PO REGIONE PUGLIA FESR : Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PO REGIONE PUGLIA FESR 2007-2013: Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni"

Transcript

1 Newsletter n.74 Aprile 2010 Approfondimento_22 PO REGIONE PUGLIA FESR : Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni Assi Asse 1 - Asse 2 - Asse 3 - Asse 4 - Sostegno alla domanda di innovazione del tessuto imprenditoriale regionale Potenziamento dell offerta tecnologica del sistema della ricerca pubblica regionale Qualificazione del raccordo domanda e offerta Miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca e dell innovazione Linee di Azione Asse 1 - Sostegno alla domanda di innovazione del tessuto imprenditoriale regionale Miglioramento dell innovazione per le singole e associate attive sia nei settori tradizionali, sia in quelli dell high-tech. 1.1 Diffondere la propensione all imprenditorialità e all innovazione Promuovere iniziative di sviluppo della cultura scientifica, tecnologica ed imprenditoriale Attivare iniziative di formazione di eccellenza nel campo tecnologico/scientifico/ economico finalizzate a valorizzare i giovani talenti pugliesi ed a favorire il ritorno di quelli migrati Promuovere la creazione di nuove basate sulla conoscenza e sullo sviluppo tecnologico Supportare i processi di cambiamento tecnologico e organizzativo nelle esistenti al fine di introdurre strumenti e metodologie innovative 1.2 Sostegno della ricerca industriale Favorire la filiera R&S-industrializzazione-commercializzazione attraverso incentivi diretti alle PMI della regione (è previsto il sostegno alla ricerca industriale, allo 1

2 sviluppo sperimentale, agli studi di fattibilità tecnica e ai brevetti e altri diritti di proprietà industriale, e il sostegno alla realizzazione di progetti industriali delle grandi e medie aziende). Promuovere attività di audit tecnologici, ovvero di indagine per favorire l esplicitazione di domande e bisogni da parte delle, di orientamento delle scelte progettuali e finanziarie e di stimolo ad operare in sinergia con le strategie di sviluppo. Attivare l acquisizione di servizi di consulenza per l innovazione delle per migliorare il posizionamento competitivo del sistema produttivo regionale. 1.3 Progetti integrati di innovazione Favorire l integrazione dell investimento produttivo con azioni orizzontali di ricerca e innovazione attraverso uno specifico regime di aiuto regionale alle medie e ai Consorzi di PMI (PIA Reg. n. 1/2009) 1.4 Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e la diffusione della società dell informazione Sostenere i fabbisogni di ricerca e di innovazione nel campo ambientale e dell informazione. Aree tematiche: 1. INFORMAZIONE: Evoluzioni in infrastrutture di reti e servizi e virtualizzazione delle risorse e percezione, integrazione e intelligenza in ambienti non strutturati 2. AMBIENTE: Ciclo dei rifiuti, inquinamento atmosferico, bonifica delle emissioni di origine industriale, lotta alla criminalità ambientale e tutela delle risorse naturali e mitigazione ed adattamento agli effetti dei cambiamenti climatici. Asse I Sostegno alla domanda di Innovazione del tessuto imprenditoriale regionale 1.1 Diffondere la propensione all imprenditorialità e all innovazione 1.2 Sostegno della ricerca industriale 1.3 Progetti integrati di innovazione 1.4 Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e la diffusione della società dell informazione PON R&C Aree PON R&C Aree scientifico-tecnologiche generatrici di processi di trasformazione del sistema produttivo e creatrici di nuovi settori PON R&C Aree PON R&C azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e la diffusione della società dell informazione PO FSE Asse I Adattabilità PO FESR 1.1 Sostegno alle attività di ricerca delle PO FESR 1.1 Sostegno alle attività di ricerca delle PO FESR 6.1 Interventi per la competitività delle PO FESR 1.1 Sostegno alle attività di ricerca delle PO FESR 6.1 Interventi per la competitività delle 2

3 Asse 2 - Potenziamento dell offerta tecnologica del sistema della ricerca pubblica regionale Qualificazione del sistema di offerta regionale attraverso la promozione di nuove specializzazioni nella manifattura e nei servizi innovativi. 2.1 Potenziamento delle aree scientifico tecnologiche di valenza strategica Definire Progetti strategici di R&IT che rispondano a determinati requisiti quali l importanza prospettica, l alta densità tecnologica, la fattibilità tecnica e la capacità di moltiplicare i benefici e le diverse tipologie di ricadute. 2.2 Rafforzamento strutturale dei centri di ricerca scientifica Sostenere il consolidamento e lo sviluppo della Rete dei Laboratori e centri di ricerca volti alla costituzione di strutture stabili in grado di esprimere una massa critica di risorse che favoriscano una maggiore riconoscibilità della rete e una maggiore integrazione tra laboratori e centri diversi. Creare le condizioni affinchè gli attori scientifici che operano in Puglia possano svolgere ruoli centrali nei settori prioritari attraverso l adeguamento strutturale dei centri di ricerca pubblici e privati. Asse II Potenziamento dell offerta tecnologica del sistema della ricerca pubblica regionale 2.1 Potenziamento delle aree scientifico tecnologiche di valenza strategica 2.2 Rafforzamento strutturale dei centri di ricerca scientifica PON R&C Aree scientifico-tecnologiche generatrici di processi di trasformazione del sistema produttivo e creatrici di nuovi settori PON R&C Potenziamento delle strutture e delle dotazioni scientifiche e tenologiche PAR FAS 1 FAS 1.2 Rafforzamento del potenziale scientifico-tecnologico della regione a sostegno della domanda delle 3

4 Asse 3 - Qualificazione del raccordo domanda e offerta Incrementare e rendere più efficace le relazioni di raccordo tra sistema della domanda e sistema dell offerta di ricerca e innovazione. 3.1 Distretti di alta tecnologia Promuovere concentrazioni territoriali di specializzazioni scientifiche e produttive nell ambito di specifici settori produttivi e disciplinari, a cui si aggiunge: - la realizzazione di benchmarking internazionale delle economie regionali - il rafforzamento dei DT ed il sostegno alle connessioni tra interne ed esterne - la creazione di forza lavoro specializzata - il supporto alla creazione di alleanze e collaborazioni internazionali - specifiche modalità di monitoraggio 3.2 Reti di laboratori pubblico-privati Elevare la massa critica nella dotazione scientifico-tecnologica della Puglia Creare e rafforzare leadership scientifico-tecnologiche che possano indurre un riposizionamento di quote importanti del tessuto produttivo regionale. Attrarre industrie nazionali e multinazionali operanti nei settori high-tech, creando accordi di natura scientifico-tecnologica e manifatturiera con le pugliesi. 3.3 Rete regionale degli Uffici per lo Scambio di Conoscenza Dare sistematicità alla rete focalizzandola sulla valorizzazione dei risultati della ricerca finanziata da iniziative regionali estendendola agli enti pubblici di ricerca operanti nel territorio pugliese. 3.4 Poli di innovazione Sostenere la creazione di poli di innovazione che dovranno sviluppare un azione di indirizzo e advisoring tecnologico rispetto allo stato dell arte internazionale e di promuovere programmi pluriennali di attività di ricerca industriale di cluster di. 3.5 Iniziative di osmosi Nord-Sud Promuovere interventi per lo sviluppo e la diffusione dell innovazione incentrati sulla valorizzazione di best practice sviluppate nelle Regioni della competitività e della convergenza. 3.1 Distretti di alta tecnologia 3.2 Reti di laboratori pubblico-privati Asse III Qualificazione del raccordo domanda e offerta scientifico-tecnologico delle Regioni della Convergenza scientifico 4

5 3.3 Rete regionale degli Uffici per lo Scambio di Conoscenza scientifico 3.4 Poli di innovazione PON R&C Aree scientifico 3.5 Iniziative di osmosi Nord-Sud PON R&C Integrazioni programmatiche per il proseguimento di effetti di sistema PO FSE Asse V Transnazionalità ed Interregionalità Asse 4 - Miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca e dell innovazione Qualificare le risorse umane destinate allo sviluppo di programmi specifici e sostenere la capacità di ricerca delle in termini di disponibilità di ricercatori e di personale qualificato. 4.1 Qualificazione delle risorse umane Sostenere lo sviluppo delle competenze delle risorse umane nei settori della ricerca e sviluppo tecnologico tramite interventi di formazione post diploma e post laurea e tramite borse di studio e di ricerca post laurea per attività di specializzazione Valorizzare talenti pugliesi attraverso l introduzione di opportunità di lavoro per ricercatori e di tirocini di eccellenza presso le Università Asse IV Miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca e dell innovazione 4.1 Qualificazione delle risorse umane PON R&C Aree Obiettivo specifico: rafforzamento del contesto innovativo per lo sviluppo della competitività 5

6 Via Acclavio, 86 - Taranto N. TEL. 099/ N. FAX. 099/

Puglia: il POR FESR 2007-2013

Puglia: il POR FESR 2007-2013 Agevolazioni Finanziarie 25 di Bruno Pagamici - Dottore commercialista, Revisore contabile, Pubblicista - Studio Pagamici - Macerata Finanziamenti regionali Puglia: il POR FESR 2007-2013 Per il programma

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 POR FSE 2007-2013 L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 Cagliari, 14 Novembre 2013 Lo sviluppo del capitale umano nel PO Con gli interventi finanziati dal POR assi IV e V - la Regione

Dettagli

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2 FESR - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per

Dettagli

(A) AGGIORNAMENTO REPORTING MONIT

(A) AGGIORNAMENTO REPORTING MONIT 2 (A) AGGIORNAMENTO REPORTING MONIT Il sistema di monitoraggio in dotazione al MIUR (AdG del Programma) è basato su sistemi già collaudati, completamente autonomi, e in grado di fornire un monitoraggio

Dettagli

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2014-2020 ACCORDO DI PARTENARIATO 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 - Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione Obiettivo Tematico 10 - Istruzione e Formazione IL

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

Ti presento il POR FESR

Ti presento il POR FESR UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale CONCORSO ALLA SCOPERTA DEL POR LOMBARDIA. Seconda edizione Ti presento Guida alle tematiche del concorso Alla scoperta del POR Lombardia 1 1. La politica

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. COMPetitività ASSI MISURA II.1 Innovation Voucher Misura di sostegno Innovation Voucher Categorie di destinatari Favorire la nascita di nuove

Dettagli

Protocollo d 'Intesa

Protocollo d 'Intesa . l l ' P~. tjrtj. ~'f /.Ao RQ{>. e+j R.~\~ N..286~ ja,o Protocollo d 'Intesa Tra Regione Puglia e Consiglio nazionale delle Ricerche La Regione Puglia (C.F. 80017210727), di seguito Regione, nella persona

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020 DOTAZIONE FINANZIARIA F.E.S.R. 2014/2020 965.844.740 Nel periodo 2007/2013 1.076.000.000 Criteri di concentrazione delle risorse per la

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5 CHIAMATA PER IDEE PROGETTUALI DA AVVIARE ALLA REALIZZAZIONE DI STUDI DI FATTIBILITA PER LA

Dettagli

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Udine Italy 15 Settembre 2015 Wania Moschetta Regione Friuli Venezia Giulia This programme

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 1) La programmazione dei fondi europei 2014 2020 L UE propone attraverso Europa 2020 una strategia concentrata su alcune priorità, innervata

Dettagli

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Tiziana Dell Olmo, Regione Piemonte PROGRAMMAZIONE 2014-2020 IN PIEMONTE Programmi regionali

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020

Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020 Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020 Umberto Fava Agenzia di sviluppo Langhe Monferrato Roero Alessandria, 1 Dicembre 2014 Palatium Vetus Fondazione Cassa

Dettagli

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione European Association of Local and Regional Initiatives for Economic Development, Employment and Solidarity Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO

7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO Da ALLULLI G., Dalla Strategia di Lisbona a Europa 2020, Tipografia Pio XI, aprile 2015. 7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO 1. Uno strumento per favorire un armonioso sviluppo economico e sociale degli Stati

Dettagli

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 1) Identificativo Ente Dati anagrafici Cognome e Nome 1.. Nome Università/Ente.. Area didattica. 2a) FESR La proposta di Regolamento

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Linea A. DOCUMENTO STRATEGICO SUL SISTEMA DI INNOVAZIONE TERRITORIALE Linee di indirizzo del Comune di.

REGIONE TOSCANA. Linea A. DOCUMENTO STRATEGICO SUL SISTEMA DI INNOVAZIONE TERRITORIALE Linee di indirizzo del Comune di. REGIONE TOSCANA PRSE 2007 2010 Linea di intervento 5.3 Attivazione di iniziative mirate di marketing finalizzate a promuovere le risorse endogene e ad attrarre investimenti esterni nei settori avanzati

Dettagli

Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo

Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo convegno Piani energetici, opportunità di risparmio e finanziamento per le pubbliche amministrazioni Mezzocorona 25/02/2011 Canali di finanziamento

Dettagli

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Esempio di programmazione Regionale Roma, 09 luglio 2014 Armando De Crinito Direttore Vicario DG Attività Produttive

Dettagli

Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi.

Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi. Il Programma nazionale per la Ricerca 2005-2007. Una premessa e una sintesi. Sono lieta di presentare, a seguito di una consistente, attenta opera di consultazione, documentazione ed analisi il Programma

Dettagli

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE La Competitività Territoriale Lo sviluppo e la competitività territoriale passano necessariamente attraverso la capacità

Dettagli

Regione Puglia. Assessorato Bilancio e Programmazione Servizio Programmazione e Politiche Comunitarie

Regione Puglia. Assessorato Bilancio e Programmazione Servizio Programmazione e Politiche Comunitarie Regione Puglia Assessorato Bilancio e Programmazione Servizio Programmazione e Politiche Comunitarie Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Puglia Valutazione ex-ante

Dettagli

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014 CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali Milano, 13 Novembre 2014 Gentilissimi tutti e Gentilissimo Dott. Lamborghini, mi spiace molto non

Dettagli

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Dott.ssa Adriana Agrimi Coordinatore Tecnico ARTI Bari, 18 Febbraio 2009 - Expolavoro ARTI È l Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione l della Puglia

Dettagli

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA 1. CONTESTO E OBIETTIVI GENERALI DELL INIZIATIVA L inserimento in azienda di giovani ad alta qualificazione appare sempre più come una risorsa strategica per permettere alle

Dettagli

Programma strategico regionale per la ricerca, l innovazione ed il trasferimento tecnologico per la IX legislatura periodo 2011-2013

Programma strategico regionale per la ricerca, l innovazione ed il trasferimento tecnologico per la IX legislatura periodo 2011-2013 REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL BILANCIO, PROGRAMMAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA E PARTECIPAZIONE Programma strategico regionale per la ricerca, l innovazione ed il trasferimento tecnologico per la IX legislatura

Dettagli

TOTALE (IVA inclusa) 2009 12.083.077,17

TOTALE (IVA inclusa) 2009 12.083.077,17 PROSPETTO GENERALE DI SINTESI DEL PIANO ECONOMICO VOCE DI COSTO IMPORTO A - Costi di personale Personale interno 1.301.510,00 Personale esterno 1.449.800,00 Subtotale A 2.751.310,00 B - Costi servizi/consulenze

Dettagli

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento IL PERCORSO DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Dicembre 2013: invio seconda bozza dell Accordo di Partenariato alla

Dettagli

Programma Operativo 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo della Toscana. investimenti a favore della crescita, dell occupazione e del futuro dei giovani

Programma Operativo 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo della Toscana. investimenti a favore della crescita, dell occupazione e del futuro dei giovani Programma Operativo 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo della Toscana investimenti a favore della crescita, dell occupazione e del futuro dei giovani Programma Operativo 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo

Dettagli

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Laura Pedriali Settore Cooperazione transfrontaliera e programmazione integrata

Dettagli

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico...

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico... Umbria Innovazione Scarl Documento di sintesi del programma I-Start 2013 Risultati dei progetti a totale carico pubblico e a costi condivisi Sommario Documento di sintesi del programma I-Start 2013...

Dettagli

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Tiziana Dell Olmo Regione Piemonte, Settore Programmazione Macroeconomica Biella, 28 gennaio

Dettagli

START UP SCOLASTICHE ed EDUCAZIONE ALL'IMPRENDITORIALITA'

START UP SCOLASTICHE ed EDUCAZIONE ALL'IMPRENDITORIALITA' START UP SCOLASTICHE ed EDUCAZIONE ALL'IMPRENDITORIALITA' PON -Programma Operativo Nazionale 2014-2020 PON "Per la Scuola - Competenze e ambienti per l'apprendimento" START UP SCOLASTICHE- esperienze PON

Dettagli

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR)

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) Torino, 20 novembre 2014 Europa 2020 Europa 2020 è un documento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA Puglia Promozione con sede legale in Piazza Moro 33/A 70121 Bari, C.F. 93402500727 e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito denominato TPP) con sede legale in via Imbriani,

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020 REGIONE PIEMONTE Comitato di Sorveglianza Torino, 30 maggio 2014 I RIFERIMENTI INTERNI PER LA COSTRUZIONE

Dettagli

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione Newsletter n.70 Dicembre 2009 Approfondimento_10 FESR PUGLIA 2007-2013 ASSE III - INCLUSIONE SOCIALE E SERVIZI PER LA QUALITÀ DELLA VITA E L'ATTRATTIVITÀ TERRITORIALE Linee di intervento, azioni e stato

Dettagli

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Fondi FESR 2014-2020 L edilizia nel contesto europeo Gli undici

Dettagli

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita FONDI STRUTTURALI E DI COESIONE 2014/2020 PROGRAMMAZIONE EUROPEA: A livello europeo: Quadro Strategico Comune A

Dettagli

Ricerca e Innovazione: le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020

Ricerca e Innovazione: le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Ricerca e Innovazione: le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Logiche di intervento nella programmazione regionale e nazionale dei Fondi Strutturali e d'investimento Europei 2014-2020

Dettagli

RETI DI LABORATORI PUBBLICI DELLA REGIONE PUGLIA

RETI DI LABORATORI PUBBLICI DELLA REGIONE PUGLIA RETI DI LABORATORI PUBBLICI DELLA REGIONE PUGLIA Statistiche A cura di Annamaria Fiore Editing a cura di Annamaria Monterisi ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione Copyright 2011 ARTI

Dettagli

PROGRAMMA PLURIENNALE DELLA RICERCA. XV legislatura

PROGRAMMA PLURIENNALE DELLA RICERCA. XV legislatura PROGRAMMA PLURIENNALE DELLA RICERCA XV legislatura Il programma pluriennale della ricerca (PPR) è lo strumento di programmazione provinciale di settore. Ha il compito di garantire una programmazione coordinata

Dettagli

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Allegato 1 alla D.G.R. 14/11/2011, nr. 765 GIUNTA REGIONALE DELL'ABRUZZO PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Con il presente progetto si intende, attraverso una Sovvenzione Globale (artt.

Dettagli

IL RUOLO DELL AUTORITÀ COMPETENTE PER L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO REACH IN ITALIA

IL RUOLO DELL AUTORITÀ COMPETENTE PER L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO REACH IN ITALIA IL RUOLO DELL AUTORITÀ COMPETENTE PER L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO REACH IN ITALIA Bologna, 8 giugno 2007 DOTT. SALVATORE SQUARCIONE 1 1 LEGGE 6 APRILE 2007, N. 46 ART.5 BIS CHI PROVVEDE ALL ATTUAZIONE

Dettagli

Punto 10 all Ordine del Giorno

Punto 10 all Ordine del Giorno QUADRO STRATEGICO NAZIONALE 2007-2013 PER LE REGIONI DELLA CONVERGENZA PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITA (CCI: 2007IT161PO006) Punto 10 all Ordine del Giorno INFORMATIVA SULLE MODALITÀ

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 313 del 21/06/2011

Delibera della Giunta Regionale n. 313 del 21/06/2011 Delibera della Giunta Regionale n. 313 del 21/06/2011 A.G.C.3 Programmazione, piani e programmi Settore 2 Pianificazione e collegamento con le aree generali di coordinamento Oggetto dell'atto: PO FSE E

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 La presente scheda ha lo scopo di illustrare sinteticamente i contenuti del Programma di Cooperazione per il periodo 2014-2020, approvato dalla

Dettagli

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI Scheda di Presentazione della bozza dell Avviso AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI SmartPuglia 2020 è un percorso promosso dalla Regione Puglia, avviato in vista del prossimo ciclo di programmazione

Dettagli

PQU Regione Lazio MISE DPS Agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. Scheda Intervento AR-LAZ-01-SDF

PQU Regione Lazio MISE DPS Agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. Scheda Intervento AR-LAZ-01-SDF ALLEGATO 2 DEL. CIPE N. 7/2006 PROGRAMMI OPERATIVI DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO 2007-2009 MIGLIORAMENTO DELLA COMMITTENZA PUBBLICA E ADVISORING PER LO SVILUPPO DI STUDI DI FATTIBILITA PQU Regione Lazio MISE

Dettagli

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1 INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1: OBIETTIVI E FINALITÀ Promozione di maggiore intensità e qualità degli investimenti in Ricerca e Sviluppo; Potenziamento degli investimenti

Dettagli

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Il programma di Sviluppo Italia

Dettagli

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Programma Interreg Europe Bologna, 27 novembre 2014 L area di Programma Programma Interreg Europe OBIETTIVO GENERALE Contribuire al rafforzamento delle politiche

Dettagli

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO Il Piano e i partner coinvolti L'amministrazione comunale di Siracusa sta promuovendo il Piano Strategico INNOVA Siracusa 2020, la cui redazione si è avviata nel marzo del 2009 (con risorse disposte dalla

Dettagli

Ridurre l abbandono precoce, con attenzione particolare a specifici target

Ridurre l abbandono precoce, con attenzione particolare a specifici target Obiettivo tematico 10 Istruzione e Formazione Risultati attesi Obiettivi Specifici Azioni Interventi di sostegno agli studenti caratterizzati da particolari fragilità (azioni di tutoring e mentoring, attività

Dettagli

Denominazione del soggetto:

Denominazione del soggetto: SCHEDA TECNICA SPESE SETTORE E FILIERA DELL AUDIOVISIVO Industrializzazione del patrimonio filmico e documentale Azioni e programmi di investimento strategici per il rafforzamento competitivo del Sistema

Dettagli

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 4 dicembre 2001 modificato dal CdS del 2 aprile 2004 e dal CdS del 24 giugno 2004 PARTE GENERALE... 3 LA STRATEGIA DEL DOCUP: DAGLI

Dettagli

Programmi di investimento per la Ricerca e Innovazione nei trasporti della Puglia

Programmi di investimento per la Ricerca e Innovazione nei trasporti della Puglia Programmi di investimento per la Ricerca e Innovazione nei trasporti della Puglia PO FESR Puglia 2014-2020 Asse prioritario VII Sistemi di trasporto e infrastrutture di rete Carmela Iadaresta Dirigente

Dettagli

La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull

La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull innovazione. Sostenibile per promuovere un economia più efficiente

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Aprile 2013) 1/373 Sperimentale secondo le modalità previste dalla Comunicazione

Dettagli

IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELLA GALLURA NEL COMPARTO NAUTICO. I progetti prioritari per lo sviluppo del territorio. Olbia, 25 novembre 2011

IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELLA GALLURA NEL COMPARTO NAUTICO. I progetti prioritari per lo sviluppo del territorio. Olbia, 25 novembre 2011 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELLA GALLURA NEL COMPARTO NAUTICO I progetti prioritari per lo sviluppo del territorio Olbia, 25 novembre 2011 INDICE DELLA PRESENTAZIONE 1. Il disegno strategico 2. Alcune

Dettagli

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili ALBA AUDITORIUM FONDAZIONE FERRERO IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL PIANO 20/20/20 Agostino Ghiglia Assessore all energia La nuova pianificazione regionale Nel dicembre

Dettagli

Obiettivi della Riforma

Obiettivi della Riforma Rilancimpresa FVG 1 Obiettivi della Riforma Introdurre misure per l attrazione di nuovi investimenti, per attrarre investimenti nazionali e internazionali per l insediamento di nuove iniziative imprenditoriali;

Dettagli

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015 Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo Fabio Guerra Roma, 27 febbraio 2015 Argomenti trattati: Programmazione strategica: - La definizione

Dettagli

Presentazione della Società. Maggio 2014

Presentazione della Società. Maggio 2014 Presentazione della Società Maggio 2014 La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento I Dati Economico - Finanziari 2 La Società La Storia 2004 Costituzione della StraDe

Dettagli

Programma degli interventi

Programma degli interventi Allegato 1 alla Delib.G.R. n. 46/8 del 22.9.2015 Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese". Programma di intervento 3: Competitività

Dettagli

GOVERNANCE. Obiettivo Convergenza (FESR) 2007-2013. crescita coesione trasparenza efficienza competenze integrazione UNA PA PER LA CRESCITA

GOVERNANCE. Obiettivo Convergenza (FESR) 2007-2013. crescita coesione trasparenza efficienza competenze integrazione UNA PA PER LA CRESCITA Programma operativo NazioNale GOVERNANCE e assistenza tecnica Obiettivo Convergenza (FESR) 2007-2013 crescita coesione trasparenza efficienza competenze integrazione UNA PA PER LA CRESCITA Una premessa

Dettagli

I soggetti del marketing territoriale

I soggetti del marketing territoriale I soggetti del marketing territoriale Anyway Soggetti Pubblici => legami col governo Privati => fine di lucro Misti Conflitti => Agenzie di marketing territoriale Livelli di ampiezza della responsabilità

Dettagli

SOVVENZIONE GLOBALE P.O. F.S.E. SICILIA 2007-2013

SOVVENZIONE GLOBALE P.O. F.S.E. SICILIA 2007-2013 SOVVENZIONE GLOBALE P.O. F.S.E. SICILIA 2007-2013 SOVVENZIONE GLOBALE SICILIA FUTURO GUIDA PER BENEFICIARI E DESTINATARI INDICE La Sovvenzione Globale Strumento dell UE per lo sviluppo locale 10 Il Programma

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Contesto della proposta (1) La conoscenza costituisce il fulcro dell Agenda di

Dettagli

OT 10 - INVESTIRE NELL ISTRUZIONE, FORMAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE, PER LE COMPETENZE E L APPRENDIMENTO PERMANENTE

OT 10 - INVESTIRE NELL ISTRUZIONE, FORMAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE, PER LE COMPETENZE E L APPRENDIMENTO PERMANENTE La formazione continua nella programmazione FSE 2014-2020 di Franco Silvestri Insieme con i Fondi Interprofessionali è il Fondo Sociale Europeo la principale fonte di finanziamento per gli interventi di

Dettagli

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Fondi strutturali 2014-2020 Guida pratica Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio State progettando i Programmi Operativi che plasmeranno

Dettagli

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE Corso di formazione convenzionato da INPS per i dipendenti delle Amministrazioni pubbliche partecipanti al programma Valore P.A. A.A. 2015-2016 1. Finalità I Fondi

Dettagli

PON Sicurezza & PON Legalità

PON Sicurezza & PON Legalità PON Sicurezza & PON Legalità Confronto tra i programmi per la legalità nella precedente e nell attuale programmazione dei Fondi Comunitari Parte I Il PON "Sicurezza per lo Sviluppo Obiettivo Convergenza"2007-2013

Dettagli

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE Ricerca e Innovazione: leve prioritarie per la crescita La nuova politica di Europa 2020 richiama il ruolo delle imprese e la

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI

PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO

Dettagli

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine).

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine). Proposta preliminare di sviluppo di un Progetto Integrato di Frontiera (PIF FORMULARIO Nome del PIF: Area Tematica ( a scelta fra quelle indicate nell appendice 1 dell Avviso Pubblico Abstract (1 pagina

Dettagli

www.proind.org proind-ta@libero.it

www.proind.org proind-ta@libero.it www.proind.org proind-ta@libero.it SERVIZI PROIND Newsletter n.52 del 1/06/2008 FOTOVOLTAICO ENTI PUBBLICI COME INVESTIRE NEL FOTOVOLTAICO SENZA SOSTENERE NESSUN COSTO EFFETTIVO E GUADAGNARE SIN DALL EFFETTIVA

Dettagli

Assistenza tecnica funzionale alla

Assistenza tecnica funzionale alla definizione, alla identificazione ed alla gestione dei Sistemi Turistici Locali ed altri idonei strumenti di promozione turistico territoriale complementari agli STL, e utili allo sviluppo del settore

Dettagli

Cagliari, 26 marzo 2009 COME COSTRUIRE AZIONI DI SUPPORTO ALLA COOPERAZIONE TECNOLOGICA. Ing. Claudia Bettiol

Cagliari, 26 marzo 2009 COME COSTRUIRE AZIONI DI SUPPORTO ALLA COOPERAZIONE TECNOLOGICA. Ing. Claudia Bettiol Cagliari, 26 marzo 2009 COME COSTRUIRE AZIONI DI SUPPORTO ALLA COOPERAZIONE TECNOLOGICA Table of Content Stato Attuale e Scenari 3 Tematiche 4 L opportunità 5 Strategie congiunte Il Quadro d insieme 6

Dettagli

NAPOLI CITTA INTELLIGENTE OPEN CALL PROCEDURA APERTA PER LA ACQUISIZIONE DI OFFERTE PER

NAPOLI CITTA INTELLIGENTE OPEN CALL PROCEDURA APERTA PER LA ACQUISIZIONE DI OFFERTE PER NAPOLI CITTA INTELLIGENTE OPEN CALL PROCEDURA APERTA PER LA ACQUISIZIONE DI OFFERTE PER FORNITURE DI SERVIZI DI CONSULENZA A SUPPORTO DELLA DEFINIZIONE DEL BUSINESS MODEL DEL SISTEMA DI CAR,VAN SHARING

Dettagli

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO del LINEA D AZIONE 6 SCHEDA PROGETTO n. 6.3 PROGRAMMA DI SVILUPPO del TITOLO DEL PROGETTO PROGRAMMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO. Pagina 1 di 7 del

Dettagli

Manifattura diffusa creativa e tecnologica 4.0

Manifattura diffusa creativa e tecnologica 4.0 Legge Regionale 24 settembre 2015, n. 26 Manifattura diffusa creativa e tecnologica 4.0 (BURL n. 40, suppl. del 28 Settembre 2015 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2015-09-24;26 Art. 1 (Finalità) 1. La

Dettagli

Roberta Maestri. Curriculum Vitae Roberta Maestri. Alta Professionalità Progettazione e sviluppo interventi per le piccole e medie imprese :

Roberta Maestri. Curriculum Vitae Roberta Maestri. Alta Professionalità Progettazione e sviluppo interventi per le piccole e medie imprese : INFORMAZIONI PERSONALI Roberta Maestri 071/8063598 (ufficio) Fax 071/8063058 Roberta.maestri@regione.marche.it (ufficio) Sesso F Data di nascita 01/09/1961 Nazionalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

Gli incentivi nazionali alla Ricerca. Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo

Gli incentivi nazionali alla Ricerca. Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo Gli incentivi nazionali alla Ricerca Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) - MIUR Caratteristiche generali (1)

Dettagli

Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020. Documento in aggiornamento

Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020. Documento in aggiornamento Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Documento in aggiornamento PROGRAMMA ALPINE SPACE Autorità di Gestione: Land Sazburg(A)

Dettagli

A C C O R D O D I PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA D I RICERCA E C O M P E T ITIVITA

A C C O R D O D I PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA D I RICERCA E C O M P E T ITIVITA Ministero Istruzione Università e Ricerca - MIUR - Regione Calabria Ministero Sviluppo Economico - MISE - A C C O R D O D I PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA D I RICERCA E C O M P E T ITIVITA A L L E G A T O

Dettagli

PIANO DI AZIONE E COESIONE

PIANO DI AZIONE E COESIONE PIANO DI AZIONE E COESIONE AMBITO RICERCA INTERVENTI DI COMPETENZA DEL MIUR PROGRAMMA DI ATTUAZIONE APRILE 2013 Sommario PREMESSA... 4 PARTE I IMPOSTAZIONI PROGRAMMATICHE E DESCRIZIONE DELLE AZIONI...

Dettagli

LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE

LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE regione LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE IMPRESE E DEL LAVORO LE NUOVE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO E DI AUTOIMPRENDITORIALITÀ NUOVA POLITICA INDUSTRIALE REGIONALE HI-TECH INNOVAZIONE FILIERE MANIFATTURIERO Strategia

Dettagli

Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi

Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi Premessa In sede di programmazione degli obiettivi specifici dei sistemi produttivi occorre focalizzarsi sulla creazione di un sistema locale

Dettagli

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE MARCHE IL CENTRO STORICO - Verso un nuovo modello di sviluppo integrato del

Dettagli

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Comitato di Sorveglianza - 12 maggio 2015 Gli Strumenti Finanziari nella Programmazione 2014-2020 (1/2) Il Contesto Europeo La Programmazione 2014-2020

Dettagli