Verbale di Accordo. Addì 10 novembre 2010, in Parma presso la sede dellunione Parmense Industriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Verbale di Accordo. Addì 10 novembre 2010, in Parma presso la sede dellunione Parmense Industriali"

Transcript

1 Verbale di Accordo Addì 10 novembre 2010, in Parma presso la sede dellunione Parmense Industriali Tra Barilla Holding Socetà per Azoni, Barilla G. e R. Fratell Societ per Azoni (di seguito: Societ del if Gruppo Barila) rappresentate dai Sigg.ri Mario di Loreto, Giorgio Grandi assistite da Claudio Robuschi dellunione Parmense Industriali e tl il Coordinamento Nazionale delle R.S.U. assistite dalle Segreterie Nazionali di FAI-CISL FLAI- CGIL UILA-UIL nelle persone dei Sig.ri Claudio Risso, Gianni Alviti, Armando Savignani, Mauro Macchiesi, Giancarlo Pelucchi, Giampiero Sambucini, Gerardo Nardiello, Giuseppe Sorino. Premesso che:. V con il presente accordo le Parti intendono dare completa attuazione a quanto previsto nellaccordo bilateraie,,: Integrativo di Gruppo"del 31/7/2007 in tema di costituzione ' di un A Fondo di Assistenza f1 Sanitaria J.' integrativa, finalizzando le indicazioni e le analisi emerse durante i lavori della Commissione tecnica 'l ßA si stipula e conviene quanto segue: / l/, liv f t 1) a decorrere dal l dicembre 2010 è pr ist l'esnsione del Fondo di Solidariet Interna Riccardo Barila (di seguito denominato Fondo) a tutti i dipendenti a tempo indeterminato e,. superando l'accordo di cui sopra, a quell a tempo determinato assunti presso le sedi italiane deiie.....,... '"( Società del Gruppo Barilla ad oggi non incluse nel Fondo (di seguito "Altri Siti");. r,'\. 2) ii principio guida del Fondo (da ritenersi unico) prevede la volontà di erogare a tut gli iscritt, a fa fronte delle contribuzioni previste e subordinatamente al mantenimento dellequilbrio economico- li finanziario complessivo le medesime prestazioni, alle medesime condizioni; III rj (f Î' 1# ;t qr i!f'/(f

2 3) in caso di impossibiltà ad applicare il principio guida di cui al punto 2) (medesime prestazioni e medesime condizioni) certificata dagli organi indicati dallo Statuto, le Parti stipulanti il presente accordo si impegnano a valutare tempestivamente alla continuità e sussistenza del Fondo; le possibil soluzioni ed alternative in relazione I J;(l 4) l'adesione al Fondo dovrà essere espressa volontariamente dal lavoratore, non ancora iscritto, in maniera esplicita secondo le modalità che verranno indicate, entro e non oltre il 20 dicembre I dipendenti assunti successivamente alla data del 20 dicembre 2010, potranno iscriversi al Fondo seondo le modalit preentemente indicate e comunque al momento dellassunzione; liscrizione avrà decorrenza contestuale. Le parti ritengono opportuno che in entrambi i casi non sia possibile liscrizione in momenti successivi a quell suindicatl Viene fatta salva l'attuale ç regolamentazione di iscrizione al Fondo per i dipendenti del Comprensorio di Parma - Pedrignano, Rubbiano e Vendite - (Accordo del 20/02/1962 e Accordo del 19/02/1998) ed Ascoli (Accordo del 11/12/1985 e Accordo del 29/05/1998). D- 5) il finanziamento del Fondo awerrà tramite un contributo obbligatorio nella misura delll % a carico del dipendente iscritto e deil1,4% a carico dellazienda, da calcolarsi sui minimo tabellare per 12 mensiltà, a decorrere dallatto di iscrizione del dipendente. In coerenza con quanto previsto dallaccordo 31/7/2007 sarà inoltre previsto, per i dipendenti iscritti, in forza alla data di sottoscrizione del presente accordo negli "Altri Siti", il versamento di un contributo obbligatorio straordinario una-tantum nella misura del 1% a carico del dipendente e del 1,4% a carico dellazienda, da calcolrsi sui minimo tabellare per 5 mensiltà. Il contributo a carico dellazienda sarà versato in un'unica soluzione nel mese di dicembre 2010, mentre il contributo a carico del dipendente iscritto sarà versato in cinque rate mensil, in aggiunta al contributo ordinario, tramite trattenuta nelle buste paga a decorrere dal momento delliscrizione al fondo. Sarà discrezione del Consiglio di Amministrazione del Fondo valutare, in un momento successivo e ave ce ne fossero le condizioni di natura economico-fi anziaria, il recupero di suddetto contributo (J / i stordinario da part dei dipendenti intereti; A li J 6) per garantire la continuità dellesistente (Compr nsorio di Parma) e per poter meglio monitorare e faciltare i meccanismi di funzionamento delle nuove attività (per tutti gli altri aventi diritto degli.r.. Altri Siti), le Parti ritengono opportuno, ferme restando le competenze e le responsabiltà degli L Qt V () '" Organi del Fondo, di prevedere, allinterno dellunico bilancio del Fondo, due gestioni economico-.. Ifl? finanziarie separate: una per il Comprensorio di Parma e una gli Altri SitL Entro la fine del terzo. j e id/irn Sie:n; o pertære J'; en =?

3 finanziario delle sopra citate gestioni al fine di valutare la possibiltà di unificazione delle due gestioni economico-finanziarie. In questo ambito ritengono altresì opportuno, ferme restando le competenze e le responsabiltà degli Organi del Fondo, di prevedere l'adozione delle seguenti soluzioni particòlari finalizzate a salvaguardare la condizione preesistente alla stipula del presente accordo: ASCOLI PICENO: a partire dallo dicembre 2010 il Fondo di Solidarietà Dipendenti Barila - ramo 'f sanitario, oggi esistente ad Ascoli Piceno, confluirà nella gestione economico-finanziaria "Altri Siti" a seguito del versamento dellammontare della riserva quantificata a bilancio allatto della ChiU,S, ura l/ del ramo sanitario del Fondo stesso. Tale riserva sarà destinata: " al rimborso delle prestazioni odontoiatriche a decorrere dal 1 dicembre 2010 a seguito del versamento di una quota in acconto derivante dallaccantonamento del preesiste Fondo di / Ascoli pari a calcolata sulla base del rimborso medio pro-capite dei soci dipendenti "\ iscritti al Fondo Riccardo Barila nel 2009; per la parte restante, alla copertura del versamento del contributo straordinario e del contributo ordinario mensile a carico del dipendente fino ad esaurimento della riserva stessa. Nel caso in cui l'effettivo speso delle prestazioni odontoiatriche risultasse inferiore a V quanto sopra indicato, la differenza verrà utilzzata a copertura del contributo mensile a carico del dipendente. Nel caso invece di spese superiori, la copertura del contributo' mensile a carico del dipendente verrà proporzionalmente ridotta; qualora fosse necessario affrontare all1nterno dello Stabilmento di Ascoli una spesa relativa ' t ad un grande intervento, così come disciplinato dal Regolamento Generale del Fondo Unico, 11mporto dovrà" essere prelevato in via prioritaria dalla Riserva Grandi Inteventi "Altri Siti", alla quale Ascoli contribuisce e, per differenza, in caso di copertura non completa, dai fondi rimanenti utilzzati per la copertura del contributo ordinario mensile con conseguente /i ricalcolo del periodo di copertura del versamento ordinario a carico del dipendente. In l. r- )(,5 x ragione di quanto sopra, l'eventuale rimborso di spese non sanitarie, collegate ad un K In \ ogni presso caso, il Fondo lo di Solidarietà Stabilmento Dipenden i arila - di ramo Ascoli sanitario di Ascoli ÁPiceno resterà vf grande intervento, saranno valutate nella i o del ramo sociale del Fondo già esistente operante per il mese di dicembre 2010, pur cessandone la contribuzione dallo stesso mese, per à& /1J consentire il rimborso per l'anno 2010 delle spese sanitarie relative al capitolo di spesa "Disagio, ' Familare per spese sanitarie" previsto dal Regolamento delle Prestazioni del Fondo stesso. Le:/, j ni prestzioni relative al mese di dicembre 2010 verranno rimborste dal Fondo Unico - gesione,(

4 CASERTA: con la riserva accantonata nel ex-fondo di Caserta si procederà alla copertura del versamento del contributo straordinario e del contributo ordinario mensile a carico del dipendente fino ad esaurimento della stessa, previa verifica tecnico-amministrativa sulla modalità di confluenza nel Fondo stesso. La decorrenza delle prestazioni odontoiatriche awerrà come previsto dal regolamento, a partire dal 3 anno di iscrizione al Fondo; eventuali ulteriori trattamenti previsti e disciplinati da Accordi di Sito preesistenti e collegati alla chiusura del Fondo sanitario di Casert, dovranno essere ridiscussi a livello locale con l'obiettivo di 'armonizzarli ed integrarli allawio del Fondo. PENSIONATI: le part si impegnano a discutre, in coinddenza con la fine del periodo transitrio di cui sopra, le condizioni di partecipazione dei pensionati al Fondo. 7) le parti ritengono opportuno che le prestazioni del Fondo, fatto salvo quanto indicato al punto 2), saranno le medesime per entrambe le gestioni economico-finanziarie e saranno quelle in vigore al momento della firma del presente Accordo presso il Comprensorio di Parma ed alle condizioni previste nel relativo Regolamento. Le medesime prestazioni saranno eventualmente modifica secondo le modalità e i termini previsti dallo Statuto. bil Z. Gli appartenenti alla gestione economico-finanziaria Altri Siti, ad eccezione di quanto disciplinato \ / dal precedente punto 6), avranno diritto al rimborso delle prestazioni odontoiatriche a partire dalla y fine del secondo anno di iscrizione al Fondo (dal terzo anno), come per tutti i nuovi iscritti al Fondo; 8) le Parti prendono atto delle indicazioni emerse dalla Commissione tecnica bilaterale dell8l l /J novembre 2010 che prvedono: \ () I -ii recepimento delle modifiche apportate allo Statuto; N l\ -ii mandato al Consiglio di Amministrazione in carica di convocare l'assemblea Straordinaria per nl\y 'A deliberare le modifiche necessarie (di cui al presente accordo) all1nterno dello Statuto e del \ Regolamento entro e non oltre ii 25 novembre 2010; (j \ -11ncarico ad un Consiglio di Amministrazione Prow..0, costituito dal Consiglio di Amministrazione attualmente in carica, di prowedere a: Á W Aj f. valutare la sostenibiltà economica del Fondo sulla b ei principi di cui al punto 2) e 3) in relazione al numero delle adesioni raccolte alla ta del 20 dicembre 2010, di cui al punto 4), ed eventualmente attre quanto previsto dal punto 3); / predisporre ii regolamento operativo elettorale (entro il mese di gennaio 2011); indire le elezioni per ii rinnovo dei rappresentanti dei soci (entro ii mese di aprile 2011); (J effettuare lo scrutinio elettorale e comunicare i risultati nonché convocare la nuova (l Assemblea i SOC il l 9iUi;1)?f IhJ'. ej dj; I VJ.. '

5 garantire la continuità nella gestione del fondo e nella corresponsione delle prestazioni sino all1nsediamento dei nuovi organi del fondo; monitorare l'equilbrio tra contributi versati e prestazioni rimborsate. predisporre il bilancio preventivo 2011, consuntivo 2010 e le relazioni da sottoporre allassemblea attualmente in carica per l'approvazione (Bilancio Preventivo entro 31/12/2010, Bilancio Consuntivo entro il 31 marzo 2011) 9) quanto sopra verrà attuato fatte salve eventuali variazioni alla normativa che dovessero essere introdotte in futuro da norme di legge in materia al fine di mantenere in essere i requisiti necessari all1scrizione del Fondo allanagrafe dei fondi sanitari integrativi del Servizio sanitario nazionale e degli enti, casse e societa' di mutuo soccorso aventi esclusivamente fine assistenziale, cosi come previsto dal DM In questo senso le parti si impegnano ad incontrarsi in caso di modifiche alla normativa esistente che avessero impatto sulla regolamentazione del Fondo; 10) per quanto qui non espressamente previsto o riportato in allegato, vale quanto stabilto dagli accordi esistenti. Letto, approvato e sottoscritto Per le Aziende Barila Holding Società per Azioni Barilla G. e R. Fratell Società per Azioni Per il Coordinamento Nazionale delle R.S.U. - Per U.P.!. /L,

ACCORDO ISTITUTIVO FONDOPOSTE ACCORDO PER LA ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DI POSTE ITALIANE S.P.

ACCORDO ISTITUTIVO FONDOPOSTE ACCORDO PER LA ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DI POSTE ITALIANE S.P. ACCORDO ISTITUTIVO FONDOPOSTE ACCORDO PER LA ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DI POSTE ITALIANE S.P.A il giorno 26 luglio 2002, in Roma tra Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE NAZIONALE PER I LAVORATORI. delle aziende esercenti l industria della Carta e del Cartone,

ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE NAZIONALE PER I LAVORATORI. delle aziende esercenti l industria della Carta e del Cartone, ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE NAZIONALE PER I LAVORATORI delle aziende esercenti l industria della Carta e del Cartone, delle aziende Grafiche ed Affini e delle aziende Editoriali In data

Dettagli

Accordi Istitutivi del Fondo Pensione Telemaco

Accordi Istitutivi del Fondo Pensione Telemaco Accordi Istitutivi del Fondo Pensione Telemaco Il giorno 30 marzo 1998, in Roma tra l'associazione Sindacale Intersind con la partecipazione delle Aziende associate Telecom Italia, Telecom Italia Mobile,

Dettagli

CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto. Art. 1 Costituzione della Cassa

CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto. Art. 1 Costituzione della Cassa CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto Art. 1 Costituzione della Cassa In attuazione degli accordi collettivi nazionali, le parti stipulanti, associandosi,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI ACCORDO DI RINNOVO 30 DICEMBRE 2014

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI ACCORDO DI RINNOVO 30 DICEMBRE 2014 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI ACCORDO DI RINNOVO 30 DICEMBRE 2014 Indice Art. 3 - Trattamento minimo complessivo di garanzia DISCIPLINA

Dettagli

ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996

ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996 ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996 L'anno 1996, il giorno 6 del mese di dicembre in Roma Tra Associazione Nazionale

Dettagli

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi Siena Spa ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Nei giorni scorsi, sulla base delle previsioni codificate nell

Dettagli

Tra. Federtrasporti, FENIT ed ANAC e FILT- CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI

Tra. Federtrasporti, FENIT ed ANAC e FILT- CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI ACCORDO PER L'ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI ADDETTI AI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO E PER I LAVORATORI DEI SETTORI AFFINI (Testo dell accordo nazionale 23

Dettagli

Modifiche Statutarie Fontedir

Modifiche Statutarie Fontedir Modifiche Statutarie Fontedir DA STATUTO IN VIGORE PROPOSTE DI MODIFICHE Art. 5 - Destinatari 1. In coerenza con le previsioni contenute nelle fonti istitutive sono destinatari delle prestazioni del fondo

Dettagli

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare In data 29 gennaio 2000 Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare ANCE FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA - CGIL tra e quali Parti unitariamente intese come Parti istitutive rispettivamente

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO TERRITORIALE DEI QUADRI E DEGLI IMPIEGATI AGRICOLI DELLA PROVINCIA DI PADOVA PREMESSA

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO TERRITORIALE DEI QUADRI E DEGLI IMPIEGATI AGRICOLI DELLA PROVINCIA DI PADOVA PREMESSA FAI - CISL FLAI - CGIL UILA UIL CONFEDERDIA Piazza del Carmine 1 via Longhin 119/121 Piazza De Gasperi 32 via Risorgimento 18 35100 Padova 35129 Padova 35100 Padova 30027 S.Dona di Piave PIATTAFORMA PER

Dettagli

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI TITOLO I STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Articolo 1- Costituzione, Sede e Durata E costituito il Gruppo Aziendale Agenti

Dettagli

ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA. Per l Aran Avv. Guido Fantoni, Presidente f.f..

ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA. Per l Aran Avv. Guido Fantoni, Presidente f.f.. ACCORDO PER L ISTITUZIONE DEL FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA A seguito del parere favorevole espresso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 7 febbraio

Dettagli

VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI

VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI 10 gennaio 2014 10 FEBBRAIO 2014 Il Testo Unico ha come riferimento tre

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE "BANCO DELL'IGIENE - ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA' SOCIALE" in sigla "BDI - ONLUS" ARTICOLO 1 L'associazione si

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE BANCO DELL'IGIENE - ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA' SOCIALE in sigla BDI - ONLUS ARTICOLO 1 L'associazione si STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE "BANCO DELL'IGIENE - ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA' SOCIALE" in sigla "BDI - ONLUS" ARTICOLO 1 L'associazione si denomina "BANCO DELL'IGIENE - ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA

Dettagli

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI 1) Indizione delle elezioni Almeno 5 mesi prima della scadenza del mandato dei componenti l Assemblea dei delegati, il Consiglio

Dettagli

tra ANIEM - ASSOCIAZIONE NAZIONALE IMPRESE EDILI e FeNEAL-UIL FILCA-CISL FILLEA-CGIL

tra ANIEM - ASSOCIAZIONE NAZIONALE IMPRESE EDILI e FeNEAL-UIL FILCA-CISL FILLEA-CGIL Roma, 7 Novembre 2001 tra ANIEM - ASSOCIAZIONE NAZIONALE IMPRESE EDILI e FeNEAL-UIL FILCA-CISL FILLEA-CGIL quali Parti unitariamente intese come Parti istitutive rispettivamente per le imprese e per i

Dettagli

VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra. gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA

VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra. gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra la Banca Regionale Europea SpA (in breve BRE) gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA si conviene quanto segue: e 1. I contenuti

Dettagli

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO CONTRATTUALISTICA NEWS CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO AUMENTI TABELLARI LIVELLO Aumenti a partire dal 1 gennaio 2012 A1 26,41 A2 26,65 B1 27,90 C1 30,00 C2 30,90 C3 31,81 D1 31,81 D2 33,55

Dettagli

TESTO COORDINATO DELL ACCORDO DI DATA 19.01.98 E DELL INTEGRAZIONE DI DATA 20.11.98 PER L ISTITUZIONE DI UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I

TESTO COORDINATO DELL ACCORDO DI DATA 19.01.98 E DELL INTEGRAZIONE DI DATA 20.11.98 PER L ISTITUZIONE DI UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I TESTO COORDINATO DELL ACCORDO DI DATA 19.01.98 E DELL INTEGRAZIONE DI DATA 20.11.98 PER L ISTITUZIONE DI UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DEL TERRITORIO DEL TRENTINO-ALTO ADIGE

Dettagli

CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Il giorno 13 dicembre 2006, a Trento presso la sede della Federazione Trentina della Cooperazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE FIPREM Fondo Integrativo di Previdenza Montedison Fondo Pensione REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE Testo approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 Marzo 2003 e coordinato con le modifiche ed integrazioni

Dettagli

Roma, lì 30 settembre 2011

Roma, lì 30 settembre 2011 Roma, lì 30 settembre 2011 CCNL INDUSTRIA ALIMENTARE - ISTRUZIONI OPERATIVE PER IL VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE DA PARTE DELLE AZIENDE AL FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA ALIMENTARISTI 1. Premessa A decorrere

Dettagli

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE PARTE I Elezione dei delegati in rappresentanza dei lavoratori per la costituzione

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede

STATUTO. Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede STATUTO Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede 1.1. Nell ambito della legislazione vigente è costituito, in forma giuridica di associazione non riconosciuta, un fondo denominato FISDAF, integrativo

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94

Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94 Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94 tra Confartigianato, CNA, CASA, CLAAI e CGIL, CISL, UIL Parte Prima Organismi paritetici 1. Organismi paritetici territoriali

Dettagli

Statuto del Fondo per la formazione dei lavoratori in somministrazione Forma.Temp

Statuto del Fondo per la formazione dei lavoratori in somministrazione Forma.Temp Statuto del Fondo per la formazione dei lavoratori in somministrazione Forma.Temp ART.1 - COSTITUZIONE E' costituita tra ASSOLAVORO con sede in Roma, Via Marcantonio Colonna n.7, e C.G.I.L., con sede in

Dettagli

Statuto Associazione ViviAmo Trecase

Statuto Associazione ViviAmo Trecase Statuto Associazione ViviAmo Trecase Capo Primo Principi generali Art. 1 Costituzione e denominazione E' costituita ai sensi degli artt. 36 e seguenti del Codice Civile l'associazione politico-culturale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P.

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. di cui all art. 51 comma 2 lett. a) del TUIR DPR 917/1986 istituito dalla Società di Mutuo Soccorso SOCIETÀ MUTUA PINEROLESE 10064 PINEROLO (TO)

Dettagli

al ~IP-S zionespeci.; ~ ~,. ~

al ~IP-S zionespeci.; ~ ~,. ~ BOZZA DI ACCORDO PREVIDENZA INTEGRATIVA Il giorno 22 Febbraio 20 l O in Firenze, tra ~ Equitalia Cerit S.p.A., rappresentata dall' Amministratore Delegato, Carlo Mignolli e dal Direttore Indirizzo e Controllo,

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL. Esso discende dallo statuto,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. TRA La Provincia di Cagliari, rappresentata dalla Presidente Dott.ssa Angela Maria Quaquero

PROTOCOLLO D INTESA. TRA La Provincia di Cagliari, rappresentata dalla Presidente Dott.ssa Angela Maria Quaquero PROTOCOLLO D INTESA TRA La Provincia di Cagliari, rappresentata dalla Presidente Dott.ssa Angela Maria Quaquero E La Comunità alloggio Minori Associazione Mamma Margherita rapp.ta da Don Pietro Paolo Piras

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO NAZIONALE INTERFEDERALE. tra

IPOTESI DI ACCORDO NAZIONALE INTERFEDERALE. tra IPOTESI DI ACCORDO NAZIONALE INTERFEDERALE Il 22 giugno 2000, in Roma tra la FEDERAZIONE ITALIANA IMPRESE PUBBLICHE GAS, ACQUA E VARIE (FEDERGASACQUA) rappresentata da Paola Giuliani, Luigi Casalini, Marino

Dettagli

S T A T U T O. Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE

S T A T U T O. Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE S T A T U T O Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE 1) In attuazione dell articolo 46 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto degli Enti pubblici non economici stipulato il 6 luglio 1995,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio I. COSTITUZIONE, FINALITÀ, MODALITÀ STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ Art. 1 COSTITUZIONE È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio Direttivo ha la

Dettagli

ACCORDO PER L ASSISTENZA SANITARIA DI GRUPPO DELLE FORME ASSICURATIVE

ACCORDO PER L ASSISTENZA SANITARIA DI GRUPPO DELLE FORME ASSICURATIVE ACCORDO PER L ASSISTENZA SANITARIA DI GRUPPO DELLE FORME ASSICURATIVE Il giorno 27 novembre 2008 in Verona tra il Banco Popolare in rappresentanza delle Aziende del Gruppo Banco Popolare interessate al

Dettagli

STATUTO. Articolo 3 Carattere, scopo e durata dell Associazione L Associazione ha carattere volontario, non ha scopo di lucro ed ha durata illimitata.

STATUTO. Articolo 3 Carattere, scopo e durata dell Associazione L Associazione ha carattere volontario, non ha scopo di lucro ed ha durata illimitata. STATUTO Articolo 1- Costituzione e sede E costituita l Associazione non riconosciuta denominata AIVO Associazione Italiana Veterinari per l Oncologia, con sede in Milano, Via Paravia 69. Essa è retta dal

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

Autostrade e trafori (Società e Consorzi Concessionari) ACCORDO DI RINNOVO. Roma, 1 agosto 2013

Autostrade e trafori (Società e Consorzi Concessionari) ACCORDO DI RINNOVO. Roma, 1 agosto 2013 Autostrade e trafori (Società e Consorzi Concessionari) ACCORDO DI RINNOVO Roma, 1 agosto 2013 Decorrenza: 1 gennaio 2013 - Scadenza: 31 dicembre 2015 Parti stipulanti Federreti, con la partecipazione

Dettagli

MANUALE di ISTRUZIONI d USO

MANUALE di ISTRUZIONI d USO MANUALE di ISTRUZIONI d USO INU NAZIONALE INU REGIONALI Approvato, come allegato al Regolamento INU, dall assemblea nazionale dei soci in Verona, 2 ottobre 2009 Responsabilità Istituzionali del PRESIDENTE

Dettagli

FONDO INTERNO DI ASSISTENZA AL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO REGOLAMENTO

FONDO INTERNO DI ASSISTENZA AL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO REGOLAMENTO FONDO INTERNO DI ASSISTENZA AL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO (ISTITUITO CON DELIBERA 3 AGOSTO 1956 N. 682 DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO)

Dettagli

I contenuti del presente Accordo vengono recepiti nello Statuto dell istituendo Fondo.

I contenuti del presente Accordo vengono recepiti nello Statuto dell istituendo Fondo. Fondo di Previdenza Complementare "ASTRI" Accordo Istitutivo del Fondo Nazionale di previdenza complementare del settore autostradale e affini Statuto Fondo Nazionale Previdenza ASTRI Informazioni utili

Dettagli

Ai Consulenti del Lavoro

Ai Consulenti del Lavoro Foggia, 12 luglio 2012 Ai Titolari di imprese di PANIFICAZIONE Ai Consulenti del Lavoro Oggetto: Ente bilaterale (EBIPAN) e assistenza sanitaria settore panificazione (FON.SAP.) Caro collega, al fine di

Dettagli

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO Addì 2 maggio 2007 Tra ACI Global SpA, rappresentata dalla Dott.ssa I. Galmozzi e dalla Dott.ssa N. Caprioli,

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 46 17.12.2014 Il TFR genera una duplice registrazione contabile Le poste in bilancio dipendono dal numero dei lavoratori Categoria: Bilancio e contabilità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE. MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE. MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE di cui dell art. 51 comma 2 lett a) del TUIR DPR 917/1986 istituito da MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova AVENTE

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Premesso che

VERBALE DI ACCORDO. Premesso che VERBALE DI ACCORDO Il giorno 1 agosto 2001, in Milano tra BANCA CARIGE S.p.A. IntesaBci S.p.A. Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. Biverbanca S.p.A. Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.A.

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.37/2007 Repertorio CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE E LE ASSOCIAZIONI ASCOM E CONFESERCENTI PER L

Dettagli

Il/La sottoscritto/a Matricola/Società (Cognome e nome) Nato/a a Il

Il/La sottoscritto/a Matricola/Società (Cognome e nome) Nato/a a Il RACCOMANDATA Spettabile Cassa per l Assistenza Sanitaria per il Personale del Gruppo Intesa Via Cechov 50/5 20151 MILANO Il/La sottoscritto/a Matricola/Società (Cognome e nome) Nato/a a Il Residente (Cap.,

Dettagli

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE È istituita la Fondazione denominata "Fondazione Banca San Paolo di Brescia" al fine di assicurare, con un nuovo strumento adeguato alla vigente legislazione, la prosecuzione

Dettagli

Modifica al decreto 31 marzo 2008, riguardante «Fondi sanitari integrativi del Servizio sanitario nazionale». (10A00199) (GU n. 12 del 16-1-2010 )

Modifica al decreto 31 marzo 2008, riguardante «Fondi sanitari integrativi del Servizio sanitario nazionale». (10A00199) (GU n. 12 del 16-1-2010 ) MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 27 ottobre 2009 Modifica al decreto 31 marzo 2008, riguardante «Fondi sanitari integrativi del Servizio sanitario nazionale». (10A00199)

Dettagli

STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA

STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA Approvato dall Assemblea dei Soci effettivi in data 5 maggio 2008 ai sensi dell art. 13, comma 1. lett. a) dello Statuto. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE,

Dettagli

VERBALE IM ACCORDO. Premesso che:

VERBALE IM ACCORDO. Premesso che: VERBALE IM ACCORDO Il giorno 17 Gennaio 2007 presso lo Stabilimento di Pedrignano della Barilla O. e R. Fratelli Società per Azioni, si sono incontrati La Barilla O. e R. Fratelli Società per Azioni rappresentata

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40)

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40) AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40) Deliberazione n. 788 del 22/07/2010 OGGETTO: determinazione dei fondi della dirigenza medica e veterinaria anni 2009-2010,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA. Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE

STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA. Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE E' costituita, in seno all'associazione nazionale STUDICENTRO, l'associazione regionale denominata STUDICENTRO PUGLIA, di durata illimitata

Dettagli

SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13

SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13 SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13 scadenzario n.13 operai/impiegati n.13 A apprendisti legge 196/97 n.13 B app. profess (assunti fino al 30/11/2011) n.13 C app. profess

Dettagli

Capo I Programma di Previdenza Complementare

Capo I Programma di Previdenza Complementare Regolamento disciplinante il trattamento pensionistico complementare del personale CONSOB assunto a far data dal 28 aprile 1993. Capo I Programma di Previdenza Complementare Sezione I Definizioni e finalità

Dettagli

Fondo di assistenza sanitaria integrativa per dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa REGOLAMENTO

Fondo di assistenza sanitaria integrativa per dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa REGOLAMENTO Fondo di assistenza sanitaria integrativa per dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa REGOLAMENTO Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina il funzionamento del

Dettagli

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione.

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione. DM 1 luglio 2005, n. 178 Regolamento per l istituzione del Fondo di solidarietà per il sostegno al reddito, dell occupazione, della riconversione e della riqualificazione professionale del personale di

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO. 1. Marina Manuzzi, professione studentessa, nata a Ravenna, il 14/02/1980, residente a Ravenna, via Claudia n.4, C.F.

ATTO COSTITUTIVO. 1. Marina Manuzzi, professione studentessa, nata a Ravenna, il 14/02/1980, residente a Ravenna, via Claudia n.4, C.F. ATTO COSTITUTIVO L anno 2004, il giorno 31 gennaio 2004 in Bologna, Via Guerrazzi 14 sono riuniti in assemblea per la costituzione di una associazione i signori: 1. Marina Manuzzi, professione studentessa,

Dettagli

STATUTO. E costituito tra Confcommercio Imprese per l Italia Sardegna. e Confesercenti Regionale della Sardegna il Consorzio

STATUTO. E costituito tra Confcommercio Imprese per l Italia Sardegna. e Confesercenti Regionale della Sardegna il Consorzio STATUTO ART. 1 DENOMINAZIONE E costituito tra Confcommercio Imprese per l Italia Sardegna e Confesercenti Regionale della Sardegna il Consorzio denominato SARDEGNA TURISMO SERVIZI più brevemente STS, con

Dettagli

STATUTO FASIE. : FEMCA CISL, FILCEM CGIL, UILCEM UIL, è costituito il Fondo Assistenza Sanitaria

STATUTO FASIE. : FEMCA CISL, FILCEM CGIL, UILCEM UIL, è costituito il Fondo Assistenza Sanitaria STATUTO FASIE Art. 1 Costituzione, denominazione, durata e sede 1. in attuazione dell accordo sindacale del 19 Dicembre 2007, stipulato tra ASIEP e le OO.SS.LL. : FEMCA CISL, FILCEM CGIL, UILCEM UIL, è

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 23 dicembre 2009 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 2013 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit Banca (di seguito

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE ALZHEIMER ALBEROBELLO ONLUS

STATUTO DI ASSOCIAZIONE ALZHEIMER ALBEROBELLO ONLUS STATUTO DI ASSOCIAZIONE ALZHEIMER ALBEROBELLO ONLUS Allegato A ARTICOLO 1 1.1 E costituita, ai sensi della L.266/1991 nonché dell art.10 D.L. n.460/1997, con sede in Alberobello in Via Cadore n.9, presso

Dettagli

ART. 1 Costituzione. ART. 2 Sede. ART. 3 Carattere dell'associazione. ART. 4 Durata dell'associazione. ART. 5 Scopi dell'associazione

ART. 1 Costituzione. ART. 2 Sede. ART. 3 Carattere dell'associazione. ART. 4 Durata dell'associazione. ART. 5 Scopi dell'associazione ART. 1 Costituzione E' costituita l'associazione denominata ASSOCIAZIONE SAMMARINESE PER L'INFORMATICA, brevemente ASI, essa è retta dal presente statuto e dalle vigenti norme di legge in materia. L Associazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PANCIALLEGRA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PANCIALLEGRA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PANCIALLEGRA Art. 1 - DENOMINAZIONE E SCOPI L'Associazione di volontariato "PANCIALLEGRA", più avanti chiamata per brevità "Associazione", si uniforma ai principi

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA.

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA. FAC-SIMILE DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (A PROGRAMMA) ELABORATO SULLA BASE DELL ART. 9 DELL ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO PER GLI ADDETTI AL TOTALIZZATORE, INGRESSI E SS.VV.

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIV LEGISLATURA

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIV LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIV LEGISLATURA PROPOSTA DI LEGGE N. 304 presentata dai Consiglieri regionali STERI - DIANA Mario il 3 agosto 2011 Disposizioni in tema di integrazione del trattamento

Dettagli

STATUTO AITR - ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE C.F. 97219890155

STATUTO AITR - ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE C.F. 97219890155 STATUTO AITR - ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE C.F. 97219890155 Articolo 1 Nel comune di Milano è costituita un associazione, associazione di promozione sociale, denominata AITR Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute REGOLAMENTO Fondo mètasalute 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina il funzionamento di mètasalute, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell industria metalmeccanica

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO 1) SISTEMA INFORMATIVO E RELAZIONI INDUSTRIALI

VERBALE DI ACCORDO 1) SISTEMA INFORMATIVO E RELAZIONI INDUSTRIALI VERBALE DI ACCORDO Il giorno 21 Luglio 2009, presso la sede della Ditta Vimec S.r.l. con sede in Luzzara Via Parri 7, tra la Direzione Aziendale rappresentata dall A.D. Dott. Ettore Zoboli assistito dal

Dettagli

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma 1 Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma Articolo 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico

Dettagli

Quanto premesso è parte integrante del presente Accordo che si articola come segue:

Quanto premesso è parte integrante del presente Accordo che si articola come segue: Ipotesi di Accordo Quadro per la regolamentazione delle collaborazioni coordinate e continuative operanti all interno del Consorzio Bibliotecario Nord Ovest. Il giorno 19 0ttobre 2005 si sono incontrati:

Dettagli

Statuto di associazione di volontariato ADAS INTERCRAL PARMA STATUTO ART.1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE

Statuto di associazione di volontariato ADAS INTERCRAL PARMA STATUTO ART.1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE Statuto di associazione di volontariato ADAS INTERCRAL PARMA STATUTO ART.1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE E' costituita, ai sensi della legge n.266/91, l'associazione di volontariato denominata ADAS

Dettagli

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione Milano, febbraio 2008 Circolare n. 2/08 ALLE IMPRESE INTERESSATE Loro Sedi Alla c.a. Amministrazione del Personale Alla c.a. RSU p.c.: Organizzazioni sindacali Associazioni industriali territoriali Oggetto:

Dettagli

STATUTO DEL FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI.

STATUTO DEL FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. STATUTO DEL FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. ARTICOLO 1 COSTITUZIONE In attuazione dell accordo interconfederale del 21/09/2010 e dei contratti collettivi nazionali

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS. Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S.

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS. Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S. STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S. Art. 2 DURATA L Associazione è un organizzazione non lucrativa

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA TITOLO I Art. 1 Costituzione 1. E costituita l organizzazione di volontariato denominata

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Statuto. Associazione Professionisti Assicurazioni e Credito. (Periti Assicurativi, Promotori Finanziari, Produttori Assicurativi e affini)

Statuto. Associazione Professionisti Assicurazioni e Credito. (Periti Assicurativi, Promotori Finanziari, Produttori Assicurativi e affini) Statuto APAC Tutela Alte Professioni Associazione Professionisti Assicurazioni e Credito (Periti Assicurativi, Promotori Finanziari, Produttori Assicurativi e affini) Art. 1 - DEFINIZIONE L'Associazione

Dettagli

Verbale di accordo. premesso che

Verbale di accordo. premesso che Verbale di accordo Il giorno 19 marzo 2014, in Milano Intesa Sanpaolo S.p.A. (di seguito ISP), anche nella qualità di Banca Capogruppo e le società del Gruppo; e le Segreterie Nazionali e le Delegazioni

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DIPENDENTE DEL SETTORE EDITORIALE E GRAFICO S T A T U T O

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DIPENDENTE DEL SETTORE EDITORIALE E GRAFICO S T A T U T O FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DIPENDENTE DEL SETTORE EDITORIALE E GRAFICO S T A T U T O Art.1 - Costituzione e Denominazione 1. È costituito come associazione non riconosciuta

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL ACCORDO DEL 2 OTTOBRE 2010. 1) Personale che fruirà dal 1 gennaio 2011 delle prestazioni di cui al Regolamento

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL ACCORDO DEL 2 OTTOBRE 2010. 1) Personale che fruirà dal 1 gennaio 2011 delle prestazioni di cui al Regolamento DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL ACCORDO DEL 2 OTTOBRE 2010 A. BENEFICIARI 1) Personale che fruirà dal 1 gennaio 2011 delle prestazioni di cui al Regolamento Personale in servizio In coerenza con quanto stabilito

Dettagli

TERRITORIALE. tra. ed, in ordine alfabetico,

TERRITORIALE. tra. ed, in ordine alfabetico, VERBALE DI ACCORDO SUL FUNZIONAMENTO DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA TERRITORIALE Il giorno 27 luglio 2009 a Teramo presso la sede dell Associazione Costruttori Edili della Provincia

Dettagli

ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO

ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO STATUTO Art. 1 Denominazione E costituita l Associazione Albergatori Termali Abano Montegrotto con sede nel comprensorio termale Euganeo. Art. 2 Scopo

Dettagli

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE. 2. L attività dell Associazione

Dettagli

COMUNE DI RIPOSTO. Provincia di Catania. exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ

COMUNE DI RIPOSTO. Provincia di Catania. exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ COMUNE DI RIPOSTO Provincia di Catania exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n 87 del

Dettagli

Verbale di Accordo. BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) Premesso che

Verbale di Accordo. BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) Premesso che Verbale di Accordo Il giorno 21 dicembre 2013 in Siena Tra BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) FRUENDO srl (di seguito Fruendo) e le OO.SS. FABI, FIBA/CISL, UGL CREDITO e UILCA

Dettagli

FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE

FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE FERIE Nel corso di ogni anno solare il lavoratore ha diritto ad un periodo di ferie durante il quale decorre l' intero trattamento economico. La durata delle ferie e' stabilita

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE

VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE San Marino, 20 gennaio '06 TRA Le Agenzie di Assicurazione della Repubblica

Dettagli

Corso Galileo Galilei 38, 10126 Torino Telefono +39 011 676002 fax +39 011 6787052 Codice fiscale 97599030018

Corso Galileo Galilei 38, 10126 Torino Telefono +39 011 676002 fax +39 011 6787052 Codice fiscale 97599030018 Federazione M alattie Rare Infantili Corso Galileo Galilei 38, 10126 Torino Telefono +39 011 676002 fax +39 011 6787052 Codice fiscale 97599030018 STATUTO Art 1 Costituzione 1. E' costituito, conformemente

Dettagli

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Disposizioni preliminari Art. I Con questo regolamento interno l Associazione Noi dell Enrico Tosi intende darsi un insieme di norme pratiche atte a favorire

Dettagli

STATUTO. Le persone giuridiche sono rappresentate presso l'associazione dal proprio legale rappresentante ovvero da persona da esso delegata.

STATUTO. Le persone giuridiche sono rappresentate presso l'associazione dal proprio legale rappresentante ovvero da persona da esso delegata. STATUTO Art. 1 - Denominazione È costituita l'associazione denominata "Geo for Children", in seguito chiamata per brevità "Associazione", con sede legale a Ronchi dei Legionari provincia di Gorizia in

Dettagli

RISERVATA ALLE AZIENDE CHE APPLICANO IL CCNL EDIL-INDUSTRIA ED EDIL-ARTIGIANATO

RISERVATA ALLE AZIENDE CHE APPLICANO IL CCNL EDIL-INDUSTRIA ED EDIL-ARTIGIANATO Gestione ed amministrazione del personale RISERVATA ALLE AZIENDE CHE APPLICANO IL CCNL EDIL-INDUSTRIA ED EDIL-ARTIGIANATO Milano, 16 maggio 2007 Che cos'è Prevedi Prevedi è il Fondo Pensione Complementare

Dettagli

CGIL CISL UIL LOMBARDIA

CGIL CISL UIL LOMBARDIA CGIL CISL UIL LOMBARDIA GUIDA APPLICATIVA ALL'ACCORDO DEL 22 GIUGNO 1995 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL-CISL-UIL, RELATIVO AL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA - DECRETO LEGISLATIVO 19 SETTEMBRE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CARER : CAREGIVER FAMILIARI EMILIA ROMAGNA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CARER : CAREGIVER FAMILIARI EMILIA ROMAGNA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CARER : CAREGIVER FAMILIARI EMILIA ROMAGNA Art 1. Costituzione E costituita l Associazione CARER : CAREGIVER FAMILIARI EMILIA ROMAGNA. Si propone di dare voce ai caregiver familiari

Dettagli

REGOLAMENTO DELL'ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TRIESTE E ISTITUZIONE

REGOLAMENTO DELL'ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TRIESTE E ISTITUZIONE REGOLAMENTO DELL'ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TRIESTE E ISTITUZIONE DELLA CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANIZZAZIONI

Dettagli