Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a)"

Transcript

1 Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 1, lett. a) Report al 31 dicembre 215 1

2 Indice 1. Le domande presentate Le domande presentate nel periodo 1 gennaio-31 dicembre Le domande accolte Le domande accolte nel periodo 1 gennaio-31 dicembre L importo finanziato e garantito Le caratteristiche delle operazioni Le caratteristiche delle imprese Le domande non ammesse alla garanzia del Fondo ALLEGATO - Tavole statistiche

3 1. Le domande presentate 1.1 Le domande presentate nel periodo 1 gennaio - 31 dicembre 215 Nel 215, le richieste di accesso al Fondo mostrano una crescita del 17,% rispetto al 214, con un numero di richieste pervenute pari a (89.94 nel 214). Grafico 1 Domande presentate 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (n.) ,% L incremento totale del 17,% riflette una dinamica mensile positiva con unica eccezione il mese di gennaio, con variazioni comprese tra un minimo dell 1,7% di febbraio e un massimo del 66,1% di marzo. Grafico 2 Dinamica mensile delle domande presentate 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (n.) ,1% ,5% +1,7% +53,6% +6,3% +22,2% +29,5% +1,8% +13,8% +8,7% +4,6% ,9% Il numero di operatori che hanno presentano domanda di accesso al Fondo (484 soggetti richiedenti) risulta in aumento del 9,8% rispetto all anno precedente (441). Dall analisi dei soggetti richiedenti emerge come la crescita sia riconducibile alle banche (333 operatori, pari al 68,8% del totale), che hanno evidenziato una crescita del 1,3%, seguite dai confidi e gli altri fondi di garanzia (131 operatori, pari al 27,1% del 3

4 totale) con un aumento del 4,8% e dalle società di leasing (16 operatori, pari al 3,3% del totale) con una crescita del 14,3%. In particolare, si segnalano 4 Società di Gestione del Risparmio che hanno presentato domanda di ammissione alla garanzia del Fondo a fronte di 6 operazioni di sottoscrizione di minibond, ai sensi di quanto disposto dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze del 5 giugno 214. Grafico 3 Distribuzione dei soggetti richiedenti la garanzia, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (n.) Banche Confidi e altri fondi di garanzia Società di leasing SGR 4

5 2. Le domande accolte 2.1 Le domande accolte nel periodo 1 gennaio - 31 dicembre 215 Nel 215 le domande accolte risultano a fronte delle del 214, per aumento 19,% rispetto all anno precedente. Grafico 4 Domande accolte, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (n.) ,% A fronte delle oltre 12. operazioni accolte, il numero delle imprese garantite è pari a , con un aumento del 18,8% rispetto al 214. Grafico 5 N. imprese ammesse al Fondo, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (n.) ,8% L importo finanziato e garantito I finanziamenti accolti, pari a 15,1 mld, evidenziano un incremento del 17,1% mentre l importo garantito, pari a 1,2 mld, registra un aumento del 22,4%. 5

6 Tabella 1 N. operazioni, finanziamenti accolti e importo garantito, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 N. operazioni Finanziamenti accolti ( ) Importo garantito ( ) Var. % Var. % Var. % Gennaio ,8% , ,64 21,1% , ,49 38,% Febbraio ,2% , ,78 19,6% , ,25 34,6% Marzo ,8% , ,16 55,2% , ,7 67,6% Aprile ,7% , ,24 75,7% , ,13 89,2% Maggio ,3% , ,85 32,5% , ,26 38,8% Giugno ,5% , ,13-21,8% , ,5-18,9% Luglio ,% , ,65 23,4% , ,39 25,6% Agosto Settembre ,1% , ,7 2,1% , ,9 3,4% Ottobre ,8% , ,89 33,9% , ,11 38,3% Novembre ,1% , ,96-4,% , ,17-2,3% Dicembre ,% , ,86 8,3% , ,85 1,3% Totale ,% , ,86 17,1% , ,12 22,4% Il finanziamento medio delle operazioni accolte nel 215 ( 146,8 mila) si attesta su un livello inferiore a quello del 214 ( 149,2 mila) a fronte di un aumento dell importo garantito medio (che passa da 96,8 mila nel 214 a 99,6 mila nel 215). Grafico 6 - Finanziamento e importo garantito medio, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 ( ) Finanziamento accolto medio Importo garantito medio ,2 146, ,8 99, A livello mensile, nei primi cinque mesi del 215 il finanziamento medio presenta una dinamica positiva, passando da 141,8 mila di gennaio a 149, mila di maggio, per proseguire con un andamento discontinuo fino ad attestarsi su 146,6 mila in dicembre 1. 1 La dinamica del finanziamento medio è anche influenzata dall avvio dell operatività riferita alle operazioni di Microcredito (importo finanziabile fino a 25, mila incrementabile fino a 35, mila) a partire dal mese di maggio 215. A tale proposito si segnala che le operazioni di microcredito garantite sono passate da una decina di domande nei mesi di giugno e luglio a 155 operazioni nel mese di dicembre, per un totale di 864 accolte a fine anno. 6

7 Grafico 7 Dinamica mensile del finanziamento medio, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 ( ) ,8 141,8 125,4 146,8 132,6 145,1 155,9 147,5 145,5 149, 15,8 142,8 158,9 145,2 16,3 153,1 159,8 153,6 158, 142,4 155,7 146,6 Rispetto al 214, variazioni positive del finanziamento medio si riscontrano per le imprese del Mezzogiorno (+5,1%) e del Nord (+,8%), dell industria (+4,7%) e dei servizi (+5,2%), di piccola (+6,4%) e micro dimensione (+2,8%) a fronte di una diminuzione per le imprese: localizzate nel Centro (-1,3%); del settore del commercio (-29,6%) ; di medie dimensioni (-1,4%); Per quanto riguarda la tipologia di intervento, il finanziamento medio registra una contrazione sia per la garanzia diretta (-2,6%), sia per la controgaranzia (-12,5%). Grafico 8 Finanziamento medio per area territoriale, settore di attività, dimensione d impresa e tipologia di intervento 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 ( ) Area territoriale Settore di attività 2 173,4 174,9 2 17,2 18,3 127,5 114,3 121,4 127,6 12,9 127, 12,8 127,1 1 1 Nord Centro Mezzogiorno Industria Commercio Servizi Dimensione impresa Tipologia di intervento ,9 476, ,8 21,5 2 62,6 64,4 192,9 25,4 1 98,7 86,4 45,9 3,5 Micro Piccola Media Controgaranzia Garanzia diretta Cogaranzia 7

8 La dinamica che emerge dall evoluzione dei finanziamenti accolti si riflette sulla distribuzione delle domande accolte per classe di importo garantito. Ad eccezione della classe di garantito più elevata, oltre 1, mln, che evidenzia una diminuzione, le altre classi mostrano un aumento compreso tra il 16,2% fino a 1 mila e il 29,6% tra 11 mila e 5 mila. Grafico 9 Distribuzione delle domande accolte per classi di importo garantito 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre ,3% 22,6% 2,5%,6% ,1% 2,8% 2,5%,7% fino a 1 mila da 11 mila a 5 mila da 51 mila a 1 mln oltre 1 mln % 2% 4% 6% 8% 1% Fino a 1 mila da 11 mila a 5 mila da 51 mila a 1 mln oltre 1 mln 2.3 Le caratteristiche delle operazioni La gran parte delle domande accolte è riferita alle operazioni di durata non inferiore a 36 mesi (5.68 unità, pari al 49,4% del totale) e alle altre operazioni finanziarie (5.412 unità, pari al 49,1% del totale) cui seguono le operazioni di consolidamento su stessa banca/gruppo bancario (1.54 unità, pari all 1,5% del totale) e infine le operazioni di anticipazione dei crediti verso la P.A. (9 operazione) e le operazioni di sottoscrizione di minibond (6 operazioni). Grafico 1 Distribuzione delle domande accolte per tipologia di operazione finanziaria, 1 gennaio-31 dicembre 215 (n.) Altre operazioni finanziarie Consolidamento stessa banca/gruppo bancario 1.54 Anticipazioni crediti verso P.A. 9 Sottoscrizione di minibond 6 Durata non inferiore a 36 mesi 5.68 Con riferimento alla tipologia di procedura di accesso alla garanzia, le operazioni presentate dai confidi autorizzati rappresentano la quota prevalente ( unità, pari al 36,2% del totale), cui seguono le operazioni presentate con procedura 8

9 semplificata (34.37 unità, pari al 33,4% del totale), di importo ridotto (22.35 unità, pari al 21,8% del totale), riferite a portafogli di finanziamento e minibond (5.664 unità, pari al 5,5% di cui una operazione riferita a minibond), valutazione start up (1.2 unità, pari all 1,% del totale), senza valutazione dei dati di bilancio (891 unità, pari allo,9% del totale), operazioni di microcredito (8964 unità,,9% del totale) e ordinaria (412 unità, pari allo,4% del totale). Grafico 11 Distribuzione delle domande accolte per tipologia di procedura di accesso, 1 gennaio-31 dicembre 215 (n.) Portafoglio; Valutazione start up; 1.2 Senza valutazione dei dati di bilancio; 891 Microcredito; 864 Ordinaria; 412 Importo ridotto; Confidi autorizzati; Semplificata; L importante sostegno del Fondo al sistema delle PMI è testimoniato dal significativo numero di imprese ammesse in assenza della presentazione di garanzie reali. La quasi totalità delle aziende, pari al 99,27% del totale, ha avuto accesso al finanziamento senza prestare garanzie reali mentre lo,7% ha presentato garanzie costituite da pegni e lo,3% garanzie costituite da ipoteche. Grafico 12 Distribuzione delle domande accolte per tipologia di garanzia - 1 gennaio-31 dicembre 215 (%) Ipoteca,3% Op. senza garanzie reali 99,27% Pegno,7% Rispetto al complesso delle richieste accolte, gli interventi di garanzia diretta rappresentano la quota prevalente (52,5% del totale, con operazioni), seguite dalle domande di controgaranzia (47,3% del totale, con operazioni) e di cogaranzia 9

10 (124 operazioni). Dal confronto con i dati relativi al 214, si rileva un incremento per la garanzia diretta (+33,7%) e per la controgaranzia (+6,1%). Le controgaranzie a prima richiesta risultano pari a unità (95,5% del totale) mentre quelle sussidiarie sono (4,5% del totale). Grafico 13 Domande e finanziamenti accolti per tipologia di intervento, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mld) , 9, 8,3 1,9 2. 6, 3, 4,5 4,2 123 Controgaranzia Garanzia diretta Cogaranzia 124, Controgaranzia Garanzia diretta Dalla dinamica mensile si evince che la controgaranzia presenta un trend discontinuo, tuttavia, nel secondo semestre, ad eccezione del mese di settembre, si registrano variazioni positive. La garanzia diretta mostra una crescita costante, con incrementi in tutti i mesi rispetto all anno precedente con unica eccezione per il mese di giugno. Grafico 14 Dinamica mensile operazioni accolte per tipologia di intervento, 1 gennaio-31 dicembre Controgaranzia +36,2% ,% -22,5% +26,% +56,8% +6,4% -25,3% +27,9% +4,3% -,2% +7,2%

11 Grafico 14 bis Dinamica mensile operazioni accolte per tipologia di intervento, 1 gennaio-31 dicembre 215 Garanzia diretta ,3% +41,9% +59,8% +119,3 +57,7% -9,% +34,2% +13,6% +5,3% +8,6% +22,9% Confronto interventi di garanzia diretta e controgaranzia in termini di finanziamenti accolti (1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215) Per le operazioni di controgaranzia si riscontra una contrazione in termini di finanziamenti accolti, pari al 7,1% (da 4,5 mld nel 214 a 4,2 mld nel 215), con le maggiori diminuzioni per le operazioni presentate con procedura valutazione start up (- 51,8%), semplificata (-39,7%) e ordinaria (-3,%) e di importo del finanziamento oltre 1, mln (-3,1%). Variazioni positive, con incrementi significativi si riscontrano invece per le operazioni senza valutazione dei dati di bilancio (+165,2%), per i servizi connessi agricoltura (+69,%) e le operazioni di importo ridotto (+31,3%). La garanzia diretta mostra invece una dinamica positiva, pari al 3,3% (da 8,3 mld nel 214 a 1,9 mld nel 215), con particolare riferimento a imprese attive nel settore dei servizi connessi all agricoltura (+131,9%), alle imprese di micro dimensioni (+49,5%) e del commercio (44,9%). 11

12 Area territoriale Var. % YoY Nord Controgaranzia , ,16-22,% Garanzia diretta , ,15 28,4% Centro Controgaranzia , ,58 12,8% Garanzia diretta , ,86 32,6% Mezzogiorno Controgaranzia , ,15 6,7% Garanzia diretta , ,58 33,6% Dimensione di impresa Var. % YoY Micro Controgaranzia , ,58 8,3% Garanzia diretta , ,7 49,5% Piccola Controgaranzia , ,31-12,3% Garanzia diretta , ,49 41,9% Media Controgaranzia , , -22,9% Garanzia diretta , ,4 1,2% Settore di attività Var. % YoY Servizi connessi agricoltura Controgaranzia , , 69,% Garanzia diretta , , 131,9% Industria Controgaranzia , ,21-8,4% Garanzia diretta , ,37 21,8% Commercio Controgaranzia , ,89-3,9% Garanzia diretta , ,93 44,9% Servizi Controgaranzia , ,79-1,1% Garanzia diretta , ,29 31,9% 12

13 Procedura di accesso Var. % YoY Importo Ridotto Controgaranzia , ,22 31,3% Garanzia diretta , ,89-3,9% Ordinaria Controgaranzia , , -3,% Garanzia diretta , ,47-22,2% Semplificata Controgaranzia , , -39,7% Garanzia diretta , ,3 23,% Senza valutazione dei dati di bilancio Controgaranzia , ,5 165,2% Garanzia diretta , ,72 46,7% Valutazione start-up Controgaranzia , , -51,8% Garanzia diretta , ,17 16,5% Confidi autorizzati Controgaranzia , ,17-8,6% Portafoglio Garanzia diretta , , 967,5% Imprese artigiane Var. % YoY Imprese artigiane Controgaranzia , ,2 12,1% Garanzia diretta , ,85 43,5% Classi di finanziamento Var. % YoY Fino a 1 mila Controgaranzia , ,6 8,6% Garanzia diretta , ,68 33,7% Tra 11 e 5 mila Controgaranzia , ,49-11,5% Garanzia diretta , ,78 42,2% Tra 51 mila e 1, mln Controgaranzia , ,58-17,7% Garanzia diretta , ,33 29,2% Oltre 1, mln Controgaranzia , ,22-3,1% Garanzia diretta , ,8-2,5% 13

14 A fronte delle oltre 12. domande accolte, la gran parte delle imprese ha fatto ricorso alla garanzia per esigenze di liquidità ( operazioni, pari all 83,% del totale) mentre le operazioni a fronte di investimento si attestano su una quota pari al 17,% per operazioni (nel 214, 15,% del totale per operazioni). Grafico 15 Distribuzione delle domande accolte e finanziamento medio per finalità dell operazione, 1 gennaio- 31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamento medio anno 215 ( ') , , Op. a fronte di investimento Op. non a fronte di investimento Op. a fronte di investimento Op. non a fronte di investimento Le operazioni a medio-lungo termine rappresentano la quota prevalente delle domande accolte (53,7% del totale), registrando una crescita del 3,% (55.95 operazioni nel 215 vs nel 214) rispetto a quelle a breve termine che evidenziano una crescita più contenuta pari all 8,3% (46,3% del totale). Grafico 16 Domande accolte e finanziamento medio per durata dell operazione 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Distribuzione operazioni per durata (n.) 24 Finanziamento medio ( ') ,6 177,9 115,9 11, Op. a breve termine Op. a medio-lungo termine Op. a breve termine Op. a medio-lungo termine 2.4 Le caratteristiche delle imprese La quota prevalente delle domande accolte riguarda imprese localizzate nel Nord ( aziende, pari al 47,6% del totale) e nel Mezzogiorno ( aziende, pari al 27,8% del totale). Dal confronto con i dati relativi al 214, si rileva una crescita nel Centro del 35,6%, nel Mezzogiorno del 2,4% e nel Nord dell 11,2%. Anche per quanto riguarda i finanziamenti accolti si rilevano variazioni positive per tutte le aree territoriali, in particolare si rileva un incremento del 26,5% nel Mezzogiorno, del 21,6% nel Centro e del 12,1% nel Nord. 14

15 Grafico 17 Domande e finanziamenti accolti per area territoriale, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre Domande accolte (n.) 9, 7,6 8,5 Finanziamenti accolti ( mld) , 3, 2,4 2,9 2,9 3,6 - Nord Centro Mezzogiorno, Nord Centro Mezzogiorno La gran parte delle operazioni accolte riguarda imprese di micro dimensioni, che rappresentano il 59,2% del totale (6.759 domande accolte), cui seguono quelle di piccola dimensione con domande (31,6% del totale) e le medie con domande (9,2% del totale). Le aziende di micro dimensione mostrano l incremento maggiore rispetto all anno precedente (+23,7%), cui seguono le piccole (+15,6%) e le medie (+4,2%). Per quanto riguarda i finanziamenti concessi, le aziende di piccole dimensioni presentano il valore più elevato ( 6,7 mld). Grafico 18 Domande e finanziamenti accolti per dimensione d impresa, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre Domande accolte (n.) , 6, 4, 3,1 3,9 Finanziamenti accolti ( mld) 5,4 6,7 4,4 4, , 28 Micro Piccola Media Consorzi, Micro Piccola Media A livello settoriale, l industria presenta il numero più elevato di domande ammesse ( operazioni, pari al 45,4% del totale), cui seguono il commercio ( operazioni, pari al 38,4% del totale) e i servizi ( operazioni, pari al 15,9% del totale). Dal confronto con i dati relativi al 214, si registra un incremento per il commercio (+2,7%), per l industria (+18,4%) e per i servizi (+15,9%). L industria mostra il più elevato livello di finanziamenti accolti ( 7,91 mld), cui seguono il commercio ( 4,97 mld) e i servizi ( 2,13 mld). 15

16 Grafico 19 Domande e finanziamenti accolti per settore di attività, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mld) , Servizi connessi agricoltura Industria Commercio Servizi 8, 6, 4, 2,,,3,6 Servizi connessi agricoltura 7,91 7,7 4,97 3,92 1,85 2,13 Industria Commercio Servizi Con specifico riferimento ai comparti del commercio si rileva un aumento più elevato rispetto al dato medio di settore (pari al 2,7% in termini di operazioni accolte), per gli alberghi e ristoranti (+22,5%) e per il commercio al dettaglio (+21,2%) mentre una variazione in linea al dato medio o più contenuta si registra rispettivamente per il commercio all ingrosso (+2,7%) e per il commercio di autoveicoli (+16,6%). Grafico 2 - Domande e finanziamenti accolti delle imprese del settore commercio, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre N. operazioni 3. Finanziamento accolto ( mln) 2.897, , ,5 449,3 846,8 1.9,6 393,4 531,5 5 - Commercio, manutenzione e riparazione autoveicoli e motocicli 51 - Comm. all'ingrosso e intermediari del commercio, autoveicoli 52 - Comm. al dettaglio, escluso quello di autoveicoli e di motocicli 55 - Alberghi e ristoranti 5 - Commercio, manutenzione e riparazione autoveicoli e motocicli 51 - Comm. all'ingrosso e intermediari del commercio, autoveicoli 52 - Comm. al dettaglio, escluso quello di autoveicoli e di motocicli 55 - Alberghi e ristoranti Le imprese del settore autotrasporto merci conto terzi evidenziano una diminuzione dell 11,2% (2.359 operazioni accolte nel 215), con i finanziamenti accolti che si attestano su 268,4 mln. A tale proposito si segnala che la Sezione per l autotrasporto, a causa dell esaurimento delle risorse disponibili, è stata sospesa da fine settembre a metà dicembre del 215. Le imprese del settore autotrasporto merci conto terzi si attestano su una quota pari al 2,3% del totale (in termini di operazioni accolte), in diminuzione rispetto a quanto registrato nel 214, pari al 3,1%. 16

17 Grafico 21 Domande e finanziamenti accolti dell autotrasporto merci conto terzi, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mln) ,2 268, Le domande accolte relative a imprese artigiane risultano (+27,1% rispetto al 214), per un ammontare di finanziamenti pari a 1,5 mld. Le imprese artigiane si attestano su una percentuale pari al 21,1% del totale, in aumento rispetto a quanto registrato nel 214 (19,7% sul totale). Grafico 22 - Domande e finanziamenti accolti delle imprese artigiane, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mld) , ,5 1,1 1, , 8. 4.,5, Le operazioni accolte relative a imprese femminili sono 11.95, in aumento del 14,1% rispetto al 214, per un ammontare di finanziamenti pari a 98,1 mln. Grafico 23 Domande e finanziamenti accolti relative a imprese femminili, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre Domande accolte (n.) , 822,6 Finanziamenti accolti ( mln) 98, , 5, 4. 25,, Le operazioni accolte relative a imprese start-up sono , pari al 13,9% del totale (in diminuzione rispetto al 14,9% del 214), per un ammontare di finanziamenti pari a 1,2 mld. 17

18 Grafico 24 Domande e finanziamenti accolti relative a imprese start up, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mld) ,5 1,2 1,2 1, 8. 4.,5, Le operazioni accolte relative a imprese start-up innovative e incubatori certificati di impresa sono 764 per un ammontare di finanziamenti pari a 176,2 mln. Grafico 25 Domande e finanziamenti accolti relative a imprese start up innovative e incubatori certificati di impresa, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mln) , , Le operazioni relative a imprese costituite in forma di cooperativa risultano (1.496 nel 214), per un ammontare di finanziamenti pari a 298,3 mln. Grafico 26 - Domande e finanziamenti accolti relative a imprese costituite in forma cooperativa, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mln) 298, , A partire dal 1 marzo 214, con l entrata in vigore del c.d. decreto del Fare, la garanzia del Fondo è stata estesa anche ai professionisti iscritti agli ordini professionali. Nel 215 risultano accolte 311 operazioni per un ammontare di finanziamenti pari a 18,9 mln. 18

19 Grafico 27 - Domande e finanziamenti accolti relativi a liberi professionisti, 1 gennaio 31 dicembre gennaio 31 dicembre 215 Domande accolte (n.) Finanziamenti accolti ( mln) , 18, , 6,7, 2.5 Le domande non ammesse alla garanzia del Fondo Nel 215, l incidenza delle domande escluse è pari all 1,%, in diminuzione rispetto a quanto registrato nell anno precedente (2,1%). Grafico 28 Incidenza delle domande escluse(*) e dinamica mensile 215, 1 gennaio-31 dicembre gennaio-31 dicembre 215 (%) ,% 1,% ,9% 2,1% % 2% 4% 6% 8% 1% Domande accolte Domande escluse 2,5% 2,1% 2,% 1,9% 1,8% 1,5% 1,2% 1,%,5%,9%,6%,5%,5%,2%,8%,4%,% (*) Per domande escluse si intendono le richieste con esito negativo a seguito della delibera del Consiglio 19

20 Per quanto riguarda le motivazioni di esclusione delle domande non ammesse alla garanzia del Fondo, a seguito della delibera del Consiglio di gestione, si sottolinea come la maggior parte delle richieste sia stata rigettata a causa di: cash flow insufficiente al pagamento della rata (28,2%); bassa redditività (2,1%); elevato passivo circolante (9,6%). Tabella 2 Distribuzione delle motivazioni di esclusione, 1 gennaio-31 dicembre 215 N.operazioni % Cash flow insufficiente al pagamento rata ,2% Bassa redditività 196 2,1% Elevato passivo circolante 94 9,6% Calo fatturato 76 7,8% Perdita di esercizio 7 7,2% Finanziamento troppo elevato rispetto al giro d'affari 57 5,8% Elevato passivo circolante in relazione al fatturato 45 4,6% Cash flow negativo 42 4,3% Basso rapporto MOL/fatturato 34 3,5% Bassa patrimonializzazione 32 3,3% Mol negativo 12 1,2% Composizione mezzi propri prevalentemente composta dall'utile di esercizio 11 1,1% Altro 11 1,1% Fascia 3 di valutazione 6,6% Elevato passivo a M/L termine 5,5% Non adeguata esperienza dei soci nello specifico settore 3,3% Elevato indebitamento bancario 3,3% Elevata incidenza degli oneri finanziari sul fatturato 3,3% Totale 975 1,% 2

21 ALLEGATO - Tavole statistiche In allegato si riportano i dati sull operatività del Fondo, riguardanti sia le domande (distribuzione per regione e area territoriale, settore di attività economica e dimensione), sia le tipologie di operazioni (tipologia di intervento, durata e a fronte di investimento). Per ciascuna tavola sono evidenziate le domande pervenute o accolte, l importo finanziato e garantito con la distribuzione percentuale e la variazione rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. In particolare, le tavole si riferiscono: Tavola 1 Operazioni accolte dall inizio dell operatività pag. 1 Tavola 2 - Operazioni pervenute nel mese di dicembre pag. 4 Tavola 3 - Operazioni pervenute da gennaio a dicembre pag. 7 Tavola 4 - Operazioni accolte nel mese di dicembre pag. 1 Tavola 5 - Operazioni accolte da gennaio a dicembre pag

22 Tavola 1 - Domande accolte dal 1/1/2 al 31/12/215 REGIONE N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Piemonte , , , Valle d'aosta 1.46, , ,1 Lombardia , , ,2 Trentino Alto Adige 3.478, , ,1 Veneto , , ,7 Friuli Venezia Giulia , , ,5 Liguria , , ,4 Emilia Romagna , , ,5 TOTALE NORD , , ,4 Toscana , , ,7 Umbria , , ,4 Marche , , ,7 Lazio , , ,3 TOTALE CENTRO , , ,2 Abruzzo , , ,9 Molise 1.818, , ,3 Campania , , ,7 Puglia , , ,1 Basilicata 2.72, , ,8 Calabria , , ,4 Sicilia , , ,7 Sardegna , , ,4 TOTALE SUD , , ,5 TOTALE NAZIONALE , , , 1

23 Tavola 1 - Domande accolte dal 1/1/2 al 31/12/215 ATTIVITA' ECONOMICA N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. 1 - Agricoltura 1.344, , ,2 5 - Pesca 1, 76., 6.8, 14 - Industria Estrattiva 573, , , Industria agroalimentare , , , Industria del tabacco 1.123, , , Industria tessile , , , 18 - Confezione di articoli di vestiario , , , Preparazione e concia del cuoio , , ,6 2 - Industria del legno (esclusi i mobili) , , , Fabbricazione della carta e dei prodotti di carta 2.849, , , 22 - Editoria, stampa , , , Fabbricazione di coke, raffinerie di petrolio 333, , , Fabbricazione di prodotti chimici 4.73, , ,8 25 -Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche , , , Fabbricazione di prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi , , , Produzione di metalli e loro leghe 1.998, , , 28 - Fabbricazione e lavorazione dei prodotti in metallo , , ,2 29 -Fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici , , ,7 3 - Fabbricaz. macchine per ufficio, di elaboratori e sistemi informatici 1.22, , , Fabbricazione di macchine ed apparecchi elettrici , , , Fabbricazione di apparecchi radiotelevisivi e per le comunicazioni 1.977, , , Fabbricazione app. medicali, precisione, strumenti ottici e orologi 3.827, , , Fabbricazione di autoveicoli 1.241, , , Fabbricazione di altri mezzi di trasporto 1.899, , , Fabbricazione di mobili , , , Recupero dei metalli e preparazione per il riciclaggio 1.653, , ,6 4 - Produzione di energia elettrica 95, , , Raccolta, depurazione e distribuzione d'acqua 458, , , Edilizia , , , 5 - Commercio, manutenzione e riparazione autoveicoli e motocicli , , , Commercio all'ingrosso e intermediari del commercio, autoveicoli , , , Commercio al dettaglio, escluso quello di autoveicoli e di motocicli , , , Alberghi e ristoranti , , ,1 6 - Attivita' connesse ai trasporti e agenzie di viaggio , , , Poste e telecomunicazioni 1.2, , ,2 7 - Attivita' immobiliari 3.53, , , Noleggio di macchinari e attrezzature senza operatore 2.841, , , Informatica e attivita' connesse , , , Ricerca e sviluppo 795, , , Altre attivita' professionali ed imprenditoriali , , ,7 8 - Istruzione 1.512, , , Sanita' e altri servizi sociali 4.29, , , 9 - Smaltimanto dei rifiuti solidi, delle acque di scarico 2.14, , , Attivita'di organizzazioni associative 35, , , 92 - Attivita' ricreative, culturali e sportive , , , Altre attivita' dei servizi , , , Servizi per famiglie 1, 12., 7.68, Altro , , , TOTALE , , , 2

24 Tavola 1 - Domande accolte dal 1/1/2 al 31/12/215 SETTORE N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Agricoltura 1.345, , ,2 Commercio , , ,5 Industria , , , Servizi , , ,3 Altro , , , TOTALE , , , TIPOLOGIA INTERVENTO N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Cogaranzia 767, , ,2 Controgaranzia , , ,1 Garanzia diretta , , ,7 TOTALE , , , DURATA N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Op.breve termine , , ,6 Op. medio - lungo termine , , ,4 TOTALE , , , INVESTIMENTI N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Op. a fronte di investimento , , ,7 Op. non fronte di investimento , , ,3 TOTALE , , , IMPRESA ARTIGIANA N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Op. artigiana , , ,1 Op. non artigiana , , ,9 TOTALE , , , DIMENSIONE N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Media , , ,1 Piccola , , ,1 Consorzio 184, , , Micro , , ,8 TOTALE , , , AUTOTRASPORTI MERCI C/TERZI N.OP. % SUL TOT. IMPORTO % SUL TOT. GARANTITO % SUL TOT. Autotrasporto , , ,7 Non Autotrasporto , , ,3 TOTALE , , , 3

25 Tavola 2 - Domande pervenute dal 1/12/215 al 31/12/215 REGIONE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Piemonte 543 7,2 2,5 Valle d'aosta 12,2 71,4 Lombardia ,9 8,6 Trentino Alto Adige 83 1,1 2,3 Veneto 81 1,7 7,1 Friuli Venezia Giulia 9 1,2 8,4 Liguria 117 1,6 37,6 Emilia Romagna 562 7,5-7,9 TOTALE NORD ,3 5,4 Toscana ,1 25,9 Umbria 7,9-29,3 Marche 271 3,6-2,3 Lazio 471 6,3 8,8 TOTALE CENTRO ,9 9,3 Abruzzo 161 2,1 11,8 Molise 38,5 26,7 Campania 64 8,5 9,2 Puglia 244 3,2-24, Basilicata 49,7 14,2 Calabria 85 1,1-23,4 Sicilia 721 9,6 7,9 Sardegna 149 2, - 11,3 TOTALE MEZZOGIORNO ,8 1,7 TOTALE REGIONE NON DISPONIBILE 3, - 93,5 TOTALE NAZIONALE , 4,6 4

26 Tavola 2 - Domande pervenute dal 1/12/215 al 31/12/215 ATTIVITA' ECONOMICA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% 1 - Agricoltura 19,3-29, Industria estrattiva 12,2-36, Industria agroalimentare 268 3,6 13, Industria del tabacco 3, 2, 17 - Industria tessile 125 1,7 5, Confezione di articoli di vestiario 145 1,9 25, 19 - Preparazione e concia del cuoio 129 1,7-2 - Industria del legno (esclusi i mobili) 86 1,1 3, Fabbricazione della carta e dei prodotti di carta 46,6 21, Editoria, stampa 92 1,2-13, Fabbr. prodotti chimici 58,8-17, Fabbr. articoli in gomma e materie plastiche 127 1,7 22, Fabbr. prodotti lav. minerali non metalliferi 14 1,4 5, Produzione di metalli e loro leghe 19,3-44, Fabbr. e lavorazione dei prodotti in metallo 527 7, -, Fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici 291 3,9-4,3 3 - Fabbr. macchine ufficio, elab. e sistemi informatici 3, - 4, 31 - Fabbricazione di macchine ed apparecchi elettrici 77 1, 37, Fabbr. apparecchi radiotelevisivi e comunicazioni 4,1-69, Fabbr. app. medicali, precisione, ottici e orologi 146 1,9 111, Fabbricazione di autoveicoli 13,2-38, Fabbricazione di altri mezzi di trasporto 23,3-41, 36 - Fabbricazione di mobili 14 1,9-8, Recupero dei metalli e preparazione per il riciclaggio 6,1-45,5 4 - Produzione di energia elettrica 23,3 19, Edilizia , 4,7 5 - Commercio, manut. e rip. autoveicoli e motocicli 288 3,8 13, Comm. ingrosso e intermed. commercio autoveicoli , - 7, Comm. dettaglio escluso autoveicoli e motocicli , 19, Alberghi e ristoranti 611 8,1 36,1 6 - Attivita' connesse ai trasporti e agenzie di viaggio 222 3, - 26, Poste e telecomunicazioni 24,3 5, 7 - Attivita' immobiliari 42,6 13, Noleggio macchinari e attrezzature senza operatore 36,5 33, Informatica e attivita' connesse 6,8-54, Ricerca e sviluppo 23,3 19, Altre attivita' professionali ed imprenditoriali 356 4,7 8,2 8 - Istruzione 36,5 44, 85 - Sanita' e altri servizi sociali 87 1,2 29,9 9 - Smaltimanto dei rifiuti solidi, delle acque di scarico 59,8 25, Attivita' ricreative, culturali e sportive 61,8 19, Altre attivita' dei servizi 119 1,6-12,5 TOTALE , 4,6 5

27 Tavola 2 - Domande pervenute dal 1/12/215 al 31/12/215 SETTORE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Agricoltura 19,3-29,6 Commercio , 1,3 Industria ,8 4,1 Servizi , - 4,8 TOTALE , 4,6 TIPOLOGIA INTERVENTO N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Cogaranzia 7,1-22,2 Controgaranzia ,1 4,6 Garanzia diretta ,8 4,7 TOTALE , 4,6 DURATA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op.breve termine ,2-3,8 Op. medio - lungo termine ,8 13,2 TOTALE , 4,6 INVESTIMENTI N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op. a fronte di investimento ,3 35,9 Op. non fronte di investimento ,7 -,8 TOTALE , 4,7 IMPRESA ARTIGIANA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op. artigiana ,1,1 Op. non artigiana ,9 5,8 TOTALE , 4,6 DIMENSIONE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Media 652 8,7-7,9 Piccola ,7-8,6 Micro ,7 14,9 TOTALE , 4,6 AUTOTRASPORTI MERCI C/TERZI N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Autotrasporto 2, - 99,1 Non Autotrasporto , 7,8 TOTALE , 4,6 6

28 Tavola 3 - Domande pervenute dal 1/1/215 al 31/12/215 REGIONE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Piemonte ,6 1,2 Valle d'aosta 139,1-4,8 Lombardia , 17,3 Trentino Alto Adige 1.6 1, 38,7 Veneto ,8 8,3 Friuli Venezia Giulia ,4 21,3 Liguria ,3 17, Emilia Romagna ,2-3,6 TOTALE NORD ,4 1,3 Toscana ,3 45,8 Umbria ,4 3,9 Marche ,1 8,1 Lazio ,8 4,8 TOTALE CENTRO ,6 33,6 Abruzzo ,3 23,9 Molise 511,5 36,3 Campania ,6 18,1 Puglia ,7 7,3 Basilicata 474,5 26,4 Calabria ,4 13,8 Sicilia ,9 18,9 Sardegna , 17,5 TOTALE SUD , 17,4 TOTALE REGIONE NON DISPONIBILE 68,1-78,8 TOTALE NAZIONALE , 17, 7

29 Tavola 3 - Domande pervenute dal 1/1/215 al 31/12/215 ATTIVITA' ECONOMICA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% 1 - Agricoltura 32,3 41,6 5 - Pesca 2, Industria estrattiva 195,2-1, Industria agroalimentare ,7 17, Industria del tabacco 7, 133, Industria tessile ,4 8, Confezione di articoli di vestiario ,6 2, 19 - Preparazione e concia del cuoio ,6 26,7 2 - Industria del legno (esclusi i mobili) ,3 14, Fabbricazione della carta e dei prodotti di carta 637,6 17, Editoria, stampa ,2 16, Fabbricazione di coke, raffinerie di petrolio 28, 7, Fabbr. prodotti chimici 922,9 3, Fabbr. articoli in gomma e materie plastiche ,5 1, 26 - Fabbr. prodotti lav. minerali non metalliferi ,4 17, Produzione di metalli e loro leghe 381,4 18, Fabbr. e lavorazione dei prodotti in metallo ,4 17, Fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici ,1 15,2 3 - Fabbr. macchine ufficio, elab. e sistemi informatici 84,1 25, Fabbricazione di macchine ed apparecchi elettrici , 11, Fabbr. apparecchi radiotelevisivi e comunicazioni 137,1-48, Fabbr. app. medicali, precisione, ottici e orologi ,8 78, Fabbricazione di autoveicoli 259,2 29, Fabbricazione di altri mezzi di trasporto 343,3 6, Fabbricazione di mobili ,9 13, Recupero dei metalli e preparazione per il riciclaggio 12,1-61,9 4 - Produzione di energia elettrica 245,2 21, Raccolta, depurazione e distribuzione d'acqua 17, 21, Edilizia ,2 17,2 5 - Commercio, manut. e rip. autoveicoli e motocicli ,7 17, Comm. ingrosso e intermed. commercio autoveicoli ,5 16, Comm. dettaglio escluso autoveicoli e motocicli ,4 15, Alberghi e ristoranti ,6 23,2 6 - Attivita' connesse ai trasporti e agenzie di viaggio ,5 24, Poste e telecomunicazioni 235,2 21,8 7 - Attivita' immobiliari 547,5 9, Noleggio macchinari e attrezzature senza operatore 576,5 22, Informatica e attivita' connesse 816,8-53, 73 - Ricerca e sviluppo 24,2 34, Altre attivita' professionali ed imprenditoriali ,7 19,4 8 - Istruzione 323,3 33, Sanita' e altri servizi sociali , 35,4 9 - Smaltimanto dei rifiuti solidi, delle acque di scarico 781,7 11, Attività di organizzazioni sociali 2, Attivita' ricreative, culturali e sportive 959,9 15, 93 - Altre attivita' dei servizi ,7 24, Servizi per le famiglie 1, - Altro 5, - 75, TOTALE , 17, 8

30 Tavola 3 - Domande pervenute dal 1/1/215 al 31/12/215 SETTORE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Agricoltura 322,3 41,2 Altro 5, - 75, Commercio ,1 17,6 Industria , 18,3 Servizi ,5 11,5 TOTALE , 17, TIPOLOGIA INTERVENTO N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Cogaranzia 123,1-5,4 Controgaranzia , 6,4 Garanzia diretta ,9 28,4 TOTALE , 17, DURATA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op.breve termine ,7-8,6 Op. medio - lungo termine ,3 43,3 TOTALE , 17, INVESTIMENTI N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op. a fronte di investimento ,5 33,1 Op. non fronte di investimento ,5 14,1 TOTALE , 17, IMPRESA ARTIGIANA N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Op. artigiana ,9 24,9 Op. non artigiana ,1 15,1 TOTALE , 17, DIMENSIONE N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Media ,3 2,7 Piccola ,4 12, Consorzio , Micro ,3 22,7 TOTALE , 17, AUTOTRASPORTI MERCI C/TERZI N.OP. % SUL TOT. Var YoY% Autotrasporto ,2-17,1 Non Autotrasporto ,8 18,1 TOTALE , 17, 9

31 Tavola 4 - Domande accolte dal 1/12/215 al 31/12/215 REGIONE N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Piemonte 834 8, 9, ,3 21, ,7 22,6 Valle d'aosta 1,1-23,1 579., - 57, , - 59,6 Lombardia ,3 21, , 5, ,4 7, Trentino Alto Adige 113 1,1 66, ,6 96, ,7 13, Veneto ,2 5, , - 3, , - 5,7 Friuli Venezia Giulia 162 1,6 4, ,3 49, ,3 5,1 Liguria 144 1,4 58, ,1 58, ,2 71,9 Emilia Romagna 818 7,9, ,9-1, ,3,7 TOTALE NORD ,6 14, ,2 7, ,7 8,6 Toscana ,7 43, ,2 6, ,2 3,1 Umbria 12 1,2-5, ,4 29, ,4 33,6 Marche 398 3,8, , 9, ,7 8,3 Lazio 74 6,8 14, ,9 11, ,1 14, TOTALE CENTRO ,5 23, ,5 1, ,3 11,3 Abruzzo 194 1,9-18, ,3 16, ,4 23,7 Molise 44,4 7, ,3 42, ,3 45,2 Campania 85 7,8 3, ,1 -, ,9,1 Puglia 357 3,4 11, ,6 36, ,1 35, Basilicata 47,5 9, ,6 9, ,7 27,8 Calabria 117 1,1 3, ,4 55, ,6 58,7 Sicilia 91 8,7 17, ,8 7, , 12,5 Sardegna 226 2,2 42, ,2-38, , - 14,5 TOTALE MEZZOGIORNO ,9 9, ,3 8, , 13,7 TOTALE NAZIONALE , 15, , 8, , 1,3 1

32 Tavola 4 - Domande accolte dal 1/12/215 al 31/12/215 ATTIVITA ECONOMICA N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% 1 - Agricoltura 3,3-6, ,3 27, ,3 37, Industria Estrattiva 17,2 6, ,2-6, ,3 13, Industria agroalimentare 395 3,8 27, ,9 26, ,2 27, Industria del tabacco 17 1, 55, ,9 2, ,7-1, Industria tessile 27 2, 24, ,3 -, ,2 3, Confezione di articoli di vestiario 126 1,2-8, , - 44, ,9-39, Preparazione e concia del cuoio 166 1,6-4, ,7 7, ,6 6,3 2 - Industria del legno (esclusi i mobili) 42,4-17, ,4-28, ,4-24, Fabbricazione della carta e dei prodotti di carta 63,6 26, ,9-7, ,8-14, Editoria, stampa 137 1,3-1, ,4-3, ,4, Fabbr. di coke, raffinerie di petrolio 4, 1, 1.5.,1 25, 928.,1-3, Fabbr. prodotti chimici 83,8-11, ,5-28, ,6-27, Fabbr. articoli in gomma e materie plastiche 137 1,3-2, ,2 8, ,2 9, Fabbr. prodotti lav. minerali non metalliferi 13 1,3-3, ,3-36, ,3-35, Produzione di metalli e loro leghe 33,3-2, ,6-24, ,7-19, Fabbr. e lavorazione dei prodotti in metallo 831 8, 28, ,5 27, ,6 23, Fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici 424 4,1 9, ,4 2, ,4,3 3 - Fabbr. macchine ufficio, elab. e sistemi informatici 17,2 3, ,3 177, ,3 212, 31 - Fabbricazione di macchine ed apparecchi elettrici 143 1,4 6, ,4 33, ,4 31, Fabbr. apparecchi radiotelevisivi e comunicazioni 44,4 46, ,4-4, ,5 2, Fabbr. app. medicali, precisione, ottici e orologi 61,6 5, ,7, ,8 8, Fabbricazione di autoveicoli 24,2-11, ,4-8, ,4-6, Fabbricazione di altri mezzi di trasporto 56,5 36, ,8 24, ,7 22, Fabbricazione di mobili 239 2,3 14, , - 7, ,9-9, Recupero dei metalli e preparazione per il riciclaggio 26,3 8, ,4-15, ,4-17,2 4 - Produzione di energia elettrica 28,3 55, ,8 64, ,8 56, Raccolta, depurazione e distribuzione d'acqua 5, 15, ,2 193, ,2 193, Edilizia ,5 27, , 9, ,4 8,2 5 - Commercio, manut. e rip. autoveicoli e motocicli 383 3,7 1, ,8 12, ,8 18, Comm. ingrosso e intermed. commercio autoveicoli , 1, ,4 14, ,4 14, Comm. dettaglio escluso autoveicoli e motocicli ,1 12, , 2, ,1 25, Alberghi e ristoranti 718 6,9 36, ,1 29, ,1 35,9 6 - Attivita' connesse ai trasporti e agenzie di viaggio 124 1,2-66, ,1-61, ,1-62, 64 - Poste e telecomunicazioni 21,2-4, ,2-22, ,2-17,7 7 - Attivita' immobiliari 76,7 49, , - 3, ,1 29, Noleggio macchinari e attrezzature senza operatore 56,5 55, ,5 92, ,5 1, Informatica e attivita' connesse 239 2,3 29, ,3 85, ,4 17, Ricerca e sviluppo 22,2 69,2 2.7.,2 7, ,2 -, Altre attivita' professionali ed imprenditoriali 466 4,5 11, ,2 9, ,3 19, 8 - Istruzione 46,4 17, ,2 182, ,2 194, 85 - Sanita' e altri servizi sociali 116 1,1 46, , 11, , 5,4 9 - Smaltimanto dei rifiuti solidi, delle acque di scarico 57,5 72, ,7 39, ,7 34, Attività di organizzazioni sociali 1, 1, 145., 1, 116., 1, 92 - Attivita' ricreative, culturali e sportive 96,9 35, ,8 1, ,9 9, Altre attivita' dei servizi 167 1,6 44, ,6-1, ,6-1,9 Totale , 15, , 8, , 1,3 11

33 Tavola 4 - Domande accolte dal 1/12/215 al 31/12/215 SETTORE N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Agricoltura 3,3-6, ,3 27, ,3 37,5 Commercio ,7 15, ,4 17, ,4 19,6 Industria ,7 18, ,7 5, ,3 5,5 Servizi ,3 5, ,7-2, , 7,4 Totale , 15, , 8, , 1,3 TIPOLOGIA INTERVENTO N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Cogaranzia 3, - 4, 7., - 64,1 36.8, - 62, Controgaranzia ,5 7, ,9-7, ,9-6,7 Garanzia diretta ,5 22, ,1 15, ,1 15,2 Totale , 15, , 8, , 1,3 DURATA N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Op.breve termine ,5 6, ,8 5, ,4 6,9 Op.medio-lungo termine ,5 24, ,2 1, ,6 11,9 Totale , 15, , 8, , 1,3 INVESTIMENTI N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Op.a fronte di investimento ,1 38, ,1 12, ,7 15,4 Op.non fronte di investimento ,9 11, ,9 7, ,3 9,1 Totale , 15, , 8, , 1,3 IMPRESA ARTIGIANA N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Op.artigiana ,7 27, ,6 24, , 26,1 Op.non artigiana ,3 12, ,4 6, , 8,9 Totale , 15, , 8, , 1,3 DIMENSIONE N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Media ,8 3, ,5-1, ,5-1,1 Piccola ,8 8, ,8 1, , 13,2 Micro ,4 21, ,8 17, ,5 22,8 Totale , 15, , 8, , 1,3 AUTOTRASPORTI MERCI C/TERZI N.OP. % VAR YoY% IMPORTO % VAR YoY% GARANTITO % VAR YoY% Autotrasporto , , , Non Autotrasporto , 18, , 1, , 12,5 Totale , 15, , 8, , 1,3 12

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a)

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a) Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 1, lett. a) Report mensile I risultati al 31 dicembre 214 1 19 Indice 1. Le domande presentate... 3 1.1 Le domande presentate nel periodo 1

Dettagli

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a)

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a) Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 1, lett. a) Report mensile I risultati al 3 aprile 215 1 Indice 1. Le domande presentate... 3 1.1 Le domande presentate nel periodo 1 gennaio-3

Dettagli

L intervento del Fondo in favore del sistema imprenditoriale femminile nel periodo 01/01/ /06/2018

L intervento del Fondo in favore del sistema imprenditoriale femminile nel periodo 01/01/ /06/2018 Relazione sulla Sezione Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità del Fondo di garanzia per le PMI Dati al 30 Giugno 2018 Nell ambito della presente relazione sulla Sezione

Dettagli

Bando PIA Industria, prospetto generale per esito pratica

Bando PIA Industria, prospetto generale per esito pratica Bando PIA Industria, prospetto generale per esito pratica Esito Domande Presentate Investimenti Totali Quota Pubblica Quota Privata valori Comp % valori Comp % valori Comp % valori Comp % POSITIVE 136

Dettagli

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2007 (Fonte: InfoCamere)

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2007 (Fonte: InfoCamere) attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2007 ACQUANEGRA CREMONESE Agricoltura, caccia e relativi servizi 16 Industrie alimentari e delle bevande 3 Industrie tessili 1 Confezione di articoli

Dettagli

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2005 (Fonte: InfoCamere)

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2005 (Fonte: InfoCamere) 213 attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2005 ACQUANEGRA CREMONESE Agricoltura, caccia e relativi servizi 18 Industrie alimentari e delle bevande 3 Industrie tessili - Confezione di

Dettagli

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2008 (Fonte: InfoCamere) Comune Imprese Addetti ACQUANEGRA CREMONESE Agricoltura,

Imprese attive per divisione di attività economica al 31 dicembre 2008 (Fonte: InfoCamere) Comune Imprese Addetti ACQUANEGRA CREMONESE Agricoltura, 253 ACQUANEGRA CREMONESE Agricoltura, caccia e relativi servizi 15 22 - Industrie alimentari e delle bevande 3 11 Industrie tessili 1 - Confezione di articoli di vestiario; preparazione e tinture di pellicce

Dettagli

ALLEGATO A Tabelle di supporto all analisi delle dinamiche economiche

ALLEGATO A Tabelle di supporto all analisi delle dinamiche economiche Città di Cologno Monzese DOCUMENTO DI PIANO ALLEGATO A Tabelle di supporto all analisi delle dinamiche economiche Città di Cologno Monzese DOCUMENTO DI PIANO. LO SCENARIO STRATEGICO. ALLEGATO A Comune/territorio

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Toscana Basilicata 2 Molise 3 9,2 Abruzzo

Dettagli

Anteprima Rapporto Dati al 30 settembre 2008

Anteprima Rapporto Dati al 30 settembre 2008 Anteprima Rapporto 2009 Dati al 30 settembre 2008 Anteprima Rapporto 2009 Dati al 30 settembre 2008 Direzione Commerciale Agevolazioni, Studi e Relazioni Istituzionali 001 Anteprima Rapporto 2009 Anticipazioni

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

Promozione e sviluppo dell imprenditoria femminile nell attuale crisi. Il ruolo dell associazionismo, delle garanzie e del Credito

Promozione e sviluppo dell imprenditoria femminile nell attuale crisi. Il ruolo dell associazionismo, delle garanzie e del Credito Promozione e sviluppo dell imprenditoria femminile nell attuale crisi. Il ruolo dell associazionismo, delle garanzie e del Credito Note di inquadramento a cura di G. Triolo Roma 10 Aprile 2013 1 Caratteristiche

Dettagli

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC I numeri sulla sicurezza nell economia TAC 1 U n a f o t o g r a f i a s t a t i s t i c a d e l f e n o m e n o d e g l i i n f o r t u n i e d e l l e m a l a t t i e p r o f e s s i o n a l i n e l

Dettagli

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità degli infortuni con esito mortale

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità degli infortuni con esito mortale Tabelle nazionali con cadenza mensile Analisi della numerosità degli infortuni con esito mortale Dati rilevati al 31 maggio 2018 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Valle d'aosta Sicilia Lazio

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Lombardia 4,% 6 Emilia Romagna 3,2% 5 Sicilia 9,6% Campania 7,9% 9 Veneto 6,% 7 Basilicata 4 Trentino Alto Adige 4 Abruzzo 4 Calabria 4 Liguria 4 Puglia 4 Lazio 4 Umbria 3 Marche 3 Toscana 3 Valle d'aosta

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE L'indagine sul Sistema dei Conti delle imprese (SCI) condotta dall'istat, già indagine sul prodotto lordo, fornisce informazioni per settore di attività economica sui principali

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 0 - Dati nazionali aggiornati al 3 dicembre (pubblicati il /0/3) Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia ordinati per indice di incidenza Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza

Dettagli

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI C e n t RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI r o S Settembre 2018 t u d i Esportazioni delle regioni italiane gennaio-giugno (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [marzo 2011] Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Il 2010 si è chiuso con un incremento del occupazione interinale del 12,7%. Il risultato positivo fa seguito

Dettagli

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel Nota trimestrale marzo 2009 - Il lavoro in somministrazione nel quarto trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e FORMATEMP Nel quarto trimestre 2008 gli indicatori del lavoro interinale (in

Dettagli

Domanda di ammissione

Domanda di ammissione Domanda di ammissione 1) Informazioni generali 1.1) Il richiedente Nome del richiedente (impresa/persona fisica): Forma giuridica (dell impresa): Indirizzo: Via: CCIAA competente: CAP, città, regione:

Dettagli

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma LE ATTIVITÀ DI FONDIMPRESA novembre 2013 Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d - 00171 Roma Piani e finanziamenti del Conto Formazione 2006 2007 2009 2010 2011 2012 2013

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Aprile Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,% Piemonte,% Emilia Romagna,% Sicilia,9% Veneto,% Campania,% Abruzzo 6,% Toscana 6,% Liguria,%

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

Nota sull export nel 2017 in Emilia-Romagna

Nota sull export nel 2017 in Emilia-Romagna Nota sull export nel 2017 in Emilia-Romagna Nel 2017 l Emilia-Romagna ha esportato 59.881 milioni di euro di beni e servizi, in crescita del 6,7% rispetto al 2016 (+3,7 miliardi di euro), in linea alla

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 70,00 60,00 RAPPORTO PERCENTUALE SPESE PER IL PERSONALE FATTURATO - ANNI 1998-2001 50,00 40,00 % 30,00 20,00 10,00 Fonte: ISTAT 0,00 1998 1999 2000 2001 Totale Industria

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 200 - Dati aggiornati al 30 Novembre Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia 4,0% 68 Veneto 0,5% 5 Campania 8,9% 43 Puglia 8,5% 4 Sicilia 35 Lazio 35 Trentino Alto

Dettagli

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI C e n t RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI r o S Settembre 2017 t u d i Esportazioni delle regioni italiane gennaio-giugno (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni

Dettagli

Il commercio estero dell Emilia Romagna nel primo semestre report flash

Il commercio estero dell Emilia Romagna nel primo semestre report flash Il commercio estero dell Emilia Romagna nel primo semestre 2017 report flash 13 settembre 2017 Nel primo semestre 2017 prosegue la dinamica positiva delle esportazioni regionali, cresciute del 6,4% (+1,8

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 14 marzo 2003 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2002 Nel 2002 le esportazioni italiane hanno registrato una diminuzione in valore del 2,8 per cento rispetto al 2001. La contrazione, pur interessando

Dettagli

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [Febbraio 2011] Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel terzo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale

Dettagli

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI C e n t RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI r o S Dicembre 2017 t u d i Esportazioni delle regioni italiane gennaio-settembre (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI Marzo 2016 Esportazioni delle regioni italiane gennaio- dicembre (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni 2014 2015 2014/2015 milioni

Dettagli

Capitolo 14. Industria

Capitolo 14. Industria Capitolo 14 Industria 14. Industria Per saperne di più... ISTAT. Banche dati e sistemi informativi. Roma. http://www.istat.it. Questo capitolo raccoglie informazioni sul settore dell industria in senso

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento all anno 2016

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento all anno 2016 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2017 Aggiornamento all anno 2016 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici Nel 2016 sono

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Giugno Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,% 7 Emilia Romagna,6% Piemonte,% Veneto,% Sicilia 7,% Toscana 7,% 9 Abruzzo 6,% 6 Campania 6,%

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2007 12 dicembre 2007 Nel periodo gennaio-settembre 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 11,5 per cento rispetto

Dettagli

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Ottobre 2007 Il numero di lavoratori interinali e la componente straniera La distribuzione per settore economico

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 00 - Dati aggiornati al Dicembre Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia 4,% 74 Veneto 0,5% 55 Campania 8,4% 44 Puglia 8,% 4 Lazio 7,% 8 Sicilia 6,7% 5 Emilia Romagna

Dettagli

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013 Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno CIGO e CIGS e CIG in Deroga CIGO CIGS Il numero di ore di cassa integrazione ordinaria, straordinaria ed in deroga complessivamente

Dettagli

Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane. Evoluzione della quota di esportazioni regionali

Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane. Evoluzione della quota di esportazioni regionali DEI DATI ANNUALI 2006 Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane in milioni di euro 12.000 11.000 10.000 9.000 8.000 7.000 6.000 5.000 4.000 3.000 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 2016 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO

Dettagli

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati RAPPORTO SVIMEZ 2017 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO DOCUMENTAZIONE STATISTICA Roma, 7 novembre 2017 Camera dei Deputati 1. CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Tab. A1. Conto economico delle risorse e degli impieghi

Dettagli

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI 8 CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI Nel 2005, in termini reali, il PIL ha avuto una crescita, a livello nazionale, pari allo zero (rispetto all'anno precedente), La staticità del PIL a livello

Dettagli

1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA. Nati-mortalità delle imprese giovanili (*) in Liguria

1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA. Nati-mortalità delle imprese giovanili (*) in Liguria 1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA Nei primi 3 mesi, 800 giovani hanno deciso di aprire un attività in proprio Nonostante il tasso di disoccupazione giovanile in Liguria nel 2015 sia sceso

Dettagli

Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova)

Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova) Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova) Distribuzione delle 8.236 start up al 4 dicembre 2017 (Fonte: InfoCamere http://startup.registroimprese.it/

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Settembre,9% 6 Veneto,9% 6 Campania 6,% Lazio 6,% 6 Abruzzo,% Trentino Alto Adige,% Marche,% Calabria,% Liguria,% Umbria Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI 1 - TOT Anno 2018 EXTR 527 4439 4966 28582 65265 93847 14436 22139 36575 15068 22474 37542 9557727 19675376 29233103 Lazio 912 219.840 411.696 140.452 331.490 360.292 743.186 Lombardia 903 145.687 275.986

Dettagli

LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014

LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014 LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014 Crisi: poco più di 650 giovani hanno risposto mettendosi in proprio Su 2.019 aziende nate, una su tre è under 35 Gli ultimi dati Istat, relativi al

Dettagli

Comitato di gestione del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui alla Legge 662/1996

Comitato di gestione del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui alla Legge 662/1996 1 Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a) Comitato di gestione del Fondo di garanzia I risultati al 30 settembre 2009 2 Sintesi Il periodo 1 gennaio 2009 30 settembre

Dettagli

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere 2 TRIMESTRE 215: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere Nel secondo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili, femminili e straniere ( * ) risultano

Dettagli

Le Marche e le altre regioni

Le Marche e le altre regioni DEI DATI ANNUALI Le Marche e le altre regioni Ammontare di esportazioni e variazioni rispetto all'anno precedente Export Export anno anno mln euro Variazione mln euro % Piemonte 31.768 31.257 1,6 Valle

Dettagli

LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE

LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE Regione Marche P.F. Performance e Sistema Statistico La struttura delle imprese La dimensione delle imprese La densità imprenditoriale La dinamica demografica delle imprese

Dettagli

LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE

LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE LE IMPRESE NELLA REGIONE MARCHE Anno 2016 Regione Marche P.F. Performance e Sistema Statistico La struttura delle imprese La dimensione delle imprese La densità imprenditoriale La dinamica demografica

Dettagli

D SOFFERENZE. 74 Informazioni sulla clientela e sul rischio. Distribuzione per classi di grandezza. Giugno 2013 D3 5.

D SOFFERENZE. 74 Informazioni sulla clientela e sul rischio. Distribuzione per classi di grandezza. Giugno 2013 D3 5. D.3.5.1 Distribuzione per classi di grandezza TDB30206 Classi di grandezza in unità di euro D3 5.1 Sofferenze Numero affidati Sofferenze a. TOTALE 1.166.783 132.830 da 250 a 30.000 743.127 6.362 da 30.000

Dettagli

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO Automobile Club d'italia - Distribuzione Parco Veicoli (esclusi rimorchi) per Anno, Regione, Norma Euro e Alimentazione Categorie: AV elaborazione del 16-11-2018 2017 PIEMONTE EURO 0 47 183.851 12.184

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

RISCHIO BASSO (6 ore)

RISCHIO BASSO (6 ore) Pagina1 RISCHIO BASSO (6 ore) Commercio ingrosso e dettaglio Attività Artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri,

Dettagli

I dati Namea regionali

I dati Namea regionali Workshop Conti Namea regionali delle emissioni atmosferiche Istat, Conti economici nazionali integrati con conti ambientali vetrella@istat.it Roma, 13 ottobre 2009, Istat Finalità principale della Namea

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Dicembre 2009 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Terzo trimestre 2009 I concordati aperti nei primi nove mesi del 2009 hanno già superato quelli aperti in tutto il 2008 Secondo gli archivi

Dettagli

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR NEWSLETTER ASR Anno 4 Numero 4 aprile 2006 Direttore editoriale Antonio Lentini Redazione Eleonora Bartoloni Iris Eforti Paolo Longoni Nicolina Marino Antonietta Scala ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR

Dettagli

terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016

terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016 terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016 Qualche cenno sulla fase attuale 1. La gravità della crisi 1867-72 1930-36 2008-14

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2006 14 marzo 2007 Nel periodo gennaio-dicembre 2006 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 9 per cento rispetto allo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2008 12 dicembre 2008 Nel periodo gennaio-settembre 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato, rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

L economia del Lazio nel 2009

L economia del Lazio nel 2009 L economia del Lazio nel 2009 Evidenza dai conti regionali Istat pubblicati il 28 settembre 2010 Servizio Analisi e Finanza Sviluppo Lazio L economia del Lazio nel 2009 1. Premessa Il 28 settembre, l Istat

Dettagli

Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane. DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009

Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane. DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009 Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009 IL NUMERO DELLE IMPRESE ARTIGIANE REGIONE SARDEGNA:

Dettagli

Relazione annuale Inail 2018 RELAZIONE ANNUALE INAIL SUI DATI 2017

Relazione annuale Inail 2018 RELAZIONE ANNUALE INAIL SUI DATI 2017 Relazione annuale Inail 2018 RELAZIONE ANNUALE INAIL SUI DATI 2017 Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all Inail nel corso del 2017 sono state poco più di 641mila. Gli infortuni riconosciuti

Dettagli

Le imprese femminili 1 in Piemonte

Le imprese femminili 1 in Piemonte Le imprese femminili 1 in Piemonte A fine 2015 le imprese femminili registrate in Italia hanno raggiunto 1.312.451 unità, il 21,7% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2014 sono stati trasmessi 11.494.805

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2016 Aggiornamento Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2015 sono stati trasmessi

Dettagli

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016 Quasi 10mila in più nel 2016 Commercio, agricoltura, turismo, servizi, manifattura: ecco lo zoccolo duro del fare impresa delle donne Roma, 7 marzo 2017 Quasi 10mila in più nel 2016, con una variazione

Dettagli

Report Bando ISI Agricoltura Riepilogo Assi 2. ISI Agricoltura Asse 1 3. ISI Agricoltura Asse 2 13

Report Bando ISI Agricoltura Riepilogo Assi 2. ISI Agricoltura Asse 1 3. ISI Agricoltura Asse 2 13 1 Report Bando ISI Agricoltura 2016 Riepilogo Assi 2 ISI Agricoltura Asse 1 3 ISI Agricoltura Asse 2 13 Elaborazione su dati DCOD del 22 Giugno 2017 2 ISI 2016 Agricoltura - RIEPILOGO ASSI Il 19 giugno

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI Commercio ingrosso e dettaglio Attività artigianali non assimilabili alle precedenti(carrozzerie, riparazione veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.) RISCHIO BASSO G G COMMERCIO

Dettagli

Report incentivi ISI 2014

Report incentivi ISI 2014 Report incentivi ISI 2014 Il 25 giugno 2015 si è conclusa regolarmente la procedura telematica per l'assegnazione dei 267,427 milioni di euro stanziati dall INAIL nell ambito del bando degli incentivi

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG 14 marzo #economia Rassegna stampa Messaggero Veneto 13mar2016 Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha recentemente pubblicato le statistiche sulle dichiarazioni

Dettagli

Le imprese femminili 1 in Piemonte

Le imprese femminili 1 in Piemonte Le imprese femminili 1 in Piemonte A fine 2016 le imprese femminili registrate in Italia hanno raggiunto quota 1.321.862 unità, pari al 21,8% delle imprese complessivamente registrate presso i Registri

Dettagli

RISCHIO BASSO H I - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE 55 - ALLOGGIO 56 - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE

RISCHIO BASSO H I - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE 55 - ALLOGGIO 56 - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE RISCHIO BASSO ATECO 2002 ATECO 2007 Commercio ingrosso e dettaglio Attività Artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri,

Dettagli

Le esportazioni dell Emilia Romagna nel primo trimestre report flash

Le esportazioni dell Emilia Romagna nel primo trimestre report flash Le esportazioni dell Emilia Romagna nel primo trimestre 2017 report flash 12 Giugno 2017 Nel primo trimestre 2017 prosegue la dinamica positiva delle esportazioni regionali, cresciute dell 8,9% (+1,2 miliardi

Dettagli

Il sistema economico della provincia di Roma

Il sistema economico della provincia di Roma Il sistema economico della provincia di Roma "14ª Giornata dell Economia" Aula Giunta - Camera di Commercio di Roma 23 maggio 2016 1 Il sistema produttivo 2015: confronto ROMA / ITALIA IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili di Cristina Brasili Presidente dell Associazione RegiosS e docente dell Università di Bologna 1 Sommario 1. Crescita economica e produttività del lavoro 2. La produttività del lavoro nelle regioni italiane

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE AGOSTO 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità nel sistema nazionale di istruzione. Anticipazione dei dati A.S. 2010/2011

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità nel sistema nazionale di istruzione. Anticipazione dei dati A.S. 2010/2011 Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione L integrazione scolastica degli alunni con

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2014 Anno 2013 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici Nell anno 1 2013 sono stati

Dettagli

Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito

Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Gennaio-giugno 2012 Marketing CartaSi 1 Un semestre impulsivo Sei mesi in altalena con lo sguardo all Europa Nel primo semestre 2012 gli

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2018 Focus sui dipendenti intermittenti 1 1. NUMERO LAVORATORI INTERMITTENTI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE NELL

Dettagli