Nome: Cognome: Nato/a il / / Citta: (pr. ) Cittadinanza: Cod.Fisc.: Residente a: (pr. ) C.a.p In via/piazza n. Tel. Tel. Lav. Cell. Padre Cell.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nome: Cognome: Nato/a il / / Citta: (pr. ) Cittadinanza: Cod.Fisc.: Residente a: (pr. ) C.a.p In via/piazza n. Tel. Tel. Lav. Cell. Padre Cell."

Transcript

1 Alunno/a: Nome: Cognome: Nato/a il / / Citta: (pr. ) Cittadinanza: Cod.Fisc.: Residente a: (pr. ) C.a.p In via/piazza n. Tel. Tel. Lav. Cell. Padre Cell. Madre Via Adda, Vimercate (MB) Tel Fax M43-AAA MODULO DI ISCRIZIONE CLASSI PRIME REV. 04 DEL 12/01/2011 Pag. 1/4

2 I sottoscritti genitori: PADRE: nato il / / a: (pr. ) Cittadinanza MADRE: nato il / / a: (pr. ) Cittadinanza Chiedono Che il figlio/a attualmente alunno/a della classe 3ª sez. Scuola Media Statale di venga iscritto/a per l anno scolastico 2011/2012 alla classe Prima presso codesto istituto per il seguente indirizzo di studio: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING 1ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (*) 2ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (*) (*) INGLESE FRANCESE - TEDESCO - SPAGNOLO LICEO LINGUISTICO 1ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (*) 2ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (*) 3ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (*) (*) INGLESE FRANCESE - TEDESCO - SPAGNOLO TURISMO 1ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (1) 2ª e 3ª LINGUA STRANIERA RICHIESTA (1-2) (1) INGLESE FRANCESE - TEDESCO SPAGNOLO 2 a partire dal terzo anno di studio COSTRUZIONI AMBIENTE TERRITORIO LINGUA STRANIERA INGLESE DESIDERATA: d inserire il figlio/a nella stessa classe con: Indicare, in subordine, fino ad un massimo di altri due istituti di proprio gradimento: Pag. 2/4

3 Quadro per l esercizio del diritto di scegliere se avvalersi dell insegnamento della religione cattolica. Premesso che lo stato assicura l insegnamento della religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado in conformità all accordo che apporta modifiche al Concordato Lateranese (art. 9.2)* il presente quadro costituisce richiesta dell autorità scolastica in ordine all esercizio del diritto di scegliere se avvalersi o non avvalersi dell insegnamento della religione cattolica. La scelta operata all atto dell iscrizione ha effetto per l intero anno scolastico cui si riferisce e per i successivi anni di corso nei casi in cui sia prevista l iscrizione d ufficio, compresi quindi gli istituti comprensivi, fermo restando, anche nella modalità di applicazione, il diritto di sceglier ogni anno se avvalersi o non avvalersi dell insegnamento della religione cattolica. SCELTA DI AVVALERSI DELL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA * Art. 9.2 dell accordo, con protocollo addizionale, tra la Repubblica Italiana e la Santa Sede firmato il 18/02/1884, ratificato con la legge 25/03/1985, n.121, che apporta modificazioni al Concordato Lateranense dell 11/02/1929: La Repubblica Italiana, riconoscendo il valore della cultura religiosa e tenendo conto che i principi del cattolicesimo fanno parte del patrimonio storico del popolo italiano, continuerà ad assicurare, nel quadro delle finalità della scuola l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche non universitaria di ogni ordine e grado. Nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori e garantito a ciascuno il diritto di sceglier se avvalersi o non avvalersi di detto insegnamento. All atto dell iscrizione gli studenti o i loro genitori eserciteranno tale diritto, su richiesta dell autorità scolastica, senza che la loro scelta possa dar luogo ad alcuna forma di discriminazione. Quadro per le scelte degli alunni che non si avvolgono dell insegnamento della religione cattolica SCELTA DI NON AVVALERSI DELLA RELIGIONE CATTOLICA Attività didattiche alternative : a) ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE b) ATTIVITA DI STUDIO E/O RICERCA IN DIVIDUALI CON ASSISTENZA DI PERSONALE DOCENTE c) LIBERA ATTIVITA DI STUDIO E/O RICERCA SENZA ASSISTENZA DI PERSONALE DOCENTE Se la materia di religione, nell orario settimanale dell alunno, è alla prima o all ultima ora di lezione le tre attività didattiche alternative potranno essere cambiate con : d) USCITA DALLA SCUOLA TUTELA DELLE PERSONE RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Con riferimento agli adempimenti previsti dal D.L.G.S. 196/2003, art.13 ed ai rapporti da Voi intrattenuti con il nostro istituto, trasmettiamo la nota informativa in allegato circa le modalità e le finalità di trattamento e comunicazione ad eventuali terzi dei Vostri dati personali in nostro possesso. Dichiarazione di consenso alla comunicazione dei dati personali AL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL I.T.C.G. E. VANONI In relazione alla nota informativa che abbiamo ricevuto in allegato dichiariamo di : Prestare il nostro specifico consenso alla comunicazione da parte Vs. dei nostri dati personali alle categorie di soggetti terzi riportate nell informativa esclusivamente per trattamenti legati alle finalità di cui alla informativa resaci, punto C, sub 3, 5, 6; Non prestare il nostro specifico consenso alla comunicazione da parte Vs. dei nostri dati personali alle categorie di soggetti terzi riportate nell informativa esclusivamente per trattamenti legati alle finalità di cui alla informativa resaci, punto C, sub 3, 5, 6; Luogo e data, / / Firma di un genitore Firma dei genitori Luogo e data / / - il reddito imponibile (rilevabile dall ultima dichiarazione dei redditi) del nucleo familiare è di euro (dichiarazione da rilasciare solo ove ricorrano le condizioni per usufruire dell esonero delle tasse scolastiche o di altre agevolazioni previste). La presente domanda di iscrizione dovrà essere presentata al Dirigente Scolastico della scuola media di appartenenza inoltre e corredata dal modulo: M105 AAA da conservare e consegnare all Istituto Vanoni c/o la segreteria Didattica entro e non oltre il 6/07/2011 insieme ai moduli M111 AAP solo per gli studenti stranieri e Patto di corresponsabilità firmato dai genitori e alunno/a Pag. 3/4

4 ORARIO DI SEGRETERIA SPORTELLO TUTTI I GIORNI DALLE ORE 10,00 ALLE 12,00 PER CONTATTI TELEFONICI VENERDI E SABATO DALLE ORE 8, 30 ALLE 10,00 Pag. 4/4

5 Modulo M105 AAA CONFERMA ISCRIZIONE NOME COGNOME INDIRIZZO DI STUDIO: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO LINGUISTICO TURISMO Allegare la seguente documentazione: CERTIFICATO DI LICENZA MEDIA FOTOCOPIA PAGELLA SCOLASTICA N 2 FOTO FORMATO TESSERA DELL ALUNNO ATTESTAZIONE VERSAMENTO DI 150,00 SUL CCP INTESTATO A I.T.C.G. E.VANONI CAUSALE : CONTRIBUTO LABORATORI. UNA COPIA DEL PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA Modulo M111-AA-P INFORMAZIONI ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA Il sottoscritto richiede l abilitazione all invio gratuito del Sms per le comunicazioni di assenze giornaliere del proprio figlio al numero di cellulare del/la: Padre Madre La presente conferma di iscrizione dovrà essere consegnata all Istituto di Istruzione Superiore E. Vanoni c/o la segreteria didattica entro e non oltre il 06/07/2011 al fine di procedere alle formazioni classi prime dove si terrà principalmente conto : - della lingua studiata nella scuola secondaria di 1 grado; - del luogo di provenienza; - della valutazione ottenuta nella scuola di provenienza; - della data di iscrizione. Nel caso di un numero di iscrizioni superiori al consentito in una classe, l assegnazione avverrà per estrazione a sorte. Per gli alunni non assegnati la scuola trasferirà le domande agli Istituti di gradimento indicati nel modulo - M43-AA-A rev.04 del 12/01/2011. Luogo e data / / Firma genitori A cura della segreteria didattica Pagina 1 di 1

6 Modulo M111 AAP INFORMAZIONE ALUNNI CON CITTADINANZA STRANIERA COGNOME NOME NATO IL CITTA DI NASCITA NAZIONE CITTADINANZA. Se l alunno non è nato in Italia indicare: ANNO DI ARRIVO IN ITALIA ANNI SCOLASTICI FREQUENTATI NEL PAESE DI ORIGINE: ANNI SCOLASTICI FREQUENTATI IN ITALIA (es. 2010/2011) /, /, /. CLASSI FREQUENTATE NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ( es.1 media ) CLASSI FREQUENTATE NELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO (es.1 superiore) CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA: SCARSA SUFFICIENTE BUONA OTTIMA INDICARE ALTRE LINGUE STUDIATE. Se l alunno è neo arrivato in Italia allegare al presente modulo i documenti scolastici del paese di origine tradotti in italiano dagli uffici di competenza. Luogo e data / / Firma del genitore dell interessato A cura della segreteria didattica Pagina 1 di 1

7 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE EZIO VANONI Vimercate - Via Adda 6 Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri - Liceo Linguistico Prot. n. 162/C27 PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ (art. 5 bis DPR 24 giugno 1998 n. 249, introdotto dal Decreto del Presidente della Repubblica 21 novembre 2007, n. 235, Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, concernente lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria) Premessa introduttiva L Istituto Vanoni, nella sua realtà di istituzione complessa, alle cui finalità concorrono, con diversi compiti e gradi di responsabilità, il Dirigente Scolastico, i docenti, il personale ATA, i genitori e gli studenti, ha il dovere di determinare le condizioni affinché ciascuno possa assolvere consapevolmente alle responsabilità connesse con il comune obiettivo da perseguire: il massimo sviluppo culturale, intellettuale, civile e sociale di ciascun alunno, anche in vista dello sviluppo complessivo della società. Come ribadito dalla Convenzione Internazionale dei Diritti del minore, è compito della scuola preparare il minore ad una vita responsabile, in una società libera, in uno spirito di comprensione, pace, tolleranza, uguaglianza tra i sessi e amicizia tra tutti i popoli, gruppi etnici, nazionali e religiosi e persone di origine autoctona. Lo studente segue un percorso di apprendimento fondato in primo luogo sulla sua relazione con l insegnante e la comunità scolastica, oltre che con la famiglia e la comunità territoriale. A tal fine è, però, necessario che gli studenti acquistino consapevolezza che il processo di formazione della persona passa attraverso l individuazione e il rispetto dei diritti, doveri e regole certe da parte di tutti. La comune responsabilità di tutti verso tutti implica necessariamente l esercizio di una disciplina che nella scuola deve essere impartita rispettando in primis la dignità umana del minore. Occorre evitare che la convinzione di agire impunemente porti lo studente, nell evoluzione della sua personalità, ad una progressiva assunzione di comportamenti scorretti. A fronte di ripetuti episodi che hanno suscitato allarme sociale, è responsabilità dell adulto intervenire tempestivamente stigmatizzando e contrastando qualsiasi forma di prevaricazione, evitando che la prepotenza finisca per essere accettata come condizione normale dei rapporti interpersonali e sociali. La presenza nella nostra scuola di diversi (alunni in situazione di handicap, immigrati, ecc.) e di appartenenti a minoranze etniche e religiose costituisce occasione preziosa per lo sviluppo di consapevolezze e di atteggiamenti improntati al rispetto dell altro. Il valore della persona, costituzionalmente garantito, va, infatti, protetto e promosso anche attraverso l attribuzione di correlativi doveri a tutti i soggetti dell ordinamento scolastico da cui dipende l effettivo riconoscimento dei diritti proclamati. L IIS Vanoni, pertanto, individua, nel proprio regolamento interno, i comportamenti che configurano mancanze disciplinari, le relative sanzioni, gli organi competenti ad irrogarle e il relativo procedimento, in attuazione dello Statuto delle studentesse e degli studenti (DPR 249/98 integrato dal DRP 235/07). Contestualmente all'iscrizione chiede la sottoscrizione da parte dei genitori e degli studenti del seguente Patto educativo di corresponsabilità, finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto con studenti e famiglie, allo scopo di realizzare una civile convivenza democratica nella nostra scuola. La vocazione del nostro Istituto comprende quella di adeguare costantemente la propria funzione alle attese provenienti dalla società civile, senza chiudersi in un ruolo puramente trasmissivo, circoscritto e limitato all interno della disciplinarità. In tale opera di sviluppo della funzione educativa va tenuta fortemente presente l attenzione ai valori fondamentali iscritti nella società italiana e contenuti nella Carta Costituzionale. L ambiente scolastico non può prescindere da un rapporto di fiducia tra le generazioni, tra docenti ed alunni, tra educatori ed allievi. Il ruolo delle singole componenti scolastiche La necessità di nuove regole, certe e condivise, che diano una risposta alla ricerca di una identità difficile, che nel periodo della preadolescenza e dell adolescenza è da intendersi come ricerca costante di senso, di significato, di valore, un bisogno, che sia pure con forme diverse rispetto a quelle del passato, è una costante della condizione giovanile. Sostenere il rispetto delle regole, significa, altresì, rimarcare l impegno del nostro Istituto per lo sviluppo di una identità positiva, per la libertà del soggetto nelle scelte autonome e consapevoli. Rappresenta uno specifico dell educazione e della scuola, in cui inscrivere le regole di comportamento. L Istituto Vanoni intende ricercare, proprio sul terreno delle regole, nuove modalità di rapporto fra insegnanti studenti genitori e fra i medesimi e l istituzione scuola. Il nostro Istituto si orienta a riaffermare il ruolo essenziale, nella costruzione dell identità, del dialogo educativo. Temi quali l inclusione e la costruzione dell identità personale e collettiva sono fondamentali nel rapporto studente insegnante. Pag.1/3

8 Investire sulla centralità del soggetto che apprende, sul rapporto scuola famiglia in un contesto sempre più complesso, può rappresentare per gli studenti, per i genitori, per gli operatori della scuola, l occasione per un coinvolgimento attivo e può consentire una rinnovata attenzione alla diffusione della cultura dell autonomia. La ricerca di un nuovo patto educativo di corresponsabilità fra gli studenti, i genitori e la nostra scuola, attraverso una scelta che non tralasci gli aspetti culturali e organizzativi del POF, i regolamenti delle singole istituzioni scolastiche e gli organi di partecipazione e garanzia, rappresenta una occasione di partecipazione democratica inedita. Una tale prospettiva favorisce anche il rapporto studenti - insegnanti, insegnanti genitori, sostanziando i diritti e i doveri sul versante del patto formativo e della relazione educativa. E proprio la classe, e per estensione la scuola e i suoi organismi, il territorio in cui essa è inserita, i luoghi della mediazione culturale e delle relazioni interpersonali. Il gruppo classe in quanto gruppo dei pari, la rappresentanza studentesca nei consigli di classe e nel consiglio di istituto, i comitati e le consulte chiamano in causa il tema dei diritti e dei doveri a scuola; lo stesso rapporto della scuola con il territorio in cui ciascuna istituzione scolastica agisce può rappresentare una significativa esperienza per lo sviluppo culturale, civile e sociale. La condivisione delle regole del vivere e del convivere, può avvenire solo con una efficace e fattiva collaborazione con la famiglia. La scuola, pertanto, perseguirà costantemente l obiettivo di costruire un alleanza educativa con i genitori. Non si tratta di rapporti da stringere solo in momenti critici, ma di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative. In base al seguente patto educativo di corresponsabilità I DOCENTI sono impegnati a: - rispettare il proprio orario di servizio; - trovarsi in classe cinque minuti prima dell inizio delle lezioni per accogliere gli alunni; - vigilare durante l intervallo affinché gli alunni possano fruire in maniera intelligente e responsabile della pausa studio; - richiedere colloqui con le famiglie in caso di necessità; - creare a scuola un clima di serenità, cooperazione e armonia; - promuovere con ogni singolo alunno un clima di confronto e di reciprocità per accoglierne il vissuto e per motivarlo all apprendimento; - presentare ai genitori nei tempi e nei modi stabiliti il piano dell offerta formativa. - realizzare i curricoli disciplinari, le scelte organizzative e le metodologie didattiche elaborate nel Piano dell Offerta Formativa. - predisporre opportuni interventi didattici di recupero e di sostegno per gli alunni che, presentando difficoltà nell apprendimento, risultano insufficienti in alcune discipline e/o aree disciplinari; - attuare tutte le possibili forme di arricchimento dell offerta formativa, in grado di rispondere ai nuovi bisogni degli adolescenti e di sviluppare contesti educativi e culturali di particolare rilievo ai fini della formazione di cittadini responsabili e autonomi; - informare i genitori degli alunni delle proposte didattiche diverse da quelle curriculari; - attuare l obbligo scolastico attraverso la predisposizione di piani di studio orientati alla progressiva acquisizione ed al consolidamento di quelle conoscenze di base e di quelle competenze indispensabili per imparare ad imparare, progettare, comunicare, collaborare e partecipare, agire in modo autonomo e responsabile, risolvere problemi, individuare collegamenti e relazioni, acquisire ed interpretare l informazione; - orientare gli studenti a scelte consapevoli, sia in vista della prosecuzione degli studi, sia per un proficuo inserimento nel mondo del lavoro; - valorizzare le eccellenze - attuare nel curricolo quinquennale forme di apprendimento anche in contesti diversi dalla scuola, come le esperienze di alternanza scuola-lavoro; - motivare alla famiglia, nelle forme comunicative più opportune e negli incontri periodici programmati, la valutazione relativa al processo formativo e qualsiasi altra difficoltà riscontrata nel rapporto con l alunno (carenza d impegno, violazione delle regole ) - ricevere i genitori compatibilmente con il proprio orario di servizio; - educare al rispetto della legalità e delle norme di comportamento previste nel regolamento di istituto, ispirandosi al principio che i provvedimenti disciplinari hanno sempre finalità educativa e tendono al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all'interno della comunità scolastica, nonché al recupero dello studente attraverso attività di natura sociale, culturale ed in generale a vantaggio della comunità scolastica. La verifica degli apprendimenti, momento importante del processo formativo, servirà ai docenti per modificare o integrare gli obiettivi, i metodi e i tempi delle varie attività proposte agli alunni. La valutazione avrà un carattere orientativo e formativo e indicherà all alunno i modi e i tempi del proprio processo educativo per renderlo consapevole sia delle difficoltà con cui dovrà misurarsi che dei successi maturati. I docenti nel valutare terranno conto dei livelli di formazione e di preparazione culturale dei propri alunni, in relazione agli obiettivi di apprendimento prefissati e alla situazione di partenza; dell impegno, della partecipazione e del comportamento in vista di una crescita non solo sul piano dell apprendimento, ma su quello più vasto della formazione integrale della persona. Pag.2/3

9 La FAMIGLIA si impegna a : - instaurare un dialogo costruttivo con i docenti; - conoscere la programmazione didattica ed educativa curricolare ed extra curricolare; - rispettare l orario d ingresso a scuola e limitare le uscite anticipate; - giustificare sempre le assenze; - controllare quotidianamente il diario e il libretto personale delle comunicazioni scuola-famiglia; - controllare attraverso un contatto frequente con i docenti che l alunno rispetti le regole della scuola (corredo scolastico, divieto di cellulare, soldi e oggetti di valore, rispetto delle cose proprie e altrui, dell ambiente scolastico ecc ), che partecipi attivamente e responsabilmente alla vita della scuola e curi l esecuzione dei compiti; - partecipare con regolarità alle riunioni previste, all attività degli organi collegiali in cui è prevista la componente dei genitori e agli incontri scuola famiglia - conoscere il regolamento interno applicativo dello Statuto delle studentesse e degli studenti e condividerne la sua applicazione La scuola e la famiglia dovranno supportarsi a vicenda per raggiungere comuni finalità educative e condividere quei valori che fanno sentire gli alunni membri di una comunità vera. La scuola affianca al compito dell insegnare ad apprendere quello dell insegnare ad essere ed in questo è fondamentale la collaborazione della famiglia, la più importante agenzia educativa. Gli ALUNNI si impegnano a: - rispettare il Dirigente Scolastico, tutto il personale della scuola e i compagni; - frequentare regolarmente le lezioni; - studiare con assiduità e serietà; - portare sempre il materiale didattico occorrente; - non portare soldi ed oggetti di valore; - rispettare l arredo scolastico, eventuali danni dovranno essere risarciti; - usare un abbigliamento che dovrà rispettare i canoni della sobrietà e della decenza; - non usare il telefonino in classe e durante le lezioni; - osservare scrupolosamente l orario scolastico; i ritardi, segnati sul registro, dovranno essere giustificati ; - portare sempre il libretto personale per comunicazioni scuola-famiglia; - giustificare sempre le assenze; - evitare le assenze collettive che tuttavia dovranno essere giustificate; - mantenere un comportamento corretto durante il cambio dell ora e all uscita; - rispettare i valori della tolleranza, della solidarietà, del pluralismo e della libertà religiosa e di pensiero, così come previsti dalla Costituzione della Repubblica Italiana - evitare episodi di violenza e di bullismo, che altrimenti saranno severamente puniti; - motivare con certificato medico l esonero dalle lezioni di Scienze motorie e sportive Dato che il compito della scuola è educare e non punire, ogni provvedimento disciplinare sarà assunto dall Organo competente sempre e solo in vista di un adeguata strategia di recupero. La responsabilità disciplinare è personale. Nessuna infrazione disciplinare connessa al comportamento può influire sulla valutazione del profitto. In nessun caso può essere sanzionata, né direttamente né indirettamente, la libera espressione di opinioni correttamente manifestata e non lesiva dell'altrui personalità. Le sanzioni sono sempre temporanee, proporzionate alla infrazione disciplinare e ispirate al principio di gradualità nonché, per quanto possibile, al principio della riparazione del danno. Esse tengono conto della situazione personale dello studente, della gravità del comportamento e delle conseguenze che da esso derivano. Prima di irrogare una sanzione disciplinare occorre che lo studente possa esporre le proprie ragioni. Per l esame dei comportamenti sanzionabili e dei relativi provvedimenti disciplinari si fa rinvio al Regolamento in vigore all interno dell Istituto. Per quanto non espressamente previsto si rinvia alle norme di legge. Il presente patto è predisposto in duplice copia, una copia sottoscritta dalle parti deve rimanere agli atti dell Istituto. Vimercate, IL DIRIGENTE SCOLASTICO I GENITORI: LO STUDENTE: Pag. 3/3

dell alunn_ Cognome e nome alunno

dell alunn_ Cognome e nome alunno Domanda di iscrizione classe prima (corsi del diurno) Sistema Gestione Qualità B1-01 Rev. n.8 AL DIRIGENTE SCOLASTICO _l_ sottoscritt_ padre madre tutore Cognome e nome dell alunn_ Cognome e nome alunno

Dettagli

Prot. 4387/C-27 Brindisi, 22/10/2008. Art. 1 Vita della comunità scolastica

Prot. 4387/C-27 Brindisi, 22/10/2008. Art. 1 Vita della comunità scolastica Istituto di Istruzione Secondaria Superiore LICEO CLASSICO B. MARZOLLA - BRINDISI Sede Centrale: Via Nardelli, 2 - Tel./Fax 0831516102 - C.F. 80006060745 - e-mail: liceocla@liceoclassicomarzolla.it LICEO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria via Piria n 2, 89127 REGGIO CALABRIA - 0965 28547 0965 313252 Anno Scolastico 2011/2012 Premesso che Ai Genitori Agli Alunni Ai Docenti Al Personale ATA La scuola non è soltanto ambiente di apprendimento

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Al Dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo Papa Giovanni Paolo II CANDELA (FG)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Al Dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo Papa Giovanni Paolo II CANDELA (FG) DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Al Dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo Papa Giovanni Paolo II CANDELA (FG) _l_ sottoscritt in qualità di padre madre (cognome e nome) tutore CHIEDE

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S.

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S. Grandis C U N E O Istituto Professionale Statale Commerciale, Socio-Sanitario,Meccanico, Elettrico, Elettronico Istituto Tecnico per il Turismo Sezione Associata I.P.S.S.C.T.

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 18 dicembre 2008) ---------------- L Istituto Comprensivo VIA CASAL BIANCO è una scuola che svolge

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO Anni scolastici 2010/2011-2011/2012 2012/2013 Approvato con delibera n. 17 del Consiglio di Istituto del 23/11/2010 ( Validità triennale ) In considerazione del

Dettagli

Obiettivi formativi del documento

Obiettivi formativi del documento DIREZIONE DIDATTICA STATALE S.S. GIOVANNI PAOLO II SAN MARZANO SUL SARNO (SA) Piazza Amendola-84010-Tel. 081/955291- Fax: 081/5189080 C.F. 80047350659 Codice Meccanografico SAEE152003 Sito: www.ddsanmarzano.gov.it

Dettagli

Lo statuto degli studenti e delle studentesse

Lo statuto degli studenti e delle studentesse Sommario Lo statuto degli studenti e delle studentesse... 1 Art. 1 (Vita della comunità scolastica)... 1 Art. 2 (Diritti)... 1 Art. 3 (Doveri)... 2 Art. 4 (Disciplina)... 3 Art. 5 (Impugnazioni)... 5 Art.

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE alla Scuola dell infanzia Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Portici 3 Don Peppe Diana ANNO SCOLASTICO 2014-2015

DOMANDA DI ISCRIZIONE alla Scuola dell infanzia Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Portici 3 Don Peppe Diana ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DOMANDA DI ISCRIZIONE alla Scuola dell infanzia Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Portici 3 Don Peppe Diana ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Allegato scheda A Al Dirigente scolastico del (denominazione

Dettagli

"Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria"

Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria "Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria" DPR 24 giugno 1998, n. 249 Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (in GU 29 luglio

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia Appendice F Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia PREMESSA L istituzione scolastica risulta luogo di crescita civile, culturale e di valorizzazione della persona quando vengono coinvolti

Dettagli

dell Alunn Cognome e Nome l alunn

dell Alunn Cognome e Nome l alunn DOMANDA DI ISCRIZIONE a.s. 2012/2013 ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIE E L ARTIGIANATO SPOLETO - Sezione Associata - all Istituto d Istruzione Secondaria Superiore di Spoleto l sottoscritt

Dettagli

Regolamento di Disciplina

Regolamento di Disciplina ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA DI I GRADO dei Comuni di Anghiari e Monterchi Tel. 0575/749269 e Fax 0575/787954-0575/789102 Via Bozia, 2 52031 ANGHIARI (AR) aree0100n@

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO 8Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Richiamo verbale. Richiamo ufficiale con annotazione sul registro di classe. Richiamo verbale. Annotazione registro di classe

Richiamo verbale. Richiamo ufficiale con annotazione sul registro di classe. Richiamo verbale. Annotazione registro di classe ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO San Domenico Savio MATTINATA Premessa La scuola è luogo di crescita civile e culturale della persona. E quindi ad essa, oltre che alla famiglia, che spetta

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL GESTORE ISTITUTO SALESIANO DELL IMMACOLATA a.s. 2015/2016

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL GESTORE ISTITUTO SALESIANO DELL IMMACOLATA a.s. 2015/2016 DOMANDA DI ISCRIZIONE MOD 1 Pag. 1 di 3 DOMANDA DI ISCRIZIONE AL GESTORE ISTITUTO SALESIANO DELL IMMACOLATA a.s. 2015/2016 _l_ sottoscritt (Cognome e nome) nat a il padre madre tutore dell alunn (Cognome

Dettagli

Anno scolastico 2014/2015

Anno scolastico 2014/2015 Pagina 1 di 55 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2014/2015 1. PREMESSA 2. CENNI STORICI 3. LETTURA DEL TERRITORIO 3.1 ANALISI ECONOMICA DEL TERRITORIO 3.2 LA LETTURA DEL CONTESTO E L OFFERTA

Dettagli

Pubblicizzazione Patto educativo di corresponsabilita TRIENNALE a.sc. 2012/13 SITO WEB

Pubblicizzazione Patto educativo di corresponsabilita TRIENNALE a.sc. 2012/13 SITO WEB LICEO STATALE REGINA MARGHERITA Scienze Umane Linguistico Scientifico Liceo Scienze Umane con opzione Economico Sociale Liceo Scientifico con opzione Scienze Applicate Via Cuomo n.6 84122 SALERNO Tel 089-224887

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente scolastico dell I.S.I.S. ELENA DI SAVOIA. CHIEDE L iscrizione dell alunn

DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente scolastico dell I.S.I.S. ELENA DI SAVOIA. CHIEDE L iscrizione dell alunn I.S.I.S. ELENA DI SAVOIA Largo S. Marcellino, 15 - NAPOLI - 80138 081/5517022 presidenza 5517034 fax 5527361 codice meccanografico: NAIS021006 codice fiscale: 80025840630 www.isiselenadisavoia.it - itsaselsa@tin.it

Dettagli

Via del Casalino 55012 CAPANNORI (LU) Tel. 0583 935233-936399 Fax 0583 935194 - e-mail: luic836003@istruzione.it

Via del Casalino 55012 CAPANNORI (LU) Tel. 0583 935233-936399 Fax 0583 935194 - e-mail: luic836003@istruzione.it Via del Casalino 55012 CAPANNORI (LU) Tel. 0583 935233-936399 Fax 0583 935194 - e-mail: luic836003@istruzione.it DOMANDA DI ISCRIZIONE alla SCUOLA SECONDARIA di I^ grado Al Dirigente Scolastico dell Istituto

Dettagli

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Carlo Emilio Gadda

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Carlo Emilio Gadda AL DIRIGENTE SCOLASTICO Il/La sottoscritt in qualità di padre madre tutore (cognome e nome) dell alunn cl. indirizzo sede (cognome e nome) all atto dell iscrizione, prende visione di quanto segue e sottoscrive:

Dettagli

Vista la legge 27 maggio 1991, n. 176 di ratifica della Convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 20 novembre 1989;

Vista la legge 27 maggio 1991, n. 176 di ratifica della Convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 20 novembre 1989; Il Presidente della Repubblica Visto l'articolo 87, comma 5, della Costituzione; Visto l'articolo 328 del decreto legislativo 16 aprile 1994 n.297; Visto l'articolo 21, commi 1, 2 e 13 della legge 15 marzo

Dettagli

Il Regolamento di Istituto è integrato dal regolamento di disciplina di seguito riportato.

Il Regolamento di Istituto è integrato dal regolamento di disciplina di seguito riportato. Il Regolamento di Istituto è integrato dal regolamento di disciplina di seguito riportato. Regolamento di disciplina Il nostro Regolamento di disciplina è stata elaborata sulla base dello Statuto delle

Dettagli

AL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Comprensivo Statale Romolo Onor Via N. Sauro,11 San Donà di Piave Tel.n 0421/53489 Fax n 0421/330846

AL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Comprensivo Statale Romolo Onor Via N. Sauro,11 San Donà di Piave Tel.n 0421/53489 Fax n 0421/330846 AL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Comprensivo Statale Romolo Onor Via N. Sauro,11 San Donà di Piave Tel.n 0421/53489 Fax n 0421/330846 DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE 1^ SC.SEC. 1 GRADO - DATI PERSONALI

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA Statuto degli Studenti e delle Studentesse

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA Statuto degli Studenti e delle Studentesse ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA I GRADO Centro Territoriale Permanente per l Educazione e la Formazione in età adulta Via San Giovanni Bosco, 5-23014 DELEBIO (SO) tel.

Dettagli

REGOLAMENTO D'ISTITUTO Istituto d Istruzione Superiore Giovanni GIORGI

REGOLAMENTO D'ISTITUTO Istituto d Istruzione Superiore Giovanni GIORGI REGOLAMENTO D'ISTITUTO Istituto d Istruzione Superiore Giovanni GIORGI CAPO I : OSSERVAZIONI PRELIMINARI Art.1. La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 1 PREMESSA Il presente regolamento, ai sensi di quanto previsto dal D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249 (Statuto delle studentesse e degli studenti)

Dettagli

I.T.E. S. Calvino - Via San Michele, 2 - Trapani - Tel.: 0923.21016 Fax: 0923.28546 C.M. : TPTD02801G (diurno) - TPTD028511 (serale)

I.T.E. S. Calvino - Via San Michele, 2 - Trapani - Tel.: 0923.21016 Fax: 0923.28546 C.M. : TPTD02801G (diurno) - TPTD028511 (serale) Istituto Superiore S. Calvino G. B. Amico Istituto Tecnico e Professionale Sede Centrale: C.M.: TPIS028009 C.F.: 80004590818 Telefoni: 0923.21016 (segreteria) - 0923.22939 (presidenza) Fax: 0923.28546

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL RIENTRO DEGLI ALUNNI DA UN PERIODO DI STUDIO ALL ESTERO

PROTOCOLLO PER IL RIENTRO DEGLI ALUNNI DA UN PERIODO DI STUDIO ALL ESTERO PROTOCOLLO PER IL RIENTRO DEGLI ALUNNI DA UN PERIODO DI STUDIO ALL ESTERO Partire per un periodo di studio all estero è una forte esperienza di formazione interculturale. Il soggiorno di studio in un altro

Dettagli

Codice di comportamento della comunità scolastica. I diritti fondamentali dello studente appaiono indicati nell art. 2:

Codice di comportamento della comunità scolastica. I diritti fondamentali dello studente appaiono indicati nell art. 2: Codice di comportamento della comunità scolastica Il liceo si propone come luogo di educazione in senso ampio, dove il processo di apprendimento, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza

Dettagli

DOMANDA ISCRIZIONE ALLA CLASSE PRIMA

DOMANDA ISCRIZIONE ALLA CLASSE PRIMA DOMANDA ISCRIZIONE ALLA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2011/12 Il/La sottoscritto/a Genitore dell alunno/a Chiede l iscrizione alla CLASSE 1^ di questo Istituto per l a.s. 2011/12 A tal fine, in base alle

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Regolamento di Disciplina (approvato in data 18-09-2013 C.d.I.)

Regolamento di Disciplina (approvato in data 18-09-2013 C.d.I.) Regolamento di Disciplina (approvato in data 18-09-2013 C.d.I.) Premessa Il rispetto di norme, regole e principi garantisce la civile convivenza e contribuisce a valorizzare, attraverso il dialogo ed il

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO. (Deliberato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 10 dicembre 2014)

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO. (Deliberato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 10 dicembre 2014) M i n i s t e r o d e l l a P u b b l i c a I s t r u z i o n e Istituto Comprensivo Statale Gino Capponi via Pestalozzi 13-20143 Milano Tel: 02 88444729 - Fax: 02 89123381 e-mail: miic8cy00p@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA. Il presente regolamento è in aggiornamento da parte di un apposita commissione.

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA. Il presente regolamento è in aggiornamento da parte di un apposita commissione. REGOLAMENTO DI DISCIPLINA Il presente regolamento è in aggiornamento da parte di un apposita commissione. Premessa Le norme del presente regolamento si ispirano ai principi dello Statuto delle studentesse

Dettagli

(1) Ingresso in Italia prima del compimento del 6 anno di età sì no

(1) Ingresso in Italia prima del compimento del 6 anno di età sì no Via del Casalino 55012 CAPANNORI (LU) Tel. 0583 935233 - Fax 0583 935194 - e-mail: luic836003@istruzione.it DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA PRIMARIA Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare.

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare. Modulo dell'istituto CUNEO - "F. A. BONELLI" CNTD04000P Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di II grado Anno Scolastico 2013/14 Il Sottoscritto Cognome * Nome * Nato/a il * Cittadinanza

Dettagli

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare.

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare. Modulo dell'istituto IC MOGLIA 1 Scuola TVMM87801N - SMS T.DAL MONTE MOGLIA-S.C. Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di I grado Anno Scolastico 2013/14 Il Sottoscritto Cognome *

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO «SOCRATE»

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO «SOCRATE» MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO «SOCRATE» Alla luce del nuovo Statuto delle studentesse e degli studenti promulgato con Decreto del Presidente

Dettagli

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto Indicatori e descrittori per l attribuzione del voto relativo al comportamento di ciascuno studente VOTO 10 9 8 7 6 5 Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Dettagli

Prot.n. 30 Milano, 7 gennaio 2014 Circ.n. 162/Doc Ai Coordinatori di classe Ai Docenti

Prot.n. 30 Milano, 7 gennaio 2014 Circ.n. 162/Doc Ai Coordinatori di classe Ai Docenti Prot.n. 30 Milano, 7 gennaio 2014 Circ.n. 162/Doc Ai Coordinatori di classe Ai Docenti OGGETTO: Scrutini: indicazioni per le attività di recupero e per la valutazione del comportamento degli alunni Attività

Dettagli

Modulo dell'istituto GRAZIA DELEDDA GEPL01500Q Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di II grado Anno Scolastico 2013/14

Modulo dell'istituto GRAZIA DELEDDA GEPL01500Q Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di II grado Anno Scolastico 2013/14 Modulo dell'istituto GRAZIA DELEDDA GEPL01500Q Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di II grado Anno Scolastico 2013/14 Il Sottoscritto Cognome * Nome * Nato/a il * Cittadinanza

Dettagli

DELIBERA N 3 COLLEGIO DOCENTI 15 MAGGIO 2014 CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE FINALE

DELIBERA N 3 COLLEGIO DOCENTI 15 MAGGIO 2014 CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE FINALE DELIBERA N 3 COLLEGIO DOCENTI 15 MAGGIO 2014 CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE FINALE Il Collegio Docenti al fine di garantire omogeneità nelle decisioni dei Consigli di Classe, relativamente alle operazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINARE

REGOLAMENTO DISCIPLINARE DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI SANT'ANGELO LODIGIANO Via Morzenti, 27-26866 Sant' Angelo Lodigiano Tel: 0371/90435 - Fax : 0371/210898 Sito web: www.circolodidatticomorzenti.it E-mail: riccardo.morzenti@libero.it

Dettagli

REGOLAMENTO di DISCIPLINA

REGOLAMENTO di DISCIPLINA REGOLAMENTO di DISCIPLINA Alunni di Scuola Primaria protocollato atti scuola 369/B19_ 23 settembre 2013 Presidenza - plesso Troisi, via Gianturco 75 TELEFAX - 0815743460 Direzione Amministrativa ed uffici

Dettagli

codice fiscale 80123470157 - codice meccanografico: diurno MITF09000E - serale MITF09050X

codice fiscale 80123470157 - codice meccanografico: diurno MITF09000E - serale MITF09050X stituto ecnico ndustriale Statale con Liceo Scientifico ecnologico GOVNN GOG Viale Liguria, 21 20143 Milano el. 02/89400450 Fax 02/89406707 http://www.itisgiorgimilano.it - e-mail: itisgiorgi@tin.it UN

Dettagli

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Via Campobasso, 10-66100 CHIETI - tel. Segreteria : 0871 560525 - - fax: 0871565781 codice fiscale: 93048780691 - codice meccanografico: CHIC83700A Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ED ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO TAGLIACOZZO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ED ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO TAGLIACOZZO Via Marconi,51 ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO STATALE A. ARGOLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ED ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO TAGLIACOZZO Sito web: http://www.istitutoturisticoargoli.it 67069 TAGIACOZZO

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 AL DIRIGENTE SCOLASTICO I.I.S.S. L. Einaudi di Manduria Il/la sottoscritto/a padre madre tutore dell'alunno/a C.F. iscritto/a nel corrente a.s. alla classe indirizzo

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore Amedeo Voltejo Obici Oderzo (TV)

Istituto Statale di Istruzione Superiore Amedeo Voltejo Obici Oderzo (TV) Istituto Statale di Istruzione Superiore Amedeo Voltejo Obici Oderzo (TV) REGOLAMENTO di DISCIPLINA (Approvato dal consiglio d Istituto del 12/7/2012) anno scolastico 2011-2012 via Stadio, 2/a tel. 0422

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI

REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI Prot. 6037 del 20/11/2014 REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI Estremi approvazione: Collegio dei Docenti: Delibera n 5 del 11/11/2014 Consiglio di Istituto: Delibera n 7 del 18/11/2014 Pag. 1 Premessa Ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNI SCOLASTICI 2013/2016 ALUNNI

REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNI SCOLASTICI 2013/2016 ALUNNI Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo di Cellatica Collebeato Viale Risorgimento, 23 25060 Cellatica (BS) Tel: 030.2770188-0302774730 - Fax: 030.2525792 C. F.

Dettagli

MODALITÀ ISCRIZIONE ON LINE

MODALITÀ ISCRIZIONE ON LINE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO N. 7 - LATINA Via Bachelet n. 5-04100 LATINA MODALITÀ ISCRIZIONE ON LINE Per effettuare

Dettagli

Criteri di valutazione degli alunni

Criteri di valutazione degli alunni Funzioni della valutazione Criteri di valutazione degli alunni La valutazione degli alunni risponde alle seguenti funzioni fondamentali: verificare l acquisizione degli apprendimenti programmati; adeguare

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO. Il tempo dell intervallo va trascorso nelle rispettive aule. Non è consentito spostarsi da un piano all altro.

REGOLAMENTO INTERNO. Il tempo dell intervallo va trascorso nelle rispettive aule. Non è consentito spostarsi da un piano all altro. REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CALUSCO D ADDA 1 REGOLAMENTO INTERNO Entrata Gli alunni sono tenuti a presentarsi a scuola sia al mattino, sia al pomeriggio almeno cinque

Dettagli

Informativa ai sensi dell Art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, N. 196

Informativa ai sensi dell Art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, N. 196 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO Al genitore dell alunno/a Informativa ai sensi dell Art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, N. 196 Secondo quanto previsto dall

Dettagli

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA ISTITUTO PARITARIO NAZARETH SCUOLA DELL INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO - LICEI CLASSICO-LINGUISTICO-SCIENTIFICO POF 2014-2015 Il piano offerta formativa è il documento fondamentale che rappresenta

Dettagli

ATTENZIONE LE ISCRIZIONI AVVENGONO ESCLUSIVAMENTE ON LINE

ATTENZIONE LE ISCRIZIONI AVVENGONO ESCLUSIVAMENTE ON LINE ATTENZIONE LE ISCRIZIONI AVVENGONO ESCLUSIVAMENTE ON LINE QUESTO E SOLO UN FAC SIMILE DEL MODULO DI ISCRIZIONE E NON DEVE ESSERE COMPILATO. POTETE TUTTAVIA STAMPARLO PER VISIONARLO IN ANTICIPO PRIMA DI

Dettagli

I.I.S. E. MONTALE è certificato: UNI EN ISO 9001:2008, N SQ0031295-12/06/2003, Mod. REGISTRATO al sistema qualità

I.I.S. E. MONTALE è certificato: UNI EN ISO 9001:2008, N SQ0031295-12/06/2003, Mod. REGISTRATO al sistema qualità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. E. MONTALE VAIS024002 Istituto d Istruzione Superiore I.T.P.A. e Corrispondenti in L. Estere - IPC Servizi Commerciali Via Gramsci,1 21049

Dettagli

CONTROLLO DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO

CONTROLLO DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO CONTROLLO DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO La valutazione è parte integrante del processo di insegnamento/apprendimento. Essa deve essere trasparente e condivisa, nei fini e nelle procedure, da tutti coloro

Dettagli

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 C.F. 93022020148 Sito web: http://www.comprensivobormio.gov.it/

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINARE

REGOLAMENTO DISCIPLINARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Eleonora D Arborea Via E. D Arborea n 7, 08020 Torpè (Nu) tel. e fax 0784/829017 E-mail : numm056006@istruzione.it REGOLAMENTO DISCIPLINARE Aggiornato nell anno scolastico

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 COLOGNO AL SERIO Tel. fax 0354872415-035896031 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it/ SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

Protocollo. Soggiorni di studio individuali. Mobilità individuale all estero

Protocollo. Soggiorni di studio individuali. Mobilità individuale all estero Prot.n.3262/C27d Lissone, 25 maggio 2015 Protocollo Soggiorni di studio individuali Mobilità individuale all estero INTRODUZIONE Partire per un periodo di studio all estero è una forte esperienza di formazione

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO del Liceo Classico e Classico Europeo Marco Foscarini in Venezia

REGOLAMENTO D ISTITUTO del Liceo Classico e Classico Europeo Marco Foscarini in Venezia CONVITTO NAZIONALE MARCO FOSCARINI SCUOLE ANNESSE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA 1 gr. ISTRUZIONE 2 gr. CLASSICO ED EUROPEO CANNAREGIO FOND.TA S. CATERINA 4941 4942 30131 VENEZIA tel. 0415221970 fax.0415239698

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE alla SCUOLA PRIMARIA A. S. 14/15 Al Dirigente Scolastico dell IST. COMPR. STAT. T. SILVESTRI TREVIGNANO R.NO

DOMANDA DI ISCRIZIONE alla SCUOLA PRIMARIA A. S. 14/15 Al Dirigente Scolastico dell IST. COMPR. STAT. T. SILVESTRI TREVIGNANO R.NO DOMANDA DI ISCRIZIONE alla SCUOLA PRIMARIA A. S. 14/15 Al Dirigente Scolastico dell IST. COMPR. STAT. T. SILVESTRI TREVIGNANO R.NO _l_ sottoscritt in qualità di padre madre tutore CHIEDE l iscrizione dell

Dettagli

ICAS FRANCOLISE A) DIRITTI

ICAS FRANCOLISE A) DIRITTI ICAS FRANCOLISE SCUOLA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA 1 Via Roma, 3 81050 S. Andrea del Pizzone Tel. 0823/884410 - COD.MECC. CEIC819004 E-mail: icas.francolise@virgilio.it U.R.L. : www.icasfrancolise.it

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I)

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) Istituto Paritario Minerva Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA La legge 62 del 10 Marzo 2000, recante Norme sulla parità scolastica e disposizioni sul diritto allo

Dettagli

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche NOTIZIARIO DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA a cura della Segreteria Generale ANNO 46 - NUMERO 3 30 GIUGNO 2012 Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche Il 28 Giugno

Dettagli

Protocollo di accoglienza e di inclusione degli alunni con cittadinanza non italiana

Protocollo di accoglienza e di inclusione degli alunni con cittadinanza non italiana Protocollo di accoglienza e di inclusione degli alunni con cittadinanza non italiana Premessa Il Protocollo di accoglienza e di integrazione degli alunni stranieri contiene principi, criteri ed indicazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA Istituto Comprensivo G.B. Della Torre Via Rivarola, 7 16043 Chiavari (GE) Tel. 0185308022 Fax 0185309471 geic86500c@istruzione.it geic86500c@pec.istruzione.it codice fiscale 90064220107 sito internet:

Dettagli

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare.

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare. Modulo dell'istituto ICS.UMBERTO I - S.M. S. NICOLA Scuola BAEE80302A - N.PICCINNI Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Primaria Anno Scolastico 2013/14 Il Sottoscritto Cognome * Nome * Nato/a

Dettagli

(Collegio Docenti del / /2012)

(Collegio Docenti del / /2012) Codice Fiscale: 80014050357 CM: CMRETD02000L Vìa Prati, 2 42015 Correggio (RE) Tel. 0522 693271 Fax 0522 632119 Sito Web: www.einaudicorreggio.gov.it e mail: info@einaudicorreggio.gov.it e mail certificata:

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE. Al Dirigente Scolastico ISTITUTO LICEALE STATALE S. PIZZI 81043 - CAPUA

DOMANDA DI ISCRIZIONE. Al Dirigente Scolastico ISTITUTO LICEALE STATALE S. PIZZI 81043 - CAPUA DOMANDA DI ISCRIZIONE Eventuali richieste di iscrizioni che andassero al di là dei limiti di ricettività da parte dell istituto, saranno tempestivamente comunicate agli interessati Al Dirigente Scolastico

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO D ISTITUTO VITA QUOTIDIANA A SCUOLA Lo Statuto degli Studenti definisce i diritti e i doveri degli studenti per garantire una serena convivenza scolastica. Il presente regolamento elaborato

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO Parte I - PRINCIPI FONDAMENTALI CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino trae i suoi principi fondamentali dagli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15 Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado Maria Cassani

Dettagli

Finalità. Comportamenti configuranti mancanze disciplinari. Classificazione delle sanzioni disciplinari diverse dall allontanamento

Finalità. Comportamenti configuranti mancanze disciplinari. Classificazione delle sanzioni disciplinari diverse dall allontanamento MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ELSA MORANTE C.M.RMIC805003 C.F. 971980000586 Via A. Volta, 41-00153 ROMA - /Fax

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014 ISTITUTO VIA F. SANTI 65 Allegato Principi generali 1. Nel rispetto della normativa vigente in materia, il presente regolamento intende disciplinare il funzionamento dei servizi scolastici erogati dalle

Dettagli

LA VALUTAZIONE. Criteri di valutazione

LA VALUTAZIONE. Criteri di valutazione LA VALUTAZIONE Criteri di valutazione Per assicurare una omogeneità, equità e trasparenza della valutazione da parte dei Consigli di Classe, in sede di scrutinio, nel rispetto del principio della libertà

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare.

Nato/a il * Cittadinanza * Provincia * Tutore. indirizzo. c.a.p. telefono cellulare. indirizzo. comune. c.a.p. telefono cellulare. Modulo dell'istituto I.C."COMMENDA" Scuola BRMM813011 - SMS "G. CESARE" Domanda di iscrizione al primo anno della scuola Secondaria di I grado Anno Scolastico 2013/14 Il Sottoscritto Cognome * Nome * Nato/a

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Guido Monaco

Istituto Comprensivo Statale Guido Monaco Istituto Comprensivo Statale Guido Monaco SEDE: Largo Champcevinel 52016 RASSINA - CASTEL FOCOGNANO (AR) DOMANDA DI ISCRIZIONE SCUOLA DELL INFANZIA Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Guido

Dettagli

itg belzoni 03 ottobre 2015

itg belzoni 03 ottobre 2015 Padova itg belzoni 03 ottobre 2015 CF 80012080281 Regione Veneto Accreditamento n. A0365 Sede centrale di Padova, Via S. Speroni, 39/41, Tel.049.657903 fax 049.8755385 - belzoni@provincia.padova.it Sez.

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE SALVATORE QUASIMODO Via Volta 25-20013 MAGENTA Tel. 02/9794892 Fax 02/9784834

LICEO CLASSICO STATALE SALVATORE QUASIMODO Via Volta 25-20013 MAGENTA Tel. 02/9794892 Fax 02/9784834 Estratto del Regolamento d Istituto TITOLO VI ALUNNI PREMESSA Lo Statuto degli Studenti, entrato in vigore col DPR 24/06/1998 n.249, introduce importanti garanzie riguardanti la vita all'interno della

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO - LICEO LINGUISTICO LICEO CLASSICO SEZIONE ASSOCIATA: ISTITUTO

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015.

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015. OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015. IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge n. 107

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Andrea Mantegna Via G. Gonzaga, 8 MANTOVA Tel.: 0376 320688 Fax: 0376 310580 Cod. Mecc. MNTE01000B www. itetmantegna.it Mail: itetmantegna@itetmantegna.it mnte01000b@istruzione.it

Dettagli

Regolamento di Disciplina

Regolamento di Disciplina ISTITUTO COMPRENSIVO J. SANNAZARO VIA F. CAVALLOTTI, 15 TEL. 0828/793037 - FAX 0828/793256 84020 OLIVETO CITRA (SA) cf. 82005110653 C.M. SAIC81300D e-mail: SAIC81300D@ISTRUZIONE.IT SITO INTERNET: WWW.OLIVETOCITRAIC.GOV.IT

Dettagli