Lezione 3. La tutela del software

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezione 3. La tutela del software"

Transcript

1 Lezione 3 La tutela del software

2 Software e diritto d autore Legge 633/41 Articolo 2 Sono protetti i programmi per elaboratore, in qualsiasi forma espressi purchè originali quale risultato di creazione intellettuale dell autore. Restano esclusi le idee e i principi che stanno alla base di qualsiasi elemento di un programma, compresi quelli alla base delle sue interfacce. Il termine programma comprende anche il materiale preparatorio per la progettazione del programma stesso.

3 Tutela Protetti programmi risultato della creazione intellettuale materiale preparatorio necessario alla progettazione del programma Non protetti idee e i principi che stanno alla base di un qualsiasi elemento del programma, compresi quelli alla base delle sue interfaccie

4 Titolari dei diritti Regola generale Rapporto di lavoro subordinato Rapporto di committenza Diritti morali Colui che ha creato il programma Colui che ha creato il programma Colui che ha creato il programma Diritti patrimoniali Colui che ha creato il programma Datore di lavoro Colui che ha creato il programma *** *** Anche se il software è sviluppato su incarico di terzi, i diritti sul programma spettano all autore dello stesso a meno che il contratto non stabilisca diversamente

5 Durata Fino al termine del 70^ anno solare dopo la prima pubblicazione o messa a disposizione del pubblico

6 Diritti del titolare: la riproduzione Effettuare o autorizzare: * La riproduzione del programma - permanente o temporanea - con qualsiasi mezzo e forma - totale o parziale * Il caricamento, la visualizzazione, l esecuzione, la trasmissione e la memorizzazione quando richiedono la riproduzione

7 Effettuare o autorizzare: - la traduzione - l adattamento - la trasformazione Diritti del titolare la modificazione - ogni altra modificazione - la riproduzione conseguente alle modifiche I diritti di chi modifica il programma non devono essere pregiudicati

8 Diritti del titolare la distribuzione Effettuare o autorizzare: - qualsiasi forma di distribuzione al pubblico del programma per elaboratore o copie dello stesso compresa la locazione La vendita di una copia del programma nella CE da parte del titolare dei diritti o con il suo consenso esaurisce il diritto di distribuzione di detta copia all interno della Comunità, ad eccezione del diritto di controllare l ulteriore locazione del programma o di una copia dello stesso.

9 Licenze La licenza è un contratto con cui il titolare esercita i propri diritti patrimoniali

10 Tipi di licenze Software proprietario generalmente la licenza consente il semplice diritto di utilizzo (licenza d uso) Freeware la licenza permette la libera distribuzione ma non la modificazione (non viene distribuito il sorgente) Shareware la licenza permette la libera distribuzione, ma l utilizzo dopo un determinato periodo è condizionato (ad una registrazione, al pagamento di un corrispettivo etc.) Public domain rinuncia ai diritti sul software Free software (Free Software Foundation) Software Open Source (Open Source Iniziative)

11 Il software open source Free Software Foundation Open Source Iniziative 2 caratteristiche principali: - libero accesso al codice sorgente - effetto a cascata delle licenze

12 Le libertà fondamentali della Free Software Foundation 0. Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo 1. Libertà di studiare il funzionamento del programma e di adattarlo eventualmente alle proprie necessità. L accesso al codice sorgente ne è una precondizione 2. Libertà di ridistribuire copie 3. Libertà di migliorare il programma e distribuire pubblicamente i miglioramenti in modo tale che tutta la comunità ne possa trarre beneficio. L accesso al codice sorgente ne è una precondizione

13 Open source Iniziative Open source definition Libera distribuzione Distribuzione del codice sorgente e in forma compilata Modificazione e realizzazione di prodotti derivati Se file patch, allora possibili limitazioni alla modifica del codice sorgente Nessuna discriminazione verso singoli o gruppi Nessuna modificazione verso campi di applicazione I diritti sul programma trovano applicazione a tutti coloro a cui viene ridistribuito Il programma è libero sempre, non solo quando fa parte di un prodotto specifico La licenza non pone limitazioni su altro software che venga distribuito insieme al software in licenza

14 Licenze Alla Free Software Foundation e alla Open Source Iniziative sono riconducibili alcune licenze che sono considerate conformi ai principi dichiarati dall una e dall altra. La licenza GPL (General Public License) è una di queste.

15 La licenza GPL Termini generali La licenza si applica non solo al programma oggetto di licenza ma anche a qualsiasi programma che contenga il primo o una porzione di esso, anche testuale, modificata o tradotta E possibile copiare e distribuire copie testuali del codice sorgente, sempre però associate alla licenza. E possibile modificare intere copie o porzioni del programma e distribuire le modifiche a queste condizioni: - indicazione delle modifiche, della data e dell autore - applicazione della stessa licenza anche alle modifiche - le condizioni di licenza devono poter essere visibili all avvio del programma effetto a cascata

16 Licenza GPL Termini generali (continuazione) E possibile copiare e distribuire il programma in codice oggetto o in forma eseguibile a queste condizioni: - deve essere allegato il codice sorgente - deve essere presente un offerta scritta, valida tre anni, di rilasciare a chiunque al prezzo massimo del costo effettivo il codice sorgente - deve essere presente l offerta di cui sopra se se ne è stati a sua volta destinatari La licenza non si applica a parti di un lavoro che si possano chiaramente identificare come non derivate dal programma; ma se queste parti sono distribuite come parti integrante di un lavoro considerato nella sua interezza come derivato dal programma, la licenza si applica all intera distribuzione.

17 Licenza BSD Copyright (c) <YEAR>, <OWNER> All rights reserved. Redistribution and use in source and binary forms, with or without modification, are permitted provided that the following conditions are met: * Redistributions of source code must retain the above copyright notice, this list of conditions and the following disclaimer. * Redistributions in binary form must reproduce the above copyright notice, this list of conditions and the following disclaimer in the documentation and/or other materials provided with the distribution. * Neither the name of the <ORGANIZATION> nor the names of its contributors may be used to endorse or promote products derived from this software without specific prior written permission. THIS SOFTWARE IS PROVIDED BY THE COPYRIGHT HOLDERS AND CONTRIBUTORS "AS IS" AND ANY EXPRESS OR IMPLIED WARRANTIES, INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, THE IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE ARE DISCLAIMED. IN NO EVENT SHALL THE COPYRIGHT OWNER OR CONTRIBUTORS BE LIABLE FOR ANY DIRECT, INDIRECT, INCIDENTAL, SPECIAL, EXEMPLARY, OR CONSEQUENTIAL DAMAGES (INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, PROCUREMENT OF SUBSTITUTE GOODS OR SERVICES; LOSS OF USE, DATA, OR PROFITS; OR BUSINESS INTERRUPTION) HOWEVER CAUSED AND ON ANY THEORY OF LIABILITY, WHETHER IN CONTRACT, STRICT LIABILITY, OR TORT (INCLUDING NEGLIGENCE OR OTHERWISE) ARISING IN ANY WAY OUT OF THE USE OF THIS SOFTWARE, EVEN IF ADVISED OF THE POSSIBILITY OF SUCH DAMAGE.

18 Facoltà dell utilizzatore legittimo* Facoltà Attività di riproduzione, traduzione, correzione, etc. Effettuare una copia di riserva Osservare, studiare e sottoporre a prova il funzionamento del programma Decompilazione (riproduzione del codice e traduzione della sua forma) Condizioni Se necessarie per l uso del programma in modo conforme alla sua destinazione Se necessaria per l uso Per determinare le idee e i principi su cui è basato il programma Per conseguire l interoperabilità con altri programmi Note E ammesso patto contrario Non è ammesso patto contrario Non è ammesso patto contrario Non è ammesso patto contrario * La legge riconosce a chi usa legittimamente il software (ad esempio chi abbia acquisito la licenza d uso sullo stesso) alcune facoltà, che possono essere esercitate anche se la licenza nulla dice in merito. In alcuni casi la licenza può negare la facoltà (è ammesso patto contrario), in altri non lo può fare (non è ammesso patto contrario). In tali ultimi casi, una clausola che negasse la facoltà sarebbe nulla.

19 Condizioni per la decompilazione - attività eseguita da personale legittimato; - informazioni sull interoperabilità non accessibili in altro modo; - attività di decompilazione limitata alla parte del programma mecessaria per l interoperabilità; - le informazioni ottenute non possono essere comunicate a terzi; - le informazioni ottenute non possono essere usate per fini diversi - le informazioni ottenute non possono essere utilizzate per lo sviluppo o la commercializzazione di un programma per elaboratore simile a quello sul quale si è eseguita la decompilazione

20 Il ruolo della SIAE La tenuta del Registro pubblico speciale dei programmi per elaboratore la registrazione è facoltativa; ha lo scopo di precostituire una prova, che può essere utilizzata in giudizio L apposizione del contrassegno sul supporto contenente programmi per elaboratore programmi multimediali suoni, voci o immagini in movimento

21 il contrassegno può non essere apposto sui supporti contenenti programmi per elaboratore, utilizzati esclusivamente mediante elaboratore elettronico, sempre che tali programmi non contengano suoni, voci o sequenze di immagini in movimento tali da costituire opere fonografiche, cinematografiche o audiovisive intere, non realizzate espressamente per il programma per elaboratore, ovvero loro brani o parti eccedenti il cinquanta per cento dell'opera intera da cui sono tratti, che diano luogo a concorrenza all'utilizzazione economica delle opere medesime. In tali ipotesi la legittimità dei prodotti, anche ai fini della tutela penale di cui all'articolo 171-bis, è comprovata da apposite dichiarazioni identificative che produttori e importatori preventivamente rendono alla SIAE.

22 Tutela civile Provvedimenti di urgenza Descrizione dei programmi, accertamento, perizia, sequestro dei programmi e supporti, sequestro dei proventi, inibitoria provvisoria a produrre e commercializzare Provvedimenti in via definitiva Distruzione delle copie abusive, rimozione dello stato di fatto illecito, aggiudicazione al titolare delle copie contraffatte, risarcimento del danno, pubblicazione a spese del contraffattore

23 Tutela penale 171-bis. 1. Chiunque abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi per elaboratore o ai medesimi fini importa, distribuisce, vende, detiene a scopo commerciale o imprenditoriale o concede in locazione programmi contenuti in supporti non contrassegnati dalla Società italiana degli autori ed editori (SIAE), è soggetto alla pena della reclusione da sei mesi a tre anni e della multa da lire cinque milioni a lire trenta milioni. La stessa pena si applica se il fatto concerne qualsiasi mezzo inteso unicamente a consentire o facilitare la rimozione arbitraria o l'elusione funzionale di dispositivi applicati a protezione di un programma per elaboratori. La pena non è inferiore nel minimo a due anni di reclusione e la multa a lire trenta milioni se il fatto è di rilevante gravità. ( )

24 Duplicazione abusiva di software Sentenze - il concetto di duplicazione La fattispecie di duplicazione abusiva di programmi per elaboratore comprende non soltanto la produzione non autorizzata di copie perfette del programma interessato, ma anche la realizzazione di programmi ricavati dallo sviluppo o da modifiche del prodotto originale, quando di quest'ultimo sia replicata una parte funzionalmente autonoma e costituente, comunque, il nucleo centrale dell'opera protetta. Cass. Sez. III, sent. n del La fattispecie di duplicazione abusiva di programmi per elaboratore comprende non soltanto la produzione di copie non autorizzate del programma interessato, ma anche la condotta di indebita utilizzazione del programma stesso al fine di realizzare, mediante modifiche e sviluppi, un diverso prodotto per elaboratore, atteso che l'art. 171 bis della legge 633/41 sanziona ogni attività di riproduzione che contrasti con la volontà del titolare del bene, indipendentemente dalle modalità di successiva utilizzazione del programma riprodotto, e che l'art. 64-quater della stessa legge vieta espressamente lo sfruttamento dei codici del prodotto originale per la elaborazione di un programma sostanzialmente simile nella sua forma espressiva. Cass. Sez. III, sent. n del

25 Duplicazione abusiva di software Sentenze - il profitto Cassazione Penale n del 6 settembre 2001 In tema di detenzione di prodotti privi di contrassegno S.I.A.E., la modifica del primo comma dell'art. 171-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633 (apportata dall'art. 13 della legge 18 agosto 2000, n. 248) che ha sostituito al dolo specifico del "fine di lucro" quello del "fine di trarne profitto", comporta un'accezione più vasta, che non richiede necessariamente una finalità direttamente patrimoniale, ed amplia pertanto i confini della responsabilità dell'autore.

26 Duplicazione abusiva di software Sentenze - il profitto Cassazione Penale n settembre 2001 Sussiste continuità normativa tra il reato di cui all'art. 171-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633 (introdotto dall'art. 10 del D.Lgs. 29 dicembre 1992, n. 518), che sanzionava la detenzione a scopo commerciale, per fini di lucro, di copie abusivamente duplicate di programmi per elaboratori, e l'art. 13 della legge 18 agosto 2000, n. 248, che punisce chiunque abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi per elaboratore o, ai medesimi fini, importa, distribuisce, vende, detiene a scopo commerciale o imprenditoriale i detti programmi privi del contrassegno della S.I.A.E., atteso che non vi è stato un ampliamento della tutela penale, configurando le variazioni lessicali apportate soltanto una corretta specificazione del campo di applicazione della disposizione. (La Corte ha in particolare affermato che la sostituzione della dizione "scopo di lucro" con "scopo di profitto" risulta solo tesa a superare le questioni interpretative correlate ad ipotesi di vantaggio non immediatamente patrimoniale, così come quella dell'espressione "detenzione per scopo commerciale" con "detenzione per scopo commerciale o imprenditoriale" chiarisce l'ambito della tutela di cui al D.Lgs. n. 518 del 1992, che ha introdotto il citato art. 171-bis).

27 Duplicazione abusiva di software Sentenze - il profitto In tema di tutela del diritto d'autore, le differenti espressioni utilizzate dal legislatore nelle varie formulazioni, succedutesi nel tempo, degli art. 171-bis e 171-ter, hanno esplicato la funzione di modificare la soglia di punibilità del medesimo fatto, allargandola allorchè è stata utilizzata l'espressione "a scopo di profitto", e restringendola allorchè si è ritenuto configurabili i reati de qua se commessi a "fini di profitto". Cass. pen. Sez. III, , n. 149 (rv ) Sentenza contraria alla precedente!

28 Duplicazione abusiva di software Sentenze - il profitto In tema di illecita duplicazione e diffusione di programmi per elaboratore, l'art. 171 bis l.d.a. nel testo anteriore alle modifiche apportate dalla legge 248/00, richiede il dolo specifico del fine di lucro, che non si identifica con qualsiasi vantaggio, nè con un mero risparmio di spesa, ma si riferisce ad un fine di guadagno economicamente apprezzabile o di incremento patrimoniale da parte dell'autore del fatto, con conseguente restrizione della soglia di punibilità(in applicazione di tale principio la Suprema corte - annullando senza rinvio la sentenza di merito di condanna - ha escluso il fine di lucro nella condotta degli imputati, che gestivano un sito Ftp - "file transfer protocol" - mediante un computer, sul quale venivano scaricati - "download" - programmi tutelati dal diritto d'autore, i quali potevano poi essere prelevati da determinati utenti che avevano accesso al server, atteso che gli imputati in oggetto non traevano alcun vantaggio economico dalla predisposizione del server in oggetto, da cui invece traevano profitto gli utenti). Cass. pen. Sez. III, , n. 149 Attenzione! La sentenza è recente ma fa riferimento ad un caso avvenuto prima della modifica normativa che ha sostituito fine di lucro con scopo di profitto

29 La fattispecie La Guardia di Finanza ha svolto un controllo di routine presso una ditta e nei computer di essa ha trovato numerosi programmi (software) in cui mancava il numero di registrazione, o che non erano sul supporto originale, o che erano privi di manuali, o che, pur essendo muniti della prova di acquisto dal produttore, erano installati su più computer di quanti previsti dal contratto. Ha di conseguenza contestato al titolare della ditta il reato di cui all art. 171-bis comma 1 Legge 18 agosto 2000, n. 248 che punisce Chiunque abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi per elaboratore o ai medesimi fini importa, distribuisce, vende, detiene a scopo commerciale o imprenditoriale o concede in locazione programmi contenuti in supporti non contrassegnati dalla Societ ietà italiana degli autori ed editori ritenendo che gli accertamenti svolti costituissero prova sufficiente di una acquisizione di un uso illecito del software.

30 La sentenza (Tribunale di Bolzano 31 marzo 2005) Ciò che è stato accertato non prova affatto che l imputato l abbia detenuto programmi duplicati o programmi duplicati illegalmente o che abbia agito con il dolo richiesto nè che abbia agito a scopo imprenditoriale. Non è sufficiente essere imprenditore perché si realizzi lo scopo imprenditoriale richiesto dalla legge. L art. art.171- ter, comma 2, legge 18 agosto 2000, n. 248, si riferisce alla condotta di chi commette il fatto esercitando in forma imprenditoriale attività di riproduzione, distribuzione, vendita o commercializzazione, importazione di opere tutelate dal l diritto d'autore. Quindi l illecito l llecito configurabile è semmai quello di cui all art. 174-ter (sanzione amministrativa) Non esiste nel nostro diritto un obbligo di registrarsi presso il produttore del software o di conservare i documenti di acquisto. Possono quindi verificarsi le seguenti situazioni che, pur in mancanza di licenza o registrazione, sono del tutto prive di valenza probatoria: Il programma non è registrato perchè l acquirente ha ritenuto legittimamente di non registrarsi o perché ha omesso di far ciò per dimenticanza; Il programma è stato registrato, ma ciò non risulta dalla copia in uso; Il supporto non è quello originale perchè viene usata la copia di riserva; Il venditore o installatore ha rifilato all acquirente inesperto una copia pirata; Accade che programmi un po vecchi vengano offerti gratuitamente dal produttore su riviste per indurre il pubblico ad acquistare la versione più aggiornata e compatibile con le nuove versioni dei sistemi operativi; Il programma è stato acquistato usato; Il programma è stato acquistato all estero ed è quindi privo (legittimamente) di contrassegno SIAE. Sono in regolare commercio in Internet i cosiddetti programmi OEM i quali sono programmi sul CD originale, destinati ad essere installati sui computer nuovi per la vendita con esso e privi di manuale; il produttore di computer che li ha acquistati dal produttore di programmi non potrebbe forse destinarli ad altro uso in base al contratto di acquisto, ma se li immette sul mercato non commette alcun illecito penale, ma solamente un illecito contrattuale e di conseguenza la copia è del tutto legittimamente in circolazione. E chi lo installa è in possesso di dischetto originale e delle corrette password o chiavi di accesso, pur non avendo alcuna licenza o manuale e pur non avendo avuto alcun contatto con il produttore. Ciò significa che la prova del reato non può essere desunta sic et simpliciter dal possesso di un CD privo del contrassegno SIAE o di etichette originali, ma che in ogni caso bisognerebbe risalire alla fonte del programma, stabilire a chi è stato venduto originariamente, seguire le sue vicende successive, fino ad ottenere la prova dell'acquisizione illecita. In mancanza di questi accertamenti (a dire il vero quasi sempre impossibili) manca la prova che il programma sia una copia illegale e, quantomeno, che il detentore fosse a conoscenza di tale illegalità.

31 La questione della brevettabilità del software Tutela del diritto d autore oggetto opera dell ingegno E tutelata la forma di espressione del codice sorgente o del codice oggetto ma non le idee o i principi che ne sono alla base Tutela brevettuale oggetto invenzione industriale E tutelata l invenzione. Condizioni: - novità - attività inventiva - idoneità ad un applicazione industriale

32 art. 52 Convenzione sul brevetto europeo I programmi per elaboratore, in quanto tali, non possono essere considerati invenzioni. Cosa vuol dire in quanto tali? Vuol dire privi di carattere tecnico.

33 La tutela delle invenzioni attuate attraverso elaboratori elettronici Condizione un invenzione per essere brevettabile deve costituire un contributo tecnico allo stato dell arte La giurisprudenza europea è molto variabile in materia con la conseguenza che un invenzione attuata attraverso elaboratori elettronici trova tutela in uno stato e non in un altro

34 Brevetti concessi in sede europea Esempi: sistema per scegliere degli oggetti attraverso il riconoscimento automatico degli oggetti; sistema per progettare un contenitore tridimensionale; sistema per ottimizzare i raggi X evitando sovraesposizioni; metodo per convertire automaticamente da una forma ad un altra un testo al fine di trasformarsi in comandi di stampa; sistemi di miglioramento del monitor sistema di configurazione di immagini sullo schermo

35 La tutela delle invenzioni attuate attraverso elaboratori elettronici... continuazione A questo si aggiunga il diverso regime previsto negli Stati Uniti e in Giappone dove sono brevettabili non solo i softwares ma anche i metodi commerciali informatici (business method patents) In particolare, negli Stati Uniti, non è richiesto per l assegnazione del brevetto che l invenzione fornisca un contributo tecnico

36 La proposta di direttiva COM (2002)92 Brevettabilità dell invenzione attuata attraverso elaboratori elettronici invenzione la cui esecuzione implica l uso di un elaboratore e che presenta a prima vista una o più caratteristiche di novità che sono realizzate in tutto o in parte per mezzo di uno o più programmi per elaboratore; Condizioni deve essere adatta ad un applicazione industriale deve presentare un carattere di novità deve implicare un attività inventiva deve cioè arrecare un contributo tecnico, inteso come un contributo allo stato dell arte in un settore tecnico, giudicato non ovvio da una persona competente nella materia

37 La proposta è decaduta nel 2005! Ad oggi non vi sono ancora iniziative comunitarie in materia!

Area Sistemi Sicurezza Informatica

Area Sistemi Sicurezza Informatica InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni Note sull installazione di CardOS API 2.2.1 Funzione emittente 70500 Area Sistemi Sicurezza Informatica NOTE su

Dettagli

Varie. Servizio informazioni

Varie. Servizio informazioni 1 Salute e sicurezza Introduzione 2 Il gioco 3 Comandi 4 Prima di iniziare 5 Per iniziare 6 Come salvare Modalità Storia 7 Cominciare a giocare 8 Schermo della macchina 9 Il diario viola 10 Affrontare

Dettagli

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P Avviso relativo al copyright Come utilizzare questo manuale Informazioni sul Copyright/Come utilizzare questo manuale1/8 Il presente manuale di istruzioni è coperto

Dettagli

CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE. Versione 1.0

CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE. Versione 1.0 CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE Versione 1.0 Data Preparazione 31.10.2001 Nota sul manuale Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e non rappresentano obbligo

Dettagli

CIE_CSP GUIDA UTENTE. Versione 1.0

CIE_CSP GUIDA UTENTE. Versione 1.0 CIE_CSP GUIDA UTENTE Versione 1.0 Data Preparazione 31.10.2001 Nota sul manuale Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e non rappresentano un obbligo da

Dettagli

Sicurezza, Firma Digitale e Licenze Software

Sicurezza, Firma Digitale e Licenze Software Sicurezza, Firma Digitale e Licenze Software Sistemi per l'elaborazione dell'informazione Prof. Francesco Moscato 1 Seconda Università di Napoli francesco.moscato@unina2.it Outline Problemi di Sicurezza

Dettagli

HDD TWAIN driver Manuale d uso

HDD TWAIN driver Manuale d uso 4037-9635-10 HDD TWAIN driver Manuale d uso Sommario 1 Introduzione 1.1 Cos' è il driver HDD TWAIN?...1-1 1.2 Come si utilizza il driver HDD TWAIN?...1-2 1.3 Ambiente operativo...1-3 1.3.1 Software...1-3

Dettagli

Manuale di KolourPaint. Thurston Dang Clarence Dang Lauri Watts Traduzione italiana: Luigi Toscano

Manuale di KolourPaint. Thurston Dang Clarence Dang Lauri Watts Traduzione italiana: Luigi Toscano Thurston Dang Clarence Dang Lauri Watts Traduzione italiana: Luigi Toscano 2 Indice 1 Introduzione 6 2 Uso di KolourPaint 7 3 Strumenti 8 3.1 Acquisizione di schermate.................................

Dettagli

Herman Miller Limited, Filiale Italiana

Herman Miller Limited, Filiale Italiana Herman Miller Limited, Filiale Italiana Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo [ex D. Lgs. 231 del 2001] Parte Speciale 3 Edizione settembre 2011 PARTE SPECIALE 3 Reati in materia di violazione

Dettagli

Circolazione e tutela del software nella federazione russa

Circolazione e tutela del software nella federazione russa Circolazione e tutela del software nella federazione russa Nell esercizio di attività di impresa e commerciali nella Federazione Russa rivestono crescente importanza i software e le banche dati. Presentiamo

Dettagli

Guida Di Riferimento NPD4211-00 IT

Guida Di Riferimento NPD4211-00 IT NPD4211-00 IT Avviso sui diritti d autore Non è consentito riprodurre, conservare in un sistema di recupero dati o trasmettere in nessun modo e mediante nessun mezzo di tipo meccanico, adibito a fotocopiatura,

Dettagli

ScanSnap N1800 Network Scanner. Avvio rapido

ScanSnap N1800 Network Scanner. Avvio rapido ScanSnap N1800 Network Scanner Avvio rapido Sommario Introduzione...3 Informazioni sulla guida... 3 Apertura dell Aiuto... 4 Indicazioni di avvertimento usate in questo documento... 4 Per un uso sicuro...

Dettagli

LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE

LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE Il software è tutelato dalle leggi sul diritto d'autore, in maniera simile a quanto avviene per le opere letterarie. Il contratto che regola l'uso del software è la

Dettagli

Sommario-1. 1 Introduzione. 2 Panoramica delle funzioni box

Sommario-1. 1 Introduzione. 2 Panoramica delle funzioni box Operazioni Box C252 Sommario 1 Introduzione 1.1 Benvenuti... 1-3 1.2 Energy Star... 1-4 Che cos'è un prodotto ENERGY STAR?... 1-4 1.3 Marchi registrati... 1-5 Informazioni sulla licenza... 1-5 OpenSSL

Dettagli

ScanFront 330 Guida all installazione e all uso

ScanFront 330 Guida all installazione e all uso ScanFront 330 Guida all installazione e all uso Leggere il presente manuale prima di procedere con l utilizzo dello scanner. Al termine della lettura, conservare il manuale in un luogo sicuro per futura

Dettagli

Copyright e Internet. Diritto d autore e normativa

Copyright e Internet. Diritto d autore e normativa Copyright e Internet Diritto d autore e normativa I programmi per elaboratore sono tutelati civilmente e penalmente dalla normativa sul diritto d autore, in quanto opere dell ingegno, che si esprimono

Dettagli

Il software nel diritto d autore

Il software nel diritto d autore Consulente in proprietà industriale (1307BM) 1 Definizione WIPO nel 1984: "l'espressione di un insieme organizzato e strutturato di istruzioni (o simboli) contenuti in qualsiasi forma o supporto (nastro,

Dettagli

Le licenze d uso. Le principali tipologie di licenze

Le licenze d uso. Le principali tipologie di licenze Le licenze d uso La legge 633/41 attribuisce in via esclusiva all autore dell opera software tutti i diritti derivanti dall opera stessa, e vieta e punisce ogni abuso che leda questi diritti esclusivi.

Dettagli

L o. Francesco Cabras. http://paneb.dyndns.org. un sistema integrato per la gestione dei progetti di sviluppo software

L o. Francesco Cabras. http://paneb.dyndns.org. un sistema integrato per la gestione dei progetti di sviluppo software Introduzione a Trac L o un sistema integrato per la gestione dei progetti di sviluppo software Francesco Cabras http://paneb.dyndns.org 1 Introduzione Trac è un sistema web-based per la gestione dello

Dettagli

3 a edizione. Aggiornata con la legge 248/00 ed il regolamento 338/01

3 a edizione. Aggiornata con la legge 248/00 ed il regolamento 338/01 3 a edizione Aggiornata con la legge 248/00 ed il regolamento 338/01 BSA: chi è, cosa fa. La Business Software Alliance (BSA) è un organizzazione internazionale senza scopo di lucro fondata nel 1988 al

Dettagli

Diritto Privato dell Informatica

Diritto Privato dell Informatica Corso attributivo di crediti liberi Diritto Privato dell Informatica anno accademico 2006/2007 La tutela giuridica dei programmi per elaboratore http://www.massimofarina.it SOMMARIO Individuazione della

Dettagli

La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore. Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna

La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore. Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna Un pò di storia - Il diritto naturale d'autore nasce nei primi anni del 1700 in Inghilterra;

Dettagli

Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149

Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149 Integrale Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149 REATO - DETENZIONE E DIFFUSIONE INFORMATICA DI OPERE - SENZA FINE DI LUCRO - INSUSSISTENZA DEL REATO REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Diritto d autore e banche di dati

Diritto d autore e banche di dati Introduzione al diritto d autore: Le banche di dati Dott.ssa Michela Rossi Corso di laurea Giurisprudenza Informatica giuridica 2012/2013 Diritto d autore e banche di dati Diritto d autore Diritto d autore

Dettagli

Il software Open Source

Il software Open Source Il software Open Source Matteo Baroni Open source non significa semplicemente accesso al codice sorgente. Secondo quanto stabilito nelle definizioni date dalla OSI (Open Source Initiative) e riportate

Dettagli

Guida Di Riferimento NPD4279-02 IT

Guida Di Riferimento NPD4279-02 IT NPD4279-02 IT Avviso sui diritti d autore Non è consentito riprodurre, conservare in un sistema di recupero dati o trasmettere in nessun modo e mediante nessun mezzo di tipo meccanico, adibito a fotocopiatura,

Dettagli

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup CUSTOMER SUCCESS STORY FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup PROFILO CLIENTE Azienda: FAIV (Federazione Artigiani Imprenditori Vicentini). Settore: servizi alle piccole

Dettagli

Guida Di Riferimento NPD4497-00 IT

Guida Di Riferimento NPD4497-00 IT NPD4497-00 IT Avviso sui diritti d autore Non è consentito riprodurre, conservare in un sistema di recupero dati o trasmettere in nessun modo e mediante nessun mezzo di tipo meccanico, adibito a fotocopiatura,

Dettagli

Guida utente stampante/ copiatrice/scanner NPD4496-00 IT

Guida utente stampante/ copiatrice/scanner NPD4496-00 IT Guida utente stampante/ copiatrice/scanner NPD4496-00 IT Avviso sui diritti d autore Non è consentito riprodurre, conservare in un sistema di recupero dati o trasmettere in nessun modo e mediante nessun

Dettagli

DARK SOULS II 2014 NAMCO BANDAI Games Inc. 2011-2014 FromSoftware, Inc. NAMCO BANDAI Games logo is a trademark of NAMCO BANDAI. All other trademarks

DARK SOULS II 2014 NAMCO BANDAI Games Inc. 2011-2014 FromSoftware, Inc. NAMCO BANDAI Games logo is a trademark of NAMCO BANDAI. All other trademarks DARK SOULS II 2014 NAMCO BANDAI Games Inc. 2011-2014 FromSoftware, Inc. NAMCO BANDAI Games logo is a trademark of NAMCO BANDAI. All other trademarks and trade names are the property of their respective

Dettagli

Numero Verde: 800-241751 www.bsa.org

Numero Verde: 800-241751 www.bsa.org 2_folder_BSA_9_10_00 16-10-2000 18:14 Pagina 1 Numero Verde: 800-241751 www.bsa.org Aggiornata con la nuova legge 248/00 2_folder_BSA_9_10_00 16-10-2000 18:14 Pagina 2 2_folder_BSA_9_10_00 16-10-2000 18:14

Dettagli

Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software

Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software A cura di Marziana Monfardini Licenze e diritti software La tutela del software Copyright e diritto d autore Legge 633/41 Articolo 2 Sono protetti i programmi

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. KONICA MINOLTA BIZHUB 350 http://it.yourpdfguides.com/dref/587205

Il tuo manuale d'uso. KONICA MINOLTA BIZHUB 350 http://it.yourpdfguides.com/dref/587205 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di KONICA MINOLTA BIZHUB 350. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Contenuto. Ascolto tramite USB/AUX 16 Collegamento e riproduzione tramite

Contenuto. Ascolto tramite USB/AUX 16 Collegamento e riproduzione tramite Contenuto Funzionalità 2 Componenti inclusi 2 Terminali 3 Preparazione dei diffusori 4 Regolazione dell'angolazione del diffusore 4 Fissaggio delle mascherine 4 Collegamento dell'alimentazione 4 Collegamento

Dettagli

Una panoramica su leggi e burocrazia

Una panoramica su leggi e burocrazia www.xelon.it LA TUTELA DEL SOFTWARE: Una panoramica su leggi e burocrazia Aprile 2007 - Lorenzo Baloci Introduzione e storia In queste slide si analizzano le normative e le leggi Italiane (e in parte Europee)

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. KONICA MINOLTA BIZHUB 250 http://it.yourpdfguides.com/dref/587020

Il tuo manuale d'uso. KONICA MINOLTA BIZHUB 250 http://it.yourpdfguides.com/dref/587020 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di KONICA MINOLTA BIZHUB 250. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso

Dettagli

Aspetti legali. Tutela legale del software

Aspetti legali. Tutela legale del software Aspetti legali Tutela del Sw Tutela della privacy informatica dati personali azioni che invadono la sfera personale Censura su Internet 1 Tutela legale del software 2 Normative Legge 22/4/41 n. 633 sul

Dettagli

È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare..

È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare.. Il File sharing È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare.. Il file sharing nasce come mezzo per favorire

Dettagli

LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO. avv. Paolo Tosoni

LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO. avv. Paolo Tosoni LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO PREMESSA a) la genuinità e la bontà del vino che quotidianamente consumiamo determinano lo stato fisico e la condizione del cittadino-consumatore; b) il consumatore

Dettagli

Herman Miller Limited, Filiale Italiana

Herman Miller Limited, Filiale Italiana Herman Miller Limited, Filiale Italiana Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo [ex D. Lgs. 231 del 2001] Parte Speciale 4 Edizione settembre 2011 PARTE SPECIALE 4 Reati contro l industria e il

Dettagli

P3PC-3192-04AL. Scanner di rete ScanSnap N1800. Avvio rapido

P3PC-3192-04AL. Scanner di rete ScanSnap N1800. Avvio rapido P3PC-3192-04AL Scanner di rete ScanSnap N1800 Avvio rapido Sommario Introduzione...3 Manuali... 3 Informazioni sulla guida... 3 Indicazioni di avvertimento usate in questo documento... 4 Per un uso sicuro...

Dettagli

Emissione di fatture false

Emissione di fatture false Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 88 24.03.2014 Emissione di fatture false Il commercialista risponde del reato assieme al cliente, se lo ha istigato Categoria: Contenzioso Sottocategoria:

Dettagli

L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa

L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa Alberto Di Cagno Law student at Università Degli Studi di Bari Aldo Moro Specializing in tech law, italian certified electronic

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 PARTE SPECIALE L DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies

Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies CUSTOMER SUCCESS STORY Il Comune di La Spezia protegge la continuità dei servizi con soluzioni di backup e replica di CA Technologies PROFILO DEL CLIENTE: Organizzazione: Comune di La Spezia Settore: Governo

Dettagli

Introduzione a OpenOffice.org Mauro Barattin e Massimo Masson, 24 marzo 2011 Www.OpenOffice.org

Introduzione a OpenOffice.org Mauro Barattin e Massimo Masson, 24 marzo 2011 Www.OpenOffice.org Introduzione a OpenOffice.org Mauro Barattin e Massimo Masson, 24 marzo 2011 Www.OpenOffice.org Introduzione a OpenOffice.org Mauro Barattin e Massimo Masson, 24 marzo 2011 Cos'è OpenOffice.org Insieme

Dettagli

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Indice Introduzione... 2 Installazione del Microcat Authorisation Server (MAS)... 3 Configurazione del MAS... 4 Opzioni di Licenza... 4 Opzioni Internet...

Dettagli

La violazione del marchio

La violazione del marchio +39.06.97602592 La violazione del marchio Le Sanzioni previste in tema di marchi d impresa Le sanzioni comminate a seguito delle violazioni previste in tema di marchi sono disciplinate dal codice civile,

Dettagli

Licenze d uso libere. Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico

Licenze d uso libere. Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico Licenze d uso libere Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico Open Source L OSI definisce un elenco di condizioni per definire una licenza Open Source: 1. Redistribuzione libera; 2. Codice sorgente

Dettagli

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente Indice Introduzione... 2 Installazione del Microcat Authorisation Server (MAS)... 3 Configurazione del MAS... 4 Opzioni di Licenza... 4 Opzioni Internet...

Dettagli

Parte Speciale M : I reati contro l industria e il commercio. Codice documento: MOG 231 - PSM

Parte Speciale M : I reati contro l industria e il commercio. Codice documento: MOG 231 - PSM Parte Speciale M : I reati contro l industria e il commercio Codice documento: REV. BREVE DESCRIZIONE E COMMENTO DATA 0 EMISSIONE 30.07.2012 1 2 3 4 5 Tutti i cambiamenti sono sottoposti all approvazione

Dettagli

Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D

Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D CUSTOMER SUCCESS STORY Arneg protegge la continuità del proprio processo produttivo con CA ARCserve D2D PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: Arneg S.p.A. Settore: Produzione di attrezzature per la vendita al

Dettagli

FPM Federazione contro la Pirateria Musicale

FPM Federazione contro la Pirateria Musicale FPM Federazione contro la Pirateria Musicale Cosa dice la legge? La Legge sul Diritto d Autore 633/41, aggiornata dalla Legge 248/00, prevede dure sanzioni penali per coloro che violano le disposizioni

Dettagli

Sophos Enterprise Manager Guida di avvio. Versione prodotto: 4.7

Sophos Enterprise Manager Guida di avvio. Versione prodotto: 4.7 Sophos Enterprise Manager Guida di avvio Versione prodotto: 4.7 Data documento: agosto 2011 Sommario 1 Informazioni sulla guida...3 2 Passaggi chiave...3 3 Verifica dei requisiti di sistema...4 4 Preparazione

Dettagli

Definizione di Open Source

Definizione di Open Source L Open Source Definizione di Open Source In informatica, open source (termine inglese che significa sorgente aperta) indica un software i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) ne permettono,

Dettagli

ALTRA ECONOMIA. Le licenze nel software. di virtualmondo. terza parte del seminario sul software libero. per contatti luciano@aniene.

ALTRA ECONOMIA. Le licenze nel software. di virtualmondo. terza parte del seminario sul software libero. per contatti luciano@aniene. ALTRA ECONOMIA Le licenze nel software di virtualmondo terza parte del seminario sul software libero per contatti luciano@aniene.net Le licenze L'utilizzo del software può essere concesso gratuitamente

Dettagli

http://puntoeduft.indire.it/materialic/modulo1/modulo_1_pa_5.html PDF created with FinePrint pdffactory trial version http://www.pdffactory.

http://puntoeduft.indire.it/materialic/modulo1/modulo_1_pa_5.html PDF created with FinePrint pdffactory trial version http://www.pdffactory. Pagina 1 di 10 La tutela giuridica del software e il contratto di licenza d'uso Il software come creazione intellettuale Il software costituisce, dal punto di vista giuridico, una creazione intellettuale.

Dettagli

Sophos Enterprise Console guida di avvio rapido. Versione prodotto: 5.1

Sophos Enterprise Console guida di avvio rapido. Versione prodotto: 5.1 Sophos Enterprise Console guida di avvio rapido Versione prodotto: 5.1 Data documento: giugno 2012 Sommario 1 Informazioni sulla guida...3 2 Cosa installare...3 3 Passaggi chiave...3 4 Verifica dei requisiti

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE IN RETE

GUIDA DELL'UTENTE IN RETE Server di stampa multifunzione multiprotocollo su scheda GUIDA DELL'UTENTE IN RETE MFC-8460N MFC-8860DN DCP-8065DN Leggere attentamente questo manuale prima di utilizzare la macchina in rete. La presente

Dettagli

DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO E VIOLAZIONE DEI DIRITTI DI AUTORE

DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO E VIOLAZIONE DEI DIRITTI DI AUTORE FAMIGLIA DI REATI DELITTI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO E VIOLAZIONE DEI DIRITTI DI AUTORE NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI Con l entrata in vigore dell art. 15 della Legge 23 luglio 2009, n. 99 avente

Dettagli

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX Sky Online TV Box - CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX E DELLO SKY CHANNEL STORE PER L UTENTE ( CONTRATTO ) ATTENZIONE: QUESTO CONTRATTO SI COMPONE DI DUE PARTI CHE DEVONO ENTRAMBE ESSERE LETTE

Dettagli

Ci avete chiesto di individuare le possibili argomentazioni giuridiche da spendere al

Ci avete chiesto di individuare le possibili argomentazioni giuridiche da spendere al Ci avete chiesto di individuare le possibili argomentazioni giuridiche da spendere al fine di ottenere l estensione al prodotto videoludico del beneficio della c.d. dichiarazione sostitutiva, in luogo

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 PARTE SPECIALE M DELITTI IN VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

LA TUTELA DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE SU INTERNET

LA TUTELA DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE SU INTERNET LA TUTELA DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE SU INTERNET Alcune istruzioni per l uso a cura della Prof.ssa Rita Mele Diritto ed Economia A.S. 2013/14 1 LA TUTELA DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE IN INTERNET Le

Dettagli

Copyright (C) 1989, 1991 Free Software Foundation, Inc. 59 Temple Place, Suite 330, Boston, MA 02111-1307 USA

Copyright (C) 1989, 1991 Free Software Foundation, Inc. 59 Temple Place, Suite 330, Boston, MA 02111-1307 USA Questa è una traduzione italiana non ufficiale della Licenza Pubblica Generica GNU. Non è pubblicata dalla Free Software Foundation e non ha valore legale nell'esprimere i termini di distribuzione del

Dettagli

Parte Speciale N : I reati in materia di violazione del diritto d autore. Codice documento: MOG 231 - PSN

Parte Speciale N : I reati in materia di violazione del diritto d autore. Codice documento: MOG 231 - PSN Parte Speciale N : I reati in materia di violazione del diritto d autore Codice documento: MOG 231 - PSN COPIA CONTROLLATA N 1 REV. BREVE DESCRIZIONE E COMMENTO DATA 0 EMISSIONE 22/02/2012 1 REVISIONE

Dettagli

Il software, o programma per elaboratore,

Il software, o programma per elaboratore, La tutela giuridica dei programmi per elaboratore Una breve illustrazione dedicata alla disciplina che tutela il software: excursus normativo, diritti dell autore e dell utilizzatore di Massimo Farina

Dettagli

Il Diritto d Autore su Internet. Tutela del sito web e utilizzo dei contenuti. Modena, 17 ottobre 2013. Modena, 17 ottobre 2013 1

Il Diritto d Autore su Internet. Tutela del sito web e utilizzo dei contenuti. Modena, 17 ottobre 2013. Modena, 17 ottobre 2013 1 Il Diritto d Autore su Internet Tutela del sito web e utilizzo dei contenuti Modena, 17 ottobre 2013 Modena, 17 ottobre 2013 1 LA PROPRIETA INTELLETTUALE Diritto d autore Cos è il diritto d autore La legge

Dettagli

The perfect cocktail: l'arte di scegliere e combinare le licenze libere

The perfect cocktail: l'arte di scegliere e combinare le licenze libere The perfect cocktail: l'arte di scegliere e combinare le licenze libere Centro dei Congressi Fiera Internazionale della Sardegna Cagliari, lunedì 9 dicembre 2013 giobatta@gnulaptop $ whoami Chi sono $

Dettagli

Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc

Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc LA RATIO DELLA DISCIPLINA LEGISLATIVA SULLA COPIA PRIVATA La copia privata consiste nella

Dettagli

LICENZA PUBBLICA GENERICA (GPL) DEL PROGETTO GNU Versione 2, Giugno 1991

LICENZA PUBBLICA GENERICA (GPL) DEL PROGETTO GNU Versione 2, Giugno 1991 Questa è una traduzione italiana non ufficiale della Licenza Pubblica Generale GNU. Non è pubblicata dalla Free Software Foundation e non ha valore legale nell'esprimere i termini di distribuzione del

Dettagli

Samsung Universal Print Driver Guida dell'utente

Samsung Universal Print Driver Guida dell'utente Samsung Universal Print Driver Guida dell'utente immagina le possibilità Copyright 2009 Samsung Electronics Co., Ltd. Tutti i diritti riservati. Questa guida viene fornita solo a scopo informativo. Tutte

Dettagli

La Tutela del Software Dr. Antonio Piva

La Tutela del Software Dr. Antonio Piva La Tutela del Software Dr. Antonio Piva 2013 Dr. Antonio Piva 1 ü Il SOFTWARE: CREAZIONE INTELLETTUALE Il Software, dal punto di vista giuridico, è una creazione intellettuale Le creazioni intellettuali,

Dettagli

Premessa. 1. Perché l accesso aperto alle tesi di dottorato

Premessa. 1. Perché l accesso aperto alle tesi di dottorato Tesi di dottorato e diritto d autore A cura del gruppo OA CRUI. Indicazioni per l applicazione delle Linee guida per l accesso aperto alle tesi di dottorato. Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza

Dettagli

Con li patrocinio del:

Con li patrocinio del: Con li patrocinio del: BENVENUTI 26 Novembre 2010 Varese Con li patrocinio del: Sponsor della serata: 27 Novembre 2010.. ricordiamoci.. AGENDA DELLA SERATA 1. Modalità di associazione anno 2011. 2. E tu...scarichi?

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 febbraio 2009, n. 31

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 febbraio 2009, n. 31 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 febbraio 2009, n. 31 Regolamento di disciplina del contrassegno da apporre sui supporti, ai sensi dell articolo 181-bis della legge 22 aprile 1941,

Dettagli

INFORMATICA APPLICATA Informatica Giuridica

INFORMATICA APPLICATA Informatica Giuridica INFORMATICA APPLICATA Informatica Giuridica Internet: la Rete delle Reti Che cos è il Diritto d Autore Norme per la tutela del Diritto d Autore Violazioni in Internet News Art. 2575 c.c. Formano oggetto

Dettagli

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI - PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI B.1. I reati di cui all art. 24 bis del D. Lgs. n. 231/2001 La legge 18 marzo 2008, n. 48, recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Delitti informatici e trattamento illecito di dati ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE

Dettagli

HD Color Video Camera

HD Color Video Camera C-187-100-51 (1) HD Color Video Camera Istruzioni di funzionamento Prima di azionare l unità, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per consultarlo in seguito. SRG-120DU 2015 Sony Corporation

Dettagli

Il diritto d autore nel mondo analogico, digitale e open access

Il diritto d autore nel mondo analogico, digitale e open access Il diritto d autore nel mondo analogico, digitale e open access Avv. Beatrice Cunegatti STUDIO LEGALE CUNEGATTI BOLOGNA MILANO Università degli Studi di Verona 1 febbraio 2013 I SEZIONE Diritto di autore:

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. SAMSUNG SCX-3200 http://it.yourpdfguides.com/dref/2833606

Il tuo manuale d'uso. SAMSUNG SCX-3200 http://it.yourpdfguides.com/dref/2833606 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di SAMSUNG SCX-3200. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso (informazioni,

Dettagli

Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento. Open Source e Free Software. Open Source e Free Software

Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento. Open Source e Free Software. Open Source e Free Software Paolo Zatelli Università di Trento 1/11 Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 2/11 Free Software Il termine free si deve tradurre

Dettagli

Marchi commerciali e lotta alla contraffazione

Marchi commerciali e lotta alla contraffazione Marchi commerciali e lotta alla contraffazione Avv. Francesco Celluprica Barzanò & Zanardo Studio Legale Associato Istituto di Commercio Estero 3-5 febbraio 2015 Poli tecnologici 2015 Barzanò & Zanardo

Dettagli

Direttiva 96/9/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 1996, relativa alla tutela giuridica delle banche di dati

Direttiva 96/9/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 1996, relativa alla tutela giuridica delle banche di dati Direttiva 96/9/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 1996, relativa alla tutela giuridica delle banche di dati (omissis) CAPITOLO I Articolo 1 Campo d'applicazione 1. La presente direttiva

Dettagli

Android. Suggerimenti e Trucchi

Android. Suggerimenti e Trucchi Android Suggerimenti e Trucchi Indice dei Contenuti Novità 3 Suggerimenti prima di iniziare 4 Introduzione 5 Colore 6 Pennelli 7 Crea una canvas 5 Navigare 5 Nascondi l Interfaccia Utente 5 Cattura un

Dettagli

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 Indice 1 Introduzione pag. 3 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 1.3 Descrizione dei LED presenti sul pannello frontale.. pag. 3 2 Procedura di installazione.

Dettagli

AFLA-V FOGLIO D ISTRUZIONI

AFLA-V FOGLIO D ISTRUZIONI AFLA-V FOGLIO D ISTRUZIONI CULTIVIAMO IL SUCCESSO MEDIANTE LA SCIENZA Nel settore della sicurezza alimentare,vicam è da più di 20 anni il primo fornitore di tecnologie innovative e di test rapidi per la

Dettagli

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 ND220b Indice 1 Introduzione pag. 3 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 1.3 Descrizione dei LED presenti sul pannello frontale.. pag. 3 2 Procedura

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 Operazioni preliminari Operazioni combinate Strumenti utente (Impostazioni di sistema) Risoluzione dei problemi Altre funzioni Sicurezza

Dettagli

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3

1 Introduzione pag. 3. 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3. 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 Indice 1 Introduzione pag. 3 1.1 Accessori presenti nella confezione. pag. 3 1.2 Requisiti minimi del sistema.. pag. 3 1.3 Descrizione dei LED presenti sul pannello frontale.. pag. 3 2 Procedura di installazione.

Dettagli

Codice Penale. [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica. [...] Capo II

Codice Penale. [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica. [...] Capo II Codice Penale [...] LIBRO SECONDO DEI DELITTI IN PARTICOLARE TITOLO VII Dei delitti contro la fede pubblica [...] Capo II Della falsità in sigilli o strumenti o segni di autenticazione, certificazione

Dettagli

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza N. di parte: E60509 Ottobre 2014 Copyright 2013, 2014, Oracle e/o relative consociate. Tutti i diritti riservati. Il software e la relativa documentazione

Dettagli

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Carlo Perassi carlo@linux.it Un breve documento, utile per la presentazione dei principali protocolli di livello Sessione dello stack TCP/IP e dei principali

Dettagli

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Laura Salmi, Sales Account and Marketing Manager Ex Libris Italy ITALE 2012, ICTP-Trieste 30 marzo 12 1 Copyright Statement and Disclaimer All of the information

Dettagli

Manuale del telefono Cisco Unified Wireless IP Phone 7921G per Cisco Unified Communications Manager 4.3, 5.1, 6.0 e versioni successive

Manuale del telefono Cisco Unified Wireless IP Phone 7921G per Cisco Unified Communications Manager 4.3, 5.1, 6.0 e versioni successive Manuale del telefono Cisco Unified Wireless IP Phone 7921G per Cisco Unified Communications Manager 4.3, 5.1, 6.0 e versioni successive LICENZA E GARANZIE INCLUSE Sede U.S.A. Cisco Systems, Inc. 170 West

Dettagli

LA TUTELA GIURIDICA DEI PROGRAMMI PER ELABORATORE

LA TUTELA GIURIDICA DEI PROGRAMMI PER ELABORATORE LA TUTELA GIURIDICA DEI PROGRAMMI PER ELABORATORE Antonio Piva David D Agostini I programmi per elaboratore sono tutelati dal legislatore mediante il diritto d autore, ossia il copyright, a cui si aggiungono

Dettagli

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Tecniche Informatiche di ricerca giuridica Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Sesta lezione I contratti del software Modelli di tutela Distribuzione commerciale Tutela giuridica del

Dettagli

Open. Source. Il software AUTORE: ELENA COCCO UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI GIURISPRUDENZA DIRITTO PRIVATO DELL INFORMATICA

Open. Source. Il software AUTORE: ELENA COCCO UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI GIURISPRUDENZA DIRITTO PRIVATO DELL INFORMATICA Il software Open Source UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI GIURISPRUDENZA DIRITTO PRIVATO DELL INFORMATICA A.A. 2006/2007 DOCENTI:PROF.BRUNO TROISI DOTT.MASSIMO FARINA La società dell informazione

Dettagli