numero uno/link contributi / progetti tematici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "numero uno/link contributi / progetti tematici"

Transcript

1

2 ragnatele/laboratorio network creativo/numero uno/2007 Il laboratorio network ragnatele è un canale per l espressione e la formazione dei giovani nelle pratiche artistiche, creative e di rete. Il progetto intende radicarsi nel territorio coinvolgendo enti ed istituzioni in una dimensione sociale attiva, permeabile ma diffusa anche fuori dai confini geografici. Ragnatele è anche un gruppo di lavoro aperto e modulare, che con progetti stimolatori è pronto ad interagire con le nuove forme della comunicazione. Il numero uno LINK costruisce l anima del laboratorio ed il primo nucleo dei collegamenti della rete, sia nella dimensione interattiva sociale che in quella umana relazionale. Ragnatele è promosso e finanziato dall Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Foligno è stato ideato e coordinato dall associazione VIAINDUSTRIAE. numero uno/link contributi / progetti tematici COPERTINA LINK fotografia di Achille Filipponi / performance collettiva del gruppo RAGNATELE / sunto e ricerca web Tiziana Ferrieri String figures è un gioco, sono disegni/figure formati e realizzati da nient altro che nodi fatti con lo spago. Le persone per fare queste figure usano le dita ma per crearne di particolari e sofisticate usano anche i denti, la bocca, le ginocchia, i gomiti. Ogni cultura dà a ciascuna figura realizzata con lo spago un determinato nome e ne esistono più di 200. La funzione, lo scopo delle string figures varia da luogo a luogo. In alcune luoghi erano usate dai narratori tribali per illustrare i loro racconti, in altre situazioni servivano come amuleti porta fortuna, un buon augurio per assicurare un generoso raccolto o una fortunata caccia. La maggior parte delle volte, però, le string figures venivano fatte per passare il tempo. PETTINI opera collettiva di Gianni Piacentini con il gruppo RAGNATELE / scritture mutanti Gianni ha disegnato il pettine, i capelli impigliati sono disegnati dal gruppo Ragnatele. Il pettine libero è per te. Disegnare di getto un capello rimasto impigliato al pettine. Si tratta quindi di far disegnare una semplicissima linea. A questo compito elementare anche chi non sa disegnare non si dovrebbe sottrarre. In realtà disegnare un capello impigliato in un pettine è assai difficile e può produrre esiti diversi dati dalla tipologia del capello a cui si pensa, alla capacità di resa, al tratto emotivo, alla complicazione meccanica dell aggancio del capello sui denti del pettine L esito singolo non interessa se non confrontato con altri. Si dovrebbe usare la stessa penna nera a punta non fine. 0+1=1 IN PIÙ Elisa Cesarini Unire e tagliare, per ricucire e ri-incollare. Cucire con il passato, Cucire per il presente. Niente rimane intatto, niente è più puro, tutto viene manipolato e tutto può essere modificato. Rimane però il filo rosso che unisce le due semiosfere dell essere. Riutilizzare, non per riciclare, ma per testimoniare che il presente non è nient altro che il passato evoluto, vissuto, quel passato che rimane come sfondo di una nuova Emozione. Link 1 is the present of the emotion past 0. COLLAGE Francesca Greco FRUTTA E VERDURA UNA MARCIA IN PIU alunni della scuola media Niccolò Alunno di Belfiore Foligno (classi II A e II B) / NUOVA CARTELLA / pubblicittà / LINKnetworks Manifesto primo premio del concorso nazionale MANGIA BENE CRESCI MEGLIO 2006 indetto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. ALLIEVI Filippo Agostini Cristopher Bruschi Leonardo Casciola Sergio Po Chiocca Alessandro Collicelli Daniele Cominotti Martina Cristi Aurora Donati Thomas Gasparrini Melissa Grazianelli Kurta Idriz Arianna Lepri Serena Loreti Valentina Luzi Francesco Mancinelli Sara Masciotti Jacopo Michelini Pia Chantal Morlupo Paolo Pagliacci Marta Pellicciari Andrea Pietraccini Teresa Romano Elia Sabatini Matteo Scarponi Jeton Seferi Francesco Serrago Ajmane Sejdijai Francesca Sepe Giulia Sforna Lisa Silvestri Guendalina Trabalza Matteo Tulli Emanuele Unguream K.Vitali Vitali Riccardo Verdi DOCENTI Donatella Finauro Alessandra Mancini Stefano Massaccesi Mirna Marani Matilde Roscani DIRIGENTE SCOLASTICO Paola Bacchi TUTTANATA Simona Badiali poesia di Barbara Pinchi Allora scusami, parola. / Parola cesoia che appoggio sempre sopra un foglio friabile. / Parola che slarga nella sequela dei miei vagiti, tutta nata dietro a che scrivo parola. / Tutta dilatata a dita infilate / e piene di lettere, / tutta spolpata / disossata dei grumi, quando scrivo parola./ Tutta diafona / coperta da pensieri che sfaccendano le mie tempie. / Fatta di fiocchi, la mia diaspora / le labbra che schioccano quando scrivo parola / e quando / scrivo parola / m accuccio come l aria schiantata tra le nuvole MESSAGE IN A BOTTLE Carolina Boco Viaggio tra i suoni storia di immagini evoluzione di geometrie bottiglia tra bottiglie Un percorso; dieci tappe; le miei dieci canzoni preferite; FLUSSO di immagini e pensieri scaturiti dai brani in successione la mia testimonianza attraverso musiche e testi significativi, che mi raccontano frammenti di me e della mia storia salvo realizzare, in fieri, come una canzone possa essere luogo d incontro, anche quando ascoltata per la prima volta. MAPPA DELLE INCONSAPEVOLI CONDIVISIONI DELLE EMOZIONI MUSICALI Paola Maiuri Questi sono i link di chi condivide le stesse emozioni musicali. Se volete contattare le persone che condividono i brani con voi chiedete a Paoletta personalmente oppure on line. Ovviamente la raccolta continua e si apre a tutta la nazione Potete inviare CD o liste partecipando al blog NO LOGO NO DESIGN mangiare e ballare da 110 anni Fotografia-poster di Claudia Greco / motto di David Regehr Christian Schulz della Clärchens Ballhaus di Berlino / pubblicittà / touris-tic Dear David Regehr we are RAGNATELE from foligno umbria italy. We have founded a graphic magazine-workshop. We would make a collaboration with you because we have selected your Ballhaus as a symbol of Berlin.The mag is a monography and for this issue our argument is: LINK. We would like to have your feedback maybe with a motto attached to Claudia s photo like a new advertising. If you want we would like to make a poster to hang up in your Ballhaus. In this way there would be an artistic interaction between us. Can you collaborate with us? I hope so Hi Ragnatele. / / / Ballhaus locale storico di Berlino dove si balla e si mangia... METROPOLITANA Elisabetta Reali Un paesaggio è la traccia dei ricordi e delle fantasie di coloro che vi sono passati [ ]. Esso contiene la propria rappresentazione nei fili del suo tessuto, trattenendo ciò che gli è stato ceduto ad ogni passaggio, emozioni incluse (G. Bruno, Atlas of emotions) La Mappa Emozionale di Foligno è una sorta di spazio della vita, in cui le (e)mozioni, i luoghi-che in alcuni casi non esistono più *- le strade, le persone, rivivono attraverso la memoria e si animano attraverso il ricordo che vi è legato. L avvicendarsi dei percorsi crea lo svolgersi di una narrazione, le cui coordinate spazio-temporali, sono scandite da ricamate linee colorate_ gialla per gli anni del liceo_verde per i tempi più recenti_ per chi ci ritroverà un pò di sè e per chi vorrà percorrerla. CONSANGUINEI Valentina Trabalza (allegato fax fuori formato) / FORMAT-azioni Quando Valentina mi ha parlato di questo laboratorio, stavamo camminando, fianco a fianco, il suo braccio nel mio. Dentro di me ho pensato: ecco cos è un link. È questo che passa tra me e lei, questa prossimità e affinità, che ci fa parlare e stare vicini, che si illumina nel contatto fisico, nella posizione tanto normale dell andare a braccetto. Andare a braccetto serve ad unire il passo, ed a quello stesso ritmo si vorrebbero uniti i pensieri, to link. To link or not to link? di Nicola Vincenzoni amico di Valentina LINKEDWOMAN Mario Salvucci illustrazione di Jesus Sandoval (Los Angeles CA/USA) Diane Pernet è la persona dietro uno dei blog più frequentati dal mondo della moda e dell arte. Da un passato a New York è diventata negli ultimi 10 anni a Parigi una delle persone più in touch col mondo emergente della creatività europea. Il suo blog è la sua vita di artista e talent scout di giovani emergenti. Diane è giornalista per diverse pubblicazioni d avanguardia e musa ispiratrice di un altro sito di successo Ha abbracciato le nuove tecnologie prima estranee al suo lavoro e le ha utilizzate in modo personale e creativo. DIARIO DI UNA GALLINA Simona Badiali illustrazione di Federico Adriani Io sono nata qui. E non conosco posto più bello. Un anima antica veglia su questo luogo, così dolce, al mattino e alla sera, i muscoli rilassati, il cuore allegro. E così vicino alla mia immaginazione. È stato il caso a portarmi qui, o la benevola volontà di qualcuno che ringrazio, pur non conoscendolo. Non mi spiace di non essere mai stata altrove, io sono un pezzo di questa terra. A ROUNDISH FELLOW REFRAINS graphic novel di David Hellmann (Baltimora MD/USA) An impulse purchase gives way to despair as one man succumbs to urban anonymity. Un acquisto d impulso porta alla disperazione man mano che l uomo soccombe all anonimità urbana. LA SCOMMESSA fotostory a sfondo sociale / sceneggiatura e testi di Luciano Pellegrini fotografia e regia di Giuseppe Schippa grafica CESVOL / LINKnetworks / SEGNALIcomunicazione sociale La storia tratta di un disabile (interpretato dallo stesso Pellegrini) e di un gruppo di ragazzi bene senza altri problemi che il divertimento. I ragazzi fanno una scommessa secondo cui la più spregiudicata delle giovani del gruppo avrebbe dovuto convincere il disabile ad uscire con lei fino a portarlo ad una festa. Ne nascono una serie di colpi di scena che porterà poi la ragazza (magistralmente interpretata da Marlise Suess) ad avere un rapporto, libero, profondo e sincero (anche sessuale), con il disabile. E una esperienza che trasforma entrambi in modo positivo. Il disabile infatti si sente più sicuro e non più emarginato, mentre lei e i suoi amici comprendono invece certi valori che prima, vivendo tutto in maniera superficiale, nemmeno avvertivano. Uno schema semplice che punta però a minare uno dei pregiudizi, resistenze e stereotipi ancora radicati nella nostra società che di difetti ne ha tanti davvero. Pagine estratte dalla pubblicazione edita da A.L.E.A. Associazione L Essere Armonia con la collaborazione del centro CESVOL, LiberaMente ass.onlus. LETTERATURE DI SVOLTA agenzia n-2 Torino/CITTADELLARTE-Fondazione Pistoletto Biella / LINKnetworks Letterature di svolta è un progetto artistico avviato nel 2004 dall artista Michelangelo Pistoletto e Cittadellarte - Fondazione Pistoletto. Letterature di svolta interroga la letteratura in qualità di strumento creativo di cambiamento e consiste nella ricerca, raccolta, esposizione e veicolazione di libri di diversi generi letterari, i quali esprimono una forza, sia critica sia propositiva, capace di segnare cambiamenti e di prefigurare processi di trasformazione della società. RETROtrama Francesco Bizzarri Per riflettere sul significato e le implicazioni della parola rete. Con il tema link non si può non pensare alle reti di collegamenti. Non sono forse queste che un incrociar di fili (e quindi confini?) e di logiche magari più o meno virtuali ché moltiplicandosi portano a realizzare? A fabbricare maglie e intrecci, reticoli e intrichi! Le domande che si intende suscitare sono: può il moltiplicarsi di separazioni, o sensi, indirizzi e direzioni (fino alla generazione di un vero e proprio tessuto ), generare una vera e propria comunicazione? E se si, a che livello? Si può venire a capo del bandolo della matassa? In ultima analisi la rete unisce o separa? ATTESTATO/BANDO VICO eternoritorno Emanuele De Donno / LUOGHI COMUNI praticheartistichenellospaziopubblico RETROCOPERTINA LINK testo Laura Colini / THINK INSIDE THE BOX Federico Adriani Della ragnatela del ragno imitiamo il senso della sopravvivenza, la capacità di costruire legami saldi ma flessibili centrandoli su idee, progetti e innovazioni. A noi sta il gioco della costruzione TRADUZIONE GRAFICA Simona Badiali e Susanna Corsi Progetti del laboratorio ragnatele. Coordinamento editoriale Emanuele De Donno Coordinamento progetto grafico Federico Adriani gruppo di lavoro laboratorio RAGNATELE Federico Adriani Simona Badiali Francesco Bizzarri Carolina Boco Elisa Cesarini Susanna Corsi Emanuele De Donno Tiziana Ferrieri Francesca Greco Paola Maiuri Elisabetta Reali Mario Salvucci Valentina Trabalza COLLABORAZIONI IN RETE classi II A e II B (scuola media Belfiore di Foligno) Roberto Bianchetti Massimo Cartaginese Laura Colini Achille Filipponi Werther Germondari Claudia Greco David Hellman IL FUTURO DEL LIBRO/Alessandra Pagani LETTERATURE DI SVOLTA/Maite Vitoria Daneris Maia Anthea Marinelli Laura Orsolini Luciano Pellegrini Diane Pernet Gianni Piacentini Barbara Pinchi David Regehr Christian Schulz Jesus Sandoval Giuseppe Schippa Nicola Vincenzoni per il progetto GRass: arcifeedback ass.attack ass.dancity ass.inblue ass.kokopelli AL LETTORE Chi legge questo catalogo in tutte le sue pagine e completa le parti aperte dei progetti avrà un attestato di partecipazione da ritagliare ed incorniciare. colophon RAGNATELE laboratorio/network creativo progetto Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Foligno/associazione VIAINDUSTRIAE ideazione Federico Adriani, Emanuele De Donno, Joseph Flagiello, Bernardo Radi concept associazione VIAINDUSTRIAE cura e coordinamento del laboratorio Federico Adriani, Emanuele De Donno sede Ostello per la Gioventù di Foligno via Pierantoni (gennaio-marzo 2007) si ringraziano Ostello per la Gioventù, Ezio Onori, circolo arci Feed-back, Roberta Savini, Fulginart I progetti sottoelencati sono le monografie pubblicate (1 e 2) e i futuri numeri di ragnatele, ma sono anche progetti permanenti all interno del laboratorio. Ogni tema dunque è un modulo continuo. 1) SEGNALIcomunicazione sociale 2) LINKnetworks 3) NUOVA CARTELLA 4) UFFICIO OGGETTI SMARRITI banca memorie collettive microstorie 5) FORMATazioni 6) CASUAL/senzatitolo creatività giovanile 7) scritture mutanti 8) pubblicittà 9) LUOGHI COMUNI praticheartistichenellospaziopubblico 10) XTRAPAESE paesaggiregionalivernacolari 11) fotovideocinematicmonitormedia 12) touris-tic 13) ANASTASIAscritture/citazioni 14) DIARIO EVENTUALEagendacittà La presente pubblicazione stampata presso la tipografia Graphic Masters, Perugia ha una titatura di 2500 copie

3 0+1=1 in Più a9y,1

4

5 MESSAGE IN A BOTTLE Viaggio tra i suoni... storia di immagini... evoluzione di geometrie... bottiglia tra bottiglie... Un percorso; dieci tappe; le miei dieci canzoni preferite; FLUSSO di immagini e pensieri scaturiti dai brani in successione... Rendo la mia testimonianza al cospetto di musiche e testi che mi dicono qualcosa di significativo, che mi raccontano pezzi di me e della mia storia... salvo realizzare, in fieri, come una canzone possa essere luogo d incontro, anche quando ascoltata per la prima volta. Sguardo trasversale a più canali comunicativi con cui riacquisire una consapevolezza di me, con cui tratteggiare un ideale corrispondenza tra me e chi vorrà seguirmi in questo viaggio, attraverso i suoni e le loro emanazioni... Il primo passo è la scelta a fare il successivo: accogliere l invito a WALKING IN MY SHOES, a calzare per un po le mie scarpe, ascoltando i brani suggeriti e leggendone le evoluzioni... Se non abbiamo lo stesso numero di piede, plausibilmente calpestiamo MY MIND IS CLEARER NOW canta Giuda... grida l amore per un uomo e l impossibilità a vedervi il Messia. Sospira, TOO MUCH HEAVEN ON THEIR MINDS: menti seguaci troppo intrise di Paradiso... E delirio di saggezza e sofferente Illuminazione in un pensare estremo e dissacrante. Giuda come Zarathustra, il dito puntato al comune sentire... a quel cerchio di prostrante adorazione attorno alla divina Star che oscura il ritorno alla terra per una speranza d ascesa... La Profetica Rivelazione del cerchio che Eternamente Ritorna, che cinge la terra in danza Accade, che in spazi scavati e inariditi il singolo vada cercando confini a fratture e dolore... lo scettico vuole fermarsi per vivere non solo di sé... casuale e consapevole scelta di un volto, un luogo, uno status, in cui YOU LL GIVE ME HARBOUR IN THE TEMPEST, in cui la certezza dell in-sieme è rassicurante equilibrio... Nel confine di un cerchio dove ALL I WANT IS YOU vita e pensieri acquistano un ordine, in- scritti nell orizzonte ampio ma chiuso dell Io e del Tu... il cerchio rallenta e partorisce la sua realtà, compatto autosufficiente volume... quando il procedere si arresta in sfera di vetro... Pesante la sferica massa che tutto contiene e giustifica, fragile il corpo che raccoglie due corpi e due identità: premono dall interno slanci liberi e respiri dissonanti, in tensione verso opposte direzioni... l orizzonte si spezza e si allarga... spinge fuori le linee ed esse si dipanano su spazi inesplorati, su un sinuoso assolo di sax... YOUR LATEST TRICK... celtiche ispirazioni si volgono a nord... il Nord battuto dal vento... Correre via sulle proprie gambe... WHERE THE STREETS HAVE NO NAME, dove nessuno capisce chi sei e cosa fai dal nome della strada in cui abiti... via l ambiente e gli odori che ti stanno addosso per perdersi, dove non ci sono neanche le strade, a disegnare direzioni, in un imprevisto incrocio di tragitti e vite... ad ubriacarti di birra nera e terra vergine, in una vertigine di volti e voci; con gli occhi pieni di un verde mai visto, la pioggia fitta che taglia e penetra, la musica che corre in Grafton Street... la testa gira sotto il cielo d Irlanda... Parole e fisicità si mescolano, per scrutarsi, per spogliarsi... l entusiasmo di graffiare mille volti ed uno solo, di squarciare veli e intimità... fredda e calda nudità, STRIPPED DOWN TO THE BONE... fino alle ossa, fino all anima... in quell attimo di evasione da luci e frastuono... INTO THE TREES [...] BACK TO THE LAND... ritorno allo scambio primordiale in contorni e distanze sfumate, in profili sfuggenti... linee disperse, in luminosa sovrapposizione. All alba... ritorna la fuga dalla grande città... suoni come di primo mattino... GRANDE LA CITTA, questa volta non dimenticata ma osservata, dall alto, a distanza... come sollevati sopra quel flusso di energie singole ma intrecciate in cui noi stessi siamo invischiati... velocità in pausa...guarda QUAN- TE VERITA... Il numero trascina e frastorna... cosa non daresti a volte, per sederti più vicino al cielo... PER STARE SU UNA NUVOLA! (Vorrei sostituire la foto con una veduta del corso affollato, dovrebbe averla Federico; anche il disegno è certamente da rifare, non sembra un gomitolo!) THE GROUND BENEATH HER FEET... titoli di coda di una storia d amore, nei bassifondi della chiassosa Los Angeles... LIGHTLY UNDERGROUND, dentro all indifferenza stessa, tra lo sporco e l inutilità, come fantasmi tra i fantasmi, tra disprezzo e devozione, tra fiori rosso sangue e fango d argento... pazze solitudini, distorte ma autentiche visione di sé... Bottiglie alla deriva, e in volo... in delirante lucidità La linea si stacca dalla stabilità verso l oltre e così sposa la sua realtà... tragica e serena acquisizione della propria responsabilità... come sentirsi a casa e vedere lucidamente nella misera demenza, nel suolo sporco calpestato dai piedi che ami... Come scoprirsi finalmente reali... THE GRASS WAS GREENER... nostalgico lo sguardo rivolto a ciò che è stato, to the NIGHTS OF WONDER... I sogni, i progetti, l energia titanica di realizzare e la delusione innanzi a DESIRE AND AMBITION, il senso di un insoddisfazione a cui non c è rimedio... HIGH HOPES e lo stato d animo di un malinconico bilancio in cui il tempo si comprime tra rintocchi, in cui lo spazio si delinea nell arco descritto da un pendolo che segna momenti in successione; c è il senso del limite nello sguardo ripiegato sul fu ma ancora, necessariamente, proteso sul poi... E Il cerchio si ripete, si riproduce in linee concentriche per estendersi e comunicare il proprio movimento all acqua circostante, ad incrociare le emanazioni di un altra bottiglia in viaggio... comunque, incessantemente in viaggio FINALLY I VE FOUND THAT I BELONG HERE ed è come tornare a casa senza che questo sia un tornare indietro... più o meno consapevolmente, più o meno in sintonia con lo sfondo su cui ci si muove... noi briciole di terra, sorsi di mare o ciuffi di nuvole protesi oltre noi stessi e sui noi stessi ricontratti... condannato e benedetto girotondo... tragicamente, splendidamente HOME Ogni pezzo è un MESSAGE IN A BOTTLE, o bottiglia a sua volta, se preferite... FLUSSO in uscita dalla mia bottiglia, aperta a farne uscire il contenuto, ad offrirlo al mio vicino come ad un interlocutore lontano... insospettate le prossimità tra gli accordi e le tracce che in essi s imprimono, tra i nostri percorsi di bottiglie... LOOKING FOR A HOME...

6 NO LOGO NO DESIGN MANGIARE E BALLARE DA 110 ANNI CURIOSITA Questi, sono coloro che non hanno link musicali con nessuno di gusti difficili o casi disperati??? Igor / Giamp / Darietto / Christian / Robertino Lui, è quello che condivide più emozioni. Sensibile?: Andy (6 su 10) I dieci gruppi più citati: RADIOHEAD - BEATLES (pari merito) / DAVID BOWIE / JEFF BUCKLEY / PINK FLOYD / NIRVANA / DOORS / SMASHING PUMPKINS / VELVET UNDERGROUND / MARLENE KUNTZ - MASSIVE AT- TACK (pari merito) / QUEEN - AFTERHOURS (pari merito) I tre artisti Italiani preferiti: MARLENE KUNTZ-AFTERHOURS-CAPOSSELA MAPPA DELLE INCONSAPEVOLI CONDIVISIONI DELLE EMOZIONI MUSICALI 10 canzoni preferite sono difficili da scegliere... scusate... in molti mi avrete maledetto... Mi rendo conto che la colonna sonora della vita è molto più ampia, comprende le emozioni, le pazzie, gli amori, i dolori, i luoghi, le feste, le età, le persone ed infiniti momenti. Una canzone ci entra dentro e lì rimane (credo nello stomaco) conquistandosi uno spazio tra memoria, carne ed anima, scuotendo ricettori emozionali e provocando sublimi reazioni quali... mmmhhh... vediamo... improvviso ed incondizionato piacere sulla pelle (brividi); incontrollabile accentramento emozionale nella faccia (lacrime); indomabili esplosioni nel petto (urla e canti); perdita di controllo del proprio corpo (danza). La musica mette a nudo la verità... quella che nascondiamo a noi stessi, facendoci sprofondare nelle nostre cavità in una notte dove la melodia si mescola al silenzio... e quella che nascondiamo agli altri, facendoci sciogliere e rimpastandoci tutti insieme nella danza. Per fortuna almeno la musica ci rende impotenti e cancella le resistenze dei nostri schemi sociali e dei nostri atteggiamenti forzati e condizionati dagli eventi. La musica interpreta la semplicità e la complessità di ciò che siamo e la racconta a chi ci osserva, perciò, grazie a tutte le persone che hanno partecipato, che hanno raccontato qualcosa delle loro preziose emozioni e che ci hanno permesso di esplorarle. (Grazie a tutti. Grazie a Gionata per Merry Christmas Mr Lawrence che mi ha dato la giusta dose di dolcezza per scrivere l introduzione)

7

8 From: Subject: Re: ciao Date: February 8, :25:19 PM CEST To: hi Diane how are you...just got back? here are the questions for the Ragnetele interview I need them by next tuesday if possible. What is link for you? I suppose a link is really what the internet is about. It s a series of links that shape the planet. What fascinates me most about the net is that the channels of communication are always open and it is basically free. What is the aim of Links perhaps. I know that many people that I ve covered have been contacted by shops, clients, head hunters, art directors, etc. I suppose the idea was give my shaded view on fashion as well as the arts. I only cover what interests me and that gives me a nice wide span. What would be your suggestion to a young artist trying to show his work? First to make sure that he/she has something to say. Right now I m acting as a co-mentor for IQONS.COM. Designers, Artists, Illustrators, Photographers, Filmmakers, etc. etc. have their own free page with a showcase. Other people on the site contact them for work. My suggestion is to use the internet to spread their work. How your life became a blog? I used to contribute to another site and had a section called Diane s Diaries but I only wrote in it when something in particular was happening like a festival, shows or an interesting event. It was a website and not a blog. I feel that a blog is more alive than a website. It also needs to be fed every day. But believe me not everything in my life is on the blog. Can you give me some recent examples? For the photography, I would say the portraits of Pierre Gonnard, Michael James O Brien, Jeffrey Milstein s planes and the many great filmmakers in our festival like Marcelo Krasilcic, Patricia Canino & Sergei Pescei, Ruben Toledo, Jeremy Scott, Nigel Buck with Nick Knight, Alexander McQueen, Ada Bligaard Soby, Enamul Hoque & Matt Moate... You cover all different aspect of creativity beside fashion on your site, what form is the most inspiring and interesting for you right now? At the moment I am really into photography but in fact I m into your lights, Boudicca s collection, Beniamino s drawings and of course I am very interested in the traveling film festival that I am creating with Dino Dinco. You think of the web as democratisation of creativity? Yes, it provides equal time for everyone. If you are good people will see it. I want things to go back to a time when merit and creativity counted and for people to succeed because they are good at something and not because of where they live and who they know or how much money they have for their advertising budget. Io che ringrazio, pur non conoscendolo. Non mi spiace di non essere mai stata altrove, io sono nata qui. E non conosco posto più bello. Un anima antica veglia su questo luogo, così dolce, al mattino e alla sera, i muscoli rilassati, il cuore allegro. E così vicino alla mia immaginazione. È stato il caso a portarmi qui, o la benevola volontà di qualcuno sono un pezzo di questa terra. Se mi allontanassi, anche per poco, si dà il caso che qualcuno potrebbe pure risentirsi. La mia assenza, anche solo temporanea, impedirebbe al curioso viandante di fotografare questo assurdo equilibrio che io immagino non esistere altrove. E mi commuovo, se penso che è proprio qui che avrei voluto nascere, cullata dalla lentezza contadina che è un aspettare e uno sperare nel buono e nel cattivo tempo. È l immobilità di chi non ha mai avuto fretta. Millenarie abitudini quotidiane spezzate da imprevedibili grandinate di noci. Il guscio che mi ha cresciuta, squarciato da un incredibile luce e dall odore umido, della mia terra. Mi sono innamorata. Ne ho parlato con le mie amiche e loro mi hanno confermato che sono proprio questi, i sintomi di un innamoramento. Sono irrequieta e canto, quasi per tutto il giorno. Più che per allegria, credo sia una forma di liberazione, un canto d amore, direbbero le più maliziose. O più semplicemente un modo per mettermi in mostra. Sto diventando egoista e non voglio che le altre mi accompagnino con le loro sgradevoli voci acute. Mia madre, quando era ancora con noi, diceva tra sé e poi a me e a tutte le altre che io avevo una voce bellissima. E io ci credevo, e ci credo ancora a mia madre, che lei non è nata qui, è arrivata da un altro posto e quando io ero già grande un giorno che pioveva l hanno portata via di nuovo. Nella concitazione del momento, non c è stato neanche il tempo di salutarci, scambiarci due parole. Lui è entrato insieme ad altri due signori e hanno scelto mia madre e una sua amica, più o meno della stessa età di mamma. E c era gran confusione nel cortile, non eravamo abituate a vedere altri, se non lui. Forse l hanno portata nel posto in cui è nata, ci penso ogni tanto e un pò mi manca, ma sono contenta per lei che diceva di non essere abituata a tutta questa luce. Lo vedo due volte al giorno. Al mattino, che io sono già sveglia da un pezzo, apre piano il cancello, entra nel cortile senza fare rumore. Mi lascia qualcosa da mangiare e un po d acqua che, sia chiaro, devo dividere con le altre. Adoro la sua tenerezza, cammina che sembra quasi gli dispiaccia, di calpestare l erba. Credo che lo faccia per non svegliarmi, ma non sa che io non riesco più a dormire, veglio l attesa del suo arrivo. La sera usciamo tutte insieme a passeggiare, mangiare qualcosa. Lui ci conduce un po fuori dalla proprietà della casa co- l o n i c a, la strada ormai la conosciamo che potremmo arrivarci pure da sole. Per tutto il tempo che restiamo lì, lui si siede sulla terra asciutta e leg- ge, ad alta voce o in silenzio. Questo è il momento più bello della giornata. Gli passo accanto fingendo interesse per ciò che sta facendo, allungo il collo fino a che non sento i muscoli tirare, poi con passo lento ma ritmato mi avvicino al suo corpo, fino a sfiorarlo. La sua reazione, per chi non lo conosce bene, potrebbe sembrare scontrosa, sgarbata. Mi allontana con un gesto rapido della mano e ricomincia a leggere. Col tempo ho imparato a conoscerlo, se fa così, è per non far ingelosire le altre. Io non le capisco, le mie amiche. Hanno paura di lui. Quando lui non c è, sono tranquille, ridono e scherzano (tra di loro certo, io sono una pazza e alle pazze non si dà confidenza). Non so come facciano a vivere senza amore. Cantano e parlano per tutto il giorno ma alla sera, quale pensiero le consola? Come fanno ad addormentarsi senza il desiderio e la speran- za di rivederlo? Quando lui si avvicina diventano irrequiete e corrono lungo tutto il perimetro del cortile, si scontrano tra di loro e allungano il collo, infilando la testa nelle fessure della rete. È incredibile, credo che vogliano fuggire da lui. Sembrano in preda a crisi isteriche, non vogliono lasciarsi toccare. Ma alla fine, lui sceglie la sua amata e se la porta via. Rimango ferma e aspetto. Sono triste. E invidiosa di questa funambolica danza d amore. Vivo nella speranza di quel giorno. Come ogni mattina lui entrerà nel cortile. Con gesto deciso aprirà il cancello. Si guarderà intorno. Le altre cominceranno il solito indiavolato corteggiamento a fuggire e a scontrarsi con la loro stupida paura. Lui si fermerà in piedi, con le mani sui fianchi. Mi guarderà e mi riconoscerà. Quel giorno che io non mi stanco di aspettare, lui sceglierà me. Quando mi solleverà da terra sarò così emozionata che mi sentirà tremare. Il solo volo per cui sarà valsa la pena di vivere. La fine dell attesa. Lui mi darà la giusta ricompensa. Perché io, l ho amato in silenzio e senza paura. Some people say that the internet destroyed human contact, what you have to say about that? I understand why people say that and that is one reason why Dino and I put together this You Wear it Well film festival, we wanted people to get away from their computers and get together in one room and watch inspirational films. Personally I am much more reachable via the internet than any other way. Thanks again...we talked about You wear it well and we are going to partecipate as Ragnatele to the next. Great that you are going to participate in the next You Wear it Well. Why not start with 60 second films that will be shown every month on IQONS and get a head start. later, a big kiss, Mario g

9 A Roundish Fellow Refrains di David Hellman

10 Roozen N., Van der Hoff F. Max Haavelar l'avventura del commercio equosolidale Sachs Wolfgang Dizionario dello sviluppo Albert Michael Il libro dell'economia partecipativa Arundhati Roy Il dio delle piccole cose Shiva Vandana Le guerre dell'acqua Wallerstein Immanuel Utopistica Augé Marc Perchè viviamo? Soyinka Wole The burden of memory Bauman Zygmunt Voglia di comunità Zizek Slavoj Difesa dell'intolleranza Sen Amartya Lo sviluppo è libertà Maffesoli Michel La parte del diavolo Becattini Giacomo Dal distretto industriale allo sviluppo locale. Beck Ulrich Manifesto cosmopolitico Virilio Paul Ville panique Capra Fritjof Il punto di svolta Chomsky Noam La fabbrica del consenso Amnesty International Rapporto Annuale 2004 Rahnema Majid Quand la misère chasse la pauvreté Davis Mike Città di quarzo Filali-Ansary Abdou Islam e laicità Huntington Samuel P. Lo scontro delle civiltà Latouche Serge La sfida di Minerva Satrapi Marjane Persepolis Latour Bruno Non siamo mai stati moderni Lévy Pierre Le tecnologie dell'intelligenza Jamil Halal - Ilan Pappe Parlare con il nemico Maalouf Amin Les identités meurtrières Sassen Saskia La città nell'economia globale letterature di svolta è un progetto artistico avviato nel 2004 da Michelangelo Pistoletto & Cittadellarte, a cura di Agenzia n-2. letterature di svolta interroga la letteratura in qualità di strumento creativo di cambiamento e consiste nella ricerca, raccolta, esposizione e veicolazione di libri di diversi generi letterari che esprimono una forza critica e propositiva, capaci di segnare cambiamenti e di prefigurare processi di trasformazione della società. il confronto e l analisi dei diversi approcci metodologici, propri a ciascuna disciplina, sono finalizzati a immaginare e proporre nuovi strumenti per una trasformazione sociale possibile. tutti i mercoledì, da gennaio a maggio 2007, vengono organizzati, alle 19.00, degli incontri tematici. ogni I mercoledì del mese è dedicato alla letteratura per l infanzia, il II alla psicoanalisi, il III alla narrativa contemporanea, il IV a poesia, arte e teatro. a fine maggio 2007, sarà organizzata in collaborazione con il Circolo dei lettori la II edizione di scrivere la trasformazione, convegno-laboratorio con artisti e intellettuali. cos'è letterature di svolta? è un progetto di ricerca che raccoglie libri capaci di segnare cambiamenti e di prefigurare processi di trasformazione della società. il punto di partenza è il 1989, anno della caduta del muro di Berlino. letterature di svolta ha sede operativa nello spazio In primo luogo concepito come opera d arte da Michelangelo Pistoletto nel letterature di svolta è un progetto curato da Agenzia n-2 con Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d'arte Contemporanea, nell'ambito di Torino Capitale Mondiale del libro con Roma un libro cambia il mondo? letterature di svolta offre al pubblico la consultazione di oltre 400 libri segnalati da artisti,ricercatori, studenti e lettori che negli anni hanno partecipato alle attività di Cittadellarte. nel 2004 da queste segnalazioni sono stati selezionati i trenta libri di svolta. adesso tocca a te, suggerisci il tuo libro di svolta... sei in vena di svolta? pubblica la tua opinione su il sito ospita contributi inediti, articoli mai apparsi su internet, testi tradotti per la prima volta e interviste a esperti e giovani ricercatori in odore di svolta. la redazione di è aperta, partecipa anche tu! letterature di svolta - unità mobile letterature di svolta assume le vesti del nomadismo urbano. scende in strada e porta le proprie questioni nel cuore degli eventi cittadini, offre i propri servizi e si pone all ascolto di pubblici e interlocutori sempre diversi. letterature di svolta esce in missione in luoghi differenti della città di torino, dalle piazze ai portici di via po, dal mercato di porta palazzo ai supermercati delle periferie, dai negozi agli uffici pubblici. è presente alle principali manifestazioni e agli eventi che si svolgeranno a torino da luglio 2006 a maggio chi risponderà? scrittori, scienziati e ricercatori saranno invitati nello spazio di letterature di svolta. ispirandosi alla "filosofia wiki" sulla condivisione della conoscenza, la programmazione annuale degli incontri sarà concepita e realizzata insieme al pubblico. ragnatele partecipa con dieci libri di svolta. i 30 libridisvolta La selezione scaturisce da un nucleo iniziale di 200 pubblicazioni segnalate da artisti, ricercatori, studenti e lettori facenti parte della rete di Cittadellarte. Dal 2004 l elenco dei titoli segnalati è in progressiva crescita, con il contributo del pubblico di Letterature di svolta siamo ormai a 400 titoli, aumenta così anche la selezione dei libri di svolta in progress... Alberto Magnaghi Il progetto locale, Alan Fletcher The art of looking sideways, Roberto Saviano Gomorra, Susan Sontag Davanti al dolore degli altri, catalogo X Biennale di Architettura di Venezia Città. Architettura e società, Giovanni Klaus Koenig Il design è un pipistrello mezzo topo mezzo uccello, David Freedberg Il potere delle immagini,triennale di Milano, Oltre il villaggio globale, K.R.Popper - J.Contry Cattiva maestra televisione, Elemire Zolla Stupore infantile Il gruppo Ragnatele sarà ospite a Torino nello spazio di Letterature di Svolta il il 12 aprile per presentare il numero LINK e discutere dei dieci libri di svolta. Saràperspiritodicontraddizionemasedi collegamentomivienchiestodiparlarmiv iensubitodidiscorrerediconfiniesepar azioniechealtroèuncollegamentosenonl anecessitàdioltrepassareunconfined a ltraparteunodelimita/definiscel altr oogniartefattoèunattoviolentolìadimo strarechelanaturaèingenereterrifican teevarecintataentrounsistemacoerciti voportandociadagireinmanieradeltutto simileaquelladelgrandearchitettoprim oattodicreazionedivisionedelcielodal laterra(genesi1:6)separazioneinscind ibiledallalineachelaattuachecihafatt inient altroquellochesiamonelbeneene lmaleecherenderebbecomprensibileques toscrittoprivatogiustodeglispazidell epausedeivuotinecessariallasuacorret tadefinizioneesenzaiqualiquestosipre sentaperilguazzabugliocheèinunaforma piùillogicaecaoticaviendadireesiccom eleparolenonvengonopercasoalloradoma ndolaretequaleessasiacollegaosepara? Sterling Bruce Giro di vite contro gli hacker

11 Il laboratorio creativo produce, ma in quanto network/rete è anche processo e cantiere in costruzione. Il progetto ATLANTE fotovideocinematicmonitormedia interno al laboratorio è la scatola nera che ne registra gli atti e le azioni con il beneficio d inventario. ATLANTE del laboratorio uno gennaio-marzo 2007/ progetto fotovideocinematicmonitormedia Processi, metodi, quesiti / soluzioni e risposte AlfaBeto CittaDino: A come Ancona... B come Bari progetto collettivo di rete in progress del gruppo VIAINDUSTRIAE Caro artista ti contattiamo per una proposta di collaborazione al progetto collettivo di rete che si chiama AlfaBeto CittaDino: A come Ancona... B come Bari Sei stato selezionato attraverso una attenta ricerca sul web e ti invitiamo ad interpretare la tua città natale o di residenza con una intuizione/visione istantanea inedita (foto, still, frame) un non-luogo comune, che individui una peculiarità/diversità dello spazio vissuto e sopravvissuto e che contemporaneamente crei un alfabeto universale per un idea di città globale/locale italiana: una inedita cartolina della tua città senza monumenti. Contemporaneamente a questa mail stanno girando le altre cartoline A come Ancona, C come Como, D come Domodossola... L intento è la creazione di una città-tessuto, una matrice e mappa globale-orizzontale del concetto di città italiana; la lettera tipografica verrà sovrimpressa o affiancata da noi alla tua immagine e questa operazione sarà la nostra interazione con l opera inviata. Saremmo contenti di poter collaborare nel progetto. Riteniamo che il progetto abbia le qualità di un processo in cui l eventuale feed-back possa essere d impulso senza particolari fasi di studio o ricerche onerose; il valore dell operazione infatti non risiede nella singola opera ma nell idea di interazione e cooperazione tra artisti/cittadini/osservatori/visionari. per ora siamo CARTOLINA n.1 A come Ancona ha risposto Massimo Cartaginese (Ancona) architetto, si è occupato di concept design edilizio e urbano per più di dieci anni lavorando in Italia, Singapore, Cina. Ha viaggiato lungamente nel sud-est asiatico arricchendo il proprio bagaglio culturale. Tenendo d occhio le vicende dell arte contemporanea, Massimo vi è recentemente confluito con il proprio lavoro, di impianto concettuale, creando operazioni sulla fruizione/frequentazione dei luoghi e sugli effetti che ne conseguono nel campo dei comportamenti sociali. Ha insegnato al Centro Sperimentale di Design di Ancona e si occupa di progetti didattici su arte e riciclaggio. Buon giorno ho ricevuto la vs mail qualche gg fa. Io ho fatto qualche scatto e devo solo decidere quale mandarvi. Inoltre ho intenzione di pubblicare sul mio blog un post con le altre mie immagini di non-luoghi anconetani e qualche pensiero. Nel testo che sto preparando pensavo di linkare il vs sito (o meglio ancora, una pagina precisa dell iniziativa). Volevo sapere se siete d accordo, se preferite che io aspetti la presentazione ufficiale del progetto (esattamente si chiama Alfabeto Italiano?), o sono svicolato dai vs tempi realizzativi... grazie e scusa per le molte domande massimo cartaginese ciao, allego mia cartolina risoluzione 300 dpi e dimensioni cm.20x13 Attendo mail di risposta per conferma vs ricezione e link pagina specifica su vs sito per linkaggio con mio bboys blog grazie a presto massimo. PS dimenticavo di dire che la foto è a postazione telefonica situata nell area sosta TIR, banchina di imbarco passeggeri, porto di Ancona. Questo se vi occorre dirlo. CARTOLINA n.2 B come Bari ha risposto Maia Marinelli New York (USA) artista barese poliedrica che ora vive e lavora a New York. Ha fatto numerose mostre e progetti internazionali con installazioni multimediali, video e performance. Ha partecipato al workshop presso Fabrica (centro sperimentale per la comunicazione di Benetton) ed è fotografa freelance per Colors Magazine international. Ciao Prima di tutto ci tengo a dire che non vivo più a Bari dunque la mia testimonianza e simile ad una eco, una memoria radicata in me come nella terra da dove provengo. Ora vivo e lavora a New York ciònonostate sono lieta di spedirvi due lavori. Il primo è una fotografia che considero perfetta per questo progetto. Questa immagine rappresenta casa, B come Bari come Casa... una casa che non esiste più, è fuori fuoco eppure cosi viva e familiare. Maia CARTOLINA n. 3 C come Como o Catania? GRass CARTOLINA n.4 D come Domodossola ha risposto Roberto Bianchetti nato a Villadossola, vicino a Domodossola, in provincia di Verbania. Ha sempre conciliato la formazione professionale nell ambito sociale con la forte passione per la capacità espressiva del mezzo fotografico. Dal 1996 ha curato diversi Laboratori Fotografici in differenti progetti socio-educativi per minori e disabili; nel 1997 ha ripreso i Campionati Italiani Atletica Leggera per Disabili; nel 2004 i Campionati Italiani di Sci per Disabili. Negli ultimi anni ha compiuto una ricerca, con particolare attenzione ai bambini e alla situazione sociale, nella regione dei Balcani (Bosnia-Erzegovina, Serbia, Kosovo, Albania). Buongiorno, ho letto con interesse la vostra comunicazione, vorrei solo avere maggiori informazioni su come siete giunti a me e quali dei miei lavori avete visionato; è un invito già fatto ad altre persone delle nostra zona o sarei il primo? Operativamente e in che tempi consisterebbe la collaborazione? In attesa di riscontro, cordiali saluti. Roberto. La foto è ripresa in Domodossola, Piazza Mercato, cuore della città fin dal medioevo; le figure sulla destra sono tre ballerine della scuola di danza Attitude di Annalisa de Gaudenzi di Domodossola. Ciao Roberto un libro cambia il mondo? LETTERATURE DI SVOLTA non risponde a questa domanda ma interrogandosi offre al pubblico la consultazione di oltre 400 libri segnalati da artisti, ricercatori, studenti e lettori che negli anni hanno partecipato alle attività di Cittadellarte. A partire da queste segnalazioni sono stati selezionati i trenta libri di svolta, che nel 2004 sono stati esposti a Cittadellarte nella mostra Living library, in occasione della settima edizione di Arte al Centro, fulcro delle attività della Fondazione Pistoletto. La mostra Living library, progettata da un gruppo di giovani artisti internazionali, consisteva nell interpretazione creativa degli spazi quotidiani di lettura all interno dei quali venivano presentati in esposizione e consultazione trenta libri di svolta. Il dibattito e l accoglienza di nuove e diverse istanze sul concetto di letterature di svolta iniziava dalla mostra Living library per svilupparsi dialogicamente nel convegno-laboratorio Scrivere la trasformazione: dibattito internazionale svoltosi a Cittadellarte, un intenso tavolo di lavoro della durata di tre giorni, un reale confronto e incontro sui temi della letteratura e della trasformazione sociale responsabile, presieduto tra gli altri dalla giurista iraniana, premio nobel per la pace, Shirin Ebadi. I titoli segnalati costituiscono Centro di documentazione per una trasformazione sociale responsabile, che oggi ha sede presso Cittadellarte Fondazione Pistoletto. Dal 2004 l elenco dei titoli segnalati è in progressiva crescita, così come quello dei libri di svolta. La libreria di svolta continua ad essere aggiornata Il gruppo Ragnatele partecipa al dibattito e sta interagendo con il progetto Letterature di Svolta. LETTERATURE DI SVOLTA è ospite del catalogo RAGNATELE/LINK perché è diventato tema di discussione all interno dei lavori svolti nel laboratorio. Il gruppo Ragnatele è stato invitato nello spazio Letterature di Svolta a Torino il 12 aprile 2007 per interagire e discutere del proprio progetto e dei libri di svolta selezionati. FEDERICO Il progetto locale Alberto Magnaghi The art of looking sideways Alan Fletcher MARIO Gomorra di Roberto Saviano SIMONA Wislawa Szymborska Vista con granello di sabbia SUSANNA Cecità Josè Saramago FRAN- CESCA Susan Sontag Davanti al dolore degli altri Susan Sontag Stupore infantile Elemire EMANUELE catalogo della X Biennale di Architettura di Venezia Città.Architettura e società Il design è un pipistrello mezzo topo mezzo uccello Giovanni Klaus Koenig Il potere delle immagini Freedberg David VALENTINA nessun libro ELISA Oltre il villaggio globale Triennale di Milano catalogo ELISABETTA Cattiva maestra televisione K. R. Popper - J. Contry CAROLINA La rabbia e l orgoglio Oriana Fallaci TIZIANA Il codice da Vinci Dan Brown FRANCESCO Non è un paese per vecchi Cormac McCarthy PAOLA Cavalli salvaggi Cormac McCarthy Il futuro del libro? una domanda per un discorso creativo, responsabile e aperto sul mondo dell editoria Il FUTURO DEL LIBRO è un osservatorio attivo sul mondo dell editoria creativa, responsabile e libera. Il blog è un progetto di Fondazione Pistoletto Onlus Editore, curato da Alessandra Pagani. La casa editrice cura la linea editoriale della Trasformazione Sociale Responsabile, che diffonde principalmente attraverso Progetto Arte - JOURNAL, annuale che documenta tutte le attività teoriche e operative, dalla nascita di Cittadellarte ad oggi. In connessione con il movimento per la libera conoscenza o free knowledge, che cerca di coinvolgere l interlocutore a farsi non solo spettatore, ma anche promotore e attivatore del cambiamento sociale responsabile, la casa editrice sviluppa collaborazioni con editori di tutto il mondo. Sulla base della visione del Terzo Paradiso, il nuovo mito lanciato dall artista Michelangelo Pistoletto in occasione della Biennale di Venezia 2005, il Futuro del Libro è particolarmente interessato al dibattito in corso sul diritto d autore, copyright-copyleft, alle pubblicazioni scaricabili gratuitamente, alla free press e al problema della concentrazione dei distributori. Il tema del libro è affrontato ad ampio raggio: dalla didattica per bambini, alla grafica socialmente responsabile allo spinoso tema del diritto d autore. Il blog non vuole proporre una soluzione su quale sarà il futuro del libro ma ne vuole seguire la trasformazione, l evoluzione, innescando un dibattito costruttivo nel web, l agorà di oggi al quale siete tutti invitati a partecipare. Sulle basi del Terzo Paradiso ciò che vorremmo per il futuro del libro è l apertura del mondo editoriale al concetto di libera condivisione della conoscenza e di copyleft. Gli interessi sono orientati a produrre e ispirare un cambiamento responsabile nella società attraverso idee e progetti creativi, responsabilità, etica, libri, case editrici, editori indipendenti, didattica, sociale, informazione, scrittori, nuove soluzioni per la distribuzione, librai, network. / Ragnatele è stato segnalato nel blog il futuro del libro e contattato con l idea di collaborare in futuri progetti condivisi sui temi della creatività e della libera circolazione delle idee e della conoscenza. pieghevole da staccare giovani associazioni in erba in Foligno GRass GRass grande associazione

12 VIAINDUSTRIAE Fa progetti di arte contemporanea, operazioni di rete, processi artistici orizzontali.il progetto culturale è prassi creativa modulare e aperta, non è inventario ma inventivo, reportage, archivio creativo ed interazione ambientale. Viaindustriae attraversa i territori tra arte ed architettura e indaga le nuove forme comunicative del paesaggio sociale. Kokopelli Kokopelli, Dio Hopi della musica, del teatro, della felicità e della fertilità, esperienza di contaminazione artistica e teatro di ricerca ed esperienze musicale gioco/rivoluzione come elemento di rottura e di rimescolamento del senso, gioco/rivoluzione basato sull autoconsapevolezza del proprio corpo e del proprio respiro, gioco/rivoluzione come scaravoltamento dei sensi e delle esperienze quotidiane, gioco/rivoluzione anche nella metodologia della ricerca stessa. la scommessa fotostory a sfondo sociale Cosa fa più male ad un diversamente abile? La difficoltà delle scale o quella delle relazioni? Il disagio dei marciapiedi o quello dei pregiudizi? Gli imbarazzi di salite e discese o quelli di rifiuti e paternalismi? Togliamo le barriere mentali poi scivoleranno via quelle architettoniche. Luciano Pellegrini (poeta e scrittore, disabile, con difficoltà di deambulazione e di parola) e Giuseppe Schippa (scrittore, che ne ha curato la regia) sono rispettivamente presidente e vice-presidente della A.L.E.A che si occupa da anni di barriere. Ma non le solite barriere architettoniche. Bensì quelle più dure e radicate: quelle mentali e comportamentali. Il fotoromanzo La scommessa (pubblicato con 2 pagine estratte su questo numero) vuole raccontare la sessualità e l amore, attraverso l esperienza reale e concreta di tutto quello che concerne le difficoltà dei diversamente abili. Infatti - dice Pellegrini - anche noi diversamente abili, abbiamo una nostra bellezza e nostre caratteristiche personali attive oltre che aspirazioni e desideri!. Con le immagini di un fotoromanzo il messaggio viene maggiormente recepito e rimane impresso in modo definito. Queste pagine pongono di fronte a problemi che vanno da scale e marciapiedi, a parcheggi adibiti spesso occupati da chi non ne ha diritto, fino a quelli più sottili di affetto e di amore che vengono sempre dribblati sia da persone normali, sia da personalità politiche e sociali. Per continuare la lettura del fotoromanzo qui pubblicato per le sole pagine 69 e 70 si può richiedere la pubblicazione all indirizzo o a CESVOL di Perugia rossofilo illustrare in rete (progetto in progress di Francesca Greco) / progetto scritture mutanti Cari Illustratori Vi scrivo per farvi conoscere un progetto interessante al quale vorrei che partecipaste in un futuro molto prossimo. RAGNA- TELE è un laboratorio multimediale creativo che opera progetti artistici in rete. La pubblicazione cartacea è una sorta di catalogo dei lavori attivati con cadenza trimestrale all interno del laboratorio. Il gruppo di lavoro è formato da giovani creativi.e già uscito il numero 0 che potete visionare e scaricare sul sito Io ho collaborato al numero zero con alcune illustrazioni. Per questo numero che ha come tema monografico link, ma anche per i prossimi numeri, ho pensato di fare un progetto orizzontale di illustrazione. Vorrei creare una rete tra noi illustratori, in base alla quale ad un input iniziale si può generare un feed-back. Sarebbe una sorta di progetto collettivo che viaggerebbe su tutte le pagine del catalogo senza necessari appigli con i contenuti o il testo scritto. Questo progetto di illustrazione sul tema link costituisce un testo visivo che attraversa le pagine. Si tratterà per voi di rispondere ad un mio segnale grafico, un disegno sintetico penso a due dimensioni e magari mono-bi cromatico, al quale dovrebbe seguire il vostro segnale disegno grafico fino a costruire un percorso omogeneo. Se si riesce a produrre qualcosa insieme l intenzione è di portare avanti la collaborazione in maniera continuativa nei numeri successivi. Ciao a prestissimo Francesca - Ciao a tutti invio il mio segno di partenza! Spero che vi interessi partecipare a questa idea e chi Vi appigliate al mio filo... Ciao Francesca illustrazioni di Simona Badiali, Francesca Greco e Laura Orsolini per partecipare al progetto invia una mail a Attestato del corso e bando di formazione professionale All interno del programma PRATICHEARTISTICHENELLOSPAZIOPUBBLICO e nuove astrazioni professionali di RAGNATELE/LINK Associazione Temporanea di progetti: LINK Spa capofila; RAGNATELE Srl; PRATICHEARTISTICHENELLOSPAZIOPUBBLICO Srl; NUOVE ASTRAZIONI PROFESSIONALI Srl BANDO DI ISCRIZIONE APERTO E ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE AL PRIMO MODULO DEL CORSO SVOLTO (gennaio-marzo 2007) PROGETTO VICO ETERNORITORNO Progettista di rete Cod. Corso abcde - riservato a TUTTI Progettista di rete e facilitatore nella roto-toponomastica urbana motto del bando VICO eternoritorno Prog Determina Dirigenziale n 2222 del 23/01/2007 Ob. 3; Asse E; Misura 1 Raggio 6 workshop del gruppo ragnatele con Gianni Piacentini del martedì 23 gennaio 2007 ore 21,00 Ostello per la Gioventù di Foligno fotografie di Tiziana Ferrieri In Blue Ricerca e sperimentazione musicale nel Jazz ed i territori musicali affini, Jazz in strada, Young Jazz In Town, Young Jazz In Club. ATTACK Attack si occupa di Street-Art, delle varie espressioni giovanili e dell attacco che essi sferrano al sistema con forme di comunicazione creative. Tali forme artistiche sono libere, di forte impatto sociale e spesso realizzate nella clandestinità. Contr-Attack... riprendiamoci la strada il sottopassaggio delle Condotte S. Allende con un tripudio di messaggi e di colori in una festa a traffico chiuso: sound-sistem, dj set reggae, hiphop e vari mc, rampe per skaters e rollers, writers giunti da tutta Italia e centinaia di ragazzi. Ora costruiamo uno Skate park nell immediata periferia della città. feedback ArciFEEDBACK -la fabbrica dei suoni- è dei giovani folignati che hanno uno spazio dove muoversi, dove realizzare, dove sognare e dove incontrarsi. Luogo di promozione culturale/musicale e creativa con lo svolgimento di varie attività quali il teatro, i reading, gli incontri e i dibattiti, il cinema e il cineforum, corsi di fotografia ma soprattutto musica. Il feedback dà la possibilità a tutti i giovani, di organizzare attività o concerti. DanCity (densità, città, movimento) Dancity è desiderio di esplorare un panorama artistico e musicale in continuo movimento/mutamento, in un equilibrio instabile tra ricerca e sperimentazione, e recupero della tradizione. Dancity è musica elettronica, nuovi materiale sonori, performance audio-visive, incontri letterari sulla musica e sulla tecnologia, video-istallazioni, live act, dj set, arti digitali. il gioco universale s_cradle Esploratori e antropologi, intorno alla fine del XIX secolo scoprono questo gioco in molte parti del mondo: Australia, Africa, Canada, Messico, Brasile, Polinesia, Francia, Paesi Bassi, Finlandia, Romania, l isola di Pasqua. La prima testimonianza, però, si trova in un documento medico (sembra sia stata utilizzata una particolare legatura per la frattura del mento) del IV secolo a.c.. Questo gioco è conosciuto nel mondo con diversi nomi: string figures, cat s cradle, osage diamonds, kai-kai, fishnet. Ogni cultura da a ciascuna figura realizzata con lo spago un determinato nome e ne esistono più di 200. Non esiste alcun legame tra i diversi popoli distanti per tradizione, cultura e miglia. La funzione, lo scopo delle string figures varia da luogo a luogo. In alcuni luoghi erano usate dai narratori tribali per illustrare i loro racconti, in altre situazioni servivano come amuleti porta fortuna, un buon augurio per assicurare un generoso raccolto o una fortunata caccia. La maggior parte delle volte, però, le string figures venivano fatte per passare il tempo. Nella cultura dei Navajo questo non è solamente un gioco. La tradizione che si tramandano sostiene che le string figures si possono fare solo d inverno, tra novembre e febbraio quando i ragni sono in letargo. Vengono associate ad alcune allegorie e credenze: le donne incinte non possono essere presenti durante i movimenti con lo spago, i bambini credono che sia Spider Woman (un figura legata agli dei) ad insegnargli queste figure affinché imparino a pensare, perché se imparano questo la mente non si perde. Ogni Paese ha la sua tradizione, i suoi numerosissimi modi per creare figure con lacci o stringa. Will Wirt e Mart Sherman hanno pubblicato nel 2000 un articolo nel bollettino dell Isfa (International string figures association fondata nel 1978 da Hiroshi Noguchi dove descrivono 74 string figures dei Navajo indiani d Arizona. Un inventario delle string figures montate su cartoncino, su pellicola, fotografie di questo gioco, è presente in più di 20 musei nel mondo: British Museum, Australian Museum, Harverd University Peabody Museum, e molti altri. These games so ancient and yet so fresh (Kathleen Haddon, String figures,1934). performance del gruppo ragnatele di mercoledì 28 febbraio 2007 ore 21,00 all Ostello per la Gioventù di Foligno fotografie di Achille Filipponi DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO Il corso è rivolto a tutti ma soprattutto giovani anche non anagrafici, professioni disorientate, liberi cittadini per aggiornamento. PERIODO DI REALIZZAZIONE E SEDE Primo modulo svolto Gennaio-Marzo Il prossimo modulo per le nuove iscrizioni si svolgerà da Marzo a Maggio 2007 presso Ostello per la Gioventù di Foligno Palazzo Pierantoni via Pierantoni. La domanda di iscrizione dovrà essere inoltrata a: PROFILO PROFESSIONALE Il corso è finalizzato alla formazione di una figura professionale in grado di assumere il ruolo di progettista di rete e facilitatore nella roto-toponomastica che padroneggia le tecnologie comunicative infografiche e segnaletiche dei sistemi più diffusi atti a garantire la distribuzione di servizi di utilità urbana, basandosi anche sulla collaborazione reciproca. Utilizza pertanto le conoscenze dei mezzi trasmissivi, dei protocolli e dei dispositivi di comunicazione locale e remota, definendone l impiego in funzione dei requisiti espressi dagli utenti e della tipologia e topologia appropriata; cura il costante aggiornamento del proprio dizionario scientifico rispetto ai media emergenti anche alla luce della rapida e consistente evoluzione del mercato verso le reti. Questi è una figura specialistica che presidia le competenze sociali ed ha il compito di promuovere attività di facilitazione nei nodi di rete. I PARTECIPANTI SVILUPPERANNO COMPETENZE PER Collaborare alle attività di analisi dei requisiti alla progettazione delle soluzioni tecniche di rete e alla messa in opera e gestione tecnica dei dispositivi di segnaletica sperimentale delle reti circolatorie che consentono l interconnessione. In particolare le attività fondamentali di cui si occupa sono: identificare, analizzare e risolvere problemi operativi e anche fornire assistenza agli utenti. Completano il profilo della nuova astrazione professionale le conoscenze basilari delle dinamiche e dei processi di mobilità e dei flussi. Con il corso si acquisiscono competenze per redigere un documento di richiesta di valenza amministrativa per protocolli di assegnazione toponomastica ai luoghi di transito e competenze da facilitatore dei flussi urbani e progettista di ausili segnaletici in zone di contiguità alle rotatorie. ARTICOLAZIONE DEL CORSO/SINTESI DEL PROGRAMMA Argomenti già svolti nel primo modulo e futuri argomenti (chi si iscrive dal secondo modulo potrà avere in dotazioni dispense delle lezioni già svolte) La rotatoria come flusso vitale e circolatorio di una città, emozione cinetica centripeta, senso di ingenuità, moto infantile da giostra, sregolatezza, libertà, disorientamento, fanciullezza, sensualità. La rotatoria come madre indulgente del traffico perché per sua stessa natura, offre sempre una possibilità di tornare indietro. Lavavetri e nuovi mestieri. Le rotatorie come non-luoghi, funzione di fluidificazione il traffico. Domanda: lo spazio al suo interno che senso ha? Tipologie standard delle rotatorie: monumenti celebrativi, spazio verde (a volte affittato ad aziende del settore che allestiscono un piccolo giardino con tanto di fiori e piante) palo di illuminazione. In nessuno di questi casi la rotatoria è un luogo accessibile al cittadino se non visivamente come sollazzo cinetico-visuale. Conclusioni: la rotatoria rimane unicamente un elemento funzionale al traffico su strada. CONTENUTI DEL PROGRAMMA Il non luogo è vitalizzabile? Alcune soluzioni di rotatoria non standard estemporaneamente fantasticate da vari operatori anche non tecnologicamente avanzati. TEST di Gianni Piacentini Progetto ideale/fattibile/pericoloso/approvato: che ne pensi? 1) pannelli testuali 2) specchio brunito in metallo (a bassa riflessione): effetto luci e fari sfocati 3) cumulo di auto a più piani di forma circolare. Monumento e monito della circolazione. Cono di macchine rottamate coi musi verso la circonferenza della rotatoria. I lati visibili delle auto non risulteranno particolarmente danneggiati. Ref. torta statistica della viabilità. Opera con l accusativo interno 4) In alternativa al punto 3): auto posizionate una dietro l altra a formare un trenino, un girotondo destrorso, che segna il confine della rotatoria e fa, in sostituzione di un eventuale guard-rail, da guardrail pertinente. 5) la rotatoria monumento alla ruota, al PNEUMATICO. Opera di ascendenza pop morbida e respingente nera come il catrame e gommosa posta di piatto e leggibile per la convessità delle pareti verticali. 6) GUARD-RAIL decorativo. Cerchi concentrici di guard-rail sempre più elevati verso il centro della rotatoria tenuti da travi. Un cono o un semiellissoide (richiamando un uovo, un igloo, una tenda). 7) grande TROTTOLA rotante 8) LIBRO APERTO monumento bianco dinamicamente illuminato dai fari delle auto in movimento 9) THOLOS dedicata al MOVIMENTO e al VUOTO (ref. Mausoleo di Teodorico Ravenna, la garritta, il fortino, la piastrino romano, 10) tutte le BANDIERE DEL MONDO gioco del vento 11) casistiche di progetti realizzati: un opera di Werther Germondari prevede il collocamento di un automobile (comprata o noleggiata da uno sfasciacarrozze ma possibilmente in condizioni abbastanza decenti di carrozzeria) all interno di una vasca di cemento e con l acqua che arriva a circa metà della stessa. Una pompa da fontana è collegata ai tre punti dell automobile, corrispondenti a quelli degli spruzzatori lavavetri: due davanti (parabrezza) ed uno dietro (lunotto). I suddetti spruzzi d acqua non colpiscono i vetri, ma li oltrepassano, realizzando così l effetto fontana, esattamente come avviene con le automobili reali... MODALITÀ DI SVOLGIMENTO II nuovo corso inizierà presumibilmente entro il mese di MAGGIO Il corso sarà interamente gratuito. Agli allievi verrà rilasciato attestato di tirocinio formativo in base alla normativa vigente in materia, qualora ne ricorrano gli estremi, e nei limiti di quanto indicato in progetto e nella convenzione di affidamento. ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE Questo bando debitamente incorniciato non prima di aver compilato e risolto i quesiti citati costituisce anche attestato di partecipazione del primo modulo svolto. Il partecipante..ha svolto con profitto il primo modulo del presente corso ed ha indagato il Caso delle rotatorie non standard seguente... e propone l assegnazione toponomastica per la rotatoria posta in località tra le vie... vicino al... con la seguente titolazione.... Collocando all interno della stessa il seguente oggetto (di riconoscimento) a reazione cine-poetica...

13 catalogo uno / LINK Ognuno di noi su questo pianeta è separato da 6 altre persone. Sei gradi di separazione. Tra noi e chiunque altro su questo pianeta. Il presidente degli Stati Uniti. Un gondoliere di Venezia non è solo per grandi nomi. Chiunque. Un aborigeno della foresta tropicale. Un abitante della Terra del Fuoco. Un eschimese. Sono legato a chiunque altro su questa terra solo con un passaggio di sei persone. E un pensiero profondo Come ogni persona sia una porta aperta in altri mondi. Sono le parole di Ousa alla figlia nel film Six degree of separation di J. Guare 1991 che rendono famosa la teoria dei sei gradi di separazione che connettono in una grande rete tutti gli umani. La teoria sostiene che ognuno di noi ha di media 5,5 gradi di conoscenza - tramite parentela o amicizia - che ci permettono di connetterci ad una rete che unisce qualsiasi persona al mondo. Il film di Guare ha reso noto ai più quanto nella breve e quasi sconosciuta novella Chains scritta dal giovane ungherese F. Karinthy nel 1929 e più scientificamente negli esperimenti sociali di Milgram degli anni Sessanta, si è fantasticato sul fascino della costruzione dei legami sociali. In Barabási [Barabási A.L. (2003), Linked, Penguin Group] le radici della costruzione di una rete sociale sono da ricercarsi nelle teorie di due complesse figure, i due matematici Erdos e Renyi, che pubblicano circa un decennio prima di Milgram una ricerca passata alla storia come random network theory o della teoria di reti casuali. La teoria di Erdos e Renyi sostiene che basta solo un legame, un link per nodo per essere connesso ad una rete, come dire almeno un legame di un neurone ad un altro per far funzionare la chimica del cervello, o una conoscenza per persona per socializzare, o almeno un legame con una società per creare un business. L esperienza quotidiana ci insegna che almeno ognuno di noi ha almeno una o più di una conoscenza per cui le possibili costruzioni geometrie variabili di legami tra parenti, amici, conoscenti e persone note sono molto alte. Similmente, se pensiamo al network informatico del web ci troviamo di fronte ad una speculare determinazione dei legami. Un crawler, un software che senza supervisione umane riesce a performare determinate azioni, ha calcolato la media del numero di connessioni dei documenti pubblicati nel web nel 1998, determinando che tra un documento e l altro esistono 19 gradi di separazione. In altre parole, la scoperta di un documento nel web del 1998 avrebbe richiesto il passaggio di circa 19 link. Come per i sei gradi di conoscenza tra umani, i 19 gradi di separazione tra un documento e l altro sono solo una media statistica e non ci assicurano sul fatto che sia facile ricostruire in un batter d occhio i legami né tra umani, né tra i documenti nel web. Nel web ad esempio la scoperta di un dato documento potrebbe essere immediata oppure potrebbe richiedere un tempo molto lungo. L umano discernimento ci guida però a selezionare quelli che per noi potrebbero essere le informazioni più adatte, in base a una sensibilità che ci guida nel districarci più velocemente nel groviglio del web Nel web non c è un essere senziente che elabora la costruzione del net, e parimenti non esiste un cervello centrale che dirige la costruzione di una società democratica né tantomeno la formazione di reti di conoscenze. In entrambi i casi si tratta di una rete senza cervello centrale in cui possiamo muoverci a piacere, come una specie di ragnatela senza ragno. In natura, la ragnatela tessuta da un ragno è una rete solida con un carico di rottura paragonabile all acciaio con lo scopo di catturare prede per sopravvivere. Contrariamente il sistema sociale non cerca prede ma sopravvive della costruzione di legami che si formano in modo random e in base alla rete di conoscenze. Diversi tipi di legami forti e deboli [Granovette (1973), The strenghth of weak ties AJS] portano alla formazione di cluster o gruppi di interesse aperti e mobili in cui le persone interagiscono in base ad affinità. Questa modalità sociale di tessere reti e relazioni è una condizione vitale per lo scambio di informazioni e di saperi e quindi per la formazione di creatività. Della ragnatela del ragno imitiamo quindi il senso della sopravvivenza, la capacità di costruire legami saldi ma flessibili centrandoli su idee, progetti e innovazioni. A noi sta il gioco della costruzione

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Documentazione Progetto

Documentazione Progetto Documentazione Progetto Progetto rivolto ai bambini della Scuola dell Infanzia di Molina Anno Scolastico 2009/2010 Docente: Anna Teresa Vitale Il progetto I colori del grigio affronta il tema della diversità

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Anno scolastico 2015/2016 anno II DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Siamo finalmente ritornati, non ci credevate più eh!!!, Invece ci siamo. Siamo pronti per ricominciare, per raccontarvi i primi giorni

Dettagli

Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009

Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009 Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009 Progetto realizzato in collaborazione tra: Sezione Azzurri scuola dell Infanzia Via Garibaldi Classe 1B scuola Primaria Omate Classe 1C scuola

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

I COLORI DELLE EMOZIONI

I COLORI DELLE EMOZIONI I COLORI DELLE EMOZIONI LABORATORI CREATIVI DI EDUCAZIONE SOCIO-AFFETTIVA Oggi è universalmente riconosciuta l importanza che la scuola riveste nel favorire la crescita dei bambini, il suo ruolo attivo,

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose Interattività per menti curiose About Us Dove siamo Metodologia Servizi Space sharing Progetti 2 ABOUT US Design interattivo per menti curiose Siamo creatori appassionati dell arte multimediale, di idee

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it Follow us on Ciccio Pasticcio pepita.it Ciao, sono Ciccio Pasticcio! Forse ci siamo incontrati già da qualche parte, per cinque anni ho girato tutta l'italia per far divertire i bambini negli spettacoli

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August)

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Please, note that this packet will be recorded as four grades the first week of school: 1) homework grade 2) test grade 3) essay grade 4)

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

NOTA BIOGRAFICA. Matteo Severini

NOTA BIOGRAFICA. Matteo Severini NOTA BIOGRAFICA Come in ogni buona pubblicazione di un libro di poesie si dovrebbe cominciare con una sintesi biografica dell autore, per raccontarne cronologicamente la storia e le opere; ma un po per

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August)

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) (Before doing this homework, you might want to review the blendspaces we used in class during level 2 at https://www.blendspace.com/classes/87222)

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Se intrecci le tue mani con le mie Se unisci i colori delle tue emozioni con i colori delle mie emozioni Se accompagni i colori della tua musica ai

Se intrecci le tue mani con le mie Se unisci i colori delle tue emozioni con i colori delle mie emozioni Se accompagni i colori della tua musica ai Se intrecci le tue mani con le mie Se unisci i colori delle tue emozioni con i colori delle mie emozioni Se accompagni i colori della tua musica ai colori della mia musica Se presti un po dei colori della

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà.

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. PREMESSA Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. A differenza della festa della mamma, la festa

Dettagli

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i Chiam a ai num eri 066550684 e 0665499074 o invia una m ail a even t i@locan dadeim

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2008 Scrivi il tuo nome e cognome

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli