Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO 2008. Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa"

Transcript

1 Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO 2008 Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa SOMMARIO Trend. Com è cambiata la responsabilità per i danni alla merce Servizi. Una Divisione per le Merci Pericolose Azienda. Nasce Arco Europa ADR. Formazione: conducenti, consulenti, personale Rete. Nuove Filiali a Terni, Treviso e Novara News

2 TREND Com è cambiata la responsabilità 2 Il mondo del trasporto su gomma avanza verso una progressiva evoluzione con cambiamenti che devono essere interpretati alla luce dell operatività quotidiana. Arco è sempre al fianco dei suoi clienti nel rispondere al meglio anche alle eventuali criticità. Con l abolizione delle tariffe obbligatorie è divenuto inapplicabile il regime introdotto dalla legge n. 450/1985. Questa prevedeva due diversi limiti di risarcimento, a seconda che il trasporto fosse sottoposto o meno alla forcella. L articolo 2 della legge n. 32/2005 ha conferito delega al Governo per individuare nuovi criteri con cui determinare i limiti di risarcimento per la perdita o il danneggiamento delle merci trasportate. Infatti questi, una volta eliminate le tariffe obbligatorie, non potevano che essere unificati per tutti i trasporti stradali di merci eseguiti sul territorio nazionale. È bene rilevare che la delega non stabilisce esplicitamente che tali limiti devono riferirsi esclusivamente ai danni imputabili al vettore stradale. Questa omissione costituisce una imperfezione legislativa, in quanto lascia indetermi- nati il campo di applicazione della delega. L omissione non sarebbe stata grave se gli estensori delle norme di attuazione si fossero resi conto della portata limitata che essa aveva. Infatti, considerata la materia cui la legge si proponeva di dare nuovo assetto (l autotrasporto di merci per conto di terzi) sarebbe stato abbastanza facile per il Governo emanare un decreto legislativo che si limitasse a disciplinare ex-novo solo le limitazioni della responsabilità del vettore stradale. Invece, in attuazione della delega, è stato emanato il decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, che ha modificato l articolo 1696 del Codice civile con l aggiunta di tre commi: - il primo stabilisce che il risarcimento dovuto dal vettore non può essere superiore a un euro per ogni chilogrammo di peso della merce perduta o avariata per i

3 per i danni alla merce trasporti nazionali, e all importo di cui l articolo 23, comma 3, della Convenzione per il trasporto stradale di merci (CMR), nei trasporti internazionali (8,33 unità di conto per ogni chilogrammo di merce perduta o avariata). Di conseguenza, le regole che pongono limiti alla responsabilità del vettore nei trasporti nazionali non sono ora uniche, a prescindere dal peso della partita trasportata, ma potrebbero disciplinare, come vedremo, i trasporti su strada e inoltre tutti i tipi di trasporto. - Il secondo comma stabilisce che la previsione di cui sopra non è derogabile a favore del vettore, se non nei casi e con le modalità previsti dalle leggi speciali e dalle convenzioni internazionali applicabili. - Il terzo e ultimo comma chiarisce che il vettore non può avvalersi della limitazione della responsabilità, prevista dalle sopra citate disposizioni, ove sia fornita la prova che la perdita o l avaria della merce sono stati determinati da dolo o colpa grave del vettore o dei suoi dipendenti e preposti, ovvero di ogni altro soggetto di cui egli si sia avvalso per l esecuzione del trasporto, quando tali soggetti abbiano agito nell esercizio delle loro funzioni. Si evidenzia che, in caso di perdita o danno alle merci, mentre la colpa del vettore è presunta salvo prova contraria, il dolo o la colpa grave devono essere dimostrati da chi ne asserisce l esistenza. La riforma dell articolo 1696 del Codice civile pone taluni fastidiosi problemi di interpretazione: sino all emanazione del decreto legislativo n. 286/2005, il Codice civile si limitava a determinare i criteri per imputare al vettore la responsabilità, qualunque fosse la modalità utilizzata, per perdita e avaria delle merci trasportate, e il metodo per calcolare l ammontare del danno da risarcire. Eventuali limitazioni della responsabilità vettoriale venivano stabilite dalle leggi speciali e dalle convenzioni internazionali. L avere introdotto nell articolo 1696 del Codice civile i limiti citati in precedenza, provoca una serie di incertezze e dubbi. Il problema riguarda il campo di applicazione dei commi aggiunti dal decreto legislativo n. 286/2005 al Codice civile. Occorre stabilire, cioè, se le nuove disposizioni si applicano a tutti i tipi di trasporto o solo a quelli stradali. Dalla loro collocazione in un articolo di portata generale, si potrebbe giungere alla conclusione che la limitazione riguarda tutti i vettori a prescindere dalla modalità di trasporto utilizzata. Viceversa, il riferimento alla CMR e la materia disciplinata dal decreto legislativo n. 286/2005 farebbe propendere per l applicazione dei commi aggiunti ai soli trasporti stradali. Così, sono i trasportatori a essere penalizzati: fino a quando non ci saranno pronunce dalla magistratura, sul tema per i risarcimenti per i danni alla merce regnerà ancora sovrana l incertezza. Arco Spedizioni propone quattro tipi di assicurazione: - assicurazione a spedizione, specifica per una determinata spedizione; - assicurazione All Risks, rapina compresa; - elevazione del limite risarcibile a 6,20 euro al kg con un costo di 0,20 euro al quintale; - elevazione del limite risarcibile a 10,00 euro al kg con un costo di 0,30 euro al quintale. 3

4 ERVIZI Una Divisione per le Merci Pericolose 4 La strutturazione della Divisione ADR è giunta a compimento e dal gennaio 2008 è operativa. Un ufficio dedicato, indispensabile per garantire un servizio ai massimi livelli nel settore che da sempre distingue l offerta di Arco Spedizioni. Da oltre dieci anni Arco Spedizioni ha fatto del trasporto di merci pericolose in regime ADR uno dei punti di forza della propria offerta. Una scelta premiata dal mercato, infatti nel complessivo del fatturato 2007 questa specializzazione costituisce il 48% del totale, un dato in incremento rispetto all anno precedente, che sta confermando il suo trend positivo anche in questo primo scorcio del «Alla luce di queste considerazioni era indispensabile creare una Divisione interna ad Arco espressamente dedicata alle merci pericolose spiega il Responsabile del neonato ufficio -. Una necessità che nasceva dall esigenza di offrire al cliente un servizio ancora più qualificato, attraverso un attento controllo di tutta la sua filiera. L autista deve essere munito del patentino ADR e così i veicoli devono essere omologati. Solo un esempio per sottolineare la complessità delle variabili che dobbiamo affrontare per garantire un servizio di qualità ai nostri clienti. La medesima professionalità è anche richiesta ai nostri commerciali. Quando trattano con il cliente devono conoscere perfettamente la materia ed essere propositivi nel sottoporre le soluzioni più appropriate. Per questo nella Divisione ADR di Arco è stato costituito un ufficio commerciale dedicato, composto da un responsabile, due agenti e una persona che ha la doppia funzione di customer support e di coordinamento interno. Completa la struttura anche un nuova figura professionale che ha lo scopo di fornire ai clienti tutta la consulenza tecnica necessaria». Corsi per clienti e dipendenti Continua e si rafforza anche la partnership con Flash Point. «Unanimemente considerata una delle società

5 di consulenza più competenti in materia ADR a livello nazionale - prosegue il Responsabile Arco -, Flash Point da tempo collabora con Arco e ha uno stretto rapporto anche con la nuova Divisione. È a loro che ci rivolgiamo quando le richieste dei clienti diventano più complesse e magari coinvolgono anche problemi legali. Sempre con Flash Point continueremo a organizzare i corsi di aggiornamento sulle novità in tema ADR per i nostri clienti, anzi li potenzieremo creando dei seminari anche presso alcune filiali, l appuntamento è per metà anno, a giugno o settembre. crescita generalizzata di attenzione e competenza nei confronti delle merci pericolose». Ricordiamo che il servizio Arco copre tutte le tipologie di merci pericolose con l unica eccezione della Classe 1 (gli esplosivi) e della 6.2 (particolari materie tossiche). Logistica adeguata «Gli investimenti sulla formazione non sono che un aspetto dell impegno di Arco - prosegue il Responsabile della Divisione ADR -. Importanti investimenti sono in fase di realizzazione anche sul fronte dei veicoli e delle strutture. Attualmente il 70% della flotta Arco è a norma e tutti i futuri acquisti saranno esclusivamente di camion omologati per il trasporto di merci pericolose. Lo stesso impegno c è anche sul fronte immobiliare, non solo presso la sede centrale di Monza, ma anche in un numero sempre maggiore di filiali i magazzini saranno abilitati allo ricovero di materiali in ADR. Questo si traduce in un offerta logistica che si affianca a quella di trasporto. Quindi i nostri clienti non solo hanno la garanzia di un servizio di trasporto efficiente e tempestivo, ma si possono rivolgere ad Arco anche per risolvere problemi legati allo stoccaggio e alla gestione delle materie prime e dei prodotti finiti. L outsourcing dei magazzini è una realtà consolidata da tempo e l offerta di un servizio completo, che integri la filiera produttiva, è un altro dei traguardi che la Divisione ADR di Arco Spedizioni si è posta nel breve periodo». Ufficialmente operativa da gennaio, la nuova Divisione sta già operando a pieno ritmo, anche perché la struttura che l ha costituita è da sempre presente in Arco e fa da tempo parte del Dna dell azienda. Un ulteriore garanzia anche per le mission più delicate. Una tradizione consolidata che si rinnova da molti anni, indispensabile per essere sempre aggiornati sull evoluzione delle normative che, come è noto, sono riviste ogni due anni. I corsi hanno il doppio scopo di rinsaldare i rapporti in maniera costruttiva con i clienti e creare nuovi contatti con altre aziende. La novità è però l attività formativa avviata, sempre con Flash Point, per il personale interno, sia di Monza che delle filiali. L obiettivo è una 5

6 AZIENDA Nasce Arco Europa 6 Una società nella società. Arco Europa Srl è totalmente controllata da Arco Spedizioni Spa dalla quale ha assimilato la vocazione al trasporto di prodotti industriali e ADR allargandola a tutta l Europa e anche al resto del mondo. Nell era della globalizzazione, anche Arco Spedizioni, dopo aver consolidato la sua struttura in Italia, ha rivolto le proprie attenzioni verso l Europa. Operativa dall inizio di gennaio Arco Europa Srl è stata creata per dedicarsi esclusivamente al collegamento in export e import tra l Italia e il suo continente. «Siamo una società completamente indipendente, anche se facciamo parte integrante di Arco Spedizioni Spa - spiega il nuovo Responsabile -. Arco Europa nasce grazie al lavoro svolto in questi anni dalla Divisione Internazionale di Arco Spedizioni e quindi la strutturazione della nuova società ha potuto contare su solide basi. Il business segue quella che era stata la tendenza individuata negli anni passati e ne rileva i traffici. Ne conseguono forti scambi verso la Spagna, Francia, Svizzera e Germania, ma anche importanti mer- cati in espansione come Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Portogallo e Grecia. Stiamo però guardando con sempre maggiore interesse anche ai Paesi dell Est europeo, in particolare la Polonia e la Repubblica Ceca. Per tutte queste destinazioni sono attualmente operativi collegamenti fissi con cadenza minima bisettimanale, un impegno importante che sta avendo ottimi riscontri da parte dei clienti. Il progetto Arco Europa nasce infatti dalla volontà di riproporre in ambito europeo la stessa metodologia e qualità di servizio che è stata verificata con successo sul territorio nazionale. Lo hanno chiesto per primi i clienti e questa è stata anche la scelta aziendale. Questo si traduce in una netta prevalenza di spedizioni in ADR che oggi possiamo garantire su tutte le destinazioni europee, oltre a una significativa quota di groupage sempre al servizio dell industria, materie prime, semi-

7 lavorati e prodotti finiti. L obiettivo è proporre un offerta più ampia ai clienti in termini di destinazioni e, contemporaneamente, potenziare la copertura del servizio grazie al continuo sviluppo delle partnership e alla creazione di nuovi terminal. Per questo sono stati fatti importanti investimenti sia in termini di personale dedicato sia di strutture e mezzi». Lo sviluppo della rete europea può contare sulle partnership collaudate e sviluppate in questi anni: importanti società scelte tra le più qualificate realtà di quelle aree in grado di rispondere totalmente agli standard di servizio a cui Arco ha abituato i suoi clienti in tutti questi anni. Attualmente la Spagna è collegata da una linea giornaliera ADR: l hub di riferimento è a Barbera Del Vallès, in Catalogna, da dove le merci vengono smistate in tutta la penisola iberica. Per la Svizzera il terminal è situato a Chiasso, vicino alla frontiera perché questa nazione è l unica in cui ci sono ancora da svolgere le pratiche doganali, anche in questo caso il collegamento è giornaliero. Doppio riferimento invece in Francia, su Marsiglia per la distribuzione e la raccolta per tutto il territorio francese, e su Nizza invece per le destinazioni specifiche verso la Costa Azzurra e Monte-Carlo. Molto importanti in termini di volumi di traffico sono anche i terminal di Nova Gorica, in Slovenia, e di Singen, in Germania nei pressi del lago di Costanza, entrambi collegati con una linea giornaliera. «Tra i nostri obiettivi - prosegue il Responsabile di Arco Europa - c è il potenziamento delle importazioni verso l Italia, infatti il trend attuale vede una netta maggioranza delle esportazioni, forse un dato fisiologico se si considera che la realtà produttiva italiana è molto votata all export. Nonostante questo stiamo strutturando un ufficio commerciale che avrà come priorità lo sviluppo import/export per spedizioni destinate in Europa e non solo. Infatti stiamo cominciando a utilizzare anche altre modalità, come la nave e l aereo, per spedizioni oltre i confini europei. Come in passato, anche in questo caso stiamo iniziando con molta attenzione, verificando l affidabilità e l efficienza dei nostri partner siano questi corrispondenti locali o vettori, ma possiamo già definirci operativi anche per molte destinazione negli Stati Uniti e in Cina. La globalizzazione è una realtà e Arco non poteva farsi trovare impreparata». 7

8 ADR Formazione: conducenti, consulenti per L Accordo ADR prevede un preciso obbligo di formazione per tutti gli addetti coinvolti a qualsiasi titolo nelle spedizioni di merci pericolose. Gli aspetti principali della formazione in materia di trasporto di merci pericolose su strada sono i seguenti: - Formazione in materia di sicurezza, intesa come safety, secondo le disposizioni del capitolo 1.3 dell ADR. - Formazione in materia di sicurezza, intesa come security secondo le prescrizioni del capitolo 1.10 dell ADR. Gli obblighi degli operatori del trasporto merci pericolose (speditore, trasportatore, destinatario, imballatore, caricatore, riempitore, gestore di cisterne mobili, così come definiti in e in 1.2.1) sono riportati nel capitolo 1.4 che caratterizza l ADR a partire dalla ormai storica edizione ristrutturata del Nella tabella seguente è stato elaborato uno schema riepilogativo delle tipologie di formazione previste dall ADR in funzione dei soggetti a cui devono essere rivolte (rif. Italia). Nota: Per completezza di informazione si riporta il testo richiamato del Capitolo 1.3: Natura della formazione La formazione deve avere il seguente contenuto, in relazione alle responsabilità e funzioni della persona interessata: omissis formazione di base.. formazione specifica formazione in materia di sicurezza..nel caso in cui il trasporto di merci pericolose comporti un operazione di trasporto multimodale, il personale deve essere informato delle disposizioni relative agli altri modi di trasporto Documentazione Una descrizione dettagliata di tutta la formazione ricevuta deve essere conservata dal datore di lavoro e dal dipendente e deve essere verificata all atto di una nuova assunzione. Questa formazione deve essere completata periodicamente mediante corsi d aggiornamento per tenere conto dei cambiamenti intervenuti nella regolamentazione. Rif. Normativo Soggetti formazione Formazione richiesta Esame 1.3 ADR ADR ADR tutti gli ADDETTI, diversi dai conducenti dei veicoli, coinvolti nel trasporto merci pericolose Formazione documentata e conservata Aggiornamento periodico (vedi nota) Nessun requisito particolare per il docente o l ente che eroga la formazione Non richiesto ADR ADR ADR Decreto Legislativo n.40/2000 CONDUCENTI dei veicoli in regime ADR CONSULENTI per la Sicurezza dei trasporti di merci pericolose su strada Corso di formazione obbligatorio. Solo da parte di enti e docenti accreditati dal Ministero dei Trasporti Aggiornamento: 5 anni Sono stabiliti solo gli argomenti di verifica all esame ( ) Obbligatorio (Solo scritto - Presso un Ufficio provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri) Obbligatorio (Solo scritto, secondo le norme dei concorsi pubblici - Presso una delle Commissioni di esame del Dipartimento Trasporti Terrestri)

9 la sicurezza, personale aziendale Formazione per gli Addetti L Accordo ADR precisa i criteri di formazione di tutti gli addetti: Formazione di tutto il personale, diverso dai conducenti aventi un certificato di cui al 8.2.1, coinvolto nel trasporto di merci pericolose per strada - «Tutte le persone le cui funzioni hanno a che fare con il trasporto di merci pericolose per strada devono avere ricevuto, conformemente al capitolo 1.3 (vedi nota), la formazione sulle disposizioni che regolano il trasporto di queste merci, rispondente alle loro responsabilità e funzioni. Questa prescrizione si applica, per esempio, al personale impiegato dal trasportatore o dallo speditore, al personale che carica e scarica le merci pericolose, al personale che lavora per i depositi intermedi o le agenzie di spedizione ed ai caricatori e ai conducenti di veicoli diversi da quelli aventi un certificato conformemente a 8.2.1, coinvolto nel trasporto di merci pericolose per strada» L Accordo ADR dispone inoltre una formazione in materia di security, Formazione in materia di sicurezza (security): «... La formazione iniziale e i successivi aggiornamenti previsti nel capitolo 1.3 (vedi nota) devono includere anche elementi di sensibilizzazione alla sicurezza (security)......essa deve inoltre comprendere la consapevolezza dei piani di sicurezza, se esistenti, tenuto conto delle responsabilità e funzioni di ogni individuo nell attuazione di tali piani». Formazione per i Conducenti L Accordo ADR prevede, oramai dall edizione 2005 alla sezione , l obbligo del Certificato di Formazione Professionale (C.F.P. ADR) anche per i conducenti di veicoli in regime ADR di massa massima autorizzata minore di 3,5 tonnellate, con la solita esclusione dei trasporti in esenzione ai sensi del 3.4 (quantità limitate) o del (quantità trasportate per unità di trasporto); l obbligo, che esisteva già per le merci esplosive e radioattive, è efficace dal 1 gennaio 2007 non potendosi applicare più la disposizione transitoria dell ADR Inoltre, a partire dall edizione 2005, è stata introdotta, come nuovo argomento, la formazione obbligatoria dei conducenti sulle norme per l attraversamento delle gallerie. Formazione del Consulente per la sicurezza L ADR definisce alla sezione le modalità di rinnovo quinquennale del Certificato di abilitazione del Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose su strada: superamento di un esame approvato dall autorità competente entro l anno precedente la scadenza del Certificato con l esclusione dello Studio del caso dalla prova d esame. Non sono previsti requisiti particolari per l ente che eroga la formazione né per il docente che effettua la formazione per il primo conseguimento del certificato o per il suo rinnovo. 9

10 RETE Nuove filiali a Terni, Treviso e Novara N La Rete Arco supera il traguardo delle 50 filiali con l apertura della sede di Terni, il raddoppio di Treviso e l annuncio 10 di Novara. Il 2008 si apre con il raggiungimento di un traguardo che sancisce l eccellenza e la ramificazione della Rete Arco Spedizioni in Italia. Terni La filiale umbra nasce come diretta emanazione della struttura da tempo operativa a Perugia. A sottolineare lo stretto collegamento tra le due sedi è anche il nuovo responsabile che aveva maturato in precedenza una lunga esperienza proprio nel capoluogo umbro. Una garanzia per il rapido avvio della nuova sede, avvenuto all inizio di gennaio, in perfetta sintonia con le modalità Arco. La struttura dispone di un magazzino di 500 mq e di ampi uffici che consentono di assicurare un servizio di qualità alle aziende locali, grazie anche al collegamento giornaliero con Perugia e la sede centrale Arco di Monza. La provincia di Terni, a fronte del discreto sviluppo industriale, non aveva un offerta di operatori del trasporto adeguata. Questo il principale motivo che ha convinto Arco a creare un proprio presidio per supportare i clienti della zona e proporsi anche ad altre realtà produttive. Inoltre la nuova filiale affiancherà quella di Perugia per garantire una copertura ancora più capillare dell Umbria. Treviso 2 Operativa da marzo la seconda filiale di Treviso si affianca a quella esistente per potenziare l offerta e l efficienza del servizio nella cittadina veneta e nella sua provincia. La nuova struttura amplia considerevolmente l offerta Arco: infatti ai 1000 mq del magazzino esistente se ne devono aggiungere altri 1340 mq della nuova sede, che dispone anche di un piazzale di 4 mila mq, con punti di attracco su tutti i quattro lari dello stabile che garantiscono un ottima operatività. Completano l insediamento un ampia area dedicata agli uffici. Con la nuova inaugurazione sono state ottimizzate anche le procedure operative su Treviso, sviluppando una stretta sinergia tra le due sedi che disporranno di personale dedicato in esclusiva, anche se le sinergie saranno sviluppate al massimo grazie ai soli 400 metri in linea d aria che le dividono. Treviso 1 è destinata esclusivamente alla raccolta delle merci e all allestimento delle spedizioni, Treviso 2 ha invece il compito di ricevere le linee in arrivo e organizzare la distribuzione delle merci sul territorio. Le due filiali sono collegate da linee dirette giornaliere con Monza, Torino, Roma-Latina, Bologna e Firenze. Novara Sarà invece operativa da maggio la nuova filiale di Novara. Una posizione strategica, in prossimità dell hub di Malpensa e di altri importanti nodi ferroviari e autostradali, che va a colmare un vuoto finora occupato dalle altre filiali Arco di Garlasco, Biella e Gallarate con le quali la nuova sede si coordinerà. Un magazzino di 4 mila mq con sedici bocche di carico per ogni lato costituiscono una struttura importante, sicuramente all altezza degli obiettivi che Arco si è data con questo investimento. Infatti a fianco della tradizionale offerta di trasporto, la nuova filiale offrirà anche ampie possibilità di stoccaggio e gestione logistica. Il tutto allargato anche alle merci pericolose, infatti il magazzino è dotato di impianto sprinkler perfettamente a norma. Un investimento che sottolinea la volontà di Arco Spedizioni a essere sempre più protagonista, sia come corriere sia come operatore logistico, con una particolare attenzione alle merci in regime ADR.

11 EWS I colori di Arco: Linea Gialla e Linea Verde Due colori per individuare due servizi mirati. Linea Gialla è stato ideata per le spedizioni urgenti, Linea Verde garantisce invece la consegna di prodotti di valore a rischio di furti o rotture. Linea Gialla ha l obiettivo di dare una risposta mirata alla domanda di trasporto di merci di piccole dimensioni che viaggiano in condizioni di priorità assoluta. Per priorità si intende che la sera stessa del suo ritiro il collo deve essere instradato verso la filiale dell area di consegna, per giungere a destinazione entro il giorno seguente. Un impegno che Arco affronta con la stessa professionalità che contraddistingue la sua presenza in altri settori altrettanto delicati. Il servizio è riservato a spedizioni del peso massimo di 100 chili e le merci sono contrassegnate in giallo per essere ben identificabili e quindi viaggiare in regime di priorità assoluta. Per questo è stata approntata in ogni filiale un area specifica dove sono raccolte: infatti devono essere caricate per ultime in modo che a destinazione siano le prime a essere scaricate e avviate alla destinazione finale. Linea Verde è stata invece creata per il trasporto di merci che non possono essere trattate come tutte le altre: il loro valore nominale è molto elevato e la necessità di avere un maggiore controllo diventa indispensabile. Che si tratti di bottiglie di champagne o di impianti hi-fi, per citare due esempi tra i più frequenti, tutte le merci che viaggiano con Linea Verde vengono trasportate dalla filiale di carico a Monza. Qui sono stoccate in un area riservata, dove hanno accesso solo tre magazzinieri preposti, che provvedono al controllo delle quantità e alla verifica del loro perfetto stato di conservazione. In caso di irregolarità o non corrispondenza con le bolle si provvede immediatamente a prendere contatto con il cliente. Se invece è tutto regolare, una volta spuntate e classificate una per una, le confezioni sono tutte sparate con il lettore ottico e quindi divise in base alle filiali di destinazione. Indipendentemente dalla quantità, per ogni filiale viene allestito un bancale che è poi confezionato con cellophane nero in modo che non sia visibile la tipologia del carico. Il nastro adesivo con cui è completata la confezione è personalizzato così da consentire una rapida identificazione del bancale Linea Verde. Anche alle filiali di arrivo c è un incaricato appositamente allertato per il ricevimento, il controllo e l invio a destinazione. Fermi alla circolazione Come consuetudine riportiamo le limitazioni alla circolazione per i veicoli industriali nella prima parte dell anno, così da consentire ai clienti di organizzare al meglio le spedizioni. Febbraio: tutte le domeniche dalle 8.00 alle Marzo: tutte le domeniche dalle 8.00 alle 22.00; venerdì 21 dalle alle 22.00; sabato 22 e lunedì 25 dalle 8.00 alle Aprile: tutte le domeniche dalle 8.00 alle 22.00; giovedì 24 dalle alle 22.00; venerdì 25 dalle 8.00 alle 22.00; mercoledì 30 dalle alle Maggio: giovedì 1 maggio e tutte le domeniche dalle 8.00 alle Giugno: lunedì 2, sabato 28 e tutte le domeniche dalle 7.00 alle

12 Arco Spedizioni 52 Filiali Alessandria-Solero, S.S. 10 km 83,5, Z. I , tel , fax , Ancona, via Varano 334/A, S.P. Cameranense, 60029, tel , fax , Arezzo-Castelfranco di Sopra, loc. Botriolo, 52020, tel , fax , Arezzo-Sansepolcro, via Casa Prato, Z.I. Santa Fiora, 52037, tel , fax , Ascoli Piceno-Monteprandone, CLO Marconi, loc. Sant Anna - pad 7, 63033, tel , fax , Biella-Verrone, S.S. Trossi 31, Reg. Borrianina, 13871, tel , fax , Bologna-Bentivoglio, Interporto blocco 2.2, unità A-B-C, 40010, tel , fax , Bologna-Bentivoglio, Interporto blocco 3.2, unità A-B-C, 40010, tel , fax , Bologna, Arco Logistica Srl, Interporto blocco 4.4, Bentivoglio (Bo), tel , fax , Bolzano-Egna, via Bolzano 56, 39044, tel , fax , Brescia-Roncadelle, via Mattei 21/23, 25030, tel , fax , Catania, contrada Bicocca S.P. 55 s.n., 95100, tel , fax , Como-Casnate, via Socrate 15, 22070, tel , fax , Cuneo-Bra, via Tetti Milanesi 1/B, Fraz. Bandito, 12042, tel , fax , Firenze, via La Malfa 4/6 - Z.I. Osmannoro, 50145, tel , fax , Frosinone, via Vado La Lena 30, 03100, tel , fax , Genova-Bolzaneto, via Bruzzo 20, 16162, tel , fax , Imperia, via Caprile s.n., 18100, tel , fax , La Spezia-S.Stefano di Magra, via Casale, Loc. Vincinella, 19037, tel , fax , Lucca-Capannori, via Pesciatina Fraz. Lunata, 55012, tel , fax , Macerata-Civitanova Marche, Z. I. A Interporto, Via Gobetti - Ed. 2 int. A, 62012, tel , fax , Milano, via Pedroni 15, 20161, tel , fax , Modena, via Mare Adriatico 195, 41100, tel , fax , Monza, via Buonarroti 203, 20052, tel , fax , Monza, via Lorenzetti 15, 20052, tel , fax , Napoli-Casoria, via Capri s.n., Loc. Cittadella, 80026, tel , fax , una rete capillare Novara, Centro interportuale Merci, via C. Panseri 100, 28100, Padova, 1 Fabbr. Spedizionieri, corso Spagna 8, 35127, tel , fax , Parma, via Ghirarduzzi 1 - Z.I. Moletolo, 43100, tel , fax , Pavia-Garlasco, via Edison snc, 27026, tel , fax , Perugia, via Piermarini 8/10 - Z.I. S.Andrea delle Fratte, 06132, tel , fax , Pescara, via Salaria Vecchia 138, 65100, tel , fax , Piacenza, via Liguria 13, 29100, tel , fax , Pordenone, Interporto Centro Ingrosso - Settore G/5, 33170, Ravenna-Bagnacavallo, via Ca del Vento 22, 48012, tel , fax , Rimini-Sant Arcangelo, via Trasversale Marecchia 777, 47900, Roma, via Pieve Torina ang. via Scorticabove, 00156, tel , fax , Roma-Pomezia, via Pontina km , 00040, tel , fax , Rovigo, via delle Industrie 55 - U.I. 5, 45100, tel , fax , Savona-Quiliano, via Privata Briano sns,17047, tel , fax , Terni, via Vanzetti 41, 05100, tel , fax Torino, Interporto S.I. TO, Sett. Nord - X Strada 40/B - tang. Sud km , 10100, tel , fax , Torino, Interporto S.I. TO, Sett. Nord - X Strada 48 - tang. Sud km , 10100, tel , fax , Trento-Gardolo, Interporto Doganale di Trento - Loc. Roncafort - via Innsbruck 20, 38014, tel , fax , Treviso, via Dei Da Prata 1, 31100, tel , fax , Treviso 2, via Everardo 2, 31100, tel , fax , Trieste, via Valmaura 14, 34100, tel , fax , Udine-Campoformido, via Cussignacco 150, 33030, tel , fax , Varese-Gallarate, via Vaschi 15, 21013, tel , fax , Venezia, via Malcontenta 26 int. 3, Loc. Marghera Malcontenta, 30030, tel , fax , Verona-Lugagnano di Sona, via dell Industria 30, 37060, tel , fax , Verona-Sommacampagna, via Edison 23, Loc. Caselle, 37066, tel , fax , Vicenza-Altavilla Vicentina, via Olmo 43, 36077, tel , fax , 5 Distributori Esclusivi Bari-Modugno, S.S. 98 km 79,385, Caserta-Marcianise, via Consortile, Z.I. Asi Sud, Cremona-Monticelli D Ongina, via Di Vittorio 7/9 Palermo-Carini, via Don Milani 19/21, Pesaro-Fano, via dei Platani 2, Arco Spedizioni Spa - via Buonarroti 203, Monza (Mi) tel fax

Anno 10 Numero 39 GENNAIO - APRILE 2010. Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa

Anno 10 Numero 39 GENNAIO - APRILE 2010. Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa Anno 10 Numero 39 GENNAIO - APRILE 2010 Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa SOMMARIO Trend. La scommessa dell Ultimo miglio Servizi. I plus dei Servizi Espresso Rete. Tra logistica e spedizioni

Dettagli

Anno 7 Numero 30 Aprile - Maggio - Giugno 2007

Anno 7 Numero 30 Aprile - Maggio - Giugno 2007 Anno 7 Numero 30 Aprile - Maggio - Giugno 2007 Tr i m e s t r a l e d i i n f o r m a z i o n e d i A r c o S p e d i z i o n i S p a S O M M A R I O Trend. Gli ITS per la mobilità delle merci Azienda.

Dettagli

Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa

Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa Anno 9 Numero 38 SPECIALE NATALE 2009 Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa SOMMARIO Trend. L Autotrasporto motore della ripresa Rete. Sempre più fitta ed efficiente Rete. 60 Filiali in tutta

Dettagli

Anno 7 Numero 32 Ottobre - Novembre - Dicembre 2007

Anno 7 Numero 32 Ottobre - Novembre - Dicembre 2007 Anno 7 Numero 32 Ottobre - Novembre - Dicembre 2007 Tr i m e s t r a l e d i i n f o r m a z i o n e d i A r c o S p e d i z i o n i S p a S O M M A R I O Trend. La sicurezza dell autotrasporto per gemellare

Dettagli

S O M M A R I O. Anno 6 Numero 26 Aprile - Maggio - Giugno 2006

S O M M A R I O. Anno 6 Numero 26 Aprile - Maggio - Giugno 2006 Anno 6 Numero 26 Aprile - Maggio - Giugno 2006 Tr i m e s t r a l e d i i n f o r m a z i o n e d i A r c o S p e d i z i o n i S p a S O M M A R I O Trend. Dal Transpotec verso il futuro Azienda. La forza

Dettagli

Anno 10 Numero 40 MAGGIO - AGOSTO 2010. Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa

Anno 10 Numero 40 MAGGIO - AGOSTO 2010. Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa Anno 10 Numero 40 MAGGIO - AGOSTO 2010 Periodico di informazione di Arco Spedizioni Spa SOMMARIO Trend. Trasporto su gomma e Logistica, luci e ombre Servizi. Nuovo sito Arco: un vero portale Rete. 2010,

Dettagli

Anno 5 Numero 21 Gennaio - Febbraio - Marzo 2005

Anno 5 Numero 21 Gennaio - Febbraio - Marzo 2005 Anno 5 Numero 21 Gennaio - Febbraio - Marzo 2005 Tr i m e s t r a l e d i i n f o r m a z i o n e d i A r c o S p e d i z i o n i S p a S O M M A R I O Le responsabilità del committente e del vettore secondo

Dettagli

1. La Società. 2. L evoluzione operativa. 3. Possibili sviluppi strategici

1. La Società. 2. L evoluzione operativa. 3. Possibili sviluppi strategici 1. La Società 2. L evoluzione operativa 3. Possibili sviluppi strategici Novara, 13.1.2010 1. La Società CIM spa realizza e gestisce l Interporto di Novara. Secondo la definizione che ne dà la Legge 240/1990

Dettagli

CONSORZIO DI TRASPORTI EVOLUTI

CONSORZIO DI TRASPORTI EVOLUTI CONSORZIO DI TRASPORTI EVOLUTI Nato alla fine degli anni settanta come consorzio tra diversi padroncini, il Cat Friuli ha messo a frutto le singole professionalità, presentandosi al mercato con rinnovata

Dettagli

B.C. TRASPORTI SRLS. Gli specialisti del trasporto. urgente internazionale. Trasporti urgenti in tutta Europa 24h/24

B.C. TRASPORTI SRLS. Gli specialisti del trasporto. urgente internazionale. Trasporti urgenti in tutta Europa 24h/24 B.C. TRASPORTI SRLS Gli specialisti del trasporto urgente internazionale Trasporti urgenti in tutta Europa 24h/24 L azienda B.C. TRASPORTI nasce nel 2013 dall unione di professionisti specializzati nei

Dettagli

OneExpress è il nuovo network per il trasporto espresso di merce su pallet

OneExpress è il nuovo network per il trasporto espresso di merce su pallet OneExpress è il nuovo network per il trasporto espresso di merce su pallet Con oltre 90 filiali in tutta Italia e una copertura totale del territorio, il Network One Express è diventato in breve tempo

Dettagli

FIDEL S.r.l. Transport & Logistics

FIDEL S.r.l. Transport & Logistics La è nata con la finalità di riunire le esperienze più che ventennali della FI.DEL TRASPORTI S.r.l. e della LAGOON TRANSPORT S.r.l., nel campo delll autotrasporto conto terzi e della logistica, in un unica

Dettagli

I percorsi di viaggio

I percorsi di viaggio I percorsi di viaggio L Italia ed il turismo internazionale nel 2005 Venezia 11 Aprile 2006 Paolo Sergardi Pragma Carla Natali TNS Infratest CONTESTO DI RIFERIMENTO Il contesto di analisi è costituito

Dettagli

LE AZIENDE PARTNER SERVIZI DI TRASPORTI E LOGISTICA

LE AZIENDE PARTNER SERVIZI DI TRASPORTI E LOGISTICA SERVIZI DI TRASPORTI E LOGISTICA ZANOTTI & TAGLIANI SRL Via Lonato, 17 46043 Castiglione delle Stiviere (MN) Tel. 0376/944862 Fax 0376/630966 Sig. Alessandro Tagliani cell. 3480498004 e-mail: alessandro@zanottietagliani.it

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

Corriere Espresso Colli. Corriere Espresso Pallet. Distribuzione. Fashion Service. Logistica Integrata. Trasporto Combinato

Corriere Espresso Colli. Corriere Espresso Pallet. Distribuzione. Fashion Service. Logistica Integrata. Trasporto Combinato Corriere Espresso Colli Smyb effettua ritiro e consegna di colli senza limite di peso, in 24/48h, su tutto il territorio nazionale con controllo spedizioni via Track & Trace. Corriere Espresso Pallet Il

Dettagli

Caso pratico 1. Caso pratico 2

Caso pratico 1. Caso pratico 2 Caso pratico 1 (Diritto civile, diritto tributario, accesso al mercato, diritto sociale) Occorre trasportare su strada un carico completo di 20 tonnellate di prodotti siderurgici da Terni a Madrid, dire:

Dettagli

oneplayer.it www.bellesiatrasporti.it info@bellesiatrasporti.it

oneplayer.it www.bellesiatrasporti.it info@bellesiatrasporti.it oneplayer.it www.bellesiatrasporti.it info@bellesiatrasporti.it Bellesia è un corriere negli anni conosciuto per la affidabilità e la cura del servizio di trasporto delle spedizioni delle più diverse

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO POSIZIONE GEOGRAFICA DELL AEROPORTO MilanO 440 Km Venezia 380 Km Bologna 230 km Ancona Perugia 140 km Pescara 157 km Roma 300 km Bari 470 km DISTANZE Aeroporto - Porto 20 Km

Dettagli

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r NEST Network Europeo Servizi e Trasporto NEST, logistica a 360 gradi NEST (acronimo di: Network Europeo Servizi e Trasporto) si fonda sulla sottoscrizione di un Contratto di Rete d Imprese e si propone

Dettagli

LA FORMAZIONE CATALOGO CORSI. autotrasporto conducenti sicurezza gestione aziendale sviluppo organizzazione apprendistato

LA FORMAZIONE CATALOGO CORSI. autotrasporto conducenti sicurezza gestione aziendale sviluppo organizzazione apprendistato CATALOGO CORSI LA FORMAZIONE autotrasporto conducenti sicurezza gestione aziendale sviluppo organizzazione apprendistato www.sinergieeservizi.it info@ sinergieeservizi.it LA FORMAZIONE La formazione, rappresenta

Dettagli

Tre sono i progetti principali che nell anno 2013-2014 in ordine cronologico si sono concretizzati:

Tre sono i progetti principali che nell anno 2013-2014 in ordine cronologico si sono concretizzati: CHI SIAMO La GIO.MAT con sede a Treviso e a Vicenza, è una azienda di trasporti nazionali ed internazionali con servizi a collettame, a camion completo e espressi ; svolge inoltre servizi di logistica

Dettagli

Architettura del paesaggio

Architettura del paesaggio Legge 84/2001 LOREM + ELEMENTUM Potenziare l export e gli investimenti in Serbia Le opportunità dell hub logistico e doganale di Novi Sad Architettura del paesaggio Il progetto Cor Log - Corridoi paneuropei

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011 IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Modena, 4 aprile 2011 1 PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA Strumento per la Competitività del Paese In un paese

Dettagli

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics La società Interporto Bologna Spa gestisce dal 1971 l Interporto di Bologna, una delle piattaforme logistiche ed intermodali più grandi in Europa. L Interporto

Dettagli

Ministero dei Trasporti. Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008

Ministero dei Trasporti. Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008 Ministero dei Trasporti Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008 IL MINISTRO DEI TRASPORTI VISTO l art. 6, comma 1, del nuovo codice

Dettagli

2014 Profilo aziendale

2014 Profilo aziendale Profilo aziendale 2014 Il gruppo Interporto gestisce oggi una delle infrastrutture logistiche e intermodali più grandi in Europa, 1971 2014 piattaforma sostenibile di una logistica innovativa e globale

Dettagli

L innovazione logistica. Un industria in formazione tra territorio, ambiente e sistema economico

L innovazione logistica. Un industria in formazione tra territorio, ambiente e sistema economico Seminario I fondamenti concettuali della Logistica Economica Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Pianificazione Aula I.1.2, 29 maggio 2003 L innovazione logistica. Un industria in formazione

Dettagli

La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo dei progetti di internazionalizzazione.

La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo dei progetti di internazionalizzazione. Investire in Francia Nuove opportunità di insediamento e incentivi messi a disposizione dal governo francese Assolombarda Milano, 6 Aprile 2011 La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo

Dettagli

rivolge al settore delle Aziende che operano nel mercato della Sanità/Salute Privata.

rivolge al settore delle Aziende che operano nel mercato della Sanità/Salute Privata. OVERVIEW Temporary Spa nasce nel 1998 grazie all iniziativa di un management con esperienza ventennale nell ambito dei servizi alle imprese. Temporary offre lavoro ogni giorno a più di 5.000 persone e

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica

La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica Davide Albanesi, Auto & Industry Sales Director, CEVA Italy Bologna, 19 Marzo 2015 Agenda

Dettagli

NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA. Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010

NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA. Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010 NOTE AL DOCUMENTO PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 1 Il contributo di Unione Interporti Riuniti Settembre 2010 1.Considerazioni di carattere generale sul documento L analisi

Dettagli

Osservatorio infrastrutture e trasporti della regione Lazio. Il traffico merci aereo

Osservatorio infrastrutture e trasporti della regione Lazio. Il traffico merci aereo Osservatorio infrastrutture e trasporti della regione Lazio Il traffico merci aereo Gennaio 2009 OSSERVATORIO INFRASTRUTTURE, TRASPORTI E AMBIENTE II a ANNUALITA 1 Trend delle merci in Europa Il traffico

Dettagli

La vostra merce sempre in buone mani.

La vostra merce sempre in buone mani. La vostra merce sempre in buone mani. LOGISTICA TRASPORTI CORRIERE ESPRESSO WWW.MECTRANS.IT CAPILLARITÀ SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE Specializzati nel trasporto di merci su pallet. Affidabilità, esperienza,

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

CALENDARIO DIVIETI DI CIRCOLAZIONE FUORI CENTRI ABITATI VEICOLI PTT>7,5T ANNO 2011

CALENDARIO DIVIETI DI CIRCOLAZIONE FUORI CENTRI ABITATI VEICOLI PTT>7,5T ANNO 2011 Oggetto: Direttive e calendario 2012 per le limitazioni alla circolazione dei veicoli pesanti fuori dai centri abitati Firmato ed in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto del Ministro

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Profilo aziendale 2014

Profilo aziendale 2014 Profilo aziendale 2014 Il consorzio Interporto Bologna Spa Dipartimento Nuovi progetti e sviluppo Il Consorzio nasce nel 2012 come spin-off della società Interporto Bologna Spa, da cui eredita oltre 10

Dettagli

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA Riccardo Roscelli INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE Il Corridoio dei due mari ed il Mediterraneo 30/10/2013 Gli scenari: dove stanno andando le

Dettagli

DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI U. di G. Motorizzazione e sicurezza del trasporto terrestre MOT 4 - MERCI PERICOLOSE

DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI U. di G. Motorizzazione e sicurezza del trasporto terrestre MOT 4 - MERCI PERICOLOSE DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI U. di G. Motorizzazione e sicurezza del trasporto terrestre MOT 4 - MERCI PERICOLOSE Roma, 07.07.2000 prot. 1476/4915/10 U. di G. MOT n. A 21 OGGETTO: Consulenti alla

Dettagli

ready Italian Van Lines

ready Italian Van Lines ready Italian Van Lines è la nuova rete intermodale di traslocatori internazionali. Il nostro Gruppo è nato dalla fusione di diverse aziende che insieme sviluppano un fatturato annuale di circa 8 mln di

Dettagli

portafoglio AREE PRODUTTIVE ZIP CONSORZIO ZONA INDUSTRIALE DI PADOVA

portafoglio AREE PRODUTTIVE ZIP CONSORZIO ZONA INDUSTRIALE DI PADOVA portafoglio AREE PRODUTTIVE ZIP CONSORZIO ZONA INDUSTRIALE DI PADOVA AREE PRODUTTIVE ZIP Il Consorzio Zona Industriale di Padova (ZIP), attraverso una rete di società di trasformazione urbana partecipate,

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_2008 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007 LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola Roma, Gennaio 2007 1 Indice Definizioni La logistica La logistica integrata Il trasporto intermodale L interporto La

Dettagli

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile.

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Business Logistics Salerno Moving Your Business Smyb SMYB Srl Salerno Moving Your Business è un courier specializzato nel trasporto delle merci a groupage

Dettagli

Oggetto: Divieti di circolazione dei mezzi pesanti in Italia. Calendario 2013.

Oggetto: Divieti di circolazione dei mezzi pesanti in Italia. Calendario 2013. Presidenza e Segreteria Generale Piazza G.G. Belli n 2 00153 Roma Tel. 06/58.300.213 Fax.: 06/58.16.389 Sede operativa nazionale Viale Bacchiglione n 16 20139 - Milano Tel. 02/53.93.539 r.a. Fax 02/53.97.381

Dettagli

IL MERCATO DELLE ARANCE

IL MERCATO DELLE ARANCE IL MERCATO DELLE ARANCE tendenze recenti e dinamiche attese Catania, 11 luglio 2013 QUALI ELEMENTI DI CRITICITÀ dimensione aziendale medio-bassa, impianti poco moderni, problemi fitosanitari (virosi) filiera

Dettagli

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA NORMATIVA E SANZIONI MAGGIO 2013 A cura dell Ufficio Relazioni Industriali Faccioli Chiara - Padovani Carlo 6 SOMMARIO 1. Ambito di applicazione 2. Il tempo di guida 3.

Dettagli

Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE

Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE Veneto ANNONE VENETO (VE) LOGISTICA - INDUSTRIALE ANNONE VENETO (VE) Ubicazione AUSTRIA TRENTINO BELLUNO SS51 BELLUNO PEDEMONTANA Conegliano UDINE PORDENONE ANNONE VENETO UDINE PORDENONE TRIESTE MILANO

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

LA REALTÀ DEL BRENNERO

LA REALTÀ DEL BRENNERO LA REALTÀ DEL Il principale valico del trasporto merci in Italia è oggetto di un deciso potenziamento, al termine dei quale presenterà soprattutto un innalzamento della sagoma-limite, permettendo all autostrada

Dettagli

CIMspa. Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa

CIMspa. Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa 1. La Società 2. L evoluzione strutturale operativa 3. Il Piano Nazionale per la Logistica 4. L Atto di Indirizzo per il sistema del traffico merci e la logistica

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

OSSERVATORIO STATISTICO

OSSERVATORIO STATISTICO OSSERVATORIO STATISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA IL TRASPORTO CAMIONISTICO DI MERCI IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE ANNUALE 2013 EXECUTIVE REPORT ES1. Il movimento merci dell Interporto di Bologna nel 2013

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

COMPANY PROFILE. DMM Network Scarl Via Galvani, 9/11-20068 Peschiera Borromeo (MI) info@dmmnetwork.it www.dmmnetwork.it

COMPANY PROFILE. DMM Network Scarl Via Galvani, 9/11-20068 Peschiera Borromeo (MI) info@dmmnetwork.it www.dmmnetwork.it COMPANY PROFILE CHI SIAMO DMM è una giovane realtà italiana che opera sui mercati dell espresso nazionale e internazionale, in grado di proporre una vasta gamma di servizi innovativi ad alto valore aggiunto.

Dettagli

+5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno I numeri dell imprenditoria straniera.

+5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno I numeri dell imprenditoria straniera. +5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno La sempre maggiore presenza di imprese gestite da stranieri rappresenta un ostacolo per gli imprenditori italiani, ma il vero problema rimane

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

SPETTABILE ROBERT BOSCH SPA

SPETTABILE ROBERT BOSCH SPA SPETTABILE ROBERT BOSCH SPA Presentazione Aziendale Pag. 3 Organigramma Aziendale Pag. 4 Chi siamo Pag. 5 Certificazioni Pag. 6 Traslochi Internazionali Pag. 8 Relocation Pag. 9 Opere d Arte Pag. 10 Trasporti

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Studi, la Statistica

Dettagli

Logistica e Distribuzione. Packaging e Trasporti

Logistica e Distribuzione. Packaging e Trasporti Logistica e Distribuzione Logistica, distribuzione e supporto gestionale per prodotti food e non food. In questi settori sono impegnati, con il loro know how, due generazioni della famiglia Colozza che

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015

Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015 Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015 Novità del quadro normativo (Art. 21, comma b, Statuto di ABF) Il nuovo quadro normativo, derivante in primo luogo dalle prescrizioni della

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DEL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE CIVILE E PER LE RISORSE STRUMENTALI E FINANZIARIE DIREZIONE CENTRALE PER LA DOCUMENTAZIONE E LA STATISTICA TOSSICODIPENDENTI

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. Rapidità. Professionalità. Assistenza alla clientela

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. Rapidità. Professionalità. Assistenza alla clientela Carta della qualità dei servizi postali Art. 12.1 D. Lgs 261/99 CARTA DELLA QUALITA dei servizi postali Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela SOMMARIO 1. Obiettivi e politiche per la qualità

Dettagli

Consorzio Elettra s.r.l. info@consorzioelettra.it www.consorzioelettra.it. 203/C - 59100 Prato (PO). 59100 Prato (PO)

Consorzio Elettra s.r.l. info@consorzioelettra.it www.consorzioelettra.it. 203/C - 59100 Prato (PO). 59100 Prato (PO) Consorzio Elettra s.r.l. info@consorzioelettra.it www.consorzioelettra.it Sede legale: Sede Amministrativa: Via Francesco Ferrucci Via di Gonfienti 4 Interporto Edificio A 203/C - 59100 Prato (PO). 59100

Dettagli

C M Y CM MY CY CMY K Logistica su misura.

C M Y CM MY CY CMY K Logistica su misura. Logistica su misura. INDICE Pag 2 CHI SIAMO Pag 11 FUTURARCHIVI - ARCHIVIO CARTACEO Pag 3 LA NOSTRA FILOSOFIA Pag 12 MATERIALI SOLIDI E LIQUIDI - ADR Pag 4 COME E DOVE OPERIAMO Pag 13 I DEPOSITI Pag 5

Dettagli

Integrazione Logistica Pacchi Avanzamento

Integrazione Logistica Pacchi Avanzamento Integrazione Logistica Pacchi Avanzamento Servizi Postali 16 Aprile 2014 Insourcing pacchi a marchio Poste 2 In coerenza con quanto descritto nell accordo del 28 febbraio 2013 (paragrafo «Sviluppo e Innovazione»),

Dettagli

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Information Memorandum Strettamente privato & confidenziale Novembre 2012 Con la consulenza fornita da: Indice & Disclaimer 1. Finalità della presentazione

Dettagli

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati.

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati. PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 2013 Tutti i diritti riservati. i valori scendono in campo È un percorso formativo che unisce e valorizza tante e differenziate attività. Un

Dettagli

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione LOGISTICA Cos è la logistica Insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di materiali e delle relative

Dettagli

710200 MULTICARD ROUTEX

710200 MULTICARD ROUTEX MULTICARD ROUTEX: MULTICARD ROUTEX è la Carta di pagamento Europea del Gruppo Eni. ROUTEX è il circuito di accettazione internazionale formato dalle quattro Compagnie petrolifere Eni, BP, OMV e Statoil,

Dettagli

Elettori e sezioni elettorali

Elettori e sezioni elettorali Cod. ISTAT INT 00003 AREA: Popolazione e società Settore di interesse: Struttura e dinamica della popolazione Elettori e sezioni elettorali Titolare: Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Tipo comunicazione Codice comunicazione 01 - Prospetto informativo 1001514C00394126 Data invio 13/02/2014

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Un approccio per la gestione delle informazioni a supporto dei nodi logistici e dei sistemi logistici integrati Gianni Vottero Program Manager Divisione Transportation

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE BENETTON

L ORGANIZZAZIONE BENETTON AZIENDE BENETTON L ORGANIZZAZIONE BENETTON La politica di sviluppo del gruppo tessile italiano mostra come l attenzione costante all innovazione e alla flessibilità dei processi di produzione e distribuzione

Dettagli

CodetexGroup CONTROLLO QUALITÀ DEI TESSUTI E SERVIZI INTEGRATI

CodetexGroup CONTROLLO QUALITÀ DEI TESSUTI E SERVIZI INTEGRATI CodetexGroup CONTROLLO QUALITÀ DEI TESSUTI E SERVIZI INTEGRATI 1972 nasce il gruppo codetex Nasce nel 1972 dando l avvio ad un nuovo tipo di servizi per l industria del tessile e dell abbigliamento. Tre

Dettagli

Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova. Autorità Portuale di Genova

Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova. Autorità Portuale di Genova Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova I numeri del porto - 51,9 Mil.Ton (anno 2014) - 2,17 Mil.Teus - 3,8 Mil. Mtl - 6.000 Accosti/anno Milioni Ton. 60-4.000 automezzi in/out al

Dettagli

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008 La situazione dell'import/export della provincia di Ancona del 1 semestre 2008 fotografata dalla Camera di Commercio di Ancona IN FLESSIONE LE ESPORTAZIONI PROVINCIALI (-13,9%) IN DIFFICOLTA LA MECCANICA,

Dettagli

Debimetri Iniettori Pompe Carburante Pompe Iniezione Sensori Sonde Lambda Listino prezzi EL BO 1 giugno 2012

Debimetri Iniettori Pompe Carburante Pompe Iniezione Sensori Sonde Lambda Listino prezzi EL BO 1 giugno 2012 Debimetri Iniettori Pompe Carburante Pompe Iniezione Sensori Sonde Lambda Listino prezzi EL BO 1 giugno 2012 DEBIMETRI n pag. 3 INIETTORI n pag. 4 POMPE CARBURANTE n pag. 5 POMPE INIEZIONE n pag. 6 SENSORI

Dettagli

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI : PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI. ABITAZIONE PRINCIPALE DA 33 A 133 MEDI EURO L ANNO. SECONDE CASE SCONTI IN 59 CITTA PER I REDDITI MEDIO

Dettagli

VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE

VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE DESCRIZIONE IL PROGETTO Alla base di questo progetto c è l idea di offrire alle aziende uno spazio di nuova concezione

Dettagli

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Lo sviluppo asiatico e il business logistico Roma, 24 gennaio 2007 Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Il Mediterraneo torna al centro del mondo Nel mercato globale - e nella Grande Europa

Dettagli

ESERCITAZIONI SCRITTE MERCI

ESERCITAZIONI SCRITTE MERCI ESERCITAZIONI SCRITTE MERCI Esercitazione n. 1 (INT) In un trasporto stradale di merci tra due Stati membri dell Unione Europea, della distanza di 1.400 chilometri, svolto con autoarticolato di massa complessiva

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli