Oggetto: Esportazione di prodotti a base di carne suina stagionati dall'italia verso la Repubblica Popolare di Cina.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto: Esportazione di prodotti a base di carne suina stagionati dall'italia verso la Repubblica Popolare di Cina."

Transcript

1 Dipartimento per la Sanità Pubblica Veterinaria, la Nutrizione e la Sicurezza degli Alimenti (Ufficio 111DSPVNSA) Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione (Ufficio IX DGSAN) Servizi Veterinari Assessorati alhi Sanità delle Regioni e della Provincia Autonoma di Trento Assessorato all' Agricoltura della Provincia Autonoma di Bolzano E p.c. Associazioni di categoria Prot.:hS1l~-3/AK4~ /?-r. L.. c_ b/~ Oggetto: Esportazione di prodotti a base di carne suina stagionati dall'italia verso la Repubblica Popolare di Cina. La definitiva approvazione da parte di AQSIQ/CNCA di 36 stabilimenti italiani destinati alla produzione di prodotti a base di carne suina stagionati apre di fatto, come recentemente comunicato da questo Ministero, il mercato cinese all'importazione dei prosciutti crudi stagionati italiani, al momento solo Parma e San Daniele, sulla quale si ritiene utile fornire una panoramica, con particolare riguardo alla certificazione sanitaria che deve scortare le spedizioni di tali prodotti verso la Repubblica Popolare di Cina. In data 2 luglio 2004, i Ministri Sirchia e Li Chiangjiang hanno firmato a Roma il "Memorandum relativo alla quarantena degli animali ed alla sicurezza alimentare", che costituisce una sorta di cornice per rafforzare la cooperazione tra l'italia e la Cina ai sensi dell' Accordo Sanitario e Fitosanitario (SPS) dell'omc e che rappresenta anche l'atto di riferimento per i Protocolli sanitari da definirsi per ogni tipologia di prodotti. Successivamente sono stati firmati a Pechino, in data 6 dicembre 2004, due Protocolli sanitari, che stabiliscono:

2 o i requisiti sanitari da applicare alle carni suine stagionate destinate all'esportazione dall'italia verso la Cina; o i requisiti sanitari da applicare alle carni suine trattate termicamente destinate all'esportazione dall'italia verso la Cina. Sulla base di tali protocolli si è poi giunti a concordare con AQSIQ (Amministrazione Generale per la Supervisione della Qualità, l'ispezione e la Quarantena della Repubblica Popolare Cinese) il modello di certificato sanitario riportato in allegato l - quanto prima disponibile nella sezione internazionale del nostro sito -, che deve scortare le partite di prosciutti stagionati destinate all'esportazione in Cina. Si sottolinea che il suddetto certificato deve riportare, come richiesto dalla competenti Autorità cinesi, illogo della Regione di provenienza della partita:ad ogni buon fine, si trasmette in allegato 2 copia dei "logo" fattici pervenire dalle Autorità regionali interessate e notificati alle Autorità cinesi. Per quanto riguarda, invece, la certificazione sanitaria per le esportazioni di prodotti a base di carne suina sottoposti a trattamento termico, si informa che la pertinente negoziazione con le competenti Autorità cinesi non può ritenersi ancora conclusa, in quanto AQSIQ ha richiesto alcune modifiche, peraltro formali, al modello di certificato concordato nel Lo scrivente ha provveduto, al riguardo, a trasmettere ad AQSIQ, in data l Marzo u.s., il modello di certificato con le modifiche richieste; in assenza, ad oggi, di ris,contro, ci si riserva di fornire informazioni utili al riguardo non appena disponibili. A questo punto ed al fine di delineare le prescrizioni relative alla certificazione veterinaria, vengono di seguito riportati i requisiti di base che debbono essere soddisfatti, ai fini delle esportazioni in oggetto, dai suini da macello, dagli stabilimenti destinati alla produzione dei prosciutti stagionati e dai prosciutti stessi. Si richiama, al riguardo, la necessità di rispettare i principi della certificazione in vigore nel territorio comunitario sanciti dalla Direttiva 96/93/CE recepita nell'ordinamento giuridico nazionale con il Decreto del Ministero della Sanità 19 giugno 2000, n Requisiti per i suini da macello. I suini le cui carni sono destinate alla produzione di prosciutti crudi stagionati destinati all'esportazione verso la Repubblica Popolare di Cina devono, tra l'altro: essere esclusivamente nati, allevati e macellati in Italia; provenire da allevamenti situati sul territorio italiano (ad eccezione della Sardegna); aver soggiornato in allevamenti in cui non si sono registrati, nei 60 giorni precedenti la loro macellazione, focolai di afta epizootica, peste bovina, peste suina africana, peste suina classica e malattia vescicolare del suino. La macellazione dei suini potrà avvenire solo presso gli impianti di macellazione - il cui elenco è inviato in allegato 3 - attualmente approvati dalle competenti Autorità cinesi per la fornitura della materia prima agli stabilimenti che si occupano della successiva fase di trasformazione della medesima. Il numero di riconoscimento CEE dell'impianto di macellazione deve essere indicato sul certificato rilasciato per l'esportazione: tale numero deve essere riportato, in parentesi, anche al punto l della sezione "Garanzie sanitarie" del certificato, come da esempio in allegato 4~ In considerazione del fatto che il certificato veterinario per l'esportazione in oggetto prevede, al punto 5, che le cosce fresche siano trasportate dal macello allo stabilimento di lavorazione scortate da un certificato che riporti determinate garanzie sanitarie, il veterinario

3 ufficiale competente sull'allevamento di origine invierà gli animali vivi al macello scortati dal modello di certificato in allegato 5. II veterinario ufficiale competente sull'impianto di macellazione provvederà conseguentemente a far scortare le cosce fresche destinate ad un impianto di lavorazione, ovviamente riconosciuto ai fini dell' esportazione verso la Repubblica Popolare di Cina, dal modello di certificato in allegato Requisiti per gli stabilimenti. Gli impianti di macellazione, al fine della fornitura della materia prima agli stabilimenti di lavorazione, e quest'ultimi, per poter esportare verso la Cina prosciutti crudi stagionati, devono essere stati riconosciuti, ai fini dell'apposita registrazione, dal CNCA. Attualmente, in seguito alle visite ispettive effettuate da AQSIQ/CNCA (Amministrazione per la Certificazione e l'accreditamento della Repubblica Popolare Cinese), ai fini del riconoscimento e registrazione degli stabilimenti interessati alle esportazioni in argomento, risultano riconosciuti, come detto in premessa, 36 stabilimenti, il cui elenco si inoltra in allegato 7. Si precisa che nell'elenco di cui sopra è stato erroneamente inserito uno stabilimento (n CE 1627L) che non effettua il ciclo completo di lavorazione pertanto non in linea con le caratteristiche concordate dalle autorità cinesi, pertanto al momento non potrà effettuare le esportazioni dei propri prodotti. Per successive richieste di inserimento in suddetta lista, i titolari degli stabilimenti che rispondono alle caratteristiche richieste dalle autorità cinesi (ciclo completo di lavorazione "stagionatura, disosso, affettamento") dovranno presentare a questo Ministero - Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione - la seguente documentazione, che sarà inoltrata a CNCAI AQSIQ: Planimetria dello stabilimento con indicazioni dei locali, Diagramma di flusso dei prodotti che si intende esportare. A riguardo si precisa che le tipologie di prodotto devono rispondere a quanto indicato nel relativo certificato, Questionario relativo alle caratteristiche dello stabilimento ed alla produzione (allegato 8). Tale documentazione, come richiesto dalle Autorità cinesi, dovrà essere prodotta in lingua inglese. Contestualmente a questa documentazione si richiede quanto segue: Domanda su carta intestata della ditta, Ricevuta di versamento di 1301,47 su C.C intestato alla Tesoreria dello Stato di Viterbo. Tutta la documentazione di cui sopra dovrà essere inviata esclusivamente per il tramite dell'assessorato alla Sanità Servizi veterinari territorialmente competente. Gli stabilimenti di macellazione italiani che volessero essere autorizzati a conferire carni fresche ai fini dell'esportazione in Cina agli stabilimenti di trasformazione iscritti nella lista per l'export in Cina devono seguire l'iter autorizzativo in analogia a quanto già previsto per gli stabilimenti da abilitare all'export in USA e Giappone (vedi Note Ministeriali DGV A/IX/26665/P del e DGV A/IX/34597/P del ): devono pertanto fare domanda di iscrizione con analoga modulistica, rispettare le modalità e la tempistica del periodo di pre-iscrizione ed essere ispezionati con esito favorevole dallo scrivente Dipartimento. Si evidenzia che presso lo stabilimento di lavorazione dei prosciutti crudi stagionati - che deve essere situato sul territorio italiano, ad eccezione della Sardegna - dovrà essere conservato per un periodo non inferiore a 2 anni un registro ufficiale corredato dai certificati cui esso fa riferimento e dal quale risultino i dati di tutti i prosciutti crudi componenti la partita.

4 3. Requisiti per i prosciutti crudi stagionati. Nonostante il pertinente certificato sanitario faccia riferimento a prosciutti stagionati per almeno 313 giorni, ad oggi sono consentite le esportazioni verso la Repubblica popolare di Cina solo dei prosciutti crudi Parma e San Daniele. Sotto controllo del veterinario ufficiale, ogni coscia fresca deve: a. essere marchiata ad inchiostro o a fuoco con un timbro che riporti il numero di riconoscimento del macello di provenienza; b. riportare, sul gambetto, un sigillo metallico che indichi mese ed anno della sua introduzione nello stabilimento di lavorazione; c. essere contrassegnata, prima della salatura, con un timbro a fuoco che identifichi lo stabilimento e la data di inizio salagione. 4. Regime transitorio per prosciutti crudi con stagionatura in corso o già completata idonei a poter essere esportati verso la Repubblica Popolare di Cina. Relativamente ai prosciutti che hanno completato o che si trovano attualmente in fase di maturazione, occorre tener conto dei requisiti sanitari previsti dai modelli di certificati individuati al punto 1 relativi al trasporto dei suini dall'allevamento verso il macello e delle cosce fresche dal macello verso lo stabilimento di produzione. Sarà cura delle aziende interessate all'esportazione acquisire le pertinenti attestazioni di idoneità siglate dal veterinario ufficiale dell'allevamento e del macello al fine di attuare una ricognizione volta ad individuare i prosciutti in oggetto che possiedono i suddetti requisiti. 5. Etichettatura In conseguenza di recenti modifiche apportate dalle competenti Autorità cinesi alla propria legislazione in materia di etichettatura, l'approvazione da parte delle medesime Autorità dell'etichetta avverrà al momento dei controlli previsti all'arrivo dei prodotti in Cina. Non è più necessaria, pertanto, come comunicato con nota DSVET-3/1343 del 9 Maggio u.s., la preventiva approvazione da parte cinese dell'etichetta che si intende apporre ai prodotti; di conseguenza decade anche l'obbligo da parte della Ditta esportatrice di presentare ai Servizi veterinari delle ASL territorialmente competenti, al fine del rilascio della certificazione sanitaria, un documento atte stante la suddetta approvazione. Al riguardo, il veterinario ufficiale, per la prima spedizione e qualora la Ditta non sia in possesso dell'approvazione dell'etichetta, può non indicare sul certificato sanitario per le esportazioni in oggetto tale numero laddove la medesima Ditta dimostri, anche mediante autocertificazione, di essersi attivata presso le Autorità cinesi al riguardo. Nel chiedere a codesti Assessorati di voler cortesemente informare di quanto sopra i Servizi veterinari territorialmente competenti nonché Enti ed operatori commerciali interessati, si ringrazia per la collaborazione. ALLEGATI: Pago 22

5

6

7 ALLEGATO 8 APPLICATION FOR THE FOREIGN ESTABLISHMENT INTEND TO EXPORT OF MEAT AND MEAT PRODUCTS TO CHINA NOTE: This application provided by Certification and Accreditation Administration of the People s Republic of China (CNCA) is the necessary information on slaughterhouse and/or meat processing establishment required CNCA for evaluation to export meat and meat products to China. Please provide any additional information to support your application freely and on your will. 1. Particulars of Establishment 1.1 Name of Establishment: 1.2 Address: 1.3 Registration No: 1.4 Approval Authority: 1.5 Year Constructed: 1.6 Total Land Area: 1.7 Total Built-in Area: 1.8 Types of Products Manufactured: 1.9 Products intended for export to China: 1.10 Source of Livestock/Poultry List provinces/districts from which the livestock/poultry are obtained for slaughter: Whether the livestock/poultry are companied with the inspection certificate (if have, attached a copy of the sample) Whether company's farms or contract farms: 1.11 Establishment Approved for Export to other countries/ List the names of countries, dates of approval, and types of products approved, year of first export, dates of most recent export. Attach copy of veterinary health certificate that accompanied the last shipment to each country.

8 2. Location and Layout of Establishment 2.1 Description of the area where establishment is located (e.g. industrial, agricultural, residential, etc.): 2.2 Layout Plan of Establishment Layout plan(s) (including the location plan accompanied with the application): Separate rooms for different operations: 2.3 Materials Used &Design Floor: Walls: Ceilings & Superstructures: Lighting: Ventilation System: Footbaths for entrance into slaughter/processing rooms/areas: 3. Water Supply/Ice 3.1 Source of water: 3.2 Chlorination: (Yes/No) If yes, state level in ppm: 3.3 Bacteriological examination Item and Method: Frequency: Records available: (Yes/No) 3.4 Ice making machine available in premises: (Yes/No) If yes, capacity of machine: Ice storage and capacity:

9 4. Manpower 4.1 Staff Information (List the number, qualifications of technical, general workers, etc, employed by establishment): 4.2 Medical Examination and History: Are employees medically examined and certified fit to work in a food preparation establishment prior to employment: (Yes/No) Annual Health Check and Records for Workers: (Yes/No) 4.3 Uniforms Gloves and face masks: (Yes/No) 4.4 Laundry (in-plant or by contract): 5 Slaughtering Premises 5.1 Equipment Attach list of equipment (types, brand and manufacturer) used. 5.2 Slaughtering Processing Slaughtering Procedures (attach process flowcharts): Slaughtering line speed: 5.3 Food Safety Programs Whether based on HACCP system or equivalent: (Yes/No) (If yes, attach the HACCP plan) State whether testing done in-house or provided by a service laboratory: If in-house, list facilities and tests (attach a copy of manual): Sampling and testing procedures: Testing method and criteria for rejection/acceptance:

10 5.4 Sanitation Standards Operating Procedures (SSOP) Brief description: Name and designation of individuals implementing and maintaining SSOP activities: Attach copies of the latest daily records of cleaning and sanitizing treatment. 5.5 Daily Throughput Number of shifts: Slaughter capacity (tones) per shift: Number of working days per week: 5.6 Total annual slaughter capacity (tons): 5.7 Meat Inspection By government inspectors or company's QC staff: Total number of inspectors, qualification and training: Number of inspectors per shift: Inspection procedures (attach a copy of the inspection manual): Criteria for rejection/acceptance of animal body/section: (attach a copy of the past condemnation record): 5.8 Boning /Cutting Room Temperature control features: (Yes/No) If yes, state temperature: Boning /Cutting production capacity: 5.9 Storage Facilities Packing/canning materials storage room: (Yes/No) Dry ingredients storage room: (Yes/No)

11 5.9.3 Chemicals, disinfectants and other cleaning agents storage room (attach copies of the latest records): (Yes/No) 5.10 Numbers, type (static, air blast etc/ammonia or freon), capacity of chillers/deep freezers/cold storage: 5.11 Edible Offal Handling & Cooling Procedures: 5.12 Waste Treatment/Disposal Procedures for treatment of inedible/unqualified products : Procedure of waste treatment/disposal Procedure of effluent treatment/disposal and daily treatment/disposal capability 5.13 Description of the traceable procedure of the unqualified products 6 Processing Premises 6.1 Source of meat List countries and Registration No. of plants where meat is obtained for processing: 6.2 Equipment Attach list of equipment (types, brand and manufacturer) used: 6.3 Processing Procedures Attach process flowcharts: Brief description of type of products and processing methods (Including time and temperature of processing): 6.4 Food Safety Programs Whether based on HACCP system or equivalent: (Yes/No) (If yes, attach the HACCP plan) State whether testing done in-house or provided by a service laboratory:

12 If in-house, list facilities and tests (attach a copy of manual): Sampling and testing procedures: Testing method and criteria for rejection/acceptance: 6.5 Sanitation Standards Operating Procedures (SSOP) Brief description: Name and designation of individuals implementing and maintaining SSOP activities: Attach copies of the latest daily records of cleaning and sanitizing treatment. 6.6 Daily Throughput Number of shifts: Production capacity (tones) per shift: Number of working days per week: 6.7 Total annual production capacity (tons) of each product: 6.8 Storage Facilities Packing materials storage room: (Yes/No) Dry ingredients storage room: (Yes/No) Chemicals, disinfectants and other cleaning agents storage room (attach copies of the latest records): (Yes/No) 6.9 Numbers, type (static, air blast etc/ammonia or freon), capacity of chillers/deep freezers/cold storage: 6.10 Waste Treatment/Disposal Procedures for treatment of inedible/unqualified products : Procedure of waste treatment/disposal Procedure of effluent treatment/disposal and daily treatment/disposal capability 6.11 Description of the traceable procedure of the unqualified products

13 7 Welfare/Washing facilities 7.1 Staff canteen(s), Changing rooms, Lockers, Shower facilities :( Yes/No) 7.2 Hands-free operated features for taps and toilet flush and washing and disinfecting hands facilities: (Yes/No) 8 Photographs of the establishment (to submit together with this application): 9 Declaration by Establishment I HEREBY DECLARE THAT THE INFORMATION GIVEN ABOVE IS TRUE AND CORRECT. (Signature and designation of person who submitted above information) (Signature of the owner and Company Stamp) (Date) 10 Verification by Veterinary Authority I HAVE VERIFIED THE ABOVE INFORMATION GIVEN BY THE COMPANY AND CERTIFIED IT IS TRUE AND CORRECT. (Signature and designation of veterinarian who verified above information) Stamp of Veterinary Authority (Date)

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

Nome del concorrente - Competitor's name :...

Nome del concorrente - Competitor's name :... MODULO DI RICHIESTA DI MATERIALE SUPPLEMENTARE ADDITIONAL MATERIAL ORDER FORM Il materiale e i documenti compresi nella tassa di iscrizione sono elencati nell'appendice VI del 2015 FIA WRC Sporting Regulations

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO E LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI INCONVENIENTI RELATIVE ALLE VARIANTI DEL PROGRAMMA NH-90

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO E LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI INCONVENIENTI RELATIVE ALLE VARIANTI DEL PROGRAMMA NH-90 MINISTERO DELLA DIFESA Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l Aeronavigabilità ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

LE PRINCIPALI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NEI PAESI EXTRA-EUROPEI. CCIAA di BRESCIA 4 Marzo 2013

LE PRINCIPALI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NEI PAESI EXTRA-EUROPEI. CCIAA di BRESCIA 4 Marzo 2013 LE PRINCIPALI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NEI PAESI EXTRA-EUROPEI CCIAA di BRESCIA 4 Marzo 2013 PREMESSA analisi e confronto dei dati forniti dalle fonti ufficiali talvolta

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale

CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale City Credit Capital (UK) Limited (FCA Reg. 232015) 12th Floor Heron Tower, 110 - Bishopsgate,

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E GESTIONE DELLE NON CONFORMITA RILEVATE IN OCCASIONE DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO UFFICIALE

INDIVIDUAZIONE E GESTIONE DELLE NON CONFORMITA RILEVATE IN OCCASIONE DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO UFFICIALE INDIVIDUAZIONE E GESTIONE DELLE RILEVATE IN OCCASIONE DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO UFFICIALE CRITERIO OPERATIVO N 3 CRO 03 CRITERI OPERATIVI Revisione 01 del 15.02.13 Pagina 1 di 12 CRITERI OPERATIVI PER

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative.

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative. Authorising a person or organisation to enquire or act on your behalf Autorizzazione conferita ad una persona fisica o ad una persona giuridica perché richieda informazioni o agisca per Suo conto Queste

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL

Dettagli

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 La prevenzione primaria per la sicurezza delle attività subacquee professionali: risvolti procedurali, operativi, medici ed assicurativi

Dettagli

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ Come diventare Partner di Ruckus Utilizzare il seguente link http://www.ruckuswireless.com/ e selezionare dal menu : PARTNERS > Channel Partners Applicare per diventare

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 "Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualita' e di sicurezza per

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export

Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export Dott.ssa Luigia Scimonelli ISS - Min. del lavoro, della salute e delle politiche sociali Roma, 26 novembre 2008 Indice Convenzione di

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI (FAQ)

DOMANDE FREQUENTI (FAQ) DOMANDE FREQUENTI (FAQ) Per la sua convenienza, le seguenti informazioni sono fornite in italiano. La preghiamo di prender nota che ogni transazione od ulteriore comunicazione verrà condotta solamente

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari

Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari Benito Campana Itinerario Cosa comunicare al consumatore Lunghezza della filiera e le responsabilità

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 Codice DB2017 D.D. 15 novembre 2012, n. 799 Applicazione art. 6 Regolamento (CE) n. 852/2004 e D.G.R. n. 16-4910 del 14.11.2012. Definizione della modulistica per la notifica

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

222X IT Manuale d uso

222X IT Manuale d uso 222X IT Manuale d uso INDICE 1 INTRODUZIONE 2 1.1 Benvenuto 2 1.2 Contatti per il servizio 2 1.3 Cosa fare se il vostro veicolo viene rubato 3 1.4 Autodiagnostica periodica del vostro dispositivo 4 1.5

Dettagli

malattie del bestiame. Informazione&Zootecnia

malattie del bestiame. Informazione&Zootecnia UMBRIA INFORMAZIONE&ZOOTECNIA Corretta prassi e biosicurezza nell allevamento bovino A.R.A. Associazione Regionale Allevatori dell SEDE LEGALE ED OPERATIVA di Perugia: Via O.P. Baldeschi, 59 06073 Taverne

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 29.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 95/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 322/2014 DELLA COMMISSIONE del 28 marzo 2014 che impone condizioni speciali

Dettagli

Complete, Sign, Scan & Send by Email to: mipet@simulationteam.com as soon as possible. MIPET 6 th Edition. MIPET FORM A Modello A 5 Pages: 1-5

Complete, Sign, Scan & Send by Email to: mipet@simulationteam.com as soon as possible. MIPET 6 th Edition. MIPET FORM A Modello A 5 Pages: 1-5 MIPET 6 th Edition International Master in Industrial Plant Engineering and Technologies of Genoa University MIPET FORM A Modello A 5 Pages: 1-5 To: MAGNIFICO RETTORE, UNIVERSITY OF GENOA Dipartimento

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DEGLI ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI

Dettagli

le parti concordano e stipulano quanto segue

le parti concordano e stipulano quanto segue Logo Prefettura Logo Ufficio Scolastico Regionale BOZZA PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Prefetto di.. nella persona del dott.. e il Direttore dell Ufficio Scolastico Regionale di.,. nella persona del dott....,

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome prodotto 1.3.

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 25 DEL 5 GIUGNO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 25 DEL 5 GIUGNO 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 25 DEL 5 GIUGNO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 12 maggio 2006 - Deliberazione N. 593 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza

Dettagli

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Regolamento per la determinazione dei criteri per il calcolo del valore di mercato degli animali abbattuti

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli