PRESENTAZIONE Lettera agli stakeholders 4 Presenza internazionale 6 Highlights 8 In Borsa 9

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRESENTAZIONE Lettera agli stakeholders 4 Presenza internazionale 6 Highlights 8 In Borsa 9"

Transcript

1 Esercizio 2011

2 Indice PRESENTAZIONE Lettera agli stakeholders 4 Presenza internazionale 6 Highlights 8 In Borsa 9 INFORMAZIONI GENERALI Organi sociali 14 Convocazione di Assemblea 23 RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 31 L economia e l evoluzione settoriale internazionale 33 Andamento economico e finanziario nel Rischi e incertezze 44 Andamento della gestione per Paese e per settore di attività 48 Progetto energia 55 Rapporti con parti correlate 56 Sistemi informativi 58 Progettazione, assistenza tecnica, ricerca e sviluppo 62 Innovazione 63 E-business 63 Vertenze e procedure in corso 64 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio 65 Evoluzione prevedibile della gestione 65 Bilancio consolidato Prospetti contabili 68 Note illustrative 73 Allegati 143 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 151 Relazione della Società di revisione 152 Bilancio Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 157 Rapporti con parti correlate 161 Risorse umane 164 Vertenze e procedure in corso 168 Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti 168 Andamento del Gruppo Ciments Français 170 Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 172 Deliberazioni 209 Bilancio d esercizio Prospetti contabili 248 Note illustrative 253 Allegati 312 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 313 Relazione del Collegio sindacale 314 Relazione della Società di revisione 320 PARTE STRAORDINARIA 321

3 Esercizio 2011 Italcementi S.p.A. Via G. Camozzi, Bergamo - Italia Capitale Sociale Registro delle Imprese di Bergamo Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte di Italmobiliare S.p.A. Le foto riportate nella relazione illustrano i.lab, il nuovo Centro Ricerca e Innovazione del Gruppo Italcementi a Bergamo, progettato dall'architetto Richard Meier. i.lab, che si sviluppa su uno spazio di metri quadrati, è stato realizzato nel rispetto dei criteri LEED, la più rigorosa certificazione di sostenibilità energetica e ambientale per l'edilizia.

4 Lettera agli stakeholders Innovazione, motore di sviluppo e di competitività Il 2011 è stato caratterizzato, per il quinto anno consecutivo, da uno scenario congiunturale particolarmente pesante che si è riflesso sul settore delle costruzioni. In questo quadro il nostro Gruppo ha continuato ad operare per contrastare gli effetti negativi sulla redditività della contrazione del fatturato con misure di recupero di efficienza industriale e di contenimento costi. I cromosomi dello spirito industriale, che ci hanno permesso di attraversare ormai quasi un secolo e mezzo di vita fra varie alternanze di cicli economici, hanno ancora una volta dato impulso alla capacità di reagire a contesti poco Giampiero e Carlo Pesenti in visita al Centro Ricerca i.lab favorevoli, anche grazie alla diversificazione geografica dei mercati in cui opera il Gruppo. Guardiamo quindi anche per l immediato futuro a coniugare i valori della nostra tradizione con la proiezione verso il domani attraverso l'innovazione, la leva strategica su cui il Gruppo intende costruire il proprio vantaggio competitivo, contribuendo anche allo sviluppo della qualità della vita e dell ambiente naturale. L innovazione e la sostenibilità, al fianco di una nuova pianificazione di investimenti selettivi che interesserà il sistema produttivo del Gruppo in Bulgaria, Italia, India e Marocco, sono così gli elementi caratterizzanti del Quest anno è stato inaugurato i.lab, il nuovo Centro della Ricerca e dell innovazione Italcementi, progettato dall architetto Richard Meier e realizzato nel rispetto dei criteri Leed, il più alto standard di certificazione energetica e ambientale per l edilizia, che permette un risparmio energetico fino al 60% rispetto ad un edificio tradizionale. i.lab è un motore di crescita e di competitività, un luogo dedicato alla ricerca e al suo trasferimento tecnologico nel campo dei materiali da costruzione, dove il cemento è generatore di architetture sostenibili e di edifici intelligenti. i.lab porta sul territorio e nei confronti della comunità la vocazione per l innovazione fortemente radicata nel Gruppo e contemporaneamente il messaggio che l industria può essere artefice della sostenibilità a vantaggio dell economia, dell ambiente e della società. Nell ambito di i.lab ingegneri, tecnici e ricercatori lavoreranno insieme per integrare conoscenze con buone pratiche ed esperienze a supporto dell innovazione tecnologica e facendo leva sulla strategia della sostenibilità. Nel 2012 il Gruppo Italcementi porta poi a compimento dieci anni di politiche per la sostenibilità documentate da un accurata attività di divulgazione dei risultati raggiunti e dal continuo costruttivo rapporto con tutti gli stakeholders. 4

5 In occasione di tale traguardo il Gruppo ha deciso di compiere un ulteriore passo in questa direzione, rendendo disponibile la Relazione sulla Sostenibilità congiuntamente con la Relazione Finanziaria Annuale. In questo decennio, la qualità e completezza delle informazioni si è arricchita, in linea con i requisiti di Global Reporting Initiative in base all adesione nel 2010 al nuovo programma Global Compact delle Nazioni Unite, che vede riunite le aziende globali eccellenti sui temi della sostenibilità. In particolare, i Dieci Principi del Global Compact sottoscritti sono stati confermati come elementi fondanti delle Politiche del Gruppo e dai codici operativi di buona pratica e l annuale Relazione sulla Sostenibilità riporta la Comunicazione sui Progressi di tutte le iniziative intraprese per contribuire agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. A fianco di questi impegni giunti ad un primo traguardo, ma ancora alla base di nuovi sviluppi in un mondo in continua e veloce evoluzione, proseguiremo nel 2012, in un contesto economico che permane caratterizzato da incertezze, i programmi di efficienza industriale e gestionale già delineati e con una rigorosa gestione della struttura finanziaria in grado di sostenere l impegno per il futuro sviluppo del Gruppo. Giampiero Pesenti Presidente Carlo Pesenti Consigliere Delegato 5

6 Presenza internazionale (al 31 dicembre 2011) NORD AMERICA ESSROC CIMENT QUEBEC ESSROC SAN JUAN RIVERTON ARROW CAMBRIDGE CRIDER & SHOCKEY FRANCIA CIMENTS FRANCAIS CIMENTS CALCIA GSM UNIBÉTON AXIM SPAGNA FINANCIERA Y MINERA ITALIA ITALCEMENTI CALCESTRUZZI CTG AXIM ITALIA ITALGEN BELGIO CCB TERMINALI Albania Gambia Sri Lanka Mauritania (centro di macinazione) 6

7 Esercizio 2011 Presentazione Presenza internazionale 6 Informazioni generali Highlights 8 Relazione finanziaria annuale In Borsa 9 Parte straordinaria 321 BULGARIA DEVNYA CEMENT VULKAN CEMENT GRECIA HALYPS CEMENT TURCHIA AFYON CIPRO VASSILIKO CEMENT EGITTO SUEZ CEMENT TOURAH CEMENT HELWAN CEMENT RMB MAROCCO CIMENTS DU MAROC ARABIA SAUDITA INTERNATIONAL CITY FOR READY MIX (JV) KUWAIT HILAL CEMENT COMPANY KAZAKISTAN SHYMKENT CEMENT INDIA ZUARI CEMENT TAILANDIA JALAPRATHAN CEMENT ASIA CEMENT CINA SHAANXI FUPING CEMENT 7

8 Highlights Contribuzione ai ricavi consolidati per settore di attività (milioni di euro) Var. % Var. %* Cemento (7,8) (2,7) Calcestruzzo / Inerti ,8 3,5 Altre attività (10,1) (2,2) Totale ,3 (1,3) *variazione a perimetro e cambi costanti 64,7% 29,4% 5,9% 71,1% 22,3% 6,6% Margine operativo lordo corrente (milioni di euro) Vendite e consumi interni per settore di attività 53.7% % 44.0% 697 (1.9)% (1.9)%* 3.7% Cement and clinker (Mt) 58.0% 2010 Altri Nord America Europa centro-occidentale 3.0% 39.0% (5.1)%* 53.2% %* *variazione a parità di perimetro Aggregates (Mt) Ready mixed concrete (Mmc) Principali dati economici, finanziari e patrimoniali del Gruppo (milioni di euro) Ricavi Margine operativo lordo corrente Margine operativo lordo Risultato operativo Risultato dell esercizio Risultato attribuibile al Gruppo (3) Flussi per investimenti Patrimonio netto totale Patrimonio netto di Gruppo Indebitamento finanziario netto Numero dipendenti al 31 dicembre

9 Esercizio 2011 Presentazione Presenza internazionale 6 Informazioni generali Highlights 8 Relazione finanziaria annuale In Borsa 9 Parte straordinaria 321 Italcementi S.p.A. in Borsa 1 Capitale Sociale e Azionariato 1.a Capitale Sociale al Al , il capitale di Italcementi S.p.A. è di diviso in n azioni da nominali 1 ciascuna di cui n azioni ordinarie e n azioni di risparmio. 1 Azioni risparmio 37% 2 Azioni ordinarie 63% b Azioni Ordinarie Rilevazione azionisti con possesso superiore al 2% al (in base alle risultanze del libro soci, delle segnalazioni Consob, nonché di altre informazioni a disposizione). 1 Italmobiliare 60,363% 2 Azionariato diffuso 34,683% 3 Gruppo FIRST EAGLE FUNDS (First Eagle Invest. Management, LLC) - USA 2,812% 4 Azioni proprie 2,142% c Azioni Ordinarie Analisi azionariato diffuso in base alle risultanze del libro soci per le operazioni di pagamento dividendo Esercizio 2010; Azionisti iscritti a libro soci: n Persone fisiche 41,78% 7 Fondi italiani 1,62% 2 Fondi esteri 21,05% 8 Società estere 1,82% 3 Banche estere 6,36% 9 Assicurazioni estere 1,52% 4 Banche italiane 4,41% 10 Assicurazioni italiane 0,12% 5 Brokers e Conti Omnibus 15,59% 11 Fiduciarie 1,24% 6 Società italiane 3,70% 12 Enti 0,78% Ticker symbol Italcementi Italcementi Italcementi ordinarie risparmio portatore risparmio nominative BLOOMBERG: IT IM ITR IM - REUTERS: ITAI.MI ITAIn.MI - ISIN: IT IT IT Indicatori finanziari Italcementi S.p.A (euro) Quotazioni (media annuale prezzi ufficiali): - Azione Ordinaria 5, , , , , Azione di Risparmio 2, , , , , Dividendo per azione: - Azione Ordinaria 0, (1) 0, , , , Azione di Risparmio 0, (1) 0, , , , Rendimento per azione (su media annuale prezzi ufficiali): - Azione Ordinaria 2,05% 1,67% 1,35% 1,63% 1,80% - Azione di Risparmio 6,43% 2,99% 2,50% 2,66% 2,95% (1) Proposta del Consiglio di Amministrazione del 2 marzo

10 3 Quotazioni e capitalizzazione 3.a Quotazioni Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali) e FTSE MIB INDEX ( ) gen feb mar mag giu lug ago ott nov dic feb mar apr giu lug ago ott nov dic gen mar apr mag lug ago set nov dic gen mar apr mag lug ago set nov dic gen mar apr mag giu ago set ott dic gen. 12 FTSE MIB INDEX 25 feb. 12 Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice FTSE MIB INDEX 3.b Andamento Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali) e FTSE MIB INDEX (base = 100) gen feb mar mag giu lug ago ott nov dic feb mar apr giu lug ago ott nov dic gen mar apr mag lug ago set nov dic gen mar apr mag lug ago set nov dic gen mar apr mag giu ago set ott dic gen feb. 12 Italcementi risparmio Italcementi ordinarie Indice FTSE MIB INDEX 10

11 Esercizio 2011 Presentazione Presenza internazionale 6 Informazioni generali Highlights 8 Relazione finanziaria annuale In Borsa 9 Parte straordinaria c Quotazioni Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali) e FTSE MIB INDEX ( ) FTSE MIB INDEX gen gen gen feb feb feb mar mar mar apr apr apr mag mag mag giu giu giu lug lug lug ago ago ago ago set set set ott ott ott nov nov nov dic dic dic gen gen gen feb feb feb. 12 Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice FTSE MIB INDEX 3.d Andamento Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali) e FTSE MIB INDEX (base = 100) gen gen gen feb feb feb mar mar mar apr apr apr mag mag mag giu giu giu lug lug lug ago ago ago ago set set set ott ott ott nov nov nov dic dic dic gen gen gen feb feb feb. 12 Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice FTSE MIB INDEX 11

12 3.e Quotazioni e Capitalizzazione dal al Quotazione (euro) Capitalizzazione (milioni di euro) massima minima massima minima Azione ordinaria 6,529 7,647 4,081 5, Azione di risparmio 3,616 3,890 1,718 2, Totale FTSE MIB INDEX f Capitalizzazione media mensile (gennaio febbraio 2012) Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Capitalizzazione totale 12

13 Esercizio 2011 Presentazione Presenza internazionale 6 Informazioni generali Highlights 8 Relazione finanziaria annuale In Borsa 9 Parte straordinaria Scambi mensili presso Borsa Italiana 4.a Numero azioni e prezzo medio ponderato Data Azioni ordinarie (euro) Azioni di risparmio (euro) Numero Prezzo medio Controvalore Numero Prezzo medio Controvalore azioni mensile scambiato azioni mensile scambiato scambiate ponderato scambiate ponderato Gennaio , , Febbraio , , Marzo , , Aprile , , Maggio , , Giugno , , Luglio , , Agosto , , Settembre , , Ottobre , , Novembre , , Dicembre , , Gennaio , , Febbraio , , b Controvalori scambiati mensili (gennaio febbraio 2012) 2011 Italcementi risparmio Italcementi ordinarie

14 Organi sociali Consiglio di amministrazione (Scadenza: approvazione bilancio al ) Giampiero Pesenti 1 Presidente Pierfranco Barabani 1 Vicepresidente operativo Lorenzo Renato Guerini 8 Vicepresidente Carlo Pesenti 1-2 Consigliere delegato Giulio Antonello 7 Alberto Bombassei 4-7 Giorgio Bonomi Alberto Clô Federico Falck Danilo Gambirasi Carlo Garavaglia 7 Italo Lucchini 4 Sebastiano Mazzoleni Yves René Nanot 1 Marco Piccinini Ettore Rossi 7-9 Attilio Rota Carlo Secchi Elena Zambon 7 Emilio Zanetti 4-7 Paolo Santinoli 10 Segretario Collegio sindacale (Scadenza: approvazione bilancio al ) Sindaci effettivi Maria Martellini Mario Comana Luciana Gattinoni Sindaci supplenti Fabio Bombardieri Carlo Luigi Rossi Leonardo Cossu Direttore generale Giovanni Ferrario Presidente Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Carlo Bianchini Società di revisione (Scadenza: approvazione bilancio al ) KPMG S.p.A Membro del Comitato esecutivo 2 Amministratore esecutivo incaricato di sovrintendere alla funzionalità del sistema di controllo interno 3 Lead independent director 4 Membro del Comitato per la remunerazione 5 Membro del Comitato per il controllo interno 6 Membro del Comitato per le operazioni con parti correlate 7 Consigliere indipendente (ai sensi del Codice di autodisciplina e del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58) 8 Consigliere indipendente (ai sensi del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58) 9 Membro dell Organismo di vigilanza 10 Segretario del Comitato esecutivo

15 Esercizio 2011 Presentazione 18 Informazioni generali Organi sociali 14 Relazione finanziaria annuale Convocazione di Assemblea 23 Parte straordinaria 321 Caratteristiche professionali dei componenti il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale Consiglio di amministrazione Giampiero Pesenti Nato a Milano il 5 maggio 1931 Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Nel 1958 inizia la sua attività in Italcementi S.p.A., l azienda di famiglia fondata nel 1864, nell ambito della Direzione Tecnica. Nel 1983 diventa Direttore Generale, nel 1984 Consigliere Delegato e dal 2004 ricopre la carica di Presidente di Italcementi S.p.A. Sempre nel 1984 assume la carica di Presidente-Consigliere Delegato di Italmobiliare S.p.A., la società holding che controlla Italcementi S.p.A., il Gruppo Sirap Gema, ed altre società finanziarie e bancarie. Attualmente ricopre, inoltre, la carica di consigliere di amministrazione di Mittel S.p.A., Allianz S.p.A., Compagnie Monegasque de Banque, Finter Bank Zurich ed in altre società appartenenti al Gruppo Italmobiliare. Pierfranco Barabani Nato a Milano il 9 settembre 1936 Laurea in ingegneria civile - Politecnico di Milano Esercita la libera professione fino al 1970, anno in cui entra in Italcementi S.p.A. dove ricopre diversi incarichi: Assistente al Direttore Generale, Direttore Immobiliare, Direttore Centrale Affari Generali. Nel 1993 è nominato Direttore Generale della Società, incarico ricoperto fino al settembre Lorenzo Renato Guerini Nato a Bergamo il 10 settembre 1949 Laurea in Economia Aziendale Università Bocconi di Milano Master alla Wharton School University of Pennsylvania È dottore commercialista iscritto all Ordine di Bergamo; Revisore contabile iscritto al Registro Nazionale dei Revisori Contabili; Perito iscritto all Albo del Tribunale di Bergamo. Inizia la sua carriera professionale nel 1973 come revisore contabile all Arthur Andersen. Nel 1978 entra come manager nel Gruppo Montedison dove si occupa di controllo gestionale delle società estere del Gruppo. Nel 1980 inizia la sua carriera nel Network KPMG: nel 1984 diviene partner; nel 1989 avvia l attività di revisione KPMG a Bergamo; nel 1994 diviene responsabile delle attività del Network KPMG a Milano; nel 1997 diviene Presidente di KPMG S.p.A., Chairman del Network italiano di KPMG e membro del Consiglio di Amministrazione di KPMG International, cariche che ricopre per 13 anni sino al raggiungimento del termine massimo statutariamente definito. Dal gennaio 2011 è libero professionista. Dall aprile 2011 è membro del Consiglio di Amministrazione di Italcementi S.p.A. Dal settembre 2011 è Vice Presidente di Italcementi S.p.A. 15

16 Carlo Pesenti Nato a Milano il 30 marzo 1963 Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Master di Economia e management - Università Bocconi di Milano Inizia la sua attività nel gruppo Italcementi svolgendo un significativo training presso diverse unità produttive del Gruppo e, in particolare, presso la Direzione centrale finanza amministrazione e controllo. Dopo aver ricoperto la carica di Condirettore generale, nel maggio 2004 è nominato Consigliere Delegato di Italcementi. Direttore generale di Italmobiliare. Giulio Antonello Nato a Bari il 12 aprile Laurea in Finanza Wharton School, University of Pennsylvania e MIA alla Columbia University. Ha lavorato come investment banker per il gruppo Crédit Agricole a New York. Tornato in Europa, ha ricoperto diversi incarichi all interno del gruppo cementiero Ciment Portland SA (attualmente parte di Holcim AG) in Svizzera. È stato membro del Consiglio di Amministrazione di varie società, tra cui Concrete Milano S.p.A., Dolomite Colombo S.p.A. e Industriale Calce S.p.A. Dal 2006 è Consigliere delegato di Alerion Clean Power S.p.A., società quotata alla Borsa di Milano ed attiva nella produzione di energia da fonti rinnovabili. Nel periodo , è stato anche membro del Consiglio di Amministrazione di Campisi SIM, Telelombardia S.p.A., Antenna 3 S.p.A., Enertad S.p.A. (oggi ERG Renew), SIAS S.p.A., Industria e Innovazione S.p.A. e Reno de Medici S.p.A. Alberto Bombassei Nato a Vicenza il 5 ottobre 1940 È Presidente di Brembo S.p.A., società leader nel mercato mondiale per la progettazione e produzione di sistemi frenanti nonché per l innovazione tecnologica degli impianti frenanti a disco. Nel 2003 l Università degli Studi di Bergamo gli ha conferito la Laurea honoris causa in Ingegneria Meccanica Nel 2004 è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Da giugno 2001 a maggio 2004 ha ricoperto la carica di Presidente di Federmeccanica. Da maggio 2004 è Vicepresidente di Confindustria per le Relazioni Industriali, Affari sociali e Previdenza. È membro, inoltre, del Consiglio di Amministrazione di Atlantia S.p.A., Pirelli & C. S.p.A., Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A. e Fiat Industrial S.p.A. 16

17 Esercizio 2011 Presentazione 18 Informazioni generali Organi sociali 14 Relazione finanziaria annuale Convocazione di Assemblea 23 Parte straordinaria 321 Giorgio Bonomi Nato a Bergamo il 2 novembre 1955 Laurea in Giurisprudenza - Università Statale di Milano Avvocato in Bergamo. Revisore contabile. Esperto in contratti di distribuzione, ha partecipato alla creazione di alcuni dei più importanti consorzi d acquisto italiani. Assiste alcuni tra i gruppi italiani leader nella pubblicità esterna e nella Grande Distribuzione per i quali segue in particolar modo lo sviluppo (M&A) e il contenzioso societario. Alberto Clô Nato a Bologna il 26 gennaio 1947 ove risiede - Coniugato con due figli Laurea in Scienze politiche - Università degli studi di Bologna Professore ordinario di Economia Industriale ed Economia dei Servizi Pubblici presso l Università di Bologna. Nel è stato Ministro dell Industria e ad interim del Commercio con l Estero e Presidente del Consiglio dei Ministri dell Industria e dell Energia dell Unione Europea durante il semestre di Presidenza Italiana. Nel 1996 è stato insignito dell onorificenza di Cavaliere di Gran Croce Al Merito della Repubblica Italiana. Federico Falck Nato a Milano il 12 agosto Coniugato con due figli Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Inizia la propria attività professionale nel 1977 presso le Acciaierie Ferriere Lombarde Falck S.p.A. (oggi Falck S.p.A. ); dopo uno stage negli Stati Uniti presso aziende del settore siderurgico, si occupa principalmente di produzione e acquisti per l attività siderurgica; ricopre per molti anni la carica di Direttore Acquisti e di Direttore Generale. Attualmente ricopre la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Falck S.p.A. e di Falck Renewables S.p.A., società del Gruppo Falck quotata alla Borsa Valori di Milano (Segmento STAR); Consigliere di Amministrazione di Banca Popolare di Sondrio; Consigliere Regionale e Consigliere Sezione di Milano dell Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti, Membro della Giunta del Consiglio Direttivo di Assolombarda, Consigliere Fondazione Sodalitas (Associazione per lo Sviluppo dell Imprenditoria nel Sociale), Membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Centesimus Annus. È stato Presidente di ADR, Aeroporti di Roma- Membro del Consiglio di Amministrazione di Camfin, del Credito Italiano, del Banco Lariano, di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A., di Viscontea Assicurazioni, di Emittente Titoli e Presidente di Sodalitas. Danilo Gambirasi Nato a Bergamo il 22 gennaio 1932 Diploma di Liceo scientifico Ricopre in Italcementi S.p.A. dapprima l incarico di vice capo del Servizio Centrale Approvvigionamenti, quindi quello di responsabile della Direzione Relazioni Internazionali e Approvvigionamento Combustibili, incarico lasciato nel 1997 per raggiunti limiti d età. 17

18 Carlo Garavaglia Nato a Legnano (MI) il 15 maggio 1943 Laurea in Economia e Commercio - Università Cattolica di Milano Dal 1972 è iscritto all Albo dei Dottori Commercialisti di Milano. Dal 1979 è Revisore Ufficiale dei Conti, ora Revisore Legale. Dal 1970 al 1976 è stato dirigente e partner della società di revisione KPMG Peat Marwick di Milano. È stato socio fondatore dello Studio Legale Tributario L. Biscozzi - A. Fantozzi e dal 1998 è socio fondatore dello Studio Legale e Tributario Biscozzi Nobili. Amministratore di diverse società - quotate e non - è anche Console Onorario del Lussemburgo per la Lombardia. Italo Lucchini Nato a Bergamo il 28 dicembre 1943 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Prima assistente all Università Bocconi e professore incaricato all Università di Bergamo, esercita la professione di dottore commercialista conducendo un avviato studio in Bergamo. Ricopre la carica di Consigliere di sorveglianza nella Unione di Banche Italiane S.c.p.a. e la carica di Presidente del Collegio Sindacale della Bmw Financial Services Italia S.p.A. e della BMW Italia S.p.A. e delle sue controllate, nonché della Fedrigoni S.p.A. e della Cartiere Fedrigoni & C. S.p.A. Sebastiano Mazzoleni Nato a Milano l 11 maggio 1968 Laurea in Geologia - Università Statale di Milano Master in Business Administration (MBA) - SDA Bocconi, Milano Comincia la sua carriera professionale nel 1996 presso CTG S.p.A. dove è responsabile di attività di valutazione di giacimenti di materie prime per la fabbricazione del cemento, coordinando gruppi di lavoro in Italia, Francia, Spagna e Thailandia. Nel 2000 passa in forza alla Direzione Marketing di Italcementi S.p.A. dove è corresponsabile della stesura di piani di marketing per nuovi prodotti e di analisi di benchmark per la realizzazione di matrici di posizionamento competitivo. Nel 2003 contribuisce alla realizzazione della nuova Direzione di Gruppo Marketing per Nuovi Prodotti, ove è stato responsabile della gestione dell innovazione per Stati Uniti, Grecia, Bulgaria, Turchia, Egitto, Thailandia, Kazakhstan ed India fino al È stato responsabile a livello di Gruppo del nuovo progetto di valorizzazione di risorse recuperabili. Dal 2010 si occupa di non-profit e consulenza nell ambito dell innovazione. Yves René Nanot Nato ad Asnières (Francia) il 27 marzo 1937 Laurea in ingegneria a Parigi Master e Ph.D. in Business Administration presso la University of California a Los Angeles Dopo vari incarichi ricoperti presso la Dupont de Nemours e poi nel Gruppo Total, dal 1993 è entrato in Ciments Français dove ricopre la carica di Presidente. 18

19 Esercizio 2011 Presentazione 18 Informazioni generali Organi sociali 14 Relazione finanziaria annuale Convocazione di Assemblea 23 Parte straordinaria 321 Marco Piccinini Nato a Roma il 2 luglio 1952 Ha frequentato il liceo e la Facoltà di Architettura. Ha successivamente ricevuto una formazione sulle Tecniche del Negoziato Internazionale presso l Institut des Hautes Etudes Internationales di Ginevra. È amministratore di diverse società - quotate e non in particolare nei settori automobilistico e finanziario. Cittadino Monegasco, è Consigliere di Governo per le Finanze e l Economia del Principato di Monaco. Ettore Rossi Nato a Vicosoprano (Svizzera) il 4 agosto 1934 Laurea in Economia e Commercio - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Ha svolto la sua attività lavorativa presso la società Italcementi dal settembre 1953 al 31 dicembre 1999, sempre nell ambito della Direzione Amministrativa Centrale. Dirigente Amministrativo dal 1967, ha ricoperto l incarico di Capo della Segreteria della Direzione amministrativa Centrale (1977/1985), di Condirettore Amministrativo Centrale (1985/1986), di Direttore Centrale Finanza Amministrazione e Controllo (1986/1995) e di Vice Direttore Generale Amministrativo (1995/1999). È stato componente di Consigli di amministrazione e Collegi Sindacali di numerose società del Gruppo. Attilio Rota Nato a Bergamo il 5 dicembre 1935 Laurea in giurisprudenza - Università degli studi di Pavia. È stato componente di consigli di amministrazione e collegi sindacali di diverse società nel settore editoriale, cementiero, agricolo nonché di enti pubblici e privati. Avvocato libero professionista in Bergamo. Consigliere-Censore della Banca d Italia filiale di Bergamo. Carlo Secchi Nato a Mandello del Lario (LC) il 4 febbraio 1944 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Diploma in Economic Planning (Institute of Social Studies - Den Haag ) Studi di perfezionamento presso il Netherlands Economic Institute e il Centre for Development Planning, Erasmus University (Rotterdam ) Professore ordinario di Politica Economica Europea dal 1 novembre 1983 e direttore dell Istituto di Studi Latino-Americani e dei Paesi in Transizione (ISLA) presso l Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano. Nell ambito dell attività di ricerca fa parte di numerosi comitati scientifici o consigli di amministrazione di enti a carattere scientifico-culturale. È amministratore di diverse società quotate e non. 19

20 Elena Zambon Nata a Vicenza il 15 ottobre 1964 Laurea in Economia Aziendale Università Bocconi di Milano Dal 1989 al 1994 lavora per Citibank N.A. ove è responsabile degli investitori esteri sul mercato italiano e, successivamente, delle relazioni e delle valutazioni di rischio per la clientela istituzionale (in particolare Assicurazioni, Finanziarie e World Corporation Groups). Attualmente è Presidente della Zambon S.p.A., multinazionale farmaceutica fondata a Vicenza nel 1906, Vice Presidente della ZaCh System Zambon Advanced Fine Chemicals S.p.A. e Consigliere di Zambon Company S.p.A. Holding di gruppo. È inoltre Presidente di Secofind SIM S.p.A., il Multi Family Office fondato nel 2000 per estendere ad altre famiglie di imprenditori l esperienza svolta nel wealth management per la famiglia Zambon dal 1994 nella selezione e nel controllo dei gestori patrimoniali. Nell agosto del 2011 è stata nominata membro del Consiglio di Amministrazione di Fondo Strategico Italiano. Emilio Zanetti Nato a Bergamo il 26 ottobre 1931 Nel 2002 l Università degli Studi di Bergamo gli ha conferito la Laurea honoris causa in Economia e Commercio. Nel 1986 è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Da luglio 1985 è Presidente di Banca Popolare di Bergamo S.p.A. (già Banca Popolare di Bergamo - Credito Varesino s.c.r.l.). Dal 1993 è consigliere e membro del Comitato Esecutivo dell Associazione Bancaria Italiana e già Vice Presidente della stessa dal 1998 al Da aprile 2007 è Presidente del Consiglio di Gestione di UBI BANCA (Unione di Banche Italiane). Da ottobre 1983 è consigliere di amministrazione di S.A.C.B.O. S.p.A. e Vice Presidente dal maggio Collegio sindacale Maria Martellini Nata a Roma l 8 luglio 1940 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Specializzazione in Economics of Industry presso la London School of Economics di Londra. Professore ordinario di Economia e gestione delle imprese. Dottore commercialista e Revisore contabile. Amministratore di diverse società, quotate e non. 20

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I. Statuto sociale con evidenza delle modifiche approvate (AI SENSI DELL ART. IA.2.3.1, CO. 2 DELLE ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.) Emittente:

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli