AG PROGETTI Studio Tecnico Ingegneri Catese e Condò

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AG PROGETTI Studio Tecnico Ingegneri Catese e Condò"

Transcript

1

2 COMPANY PROFILE

3 PROFILO La AG PROGETTI nasce a Roma dall associazione professionale tra l Ing. Alessandro Catese e l Ing. Germana Condò e fornisce servizi di progettazione e consulenza nel settore delle costruzioni. L attività professionale svolta dallo Studio garantisce un pieno supporto al cliente in tutte le fasi della produzione edilizia: studi di fattibilità, progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, project management, direzione lavori, sicurezza. La progettazione integrata e coordinata nel campo delle varie discipline (architettura, strutture, impianti), svolta con una efficiente struttura di dimensioni compatte, costituisce il punto di forza della AG PROGETTI e consente di ottimizzare i risultati, garantendo qualità, tempestività e flessibilità nelle prestazioni, dagli studi iniziali alla direzione dei lavori. Lo Studio sta ottenendo la certificazione di qualità secondo ISO SERVIZI OFFERTI - studi di fattibilità progettuali e/o tecnico-economici; - rilievi, saggi ed indagini; - progettazione preliminare, definitiva, esecutiva; - project management; - analisi prezzi, computi metrici e stime; - direzione dei lavori e relativa assistenza; - coordinamento della sicurezza D.L.vo 494/96; - collaudi; - supporto alle gare d appalto, direzione tecnica di cantiere, redazione P.O.S. alle imprese SETTORI DI ATTIVITA - architettura, opere edili e strutturali; - impiantistica elettrica, meccanica, termica, idraulica; - urbanistica, programmi complessi e accordi di programma; - Sicurezza (Legge 81/08 RSPP, DVR, Formazione), antincendio (Legge 818/84) - risparmio energetico e sostenibilità ambientale. ORGANIZZAZIONE I professionisti che animano lo Studio, oltre ai due soci, costituiscono uno staff altamente qualificato, che grazie al proprio know-how specialistico e all impiego dei più avanzati strumenti informatici e delle più moderne tecnologie, opera garantendo al cliente la piena soddisfazione ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati. VISION Lo Studio si distingue per la sua cultura lavorativa improntata alla professionalità e alla gestione intelligente, in continua crescita e a tale scopo dedica sempre più energie e risorse alla formazione ed all aggiornamento costante delle sue professionalità. Tutti i servizi offerti sono strutturati sulla base di processi che mirano alla gestione di tutte le attività progettuali ed organizzative in modo sistematico ed organico. MISSION Lo staff gestisce ciascun progetto nel suo intero ciclo di vita, assegnandovi un Project Manager che ne diviene il referente organizzativo col compito di pianificare, schedulare le attività e monitorarne lo stato di avanzamento, affinché venga rispettato il budget di commessa. L efficiente organizzazione interna è sostenuta dagli avanzati strumenti informatici che vengono utilizzati nel lavoro di progettazione. Ciò ha consentito il raggiungimento di una totale indipendenza progettuale a cui è stata aggiunta la riduzione dei tempi destinati alla graficizzazione ed al calcolo a garanzia di maggior spazio destinato allo studio delle idee e delle soluzioni innovative. COMPANY PROFILE

4 ALESSANDRO CATESE ingegnere Nato nel 1972 a Velletri, si è laureato in ingegneria edile presso l Università La Sapienza di Roma, voto 107/110. Iscritto all ordine degli ingegneri della provincia di Roma con il n A24017 dal 23/09/2003. Abilitato ai sensi dell articolo 10 D.L.vo 494/96 e successive modificazioni. Iscritto nel registro del Ministero degli Interni legge 818/84 con il n RM24017I Abilitato a svolgere la mansione di R.S.P.P. Iscritto nell elenco dei verificatori ex legge 46/90 Lettere a) b) c) d) e) f) g) C.C.I.A.A. Roma al n 823. Componente esterno della Segreteria di esame e valutazione di Programmi Complessi e di Accordi di Programma, settore urbanistica del Comune di Velletri. Iscritto all Albo civile dei consulenti tecnici del Tribunale di Velletri al n 1498 ed è stato anche consulente di parte in contenziosi di carattere tecnico-giuridico riguardanti stima di immobili, terminazione di terreni, rispetto della normativa in materia edilizia e urbanistica. Iscritto alla Camera Arbitrale e di Conciliazione dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. Ha collaborato presso alcune imprese di costruzione di Roma presso le quali ha svolto il ruolo di direttore tecnico, acquisendo esperienza nel campo della progettazione architettonica e strutturale, direzione lavori e sicurezza. Nel 2008 ha costituito la AG PROGETTI con l ing. Germana Condò. Ha svolto numerosi corsi di aggiornamento tecnico professionale tra i quali: Corso di formazione sulla Camera Arbitrale e di Conciliazione (Ordine degli Ingegneri di Roma) Corso di formazione PROGETTAZIONE IMPIANTI SPORTIVI (C.O.N.I. Servizi S.P.A.) Corso di formazione PROGETTARE IL FITNESS (C.O.N.I. Servizi S.P.A.) Corso di formazione sul PROJECT MANAGEMENT (Associazione Ingegneri Romani) Corso di formazione sulla DIREZIONE LAVORI (Associazione Ingegneri Romani) Seminario di aggiornamento tecnico sistemi di gestione per la qualità (Ordine degli Ingegneri di Roma) Corso di formazione Esperto in Certificazione volontaria di prodotto (Istituto Giordano S.p.A) Seminario di aggiornamento tecnico Nuove norme per la resistenza al fuoco delle strutture (Ordine degli Ingegneri di Roma) Seminario di aggiornamento tecnico sul Calcolo rapido agli stati limite di sezioni in c.a. (INARSIND Roma) Seminario di aggiornamento tecnico sulla Modellazione antisismica (Ordine degli Ingegneri di Roma) COMPANY PROFILE

5 GERMANA CONDO ingegnere Nata nel 1973 a Napoli, si è laureata in ingegneria edile presso l Università La Sapienza di Roma, voto 110/110. Dottore di Ricerca in Ingegneria Edile presso l Università La Sapienza di Roma. Cultore della materia presso la cattedra di Architettura Tecnica I Università degli Studi di Roma la Sapienza, Facoltà di Ingegneria. Iscritta all ordine degli ingegneri della provincia di Roma con il n dal 11/ Abilitata ai sensi dell articolo 10 D.L.vo 494/96 e successive modificazioni. Iscritta nel registro del Ministero degli Interni legge 818/84 con il n RM22039I Iscritta nell elenco dei verificatori legge ex 46/90 Lettere a) b) c) d) e) f) g) C.C.I.A.A. Roma al n 845. Ha collaborato presso alcuni studi professionali di Roma presso i quali ha potuto approfondire la progettazione degli impianti tecnologici nell edilizia civile. Nel 2008 ha costituito la AG PROGETTI con l ing. Alessando Catese. Ha svolto numerosi corsi di aggiornamento tecnico professionale tra i quali: Corso di formazione sul PROJECT MANAGEMENT (Associazione Ingegneri Romani) Corso di formazione su IMPIANTI ELETTRICI (Associazione Ingegneri Romani) Seminario di aggiornamento tecnico sistemi di gestione per la qualità (Ordine degli Ingegneri di Roma) Seminario di aggiornamento tecnico nuove norme per la resistenza al fuoco delle strutture (Ordine degli Ingegneri di Roma) Corso sugli IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE (Ordine degli Ingegneri di Roma) Corso sulla CLIMATIZZAZIONE DEGLI (Ordine degli Ingegneri di Roma) Convegno di formazione CEI su Impianti Elettrici: recenti evoluzioni normative e tecnologiche (Comitato Elettrotecnico Italiano) COMPANY PROFILE

6 PRINCIPALI LAVORI

7 POLO MUSEALE DI LOCRI Valorizzazione e riqualificazione del Parco Archeologico di Locri Epizefiri e di Palazzo Nieddu del Rio. Invitalia Attività Produttive Progetto definitivo Locri (Reggio Calabria) 2012 Ing. Germana Condò (classe I-D categoria prevalente) Il lavoro progettuale ha come obiettivo la valorizzazione e riqualificazione del Polo museale di Locri, non solo come semplice tutela di beni, ma come processo di rivitalizzazione economica e storico-culturale di tutti i siti che ne fanno parte: il Parco Archeologico di Locri Epizefiri, il Teatro e il Palazzo Nieddu del Rio collocato nel centro storico della città. Tutti gli interventi sono improntati nell ottica del progetto unico e privilegiano i criteri di accessibilità e fruibilità delle risorse. L area del parco è stata risistemata con nuove recinzioni, percorsi per i portatori di handicap con aree sosta attrezzate, nuova cartellonistica esplicativa, pensiline fotovoltaiche a protezione degli scavi, impianto di illuminazione e distribuzione fm e impianto di videosorveglianza per il teatro. Inoltre è stata realizzata una nuova struttura per accogliere il bar, la biglietteria e il bookshop. Per il Palazzo Nieddu è stata ampliata la zona espositiva, e realizzati uffici per il personale del museo, oltre ad una manutenzione straordinaria di tutto il fabbricato.

8 CENTRO ALZHEIMER E CENTRO MENOPAUSA Ristrutturazione e adeguamento normativo dell Ospedale di Pescara. USL Pescara Progetto esecutivo Pescara 2012 Ing. Germana Condò (classe III-C) Il progetto rientra nell ambito della ristrutturazione e adeguamento normativo del vecchio Presidio Ospedaliero di Pescara e riguarda la realizzazione degli impianti elettrici e speciali per il trasferimento del Centro Alzheimer e del Centro Menopausa. Il progetto di ristrutturazione coinvolge un unico piano fuori terra, ed è prevista la realizzazione di due unità funzionali indipendenti dal punto di vista distributivo ed impiantistico. E prevista la realizzazione di nuovi quadri elettrici, linee di distribuzione per l impianto di illuminazione e di distribuzione forza motrice e tutti i relativi componenti e punti di utilizzazione. Tutti gli ambienti sono dotati di impianto rivelazione fumi collegato alla centrale antincendio dell intero Ospedale. Inoltre sono previsti due impianti citofonici, uno per ogni Centro amulatoriale, e due impianti di estrazione aria per i locali che ne necessitano.

9 LABORATORI DI ODONTOIATRIA Ristrutturazione e adeguamento normativo dell Ospedale di Pescara. USL Pescara Progetto esecutivo Pescara 2012 Ing. Germana Condò (classe III-C) Il progetto rientra nell ambito della ristrutturazione e adeguamento normativo del vecchio Presidio Ospedaliero di Pescara e riguarda la realizzazione degli impianti elettrici e speciali per i lavori di manutenzione straordinaria degli ambulatori di Odontoiatria. Il progetto di ristrutturazione coinvolge gli attuali ambulatori di Odontoiatria che saranno ampliati modificandone la distribuzione. E prevista la realizzazione di nuovi quadri elettrici, linee di distribuzione per l impianto di illuminazione e di distribuzione forza motrice e tutti i relativi componenti e punti di utilizzazione, con relativo impianto di terra, secondo normativa, essendo locali medici di gruppo 1. Tutti gli ambienti sono dotati di impianto rivelazione fumi collegato alla centrale antincendio dell intero Ospedale. Inoltre sono previsti l impianto citofonico e l impianto di estrazione aria per i locali che ne necessitano.

10 STATUA ALL INTERNO DI VILLA BORGHESE Posa in opera di una statua raffigurante il poeta azero Nizami Ganjevi. Ambasciata della Repubblica dell Azerbaigian Progetto esecutivo, DL, Coordinamento Sicurezza Roma 2012 Ing. Alessandro Catese (classe I-G categoria prevalente) L incarico professionale, affidato da S.E. Sig. Vaqif Sadiqov, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica dell Azerbaijan in Italia, prevede il posizionamento di un opera scultorea raffigurante il poeta azero Nizami Ganjevi, presso il parco del Museo di Villa Borghese nel Comune di Roma, nonché la Direzione Lavori e il Coordinamento Sicurezza in Fase di Progettazione ed Esecuzione, oltre a tutte le Pratiche autorizzative di natura edilizia ed urbanistica. Le opere strutturali riguardano la realizzazione di una platea di fondazione in c.a., di una struttura in c.a. per basamento statua; e la messa in opera della statua in bronzo con relative opere accessorie in pietra naturale (travertino e granito). Particolare attenzione è stata posta per l inserimento ambientale dell opera, vista l importanza del contesto in cui si colloca, sia dal punto di vista naturalistico che storico.

11 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO ARCHIVIO DI STATO Adeguamento impiantistico per il risparmio energetico e messa a norma dell edificio. Invitalia Attività Produttive Progetto preliminare e definitivo Catania 2012 Ing. Germana Condò (classe III-B categoria prevalente) Il progetto riguarda gli interventi impiantistici elettrici e meccanici per l efficientamento energetico delle utenze e della produzione di energia da fonti rinnovabili dell Archivio di Stato di Catania. Nello specifico è stato previsto un sistema di trigenerazione per la produzione combinata di energia elettrica, calore ed acqua refrigerata, composto da una microturbina alimentata a gas naturale e gruppi frigo ad assorbimento; oltre ad una più tradizionale centrale termofrigorifera con gruppo frigo condensato acqua e caldaia a condensazione. Inoltre è stato previsto un nuovo impianto di condizionamento della zona archivi composta da unità idonee al controllo della temperatura e dell'umidità interna; nonché l adeguamento degli impianti di condizionamento esistenti e l integrazione del sistema di supervisione e controllo dei nuovi impianti e di quelli esistenti. Anche dal punto di vista elettrico c è stato un adeguamento dell impianto di illuminazione e di distribuzione fm esistenti, integrandoli ad un più moderno sistema di building automation.

12 ADEGUAMENTO VILLA PATRIZI SEDE FERROVIE DELLO STATO Adeguamento e messa a norma del complesso 6 stralcio Ristrutturazione 17 blocchi bagno Ferservizi S.P.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Progetto definitivo Roma 2012 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) L intervento rientra in un più ampio programma di adeguamento normativo e funzionale del complesso immobiliare di Villa Patrizi sede del Gruppo Ferrovie dello Stato, questo lotto in particolare riguarda la ristrutturazione di 17 gruppi bagno. Il progetto prevede la riqualificazione degli attuali servizi igienici sia per quanto riguarda la distribuzione funzionale che per quanto riguarda i materiali utilizzati per le finiture e gli arredi e l inserimento dove necessario del bagno per i disabili e di un locale per il deposito del personale delle pulizie, almeno uno per ogni piano del Pentagono e ogni piano del Quadrilatero. Per seguire una politica di risparmio energetico sia l impianto di illuminazione che l impianto di estrazione d aria sono comandati da sensori di presenza. In alcuni casi particolari sono previste anche importanti opere strutturali per garantire l altezza minima richiesta dalla normativa. Particolare attenzione è stata posta nel cronoprogramma dei lavori per garantire sempre almeno un bagno funzionante per ogni piano durante tutte le fasi di cantiere.

13 ADEGUAMENTO VILLA PATRIZI SEDE FERROVIE DELLO STATO Adeguamento e messa a norma del complesso 5 stralcio Piano di coordinamento generale delle emergenze Ferservizi S.P.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Consulenza specialistica Roma 2012 Ing. Alessandro Catese - L intervento rientra in un più ampio programma di adeguamento normativo e funzionale del complesso immobiliare di Villa Patrizi sede del Gruppo Ferrovie dello Stato, questo lotto in particolare riguarda il Piano di Coordinamento Generale delle Emergenze. Il piano rappresenta l insieme delle misure tecniche, organizzative e gestionali che dovranno essere attuate da parte dei responsabili della sicurezza di tutte le società che operano nel compendio edilizio di Villa Patrizi, al fine di ridurre al minimo i rischi, in caso di emergenza, sia per il personale interno che per lavoratori ed ospiti esterni. Il documento contiene le istruzioni a cui attenersi in caso di emergenza, ovvero nel caso in cui si verifichi una situazione di grave ed imminente pericolo per le persone, le strutture e/o l'ambiente. Per redigere tale documento sono stati effettuati numerosi sopralluoghi e riunioni di coordinamento con i responsabili della Gestione delle Emergenze.

14 RISTRUTTURAZIONE CASA GENERALIZIA SUORE ANGELICHE Lavori di manutenzione straordinaria della Casa Generalizia di Roma Congregazione Suore Angeliche di San Paolo Progetto esecutivo Roma 2012 Ing. Alessandro Catese (classe I-D, categoria prevalente) I lavori di ristrutturazione della Casa Generalizia della Congregazione delle Suore Angeliche di San Paolo a Roma, hanno interessato: il rifacimento del tetto, le facciate e alcuni ambienti interni. Esternamente è stata realizzata la tinteggiatura delle facciate, il risanamento e finitura esterna dei sottobalconi e la sostituzione del comignolo canna fumaria; per il tetto è stato sostituito sia il manto di copertura che la struttura secondaria e il tavolato di chiusura, oltre al canale di gronda e discendenti in rame. All interno è stata ristrutturata la zona degli alloggi e degli ambienti di soggiorno delle suore, cambiando la distribuzione per fornire ogni stanza del suo bagno privato, e rifacendo tutti gli impianti elettrici e meccanici. Inoltre sono state interessate dai lavori anche due piccole cappelle dove le suore si riuniscono per i momenti di preghiera., in cui è stato inserito un nuovo impianto di condizionamento caldo-freddo per migliorarne il comfort interno.

15 ADEGUAMENTO VILLA PATRIZI SEDE FERROVIE DELLO STATO Adeguamento e messa a norma del complesso 4 stralcio Restauro Fontana dei pesci e Pensilina d ingresso Ferservizi S.P.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Progetto definitivo Roma 2011 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) L intervento rientra in un più ampio programma di adeguamento normativo e funzionale del complesso immobiliare di Villa Patrizi sede del Gruppo Ferrovie dello Stato, questo lotto in particolare riguarda il restauro conservativo della Pensilina in ferro e vetro e a protezione del Nuovo Ingresso Visitatori, comprese le porzioni di facciata direttamente pertinenti, e della Fontana del Cortile d Onore denominata Vasca dei Pesci. Si è proceduto al restauro di tutte le parti in ferro e alla sostituzione delle parti in vetro della pensilina, alla pulitura del paramento esterno, alla sostituzione e riposizionamento degli infissi e alla pulitura delle relative grate. Per quanto riguarda la fontana si è provveduto alla rimozione degli attacchi biologici e del calcare, al consolidamento delle superfici che presentano disgregazione e scagliatura, al ripristino dei bocchettoni metallici dei mascheroni ed alla impermeabilizzazione dei due bacini.

16 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO CHIESA Lavori di manutenzione straordinaria Chiesa Sacra Famiglia Istituto Suore Angeliche di San Paolo Progetto esecutivo Milano 2011 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) Il progetto di ristrutturazione ha riguardato interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di alcuni elementi costruttivi chiesa della Chiesa della Sacra Famiglia della Congregazione delle Suore Angeliche di San Paolo a Milano, decisi a seguito di una serie di interventi conoscitivi di dettaglio sullo stato di conservazione del tetto e dei paramenti murari e su tutti gli elementi decorativi. Sono state eseguite una serie di lavorazioni al fine di preservare e restituire all antico splendore, le facciate della chiesa. Un accurata pulitura, ricostruzione delle parti architettoniche e decorative e un trattamento protettivo con resine acriliche. Per quanto riguarda gli interventi sul tetto è stata prevista la completa sostituzione del manto di tegole marsigliesi, e degli elementi in legno che costituiscono la struttura secondaria di appoggio nonché il sottostante tavolato di chiusura.

17 SCUOLA ELEMENTARE A FRASCATI Lavori di manutenzione straordinaria scuola materna e elementare Vanvitelli in località Vermicino nel comune di Frascati (Roma) Comune di Frascati (Roma) Progetto esecutivo Vermicino, Frascati (Roma) 2010 Ing. Alessandro Catese (classe I-C categoria prevalente) L intervento ha interessato i lavori di manutenzione straordinaria della Scuola elementare e materna a Vermicino nel Comune di Frascati. Ed in particolare interventi all intradosso del solaio di calpestio e del solaio di copertura, nonché il rifacimento parziale del controsoffitto e dell impianto elettrico e di illuminazione. Da approfondite indagini effettuate, si è riscontrato un esteso fenomeno di degrado strutturale del solaio di calpestio e del solaio inclinato di copertura, che interessava sia i travetti in c.a. che gli elementi in laterizio. Sono state realizzate specifiche operazioni per il ripristino delle porzioni di solaio danneggiato. Inoltre è stato demolito il controsoffitto esistente, in legno e gesso, e sostituito con un nuovo controsoffitto con pannelli in fibra minerale, e dipinte le pareti con colori diversi per ogni ambiente, tutti adatti alla particolare utenza dell edificio. E stato inoltre realizzato un nuovo impianto di illuminazione ad incasso nel controsoffitto.

18 STUDIO ENERGY AUDIT NISSAN ITALIA Studio Energy Audit per gli impianti meccanici e certificato energetico per la sede di Nissan Italia S.R.L. a Capena (Roma) Studio tecnico Consulenza specialistica Capena (Roma) 2010 Ing. Alessandro Catese (classe III-B categoria prevalente) L incarico ha riguardato la collaborazione per l attività di audit energetico ed ambientale del complesso immobiliare Nissan Italia srl sito in Via Tiberina Km15.740, Capena (Roma), ed in particolare lo Studio Energy audit a servizio degli impianti meccanici e l assistenza alla redazione del certificato energetico. Gli interventi proposti al cliente sono di varia natura: di produzione dell energia con un impianto fotovoltaico, un impianto mini-eolico e un impianto di trigenerazione; di gestione dell energia, con una revisione del contratto di manutenzione e del contratto di fornitura, nonché con l installazione di sistemi di contabilizzazione; di sostituzione delle macchine di produzione del freddo e del caldo e l installazione di sonde geotermiche; di installazione di sistemi di regolazione climatica, e di sistemi di recupero del calore; di installazione di lampade a LED e di sensori crepuscolari; di installazione di pareti ventilate e infissi triplovetro, sostituzione dei lucernari in policarbonato e realizzazione di porte filtro.

19 RISTRUTTURAZIONE O STORICO A ROMA Lavori di manutenzione straordinaria edificio di Piazza Cavour a Roma Condominio di Piazza Cavour 3 a Roma Progetto esecutivo Roma 2011 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) I lavori di ristrutturazione dell edificio storico di Piazza Cavour a Roma si sono articolati in diversi lotti di intervento ed hanno interessato: il rifacimento del tetto, l allaccio idrico, il rifacimento del locale cabina idrica, risanamento della chiostrina interna e realizzazione dell impianto di antenna centralizzato. Per il tetto è stato completamente rimosso e sostituito il manto di copertura e le relative strutture di sostegno e di chiusura compresi gli strati di isolamento e di impermeabilizzazione. Sempre in copertura, è stato completamento risanato il locale cabina idrica, che versava in un pessimo stato conservativo, sono stati dismessi i cassoni in eternit e realizzato un nuovo allaccio idrico dalla rete di distribuzione cittadina. Per la chiostrina è stato previsto il risanamento degli intonaci, le tinteggiature e la bonifica impianti e la razionalizzazione dei corrugati e delle tubazioni attualmente presenti su tutte le facciate interne.

20 ADEGUAMENTO VILLA PATRIZI SEDE FERROVIE DELLO STATO Adeguamento e messa a norma del complesso 3 stralcio Ristrutturazione Ingresso Visitatori Ferservizi S.P.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Progetto definitivo e Progetto esecutivo Roma 2010 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) L intervento prevede una ridistribuzione funzionale degli attuali spazi adibiti ad ingresso visitatori, con la rimozione di tutti gli impianti e la demolizione di parte dei tramezzi, dei rivestimenti e la relativa ricostruzione secondo standard qualitativi più elevati. La nuova distribuzione ha permesso una razionalizzazione dei flussi in ingresso ed uscita dei visitatori diretti agli uffici. E stato realizzato un bagno in prossimità della sala d attesa aperta al pubblico, dimensionato per l accesso di persone disabili su sedia a ruote. In questa ottica, per garantire il criterio di accessibilità previsto dalla vigente normativa in materia di barriere architettoniche, è stata realizzata una rampa di accesso al fine di superare il dislivello tra marciapiede esterno e pavimento interno. Tutti gli impianti, sia elettrici che meccanici, sono stati completamente rifatti, ponendo particolare cura e attenzione all impianto di illuminazione, per ottenere un risultato di alto pregio architettonico e un risparmio di energia con un sistema di gestione della luce.

21 ADEGUAMENTO VILLA PATRIZI SEDE FERROVIE DELLO STATO Adeguamento e messa a norma del complesso 2 stralcio Adeguamento Centrale Termica ai fini dell ottenimento del C.P.I Ferservizi S.P.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Progetto esecutivo Roma 2009 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) Oggetto dell intervento è l adeguamento della Centrale Termica per la pratica per l ottenimento del Parere di Conformità Antincendio. La centrale termica a servizio dell intero complesso edilizio si trova in una palazzina dislocata all interno del cortile, e all interno si trovano 3 caldaie a vapore alimentate a gas metano da Kcal/h ciascuna, per un totale di Kcal/h, con i relativi collettori e tubazioni di distribuzione. Sono state adottate tutte le misure antincendio previste dalla normativa: sistema rivelazione incendi, sistema rivelazione gas, sistema di avviso manuale dell incendio, sistema di allarme ottico e acustico, sistema di luci di emergenza, rete idranti, estintori, pulsante di sgancio dell impianto elettrico. Inoltre sono state verificate, e ove necessario adeguate, le caratteristiche costruttive del locale: resistenza delle strutture, aperture di areazione, classe dei materiali, altezze dei locali, tipo di accesso, lunghezza delle via di fuga.

22 NUOVO UFFICIO POSTALE A NEPI (VT) Ristrutturazione di un locale da adibire a nuovo ufficio postale di Nepi (VT) Impresa di costruzioni Progetto esecutivo Nepi (Viterbo) 2008 Ing. Alessandro Catese (classe I-D categoria prevalente) Il progetto riguarda i lavori di ristrutturazione per il trasferimento della sede dell ufficio postale di NEPI (VT), attualmente allocato in ambienti non più rispondenti alle esigenze di Poste Italiane. A questo scopo è stato individuato un immobile al piano terra posto lungo la centrale via Roma al civico 135. La stessa società Poste Italiane ha determinato l intenzione di realizzare in nuovo Ufficio Postale secondo gli standard del nuovo Layout e di attivare un area Self Service fruibile dalla clientela tutti i giorni (h24). La configurazione dello standard che è stato realizzato parte dalla esigenza di attuare negli Uffici Postali un rinnovamento proteso al recupero d'immagine, al miglioramento della qualità del servizio da offrire alla clientela nonché ad una rinnovata capacità di comunicazione. Per il raggiungimento di tali obiettivi, l'architettura dei luoghi è stata pertanto intesa come spazio vitale su cui interpretare la nuova riconfigurazione esterna ed interna degli uffici.

23 RISTRUTTURAZIONE CASTELLO MEDICEO DI MELEGNANO Ristrutturazione impiantistica del Castello Mediceo di Melegnano (MI) Provincia di Milano Progetto definitivo e progetto esecutivo Melegnano (Milano) 2008 Ing. Alessandro Catese (classe III-B categoria prevalente) L intervento riguarda i lavori di realizzazione degli impianti termici, meccanici, elettrici, idrici e speciali relativi al restauro conservativo e riuso interno dell ala est del Castello Mediceo di Melegnano. Nella stesura del progetto degli impianti da realizzarsi, si è tenuto conto del particolare valore storico degli ambienti, delle indicazioni del progetto architettonico, nonché delle caratteristiche degli impianti già realizzati nell altra ala del castello attualmente in funzione. Il progetto degli impianti elettrici riguarda la realizzazione del nuovo quadro elettrico di distribuzione, posto al piano terreno da cui partiranno le linee di alimentazione ai quadri elettrici di zona. Il nuovo quadro di distribuzione viene alimentato dal quadro elettrico generale della esistente cabina di trasformazione. Mentre per quanto riguarda il progetto degli impianti meccanici questo prevede la realizzazione delle nuove centrali, termica e frigorifera, che andranno ad alimentare i nuovi impianti di riscaldamento e di condizionamento previsti nei diversi ambienti.

24 O PER UFFICI E COMMERCIO AD APRILIA (LT) Realizzazione edificio per un impianto di distribuzione carburanti ad Aprilia (LT) Privato Progetto definitivo e esecutivo, DL e Sicurezza Aprilia (Latina) 2005/2007 Ing. Alessandro Catese (classe I-C categoria prevalente) Il progetto si inserisce in un piano di lottizzazione convenzionata che prevede destinazione urbanistica: direzionale/commerciale, zona compresa nel P.P.A. sottozona D1 del P.R.G. adiacente alla S.S. 148 del Comune di Aprilia, Consorzio Area 2. Nell area della stazione di servizio carburanti viene realizzato un edificio di due piani fuori terra: il primo a servizio del gestore, il secondo per uffici. La struttura dell edificio è in cemento armato del tipo prefabbricato, con fondazioni a plinti su pali; i pannelli di tamponamento sono del tipo in cls prefabbricato con finitura a graniglia e gli infissi esterni in alluminio. All interno pavimenti e rivestimenti scelti sono di tipo ceramico per tutti gli ambienti, e in marmo per la scala posta all angolo dell edificio, dove per l abbattimento delle barriere architettoniche c è anche l ascensore del tipo omologato per disabili.

25 NUOVO OBITORIO OSPEDALE DI BUSTO ARSIZIO (VA) Ampliamento e ristrutturazione Medicina Legale e Obitorio Azienda Ospedaliera Busto Arsizio (VA) Progetto definitivo e progetto esecutivo Busto Arsizio (Varese) 2006 Ing. Alessandro Catese (classe I-C categoria prevalente) L intervento riguarda l ampliamento dell attuale edificio destinato ad obitorio, prevedendo la costruzione di un nuovo edificio in prossimità dell attuale. Infine anche in virtù delle più generali esigenze di riassetto logistico delle attività svolte nel presidio ospedaliero di Busto Arsizio, è stata prevista la collocazione del Servizio di Medicina Legale, nell ambito della nuova struttura. Il progetto prevede due fasi distinte e successive. La prima consistente nella costruzione del nuovo edificio, in prossimità del padiglione esistente, destinato all ampliamento dell obitorio e al servizio di medicina legale. La seconda riguardante la ristrutturazione del padiglione esistente, compresa la riorganizzazione distributiva degli ambienti e l adeguamento impiantistico. Suddividendo l intervento è stata garantita la continuità di esercizio durante tutto il periodo dei lavori. La realizzazione delle camere settorie ha richiesto un attenzione particolare per il progetto impiantistico.

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA STUDIO DI FATTIBILITA PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIFUNZIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA AZZARITA RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA L immobile oggetto dello studio di fattibilità è ubicato in Via Barisano

Dettagli

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA a.s. 2014-2015 L.1 Prof. Vincenzo Ninni 1 FINALITA DEL CORSO IL CORSO DI GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO HA IL COMPITO DI FORNIRE TUTTE LE INDICAZIONI

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze

ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze Progetto Definitivo Esecutivo Sistemazione degli uffici ex IRRE Campania in

Dettagli

Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A RELAZIONE

Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A RELAZIONE Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A Intervento edilizio di: i n t e r v e n t o d i a d e g u a m e n t o d e l c e n t r o d i i n f o r m a z i o n e t u r i s t i c a Ubicato in: piazza San Niccolo

Dettagli

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA ATTENZIONE: la risposta ai quesiti è stata formulata attenendosi alle leggi vigenti all' epoca della richiesta. Pertanto si consiglia di verificare se

Dettagli

La nostra azienda FATTURATO DEGLI ULTIMI 5 ANNI: 16.123.850,00

La nostra azienda FATTURATO DEGLI ULTIMI 5 ANNI: 16.123.850,00 La nostra azienda FATTURATO DEGLI ULTIMI 5 ANNI: 16.123.850,00 NUMERO DI DIPENDENTI: 18 CERTIFICAZIONI: ISO 9001 SOA OG1, OG3, OG9, OG12 MEMBRO DI ASSOCIAZIONI DI IMPRESE Assimpredil ANCE - Membro del

Dettagli

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello DEEPER UNDERGROUND RELAZIONE GENERALE Criteri Progettuali L idea progettuale di base, per la realizzazione

Dettagli

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI -

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - Intervento Manutenzione ordinaria (articolo 6, comma 1, lettera a: articolo 3, comma 1, lettera a) Libero Titolo Eliminazione di barriere architettoniche che

Dettagli

COMUNE DI MONZA ISTITUZIONI CEDERNA: RISTRUTTURAZIONE / RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO CONSERVATIVO EX TEATRO

COMUNE DI MONZA ISTITUZIONI CEDERNA: RISTRUTTURAZIONE / RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO CONSERVATIVO EX TEATRO COMUNE DI MONZA ISTITUZIONI CEDERNA: RISTRUTTURAZIONE / RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO CONSERVATIVO EX TEATRO Via Cederna n. 19 2001 SOCIETA COOPERATIVA Via Italia n. 50 20900 Monza PROGETTO PRELIMINARE OGGETTO:

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA QUALIFICAZIONE GIURIDICA DEGLI INTERVENTI Art.31 L.457/1978 Allegato L.R. 31/2002 IDENTIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI Titolo abilitativo Dichiarazione sostitutiva

Dettagli

progetto gestione scuole monza e brianza istituto d arte di giussano

progetto gestione scuole monza e brianza istituto d arte di giussano 1 Premessa Gli edifici Scolastici oggetto degli interventi fanno parte di un programma, che è stato definito con apposita convenzione tra la Provincia di Milano ed il Comune di Giussano. Scopo dell intervento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PRESTAZIONALE RELAZIONE TECNICA

CAPITOLATO SPECIALE PRESTAZIONALE RELAZIONE TECNICA Provincia di Roma Dicembre 2009 LAVORI DI: RECUPERO ARCHITETTONICO CONSERVATIVO PER LA VALORIZZAZIONE DI EDIFICI SITI IN VIA DELL IDROVORE, 304 (FIUMICINO) CAPITOLATO SPECIALE PRESTAZIONALE RELAZIONE TECNICA

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI BRESCIA VIA CUCCA, 16 PALAZINA DEMANIALE ALLOGGIO EBS0034 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO PER L ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ANTINCENDIO DI EDIFICIO COMUNALE ADIBITO AD ASILO NIDO

PROGETTO ESECUTIVO PER L ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ANTINCENDIO DI EDIFICIO COMUNALE ADIBITO AD ASILO NIDO STUDIO TECNICO ING. MERIZZI PAOLO PROGETTAZIONI E CONSULENZE IN MATERIA TERMOTECNICA E ANTINCENDIO Via Roncari, 39a 21023 BESOZZO (VA) Tel. - Fax 0332/970477 - e-mail: pmerizzi@gmail.com PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE RELAZIONE TECNICA GENERALE Introduzione L Amministrazione civica di Borrello è proprietaria della struttura della vecchia scuola d infanzia sita in via Domenico De Nillo, gestita, negli anni compresi tra

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA 1 PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 5 OPERE CIVILI...6 SCAVI, DEMOLIZIONI E RIMOZIONI... 6 OPERE IN CEMENTO ARMATO - SCALE METALLICHE... 7 SOTTOFONDI... 7 IMPERMEABILIZZAZIONI...

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI OPERE CIVILI 1 PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 5 OPERE CIVILI...6 SCAVI, DEMOLIZIONI E RIMOZIONI... 6 OPERE IN CEMENTO ARMATO - SCALE METALLICHE... 7 SOTTOFONDI...

Dettagli

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Le opere oggetto del presente incarico saranno realizzate in tre distinti interventi funzionali nel capoluogo con la possibilità

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA Premessa Il presente Progetto ESECUTIVO, immediatamente cantierabile e redatto ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e del D.P.R. n.207/2010, è stato redatto dall Ufficio Tecnico

Dettagli

Peduzzi dott. ing. Amalio

Peduzzi dott. ing. Amalio Nome Cognome CURRICULUM FORMATIVO-PROFESSIONALE Amalio Peduzzi Nato a Como il 24/11/1972 Residente a Cerano d Intelvi (Como) in Via Roma n. 37 cap 22020 Stato civile Coniugato. Congedo per svolgimento

Dettagli

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Antonio Marrazzo Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano Attività dei diversi settori PROGETTI - N 101 - EDILIZIA SCOLASTICA tot 21.000.402,38 24% STRADE tot 12.155.500 23% ALLOGGI COMUNALI

Dettagli

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune Utilizzando la tabella sotto riportata è possibile verificare per ogni singolo intervento quale procedura adottare per procedere all esecuzione dei lavori. Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO Progetto: PROGETTO PER LAVORI DI ADEGUAMENTO FUNZIONALE, ANTINCENDIO E DI SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DELLA SCUOLA ELEMENTARE RODARI IN VIA

Dettagli

PROGETTO DI: STRAORDINARIA MANUTENZIONE DEL CORPO E DELL AREA EX ROSSI SUD PER LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA PROVINCIALE RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

PROGETTO DI: STRAORDINARIA MANUTENZIONE DEL CORPO E DELL AREA EX ROSSI SUD PER LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA PROVINCIALE RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA PROGETTO DI: STRAORDINARIA MANUTENZIONE DEL CORPO E DELL AREA EX ROSSI SUD PER LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA PROVINCIALE RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA Premessa Oggetto del presente progetto di manutenzione

Dettagli

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto.

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto. Note introduttive Il presente documento fa proprie le indicazioni di cui all Art. 34. Relazione generale del progetto esecutivo del d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207: 1. La relazione generale del progetto

Dettagli

REALIZZAZIONE DI CENTRO RESIDENZIALE DI CURE PALLIATIVE HOSPICE IN SPICCHIO 2 STRALCIO ESECUTIVO FUNZIONALE

REALIZZAZIONE DI CENTRO RESIDENZIALE DI CURE PALLIATIVE HOSPICE IN SPICCHIO 2 STRALCIO ESECUTIVO FUNZIONALE INDICE 1) Premessa 2) Progetto edilizio 3) verifica norme antincendio 4) Attività 91 5) Mezzi ed impianti fissi di estinzione 6) Segnaletica di sicurezza 1 REALIZZAZIONE DI CENTRO RESIDENZIALE DI CURE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA EDIFICI SCOLASTICI ED EDIFICIO MUNICIPALE DI TORCHIARA RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA EDIFICI SCOLASTICI ED EDIFICIO MUNICIPALE DI TORCHIARA RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA EDIFICI SCOLASTICI ED EDIFICIO MUNICIPALE DI TORCHIARA RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il sottoscritto è stato incaricato dall Amministrazione Comunale di

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. Ufficio Tecnico - SEZ. LL.PP. RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELL EX OSPEDALE SAN GIUSEPPE I STRALCIO SPOSTAMENTO SEDE COMUNALE

COMUNE DI EMPOLI. Ufficio Tecnico - SEZ. LL.PP. RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELL EX OSPEDALE SAN GIUSEPPE I STRALCIO SPOSTAMENTO SEDE COMUNALE COMUNE DI EMPOLI Ufficio Tecnico - SEZ. LL.PP. RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELL EX OSPEDALE SAN GIUSEPPE I STRALCIO SPOSTAMENTO SEDE COMUNALE RELAZIONE TECNICA Empoli, lì novembre 2014. I PROGETTISTI:

Dettagli

LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO

LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO Premessa Il progetto è stato redatto seguendo le esigenze della

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA

RELAZIONE SPECIALISTICA RELAZIONE SPECIALISTICA 1. PREMESSA A completamento di quanto contenuto nella relazione generale, il progetto definitivo deve comprendere relazioni tecniche che definiscano le problematiche e indichino

Dettagli

La nostra azienda. Questi siamo noi.

La nostra azienda. Questi siamo noi. La nostra azienda Questi siamo noi. La nostra azienda opera nel settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni da vent anni, in luoghi dai contesti unici e prestigiosi, prevalentemente in provincia

Dettagli

FAHRENHEIT 451 COMUNE DI MARANELLO CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA

FAHRENHEIT 451 COMUNE DI MARANELLO CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA FAHRENHEIT 451 COMUNE DI MARANELLO CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA La progettazione nasce dalla necessità che l intervento formuli una presenza riconoscibile come

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO I lavori indicati in questa relazione riguardano la ristrutturazione di un fabbricato

Dettagli

Progetto Esecutivo. ELABORATO: RE_ Relazione opere edili. IL PROGETTISTA Arch. Mariangela Cimma

Progetto Esecutivo. ELABORATO: RE_ Relazione opere edili. IL PROGETTISTA Arch. Mariangela Cimma Progetto Esecutivo PON FESR Ambienti per l Apprendimento Asse II Qualità degli ambienti scolastici Obiettivo C Bando Prot. AOODGAI/7667 del 15/06/2010 I.S.I.S. Gaetano Filangieri Via Sen. Pezzullo,7 FRATTAMAGGIORE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Lo scrivente Ufficio Lavori Pubblici è stato incaricato dall Amministrazione Comunale della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori di ristrutturazione

Dettagli

Università degli Studi di Sassari COMUNICATO STAMPA. Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi

Università degli Studi di Sassari COMUNICATO STAMPA. Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi Università degli Studi di Sassari Ufficio Comunicazione COMUNICATO STAMPA Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi Nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione del 19 maggio è stato

Dettagli

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica 1. Premessa La presente relazione è parte integrante del progetto preliminare dei Lavori di adeguamento per la divisione del plesso scolastico di via Segni in due parti: scuola per l'infanzia al piano

Dettagli

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it INGEGNERIA GROSSI LO STUDIO DI INGEGNERIA GROSSI OPERA SIN DAL 1955 NEL SETTORE DELLA PROGETTAZIONE E CONSULENZA Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it CHI

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI SESTRI LEVANTE PROGETTO DEFINITIVO DI RISTRUTTURAZIONE DEL PALAZZO FASCIE ROSSI POLO CULTURALE E MUSEALE PER LA CITTA E PER IL TIGULLIO ORIENTALE IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE COMUNE DI GUAGNANO (LE) ADEGUAMENTO DI UN IMMOBILE DI VIA BIRAGO NELLA FRAZIONE DI VILLA BALDASSARRI PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO SOCIO- EDUCATIVO E RIABILITATIVO PER DIVERSAMENTE ABILI RELAZIONE

Dettagli

Viale Col di Lana 12b Milano. www.greenin.engineering info@greenin.engineering

Viale Col di Lana 12b Milano. www.greenin.engineering info@greenin.engineering Viale Col di Lana 12b Milano 02 87065805 www.greenin.engineering info@greenin.engineering Chi siamo Greenin s.n.c. società di ingegneria nasce dalla collaborazione pluridecennale tra tre professionisti:

Dettagli

Detraibile. Installazione di macchinari esterni

Detraibile. Installazione di macchinari esterni INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITA' IMMOBILIARI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali o di altre unità Spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche

Dettagli

RELAZIONE GENERALE. Premessa

RELAZIONE GENERALE. Premessa RELAZIONE GENERALE Premessa La scuola dell infanzia con il Nido Integrato persegue la formazione integrale di bambini dai 12 ai 36 mesi offrendo opportunità per il raggiungimento di capacità e competenze

Dettagli

Edilizia Scolastica. Interventi finanziati dalla Regione Piemonte in Provincia di Novara

Edilizia Scolastica. Interventi finanziati dalla Regione Piemonte in Provincia di Novara Edilizia Scolastica Interventi finanziati dalla Regione Piemonte in Provincia di Novara I Comuni Agrate Conturbia Borgo Ticino Borgolavezzaro Dormelletto Carpignano Sesia Casalino Fara N.se Grignasco Lesa

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE di BERGAMO Via PINETTI n. 23 Ex Caserma Zanchi ALLOGGIO EBG0012 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA

Dettagli

Progetto Green Communities e i sistemi di rating dei territori montani. Salvatore Leto

Progetto Green Communities e i sistemi di rating dei territori montani. Salvatore Leto Progetto Green Communities e i sistemi di rating dei territori montani Salvatore Leto Consorzio Natura Energia Territorio Polo di Innovazione Regione Calabria per l Energia e l Ambiente TERRITORI OGGETTO

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE PER L ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ANTINCENDIO DI EDIFICIO COMUNALE ADIBITO AD ASILO NIDO

PROGETTO PRELIMINARE PER L ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ANTINCENDIO DI EDIFICIO COMUNALE ADIBITO AD ASILO NIDO STUDIO TECNICO ING. MERIZZI PAOLO PROGETTAZIONI E CONSULENZE IN MATERIA TERMOTECNICA E ANTINCENDIO Via Roncari, 39a 21023 BESOZZO (VA) Tel. - Fax 0332/970477 - e-mail: pmerizzi@gmail.com PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI...6 NORME DI RIFERIMENTO...7 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 7 NORME RELATIVE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI OPERE CIVILI PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 5 OPERE CIVILI... 6 SCAVI, DEMOLIZIONI E RIMOZIONI... 6 OPERE IN CEMENTO ARMATO - SCALE METALLICHE... 7 SOTTOFONDI...

Dettagli

COSA SI PUO' DETRARRE

COSA SI PUO' DETRARRE COSA SI PUO' DETRARRE Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali. INTERVENTI

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Direzione Generale Territoriale Centro Ufficio Motorizzazione Civile di Roma

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Direzione Generale Territoriale Centro Ufficio Motorizzazione Civile di Roma Oggetto: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Direzione Generale Territoriale Centro Ufficio Motorizzazione Civile di Roma Sede Motorizzazione Civile di Roma Nord Sede M.C.T.C. Roma Nord - Via

Dettagli

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 MB BV DMP Emissione

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 MB BV DMP Emissione C 129 - VALORIZZAZIONE AREA CAMPI - IKEA DEMOLIZIONE DEL MAGAZZINO E PORZIONE DI MENSA DISMESSI UBICATI IN CORSO FERDINANDO MARIA PERRONE N. 15 NELL AREA EX ILVA LAMINATI PIANI OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO In alcuni casi, pur non necessitando di alcun titolo abilitativo, la consistenza o le modalità dell

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA.

PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA. PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA. RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA STUDIO ASSOCIATO degli Ingg. Salvatore

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO

RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA (ALLEGATO 1) 1. PREMESSA Il presente progetto PRELIMINARE è finalizzato all ampliamento dell edificio

Dettagli

LA CASA IL BENE INDISPENSABILE

LA CASA IL BENE INDISPENSABILE LA CASA LA CASA La GerSin srl, in qualità di General Contractor di un Pool di Imprese con molteplici esperienze nei vari settori civili ed in industriali, si pone come unico interlocutore con il principale

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE. Paolo PESARESI

CURRICULUM PROFESSIONALE. Paolo PESARESI CURRICULUM PROFESSIONALE geometra Paolo PESARESI via Pompeiana n. 3, 60027 telefono e fax: 0717133401 mail: info@studiopesaresi.it pec: p.pesaresi@pecgeometrian.it sito web: www.studiopesaresi.it STRUTTURA

Dettagli

COMUNE DI PEVERAGNO PROGETTISTA: COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO

COMUNE DI PEVERAGNO PROGETTISTA: COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO Piazza Pietro Toselli, 12016 PEVERAGNO (CN) tel. 0171.33.77.11 lavoripubblici.peveragno@ruparpiemonte.it PEC: peveragno@cert.ruparpiemonte.it P.IVA 00259030047 PROGETTISTA:

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno

Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno Comune di Pesaro Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno RELAZIONE TECNICA Inquadramento urbanistico L intervento rientra nel Comparto Attuativo B/C del Piano Particolareggiato in oggetto

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI. della Provincia di Lecce. Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi. di ERP in Poggiardo L. n.

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI. della Provincia di Lecce. Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi. di ERP in Poggiardo L. n. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI della Provincia di Lecce Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi di ERP in Poggiardo L. n. 457/78 V biennio RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Con deliberazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Comprensorio ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano. Laboratori C/O ex lavanderie Caratteristiche generali dell intervento Dimensioni degli spazi Normative - Tipi di opere - Materiali RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1.1.1. PREMESSA La presente relazione illustra il progetto dei lavori di ristrutturazione e messa a norma di parte dei locali del vivaio situato

Dettagli

ARCHITETTO BRUNO BATTELLI

ARCHITETTO BRUNO BATTELLI ARCHITETTO BRUNO BATTELLI Nato A Roma il 15/12/1943 Con studio in Piazza Pio XI 62 00165 Roma Iscritto all'albo degli Architetti di Roma con il n. A2886 C.F. BTTBRN43T15H501L P.I. 02489190583 CURRICULUM

Dettagli

Descrizione dell intervento (descrizione dell intervento da realizzare) Ragioni della scelta progettuale.

Descrizione dell intervento (descrizione dell intervento da realizzare) Ragioni della scelta progettuale. Descrizione dell intervento (descrizione dell intervento da realizzare) L Amministrazione comunale di Canelli intende procedere all adeguamento, del fabbricato di proprietà sito in Via Solferino e più

Dettagli

CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE

CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE SMONTORIMONTO CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE Progetto architettonico Tenendo conto dei valori della sostenibilità e dell

Dettagli

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI... 6 NORME DI RIFERIMENTO... 8 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 8 NORME RELATIVE

Dettagli

TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune.

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. ALLEGATO "A" Comune di Mentana Provincia di Roma DIAGRAMMA DI GANTT cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Realizzazione

Dettagli

Presentazione Aziendale

Presentazione Aziendale Presentazione Aziendale Il sottoscritto Dott. Ing. Ezio Combi, in qualità di responsabile della Co-Energy (Ingegneria degli Impianti e delle Energie Alternative), nato ad Anzio il 21-12-1980 con studio

Dettagli

N.B. Si prega di citare, nella risposta, il nostro numero di protocollo. c.f. 80002130195

N.B. Si prega di citare, nella risposta, il nostro numero di protocollo. c.f. 80002130195 AREA INFRASTRUTTURE E PATRIMONIO SETTORE PATRIMONIO Via Bella Rocca, 7-26100 CREMONA - tel. 0372/4061 - fax n 0372/406499 e-mail: patrimonio@provincia.cremona.it c.f. 80002130195 Oggetto: ISTITUTO PROFESSIONALE

Dettagli

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012 CREVALCORE SCUOLA G. LODI Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012: Scuola G.Lodi - Crevalcore Corpo laterale

Dettagli

COMUNE di CHIOGGIA. Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DITTA:

COMUNE di CHIOGGIA. Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DITTA: COMUNE di CHIOGGIA Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO: DITTA: PRATICA EDILIZIA: DESCRIZIONE

Dettagli

SEGNALIBROSSO Quando la cultura corre veloce RELAZIONE GENERALE

SEGNALIBROSSO Quando la cultura corre veloce RELAZIONE GENERALE RELAZIONE GENERALE Criteri progettuali e funzionali Il progetto prevede la demolizione del fabbricato esistente e la realizzazione di un nuovo edificio (escluso l archivio-deposito esistente, che viene

Dettagli

consolidata e di completamento con destinazione residenziale (art. 23 N. T. A. di P. R. G.);

consolidata e di completamento con destinazione residenziale (art. 23 N. T. A. di P. R. G.); RELAZIONE TECNICA Il Piano di Recupero interessa un ambito che comprende l edificio ad uso residenziale di Via Catania n. 126 (foglio 25, mappali 112 e 198) di proprietà ALER, noto come casa di plastica

Dettagli

Quesiti di prevenzione incendi

Quesiti di prevenzione incendi Quesiti di prevenzione incendi Raccolta 2010/2011 183 domande e risposte a cura di Mario Abate Direttore Vice Dirigente Comando VVF Milano (Le risposte ai quesiti sono riferite alle norme vigenti al momento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO Interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso

Dettagli

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia Il programma SPQR prevede la razionalizzazione del patrimonio immobiliare BNL a Roma

Dettagli

1. PREMESSA 2. DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 3. FINALITA DELL INTERVENTO 4. IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO 5. OPERE IMPIANTISTICHE

1. PREMESSA 2. DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 3. FINALITA DELL INTERVENTO 4. IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO 5. OPERE IMPIANTISTICHE 1. PREMESSA 2. DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 3. FINALITA DELL INTERVENTO 4. IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO 5. OPERE IMPIANTISTICHE 1. PREMESSA L intervento è da realizzare su un edificio esistente

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE del Geom. Paolo PESARESI Via Pompeiana n. 3, 60027 Tel. e Fax: 071/7133401 Cell.: 338/2352093 www.studiopesaresi.it mail: info@studiopesaresi.it STRUTTURA DEL CURRICULUM PROFESSIONALE:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI 1.144 CASSETTONI LUNGO IL MURO DI CINTA AD OVEST DELLA ZONA DI AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE. RELAZIONE TECNICA GENERALE 1 - PREMESSE L Amministrazione Comunale

Dettagli

INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012. Descrizione degli interventi

INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012. Descrizione degli interventi INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012 Descrizione degli interventi Realizzazione campo di football americano e rugby nel Parco di san Bartolo a Cintoia. Il progetto prevede la realizzazione di un campo

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A ETS0148 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice ETS0148 Via Rota, 9 TRIESTE

Dettagli

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36%

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36% CARTONGESSO CONTROSOFFITTI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMOACUSTICO TINTEGGIATURE Ufficio: Magazzino: Via Fistomba 8/II Cap. 35131 PADOVA Via Lisbona 8/A Cap. 35127 Z.I. PADOVA P. Iva : 02933440790 P. Iva.

Dettagli

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO A R C H I T E T T I I N L O A N O Comune di Loano PROGETTO RELATIVO AD INTERVENTI DI DEMOLIZIONE, RICOSTRUZIONE E AMPLIAMENTO DEL COMPLESSO UBICATO IN VIA AURELIA A

Dettagli

RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI,

RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI, RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI, su singole unità anche rurali (Detrazioni Irpef 50% fino a 96mila euro di spesa per unità immobiliare, utilizzabili in 10 anni). Misure antisismiche su abitazioni principali

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

Ai Gentili Clienti Loro sedi

Ai Gentili Clienti Loro sedi Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda n. 28 del 20 ottobre 2006 Ai Gentili Clienti Loro sedi L IVA AGEVOLATA IN EDILIZIA Il

Dettagli

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Interventi Titolo abilitativo Ampliamento di locali - senza aumento della Slp (spostamento di tavolati interni

Dettagli

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione Il mobile 4 incorpora la porta da cui si accede al corridoio di servizio e ad un vano scale; sulla parete di destra l arredo è composto da più elementi di mobili (5, 6, 7, 8) e risulta più eterogeneo.

Dettagli

Muro di contenimento a mensola. Scale con travi a ginocchio Scale a soletta rampante

Muro di contenimento a mensola. Scale con travi a ginocchio Scale a soletta rampante Pali trivellati Fondazioni profonde Pali battuti Micropali Verifica strutture Platea Fondazioni superficiali Plinti Manutenzione fondazioni Travi rovesce Verifica statica Pilastri Travi STRUTTURE IN C.A.

Dettagli

INDICE ANALITICO. AVVERTENZE GENERALI pag. 3 COSTO MEDIO ORARIO DELLA MANO D'OPERA 5 PARTE I NUOVA COSTRUZIONE 7

INDICE ANALITICO. AVVERTENZE GENERALI pag. 3 COSTO MEDIO ORARIO DELLA MANO D'OPERA 5 PARTE I NUOVA COSTRUZIONE 7 INDICE ANALITICO AVVERTENZE GENERALI pag. 3 COSTO MEDIO ORARIO DELLA MANO D'OPERA 5 PARTE I NUOVA COSTRUZIONE 7 AVVERTENZE PARTE I 9 1. SCAVI E DEMOLIZIONI 11 1.1. Scavi 11 1.2. Demolizioni 14 1.3. Adempimenti

Dettagli

CODICE EDILIZIO 8_510_001 COD_STR_Q8/1

CODICE EDILIZIO 8_510_001 COD_STR_Q8/1 CODICE EDILIZIO 8_510_001 COD_STR_Q8/1 COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO PPH3 Piano Particolareggiato delle Attività Ricettive Legge regionale 11 luglio 2006, n. 9 Testo unico delle norme regionali in

Dettagli

ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE

ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE FORESTERIA DI VIA VOLTURNO La struttura è composta da n. 18 stanze singole e n. 17 stanze doppie, climatizzate e con servizio indipendente, dislocate su

Dettagli

Project Energy Consulting. Progettazione ad elevate prestazioni energetiche

Project Energy Consulting. Progettazione ad elevate prestazioni energetiche TERMOGRAFIA COMPUTERIZZATA CERTIFICAZIONI ENERGETICHE ASSISTENZA ALLE IMPRESE ANALISI ENERGETICHE ANALISI PONTI TERMICI IMPIANTI TERMOTECNICI CALCOLO DELLO SFASAMENTO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICHE CONSULENZA

Dettagli