Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.centrodentalepadova.it"

Transcript

1

2

3 UNI EN ISO 9001 La Qualità al servizio del Sorriso Fino a poco tempo fa sembrava difficile che una struttura sanitaria potesse dotarsi di una certificazione UNI EN ISO. Il Centro Dentale Padova ha ottenuto la certificazione ISO Viene applicata diventando un modello di riferimento capace di sostenere il miglioramento continuo della struttura e di essere condivisa da tutti i professionisti che operano nell organizzazione. I nostri interventi sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale. La certificazione ISO 9001 che il Centro Dentale Padova ha ottenuto è un traguardo che ci soddisfa e che ci stimola a continuare a dare il meglio di noi stessi. Dott. Davide Calì Direttore Sanitario 1

4 2

5 La carta dei Diritti del Paziente Ogni cittadino ha un diritto inalienabile: il Diritto alla Salute. Il cittadino da oggetto è diventato soggetto con una dignità, una capacità di scelta, un senso critico, una voglia di contare, di partecipare al miglioramento e al mantenimento del proprio stato di salute. Adeguandoci a normative europee, anche in Italia, si è introdotto nel 1994 una direttiva che istituisce i Concetti Fondamentali che servono a regolare i rapporti tra gli Enti erogatori di Servizi Sanitari e i cittadini. Si è deliberato che tutti gli Enti garantissero standard di qualità e di quantità adottando una Carta dei Diritti del Paziente per tutelare il diritto del cittadino alla Salute. Il Centro Dentale Padova ha voluto pubblicare questa nuova Carta dei Diritti del Paziente, garantendone la più ampia divulgazione e diffusione affinché essa diventi un momento di partecipazione e di coinvolgimento, di tutti i propri utenti. La ragione di esistere di strutture come la nostra è di soddisfare le esigenze dell utente per migliorarne il benessere. Per conseguire tali risultati è necessario l impegno di tutti, compresi gli utenti chiamati a verificare la qualità del servizio che eroghiamo. Per misurare il livello di soddisfazione, vengono consegnati agli utenti specifici questionari, dove possono esprimere il proprio giudizio in relazione a una serie di domande sul servizio. Ciò consentirà di ottenere, in forma anonima, le valutazioni sulla qualità del servizio offerto ed eventuali suggerimenti per il miglioramento dello stesso. La pubblicazione di questa Carta dei Diritti del Paziente ha l obiettivo di far conoscere agli utenti tutte le informazioni sui servizi offerti, gli orari, le modalità d accesso, ma soprattutto gli standard di qualità che questi devono avere. Ci auguriamo che questo documento comunichi in modo chiaro e trasparente la nostra mission per instaurare un rapporto vero con utenti informati. 3

6 4

7 I principi fondamentali Uguaglianza Le prestazioni e i servizi sono erogati a tutti i cittadini con uguali regole per tutti, senza discriminazione di età, sesso, lingua, nazionalità, religione, status sociale, opinioni politiche, condizioni di salute. Imparzialità Tutto il personale che opera nella struttura si impegna a mantenere nei confronti di ogni paziente un comportamento che si ispira a criteri di imparzialità e di giustizia, rispettandone la dignità e la privacy. Continuità Sono garantite prestazioni di alta qualità e sicura regolarità. Qualora una prestazione per cause di forza maggiore venisse sospesa temporaneamente, verranno adottate efficaci misure per alleviare il disagio dei pazienti. Diritto di scelta Ogni utente ha il diritto di scegliere, secondo le normative vigenti, nell ambito di servizi analoghi, la struttura alla quale rivolgersi. Partecipazione L utente ha la possibilità di collaborare con la struttura, con osservazioni in merito alla corretta erogazione delle prestazioni e con suggerimenti per migliorare i servizi. L utente inoltre, può presentare alla Direzione reclami e istanze che saranno prontamente esaminati dal Responsabile Gestione Qualità, preposto alla risoluzione del problema. Presso la segreteria è disponibile una scheda Suggerimenti-Reclami. Efficienza Tutto il personale che opera nella struttura si impegna a perseguire il continuo miglioramento della propria efficienza adottando i più aggiornati standard di qualità, per soddisfare al meglio le esigenze dell utente, mettendolo al centro della struttura per far sì che sia consapevole delle terapie a cui viene sottoposto. 5

8 L organizzazione Standard di qualità La struttura si impegna a fornire un servizio conforme in tutti i suoi aspetti ai principi già enunciati. Accoglienza e Informazione La struttura garantisce la corretta informazione e la migliore accoglienza, per garantire un ottimo livello di qualità. Sono a disposizione degli utenti depliant e materiale divulgativo per una corretta informazione sui servizi offerti. All accettazione vengono fornite tutte le informazioni sulle modalità e i tempi relativi all erogazione dei servizi. Dopo la visita, in segreteria verranno fornite le informazioni sui costi e sulle modalità di pagamento delle prestazioni eseguite. Gli standard di qualità relativi a: informazione, accoglienza e cortesia sono monitorati grazie alla realizzazione di un questionario sulla soddisfazione dei Pazienti, i cui risultati sono resi disponibili al pubblico. Tutto il personale della struttura è dotato di cartellino di riconoscimento nel quale sono indicati nome, cognome e qualifica. Flessibilità e Tempestività L apertura al pubblico è stata resa disponibile per un ampio arco di tempo: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle e dalle alle Nel corso dello stesso orario la struttura è disponibile a rispondere a ogni domanda che riguarda il servizio. Le prenotazioni possono essere effettuate di persona o per telefono tutti i giorni, negli orari di apertura. La struttura si impegna ad erogare la prestazione richiesta nel più breve tempo possibile. Trasparenza La struttura garantisce la trasparenza della propria azione amministrativa mettendo a disposizione del pubblico ogni informazione relativa alla tipologia delle prestazioni. 6

9 Progetti La struttura considera obiettivo principale il conseguimento di un alto livello di qualità dei servizi erogati. Ciò comporta necessariamente un adeguamento costante alle esigenze e alle richieste degli utenti. Per tale sforzo la struttura ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001 dal CERMET, uno dei più prestigiosi organismi di certificazione. Formazione I sanitari della struttura partecipano assiduamente a corsi di formazione per meglio curare i loro utenti al fine di garantire il massimo livello nel campo della diagnostica e della terapia. Privacy - Trattamento dei dati sensibili I dati relativi agli utenti vengono conservati secondo le norme vigenti e in ottemperanza del vincolo del segreto professionale e del diritto alla privacy secondo la legge 196/2003. Ogni utente viene informato sulle modalità di trattamento dei dati personali e ne rilascia opportuna autorizzazione. Convenzione Le prestazioni in convenzione verranno erogate secondo le norme regionali previste dai LEA (Livelli Essenziali di Assistenza DGR 2227/2002). Per qualunque chiarimento in proposito il personale della segreteria è a disposizione per fornire qualsiasi informazione utile agli utenti. Pagamento delle prestazioni Il pagamento delle prestazioni viene pattuito al momento della conferma del preventivo. Tutte le informazioni sulle tariffe delle prestazioni si possono richiedere in segreteria. Per le prestazioni convenzionate basta presentarsi con il tesserino sanitario. I pagamenti possono avvenire anche tramite Bancomat. 7

10 8

11 9

12 10

13 Prestazioni Sanitarie ODONTOIATRIA CONSERVATIVA Ricostruzioni estetiche Dr. Davide Calì Dr. Giuseppe Tarantino Dr.ssa Filomena Soldo CHIRURGIA OSTEO-RIGENERATIVA Ricostruzioni crestali Rialzi del seno mascellare Osteodistrazioni Dr. Angelo Masso PROTESI FISSA Dr.ssa Filomena Soldo Dr. Davide Calì Dr. Giuseppe Tarantino PROTESI MOBILE E RIMOVIBILE Dr. Giuseppe Tarantino CHIRURGIA ENDODONTICA Endodonzia ortograda Dr. Davide Calì Dr. Giuseppe Tarantino Dr.ssa Filomena Soldo Endodonzia retrograda Dr. Giuseppe Tarantino IMPLANTOLOGIA Tradizionale A carico immediato Riabilitazioni complesse Dr. Angelo Masso IGIENE E PROFILASSI Dr.ssa Filomena Soldo COSMETICA E SBIANCAMENTO DENTALE Dr.ssa Filomena Soldo CHIRURGIA ORALE Exodontica generale Dr. Angelo Masso Dr. Giuseppe Tarantino ORTOGNATODONZIA Intercettiva mobile Fissa multibrakets Pre protesica Pre e post chirurgica Estetica con mascherine Trattamento disfunzioni mandibolari Dr. Davide Calì PROTESIZZAZIONE SU IMPIANTI Dr. Angelo Masso Dr. Giuseppe Tarantino ODONTOIATRIA LEGALE Dr. Davide Calì 11

14 12

15 Per saperne di più La Parodontologia Le malattie parodontali sono patologie che interessano le strutture di supporto dei denti, ossia quelle che permettono al dente di rimanere correttamente nell osso e di svolgere le sue funzioni legate alla masticazione, alla capacità di parlare e all estetica del viso. Le gengive sono le principali strutture che vengono colpite normalmente dalle parodontopatie. Le gengiviti si dividono in acute e croniche: una gengivite acuta, se non viene curata, evolve in parodontite, che interessa le strutture più profonde di sostegno, e può portare alla perdita dei denti. Queste malattie hanno spesso una componente di familiarità (colpiscono i membri di una stessa famiglia, genitori, figli, nipoti) ma sono legate anche agli stili di vita. Sono provocate generalmente da alcune specie batteriche. Queste malattie si prevengono con una corretta igiene orale per il controllo della placca batterica sia a casa propria con spazzolino, filo interdentale, spazzolino interdentale, pastiglie rivelatrici di placca, colluttori, sia attraverso visite e igiene professionale negli studi dentistici almeno ogni sei mesi. Inoltre, bisogna eliminare il fumo, correggere le cause di una cattiva masticazione e seguire una dieta ben equilibrata con pochi zuccheri e ricca di vitamine. 13

16 L ortodonzia L ortodonzia è quella parte dell odontoiatria che corregge le disfunzioni a carico dell apparato masticatorio, ovvero la posizione dei denti, migliorando masticazione, respirazione ed estetica. Ortodonzia significa denti dritti e normocclusione e serve anche a correggere i disturbi della crescita delle ossa mascellari. In ortodonzia si utilizzano sia apparecchi mobili, che si applicano e si rimuovono dalle arcate dentali, o apparecchi fissi che possono esser rimossi solo dal dentista. Se è pur vero che i trattamenti ortodontici riguardano i bambini e gli adolescenti, è opportuno sottolineare che non esiste un limite d età per tali trattamenti. Anche gli adulti e gli anziani possono beneficiare dell ortodonzia. L implantologia L implantologia è la parte dell odontoiatria che si occupa della sostituzione dei denti mancanti con gli impianti, i quali come radici artificiali vengono a sostituire uno o più denti estratti perché malati o perché persi in modo traumatico. Gli impianti universalmente più usati sono di titanio, uno dei materiali più biocompatibili messi a disposizione dalla Ricerca Scientifica. Sono simili a viti che vengono inserite nell osso della mandibola o mascella, sostituendo le radici dei denti mancanti. Occorrono all incirca dai quattro ai sei mesi perché il tessuto osseo si leghi intimamente all impianto. A qualsiasi età, dopo i 18 anni, ci si può sottoporre a un intervento di implantologia; basta essere in buone condizioni di salute generale e orale e soprattutto un osso di qualità e che possa contenere l impianto. Gli impianti permettono di sostituire denti mancanti ottenendo un effetto molto simile a quello dei denti naturali, evitando di coinvolgere i denti sani adiacenti, per questo è opportuno prendersi cura di loro. Bisogna quindi mantenere sempre una corretta igiene orale, sottoponendosi a periodiche visite dentistiche e a sedute di igiene orale. Carie La carie è un processo di distruzione acida dei tessuti dentali dovuto all azione di diversi tipi di batteri. Il processo interessa inizialmente lo strato esterno del dente, quello più resistente, cioè lo smalto. Una volta attaccato lo smalto il processo distruttivo si sviluppa più rapidamente nei tessuti sottostanti, cioè la carie distrugge la dentina. Qualora non si intervenga a rimuovere le carie, il processo può progredire interessando la parte più intima del dente, detta polpa, ricca di terminazioni nervose e vasi sanguigni. Quando questo avviene si avverte dolore e gonfiore. Ponti Un ponte fisso è un restauro che sostituisce denti mancanti. È realizzato in laboratorio con capsule connesse ad elementi intermedi e viene fissato ai denti naturali, che funzionano come pilastri. I ponti vanno inseriti per masticare correttamente, per mantenere l estetica del viso, per una buona salute orale e per sorridere e parlare disinvoltamente. 14

17 Igiene orale Certo sono finiti i tempi in cui i Maya annerivano i denti per proteggerli, i pellerossa masticavano tabacco per la loro igiene orale, gli antichi ebrei consideravano che masticare e sputare la milza era una buona regola per la corretta igiene orale, mentre a Sparta e Atene per far i denti bianchi si usavano la pietra pomice, il talco, la polvere di corallo. I consigli non sono mai abbastanza. Se le mani sono il nostro cervello esterno, come affermava Kant, i denti non sono di meno. La placca è una pellicola bianca-giallastra composta da batteri e residui di cibo, che si forma e si attacca sui denti, negli spazi tra i denti e intorno alle gengive, ed è la causa principale e scatenante di carie e disturbi gengivali. Per rimuovere la placca dalle superfici dei denti basta usare lo spazzolino, per la pulizia tra dente e dente basta usare il filo interdentale. Quando non si usano regolarmente lo spazzolino e il filo interdentale la placca si solidifica e forma il tartaro. Placca e tartaro possono irritare e infiammare le gengive. Se la gengivite non si cura, come abbiamo già spiegato, si può trasformare in parodontite. Per denti sani e gengive in condizioni ottimali è importante spazzolare i denti dopo ogni pasto e in special modo la sera prima di andare a dormire. Un buon spazzolino deve avere setole arrotondate e non troppo dure e deve essere cambiato ogni due o tre mesi, appena le setole sono consumate. Anche la forma e la lunghezza dello spazzolino devono essere tenuti in considerazione e in casi particolari è giusto farsi consigliare dal dentista lo spazzolino specifico alle proprie esigenze orali. I denti vanno spazzolati con delicatezza, mai con movimenti energetici e nervosi, per evitare irritazioni gengivali e abrasioni dentali. Lo spazzolino va mosso dall alto in basso e viceversa, con movimenti brevi e delicati, in modo da pulire un dente per volta, internamente e esternamente. La punta dello spazzolino va usata per pulire la superficie interna dei denti anteriori con un movimento dall alto in basso per i denti delle arcate superiori e dal basso in alto per i denti delle arcate inferiori. Nei casi in cui vi sia difficoltà a passare il filo interdentale o siano presenti ponti, impianti o apparecchi ortodontici, è opportuno ricorrere all uso degli scovolini interdentali, che permettono un azione di massaggio della papilla interdentale. Lo scovolino è uno spazzolino intercambiabile di forma cilindrica o conica, che viene inserito su un supporto metallico o di plastica. Bisogna però evitare di usare lo scovolino interdentale con il dentifricio, perché potrebbe provocare abrasioni sul dente. Per saperne di più 15

18 I denti dei bambini Negli ultimi decenni si è assistito a una sempre maggiore attenzione nei confronti delle problematiche infantili. Si è capito che non è mai troppo presto per iniziare a prendersi cura dei denti. La pedodonzia è una delle branche della Odontostomatologia che studia i denti dei bambini, quindi a ragione viene considerata l odontoiatria del futuro. Fin dalla più tenera età mantenere i denti in buone condizioni è presupposto essenziale per lo sviluppo di una definitiva dentatura sana. I denti si distinguono in decidui (o denti da latte) e in permanenti. I denti da latte sono cinque per ogni emiarcata (in totale venti) così suddivisi per le quattro emiarcate: due incisivi, un canino e due molari. Per saperne di più I denti definitivi sono trentadue e sono otto per ogni emiarcata e si dividono in due incisivi, un canino, due premolari e tre molari. In ciascun dente distinguiamo la corona e la radice. La prima è la parte che svolge la funzione masticatoria. La radice è la parte non visibile del dente, alloggiata in un apposita sede ossea. I denti da latte, i decidui, hanno un volume minore rispetto a quello dei permanenti e un colore bianco più vivo, lattescente, con riflessi azzurri, a differenza dei permanenti che hanno un color giallo avorio. Le superfici masticatorie si scalfiscono più facilmente con il passare del tempo. Il dente da latte ha una durata limitata nel tempo, lo sappiamo tutti bene, e la sua radice subisce fenomeni di riassorbimento che portano alla sua perdita e alla sostituzioue con il dente permanente. Bisogna cominciare a pulire i denti del bambino fin dall eruzione del primo dente, prima con un tampone inumidito e poi con spazzolino e dentifricio all eruzione degli altri denti. Uno spazzolino per bambini deve essere di setole morbide e sostituito ogni due mesi. È opportuno sensibilizzare il bambino alla prevenzione delle carie, perché una scrupolosa igiene orale è una premessa indispensabile per la salute orale in età adulta. 16

19 UNI EN ISO 9001 International Organitation for Standardization La qualità è diventata la chiave strategica per competere sui mercati. Negli ultimi anni ha suscitato un interesse sempre maggiore verso i sistemi di qualità intesi come metodologia per misurare la conformità dei servizi e dei prodotti, secondo le aspettative degli utenti. Questo irrinunciabile dettato è stato compreso ancora da pochi. Non è chiaro a tutti cosa si intende per Sistema di Qualità. In breve un Sistema di Qualità è una struttura organizzativa (dotata di risorse, di persone e di strumenti) deputata all interno di un organizzazione ad assicurare che i processi impiegati per progettare e produrre i beni e i servizi venduti agli utenti, siano i migliori in relazione ai costi sopportabili. Quindi un Sistema di Qualità produce il miglioramento dei servizi, il miglioramento dell efficacia dei professionisti che operano nell Azienda e soprattutto un più alto grado di soddisfazione dell utente. Tutti questi aspetti positivi si rivelano al massimo grado quando l Azienda si dota di un Sistema di Qualità conforme alle norme ISO. Noi abbiamo ottenuto la certificazione UNI EN ISO , certificata da Cermet. Un Sistema di Qualità ottiene un triplice risultato di efficacia, efficienza ed elasticità. L efficacia riguarda il risultato e quindi la qualità del servizio l efficienza si riferisce alla qualità della trasformazione delle risorse disponibili e quindi alla economicità. L elasticità riguarda la risposta al cambiamento e quindi al miglioramento continuo. L ISO porta, inevitabilmente, a migliorare la strategia dell Azienda che l ha adottata. Si passa dalla cultura dell errore, non più come fatto ineluttabile, ma come opportunità per rendere il servizio sempre più trasparente e più professionale. Si passa dalla cultura dell utente insoddisfatto alla cultura del reclamo come risorsa per eliminare i punti deboli della struttura, perché i migliori utenti sono quelli che protestano. Se si accolgono i suggerimenti si può procedere alle rettifiche del caso e migliorare il servizio. Presso il banco accettazione dello studio è disponibile una scheda suggerimenti-reclami, dove l utente può segnalare un eventuale disservizio o presentare qualsiasi tipo di suggerimento. Il Responsabile Gestione Qualità si impegna alla risoluzione del problema. L ISO è una sfida continua e impegnativa, ma è la soddisfazione dei nostri clienti ci ripaga dei nostri sforzi. L ISO (International Organization for Standardization) è un associazione mondiale di organismi nazionali di normazione. L elaborazione delle norme internazionali è effettuata dai suoi comitati tecnici. La famiglia di norme ISO è stata elaborata per aiutare le Aziende ad attuare ed applicare efficaci sistemi di gestione per la qualità. Dott. Angelo Masso

20

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia Buon giorno, prima di affrontare un trattamento ortodontico, desideriamo darle alcune informazioni

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE Allegato 5 FONDO ASSISTENZA SANITARIA DIRIGENTI AZIENDE FASDAC COMMERCIALI Via Eleonora Duse, 14/16-00197 Roma PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA Spazio per l etichetta con il codice a barre (a cura

Dettagli

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico.

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. è un nuovo composito fotopolimerizzabile per rivestimenti estetici di alta qualità. E adatto per la polimerizzazione

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 2 n 4, 1998 Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo JOHN J. STROPKO, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Maggiore libertà, maggior controllo

Maggiore libertà, maggior controllo Maggiore libertà, maggior controllo Semplicità in implantologia con stabilità, resistenza e velocità Il nostro desiderio in Neoss è sempre stato di offrire ai professionisti del settore dentale una soluzione

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

La carta dei servizi al cliente

La carta dei servizi al cliente La carta dei servizi al cliente novembre 2013 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi dell ICE Agenzia si ispira alle direttive nazionali ed europee in tema di qualità dei servizi e rappresenta

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE ProTaper Universal è la nuova versione di strumenti endodontici NiTi più famosi nel mondo + Più facile una sola sequenza operativa per ogni tipo di canale

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Prof. Luigi d Alonzo

Prof. Luigi d Alonzo La complessità in classe Prof. Luigi d Alonzo Università Cattolica Ordinario di Pedagogia Speciale Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità Presidente della Società Italiana di Pedagogia

Dettagli

STEP. L ergonomia e la semplicità in ortodonzia fissa

STEP. L ergonomia e la semplicità in ortodonzia fissa STEP system STEP L ergonomia e la semplicità in ortodonzia fissa ami la velocità? Slide low friction system www.leone.it STEP system L ergonomia e la semplicità in ortodonzia Il sistema STEP è molto più

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione

20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione Fondazione Prof. Luigi Castagnola Presidente: Dott. Nicola Perrini 20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione 60 Corso Gratuito Fondazione Prof. Luigi Castagnola Evoluzioni tecnologiche in Chirurgia

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi

Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi In english please En español, por favor Original Article Published on 09-10-98 Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi Arturo Fortini MD, DDS Massimo

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli