RASSEGNA WEB DEL 24 marzo 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 24 marzo 2014"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 24 marzo 2014 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 DELEGA AI GIOCHI PER LEGNINI, E PRIMI INCONTRI ISTITUZIONALI... 3 PENE NON CARCERARIE IN AULA, REATI SU GIOCHI E SCOMMESSE ESCLUSI... 3 NEWSLOT E VLT... 3 VLT E CONTI PUBBLICI: LA VERITÀ SUL SISTEMA DI GIOCO DOPO L INCHIESTA DE LE IENE... 3 ADM. RIORGANIZZAZIONE ELENCO OPERATORI... 5 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 5 MICROGAME ALL ENADA DI RIMINI: VIRTUAL BETTING E POKER MOBILE FIORI ALL OCCHIELLO... 5 SICILIA: LA FINANZA LANCIA LA LOTTA ALLE SCOMMESSE ILLEGALI... 6 CRONACA... 6 SAMP, PER LO SPONSOR APPUNTAMENTO A FINE STAGIONE... 6 SAMPDORIA: SPONSOR, INIZIANO I PRIMI MOVIMENTI PER LA PROSSIMA STAGIONE... 7 LUDOPATIE: GIOCO, SALUTE E TUTELA DEL CITTADINO. VERSO IL MODELLO EUROPEO. IL 27 MARZO UN CONVEGNO A ROMA PATROCINATO DAL SENATO... 7 PREVENZIONE DELLE LUDOPATIE, SI VA VERSO IL MODELLO EUROPEO... 8 OPINIONI E COMMENTI... 8 GIOCHI: ON. GIORGETTI, HO PAGATO PER LA MIA POSIZIONE SULLE LEGGI REGIONALI... 8 LE IENE E LE VLT: PROBLEMI DI VERITÀ E LOTTE INTESTINE... 8 DISTANTE (SAPAR): DELEGA FISCALE, VIA PER RISOLVERE DIATRIBE TRA STATO ED ENTI LOCALI... 9 MUSICCO(SAPAR) RISPONDE A SBORDONI: L ATTIVITÀ FRATRICIDA AUMENTA QUANDO MANCA IL REGOLATORE.. 9 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI DELEGA AI GIOCHI PER LEGNINI, E PRIMI INCONTRI ISTITUZIONALI (GIOCONEWS 24/03/2014) Manca ancora l ufficialità, che si avrà con il decreto ministeriale. Ma pare ormai certo che al sottosegretario all economia Giovanni Legnini sia stata conferita la delega ai giochi, tant è che lo stesso avrebbe già avviato i primi incontri istituzionali. Legnini, 55enne di origine abruzzese, in quota Pd, assumerà il ruolo svolto da Alberto Giorgetti sotto il governo Letta e certamente il compito più importante che lo attende è di occuparsi del decreto legislativo relativo all articolo 14 della delega fiscale, che prevede il riordino normativo e fiscale del settore del gioco pubblico. Legnini sarà anche chiamato a interloquire, già nella fase di stesura del decreto, con le commissioni parlamentari competenti. PENE NON CARCERARIE IN AULA, REATI SU GIOCHI E SCOMMESSE ESCLUSI (GIOCONEWS 24/03/2014) Concluso l iter in commissione, approda lunedì nell Aula di Montecitorio, per la discussione generale, la proposta di legge (approvata, in un testo unificato, dalla Camera e modificata dal Senato) recante Deleghe al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio. Disposizioni in materia di sospensione del procedimento con messa alla prova e nei confronti degli irreperibili. L articolo 2 prevede la delega al governo per la riforma della disciplina sanzionatoria e in dettaglio, come si legge al comma 1, che l esecutivo sia delegato ad adottare ( ) uno o più decreti legislativi per la riforma della disciplina sanziona-toria dei reati e per la contestuale introduzione di sanzioni amministrative e civili. Secondo le disposizioni dell articolo, potranno essere trasformati in illeciti amministrativi tutti i reati per i quali è prevista la sola pena della multa o dell ammenda, ad eccezione di diverse materie, tra queste giochi d azzardo e scommesse. NEWSLOT E VLT VLT E CONTI PUBBLICI: LA VERITÀ SUL SISTEMA DI GIOCO DOPO L INCHIESTA DE LE IENE (GIOCONEWS 24/03/2014) Dopo anni in cui si è continuato a parlare del settore delle videolotterie come uno dei sistemi di gioco più sicuri al mondo - al punto che, in molti, temevano e temono ancora oggi la possibile scomparsa delle new slot proprio attraverso la diffusione delle Vlt proprio per le maggiori garanzie in grado di offrire allo Stato arriva l inchiesta del programma Mediaset Le Iene a screditare (anche) questo segmento del gioco pubblico, accusandolo di essere tecnicamente 'fuori controllo'. Secondo la ricostruzione della trasmissione, lo Stato non avrebbe contezza della raccolta se non in base ai dati prodotti dai concessionari che gestiscono il business. Possibile che un così importante settore economico possa essere affidato a una tale approssimazione? Fortunatamente, non è affatto così, e per questa ragione, dopo le tante richieste di chiarimenti ricevuta da questa redazione in seguito all ultima puntata della trasmissione televisiva, vogliamo fare chiarezza su come funziona il settore delle videolotterie. COME FUNZIONANO LE VLT - Partiamo dall inizio, osservando prima di tutto come le videolotterie (Vlt o comma 6/b del testo unico di pubblica sicurezza) sono dei videoterminali collegati a un sistema centralizzato che determina il risultato di ogni giocata per mezzo di un generatore di numeri casuali (in gergo: Rng, Random Number Generator) che definisce centralmente l ammontare dei premi riconosciuti al giocatore (Rtp - Return To Player). Per questa ragione, in virtù delle notevoli sofisticazioni introdotte da questo tipo di gioco, si può affermare che le Vlt rappresentano un'evoluzione rispetto alle tradizionali Awp. Non solo. È bene ricordare, anzitutto, che tutte le Vlt sono sempre collegate al sistema centrale del concessionario: il collegamento è in tempo reale e la Vlt non può funzionare se il collegamento non è attivo. il sistema centrale del concessionario registra immediatamente tutte le giocate e lo stesso sistema è 'congelato' e non può essere in alcun modo modificato dal concessionario, senza l autorizzazione preventiva dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (quindi, del Ministero dell Economia). La stessa Amministrazione, attraverso Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 3

4 Sogei, ha il controllo continuo di tutto ciò che avviene o viene registrato nel sistema centrale, nonché dell integrità dello stesso. Le Vlt si differenziano dalle Awp in quanto veri e propri terminali connessi ad un sistema di gioco centrale, privi di 'scheda di gioco' al loro interno; il gioco e l'esito della giocata si sviluppa sul sistema centrale e successivamente viene visualizzato sullo schermo della Vlt. In caso di assenza di collegamento telematico tra la singola videolottery su cui si sta effettuando la giocata ed il sistema centrale, la partita non va avanti fino a che il collegamento telematico non torna ad essere disponibile. Generalmente sono terminali multi gioco, infatti è possibile, sullo stesso apparecchio Vlt, scegliere tra vari giochi. I DATI CONTABILI - È inoltre garantito l invio giornaliero a Sogei, da parte del concessionario della raccolta di ogni piattaforma di gioco attraverso messaggi previsti dal protocollo di comunicazione. Sogei ha a disposizione una Consolle di controllo attraverso la quale può fare in qualunque momento ogni operazione di monitoraggio sull'attività di ogni sistema di gioco, secondo loro procedure e pertanto anche operazioni di riscontro dei dati sulla raccolta. LE VINCITE - La contabilizzazione delle singole partite effettuate su ogni videolottery viene gestita sia a livello di sala che di sistema centrale del concessionario. Il sistema del concessionario è sottoposto a rigoroso e costante controllo da parte dell'agenzia delle dogane e dei Monopoli e di Sogei. Il costo della partita varia da un minimo di 50 centesimi fino ad un massimo di 10 euro. Le Vlt accettano monete, banconote e ticket di gioco. La percentuale delle somme giocate destinate alla vincita non può essere inferiore all'85%. È possibile vincere fino a 5mila euro e, su determinate piattaforme, c'è anche la la possibilità di vincere il jackpot nazionale (fino a euro) o un Jackpot locale (fino a 100mila euro). L'erogazione della vincita avviene con la stampa di un ticket che riporta l'importo da riscuotere; per ritirare tale importo basta consegnare questo ticket al gestore della sala e, laddove tale cifra superi il valore di euro, si applica la normativa antiriciclaggio. DOVE SI TROVANO LE VLT - Gli apparecchi Vlt possono essere installati esclusivamente nelle sale bingo, nelle agenzie di scommesse sportive, nelle agenzie di scommesse ippiche, nei negozi di gioco ippici e sportivi, nelle sale giochi ed infine nelle sale dedicate comma 6 (Art. 9, del Decreto del 22 Gennaio 2010). LA SICUREZZA - I sistemi centrale dei concessionari ed i relativi giochi, sono stati oggetto di certificazione di conformità agli standard di sicurezza e affidabilità vigenti a livello internazionale da parte dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli con il supporto del partner tecnologico Sogei. Il processo di verifica di conformità di un sistema di gioco o di un gioco è, più in generale, l'insieme di tutti quegli atti amministrativi e tecnici volti a verificare la rispondenza del prototipo del sistema di gioco e/o gioco presentato alla normativa vigente, attraverso la raccolta di informazioni, l'analisi documentale, l'ispezione del codice sorgente e l'esecuzione di una sequenza di test anche al fine di riprodurre condizioni critiche di funzionamento. Il collegamento tra concessionari e Sogei avviene attraverso comunicazioni dedicate. Il processo, in generale, è realizzato secondo standard elevati di qualità attraverso la predisposizione di laboratori dedicati, la raccolta di documentazione, la preparazione di test case specifici sui prototipi dei sistemi di gioco presentati e sui giochi e l'ispezione e analisi del relativo hardware e software. La conclusione positiva di verifica del processo genera l'emissione da parte dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli della certificazione rilasciata al Concessionario, attestante la compatibilità del sistema di gioco Vlt o del gioco ai requisiti richiesti. Insomma, niente di più sicuro e rigoroso. Eppure, nonostante questo, il messaggio comunicato al grande pubblico attraverso il programma televisivo di Mediaset è stato completamente opposto. Da qui l'esigenza di fare chiarezza, sul nostro portale, augurandoci che anche le Iene possano fare in futuro, dopo aver ricevuto anche la smentita dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 4

5 ADM. RIORGANIZZAZIONE ELENCO OPERATORI (JAMMA 24/03/2014) Si informa che sul sito istituzionale dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Area Monopoli, è stata effettuata una riorganizzazione dell area dedicata all elenco dei soggetti di cui all art.1 comma 82 della legge di stabilità per il 2011, già esistente. Accedendo all Area Monopoli >- sezione GIOCHI >- Apparecchi da intrattenimento, per la sezione ELENCO SOGGETTI, oltre all Elenco vigente, consultabile anche con funzioni di ricerca, sono state individuate le seguenti Sottosezioni : Normativa, nella quale sono pubblicate le norme di riferimento; Comunicati, comprendono le comunicazioni periodicamente pubblicate dall Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Area Monopoli relativamente alla gestione dell elenco dei soggetti; Modulistica, che comprende: - modulo RIES C6 per iscrizione/rinnovo all elenco; - modulo per consenso informato dei dati ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali ; - modulo autocertificazione per soggetti diversi dal richiedente l iscrizione all elenco; - modulo DISE per segnalare subentri. La suddetta modulistica, che aggiorna e sostituisce tutti i moduli precedentemente pubblicati, dovrà essere utilizzata per le domande presentate a decorrere dalla data odierna; possono ritenersi comunque valide le domande già pervenute ai competenti Uffici utilizzando la vecchia modulistica. SCOMMESSE, POKER E ONLINE MICROGAME ALL ENADA DI RIMINI: VIRTUAL BETTING E POKER MOBILE FIORI ALL OCCHIELLO (AGIMEG - 24/03/2014) Si sono dati appuntamento a Rimini, in concomitanza con l Enada la fiera internazionale del gaming, i concessionari che danno vita al network People s. Per i partner che animano lo storico marchio del gioco online, è stata l occasione per tracciare un bilancio delle attività svolte e per illustrare alcune delle novità più interessanti pronte a sbarcare nelle piattaforme sin dalle prossime settimane. La prima, particolarmente attesa, è l applicazione mobile che permetterà di accedere alla lobby e scegliere l evento pokeristico al quale si desidera partecipare. I tecnici della piattaforma hanno illustrato il piano di test a cui, in queste ore, è sottoposto il modulo informatico dell applicazione: la certificazione partita già da qualche giorno sta andando avanti spedita ed i primi risultati sono particolarmente confortanti. Appena terminata la sperimentazione diretta, che dovrebbe concludersi al massimo entro tre settimane, l applicazione troverà spazio nell App Store per essere scaricata su tutti i dispositivi ios. Tra i risultati più confortanti presentati nel corso del meeting, sicuramente c è la buona riuscita dei tornei con montepremi garantito, in particolare dei domenicali. L incremento del giocato, oltre alla qualità dell offerta presente in lobby che si è arricchita di appuntamenti nuovi e sempre più appetibili, è da ricondurre anche alla recente introduzione del tasto chiama moderatore che ha consentito di assicurare all utenza un ambiente di gioco particolarmente sicuro ed assistito. Tra le novità più interessanti presentate, grande spazio anche per il ricchissimo palinsesto di avvenimenti virtual. Saranno 500 gli eventi complessivamente dedicati al mondo delle scommesse virtuali. Inizialmente il palinsesto sarà incentrato sulle corse dei cavalli e dei cani, poi si aggiungerà il calcio che potrà contare su ben 240 partite: l equivalente di un campionato completo a 16 squadre. Sarà possibile consultare statistiche e report per piazzare la propria scommessa, che a differenza degli avvenimenti sportivi reali potrà anche puntare su un mix di eventi eterogenei che incroci le diverse discipline quotate. Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 5

6 Particolarmente apprezzata l idea di realizzare una sezione community con i nickname dei giocatori capaci di conquistare le vincite più elevate. lp/agimeg SICILIA: LA FINANZA LANCIA LA LOTTA ALLE SCOMMESSE ILLEGALI (GIOCONEWS 24/03/2014) Lotta alle scommesse illegali e clandestine da parte della Guardia di Finanza. L ultima operazione delle fiamme gialle, ha interessato ieri mattina, la città di Canicattì dove è stato scoperto e sequestrato un centro scommesse illegali. E' la Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Agrigento a spingere sulla prevenzione e sul contrasto dei fenomeni illeciti che interessano il settore dei giochi e delle scommesse rivolte alla raccolta proibita delle somme in gioco da parte di operatori non autorizzati. Nei giorni scorsi i finanzieri hanno dato corso ad una serie di controlli in città, finalizzati al contrasto del fenomeno dell accettazione illegale delle scommesse sportive. Chiusa, una ricevitoria dove usavano internet per veicolare le scommesse che raccoglievano su una serie di eventi sportivi italiani e non in direzione di società estere. Ma lo facevano da un net-point non autorizzato. L attività investigativa ha avuto inizio dal controllo dei ticket giocati privi del logo dell Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato dal numero di concessione che l Aams rilascia al concessionario, dal numero del punto vendita del concessionario e dal codice alfanumerico che indica il numero di giocata che la Sogei registra presso gli archivi dell Aams a seguito dell accettazione delle scommesse. L operazione della Guardia di Finanza a Canicattì ha portato inoltre al sequestro di 8 computer, stampanti, e tagliandi di scommesse che erano già state effettuate. CRONACA SAMP, PER LO SPONSOR APPUNTAMENTO A FINE STAGIONE (ILSECOLOIXI.IT - 24/03/2014) Genova - È in primavera, quindi adesso, che si inizia a giocare la prossima stagione calcistica. Questo vale a livello organizzativo, tecnico ma anche per marketing e logistica. E tra le scadenze che ha in agenda la Sampdoria proprio in questo periodo c è anche quella che riguarda lo sponsor di maglia. Il contratto con la gaming company italiana partecipata da Trilantic Capital Partners che compare sulla casacca blucerchiata ormai dal campionato , quello della serie B, prevede infatti un opzione per un ulteriore stagione. E nel caso sarebbe perciò la quarta consecutiva. Opzione che al momento però non è stata esercitata, di comune accordo. Lo sponsor e l area marketing di Corte Lambruschini hanno infatti convenuto di rivedersi a maggio, alla fine cioè della stagione calcistica in corso, per fare il punto della situazione. I rapporti tra le parti sono sicuramente ottimi e anche l entità del contratto (circa 1.5 milioni di euro a stagione) è in linea con il valore commerciale del brand Sampdoria. Le premesse per proseguire, quindi, ci sono tutte. Ma nel frattempo la società blucerchiata sarebbe finita nel mirino di almeno un paio di altre aziende che potrebbero essere intenzionate a legare il loro nome a quello della Sampdoria. Si parla ad esempio di una grande agenzia di lavoro interinale ma anche di alcuni collegamenti con l estero e in particolare con la Cina, dove la Sampdoria da qualche mese sta portando avanti un innovativo e solido progetto di collaborazioni a livello non solamente sportivo. Già nel recente passato, ad esempio, proprio una multinazionale della Repubblica Popolare specializzata in elettrodomestici presente anche sul mercato italiano si era proposta come sponsor di maglia, poi quasi in dirittura d arrivo la trattativa si era inceppata. Ma non è detto che non possa riaprirsi, se non con quella stessa azienda magari con un altra. Il calcio in Cina è in espansione e la serie A comunque esercita un ottimo appeal a Pechino e dintorni. Nessuna novità invece per quanto riguarda lo sponsor tecnico: il contratto con Kappa scadrà infatti a giugno 2015 e peraltro le maglie della prossima stagione sportiva sono già state prodotte e anche testate, saranno composte di un materiale innovativo ultra leggero, a Bogliasco da alcuni giocatori blucerchiati. Si sta definendo poi la trattativa con Bardonecchia per il prolungamento del contratto, che dovrebbe essere firmato in tempi brevi. Quello in essere infatti scadrebbe al termine del prossimo ritiro estivo che Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 6

7 indicativamente (dovrà essere l allenatore poi a dare le indicazioni definitive) potrebbe svolgersi dal al luglio. Sicuramente l ultima amichevole, dovrebbero essere complessivamente quattro nelle due settimane di lavoro, verrà disputata a Bardonecchia a differenza dell anno scorso (si giocò a Chiusa Pesio). Ma l intenzione è quella di andare avanti per ulteriori due stagioni e cioè fino al ritiro dell estate Per quanto riguarda la seconda parte del ritiro, ancora niente è stato decisivo. Assai improbabile però la squadra blucerchiata torni nella caldissima a Buk, in Ungheria. SAMPDORIA: SPONSOR, INIZIANO I PRIMI MOVIMENTI PER LA PROSSIMA STAGIONE (SAMPDORIANEWS.NET- 24/03/2014) Iniziano i primi movimenti per programmare la prossima stagione calcistica. Non ci sono solamente le questioni tecniche da risolvere, ma anche quelle legate alle sponsorizzazioni. Dalla stagione 2011/2012, sulla maglia blucerchiata compare il nome della gaming company italiana Gamenet, con la quale è prevista un'opzione per un'altra stagione che ancora non è stata esercitata. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Secolo XIX, le parti si dovrebbero incontrare a maggio per discutere della situazione. Nel frattempo, però, il marchio Sampdoria potrebbe aver attirato l'attenzione di altre aziende, tra le quali pare possa figurare anche un interesse dall'estero, in particolare dalla Cina, dove la Sampdoria da diversi mesi sta portando avanti alcuni progetti di collaborazione, non solamente dal punto di vista sportivo. Non sembrano esserci novità invece per quanto riguarda lo sponsor tecnico, poichè il contratto con Kappa scadrà a giugno LUDOPATIE: GIOCO, SALUTE E TUTELA DEL CITTADINO. VERSO IL MODELLO EUROPEO. IL 27 MARZO UN CONVEGNO A ROMA PATROCINATO DAL SENATO (AGIMEG - 24/03/2014) Giovedì 27 marzo a partire dalle 9.30 presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica si terrà il convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Il convegno è organizzato da La Fondazione Centro di Formazione Culturale con il patrocinio del Senato della Repubblica, di Federgioco (Associazione di rappresentanza dei quattro casinò italiani), dell European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp e si prefigge di portare all attenzione un tema di primario interesse, quale la tutela dei cittadini-giocatori e le forme di prevenzione delle ludopatie. Il dibattito cercherà di sensibilizzare la popolazione, il personale sanitario e le istituzioni, sulle iniziative e le proposte messe in campo dalle case da gioco italiane per fronteggiare questo fenomeno. Alla luce delle vigenti normative i relatori affronteranno le tematiche anche con uno sguardo all Europa soprattutto in riferimento alla normativa sulla Sanità Transfrontaliera. Il dibattito si orienterà su un aspetto più generale che esaminerà il settore giochi, presentando tutte le già citate forme di prevenzione attuate dalle case da gioco italiane, con riferimenti al più generale modello europeo cui si tende. A illustrare lo stato dell arte dei quattro casinò italiani sarà il presidente della Federgioco, dott. Marco Cambiaso, cui seguirà anche il dott. Carlo Pagan, Board Europeo dell European Casinò Association che si occuperà di spiegare come si attua il già richiamato modello europeo. Sarà presente anche il senatore Albert Laniece, membro dell intergruppo parlamentare sul gioco d azzardo, che nel proprio intervento illustrerà la proposta per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo. Faranno parte della platea dei relatori anche alcuni rappresentanti dei dipartimenti di riferimento del Ministero degli Interni e del Ministero della Salute, oltre a rappresentanti del Comune di Roma che hanno già ampiamente trattato l argomento ludopatie. Ma, il convegno permetterà di dare attenzione anche all aspetto tecnico-sanitario che prevede il contributo di relatori scientifici, oltre alla presenza di Danilo Papa dell Ugl Medici, che illustrerà i Criteri europei per la sicurezza sociale in materia di dipendenze. Avvierà i lavori il segretario de La Fondazione, nonché Dirigente Nazionale UGL Medici, dott. Fordellone. A moderare il convegno sarà il direttore dell Agenzia Stampa AGIMEG, Fabio Felici. I giornalisti interessati a partecipare all evento dovranno inviare le richieste di accredito all Ufficio Stampa del Senato (fax: oppure Le richieste devono contenere i dati anagrafici (luogo e data di nascita), gli estremi della tessera dell Ordine dei giornalisti, gli estremi del documento di identità per gli altri operatori dell informazione, e l indicazione della testata di riferimento. Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 7

8 PREVENZIONE DELLE LUDOPATIE, SI VA VERSO IL MODELLO EUROPEO (JAMMA 24/03/2014) L amministratore delegato del Casinò Campione d Italia, Carlo Pagan, in veste di membro del direttivo dell European Casino Association, ECA che rappresenta pressoché la totalità delle case da gioco del continente, illustrerà il modello europeo di prevenzione delle ludopatie nell ambito del convegno dedicato a Gioco, salute e tutela del cittadino che si svolgerà il prossimo 27 marzo a Roma, nella Sala Capitolare del Senato della Repubblica. Il convegno, finalizzato a promozione e diffusione delle iniziative delle case da gioco italiane per contrastare le ludopatie, nonché alla prefigurazione del modello europeo la cui applicazione è improrogabile per uniformare gli interventi di prevenzione e terapia, è organizzato da La Fondazione-Centro di formazione culturale con il patrocinio del Senato, di Federgioco, l associazione di categoria dei quattro casinò italiani, della citata European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp, tutti interessati alla massima sensibilizzazione circa la tutela dei cittadinigiocatori anche in riferimento alle norme sanitarie transnazionali in realtà, come quella dell Alta Lombardia, toccate dal pendolarismo del gioco. A illustrare la situazione dei casinò italiani sarà il presidente di Federgioco, Marco Cambiaso, l attuazione del modello europeo sarà prospettata, come detto, da Carlo Pagan, ai lavori del convegno presenzierà anche il senatore Albert Laniece, membro dell intergruppo parlamentare competente, che presenterà una proposta di legge per la regolamentazione del gioco d azzardo. OPINIONI E COMMENTI GIOCHI: ON. GIORGETTI, HO PAGATO PER LA MIA POSIZIONE SULLE LEGGI REGIONALI (AGIMEG - 24/03/2014) Il settore dei giochi negli anni ha avuto una serie di difficoltà. Abbiamo bisogno di completare l assetto normativo con delle regole che disciplinano l uscita dei concessionari in difficoltà o che hanno problemi di infiltrazioni criminali o di tenuta di carattere finanziario. E evidente che oggi la norma non è chiara su come ci debba comportare a livello amministrativo. Lo ha detto l on. Giorgetti oggi presente a Enada Rimini, commentando quanto accade nel settore giochi, con gli occhi esperti di chi si è occupato per anni di questo settore in veste di sottosegretario con apposita delega. Giorgetti ha ricordato che una serie di norme, poi non più approvate, regolavano in maniera efficace la questione dei concessionari e dei CTD presenti sul territorio. Ora mi auguro che questi due argomenti vadano di pari passo. La situazione, ha ribadito Giorgetti, va senza dubbio risolta: basti pensare alla Puglia che ha una legge regionale con norme molto severe sulle distanze dai luoghi sensibili, e che però ha assistito al proliferare di centri scommesse illegali. Per risolvere la questione, non serve aspettare i decreti delegati, il governo può intervenire innestando nuove regole in materia, su qualunque decreto, ha aggiunto. Per quanto riguarda invece il suo pensiero sulla richiesta di vietare completamente la pubblicità sui giochi, Giorgetti ha risposto di non essere d accordo. Dobbiamo tutelare i soggetti deboli e gestirla con responsabilità visto il prodotto dal notevole impatto sociale ha detto ma non è una soluzione efficace eliminare completamente la pubblicità. Sull emanazione delle leggi regionali anti-ludopatia che da un anno a questa parte stanno muovendo una vera e propria guerra ai giochi, Giorgetti ha sottolineato di come ci potrebbero essere difficoltà per l Erario. Io ho sempre sostenuto questo anche in Parlamento, ma il fatto che sia un pensiero impopolare che ho sempre sostenuto mi ha fatto pagare un prezzo politico. Sono rimasto solo ha poi concluso. lp/agimeg LE IENE E LE VLT: PROBLEMI DI VERITÀ E LOTTE INTESTINE (JAMMA 24/03/2014) Il servizio andato in onda mercoledì sera durante il programma televisivo Le Iene - scrive l avvocato Stefano Sbordoni - ha riscaldato gli animi del settore dei giochi, riunito in questi giorni a Rimini, per l Enada. Non solo sono intervenuti i Monopoli di Stato, ma anche operatori e concessionari hanno espresso il proprio assoluto sdegno per un servizio che ha veicolato informazioni false all opinione pubblica nazionale, Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 8

9 presso cui Le Iene sono molto accreditate: stima di cui si sono servite per portare avanti una battaglia che appare però parziale e che, almeno nell ultimo servizio sulle Videolottery mandato in onda questa settimana, poco si è nutrita data la voracità con cui la iena è riconosciuta presso il pubblico sentire di un elemento fondamentale del buon giornalismo: il dovere del doppio riscontro. In questa situazione e per dovere, quindi, è necessario prima di tutto sottolineare che le VLT sono collegate alla rete e i Monopoli conoscono perfettamente quanti videoterminali siano attivi e quanto ognuno incassi. Non solo: l Agenzia conosce esattamente il numero delle VLT presenti in ogni singola sala e la relativa raccolta di gioco, perché ogni macchina è connessa ad un complesso sistema informatico verificato da Sogei e certificato dall Agenzia, in assenza del quale non sarebbe in grado di consentire il gioco. La gestione di tale sistema è attribuita a norma di legge dello Stato ai concessionari pubblici scelti dallo Stato stesso per la gestione della rete degli apparecchi da gioco sul territorio, aziende che sono sottoposte a rigorosi e costanti controlli, previsti dalla normativa, sia da parte dell Agenzia, sia da parte del fisco, che di Sogei. Le Iene, ricostruendo in maniera del tutto arbitraria la raccolta complessiva della rete delle Videolottery in Italia, hanno snocciolato numeri che non hanno alcun riscontro reale: un incasso medio quotidiano per macchina circa sei volte superiore a quello vero, poi moltiplicato per il numero di macchine attive e per i giorni dell anno. Con un risultato a dir poco fuorviante, considerando che i Monopoli di Stato, come detto, conoscono perfettamente quanto incassa ogni terminale ogni giorno, in tempo reale. Il danno alla verità recato dal servizio delle Iene, tuttavia, non è l elemento più grave di quanto riportato dal servizio: si parla di un amico gestore, del rischio di una guerra fratricida quindi, interna al sistema stesso della filiera degli operatori del gioco. Forse qualcuno che non ha mai digerito le Videolottery (peraltro terminali del genere esistevano ma fuori da ogni controllo), o qualcuno a cui questa tipologia di gioco ha portato nocumento dal punto di vista imprenditoriale. L amara riflessione di Umberto Saba che definiva il popolo italiano come un popolo di fratricidi, oggi è quanto mai attuale. Il timore è che nel sistema, alla gogna mediatica si siano aggiunte le tentazioni di diffamazione dei più vicini: nel momento di una crisi neanche troppo taciuta, il settore (l intrattenimento automatico ha riscontrato un calo degli incassi nel 2013) non può doversi difendere anche da se stesso. DISTANTE (SAPAR): DELEGA FISCALE, VIA PER RISOLVERE DIATRIBE TRA STATO ED ENTI LOCALI (GIOCONEWS 24/03/2014) Rimini - "Occorre che la politica e l'amministrazione diano certezza delle regole per il nostro settore". È da questo principio che secondo il vice presidente Sapar, Domenico Distante, bisogna ripartire, garantendo alla filiera del gioco pubblico una certezza che negli ultimi tempi sembra essere andata persa. "Ogni territorio ha messo in campo norme differenti per quanto riguarda il gioco pubblico e questo non fa che creare confusione e dare campo libero all'illegalità, i cui numeri negli ultimi tempi sono decisamente lievitati. Credo che la Delega fiscale possa tracciare la via per una riorganizzazione del comparto che non sia limitativa per chi opera nella legalità e soprattutto risolva finalmente la diatriba tra legge statale e azioni locali in tema di gioco. Solo così potranno essere messe in campo le innovazioni per il comparto, dando spazio anche a una giusta informazione che non sia mossa da preconcetti e mancanza di conoscenza". MUSICCO(SAPAR) RISPONDE A SBORDONI: L ATTIVITÀ FRATRICIDA AUMENTA QUANDO MANCA IL REGOLATORE (JAMMA 24/03/2014) L esternazione dell avvocato Stefano Sbordoni scrive alla redazione di Jamma il presidente onorario di SAPAR, Lorenzo Musicco mi offre l opportunità per aggiungere alla mia precedente dichiarazione sul programma de Le Iene un tema che nessuno, nonostante i vari interventi, sembra aver tenuto nella giusta considerazione. Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 9

10 All avvocato Sbordoni, che conosco per la fama di onesto e valido professionista, chiedo di valutare soprattutto il contesto in cui l apparecchio VLT è stato introdotto, oltre ad invitarlo a visionare anche i precedenti servizi della giornalista Nadia Toffa. Ricordo dichiarazioni trionfanti di alcuni concessionari sulla sicurezza raggiunta nell offerta di gioco grazie all utilizzo del terminale VLT in luogo della Newslot, ricordo la distinzione tra locali sicuri come le sale VLT e il pericolosissimo bar di quartiere. Da ultimo le deliranti affermazioni di innominabili rappresentanti di settore che gratuitamente hanno asserito dubbia l attività di tutta la piccola impresa dedita alla raccolta di gioco. C era veramente bisogno di scomodare L amara riflessione di Umberto Saba che definiva il popolo italiano come un popolo di fratricidi per ricordare che oggi è quanto mai attuale. Di segnali ne potevamo trovare già e in abbondanza. La guerra fratricida ha raggiunto il culmine quando qualcuno, per chiari interessi di parte, ha proposto la riduzione delle installazioni di slot per sfuggire alla gogna mediatica, specificando esclusivamente la riduzione delle Newslot, senza nemmeno accennare ad un approccio razionale e condiviso di modifica dell attuale decreto per il contingentamento apparecchi. La competizione sul mercato c è sempre stata e senza esclusioni di colpi, peraltro ogni metodo è divenuto lecito nel silenzio dell Amministrazione di riferimento che è intervenuta solo quando si toccavano gli interessi dei fondi di investimento che hanno acquistato questo settore. Avvocato, ha dimenticato per quanto tempo i dati della raccolta non sono stati pubblicati dall ADM? È al corrente che l Agenzia delle Entrate sanziona i terzi incaricati proprio quelli come l amico gestore perché i concessionari dello Stato hanno omesso di certificare la raccolta pubblica negli anni precedenti al 2010? Il timore non è che nel sistema, alla gogna mediatica si siano aggiunte le tentazioni di diffamazione dei più vicini, questo è un dato di fatto. La preoccupazione è, invece, per quanto tempo ancora potrà durare questo strano equilibrio e fino a che punto chi continua a perdere lavoro per colpa di divieti e leggi non attuate potrà sopportare le prepotenze e la diffamazione quotidiane. Probabilmente lei non ha clienti tra i terzi incaricati della raccolta, io invece rappresento da decenni le loro attività e la loro Associazione, quel amico gestore forse ha voluto a modo suo mettere in evidenza un fenomeno che lo preoccupa. Nei terminali VLT non è stato ancora completamente risolto il problema del riciclaggio di denaro, così il gestore registra grande volume di denaro in ingresso che non diventa guadagno. Solo un cambio di valuta, un lavaggio a costo zero se vogliamo essere più espliciti. E su questo tema AAMS è stata sensibilizzata, il dovere del doppio riscontro è stato più volte garantito anche da Le Iene in passato ma nessuno ha mostrato sensibilità per queste anomalie che si tende generalmente a minimizzare. Rassegna WEB di lunedì 24 marzo 2014 Pag. 10

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus ABC L alfabeto della solidarietà per educare alla pace e allo sviluppo nella nuova Europa Unita ONG-ED/2003/065-352/IT RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI 1. Soggetto promotore Lidl Italia srl, con sede legale e amministrativa in via Augusto Ruffo, 36, Arcole (VR).

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito Pagina 1 di 13 - MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito SOMMARIO MZ GROUP pag. 3 MZ CONGRESSI S.RL. pag. 4 PIANIFICAZIONE 1. Scelta della sede congressuale pag. 5 2. Gestione pratica ECM (Educazione

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli