UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA FONDO CASINI INVENTARIO

2 IINTRODUZIONE Nel Fondo Casini sono conservate carte della Società per gli Studi della Malaria, della Scuola Superiore di Malariologia e dell'istituto Superiore di Malariologia "Ettore Marchiafava". La documentazione è stata riunita e ordinata da Guido Casini, segretario dell'istituto e proprietario degli archivi. Il fondo è pervenuto all'istituto di Parassitologia in buono stato di ordine. All'interno delle scatole le carte risultavano organizzate in fascicoli; altra documentazione è pervenuta in raccoglitori ad anelli, nei quali il materiale era stato suddiviso per oggetto. Con l intervento di riordinamento e inventariazione tale organizzazione delle carte è stata rispettata. I fascicoli sono stati ordinati cronologicamente. La partizione interna ai raccoglitori è stata considerata una sorta di fascicolazione. Il fondo conserva due archivi, il primo relativo alla Società per gli Studi della Malaria, il secondo relativo alla Scuola Superiore di Malariologia, poi Istituto Ettore Marchiafava. All interno di ciascun archivio è stata attribuita ai fascicoli una numerazione unica progressiva. I titoli dei fascicoli riportati tra virgolette sono quelli attribuiti dallo stesso Casini e corrispondenti all effettivo contenuto dei fascicoli. Si tratta di un fondo ricco e composito, che conserva tipologia varia di documentazione: 1) carteggio, relazioni, corrispondenza relativi alle attività degli enti; 2) materiale didattico utilizzato nei corsi (tavole, grafici, lucidi, dispense delle lezioni, diapositive, lastre fotografiche); 3) fotografie; 4) materiale bibliografico. La documentazione riguarda in generale l attività amministrativa e l attività scientifica degli istituti. Casini lavora alle campagne antianofeliche in Sardegna dal 1946 (e almeno fino al 1956), prima come dipendente della Fondazione Rockefeller e come capo Ufficio Operazioni dell ERLAAS, poi come consulente del Centro regionale antimalarico e anti-insetti di Cagliari. Fondo Casini. Archivio della Società per gli Studi della Malaria Fascicolo 001 "Corrispondenza". Corrispondenza indirizzata prevalentemente ad Angelo Celli; note, relazioni, rapporti su campagne antimalariche e legislazione antimalarica All.: Ufficio d'igiene e sanità di Caltanissetta, Relazione sulla campagna antimalarica, Caltanissetta, Contiene: note sulla Societé de Construction de Chemins de Fer Indo-Chinoise (a firma Mazzolani); relazioni sulle campagne antimalariche in diversi comuni italiani; osservazioni e note su casi malarici; rapporto sulla esecuzione delle leggi contro la malaria al ministro dell'interno Giolitti (a firma di Giustino Fortunato, con correzioni manoscritte di Angelo Celli?), del 1907; carteggio relativo alla polemica di Anna Celli in merito alla ricostituzione della Società nel Con ritagli di stampa. Note: con lettere manoscritte di Giustino Fortunato

3 Fascicolo 002 Varie Contiene: lettera di Anna Celli a "illustrissimo Senatore...", (dattiloscritto); libretto bancario intestato ad Angelo Celli; fatture emesse dalla Tipografia Nazionale di G. Bertero & C. e dall'istituto Geografico De Agostini; registro di cassa della Società (1926). Fascicolo 003 "Statuto. Elenchi soci". Statuti ed elenchi dei soci della Società All.: Jerace Felice, Roma - Società per gli Studi della Malaria, in...; Società per gli studi della malaria, Bullettino n. 5 (contenente lo Statuto e l'elenco dei soci fondatori e offerenti) []; Consiglio di amministrazione; Società italiana per gli studi della malaria, Statuto, Roma, 1935; Società per gli studi della malaria, Statuto, Roma, Fascicolo 004 "Verbali delle sedute " del Consiglio di amministrazione della Società

4 Fascicolo 005 Corrispondenza". Corrispondenza della Presidenza della Società per gli Studi della Malaria; appunti; scritti di Marchiafava; relazioni All.: Pozzilli Pericle, L'importanza dello studio della patologia, con speciale riferimento alla malaria. Prolusione al corso dell'anno scolastico , Roma, [1926];Campagna antimalarica. Dic Dic Relazione finale sulle esperienze di immunizzazione preventiva..., di Giacomo Peroni, in Medicina Nuova, a.?; Jerace F., L'opera della Società per gli studi della malaria, [1936] (bozza di stampa). Contiene: "Notizie storiche sulle condizioni igienico-sanitarie di Mantova, con speciale riguardo alla malaria, pel dottor Giovanni Soliani" (dattiloscritto). Fascicolo 006 Consiglio di amministrazione; soci ordinari; ordine del giorno della seduta del 18 giugno Appunti. carta intestata della Società (7 fogli) All.: Jerace Felice, Roma - Società per gli studi della malaria, in... (estratto in 8 copie); Società Italiana per gli studi della malaria, Statuto, Roma, 1935 (10 copie); Società per gli studi della malaria, Statuto, Roma, 1939 (6 copie). Fascicolo 007 "Comitato per la revisione dell'antichissima storia italica. Comunicazione di Giulio Del Pelo Pardi. Riunione del 7 marzo In nota è scritto: Dattiloscritto incompleto, trovato tra le carte della Società per gli studi della malaria, però non riguarda in modo diretto la malaria. 23/1/68. Guido Casini. 2

5 Fondo Casini. Archivio della Scuola superiore di malariologia e dell Istituto superiore di malariologia Ettore Marchiafava. Primo versamento Fascicolo 001 Scuola superiore di malariologia. Gestione amministrativa contabile e situazione patrimoniale della Scuola. Relazioni didattiche e amministrative della Direzione della Scuola e rapporti sulle attività della Scuola; corrispondenza della Direzione della Scuola con le autorità; proposta di costituzione dell'istituto Superiore di Malariologia All.: La costituzione in Roma della Scuola Superiore di Malariologia. Relazione al Parlamento per la conversione in legge del Regio Decreto Legge 8 maggio 1927,concernente l'istituzione della Scuola Superiore di Malariologia. Regio Decreto Legge 8 maggio 1927, n. 773, [Roma, 1927]; AP, Senato del Regno, XXVII Legislatura, n A,Conversione in legge del Regio decreto-legge 8 maggio 1927, n. 773, concernente l'istituzione in Roma di una Scuola superiore di malariologia; Proposta di modifica di alcuni articoli del Regolamento 20 ottobre 1927 (bozze); Regio Decreto 4 settembre 1927, n. 2119,Contributo per le spese di funzionamento della Scuola superiore di malariologia in Roma, in Gazzetta Ufficiale del Regno d'italia, parte prima, a. 68, 25 novembre 1927, n. 273; Scuola Superiore di Malariologia, Bilancio preventivo per l'anno scolastico 1929, Roma, 1929;Scuola Superiore di Malariologia, Relazione sulla gestione amministrativa contabile. Consuntivo dell'anno 1929, [s.n.t.]; Société des Nations, Travaux de l'organisation d'hygiène. Rapport présenté par la deuxième Commission à l'assemblée, Genève, 1930;Scuola Superiore di Malariologia, Bilancio preventivo per l'anno scolastico 1930, Roma,1930; Regolamento della Scuola Superiore di Malariologia, Roma, Contiene: 1) corrispondenza della Direzione della Scuola (Vittorio Ascoli) con Benito Mussolini, Capo del Governo e presidente del Comitato d'onore della Scuola e con i diversi ministeri(pubblica Istruzione. Direzione Generale della Istruzione Superiore, poi Educazione Nazionale. Direzione Generale della Istruzione Superiore; Affari Esteri; Comunicazioni; Finanze; Interno. Laboratori della Sanità pubblica) circa i contributi finanziari stanziati per il funzionamento della Scuola, i rapporti con la Società delle Nazioni, l'approvazione dei bilanci, le questioni inerenti le ritenute per le imposte, ecc. ; 2) previsione delle spese di gestione della Scuola e bilanci; 3) appunti; 4) lettera riservata di Missiroli, direttore della Stazione Sperimentale per la Lotta Antimalarica, a Lorenzo Verney, circa i rapporti della Stazione con la Scuola in merito all'organizzazione dei corsi di malariologia per i medici inviati dalla Società delle Nazioni (12 febbraio 1927); 5) sunto del carteggio tra la Società delle Nazioni e Vittorio Ascoli, direttore della Scuola, circa l'organizzazione in Italia, presso la Scuola stessa, di un corso superiore per i medici esteri della S.d.N. ( ); 6) appunti circa la creazione in Italia di un Istituto per la Malaria (novembre febbraio 1928); 7) due lettere a Mussolini per la proposta della creazione in Italia di un centro scientifico di studi sulla malaria (proposta di costituzione dell'istituto) (aprile 1928, febbraio 1929); 8) schema di progetto per la costituzione di un Istituto chimico-farmacologico annesso alla Scuola, redatto dal prof. Biginelli (?) dei Laboratori della sanità pubblica del Ministero dell'interno, (aprile1928); 9) schema di progetto per la nuova sede della Scuola (1933?). 3

6 Fascicolo 002 "Pubblicazioni su Scuola e Istituto di Malariologia (duplicati)". Istituzione, regolamento, corsi: materiale a stampa Contiene: Scuola superiore di malariologia, Roma, 1927; Scuola superiore di malariologia, Il primo corso della Scuola superiore di malariologia, Roma, 1928; Scuola superiore di malariologia, Il secondo corso della Scuola superiore di malariologia, Roma,1929 (3 copie); Scuola superiore di malariologia, Il terzo corso della Scuola superiore di malariologia, Roma, 1930; Istituto di malariologia "Ettore Marchiafava", Inaugurazione della sede, Roma, 1936 (11 copie); Istituto di malariologia, Regolamento, Roma, 1936 (2 copie);istituto di malariologia, Regolamento organico del personale, Roma, 1936 (2 copie). Fascicolo 003 Scuola superiore di malariologia. Istituzione, regolamenti, programmi, orari dei corsi, relazioni. Materiale a stampa Contiene: La costituzione in Roma della Scuola Superiore di Malariologia, Roma, 1927 (decreto istitutivo e relazione al Parlamento); Scuola Superiore di Malariologia, Relazione a S.E. il Capo del Governo, Presidente onorario del Comitato d'onore della Scuola Superiore di Malariologia, su la costituzione, e su l'esordio della scuola stessa, Roma, 1927 (2 copie); Programma ed orari della Scuola Superiore di Malariologia, Roma, 1927; Scuola Superiore di Malariologia, Riunione di Venezia per la chiusura del primo corso, Roma, 1928 (3 copie); Il primo corso della Scuola Superiore di Malariologia. Relazione di Vittorio Ascoli, Roma, 1928; Scuola Superiore di Malariologia, Programma della sezione medica, Roma, 1928; Scuola Superiore di Malariologia, Orario per la sezione medica, Roma,1928 (2 copie); Regolamento della Scuola Superiore di Malariologia, Roma, 1929; Scuola Superiore di Malariologia, Corso di malariologia a completamento di quelli stranieri per i medici inviati dal Comitato d'igiene della Società delle Nazioni, Roma, 1929; Il secondo corso della Scuola Superiore di Malariologia. Relazione di Vittorio Ascoli, Roma, 1929 (2 copie); Scuola Superiore di Malariologia, Orario della sezione medica, Roma, 1929; Il terzo corso della Scuola Superiore di Malariologia. Relazione di Vittorio Ascoli, Roma, 1930 (3 copie); Scuola Superiore di Malariologia, Programma della sezione medica, Roma, 1930; Il quarto anno della Scuola Superiore di Malariologia. Relazione di Vittorio Ascoli, Roma, 1931(3 copie); Programme des cours de malariologie institués par l'organisation d'hygiène de la Société des Nations, [s.l.], 1931; Scuola Superiore di Malariologia, Orario dei corsi teorici e pratici e del lavoro in campagna per l'anno 1931, Roma, 1931; Scuola Superiore di Malariologia, Orario del corso di malariologia a completamento dei corsi esteri per i medici inviati dal Comitato d'igiene della Società delle Nazioni, Roma, 1931; Faculté de Médecine de Paris, Cours complémentaires et de Perfectionnement, 1932; Regolamento della Scuola Superiore di Malariologia, Roma, 1932; Scuola Superiore di Malariologia, Orario dei corsi teorici e pratici per l'anno 1933, Roma, 1933; Institut de Malariologie, Horaire du cours international de malariologie, Rome, 1934; Istituto di Malariologia, Orario dei corsi teorici e pratici per l'anno 1934, Roma, Fascicolo 004 Attività della Scuola e dell'istituto. Relazioni e memorandum Con promemoria indirizzato a Galeazzo Ciano, ministro degli affari esteri, del 14 marzo

7 Fascicolo 005 Disposizioni di legge. Regolamento". Disposizioni di legge riguardanti l'istituto e regolamento. Materiale a stampa Contiene: Scuola Superiore di Malariologia, Roma, 1927; Istituto di Malariologia, Regolamento, Roma, 1936 (4 copie); Istituto di Malariologia, Regolamento organico del personale, Roma,1936 (4 copie); Convenzione tra il Governo generale dell'a.o.i. e l'istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava" di Roma per l'istituzione ed il funzionamento di un centro studi malariologici in A.O.I., Roma, 1939 (2 copie); Istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava", Norme a completamento del Regolamento dell'istituto, per il servizio e per il funzionamento delle stazioni in A.O.I. (art. 12 Convenzione), Roma, Fascicolo 006 "Corsi malariologici". Prospetto dei corsi tenuti presso la Scuola Superiore di malariologia e l'istituto superiore di malariologia dal 1927 al All.: Institut de Médecine Tropicale Prince Léopold, Rapport annuel ,Anversa, ; Bollettino dell'ordine dei Medici, a. XVIII, n. 9, Fascicolo 007 "Congressi, Commissioni, ecc." Corrispondenza All.: Regno d'egitto, Centenario celebrato della Facoltà di medicina in Cairo e Congresso internazionale di medicina tropicale e igiene. Sotto il patronato di sua maestà re Fuad 1, dicembre 1928 (programma, anche in lingua inglese). Fascicolo 008 Consiglio Direttivo". Composizione del Consiglio Direttivo della Scuola. Fascicolo 009 "Personale". Conferimento e cessazione di incarichi presso la Scuola Con commemorazione di Vittorio Ascoli, copia del decreto di nomina di Giuseppe Bastianelli a direttore della Scuola (25 marzo 1931) e lettera di comunicazione dell'avvenuta nomina (27 marzo 1931, a firma del Capo di Gabinetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri). 5

8 Fascicolo 010 "Corsi. Visitatori". Programmi, relazioni, corrispondenza. Corrispondenza relativa ai programmi dei corsi e delle lezioni; programma dei corsi della sezione tecnico-economica; elenco degli iscritti; relazioni sulle escursioni e sulle esercitazioni svolte; corrispondenza della Direzione della Scuola con il Ministero degli affari esteri circa i visitatori stranieri presentatisi alla Stazione sperimentale per la lotta antimalarica e destinati a seguire i corsi della Scuola All.: Scuola Superiore di Malariologia, Programma della Sezione tecnico-economica, 8 aprile-20 giugno 1931, Roma, 1931; Scuola Superiore di Malariologia, Programma della Sezione tecnico-economica, 4 maggio-20 giugno 1931, Roma, Fascicolo 011 "Corsi di malariologia. Programmi". Corsi normali; corsi internazionali; corsi per il personale ausiliario civile e militare; proposta di modifica dei corsi; corsi di altre scuole di malariologia. Programmi, orari, appunti, ritagli di stampa. Con corrispondenza All.: Istituto italiano di medicina sociale, La rianimazione nell'ambito dei problemi assistenziali e medicosociali, Roma, 1965; Bollettino dell'ordine dei medici, a. XVII, n. 8,agosto 1965 Fascicolo 012 "Scuola superiore di malariologia. Esperimenti e studi su prodotti antimalarici Corrispondenza e appunti Con appunti in fotocopia del Fascicolo 013 "Malaria. Clinica. Appunti delle lezioni di V. Ascoli. Corso 1929". Appunti e grafici Fascicolo 014 "Esperimenti di bonifica umana con chinina Maccarese. Schede di individui che hanno fatto cura irregolare". Dati relativi a casi malarici. Fascicolo 015 "Esperimenti di bonifica umana con chinina Maccarese. Schede di individui che non hanno fatto alcuna cura chininica. (controllo)". Dati relativi a casi malarici

9 Fascicolo 016 "Esperimenti di bonifica umana con chinina Ardea". Schede di soggetti trattati. Con un quaderno di appunti. Dati relativi a casi malarici Fascicolo 017 "Ardea. 1929". Dati di soggetti esaminati. Registro. Dati relativi a casi malarici Fascicolo 018 "Esperimenti di bonifica umana con chinina Ardea". Schede di soggetti trattati Fascicolo 019 "Esperimenti di bonifica umana con chinina Maccarese. Schede di individui che hanno fatto cura regolare". Dati relativi a casi malarici Fascicolo 020 "Primo esperimento di immunizzazione con la Smalarina Cremonese. Ardea. 1929". Dati relativi a soggetti trattati con la smalarina. Schede; relazione, corrispondenza Fascicolo 021 "Malaria. Epidemiologia. Lezioni di G. Sanarelli. Corsi ". Appunti dattiloscritti Fascicolo 022 "Corrispondenza molto vecchia". Lettere indirizzate a Guido Casini Fascicolo 023 "Secondo esperimento di immunizzazione con la Smalarina Cremonese. Borgo Acilia. 1930". Dati relativi a soggetti trattati con la smalarina. Rapporti. Con ritaglio di stampa

10 Fascicolo 024 "Bozze della relazione sugli esperimenti di bonifica umana e di profilassi eseguiti a Ardea e Maccarese negli anni (non pubblicata)". Con appunti Fascicolo 025 "Stazione sperimentale per la lotta antimalarica. Posada. Ricerche sulla smalarina". Esperimenti di immunizzazione contro la malaria con Smalarina Cremonese a Posada. Indici splenici, dati statistici, tabelle, diagrammi. Con relazione Fascicolo 026 "II Congresso Internazionale di malariologia. Algeri, maggio Sommari". Appunti dattiloscritti Fascicolo 027 Lezioni (appartenuti a Lega?) Appunti: due quaderni 1930 Fascicolo 028 "Farmaci antimalarici. Richieste di esperimenti, relazioni, ecc." Corrispondenza, relazioni e appunti, anche relativi al lavoro delle stazioni sperimentali in A.O.I. e in Albania Fascicolo 029 "Moduli per la lotta antimalarica in uso in Albania prima del nostro arrivo e durante". Schede e registro per la rilevazione di dati malarici e moduli per la stesura dei rapporti settimanali delle stazioni sperimentali per la lotta antimalarica di Durazzo, Tirana, Elbasan Fascicolo 030 "Materiali". Materiale della Scuola Superiore di Malariologia in consegna alla Regia Clinica Medica. Elenco

11 Fascicolo 031 "Centro di studio a "La Fossa" (Ardea). 1931". Istituzione di una stazione antimalarica a "La Fossa" (Ardea). Corrispondenza, programma, preventivo delle spese. Schede e elenco degli individui trattati con il chineto. Fascicolo 032 Indagini sull'azione della chinina e della palsmochina sui gametociti pubblicate sulla Rivista di Malariologia del 1933". Dati, schede e tabelle Fascicolo 033 "Riunione di Gorki. 1934" (?). Corrispondenza con la Sezione di Igiene della Società delle Nazioni e comunicazioni dattiloscritte circa l'uso dei farmaci sintetici nel trattamento della malaria Fascicolo 034 "Carte Prof. Lega. Lettere varie. Corrispondenza". Corrispondenza indirizzata a Giulio Lega Fascicolo 034/1 Curriculum di Giulio Lega Fascicolo 034/2 "Prof. Bastianelli". Lettere di Giuseppe Bastianelli, Ettore Marchiafava, Mario Giaquinto Mira. Corrispondenza Fascicolo 034/3 "Personalità". Corrispondenza varia

12 Fascicolo 034/4 "Pampana". Lettere di E.J. Pampana, Edmond Sergent. Corrispondenza Fascicolo 034/5 "Ambulatorio". Corrispondenza relativa all'ambulatorio medico "Vittorio Locchi" della Cooperativa "Case Postelegrafonici" indirizzata a Giulio Lega in qualità di direttore dell'ambulatorio stesso. Corrispondenza 1933 Fascicolo 034/6 "Personali. Carteggio in A.O.". Lettere e telegrammi in prevalenza di Mario Giaquinto Mira e Giuseppe Bastianelli, relativi al lavoro dell'istituto in Africa Orientale Italiana. Corrispondenza Fascicolo 035 Istituto Ettore Marchiafava. Istituzione, regolamento, attività in A.O.I. Materiale a stampa Contiene: Decreto istitutivo dell'istituto di Malariologia, 7 settembre 1933 (2 copie); Istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava", Inaugurazione della sede, XXI aprile 1936-XIV, Roma, 1936 (5 copie, di cui 1 in lingua francese); Istituto di Malariologia, Regolamento, Roma, 1936 (3 copie); Istituto di Malariologia, Regolamento organico del personale, Roma, 1936 (3 copie); Convenzione tra il Governo Generale dell'a.o.i. e l'istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava" di Roma per l'istituzione ed il funzionamento di un centro studi malariologici in A.O.I., [Roma, 1939] (3 copie); Istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava", Norme a completamento del Regolamento dell'istituto, per il servizio e per il funzionamento delle stazioni in A.O.I. (art. 12 Convenzione), Roma, 1939 (2 copie); Lega G., L'Istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava", in Rivista di Malariologia, a. XIX (1940), Sez. I, n. 3, pp (2 copie); Brambilla A., Mara L., Marino Campisi P., Istituzione di un Centro di studi in A.O.I., in Rivista di Malariologia, a. XIX (1940), Sez. I, n. 5, pp ; Istituto di Malariologia "Ettore Marchiafava", Sull'attività dell'istituto di Malariologia "E. Marchiafava" in Africa Orientale Italiana e in Albania: cenno riassuntivo, Roma, 1942; Coluzzi A., Dati recenti sulla malaria in Italia e problemi connessi al mantenimento dei risultati raggiunti, in Rivista di Malariologia, vol. XLIV, nn. 4-6, 1965, pp Fascicolo 036 "Rapporti esperimenti 1935". Profilassi e cura della malaria con i prodotti sintetici. Programmi, relazioni, osservazioni, corrispondenza Esperimenti condotti dall'istituto sotto gli auspici della Società delle Nazioni (Commissione della malaria) a Torpè e Posada nel periodo maggio-ottobre

13 Fascicolo 037 "Conferenze per i corsi ". Appunti dattiloscritti. Fascicolo 038 "Malaria. Entomologia". Zanzare e "anopheles maculipennis". Bozze dattiloscritte di Giulio Raffaele e L.W. Hackett Fascicolo 039 "Esperimenti di profilassi della malaria con chinina, atebrina e plasmochina condotti nell'agro Pontino nel 1935". Schema di lavoro; rapporti e risultati delle esperienze. Corrispondenza, appunti e schede Fascicolo 040 "Società delle Nazioni. Sottocommissione per la malaria. Riunioni a Gorki e Mosca circa esperimenti di profilassi e terapia della malaria". Relazioni, stampati, prospetti Fascicolo 041 Profilassi e terapia della malaria a Posada. Relazioni, bozze e grafici. Fascicolo 042 Programma dei corsi dell'istituto Fascicolo 043 "Esperienze di profilassi atebrinica e chininica". Dati, tabelle e schede Fascicolo 044 Smalarina Cremonese. Richiesta di parere alla Commissione competente del Consiglio Nazionale delle Ricerche in merito alla presunta equivalenza del medicamento M3 ( a base di jodomercurato di manganese) con la smalarina

14 Fascicolo 045 "Esperimenti di profilassi e terapia della malaria con chinina o atebrina. Posada, Torpè, Siniscola". Programmi, promemoria, relazioni, appunti, corrispondenza Fascicolo 046 "Attività dell'istituto in A.O.I.". Schema dei servizi sanitari; regolamento e schema del lavoro delle stazioni del Centro Studi malariologici; convenzione con il Governo generale dell'a.o.i.; contratto per il personale; corrispondenza; relazioni; indici splenici parassitari; appunti Fascicolo 047 Bambini affetti da malaria. Dati in esame. Schede e tabelle Fascicolo 048 "Indici splenici". Posada e Torpè. Fascicolo 049 "Indagini epidemiologiche condotte a Posada e Torpè" Tabelle, schede, dati, relazioni, grafici. Con corrispondenza. Fascicolo 050 "Esperienze di profilassi atebrinica e chininica". Dati, tabelle, schede Fascicolo 051 "Dati di Torpè". Schede e tabelle

15 Fascicolo 052 "Carte del prof. Pampana varie trovate nei suoi cassetti". Immunità nella malaria ed epidemiologia della malaria nel bacino mediterraneo. Appunti e bibliografia. Con ritagli di stampa, estratti e corrispondenza. (tra cui lettera di ammissione di Emilio Pampana nella Società per gli Studi della Malaria in qualità di socio ordinario del 1938, a firma Prampolini) Fascicolo 053 Malaria. Esperimenti. Terapia della malaria col metodo Ascoli: specchio riassuntivo dei malarici trattati e schema per un esperimento in Sardegna. Trattamento della malaria in campagna con adrenalina per via endovenosa: bozze di G. Casini. Con appunti e tabelle All.: Mastio C., Esperimenti di lotta antimalarica con la Surrenasi Serono somministrata per via orale. Estratto da "Rassegna di clinica terapia e scienze affini", a. XXXVII, fasc. III, maggio-giugno Fascicolo 054 "Chemioterapia della malaria in generale". Appunti sui concetti di terapia generale della malaria e sui principali farmaci antimalarici. All.: Casini G., La terapia della malaria acuta nella pratica corrente, Modena, Estratto da "Archivio italiano di scienze mediche coloniali e di parassitologia", a. XVIII, fasc. 7, 1937; Istituto di malariologia "Ettore Marchiafava", Consigli pratici per la terapia e la profilassi medicamentosa della malaria, s.l., Fascicolo 055 "Collaborazione con la provincia di Nuoro". Organizzazione della lotta antimalarica nella provincia di Nuoro. Corrispondenza, appunti, programma Fascicolo 056 "Centro di malarioterapia a Rieti. Esperimenti di profilassi antimalarica con M3". Appunti dattiloscritti 1939 Fascicolo 057 "Malaria. Clinica. Lezioni di G. Bastianelli. a)". Appunti dattiloscritti e dispense del corso di malariologia del 1939 (in bozza di stampa)

16 Fascicolo 058 "Malaria. Clinica. Lezioni di G. Bastianelli. b)". Appunti dattiloscritti Anni Trenta Fascicolo 059 "Malaria. Clinica. Lezioni di G. Bastianelli. c)". Appunti dattiloscritti Fine anni Trenta Fascicolo 060 "Malaria. Epidemiologia. Lezioni di E. Pampana". Appunti dattiloscritti Fine anni Trenta Fascicolo 061 "Carte del prof. Pampana. Preparazione al IV Congresso Internazionale di Malariologia che doveva tenersi a Roma nel 1942 ma non vi fu a causa della guerra". IV Congresso internazionale della malaria. Atti preparatori. Progetto di piano tecnico finanziario; composizione dei comitati del congresso; corrispondenza Fascicolo 062 "Chemioterapia della malaria. Tavole per il corso per ufficiali medici. Tirana. 1943". Tavole 1943 All.: Ministero dell'interno. Direzione generale della Sanità pubblica, Istruzioni tecniche per la cura della malaria, Roma, Fascicolo 063 "Malaria. Clinica." Metabolismo del parassita malarico e terapia e profilassi della malaria. Bozze dattiloscritte di Bastianelli e Giulio Lega Fascicolo 064 Istituto di Malariologia. Istituzione, organizzazione, attività, periodo bellico, riorganizzazione, amministrazione, pubblicazioni. Relazioni circa la creazione dell'istituto, l attività svolta fino alla fine della seconda guerra mondiale, la situazione nel dopoguerra

17 Fascicolo 065 "Istituto di Malariologia. Carte varie trovate qua e la al momento della consegna dei mobili". Attività, regolamento e situazione giuridica e amministrativa dell'istituto. Corrispondenza, promemoria, relazioni Fascicolo 066 "Farmaci antimalarici". Appunti manoscritti e dattiloscritti. Con ritaglio di stampa e 3 tavole All.: Carrescia P.M., Nota sulla terapia della malaria con la Nivaquine "B", Roma, 1953, Estratto da "Rivista di malariologia", vol. XXXI, nn. 4-6, 1952 Fascicolo 067 "Conferenza europea per l eradicazione della malaria nella regione europea, Palermo 31 marzo - 9 aprile 1960". Atti della conferenza. Con ritagli di stampa e documentazione personale di Guido Casini Fascicolo 068 "Conti preventivi e consuntivi dell'istituto". Bilanci di previsione: anni ; conti consuntivi: anni 1937, 1960, Con doc. del Fascicolo 069 "Entomologia. Didascalie per dimostrazioni" 1961 Fascicolo 070 Malariologia e lotta antimalarica. Sommario e appunti delle lezioni del dottor Guido Casini Fascicolo 071 "Istituto di Malariologia. Varia". Materiale a stampa e ritagli di stampa riguardanti l'istituto: disposizioni su amministrazione e vigilanza di Istituti ospitalieri; disposizioni amministrative riguardanti il personale statale; pensioni INPS; episodio tossico 1965; con annotazioni

18 Fascicolo 072 "Istituto di Malariologia. Verbali del Consiglio Direttivo degli ultimi anni di quando ero segretario". Verbali delle riunioni del Consiglio direttivo dell'istituto: Contiene anche: conto consuntivo dell'esercizio 1 gennaio - 31 dicembre 1965 (bozza di stampa); relazione al Consiglio amministrativo sull'attività svolta nel Fascicolo 073 "Materiale per lezioni e dimostrazioni 2." Entomologia. Zanzare. Tavole di disegni, appunti per lezioni e dimostrazioni, lucidi per proiezioni All.: Raffaele G., Chiavi dicotomiche degli anofelini italiani, Roma, Estratto da "Rivista di Malariologia", a. XI, fasc. 4, 1932; Pampana E., Casini G., Studi di epidemiologia malarica in Sardegna, Roma, Estratto da "Rivista di Malariologia", a. XIX, sez.i, n. 5, pp ; Jerace F., Caratteri morfologici e biologici delle zanzare, Roma, 1942; Raffaele G., Le zanzare, Firenze, Fascicolo 074 "Esami sangue in pigmei. Cap. med. Guilhemsans". Esame di preparati di sangue di pigmei per la ricerca dei parassiti malarici. Corrispondenza e appunti Fascicolo 075 "Lotta antimalarica". Sommario delle conferenze del dott. Casini e appunti manoscritti e dattiloscritti. Con ritagli di stampa Fascicolo 076 "Chemioterapia della malaria. Appunti del dr. Marotta". Manoscritti, dattiloscritti, in fotocopia. Anni Sessanta? Fascicolo 077 "Chemioterapia della malaria. Circolari della Sanità". Appunti Anni Sessanta? Fascicolo 078 "Plasmodi. Didascalie per dimostrazioni". Anni Sessanta 16

19 Fascicolo 079 "Psychodoidea, Chironomoidea e Simuloidea segnalati in Italia". Appunti Dopo il 1962 Fascicolo 080 "Culicini d'italia e loro diffusione". Anofelismo in Italia. Appunti. Dopo il 1962 Fascicolo 081 "Ristrutturazione degli enti antimalarici". Alberto Coluzzi, Dati recenti sulla malaria in Italia e problemi connessi al mantenimento dei risultati raggiunti. Bozze dattiloscritte Fascicolo 082 "Problemi entomologici di località italiane". Indagini entomologiche e assegnazione di insetticidi. Corrispondenza Fascicolo 083 "Su enti superflui". Materiale a stampa e ritagli di stampa su enti superflui All.: Concretezza, a. XIII, n. 5, 1 marzo 1967 (2 copie); Quattrosoldi, a. VII, n. 2, febbraio Fascicolo 084 "Atti parlamentari sulla questione dell'istituto". Materiale a stampa Contiene: AP, Camera dei Deputati, IV Legislatura, n. 2902, Variazioni al bilancio dello Stato ed a quelli di Amministrazioni autonome per l'anno finanziario 1965; AP, Camera dei Deputati, IV Legislatura, n. 2811/19, Stato di previsione della spesa del Ministero della Sanità per l'anno finanziario 1966; Camera dei Deputati, Bollettino delle giunte e delle commissioni parlamentari, 1 dicembre 1966, 489; Camera dei Deputati, Bollettino delle giunte e delle commissioni parlamentari, 7 dicembre 1966, 493;Senato della Repubblica, IV Legislatura, n , Tabella n. 19, Stato di previsione della spesa del Ministero della Sanità per l'anno finanziario 1966; AP, Camera dei Deputati, IV Legislatura, n A (Resoconti Tabella 19), XIV Commissione Sanità, Stato di previsione della spesa del Ministero della Sanità per l'anno finanziario

20 Fascicolo 085 "Esami di sangue per esterni". Accertamenti emoscopici di malarici. Con corrispondenza Fascicolo 086 "Casi di malaria recenti in Italia". Prospetti, tabelle, appunti. ritagli di stampa, corrispondenza All.: Coluzzi A., Dati recenti sulla malaria in Italia e problemi connessi al mantenimento dei risultati raggiunti, Roma, Fascicolo 087 "Corso 1966". Corso di malariologia anno Orario, programma, ritagli di stampa Fascicolo 088 "Tecniche per colorazioni di sangue". Colorazione di preparati di sangue per la ricerca dei parassiti della malaria. Istruzioni. Appunti manoscritti e dattiloscritti e ritagli a stampa All.: Neri F., Dagli appunti del capo-tecnico della Stazione sperimentale per la lotta antimalarica, Roma, 1933; Jerace F., La colorazione de parassiti malarici, Roma, Estratto da "Rivista di Malariologia", a. XIII (1934), sez. I, n. 1; Istituto di Malariologia Ettore Marchiafava, Istruzioni per le ricerche ordinarie di laboratorio, Roma, Fascicolo 089 "Corso sulla lotta antimalarica". Sommario delle lezioni e materiale utilizzato per il corso. Schemi, appunti, lucidi per proiezioni, materiale a stampa e in fotocopia. Con promemoria per un futuro corso Fascicolo 090 "Disposizioni di legge sulla soppressione dell'istituto". Soppressione e messa in liquidazione dell'istituto. Materiale a stampa Contiene: L'Unità, a. XLIII, n. 341, 22 dicembre 1966 (3 copie); Vita italiana, a. XVII, n. 1, gennaio

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Dal Granduca al III millennio. Governo delle acque ed anofelismo in Maremma. dr. Angelo Tamburro

Dal Granduca al III millennio. Governo delle acque ed anofelismo in Maremma. dr. Angelo Tamburro Dal Granduca al III millennio. Governo delle acque ed anofelismo in Maremma. dr. Angelo Tamburro Io sapevo Maremma esser malata; quindi in me il desiderio di soccorrere prima si potesse alla provincia

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92)

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) REGOLAMENTO RECANTE APPROVAZIONE DELLE DELIBERAZIONI IN DATA 16 MAGGIO

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

** * ** Acquisito il parere delle competenti commissioni parlamentari previsto dal citato articolo 24;

** * ** Acquisito il parere delle competenti commissioni parlamentari previsto dal citato articolo 24; D.Lgs. 6-9-1989 n. 322 1 Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione dell'istituto nazionale di statistica, ai sensi dell'art. 24 della L. 23 agosto 1988, n. 400. Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

-ALL'ANUSCA CASTEL S.PIETRO TERME (BO)

-ALL'ANUSCA CASTEL S.PIETRO TERME (BO) Servizi Demografici Prot. Uscita del 2410412015 Numero: 0001307 Classifica: 15100.area 3 2 lo11 411 1101 112 1,11,11 11 ji DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Roma, 24 aprile 2015 - AI SIGG.

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE 8. Disposizioni attuative. Con il decreto ministeriale di cui al precedente punto 3.3. verranno individuate le priorita' cui i progetti strategici dovranno ispirarsi, le modalita' di presentazione degli

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, l 8 luglio 2015, ha approvato, con modificazioni, il seguente disegno di legge, già approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 Regolamento concernente il riconoscimento dei titoli di studio accademici, a norma dell'articolo 5 della legge 11 luglio 2002, n. 148. (09G0197)

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

PARTE I - NORME GENERALI

PARTE I - NORME GENERALI Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 - Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado (s.o. G.U. n.115 del 19/5/1994) PARTE

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

approvato dalla VII Commissione permanente (Cultura, scienza e istruzione) della Camera dei deputati il 22 aprile 2015

approvato dalla VII Commissione permanente (Cultura, scienza e istruzione) della Camera dei deputati il 22 aprile 2015 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1892 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei deputati MARIANI, GHIZZONI, ANTEZZA, BERLINGHIERI, BOSCHI, BRAGA, BRATTI, CAPOZZOLO, CARELLA, COMINELLI, DALLAI, D INCECCO,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008)

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 A seguito della soppressione dell Agenzia per il Terzo Settore (ex Agenzia per le Onlus), le relative

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME DI SILVIO TRAVERSA \ Il potere di messaggio del Presidente della Repubblica è esplicitamente previsto da due disposizioni costituzionali: la prima, che

Dettagli