CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE"

Transcript

1 CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2014

2 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto INTRODUZIONE Il Piano Esecutivo di Gestione (PEG) è un documento di programmazione previsto dall art. 169 del Decreto Legislativo n. 267/2000, approvato annualmente dalla Giunta Comunale sulla base del Bilancio di previsione. Questo strumento determina gli obiettivi di gestione dell'ente, affidando gli stessi, unitamente alle dotazioni necessarie, ai dirigenti ed ai responsabili dei servizi. A seguito delle novità normative apportate con il Decreto Legge 10 ottobre 2012 n. 174 (convertito con modificazioni dalla Legge 7 dicembre 2012 n. 213), il PEG unifica organicamente in sé il Piano Dettagliato degli Obiettivi (di cui all'articolo 197 comma 2 lettera 'a' del Decreto Legislativo n. 267/2000) ed il Piano della Performance (di cui all'articolo 10 del decreto legislativo n. 150/2009). Tale unificazione è attuata al fine di semplificare i processi di pianificazione gestionale dell'amministrazione. Per queste ragioni, il Piano Esecutivo di Gestione 2014 è un documento che non ha solo contenuti finanziari, ma uno strumento esecutivo che indirizza l azione degli uffici e nel quale gli atti di programmazione vengono coordinati ed organizzati, prevedendo anche obiettivi con orizzonte temporale superiore all anno in corso. Come precisa l'anci nelle sue "Linee guida bis in materia di ciclo della performance", il legislatore non ha previsto uno schema precostituito per l'impostazione del PEG. Ciò consente di adottare un'autonoma architettura logica, caratterizzata da flessibilità ed adattamento anche in relazione alla struttura organizzativa dell'ente. Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 1

3 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 SINTESI DELLE INFORMAZIONI PER I CITTADINI E I PORTATORI DI INTERESSI ESTERNI 1. CHI SIAMO Secondo il titolo V della Costituzione, il Comune assurge al ruolo di interprete primario dei bisogni della collettività locale e ad esso le funzioni amministrative sono attribuite, salvo che il legislatore intervenga per conferirle ad altro livello di governo (provincia, città metropolitana, regione o Stato), al fine di assicurare l esercizio unitario, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza. Il Comune esercita funzioni proprie e quelle conferite con legge dello Stato e della Regione ed in particolare, in base allo Statuto: - rappresenta la comunità, ne cura e tutela gli interessi e ne promuove lo sviluppo, fondando l'azione amministrativa e i rapporti istituzionali sul valore dell'autonomia e sul principio di sussidiarietà, in particolare orientando la propria attività all'attuazione dei principi della Costituzione della Repubblica ed ispirandosi a valori di libertà, giustizia, solidarietà, pari opportunità, responsabilità individuale e sociale; - promuove e sostiene iniziative che sviluppano il processo di integrazione europea, persegue gli intenti della Carta europea dell autonomia locale e si impegna per la sua attuazione; - ricerca, nello spirito di solidarietà ed impegnandosi per offrire opportunità di lavoro ed accesso alla casa, l integrazione sociale degli immigrati e garantisce il rispetto dei loro diritti; - promuove la tutela delle persone e delle famiglie, assicurando sostegno alla corresponsabilità dei genitori nell impegno di cura e di educazione dei figli e concorre a garantire il diritto alla vita, predisponendo provvidenze e servizi, atti ad assicurare ad ogni persona accoglienza e protezione dal concepimento alla morte naturale; - riconosce e promuove la cultura della democrazia, della libertà, della pace, della giustizia, dell uguaglianza, garantisce il rispetto dei diritti umani e favorisce la partecipazione di tutti i cittadini alla vita pubblica; - garantisce la libertà di religione; - garantisce e tutela i diritti dell infanzia; - promuove e favorisce la formazione culturale, civica, sociale e professionale dei giovani e il loro inserimento nel mondo del lavoro; - favorisce, promuove e tutela le politiche sociali atte a valorizzare la partecipazione degli anziani alla vita della comunità; 2 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

4 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto - garantisce il rispetto dei diritti soggettivi e della dignità umana dei disabili e ne promuove la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società; - concorre a garantire il diritto alla salute con particolare riguardo alla qualità ed alla sicurezza dell'ambiente di vita e di lavoro; - riconosce l'accesso all'acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell'acqua come bene comune pubblico, così come previsto dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'uomo, riconoscendo altresì che la gestione del servizio idrico integrato è un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica senza scopo di lucro; - promuove il progresso economico e sociale della comunità, favorisce l'imprenditorialità, la libertà di iniziativa ed il lavoro nella valorizzazione delle risorse locali e con l'obiettivo della piena occupazione, intravede nell economia sociale di mercato l elemento equilibratore, anche garantendo i diritti dei consumatori e degli utenti; - salvaguarda e tutela il patrimonio storico, artistico, archeologico, culturale e il recupero delle tradizioni popolari della comunità locale. Tutela i valori del paesaggio e del patrimonio naturale e la conservazione dell'ambiente. 2. COSA FACCIAMO Per conseguire gli obiettivi sopra indicati, il Comune, a norma del suo Statuto: a) garantisce un concreto sostegno alla famiglia ed opera per l'attuazione di efficienti e qualificati servizi sociali; b) promuove lo sviluppo del volontariato; c) stimola la funzione sociale della cooperazione e degli enti senza fine di lucro; d) promuove la partecipazione dell'associazionismo giovanile; e) valorizza il patrimonio di esperienza dei pensionati e degli anziani; f) favorisce la cultura in ogni sua libera forma; g) promuove le condizioni che rendono effettivo il diritto allo studio ed all'educazione permanente negli istituti statali e non statali e concorre alla definizione di politiche formative che favoriscano l'accesso al mercato del lavoro; Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 3

5 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 h) favorisce la consultazione dei cittadini stranieri residenti nel Comune, anche attraverso l istituzione di organismi, al fine di garantire una loro adeguata rappresentanza ed integrazione nella vita della collettività locale; i) incentiva lo sviluppo dell università e ne promuove una piena ed armonica integrazione nel tessuto culturale, sociale e produttivo della città, assicurando, in particolare, sostegno alle attività di formazione e ricerca orientate alle esigenze della comunità locale; promuove attività di interventi formativi innovativi rivolti a disoccupati di lunga durata, alla popolazione attiva nell apprendimento lungo l arco della vita con particolare riferimento alle pari opportunità ed all inclusione sociale; l) favorisce le attività sportive e le iniziative del tempo libero, con particolare riguardo a quelle dirette ai giovani, agli anziani ed ai portatori di handicap; potenzia e qualifica le strutture di base; m) sollecita il concorso di soggetti pubblici e privati alla promozione di un progresso economico rispettoso dell interesse generale e compatibile con la salvaguardia dell ambiente; n) disciplina un organico assetto del territorio anche promuovendo il recupero ed il pieno utilizzo del patrimonio urbano esistente; o) garantisce ai cittadini l'informazione sulle proprie attività; p) elabora programmi annuali e pluriennali, corsi di formazione ed aggiornamento professionale, gestisce ed esercita attività formative corsuali o non e di qualificazione professionale sia con mezzi propri sia con finanziamenti pubblici statali, regionali e dell Unione Europea. 3. COME OPERIAMO Secondo il dispositivo dello Statuto, nella propria azione il Comune: a) assume la politica di programmazione, coordinata con quella dello stato, della regione, della provincia e degli altri enti territoriali, riconosce nell economia sociale di mercato il metodo ordinatore e democratico della propria attività; b) adotta ed attua programmi e piani nelle materie di sua competenza; c) elabora e realizza la programmazione mediante la partecipazione democratica dei cittadini, enti, associazioni e organizzazioni imprenditoriali, professionali, sindacali dei lavoratori e dei consumatori; 4 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

6 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto d) instaura rapporti con comunità locali anche di altre nazioni al fine di realizzare forme di cooperazione, di favorire la conoscenza delle rispettive culture e di rafforzare l amicizia, la solidarietà e la pace tra i popoli. Il Comune si impegna a promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio nel quale lo sfruttamento delle risorse, l andamento degli investimenti, l orientamento dello sviluppo tecnologico e i mutamenti istituzionali siano in reciproca armonia e diretti ad incrementare il potenziale attuale e futuro dei bisogni primari e delle aspirazioni umane. Uno sviluppo, quindi, in grado di soddisfare i bisogni primari di tutti e capace di dare realtà alle aspirazioni di ogni cittadino per una vita migliore. Riconosce all uomo il ruolo di guida dello sviluppo sostenibile e di gestore delle risorse ambientali e naturali, affinché si diffonda nel territorio un armonico ed equilibrato rapporto con l ambiente rivolto alla tutela e valorizzazione delle tradizioni e delle risorse naturali e culturali. Si impegna, altresì, a tutelare e valorizzare le produzioni tipiche e di qualità, favorendo le iniziative di educazione e informazione volte ad ottenere il successo e l affermazione dei prodotti del territorio nonché della promozione turistica nelle sue varie articolazioni. Il Comune riconosce il diritto delle persone, singole o associate, delle associazioni titolari di interessi collettivi, portatori di interessi diffusi come espressioni della comunità locale, a concorrere, nei modi stabiliti dallo statuto, all'indirizzo, allo svolgimento e al controllo delle attività poste in essere dall'amministrazione. Assicura il diritto a partecipare alla formazione delle proprie scelte politico-amministrative, secondo i principi e nelle forme stabilite dallo statuto. Rende effettivo il diritto alla partecipazione politica e amministrativa, garantendo l'accesso alle informazioni e agli atti detenuti dall'ente e un'informazione completa, accessibile e aggiornata sulle proprie attività e sui servizi pubblici locali. Il Comune riconosce l'apporto delle organizzazioni di volontariato al conseguimento di finalità di interesse pubblico, ne valorizza l'impegno sociale e culturale e promuove l'affermazione di valori di solidarietà e cooperazione; attiva programmi di iniziative ed instaura forme di collaborazione, anche mediante convenzioni ai sensi di legge, con organismi di volontariato per la gestione di servizi sociali, culturali e sportivi. Favorisce l'apporto di volontari al perseguimento di finalità istituzionali dell'ente attraverso la predisposizione di apposito regolamento, previo accertamento delle capacità operative, prevedendo altresì specifiche iniziative di formazione. Il Comune riconosce e garantisce alle formazioni sociali ed ai singoli cittadini il diritto ad una informazione completa ed imparziale sulle proprie attività e servizi, come premessa per una effettiva partecipazione popolare. Il Comune ordina i propri uffici con il fine della massima efficienza amministrativa e del costante adeguamento alle esigenze del cittadino, adottando tutte le iniziative per la massima pubblicizzazione e conoscenza degli atti, dei procedimenti amministrativi, dei regolamenti comunali e dei servizi pubblici e d interesse pubblico, anche attraverso un sistema informativo che utilizzi pubblicazioni periodiche, mezzi di comunicazione ed appositi sportelli polifunzionali decentrati sul territorio. Le modalità di partecipazione al procedimento relativo alla adozione di atti che incidono su situazioni giuridiche soggettive sono disciplinate dal regolamento inerente l attività amministrativa e l accesso agli atti. Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 5

7 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 In attuazione del principio e dei diritti alla partecipazione ed al fine di promuovere la partecipazione politica e l'autonoma aggregazione dei cittadini e delle cittadine, il Comune potrà regolamentare la costituzione di forme di organizzazione e rappresentanza del territorio e dei cittadini, volontarie e gratuite, tali da garantire una democrazia partecipativa, anche tramite l'adozione di forme di consultazione nel procedimento di formazione degli atti generali. Il Comune assicura condizioni di pari opportunità tra uomo e donna, valorizza la cultura della differenza promuovendo la loro presenza nella Giunta, negli enti, aziende ed istituzioni da essi dipendenti. Istituisce la Commissione pari opportunità dell'ente, che viene disciplinata da apposito regolamento. La Commissione è organo consultivo e propositivo del Consiglio e della Giunta, limitatamente alle materie previste dal regolamento, che ne disciplina altresì le competenze e le funzioni. Il Comune è impegnato per creare le condizioni di pari opportunità nello svolgimento della vita sociale in tutti i suoi aspetti. 6 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

8 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto STRUTTURA DELL ENTE -RISORSE E FUNZIONIGRAMMA DEI SERVIZI Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 7

9 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

10 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI DIRIGENTE (Dr. MARIO VENANZI) Dipendenti ex art. 90 T.U.E.L. e/o adibiti ad attività di staff Servizi demografici Servizio affari legali Servizio affari istituzionali Servizio controlli interni e finanziamenti straordinari Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 9

11 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 RISORSE FINANZIARIE - SPESE CAPITOLO IMPORTO NOTE 31150/3 SPESE POSTALI SERVIZI GENERALI 7.000, SPESE DI MISSIONE AMMINISTRATORI E CONSIGLIERI COMUNALI 5.000, FORM. PROFESSIONALE E MISSIONI UFFICIO STAFF DEL SINDACO 500, FORMAZIONE PROFESSIONALE FINANZIAMENTI STRAORDINARI 3.000, STRAORDINARI PERSONALE DI STAFF 6.000, BENI SPECIFICI PER STAFF DEL SINDACO 500, FONDO SPESE DI RAPPRESENTANZA 5.000, CONSULENZE E SERVIZI PER IL CONSIGLIO COMUNALE 7.000, INDENNITA' E GETTONI DI PRESENZA AI CONSIGLIERI COMUNALI , SPESE PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE , SPESE PER LA FESTA DELLA TOSCANA 3.500, FONDO INCENTIVANTE ATTIVITA UFFICIO LEGALE 8.000, FORMAZIONE PROFESSIONALE SEGRETERIA GENERALE 1.500, LAVORO STRAORDINARIO SEGRETERIA GENERALE 2.000, BENI SPECIFICI PER CONTROLLO DI GESTIONE 300, ADESIONE ANCI CONS COMUNI EUROPA, LEGA AUT LOCALI , CONSULENZE E SERVIZI EUROPE DIRECT MAREMMA 2.650, SERVIZI PER LA PROMOZIONE DELLA PARTECIPAZIONE 2.200, SPESE PER LITI ED ATTI IN DIFESA DELLE RAGIONI DEL COMUNE , RIMBORSO SPESE LEGALI DIPENDENTI ED AMMINISTRATORI , CONSULENZE E SERVIZI SEGRETERIA GENERALE 8.500, SPESE PER ARBITRATI E DEFINIZIONE CONTENZIOSI , SPESE PER LE CONSULTAZIONI ELETTORALI 4.250, CONTRIBUTI E SOSTEGNI AD INIZIATIVE VARIE 2.000, CONSULENZE E SERVIZI PER CONTROLLO DI GESTIONE 8.320, STRAORDINARI PERSONALE ANAGRAFE E STATO CIVILE , BENI SPECIFICI PER SERVIZI DEMOGRAFICI 3.000, FORMAZIONE PROFESSIONALE DEMOGRAFICI 1.500, RIMBORSI SPESE COMMISSIONE ELETTORALE CIRCONDARIALE 400, CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA (F.C. 5210) , SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE , SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE , SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE ,00 10 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

12 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE , SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE , INDENNITÀ DI RESIDENZA AI FARMACISTI RURALI L. 221/68 800, SPESE POSTALI SERVIZI DELLA FUNZIONE , SPESE PER ELEZIONI ,00 RISORSE FINANZIARIE - ENTRATE CAPITOLO IMPORTO NOTE 5100 DIRITTI DI SEGRETERIA SERVIZI DEMOGRAFICI , DIRITTI SU RILASCIO CARTE D'IDENTITA' , CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA (F.C ) , PROVENTI DA ATTIVITA UFFICIO LEGALE 8.000,00 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 11

13 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 STAFF DEL SINDACO DIPENDENTI EX ART. 90 T.U.E.L. E/O ADIBITI AD ATTIVITÀ DI STAFF RESPONSABILE (Dr. MARIO VENANZI) 12 Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

14 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto RISORSE UMANE IN CARICO AL SERVIZIO SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO STAFF SINDACO COGNOME E NOME CAT. % NOTE BERNARDINI ARTURO Ufficio Gabinetto Sindaco CATANZARO LAURA BS 100 Presso assessore ai Servizi educativi CIAFFARAFA ALESSANDRO CINI MANUELA Ufficio stampa CORSINI ALESSANDRO B 100 Staff Sindaco da giugno 2013 GUERRINI CINZIA B 100 Segreteria Sindaco MARTINELLI TOMMASO C 100 Europe Direct Maremma RENAIOLI GIUSEPPE B 100 Staff Sindaco SCAIA FABRIZIO Ufficio stampa TASSI MARTA C 100 Segreteria Sindaco TIBERI ANTONELLA C 100 Staff Sindaco FUNZIONIGRAMMA DEL SERVIZIO FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 Gestione agenda del Sindaco a) Organizzazione appuntamenti istituzionali; b) Organizzazione eventi istituzionali; c) Organizzazione appuntamenti con la struttura dell Ente; numero eventi istituzionali; numero eventi esterni RISULTATO CONSEGUITO 2013 circa 8/ RISULTATO ATTESO 2014 Accoglienza, filtro ed ascolto di quanti chiedono appuntamento al Sindaco Ordinanze e disposizioni sindacali TSO e ASO Cerimoniale e eventi Ascolto di quanti non trovano soluzione a problematiche proposte a livello sociale e assistenza ed orientamento all indirizzo di Uffici preposti. Raccolta della segnalazione, contatto con l Ufficio competente, emanazione dell atto Raccolta della segnalazione dalle forze dell Ordine o Polizia Municipale, emanazione dell atto Contatti con le istituzioni coinvolte (Questura, Prefettura, Amministrazioni territoriali) numero di contatti (telefonici, personali, social network) circa (303 incontri diretti e 574 risposte facebook) numero atti sindacali (Ordinanze o 266 disposizioni; 307 disposizioni; 300 disposizioni; disposizioni) 129 ordinanze; 142 ordinanze 140 ordinanze numero atti sindacali 1 Aso; 15 Tso 1 Aso; 18 Tso 1 Aso; 20 Tso numero delle cerimonie espletate circa 8/ Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 13

15 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 Informazione massmedia e ufficio stampa Organizzazione dialogo con cittadino/ partecipazione Illustrazione telematica del lavoro istituzionale Relazioni con realtà sociali ed economiche della città Relazione ed assistenza al cittadino sulle opportunità comunitarie Comunicati stampa, conferenze stampa, comunicazioni su sito istituzionale, aggiornamento quotidiano social forum; contatti con Uffici competenti e con assessori coinvolti nella comunicazione; produzione materiale per discorsi, convegni ed interviste Contatti con coloro che chiedono appuntamenti al Sindaco o comunque all Amministrazione; contatti con società partecipate o Settori preposti per le risposte Aggiornamento quotidiano del sito istituzionale con notizie e comunicati stampa anche relativi a notiziari riferiti alla protezione civile numero delle conferenze stampa; Numero dei comunicati stampa conferenze stampa circa 110; comunicati stampa circa 900. RISULTATO CONSEGUITO 2013 conferenze stampa circa 200; comunicati stampa circa 1000 numero dei contatti circa numero notizie pubblicate sul sito istituzionale almeno 400 circa Contatti con associazioni di categoria e associazioni numero degli incontri del Sindaco circa Contatti con associazioni, privati ed istituzioni, attraverso lo sportello Europe direct numero contatti circa RISULTATO ATTESO 2014 conferenze stampa circa 200; comunicati stampa circa Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO STAFF SINDACO

16 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto SERVIZI DEMOGRAFICI RESPONSABILE (MASSIMO MENGHETTI) Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 15

17 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 RISORSE UMANE IN CARICO AL SERVIZIO SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI - SERVIZI DEMOGRAFICI COGNOME E NOME CAT. % NOTE MENGHETTI MASSIMO DS 100 Funzionario responsabile P.O. ARCA MIRELLA PATRIZIA C 100 Full time dal 01/03/2014 BELLANCA ANNA BS 100 BELLOCCI MARIA TERESA B 100 BERNARDINI LUCA B 100 BERNARDINI ORELLA BS 100 BUZZANI MAURIZIO C 100 Collocato a riposo dal 14/04/2014 CANTINI DANIELA BS 100 COMITO PIETRA B 100 CONTI ENZO B 100 CORSINI ANGELA C 100 DEL RIO EMANUELA MARIA BONARIA BS 100 DOLENTI FERNANDO B 100 FIGARSKA ALINA MARIANNA B 100 GIANNINI NADIA B 100 GIMIGLIANO SANTO BS 100 INELLA IOLE D 100 LOCANTORE MARIA CRISTINA BS 100 MAGI RITA D 100 MAGI VALTER B 100 MARANO PAOLA C 100 MARINONI ANTONIO B 100 MASSAI DONELLA B 100 MINOZZI CLAUDIO BS 100 PIERI DANUSIA BS 100 Sarà collocata a riposo dal 01/07/2014 REDEMISTI SANDRA B 100 RHODIO ORNELLA B 100 Sarà collocata a riposo dal 01/09/2014 SANI LUCIA BS 100 SANTINI ANDREA C 100 SBRILLI TAMARA B 100 TIBERI ROSANNA DS 100 TOGNELLI ROBERTA B 100 VESTRI CINZIA D Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

18 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto FUNZIONIGRAMMA DEL SERVIZIO FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 RISULTATO CONSEGUITO 2013 Anagrafe sportelli Rilascio carta d'identità cartacea numero carte di identità cartacee rilasciate Rilascio carta d'identità elettronica numero carte di identità elettroniche rilasciate Rilascio certificazioni numero certificati rilasciati Autentiche di firme ed atti di notorietà numero di autentiche rilasciate Concessione di nulla osta agli altri comuni per rilascio numero di nulla osta rilasciati C.I. Anagrafe variazioni Iscrizione in APR da altri comuni, da estero e da numero di iscrizioni irreperibilità Variazione e aggiornamento APR numero di variazioni Cancellazione APR numero di cancellazioni Iscrizione AIRE numero di iscrizioni Variazione e aggiornamento AIRE numero di variazioni e aggiornamenti Cancellazione AIRE numero di cancellazioni Nulla osta per C.I. rilasciate dai consolati numero nulla osta Mutazione dati individuali a seguito di comunicazioni numero mutazioni Rilascio attestazioni di Idoneità di Alloggio per numero rilascio attestazioni ricongiungimento familiare e altri motivi Attestazione di Soggiorno Permanente numero di attestazioni di soggiorno istituito nel Allineamento posizioni INA-SAIA con Anagrafe e Stato Numero posizioni riallineate Civile Controllo degli accessi all'anagrafe Informatizzata Nuove autorizzazioni erogate Numero accessi registrati (hit) Accertamento residenze fittizie N. avvii di procedimento di cancellazione per ignota dimora N. accertamenti periodici Aggiornamento dello schedario dell'anagrafe numero aggiornamenti Temporanea e relative comunicazioni Anagrafe Cittadini Stranieri: D.Lgs. n. 286/1998, DPR N. Avvii procedimento di cancellazione per n. 394/1999, D.Lgs. n. 30/2007 ignota dimora N. Conclusioni procedimento di cancellazione per ignota dimora N. inserimenti permessi di soggiorno sulla procedura informatica RISULTATO ATTESO 2014 SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 17

19 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 RISULTATO CONSEGUITO 2013 Leva Formazione e aggiornamento Ruoli Matricolari numero comunicazioni a altri enti Stato Civile Formazione atti di Cittadinanza ordinaria, numero attestazioni Attestazioni del Sindaco e Cittadinanza Jure Sanguinis Formazione atti di nascita, relative comunicazioni e numero atti di nascita annotazioni Pubblicazioni per matrimonio numero di pubblicazioni Formazione atti di matrimonio, relative numero atti redatti comunicazioni e annotazioni Adozioni nazionali e internazionali minori e non numero procedimenti di adozione Trascrizione sentenze di divorzio da estero numero trascrizioni Redazione atti di morte, relative comunicazioni e numero atti annotazioni Autorizzazioni al trasporto e sepoltura numero autorizzazioni Autorizzazioni alla cremazione numero autorizzazioni Autorizzazione alla dispersione delle ceneri numero autorizzazioni Autorizzazione all'affidamento delle ceneri numero autorizzazioni RISULTATO ATTESO Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO STAFF SINDACO

20 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto SERVIZIO AFFARI LEGALI RESPONSABILE (SUSANNA CRUCIANI) Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 19

21 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 RISORSE UMANE IN CARICO AL SERVIZIO SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO AFFARI LEGALI COGNOME E NOME CAT. % NOTE CRUCIANI SUSANNA DS 100 Funzionario responsabile P.O. AQUINO M.GRAZIA B 100 BUGLIERI FABIO B 100 CANALETTI STEFANIA B 100 CASAMATTA FABRIZIA B 100 CASSAI ROBERTO B 100 CATENA ROSA B 100 COSTANZO MICHELA B 100 FORMICOLA VINCENZO B 100 GIANNINI RICCARDO C 100 LOLI NADIA B 100 MAGGIO ANGELO B 100 MERONE ANGELA B 100 NALDI FABIO B 100 PASTORELLI BEATRICE B 100 ROMANO ANITA D 100 ROMANO GRAZIA C 100 SELVA ELENA B 100 FUNZIONIGRAMMA DEL SERVIZIO FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 RISULTATO CONSEGUITO 2013 Affari Legali Gestione contenzioso n. contenziosi avviati nell anno n. giudizi conclusi che hanno comportato oneri per l ente Redazione pareri n. pareri redatti Trattazione ricorsi ex art. 18 L. n. 689/81 n. istruttoria e decisione Procedimenti di liquidazione numero atti di liquidazione Protocollo gen. e albo Protocollazione atti n. atti protocollati non pec in entrata pretorio n. atti protocollati pec in entrata n. atti protocollati non pec in uscita n. atti protocollati pec in uscita RISULTATO ATTESO Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO AFFARI LEGALI

22 PREVISIONE 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI RESPONSABILE (MARIELLA PASCUCCI) Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari 21

23 Città di Grosseto PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PREVISIONE 2014 RISORSE UMANE IN CARICO AL SERVIZIO SETTORE STAFF DEL SINDACO, AFFARI GENERALI, ISTITUZIONALI E CONTROLLI INTERNI SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI COGNOME E NOME CAT. % NOTE PASCUCCI MARIELLA D 100 Funzionario responsabile P.O. BERNARDINI ELISABETTA B 100 BERNARDINI ROBERTA C 100 CARLESSO LORENZO C 100 CASTRI CLAUDIO BS 100 GIUGGIOLI PAOLA C 100 GIULIARINI ANTONELLA B 100 MACHETTI ANZIO BS 100 RIGHINI LORENZA BS 100 VANNUCCI DANIELA BS 100 FUNZIONIGRAMMA DEL SERVIZIO FUNZIONIGRAMMA PROCEDIMENTI/PROCESSI RILEVANTI INDICATORI RISULTATO CONSEGUITO 2012 Compiti di collaborazione e funzioni di supporto e di assistenza giuridicoamministrativa Affari istituzionali ed elettorali RISULTATO CONSEGUITO 2013 Riepilogo Segretario Generale abusi edilizi ed numero comunicazioni abusi edilizi ed ordinanze ordinanze gestiti Conferenza dei Dirigenti numero verbali conferenza dei dirigenti Controllo di regolarità amministrativa nella fase numero atti esaminati successiva Applicazione normativa D.Lgs. n. 39/2013 numero autodichiarazioni amministratori Dichiarazioni situazione patrimoniale e reddituale amministratori ex D.Lgs. n.33/2013 numero dichiarazioni amministratori Consiglio Comunale numero deliberazioni del Consiglio Comunale numero sedute del Consiglio Comunale numero sedute delle Commissioni Consiliari numero sedute della Conferenza dei Capigruppo numero interrogazioni a risposta scritta gestite Gestione sala consiliare numero concessioni sala consiliare rilasciate Giunta Comunale e determine numero deliberazioni della Giunta Comunale numero sedute della Giunta Comunale numero determinazioni dirigenziali gestite RISULTATO ATTESO Servizio Controlli interni e finanziamenti straordinari

CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013

CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 CITTA' DI GROSSETO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 403 del 26/11/2013 PREVISIONE 2013 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Città di Grosseto INTRODUZIONE

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE A far data 01/03/2015 la struttura organizzativa dell Ente viene articolata in 5 macroaree suddivise in 9 Servizi, ai quali sono preposti i Responsabili individuati

Dettagli

AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI DEMOGRAFICI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO

AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI DEMOGRAFICI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO Responsabile del Settore: Bittarelli Luciana Cura il front - office del comune ed in particolare svolge le seguenti attività:

Dettagli

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE Settore CENTRO RESPONSABILITA' Categoria TEOLDI SILVIA D3G RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE ordinaria PROGRAMMAZIONE: BILANCIO/PEG/PDO 2 GESTIONE: INVENTARIO 3 GESTIONE: BILANCIO/PEG/PDO RENDICONTAZIONE: RENDICONTO

Dettagli

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Urbanistica Piano Strutturale Varianti. Edilizia privata- Edilizia Sociale Lavori pubblici Progettazione, Direzione Lavori Espropriazioni

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO Sommario REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO...2 Capo I Principi Generali...2 Articolo 1 - Oggetto...2

Dettagli

Gestione del Personale e Organizzazione

Gestione del Personale e Organizzazione e Organizzazione Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico - orari - mail istituzionale) Responsabile del procedimento

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO UFFICIO SEGRETERIA Responsabile: Fabio Forlani - e.mail:sindaco@mondaino.com

Dettagli

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI 1 Registro deliberazioni Consiglio comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 2 Registro deliberazioni Giunta comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 3 Registro generale determinazioni

Dettagli

Comune di Pontassieve

Comune di Pontassieve Comune di Pontassieve PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA. PRIME MISURE ALLEGATO 1 MAPPATURA DEI RISCHI Legenda Rischio 1: Basso Rischio 2: Medio basso Rischio

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

Tempo massimo di svolgimento (gg.)

Tempo massimo di svolgimento (gg.) SERVIZIO PERSONALE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: CECCHINI BARBARA, TEL 0573 621286- mail barbara.cecchini@comunesanmarcello.it Per informazioni: Servizio Personale - Via Pietro Leopodo n. 10/24 - tel

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore V Affarii Generallii e Istiituziionallii Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Servizio URP e Ufficio Stranieri Ufficio

Dettagli

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI Il programma garantisce il funzionamento degli uffici e dei servizi di carattere generale: tra questi i più importanti riguardano: a) la segreteria generale dell ente per

Dettagli

Data Elaborazione 10-09-2012 Pagina 1 PEG BILANCIO PLURIENNALE SPESE 2012-2013-2014 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2012-2013-2014 PREVISIONI

Data Elaborazione 10-09-2012 Pagina 1 PEG BILANCIO PLURIENNALE SPESE 2012-2013-2014 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2012-2013-2014 PREVISIONI Pagina 1 DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 1 SPESE CORRENTI 1.01 FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO 1.01.01 ORGANI ISTITUZ.LI PARTECIP.NE E DECENTRAM.TO

Dettagli

T20 Prodotti per Area di Intervento

T20 Prodotti per Area di Intervento T20 Prodotti per Area di Intervento Area Operativa: Indirizzo politico - istituzionale Area d'intervento: Indirizzo politico N. delibere, decreti ed ordinanze adottati 1015 N. sedute del consiglio comunale

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DIRIGENTE Del SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DOTT. GIANLUIGI MAROTTA e-mail :gianluigi.marotta@comune.avellino.it tel. 0825200290 - FUNZIONARIO ALTA PROF.TA RESP.SERVIZIO

Dettagli

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.it

Dettagli

Tabella Procedimenti amministrativi Area Amministrativa - Finanziaria I Semestre 2014 Procedimenti comuni a tutte le aree.

Tabella Procedimenti amministrativi Area Amministrativa - Finanziaria I Semestre 2014 Procedimenti comuni a tutte le aree. COMUNE DI GONNOSNÒ PROVINCIA DI ORISTANO Via Oristano, 30-09090 GONNOSNÒ P.E.C.: protocollo@pec.comune.gonnosno.or.it 0783/931678 0783/931679 UFFICIO AMMINISTRATIVO - FINANZIARIO Tabella Procedimenti amministrativi

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2013 (Art. 151 comma 6 D.to Lgs. 267/2000) Premessa: L art.151 c.6 del D.to Lgs. 267/2000 prevede

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Tempi massimi Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Accesso agli atti Arsuffi Lorena 30 gg. Tel. 035 6313010 segreteria@comune.paladina.bg.it

Dettagli

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI Repubblica Italiana CITTÁ DI MAZARA DEL VALLO C.F.: 82001410818 P.IVA: 00257580811 www.comune.mazara-del-vallo.tp.it -----===ooo===----- 5 SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE tel.: 0923 671711

Dettagli

PARTE II - SPESA 1.500,00 AREA 7 - COMUNICAZIONE

PARTE II - SPESA 1.500,00 AREA 7 - COMUNICAZIONE Pag. / 5 Codice Cap/Art Disavanzo di amministrazione TITOLO I Spese correnti Funzione Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio Organi istituzionali, partecipazione e decentramento

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA Allegato alla Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 8 del 15 settembre 2010 AREA AFFARI GENERALI Compiti di segreteria del Direttore Attività di segreteria

Dettagli

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI 3 Settore Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI Semestre: 1 dicembre 31 maggio x 1 giugno 30 novembre Tipologia dei procedimenti Numero procedimenti *conclusi

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I)

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I) COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria (All. I) INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000033453 Ente Descrizione COMUNE DI ROVIGO Categoria Province

Dettagli

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO PREVISIONI Avanzo di Amministrazione di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati Entrate Tributarie TITOLO 101 CATEGORIA

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

COMUNE DI CADEO. Nuova struttura organizzativa dell'ente. Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013

COMUNE DI CADEO. Nuova struttura organizzativa dell'ente. Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013 COMUNE DI CADEO Nuova struttura organizzativa dell'ente Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013 Sindaco - Giunta Nucleo di Valutazione Gabinetto del Sindaco Settore Polizia

Dettagli

Carta dei Servizi Demografici UFFICI DI CORSO TORINO Anno 2011

Carta dei Servizi Demografici UFFICI DI CORSO TORINO Anno 2011 Delibera n. 45/2011 Carta dei Servizi Demografici UFFICI DI CORSO TORINO Anno 2011 PREMESSE GENERALI Servizi Demografici Corso Torino 11 16129 GENOVA Segreteria tel. 0105576888 Si occupano: - dello stato

Dettagli

Città di Casorate Primo

Città di Casorate Primo Città di Casorate Primo Via A. Dall Orto 15 27022 Casorate Primo (PV) Tel. 02/90519511 Fax 02/905195239 - C.F. 00468580188 www.comune.casorateprimo.pv.it Descrizione Procedimento SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI U.O.Segreteria Generale/Legale contratti PROCEDIMENTO O SUB PROCEDIMENTO Predisposizione circolari, atti regolamenti a valenza generale Depositi piani urbanistici, pubblicazioni e

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott.

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Obiettivo n. 1 Centro di Responsabilità Dirigente responsabile 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Mario Mura Obiettivo n. Denominazione obiettivo 1 ATTIVITÀ ORDINARIA DEL SETTORE Descrizione

Dettagli

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni)

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) Casi di esenzione dall imposta di bollo: per ottenere certificati in carta libera (con il solo pagamento dei diritti di segreteria

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI ODG: 248 PG: 250388/2005 Data Seduta: 19/12/2005 Data inizio vigore: 1/01/2006 Il provvedimento è stato modificato dalle seguenti delibere: ODG 106 PG: 97119/2006 Data Seduta: 30/06/2006 Data inizio vigore:

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 152.989,91 148.585,09 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 152.989,91 148.585,09 Entrate

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE 1.1 - SEGRETARIO GENERALE SEGRETARIO GENERALE - Partecipazione con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni di Consiglio e Giunta - Segreteria Giunta

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 Provincia di NAPOLI BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 PARTE I - ENTRATA 14/05/2009 :00 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1.147.632,00 1.698.132,00

Dettagli

Procedimenti Amministrativi

Procedimenti Amministrativi Procedimenti Amministrativi Denominazione del procedimento Organismo interno di Valutazione Sistema di valutazione e valutazione della performance Piano della Performance Relazione sulla Performance Documento

Dettagli

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 COMUNE DI BORGETTO PROVINCIA DI PALERMO ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 SINDACO SEGRETARIO COMUNALE GIUNTA MUNICIPALE AREA 1^ AREA 2^ AREA 3^ AREA 4^

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 473.546,34 473.546,34 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 90.000,00 90.000,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 383.546,34

Dettagli

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n 265 del 23.12.2003 Uffici di staff al sindaco Gabinetto del Sindaco Programmazione, innovazione e

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2011 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA

Dettagli

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI Determinazione N. del 15 2 104 2013 OGGETTO: Ridefinizione assetto

Dettagli

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14 Responsabile : 30104801 30107401 30107401 30208701 30208 30509401 30509413 40109 40109 Settore AFFARI GENERALI - SUPPORTO ALLA SEGRETERIA GENERALE 30.02.1 CONTRIBUTO PER LA TENUTA REGISTRO REGIONALE DELLE

Dettagli

Area 1 - Gestione risorse. Allegato - Funzionigramma

Area 1 - Gestione risorse. Allegato - Funzionigramma Allegato - Funzionigramma Segretario Comunale - Attività di cui all art. 97 TUEL - Attività di coordinamento dei Responsabili delle Aree tra Responsabili di Area ed Assessorati di riferimento; - Attività

Dettagli

!"#$%&'()4%EE,)F%>'(#&%

!#$%&'()4%EE,)F%>'(#&% GALLERIA DELLE ESPERIENZE Controllo di Gestione: Best Practices!"#$%&'()4%EE,)F%>'(#&%!"#$%&'()'"(*+',"( (-./012 3#4(3% &#'% imposta comunale sugli immobili 3111 imposta comunale sulla pubblicità 3112

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO

COMUNE DI SALICE SALENTINO COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2009 CENTRO DI RESPONSABILITA I AA.GG. - ISTITUZIONALI - SERVIZI DEMOGRAFICI POLITICHE COMUNITARIE RESPONSABILE: Agostino

Dettagli

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AFFARI GENERALI Protocollo - Notifiche Centralino telefonico - Vice Segreteria Generale Deliberazioni e Determine - URP Informazione Albo Online Presidenza del

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA 3 - TRIBUTI

Dettagli

REGOLAMENTO TIPO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEI COMUNI

REGOLAMENTO TIPO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEI COMUNI REGOLAMENTO TIPO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEI COMUNI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 24.11.2005 modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO

COMUNE DI SALICE SALENTINO COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2009 CENTRO DI RESPONSABILITA IV ECONOMICO - FINANZIARIO - TRIBUTI RESPONSABILE: Dott. Domenico CACCIATORE COMUNE DI

Dettagli

Comune di Cagliari. Delibera: 75 / 2014 del 30/06/2014. Residui Passivi per Anno - Esercizio: 2013

Comune di Cagliari. Delibera: 75 / 2014 del 30/06/2014. Residui Passivi per Anno - Esercizio: 2013 Residui Passivi per - Esercizio: 2013 Missione: 01 - Servizi istituzionali, generali e di gestione Programma: 01 - Organi istituzionali 01 - Redditi da lavoro dipendente 000003540 COMPETENZE LAVORO ORDINARIO

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI. 1 giugno 30 novembre

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI. 1 giugno 30 novembre 3 Settore Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI Semestre: x 1 dicembre 31 maggio 1 giugno 30 novembre Tipologia dei procedimenti Eliminazione barriere archietettoniche

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2014 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2011

BILANCIO DI PREVISIONE 2011 BILANCIO DI 2011 SERIE DI CAPITOLO USCITE TITOLO I II PROGETTO INDICE SERIE DI CAPITOLO USCITE Titolo Funzioni Descrizione Pagina 1 TITOLO I - Spese correnti 1 01 Funzioni generali di amministrazione,

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE CITTA' DI GROSSETO RELAZIONE SUL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2014 RELAZIONE SUL PEG ANNO 2014 1. PRESENTAZIONE E INDICE Il Decreto Legislativo n. 150/2009 stabilisce che le amministrazioni pubbliche

Dettagli

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI FORMAZIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO Piano annuale di formazione del personale tecnico e amministrativo della Scuola Attivazione dei corsi di formazione

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

La lente sul fisco. Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line

La lente sul fisco. Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line La lente sul fisco L Aggiornamento Professionale on-line Guida Operativa Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia A cura della Redazione La Lente sul Fisco Coordinamento scientifico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di decreto recante: 11.11.2014 Organizzazione e compiti degli uffici di livello dirigenziale non generale istituiti presso l Ufficio scolastico regionale per il Molise. IL MINISTRO Visti gli articoli

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia tel. 0383/88101 - FAX 0383/886182 e-mail: info@comune.bressanabottarone.pv.it SERVIZIO 2 ECONOMICO FINANZIARIO SEGRETERIA ANNO 2014 Sistema di programmazione

Dettagli

ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003

ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003 ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003 SCHEDA A: GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE (DOCENTE, DIRIGENTE, TECNICO

Dettagli

COMUNE DI RIVA DEL GARDA (Provincia di Trento)

COMUNE DI RIVA DEL GARDA (Provincia di Trento) COMUNE DI RIVA DEL GARDA (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN APPLICAZIONE DELL ART. 20 COMMI 2 E 3 DEL D.LGS. 30.06.2003 N. 196 testo coordinato di cui

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

COMUNE DI TOANO (Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA DEL PERSONALE

COMUNE DI TOANO (Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA DEL PERSONALE COMUNE DI TOANO (Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA DEL PERSONALE Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 93 del 17.10.2012 PARTE PRIMA - Passaggio diretto di personale Art. 1

Dettagli

Provvedimento finale. Avvio. Termine Finale. Termine di Legge. del. amministrativo. Procedimento. procedimento

Provvedimento finale. Avvio. Termine Finale. Termine di Legge. del. amministrativo. Procedimento. procedimento SERVIZI DEMOGRAFICI o/unità organizzativa: Responsabili del procedimento: Ufficiali di Anagrafe e di Stato civile: Sartori Daniela Dal Santo Roberta Elettorale: Sartori Daniela Recapiti: Tel. 0445/860534

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO LIBRO FONDIARIO CIRCOLARE N.. 9/2006 Trento, 24 luglio 2006 Oggetto: rilascio copie in esenzione. Nelle attività degli uffici tavolari dislocati sul territorio provinciale

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 attività amministrativa - Tipologie di (art.24 c.1 e art.35 c.1 D.Lgs 33/2013) Cessazione dal servizio per qualsiasi causa e provvedimenti 2.giuridica@pro 6 connessi(mantenimento in vincia.en servizio,

Dettagli

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA UNITA DI STAFF GABINETTO DEL SINDACO E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Servizio Gestione Amministrativa del Personale DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Data 30.04.2013 Atto

Dettagli

SETTORE AVVOCATURA E CONTENZIOSO DEL LAVORO

SETTORE AVVOCATURA E CONTENZIOSO DEL LAVORO SETTORE AVVOCATURA E CONTENZIOSO DEL LAVORO INDICE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI 1. PROCEDURE DI ACQUISIZIONE IN ECONOMIA PER IMPORTI SOTTOSOGLIA DI BENI E SERVIZI DI COMPETENZA E PROCEDURE DI LIQUIDAZIONE

Dettagli

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo FC01C - Servizi di Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva e Servizio Statistico

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo FC01C - Servizi di Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva e Servizio Statistico Il presente documento dovra' essere sottoscritto ed inviato via fax ad uno dei seguenti numeri 65831211-212-213-214 o via posta elettronica certificata all'indirizzo protocollo@pec.sose.it, indicando nell'oggetto

Dettagli

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02 direzione: D0 SETTORE 02 servizio: S04 SERVIZIO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI Centro responsabile: R48 Servizio risorse umane e relaz.sindacali Pag.1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE Categoria 1 02 Tasse

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO PLURIENNALE 2014 - Pagina 1 di 201 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2014 - AVANZO DI AMMINISTRAZIONE di cui: Avanzo vincolato Avanzo finanziamento investimenti Avanzo fondo ammortamento Avanzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI Pagina 1 di 6 COMUNE DI SAN GIOVANNI A PIRO 84070 SAN GIOVANNI A PIRO REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI Allegato alla deliberazione C.C. n. 9 del 21 marzo 2006 ARTICOLO 1 Oggetto

Dettagli

Ufficio VIII - Ambito territoriale per la provincia di Modena. Prot.n. 11760/1 Modena, 19/10/2015

Ufficio VIII - Ambito territoriale per la provincia di Modena. Prot.n. 11760/1 Modena, 19/10/2015 Prot.n. 11760/1 Modena, 19/10/2015 DECRETO DI ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO VIII AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI MODENA IL DIRIGENTE il D. Lgs 30 luglio 1999, n. 300, e successive modifiche e variazioni;

Dettagli

Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI

Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI 000700930 - REGIONE BASILICATA TITOLO 1o: ENTRATE DERIVANTI DA TRIBUTI PROPRI DELLA

Dettagli

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COMUNE DI VICCHIO Piano Esecutivo di Gestione Anno 2011 Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COORDINAMENTO, PROGRAMMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVISIONE 2009 1 SPESE

COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVISIONE 2009 1 SPESE COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVISIONE 2009 1 SPESE 1 01 0101 1004 STIPENDI AL PERSONALE - SETTORE CULTURA/ISTRUZIONE 34.200,00 1 01 0101 1005 ONERI PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI A CARICO ENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL COMUNE DI AVIGLIANA AI SENSI ARTT. 20 E 21 DEL D. LGS. 30.6.2003 N. 196.

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL COMUNE DI AVIGLIANA AI SENSI ARTT. 20 E 21 DEL D. LGS. 30.6.2003 N. 196. REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL COMUNE DI AVIGLIANA AI SENSI ARTT. 20 E 21 DEL D. LGS. 30.6.2003 N. 196. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 185 del

Dettagli

COMUNE DI BAGNO A RIPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE)

COMUNE DI BAGNO A RIPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) COMUNE DI BAGNO A RIPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) RENDICONTO dell esercizio finanziario 2014 Comune di Bagno a Ripoli Esercizio: 2014 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 31-12-2014 Pag. 1 DESCRIZIONE

Dettagli

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: 65.000,00 39.448,06 - Fondi Vincolati 8.418,25 - Finanziamento Investimenti - Fondo

Dettagli

Relazione dell organo di revisione

Relazione dell organo di revisione COMUNE DI COSTA MASNAGA Provincia di LECCO Relazione dell organo di revisione - sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011 - sullo schema di rendiconto per l esercizio

Dettagli

COMUNE DI PRESSANA (Provincia di Verona)

COMUNE DI PRESSANA (Provincia di Verona) UFFICIO/SERVIZIO: SEGRETERIA 1 ACCESSO AGLI ATTI SENZA ISTRUTTORIA 1 giorno 2 ACCESSO AGLI ATTI CON ISTRUTTORIA 5 giorni 3 CONVOCAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE E FORMAZIONE DEL FASCICOLO 4 CONVOCAZIONE DEL

Dettagli

PIANO RISORSE ED OBIETTIVI ANNO 2008

PIANO RISORSE ED OBIETTIVI ANNO 2008 Comune di Baranzate Provincia di Milano PIANO RISORSE ED OBIETTIVI SERVIZIO PERSONALE Responsabile di PRO: Sparagna Luca Segretario Comunale Sparagna Luca ATTIVITÀ DEL SERVIZIO PERSONALE a) Tipologia dei

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E DELL ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E DELL ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E DELL ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Approvato con delibera di Consiglio dell Unione n. 31 del 28.06.2010 REGOLAMENTO RECANTE

Dettagli

Titolo 1 SPESE CORRENTI

Titolo 1 SPESE CORRENTI Comune di Rio Saliceto Esercizio: 2012 BILANCIO DI PREVISIONE - SPESA Data: 07-03-2012 Pag. 1 DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Titolo 1 SPESE CORRENTI Funzione 01 FUNZIONI GENERALI

Dettagli

GABINETTO DELLA PRESIDENZA

GABINETTO DELLA PRESIDENZA FUNZIONIGRAMMA GABINETTO DELLA PRESIDENZA GABINETTO DELLA PRESIDENZA Comunicazione e URP Servizi culturali e Valorizzazione Beni del Territorio Unità Operativa Comunicazione e URP Supporto alle attività

Dettagli

ISFOL UFFICIO DIRIGENZIALE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE PIANO DI MONITORAGGIO DEI TEMPI PROCEDIMENTALI

ISFOL UFFICIO DIRIGENZIALE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE PIANO DI MONITORAGGIO DEI TEMPI PROCEDIMENTALI ISFOL UFFICIO DIRIGENZIALE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE PIANO DI MONITORAGGIO DEI TEMPI PROCEDIMENTALI Dicembre 2014 1 INDICE 1. Riferimenti normativi 2. Finalità 3. Metodologia del monitoraggio

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli