Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO 2008. Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa"

Transcript

1 Anno 8 Numero 33 GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO 2008 Trimestrale di informazione di Arco Spedizioni Spa SOMMARIO Trend. Com è cambiata la responsabilità per i danni alla merce Servizi. Una Divisione per le Merci Pericolose Azienda. Nasce Arco Europa ADR. Formazione: conducenti, consulenti, personale Rete. Nuove Filiali a Terni, Treviso e Novara News

2 TREND Com è cambiata la responsabilità 2 Il mondo del trasporto su gomma avanza verso una progressiva evoluzione con cambiamenti che devono essere interpretati alla luce dell operatività quotidiana. Arco è sempre al fianco dei suoi clienti nel rispondere al meglio anche alle eventuali criticità. Con l abolizione delle tariffe obbligatorie è divenuto inapplicabile il regime introdotto dalla legge n. 450/1985. Questa prevedeva due diversi limiti di risarcimento, a seconda che il trasporto fosse sottoposto o meno alla forcella. L articolo 2 della legge n. 32/2005 ha conferito delega al Governo per individuare nuovi criteri con cui determinare i limiti di risarcimento per la perdita o il danneggiamento delle merci trasportate. Infatti questi, una volta eliminate le tariffe obbligatorie, non potevano che essere unificati per tutti i trasporti stradali di merci eseguiti sul territorio nazionale. È bene rilevare che la delega non stabilisce esplicitamente che tali limiti devono riferirsi esclusivamente ai danni imputabili al vettore stradale. Questa omissione costituisce una imperfezione legislativa, in quanto lascia indetermi- nati il campo di applicazione della delega. L omissione non sarebbe stata grave se gli estensori delle norme di attuazione si fossero resi conto della portata limitata che essa aveva. Infatti, considerata la materia cui la legge si proponeva di dare nuovo assetto (l autotrasporto di merci per conto di terzi) sarebbe stato abbastanza facile per il Governo emanare un decreto legislativo che si limitasse a disciplinare ex-novo solo le limitazioni della responsabilità del vettore stradale. Invece, in attuazione della delega, è stato emanato il decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, che ha modificato l articolo 1696 del Codice civile con l aggiunta di tre commi: - il primo stabilisce che il risarcimento dovuto dal vettore non può essere superiore a un euro per ogni chilogrammo di peso della merce perduta o avariata per i

3 per i danni alla merce trasporti nazionali, e all importo di cui l articolo 23, comma 3, della Convenzione per il trasporto stradale di merci (CMR), nei trasporti internazionali (8,33 unità di conto per ogni chilogrammo di merce perduta o avariata). Di conseguenza, le regole che pongono limiti alla responsabilità del vettore nei trasporti nazionali non sono ora uniche, a prescindere dal peso della partita trasportata, ma potrebbero disciplinare, come vedremo, i trasporti su strada e inoltre tutti i tipi di trasporto. - Il secondo comma stabilisce che la previsione di cui sopra non è derogabile a favore del vettore, se non nei casi e con le modalità previsti dalle leggi speciali e dalle convenzioni internazionali applicabili. - Il terzo e ultimo comma chiarisce che il vettore non può avvalersi della limitazione della responsabilità, prevista dalle sopra citate disposizioni, ove sia fornita la prova che la perdita o l avaria della merce sono stati determinati da dolo o colpa grave del vettore o dei suoi dipendenti e preposti, ovvero di ogni altro soggetto di cui egli si sia avvalso per l esecuzione del trasporto, quando tali soggetti abbiano agito nell esercizio delle loro funzioni. Si evidenzia che, in caso di perdita o danno alle merci, mentre la colpa del vettore è presunta salvo prova contraria, il dolo o la colpa grave devono essere dimostrati da chi ne asserisce l esistenza. La riforma dell articolo 1696 del Codice civile pone taluni fastidiosi problemi di interpretazione: sino all emanazione del decreto legislativo n. 286/2005, il Codice civile si limitava a determinare i criteri per imputare al vettore la responsabilità, qualunque fosse la modalità utilizzata, per perdita e avaria delle merci trasportate, e il metodo per calcolare l ammontare del danno da risarcire. Eventuali limitazioni della responsabilità vettoriale venivano stabilite dalle leggi speciali e dalle convenzioni internazionali. L avere introdotto nell articolo 1696 del Codice civile i limiti citati in precedenza, provoca una serie di incertezze e dubbi. Il problema riguarda il campo di applicazione dei commi aggiunti dal decreto legislativo n. 286/2005 al Codice civile. Occorre stabilire, cioè, se le nuove disposizioni si applicano a tutti i tipi di trasporto o solo a quelli stradali. Dalla loro collocazione in un articolo di portata generale, si potrebbe giungere alla conclusione che la limitazione riguarda tutti i vettori a prescindere dalla modalità di trasporto utilizzata. Viceversa, il riferimento alla CMR e la materia disciplinata dal decreto legislativo n. 286/2005 farebbe propendere per l applicazione dei commi aggiunti ai soli trasporti stradali. Così, sono i trasportatori a essere penalizzati: fino a quando non ci saranno pronunce dalla magistratura, sul tema per i risarcimenti per i danni alla merce regnerà ancora sovrana l incertezza. Arco Spedizioni propone quattro tipi di assicurazione: - assicurazione a spedizione, specifica per una determinata spedizione; - assicurazione All Risks, rapina compresa; - elevazione del limite risarcibile a 6,20 euro al kg con un costo di 0,20 euro al quintale; - elevazione del limite risarcibile a 10,00 euro al kg con un costo di 0,30 euro al quintale. 3

