Zi8t«: Siutìo Lagale Aawsfeic Or. MANFRED SCHULUAN Or. CHRÌSTOPH SEMQNER Or. ALESSANDRO GABRIELLI ALLA CAMERA ARBITRALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Zi8t«: Siutìo Lagale Aawsfeic Or. MANFRED SCHULUAN Or. CHRÌSTOPH SEMQNER Or. ALESSANDRO GABRIELLI ALLA CAMERA ARBITRALE"

Transcript

1 Zi8t«: Siutìo Lagale Aawsfeic Or. MANFRED SCHULUAN Or. CHRÌSTOPH SEMQNER Or. ALESSANDRO GABRIELLI per: contro: ALLA CAMERA ARBITRALE presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano COMPARSA CONCLUSIONALE * * * Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a., con l'avvocato Christoph Senoner di Bolzano; H & H Maioliche s.r.l., con l'aw. Luciano Salvato; # * * LE CONCLUSIONI La causa è stata trattenuta in decisione sulle seguenti conclusioni: di parte attrice (Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a.): 1. rigettare tutte le domande ed eccezioni anche pregiudiziali, sollevate da H&H Maioliche s.r.l., perché infondate in fatto ed in diritto; 2. accertare e dichiarare l'intervenuta risoluzione - con effetto dal del contratto di locazione finanziaria n. B04380 del , in applicazione dell'art cod. civ. e con riferimento alla clausola n del contratto stesso (clausola risolutiva espressa), ed - in subordine - ai sensi dell'art cod. civ. per colpa ed inadempimento dell'utilizzatore; 3. di conseguenza condannare la H&H Maioliche s.r.l., ai sensi dell'art.,., del contratto, alla restituzione immediata dell'immobile concesso in leasing, libero da cose e persone, censito nel C.T. di Nove (VI), foglio 5, mappale 1202; 4. condannare la H&H Maioliche s.r.l. al pagamento in favore della Hypo UAMERA DI COMMERCIO BOLZANO HANDELSKAMMERBOZEN ARRIVO - EINGANG 15 GIÙ. 2012

2 Vorarlberg Leasing s.p.a. degli importi dovuti in forza dell'ari 20.2 del contratto in dipendenza della risoluzione anticipata dello stesso, pari ad ,46.- IVA compresa, di cui ,82.- per canoni scaduti, 1.935,10.- per interessi di mora sino alla risoluzione del contratto, 1.200,00.- a titolo di rimborso spese per riscatto anticipato ed ,48.- a titolo di penale anche per la protratta occupazione del bene sine Ululo sin dal e per il mancato guadagno, o quella somma maggiore o minore determinata in corso di causa, anche previa riduzione ad equità della penale contrattualmente prevista, oltre agli interessi al tasso di mora di cui al D.Lgs. n. 231/2002 o di quello legale dalla data di risoluzione del contratto (14, ) fino al saldo effettivo; 5. condannare la H&H Maioliche s.r.l. alla rifusione del compenso degli arbitri, nonché di tutte le spese, diritti ed onorar! del presente procedimento, oltre IVA e GAP nella misura di legge. Conclusioni di parte convenuta. H&H Maioliche s.r.l.: In via preliminare di merito: a) accertarsi l'intervenuta rinuncia per fatti concludenti da parte della Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. alla domanda di arbitrato per aver preventivamente adito il tribunale ordinario e conscguentemente dichiararsi la stessa domanda inammissibile e/o improcedibile; in via pregiudiziale/preliminare di rito: b) accertarsi la litispendenza tra il presente procedimento e la causa pendente, tra le stesse parti ed avente identità di petitum e causa petendi, aventi il Tribunale di Bolzano, rubricata al n. 3609/2010 di R.G. Giudice Istnittorc Dottssa Claudia Montagnoli, prossima udienza , ad ore e per l'effetto dichiararsi

3 l'incompetenza del collegio arbitrale, l'improcedibilità e/o l'inammissibilità della domanda di arbitrato; in via pregiudiziale/preliminare di rito: e) accertata a nullità del contratto di "locazione finanziaria immobiliare" del n. B04380 e conscguentemente la nullità delle clausole derogatorie della competenza arbitrale dichiararsi inammissibile e/o improcedibile la domanda arbitrale essendo competente l'autorità giudiziaria ordinaria in particolare il Tribunale di Bolzano o il Tribunale di Bassano del Grappa per le ragioni esposte in narrativa; in via preliminare di merito: e) accertarsi la nullità della domanda di arbitrato per difetto di causa petendi e per l'effetto rigettarsi la domanda di arbitrato; Nel merito: f) nella denegata ipotesi di rigetto delle domande pregiudiziali e/o preliminare di rito, rigettarsi la domanda di accertamento dell'intervenuta risoluzione del contratto e di ogni altra ad essa conseguente e/o accessoria, in * quanto infondata in fatto ed in diritto e previo accertamento e declaratoria dell'inadempimento delle obbligazioni contrattuali assunte dalla Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. ovvero per l'insussistenza dell'inadempimento del compratore; g) accertarsi e dichiararsi legittima la sospensione dei pagamenti compiuti da H & H Maioliche S.r.l. in conseguenza dell'inadempimento della Hypo Voralberg Leasing S.p.a.; h) accertarsi e dichiararsi il minor valore del fabbricato per cui è causa, oggetto di contratto H & H Maioliche S.r.l. e Hypo Vorarlberg Leasing S.p.a. per i vizi e difetti riscontrati e conseguentemente ridursi il prezzo dell'immobile stesso nella misura che sarà stimata in corso di causa;

4 i) accertarsi e dichiararsi la nullità del contratto di "locazione finanziaria immobiliare" del n. B03480 (art. 22 del contratto, doc. 10) e per l'effetto rigettarsi tutte le domande formulate dalla ricorrente in quanto infondate in fatto ed in diritto; 1) accertata e dichiarata la nullità del contratto di "locazione finanziaria immobiliare" del n. B03480, accertarsi e dichiararsi che il contratto intercorso tra la H&H Maioliche S.r.l. e la Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. è un contratto di vendita con patto di riservato dominio; m) condannarsi Hypo Vorarlberg Leasing S.p.a. al risarcimento dei danni ex art. 96 c.p.c. per aver iniziato o resistito in giudizio con dolo o colpa grave nella misura accertanda in corso di causa o da liquidarsi anche d'ufficio dal giudice; n) condannarsi in ogni caso la ricorrente al pagamento di tutte le spese del giudizio arbitrale e alla rifusione delle spese, spese generali, diritti e onorali di causa, oltre accessori di legge, a favore della resistente. In via istruttoria: 1 ) disporsi la rinnovazione dell'escussione del teste geom. Giacomo Tedesco, in particolare sul chiarimento rilasciato e che si legge nel penultimo ADR di pagina 5 del verbale d'udienza del 20.04,2012. BREVE PREMESSA La presente vertenza è stata promossa da Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. a causa del persistente inadempimento agli obblighi di pagamento previsti dal contratto di leasing stipulato in data con la H&H Maioliche s.r.l. Trattasi pertanto, almeno nell'ottica di parte attrice, di un procedimento di recupero credito, diretto sia all'accertamento della risoluzione del contratto di leasing (per effetto della clausola risolutiva espressa, ed in subordine per 4

5 grave inadempimento dell'utilizzature ex art e segg. cod, civ,. Questi sin dal mese di settembre 2009 ha sospeso il pagamento dei canoni di leasing, continuando tuttavia ad detenere l'immobile, addirittura sublocandolo a terzi, per ostacolarne la restituzione alla proprietaria). Parte convenuta non si è limitata a contraddire a tali legittime domande - di per se di contenuto comune - ma ha promosso una serie di iniziative giudiziali per screditare non soltanto la Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a., i suoi funzionari ed organi, ma anche chi ha assunto la difesa della società. Perfino i testimoni introdotti dalla scrivente difesa si vedono ora esposti a procedimenti penali giudiziali, con chiaro intento intimidatorio, ad opera del sig. Hornbostel. Tra le iniziative assunte dal sig. Adolfo Enrico Hornbostel vanno annoverate: un esposto alla Banca d'italia contro Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. e l'avy. Sen9ner in qualità di membro del Collegio sindacale, un esposto al Consiglio dell'ordine di Bolzano contro l'avvocato Christoph Senoner; un esposto alla Procura della Repubblica di Bassano del Grappa per il reato di truffa contrattuale contro i sig.ri dott. Benetti Rolando (ex dirigente commerciale di Hypo Leasing), dott. Michael Meyer (amministratore delegato) e contro l'aw. Senoner, quest'ultimo sempre nella veste di membro del Collegio sindacale; querele per falsa testimonianza contro di testimoni Giampiero Vianello, dottssa Monica De Salvo e dott. Rolando Benetti. In ordine ad entrambe le iniziative penali i rispettivi pubblici ministeri hanno già chiesto l'archiviazione, ma il sig. Hornbostel - non accontentandosi - ha

6 proposto opposizione avverso il decreto di archiviazione. Oltre a queste iniziative di dubbio gusto il sig. Hornbostel ha assunto iniziative per denigrare l'immagine di Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. sui mezzi di stampa nella zona di Vicenza dove Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. tradizionalmente conta numerosi clienti. Questi brevi premesse valgano a sottolineare l'atteggiamento, valutabile anche sotto il profilo di cui all'art 96 c.p.c., con il quale la controparte sta conducendo questa vertenza, che - come già rilevato - è iniziata come semplice azione di recupero credito. I FATTI In data Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. stipulava un contratto di leasing immobiliare (numerazione B03156) con la società Sebellin di Paolo Sebellin & C. s.n.c., avente per oggetto un immobile riportato al NCT del Comune di Nove al foglio 5, mappale 1202 (fabbricato ad uso artigianale * * composto da un capannone, uffici e servizi, allora in corso di costruzione ovvero privo di impianti e fìniture). Detto bene era pervenuto alla Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. in forza di scrittura privata autenticata di pari data ( ), registrata a Trento il al n. 6054, Voi. 69, Serie 3, dalla società "La Città Dipinta s.r.l.". L'acquisto, come espressamente indicato all'art. 5 del contratto di compravendita, avveniva al solo ed unico scopo di concedere il bene in locazione finanziaria al predetto utilizzatore, il quale aveva scelto il bene, trattando direttamente le condizioni con il fornitore (che tra l'altro era la società controllante della Sebellin s.n.c.). Come di consueto nell'ambito delle operazioni leasing, il contratto stipulato

7 con la Sebellin s.n.c. prevedeva allpart. 5, lett. a) che "la società venditrice (La Città Dipinta s.r.l.) accetta espressamente che tutte le azioni di garanzia spettanti per legge alla società acquirente (Hypo Leasing) possano essere esercitate nei confronti di essa società venditrice direttamente dalla società utilìzzatrice, che potrà attivarle in via autonoma, nessuna esclusa ed eccettuata". In data il contratto di locazione finanziaria, con l'assenso di Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. veniva ceduto dalputilizzatore alla Maioliche Sebellin s.r.l., mentre la Sebellin di Paolo Sebellin s.n.c., dopo la variazione della denominazione in data in Sebellin di Andrea Sebellin1 & C. s.n.c. veniva posta in scioglimento e liquidazione in data e cancellata con atto iscritto in data Va notato che Andrea Sebellm svolgeva l'incarico di amministratore (unico) della controllante La Città Dipinta s.r.l., socio unico della Maioliche Sebellin s.r.l. * * I costi per la realizzazione degli impianti al servizio del capannone oggetto del contratto di leasing (elettrico, idraulico ecc.) erano stati medio tempore sostenuti dalla controllante La Città Dipinta s.r.l., mentre i mezzi di produzione risultavano di altra società di leasing e da essa concessi in locazione alla Sebellm di Paolo Sebellin & C. Con sentenza del il Tribunale di Trento dichiarava il fallimento dell'utilizzatrice Maioliche Sebellin s.r.l. e della controllante La Città Dipinta s.r.l. e veniva nominato curatore per entrambe le procedure il dott. Alberto Bombardelli, commercialista di Trento. Quest'ultimo esercitava la facoltà di sciogliersi dal contratto di locazione finanziaria (art. 72 quater l.fall.) e Hypo 1 Andrea Sebellin figura tra i testi introdotti dalla H&H Maioliche

8 Vorarlberg Leasing s.p.a. formulava istanza di restituzione dell'immobile. La restituzione del fabbricato poneva, peraltro, il problema della sorte degli impianti realizzati al servizio dello stesso, in quanto di proprietà del fallimento La Città Dipinta s.r.l. Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. avviava pertanto trattative con la curatela al fine di rilevare gli impianti al servizio dell'immobile, necessari al fine della vendita o rilocazione del bene. Nel corso della seconda metà del 2007 il sig. Hornbostel Federico, allora amministratore unico della H&H Maioliche s.r.l. (nominato con atto del ) aveva avviato trattative con il curatore dott. Alberto Bombardelli per l'acquisto "<# tutti i beni di proprietà del fallimento della controllante La Città Dipinta s.r.l. presenti all'interno dello stabilimento di Nove (VI) con accollo di tutti gli oneri per lo smaltimenti dei rifiuti e dei prodotti tossivi giacenti presso la sede operativi della Maioliche Sebellin s.r.l. Contestualmente avviava trattative con la Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. per -» l'acquisizione dell'immobile "attualmente detenuto in locazione finanziaria dalla società Maioliche Sebellin Sri come da contratto numero B03156 del (lettera a firma dott. Federico Hornbostel dd ). Soltanto all'esito positivo delle trattative tra il curatore fallimentare e la Hypo Leasing fallimentare aventi per oggetto l'acquisto da parte di quest'ultima degli impianti a servizio del capannone e della conclusione dell'accordo tra la curatela e il dott. Federico Hornbostel "per la cessione delle aziende dì proprietà delle società La Città Dipinta s.r.l. e Maioliche Sebellin s.r.l." veniva formalizzata la restituzione del capannone alla concedente (cfr. lettera della curatela fallimenti dd ). Va rimarcato che già prima della restituzione del capannone ad opera della

9 curatela, H&H Maioliche - d'intesa con Hypo Leasing - aveva assunto delle iniziative per sistemare la situazione urbanistica dell'immobile. Così aveva richiesto e ricevuto da parte del geom. Giacomo Todesco (già progettista e direttore dei lavori per la soc. La Città Dipinta s.r.l) "preventivo di spesa per regolarizzare la posizione urbanistico-catastale e W.FF. nel fabbricato artigianale/industriale in Comune di Nove". Nel contempo, la stessa H&H Maioliche aveva richiesto ed ottenuto (sempre prima della stipula del contratto di leasing) delega ed autorizzazione "a richiedere gli allacciamenti di acqua, corrente elettrica e gas a nome di H&H Maioliche S.r.l. e a intraprendere le operazioni di pulizia e sistemazioni varie in considerazione dell 'accordo di leasing per il medesimo capannone che sarà stipulato con tale azienda entro il prossimo gennaio 2008".2 Raggiunto l'accordo sul prezzo di riallocazione, in data la H&H Maioliche formalizzava domanda di concessione di leasing (finanziamento dell'acquisto) alla Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. Il relativo contratto di locazione finanziaria n. B04380 veniva stipulato in data , reg. a Bolzano al n. 406 serie 3T) al corrispettivo di oltre IVA con contestuale consegna del bene all'utilizzatore. Al fallimento veniva invece riconosciuto e versato il "maggior ricavo" ai sensi dell'ari 72 quater legge fallimentare. Dalla ricostruzione dei fatti si può comprendere come le parti dell'accordo contrattuale in oggetto erano entrambe edotte del fatto che, alla data di stipula, l'immobile che sino ad allora era stato gestito come un cantiere (sia per allacciamenti e forniture di acqua, energia elettrica e gas, sia per agibilità 2 Copia della delega era stata esibita dal dott. Rolando Benetti in occasione della escussione testi.

10 del medesimo) necessitava di - interventi a definizione delle pratiche urbanistiche, catastali e VV.FF: rimaste incomplete (benché Maioliche Sebellin s.r.l. avesse avviato la produzione in situazione precaria); - conclusioni di nuovi contratti di allacciamento e fornitura; opere di sgombero di rifiuti, anche tossici e pulizia. La piena conoscenza di tali circostanze, anche da parte di H&H Maioliche, rende più che verosimile, che la stessa si sia compiutamente informata sulla situazione e le caratteristiche (ed eventuali difetti) del bene (come del resto è plausibile, quando si va ad acquistare un bene di un costo elevato). Con riguardo alla problematica delle pratiche urbanistico-catastali Hypo Vorarlberg eccezionalmente assumeva l'impegno, ancora nel febbraio 2008, a richiedere ed ottenere a propria cura e spese il certificato di agibilità dell'immobile, a definizione del complesso iter burocratico risultante dalla corrispondenza con il geom. Giacomo Tedesco. Nel settembre 2008, il Comune di Nove richiedeva, per il completamento dell'iter di rilascio dell'agibilità del fabbricato, la consegna di documentazione integrativa. Ancora nel febbraio del 2009, peraltro, il geom. Tedesco, pur regolarmente incaricato, non aveva dato riscontro a tale richiesta, di talché Hypo Vorarlberg Leasing provvedeva a sollecitare l'adempimento, notìziando del fatto H&H Maioliche S.r.l. Con missiva dd il geom. Tedesco riscontrava il sollecito, precisando le ragioni per il ritardo di consegna di detta documentazione. In data il geom. Tedesco procedeva alla consegna del certificato di agibilità alla H&H Maioliche S.r.l. ed all'invio della documentazione alla 10

11 Hypo Vorarlberg. Con lettera dell'aw. Chiara Schiavinato, H&H Maioliche s.r.l, per la prima volta, lamentava infiltrazioni di acqua dal tetto, dalle strutture in ferro e dei lucernai in coincidenza con le precipitazioni atmosferiche. Nel mentre la concedente confermava il proprio impegno ali'ottenimento del certificato di agibilità, di tatto poi adempiuto, essa declinava, a cagione della natura del rapporto contrattuale (locazione finanziaria) responsabilità ed obblighi di garanzia per i vizi e difetti deirimmobile oggetto del medesimo, proponendo, peraltro, alla utilizzatrice di finanziare anticipatamente gli interventi di risanamento del rifacimento del tetto (allora preventivati in ,00. ca.), con conglobamento degli importi a ciò necessario nel contratto di leasing. Tale proposta veniva anche accettata per iscritto a mezzo corrispondenza con l'aw. Chiara Schiavinato, legale della H&H Maioliche s.r.l., ma,inopinatamente la stessa si rifiutava di dar seguito all'iter necessario.per formalizzare rincremento di finanziamento, pretendendo il semplice accredito dell'importo preventivato (cosa che non avrebbe certamente garantito, l'impiego concordato della somma). Sin dai primi mesi del 2009 H&H Maioliche dapprima ritardava il pagamento delle rate di leasing (senza fornire spiegazioni, anzi impegnandosi più volte a provvedere al rapido rientro dello scaduto) e cessava a partire dal mese di settembre 2009 ogni e qualsiasi corresponsione, vuoi per arretrati, vuoi per rate correnti (va rimarcato che all'epoca tale inadempimento non veniva affatto giustificato con problemi di infiltrazioni o di agibilità dell'immobile). Con lettera di messa in mora dd Hypo Vorarlberg Leasing invitava l'utilizzatrice a versare i canoni arretrati, pena la risoluzione del 11

12 contratto di leasing (doc. n. 4). Essendo rimasta tale lettera senza riscontro, Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a., con lettera del (doc. n, 5), giunta al destinatario in data , comunicava ali'utilizzatole la propria volontà di risolvere anticipatamente il contratto ai sensi dell'alt del contratto di locazione finanziaria (clausola risolutiva espressa), invitando l'utilizzatore a restituire immediatamente l'unità immobiliare concessa in locazione e comunicando la somma dovuta in esito alla risoluzione anticipata ( ,40 IVA compresa). Le lettere di sollecito da parte della scrivente difesa (doc. n. 6, 7, 8) di restituzione dell'immobile e di pagamento degli importi dovuti a causa della risoluzione anticipata del contratto rimanevano senza riscontro alcuno. Un'istanza di fallimento presentata al Tribunale di Trento nei confronti di H&H Maioliche s.r.l. verso fine agosto 2010 veniva rigettata con provvedimento del , recante la seguente motivazione "i/ credito vantato dalla ricorrente non risulta accertato giudizialmente e considerato che dalla risoluzione anticipata del contratto di locazione finanziaria non può derivare contemporaneamente l'obbligo della società istanziala di restituire l'immobile e di pagare il prezzo di riscatto; ritenuto che la mancanza di accertamento giudiziale del credito e del successivo esperimento delle azioni esecutive non consentono di valutare lo stato di insolvenza della società istanziata, non essendovi neppure ulteriori elementi che ne comprovino l'esistenza, P.Q.M., rigetta " Contestualmente e precisamente con ricorso ex art. 702 c.p.c. depositato in data Hypo Vorarlberg Leasing avviava azione di recupero nei confronti dei fideiussori di H&H Maioliche s.r.l. dinanzi al Tribunale di 12

13 Bolzano (la contestuale presentazione di istanza di fallimento contro H&H Maioliche s.r.l. è il vero motivo per il quale l'azione contro i fideiussori davanti all'autorità giudiziale ordinaria ha preceduto l'avvio del procedimento arbitrale, e quindi la tesi dell'implicita rinuncia alla competenza arbitrale per via dell'azione promossa contro i fideiussori è destituita di ogni fondamento). Per completare la narrazione dei farti va messo in evidenza che H&H Maioliche, a contratto di leasing risolto, ha concesso in affitto l'azienda alla Arting Group s.r.l., all'evidente scopo di ostacolare la restituzione del bene a Hypo Leasing. Si rileva, infine, che H&H Maioliche si è resa pure inadempiente alle obbigazioni assunte nei confronti del Fallimento La Città Dipinta S.r.l., in relazione all'acquisto dei beni mobili e macchinar! tanto da costringere il curatore ad agire in giudizio nei confronti di detta società. DIRITTO Le domande di Hvpo Vorarlberg Leasing s.p.a. È palese ed incontestato il fatto che H&H Maioliche si è resa inadempiente agli obblighi di pagamento dei canoni di locazione sin dal mese di settembre Quindi, da quasi tre anni sta occupando l'immobile oggetto di leasing senza versare alcunché, rifiutandone la restituzione, nonostante l'avvenuta risoluzione, per ricorso alla clausola risolutiva espressa, del contratto di leasing. Parte convenuta non ha contestato il conteggio di risoluzione, gli estratti conto e la corrispondenza relativa alla messa in mora e risoluzione del contratto, salvo addurre una serie di motivi a "giustificazione" del mancato pagamento, che andremo ad esaminare in seguito. 13

14 Ai sensi dell'ari cod. civ. spetta al debitore provare che l'inadempimento (o il ritardo) è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile. Tale prova non è stata affatto raggiunta. Ne consegue che il Collegio Arbitrale dovrà accertare e dichiarare l'intervenuta risoluzione del contratto di leasing n. B04380 in applicazione della clausola risolutiva espressa (punto 20.1.) del contratto che prevede che "il presente contratto può essere risolto ai sensi dell'art 1456 e. e. - con comunicazione scrìtta veriflcatosi uno degli eventi descritti al successivo punto 1: 1. ritardo ingiustificato, protrattosi per oltre sessanta giorni, nel pagamento anche solo di uno dei canoni dovuti dalvutìlìzzatore (omissis) previa formale messa in stato di mora con lettera raccomandata a.r. " " 9 II contratto regola peraltro anche le conseguenze della risoluzione (punto 20.2.), e cioè l'obbligo alla restituzione immediata dell'immobile, al pagamento di tutte le somme dovute al concedente per canoni interessi ed altro già maturati e non ancora soddisfatti, al pagamento, a titolo di penale, della somma dei canoni non ancora scaduti e maggiorati al prezzo di riscatto di cui all'art 19 del contratto attualizzati al tasso di riferimento in vigore alla data di stipula del contratto, ed infine al pagamento degli interessi mora al tasso contrattuale, mentre rimangono definitivamente acquisite dal concedente tutte le somme pagate dall'utilizzatore fino alla data della risoluzione del contratto. Al fine di contemperare dette obbligazioni (ed evitare un inammissibile 14

15 arricchimento da parte della concedente9, il contratto prevede CHE alputilizzatore verrà riconosciuto il ricavato dalla vendita del bene, una volta pagate le somme dovute in esito alla risoluzione del contratto (clausola da intendersi nel senso che il ricavato verrà imputato al credito determinato ai sensi del punto 20.2 del contratto, essendo praticamente impossibile che l'utilizzatore provveda a pagare tutti gli importi dovuti in esito alla risoluzione del contratto (che equivarrebbe ad un riscatto anticipato). Quanto alla determinazione del credito ci si affida comunque alla prudente decisione del Collegio Arbitrale, al quale spetterà il compito di definire il credito spettante alla società concedente, contemperando la quantificazione della penale ai sensi delfart cod. civ. Per quanto occorrer possa si suggerisce di determinare tale penale con ricorso al criterio del mancato guadagno che Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. avrebbe * * conseguito in caso di regolare esecuzione del contratto di leasing da parte dell'utilizzatore. * * * Le domande di H&H Maioliche Le eccezioni pregiudiziali e preliminari Sull'intervenuta rinuncia per fatti concludenti da parte di Hvpo Vorarlberg Leasing s.p.a. alla domanda di arbitrato per aver preventivamente adito il tribunale ordinario H&H Maioliche eccepisce l'incompetenza del Collegio Arbitrale in favore dell'autorità giudiziaria ordinaria, e segnatamente del Tribunale di Bolzano. Ad avviso della controparte la ricorrente avrebbe "implicitamente rinunciato" alla competenza arbitrale per effetto dell'azione intrapresa contro i fideiussori 15

16 (con procedimento promosso in data ai sensi dell'ari. 702 bis c.p.c.) dinanzi al predetto tribunale (doc. 11). L'eccezione è palesemente infondata. Come spiegato In narrativa, la preventiva azione contro i fideiussori dinanzi all'a.g.o. deriva dal fatto che Hypo Leasing contestualmente a tale azione aveva avviato un ricorso per fallimento contro H&H Maioliche s.r.l., che però è stata rigettata dal Tribunale di Trento, fatto che ha costretto la Hypo Leasing a promuovere il procedimento arbitrale per munirsi di un titolo esecutivo contro Tutilizzatore. Del resto, l'azione promossa nei confronti dei fideiussori poteva essere svolta soltanto dinanzi all'autorità giudiziaria ordinaria, poiché il testo della fideiussione firmata dei garanti prevede la competenza esclusiva del Foro di Bolzano (doc ). La clausola arbitrale contenuta nel contratto di leasing è invefe riferita esclusivamente alle parti principali del rapporto obbligatorio discendente dal predetto contratto, nel quale non risultano intervenuti come parti autonome i fideiussori. Questi hanno invece assunto autonoma obbligazione (ancorché accessoria rispetto a quelle di H & H Maioliche), di carattere fideiussorio, con atto costitutivo separato redatto in pari data, senza che tra le parti sia stata prevista una distìnta clausola compromissoria, come tale rapportabile anche alla posizione dei fideiussori. Pertanto, non estendendosi ai fideiussori l'efficacia della clausola compromissoria per arbitrato sottoscritta soltanto dall'utilizzatore H&H Maioliche, l'azione contro i fideiussori andava promossa necessariamente dinanzi all'a.g.o. e non ha determinato affatto rinuncia implicita alla competenza arbitrale nei confronti del debitore principale. 16

17 Il fatto che i fideiussori citati dinanzi all'autorità giudiziaria ordinaria abbiano chiamato a loro volta in giudizio il debitore principale H & H Maioliche per agire in regresso ai sensi dell'ari c.c., e quest'ultima, costituendosi in giudizio, abbia irritualmente svolto domanda riconvenzionale nei confronti dell'attrice principale Hypo (la quale non ha accettato il contraddirtene), non ha comportato alcuna deroga alla competenza esclusiva del Collegio Arbitrale. Sull'eccezione di litispendenza Ad avviso della scrivente difesa non può sussistere litispendenza tra la presente azione promossa ritualmente dinanzi al Collegio Arbitrale nei confronti della H & H Maioliche s.r.l. e l'altra causa promossa contro i fideiussori dinanzi all'autorità giudiziaria ordinaria. Il Tribunale di Bolzano dovrà limitarsi a dichiarare la propria incompetenza a decidere in ordine alle domande rictfnvenzionali svolta dalla H & H Maioliche nei confronti della ricorrente Hypo Leasing, ovvero limitarsi a decidere nel merito sulle domande che riguardano la garanzia prestata dai fideiussori. Sulla incompetenza del Collegio Arbitrale per asserita nullità del contratto e quindi della clausole derogatorie della competenza arbitrale Ad avviso della difesa di H & H Maioliche il contratto di leasing sarebbe nullo per svariati motivi (di cui infra), e la nullità del contratto travolgerebbe tutte le clausole, in particolare quelle vessatorie, nelle quali sarebbe ricompresa quella derogatoria della competenza giurisdizionale. La tesi non regge. A parte il fatto che la nullità del contratto è tutta da dimostrare, basta richiamare il disposto di cui all'art. 808 c.p.c., che statuisce proprio il principio opposto, cioè che la clausola arbitrale ha validità 17

18 autonoma e quindi non è travolta dall'eventuale nullità del contratto. Nemmeno l'eventuale declorartela nullità del contratto di leasing determinerebbe inapplicabilità del regolamento della camera arbitrale di Bolzano. Sulla nullità della domanda di arbitrato per difetto di causa petendi Del tutto oscura oltre che infondata si profila l'eccezione di nullità della domanda di arbitrato per difetto di causa petendi. Sulle domande di merito della convenuta H&H Maioliche s.r.l. Va premesso che le domande di merito svolte dalla convenuta, per quanto ampie ed articolate (o forse proprio per questo) appaiono contraddirtene e parzialmente contrastanti dal punto di vista logico e sistematico. Ma vediamo una per una le domande - sostanzialmente riconvenzionali, sebbene non così definite - proposte da H&H Maioliche. Al punto g) delle proprie conclusioni H&H Maioliche chiede accertarsi e *» dichiararsi legittima la sospensione dei pagamenti compiuta da H&H Maioliche S.r.l. in conseguenza dell'inadempimento della Hypo Vorarlberg Leasing s.p.a. Per poter in qualche modo comprendere quale sia l'ipotesi di inadempimento denunziata dalla convenuta, bisogna esaminare la comparsa di costituzione di H&H Maioliche, dove peraltro (pagina 8 in fondo) la stessa si limita a sostenere che i'inadempimento consisterebbe nello "aver consegnato l'immobile de quo privo di requisiti necessari per essere adibito all'impiego per cui è stato chiesto in uso". Controparte si rifa alla esposizione dei fatti, dove, oltre a mettere in dubbio la qualifica del contrarto come contratto di leasing, narra che l'immobile, dopo la presa in possesso, sarebbe risultato 18

19 impraticabile per la presenza di rifiuti di varia natura lasciati da un precedente utilizzatore del fabbricato, che le aziende preposte all'erogazione dell'energia elettrica, del gas e dell'acqua avrebbero frapposto il loro diniego ad ottenere le somministrazioni necessarie per il svolgimento dell'attività di impresa, in assenza del certificato di agibilità, che l'immobile non aveva. Infine, una volta ottenuto il rilascio del certificato di agibilità ed avviata l'attività produttiva, sarebbero emersi "da subito" vizi e difetti dell'immobile che via via si sarebbero aggravati a tal punto che ne hanno impedito l'utilizzabilità dell'immobile, provocando danni alla produzione, ai macchinar! e alla stessa utilizzatrice che tuttora perdurano. Inutilmente H&H Maioliche avrebbe richiesto alla Hypo Vorarlbrg Leasing S.p.a. l'eliminazione dei vizi e difetti denunciati e comunicati dal loro apparire, facendo pervenire al proprietario dell'immobile il preventivo della Luise Impermeabilizzazioni dell'agosto Alle richieste di intervento Hypo Leasing avrebbe infatti risposto di essere esonerata da ogni responsabilità in forza del contratto sottoscritto. Parte convenuta è di diverso avviso, ritenendo che il contratto stipulato tra le parti non sarebbe qualificabile come leasing (con conseguente inammissibilità dell'esonero da responsabilità per vizi della concedente) e che comunque Hypo Leasing avrebbe dolosamente sottaciuto l'esistenza dei vizi e difetti. Le doglianze della controparte non colgono nel segno. Tralasciando per il momento l'esame della qualifica del tipo contrattuale, gli argomenti della irregolarità urbanistico-catastale e dei vizi vanno affrontati separatamente. Sulla presunta irregolarità del bene dal punto dì vista urbanìstico-catastale. 19

20 Come dedotto nella parte narrativa, l'immobile oggetto di leasing era stato acquistato dalla La Città Dipinta s.r.l. quando non era stato ancora del tutto completato, ovvero "al grezzo", con impiantistica ancora da installare e pratica urbanistica ancora da completare. Ciò è dimostrato dalla documentazione dimessa ed in particolare dalle relazioni del curatore, il quale più volte evidenzia la circostanza che l'immobile era stato finanziato "al grezzo" e quindi reclamava la proprietà dell'impiantistica a favore del Fallimento La Città Dipinta s.r.l.. Hypo Vorarlberg Leasing s.r.l. era quindi costretta rendersi acquirente dell'impiantistica al prezzo di ,00.- per agevolare la ricollocazione del bene sul mercato. La mancata finitura del bene ad opera del precedente proprietario rispettivamente utilizzatore è pure causa del mancato rilascio del certificato di agibilità, fatto ben noto alla H&H Maioliche già prima della stipula del contratto di leasing, come dimostra la raccoltaci un preventivo redatto dal geom. Giacomo Todesco, indirizzato a H&H Maioliche di data anteriore alla stipula del contratto di leasing, che elenca tutte le pratiche da compiersi ai fini del rilascio del certificato di agibilità. Un'ulteriore dimostrazione del fatto che H&H Maioliche fosse a conoscenza della situazione del bene anche dal punto di vista degli allacciamenti, è dovuto al fatto che Hypo Vorarlberg Leasing, nella persona del dott. Rotando Benetti, già prima della stipula del contratto di leasing, aveva rilasciato alla H&H Maioliche s.r.l. nella persona del sig. Enrico Hornbostel una "delega ed autorizzazione" scritta su carta intesta Hypo al fine di ''richiedere gli allacciamenti d acqua, corrente elettrica e gas a nome di H&H Maioliche Sri e a intraprendere le operazioni di pulizie e sistemazioni 20

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e disgiuntamente dall Avv. ********* e dall Avv. ************** ed elettivamente

Dettagli

Tribunale di Udine. - sezione civile -

Tribunale di Udine. - sezione civile - Tribunale di Udine - sezione civile - Verbale d udienza Successivamente oggi, 13.1.2014, alle ore 12.00, davanti al giudice istruttore dott. Andrea Zuliani, nella causa iscritta al n 2998/12 R.A.C.C.,

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 429 comma 1 c.p.c., la seguente

Dettagli

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 Gli indici della natura subordinata del rapporto di lavoro Relazione dell Avv. Paolo Valla * * * Traccia dei casi da trattare Controversia

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli

I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO

I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO LEASING Sommario Capo I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO Definizione Art. 1 Scelta del fornitore e del bene» 2 Forma del contratto» 3 Ordine al fornitore» 4 Consegna» 5 Pagamento del corrispettivo» 6 Assicurazione»

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Tribunale di Verona Sentenza 27.4.2013 (Composizione monocratica Giudice LANNI) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA SEZIONE QUARTA nella persona del dott.

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Raffaele Lener Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Raffaele Lener Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Pietro Sirena Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO TRA. domiciliato in Roma, via presso l Avv. A.d.B. che lo rappresenta contumace DISPOSITIVO FATTO E DIRITTO

TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO TRA. domiciliato in Roma, via presso l Avv. A.d.B. che lo rappresenta contumace DISPOSITIVO FATTO E DIRITTO Tribunale di Roma, Sez. Lavoro, 4 febbraio 2013 TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO Il Giudice designato, Dott. E. FOSCOLO Nelle cause riunite 16964/12 e 16966/12 TRA M.V. e M.G.S. Domiciliati in Roma, presso

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) GRECO Membro designato

Dettagli

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING Capitolato per l affidamento, previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, dell appalto misto di lavori e servizi, per la progettazione esecutiva, la realizzazione e la locazione finanziaria

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE Art. 1 Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra le parti, la ditta individuale xxxx di xxxxx Claudia,

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile TRIBUNALE DI UDINE sezione civile Successivamente oggi 24.1.2014, ore 12.30, davanti al giudice istruttore, dott. Andrea Zuliani, nella causa civile iscritta al n 1155/10 R.A.C.C., promossa da - (A) S.r.l.,

Dettagli

PRESENTAZIONE ONORARI APPROVATI DAL CONSIGLIO MODALITA DI OPINAMENTO CONVENZIONI PROMOSSE DALL ASSOCIAZIONE

PRESENTAZIONE ONORARI APPROVATI DAL CONSIGLIO MODALITA DI OPINAMENTO CONVENZIONI PROMOSSE DALL ASSOCIAZIONE Commissione n 6 AGGIORNAMENTI TARIFFARI, VIDIMAZIONE PARCELLE PRESENTAZIONE ONORARI APPROVATI DAL CONSIGLIO MODALITA DI OPINAMENTO CONVENZIONI PROMOSSE DALL ASSOCIAZIONE Reggio Emilia, 02 Febbraio 2011

Dettagli

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10.

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10. CONTRATTO DI LICENZA D USO DI SOFTWARE ddaattaa Hyphen-Italia srl sede legale ed amministrativa: Verona > Via Marconi, 14 > 37010 Affi > Tel. +39 045.62.03.200 > Fax +39 045 62.03.250 Codice fiscale 04334860485

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità di Responsabile dell Area amministrativa finanziaria del COMUNE DI FINO MORNASCO, C.F./P.IVA

Dettagli

17.1.2013 L EQUO INDENNIZZO NEL CONTRATTO DI LEASING: UN APPROCCIO FINANZIARIO

17.1.2013 L EQUO INDENNIZZO NEL CONTRATTO DI LEASING: UN APPROCCIO FINANZIARIO 17.1.2013 L EQUO INDENNIZZO NEL CONTRATTO DI LEASING: UN APPROCCIO FINANZIARIO di Luciano Quattrocchio, Professore Sommario: 1. I riferimenti normativi - 2. La disciplina nel contesto fallimentare - 3.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna delle parti contraenti, ed uno per l Ufficio del Registro, tra il Comune di Verbania

Dettagli

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA Tra - la società/ditta individuale (di seguito, per brevità: il Cedente), con sede in, P.IVA ; rappresentata ai fini del presente atto dal sig., C.F. e - la società Alma

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA PREMESSE Le presenti condizioni generali di fornitura e vendita si applicano integralmente a tutte le offerte di vendita emesse e a tutte le vendite effettuate

Dettagli

Decisione N. 2189 del 20 marzo 2015

Decisione N. 2189 del 20 marzo 2015 COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) MASSERA (RM) SILVETTI (RM) GEMMA Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) CARATELLI Membro designato da Associazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Applicazione delle Condizioni Generali di Vendita e modalità di modifica 1.1. Estral S.p.A., ora in avanti chiamata anche venditrice, e la Vs. società, ora in avanti definita

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA Con la presente scrittura privata, da autenticarsi da parte di notaio ai sensi dell art. 2703 cod. civ. e in ossequio alle previsioni della legge 12 agosto 1993, n. 310,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE N. R.G. 2288/2011 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Marcello Pisanu ha pronunciato la seguente SENTENZA

Dettagli

Capitolo 4 - LEASING. Sommario

Capitolo 4 - LEASING. Sommario Capitolo 4 - LEASING Sommario Sezione I Leasing mobiliare Definizione Art. 1 Scelta del fornitore 2 Forma del contratto 3 Ordinazione del bene 4 Consegna del bene 5 Legittimazione attiva dell utilizzatore

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE. La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P.

TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE. La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P. TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P. IVA/C.F..., in persona dell'amministratore unico, nonché legale rappresentante in carica pro tempore

Dettagli

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE IRREVOCABILI INERENTI L ACQUISTO DEI BENI INCLUSI NEL PATRIMONIO FALLIMENTARE SUDDIVISO NELLE CATEGORIE DI SEGUITO ELENCATE A) Con sentenza datata 2 agosto

Dettagli

CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO

CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA Sezione Fallimentare e Commerciale Il Tribunale, riunito in camera di consiglio in persona dei seguenti magistrati:

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA Sezione Fallimentare e Commerciale Il Tribunale, riunito in camera di consiglio in persona dei seguenti magistrati: TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA Sezione Fallimentare e Commerciale Il Tribunale, riunito in camera di consiglio in persona dei seguenti magistrati: dott. Antonio Cumin, presidente dott. Giovanni Frangipane,

Dettagli

Il/la sottoscritto/a residente in. della Ditta quale TITOLARE. in seguito denominato CEDENTE

Il/la sottoscritto/a residente in. della Ditta quale TITOLARE. in seguito denominato CEDENTE www.house4all.it Via C. Ferrari, 2 20841 Carate B.za Tel. 0362.1482371 info@house4all.it Il/la sottoscritto/a residente in alla via n. nato/a a il cod fisc in qualità di della Ditta quale TITOLARE EFFETTIVO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Avv. Michele Maccarone Prof.ssa Avv. Maddalena Rabitti Membro designato dalla

Dettagli

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE EX ART. 410 C.P.P. Proc. Pen. N. 21752/08 Mod. 21 c/ Antonio Il sottoscritto Avv. Francesco Ettore, quale difensore di Giuseppina,

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso Contratto di locazione ad uso non abitativo L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso la Sede Comunale tra Per un parte il sig. Terragno Roberto nato il 19.11.1958 a Finale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. OGGETTO: Contratto di affitto di terreno sito in Santa Domenica. L'anno. il giorno.. del mese di.

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. OGGETTO: Contratto di affitto di terreno sito in Santa Domenica. L'anno. il giorno.. del mese di. Allegato alla Delibera di Giunta Comunale n. 59 del 25/7/2014 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA COMUNE DI SANTA DOMENICA VITTORIA (Provincia Messina) OGGETTO: Contratto di affitto di terreno sito in

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Alessandro Leproux.. Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo

Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo 476 Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo di Claudia Mariani Traccia La società Alfa s.r.l., in data 10 novembre 2014, ha ceduto alla Gamma s.r.l. il

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551. Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013. La Responsabile del Servizio CORECOM

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551. Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013. La Responsabile del Servizio CORECOM DETERMINAZIONE Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551 Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA XXXXX E FASTWEB, SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162. Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162. Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013 DETERMINAZIONE Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162 Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA XXXXX E TELECOM ITALIA LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO CORECOM VISTA la l.

Dettagli

Contratto di locazione commerciale per attività industriale

Contratto di locazione commerciale per attività industriale Contratto di locazione commerciale per attività industriale Addì ***, in *** sono presenti: - ***, con sede legale in ***, P. IVA ***, nel presente atto rappresentata da ***, C.F. ***, residente in ***,

Dettagli

Allegato 3. Modello di fideiussione. Mercato elettrico

Allegato 3. Modello di fideiussione. Mercato elettrico Allegato 3 Modello di fideiussione Mercato elettrico Modello di fideiussione bancaria, di cui all articolo 79, comma 79.1, della Disciplina del mercato elettrico.., lì. Spett. le Gestore dei Mercati Energetici

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

Tribunale Ordinario di Monza Sezione Lavoro. Repubblica Italiana In nome del Popolo Italiano. Il Giudice di Monza

Tribunale Ordinario di Monza Sezione Lavoro. Repubblica Italiana In nome del Popolo Italiano. Il Giudice di Monza Tribunale Ordinario di Monza Sezione Lavoro Udienza del 11.3.2008 N. 1061/06 RG Repubblica Italiana In nome del Popolo Italiano Il Giudice di Monza Dott.ssa Silvia Russo, quale giudice del lavoro, ha pronunciato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Dott. Claudia Rossi Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Massimiliano Silvetti Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore]

Dettagli

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) RUSSO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) RUSSO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: (NA) QUADRI (NA) CONTE (NA) MAIMERI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (NA) RUSSO Membro designato da Associazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini avranno il significato di seguito

Dettagli

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO

NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO DIREZIONE OPERATIVA venerdì 13 settembre 2013 NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO OGGETTO DELLA COPERTURA Affitto Sereno è una polizza che rientra nel ramo ministeriale 16 (perdite pecuniarie)

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone. Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone. Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Bruno De Carolis... Membro designato dalla Banca d'italia Prof. avv. Vincenzo Meli Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Massimiliano Silvetti Avv. Alessandro Leproux Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. categoria

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. categoria composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale IL COLLEGIO DI ROMA Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Vincenzo Meli Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore]

Dettagli

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A TRIBUNALE DI PALERMO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha pronunciato

Dettagli

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 06/07/2015

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 06/07/2015 ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 06/07/2015 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/37200-la-negoziazione-assistita-il-termine-entro-ilquale-intraprendere-l-azione-giudiziaria-l-obbligatoriet-per-tutti-i-crediti-anche-per-quellidegli-avvocati

Dettagli

Contratto internazionale di Agenzia

Contratto internazionale di Agenzia Contratto internazionale di Agenzia Tra:.... con sede in (in seguito denominato "il Fabbricante") e: con sede in (in seguito denominato "l'agente") SI CONVIENE QUANTO SEGUE: Art. 1: Territorio e Prodotti

Dettagli

www.unijuris.it R E P U B B L I C A I T A L I A N A

www.unijuris.it R E P U B B L I C A I T A L I A N A N. /09 R.A.C.C. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Udine, sezione civile, composto dai Signori Magistrati: dott. Alessandra BOTTAN PRESIDENTE dott. Gianfranco

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA RESTAG / BT ITALIA S.P.A. (GU14/441/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 13 ottobre 2014; VISTA la legge 14 novembre

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Alessandro Leproux. Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno de Carolis Presidente Prof. Avv. Pietro Sirena Prof. Avv. Vincenzo Meli Avv. Michele Maccarone Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Intermediazione in Cambi

FOGLIO INFORMATIVO. Intermediazione in Cambi FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della normativa in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (Titolo VI del D.Lgs 385/1993, Testo Unico Bancario, e relative disposizioni

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE N. R.G. 4925/2012 TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE Oggi 20 novembre 2014, alle ore 10.30, innanzi al Giudice dott. DARIO BERNARDI, sono comparsi: L avv. PRESTIA CRISTIAN per parte attrice il

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTO il decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante il Codice delle comunicazioni elettroniche, e in particolare l art.

IL DIRIGENTE. VISTO il decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante il Codice delle comunicazioni elettroniche, e in particolare l art. Determinazione n. 4/2012 Oggetto: definizione della controversia XXX/Sky Italia XXX IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 Il giorno / /200 con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge IL LOCATORE: nato/a

Dettagli

1. REQUISITI PER L AVVIO DELLA COLLABORAZIONE

1. REQUISITI PER L AVVIO DELLA COLLABORAZIONE CONTRATTO Tra La GDE Edizioni Musicali di Farina Vincenzo con sede legale 00139 Roma, via Monviso, 3 Codice Fiscale FRNVCN62C16G315Y Partita Iva: 09505521006, (di seguito denominata GDE Edizioni ) e, con

Dettagli

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B.1 (DELIBERAZIONI SULLE PERDITE DI SOCIETÀ SOGGETTA A CONCORDATO PREVENTIVO O AD ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI OMOLOGATI 1 pubbl.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO Tra: - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. 16 11020 Gressan (AO), codice fiscale, partita I.V.A. e numero

Dettagli

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il giorno, tra (A) l ente Comune di (di seguito Locatore) con

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

FORMULA 1. LETTERA DI CONVOCAZIONE PER TENTATIVO DI DEFINIZIONE BONARIA (C.c., art. 1219) ..., lì... Racc. a.r. Egr. Sig... Via..., n... -... (...

FORMULA 1. LETTERA DI CONVOCAZIONE PER TENTATIVO DI DEFINIZIONE BONARIA (C.c., art. 1219) ..., lì... Racc. a.r. Egr. Sig... Via..., n... -... (... Formula 1 21 FORMULA 1 LETTERA DI CONVOCAZIONE PER TENTATIVO DI DEFINIZIONE BONARIA, lì Egr. Sig. Via, n. - () Oggetto: Sig./Sig. La presente a nome e per conto del Sig. dal quale ho ricevuto incarico

Dettagli

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta al Registro delle Imprese di n Partita

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

FLAIRTENDER CONDIZIONI DI VENDITA PER IL NOSTRO SHOWROOM ATTREZZATURE

FLAIRTENDER CONDIZIONI DI VENDITA PER IL NOSTRO SHOWROOM ATTREZZATURE FLAIRTENDER CONDIZIONI DI VENDITA PER IL NOSTRO SHOWROOM ATTREZZATURE CONDIZIONI DI VENDITA ISTRUZIONI PER L ACQUISTO: SCEGLI I PRODOTTI DI TUO INTERESSE CON IL CODICE ARTICOLO E RIPORTALI NELLA MAIL DI

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Dott. Comm. Leopoldo Varriale...Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Dott. Comm. Leopoldo Varriale...Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: - Prof. Avv. Enrico Quadri... Presidente - Dott. Comm. Leopoldo Varriale...Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Ferruccio Auletta...Membro designato

Dettagli

Brevi note sulla differenza tra contratto autonomo di garanzia e contratto di fideiussione alla luce dell'analisi giurisprudenziale

Brevi note sulla differenza tra contratto autonomo di garanzia e contratto di fideiussione alla luce dell'analisi giurisprudenziale Brevi note sulla differenza tra contratto autonomo di garanzia e contratto di fideiussione alla luce dell'analisi giurisprudenziale Corte di Cassazione, sezione terza civile, Sentenza del 7 gennaio 2004,

Dettagli

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema La società Contratto per l affidamento dell attività di commercializzazione ai sensi del decreto del direttore generale dell Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato in data 21 marzo 2006 tra: titolare

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Allegato alla delibera n 04 del 20.01.2016 SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Periodo 01 marzo 2016 31 dicembre 2018 Allegato alla

Dettagli

Il Tribunale di Udine, sezione civile, DECRETO

Il Tribunale di Udine, sezione civile, DECRETO Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati dott. Alessandra Bottan Griselli dott. Francesco Venier Presidente; Giudice dott. Mimma Grisafi Giudice

Dettagli

Decisione N. 567 del 30 gennaio 2014

Decisione N. 567 del 30 gennaio 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) GRECO Membro designato

Dettagli

CONNESSIONE * * * CONNESSIONE SOGGETTIVA. riguarda i soggetti connessione tenue identità di soggetti e diversi di petitum e causa petendi

CONNESSIONE * * * CONNESSIONE SOGGETTIVA. riguarda i soggetti connessione tenue identità di soggetti e diversi di petitum e causa petendi CONNESSIONE cosa è? obiettivo Relazione tra rapporti giuridici oggetto di domande diverse Elemento in comune persone petitum causa petendi Non vi è identità, neppure parziale assicurare il simultaneus

Dettagli

Il credito al consumo ed il mutuo di scopo

Il credito al consumo ed il mutuo di scopo Il credito al consumo ed il mutuo di scopo Nota a : Cassazione Civile, 16 Febbraio 2010, n. 3589, sez. III. A cura del Dott. Matteo Smacchi, LL.M. 1 La sentenza della Corte di Cassazione Civile n. 3589

Dettagli

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) CORAPI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) CORAPI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) DE CAROLIS (RM) ROSSI (RM) LEPROUX Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) CORAPI Membro designato da Associazione

Dettagli

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA.

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA. INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - ART. 1 - CONFERIMENTO DI INCARICO Con il presente contratto TRA,...nato a...il...c.f......e residente a...via......n..., tel..., oppure Società.,

Dettagli

G N S riscossione crediti di Marcello Paladini via Taranto, 183 / c Lecce 73100

G N S riscossione crediti di Marcello Paladini via Taranto, 183 / c Lecce 73100 CONFERIMENTO DI INCARICO PER RECUPERO CREDITI DENOMINAZIONE CREDITORE/cliente: SEDE: COD. FISCALE: P.IVA.: TEL: FAX: CELL: E MAIL : MAIL PEC: SI ALLEGA COPIA DEL DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO DEL LEGALE

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E

RISOLUZIONE N. 195/E RISOLUZIONE N. 195/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Modalità di esercizio delle variazioni IVA in

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO per la concessione di spazi dei locali destinati alla somministrazione di alimenti e bevande posti all interno del Nuovo Palazzo

Dettagli

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl Oggi, in Catania TRA Asec Trade Srl con sede legale in Catania, Via Cristoforo Colombo 150/b, in persona del legale rappresentante

Dettagli

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) MACCARONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) MACCARONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) DE CAROLIS (RM) GEMMA (RM) SILVETTI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) MACCARONE Membro designato da

Dettagli