Titolo: L importanza della posizione mandibolare in ortodonzia Autore : Dr. Gabriele Galassini Trieste - Italia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Titolo: L importanza della posizione mandibolare in ortodonzia Autore : Dr. Gabriele Galassini Trieste - Italia"

Transcript

1 Titolo: L importanza della posizione mandibolare in ortodonzia Autore : Dr. Gabriele Galassini Trieste - Italia Scopo Lo scopo di questa relazione è quello di sottolineare l importanza della posizione mandibolare nella genesi delle malocclusioni e quindi di comprendere quali sono le varie possibilità ortodontiche di riposizionamento mandibolare nell ottica di creare una nuova occlusione, rispettosa dei corretti rapporti tra la mandibola e la mascella, condizione imprescindibile per un corretto funzionamento dell apparato stomatognatico. Abstract Si prenderanno in esame dei casi di laterodeviazione mandibolare causata da cross-bite in dentatura decidua e si valuterà l uso di un disgiuntore rapido modificato per renderlo idoneo all utilizzo in Pazienti così piccoli. Verrà dimostrata la sua efficacia non solo nell espansione del mascellare, ma soprattutto si evidenzierà come tale espansione permetta l immediato ricentramento mandibolare. Verrà poi analizzato l effetto degli apparecchi funzionali sulla crescita condilare nelle retroposizioni mandibolari in dentatura mista, prendendo in esame un caso trattato con l apparecchio di Osamu. Verranno valutati i suoi effetti sulla rieducazione alla respirazione nasale, sui cambiamenti occlusali e sulla crescita mandibolare. Verrà analizzata, inoltre, la genesi delle asimmetrie mandibolari posizionali in laterodeviazione, che spesso sono causate da fattori extrastomatognatici e si evidenzierà come le stesse si stabilizzano a livello occlusale durante la permuta dei premolari. Si concluderà la relazione spiegando una tecnica innovativa di riposizionamento tridimensionale della mandibola in malocclusioni scheletriche di seconda classe, che permette di semplificare ed abbreviare i tempi di terapia, ma,soprattutto, di creare dei corretti rapporti tra le ossa basali nella salvaguardia della corretta funzione articolare. Introduzione Siamo fermamente convinti che ogni viso sia stato programmato per essere armonico e questo implica che lo sviluppo dei due mascellari avvenga in maniera equilibrata e simmetrica. Questo è determinato dal fatto che ad essi sono legate delle funzioni vitali per l organismo quali la respirazione e la deglutizione, oltre che ovviamente la masticazione. Se vi fossero grosse discrepanze fra le basi ossee queste funzioni non potrebbero essere espletate correttamente. Quali sono quindi i fattori che interferiscono ad impedire l armonia del progetto della crescita del viso??? In passato si era data molta importanza a fattori genetici ( ) ma le teorie più recenti (..) smentiscono queste ipotesi dando rilevanza ai fattori funzionali. In realtà l alterazione della funzione respiratoria e deglutitoria determina delle modifiche di tono della muscolatura periorale che condizionano, a loro volta, lo sviluppo del mascellare soprattutto nella sua trasversalità, ma influenzano anche la posizione dei denti di entrambe le arcate. Tutto questo porta come esito finale a una alterata posizione della mandibola che è costretta ad adattarsi alle forze muscolari alterate, alla anomala forma del mascellare e alla malposizione dentale, cercando così un adattamento che le permetta comunque di stabilizzarsi per espletare le sue funzioni.

2 Se partiamo da questi presupposti è evidente che il trattamento ortodontico deve essere indirizzato innanzitutto a correggere le alterazioni funzionali, dovrà poi modificare le alterazioni di forma del mascellare e, solo successivamente, la posizione dei denti. Ciò per poter, infine, riposizionare correttamente la mandibola che essendo la parte mobile del sistema si trova quasi sempre in una condizione di dislocazione adattativa. Purtroppo a tutt oggi questo concetto di spiazzamento adattativo della mandibola non viene compreso e anziché modificare la posizione mandibolare, si tende ad adattare il mascellare e la posizione della dentatura alla mandibola. Non va sottovalutato, però, che la mandibola, osso mobile per definizione, si presenta spesso in una posizione diversa da quella in cui si dovrebbe trovare. Il risultato di questi trattamenti, a mio avviso aberranti, è quello di bloccare la mandibola nella sua malposizione adattandovi sia il mascellare che l occlusione, con gravi ripercussioni sia sul fisologico modulo di crescita facciale che sulla funzionalità dell articolazione temporomandibolare che spesso va in disfunzione. Materiali e metodi Laterodeviazioni mandibolari in dentatura decidua Vengono presi in considerazione dei morsi incrociati monolaterali in dentatura decidua e si valuterà la loro risoluzione mediante l uso di un mini disgiuntore rapido del palato (fig.1) Per la costruzione del disgiuntore viene usata una vite con soli due bracci con lo scopo di ridurne l ingombro e quindi permetterne l uso in palati di bambini molto piccoli. Riteniamo infatti che i morsi incrociati vadano affrontati il prima possibile e,dalla nostra esperienza clinica, l età minima per ottenere l indispensabile cooperazione è intorno ai quattro anni. L attivazione della vite si effettua con la seguente metodica : un quarto di giro al mattino un quarto di giro alla sera, cosa che permette generalmente di ottenere in quinta giornata l apertura della sutura mediana del palato che si evidenzia con l apertura di un diastema a livello interincisivo centrale superiore. L attivazione deve essere continuata fino al limite del morso a forbice in modo da fornire un ampia ipercorrezione, ma bisogna prestare attenzione a non arrivare al fine corsa della vite. La correzione delle retroposizioni mandibolari in dentatura mista Verrà esaminato l uso dell apparecchio di Osamu (fig.2-3) che è costituito da un posizionatore costruito in articolatore su un set up individualizzato e mantenuto in posizione da una trazione extraorale passiva. Questo apparecchio, abbinato alla rieducazione miofunzionale, permette dei sorprendenti recuperi della crescita mandibolare nelle seconde classi in dentatura decidua.(fig.4) La correzione delle asimmetrie posizionali in laterodeviazione. (seconde classi monolaterali) Verranno esaminati dei casi durante la permuta dei settori premolari dimostrando come cause extra stomatognatiche, quali alterazioni della convergenza o tensioni dei muscoli del collo (fig.5) possano determinare dei repentini spiazzamenti laterali della mandibola. Tali asimmetrie, proprio con il crearsi dell ingranaggio premolare, vengono stabilizzate nel loro spiazzamento e danno luogo a delle seconde classi monolaterali posizionali. Queste malocclusioni asimmetriche, che dovrebbero essere risolte rientrando la posizione mandibolare (fig.6-7-8) vengono spesso corrette, purtroppo, con una distalizzazione mascellare monolaterale, impedendo così definitivamente il recupero della fisiologica posizione della mandibola.

3 La correzione della posizione mandibolare con la metodica dei valli e dei rialzi. Tale metodica viene messa in atto nel nostro studio per la prima volta nel 2001 e permette il recupero della posizione tridimensionale della mandibola durante i trattamenti ortodontici con meccanica fissa. (fig ) La tecnica utilizza un vallo in resina posizionato sul ponte anteriore del quadelix (o di un arco palatale) e due rialzi posteriori che forniscono alla mandibola un appoggio a tripode, mantenendola così nella posizione terapeutica sulla quale viene costruita la nuova occlusione. (fig.11) Cuore del sistema è la presa della cera di centrica mandibolare che presuppone una attenta e competente indagine sulla funzione articolare e sulla fisiologica dinamica della rachide cervicale. Eventuali patologie dell ATM o del rachide cervicale, infatti, devono essere trattate e risolti prima del riposizionamento mandibolare. Questa metodica permette di trattare con estrema semplicità casi molto complessi dal punto di vista dentale e, se usata in crescita, permette di ottenere un recupero della crescita mandibolare equiparabile a quella degli apparecchi funzionali. La tecnica dei valli e dei rialzi diventa, inoltre, metodica di elezione per il trattamento dei pazienti disfunzionali che necessita di finalizzazione ortodontica successiva alla terapia gnatologica. Discussione e Risultati Laterodeviazioni mandibolari in dentatura decidua L Uso del minidisgiuntore per la correzione dei morsi incrociati in dentatura decidua permette la risoluzione del cross bite in soli quindici giorni. Tale risultato, se la funzione linguale è corretta, si mantiene stabile nel tempo e la sua precoce correzione evita la crescita asimmetrica dell intero massiccio facciale. Tale metodica risulta essere semplice, sicura, predicibile e rappresenta una prevenzione reale ed imprescindibile per la salvaguardia del fisiologico funzionamento dell articolazione temporomandibolare. La correzione delle retroposizioni mandibolari in dentatura mista L uso dell apparecchio di Osamu si è dimostrato particolarmente efficace se abbinato alla rieducazione miofunzionale nella correzione delle seconde classi da retroposizione mandibolare in dentatura mista, permettendo un recupero della crescita mandibolare doppio rispetto alla crescita normale. Tale apparecchio si è dimostrato particolarmente efficace anche nel rieducare la funzione respiratoria,il tono e il trofismo della muscolatura periorale. La correzione delle asimmetrie posizionali in laterodeviazione. (seconde classi monolaterali) Il controllo ravvicinato dei Pazienti durante la permuta dei settori premolari ci ha permesso di capire come,spesso, in questo periodo in cui viene meno l ingranaggio fra le arcate proprio a causa della permuta, fattori extrastomatognatici e anomale tensioni muscolari possano determinare una laterodeviazione della mandibola che si presenta come una seconda classe monolaterale. Tale laterodeviazione,se intercettata prima che la permuta si completi, permette un immediato e semplice recupero della posizione mandibolare evitando sovraccarichi articolari omolaterali alla laterodeviazione. Questo ci permette di evitare al paziente lunghi, difficoltosi ed incongrui trattamenti atti ad ottenere la distalizzazione monolaterale dell arcata superiore nell intento di ottenere un rapporto bilaterale di prima classe dentale.

4 La correzione della posizione mandibolare con la metodica dei valli e dei rialzi. Questa innovativa metodica di correzione delle seconde classi permette di riposizionare tridimensionalmente la mandibola in modo semplice ed efficace, facilitando sia lo spostamento dentale che il recupero di una corretta funzione dell articolazione temporo mandibolare. I casi trattati con questa metodica hanno dimostrato una recupero di crescita mandibolare doppia rispetto ad analoghi casi trattati con metodica fissa tradizionale, crescita quindi sovrapponibile a quella ottenibile con l uso di apparecchi funzionali. L utilizzo della metodica dei valli e dei rialzi permette, inoltre, di creare una nuova occlusione modificando se necessario i piani occlusali stabilizzando così una posizione mandibolare ottimale per il singolo paziente. Conclusioni Riteniamo che il corretto posizionamento della mandibola nei tre piani dello spazio rappresenti l obbiettivo primario del trattamento ortodontico.il mancato ottenimento di tale obiettivo altera il fisiologico ed armonico sviluppo delle ossa craniche nella loro totalità e non solo delle ossa mascellari. La non fisiologica posizione della mandibola, inoltre, costringe le articolazioni temporomandibolari a lavorare in condizioni di disequilibrio con la conseguente insorgenza di inevitabili patologie a carico delle stesse. fig. 1 minidisgiuntore rapido del palato

5 Fig. 2 L apparecchio di Osamu Fig. 3 Il cambio del profilo dopo 1 anno di terapia con l apparecchio di Osamu

6 Fig. 4 Le teleradiografie a confronto inizio e fine cura Fig. 5 - Caso di asimmetria monolaterale da torcicollo congenito

7 Fig.6 La permuta del settore premolare come causa di laterodeviazione mandibolare Fig.7 Il recupero della posizione mandibolare mediante il rialzo molare

8 Fig.8 La centratura della mandibola Fig.9 Caso di seconda classe bilaterale da retroposizione mandibolare

9 Fig.10 Caso di seconda classe bilaterale da retroposizione mandibolare Fig.11 Il vallo di riposizionamento mandibolare e il cambio immediato del rapporto occlusale

10 Fig.12 Il caso risolto mediante la metodica dei valli e dei rialzi Fig.13 - Il caso risolto mediante la metodica dei valli e dei rialzi

11 Autore : Dr. Gabriele Galassini Monfalcone Via Crociera 10 (Go) - Italia

EFline. Educazione Funzionale e Comportamentale secondo la filosofia del Dr. Daniel Rollet. prepariamo il futuro

EFline. Educazione Funzionale e Comportamentale secondo la filosofia del Dr. Daniel Rollet. prepariamo il futuro EFline. Educazione Funzionale e Comportamentale secondo la filosofia del Dr. Daniel Rollet prepariamo il futuro Guida alla selezione secondo l età 4-8 anni Dentatura decidua e mista EF3 (II classe taglia

Dettagli

Le principali malocclusioni

Le principali malocclusioni Le principali malocclusioni Articolo a cura di: Alberto Gentile/ Impaginazione a cura di: Mile Le arcate dentarie, le strutture ossee, la muscolatura della faccia dovrebbero essere tra di loro in un rapporto

Dettagli

Diagnosi Ortodontica - Il "check-up" Ortodontico

Diagnosi Ortodontica - Il check-up Ortodontico Diagnosi Ortodontica - Il "check-up" Ortodontico Articolo a cura di: Alberto Gentile / Impaginazione a cura di: Mile Sito web: www.albertogentile.it Per impostare un corretto piano di trattamento ortodontico

Dettagli

Costruiamo insieme il tuo sorriso!

Costruiamo insieme il tuo sorriso! Costruiamo insieme il tuo sorriso! Οrtodonzia CHE COS E? L Ortodonzia e quella branca dell odontoiatria che si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dentarie e delle anomalie

Dettagli

PROGRAMMA ORTOGNATODONZIA

PROGRAMMA ORTOGNATODONZIA PROGRAMMA ORTOGNATODONZIA SVILUPPO E CRESCITA DEL COMPLESSO CRANIO MAXILLOFACCIALE Concetti di crescita e sviluppo Sviluppo e crescita post natale della volta e della base cranica, del mascellare superiore

Dettagli

Carrellata di disegni dentali

Carrellata di disegni dentali Carrellata di disegni dentali Tutti i disegni hanno una didascalia. Le animazioni sono segnalate con! www.fisiokinesiterapia.biz 1 Arterie della testa 2 Vene della testa. 3 Vasi linfatici della testa e

Dettagli

l Ortodonzia Paziente per il informazioni e spiegazioni

l Ortodonzia Paziente per il informazioni e spiegazioni l Ortodonzia informazioni e spiegazioni per il Paziente Giovanna Perrotti si dedica in maniera esclusiva all ortodonzia, in stretta collaborazione con le altre figure professionali dell odontoiatria e

Dettagli

Principi di funzionamento, progettazione e gestione delle apparecchiature funzionali di Planas

Principi di funzionamento, progettazione e gestione delle apparecchiature funzionali di Planas Principi di funzionamento, progettazione e gestione delle apparecchiature funzionali di Planas Anatomia dell articolazione temporo-mandibolare (a riposo) Attività del centro di ossificazione condilare

Dettagli

I principali obiettivi del trattamento ortodontico sono:

I principali obiettivi del trattamento ortodontico sono: L ortodonzia o ortognatodonzia è quella branca dell' odontoiatria che si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dei denti e delle ossa facciali. Orto = dritto Gnato = mascella

Dettagli

Premesse Il trattamento ortodontico può diventare una fonte di rischio quando non è stata elaborata una corretta diagnosi. La diagnosi ortodontica è

Premesse Il trattamento ortodontico può diventare una fonte di rischio quando non è stata elaborata una corretta diagnosi. La diagnosi ortodontica è Premesse Il trattamento ortodontico può diventare una fonte di rischio quando non è stata elaborata una corretta diagnosi. La diagnosi ortodontica è la formulazione di ipotesi in modo sistematico, diretto

Dettagli

Occlusione malocclusione e possibili terapie ortodontiche nel labrador. Dr Mirko Radice www.dentalvet.it

Occlusione malocclusione e possibili terapie ortodontiche nel labrador. Dr Mirko Radice www.dentalvet.it Occlusione malocclusione e possibili terapie ortodontiche nel labrador. Dr Mirko Radice www.dentalvet.it L OCCLUSIONE NEL CANE In medicina umana l ortodonzia si occupa del controllo e della correzione

Dettagli

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo Numero Libretto sanitario Pediatrico codice sanitario cognome nome nato/a a data di nascita indirizzo telefono variazioni di indirizzo Indicazioni generali sulle problematiche odontoiatriche dell età evolutiva

Dettagli

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia LE AALISI DI STUDIO Documento informativo per il paziente Pratica esclusiva in Ortodonzia In accordo UNI EN ISO

Dettagli

Recupero del leeway space: nuova strategia terapeutica

Recupero del leeway space: nuova strategia terapeutica PREMIO ORTODONZIA Recupero del leeway space: nuova strategia terapeutica Paolo Pasquali info@orthonews.eu Libero professionista INTRODUZIONE ei trattamenti ortodontici l arcata inferiore è N stata ed è

Dettagli

BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I.

BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I. BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I. Introduzione di Chicco Cotelli Negli ultimi anni sempre più sciatori, nelle varie specialità di sci alpino e nordico della Coppa del Mondo, usano

Dettagli

NUOVO APPARECCHIO ORTODONTICO PUL PROPULSORE UNIVERSALE LIGHT. Come trasformare una Classe II,1 scheletrica difficile in una Classe I

NUOVO APPARECCHIO ORTODONTICO PUL PROPULSORE UNIVERSALE LIGHT. Come trasformare una Classe II,1 scheletrica difficile in una Classe I NUOVO APPARECCHIO ORTODONTICO PUL PROPULSORE UNIVERSALE LIGHT Come trasformare una Classe II,1 scheletrica difficile in una Classe I PIU CONFORT PER I VOSTRI PAZIENTI www.pul-italia.it www.pul-ortho.com

Dettagli

Ortodonzia. Avere denti dritti è importante per evitare l insorgenza di alcune patologie. Obiettivi. Carie e malattie gengivali

Ortodonzia. Avere denti dritti è importante per evitare l insorgenza di alcune patologie. Obiettivi. Carie e malattie gengivali Ortodonzia Denti dritti ed un sorriso accattivante sono oggi il miglior biglietto da visita n elle relazioni sociali. Un bel sorriso è simbolo di giovinezza, successo, dinamismo e rinforza l'autostima.

Dettagli

Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice

Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice Lo Studio Caruso si avvale della professionalità di quattro Professionisti, specializzati nelle diverse discipline odontoiatriche. Prof. Giampaolo Caruso Dott.

Dettagli

Studio Ortodontico. Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia. Documento informativo per il paziente

Studio Ortodontico. Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia. Documento informativo per il paziente Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia INTRODUZIONE AL TRATTAMENTO ORTODONTICO Documento informativo per il paziente Pratica esclusiva in Ortodonzia

Dettagli

L ortodonzia in chiave intercettiva: la tecnica ortodontica dell occlusione guidata

L ortodonzia in chiave intercettiva: la tecnica ortodontica dell occlusione guidata Sabato 20 febbraio 2016 Salerno Dott. Pietro Leone L ortodonzia in chiave intercettiva: la tecnica ortodontica dell occlusione guidata SALERNO Grand Hotel Salerno Lungomare Clemente Tafuri, 1 84127 Salerno

Dettagli

Capitolo 4 ANALISI ORTOPANORAMICA

Capitolo 4 ANALISI ORTOPANORAMICA Indice Capitolo 1 CRESCITA COMPLESSO CRANIO-FACCIALE Encondrale Suturale Apposizione Crescita giovanile e crescita tardiva Angolo goniale e crescita Percentuali dei tre tipi di crescita Capitolo 2 MUSCOLI

Dettagli

contributo dell ortodontista In età preadolescenziale Dott. Gioacchino Pellegrino

contributo dell ortodontista In età preadolescenziale Dott. Gioacchino Pellegrino Le asimmetrie cranio facciali: il contributo dell ortodontista In età preadolescenziale Dott. Gioacchino Pellegrino Le asimmetrie sono problematiche profondamente tridimensionali!!! Nella maggior parte

Dettagli

APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE

APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE IL FISIOTERAPISTA NEL TRATTAMENTO DELL ATM E DELLE AREE COINVOLTE DALLA MASTICAZIONE MANDIBOLA APPROCCIO INTERDISCIPLINARE

Dettagli

XVIII Convegno Ortec Rimini 16-18 Giugno 2011

XVIII Convegno Ortec Rimini 16-18 Giugno 2011 XVIII Convegno Ortec Rimini 16-18 Giugno 2011 Daniele Modoni Marco Valle Espansore rapido del palato: l evoluzione della specie. L espansore rapido del palato è uno dei dispositivi ortodontici più utilizzati

Dettagli

Corso di Ortodonzia Clinica Efficaci ed Efficienti Protocolli Terapeutici

Corso di Ortodonzia Clinica Efficaci ed Efficienti Protocolli Terapeutici Dr Francesco Bisello 50 Punti ECM Corso di Ortodonzia Clinica Efficaci ed Efficienti Protocolli Terapeutici FIRENZE - Hotel Londra Maggio - Novembre 2016 Engineering By Curriculum Vitae Dr. Francesco Bisello

Dettagli

Che cosa dovete osservare?

Che cosa dovete osservare? Se il vostro bambino tiene abitualmente la bocca aperta perché non riesce - o riesce con difficoltà - ad avvicinare le labbra fra di loro: osservate se i due incisivi superiori sono disposti a punta e

Dettagli

Rapido Espansore Palatino (REP)

Rapido Espansore Palatino (REP) Rapido Espansore Palatino (REP) REP La REP di Biederman, oramai comunemente conosciuta solo come REP, è un apparecchiatura ortodontica ortopedica fissa che permette, con un solo mezzo terapeutico, di raggiungere

Dettagli

La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale).

La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale). La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale). Chiusura dei denti = Occlusione Dentale La chiusura dei denti

Dettagli

TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI. Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc.

TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI. Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc. TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc. PATOLOGIE ODONTOIATRICHE CARIE GENIVITI E LESIONI MUCOSE ORALI MALOCCLUSIONI TRAUMI Introduzione CARIE:patologia dentale

Dettagli

L ESAME RADIOLOGICO DEL CRANIO

L ESAME RADIOLOGICO DEL CRANIO L ESAME RADIOLOGICO DEL CRANIO Particolare complessità anatomica del cranio: radiogrammi in diverse proiezioni. Indicazione di alcuni piani anatomici di riferimento per il corretto posizionamento del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GNATOLOGIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GNATOLOGIA G. CIGNA G. BARUFFI F. GARELLI Via di Curazza 15 12084 MONDOVÍ tel. 0174/42601 fax 0174/551401 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GNATOLOGIA A.S. 2014/15 Classe 4 ODO A Docente: Angelo Lotrecchiano LIBRI DI TESTO

Dettagli

L utilizzo dei dispositivi preformati nella pratica ortodontica intercettiva

L utilizzo dei dispositivi preformati nella pratica ortodontica intercettiva UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA Istituita nel 1240 Rettore: Prof. Silvano Focardi Facoltà di Medicina e Chirurgia Preside: Prof. Gian Maria Rossolini Dipartimento Scienze Odontostomatologiche e Oftalmologiche

Dettagli

Logopedia III Le Funzioni Orali

Logopedia III Le Funzioni Orali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Corso di Laurea in Logopedia A.A. 2011/2012 dott.ssa Paola Villari Logopedia III Le Funzioni Orali FUNZIONI ORALI Con il termine funzioni orali si intende l

Dettagli

ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS)

ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS) ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS) Prof.Aggr.Tiziana Doldo Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia Universita di Siena Dir. Prof. Marco Ferrari Schisi unilaterale

Dettagli

L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down

L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down Dr Claudio Gallo Servizio di Odontoiatria di Comunità Azienda ULSS 14 Presidio Ospedaliero di Piove di Sacco (PD) Apparato stomatognatico

Dettagli

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale Bite terapeutici 1 Lo stretto legame tra il sistema stomatognatico e le caratteristiche posturali può portare a disturbi funzionali che interessano vari distretti corporei. In particolare, alcune disfunzioni

Dettagli

Domande e risposte sulla parodontite

Domande e risposte sulla parodontite Domande frequenti Perché voi dentisti siete così "cari"? I dentisti sono definiti "cari" perchè le spese di gestione e le apparecchiature utilizzate in uno studio dentistico sono le stesse di una qualsiasi

Dettagli

Ruolo dell alimentazione nello sviluppo dell apparato stomatognatico

Ruolo dell alimentazione nello sviluppo dell apparato stomatognatico Il bilancio di salute orale ortopedodontico Formazione dei pediatri di famiglia Termoli (CB), 1 dicembre 2007 Ruolo dell alimentazione nello sviluppo dell apparato stomatognatico CRESCITA rimodellamento

Dettagli

ROME REHABILITATION 2013

ROME REHABILITATION 2013 ROME REHABILITATION 2013 LA VALUTAZIONE ED IL TRATTAMENTO DEI DISORDINI CRANIO CERVICO MANDIBOLARI: TRATTAMENTO FISIOTERAPICO Relatori: Fisioterapista Paola Colonnelli Fisioterapista Danilo Niro 21 Giugno

Dettagli

I CLASSE II CLASSE III CLASSE

I CLASSE II CLASSE III CLASSE MALOCCLUSIONI CLASSIFICAZIONE DI ANGLE GUARDARE I PRIMI MOLARI PERMANENTI Malocclusione scheletrica Alterazione dei rapporti di combaciamento dei denti determinata da difetti di crescita della mascella

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Edmondo De Amicis Via Galvani Roma PROGRAMMAZIONE MODULARE PER QUARTO ANNO MODULO B

Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Edmondo De Amicis Via Galvani Roma PROGRAMMAZIONE MODULARE PER QUARTO ANNO MODULO B Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Edmondo De Amicis Via Galvani Roma PROGRAMMAZIONE MODULARE PER QUARTO ANNO MODULO B AMBITO DISCIPLINARE RAPPRESENTAZIONE E MODELLAZIONE COMPETENZE

Dettagli

APPROCCIO MULTIPROFESSIONALE AI DISORDINI MUSCOLARI OROFACCIALI

APPROCCIO MULTIPROFESSIONALE AI DISORDINI MUSCOLARI OROFACCIALI APPROCCIO MULTIPROFESSIONALE AI DISORDINI MUSCOLARI OROFACCIALI Il corso si articola in tre giornate, secondo il programma e nelle date di seguito riportate. Assieme alla parte teorica grande sviluppo

Dettagli

Protesi totale neuromuscolare in paziente con paralisi facciale.

Protesi totale neuromuscolare in paziente con paralisi facciale. Protesi totale neuromuscolare in paziente con paralisi facciale. Il presente caso clinico vuol portare un contributo alla conferma della validità della metodica neuromuscolare, mutuata da Bernard Jankelson

Dettagli

Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO

Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO Dott. Samoncini Piero Medico Chirurgo Odontoiatra Libero professionista Pisa Riassunto L occlusione dentale svolge

Dettagli

Risultati. Discussione

Risultati. Discussione Negli ultimi 8 anni nel nostro dipartimento abbiamo trattato circa 200 schisi del mascellare con il metodo tradizionale già descritto nei precedenti articoli. Dal 1966 abbiamo seguito la teoria di Skoog,

Dettagli

Introduzione La maggior parte dei pazienti adulti, svolgendo un'intensa vita di relazione, rifiuta il trattamento ortodontico tradizionale.

Introduzione La maggior parte dei pazienti adulti, svolgendo un'intensa vita di relazione, rifiuta il trattamento ortodontico tradizionale. Introduzione La maggior parte dei pazienti adulti, svolgendo un'intensa vita di relazione, rifiuta il trattamento ortodontico tradizionale. Per far fronte a questa richiesta l'industria ha messo appunto

Dettagli

FIRENZE 27-28 Novembre 2003 III CONGRESSO NAZIONALE ASSOCIAZIONE ITALIANA PEDRO PLANAS

FIRENZE 27-28 Novembre 2003 III CONGRESSO NAZIONALE ASSOCIAZIONE ITALIANA PEDRO PLANAS FIRENZE 27-28 Novembre 2003 III CONGRESSO NAZIONALE ASSOCIAZIONE ITALIANA PEDRO PLANAS LA RIABILITAZIONE NEURO-OCCLUSALE NEI DISORDINI TEMPORO-MANDIBOLARI: ASPETTI EZIOPATOGENETICI E CLINICI Dott. VITTORIO

Dettagli

LO SMART FRICTION/SMART FORCE SYSTEM. Fase di allineamento e livellamento fili sottodimensionati Ni-Ti superelastici

LO SMART FRICTION/SMART FORCE SYSTEM. Fase di allineamento e livellamento fili sottodimensionati Ni-Ti superelastici 30 Daniel Celli LO SMART FRICTION/SMART FORCE SYSTEM low friction e successo clinico in ortodonzia 31 Sulla base delle considerazioni sin qui esposte, sforzo dell autore è quello di produrre un approccio

Dettagli

CASO CLINICO OTTOBRE INNOVAZIONI IN ORTODONZIA PRE-CHIRURGICA GIUSEPPE DR. SALVATO INTRODUZIONE. Caso clinico Dr. Giuseppe Salvato 1/5

CASO CLINICO OTTOBRE INNOVAZIONI IN ORTODONZIA PRE-CHIRURGICA GIUSEPPE DR. SALVATO INTRODUZIONE. Caso clinico Dr. Giuseppe Salvato 1/5 CASO CLINICO OTTOBRE INNOVAZIONI IN ORTODONZIA PRE-CHIRURGICA GIUSEPPE DR. SALVATO Laureato in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Milano Specializzazione

Dettagli

Costruiamo insieme il tuo sorriso!

Costruiamo insieme il tuo sorriso! Costruiamo insieme il tuo sorriso! Οrtodonzia CHE COS E? L Ortodonzia e quella branca dell odontoiatria che si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dentarie e delle anomalie

Dettagli

PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Apparato Odontostomatologico

PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Apparato Odontostomatologico UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Apparato Odontostomatologico A.A.

Dettagli

Programmazione annuale di anatomia

Programmazione annuale di anatomia ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA G. BARUFFI F. GARELLI Via di Curazza, 15 12084 MONDOVÍ tel. 0174/42601 fax 0174/551401 E-mail: itismond@itismondo.it cnis02900p@pec.istruzione.it Sito

Dettagli

Nome... Cognome... Classe... Data...

Nome... Cognome... Classe... Data... Unità 1 - Gnatologia 01 È chiamata gnatologia: A la scienza che si occupa della fisiologia del sistema masticatorio, dei suoi disturbi funzionali e delle terapie necessarie alla loro eliminazione. B la

Dettagli

PLANESYSTEM La funzione incontra l estetica

PLANESYSTEM La funzione incontra l estetica PLANESYSTEM La funzione incontra l estetica ITALIANO QUANDO SI TRATTA DI GUARIGIONE... solo il meglio può bastare. Per questo motivo, nel campo dell analisi dei pazienti e dei modelli, abbiamo scelto di

Dettagli

Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie. Prima parte: la cervicale

Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie. Prima parte: la cervicale Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie Prima parte: la cervicale Per impostare un programma di lavoro che abbia la massima efficacia su una rachialgia dobbiamo

Dettagli

Ortodonzia vestibolare e linguale L Ortodonzia studia il corretto allineamento dei denti nelle rispettive arcate, corregge anomalie e malocclusioni, sia nei bambini che negli adulti. Le nostre apparecchiature

Dettagli

IL KINETOR. Parole Chiave: Trattamento funzionale, Dispositivo di Stockfisch. Key Words: Functional treatment, Stockfisch's Appliance.

IL KINETOR. Parole Chiave: Trattamento funzionale, Dispositivo di Stockfisch. Key Words: Functional treatment, Stockfisch's Appliance. a cura di Daniele Francioli - Firenze IL KINETOR * O. Olivi ** H. Stockfisch (1914-2004) * Ortodontotecnico Chiaravalle (Ancona) ** Medico Ortodontista - Stoccarda Presentazione: Pubblichiamo, in questo

Dettagli

Estetica del viso nel paziente in crescita:

Estetica del viso nel paziente in crescita: Estetica del viso nel paziente in crescita: valutazioni estetiche e possibilità preventivo-terapeutiche Autore_Maria Daniela Genovese*, Claudia Caprioglio**, Giovanni Olivi*, Italia *Università di Genova

Dettagli

CURSOS DE R.N.O. - PLANAS Barcelona

CURSOS DE R.N.O. - PLANAS Barcelona CURSOS DE R.N.O. - PLANAS (Sessione 2014 2015) Programma del corso 1º grado : DIAGNOSI ED OCCLUSIONE IN R.N.O. Premesse teorici - RNO : basi fondamentali - Sviluppo ed evoluzione naturale del sistema stomatognatico.

Dettagli

Francesco Vinci Logopedista

Francesco Vinci Logopedista Francesco Vinci Logopedista Tale terapia consiste nella rieducazione della postura linguale statica e dinamica e delle alterazioni gnosico-prassiche e muscolari oro facciali, delle alterazioni respiratorie,

Dettagli

Acry Plus NM. il Dente Neuromuscolare

Acry Plus NM. il Dente Neuromuscolare Acry Plus NM il Dente Neuromuscolare Acry Plus NM L uomo è un unità funzionale che può alterarsi per sostituizione o modifica dell occlusione. Acry Plus NM è il dente acrilico realizzato sulle basi della

Dettagli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione fisioterapista Dott.ssa Sara Vignoli Dott.ssa Sara Vignoli fisioterapista specializzata in posturologia Laureata nel 2010 presso l Università

Dettagli

CORSO BIENNALE DI ORTODONZIA LESS SYSTEM FORZE LEGGERE E BASSA FRIZIONE. Dr. Joseph Giordanetto Dr. Fabio Labate

CORSO BIENNALE DI ORTODONZIA LESS SYSTEM FORZE LEGGERE E BASSA FRIZIONE. Dr. Joseph Giordanetto Dr. Fabio Labate SCHEDA DI ADESIONE Nome... C.I.O. COLLEGIO ITALIANO DI ORTODONZIA Cognome... Indirizzo...N... Cap......Città...Prov... Tel... @ mail... Codice fiscale... Partita I.V.A.... Iscrizione Ordine... N... CORSO

Dettagli

PRESENTA VADEMECUM 2013 ORTODONZIA E PEDIATRIA: INCONTRO TRA PROFESSIONI. www.asio-online.it

PRESENTA VADEMECUM 2013 ORTODONZIA E PEDIATRIA: INCONTRO TRA PROFESSIONI. www.asio-online.it PRESENTA VADEMECUM 2013 ORTODONZIA E PEDIATRIA: INCONTRO TRA PROFESSIONI www.asio-online.it INDICE P.3 P.4 P.4 Specialisti in ortodonzia E Specialisti in PediatriA: FORMAZIONE E AMBITO PROFESSIONALE l

Dettagli

GUIDA DEL SORRISO EDIZIONE 2013

GUIDA DEL SORRISO EDIZIONE 2013 GUIDA DEL SORRISO EDIZIONE 2013 INDICE INTRODUZIONE ALLA GUIDA DEL SORRISO p. 3 LA BOCCA p. 4 Da cosa si riconosce una bocca sana? p. 5 Da cosa si riconosce una bocca in normocclusione? p. 5 Cos è una

Dettagli

Allineatori Arc Angel. Sistemica e casistica

Allineatori Arc Angel. Sistemica e casistica Allineatori Arc Angel Sistemica e casistica 2 Il successo è nella rete Arc Angel è un idea che unisce diversi elementi di valore aggiunto per il professionista. La personalizzazione con il tecnico e la

Dettagli

Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata

Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata Il corso si terrà presso Centro corsi APMO c/o Parco Tecnologico Cittadella della Ricerca S S. 7 per MESAGNE

Dettagli

Trasversalità dei principi gnatologici

Trasversalità dei principi gnatologici CAPITOLO 1 Trasversalità dei principi gnatologici Introduzione La gnatologia non deve essere considerata come una branca odontoiatrica a se stante, ma piuttosto come una disciplina trasversale a ogni settore

Dettagli

GNATOLOGIA UDA I A PRESENTAZIONE

GNATOLOGIA UDA I A PRESENTAZIONE GNATOLOGIA UDA I UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF. Competenza A.S. 2015/16 TITOLO: Protesi mobile totale COD. UDA N 1 A PRESENTAZIONE Destinatari Alunni classi quinte- odontotecnici Periodo Primo trimestre

Dettagli

Interdisciplinarietà tra Pediatra, Ortodontista e Logopedista nel trattamento precoce delle malocclusioni

Interdisciplinarietà tra Pediatra, Ortodontista e Logopedista nel trattamento precoce delle malocclusioni 1 Dott. Daniele Francioli Odontoiatra e protesista dentale - Specialista in Ortognatodonzia Titolare Laboratorio "Francioli Ortodonzia" Via Luigi Morandi, 106-50141 - Firenze - Italia telef.: +39 055 410125

Dettagli

Ortodonzia nell adulto: esigenze estetiche e di ancoraggio, quali novità?

Ortodonzia nell adulto: esigenze estetiche e di ancoraggio, quali novità? XXVI CONGRESSO INTERNAZIONALE ODONTOSTOMATOLOGICO Monte-Carlo 14 Novembre 2014 Ortodonzia nell adulto: esigenze estetiche e di ancoraggio, quali novità? Dott. Vincenzo De Dominicis epsn. Dn crtoznitooonz.i,

Dettagli

CORSO DI ORTODONZIA CLINICA: EFFICACI ED EFFICIENTI PROTOCOLLI TERAPEUTICI

CORSO DI ORTODONZIA CLINICA: EFFICACI ED EFFICIENTI PROTOCOLLI TERAPEUTICI Foiano Della Chiana AR Maggio - Novembre 2015 in collaborazione con Dr. Francesco Bisello Laureato con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria (Università degli Studi di Perugia) Specializzato in Ortognatodonzia

Dettagli

Valutazioni radiografiche del complesso cranio-mandibolo-cervicale con TAC CONE BEAM. www.ap.pr.it anpelosi@tin.it

Valutazioni radiografiche del complesso cranio-mandibolo-cervicale con TAC CONE BEAM. www.ap.pr.it anpelosi@tin.it Valutazioni radiografiche del complesso cranio-mandibolo-cervicale con TAC CONE BEAM www.ap.pr.it anpelosi@tin.it 2 3 4 Situazione di equilibrio 5 Piano di Francoforte Parallelo al suolo in stazione eretta

Dettagli

Corso di POSTUROLOGIA APPLICATA

Corso di POSTUROLOGIA APPLICATA Sabato 23-03-2013 Corso di POSTUROLOGIA APPLICATA 1 Seminario di: Test muscolari e Kinesiologia applicata Hotel Mercure, Bologna 23/24-03/2013 08.30-09.30: Dimostrazione pratica del programma del corso

Dettagli

Scomparsa di sintomi "accessori" durante il trattamento delle disfunzioni dell ATM.

Scomparsa di sintomi accessori durante il trattamento delle disfunzioni dell ATM. Scomparsa di sintomi "accessori" durante il trattamento delle disfunzioni dell ATM. Autori: Dott. Giuseppe Massaiu Medico Chirurgo dott.giuseppemassaiu@tiscali.it Dott. Giovanni Toxiri Medico Chirurgo

Dettagli

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/15

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/15 G. CIGNA G. BARUFFI F. GARELLI Via di Curazza 15 12084 MONDOVÍ tel. 0174/42601 fax 0174/551401 PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/15 MATERIA: GNATOLOGIA INSEGNANTE: Prof. Angelo Lotrecchiano CLASSE: V ODO

Dettagli

protocolli terapeutici

protocolli terapeutici Corso di ortodonzia clinica: efficaci ed efficienti protocolli terapeutici Foiano della Chiana AR maggio - novembre 2015 Francesco Bisello in collaborazione con Corso clinico di ortodonzia: efficaci ed

Dettagli

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale Medica Libra Studio Associato Odontoiatra Dr.ssa Veronica Vismara Dr. Antonio Busato Via Gian Girolamo Savoldo 3 Milano Tel. 02/6437937 Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del

Dettagli

Odt.Giorgio Borin Dr. Salvatore Dettori

Odt.Giorgio Borin Dr. Salvatore Dettori Le asimmetrie craniche e la funzione occlusale, la protesi totale, il bite R.O.F. e i modelli di studio M.A.F.O Odt.Giorgio Borin Dr. Salvatore Dettori Sorso (SS), 8/9 Maggio 2015 Introduzione Dopo il

Dettagli

I contenuti minimi riguardano l essenziale delle conoscenze di anatomia, fisiologia, igiene e patologia dei singola apparati.

I contenuti minimi riguardano l essenziale delle conoscenze di anatomia, fisiologia, igiene e patologia dei singola apparati. 1 ANATOMIA CLASSE PRIMA Obiettivi didattici di anatomia A fine anno lo studente dovrà: conoscere gli aspetti fondamentali della struttura e delle funzioni dell organismo umano e dei meccanismi che alterano

Dettagli

La Prima Visita. La raccolta delle informazioni. La visita di rivalutazione

La Prima Visita. La raccolta delle informazioni. La visita di rivalutazione Condurre una corretta visita odontoiatrica è l unico presupposto per la giusta diagnosi, per un efficace comunicazione tra medico e paziente, quindi per la condivisione ed il successo della terapia. La

Dettagli

3D TMT Tridimentional Motion Tracking

3D TMT Tridimentional Motion Tracking 3D TMT Tridimentional Motion Tracking Sistema di visione stereo portatile per registrare il movimento di markers passivi posti sul corpo del paziente. Analisi del movimento Software di facile utilizzo

Dettagli

Università Federico II di Napoli

Università Federico II di Napoli Le Asimmetrie Cranio-Facciali: Il contributo dell Ortodontista in età post- adolescenziale Prof. Alberto Laino Università Federico II di Napoli POSTER POSTER Pediatra Ortodontista Rimodellamento Alvolare

Dettagli

La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia

La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia Cefalee e nevralgie facciali in Medicina Integrata Sabato 23 Maggio 2015 Genova La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia Dott. Roberto

Dettagli

Riabilitazione Odontoiatrica Neuro Mio Fasciale STATUTO

Riabilitazione Odontoiatrica Neuro Mio Fasciale STATUTO Riabilitazione Odontoiatrica Neuro Mio Fasciale STATUTO Art.1 Attivazione del Master Il Prof. Giannoni Mario chiede alla Facoltà di Medicina e Chirurgia l attivazione di un Master di 2 livello in RIABILITAZIONE

Dettagli

Indice Capitolo 1 Anatomia del massiccio facciale Osso zigomatico Cavità orbitaria Osso mascellare superiore Osso mandibolare

Indice Capitolo 1 Anatomia del massiccio facciale Osso zigomatico Cavità orbitaria Osso mascellare superiore Osso mandibolare Indice Capitolo 1 Anatomia del massiccio facciale Osso zigomatico Cavità orbitaria Osso mascellare superiore Osso mandibolare Capitolo 2 Patologia malformativa cranio-facciale Cenni di embriogenesi L ossificazione

Dettagli

KaVo Modelli didattici e denti. Perfettamente preparati per la didattica. Precisi fin nei minimi dettagli

KaVo Modelli didattici e denti. Perfettamente preparati per la didattica. Precisi fin nei minimi dettagli KaVo Modelli didattici e denti Perfettamente preparati per la didattica. Precisi fin nei minimi dettagli Modelli didattici e denti Incredibilmente umani. Modelli didattici e denti Modelli didattici completi

Dettagli

TRATTAMENTO COMBINATO ORTODONZIA FISSA-SPLINT GNATOLOGICO NELLA TERAPIA DEI PAZIENTI DISFUNZIONALI

TRATTAMENTO COMBINATO ORTODONZIA FISSA-SPLINT GNATOLOGICO NELLA TERAPIA DEI PAZIENTI DISFUNZIONALI TRATTAMENTO COMBINATO ORTODONZIA FISSA-SPLINT GNATOLOGICO NELLA TERAPIA DEI PAZIENTI DISFUNZIONALI Sabrina Guerrisi, Ludovica Sepe, Giovanna Cocco, Ettore Accivile Ospedale George Eastman U.O. di Protesi

Dettagli

LA RIABILITAZIONE FUNZIONALE NEL PAZIENTE CON SINDROME DI DOWN

LA RIABILITAZIONE FUNZIONALE NEL PAZIENTE CON SINDROME DI DOWN UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA Insegnamento di Clinica Odontostomatologica Corso integrato di Malattie Congenite e Handicap

Dettagli

CASO CLINICO LUGLIO MASSIMO CONTROLLO DEL TORQUE INCISIVO E BASSA FRIZIONE CON L ARCO BIDIMENSIONALE DYNFORCE INTRODUZIONE

CASO CLINICO LUGLIO MASSIMO CONTROLLO DEL TORQUE INCISIVO E BASSA FRIZIONE CON L ARCO BIDIMENSIONALE DYNFORCE INTRODUZIONE CASO CLINICO LUGLIO MASSIMO CONTROLLO DEL TORQUE INCISIVO E BASSA FRIZIONE CON L ARCO BIDIMENSIONALE DYNFORCE DANIELE DR. CANTARELLA Laureato in Odontoiatria e perfezionato in Disordini Cranio-Mandibolari

Dettagli

Patient Education. Migliora la qualità della tua vita. Impianti dentali Zimmer: La soluzione naturale

Patient Education. Migliora la qualità della tua vita. Impianti dentali Zimmer: La soluzione naturale Patient Education Le informazioni inserite in questo opuscolo sono materiale informativo redatto da Zimmer Dental, azienda leader nel campo della innovazione biomedica per impianti e protesi dentali. Per

Dettagli

LA STORIA. Da patologia della ARTICOLAZIONE TEMPOROMANDIBOLARE P.Cascone C. Di Paolo

LA STORIA. Da patologia della ARTICOLAZIONE TEMPOROMANDIBOLARE P.Cascone C. Di Paolo I PRESIDI OCCLUSALI LA STORIA LA FINALITA PRINCIPALE DEGLI SPLINT OCCLUSALI E QUELLA DI RICREARE UN EQUILIBRIO TRA LE COMPONENTI DELL APPARATO STOMATOGNATICO OTTENENDO COSI UNA CONDIZIONE DI STABILITA

Dettagli

La protesi mobile secondo la dinamica linguale

La protesi mobile secondo la dinamica linguale dental dialogue www.colloquiumdental.com La protesi mobile secondo la dinamica linguale La bocca è come una piazza, il cui terreno può essere: erboso, ghiaioso, asfaltato, ciottolato, di porfido La protesi

Dettagli

SINTOMATOLOGIA AURICOLARE E DCM: STUDIO RETROSPETTIVO

SINTOMATOLOGIA AURICOLARE E DCM: STUDIO RETROSPETTIVO SINTOMATOLOGIA AURICOLARE E DCM: STUDIO RETROSPETTIVO Dott. A. Gizdulich Acufeni, vertigini e otalgie sono sintomi spesso associati a Disordini cranio-mandibolari (DCM). Già da dalcuni anni sono state

Dettagli

TRATTAMENTO ORTODONTICO NEL PAZIENTE ADULTO. Tommaso Favale, Lucia Giannini

TRATTAMENTO ORTODONTICO NEL PAZIENTE ADULTO. Tommaso Favale, Lucia Giannini TRATTAMENTO ORTODONTICO NEL PAZIENTE ADULTO Tommaso Favale, Lucia Giannini RIABILITAZIONE ORALE IN PAZIENTI ADULTI 1970 meno del 5% dei pazienti ortodontici aveva più di 18 anni 1990 25% del totale 2000

Dettagli

Quali sono le cause (eziologia) delle malocclusioni?

Quali sono le cause (eziologia) delle malocclusioni? Quali sono le cause (eziologia) delle malocclusioni? I fattori che causano le malocclusioni sono numerosi e associati. Questi possono essere ereditari (trasmessi dal patrimonio genetico dei genitori) e

Dettagli

Ortodonzia al bivio Cosmetica o Funzione?

Ortodonzia al bivio Cosmetica o Funzione? Sassari Abstract L obiettivo è quello di offrire ai Medici Odontoiatri strumenti di diagnosi e di terapia che non considerino solo il puro movimento dentale, ma anche l adattamento e la posizione spaziale

Dettagli

CORSO TEORICO-PRATICO DI ORTODONZIA

CORSO TEORICO-PRATICO DI ORTODONZIA CORSO TEORICO-PRATICO DI ORTODONZIA FILO DRITTO A BASSA FRIZIONE: SISTEMA SYNERGY Relatore: Prof. Dott. Nunzio Cirulli Vibo Valentia I Incontro 11-12 Marzo 2011 II Incontro 8-9 Aprile 2011 III Incontro

Dettagli

TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE

TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE Parlando di placche occlusali in odontoiatria occorre prima di tutto chiarire quale tipo d apparecchiatura s intenda e in questo lavoro sono da classificare come apparecchiature

Dettagli

STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it. Faq: Gnatologia

STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it. Faq: Gnatologia STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it Faq: Gnatologia Cosè la gnatologia? E' una branca dell' odontoiatria che si occupa del funzionamento dei mascellari, dei denti e dell'articolazione mandibolare.

Dettagli