I beffati del mattone sulfureo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I beffati del mattone sulfureo"

Transcript

1 SeTTImAnALe gratuito del venerdì Anno IX n. 7 venerdì 2 marzo 2012 I beffati del mattone sulfureo Cronaca Dramma a Borgonuovo. Sequestra la fidanzata e poi si suicida. Tragica fine per il rapper Er Gitano Villa Adriana Si sblocca dopo due anni la questione del centro anziani. Confermato il presidente uscente Bruno Pascucci Monterotondo I servizi sanitari non si sposteranno a Mentana. Rassicurazioni da parte del direttore della Asl al sindaco Guidonia Caso Cogei. Potrebbero passare in Aimeri, società che gestisce la differenziata, i quindici operai rimasti senza un lavoro Discarica di Corcolle, mercoledì la sentenza del Tar Tivoli Terme: si complica la questione di Piazza Catullo. Sindaco immobile > a pag. 6 La scuola risparmia per i disabili, il resto se lo riprende il comune Guidonia Di beffati, in questo numero di Dentro Magazine, ne abbiamo parecchi. Stavolta però la storia è più difficile da raccontare, perché riguarda una scuola e il diritto per i bambini portatori di handicap ad essere assistiti, e per gli altri, quelli che si usa definire normali... > a pag. 3 terza pagina A Tivoli Le donne leggono le donne > a pag. 13 Tivoli Una bocciatura di quelle che pesano. A calare l ennesima spada di Damocle contro il progetto che prevede la realizzazione di una discarica nell area tra Corcolle e San Vittorino, è il Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici (Mibac), che la scorsa settimana si è riunito proprio sulla vicenda. Nel merito il Consiglio ritiene che sia assolutamente improprio consentire un intervento lesivo di un patrimonio culturale e paesaggistico a valenza universale, annoverato tra i siti Unesco e come tale oggetto di un accordo internazionale che obbliga lo Stato italiano alla tutela e alla conservazione, si legge nel verbale in cui si sottolinea pure la mancanza... > a pag. 2

2 2 venerdì 2 marzo 2012 in primo piano Beni culturali: il consiglio superiore boccia la discarica, mercoledì la parola al Tar Il Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici dice no al progetto. Solidarietà da parte dell Associazione Città e Siti unesco Tivoli Una bocciatura di quelle che pesano. A calare l ennesima spada di Damocle contro il progetto che prevede la realizzazione di una discarica nell area tra Corcolle e San Vittorino, è il Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici (Mibac), che la Un intervento lesivo di un patrimonio culturale e paesaggistico a valenza universale scorsa settimana si è riunito proprio sulla vicenda. Nel merito il Consiglio ritiene che sia assolutamente improprio consentire un intervento lesivo di un patrimonio culturale e paesaggistico a valenza universale, annoverato tra i siti Unesco e come tale oggetto di un accordo internazionale che obbliga lo Stato italiano alla tutela e alla conservazione, si legge nel verbale in cui si sottolinea pure la mancanza, allo stato attuale, di un progetto depositato presso gli organi competenti in materia, parliamo di Soprintendenze e Direzione Regionale. Dati a cui si aggiungono gli innumerevoli vincoli archeologici e paesaggistici che gravano sull area. A destare grande preoccupazione è, tra le altre cose, la presenza della Villa Adriana a pochi chilometri di distanza dal sito di sversamento dei rifiuti che dovrebbe accogliere una parte di quelli capitolini in vista della chiusura di Malagrotta. Il consiglio dice quello che noi sappiamo da tempo. Io spero e mi auguro che si rifletta e si decida per il no -. Dice Gianni Innocenti, a capo del movimento antidiscarica -. Lì ci sono molti vincoli, mi sembra assurdo buttare i rifiuti a pochi passi da una necropoli e dalla fascia di rispetto di Villa Adriana. Tutto questo senza dimenticare che questo è un territorio che fornisce sorprese continue: per gli archeologici, date le ultime ricerche fatte proprio in questi giorni, lì potrebbe esserci il Tempio della Dea Bona. Scoperta, questa, che se La sentenza del ricorso al Tar promosso contro la discarica è prevista per mercoledì dovesse essere confermata dimostrerebbe ulteriormente, la straordinaria importanza di questo territorio. Quello del Consiglio Superiore è un no importante che fa il paio con le proteste di cittadini e amministratori che aspettano con il fiato sospeso la sentenza del ricorso al Tar promosso contro l assalto dell immondizia romana, prevista per mercoledì prossimo. Nel frattempo a garantire il suo appoggio è anche l Associazione Città e Siti Unesco, che venerdì scorso ha approvato un ordine del giorno contro la decisone del prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, commissario straordinario per l emergenza rifiuti, a sostegno delle iniziative messe in piedi dal comune di Tivoli. L ordine del giorno lo abbiamo proposto noi come amministrazione comunale dice Vincenzo Tropiano, assessore al Turismo nel Comune di Tivoli e vice presidente vicario dell associazione e ha ricevuto l appoggio di tutti. È un sostegno davvero molto importante. Faremo tutto il possibile per impedire la realizzazione della discarica. A tutto questo si aggiunge anche la possibilità che, nel caso in cui si decida comunque di procedere, Villa Adriana perda il prestigioso titolo di Bene Patrimonio dell Umanità. Per sabato prossimo, invece, è prevista una nuova manifestazione. Stavolta l appuntamento è a Roma in Piazza Montecitorio.

3 Guidonia montecelio venerdì 2 marzo Risparmiano per i compagni meno fortunati, il resto se lo riprende il comune L odissea dei ragazzi del quinto circolo didattico, che rinunciano al progettone sull ambiente per dare assistenza scolastica ai ragazzi diversamente abili. Quello che è avanzato il dirigente del settore cultura lo pretende indietro Guidonia Di beffati, in questo numero di Dentro Magazine, ne abbiamo parecchi. Stavolta però la storia è più difficile da raccontare, perché riguarda una scuola e il diritto per i bambini portatori di handicap ad essere assistiti, e per gli altri, quelli che si usa definire normali, di usare i fondi assegnati per quella progettazione scolastica di cui molti si fanno vanto. La storia è quella del quinto circolo didattico di Guidonia, finito già qualche mese fa al centro delle polemiche a causa della mancanza di sufficienti AEC (assistenti educativi culturali). Vista la presenza di molti studenti diversamente abili nel mese di giugno del 2011 la dirigente scolastica, Marisa Nirani, aveva fatto richiesta per 14 assistenti, contro i 7 attualmente presenti, subito ridimensionata visti i tagli apportati agli enti locali. Dopo un duro botta e risposta con il comune di Guidonia e le minacce di diffide e ricorsi al Tar contro una politica che finiva per essere discriminatori da parte dei genitori degli alunni costretti a tornare a casa prima perché senza assistenza, c è l accordo: ne arriva una in più. Alla fine la scuola decide di autotassarsi: rinuncia al finanziamento del mega progetto sull Ambiente e propone di utilizzare i soldi stanziati, 17mila euro, per pagare due assistenti invece che una. Dall assessorato alla Pubblica Istruzione arriva il plauso per la scelta. Poco importa se il gesto al contrario avrebbe dovuto sensibilizzare l amministrazione in generale e spingerla già da subito a fare in modo che nessuno debba rinunciare a niente. Ma l assurdo, sebbene già qui di elementi ce ne siano parecchi, arriva dopo. Ovvero quando la direzione si rende conto che dall investimento fatto ci avanza pure qualcosina. Parliamo di 2.590,00 euro, né un centesimo di più né un centesimo di meno, che la scuola pensava di poter utilizzare per fare una minima parte del fantasmagorico progetto sull educazione ambientale a cui aveva rinunciato per il bene della collettività. Mai supposizione fu più sbagliata. A rovinare i sogni di gloria del virtuoso istituto ci ha pensato la dirigente del famigerato settore Cultura e Pubblica Istruzione, Aurora Manganiello, che quei soldi li rivuole indietro, uno sopra l altro. La sconcertante comunicazione arriva mediante una lettera, datata 18 gennaio, con cui si precisano pure gli indirizzi di posta a cui rivolgersi per espletare il rimborso. Nulla da eccepire dal punto di vista tecnico, i soldi pubblici non si spostano da una voce all altra come si fa quando non tornano i conti a casa, ma in questo caso, più di altri, non si dovrebbe lasciare il dovuto dove sta e magari rinunciare al superfluo? La situazione stride ancora di più se si pensa a quanto, e come, il settore ottavo ha investito il suo cospicuo portafoglio. Dal Palio della Befana al Carnevale passando per progetti pagati solo in questo comune, come il Piedibus, per cui Guidonia ha ottenuto il titolo di unica città della zona a sborsare soldi pubblici per portare i bambini a casa da scuola senza usare la macchina. Gli altri, da Monterotondo a Castel Madama, lo fanno gratis grazie al lavoro dei volontari. Quelli, invece, si cercano per servizi che andrebbero garantiti.

4 4 venerdì 2 marzo 2012 Guidonia montecelio La maggioranza è fuori controllo, allarghiamo ad Api e Udc Il rimpasto proposto da rubeis non piace a valeri (Pdl) che pensa ad un azzeramento di giunta con nuovi ingressi Lezioni di economia domestica con i soldi del comune, ci pensa l assessore alla Cultura dal vino all ortoterapia, contributi a pioggia per le associazioni dell hinterland Cara Guidonia Cultura ma quanto ci costi? Anche il sapere, è noto, ha un peso specifico che all occorrenza va pure quantificato. Lo sa bene l associazione che gestisce le biblioteche del comune di Guidonia Montecelio, che per svolgere il servizio nel 2012 si è guadagnata un impegno di spesa di sessantamila euro tondi tondi, a fronte di un aumento di personale che ha portato il gruppo ad avere un paio di unità in più vista l apertura della sede che si trova nell ex convento del San Michele a Montecelio. A stabilirlo è la determina numero 22 del 22 febbraio Ma non è l unica spesa prevista dalla Cultura e Pubblica Istruzione. Prima della fine dell anno, era il 15 dicembre, ad essere investiti dal settore VIII sono stati altri ,00 euro per finanziare iniziative in rosa. A beneficiarne ben quattro associazioni e una professionista, la dottoressa Fortuna Bruno, Guidonia La maggioranza è fuori controllo, ci vuole un Rubeis bis. Non ci gira intorno Mario Valeri, consigliere Pdl d annata, dissidente nella stagione in cui la moda dei contro correntisti andava parecchio, che oggi brilla per le sue assenze,sia in consiglio che in maggioranza, anche se, come lui stesso afferma, l ultima c è stata addirittura due settimane fa. Le cose nella Città dell Aria spesso e volentieri si apprendono dai giornali e lui, che è un politico navigato, lo sa bene e al suo sindaco manda un messaggio, sempre dalle colonne di questo giornale che ha ospitato sfoghi di personaggi importanti. Sono state fatte delle dichiarazioni gravi da parte di persone importanti, che dovrebbero essere sopra le parti dice Valeri -. Davvero non ne capisco le ragioni. Quello che dovrebbe fare il sindaco non è giocare ai quattro cantoni con rimpasti o scambi di deleghe ma azzerare direttamente la giunta. Di nomi non ne vuole fare, ma pensando a quello che è successo nelle scorse settimane un paio possono pure venire in mente, oggi che dietro l angolo c è lo scambio di poltrone tra Ambiente e Lavori Pubblici. Il consigliere però fa di più e guardando al futuro getta le basi per l allargamento anche a quelle forze che oggi siedono dall altra parte della barricata in consiglio comunale. Guardo non solo alla Destra ma anche all Udc o all Api. Pensando ad un azzeramento non ci sarebbe niente di male a mettere in piedi una giunta anche con queste forze. Non che abbiamo bisogno di numeri in consiglio, quelli ci sono, ma di allargare il nostro consenso in vista delle elezioni che ci saranno tra due anni, sì. a cui sarà affidato un convegno per l istituzione di un Centro Informagiovani, dal costo di 1.900,00 euro. Interessanti le altre voci: si passa dai quasi 7mila euro per il progetto Energie Manageriali 2 dell associazione Le tre lune a Donna nel verde, dall ortoterapia alla formazione del giardiniere, che costa solo 2.700,00 euro. Per le amanti del vino non temete, c è anche l Associazione italiana somellier, che da Tivoli si sposta nella Città dell Aria per insegnare a bere e scegliere un buon fine pasto. Per chi, invece, vuole migliorare la lingua (italiana?) c è Università Popolare di Roma, 50 ore a euro e passa la paura di non sapersi esprimere meglio. Donne, non resta che armarci di decanter, guanti da giardino e vocabolario, il comune di Guidonia i soldi li usa anche per questo. Peccato che a volte a mancare siano cose più importanti. Raccolta di libri da donare alle biblioteche di Guidonia da Colle Fiorito parte l iniziativa che sta ottenendo un buon successo Perché buttare via i libri vecchi che appesantiscono le nostre librerie? Non sarebbe meglio regalarli magari proprio alle biblioteche comunali? Questa l idea lanciata da un cittadino di Colle Fiorito di Guidonia su facebook che sta lentamente prendendo piede. Il promotore per il momento parla della sua iniziativa come un seme che spera possa germogliare. Per ora si stanno raccogliendo consensi e si sta preparando una prima catalogazione dei libri che già sono stati messi a disposizione. Ora il prossimo passo da fare è quello di verificare le procedure per poterli regalare alle biblioteche comunali. La cronaca rapina al centro diagnostico con la maschera di Scream Quando l hanno ammanettato aveva al polso l orologio rubato 2 giorni prima al direttore del centro diagnostico. A finire nella rete dei carabinieri di Guidonia un 21enne di Castel Madama autore, assieme ad un complice, della rapina a mano armata perpetrata giovedì scorso ai danni del laboratorio Eidos di viale Roma a Guidonia. Un colpo da 10mila euro messo a segno dal 21enne e dal compare con i volti coperti dalle maschere del film Scream. Ad incastrare il ladro, l auto (rubata) utilizzata per il colpo e ritrovata a circolare con dentro il 21enne nella mattina di sabato a Colle Fiorito. Da lì l inseguimento conclusosi sulla Tiburtina, all altezza di Setteville con l arresto. Caccia al complice. (M.C.)

5 Guidonia montecelio Marco Simone, vedette di quartiere istruzioni per l uso dopo l escalation di furti i residenti del quartiere cercano volontari per vigilare sul territorio. Incontro dei carabinieri con i membri del comitato Caso Cogei, per gli operai si prospetta il passaggio in Aimeri In 15 sono ancora senza lavoro, possibile lo spostamento nella ditta che gestisce la raccolta differenziata con edera venerdì 2 marzo Marco Simone risponde alla nuova emergenza furti e ribadisce l intenzione di non abbassare la guardia. Un coro unanime si è alzato contro i ladri: Vi renderemo la vita difficile. Come? L idea è esplosa sul web con forza: che tornino in campo, a distanza di due anni, le vedette di quartiere, da non confondere però con le ronde, trovando volontari che facciano delle passeggiate di controllo sul territorio, pronti ad allertare le forze dell ordine. Dopo l allarme lanciato dai residenti e la loro proposta di far scendere in campo le vedette di quartiere, i carabinieri della tenenza di Guidonia Montecelio hanno incontrato due rappresentati del comitato cittadino per cercare di conoscere meglio la situazione. Abbiamo incontrato il Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Guidonia, Salvatore Ferraro racconta Letizia Morgia -. Abbiamo parlato a lungo circa la situazione di pericolo della nostra zona, che il tenente ha dimostrato di conoscere bene. Il problema principale resta sempre la vastità del territorio rispetto alle pattuglie disponibili. Considerando comunque gli ultimi accadimenti il tenente ha ritenuto opportuno chiedere la collaborazione dei cittadini per ottimizzare il servizio di perlustrazione. Ha inoltre raccomandato ai cittadini che hanno subito un furto o anche solo un tentativo, di sporgere denuncia quale unico atto formale che testimonia l'effettiva necessità di maggior sicurezza della zona. (M.M) La partita della Cogei si è giocata ancora una volta nella sala giunta di Palazzo Matteotti, dove, per ora, a vincere è stato sicuramente il buon senso. Da mesi ci sono 15 operai che attendono di essere ricollocati all interno delle due ditte, Edera e Aimeri, che in Ati (Associazione temporanea di impresa), hanno dato in appalto la raccolta dei rifiuti nel comune. Il 27 febbraio scorso il capo dell amministrazione comunale, Eligio Rubeis, ha incontrato finalmente gli amministratori di Edera e Aimeri, con l intento di trovare una soluzione e capire come si poteva spostare la forza lavoro presso i loro stabilimenti. A margine dell incontro il Sindaco ha chiarito gli intenti. La società Edera non ha, ne avrà probabilmente la possibilità di assumere altre unità, perché è al completo. Per Aimeri, invece, le prospettive sono più ampie. Con la partenza dell ultimo lotto per la raccolta differenziata e con la ferma intenzione dell amministrazione di migliorare e rivisitare la qualità dei servizi offerti, la società avrà sicuramente necessità di aumentare il personale e la promessa fatta dagli amministratori della ditta Aimeri, in sala giunta, è stata proprio quella di attingere dai quindici della Cogei. Lo stesso Rubeis ha chiesto altresì di stilare una graduatoria dei lavoratori Cogei, composta in base a tre criteri: l anzianità del servizio, l anzianità anagrafica e i figli a carico. Modalità di assunzione, tramite graduatoria, sostenuta anche dai sindacati, incontrati giovedì dal Sindaco. Siamo fermamente d accordo e abbiamo suggerito anche di renderla pubblica. Ha dichiarato Roberto Meroldi, coordinatore FPCGIL - Ma ciò che conta maggiormente è istituire un tavolo e ratificare insieme alle aziende e all amministrazione le promesse che sono state fatte. Bisogna mettere nero su bianco il futuro di questi lavoratori. Anche Antonio Tortora, presidente della commissione Ambiente e Parchi era presente all incontro di giovedì, sono soddisfatto di quanto fatto fin ora. Il sindaco Rubeis sin dall inizio si è preso sia l impegno politico che personale di risolvere questa annosa questione. Intorno al 20 marzo inizierà la raccolta dei rifiuti nell ultimo lotto, quello di Colleverde, e già da quel momento avremo tutti modo di capire il passo che avranno le assunzioni, e comunque trovare definitivamente la strada per porre finalmente la parola fine a questa storia, io me lo auguro. (S.D.B.)

6 6 venerdì 2 marzo 2012 tivoli I beffati del mattone sulfureo e le relazioni pericolose tra Gallotti e Terranova Più di venti i compromessi di vendita firmati per gli appartamenti di Piazza Catullo, ma sulla data della consegna resta il mistero. nonostante i ricorsi a pioggia, la guida del consiglio di amministrazione resta nelle mani del ragioniere. Perché? I beffati. Non è il titolo di un film ma quello che sta accadendo ai poco più di venti potenziali acquirenti degli appartamenti di proprietà della Acque Albule Spa che si trovano sulla sfortunata ex piazza Catullo. La vicenda del complesso immobiliare, in parte bloccato dall amministrazione comunale per motivi diversi, sembra destinata a non avere fine. Anzi, per essere precisi, a finire tra le mani degli avvocati, pronti a trascinare la municipalizzata in tribunale per dipanare la matassa. Ora la domanda resta sempre la stessa: cosa farà il comune, che comunque è ancora il socio di maggioranza della municipalizzata, per risolvere la questione? Allo stato attuale niente, visto che l unica cosa certa sono i ricorsi presentati dal socio di minoranza contro provvedimenti presi dall amministrazione comunale, non ultimo quello avanzato nei riguardi dell introduzione della tassa di soggiorno. Eppure, nonostante tenti in ogni modo di avere ragione a suon di avvocati, costringendo la giunta comunale a deliberare mese dopo mese di resistere in giudizio, Terranova resta lì. Inamovibile, addirittura alla guida del consiglio di amministrazione. Neanche il piano messo in piedi dai consiglieri Ferro, Pastore, Colia, Napoleoni, votato anche dal gruppo di Alleanza per Tivoli assieme alla consigliera del Pdl, Maria Rosaria Cecchetti, un mese fa per sfiduciarlo in qualità di presidente del consiglio di amministrazione della municipalizzata, è servito a chiarire, su tutti, la posizione del sindaco, Sandro Gallotti, che in quel caso lo ha addirittura salvato votando contro la mozione. Una pericolosa continuità con quanto fatto da Marco Vincenzi negli anni precedenti. Lì, a legare a doppio filo il primo cittadino di allora e Terranova c erano gli incarichi, come quello di direttore sanitario della Fonte Santo Stefano di Aprilia. In questo caso, ci chiediamo, cosa mai ci possa essere, visto che di revocarlo, nonostante tutto, non se ne parla. Tornando alla faccenda dei contratti preliminari di vendita, in giro ce ne sono parecchi, alcuni risalenti addirittura al 2009, timbrati dall azienda che gestisce la risorsa termale e firmati dal presidente del consiglio di amministrazione. Ma i potenziali titolari delle chiavi di quelle case finora non ne hanno visto neanche l ombra. Ad uscire dalle loro tasche sono stati i soldi, dati come caparra per avviare la vendita, mentre l unica cosa che hanno ricevuto in cambio sono solo telefonate di rassicurazione in cui ci si affretta a spiegare che tutto si risolverà nel giro di poco tempo. Peccato che allo stato attuale di soluzioni vere ancora non se ne vedano. Quelle case, infatti, si trovano su un terreno che è stato si conferito alla Spa per un aumento di capitale qualche anno fa, ma che di fatto è ancora inserito tra i beni di proprietà del pubblico demanio, senza contare che la Acque Albule, stando a quanto stabilito dallo statuto che ne regola le attività, può fare tante cose ma non quella edilizia. Le case, che nella notte dei tempi dovevano essere bed & breakfast, si sono trasformate in appartamenti, che sono stati costruiti e opzionati senza che il consiglio comunale, l organo deputato a decidere in casi come questo, si esprimesse sulla vicenda. Di deleghe a vendere poi, non ce n è neanche l ombra, al contrario dei guadagni, già finiti nelle tasche del Ragioniere, visto che a realizzare le case ci ha pensato una delle aziende che fa parte della sua galassia societaria. Tanto a pagare, tra ricorsi e cantieri, ci pensa sempre il comune. riceviamo e pubblichiamo In merito all articolo apparso sul numero 6 di Dentro Magazine a pagina 6 dal titolo Un concorso per figli di assessori, precisiamo che Jacopo Tognazzi non è stato assessore della Giunta Baisi ma consigliere comunale della stessa amministrazione. L incarico di assessore ai Servizi Sociali l ha ricoperto durante quella precedente, guidata da Marco Vincenzi. Ennesimo ricorso dell Acque Albule, stavolta è per la tassa di soggiorno Terranova ci riprova e presenta una nuova istanza al Tar costringendo il comune a difendersi da una delle sue municipalizzate Tivoli Quanti ricorsi ha fatto la Acque Albule Spa contro il comune di Tivoli? La domanda dell anno non può avere una risposta, perché la municipalizzata potrebbe trascinare il comune al cospetto del Tar del Lazio ancora parecchie volte. L ultima, in ordine di tempo, è quella contro l istituzione della tassa di soggiorno, partita per chi decide di dormire nella Città dell Arte dal primo gennaio di quest anno. Nessuna novità in realtà, Tivoli non è certo il primo comune in Italia ad averla istituita, ma è uno dei pochi che si è visto promuovere un ricorso al Tribunale amministrativo da parte di un azienda di cui possiede il pacchetto azionario di maggioranza. Parliamo della spa che gestisce la risorsa termale, che, tra le altre cose, possiede anche un albergo di categoria superiore, il Victoria Hotel. Ad accompagnarla, in questa nuova avventura legale, è la Sirio Gest Srl, che invece possiede il Grand Hotel Duca D este e l Hotel Tivoli. Cos hanno in comune i tre? Lo stesso rappresentante legale, il Ragionier Bartolomeo Terranova, a cui la faccenda della nuova gabella deve essere piaciuta poco. Stando a quanto stabilito la tassa sarebbe applicata in maniera diversa a seconda della struttura alberghiera: un euro per bed & breakfast e tre stelle, due euro per quattro e cinque stelle. Ad essere contestate sono parecchie cose, tra cui il fatto che il comune non avrebbe indicato con precisione la destinazione dei soldi incassati, che stando ad una prima previsione si aggirerebbero intorno ai 150mila euro. Ma c è di più. La tassa sarebbe sproporzionata rispetto al modesto contesto turistico della città che tra le altre cose non può dirsi di fatto località turistica e città d arte perché non iscritta in alcun elenco specifico. Contestato pure il mancato confronto con le parti interessate. Tutte accuse da cui il comune, paradossalmente tirato in ballo da un bene di famiglia, si difende. Mi sembra singolare il fatto che una partecipata faccia causa al comune, senza contare che sono tutte motivazioni infondate dice l assessore alle Attività Produttive e Turismo, Vincenzo Tropiano -. I capitoli di bilancio relativi alla tassa di soggiorno ci sono già, inoltre abbiamo incontrato le associazioni di categoria prima di prendere decisioni. Che Ferderteme e Ferderalberghi per il Patron siano troppo poco? Nel frattempo in giunta lunedì scorso è arrivato il ricorso, per cui l esecutivo ha deliberato di resistere in giudizio. E il comune, comunque vada a finire, paga.

7 La cronaca tivoli Si finge cieco per 25 anni ora deve allo stato 310mila euro Risultava cieco e con l accompagno da oltre 25 anni. Un invalidità riconosciutagli dalla fine degli anni 80 che ha comportato una maxi truffa nei confronti dello Stato per circa 310mila euro. Dopo un quarto di Secolo la Guardia di Finanza di Tivoli smaschera un 65enne tiburtino incastrato dopo mesi di indagini. La conferma della mancata cecità dopo un blitz delle Fiamme Gialle che lo hanno fermato in borghese con il pretesto di sapere l ora. Da li la risposta con un gesto semplice, ma non per un cieco che ora rischia la restituzione di quanto percepito negli ultimi 25 anni. (M.C.) rifugiati politici in rivolta Lunedì pomeriggio caos nella struttura adiacente a Colle Cesarano Dieci immigrati africani in rivolta. Caos lunedì pomeriggio in una struttura adiacente Colle Cesarano che ospita 30 aspiranti rifugiati di guerra. I manifestanti hanno accerchiato e spintonato i tre operatori presenti, costringendo due di loro a farsi medicare al pronto soccorso dove gli sono stati riscontrati traumi e contusioni guaribili in 7 giorni. Gli operatori si sono poi rifugiati in una stanza dove hanno atteso l arrivo della polizia. Al momento di andare via i manifestanti hanno circondato le macchine dei ragazzi della cooperativa e gli agenti sono stati costretti ad esplodere due colpi di pistola in aria per disperdere gli immigrati. Scarsa qualità dell assistenza e problemi con il pagamento della diaria sono state le motivazioni raccontate dai manifestanti. Già in serata, poche ore dopo, nel centro era tornata la calma. La sera mi hanno chiamato tutti i ragazzi coinvolti per chiedermi scusa, ha raccontato la responsabile della cooperativa che li accudisce. (F.V.) di Rita Lorrai Finalmente, dopo quasi due anni dalla scadenza dell ultimo mandato, nel maggio 2010, il Centro Anziani di Villa Adriana ha di nuovo eletto i suoi organi rappresentativi, ad iniziare dal Presidente, riconfermato a stragrande maggioranza nella persona di Bruno Pascucci, il quale si è aggiudicato 153 voti su 221 votanti, contro i 27 di Luigi Ciabattari, secondo classificato dei 4 candidati e quindi di diritto vicepresidente. Il lungo tempo occorso per permettere hai 331 iscritti di esercitare il proprio diritto di voto e far in modo che il centro tornasse a svolgere il suo naturale ruolo di aggregazione, dice molto della situazione intricata che si era venuta a creare: denunce incrociate tra Pascucci, per diffamazione, e 3 membri del circolo, sponsorizzati da tempo da un consigliere del Popolo della Libertà, che contestavano all ex Presidente una cattiva gestione, soprattutto per quanto riguarda la parte contabile che però, a dire il vero, rientra tra le competenze del Comitato di Gestione, composto da 13 membri. La vicenda va avanti almeno dal 2006, data di una relazione dell allora dirigente del settore Loretta Mezzetti che certificava la regolarità delle ultime elezioni. Fino ad arrivare ad un ordine del giorno presentato in consiglio comunale da alcuni consiglieri PdL (Cartaginese, Rossi, Pa- venerdì 2 marzo Nuovo presidente per il centro anziani di Villa Adriana, riconfermato Pascucci Scambio di lettere al vetriolo tra vice sindaco e assessore ai servizi sociali. Strafonda voleva bloccare le elezioni, la Fidanza va avanti gliaro e Innocenzi) e Amore per Tivoli (Osimani e Carrarini), datato primo febbraio, che chiedeva l immediata sospensione delle elezioni già indette per il 23 del corrente mese, dopo che si era regolarmente tenuta l Assemblea dei soci per raccogliere le candidature (assemblea alla quale pare non abbia partecipato nessuno dei tre contestatori). Infine, il giorno prima della data prescelta per le votazioni, un ennesima missiva dei tre ne chiede la sospensione al fine di evitare eventuali disordini che dovessero verificarsi durante le operazioni di voto. A questo punto si attivava anche il vice sindaco Giorgio Strafonda (PdL) che, in una lettera indirizzata alla collega responsabile della materia, l assessore al Welfare Alessandra Fidanza (UdC, nella foto) chiedeva di sospendere lo svolgimento delle elezioni, visto che non era ancora stata ristabilita una situazione di generale equilibrio e regolare vita sociale all interno del centro. Ma la Fidanza, dopo tutto il lavoro fatto, non c è stata. Ci tengo a precisare ha dichiarato l Assessore che, prima delle elezioni, l argomento è stato da me portato all attenzione nelle sedi opportune, dalla Giunta alla Commissione servizi sociali, con la massima trasparenza. La soluzione scelta è stata quella di indire le elezioni e permettere al centro di tornare a svolgere il suo naturale ruolo di aggregazione sociale. Ha quindi risposto al collega che tenuto conto che tutte le operazioni sono state svolte in linea con quanto disposto dal regolamento [...] nulla osta all indizione delle elezioni. Tranquillizzandolo poi: sarà premura di questo Assessorato rivolgersi alle Autorità competenti a garanzia dell ordine pubblico. Ha quindi dovuto richiedere ai Carabinieri l esecuzione di controlli per il mantenimento dell ordine pubblico presso un centro anziani. Controlli che ci sono regolarmente stati, anche se di tutto quello che era stato paventato non si è verificato nulla. Alla fine panzer Fidanza ha avuto ragione: la giustizia farà il suo corso e il Comune continuerà a fare, se necessario, le opportune verifiche. La politica, quella forse più deteriore, a quanto pare si fa anche nei centri anziani. dramma a Borgonuovo, sequestra la compagna e poi si suicida La triste vicenda di er gitano, rapper e attore, si è tolto la vita sparandosi con un colpi di pistola Borgonuovo Dopo una vita vissuta sul filo del rasoio, è morto martedì pomeriggio poco prima delle 15 il rapper Mirko Scipioni, conosciuto come Er Gitano. Il ragazzo si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola in testa dopo essersi barricato in casa con due ostaggi, la compagna incinta al settimo mese ed un amico. A nulla sono valsi i tentativi di farlo ragionare della polizia, intervenuta dopo una chiamata del padre della ragazza. Il rapper era in evidente stato di alterazione psicofisica, probabilmente dovuto all assunzione di cocaina. La sua compagna ha raccontato alla polizia che il Gitano spesso era in preda della cocaina, ma le sue reazioni violente si consumavano in poche ore. Martedì però la crisi è durata per tutta la mattina ed il Gitano avrebbe più volte preso di petto la ragazza accusandola di aspettare il figlio di un altro uomo. Alla fine la giovane ha chiamato il padre e l ex moglie. Poco dopo è arrivata la chiamata alla polizia ma ormai la situazione stava degenerando. Nell abitazione, un alloggio popolare occupato nello scorso dicembre, sono state poi rinvenute due pistole, su cui sono in corso gli accertamenti, ed una piccola quantità di cocaina, forse i resti di quella assunta durante la mattinata. La storia di questo ragazzo sembra un vero e proprio film, come quella del suo fraterno amico Pepy morto la scorsa estate per un folle incidente a 200 chilometri all ora. Er Gitano avrebbe dovuto recitare, al posto dello scomparso Pepy, nel film Tulpa di Federico Zampaglione, cantante dei Tiromancino, con Claudia Gerini e Michele Placido. Il rapper doveva essere anche il protagonista di un videogioco ambientato sulla criminalità di Roma: Hands Armed Spqr, la versione nostrana del più famoso Gta in cui i protagonisti devono compiere varie missioni per conto di boss malavitosi. (F.V.)

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti:

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti: Giovedì 03 settembre 2015 ore 21:00 VERBALE DI RIUNIONE Presenti: - Carlo Di Marco - Giovanni Mazzoni - Marzia Sperandii - Rossana Puel - Stefania Segreti - Francesca Di Giacomo - Gabriella Vercelli -

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 6 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 2, 23 - Prima Pagina pag. / - Modena Qui pag. 15 Sezione: Pianura Data:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente. ISTITUTO COMPRENSIVO "G. CURIONI" Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado: Romagnano Sesia - Ghemme Scuola Primaria: Prato Sesia - Sizzano Sede: Vicolo Asilo, 3-28078 Romagnano Sesia (NO) Tel.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 15/10/2015 Arrotini minacciosi chiedono cifre esorbitanti 1 15/10/2015 Mille euro nel portafoglio Smarrito e riconsegnato

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.V.G. FANCONI ART. 1 1. È costituita ai sensi della legge n. 266 del 1991 l organizzazione di volontariato, denominata: «A.V.G. Fanconi» 2. L organizzazione ha

Dettagli

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole.

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole. Forza Democratica Foglio 1/5 Oggetto: Bozza per uscire dall attuale crisi Prevenzione. Prevenzione. Prevenzione Staremo bene se anche gli altri stanno bene. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto

Dettagli

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E CITTÀ DI COSENZA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E ~ 2 ~ ARTICOLO 1... 3 FINALITÀ... 3 ARTICOLO 2... 3 ADOZIONI... 3 ARTICOLO 3... 3 AGEVOLAZIONI... 3 ARTICOLO 4...

Dettagli

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Art.1 RIFERIMENTI ALLO STATUTO COMUNALE 1 Il presente Regolamento si ispira al Titolo III

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 STATUTO ARTICOLO 1 E costituita l associazione denominata: "CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI ONLUS". Il "C.I.R. ONLUS" identifica a tutti gli effetti l Associazione. L Associazione (di seguito nominata

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" uuu Segreteria Generale Vico del Fiore, 21/23-54011 - Aulla (MS) Tel. 0187-421814 - Fax 06-98380115 Cell. 329-0692863

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI Dove ci troviamo La scuola G. Mazzini si trova a Legnano in piazza Trento e Trieste. Si colloca in una zona strategica poiché comodamente raggiungibile dal centro di Legnano,

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO

ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO ASSOCIAZIONE ALBERGATORI TERMALI ABANO MONTEGROTTO STATUTO Art. 1 Denominazione E costituita l Associazione Albergatori Termali Abano Montegrotto con sede nel comprensorio termale Euganeo. Art. 2 Scopo

Dettagli

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Milano, 20 ottobre 2014 Lunedì 20 ottobre 2014 alle ore 21,00 si è tenuto nei locali della Scuola Primaria F. e T. Fabbri, il primo incontro dell

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Assemblea dell associazionismo e volontariato Regolamento Assemblee Settoriali

Assemblea dell associazionismo e volontariato Regolamento Assemblee Settoriali Comune di Copparo Via Roma 28, 44034 Copparo (Ferrara) tel. 0532 864511 fax 0532 864660 www.comune.copparo.fe.it Assemblea dell associazionismo e volontariato PREMESSA L Amministrazione Comunale di Copparo

Dettagli

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo IN EVIDENZA: 1) Lettera aperta all avvocatura italiana lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco 2) Perché iscriversi all AIGA lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI ART. 1 1. Con il presente Regolamento il Comune di Peio nell esercizio dei suoi poteri

Dettagli

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali Città di Racconigi Al Dottor Paolo FLESIA CAPORGNO Segretario Comunale In Sede Prot. n. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali In riferimento al Piano integrato

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Cosa vuoi fare da grande?

Cosa vuoi fare da grande? Cosa vuoi fare da grande Luca Fanucci, padre di Tommaso Coordinatore Forum Provinciale delle Associazioni dei Genitori nella Scuola U.S.T. Pistoia «Integrazione, Orientamento e buone prassi» Firenze 12

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

ART. 1 - DENOMINAZIONE ART. 2 - SEDE ART. 3 - DURATA ART. 4 - OGGETTO E FINALITA

ART. 1 - DENOMINAZIONE ART. 2 - SEDE ART. 3 - DURATA ART. 4 - OGGETTO E FINALITA Approvato dall Assemblea Straordinaria del 27/03/2001 ART. 1 - DENOMINAZIONE L Associazione Volontari Ospedalieri di Torino, regolarmente costituita con atto a rogito Notaio Chianale di Torino, rep. 57012

Dettagli

STATUTO. Costituzione - Denominazione Sede. Finalità e attività

STATUTO. Costituzione - Denominazione Sede. Finalità e attività STATUTO Costituzione - Denominazione Sede Art. 1. E' costituita con sede in Sondrio, Via Romegialli n. 27, l Associazione culturale senza scopo di lucro, apolitica e apartitica, denominata Amici del Teatro

Dettagli

Uno spazio per tutti

Uno spazio per tutti Comune di Calangianus Assessorato ai servizi sociali Uno spazio per tutti -INTRODUZIONE -IL PROGETTO -ATTUAZIONE -RISORSE UMANE E PARTNER COINVOLTI INTRODUZIONE Il Centro di Aggregazione Sociale (in seguito

Dettagli

Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Mario Orfeo 02-AGO-2011 da pag. 29 Quotidiano Roma 30-MAG-2011 Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Direttore: Mario Orfeo da pag. 37 Quotidiano

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 119 DEL 18.10.1991) I N D I C

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

REGISTRO DEI VERBALI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO TRIENNIO 2013/2016 ANNO SCOLASTICO 2013/2014

REGISTRO DEI VERBALI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO TRIENNIO 2013/2016 ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 7 S.BARTOLOMEO IN BOSCO (FE) Via Masi, 114 Tel. 0532/722164 725005 Fax 0532/725547 Codice Fiscale 93076190383 e-mail: - FEIC808004@istruzione.it P.E.C.: FEIC808004@pec.istruzione.it

Dettagli

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI malagrotta_def_layout 1 04/01/12 10.24 Pagina 2 COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI ROMA, 1 GENNAIO 2012 Città delle Industrie Ambientali malagrotta-interno_layout 1 04/01/12 10.22

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

VERBALE del CONSIGLIO D ISTITUTO N. 7 del 06/09/2010

VERBALE del CONSIGLIO D ISTITUTO N. 7 del 06/09/2010 VERBALE del CONSIGLIO D ISTITUTO N. 7 del 06/09/2010 Il giorno 6 del mese di settembre dell anno 2010 alle ore 17.15, nei locali della sede di via Corridoni si è riunito il Consiglio di Istituto, in seduta

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa.

Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa. 1 Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa. Il contesto di riferimento: Numerosa ormai è la presenza, nelle aule scolastiche, di bambini adottati nazionalmente ed internazionalmente.

Dettagli

associazione e scuola di vela e di marineria

associazione e scuola di vela e di marineria ALLEGATO A) STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA associazione e scuola di vela e di marineria STATUTO DI STRETTI AL VENTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA Articolo 1 TITOLO I Denominazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Amici del Mare

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Amici del Mare STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Amici del Mare TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - DURATA Art. 1 1. E costituita l organizzazione di volontariato denominata Amici del Mare., qui di seguito detta Associazione.

Dettagli

ASSOCIAZIONE LAVORATORI STRANIERI MCL STATUTO PROVINCIALE

ASSOCIAZIONE LAVORATORI STRANIERI MCL STATUTO PROVINCIALE ASSOCIAZIONE LAVORATORI STRANIERI MCL STATUTO PROVINCIALE Titolo 1 Art 1 costituzione e denominazione Art 2 soci di diritto Art 3 soci Art 4 durata Art 5 scopi e attività Titolo 2 Art 6 organi sociali

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani LA METRONOTTE Di Paolo Mondani Montali è indagato, anzi, sotto processo per? Collusione con la Banda della Magliana, riciclaggio, corruzione e intestazione fittizia di beni. MILENA GABANELLI IN STUDIO

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Svolgimento Lavori di Pubblica Utilità (art. 54 D.L.vo 28.08.2000, n. 247 e N. 75 Reg. del art. 2 D. M. 26.03.2001) Approvazione

Dettagli

Associazione di Volontariato ARCI 690.

Associazione di Volontariato ARCI 690. STATUTO Art 1 E costituita con sede in Cascina, presso i locali della Pubblica Assistenza, Via Comaschi, 46 un Associazione di Volontariato che assume la denominazione di Associazione di Volontariato ARCI

Dettagli

N.B. Le variazioni e novità rispetto al 2011 sono state evidenziate

N.B. Le variazioni e novità rispetto al 2011 sono state evidenziate N.B. Le variazioni e novità rispetto al 2011 sono state evidenziate giunge quest anno giunge alla sua XII a edizione con l ambizione di replicare ancora una volta il successo la manifestazione riscuote

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI 1 PREMESSE OBIETTIVI ORGANIZZAZIONE E SOGGETTI CONVOLTI PERCORSI PIEDIBUS REGOLAMENTO ALLEGATO 2 PREMESSE Il piedibus è un autobus

Dettagli

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni 1) Emergenza rifugiati dalla Libia. Ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni di Matteo Colombo http://www.campusmultimedia.net/2013/03/27/emergenza-rifugiati-dalla-libia-ecco-cosa-non-hafunzionato-in-questi-due-anni/

Dettagli

GIOCO DI RUOLO PASSO IN AVANTI

GIOCO DI RUOLO PASSO IN AVANTI GIOCO DI RUOLO PASSO IN AVANTI S7 TARGET Attività adatta per un gruppo di 25-30 persone frequentanti la Scuola Secondaria di Primo o Secondo grado o gruppi di persone con età comunque superiore ai 13 anni.

Dettagli

Rassegna stampa quotidiana

Rassegna stampa quotidiana Rassegna stampa quotidiana Napoli, A cura di Ida Palisi - Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio stampa@campolibero; www.campolibero.it venerdì 29 luglio 2011 (1) Gesco venerdì 29 luglio 2011

Dettagli

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 17.09.2012 INDICE Art.

Dettagli

STATUTO BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS

STATUTO BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS STATUTO del BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS Registrazione esente da imposta di registro (art. 8 L. 266/91) e bollo (art. 17 D.Lgs. 460/1997) BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO ONLUS Via Oltrecolle, 139

Dettagli

Introduzione all analisi per flussi

Introduzione all analisi per flussi C 1 a p i t o l o Introduzione all analisi per flussi 1 I flussi finanziari L obiettivo di questo libro è illustrare una diversa visione d impresa: non più quella statica legata alla contabilità e all

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

TEST DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA PER IL RILASCIO DEL. (D. M. 4 Giugno 2010) Quaderno d esame del candidato

TEST DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA PER IL RILASCIO DEL. (D. M. 4 Giugno 2010) Quaderno d esame del candidato MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO G. GARIBALDI- VIA TODINI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA XIII CENTRO TERRITORIALE

Dettagli

Settesoli e Selinunte: Quando lo stato rifiuta l'aiuto del privato

Settesoli e Selinunte: Quando lo stato rifiuta l'aiuto del privato Settesoli e Selinunte: Quando lo stato rifiuta l'aiuto del privato Cronologia dei fatti del progetto Settesoli Sostiene Selinunte Agosto 2014 Novembre 2015 Il presente dossier vuole riassumere gli impegni

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE I LEONI STATUTO

ASSOCIAZIONE NAZIONALE I LEONI STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE I LEONI STATUTO Art. 1 (denominazione, sede, durata, scioglimento) 1. E costituita l Associazione di volontariato denominata I LEONI 2. La sede dell Associazione via Erbesso n. 12

Dettagli

VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO VERBALE N 2 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO Il giorno 09 maggio, dell anno 2013, alle ore 17.00, presso la sede centrale, in Via Emilia, n. 10, dell Istituto Comprensivo Giorgio Vasari di Arezzo, si riunisce

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PRO OVIBUS UNUS GREX ( PROGREX ) COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PRO OVIBUS UNUS GREX ( PROGREX ) COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PRO OVIBUS UNUS GREX ( PROGREX ) COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE Art. 1. E costituita, con sede in Bari, l Associazione di volontariato denominata PRO OVIBUS

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

S.P.Q.R. COMUNE DI ROMA MUNICIPIO ROMA VII

S.P.Q.R. COMUNE DI ROMA MUNICIPIO ROMA VII Municipio Roma VII U.O. Amministrativa Ufficio Consiglio e Commissioni Municipio Roma VII prot. N. 23977/2007 Prot. Serv. Delib. N. 29/07 S.P.Q.R. COMUNE DI ROMA MUNICIPIO ROMA VII ESTRATTO DAL VERBALE

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA Premessa Il Comune di Colonna istituisce il "Consiglio Comunale dei Ragazzi" (CCR), come previsto dall'art. 5 Bis dello Statuto Comunale

Dettagli

Associazione ONLUS CARDIOSALUS Organizzazione non lucrativa di utilità sociale. Statuto

Associazione ONLUS CARDIOSALUS Organizzazione non lucrativa di utilità sociale. Statuto Associazione ONLUS CARDIOSALUS Organizzazione non lucrativa di utilità sociale Statuto Art. 1 (Costituzione) E costituita l associazione Associazione Onlus CARDIOSALUS Organizzazione non lucrativa di utilità

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 18 OTTOBRE 2012 L anno 2012 il giorno 18 del mese

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove

BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove STATUTO SOCIALE Art. 1 - Costituzione e sede Ai sensi delle disposizioni del Codice Civile in tema di Associazioni, e delle leggi

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Associazione di Volontariato - www.raccontarsiraccontando.it 328 9559641

Associazione di Volontariato - www.raccontarsiraccontando.it 328 9559641 Associazione di Volontariato - www.raccontarsiraccontando.it 328 9559641 1 2 Associazione di Volontariato - www.raccontarsiraccontando.it 328 9559641 STATUTO TITOLO I Art. 1 Costituzione 1. E costituita

Dettagli

Statuto Comitato Permanente Festeggiamenti Patronali Assergi

Statuto Comitato Permanente Festeggiamenti Patronali Assergi Statuto Comitato Permanente Festeggiamenti Patronali Assergi Inviato da assergi il Mar, 07/05/2011-14:43 STATUTO COMITATO PERMANENTE FESTEGGIAMENTI PATRONALI ASSERGI Anche questo anno 2011 si è costituito

Dettagli