DIRETTIVE E PROCEDURE ACN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIRETTIVE E PROCEDURE ACN"

Transcript

1 DIRETTIVE E PROCEDURE ACN In vigore dal 1º agosto 2015

2 SOMMARIO INTRODUZIONE... 4 ARTICOLO I. DEFINIZIONI... 5 ARTICOLO II. AVVIO E GESTIONE DELL'ATTIVITÀ ACN... 7 II.1. Collaborazione con ACN... 7 II.2. Diventare un Imprenditore Indipendente... 7 II.2.1. Requisiti per tutti gli Imprenditori Indipendenti... 7 II.2.2. Informazioni... 7 II.2.3. Nomi delle Attività ACN; assegnazione del Numero d'identificazione... 7 II.2.4. Ulteriori requisiti per gli Enti commerciali autorizzati... 8 II Requisiti per gli Enti incorporati... 8 II Requisiti per le partnership commerciali... 8 II Trasferimento di proprietà e scioglimento degli ECA... 9 II.2.5. Altri contatti e Contatti autorizzati... 9 II.3. Coniugi/partner aventi la qualifica di Imprenditore... 9 II.4. Responsabilità per spese II.5. Rinnovo dell'attività ACN II.6. Cessazione dell'attività ACN II.7. Ripristino di un'attività ACN decaduta II.8. Cessione di un'attività ACN II.9. Morte o incapacità dell'imprenditore Indipendente II.10. Posizioni ACN multiple e Regola del 100% ARTICOLO III. OBBLIGHI DELL'IMPRENDITORE INDIPENDENTE III.1. Condotta etica e rispetto della legge III.1.1. Obblighi generali III.1.2. Rispetto di leggi e norme III.1.3. Aspetti fiscali III.1.4. Esercizio dell'attività al di fuori del Paese di appartenenza III.2. Promozione e vendita dei Servizi, dei Prodotti e dell'opportunità ACN III.2.1. Informazioni di carattere generale III.2.2. Promozione dei Servizi ACN III Compilazione e invio dei Contratti Cliente III Accettazione del cliente e data di decorrenza dei Contratti Clienti III.2.3. Vendita di Prodotti ACN III Informazioni di carattere generale III Acquisto di prodotti da parte degli Imprenditori III Acquisto di prodotti da parte di Clienti non Imprenditori III Acquisti online III Vendita diretta ai Clienti III.3. Pratiche non ammesse III.3.1. Fornitura di informazioni o Contratti clienti ingannevoli III.3.2. Vendita e promozione rivolte a clienti vulnerabili e ad alto rischio III.3.3. Sostituzione del fornitore del cliente senza consenso ("slamming") III.3.4. Acquisizione personale dei clienti e "stacking" III.3.5. Tariffe, termini e condizioni dei Servizi ACN III.3.6. Contatti con i Partner commerciali ACN ARTICOLO IV. MARKETING E PUBBLICITÀ IV.1. Filosofia aziendale sul marketing IV.2. Impiego di identità e Proprietà intellettuale di ACN IV.3. Promozione di Servizi, Prodotti e Opportunità ACN IV.4. Sviluppo e utilizzo dei materiali di marketing IV.5. Affermazioni su introiti e guadagni IV.6. Garanzie sugli sconti o sulle tariffe Pagina 2

3 IV.7. Affermazioni sui prodotti IV.7.1. Generazione di affermazioni IV.7.2. Affermazioni non ammesse IV.7.3. Affermazioni obbligatorie per i prodotti nutrizionali ACN IV.8. Siti Web e social media IV.9. Concorsi e incentivi IV.10. Interviste e presenza sui media IV.11. Utilizzo della propria Attività ACN per raccolta fondi IV.12. Co-branding e Co-marketing IV.13. Eventi di marketing ARTICOLO V. COSTITUZIONE DI UNA RETE DI VENDITA V.1. Presentazione dell'opportunità ACN V.2. Invio del Contratto di Imprenditore Indipendente V.3. Acquisti di prodotti e servizi ACN da parte dei nuovi Imprenditori V.4. Cambio di Sponsor V.5. Divieto di reclutamento trasversale V.6. Divieto di sollecito V.7. Formazione e supervisione ARTICOLO VI. PIANO PROVVISIONALE DI ACN VI.1. Descrizione generale VI.2. Definizioni VI.3. Presentazione del Nuovo piano provvisionale e transizione VI.4. Diritto a provvigioni e livelli per avanzamento VI.5. Conseguimento delle provvigioni VI.5.1. Bonus vendita VI.5.2. Provvigioni VI.5.4. Ulteriori bonus VI.6. Addebiti amministrativi VI.7. Riduzione e recupero delle provvigioni VI.8. Fatture ed estratti conto ARTICOLO VII. INDAGINI E AZIONI DISCIPLINARI DI CONFORMITÀ VII.1. Violazioni e indagini di conformità VII.2. Azione disciplinare VII.2.1. Sospensione VII.2.2. Risoluzione del contratto VII.3. Responsabilità della upline VII.4. Collaborazione con le forze dell'ordine VII.5. Controversie fra Imprenditori ARTICOLO VIII. TUTELA DEI DATI PERSONALI E DELLE INFORMAZIONI RISERVATE RIEPILOGO DIRETTIVE E PROCEDURE ACN INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI - ITALIA Pagina 3

4 INTRODUZIONE Benvenuto ad ACN. Congratulazioni per il tuo ingresso in ACN in qualità di Imprenditore Indipendente. Stai per cominciare un'avventura eccezionale con ACN. Speriamo di stabilire una collaborazione duratura. Negli oltre 20 anni di attività, ACN è diventato il principale rivenditore diretto mondiale di telecomunicazioni e altri servizi di base per abitazioni e piccole imprese. Grazie a filiali presenti in 24 Paesi di 4 continenti, ACN offre una gamma di servizi di uso quotidiano innovativi e dai prezzi competitivi. Nel settembre 2013, ACN ha lanciato una propria linea di prodotti alimentari sotto il marchio Benevita, offrendo nuove opportunità commerciali ai propri Imprenditori Indipendenti. L'introduzione della linea di prodotti Aluminé per la cura personale, risalente al marzo 2015, è in linea con la continua trasformazione di ACN in azienda di marketing con rete unica che offre a Imprenditori Indipendenti e Clienti l'accesso a una gamma di servizi e prodotti in grado di migliorare la vita quotidiana. Il presente manuale "Direttive e procedure di ACN" fornisce indicazioni importanti per avviare e gestire l'attività ACN e informazioni utili su pratiche e procedure da seguire per la promozione di Servizi, Prodotti e Opportunità ACN, in modo da espandere il business di ACN nel rispetto dell'etica e della legalità. Le presenti Direttive e procedure compongono il contratto con ACN e devono essere lette insieme alla richiesta e al contratto di Imprenditore Indipendente e al Piano provvigionale riferito al proprio Paese di appartenenza. Le presenti Direttive e procedure contengono inoltre informazioni specifiche per il Paese, che integrano i termini e le condizioni standard applicabili alla propria Attività ACN. In caso di differenze fra i termini standard e le norme supplementari, prevarranno queste ultime. ACN si riserva il diritto di annullare o variare l'applicazione delle presenti Direttive e procedure a sua discrezione, in base alla sua valutazione aziendale. In caso di domande relative alle presenti Direttive e procedure, contattare l'ufficio virtuale di ACN all'indirizzo oppure rivolgersi all'assistenza Imprenditori ACN. Pagina 4

5 Articolo I. Definizioni Nelle presenti Direttive e procedure, le parole in maiuscolo vanno intese secondo il significato indicato di seguito. Le parole in maiuscolo non disciplinate dal presente Articolo 1 vanno intese con il significato indicato nel Contratto di Imprenditore Indipendente (il "Contratto), nel Piano provvigionale o nel testo delle Direttive e procedure. "ACN" o "noi" indicano l'azienda ACN a cui appartieni in base al Contratto, nonché qualsiasi altro membro del gruppo di aziende di ACN. Attività ACN o Posizione indica l'attività degli Imprenditori Indipendenti di ACN. Per "Prodotti ACN" si intendono prodotti di cura personale e alimentari offerti ai Clienti da ACN o da un Imprenditore Indipendente. I "Servizi ACN" vanno intesi come servizi di telecomunicazione, energia, sicurezza domestica o di altro tipo offerto ai Clienti da ACN o dai relativi Partner commerciali. Le "Condizioni di vendita di Benevita" indicano i termini e le condizioni applicabili all'acquisto di Prodotti ACN disponibili sul sito Web di Benevita. Il termine sito Web Benevita indica l'indirizzo o altri siti per la vendita di prodotti alimentari o di cura personale ACN. È possibile accedere al sito Web di Benevita direttamente o attraverso il Negozio online dell'imprenditore Indipendente. "Cliente" indica la persona che acquista Servizi o Prodotti ACN. Gli Imprenditori Indipendenti sono considerati Clienti quando acquistano Servizi o Prodotti ACN. "Contratto Cliente" indica un accordo fra un Cliente e ACN o un Partner commerciale ACN per l'acquisto di Servizi o Prodotti ACN. In base alle presenti Direttive e procedure, le vendite di Prodotti ACN da parte di un Imprenditore Indipendente a un Cliente non sono considerate Contratti Cliente. "DSA" è l'acronimo di Direct Selling Association, associazioni di distribuzione che operano nel settore della vendita diretta. Il termine "Codice DSA" indica un codice di condotta applicato alle DSA contenente la disciplina della vendita diretta, vincolante per ACN e Imprenditori Indipendenti. Per "Downline" si intende (a) tutti gli Imprenditori di cui si è direttamente sponsor (b) tutti gli altri Imprenditori sponsorizzati da tali soggetti. Nel loro complesso, gli Imprenditori formano la rete di vendita ACN. Per "Upline" si intende (a) il proprio sponsor (b) tutti gli altri Imprenditori in posizione gerarchica superiore al proprio sponsor nella stessa rete di vendita ACN. "Quota d'iscrizione" indica il pagamento a incidenza unica per l'avvio di un'attività ACN, che garantisce al nuovo Imprenditore il diritto alla promozione di Servizi, Prodotti e Opportunità ACN. "Canone di rinnovo" indica la quota pagata da un Imprenditore già operante per il rinnovo dell'attività ACN. Per "Paese di appartenenza" si intende il Paese in cui l'attività ACN è avviata originariamente. "Imprenditore Indipendente" o "Imprenditore" indicano una persona, un soggetto o un ente commerciale autorizzato che ha avviato un Attività ACN. Per "Soggetto" si intende una persona fisica, mentre per "Ente commerciale autorizzato" (o "ECA") una persona giuridica, come ad esempio un'azienda o una collaborazione. In precedenza, gli Imprenditori erano noti come Rappresentanti Indipendenti (o RI ). I termini Imprenditore Indipendente e Rappresentante Indipendente hanno lo stesso significato per i fini delle presenti Direttive e procedure e tutti i documenti e le comunicazioni di ACN. Un Imprenditore che entra in ACN come individuo entra nel regime di Incaricato di Vendita in conformità all'articolo 19 del Decreto Legge N. 114/1998. Un Imprenditore che entra in ACN come ECA entra come Distributore. Regimi diversi, in termini legali e di regimi fiscali, si applicano a Incaricati di Vendita e Distributori. Le presenti Direttive e procedure interessano tali differenze. Partner indica una persona in regime di unione civile o di partnership domestica registrata con un Imprenditore e agisce allo stesso modo di un coniuge a fini legali, fiscali e di altra natura. Ai fini delle presenti Pagina 5

6 Direttive e procedure, un Partner è l'equivalente di un coniuge. Per essere considerato un Partner, la relazione fra l'imprenditore e il Partner deve essere registrata presso l'autorità governativa pertinente nel Paese di appartenenza dell'imprenditore. Se il Paese di appartenenza dell'imprenditore non permette la registrazione di tali relazioni all'esterno del matrimonio, l'imprenditore dovrà contattare l'assistenza Imprenditori di ACN per determinare quali opzioni possano essere disponibili. Per "Negozio online" si intende il sito Web personale dell'imprenditore, gestito e messo a disposizione da ACN. Per Sponsor si intende l'imprenditore Indipendente di ACN sotto il cui Numero d'identificazione un nuovo Imprenditore è registrato nel database Imprenditori di ACN. Questa può essere la persona che ha introdotto il nuovo Imprenditore in ACN, oppure un altro Imprenditore a cui il nuovo Imprenditore è assegnato in seguito. Pagina 6

7 Articolo II. Avvio e gestione dell'attività ACN II.1. Collaborazione con ACN L'Imprenditore Indipendente di ACN è un professionista autonomo e non un dipendente. Un Imprenditore non viene considerato dipendente, partner, agente o legale rappresentante di ACN. Egli è libero di scegliere mezzi, metodi e modalità di lavoro, orari e luoghi di lavoro in osservanza degli obblighi previsti dal Contratto di Imprenditore Indipendente e dalle presenti Direttive e procedure. Egli non può dichiarare, agire o presentarsi come dipendente di ACN e dichiarare, promettere o far intendere a un potenziale Imprenditore di diventare un dipendente ACN. In alcuni Paesi, ACN è obbligata a trattenere imposte o contributi sociali dalle somme dovute agli Imprenditori e versarle alle autorità governative o a beneficio degli Imprenditori. La circostanza secondo la quale ACN è tenuta a trattenere o pagare tali imposte o contributi sociali non implica la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato. II.2. Diventare un Imprenditore Indipendente II.2.1. Requisiti per tutti gli Imprenditori Indipendenti È possibile diventare un Imprenditore come Soggetto o Ente commerciale autorizzato secondo una determinata procedura. Per diventare un Imprenditore, (1) compilare la Richiesta e il Contratto di Imprenditore Indipendente reperibili all'indirizzo (2) versare la Quota d'iscrizione (3) fornire eventuali informazioni e documentazione aggiuntiva richiesta da ACN. Un singolo Imprenditore può entrare in ACN solo come Incaricato di Vendita e un ECA può entrare solo come Distributore. Il Contratto deve essere inviato dal soggetto che richiede di diventare Imprenditore. In merito agli ECA, il Contratto deve essere inviato dal soggetto che dispone dell'autorità per controllare le attività dell'eca (definito "Contatto primario"). Un singolo Imprenditore deve essere maggiorenne e residente legale del Paese di appartenenza e deve disporre della facoltà di esercitare la libera professione nel proprio Paese di appartenenza. Gli ECA devono essere costituiti legalmente nel Paese in cui è costituita l'attività ACN e deve esistere al momento dell'invio del Contratto. Per Data di decorrenza dell'attività ACN si intende la data in cui la richiesta viene accettata da ACN e viene inviata la susseguente notifica. Nel caso in cui la Richiesta sia incompleta o inesatta, l'attività ACN sarà sospesa fino alla ricezione da parte di ACN delle informazioni e della documentazione richieste. II.2.2. Informazioni I potenziali Imprenditori devono verificare che tutte le informazioni inviate ad ACN in relazione al proprio Contratto siano complete ed esatte. Le informazioni incomplete o errate possono comportare il rifiuto o la sospensione del Contratto fino all'invio di informazioni complete. L'Imprenditore è tenuto ad aggiornare le informazioni relative all'attività di Attività ACN fornite ad ACN, notificando tempestivamente eventuali modifiche alle informazioni di nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo o conto corrente. È possibile notificare la maggior parte delle modifiche mediante l'ufficio virtuale. II.2.3. Nomi delle Attività ACN; assegnazione del Numero d'identificazione I Soggetti svolgono l'attività ACN per conto proprio. Il nome dell'attività ACN degli ECA deve riflettere la Documentazione aziendale. ACN si riserva il diritto di rifiutare un nome relativo all'attività ACN per qualsiasi motivo. Una volta divenuto Imprenditore Indipendente, ti sarà assegnato un numero univoco, definito "Numero d'identificazione", che identifica l'attività ACN. È consigliabile chiedere ai Clienti di inserire il tuo Numero d'identificazione su tutti i Contratti Cliente, e anche su Richieste e Contratti di Imprenditore Indipendente di Pagina 7

8 cui sei Sponsor. Il mancato inserimento del tuo Numero d'identificazione potrebbe comportare l'impossibilità di ricevere crediti per gli acquisti dei Clienti, o il mancato inserimento degli Imprenditori nella tua rete di vendita. II.2.4. Ulteriori requisiti per gli Enti commerciali autorizzati Un Imprenditore potrebbe eseguire l'attività ACN fondando un Ente commerciale autorizzato. La natura degli ECA varia in base al Paese. Di solito, ACN consente a partnership commerciali, ditte individuali e società a responsabilità limitata di diventare Imprenditore. Le società pubbliche o quotate, le aziende o società incorporate e le organizzazioni no profit non possono diventare Imprenditore. ACN, a propria esclusiva discrezione, specifica gli enti legali che possono diventare Imprenditore. Si vedano le Informazioni supplementari alla fine delle presenti Direttive e procedure per maggiori informazioni sul proprio Paese. Gli Enti commerciali autorizzati devono rispettare l'articolo II.2.1 e gli ulteriori requisiti qui enucleati. Un Imprenditore che ricopre una Posizione ACN e modifica il proprio stato da Soggetto a ECA deve rispettare gli obblighi aggiuntivi al momento del passaggio di stato. Una Posizione ACN nuova o convertita sarà sospesa fino al rispetto di tali requisiti. Se l'attività ACN è gestita da un ente legale non classificato come ECA, ACN potrebbe richiederne trasferimento a un ECA, sospensione o cessazione. Gli ECA, i relativi azionisti, titolari effettivi, amministratori e partner devono attenersi alla disciplina della Posizione multipla e alla Regola del 100%, come indicato all'articolo II.10. Ciascun azionista, titolare effettivo, amministratore e partner di un ECA è responsabile in solido nei confronti di ACN per le azioni intraprese dall'eca. II Requisiti per gli Enti incorporati Un ECA strutturato come ente costituito (società per azioni, società a responsabilità limitata, ditta individuale ecc.) deve fornire almeno documentazione e informazioni seguenti ("Documentazione aziendale") ad ACN: copia del certificato d'istituzione; nomi, indirizzo e quota proprietaria di tutti i soggetti che detengono oltre il 5% degli interessi legali o beneficiari nell'eca; nomi e indirizzi di degli amministratori dell'eca. ACN, a propria esclusiva discrezione, può richiedere ulteriori informazioni o documentazione. L'ECA deve nominare uno dei propri amministratori o funzionari come Contatto primario per l'attività ACN. Il Contatto primario deve inviare la Richiesta e il Contratto di Imprenditore Indipendente. Ottemperando a tale obbligazione, il Contatto primario conferma che le Attività ACN rientrano nell'ambito delle attività commerciali autorizzate dell'eca. Il Contatto primario è responsabile della supervisione delle attività dell'eca e delle comunicazioni con ACN. L'ECA può nominare altri azionisti, amministratori o funzionari come Altri contatti. II Requisiti per le partnership commerciali Le ECA strutturate come partnership commerciali devono fornire quantomeno la Documentazione commerciale seguente: copia del contratto di partnership o altri documenti ritenuti idonei da ACN per comprovare l'esistenza della partnership; nomi, indirizzi e quota proprietaria di tutti i soggetti che detengono oltre il 5% degli interessi legali o beneficiari nella partnership; nome e indirizzo del partner principale, se presenti. ACN, a propria esclusiva discrezione, può richiedere ulteriori informazioni o documentazione. All'interno di una partnership, uno dei partner deve essere designato come Contatto primario. Il Contatto primario è tenuto a fornire la Richiesta e il Contratto di Imprenditore Indipendente per la partnership e Pagina 8

9 confermare che l'esercizio dell'attività ACN rientra nell'ambito delle attività commerciali autorizzate della partnership. Nell'ambito di una partnership limitata, il partner principale deve essere nominato come Contatto primario ed è possibile nominare uno o più partner limitati come Altri contatti. Nell'ambito una partnership generale è possibile nominare qualsiasi partner come Contatto primario. Tutti gli altri partner devono essere nominati come Altri contatti. II Trasferimento di proprietà e scioglimento degli ECA Il trasferimento di una quota di proprietà pari o superiore al 20% di un ECA deve essere preventivamente approvato da ACN. Una volta perfezionato il trasferimento, l'eca deve fornire ad ACN la nuova Documentazione commerciale. I trasferimenti di proprietà legale o effettiva pari o superiori al 50% sono considerati vendite, soggette ai requisiti di cui all'articolo II.8. Un ECA può sostituire un'azionista, amministratore, partner o beneficiario uscente a condizione che il nuovo azionista, amministratore, partner o beneficiario non siano associati a un altro Imprenditore nei 12 mesi precedenti. L'ECA deve fornire la nuova Documentazione commerciale. L'azionista, amministratore, partner o beneficiario uscente può avviare una nuova Attività ACN a condizione che sia sponsorizzata dall'eca se avviata entro i 12 mesi successivi. In caso di scioglimento di un ECA con uno o più azionisti o partner, è possibile trasferire la Posizione ACN a partner e azionisti restanti nel rispetto della disciplina della Regola del 100%, enucleata nell'articolo II.10. Se il trasferimento è concluso in violazione della Regola del 100%, una o più Posizioni ACN saranno risolte. II.2.5. Altri contatti e Contatti autorizzati Il Contatto primario è responsabile della supervisione delle attività dell'eca e in qualità di Imprenditore dispone di pieno titolo per agire per conto dell'attività ACN. Gli ECA possono nominare ulteriori soggetti come "Altri contatti". Gli Altri contatti dispongono di pieno titolo per agire per conto dell'attività ACN. Inoltre, un ECA può nominare un "Contatto autorizzato" che può rappresentare in modo limitato l'eca. I Contatti autorizzati non sono Imprenditori e non dispongono della proprietà o di altri diritti nell'attività ACN. Nello specifico, i Contatti autorizzati non hanno titolo per: modificare le informazioni dell'attività ACN (dati anagrafici, dettagli bancari, password, ecc.); annullare, rinnovare o cessare l'attività ACN; trasferire Clienti o Imprenditori della Downline a o dall'account dell'imprenditore; promuovere o vendere Servizi o Prodotti ACN, sponsorizzare nuovi Imprenditori; aggiungere o modificare Contatti autorizzati o Altri contatti. II.3. Coniugi/partner aventi la qualifica di Imprenditore Una coppia di coniugi o partner può entrare a far parte di ACN in qualità di Imprenditore e operare nella medesima Posizione ACN, o in un'altra distinta (Avviso: In Italia e Francia sono richieste Posizioni ACN separate per ragioni legali e fiscali). Qualora i coniugi o partner operino nella medesima Posizione ACN, entrambi i nominativi dovranno essere inseriti nella posizione ACN in questione. Qualora i coniugi o partner operino in Posizioni ACN distinte, uno dei due soggetti dovrà essere sponsor dell'altro. ACN potrebbe richiedere il trasferimento di una Posizione ACN per soddisfare tali requisiti. In caso di matrimonio o relazione duratura fra due Imprenditori operanti in posizioni ACN distinte, uno degli Imprenditori deve rivendere o cessare la propria Posizione ACN ed (1) essere inserito nella Posizione ACN dell'altro Imprenditore, o (2) aprire una nuova Posizione ACN sotto lo sponsor della Posizione ACN dell'altro Imprenditore. La vendita di una Posizione ACN è sottoposta alla disciplina di cui all'articolo II.8. Clienti e Downline restano di pertinenza della Posizione ACN venduta o cessata. ACN può estinguere la Posizione ACN più recente, in caso di mancata adempienza a tale requisito da parte degli Imprenditori. Pagina 9

10 In caso di divorzio o cessazione della convivenza, gli Imprenditori devono fornire ad ACN la documentazione legale o una dichiarazione scritta firmata da entrambi, con cui vengono comunicate le conseguenze sulle Posizioni ACN. In caso di dispute fra Imprenditori circa la proprietà di una Posizione ACN, ACN può sospendere la Posizione ACN in attesa di una risoluzione. Se una Posizione ACN congiunta è annullata, non rinnovata o cessata, entrambi i partner non possono avviare una nuova Posizione ACN per 12 mesi. Il partner con autorità di agire per la Posizione ACN può chiedere la riattivazione della Posizione ACN originale, che può essere autorizzata solo a esclusiva discrezione di ACN. II.4. Responsabilità per spese Gli Imprenditori svolgono la propria attività in modo autonomo. Pertanto, le responsabilità relative a spese, debiti e obbligazioni sorte in correlazione all'attività ACN gravano sullo stesso Imprenditore. Tali spese comprendono a titolo esemplificativo e non esaustivo: licenze o permessi necessari per lo svolgimento dell'attività commerciale, onorari per consulenze legali, tributarie o di altra natura professionale, assicurazioni, affitto dell'ufficio, apparecchiatura e spese, viaggi, pasti e sistemazioni, spese legate alla presentazione di Servizi, Prodotti ACN e dell'opportunità ACN a Clienti o Imprenditori potenziali. ACN non è responsabile del pagamento o il rimborso di tali spese o altri importi dovuti, in relazione alla propria Attività ACN. II.5. Rinnovo dell'attività ACN Il termine di cessazione inizialmente stabilito per l'attività dell'imprenditore è di 12 mesi dalla data di decorrenza. Per proseguire la propria Attività ACN, l'imprenditore deve inviare una richiesta di rinnovo (disponibile nell'ufficio virtuale) e pagare la relativa quota. ACN si riserva il diritto di rifiutare una richiesta di rinnovo a sua esclusiva discrezione. Un rinnovo costituisce un nuovo Contratto fra l Imprenditore e ACN, ed è soggetto ai termini e condizioni di ACN in vigore al momento del perfezionamento. Se un Imprenditore conclude il procedimento di rinnovo entro 30 giorni dall'anniversario della Data di inizio (o dall'ultima Data di rinnovo), verrà aggiunto un anno alla Data di rinnovo. In caso di rinnovo da parte di un Imprenditore dopo 30 giorni dalla Data di rinnovo, la successiva Data di rinnovo cadrà dopo 12 mesi dal pagamento del Canone di rinnovo. In caso di mancato pagamento del Canone di rinnovo entro la data prevista, l'imprenditore perderà la propria qualifica e il diritto alla remunerazione per il periodo compreso fra la Data di rinnovo e la data di pagamento del Canone di rinnovo. Se l'attività ACN non è rinnovata entro 12 mesi dalla Data di rinnovo, l'attività ACN verrà estinta e l'imprenditore sarà tenuto a crearne una nuova. II.6. Cessazione dell'attività ACN È possibile cessare la propria Attività ACN in qualsiasi momento. La cessazione della propria Attività ACN prevede l'estinzione degli obblighi correlati alla qualifica di Imprenditore e la rinuncia a tutti i relativi diritti, fra cui il diritto alla liquidazione di remunerazioni non pagate. In caso di cessazione dell'attività ACN entro 14 giorni dalla Data di decorrenza, la Quota d'iscrizione verrà rimborsata in toto. Inoltre, viene riconosciuto il diritto alla restituzione dei Prodotti ACN acquistati e alla ricezione di un rimborso totale o parziale. Le procedure e i diritti riconosciuti variano in base alla data di cessazione dell'attività ACN. Consultare la Richiesta e il Contratto di Imprenditore Indipendente o l'ufficio virtuale per indicazioni sulle modalità di cessazione dell'attività ACN e di restituzione dei Prodotti ACN. II.7. Ripristino di un'attività ACN decaduta Il rientro di un Imprenditore in ACN può essere eseguito entro 12 mesi dall'annullamento, mancato rinnovo o cessazione della propria Attività ACN sotto lo stesso Sponsor o, nel caso in cui questi non sia più un Imprenditore, sotto il primo Imprenditore attivo nella Upline. Qualora l Imprenditore sia stato trasferito sotto uno Sponsor nuovo, come descritto all Articolo V.4., l Imprenditore dovrà reintegrare la sua Attività sotto lo Sponsor a cui è stato assegnato. L'Imprenditore deve sottoscrivere un nuovo Contratto e pagare la Quota d'iscrizione applicabile al momento della stipula. II.8. Cessione di un'attività ACN Le cessioni delle reti di vendita devono essere approvate da ACN. Per richiedere l'approvazione, l'imprenditore deve inviare una richiesta scritta indicante nomi, indirizzi e informazioni di contatto di venditore e acquirente, nonché l'indicazione del corrispettivo concordato. Una volta ricevuta la richiesta di cessione, Pagina 10

11 ACN invierà all'imprenditore la documentazione che venditore e acquirente dovranno compilare. Un potenziale acquirente deve soddisfare i requisiti di cui all'articolo II.2 e non deve aver rivestito in passato il ruolo di Imprenditore in ACN. ACN si riserva il diritto di rifiutare una proposta di cessione per qualsiasi motivo. In caso di approvazione della cessione, l'imprenditore sarà tenuto a versare un onere amministrativo. II.9. Morte o incapacità dell'imprenditore Indipendente In caso di morte o sopraggiunta incapacità dell'imprenditore, è possibile trasferire i diritti relativi alla Posizione ACN all'imprenditore designato come successore, in modo permanente o temporaneo. Potrebbe essere richiesto al successore di stipulare ex novo la Richiesta e il Contratto di Imprenditore Indipendente. Se il successore è minorenne, l'attività ACN, previo consenso scritto di ACN, può essere eseguita da un tutore fino al raggiungimento della maggiore età. In caso di trasferimento temporaneo dell'attività ACN dovuta a incapacità, la titolarità dell'attività ACN tornerà all'imprenditore una volta notificata ad ACN l'estinzione della causa d'incapacità. In caso di morte o sopraggiunta incapacità di un Imprenditore senza previa nomina di un successore, l'attività ACN verrà sospesa fino alla ricezione da parte di ACN di un provvedimento giudiziario o di altra natura, indicante i provvedimenti relativi all'attività ACN. II.10. Posizioni ACN multiple e Regola del 100% Un soggetto o ECA può possedere, gestire o partecipare solo a una Posizione ACN per volta, salvo quanto disposto dalle presenti Direttive e procedure e previo consenso scritto di ACN. Nel rispetto di tale disposizione: Una persona può essere nominata solo una volta come Contatto primario di una Posizione ACN. Un conto corrente bancario utilizzato per la liquidazione dei compensi di un Imprenditore può essere utilizzato per una singola Posizione ACN, tranne che per Posizioni ACN separate gestite da coniugi o partner. Un soggetto non può inviare una Richiesta e un Contratto di Imprenditore Indipendente o essere inserito nella rete di vendita di un altro Imprenditore se già titolare di una Posizione ACN o in caso di titolarità, gestione o partecipazione in un altra Posizione ACN nei 12 mesi precedenti. Un soggetto che abbandona un ECA può avviare una Posizione ACN solo una volta trascorsi 12 mesi dall'uscita dall'eca o se la nuova Posizione ACN è sponsorizzata direttamente dall'eca. Se ACN concede a un soggetto di partecipare in più Posizioni ACN, l'interesse totale del soggetto nell'intera Posizione ACN non deve superare il 100% di una Posizione ACN, e tutte le Posizioni ACN in cui il soggetto presenta interesse devono appartenere alla stessa organizzazione di vendita ed essere reciprocamente sponsorizzate. Pagina 11

12 Articolo III. Obblighi dell'imprenditore Indipendente III.1. Condotta etica e rispetto della legge III.1.1. Obblighi generali ACN gestisce la propria attività in modo aperto, etico e trasparente e pretende la medesima condotta da parte dei propri Imprenditori Indipendenti. Gli Imprenditori devono rispettare gli standard etici più elevati nei rapporti con i Clienti, altri Imprenditori Indipendenti e ACN. Gli Imprenditori devono attenersi ai contenuti delle presenti Direttive e procedure. Di seguito, è indicato un elenco non esaustivo di azioni che ACN considera contrarie all'etica. Fornire informazioni false o firme contraffatte nella documentazione presentata ad ACN. Spingere un Cliente ad acquistare Servizi o Prodotti ACN nel caso in cui sia noto o si abbia motivo di ritenere che il Cliente non completerà l'acquisto. Inviare un Contratto Clienti o una Richiesta e un Contratto di Imprenditore Indipendente senza aver informato o ricevuto il consenso del Cliente o Imprenditore. Inviare un ordine per Servizi o Prodotti ACN servendosi del Numero d'identificazione di un altro Imprenditore senza la conoscenza e il consenso dell'altro Imprenditore; Prestare dichiarazioni false o mendaci a un Cliente o Imprenditore effettivo o potenziale in merito a Servizi, Prodotti o all'opportunità ACN. Effettuare vendite con raggiro o sfruttare persone potenzialmente vulnerabili, ad esempio anziani o disabili. Acquistare una quantità non ragionevole di Prodotti ACN nel tentativo di sfruttare il Piano provvigionale. Esercitare pressioni su altri Imprenditori o Clienti al fine di ottenere acquisti di Servizi o Prodotti ACN non desiderati. Prestare dichiarazioni diffamatorie nei confronti di ACN, dei relativi dipendenti, servizi o prodotti, partner commerciali o altri Imprenditori. Qualsiasi azione effettuata con lo scopo di acquisire un vantaggio improprio del piano provvigionale ACN. Minacciare o diffamare ACN e i relativi dipendenti, partner commerciali, Clienti o Imprenditori. III.1.2. Rispetto di leggi e norme La vendita diretta è soggetta a leggi, norme e codici di settore che presentano una disciplina più rigorosa rispetto a quella di altri settori. Inoltre, le telecomunicazioni, i servizi di pubblica utilità e altri servizi di ACN e i prodotti per la cura personale e nutrizionali sono soggetti a regolamentazione da parte dell'unione Europea e dei singoli Stati Membri. In qualità di Imprenditore Indipendente di ACN, sei tenuto a esercitare la tua Attività ACN nel rispetto di tutte le leggi e codici DSA in vigore. Le informazioni sulla natura e il rispetto delle leggi in vigore sono reperibili nell'ufficio virtuale e nelle informazioni specifiche per Paese presenti nelle presenti Direttive e procedure. In caso di differenze fra i termini standard e le norme supplementari specifiche per il Paese, prevarranno queste ultime. Tuttavia, data la continua evoluzione di leggi e normative, ACN non è in grado di garantire precisione o effettività delle informazioni fornite. È responsabilità del contraente conoscere e rispettare la normativa e le leggi europee, nazionali e locali, nonché i codici DSA applicabili alla propria Attività ACN nel Paese di appartenenza e negli altri Paesi in cui si decide di esercitare la propria attività. Tale obbligo prevede: Il rispetto di tutte le leggi e normative applicabili, nonché dei codici DSA relativi alla vendita e promozione di Servizi, Prodotti e dell'opportunità ACN, comprese le leggi a tutela del consumatore e le normative sulla privacy, i codici di condotta dell'associazione europea di Vendita Diretta (Seldia) e dei DSA dei Paesi in cui viene esercitata la propria Attività ACN. Pagina 12

13 L'ottenimento di permessi, licenze commerciali o iscrizioni richieste nel Paese in cui viene svolta la propria Attività ACN. Ad esempio, alcuni Paesi richiedono la registrazione dei singoli Imprenditori come imprenditori o lavoratori autonomi o l'iscrizione presso enti fiscali, di previdenza sociale o altre autorità governative. L'acquisto di eventuali assicurazioni richieste per l'esercizio dell'attività ACN. Il mantenimento di tutti i registri, quali moduli d'ordine, ricevute e fatture, richiesti per l'esercizio dell'attività ACN. L'esecuzione di tutte le registrazioni, notifiche, archiviazioni e pagamenti necessari a garantire l esigibilità e il pagamento di imposte sul reddito personale e aziendale, imposte locali e nazionali sugli utili d'impresa e l'iva, tributi statali e contributi sociali (quali ad es. previdenza sociale e pensioni). ACN potrebbe richiedere all'imprenditore documenti e informazioni comprovanti il rispetto dei requisiti indicati in precedenza. Inoltre, ACN collabora con le autorità fiscali e governative al fine di dimostrare l'adempienza degli Imprenditori nei confronti di leggi e normative applicabili. III.1.3. Aspetti fiscali In qualità di Imprenditore, sei responsabile del rispetto della normativa fiscale del Paese di appartenenza o di quella del Paese in cui eserciti l'attività. In qualità di lavoratore autonomo, sono previsti pagamenti periodici correlati a imposte sugli utili o relative ai lavoratori autonomi o collegati alla previdenza sociale, calcolati in base alle somme versate da ACN. Salvo obbligo di trattenuta e versamento di tale imposte gravante su ACN, il calcolo e il pagamento di tali oneri sono responsabilità esclusiva dell'imprenditore, e ACN viene manlevata in merito a tali pagamenti o multe, sanzioni o interessi derivanti da tardivo o mancato pagamento delle somme in questione. Un Imprenditore operante in un ECA potrebbe essere soggetto a obblighi diversi o aggiuntivi. È responsabilità del contraente conoscere le normative fiscali applicabili alla propria Attività ACN. Per i Distributori, in caso di vendita diretta di Prodotti ACN ai Clienti, il contraente potrebbe essere obbligato ad applicare l'iva a tali vendite e versare le somme derivanti alle autorità competenti. Per maggiori informazioni, si prega di fare riferimento all'articolo III L'Imprenditore è l'unico responsabile per il calcolo e l'incasso dell'iva dai Clienti relativa alle vendite di cui sopra, per la compilazione dei moduli obbligatori secondo le autorità fiscali nazionali e per il versamento dell'iva a tali autorità. ACN non può fornire consulenze in materia fiscale agli Imprenditori. Eventuali dubbi relativi agli aspetti fiscali devono essere sottoposti al proprio consulente fiscale. III.1.4. Esercizio dell'attività al di fuori del Paese di appartenenza Uno dei vantaggi principali dell'opportunità ACN risiede nella possibilità di esercitare la propria Attività ACN in tutti i Paesi in cui ACN è presente. Ciascun Imprenditore è titolare del diritto non esclusivo di promuovere Servizi, Prodotti e l'opportunità ACN in tutti i Paesi in cui ACN è presente. Tuttavia, alcuni Servizi o Prodotti ACN potrebbero essere destinati solo a Paesi specifici. Le limitazioni alle vendite saranno elencate nell'ufficio virtuale, mentre per i Prodotti ACN sul sito Web di Benevita. È vietata la promozione o vendita di Servizi o Prodotti ACN in Paesi in cui ne sia vietata la vendita. Inoltre, l'imprenditore non può spedire o predisporre la spedizione di Prodotti ACN in Paesi in cui tali prodotti non sono rivendibili, indipendentemente dalla destinazione del Prodotto ACN, ovvero commerciale o personale. È vietata la vendita o promozione di Servizi, Prodotti o dell'opportunità ACN in Paesi in cui ACN non sia presente. I Paesi in cui ACN è presente sono indicati nell'ufficio virtuale. Leggi, normative e codici DSA applicabili alla promozione di Servizi, Prodotti e dell'opportunità ACN variano in base al Paese. Un Imprenditore che esercita la propria Attività ACN al di fuori del proprio Paese di appartenenza è tenuto a conoscere e rispettare leggi, normative e codici DSA applicabili in tali Paesi. III.2. Promozione e vendita dei Servizi, dei Prodotti e dell'opportunità ACN Pagina 13

14 L'acquisizione di Clienti è il segreto del successo con ACN. Le qualifiche e il diritto alla remunerazione previsti in base al Piano provvisionale sono ottenuti esclusivamente mediante la vendita di Servizi e Prodotti ACN ai Clienti e l'utilizzo da parte di questi dei Servizi ACN. È fondamentale che gli Imprenditori presentino in modo chiaro a Clienti e Imprenditori potenziali i Servizi, i Prodotti e l'opportunità ACN, consentendo loro di prendere una decisione informata in merito all'acquisto di Prodotti o Servizi ACN, o per entrare a far parte di ACN in qualità di Imprenditore Indipendente. Promemoria: gli Imprenditori Indipendenti non sono tenuti ad acquistare prodotti o servizi da ACN per ottenere provvigioni o qualifiche in qualità di Imprenditore Indipendente di ACN. Le qualifiche e provvigioni previste in base al Piano provvisionale sono calcolate (i) sulla base delle vendite di Servizi e Prodotti ACN ai Clienti e (ii) mediante l'utilizzo da parte di questi dei Servizi ACN. Gli Imprenditori non possono prospettare, in modo implicito o esplicito, ai potenziali Imprenditori l'obbligo di acquisto di Servizi o Prodotti ACN. Gli Imprenditori che acquistano Servizi o Prodotti ACN sono soggetti agli stessi termini e condizioni applicabili ai Clienti. Avviso speciale: Ai sensi del Decreto Legge N. 114/1998, gli imprenditori che operano come Incaricati di Vendita non sono autorizzati a vendere direttamente Prodotti ACN ai clienti. Tutte le vendite degli Incaricati devono essere eseguite attraverso il loro negozio online o un sito Web ACN. Gli Incaricati possono acquistare Prodotti ACN per uso personale e per la loro famiglia o da utilizzare come campioni per possibili Clienti o Imprenditori, o per dimostrazioni. Gli Imprenditori che operano come distributori sono autorizzati a rivendere i Prodotti ACN, purché soddisfino i requisiti applicabili di natura legale e normativa. Per maggiori informazioni, si prega di fare riferimento all'articolo III III.2.1. Informazioni di carattere generale Il network marketing è un metodo di vendita collaudato, apprezzato dai clienti per il coinvolgimento personale e dai rivenditori diretti per l'opportunità loro fornita di costruire un'attività e generare utili. Tuttavia, tattiche di vendita aggressive e non etiche da parte di un piccolo numero di società e singoli hanno fatto sì che le autorità governative imponessero vari requisiti alle società di vendita diretta e agli Imprenditori per assicurare la protezione dei clienti. Seldia e le DSA nazionali hanno inoltre applicato codici di condotta rivolti alle società e agli operatori nella vendita diretta, vincolanti per tutti gli Imprenditori. Queste leggi e questi codici DSA sono in genere facili da seguire. A tal fine, gli Imprenditori devono attenersi alle pratiche seguenti: a partire dal primo contatto con un Cliente o Imprenditore potenziale, l'imprenditore deve presentarsi come Imprenditore Indipendente di ACN, il che implica anche mostrare al Cliente o all'imprenditore Indipendente la propria scheda identificativa rilasciata da ACN, e illustrare i motivi per cui è entrato in contatto con il Cliente o Imprenditore potenziale; un Imprenditore deve informare il Cliente o l imprenditore potenziale che ACN è membro di Seldia o del DSA nazionale (un elenco delle associazioni DSA di ACN è disponibile nell'ufficio virtuale); qualora un Cliente o Imprenditore potenziale venisse invitato a un evento formativo o di vendita, l Imprenditore deve illustrare lo scopo dell'evento e presentarne il relatore; l'imprenditore deve fornire informazioni complete, veritiere e chiare su ACN, termini, condizioni e prezzi di Servizi, Prodotti e Opportunità ACN, nonché sul servizio post-vendita di ACN; non usare tecniche di vendita ingannevoli, menzognere o sleali, prestare affermazioni false, fuorvianti o iperboliche sui Servizi, sui Prodotti o sull'opportunità ACN; prestare affermazioni sui Servizi, sui Prodotti e sull'opportunità ACN che rispecchino i contenuti dei materiali ACN o di altri materiali autorizzati da ACN; informare i Clienti e gli Imprenditori potenziali in merito al diritto di recesso dal Contratto di Imprenditore Indipendente o dal Contratto Cliente, nelle modalità disciplinate dai termini e condizioni del Contratto dell Imprenditore o del Contratto Cliente; offrire una dimostrazione dei prodotti ACN; dare notizia delle procedure di gestione dei reclami di ACN; rendere nota l'esistenza dei codici DSA, vincolanti per l imprenditore e ACN; fornire a Clienti e nuovi Imprenditori un accesso diretto o copie dei documenti richiesti, ivi compresi la Richiesta o il Contratto Cliente, le Condizioni Generali, i prezzi e le fatture; adottare la massima diligenza possibile nelle trattative con soggetti potenzialmente vulnerabili (ad Pagina 14

15 esempio anziani o disabili). Nella promozione o nella vendita di Servizi e Prodotti ACN, l'imprenditore dovrà consentire ai Clienti potenziali di prendere visione delle Condizioni Generali e delle tariffe dei Servizi e Prodotti ACN che intendono acquistare, prima dell invio dell ordine. Se un Cliente acquista Prodotti ACN direttamente da un Imprenditore, o presenta un ordine per Servizi ACN direttamente a un Imprenditore, l'imprenditore deve fornire i documenti e le informazioni seguenti, al momento dell acquisto: (1) copia scritta del Contratto Cliente (se applicabile) e/o le Condizioni Generali e le Tariffe, (2) fattura (per Prodotti ACN), e (3) Modulo di recesso con le istruzioni. L'Imprenditore dovrà specificamente informare tali Clienti del suo diritto di revocare i propri acquisti di Servizi e Prodotti ACN e di restituire i Prodotti ACN per ottenere un rimborso completo entro 14 giorni dalla data dell'acquisto. Su richiesta, l'imprenditore dovrà fornire ai Clienti una copia del Codice di condotta DSA applicabile nel loro Paese. Le copie di questi documenti sono disponibili nell'ufficio virtuale. Nel promuovere l'opportunità ACN, l'imprenditore dovrà garantire ai potenziali Imprenditori la possibilità di prendere visione della Richiesta, compresi termini e condizioni, delle Direttive e procedure e del Piano provvisionale, prima di inviare la Richiesta. III.2.2. Promozione dei Servizi ACN III Compilazione e invio dei Contratti Cliente Per acquistare Servizi ACN, un Cliente deve inviare un Contratto cliente compilato e sottoscritto ad ACN o completare il procedimento di acquisto online. Gli Imprenditori Indipendenti devono fornire ai Clienti i Contratti Clienti o illustrare loro il procedimento di acquisto online, offerto da ACN e dai relativi partner commerciali. Gli ordini dei Clienti presentati in altre forme non verranno elaborati. Un Cliente è tenuto a compilare personalmente il proprio Contratto Cliente. Gli Imprenditori possono prestare assistenza ai Clienti nella compilazione dei Contratti Clienti e, una volta compilati, inviarli ad ACN su richiesta del Cliente. III Accettazione del cliente e data di decorrenza dei Contratti Clienti L'accettazione o il rifiuto di un Contratto Cliente è a esclusiva discrezione di ACN e dei relativi partner commerciali. ACN non può essere ritenuta responsabile dagli Imprenditori per i Clienti rifiutati. Nell'ambito della determinazione di qualifiche e provvigioni, in base al Piano provvisionale, la data e l'ora di elaborazione di un Contratto Cliente da parte di ACN rappresentano la data di decorrenza del contratto in questione. Per garantire la ricezione tempestiva dei crediti relativi all'acquisto di Servizi ACN, il Contratto Cliente deve essere inviato ad ACN entro le (CET) dell'ultimo giorno lavorativo del mese. Se l'ultimo giorno del mese cade di sabato o domenica o in un giorno festivo per gli enti bancari, il giorno successivo sarà considerato come ultimo giorno lavorativo del mese. III.2.3. Vendita di Prodotti ACN III Informazioni di carattere generale ACN Wellness B.V. è il rivenditore di tutti i Prodotti ACN acquistati tramite il sito Web di Benevita. Tutte le vendite tramite sito Web di Benevita, perfezionate da Imprenditori o altri Clienti, sono soggette alle Condizioni di vendita reperibili sullo stesso sito Web. È possibile effettuare ordini di Prodotti ACN tramite il sito Web di Benevita, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Gli ordini vengono elaborati solo durante il normale orario lavorativo. Per ricevere i crediti relativi a vendite di Prodotti ACN in un determinato mese, gli ordini devono essere inviati ad ACN entro le (CET) dell'ultimo giorno lavorativo del mese. Se l'ultimo giorno del mese cade di sabato o domenica o in un giorno festivo per gli enti bancari, il giorno successivo sarà considerato come ultimo giorno lavorativo del mese. Pagina 15

16 III Acquisto di prodotti da parte degli Imprenditori Tutti i prodotti acquistati devono provenire da ACN Gli Imprenditori possono acquistare Prodotti ACN solo mediante il sito Web di Benevita, accessibile direttamente o tramite il Negozio online degli Imprenditori. È consigliabile che gli Imprenditori effettuino i loro acquisti mediante i relativi Negozi online, al fine di ricevere i crediti connessi all'acquisto di Prodotti ACN. Gli Imprenditori possono acquistare prodotti ACN per uso personale, come ad esempio campioni per Clienti e Imprenditori potenziali, o per la rivendita ai Clienti. Gli Imprenditori non possono vendere o acquistare Prodotti ACN da altri Imprenditori, compresi i relativi Upline o Downline. Gli Imprenditori non possono vendere Prodotti ACN a soggetti che, anche potenzialmente, potrebbero rivenderli. Gli Imprenditori devono servirsi della massima diligenza nel verificare che gli acquirenti di Prodotti ACN non intendano violare il presente Articolo III Ordini combinati Gli Imprenditori non possono effettuare ordini relativi a Prodotti ACN utilizzando il Numero d'identificazione di un altro Imprenditore. ACN sconsiglia di effettuare ordini riconducibili a più Imprenditori mediante un singolo Numero d'identificazione. In questo caso, solo l'imprenditore titolare del Numero d'identificazione utilizzato per completare l'acquisto riceverà i crediti connessi. ACN non è in grado di assegnare ordini combinati riconducibili a più di un Imprenditore. Programma di ordine mensile automatico Il Programma di ordine mensile automatico di ACN è un servizio di abbonamento mensile che semplifica l'approvvigionamento costante di Prodotti ACN e il raggiungimento dei requisiti del Volume commerciale personale. I termini e le condizioni relativi agli acquisti del Programma di ordine mensile sono reperibili all'interno delle Condizioni di vendita di Benevita. Acquisto di prodotti in eccesso e Regola dell'80% Lo scopo del Piano provvigionale di ACN è la remunerazione degli Imprenditori per le vendite ai Clienti. Gli Imprenditori possono acquistare prodotti ACN per uso personale, come campioni per Clienti e Imprenditori potenziali o per la vendita ai Clienti. Gli Imprenditori non possono acquistare Prodotti ACN al solo scopo di ottenere sconti, bonus o ricompense, o progredire all'interno del Piano provvisionale di ACN. Inoltre, è vietato agli Imprenditori l'acquisto di Prodotti ACN in quantità superiori al necessario per raggiungere gli scopi di cui sopra, o spingere altri Imprenditori a tenere la condotta sopra censurata. Effettuando un ordine relativo a Prodotti ACN, l'imprenditore certifica di aver consumato, utilizzato o venduto quantomeno l'80% dei Prodotti ACN acquistati in precedenza. Gli Imprenditori devono tenere registro delle proprie vendite ai Clienti per dimostrare il rispetto del requisito di cui sopra, fornendone copia ad ACN in caso di richiesta. III Acquisto di prodotti da parte di Clienti non Imprenditori I Clienti che non ricoprono il ruolo di Imprenditore possono acquistare Prodotti ACN da ACN tramite il Negozio online degli Imprenditori, sito Web di Benevita o da un Imprenditore. III Acquisti online ACN consiglia agli Imprenditori di indirizzare i Clienti al proprio Negozio online o al sito Web di Benevita, per l'acquisto di Prodotti ACN. L'acquisto del Cliente direttamente da ACN mediante il Numero d'identificazione dell'imprenditore consente a quest'ultimo di soddisfare il proprio Volume commerciale personale in base al Piano provvisionale. Inoltre, l'elaborazione, consegna ed eventuale reso del Prodotto ACN saranno gestiti da ACN. III Vendita diretta ai Clienti Pagina 16

17 Gli Imprenditori operanti come Distributori dispongono della facoltà di vendere i Prodotti ACN acquistati direttamente ai Clienti. Tali vendite sono soggette a ulteriori requisiti legali e normativi che devono essere rispettati dall'imprenditore. Alcuni Paesi prevedono restrizioni alla vendita diretta di prodotti alimentari o di cura personale. Gli Imprenditori devono consultare l'ufficio virtuale, o gli allegati specifici per Paese, contenuti nelle presenti Direttive e procedure per ulteriori informazioni relative a tali restrizioni. Obblighi di informazione Gli Imprenditori devono fornire ai Clienti le informazioni previste all'articolo III.2.1. prima di concludere una vendita. Gli Imprenditori sono tenuti a fornire ai Clienti informazioni complete e dettagliate sui Prodotti ACN. Obbligo di fatturazione nei confronti dei Clienti Gli Imprenditori che vendono Prodotti ACN direttamente ai Clienti sono tenuti, al momento della vendita, a emettere fattura nei confronti di ciascun Cliente, nel rispetto della legislazione in vigore nel Paese in cui viene effettuata la vendita. È presente una descrizione dei requisiti relativi a tali fatture. Pertanto, ACN consiglia agli Imprenditori di utilizzare la fattura modello disponibile nell'ufficio virtuale. Il modello in questione è conforme alla Direttiva UE relativa ai diritti dei consumatori, ed è utilizzabile in tutti i Paesi europei in cui ACN è presente. In caso di mancato utilizzo della fattura modello ACN da parte dell'imprenditore, questi è tenuto a fornire al Cliente una fattura contenente quantomeno le informazioni indicate nella fattura modello. Inoltre, gli Imprenditori sono tenuti a informare i Clienti in merito al diritto di recesso per qualsiasi acquisto di Prodotti ACN, effettuato direttamente dall'imprenditore, nel termine di 14 giorni dalla consegna del Prodotto ACN e del conseguente diritto al rimborso totale subordinato alla restituzione di tali Prodotti. Gli Imprenditori devono custodire le copie delle Fatture clienti per un minimo di due anni o per periodi superiori, se richiesto dalla normativa in vigore. ACN può richiedere tali copie all'imprenditore in qualsiasi momento. Prezzi ACN fornisce i prezzi di vendita al dettaglio consigliati per tutti i Prodotti ACN. Tuttavia, gli Imprenditori godono della facoltà di fissare i propri prezzi e trattenere i profitti derivanti dalla vendita di Prodotti ACN. La vendita di Prodotti ACN da parte degli Imprenditori direttamente ai Clienti potrebbe richiedere agli Imprenditori di riscuotere e versare l'iva su tali vendite. Le norme relative all'iva variano, ma molti Paesi hanno soglie di reddito annuo sotto le quali agli Imprenditori non è richiesto di riscuotere e versare l'iva. Alcuni Paesi hanno requisiti di IVA semplificati per i contraenti indipendenti e le piccole aziende. Si veda l'appendice specifica per il Paese per le presenti Direttive e procedure, o l'ufficio virtuale per maggiori informazioni. L'Ufficio virtuale contiene un listino prezzi per tutti i Prodotti ACN, con prezzi al dettaglio consigliati, IVA inclusa ed esclusa, nonché l'aliquota IVA applicabile per ciascun prodotto. Se a un Imprenditore è richiesto di riscuotere l'iva e addebita il prezzo di acquisto consigliato da ACN, egli dovrà utilizzare il prezzo del listino prezzi che comprende l'iva. Se un Imprenditore addebita un importo diverso dal prezzo al dettaglio consigliato e riscuote l'iva, egli dovrà applicare il tasso applicabile dell'iva al prezzo applicato. L'IVA riscossa dai Clienti deve essere versata agli enti competenti, nel rispetto della legislazione in vigore. Se la legislazione vigente vieta la vendita diretta ai Clienti finali, gli Imprenditori possono servirsi dei Prodotti ACN acquistati a esclusivo uso personale, o per le dimostrazioni dei Prodotti ACN rivolte a Clienti e Imprenditori potenziali. I Clienti e gli Imprenditori appartenenti a Paesi in cui la legislazione è ascrivibile alle condizioni di cui sopra devono essere indirizzati al Negozio online degli Imprenditori, o al sito Web di Benevita, per l'acquisto di Prodotti ACN. Restituzione di prodotti ACN agli Imprenditori Nel rispetto della Direttiva UE relativa ai diritti dei consumatori, un Cliente che acquista Prodotti ACN da un Imprenditore gode del diritto di recesso finalizzato all'ottenimento di un rimorso totale entro 14 giorni. Come indicato all'articolo III.2.1 di cui sopra, al momento della vendita, gli Imprenditori devono informare i Clienti in Pagina 17

18 merito al diritto di recesso. I Clienti che intendono restituire Prodotti ACN all'imprenditore, devono informare quest'ultimo della propria volontà nel termine di 14 giorni dalla data di ricezione del Prodotto ACN. I costi di reso del Prodotto ACN all'imprenditore gravano sui Clienti. Per aver diritto al rimborso, i Prodotti ACN devono essere restituiti integri, sigillati e dotati di etichette. Soddisfatte tali condizioni, l'imprenditore deve rimborsare l'intero ammontare pagato dal cliente per il Prodotto ACN, comprensivo di IVA e spese di spedizione. Il rimborso deve essere liquidato entro 14 giorni dalla data di ricezione da parte dell'imprenditore del Prodotto ACN reso. Avviso importante: i prodotti ACN acquistati da un Imprenditore devono essere restituiti al medesimo Imprenditore. Non è possibile restituirli ad ACN. È possibile restituire ad ACN solo i prodotti acquistati in maniera diretta, secondo le Condizioni di vendita contenute nel sito Web di Benevita. Canali di vendita al dettaglio non ammessi Gli Imprenditori possono promuovere e vendere i prodotti ACN esclusivamente tramite le tecniche di network marketing. È fatto divieto di vendita dei prodotti ACN tramite i canali seguenti, senza previa approvazione scritta da parte di ACN (la distribuzione di campioni omaggio dei prodotti ACN in alcuni canali è soggetta ad approvazione scritta preventiva da parte di ACN): esercizi commerciali, fra cui rivenditori di prodotti per la salute, alimentari e altre attività simili (a meno che l'esercizio non sia posseduto o gestito dall'imprenditore, o l'imprenditore sia personalmente responsabile della vendita di Prodotti ACN, nel qual caso egli è responsabile della conformità a qualsiasi requisito legale e normativo eventualmente applicabile a tali siti); strutture mediche, compresi ambulatori, ospedali, strutture d'accoglienza per anziani, cliniche per cure dimagranti e attività analoghe; strutture di servizi come saloni, palestre, fitness center e centri benessere (a meno che l'esercizio non sia posseduto o gestito dall'imprenditore, o l'imprenditore sia personalmente responsabile della vendita di Prodotti ACN, nel qual caso egli è responsabile della conformità a qualsiasi requisito legale e normativo eventualmente applicabile a tali siti); fiere commerciali, eventi pubblici e di natura sportiva, mercatini dell'usato, eventi dedicati al baratto e attività analoghe; vendite su Internet (esclusi i negozi online degli Imprenditori o il sito Web di Benevita). Ciò comprende, a titolo esemplificativo, le vendite tramite siti di aste o di marketing online (es. ebay), social media (es. Instagram e YouTube), forum online, bacheche di annunci, blog, wiki e podcast. Gli Imprenditori possono promuovere la propria Attività ACN tramite Internet, in conformità alle disposizioni contenute nell'articolo II delle presenti Direttive e procedure. III.3. Pratiche non ammesse III.3.1. Fornitura di informazioni o Contratti clienti ingannevoli Gli Imprenditori che incoraggiano o consentono la fornitura ad ACN di informazioni false o incomplete da parte dei clienti saranno soggetti ad azioni di conformità, secondo quanto stabilito nelle presenti Direttive e procedure. Qualsiasi provvigione o qualifica ottenuta da un Imprenditore, o della relativa struttura, a seguito di un Contratto cliente contraffatto o informazioni ingannevoli sarà soggetta a risoluzione. III.3.2. Vendita e promozione rivolte a clienti vulnerabili e ad alto rischio Gli Imprenditori non devono promuovere o vendere prodotti ACN ai minori di anni 18 o a persone in condizioni fisiche, mentali o emotive tali da non essere in grado di comprendere termini, condizioni e prezzi di servizi, prodotti e opportunità offerti da ACN, o essere soggetti a pressioni nell'acquisto di questi ultimi. È responsabilità degli Imprenditori far sì che i clienti con difficoltà relative alla lingua ufficiale del proprio Paese comprendano in pieno termini, condizioni e prezzi di servizi, prodotti e opportunità offerti da ACN. Qualora sia provato che un Imprenditore Indipendente si rivolga a clienti i cui servizi siano stati sottoposti a risoluzione da un altro fornitore per mancato o ritardato pagamento, o i cui debiti non riscuotibili da parte dei relativi clienti siano oltre la media e non vengano intraprese tutte le ragionevoli azioni riparatorie richieste da Pagina 18

19 ACN, l'imprenditore in questione sarà soggetto ad azioni di conformità, secondo quanto stabilito nelle presenti Direttive e procedure. III.3.3. Sostituzione del fornitore del cliente senza consenso ("slamming") Si definisce slamming una pratica volta a determinare un cambiamento nella fornitura di servizi di telecomunicazioni o energia elettrica senza il consenso della persona interessata. La pratica dello slamming è illecita e costituisce una violazione delle presenti Direttive e procedure. ACN ha adottato una politica di "tolleranza zero" nei confronti dello slamming: un singolo caso può determinare la risoluzione dell'attività ACN dell'imprenditore. I clienti acquisiti tramite slamming saranno rimossi dall'ecp, e qualsiasi provvigione o qualifica ottenuta personalmente o dalla struttura sarà annullata. Inoltre, in molti Paesi lo slamming è un reato penale e ACN collabora con le autorità giudiziarie e di pubblica sicurezza nelle relative indagini. Per evitare lo slamming, gli Imprenditori devono attenersi a quanto segue: Fornire sempre informazioni complete e precise sui servizi ACN ai potenziali clienti. Non fornire informazioni ingannevoli, menzognere o incomplete ai clienti. Verificare che i potenziali clienti comprendano appieno che l'invio di un Contratto cliente per servizi ACN determinerà il passaggio dal fornitore di telecomunicazioni o di energia elettrica precedente a ACN, o al Partner commerciale di pertinenza. Confermare che la persona che invia un Contratto cliente dispone dell'autorità per cambiare il fornitore di servizi del cliente. Per i clienti residenziali, la procedura più appropriata consiste nel richiedere di visionare una copia della fattura dei servizi di telefonia o di fornitura energetica. Per i clienti aziendali, gli Imprenditori devono verificare che la persona addetta all'invio dell'ordine sia autorizzata ad agire per conto dell'impresa. Controllare regolarmente il proprio Elenco clienti personali ("ECP"). L'ECP contiene tutti i clienti acquisiti dall'imprenditore, e rappresenta il presupposto di posizioni ottenute e remunerazione previste dal Piano provvisionale, ed è disponibile online nell'ufficio virtuale. È responsabilità personale degli Imprenditori verificare la correttezza dell'ecp. Se si ritiene che un cliente contenuto nell'ecp non sia stato acquisito personalmente, si prega di contattare l'assistenza Imprenditori di ACN. III.3.4. Acquisizione personale dei clienti e "stacking" Ciascun Imprenditore deve acquisire i clienti e concludere le vendite personalmente, al fine di qualificarsi per le posizioni ottenute e provvigioni previste dal Piano provvisionale. Rispetto alla promozione e alla vendita di Servizi ACN, si definisce stacking l'inserimento del nome o Numero d'identificazione su un Contratto cliente non acquisito direttamente da parte di un Imprenditore. Lo stacking è una violazione delle presenti Direttive e procedure ed è considerato come un tentativo di manipolazione del Piano provvisionale. Inoltre è in violazione delle leggi di tutela dei clienti in diversi Paesi. ACN ha adottato una politica di "tolleranza zero" nei confronti dello stacking: un singolo caso può determinare la risoluzione dell'attività ACN dell'imprenditore. I clienti ottenuti mediante pratiche di stacking verranno rimossi dall'imprenditore assegnato, e qualsiasi provvigione o qualifica ottenuta da quest'ultimo e dalla relativa struttura verrà annullata. Per evitare lo stacking, gli Imprenditori dovranno: Verificare che il cliente inserisca il corretto nome e Numero d'identificazione del team durante l'invio di un Contratto cliente. Non consentire o incoraggiare i clienti a utilizzare un nome o Numero d'identificazione del team di altri Imprenditori in un Contratto clienti, rispetto a quello personalmente coinvolto nella vendita al cliente. Non condurre "compravendite" di clienti da altri Imprenditori, compresi gli sponsor. Controllare regolarmente l'ecp. III.3.5. Tariffe, termini e condizioni dei Servizi ACN Pagina 19

20 ACN si impegna a stabilire tariffe, termini e condizioni dei propri servizi in maniera competitiva rispetto ad altri fornitori nei Paesi di destinazione. Tariffe, termini e condizioni dei servizi offerti dai Partner commerciali ACN sono stabiliti da questi ultimi. Gli Imprenditori hanno l'obbligo di promuovere i servizi ACN in conformità con tariffe, termini e condizioni dettate da ACN o dai Partner commerciali. È responsabilità degli Imprenditori fornire ai clienti informazioni complete e precise sui Servizi ACN. Non sono ammessi aumenti o informazioni ingannevoli su tariffe, termini e condizioni dei servizi ACN. In particolare, è fatto divieto agli Imprenditori di promuovere o sottintendere ACN come il fornitore più economico, o promettere ai clienti scontistica dietro l'acquisto di servizi ACN. ACN e i Partner commerciali ACN possono modificare tariffe, termini e condizioni dei servizi ACN e interrompere l'offerta o vendita di qualsiasi servizio, in qualsiasi momento e senza alcun obbligo nei confronti degli Imprenditori. È responsabilità degli Imprenditori la promozione di tariffe, termini e condizioni aggiornate relativamente ai prodotti e ai servizi ACN. III.3.6. Contatti con i Partner commerciali ACN Il mantenimento di buone relazioni con i Partner commerciali ACN è fondamentale per garantire servizi di elevata qualità. Pertanto, gli Imprenditori Indipendenti non devono contattare i Partner commerciali ACN per alcun motivo. Le richieste degli Imprenditori circa i servizi forniti dai Partner commerciali ACN devono essere rivolte ad ACN. Le richieste dei clienti devono essere rivolte all Assistenza clienti dedicata del Partner commerciale ACN. Gli Imprenditori non devono contattare i Partner commerciali ACN per conto dei clienti. La violazione di tali norme è soggetta alle azioni disciplinari previste dalle presenti Direttive e procedure. Pagina 20

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA III. QUANDO SI ACQUISTA CASA Quando si compra casa le imposte da pagare indicato nell'atto, provvede alla rettifica e sono diverse (registro o Iva) a seconda che il alla liquidazione della maggiore imposta

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni Note legali Termini e condizioni di utilizzo Accettazione dei Termini e Condizioni L'accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri siti

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) 25.6.2015 L 159/27 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/983 DELLA COMMISSIONE del 24 giugno 2015 sulla procedura di rilascio della tessera professionale europea e sull'applicazione del meccanismo di allerta

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Autodesk Inc. United States 111 McInnis Parkway San Rafael CA 94903 www.autodesk.com Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Le licenze del software Autodesk sono in genere non trasferibili,

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

REGOLE DI CONDOTTA AMWAY

REGOLE DI CONDOTTA AMWAY REGOLE DI CONDOTTA AMWAY Indice Sezione 1: Introduzione 4 Sezione 2: Glossario dei termini 4 Sezione 3: Diventare un Incaricato 6 Sezione 4: Responsabilità generali degli Incaricati 8 Sezione 5: Ulteriori

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Principi Generali Art. 2 Oggetto del Regolamento Art. 3 Diritto di informazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Forlì, 5 luglio 2013 Prot. n. 115/2013 LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Continuano a pervenire al nostro ufficio studi, numerose richieste di chiarimenti sulla gestione fiscale

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 Più tutele per i consumatori italiani ed europei: è l effetto della direttiva europea recepita dal decreto legislativo n.21 del 21 febbraio

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE Un agenda digitale europea RISERVA COMPLEMENTARE Né la Commissione europea né alcuna persona operante a nome della Commissione è responsabile dell uso che possa

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE

GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE Altre forme giuridiche (A.F.) Tipologia che raccoglie tutte le imprese aventi forma giuridica diversa da quelle che rientrano nei seguenti raggruppamenti:

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI IMPORTANTE: il presente documento è un contratto ("CONTRATTO") tra l'utente (persona fisica o giuridica) e DATOS DI Marin de la Cruz Rafael

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

Pagina 1 di 12 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 agosto 2012, n. 137 Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011,

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La nuova tariffa bioraria Il 1 luglio del 2010 entreranno in vigore le nuove tariffe biorarie fissate dall'autorità per l'energia Elettrica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca Centro Emilia-Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Via Statale.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli