CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA"

Transcript

1 Liceo Classico Statale "Pitagora" Piazza Umberto I, / Fax 0962/20922 Cod. Fisc sito web CROTONE CARTA DEI SERVIZI Al fine di instaurare un rapporto fra Pubblica Amministrazione e cittadini improntato a criteri di trasparenza, partecipazione, efficienza ed efficacia, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 giugno 1995, pubblicato sulla G.U. n. 138 del 15/6/95, si definisce la seguente Carta dei Servizi che è un documento che esplicita i servizi erogati dalla scuola, sulla base delle risorse professionali e strutturali a disposizione. La Carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli Articoli 3, 33, 34 della Costituzione Italiana che promuove finalità educative. Le attività scolastiche condotte nell Istituto si ispirano ai principi legislativi espressi nelle leggi e nei decreti inerenti l istruzione. UGUAGLIANZA Gli elementi di diversità sessuale, sociale, religiosa, culturale, etnica sono fonte di arricchimento reciproco e occasione di crescita e di confronto. I principi fondati dell azione educativa sono il riconoscimento della differenza e l uguaglianza delle opportunità. All interno della scuola nessuna discriminazione è compiuta per motivi riguardanti condizioni socio-economiche, psico-fisiche, di lingua,di sesso, di religione, di opinioni politiche. L azione educativa della scuola non si realizza in un offerta unica e indistinta, indifferente alla diversità di cui ciascuno è portatore, ma si articola in modo da tener conto delle situazioni di partenza di ciascun alunno. Ne deriva che la scuola opera con ogni mezzo per: a) differenziare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno; b) a tutti gli alunni deve essere data la possibilità di sviluppare al meglio le proprie potenzialità; c) valorizzare le molteplici risorse esistenti sul territorio (enti locali, associazioni culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, ma anche organismi privati) allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco e articolato

2 affinché l offerta formativa della scuola non si limiti alle sole attività curricolari ma assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE La scuola si impegna, con opportuni ed adeguati atteggiamenti ed azioni di tutti gli operatori del servizio, a favorire l accoglienza dei genitori e degli alunni, l inserimento e l integrazione di questi ultimi, con particolare riguardo alla fase di ingresso alle classi iniziali e alle situazioni di rilevante necessità. Nello svolgimento della propria attività, ogni operatore ha pieno rispetto dei diritti e degli interessi dello studente. IMPARZIALITA E REGOLARITA Gli operatori scolastici agiscono secondo criteri di obiettività ed equità nell espletamento delle funzioni richieste. La scuola garantisce sempre la regolarità e la continuità dei servizi. In particolare l utenza sarà informata sul calendario scolastico, sull orario delle lezioni, sull orario di servizio del personale, sull assegnazione dei docenti alle classi/sezioni e degli ambiti disciplinari, sull orario di ricevimento dei docenti, sui servizi minimi garantiti in caso di sciopero, sul servizio di sorveglianza degli alunni. La scuola s impegna a garantire la vigilanza, la continuità dei servizi e delle attività educative nel rispetto dei principi e delle norme sanciti dalle leggi ed in applicazione delle disposizioni contrattuali della scuola. In caso di interruzione del servizio legate ad iniziative sindacali, le famiglie vengono avvisate con anticipo della modifica dell orario. DIRITTO DI SCELTA, OBBLIGO SCOLASTICO, FREQUENZA L utente ha facoltà di scelta fra le istituzioni scolastiche dello stesso tipo, nei limiti di capienza obiettiva di ciascuna di esse. In caso di eccedenza delle richieste si applicano i criteri deliberati dal Consiglio d Istituto. In caso di contrazione delle classi si seguirà il criterio della consistenza numerica. La scuola fornisce indicazioni per garantire all utenza un informazione chiara e completa dei servizi scolastici( consultare il sito web della scuola). La regolarità delle frequenze degli alunni sarà costantemente controllata tenendo anche conto di esigenze particolari dell utenza attraverso un sistema informatico MASTERCOM che invierà ai genitori tempestivamente SMS. PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA E TRASPARENZA La scuola favorisce la partecipazione di personale docente, non docente e genitori attraverso una gestione partecipata, nell ambito degli organi e delle procedure vigenti con l obiettivo della più ampia realizzazione dell efficacia del servizio.

3 La Scuola si impegna inoltre ad agevolare le attività extra-scolastiche che realizzano la funzione della scuola come centro di promozione culturali, sociale e civile consentendo l uso degli edifici e delle attrezzature su preciso progetto o richiesta anche fuori dell orario scolastico, in accordo con l Amministrazione Provinciale e nei limiti della normativa vigente. Il P.O.F. e il Regolamento d Istituto definiscono i criteri per il buon funzionamento del servizio scolastico. Sul versante educativo-didattico, il personale docente valutata la situazione iniziale di ogni classe, imposta la programmazione educativo-didattica, ne verifica in itinere la validità, adeguandola alle necessità degli alunni. Il Collegio Docente e il Consiglio d Istituto valutano ogni anno il funzionamento del servizio scolastico, attraverso l analisi dei percorsi e della progettazione attivata. L attività scolastica ed in particolare l orario di servizio di tutte le componenti, si basa su criteri di efficienza, efficacia,flessibilità nell organizzazione dei servizi Amministrativi e dell attività didattica. La Scuola, al fine di promuovere ogni forma di partecipazione, garantisce la massima semplificazione delle procedure ed un informazione completa e trasparente. Il P.O.F., la Carta dei Servizi, il Regolamento d Istituto e i più significativi progetti didattici sono visionabili sul sito web della scuola. Il diritto di accesso alla documentazione scolastica è garantito secondo le norme di cui alle legge 241/90 e del D.P.R. n. 352 del LIBERTA DI INSEGNAMENTO ED AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE La libertà di insegnamento è espressione della professionalità docente e riguarda la scelta dei contenuti e della metodologia in funzione degli obiettivi disciplinari e del diritto dell alunno all apprendimento, nel rispetto delle finalità formative e degli obiettivi delineati nelle Indicazioni Nazionali e nei curricoli di Istituto e delle strategie educative definite dal Collegio Docenti. Tutti i docenti che operano nelle classi/sezioni sono considerati a pieno corresponsabili del processo educativo oltre che contitolari con pari diritti e doveri. L aggiornamento del personale è considerato condizione indispensabile per un servizio di qualità.l aggiornamento costituisce un impegno per tutto il personale scolastico e compito per l amministrazione.

4 PARTE I Area didattica La Scuola, con l apporto delle competenze professionali e con la collaborazione ed il concorso delle famiglie, delle istituzioni e della Società civile, è responsabile della qualità delle attività educative e si impegna a garantirne l adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni. La Scuola predispone curricoli disciplinari coerenti con le finalità istituzionali e le Indicazioni Nazionali, nel rispetto della mission della Scuola. La Scuola individua ed elabora gli strumenti per garantire la continuità educativa tra i diversi ordini e gradi dell istruzione,al fine di promuovere un armonico sviluppo della personalità degli alunni. Nella scelta dei libri di testo e delle strumentazioni didattiche, la Scuola assume come criteri di riferimento la validità culturale e la funzionalità educativa, con particolare riguardo agli obiettivi formativi e alle esigenze degli alunni. Nel piano dell offerta formativa e nella programmazione didattica i docenti adottano, con il coinvolgimento delle famiglie, soluzioni idonee a rendere possibile un equa distribuzione dei testi scolastici, onde evitare un sovraccarico di materiali didattici da trasportare. Nell assegnazione dei compiti da svolgere a casa, il docente opera in coerenza con la programmazione didattica del Consiglio di Classe, tenendo presente la necessità di rispettare razionali tempi di studio degli alunni. Nel rispetto degli obiettivi formativi, previsti dagli ordinamenti scolastici e della programmazione educativa-didattica, si tende ad assicurare ai ragazzi, nelle ore extrascolastiche, il tempo da dedicare all attività sportiva o all apprendimento di lingue straniere o arti. Nel rapporto con gli allievi, in particolare per il biennio, i docenti colloquiano in modo pacato e teso al convincimento. Non ricorreranno ad alcuna forma di intimidazione o espressioni verbali mortificanti. Progetto educativo e programmazione La Scuola garantisce l elaborazione, l adozione e la pubblicazione dei seguenti documenti: A. Progetto educativo d Istituto Il P.O.F.(Piano dell offerta formativa) contiene le scelte educative ed organizzative, i criteri di utilizzo delle risorse umane, e costituisce un impegno per l intera comunità scolastica. Viene aggiornato ogni anno e si integra in modo coerente con il Regolamento d Istituto.

5 Il P.O.F. viene pubblicato mediante affissione all albo della scuola, una copia è depositata presso l ufficio di segreteria ed è consultabile sul sito web della scuola Regolamento di Istituto Il Regolamento di Istituto comprende, in particolare, le norme relative a : 1.organi collegiali; 2.vigilanza sugli alunni; 3.comportamento degli alunni e regolamentazione di ritardi, uscite, assenze, giustificazioni; 4.regolamento disciplinare 5.uso dei laboratori e della biblioteca; 6.conservazione delle strutture e delle dotazioni; 7.organizzazione della scuola e viaggi di istruzione. INFORMAZIONE ALL UTENZA SUL P.O.F. Redazione entro il Pubblicizzazione mediante entro il Copia depositata presso Duplicazione presso la segreteria al costo di B. Programmazione educativa e didattica Programmazione educativa La programmazione educativa, elaborata dai Dipartimenti per assi disciplinari e dopo dal Collegio dei docenti, progetta i percorsi formativi correlati agli obiettivi e alle finalità delineati nei programmi. Al fine di armonizzare l attività dei consigli di classe, individua gli strumenti per la rilevazione della situazione iniziale e finale e per la verifica e la valutazione dei percorsi didattici. Sulla base dei criteri espressi dal consiglio di Istituto, elabora le attività riguardanti l orientamento, i corsi di recupero, gli interventi di sostegno. Programmazione didattica Elaborata ed approvata dal Consiglio di classe e redatta, di norma, entro la fine del mese di Ottobre di ogni anno: a) delibera il percorso formativo della classe; b) utilizza il contributo delle varie aree disciplinari per il raggiungimento degli obiettivi e delle finalità educative indicate dal Consiglio di classe e dal Collegio dei docenti;

6 c) è sottoposta sistematicamente a momenti di verifica e di valutazione dei risultati al fine di adeguare l azione didattica alle esigenze formative che emergono in itinere INFORMAZIONE ALL UTENZA SULLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Redazione entro il Pubblicizzazione mediante entro il Copia depositata presso Duplicazione presso la segreteria al costo di Patto educativo di corresponsabilità (DPR n. 235 del 21/11/07) All inizio di ogni anno scolastico la Scuola organizza iniziative di accoglienza nei primi tre giorni di scuola, nell ambito dei quale si provvede alla presentazione e alla condivisione dello Statuto delle studentesse e degli studenti, del P.O.F., del Regolamento di Istituto e del Patto Educativo di Corresponsabilità. Il patto educativo dell Istituto si realizza attraverso strategie programmate, concordate, trasparenti e verificabili;il patto educativo si esplicita con l accettazione congiunta del progetto formativo che ha come conseguenza l impegno per ciascuna componente a contribuire realmente al proseguimento degli obiettivi fissati e delle finalità condivise. Il dialogo rappresenta la condizione necessaria per creare la possibilità di incontro, di crescita, di mediazione tra le componenti scuola-famiglia-territorio, ciascuna con propri specifici ambiti di competenza, con propri ruoli e responsabilità ma tutte tese a migliorare la qualità del processo formativo. I Docenti si impegnano ad esplicitare le scelte educative e didattiche ( utilizzo di registri elettronici, ore di ricevimento, colloqui, corsi di formazioni ) e chiedono la collaborazione costruttiva di tutti gli interessati al servizio scolastico (Organi dell Istituto, genitori, Enti esterni preposti al servizio scolastico). Sulla base di tale patto educativo l alunno, deve: a. conoscere gli obiettivi didattici ed educativi del suo curricolo; b. conoscere il percorso per raggiungerli; c. conoscere le fasi del suo curricolo; il docente deve: a. comunicare la propria offerta formativa; b. motivare il proprio intervento; c. esplicitare le strategie;

7 d. gli strumenti di verifica; e. i criteri di valutazione; il genitore deve : a. conoscere e condividere l offerta formativa; b. esprimere pareri e proposte; c. collaborare nelle attività scolastiche. I genitori, che sono i responsabili diretti dell educazione e dell istruzione dei propri figli e pertanto hanno il dovere di condividere con la scuola tale importante compito, all atto dell iscrizione sono tenuti a sottoscrivere il Patto Educativo di Corresponsabilità. PARTE II Servizi amministrativi La scuola individua, fissandone e pubblicandone gli standard e garantendone altresì l osservanza ed il rispetto, i seguenti fattori di qualità dei servizi amministrativi: a) celerità delle procedure; b) trasparenza; c) informatizzazione dei servizi di segreteria; d) flessibilità degli orari degli uffici a contatto con il pubblico; e) cortesia e disponibilità nei confronti dell utenza; f) tutela della privacy. Ai fini di un miglior servizio per l utenza, si può derogare dagli standard fissati. Tutti i servizi di segreteria sono informatizzati. Standard specifici delle procedure Le famiglie vengono avvisate in tempo utile sulla data di scadenza dei termini delle iscrizioni, che avverranno secondo le modalità indicate dalle circolari ministeriali. La distribuzione dei moduli di iscrizione è effettuata a vista nei giorni previsti, in orario potenziato e pubblicizzato in modo efficace. La Segreteria garantisce celermente lo svolgimento della procedura di iscrizione alle classi dalla consegna delle domande. Il rilascio di certificati è effettuato nel normale orario di apertura della Segreteria al pubblico, entro il tempo massimo di tre giorni lavorativi per quelli di iscrizione e frequenza e di cinque giorni per quelli con votazioni e/o giudizi. Gli attestati e i documenti sostitutivi del diploma sono consegnati, a vista, a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dei risultati finali.

8 I documenti di valutazione degli alunni sono consegnati direttamente dal DS o dai docenti incaricati entro cinque giorni dal termine delle operazioni generali di scrutinio. Gli uffici di Segreteria, compatibilmente con la dotazione organica di personale amministrativo, garantiscono un orario di apertura al pubblico, di mattina o di pomeriggio, funzionale alle esigenze degli utenti e del territorio. Il Consiglio di Istituto delibera in merito sulla base delle indicazioni degli utenti e dei loro rappresentanti. L ufficio di direzione o di presidenza riceve il pubblico sia su appuntamento telefonico sia secondo un orario di apertura comunicato con appositi avvisi. La Scuola assicura all utente la tempestività del contatto telefonico, stabilendo al proprio interno modalità di risposta che comprendono il nome dell Istituto, il nome e la qualifica di chi risponde, la persona o l ufficio in grado di fornire le informazioni richieste. Per l informazione vengono seguiti i seguenti criteri: La Scuola assicura spazi ben visibili all informazione, in particolare sono predisposti; a) tabelle dell orario di lavoro dei dipendenti (orario dei docenti; funzione e dislocazione del personale amministrativo, tecnico,a.t.a.) (come si evince dal sito web della Scuola) b) organigrammi degli Uffici (DS, DSGA,Collaboratori e servizi) c) organigrammi degli organi collegiali d) organico del personale e A.T.A. e) albi d Istituto. Sono inoltre resi disponibili appositi spazi per: a) bacheca sindacale b) bacheca degli studenti c) bacheca dei docenti d) bacheca dei genitori. Presso l ingresso e presso gli Uffici sono presenti e riconoscibili operatori scolastici in grado di fornire all utenza le prime informazioni per la fruizione del servizio. Gli operatori scolastici indossano il cartellino di identificazione in maniera ben visibile per l intero orario di lavoro. PARTE III Condizioni ambientali della scuola Le condizioni di igiene e sicurezza della Scuola garantiscono una permanenza a Scuola confortevole per alunni e personale. Il personale dei collaboratori scolastici si adopera per mantenere la costante igiene dei locali.

9 La scuola si impegna a sensibilizzare gli Enti Locali al fine di garantire agli alunni la sicurezza interna ed esterna (strutture ed impianti tecnologici a norma di legge). Nella Scuola e nel plesso, periodicamente, vengono effettuate esercitazioni relative alle procedure di sicurezza (Piano di Evacuazione) ed è stato nominato un responsabile per la sicurezza. La Scuola dispone di : a) n 24 aule in sede e n 6 nel plesso dove si svolge la normale attività didattica dotate di LIM (lavagne multimediali) nel rispetto delle norme di sicurezza; b) n 1 laboratorio di Scienze e di Fisica in sede; c) n 1 palestra in sede; d) n 1 aula Magna per riunioni; e) n 1 aula per docenti in sede e nel plesso attrezzate di postazioni informatiche; f) n 1 biblioteca in sede in allestimento; g) n 6 di servizi igienici rispettivamente n 2 per donne, n 2 per maschi, n 1 per docenti n 1 per il personale A.T.A; h) barriere architettoniche nell entrata principale ; i) n 1 ascensore; l) giardino di competenza della scuola dotato di barriere architettoniche; m) n 6 tra uffici di segreteria e presidenza; n) n 1 seminterrato per archivio; p) Piano di evacuazione dell edificio in caso di calamità. PARTE IV Procedure dei reclami I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via fax e devono contenere generalità, indirizzo e reperibilità del proponente. I reclami orali e telefonici debbono, successivamente, essere sottoscritti. I reclami anonimi non sono presi in considerazione, se non circostanziati. Il Capo di Istituto, dopo aver esperito ogni possibile indagine in merito, risponde, con celerità sempre in forma scritta, con celerità e, comunque, non oltre 15 giorni, attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. Qualora il reclamo non sia di competenza del Capo di Istituto, al reclamante sono fornite indicazioni circa il corretto destinatario. Il DS informa il Consiglio di Istituto dei reclami di argomento non riservato. Valutazione del servizio

10 Allo scopo di raccogliere elementi utili alla valutazione del servizio, la Scuola si impegna ad effettuare una rilevazione medianti questionari, rivolti ai docenti, al personale A.T.A. e ai genitori, nell ambito di un progetto di autoanalisi di Istituto, secondo i criteri stabiliti nel POF. Le indicazioni contenute nella presente Carta si applicano fino a quando non vengano modificate con delibera del Consiglio di Istituto o per sopravvenute diverse disposizioni normative.

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana. ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE M A C E D O N I O M E L L O N I Viale Maria Luigia, 9/a 43125 Parma Tel 0521.282239 Fax 0521.200567 info@itemelloni.gov.it www.itemelloni.gov.it PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento Carta dei Servizi Scolastici ITI Buonarroti Trento PREMESSA La Carta dei Servizi dell I.T.I. Buonarroti è il documento che riassume i principi ispiratori delle attività della scuola e rende esplicite tali

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI

PRINCIPI FONDAMENTALI DIREZIONE DIDATTICA STATALE SEREGNO 1 CIRCOLO PIAZZALE CADORNA, 3 20038 SEREGNO MILANO Tel/fax: 0362 231325 SCUOLA DELL INFANZIA NOBILI, SCUOLA PRIMARIA CADORNA CARTA DEI SERVIZI PREMESSA La presente Carta

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO Parte I - PRINCIPI FONDAMENTALI CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino trae i suoi principi fondamentali dagli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci GINNASIO LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI Principi fondamentali La carta dei servizi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA La CARTA DEI SERVIZI delle scuole elementari e medie dell'istituto Comprensivo Pietrocola Mazzini di Minervino Murge si fonda sui seguenti articoli della Costituzione: art.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI 1 PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici, regolamentata dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/95, trova la sua origine all interno di un vasto movimento

Dettagli

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI L Istituto Comprensivo Gentile da Foligno si compone della scuola primaria (plesso di Fiamenga, via Lago di Cecita) e della scuola secondaria di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO 2 MONTESARCHIO Ad indirizzo musicale Via Vitulanese, 48 Montesarchio ( BN) Segreteria tel./fax 0824834094 bnic855006@istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. Piazza della Sapienza 82021 APICE (BN) Con sede distaccata a Paduli Tel.-fax- 0824-922063- C.M. BNIC81700B- Web- http://www.icapice.gov.it CARTA

Dettagli

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MESTICA Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 CARTA DEI SERVIZI A.s. 2014/2015 Premessa La

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015 M.I.U.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I. Morra Codice Meccanografico: MTIS009001 Servizi Socio-Sanitari - Servizi Commerciali Produzioni Industriali e Artigianali - Chimica, Materiali e Biotecnologie

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI ISTITUTO COMPRENSIVO V. MONTI VIA BOLDORINI, 2 62010 POLLENZA MC Tel/fax. 0733/549800 Codice ISTITUTO MCIC817008 CF. 80007300439 E-MAIL: mcic817008@istruzione.it POSTA PEC: mcic817008@pec.istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI SCUOLA PARITARIA MADRE MAZZARELLO Scuola dell INFANZIA PRIMARIA e SECONDARIA di I grado SECONDARIA di II grado Via Cumiana, 2 10141 Torino Via Cumiana, 14 10141 Torino Via Cumiana, 2 10141 Torino Tel.

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI LA CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CUORE DELLO STELLA DI RIVIGNANO 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI dell'istituto comprensivo Cuore dello Stella di Rivignano si fonda sui seguenti articoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013)

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA ELIO TONELLI DI PESARO Istituto Comprensivo Elio Tonelli di Pesaro dall'a.s. 2013/14 Strada Statale Adriatica, 151-61121 PESARO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n.

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. 0332400737 e-mail scuolavo@libero.it C è qualcosa di più

Dettagli

Istituto "Michele Giua" - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI

Istituto Michele Giua - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI PREMESSA Articolo 1 L Istituto considera finalità generali del proprio operare pedagogico i principi di cui agli artt. 3, 33, 34, della Costituzione Italiana. Articolo 2 La seguente carta

Dettagli

Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti"

Istituto Tecnico Turistico Statale Andrea Gritti Carta dei Servizi A.S. 2004 / 2005 Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti" Via Muratori, 7 - Mestre (VE) Tel. 041/5350505 E-mail: segreteria@istitutogritti.it http://www.istitutogritti.it CARTA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI è un documento nel quale la scuola presenta all utenza le sue prestazioni.

Dettagli

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità)

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità) PREMESSA La presente Carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art. 149 del Trattato dell Unione Europea e costituisce un documento di

Dettagli

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità.

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità. Prot. N 6008 C/24-d del 22/11/2014 Carta dei servizi ANNO SCOLASTICO 2014-15 PREMESSA La Carta dei Servizi ha come ispirazione i seguenti articoli della Costituzione italiana: Art.3: Tutti i cittadini

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1 PARTE TERZA I SERVIZI AMMINISTRATIVI ORARIO DI APERTURA DELL ISTITUTO art. 3.1 3.3 SERVIZI AMMINISTRATIVI

Dettagli

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015)

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici è prevista dal DPCM del 7 giugno 1995. La Carta dei Servizi è un documento nel quale la scuola

Dettagli

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi è la dichiarazione degli impegni che l Istituto Canossiano Madonna del Grappa

Dettagli

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene 1 La Carta dei Servizi scolastici è stata introdotta nell ordinamento dal Decreto del Presidente

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) La carta dei servizi, allom stato attuale, costituisce il documento di garanzia di qualità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. ISTITUTO PROFESSIONALE di STATO per i SERVIZI COMMERCIALI TURISTICI - SOCIALI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. ISTITUTO PROFESSIONALE di STATO per i SERVIZI COMMERCIALI TURISTICI - SOCIALI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E SOCIALI L. EINAUDI VARESE CARTA DEI SERVIZI 1 Uguaglianza PARTE PRIMA PRINCIPI FONDAMENTALI 1.1 L Istituto nel rispetto dei principi,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO

CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO CARTA DEI SERVIZI I. M. VARRONE CASSINO Pagina 1 di 10 PREMESSA La carta dei servizi è stata istituita dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia 1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia Tel.080-3611001 Fax 080-3620399 Sito web: www.scuolaelementarebovioruvo.it Email: baee15700e@istruzione.it C.F. 80016960728 - Pec:

Dettagli

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 C.F. 93022020148 Sito web: http://www.comprensivobormio.gov.it/

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA P R E M E S S A La carta dei servizi è un documento pubblico, in cui sono contenuti: i principi fondamentali a cui si ispira i fattori

Dettagli

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE Via Caronda, 224 - Catania Carta dei servizi della scuola INDICE Indice...2 Nota Preliminare...3 Servizi Amministrativi...4 Condizioni ambientali della scuola...5 Fattori di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico Istituto Istruzione Secondaria Superiore Luigi Pirandello Bivona sezioni ad indirizzo: Classico, Scientifico, Linguistico, Odontotecnico Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera, Costruzioni Ambiente e

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SENIGALLIA MARCHETTI Viale dei Gerani, 1-60019 - S E N I G A L L I A (ANCONA) Cod. fisc.: 83004370421 Tel. 0717922289_Fax 0717926774 mail: ANIC83300C@PEC.ISTRUZIONE.IT ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO La presente Carta dei Servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33,e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA STATALE 6 Circolo - R. GIRONDI Via Zanardelli, 29-70051 BARLETTA (BA) - Tel. 0883 333522 - Fax 0883 349489 E mail: baee06400r@istruzione.it Cod. Mecc. BAEE06400R Cod. Fisc. 81003590726

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

TOTALE CLASSI ITIS. Prime 6 1 7 131 22 153. Seconde 7 2 9 138 33 171. Terze 6 2 1 9 99 38 27 166. Quarte 8 3 11 124 53 176. Quinte 9 3 12 92 50 144

TOTALE CLASSI ITIS. Prime 6 1 7 131 22 153. Seconde 7 2 9 138 33 171. Terze 6 2 1 9 99 38 27 166. Quarte 8 3 11 124 53 176. Quinte 9 3 12 92 50 144 Istituto Tecnico Tecnologico - Terni Lorenzo Allievi - Antonio da Sangallo" Pag.1 Carta dei Servizi (art. 2, comma 2, Decreto-Legge n.163 del 12/5/95 e Direttiva 27/1/94) Delibera Consiglio Istituto: Premessa

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CARTA DEI SERVIZI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE, SECONDARIE DI 1 GRADO DI AMENDOLARA, ORIOLO E ROSETO CAPO SPULICO Via Roma, 1-87071 AMENDOLARA (CS) Cod. Fisc. 81000510784 Cod. Mecc. CSIC85200V CODICE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN Via C. Piovene, 31 Tel. 0444/911223 - Fax 0444/917201 36100 VICENZA e-mail viic872001@istruzione.it posta

Dettagli

Carta dei. servizi. il cobianchi POF. piano dell offerta formativa 2015-2016. Allega B

Carta dei. servizi. il cobianchi POF. piano dell offerta formativa 2015-2016. Allega B POF piano dell offerta formativa 2015-2016 Carta dei Allega B servizi il cobianchi Allega B-2 Principi fondamentali La Carta dei servizi è un documento che ogni Ufficio della Pubblica Amministrazione è

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali CARTA DEI SERVIZI Il Collegio dei Docenti Unificato dell Istituto Comprensivo Statale Regina Elena, per fare fronte alla richiesta di trasparenza nei rapporti tra l Istituzione scolastica e i fruitori

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico GUGLIELMO MARCONI. 20064 Gorgonzola (Milano)

Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico GUGLIELMO MARCONI. 20064 Gorgonzola (Milano) CARTA DEI SERVIZI PARTE GENERALE L'istituto "G.Marconi" di Gorgonzola, nel rispetto delle indicazioni del Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 7 giugno 1995, adotta la Carta dei Servizi della Scuola

Dettagli

Area1 Carta dei Servizi a.s. 2008/2009 I. T. C. M. Foderà - Agrigento DS Dott.sa P.Pilato

Area1 Carta dei Servizi a.s. 2008/2009 I. T. C. M. Foderà - Agrigento DS Dott.sa P.Pilato Il dipinto che fa da sfondo alla nostra Aula Magna E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Via Porrettana, 258 40037 SASSO MARCONI (Bologna) Tel.:

Dettagli

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA 7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA Via San Giovanni Bosco, 171 - Modena tel. 059.223752 / fax 059.4391420 VADEMECUM IMPEGNI DI RECIPROCITA NEI RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA Premessa Dal POF 2009/2010 del 7 Circolo

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER ISTITUTO TECNICO : Elettrotecnica, Informatica, Meccanica e Meccatronica LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE Via Berchet 2-20900 Monza 039324607 - Fax 039322122

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA (D.P.R. 21 novembre 2007 n 235) IL GENITORE/AFFIDATARIO ED IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI: PRESO ATTO - Il DPR n.249 del 24 giugno 1998 Regolamento recante lo Statuto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Cod. Min. VEIC85000R Cod. Fiscale 91020300272 _ Distretto Scolastico n. 56 Presidenza e Segreteria Via Aldo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI Via Casa Aniello, 34 80057 SANT ANTONIO ABATE (NA) Tel 0818796349 Fax 08119818618 http://www.scuolaforzati.it e-mail naic8b7001@istruzione.it pec naic8b7001@pec.istruzione.it

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.)

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ENTE MORALE "ASILO MONUMENTO AI CADUTI" Scuola Materna "Regina della Pace" 31041 CORNUDA (Treviso) - Via Kennedy, 1 Telefono (0423) 83214 Partita I.V.A. 00510160260 Anno Scolastico 2014/15 PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI Il Piano dell Offerta Formativa dell Istituto colloca la propria fonte di ispirazione negli articoli 3, 30, 33, 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, laddove

Dettagli

IIS E. Alessandrini. Carta dei Servizi Scolastici Delibera del Consiglio d Istituto del 05/12/2011

IIS E. Alessandrini. Carta dei Servizi Scolastici Delibera del Consiglio d Istituto del 05/12/2011 IIS E. Alessandrini Sede Centrale: ITIS L.S. Via Einaudi,3 20081 Abbiategrasso (MI) Tel. 02 / 9466306/7 Fax 02 / 94967188 e-mail uffici: segreteria@iisalessandrini.it Sede Associata: IPS E. LOMBARDINI

Dettagli

Istituto Secondario Superiore Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Luigi Carnacina - Bardolino (VR)

Istituto Secondario Superiore Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Luigi Carnacina - Bardolino (VR) 1. CARTA DEI SERVIZI Con la Carta dei Servizi, l IPSAR L. CARNACINA di Bardolino (VR) definisce e rende noto alle famiglie, agli studenti e alla comunità quanto caratterizza la scuola, in riferimento alle

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo.it CARTA DEI SERVIZI a.s. 2009/10 Scuola dell'infanzia Padre

Dettagli

PROGETTAZIONE PIANO DI PROGETTO. Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI

PROGETTAZIONE PIANO DI PROGETTO. Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI PIANO DI PROGETTO PROGETTO RESPONSABILE PROGETTO OUT Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI Studentesse e studenti del IV e V anno dell Istituto DESTINATARI Docenti di scienze sociali

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA Via Lecce, 17 03100 FROSINONE - ITALIA Tel. 0775 210531 Fax 0775 210531 E-mail: formazione@sanasrl.it ALLEGATO II.1 CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA ELEMENTI MINIMI LIVELLO STRATEGICO POLITICA

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

Dott. Francesco Casalicchio

Dott. Francesco Casalicchio \áà àâàé cüéyaäx ÑxÜ ÄË\ÇwâáàÜ t x ÄËTÜà z tçtàé ÂXA YxÜÅ Ê 0922 602498 Fax : 0922 605512 C.F. : 80003730845 - E-mail : agri010009@istruzione.it 92100 AGRIGENTO Dott. Francesco Casalicchio IPIA Enrico

Dettagli

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico - Visto l art. 8, comma 7, del regolamento relativo all istruzione professionale (DPR 15/03/2010, n. 87) - Vista la Direttiva Ministeriale n.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA'

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA' Questionari Distribuiti n 89 Elaborati n di cui in bianco n ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA VALUTAZIONE e QUALITA' ANNO SCOLASTICO 2011 / 2012 Rilevazione della qualità del servizio

Dettagli

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Proposta di lavoro ed intervento a cura del Gruppo Provinciale dei Referenti per Intecultura e l Integrazione degli Alunni Stranieri Scuola Secondaria di 2 grado

Dettagli

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ Dis. n. 216 La Carta dei Servizi UGUAGLIANZA Si accettano le domande d iscrizione prescindendo da qualunque forma di esclusione per motivi sociali o familiari. Si accolgono

Dettagli

Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS

Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Via Milano, 5/c 26100 Cremona Tel. 0372 20751/34402 Fax 0372-1960388 Codice fiscale 80011480193 Partita Iva 01273220192 mail: segreteria@ucipemcremona.it

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA PROTOCOLLO D'INTESA RELATIVO AL SERVIZIO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO- CULTURALE NEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI E DIREZIONI DIDATTICHE DELL UNIONE TERRE D ARGINE tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO 1 VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria A.S. 2014/2015 PREMESSE Le seguenti disposizioni hanno lo scopo di richiamare le indicazioni normative per quanto attiene i doveri connessi

Dettagli

Carta dei Servizi. Anno Scolastico 2014 2015 Scuola Materna dell Asilo Infantile CARTA DEI SERVIZI. Pagina 1 di 7

Carta dei Servizi. Anno Scolastico 2014 2015 Scuola Materna dell Asilo Infantile CARTA DEI SERVIZI. Pagina 1 di 7 Carta dei Servizi Pagina 1 di 7 INDICE 1. Presentazione generale pag. 3 Uguaglianza Imparzialità e regolarità Accoglienza ed integrazione Frequenza Partecipazione, efficienza e trasparenza 2. Area Didattica

Dettagli

Campo di applicazione, decorrenza, durata

Campo di applicazione, decorrenza, durata Campo di applicazione, decorrenza, durata Art. 1 1. Il presente contratto è redatto in base all art. 6 lettera k) del CCNL 2007-2010 del comparto Scuola. 2. Gli effetti del presente accordo decorrono dalla

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria via Piria n 2, 89127 REGGIO CALABRIA - 0965 28547 0965 313252 Anno Scolastico 2011/2012 Premesso che Ai Genitori Agli Alunni Ai Docenti Al Personale ATA La scuola non è soltanto ambiente di apprendimento

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

Carta dei Servizi. Capitolo PRINCIPI FONDAMENTALI

Carta dei Servizi. Capitolo PRINCIPI FONDAMENTALI Capitolo 7 Carta dei Servizi PRINCIPI FONDAMENTALI Questa carta dei servizi vuole essere uno strumento per agevolare la partecipazione e la collaborazione tra le diverse componenti della scuola (genitori,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI

ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI Via Nazario Sauro n.31 60034 CUPRAMONTANA (AN) Tel: 0731 / 789026-786266 789766 fax: 0731/786196 - Cod. Fisc. 91017860429 e-mail: anic83800g@istruzione.it Pec: anic83800g@pec.istruzione.it

Dettagli

LA TRASPARENZA E PRIVACY. E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti

LA TRASPARENZA E PRIVACY. E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti LA TRASPARENZA E PRIVACY E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti della scuola che riguardano il percorso scolastico e formativo dei propri figli secondo le modalità

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARTA DEI SERVIZI A.S.2012/2013 La carta dei servizi esplicita gli standard qualitativi del servizio scolastico offerto dall'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "DALMAZIO BIRAGO" di

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA ALBA 3 CIRCOLO Anno Scolastico 2013-14 CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

DIREZIONE DIDATTICA ALBA 3 CIRCOLO Anno Scolastico 2013-14 CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DIREZIONE DIDATTICA ALBA 3 CIRCOLO Anno Scolastico 2013-14 CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA La presente Carta, redatta ai sensi del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 7 giugno 1995,

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA Pag. 1 di 5 SCUOLA D INFANZIA E PRIMARIA Il presente regolamento fa riferimento al testo Regolamento dell attività scolastica, redatto da CIOFS SCUOLA, aggiornato al 06 settembre 2008, depositato presso

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017

CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017 CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017 Ente promotore e gestore E il Centro Studi Don Bosco ONLUS - Società Cooperativa Sociale, con sede legale in Perugia via Cortonese,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Anno formativo 2014/2015

CARTA DEI SERVIZI. Anno formativo 2014/2015 CARTA DEI SERVIZI Anno formativo 2014/2015 1. PREMESSA 2. FINALITA 3. PRINCIPI FONDAMENTALI 3.1 UGUAGLIANZA 3.2 IMPARZIALITA E REGOLARITA 3.3 DIRITTO DI SCELTA 3.4 PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE 3.5 EFFICIENZA

Dettagli

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI 1 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI SCUOLA PARITARIA ARTICOLO 1) - Ente gestore 1.1 Denominazione Istituti Scolastici Paritari Scuola Domani S.r.l. è l ente gestore dell Istituto Tecnico Commerciale

Dettagli

PIANIFICAZIONE,EROGAZIONE E CONTROLLO SERVIZI

PIANIFICAZIONE,EROGAZIONE E CONTROLLO SERVIZI ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO PARITARIO (D.D. n. 799 dell 11.12.2003) Via Brambilla,15 21100 Varese TEL 0332-286367 FAX 0332-233686 www.istitutodefilippi.it www.defilippivarese.it segreteria@istitutodefilippi.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013-2015 (articolo 11 del D.L.vo 27 ottobre 2009, n. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013-2015 (articolo 11 del D.L.vo 27 ottobre 2009, n. 150) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. GIOVANNI XXIII Infanzia- Primaria- Scuola Secondaria di 1 Grado Via Garibaldi, snc 00012 Villanova

Dettagli

IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP

IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI ROVIGO IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP 1. OBIETTIVO DEL SERVIZIO L obiettivo primario del Servizio è quello di migliorare l intervento nelle politiche sociali promuovendo, anche

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E. FERMI Via Miniera Taccia Caci Pirandello s.n.c (ex ASI) 92021 Aragona

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E. FERMI Via Miniera Taccia Caci Pirandello s.n.c (ex ASI) 92021 Aragona ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E. FERMI Via Miniera Taccia Caci Pirandello s.n.c (ex ASI) 92021 Aragona ITI SETTORE TECNOLOGICO IPSIA SETTORI: SERVIZI IND. E ART. Dott. ssa Elisa Maria Enza

Dettagli

Parte IV Area personale ATA

Parte IV Area personale ATA Sommario PARTE IV AREA PERSONALE ATA... 1 Art. 29 Norme di comportamento comuni a tutto il Personale A.T.A.... 1 Art. 30 - Norme di comportamento specifiche del Personale amministrativo agli sportelli

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA MOD. A04 Allegato n. 4 al P.O.F. PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA Punti del documento: - Dichiarazione d intenti - Premessa - Obiettivi - Procedure e Strategie - Soggetti coinvolti - Prassi condivise.

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli