Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, N comuni. Pop. residente

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente"

Transcript

1

2

3 Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione N comuni Pop. residente Densità territoriale Piemonte Valle d Aosta Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITALIA Dimensione socio-demografica

4 Dimensione socio-demografica La geografia dei comuni italiani, 2011 Classe di ampiezza demografica dei comuni ab. (5.683 comuni) ab. (1.192 comuni) ab. (701 comuni) ab. (412 comuni) ab. (92 comuni) >= ab. (12 comuni)

5 Gli indicatori demografici dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione Indice di dipendenza Indice di invecchiamento Indice di vecchiaia Piemonte 55,6% 22,9% 177,7 Valle d Aosta 53,5% 20,9% 149,7 Lombardia 52,2% 20,1% 141,1 Trentino-Alto Adige 52,7% 18,6% 116,8 Veneto 51,8% 19,9% 139,8 Friuli-Venezia Giulia 56,2% 23,4% 186,2 Liguria 61,8% 26,7% 232,0 Emilia-Romagna 55,2% 22,3% 167,2 Toscana 56,3% 23,3% 182,9 Umbria 56,2% 23,1% 178,8 Marche 55,7% 22,5% 168,7 Lazio 51,0% 19,8% 142,0 Abruzzo 52,1% 21,2% 163,2 Molise 52,3% 21,9% 175,8 Campania 48,1% 16,1% 98,7 Puglia 49,9% 18,5% 125,2 Basilicata 50,5% 20,2% 150,6 Calabria 49,2% 18,8% 132,0 Sicilia 50,8% 18,5% 122,2 Sardegna 46,5% 19,5% 158,6 ITALIA 52,3% 20,3% 144,5 Dimensione socio-demografica

6 Dimensione socio-demografica L indice di invecchiamento nei comuni italiani, 2011 Indice di invecchiamento (%) Inferiore a 20,3 20,3-29,9 30,0 e oltre

7 Trasferimenti di residenza tra comuni italiani e da/per l estero, 2009 Regione Tasso di mobilità interna Tasso di mobilità esterna Piemonte 0,50 6,57 Valle d Aosta -1,72 5,01 Lombardia 0,87 7,51 Trentino-Alto Adige 2,11 5,92 Veneto 0,51 6,29 Friuli-Venezia Giulia 1,38 5,29 Liguria 1,03 6,54 Emilia-Romagna 2,41 9,16 Toscana 1,65 7,93 Umbria 2,05 8,37 Marche 0,76 6,76 Lazio 0,76 8,65 Abruzzo -0,27 4,98 Molise -0,75 3,04 Campania -2,94 2,90 Puglia -2,12 2,33 Basilicata -4,20 3,08 Calabria -3,05 4,22 Sicilia -1,42 2,82 Sardegna -0,34 2,13 ITALIA 0 5,92 Dimensione socio-demografica

8 Dimensione socio-demografica La mobilità interna nei comuni italiani, 2009 Tasso di mobilità interna Negativo Pari a zero Positivo

9 Popolazione straniera residente nei comuni italiani, per regione, 2011 Regioni Popolazione straniera residente Variazione % 2002/2011 Incidenza sulla popolazione residente Piemonte ,5% 8,9% Valle d Aosta ,0% 6,8% Lombardia ,2% 10,7% Trentino-Alto Adige ,9% 8,7% Veneto ,3% 10,2% Friuli-Venezia Giulia ,2% 8,5% Liguria ,9% 7,8% Emilia-Romagna ,9% 11,3% Toscana ,1% 9,7% Umbria ,8% 11,0% Marche ,0% 9,4% Lazio ,2% 9,5% Abruzzo ,5% 6,0% Molise ,5% 2,8% Campania ,5% 2,8% Puglia ,4% 2,3% Basilicata ,6% 2,5% Calabria ,2% 3,7% Sicilia ,2% 2,8% Sardegna ,9% 2,3% ITALIA ,9% 7,5% Dimensione socio-demografica

10 Dimensione socio-demografica L incidenza della popolazione straniera residente nei comuni italiani, 2011 Incidenza della popolazione straniera (%) Inferiore a 7,5 7,5-9,9 10,0 e oltre

11 Tasso di natalità dei residenti e degli stranieri nei comuni italiani, per regione, 2011 Regioni Tasso di natalità pop. residente (per 1000 ab.) Tasso di natalità pop. straniera (per 1000 ab.) Piemonte 8,61 17,8 Valle d Aosta 9,78 20,7 Lombardia 9,86 20,0 Trentino-Alto Adige 10,45 17,4 Veneto 9,50 19,6 Friuli-Venezia Giulia 8,36 16,6 Liguria 7,41 14,9 Emilia-Romagna 9,43 19,3 Toscana 8,70 16,1 Umbria 8,75 14,7 Marche 9,00 17,5 Lazio 9,47 13,3 Abruzzo 8,74 14,4 Molise 7,85 13,0 Campania 9,98 10,6 Puglia 9,08 12,3 Basilicata 7,85 12,1 Calabria 8,85 10,8 Sicilia 9,52 13,8 Sardegna 8,08 12,2 ITALIA 9,27 17,1 Dimensione socio-demografica

12 Dimensione socio-demografica La natalità nei comuni italiani, 2011 Tasso di natalità Inferiore a 9,27 9,27-11,99 12,00 e oltre

13 Incidenza dei minorenni stranieri nei comuni italiani, per regione, 2011 Regioni % di minori stranieri su pop. straniera % di minori stranieri su minori totali Piemonte 22,4% 13,1% Valle d Aosta 21,9% 9,0% Lombardia 24,2% 15,5% Trentino-Alto Adige 22,7% 10,4% Veneto 24,0% 14,5% Friuli-Venezia Giulia 21,3% 12,1% Liguria 20,6% 11,5% Emilia-Romagna 22,8% 16,4% Toscana 20,7% 13,3% Umbria 21,2% 15,1% Marche 22,4% 13,1% Lazio 18,4% 10,4% Abruzzo 19,3% 7,4% Molise 18,7% 3,4% Campania 15,3% 2,2% Puglia 18,8% 2,4% Basilicata 16,9% 2,6% Calabria 17,7% 3,7% Sicilia 20,0% 3,0% Sardegna 15,8% 2,4% ITALIA 21,7% 9,7% Dimensione socio-demografica

14 Dimensione socio-demografica I minori stranieri residenti nei comuni italiani, 2011 Minorenni stranieri (% sulla popolazione straniera residente) Nessun minorenne straniero Inferiore a 21,7 21,7 e oltre

15 Le zone altimetriche dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione Montagna Collina Pianura Profilo di riga Piemonte 28,8% 48,2% 23,1% Valle d Aosta 100,0% 0,0% 0,0% Lombardia 30,6% 20,8% 48,6% Trentino-Alto Adige 100,0% 0,0% 0,0% Veneto 20,1% 20,7% 59,2% Friuli-Venezia Giulia 26,6% 22,9% 50,5% Liguria 46,8% 53,2% 0,0% Emilia-Romagna 19,8% 32,8% 47,4% Toscana 28,2% 63,1% 8,7% Umbria 26,1% 73,9% 0,0% Marche 18,0% 82,0% 0,0% Lazio 31,7% 63,8% 4,5% Abruzzo 54,4% 45,6% 0,0% Molise 61,8% 38,2% 0,0% Campania 23,2% 57,2% 19,6% Puglia 3,1% 27,1% 69,8% Basilicata 59,5% 35,9% 4,6% Calabria 37,4% 57,2% 5,4% Sicilia 24,9% 65,1% 10,0% Sardegna 9,0% 69,5% 21,5% ITALIA 32,1% 41,6% 26,3% Dimensione fisico-economica

16 Le zone altimetriche dei comuni italiani, 2011 Dimensione fisico-economica Zone altimetriche Montagna Collina Pianura

17 Tasso di natalità, mortalità e di incremento delle imprese nei comuni italiani, per regione, 2010 Regione Tasso di natalità Tasso di mortalità Tasso di incremento Piemonte 7,7% 7,5% 0,2% Valle d Aosta 7,3% 7,9% -0,6% Lombardia 8,0% 7,8% 0,2% Trentino-Alto Adige 6,0% 5,5% 0,5% Veneto 7,0% 6,9% 0,1% Friuli-Venezia Giulia 7,0% 6,9% 0,1% Liguria 7,8% 7,4% 0,4% Emilia-Romagna 7,5% 7,4% 0,1% Toscana 8,3% 7,6% 0,7% Umbria 7,3% 6,2% 1,1% Marche 7,4% 6,4% 1,0% Lazio 9,2% 7,2% 2,0% Abruzzo 8,0% 7,3% 0,8% Molise 6,5% 6,0% 0,5% Campania 7,8% 7,0% 0,8% Puglia 7,9% 7,4% 0,5% Basilicata 6,3% 6,2% 0,0% Calabria 7,7% 6,8% 0,8% Sicilia 7,6% 8,5% -0,9% Sardegna 7,5% 8,0% -0,5% ITALIA 7,8% 7,4% 0,4% Dimensione fisico-economica

18 Il tasso di incremento delle imprese nei comuni italiani, 2010 Dimensione fisico-economica Tasso di incremento delle imprese (%) Negativo Zero Positivo

19 La specializzazione economica dei comuni italiani, per regione, 2010 Regione Settore primario Settore secondario Settore terziario Piemonte 64,8% 29,9% 5,3% Valle d Aosta 56,8% 28,4% 14,9% Lombardia 26,9% 64,4% 8,6% Trentino-Alto Adige 71,8% 18,3% 9,9% Veneto 53,7% 37,3% 9,0% Friuli-Venezia Giulia 66,5% 22,0% 11,5% Liguria 51,9% 31,5% 16,6% Emilia-Romagna 60,1% 34,5% 5,5% Toscana 48,1% 42,2% 9,8% Umbria 90,2% 7,6% 2,2% Marche 73,2% 19,2% 7,5% Lazio 60,3% 24,9% 14,8% Abruzzo 72,5% 18,4% 9,2% Molise 83,8% 9,6% 6,6% Campania 65,7% 11,8% 22,5% Puglia 72,5% 17,1% 10,5% Basilicata 93,1% 3,8% 3,1% Calabria 68,2% 14,4% 17,4% Sicilia 69,7% 15,9% 14,4% Sardegna 88,1% 7,7% 4,2% ITALIA 59,1% 30,9% 10,1% Dimensione fisico-economica

20 La specializzazione economica dei comuni italiani, 2010 Dimensione fisico-economica Settore economico prevalente Primario Secondario Terziario

21 Il sistema bancario dei comuni italiani* per regione, 2011 Regione Densità di sportelli bancari (n di ab. per sportello) Impieghi bancari pro capite (euro) Depositi bancari pro capite (euro) Piemonte Valle d Aosta Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITALIA *Comuni con popolazione pari o superiore a abitanti Dimensione fisico-economica

22 Gli sportelli bancari nei comuni italiani, 2011 Dimensione fisico-economica Densità di sportelli bancari (n di abitanti per sportello) Comuni non bancati Inferiore a e oltre

23 Il reddito imponibile nei comuni italiani, per regione, anno d imposta 2009 Regione N contribuenti Reddito imponibile (migliaia di euro) v.a. medio per contribuente Piemonte ,90 Valle d Aosta ,19 Lombardia ,40 Trentino-Alto Adige ,76 Veneto ,57 Friuli-Venezia Giulia ,70 Liguria ,47 Emilia-Romagna ,22 Toscana ,52 Umbria ,30 Marche ,87 Lazio ,81 Abruzzo ,28 Molise ,05 Campania ,07 Puglia ,72 Basilicata ,35 Calabria ,45 Sicilia ,66 Sardegna ,64 ITALIA ,89 Dimensione fisico-economica

24 Il reddito imponibile medio per contribuente nei comuni italiani, anno d imposta 2009 Dimensione fisico-economica Reddito imponibile medio per contribuente (migliaia di euro) Inferiore a 20,00 20,00-24,99 25,00 e oltre

25 Comuni italiani con almeno una scuola, per tipologia e regione, a.s Regione Numero di comuni per tipologia di scuola presente sul proprio territorio Infanzia Primaria Secondaria inferiore Secondaria inferiore Piemonte Valle d Aosta n.d. n.d. n.d. n.d. Lombardia Trentino-Alto Adige* n.d Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITALIA *Non disponibile il dato per tutte le voci dei comuni della provincia di Bolzano Dimensione fisico-economica

26 I comuni italiani con almeno una scuola secondaria superiore, anno scolastico Dimensione fisico-economica Comuni con almeno una scuola secondaria superiore sul proprio territorio

27 L offerta turistica: gli alberghi nei comuni italiani, per regione, 2010 Regione N comuni Posti letto N strutture (per ab.) Piemonte ,99 Valle d Aosta ,81 Lombardia ,44 Trentino-Alto Adige ,62 Veneto ,47 Friuli-Venezia Giulia ,11 Liguria ,64 Emilia-Romagna ,39 Toscana ,64 Umbria ,49 Marche ,52 Lazio ,67 Abruzzo ,98 Molise ,96 Campania ,57 Puglia ,15 Basilicata ,63 Calabria ,83 Sicilia ,55 Sardegna ,59 ITALIA ,17 Dimensione fisico-economica

28 Posti letto negli esercizi alberghieri dei comuni italiani, 2010 Dimensione fisico-economica Posti letto negli esercizi alberghieri (valori per abitanti) Comuni senza esercizi alberghieri Inferiore a 37,17 37,17 e oltre

29 L offerta turistica: gli agriturismi nei comuni italiani, per regione, 2010 Regione N comuni N strutture Posti letto (per ab.) Piemonte ,04 Valle d Aosta ,84 Lombardia ,82 Trentino-Alto Adige ,36 Veneto ,20 Friuli-Venezia Giulia ,92 Liguria ,69 Emilia-Romagna ,80 Toscana ,61 Umbria ,69 Marche ,52 Lazio ,13 Abruzzo ,86 Molise ,05 Campania ,07 Puglia ,79 Basilicata ,32 Calabria ,33 Sicilia ,06 Sardegna ,48 ITALIA ,56 Dimensione fisico-economica

30 Posti letto negli esercizi agrituristici dei comuni italiani, 2010 Dimensione fisico-economica Posti letto negli esercizi agrituristici (valori per abitanti) Comuni senza esercizi agrituristici Inferiore a 3,56 3,56 e oltre

31 I sindaci eletti nei comuni italiani, per regione, 2011 Regione Donne Uomini Piemonte 13,7% 86,3% Valle d Aosta 14,9% 85,1% Lombardia 14,1% 85,9% Trentino-Alto Adige 10,8% 89,2% Veneto 12,9% 87,1% Friuli-Venezia Giulia 11,5% 88,5% Liguria 13,6% 86,4% Emilia-Romagna 19,9% 80,1% Toscana 11,8% 88,2% Umbria 13,0% 87,0% Marche 9,6% 90,4% Lazio 6,6% 93,4% Abruzzo 9,8% 90,2% Molise 7,4% 92,6% Campania 4,7% 95,3% Puglia 7,0% 93,0% Basilicata 6,1% 93,9% Calabria 4,7% 95,3% Sicilia 3,6% 96,4% Sardegna 11,4% 88,6% ITALIA 11,0% 89,0% 15 comuni sono commissariati (settembre 2011) Dimensione istituzionale

32 I sindaci eletti nei comuni italiani, 2011 Dimensione istituzionale I sindaci Uomini Donne Comuni commissariati

33 Il personale (dipendenti + dirigenti) delle amministrazioni comunali, 2009 Regione Dipendenti (dipendenti+dirigenti) Donne Uomini % % Abitanti per dipendente Piemonte 63,6% 36,4% 126 Valle d Aosta 57,1% 42,9% 86 Lombardia 63,1% 36,9% 141 Trentino-Alto Adige 56,3% 43,7% 100 Veneto 58,0% 42,0% 160 Friuli-Venezia Giulia 59,7% 40,3% 110 Liguria 54,8% 45,2% 105 Emilia-Romagna 68,7% 31,3% 121 Toscana 55,6% 44,4% 124 Umbria 52,8% 47,2% 135 Marche 50,4% 49,6% 133 Lazio 60,5% 39,5% 123 Abruzzo 43,2% 56,8% 153 Molise 34,9% 65,1% 140 Campania 28,3% 71,7% 133 Puglia 39,2% 60,8% 200 Basilicata 37,2% 62,8% 126 Calabria 32,5% 67,5% 118 Sicilia 46,8% 53,2% 87 Sardegna 43,2% 56,8% 133 ITALIA 52,7% 47,3% 127 Dati riferiti a comuni Dimensione istituzionale

34 Il personale (dipendenti e dirigenti) delle amministrazioni comunali, 2009 Dimensione istituzionale Numero di abitanti per personale (dipendenti+dirigenti) Comune non rilevato Inferiore a e oltre

35 Le aggregazioni istituzionali dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione Unioni di Comuni numero N comuni in UN Comunità Montane numero N comuni in CM Piemonte Valle d Aosta Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITALIA Dimensione istituzionale

36 Le aggregazioni istituzionali dei comuni italiani, 2011 Dimensione istituzionale Tipi di comune Partecipante ad Unione di Comuni Partecipante a Comunità Montane Partecipante ad Unione di Comuni e Comunità Montane

37 Glossario Indice di dipendenza: rapporto tra la popolazione in età non attiva (tra 0-14 anni e con almeno 65 anni) e la popolazione in età attiva (tra i anni), per 100. Indice di invecchiamento: rapporto tra la popolazione con almeno 65 anni ed il totale della popolazione residente, per 100. Indice di vecchiaia: rapporto tra la popolazione con almeno 65 anni e la popolazione di età compresa tra 0-14 anni, per 100. Tasso di mobilità interna: rapporto del saldo di mobilità interna (iscritti meno cancellati per trasferimento di residenza tra comuni italiani) ed il totale della popolazione residente, per Tasso di mobilità esterna: rapporto del saldo di mobilità esterna (iscritti meno cancellati per trasferimento di residenza da e per l estero) ed il totale della popolazione residente, per Tasso di natalità delle imprese: rapporto tra il numero di imprese iscritte ed il numero di imprese attive, per 100. Tasso di mortalità delle imprese: rapporto tra il numero di imprese cessate ed il numero di imprese attive, per 100. Tasso di incremento delle imprese: rapporto tra il saldo delle imprese iscritte e cessate ed il numero di imprese attive, per 100.

38 Fonti bibliografiche Istat, Bilancio demografico e popolazione residente per sesso, 2011 Istat, Popolazione residente per età, sesso e stato civile, 2011 Istat, Iscrizioni e cancellazioni all anagrafe per trasferimento di residenza, 2011 Istat, Bilancio demografico e popolazione residente straniera per sesso e cittadinanza, anni vari Istat, Popolazione residente straniera per età e sesso, 2011 Infocamere, Registro delle imprese, 2011 Banca d Italia, Bollettino Statistico, 2011 Ministero dell Economia e delle Finanze - Dipartimento delle Finanze, Distribuzione per comune del reddito imponibile ai fini dell Addizionale IRPEF, 2011 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, Anagrafe delle scuole statali, 2011 Istat, Capacità degli esercizi ricettivi, 2011 Ministero dell Interno, Anagrafe degli amministratori comunali, 2011 ANCI, Unioni di Comuni, 2011 ANCI, Comunità Montane, 2011 Ministero dell Economia e Finanze, Ragioneria Generale dello Stato, Conto annuale del personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni per l anno 2009

39

40

I Comuni italiani 2015

I Comuni italiani 2015 I Comuni italiani 2015 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati statistici

Dettagli

I Comuni italiani 2016

I Comuni italiani 2016 I Comuni italiani 2016 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi,

Dettagli

I Comuni italiani 2017

I Comuni italiani 2017 I Comuni italiani 2017 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Alessia Brinciotti

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Atlante dei Piccoli Comuni 2015

Atlante dei Piccoli Comuni 2015 Atlante dei Piccoli Comuni 2015 Il volume è stato curato da Massimo La Nave e Paolo Testa dell Area Ricerche, Studi e Banca Dati delle Autonomie di Anci, con la collaborazione di Nicola Di Carlo. I dati

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013)

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013) Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Redditi Irpef e nel 2014 (anno d imposta 2013) SINTESI Redditi Irpef e nel 2014 La seguente presentazione offre una

Dettagli

Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013

Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013 Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013 Competitività, internazionalizzazione e turismo: la Puglia nel contesto globale Laura Leoni Istat Direzione

Dettagli

I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane

I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane I flussi turistici internazionali nelle strutture ricettive italiane L andamento congiunturale e l attrattività delle regioni Mauro Politi Francesca Petrei ISTAT - Direzione Centrale delle Statistiche

Dettagli

L Identikit dell immigrato cinese

L Identikit dell immigrato cinese Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Identikit dell immigrato cinese Profilo Demografico Occupazione Imprenditoria Aspetti economici Dicembre 2013 La popolazione cinese in Italia e le sue

Dettagli

La dinamica demografica

La dinamica demografica 0 La dinamica demografica I Piccoli Comuni sono stati storicamente caratterizzati da un esodo lento e continuo di popolazione. A partire dal secondo dopoguerra il lento processo delle migrazioni interne

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Unioni di Comuni: i numeri principali 11/09/2017 Giorgia Marinuzzi Gestioni associate: da facoltative a obbligatorie Dal 1990 (L. 142/1990)

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può

La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può causare l impoverimento del territorio. PARTE PRIMA RAPPORTO

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

SEDE CENTRALE. SENATO DELLA REPUBBLICA 10ª Commissione Industria, Commercio, Turismo. Esame A. G. 327

SEDE CENTRALE. SENATO DELLA REPUBBLICA 10ª Commissione Industria, Commercio, Turismo. Esame A. G. 327 SENATO DELLA REPUBBLICA 10ª Commissione Industria, Commercio, Turismo Esame A. G. 327 Audizione del Dr. Matteo Marzotto Presidente dell (15 marzo 2011) APPENDICE L INDUSTRIA TURISTICA ITALIANA ED IL CONTESTO

Dettagli

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano APPROFONDIMENTI 2017 DICHIARAZIONE DEI REDDITI AI FINI IRPEF anno 2015 per IMPORTI, TIPOLOGIA DI CONTRIBUENTI E TERRITORI e ANALISI IRAP (4 edizione) Prof. Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche

Dettagli

Emanuele Felice Perché il Sud è rimasto indietro, Il Mulino, Appendice statistica

Emanuele Felice Perché il Sud è rimasto indietro, Il Mulino, Appendice statistica Emanuele Felice Perché il Sud è rimasto indietro, Il Mulino, 2013 Appendice statistica tab. A.1. il pil per abitante delle regioni italiane, 1871-2009 (italia = 100) 1871 1891 1911 1931 1938 1951 1961

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Offerta E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte)

Offerta E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte) A) B) E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte) AMBITO TARIFFARIO: NORD OCCIDENTALE (Valle d'aosta, Piemonte, Liguria) 120 116,76 123,81-7,05-5,69% 480 254,33

Dettagli

GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI?

GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI? Città di Lissone Provincia di Monza e della Brianza GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI? Indagine statistica su un fenomeno emergente IMMIGRAZIONE IN ITALIA Al 1 gennaio 2010 sono presenti

Dettagli

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza.

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. Bologna, Quartiere fieristico, 21-24 Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. > 1) Documentazione (sito esterno) >>> Exposanità, 29 aprile 2014, > Comunicati stampa 1 / 33 In

Dettagli

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 Il divario Nord-Sud di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 IL DIVARIO DI REDDITO Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 PIL pro capite nelle

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Capitolo 2. Popolazione

Capitolo 2. Popolazione Capitolo 2 Popolazione 2. Popolazione Dinamica della popolazione residente Al 31 dicembre 2012 la popolazione residente in Italia è pari a 59.685.227 unità; rispetto al 1 gennaio 2012 - anno in cui la

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

I Comuni dell Umbria 2017

I Comuni dell Umbria 2017 I Comuni dell Umbria 2017 A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 22 al 211. Glossario: Arrivi: il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati

Dettagli

Unità Carattere Modalità

Unità Carattere Modalità Unità Carattere Modalità Unità statistica: unità elementare del collettivo oggetto di studio Carattere: è ogni aspetto del fenomeno oggetto di studio osservabile su un insieme di unità statistiche Modalità:

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE Luca Romano Direttore di Local Area Network Martedi 8 Aprile 2014 Auditorium del Lavoro ROMA L INVECCHIAMENTO DEMOGRAFICO 1/6 65 ANNI E PIU' TOTALE ANDAMENTO

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2016 Anno 2015 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2015 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

Statistica Economica Capitolo 2

Statistica Economica Capitolo 2 Statistica Economica Capitolo 2 Prof. Alessandra Michelangeli a.a. 2013-2014 Argomenti della seconda settimana di lezioni Distribuzione di un carattere e sua rappresentazione grafica Distribuzioni unitarie

Dettagli

La popolazione del Friuli Venezia Giulia: previsioni 2008-2050

La popolazione del Friuli Venezia Giulia: previsioni 2008-2050 La popolazione del Friuli Venezia Giulia: previsioni 2008-2050 Servizio statistica luglio 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34100 Trieste telefono:

Dettagli

Scuola dell'infanzia. Scuola Primaria. Posti. Regione

Scuola dell'infanzia. Scuola Primaria. Posti. Regione Scuola dell'infanzia Abruzzo 30 Basilicata 37 Calabria 144 Campania 278 Emilia Romagna 54 Lazio 118 Liguria 16 Lombardia 88 Marche 35 Molise 11 Piemonte 47 Puglia 136 Sardegna 48 Sicilia 246 Toscana 82

Dettagli

L avvocatura italiana: Alcuni dati statistici al 2013

L avvocatura italiana: Alcuni dati statistici al 2013 L avvocatura italiana: Alcuni dati statistici al 2013 1 La dinamica evolutiva del numero degli avvocati e confronto con popolazione italiana Distribuzione territoriale degli avvocati I nuovi ingressi alla

Dettagli

Atlante dei Piccoli Comuni 2013

Atlante dei Piccoli Comuni 2013 Atlante dei Piccoli Comuni 2013 Il rapporto è stato realizzato dal Centro Documentazione e Studi Comuni Italiani ANCI-IFEL A cura di Walter Tortorella e Giorgia Marinuzzi Gli apparati statistici sono stati

Dettagli

Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010

Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010 Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010 1. Il divario di reddito 2. Produttività e occupazione 3. Le determinanti 4. Le politiche 1.

Dettagli

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011 Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie Roma, 8 giugno 2011 Agenda 1. Campione esaminato 2. Classificazione delle domande 3. Analisi territoriale 2 Classificazione delle banche Enti

Dettagli

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil MANOVRA ECONOMICA: SE TUTTE LE REGIONI ALLE PRESE CON L EXTRADEFICIT SANITARIO AUMENTASSERO L IRPEF REGIONALE POSSIBILI AUMENTI MEDI DEL 47,4% (221

Dettagli

ABRUZZO ITALIA

ABRUZZO ITALIA DATI STATISTICI 1 POPOLAZIONE RESIDENTE (dati ISTAT 2015) Popolazione 0-14 anni 15-29 anni 30-64 anni > 65 anni ABRUZZO: 1.331.574 ab. 170.929 203.652 655.902 301.091 L Aquila: 304.884 ab. 37.056 46.694

Dettagli

Provincia di Mantova. Osservatorio Provinciale del Turismo. Mantova, 5 giugno 2014

Provincia di Mantova. Osservatorio Provinciale del Turismo. Mantova, 5 giugno 2014 Provincia di Mantova Osservatorio Provinciale del Turismo Mantova, 5 giugno 214 Movimenti Turistici in provincia di Mantova Anno 213 Italiani Stranieri Totale valore var% 13/12 valore var% 13/12 valore

Dettagli

Scuola dell'infanzia Regione

Scuola dell'infanzia Regione Scuola dell'infanzia Abruzzo 30 Basilicata 37 Calabria 144 Campania 278 Emilia Romagna 54 Lazio 118 Liguria 16 Lombardia 88 Marche 35 Molise 11 Piemonte 47 Puglia 136 Sardegna 48 Sicilia 246 Toscana 82

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro

Rilevazione sulle forze di lavoro 28 aprile 2010 Rilevazione sulle forze di lavoro Media 2009 Sul sito www.istat.it sono da oggi disponibili i dati della media 2009 della rilevazione sulle forze di lavoro. In questa statistica in breve

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE 1 Condannati definitivi Per di e per Durata della Pena Residua Situazione al 13/05/2010 Fino a 1 anno Da 1 a 2 Durata della pena residua Da 2 a 3 Da 3 a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 20 Da 20 in poi Ergastolo Totale

Dettagli

LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI

LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI Roma 4 novembre 2009 Fabio Pammolli OBIETTIVI E METODOLOGIA < LA SPESA PRO-CAPITE LE VARIABILI ESPLICATIVE GLI SCOSTAMENTI

Dettagli

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. Coordinamento editoriale: Alloggio Ristorazione Degustazione Altre Attività

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. Coordinamento editoriale: Alloggio Ristorazione Degustazione Altre Attività Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE Numero 5 - Novembre 2008 (Estratto dal Comunicato Stampa di Istat sulle Agrituristiche del 26 novembre 08) LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA L Istat

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

Provincia di Monza e della Brianza

Provincia di Monza e della Brianza Provincia di Monza e della Brianza Comune di Lissone Via Gramsci Città di Lissone Comune di Lissone Sala Consiliare Città di Lissone Piazza IV Novembre Città di Lissone Biblioteca Civica Piazza IV Novembre

Dettagli

I Comuni della Campania: economia, finanza e società

I Comuni della Campania: economia, finanza e società I Comuni della Campania: economia, finanza e società Caratteristiche istituzionali, territoriali e socio-economiche dei comuni della Campania 12/07/2017 Giorgia Marinuzzi Numerosità dei comuni e popolazione

Dettagli

Osservatorio sul Sommerso. Terzo Rapporto su Economia Sommersa e Lavoro non Regolare in Calabria

Osservatorio sul Sommerso. Terzo Rapporto su Economia Sommersa e Lavoro non Regolare in Calabria Osservatorio sul Sommerso Terzo Rapporto su Economia Sommersa e Lavoro non Regolare in Calabria Il Rapporto è: Un analisi multidimensionale del sommerso calabrese Nuovo approccio teorico al sommerso Risorsa

Dettagli

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * *

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * * IL SETTORE TERMALE Caratteristiche strutturali e performance * * * Federterme Rimini, 12 maggio 2011 Numero delle imprese termali per aree geografiche al 31/12/2010 378 Imprese 259 Società di capitali

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

Il censimento della popolazione straniera

Il censimento della popolazione straniera 19 dicembre 2012 Il censimento della popolazione straniera Nel corso dell ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata: da poco più di 1 milione e 300 mila persone nel 2001

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA FRANE E ALLUVIONI: SEI MILIONI DI PERSONE A RISCHIO Emilia Romagna, Campania e Lombardia tra le regioni più esposte ausa del consapevolezza nella società

Dettagli

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno Tabella 5.39 - Estensione delle categorie inventariali del Bosco, ripartite per appartenenza a parchi naturali Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo Totale

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 MARZO 2014 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione

Dettagli

Immigrazione e dispersione scolastica. Firenze, 2 marzo 2017

Immigrazione e dispersione scolastica. Firenze, 2 marzo 2017 Immigrazione e dispersione scolastica Firenze, 2 marzo 2017 Indice 1. Gli alunni stranieri nel circuito scolastico italiano 2. La dispersione scolastica degli alunni stranieri 1.1 Gli alunni stranieri

Dettagli

Copyright 2012 by Maggioli S.p.A.

Copyright 2012 by Maggioli S.p.A. Copyright 2012 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2000 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) Via del Carpino, 8 Tel. 0541/628111

Dettagli

ALFID. Associazione Laica Famiglie in Difficoltà

ALFID. Associazione Laica Famiglie in Difficoltà ALFID Associazione Laica Famiglie in Difficoltà Separazione e Divorzio: alcuni dati a confronto sui principali recenti cambiamenti in Provincia di Trento e nel resto d Italia a cura di Marco Brusegan Il

Dettagli

A CONFRONTO. La Valle d Aosta. Valutazione della crescita in Valle d Aosta nel periodo con la cartografia socioeconomica NMK SER IST PRIV

A CONFRONTO. La Valle d Aosta. Valutazione della crescita in Valle d Aosta nel periodo con la cartografia socioeconomica NMK SER IST PRIV La Valle d Aosta A FRONTO AGR IND COSTR MK NMK FAM PUB VA IST PRIV PA K RDE AGR 39,0 67,8 0,3 4,3 0,2 31,5 4,9 3,7 0,2 151,8 IND 13,9 787,4 82,3 100,1 7,4 180,3 46,9 21,4 788,6 2.028,3 COSTR 0,0 3,9 0,2

Dettagli

Dossier prezzi carburanti

Dossier prezzi carburanti Dossier prezzi carburanti Rilevazione dei prezzi praticati alla pompa Il 19/02/2015 Elaborazioni Staffetta Quotidiana su dati dell'osservatorio prezzi carburanti del ministero dello Sviluppo economico

Dettagli

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio LA STRUTTURA E IL CONTROLLO DEI BILANCI NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO Maria Flavia Ambrosanio Università Cattolica del Sacro Cuore - Milano,

Dettagli

Le regioni a confronto

Le regioni a confronto Il racconto, il confronto 2003 Il all apertura del nuovo millennio: struttura dinamica struttura e dinamica 2003 Il all apertura del nuovo millennio: benchmarking europeo struttura benchmarking e dinamica

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2 al 29. Glossario: Arrivi: secondo la definizione dell ISTAT è il numero di clienti,

Dettagli

ABRUZZO PIL. Export (milioni di euro) 6.931,0 Export (var. % ) 2,9 Quota % delle esportazioni verso l'ue 28 (2014) 74,5

ABRUZZO PIL. Export (milioni di euro) 6.931,0 Export (var. % ) 2,9 Quota % delle esportazioni verso l'ue 28 (2014) 74,5 ABRUZZO Pil 2014 (var. % rispetto all'anno precedente su valori concatenati, anno di rif. 2010) -1,7 PIL 2014 (in milioni di euro correnti) 30.567,5 PIL pro capite (euro correnti) 22.927 PIL pro capite

Dettagli

ARRIVI E PRESENZE IN STRUTTURE RICETTIVE E RICREATIVE REGIONALI Anno 2016 Gennaio - Settembre 2016

ARRIVI E PRESENZE IN STRUTTURE RICETTIVE E RICREATIVE REGIONALI Anno 2016 Gennaio - Settembre 2016 ARRIVI E PRESENZE IN STRUTTURE RICETTIVE E RICREATIVE REGIONALI Anno 2016 Gennaio - Settembre 2016 SERGIO BOLZONELLO Vice Presidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Assessore alle Attività produttive,

Dettagli

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi 4. I figli nelle separazioni e nei divorzi Fonte: ISTAT Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1993. Edizione 1995 121 Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1994. Edizione 1996 Matrimoni, separazioni

Dettagli

Il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse. Nona Relazione Semestrale

Il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse. Nona Relazione Semestrale Il Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse Nona Relazione Semestrale Persone italiane e straniere scomparse in Italia e all estero e ancora da ricercare ITALIANI FASCE DI ETA' SCOMPARSI

Dettagli

Unità Carattere Modalità

Unità Carattere Modalità Unità Carattere Modalità Unità statistica: unità elementare del collettivo oggetto di studio Carattere: è ogni aspetto del fenomeno oggetto di studio osservabile su un insieme di unità statistiche Modalità:

Dettagli

I cittadini stranieri nell Italia delle regioni

I cittadini stranieri nell Italia delle regioni Gerardo Massimi già ordinario di Geografia Economica presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell Università G. d Annunzio di Chieti-Pescara (sede di Pescara) I cittadini stranieri nell Italia

Dettagli

Per Regione e posizione giuridica

Per Regione e posizione giuridica Elaborazione del Centro Studi di Ristretti Orizzonti su dati del Ministero della Giustizia - Dap Per nazionalità e posizione giuridica Imputati Condannati Internati Da impostare Totale Itaniani 17.481

Dettagli

Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento Rilevazioni integrative a.s

Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento Rilevazioni integrative a.s Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione

Dettagli

La crisi la pagheranno i bambini?

La crisi la pagheranno i bambini? La crisi la pagheranno i bambini? L impatto della crisi economica sui bambini e gli adolescenti che vivono in Italia Secondo Seminario di Studio Una riflessione sugli indicatori disponibili: evidenze,

Dettagli

Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia

Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia DATI GENERALI Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia Grafico 1 500 450 400 350 300 250 200 150 Numeri indice (base 1963=100) Consumo interno lordo di energia elettrica Consumo interno lordo

Dettagli

Comunicati Stampa Estate 2004

Comunicati Stampa Estate 2004 Comunicati Stampa Estate 2004 Boom di agriturismo, villaggi vacanza e ristoranti Roma Venerdì 13 Agosto 2004 1 Agosto 2004 L offerta turistica segue l italian style La ricettività turistica si amplia e

Dettagli

La lettura di libri in Italia

La lettura di libri in Italia 12 maggio 2010 La lettura di in Italia Anno 2009 L indagine Aspetti della vita quotidiana rileva ogni anno informazioni sulla lettura di nel tempo libero, sul profilo dei lettori e sulla dotazione delle

Dettagli

Il peso del turismo nell economia umbra

Il peso del turismo nell economia umbra Il peso del turismo nell economia umbra Eleonora D Urzo AUR Stefano Rosignoli IRPET Misurazione del peso del turismo Crisi Economica Nuovi sentieri di sviluppo economico Turismo come risorsa per lo sviluppo

Dettagli

L AGRITURISMO IN FRIULI VENEZIA GIULIA AL

L AGRITURISMO IN FRIULI VENEZIA GIULIA AL Notiziario ERSA 3-4/2006 Statistica/Contabilità Gianluca Dominutti Servizio Statistica Regione Friuli Venezia Giulia L AGRITURISMO IN FRIULI VENEZIA GIULIA AL 31.12.2005 L Istat, di intesa con le Regioni

Dettagli

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014 La popolazione toscana al 1 gennaio 2013 marzo 2014 Il contesto nazionale La popolazione residente in Italia nell ultimo decennio è cresciuta sensibilmente. Complessivamente la variazione è stata pari

Dettagli

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso BOOK 2014 DELLA MEDIAZIONE E DEL CONTENZIOSO (IMPOSTE SUI REDDITI, IVA, IRAP, IMPOSTA DI REGISTRO ED ALTRI TRIBUTI INDIRETTI) FLUSSO ISTANZE DI MEDIAZIONE - Settore entrate Periodo di riferimento: 2013-2014

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO ANNO - NUMERO 1 AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 TIPO DI ESERCIZIO NAZIONALITA' ARRIVI % PRESENZE % PERMANENZA ITALIANI 92.577 63,8% 224.445 59,4% 2,4 ALBERGHIERO * STRANIERI 52.537 36,2% 153.186

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati I dati del 5 report settimanale Il primo maggio 2014 è partita ufficialmente la Garanzia Giovani.

Dettagli

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 In calo la spesa farmaceutica convenzionata in tutte le Regioni italiane, le maggiori riduzioni si registrano

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 MARZO 2016 Ministero della Giustizia Dipartimento della Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione

Dettagli

Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 127

Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 127 Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica 127 8. Turismo L'analisi delle strutture ricettive e del loro utilizzo evidenzia che nel 2008 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi

Dettagli

La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione

La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione Il concorso La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione NOTA: I candidati possono partecipare anche per più

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017 La situazione in Veneto Nel 2015 i reati di truffa, rapina e furto hanno interessato 276.287 vittime di 66 anni e oltre, di cui

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2011 al dicembre 2011 - PARCO TICINO LOMBARDO (13 comuni della prov di Varese) La consistenza è riferita

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 014 al dicembre 014 - LAGO CERESIO La consistenza è riferita al mese di dicembre 014 Alberghi 5 stelle e

Dettagli

L'agriturismo in FVG al

L'agriturismo in FVG al centro stam L'agriturismo in FVG al 31.12.2009 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze, patrimonio e programmazione

Dettagli

VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA

VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA Mattone Misura dell appropriatezza GdLA 26 Settembre 2006 VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA QUESITI DELLA RICERCA Qual è stato l impatto

Dettagli

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario... 3 Mercato immobiliare residenziale...

Dettagli

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 27/07/2017. Artigianato e turismo in Sicilia

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 27/07/2017. Artigianato e turismo in Sicilia Sicilia Campania Toscana Marche Calabria Lazio Sardegna Puglia Basilicata Molise Abruzzo Umbria Liguria Emilia-Romagna Veneto Lombardia Friuli-Venezia Giulia Trentino-Alto Adige Piemonte Valle d'aosta

Dettagli

IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA

IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA A seguito delle difficoltà in cui versano molte banche italiane, nell ultimo anno (maggio 2016 sullo stesso mese del 2015) gli impieghi bancari

Dettagli

Verifica programma autosufficienza 2015

Verifica programma autosufficienza 2015 Verifica programma autosufficienza 2015 Consultazione plenaria 3 giugno 2015 Giuliano Grazzini Centro Nazionale Sangue Verifica programmazione della produzione e consumo dei globuli rossi anno 2014 Programmazione

Dettagli