4 ERVIZI Una Divisione per le Merci Pericolose 4 La strutturazione della Divisione ADR è giunta a compimento e dal gennaio 2008 è operativa. Un ufficio dedicato, indispensabile per garantire un servizio ai massimi livelli nel settore che da sempre distingue l offerta di Arco Spedizioni. Da oltre dieci anni Arco Spedizioni ha fatto del trasporto di merci pericolose in regime ADR uno dei punti di forza della propria offerta. Una scelta premiata dal mercato, infatti nel complessivo del fatturato 2007 questa specializzazione costituisce il 48% del totale, un dato in incremento rispetto all anno precedente, che sta confermando il suo trend positivo anche in questo primo scorcio del «Alla luce di queste considerazioni era indispensabile creare una Divisione interna ad Arco espressamente dedicata alle merci pericolose spiega il Responsabile del neonato ufficio -. Una necessità che nasceva dall esigenza di offrire al cliente un servizio ancora più qualificato, attraverso un attento controllo di tutta la sua filiera. L autista deve essere munito del patentino ADR e così i veicoli devono essere omologati. Solo un esempio per sottolineare la complessità delle variabili che dobbiamo affrontare per garantire un servizio di qualità ai nostri clienti. La medesima professionalità è anche richiesta ai nostri commerciali. Quando trattano con il cliente devono conoscere perfettamente la materia ed essere propositivi nel sottoporre le soluzioni più appropriate. Per questo nella Divisione ADR di Arco è stato costituito un ufficio commerciale dedicato, composto da un responsabile, due agenti e una persona che ha la doppia funzione di customer support e di coordinamento interno. Completa la struttura anche un nuova figura professionale che ha lo scopo di fornire ai clienti tutta la consulenza tecnica necessaria». Corsi per clienti e dipendenti Continua e si rafforza anche la partnership con Flash Point. «Unanimemente considerata una delle società

5 di consulenza più competenti in materia ADR a livello nazionale - prosegue il Responsabile Arco -, Flash Point da tempo collabora con Arco e ha uno stretto rapporto anche con la nuova Divisione. È a loro che ci rivolgiamo quando le richieste dei clienti diventano più complesse e magari coinvolgono anche problemi legali. Sempre con Flash Point continueremo a organizzare i corsi di aggiornamento sulle novità in tema ADR per i nostri clienti, anzi li potenzieremo creando dei seminari anche presso alcune filiali, l appuntamento è per metà anno, a giugno o settembre. crescita generalizzata di attenzione e competenza nei confronti delle merci pericolose». Ricordiamo che il servizio Arco copre tutte le tipologie di merci pericolose con l unica eccezione della Classe 1 (gli esplosivi) e della 6.2 (particolari materie tossiche). Logistica adeguata «Gli investimenti sulla formazione non sono che un aspetto dell impegno di Arco - prosegue il Responsabile della Divisione ADR -. Importanti investimenti sono in fase di realizzazione anche sul fronte dei veicoli e delle strutture. Attualmente il 70% della flotta Arco è a norma e tutti i futuri acquisti saranno esclusivamente di camion omologati per il trasporto di merci pericolose. Lo stesso impegno c è anche sul fronte immobiliare, non solo presso la sede centrale di Monza, ma anche in un numero sempre maggiore di filiali i magazzini saranno abilitati allo ricovero di materiali in ADR. Questo si traduce in un offerta logistica che si affianca a quella di trasporto. Quindi i nostri clienti non solo hanno la garanzia di un servizio di trasporto efficiente e tempestivo, ma si possono rivolgere ad Arco anche per risolvere problemi legati allo stoccaggio e alla gestione delle materie prime e dei prodotti finiti. L outsourcing dei magazzini è una realtà consolidata da tempo e l offerta di un servizio completo, che integri la filiera produttiva, è un altro dei traguardi che la Divisione ADR di Arco Spedizioni si è posta nel breve periodo». Ufficialmente operativa da gennaio, la nuova Divisione sta già operando a pieno ritmo, anche perché la struttura che l ha costituita è da sempre presente in Arco e fa da tempo parte del Dna dell azienda. Un ulteriore garanzia anche per le mission più delicate. Una tradizione consolidata che si rinnova da molti anni, indispensabile per essere sempre aggiornati sull evoluzione delle normative che, come è noto, sono riviste ogni due anni. I corsi hanno il doppio scopo di rinsaldare i rapporti in maniera costruttiva con i clienti e creare nuovi contatti con altre aziende. La novità è però l attività formativa avviata, sempre con Flash Point, per il personale interno, sia di Monza che delle filiali. L obiettivo è una 5

6 AZIENDA Nasce Arco Europa 6 Una società nella società. Arco Europa Srl è totalmente controllata da Arco Spedizioni Spa dalla quale ha assimilato la vocazione al trasporto di prodotti industriali e ADR allargandola a tutta l Europa e anche al resto del mondo. Nell era della globalizzazione, anche Arco Spedizioni, dopo aver consolidato la sua struttura in Italia, ha rivolto le proprie attenzioni verso l Europa. Operativa dall inizio di gennaio Arco Europa Srl è stata creata per dedicarsi esclusivamente al collegamento in export e import tra l Italia e il suo continente. «Siamo una società completamente indipendente, anche se facciamo parte integrante di Arco Spedizioni Spa - spiega il nuovo Responsabile -. Arco Europa nasce grazie al lavoro svolto in questi anni dalla Divisione Internazionale di Arco Spedizioni e quindi la strutturazione della nuova società ha potuto contare su solide basi. Il business segue quella che era stata la tendenza individuata negli anni passati e ne rileva i traffici. Ne conseguono forti scambi verso la Spagna, Francia, Svizzera e Germania, ma anche importanti mer- cati in espansione come Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Portogallo e Grecia. Stiamo però guardando con sempre maggiore interesse anche ai Paesi dell Est europeo, in particolare la Polonia e la Repubblica Ceca. Per tutte queste destinazioni sono attualmente operativi collegamenti fissi con cadenza minima bisettimanale, un impegno importante che sta avendo ottimi riscontri da parte dei clienti. Il progetto Arco Europa nasce infatti dalla volontà di riproporre in ambito europeo la stessa metodologia e qualità di servizio che è stata verificata con successo sul territorio nazionale. Lo hanno chiesto per primi i clienti e questa è stata anche la scelta aziendale. Questo si traduce in una netta prevalenza di spedizioni in ADR che oggi possiamo garantire su tutte le destinazioni europee, oltre a una significativa quota di groupage sempre al servizio dell industria, materie prime, semi-

7 lavorati e prodotti finiti. L obiettivo è proporre un offerta più ampia ai clienti in termini di destinazioni e, contemporaneamente, potenziare la copertura del servizio grazie al continuo sviluppo delle partnership e alla creazione di nuovi terminal. Per questo sono stati fatti importanti investimenti sia in termini di personale dedicato sia di strutture e mezzi». Lo sviluppo della rete europea può contare sulle partnership collaudate e sviluppate in questi anni: importanti società scelte tra le più qualificate realtà di quelle aree in grado di rispondere totalmente agli standard di servizio a cui Arco ha abituato i suoi clienti in tutti questi anni. Attualmente la Spagna è collegata da una linea giornaliera ADR: l hub di riferimento è a Barbera Del Vallès, in Catalogna, da dove le merci vengono smistate in tutta la penisola iberica. Per la Svizzera il terminal è situato a Chiasso, vicino alla frontiera perché questa nazione è l unica in cui ci sono ancora da svolgere le pratiche doganali, anche in questo caso il collegamento è giornaliero. Doppio riferimento invece in Francia, su Marsiglia per la distribuzione e la raccolta per tutto il territorio francese, e su Nizza invece per le destinazioni specifiche verso la Costa Azzurra e Monte-Carlo. Molto importanti in termini di volumi di traffico sono anche i terminal di Nova Gorica, in Slovenia, e di Singen, in Germania nei pressi del lago di Costanza, entrambi collegati con una linea giornaliera. «Tra i nostri obiettivi - prosegue il Responsabile di Arco Europa - c è il potenziamento delle importazioni verso l Italia, infatti il trend attuale vede una netta maggioranza delle esportazioni, forse un dato fisiologico se si considera che la realtà produttiva italiana è molto votata all export. Nonostante questo stiamo strutturando un ufficio commerciale che avrà come priorità lo sviluppo import/export per spedizioni destinate in Europa e non solo. Infatti stiamo cominciando a utilizzare anche altre modalità, come la nave e l aereo, per spedizioni oltre i confini europei. Come in passato, anche in questo caso stiamo iniziando con molta attenzione, verificando l affidabilità e l efficienza dei nostri partner siano questi corrispondenti locali o vettori, ma possiamo già definirci operativi anche per molte destinazione negli Stati Uniti e in Cina. La globalizzazione è una realtà e Arco non poteva farsi trovare impreparata». 7

8 ADR Formazione: conducenti, consulenti per L Accordo ADR prevede un preciso obbligo di formazione per tutti gli addetti coinvolti a qualsiasi titolo nelle spedizioni di merci pericolose. Gli aspetti principali della formazione in materia di trasporto di merci pericolose su strada sono i seguenti: - Formazione in materia di sicurezza, intesa come safety, secondo le disposizioni del capitolo 1.3 dell ADR. - Formazione in materia di sicurezza, intesa come security secondo le prescrizioni del capitolo 1.10 dell ADR. Gli obblighi degli operatori del trasporto merci pericolose (speditore, trasportatore, destinatario, imballatore, caricatore, riempitore, gestore di cisterne mobili, così come definiti in e in 1.2.1) sono riportati nel capitolo 1.4 che caratterizza l ADR a partire dalla ormai storica edizione ristrutturata del Nella tabella seguente è stato elaborato uno schema riepilogativo delle tipologie di formazione previste dall ADR in funzione dei soggetti a cui devono essere rivolte (rif. Italia). Nota: Per completezza di informazione si riporta il testo richiamato del Capitolo 1.3: Natura della formazione La formazione deve avere il seguente contenuto, in relazione alle responsabilità e funzioni della persona interessata: omissis formazione di base.. formazione specifica formazione in materia di sicurezza..nel caso in cui il trasporto di merci pericolose comporti un operazione di trasporto multimodale, il personale deve essere informato delle disposizioni relative agli altri modi di trasporto Documentazione Una descrizione dettagliata di tutta la formazione ricevuta deve essere conservata dal datore di lavoro e dal dipendente e deve essere verificata all atto di una nuova assunzione. Questa formazione deve essere completata periodicamente mediante corsi d aggiornamento per tenere conto dei cambiamenti intervenuti nella regolamentazione. Rif. Normativo Soggetti formazione Formazione richiesta Esame 1.3 ADR ADR ADR tutti gli ADDETTI, diversi dai conducenti dei veicoli, coinvolti nel trasporto merci pericolose Formazione documentata e conservata Aggiornamento periodico (vedi nota) Nessun requisito particolare per il docente o l ente che eroga la formazione Non richiesto ADR ADR ADR Decreto Legislativo n.40/2000 CONDUCENTI dei veicoli in regime ADR CONSULENTI per la Sicurezza dei trasporti di merci pericolose su strada Corso di formazione obbligatorio. Solo da parte di enti e docenti accreditati dal Ministero dei Trasporti Aggiornamento: 5 anni Sono stabiliti solo gli argomenti di verifica all esame ( ) Obbligatorio (Solo scritto - Presso un Ufficio provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri) Obbligatorio (Solo scritto, secondo le norme dei concorsi pubblici - Presso una delle Commissioni di esame del Dipartimento Trasporti Terrestri)

9 la sicurezza, personale aziendale Formazione per gli Addetti L Accordo ADR precisa i criteri di formazione di tutti gli addetti: Formazione di tutto il personale, diverso dai conducenti aventi un certificato di cui al 8.2.1, coinvolto nel trasporto di merci pericolose per strada - «Tutte le persone le cui funzioni hanno a che fare con il trasporto di merci pericolose per strada devono avere ricevuto, conformemente al capitolo 1.3 (vedi nota), la formazione sulle disposizioni che regolano il trasporto di queste merci, rispondente alle loro responsabilità e funzioni. Questa prescrizione si applica, per esempio, al personale impiegato dal trasportatore o dallo speditore, al personale che carica e scarica le merci pericolose, al personale che lavora per i depositi intermedi o le agenzie di spedizione ed ai caricatori e ai conducenti di veicoli diversi da quelli aventi un certificato conformemente a 8.2.1, coinvolto nel trasporto di merci pericolose per strada» L Accordo ADR dispone inoltre una formazione in materia di security, Formazione in materia di sicurezza (security): «... La formazione iniziale e i successivi aggiornamenti previsti nel capitolo 1.3 (vedi nota) devono includere anche elementi di sensibilizzazione alla sicurezza (security)......essa deve inoltre comprendere la consapevolezza dei piani di sicurezza, se esistenti, tenuto conto delle responsabilità e funzioni di ogni individuo nell attuazione di tali piani». Formazione per i Conducenti L Accordo ADR prevede, oramai dall edizione 2005 alla sezione , l obbligo del Certificato di Formazione Professionale (C.F.P. ADR) anche per i conducenti di veicoli in regime ADR di massa massima autorizzata minore di 3,5 tonnellate, con la solita esclusione dei trasporti in esenzione ai sensi del 3.4 (quantità limitate) o del (quantità trasportate per unità di trasporto); l obbligo, che esisteva già per le merci esplosive e radioattive, è efficace dal 1 gennaio 2007 non potendosi applicare più la disposizione transitoria dell ADR Inoltre, a partire dall edizione 2005, è stata introdotta, come nuovo argomento, la formazione obbligatoria dei conducenti sulle norme per l attraversamento delle gallerie. Formazione del Consulente per la sicurezza L ADR definisce alla sezione le modalità di rinnovo quinquennale del Certificato di abilitazione del Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose su strada: superamento di un esame approvato dall autorità competente entro l anno precedente la scadenza del Certificato con l esclusione dello Studio del caso dalla prova d esame. Non sono previsti requisiti particolari per l ente che eroga la formazione né per il docente che effettua la formazione per il primo conseguimento del certificato o per il suo rinnovo. 9

10 RETE Nuove filiali a Terni, Treviso e Novara N La Rete Arco supera il traguardo delle 50 filiali con l apertura della sede di Terni, il raddoppio di Treviso e l annuncio 10 di Novara. Il 2008 si apre con il raggiungimento di un traguardo che sancisce l eccellenza e la ramificazione della Rete Arco Spedizioni in Italia. Terni La filiale umbra nasce come diretta emanazione della struttura da tempo operativa a Perugia. A sottolineare lo stretto collegamento tra le due sedi è anche il nuovo responsabile che aveva maturato in precedenza una lunga esperienza proprio nel capoluogo umbro. Una garanzia per il rapido avvio della nuova sede, avvenuto all inizio di gennaio, in perfetta sintonia con le modalità Arco. La struttura dispone di un magazzino di 500 mq e di ampi uffici che consentono di assicurare un servizio di qualità alle aziende locali, grazie anche al collegamento giornaliero con Perugia e la sede centrale Arco di Monza. La provincia di Terni, a fronte del discreto sviluppo industriale, non aveva un offerta di operatori del trasporto adeguata. Questo il principale motivo che ha convinto Arco a creare un proprio presidio per supportare i clienti della zona e proporsi anche ad altre realtà produttive. Inoltre la nuova filiale affiancherà quella di Perugia per garantire una copertura ancora più capillare dell Umbria. Treviso 2 Operativa da marzo la seconda filiale di Treviso si affianca a quella esistente per potenziare l offerta e l efficienza del servizio nella cittadina veneta e nella sua provincia. La nuova struttura amplia considerevolmente l offerta Arco: infatti ai 1000 mq del magazzino esistente se ne devono aggiungere altri 1340 mq della nuova sede, che dispone anche di un piazzale di 4 mila mq, con punti di attracco su tutti i quattro lari dello stabile che garantiscono un ottima operatività. Completano l insediamento un ampia area dedicata agli uffici. Con la nuova inaugurazione sono state ottimizzate anche le procedure operative su Treviso, sviluppando una stretta sinergia tra le due sedi che disporranno di personale dedicato in esclusiva, anche se le sinergie saranno sviluppate al massimo grazie ai soli 400 metri in linea d aria che le dividono. Treviso 1 è destinata esclusivamente alla raccolta delle merci e all allestimento delle spedizioni, Treviso 2 ha invece il compito di ricevere le linee in arrivo e organizzare la distribuzione delle merci sul territorio. Le due filiali sono collegate da linee dirette giornaliere con Monza, Torino, Roma-Latina, Bologna e Firenze. Novara Sarà invece operativa da maggio la nuova filiale di Novara. Una posizione strategica, in prossimità dell hub di Malpensa e di altri importanti nodi ferroviari e autostradali, che va a colmare un vuoto finora occupato dalle altre filiali Arco di Garlasco, Biella e Gallarate con le quali la nuova sede si coordinerà. Un magazzino di 4 mila mq con sedici bocche di carico per ogni lato costituiscono una struttura importante, sicuramente all altezza degli obiettivi che Arco si è data con questo investimento. Infatti a fianco della tradizionale offerta di trasporto, la nuova filiale offrirà anche ampie possibilità di stoccaggio e gestione logistica. Il tutto allargato anche alle merci pericolose, infatti il magazzino è dotato di impianto sprinkler perfettamente a norma. Un investimento che sottolinea la volontà di Arco Spedizioni a essere sempre più protagonista, sia come corriere sia come operatore logistico, con una particolare attenzione alle merci in regime ADR.

11 EWS I colori di Arco: Linea Gialla e Linea Verde Due colori per individuare due servizi mirati. Linea Gialla è stato ideata per le spedizioni urgenti, Linea Verde garantisce invece la consegna di prodotti di valore a rischio di furti o rotture. Linea Gialla ha l obiettivo di dare una risposta mirata alla domanda di trasporto di merci di piccole dimensioni che viaggiano in condizioni di priorità assoluta. Per priorità si intende che la sera stessa del suo ritiro il collo deve essere instradato verso la filiale dell area di consegna, per giungere a destinazione entro il giorno seguente. Un impegno che Arco affronta con la stessa professionalità che contraddistingue la sua presenza in altri settori altrettanto delicati. Il servizio è riservato a spedizioni del peso massimo di 100 chili e le merci sono contrassegnate in giallo per essere ben identificabili e quindi viaggiare in regime di priorità assoluta. Per questo è stata approntata in ogni filiale un area specifica dove sono raccolte: infatti devono essere caricate per ultime in modo che a destinazione siano le prime a essere scaricate e avviate alla destinazione finale. Linea Verde è stata invece creata per il trasporto di merci che non possono essere trattate come tutte le altre: il loro valore nominale è molto elevato e la necessità di avere un maggiore controllo diventa indispensabile. Che si tratti di bottiglie di champagne o di impianti hi-fi, per citare due esempi tra i più frequenti, tutte le merci che viaggiano con Linea Verde vengono trasportate dalla filiale di carico a Monza. Qui sono stoccate in un area riservata, dove hanno accesso solo tre magazzinieri preposti, che provvedono al controllo delle quantità e alla verifica del loro perfetto stato di conservazione. In caso di irregolarità o non corrispondenza con le bolle si provvede immediatamente a prendere contatto con il cliente. Se invece è tutto regolare, una volta spuntate e classificate una per una, le confezioni sono tutte sparate con il lettore ottico e quindi divise in base alle filiali di destinazione. Indipendentemente dalla quantità, per ogni filiale viene allestito un bancale che è poi confezionato con cellophane nero in modo che non sia visibile la tipologia del carico. Il nastro adesivo con cui è completata la confezione è personalizzato così da consentire una rapida identificazione del bancale Linea Verde. Anche alle filiali di arrivo c è un incaricato appositamente allertato per il ricevimento, il controllo e l invio a destinazione. Fermi alla circolazione Come consuetudine riportiamo le limitazioni alla circolazione per i veicoli industriali nella prima parte dell anno, così da consentire ai clienti di organizzare al meglio le spedizioni. Febbraio: tutte le domeniche dalle 8.00 alle Marzo: tutte le domeniche dalle 8.00 alle 22.00; venerdì 21 dalle alle 22.00; sabato 22 e lunedì 25 dalle 8.00 alle Aprile: tutte le domeniche dalle 8.00 alle 22.00; giovedì 24 dalle alle 22.00; venerdì 25 dalle 8.00 alle 22.00; mercoledì 30 dalle alle Maggio: giovedì 1 maggio e tutte le domeniche dalle 8.00 alle Giugno: lunedì 2, sabato 28 e tutte le domeniche dalle 7.00 alle

12 Arco Spedizioni 52 Filiali Alessandria-Solero, S.S. 10 km 83,5, Z. I , tel , fax , Ancona, via Varano 334/A, S.P. Cameranense, 60029, tel , fax , Arezzo-Castelfranco di Sopra, loc. Botriolo, 52020, tel , fax , Arezzo-Sansepolcro, via Casa Prato, Z.I. Santa Fiora, 52037, tel , fax , Ascoli Piceno-Monteprandone, CLO Marconi, loc. Sant Anna - pad 7, 63033, tel , fax , Biella-Verrone, S.S. Trossi 31, Reg. Borrianina, 13871, tel , fax , Bologna-Bentivoglio, Interporto blocco 2.2, unità A-B-C, 40010, tel , fax , Bologna-Bentivoglio, Interporto blocco 3.2, unità A-B-C, 40010, tel , fax , Bologna, Arco Logistica Srl, Interporto blocco 4.4, Bentivoglio (Bo), tel , fax , Bolzano-Egna, via Bolzano 56, 39044, tel , fax , Brescia-Roncadelle, via Mattei 21/23, 25030, tel , fax , Catania, contrada Bicocca S.P. 55 s.n., 95100, tel , fax , Como-Casnate, via Socrate 15, 22070, tel , fax , Cuneo-Bra, via Tetti Milanesi 1/B, Fraz. Bandito, 12042, tel , fax , Firenze, via La Malfa 4/6 - Z.I. Osmannoro, 50145, tel , fax , Frosinone, via Vado La Lena 30, 03100, tel , fax , Genova-Bolzaneto, via Bruzzo 20, 16162, tel , fax , Imperia, via Caprile s.n., 18100, tel , fax , La Spezia-S.Stefano di Magra, via Casale, Loc. Vincinella, 19037, tel , fax , Lucca-Capannori, via Pesciatina Fraz. Lunata, 55012, tel , fax , Macerata-Civitanova Marche, Z. I. A Interporto, Via Gobetti - Ed. 2 int. A, 62012, tel , fax , Milano, via Pedroni 15, 20161, tel , fax , Modena, via Mare Adriatico 195, 41100, tel , fax , Monza, via Buonarroti 203, 20052, tel , fax , Monza, via Lorenzetti 15, 20052, tel , fax , Napoli-Casoria, via Capri s.n., Loc. Cittadella, 80026, tel , fax , una rete capillare Novara, Centro interportuale Merci, via C. Panseri 100, 28100, Padova, 1 Fabbr. Spedizionieri, corso Spagna 8, 35127, tel , fax , Parma, via Ghirarduzzi 1 - Z.I. Moletolo, 43100, tel , fax , Pavia-Garlasco, via Edison snc, 27026, tel , fax , Perugia, via Piermarini 8/10 - Z.I. S.Andrea delle Fratte, 06132, tel , fax , Pescara, via Salaria Vecchia 138, 65100, tel , fax , Piacenza, via Liguria 13, 29100, tel , fax , Pordenone, Interporto Centro Ingrosso - Settore G/5, 33170, Ravenna-Bagnacavallo, via Ca del Vento 22, 48012, tel , fax , Rimini-Sant Arcangelo, via Trasversale Marecchia 777, 47900, Roma, via Pieve Torina ang. via Scorticabove, 00156, tel , fax , Roma-Pomezia, via Pontina km , 00040, tel , fax , Rovigo, via delle Industrie 55 - U.I. 5, 45100, tel , fax , Savona-Quiliano, via Privata Briano sns,17047, tel , fax , Terni, via Vanzetti 41, 05100, tel , fax Torino, Interporto S.I. TO, Sett. Nord - X Strada 40/B - tang. Sud km , 10100, tel , fax , Torino, Interporto S.I. TO, Sett. Nord - X Strada 48 - tang. Sud km , 10100, tel , fax , Trento-Gardolo, Interporto Doganale di Trento - Loc. Roncafort - via Innsbruck 20, 38014, tel , fax , Treviso, via Dei Da Prata 1, 31100, tel , fax , Treviso 2, via Everardo 2, 31100, tel , fax , Trieste, via Valmaura 14, 34100, tel , fax , Udine-Campoformido, via Cussignacco 150, 33030, tel , fax , Varese-Gallarate, via Vaschi 15, 21013, tel , fax , Venezia, via Malcontenta 26 int. 3, Loc. Marghera Malcontenta, 30030, tel , fax , Verona-Lugagnano di Sona, via dell Industria 30, 37060, tel , fax , Verona-Sommacampagna, via Edison 23, Loc. Caselle, 37066, tel , fax , Vicenza-Altavilla Vicentina, via Olmo 43, 36077, tel , fax , 5 Distributori Esclusivi Bari-Modugno, S.S. 98 km 79,385, Caserta-Marcianise, via Consortile, Z.I. Asi Sud, Cremona-Monticelli D Ongina, via Di Vittorio 7/9 Palermo-Carini, via Don Milani 19/21, Pesaro-Fano, via dei Platani 2, Arco Spedizioni Spa - via Buonarroti 203, Monza (Mi) tel fax

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers Servizi che vi portano molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers L innovazione al servizio dell autotrasporto: AS 24 apre la strada 1 a rete europea di stazioni dedicate ai mezzi pesanti,

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento Per I Trasporti Terrestri E Per I Sistemi Informativi E Statistici Ufficio di Coordinamento per la Lombardia Circolare interna n. 1 Milano 18/04/2004

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI TITOLO VI 167 Capitolo primo PRESTAZIONI D OPERA VARIE E DI SERVIZIO (nessun uso accertato) Capitolo secondo USI MARITTIMI (nessun uso accertato) 169 Capitolo terzo USI NEI TRASPORTI TERRESTRI TRASPORTI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DECRETO n. 429 del 15 dicembre 2011 Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2012 IL MINISTRO

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO Prof. Avv. GIAN LUIGI TOSATO 00187 ROMA Avv. GIULIO R. IPPOLITO VIA SALLUSTIANA, 26 Prof. Avv. ANDREA NERVI TEL. 064819419 Avv. MARIA CARMELA MACRI FAX: 064885330 Avv. NATALIA DEL OLMO GUARIDO E-MAIL:

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

CONSORZIO REAL CLEAN GROUP

CONSORZIO REAL CLEAN GROUP (Pag. 1) CONSORZIO REAL CLEAN GROUP (Pag. 2) AGENDA Il Consorzio Le Aziende Consorziate I Servizi I Nostri Clienti Mission Dove Siamo Dove Operiamo (Pag. 3) IL CONSORZIO.: Il nasce da un team di imprese

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER 15 giugno 2015 Il Decreto di incentivazione delle FER non fotovoltaiche in via di emanazione dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe

Dettagli

1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2

1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2 SISTRI 1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2. I NODI NORMATIVI E INTERPRETATIVI CHE ANCORA IMPEDISCONO IL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI TRACCIAMENTO

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

La Real Solving Group nasce dall esperienza internazionale nel settore del problem solving con particolare propensione al facility menagement.

La Real Solving Group nasce dall esperienza internazionale nel settore del problem solving con particolare propensione al facility menagement. La Real Solving Group nasce dall esperienza internazionale nel settore del problem solving con particolare propensione al facility menagement. Alla base del progetto vi è l offerta alla necessità delle

Dettagli

Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR)

Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR) Traduzione 1 Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR) 0.741.611 Conchiusa a Ginevra il 19 maggio 1956 Firmata dalla Svizzera il 19 maggio 1956 Approvata

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del destinatario Sistema Express Import di TNT Il sistema Express Import di TNT Le consente di predisporre il ritiro di documenti, pacchi o pallet in 168 paesi con opzione

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

LA NOSTRA GENTE. Europa continentale

LA NOSTRA GENTE. Europa continentale LA NOSTRA GENTE Europa continentale LA NOSTRA GENTE 02 IL NOSTRO TEAM Il nostro Retail Team Europa gestisce parchi commerciali in Francia, Italia, Portogallo e Spagna con uffici a Londra, Parigi e Madrid.

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli