai fini della compilazione dei piani di manutenzione, si deve fare riferimento alla UNI 7867, 9910, 10147, 10604

Dettagli

Città di Ugento Provincia di Lecce

Città di Ugento Provincia di Lecce Città di Ugento Provincia di Lecce SETTORE LAVORI PUBBLICI Tel. 0833/557222-224-246 - Fax 0833/955128 Codice Fiscale 81003470754 www.comune.ugento.le.it e-mail: ufficiolavoripubblici@comune.ugento.le.it

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce)

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE MANUTENZIONE - ARREDO URBANO SERVIZIO SETTORE MANUTENZIONE - ARREDO URBANO Numero 35 del 11/06/2014 Numero 311

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis C.F. 00052090958 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA VILLA BALDINO IN TORREGRANDE

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis C.F. 00052090958 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA VILLA BALDINO IN TORREGRANDE COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis C.F. 00052090958 IV SETTORE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO

Dettagli

ALLEGATO 3. Linee guida per gli interventi sulla viabilità provinciale. PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE

ALLEGATO 3. Linee guida per gli interventi sulla viabilità provinciale. PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE ALLEGATO 3 Linee guida per gli interventi sulla viabilità provinciale PTCp 2020 ALLEGATO n. 3 alle Norme di attuazione Pag. 1 ALLEGATO ALLE NORME DI ATTUAZIONE Allegato n.

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N - 014 REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE E DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI RESPONSABILE ING. LEO GALLI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione

Dettagli

COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE

COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE N. 60/2013 di Registro di Settore SETT1-A04 N. 1572 di Registro Generale L anno Duemilatredici, il giorno 4 del

Dettagli

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DEMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Roma Convention Group Indirizzo postale: Viale della pittura, 50 Punti di

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE DELIBERAZIONE n 72 del 05/07/2010 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: PRESA D'ATTO DELL'APPROVAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE FOGNATURA NERA IN VIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE INDICE A. INDICAZIONE DELLE NECESSITÀ FUNZIONALI, DEI REQUISITI E DELLE SPECIFICHE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE PRESENTI NELL INTERVENTO IN MODO CHE RISPONDA

Dettagli

Appalti pubblici di lavori e di servizi. Progettazione e DL

Appalti pubblici di lavori e di servizi. Progettazione e DL Appalti pubblici di lavori e di servizi. Progettazione e DL Normativa, procedure, soggetti e fasi di realizzazione di un opera pubblica: il ruolo dell architetto progettista e direttore dei lavori Obiettivi

Dettagli

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N 608 IN DATA 14/12/2009 PROTOCOLLO N 0060736 COMUNICATA AI CAPIGRUPPO CONSILIARI IL 18/12/09 DELIB. IMM. ESEGUIBILE ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Progetto

Dettagli

QUESITO N. 1 QUESITO N. 2

QUESITO N. 1 QUESITO N. 2 QUESITO N. 1 "La categoria OS 9 comprende pannelli a messaggio variabile o altri dispositivi di segnalazione che utilizzano ad esempio la tecnologia LED? RISPOSTA: Il bando di gara relativo alla procedura

Dettagli

COMUNE DI PONTEDASSIO. Area Tecnica Settore 4 Lavori Pubblici e Programmazione REGOLAMENTO

COMUNE DI PONTEDASSIO. Area Tecnica Settore 4 Lavori Pubblici e Programmazione REGOLAMENTO COMUNE DI PONTEDASSIO Area Tecnica Settore 4 Lavori Pubblici e Programmazione REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA TENUTA DELL ELENCO DELLE IMPRESE E DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L AFFIDAMENTO MEDIANTE

Dettagli

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo AZIENDA MOBILITA E TRASPORTI S.p.A. - GENOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA RISTRETTA SETTORI SPECIALI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FERROVIA A CREMAGLIERA PRINCIPE - GRANAROLO Ente Aggiudicatore: Azienda Mobilità

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2013-601 del 11/09/2013 Oggetto Area Acquisizione Beni e Servizi.

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E QUADRO ECONOMICO

RELAZIONE TECNICA E QUADRO ECONOMICO AREA TECNICA RELAZIONE TECNICA E QUADRO ECONOMICO Descrizione: La realizzazione della nuova rete fognaria e la sistemazione della rete viaria del Policlinico di Palermo rientra tra le opere assistite dal

Dettagli

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE Prot. n. 8226 Determinazione n. 750 Cagliari, 11 Novembre 2014

Dettagli

Premessa... 3 Le opere in progetto... 3

Premessa... 3 Le opere in progetto... 3 INDICE Premessa... 3 Le opere in progetto... 3 Strade ed opere d'arte... 4 Manuale d'uso... 4 Manuale di manutenzione... 4 Programma di manutenzione... 6 Verifiche e controlli... 7 Interventi di manutenzione...

Dettagli

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Laurea Magistrale in Architettura e innovazione Sviluppo Urbano Sostenibile AA 2013-14 Prof. Maria Rosa Vittadini mariaros@iuav.it Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Piani urbani

Dettagli

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE Provincia di Udine AREA TECNICA AMMINISTRATIVA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA" CUP I51B07000100002 - CIG 01633608ED ---------------------------------------------- OGGETTO:

Dettagli

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA PROT. N. _30869_ Li, 07/09/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO A MISURA DI LAVORI DI IMPORTO SUPERIORE A EURO 150.000,00 E INFERIORE ALLA SOGLIA PER CONTRATTI PUBBLICI DI RILEVANZA COMUNITARIA STABILITA IN

Dettagli

RELAZIONE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ELENCO PREZZI

RELAZIONE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ELENCO PREZZI Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) Servizio Viabilità - Trasporti - Infrastrutture Via Pietro Pistis - 08045 LANUSEI - Tel. 0782.473600 Fax. 0782.41053 Via Mameli 08048

Dettagli

CIG 6306609A60. - la relazione tecnica generale ed il quadro economico;

CIG 6306609A60. - la relazione tecnica generale ed il quadro economico; AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AGGIUDICAZIONE DELL'ACCORDO QUADRO TRIENNALE RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DELLA

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA

PROVINCIA DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA AREA PROGRAMMAZIONE INFRASTRUTTURE - AMBIENTE SERVIZIO INFRASTRUTTURE STRADALI E VIABILITA Dirigente Responsabile: Dott. Geol. Davide Marenghi SCHEMA DI CONTRATTO Manutenzione ordinaria

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche. dell Emilia Romagna Marche

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche. dell Emilia Romagna Marche MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche dell Emilia Romagna Marche SEDE DI ANCONA ( Codice fiscale 80006190427 ) BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825

RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825 RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825 Codifica documento Commessa L0210 Titolo progetto COPERTURA SUPERFICIALE PROVVISORIA DEL 1 SETTORE DELLA

Dettagli

Punti di contatto: all'attenzione dell Ufficio Gare e Contratti. dell Autorità Portuale di Ancona - Telefono: 071207891 - Fax:

Punti di contatto: all'attenzione dell Ufficio Gare e Contratti. dell Autorità Portuale di Ancona - Telefono: 071207891 - Fax: BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: Autorità Portuale di Ancona Indirizzo postale: Molo S. Maria Porto Città:

Dettagli

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE PROVINCIA DI NAPOLI AREA PROGRAMMAZIONE E GOVERNO DELLA RETE INFRASTRUTTURALE DIREZIONE TECNICA GESTIONE SERVIZI MANUTENZIONE RETE VIARIA PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA

Dettagli

BANDO DI PROCEDURA APERTA (pubblico incanto)

BANDO DI PROCEDURA APERTA (pubblico incanto) PROVINCIA DI PIACENZA Corso Garibaldi, 50-29100 Piacenza Codice Fiscale : 00233540335 Tel. 0523/7951 Fax 0523/795236 0523/326376 http://www.provincia.pc.it BANDO DI PROCEDURA APERTA (pubblico incanto)

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE Allegato A DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE - 1 - DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 256 del 18/07/2013. Proposta n. 256

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 256 del 18/07/2013. Proposta n. 256 Estratto DETERMINAZIONE N. 256 del 18/07/2013 Proposta n. 256 Oggetto: SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI DAL 1.8.2013 AL 31.12.2014. APPROVAZIONE VERBALI DI GARA ED AGGIUDICAZIONE IN FAVORE LA NUOVA

Dettagli

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail. Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI VANZAGO (Provincia di Milano)

COMUNE DI VANZAGO (Provincia di Milano) COMUNE DI VANZAGO (Provincia di Milano) via Garibaldi, 6-20010 Vanzago (MI) Tel: 0293962209 - Fax: 02.9341885 C.F.: 03351920156 Settore Tecnico email: settore.tecnico@comune.vanzago.mi.it PEC: comune.vanzago@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE NUMERO 39, DEL 05/05/2014

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE NUMERO 39, DEL 05/05/2014 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE NUMERO 39, DEL 05/05/2014 APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA PER L ASSEGNAZIONE DEI LAVORI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DELLA SECONDA VASCA DEL VI LOTTO DELLA DISCARICA CRISPA

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL ATTESTAZIONE SOA

GUIDA RAPIDA ALL ATTESTAZIONE SOA GUIDA RAPIDA ALL ATTESTAZIONE SOA OG 1 OG 2 OG 3 OG 4 OG 5 OG 6 OG 7 OG 8 OG 9 OG10 OG11 OG 12 OG 13 OS 1 OS 2 OS 3 OS 4 OS 5 OS 6 OS 7 OS 8 OS 9 OS 10 OS 11 OS 12 OS 13 OS 14 OS 15 OS 16 OS 17 OS 18 OS

Dettagli

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N 1379 DEL 12/12/2014 SETTORE Edilizia Scolastica e fabbricati OGGETTO: INTERVENTI DI MANUTENZIONE E CONSERVAZIONE DEGLI EDIFICI PROVINCIALI. ANNO 2014 - GRUPPO

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA SETTORE LAVORI PUBBLICI

PROVINCIA DI RAVENNA SETTORE LAVORI PUBBLICI PROVINCIA DI RAVENNA SETTORE LAVORI PUBBLICI U.O. PROGETTAZIONE STRADE ED ESPROPRI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE OPERE D'ARTE POSTE AL SERVIZIO DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE FINALIZZATI

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA OLTRE ADDA LODIGIANO PROVINCIA DI LODI (Centrale Unica di Committenza) AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA OLTRE ADDA LODIGIANO PROVINCIA DI LODI (Centrale Unica di Committenza) AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE UNIONE DI COMUNI LOMBARDA OLTRE ADDA LODIGIANO PROVINCIA DI LODI (Centrale Unica di Committenza) AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Indagine di mercato mediante piattaforma telematica SINTEL

Dettagli

CUP J45D12000200003 CIG 541738250C

CUP J45D12000200003 CIG 541738250C QUESITI AI CHIARIMENTI RICHIESTI IN MERITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI ALL INTERVENTO FG021_A/10 ANZANO DI PUGLIA Lavori di sistemazione dissesto idrogeologico loc. Gessara

Dettagli

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera INSULA S.p.A. Società per la manutenzione urbana di Venezia indirizzo: Venezia - Dorsoduro 2050 telefono: 041/2724.354 - telefax: 041/2724.244 Internet: http://www.insula.it e-mail: appalti@insula.it BANDO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

DETERMINAZIONE N.115/2013

DETERMINAZIONE N.115/2013 COMUNE DI PAVIA DI UDINE P r o v i n c i a d i U d i n e w w w. c o m u n e. p a v i a d i u d i n e. u d. i t AREA TECNICA E GESTIONE DEL TERRITORIO Piazza Julia, 1-33050 Lauzacco C. F. e P. I. V. A.

Dettagli

Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000

Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000 Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000 Premessa (1/3) Con il Decreto Bargone - D.P.R. 34/2000 del 21.01.00, si dà una svolta definitiva al nuovo regolamento sugli appalti

Dettagli

SUD OVEST ENGINEERING S.r.l. - Viale Marconi 87, 09131 Cagliari 1

SUD OVEST ENGINEERING S.r.l. - Viale Marconi 87, 09131 Cagliari 1 INDICE PREMESSA... 1 STATO DI FATTO DEI LUOGHI E DELLE OPERE... 1 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA STATO DI FATTO... 2 RISPONDENZA DEL PROGETTO ESECUTIVO RISPETTO AI PRECEDENTI LIVELLI DI PROGETTAZIONE... 4

Dettagli

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI COMO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI COMO C O P I A DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N 1372 DEL 12/12/2014 SETTORE Edilizia Scolastica e fabbricati OGGETTO: ISTITUTO G. PESSINA - VIA MILANO - COMO. RIFACIMENTO COPERTURA CON SMALTIMENTO

Dettagli

Comune di Castellina in Chianti

Comune di Castellina in Chianti AVVISO PUBBLICO ALBO FORNITORI PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE CON PROCEDURA DI ACQUISTO IN ECONOMIA AGGIORNAMENTO ANNO 2015 Si rende noto che a seguito dell approvazione degli elenchi

Dettagli

RELAZIONE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ELENCO PREZZI

RELAZIONE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ELENCO PREZZI Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) Servizio Viabilità - Trasporti - Infrastrutture Via Pietro Pistis - 08045 LANUSEI - Tel. 0782.473600 Fax. 0782.41053 Via Mameli 08048

Dettagli

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari)

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO Stazione appaltante: PROVINCIA DI PESARO E URBINO Amministrazione aggiudicatrice: Servizio Sanitario Regionale Regione Marche Azienda Ospedaliera OSPEDALI RIUNITI MARCHE NORD AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO (PROVINCIA DI MODENA) 41026 Pavullo n/f. - Piazza R. Montecuccoli, 1 AREA SERVIZI TECNICI - SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Tel. 0536/29932 - Fax. 0536/324307 OGGETTO D.L. 1010/48

Dettagli

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 05440/117 Servizio Grandi Opere del Verde CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 05440/117 Servizio Grandi Opere del Verde CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 05440/117 Servizio Grandi Opere del Verde CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 170 approvata il 29 ottobre 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Prot. Generale N. 0118554 / 2014 Atto N. 5174 OGGETTO: GIUSEPPE SANTORO S.R.L.. CALATA

Dettagli

Italia-Ancona: Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici 2014/S 149-268311. Bando di gara. Servizi

Italia-Ancona: Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici 2014/S 149-268311. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268311-2014:text:it:html Italia-Ancona: Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici 2014/S 149-268311 Bando di gara Servizi Direttiva

Dettagli

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA Comune di Ordona Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) Tel. 0885/796221 - Fax 0885/796067 P.IVA: 00516330719 - C.F.: 81002190718 utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it ooooooooo

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI (Provincia di Siena)

COMUNE DI POGGIBONSI (Provincia di Siena) SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE Servizio proponente SUPPORTO AMMINISTRATIVO L.P. DETERMINAZIONE N. 20/LP DEL 19/02/2014 OGGETTO APPROVAZIONE PROGETTO - DETERMINA A CONTRARRE

Dettagli

COMUNE DI CENGIO. PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici

COMUNE DI CENGIO. PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici COMUNE DI CENGIO PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici Prot. n 6294 N Reg. Pubbl. 83 1. BANDO PROCEDURA APERTA: Il giorno 21/09/2010 alle ore 9,00 si terrà presso

Dettagli

ANAS S.P.A. DIREZIONE GENERALE BANDO DI GARA. Denominazione ufficiale: ANAS S.p.A. DIREZIONE GENERALE

ANAS S.P.A. DIREZIONE GENERALE BANDO DI GARA. Denominazione ufficiale: ANAS S.p.A. DIREZIONE GENERALE ANAS S.P.A. DIREZIONE GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I : AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I. 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: ANAS S.p.A. DIREZIONE GENERALE Indirizzo

Dettagli

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia)

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia) BANDO DI GARA PER APPALTO INTEGRATO DI AMPLIAMENTO CIMITERO DEL CAPOLUOGO CUP I83F10000030004 - CIG 0593163596 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto:

Dettagli

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009 Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro Modena, 30 ottobre 2009 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. n. 106 "Disposizioni integrative e correttive

Dettagli

Direzione Organizzazione 2015 00533/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Organizzazione 2015 00533/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione 2015 00533/004 Servizio Gestione delle Risorse Umane Ente CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 174 approvata il 11 febbraio 2015 DETERMINAZIONE: INDIZIONE

Dettagli

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto.

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto. Note introduttive Il presente documento fa proprie le indicazioni di cui all Art. 34. Relazione generale del progetto esecutivo del d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207: 1. La relazione generale del progetto

Dettagli

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento...

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento... INDICE 0 SOMMARIO... 2 FINALITÀ DELL'INTERVENTO E SCELTA DELLE ALTERNATIVE PROGETTUALI:... 3. Descrizione delle motivazioni giustificative della necessità dell'intervento e delle finalità che si prefigge

Dettagli

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA.

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. L Amministrazione Comunale nel rispetto della normativa vigente, intende determinare con il presente regolamento le modalità ed i criteri di conferimento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 MAGGIO 2014 236/2014/A AVVIO DI UNA PROCEDURA DI GARA APERTA, IN AMBITO NAZIONALE, FINALIZZATA ALLA STIPULA DI UN CONTRATTO DI APPALTO AVENTE AD OGGETTO LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI TRADUZIONE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE (art. 15 commi 5 e 6 del D.P.R. 5-10-2010 n.207)

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE (art. 15 commi 5 e 6 del D.P.R. 5-10-2010 n.207) Realizzazione di nuova copertura con impianto fotovoltaico integrato al Centro visita del Parco e comando stazione del CFS-CTA a Rovegro (Comune di San Bernardino Verbano - VB) DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA

Dettagli

COMUNE DI CASTELVENERE

COMUNE DI CASTELVENERE Prot. N 4267 del 30/06/2014 AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO per manifestazione d interesse all affidamento dei LAVORI DI SISTEMAZIONE STRADA COMUNALE BACCALA tramite procedura negoziata ex art. 122 comma 7

Dettagli

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE AFFIDAMENTO, PREVIA ACQUISIZIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA IN SEDE DI OFFERTA, DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA COMPRENSIVA DEL COORDINAMENTO SICUREZZA IN PROGETTAZIONE, ESECUZIONE LAVORI E FORNITURA

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA DI LAVORI - CONTRATTO APERTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA NON PROGRAMMATA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA ANNO 2009 CODICE CIG: 0274255262

Dettagli