Studio "La carenza di insegnanti nel Cantone dei Grigioni"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio "La carenza di insegnanti nel Cantone dei Grigioni""

Transcript

1 Erziehungs-, Kultur- und Umweltschutzdepartement Graubünden Departament d'educaziun, cultura e protecziun da l'ambient dal Grischun Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente dei Grigioni Studio "La carenza di insegnanti nel Cantone dei Grigioni" Ricapitolazione Nel recente passato, la stampa nazionale ha dato ampio spazio ad articoli sul tema della carenza di insegnanti nei diversi Cantoni della Svizzera. Anche nel Cantone dei Grigioni si sono levate voci che vedono un'attuale carenza di insegnanti o che prevedono una carenza in futuro. Su questa base, l'ufficio per la scuola popolare e lo sport (USPS) ha incaricato l'ufficio di studi di politica del lavoro e di politica sociale BASS di rispondere alle seguenti domande nel quadro di uno studio scientifico: Esiste attualmente nel Cantone dei Grigioni una carenza di insegnanti e/o vi è da attendersi una tale carenza nei prossimi 10 anni? Quanto sono soddisfatti gli insegnanti grigionesi del loro lavoro? Quali sono le cause di un'eventuale carenza di insegnanti e quali contromisure possono essere adottate? L'oggetto dello studio si limita alla scuola elementare e al grado superiore della scuola popolare nel Cantone dei Grigioni. Nell'elaborazione dello studio si è fatto ricorso ai seguenti metodi delle scienze sociali: Ricerca bibliografica Inchiesta online tra gli insegnanti grigionesi e i direttori scolastici o i presidenti dei consigli scolastici Inchieste tra esperti Analisi e valutazione di dati statistici secondari

2 2 Cambiamento delle condizioni quadro Il fenomeno della carenza di insegnanti va analizzato nel contesto delle mutate aspettative poste agli insegnanti e delle mutate condizioni d'impiego. I principali cambiamenti verificatisi negli ultimi anni e decenni sono i seguenti: Cambiamento del mandato professionale: negli ultimi anni, il mandato professionale degli insegnanti è cambiato nel senso che, accanto alla vera e propria attività di insegnamento, hanno acquisito sempre maggiore importanza compiti nel settore del lavoro con i genitori, dell'amministrazione, dello sviluppo della scuola e della garanzia della qualità. Cambiamento delle sfide: a seguito dei cambiamenti sociali, gli insegnanti si trovano confrontati con nuove sfide quali la crescente eterogeneità degli allievi e/o le pretese elevate da parte dei genitori. Cambiamento del prestigio professionale: la popolazione svizzera riconosce le accresciute aspettative poste agli insegnanti; ciononostante, negli ultimi decenni si è registrato un netto calo del prestigio di cui gode la professione di insegnante. Terziarizzazione della formazione degli insegnanti: con la terziarizzazione, la formazione di insegnante ha subito un'importante rivoluzione. A seguito dell'introduzione delle alte scuole pedagogiche, le condizioni di ammissione sono state tendenzialmente inasprite. La formazione degli insegnanti si trova così in concorrenza con altri cicli di studio. Inoltre, la durata degli studi (almeno per gli insegnanti di scuola elementare) è stata aumentata, ciò che ha causato un calo del rendimento della formazione. Se si osserva l'evoluzione del numero di studenti sull'arco del tempo, risulta evidente che l'introduzione delle alte scuole pedagogiche ha condotto a un calo dei diplomi ottenuti. La natura di questo calo, temporanea o permanente, non può ancora essere valutata, poiché dall'introduzione delle alte scuole pedagogiche è trascorso ancora troppo poco tempo. Riconoscimento dei diplomi a livello nazionale: con i diplomi delle alte scuole pedagogiche è progredito il riconoscimento a livello nazionale dei diplomi di insegnante. Ciò permette l'insegnamento in tutti i Cantoni, cosa che accresce la mobilità intercantonale dei docenti.

3 3 Struttura del corpo insegnante nel Cantone dei Grigioni Da un'indagine online effettuata tra insegnanti, direzioni scolastiche e presidenti dei consigli scolastici grigionesi, nonché dall'analisi di dati secondari sono scaturiti i seguenti risultati: Aumento della percentuale di donne: nel corso del tempo, la formazione di insegnante ha visto un marcato aumento dalla percentuale di studentesse. Mentre nel 1980 nel Cantone dei Grigioni la quota di donne tra tutti gli insegnanti di scuola elementare neodiplomati era del 54 percento, nel frattempo questa quota si è adeguata alla media svizzera e nel 2009 era salita al 90 percento. Anche per quanto riguarda la formazione di insegnante di scuola secondaria si è assistito a livello nazionale a un forte aumento, pari a quasi il 30 percento, della quota delle donne, che ora si attesta al 62 percento. La cosiddetta femminilizzazione si può osservare anche nell'effettivo di insegnanti e vi è da attendersi che la percentuale di donne in seno al corpo insegnante continuerà ad aumentare sia in Svizzera, sia nel Cantone dei Grigioni. Alla femminilizzazione è associato un calo del grado d'occupazione: mentre la maggior parte degli uomini che insegnano lavora a tempo pieno, meno di un terzo delle donne fa altrettanto. Di conseguenza, ogni insegnante copre un minor numero di lezioni. Cambiamento della struttura d'età del corpo insegnante: nell'anno scolastico 2007/08, nel Cantone dei Grigioni la percentuale di insegnanti ultracinquantenni è cresciuta rispetto alla situazione di 10 anni prima. A livello di scuola elementare si registra un aumento di 15 punti percentuali, nel grado secondario I l'aumento ammonta a 5 punti percentuali. Questa evoluzione della struttura d'età del corpo insegnante non proseguirà. Secondo le previsioni, nei prossimi dieci anni la quota di insegnanti ultracinquantenni nella scuola elementare calerà dal 35 al 30 percento. Nel grado secondario I la percentuale rimarrà costante al 33 percento. Grado di occupazione: il grado di occupazione medio degli insegnanti nel Cantone dei Grigioni è superiore alla media svizzera, ciò che va ricondotto tra l'altro alla minore presenza di donne nel grado secondario I. Il lavoro in famiglia e l'eccessivo carico lavorativo generato da un impiego a tempo pieno sono stati menzionati quali principali motivi per il lavoro a tempo parziale. Provenienza: con l'1,7 percento, la quota di insegnanti stranieri è bassa. L'81 percento degli insegnanti attivi nei Grigioni che hanno dichiarato di avere trascorso la propria infanzia prevalentemente in Svizzera proviene dai Grigioni stessi. Un altro 4,7 percento di insegnanti proviene dal Cantone di San Gallo e il 3,6 dal Cantone di Zurigo. Insegnanti provenienti da altri Cantoni sono rappresentanti in misura inferiore al 2 percento per ciascun Cantone.

4 4 Formazione adeguata: la percentuale di insegnanti privi di una formazione adeguata al livello d'insegnamento ammonta nella scuola elementare a meno dello 0,5 percento, nella scuola di avviamento pratico al 6 percento, nella scuola secondaria al 4 percento e nelle classi ridotte al 10 percento. Con il 45 percento di insegnanti con una formazione inadeguata alla materia insegnata, per il romancio questa percentuale risulta superiore rispetto alle materie tedesco (21 percento) e italiano (15 percento). Grado di soddisfazione degli insegnanti: l'88 percento degli insegnanti grigionesi si dice «piuttosto soddisfatto», «soddisfatto» o «molto soddisfatto» del proprio lavoro. Sono quindi un leggermente più soddisfatti dei loro colleghi della Svizzera tedesca. L'insoddisfazione riguarda in particolare le possibilità di esprimersi in occasione di riforme e della relativa attuazione. La soddisfazione è solo scarsa per quanto riguarda il prestigio di cui gode la professione di insegnante nell'opinione pubblica e la retribuzione. Abbandoni del servizio scolastico nel Cantone dei Grigioni: secondo le indicazioni delle direzioni scolastiche e dei presidenti dei consigli scolastici, nel nuovo anno scolastico (2010/11) il 7,9 percento degli insegnanti di scuola elementare e il 9,2 percento degli insegnanti di scuola secondaria non sarà più attivo con questa funzione nel Cantone dei Grigioni. Queste quote di abbandoni sono paragonabili a quelle di tutta la Svizzera (scuola elementare: 8,5 percento, grado secondario I: 10,6 percento, dati UST) e corrispondono a una permanenza nella professione di 10 anni (scuola elementare), rispettivamente 12 anni (grado secondario I). Gli insegnanti che cessano la propria attività nel Cantone dei Grigioni con l'anno scolastico 2010/11 motivano questa decisione con viaggi o simili (27 percento), con il pensionamento (25 percento), con il passaggio a una scuola in un altro Cantone (16 percento), con un cambiamento di professione (10 percento), con motivi familiari (6 percento), con una formazione a tempo pieno (5 percento) oppure con infortunio/malattia (2 percento). Chi lascia il Cantone dei Grigioni ma rimane attivo come insegnante, è spinto soprattutto da motivi legati alla retribuzione.

5 5 Situazione sul mercato del lavoro grigionese per gli insegnanti nel maggio 2010 I dati empirici indicano che attualmente sul mercato del lavoro grigionese vi è una carenza di insegnanti: Evoluzione del numero di insegnanti alla ricerca di impiego: un indicatore della scarsità o viceversa dell'eccedenza di insegnanti è il numero di insegnanti alla ricerca di impiego. Dal 2007 il numero di insegnanti alla ricerca di un impiego nel Cantone dei Grigioni (come pure in tutta la Svizzera) è sensibilmente calato e questo vale sia per gli insegnanti di scuola elementare, sia per i loro colleghi del grado secondario I. Questo fatto indica una riduzione dell'offerta di insegnanti in entrambi i livelli. Numero di insegnanti mancanti: il numero di insegnanti mancanti è il risultato della differenza tra il numero di posti vacanti e il numero di insegnanti alla ricerca di impiego. Se il numero di posti vacanti supera il numero di insegnanti alla ricerca di impiego, vi è una carenza di insegnanti. Nel maggio 2010 vi era una carenza di insegnanti sia per la scuola elementare, sia per il grado secondario I: non vi era perciò un numero di insegnanti alla ricerca di impiego sufficiente per occupare i posti vacanti. Difficoltà nel reclutamento: le valutazioni dei direttori scolastici, dei presidenti dei consigli scolastici e degli esperti interpellati indicano che le difficoltà nel reclutamento di insegnanti si riscontrano in particolare nei seguenti settori: insegnanti per il grado superiore (scuola secondaria e di avviamento pratico), insegnanti di lingua romancia e pedagogisti curativi. Percentuale di posti occupati con qualifiche inadeguate: anche l'occupazione di posti da parte di insegnanti privi di formazione adeguata (cfr. spiegazioni precedenti) indica una scarsità di offerta di insegnanti.

6 6 Il salario degli insegnanti grigionesi Insieme a diversi altri fattori, anche gli incentivi economici giocano un ruolo nella decisione di seguire una formazione di insegnante, di abbandonare tale professione oppure di iniziare o proseguire l'attività di insegnamento in un altro Cantone. L'analisi dell'evoluzione dei salari degli insegnanti di scuola popolare grigionesi e un confronto intercantonale hanno condotto ai seguenti risultati: Dal 2000, la posizione degli insegnanti di scuola popolare grigionesi all'interno della struttura salariale della società grigionese è peggiorata. Ciò dovrebbe tuttavia essere il caso anche per la posizione degli insegnanti di scuola popolare all'interno della struttura salariale di altri Cantoni. I salari annui lordi assoluti degli insegnanti di scuola popolare grigionesi sono inferiori rispetto a quelli degli insegnanti di scuola popolare della Svizzera orientale. Se tuttavia si confrontano i salari standardizzati, si osserva che questi sono comparabili a quelli nei Cantoni di Turgovia e di San Gallo. Per gli insegnanti di scuola popolare grigionesi, lo sviluppo del salario in funzione dell'esperienza professionale ha una forma un po' diversa rispetto ai Cantoni di Zurigo, Turgovia e San Gallo ed è caratterizzato da un marcato appiattimento della curva di crescita a partire dal decimo anno d'esperienza. Questo appiattimento della crescita fa sì che anche nel confronto standardizzato i salari degli insegnanti grigionesi di scuola popolare con molta esperienza professionale risultino inferiori rispetto a quelli dei colleghi di San Gallo e Turgovia. Previsione del bisogno e dell'offerta di insegnanti Per valutare se in futuro nel Cantone dei Grigioni vi sarà una carenza di insegnanti oppure se la situazione sul mercato del lavoro diventerà meno tesa, è stata allestita una previsione dell'offerta e del bisogno di insegnanti dall'anno scolastico 2010/11 fino all'anno scolastico 2019/20 compreso, formulando determinate ipotesi sul grado di occupazione, sul tasso di abbandoni, sui tassi di sostegno, sulle quote di nuovi insegnanti, ecc. L'evoluzione prevista del bisogno di insegnanti si può riassumere come segue: Nella scuola elementare, il numero di allievi sarà in calo fino al 2014, motivo per cui cala anche la necessità di reclutare insegnanti supplementari. Negli anni successivi il numero di allievi crescerà di nuovo. Ne risulta per l'anno scolastico 2019/20 un bisogno di reclutare 131 insegnanti, ciò che corrisponde a un aumento del 39 percento rispetto al bisogno per l'anno scolastico 2010/11.

7 7 Nel grado secondario I il bisogno di reclutamento calerà leggermente da 65 insegnanti nell'anno scolastico 2010/11 a 50 insegnanti nell'anno scolastico 2019/20. Negli anni 2015 e 2016 il bisogno di reclutamento sarà particolarmente basso con 33, rispettivamente 41 insegnanti. Secondo la nostra previsione, l'offerta di insegnanti presenterà l'evoluzione seguente: Nella scuola elementare, l'offerta di insegnanti salirà repentinamente da 53 insegnanti alla fine dell'anno scolastico 2010/11 a 65 nell'anno scolastico 2011/12, per poi scendere in seguito fino al 2019 a 61 nuovi insegnanti che secondo le attese faranno il loro ingresso sul mercato del lavoro grigionese per gli insegnanti. L'offerta di insegnanti nel grado secondario I rimane costante nel periodo di previsione (conseguenza diretta delle ipotesi) con 49 insegnanti all'anno. L'evoluzione del grado di copertura (offerta di insegnanti/bisogno di reclutamento) risulta dall'evoluzione del bisogno e dell'offerta di insegnanti: Il grado di copertura nella scuola elementare dall'anno scolastico 2009/10 fino all'anno scolastico 2019/20 compreso è in media del 64 percento; secondo le attese, il 36 percento del bisogno di reclutamento rimane dunque scoperto. Quindi, nella scuola elementare mancano in media 39 insegnanti all'anno nel periodo , ciò che corrisponde al 4 percento dell'effettivo medio di insegnanti di scuola elementare nel Cantone dei Grigioni. Nel grado secondario I il grado di copertura nello stesso periodo è del 92 percento; l'8 percento del bisogno supplementare rimane dunque scoperto. Nel grado secondario I mancano così in media 8 insegnanti all'anno, ciò che corrisponde all'1 percento dell'effettivo medio di insegnanti di questo grado scolastico. I risultati implicano che nei prossimi dieci anni la carenza di insegnanti sarà maggiore nella scuola elementare che non nel grado secondario I. Questo risultato è da ricondurre al fatto che il numero degli allievi di scuola elementare tornerà a crescere a partire dal 2015, mentre diminuirà il numero di nuovi insegnanti di scuola elementare che entreranno sul mercato del lavoro grigionese. La riduzione dell'offerta di insegnanti è da ricondurre al numero di allievi attualmente in calo. Un confronto interregionale del futuro bisogno di reclutamento mostra che fino al 2019 il Cantone dei Grigioni avrà un bisogno inferiore rispetto a quello della Svizzera orientale (inclusa Zurigo) e della Svizzera in generale. L'evoluzione del bisogno di insegnanti nella Svizzera orientale viene influenzato in modo determinante dalla situazione nel Cantone di Zurigo. Nel quadro della previsione e della creazione di un modello per il futuro sviluppo dell'offerta e del bisogno di insegnanti nel Cantone dei Grigioni, in diversi scenari è

8 8 stata esaminata la variazione del bisogno di reclutamento e quindi della carenza di insegnanti in funzione della variazione delle ipotesi alla base della previsione. Questa analisi di sensitività ha indicato in particolare che una variazione proporzionalmente altrettanto grande del tasso di abbandoni si riflette in misura maggiore sul grado di copertura rispetto a un aumento dei neodiplomati. Misure contro la carenza di insegnanti Misure per l'aumento a breve termine dell'offerta di insegnanti: Reclutamento di persone che riprendono la professione: il reclutamento di persone che riprendono la professione è una misura economicamente vantaggiosa, in grado di aumentare l'offerta di insegnanti con buone qualifiche. Flessibilizzazione verso l'alto dell'età pensionabile: dal profilo economico è auspicabile una flessibilizzazione verso l'alto dell'età pensionabile. Tramite adeguati modelli di orario di lavoro, gli insegnanti potrebbero venire motivati a posticipare il pensionamento. Si tratta di una possibilità economicamente vantaggiosa per ridurre il bisogno di reclutamento a breve termine (e in modo permanente a lungo termine). Valutazione della possibilità di un ciclo di formazione per persone con attività diversa: proponendo una formazione per persone con attività diversa si possono raggiungere nuovi gruppi di persone interessate alla formazione di insegnante. Secondo gli esperti interpellati, le persone con attività diversa sono sovente molto motivate, con preziose conoscenze preliminari per l'attività quotidiana di insegnante. Per quanto possibile andrebbero evitate perdite di qualità della formazione. In caso di formazione di insegnante di scuola elementare parallela alla professione per persone con attività diversa, si dovrebbe tuttavia esaminare se nel Cantone dei Grigioni esista una richiesta sufficientemente grande per una tale formazione. Valutazione della possibilità di mantenere il ciclo di formazione in pedagogia curativa scolastica nel Cantone dei Grigioni: in considerazione del crescente bisogno e dell'acuta carenza di pedagogisti curativi, una possibile misura potrebbe essere quella di continuare a proporre la formazione corrispondente nel Cantone dei Grigioni, perlomeno qualora esista una relativa domanda. Misure per l'aumento a lungo termine dell'offerta di insegnanti (in particolare per prolungare la permanenza nella professione): Aumenti salariali: gli aumenti salariali sono potenzialmente in grado di ridurre il numero di partenze dal mercato di lavoro grigionese per gli insegnanti (partenze verso altri Cantoni o altre professioni) non dovute all'età. A lungo termine, gli

9 9 aumenti salariali dovrebbero ripercuotersi positivamente anche sul numero di nuovi studenti che intraprendono la formazione. Questo grazie al migliore rendimento della formazione di insegnante. Nella letteratura si presume tuttavia che aumenti salariali generalizzati costituiscano un mezzo poco efficace per contrastare a breve termine una carenza di insegnanti. Sostegno agli insegnanti: una parte consistente di coloro che ha cambiato professione, abbandona la professione di insegnante poco dopo averla intrapresa. Ciò potrebbe essere riconducibile tra l'altro al fatto che il carico lavorativo nei primi anni di attività d'insegnamento è particolarmente elevato. Una buona assistenza e un buon sostegno ai neo-insegnanti potrebbero perciò ridurre il tasso di partenze o prolungare la permanenza nella professione. Contromisure ipotizzabili sono mentorati, sostegno da parte delle autorità scolastiche, supervisione e/o maggiore preparazione da parte dell'alta scuola pedagogica. Le scuole prive di sufficienti programmi di sostegno ai neo-insegnanti dovrebbero esaminare l'introduzione di tali offerte. Inoltre, per ridurre il carico lavorativo, si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di introdurre "insegnanti assistenti" attivi come volontari. Condizioni quadro delle direzioni scolastiche: le direzioni scolastiche hanno un'importante funzione di sostegno e sgravio per gli insegnanti. Affinché le direzioni scolastiche possano lavorare in modo efficiente, devono essere dotate di un adeguato volume di impiego. Le direzioni scolastiche possono inoltre essere sgravate dai compiti amministrativi introducendo segretariati scolastici o forme di assistenza alternative (volontariato). Possibilità di carriera: secondo la letteratura specialistica, tra i principali motivi per i quali gli insegnanti lasciano la loro professione vi è l'impossibilità di fare carriera, anche se gli insegnanti grigionesi e gli esperti locali considerano meno importante questa problematica. La creazione di modelli di carriera o di possibilità di specializzazione, associate a un salario adeguato possono ridurre la migrazione di insegnanti verso altre professioni. Formazione di recupero: il fatto che nel grado secondario I tra il 4 (scuola secondaria) e il 6 percento (scuola di avviamento pratico) degli insegnanti disponga di qualifiche inadeguate richiede l'introduzione di procedure semplificate per la formazione di recupero. Pare tuttavia sensata unicamente una procedura corrispondente alle linee direttive della CDPE. La formazione di recupero proposta dovrebbe tenere conto della situazione di vita delle persone che la seguono (parallela alla professione, all'interno del Cantone e/o possibilità di studio a distanza o di corsi a blocchi). Perfezionamenti professionali per insegnanti di lingua romancia: un problema specifico del Cantone dei Grigioni è costituito dalla scarsa offerta di insegnanti di lingua romancia e dalle competenze linguistiche a volte carenti di questi inse-

10 10 gnanti. Questo problema potrebbe venire ridotto attraverso misure di perfezionamento professionale specifiche volte all'aumento delle competenze linguistiche, associate a incentivi finanziari o motivazionali. Adeguato coinvolgimento di insegnanti nelle riforme: gli insegnanti grigionesi sono insoddisfatti soprattutto per quanto riguarda le loro possibilità di esprimersi in merito a riforme e all'attuazione delle stesse. Il problema da risolvere sarà trovare un'adeguata forma di coinvolgimento degli insegnanti in progetti di riforma, senza gravarli ulteriormente. Misure problematiche: Reclutamento di insegnanti da altri Cantoni: il reclutamento di insegnanti da altri Cantoni non pare essere una misura molto promettente, considerato che l'elevata richiesta di insegnanti esiste anche negli altri Cantoni. Reclutamento di insegnanti privi della necessaria formazione: finora alcuni posti vengono assegnati a persone che non dispongono della corrispondente formazione oppure che dispongono solo in parte di una tale formazione. Ciò è accettabile quale misura d'urgenza, quale strategia generale è tuttavia inadeguata per motivi legati alla qualità. Condizioni d'accesso agevolate alla formazione per insegnanti: agevolare l'accesso all'alta scuola pedagogica è sensato solo a determinate condizioni: in primo luogo già oggi esiste un buon accesso all'alta scuola pedagogica (anche per persone che già lavorano), in secondo luogo questa misura sarebbe contraria alla strategia della terziarizzazione e in terzo luogo ciò potrebbe ridurre la qualità degli studenti e di conseguenza la qualità dell'insegnamento. Misure che riducono il bisogno di insegnanti: le misure che riducono il bisogno di insegnanti sono problematiche: l'aumento del numero di allievi per classe o l'aumento del numero di ore obbligatorie d'insegnamento per ogni impiego a tempo pieno portano a una minore qualità della formazione e a un carico supplementare per gli insegnanti, che considerano elevato già il carico attuale. Vi è perciò da attendersi che misure del genere porterebbero a un aumento del tasso di insegnanti che abbandonano la professione e a una riduzione della permanenza nella professione.

emanate dal Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente il 21 maggio 2013

emanate dal Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente il 21 maggio 2013 Erziehungs-, Kultur und Umweltschutzdepartement Graubünden Departament d'educaziun, cultura e protecziun da l'ambient dal Grischun Dipartimento dell educazione, cultura e protezione dell'ambiente dei Grigioni

Dettagli

Decisione dipartimentale

Decisione dipartimentale Erziehungs-, Kultur- und Umweltschutzdepartement Graubünden Departament d'educaziun, cultura e protecziun da l'ambient dal Grischun Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente dei

Dettagli

Perfezionamento nella lingua tedesca per le scuole elementari di lingua italiana

Perfezionamento nella lingua tedesca per le scuole elementari di lingua italiana Erziehungs-, Kultur- und Umweltschutzdepartement Graubünden Departament d educaziun, cultura e protecziun da l ambient dal Grischun Dipartimento dell educazione, cultura e protezione dell ambiente dei

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

orientamento.ch L essenziale in breve

orientamento.ch L essenziale in breve orientamento.ch L essenziale in breve 1. Cos'è orientamento.ch e qual è la sua particolarità? orientamento.ch è il portale ufficiale dell'orientamento professionale, universitario e di carriera. Contiene

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AL PERFEZIONAMENTO PROFESSIONALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO RELATIVO AL PERFEZIONAMENTO PROFESSIONALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO RELATIVO AL PERFEZIONAMENTO PROFESSIONALE DEGLI 1. BASI LEGALI Legge scolastica cantonale 1.03.01 Ordinanza relativa alla legge scolastica 5.09.01 Istruzioni relative al perfezionamento professionale

Dettagli

Pari opportunità delle persone con disabilità

Pari opportunità delle persone con disabilità 20 Situazione economica e sociale della popolazione 1230-1100 Pari opportunità delle persone con Principali risultati Neuchâtel, 2011 Pari opportunità delle persone con Dal 1999, il principio dell uguaglianza

Dettagli

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE),

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), 4.2.2.5. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie in logopedia e dei diplomi delle scuole universitarie in terapia psicomotoria del 3 novembre 2000 La Conferenza

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

DFF Documentazione. Nuova impostazione della deduzione per coniugi con doppio reddito per attenuare la penalizzazione del matrimonio

DFF Documentazione. Nuova impostazione della deduzione per coniugi con doppio reddito per attenuare la penalizzazione del matrimonio 23 settembre 2005 Nuova impostazione della deduzione per coniugi con doppio reddito per attenuare la penalizzazione del matrimonio La disparità di trattamento esistente nella legge federale sull imposta

Dettagli

Gli adulti all università

Gli adulti all università 13. Gli adulti all università La riforma universitaria ha allargato soprattutto nei primi anni di applicazione - la presenza degli studenti universitari immatricolati dopo i 19 anni. I laureati immatricolati

Dettagli

Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico

Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico Alta scuola pedagogica dei Grigioni Concetto linguistico Marzo 2015 1 Indice Basi legali... p. 2 1. Introduzione... p. 2 2. Lingue e plurilinguismo nella formazione di base 2.1 Le prime lingue... p. 4

Dettagli

Totale delle classi partecipanti nell'anno scolastico 2007/08 2554

Totale delle classi partecipanti nell'anno scolastico 2007/08 2554 Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport DDPS Ufficio federale dello sport UFSPO Infrastruttura ed esercizio scuola in movimento, valutazione dell'anno scolastico

Dettagli

Iniziativa parlamentare Finanziamento iniziale per l istituzione di centri di accoglienza per l infanzia complementari alle famiglie (Fehr Jacqueline)

Iniziativa parlamentare Finanziamento iniziale per l istituzione di centri di accoglienza per l infanzia complementari alle famiglie (Fehr Jacqueline) ad 00.403 Iniziativa parlamentare Finanziamento iniziale per l istituzione di centri di accoglienza per l infanzia complementari alle famiglie (Fehr Jacqueline) Rapporto del 22 febbraio 2002 della Commissione

Dettagli

Il 30% dei neonati ha una madre di 35 anni o più

Il 30% dei neonati ha una madre di 35 anni o più DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Comunicato stampa Embargo: 04.07.2013, 9:15 1 Popolazione N. 0352-1306-60 Movimento naturale della popolazione 2012 Il 30% dei neonati

Dettagli

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca L inchiesta sui salari viene condotta dall ASIB ogni due anni. Il salario è una parte essenziale del contratto di lavoro. Nelle banche, gli stipendi vengono

Dettagli

PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE?

PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE? TEMA INSEGNAMENTO DELLE LINGUE STRANIERE PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE? La Svizzera non applica una regolamentazione uniforme in materia d insegnamento delle lingue

Dettagli

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004)

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) Ordinanza sulla maturità professionale 412.103.1 del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) L Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (Ufficio federale), visto l articolo

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G. L. LAGRANGE Sezioni associate ITI G.L. LAGRANGE - IPSAR G. BRERA Via A. Litta Modignani, 65-20161 MILANO Tel. 02 66222804/54 Fax 02 66222266 PROTOCOLLO DI

Dettagli

MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana

MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana Dipartimento della formazione professionale pratica 3. anno di formazione Ogni insegnamento ha i propri ritmi, che bisogna conoscere,

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

La scuola italiana della provincia di Bolzano

La scuola italiana della provincia di Bolzano AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Italienisches Bildungsressort Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Departimënt Educazion y formaziun

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

Indicatori delle risorse umane

Indicatori delle risorse umane Indicatori delle risorse umane Migros si impegna con passione a favore di un clima lavorativo motivante e orientato alla produttività, e offre un ampia gamma di incarichi in diverse funzioni e professioni.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 28 aprile 2016

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 28 aprile 2016 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA Ufficio Stampa Rassegna Stampa Roma 28 aprile 2016 Argomento Testata Titolo Pag. Università Corriere della Sera.it Italia ultima in Europa per laureati E il 30% di matricole

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche europee Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche europee Ufficio per la Cittadinanza europea, il Mercato interno e gli Affari generali Servizio II Mercato interno I REGIME GENERALE DI

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Più evidente quest anno il disallineamento dovuto al numero di alcuni profili professionali o alle loro competenze

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Fonte DataWarehouse Istat. 1

COMUNICATO STAMPA. Fonte DataWarehouse Istat. 1 COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2013, a sei mesi dal termine di presentazione

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della scuola Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Giugno 2015

Dettagli

Capitolo 21. Risparmio e formazione di capitale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke

Capitolo 21. Risparmio e formazione di capitale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke Capitolo 21 Risparmio e formazione di capitale In questa lezione Risparmio individuale: risparmio e ricchezza moventi del risparmio (tasso di interesse, ciclo di vita, precauzionale, profili consumo) Risparmio

Dettagli

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA - Quadro generale Per una corretta interpretazione dei dati statistici occorre fare riferimento al contesto macroeconomico

Dettagli

È la laurea un buon investimento?

È la laurea un buon investimento? È la laurea un buon investimento? di Alberto Bisin e Andrea Moro Le tasse universitarie sono aumentate considerevolmente negli ultimi anni. Ciononostante, laurearsi rimane ancora un ottimo investimento.

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

INDAGINE ALMALAUREA 2015 SUI DOTTORI DI RICERCA Tra perfomance di studio e mercato del lavoro

INDAGINE ALMALAUREA 2015 SUI DOTTORI DI RICERCA Tra perfomance di studio e mercato del lavoro INDAGINE ALMALAUREA 2015 SUI DOTTORI DI RICERCA Tra perfomance di studio e mercato del lavoro Pochi, molto qualificati e con performance occupazionali brillanti: l Indagine AlmaLaurea del 2015 fotografa

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi Giovani e lavoro Data: 31 luglio 2012 La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 17 settembre 2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 17 settembre 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO Ufficio Stampa Rassegna stampa Roma 17 settembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università scuola24.ilsole24ore.com Per i neolaureati la stabilità lavorativa

Dettagli

IL RISCHIO DI NON AUTOSUFFICIENZA PER GLI ANZIANI TRA RISPOSTE PUBBLICHE E PRIVATE

IL RISCHIO DI NON AUTOSUFFICIENZA PER GLI ANZIANI TRA RISPOSTE PUBBLICHE E PRIVATE Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Facoltà di Sociologia Corso di Laurea Specialistica in Scienze per le Politiche Sociali e del Terzo Settore IL RISCHIO DI NON AUTOSUFFICIENZA PER GLI ANZIANI

Dettagli

Ordinanza sulle lingue del Cantone dei Grigioni (OCLing)

Ordinanza sulle lingue del Cantone dei Grigioni (OCLing) 49.0 Ordinanza sulle lingue del Cantone dei Grigioni (OCLing) emanata dal Governo l' dicembre 007 visto l'art. 45 della Costituzione cantonale ) I. Disposizioni generali Art. La presente ordinanza disciplina:

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Dossier di documentazione IL GOVERNO DEL PERSONALE NEL SETTORE SANITARIO

Dossier di documentazione IL GOVERNO DEL PERSONALE NEL SETTORE SANITARIO PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ufficio di Segreteria della Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano Dossier di documentazione IL

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA. Prof.

GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA. Prof. GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA Prof. Daniel Navas Vega 1 SCHEMA LA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI LAVORATORI? LE CARATTERISTICHE DELLO

Dettagli

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web Lorenzo Bernardi e Gianpiero Dalla Zuanna Dipartimento di Scienze Statistiche Nel 2011, l Ateneo di Padova ha introdottola procedura

Dettagli

Marco Apollonio Delegato rettorale ai Dottorati di Ricerca. Le nuove Scuole di Dottorato

Marco Apollonio Delegato rettorale ai Dottorati di Ricerca. Le nuove Scuole di Dottorato Marco Apollonio Delegato rettorale ai Dottorati di Ricerca Le nuove Scuole di Dottorato L Università degli Studi di Sassari nell a.a. 2007-2008 giunge al definitivo passaggio dal sistema dei Dottorati

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo Gli effetti dell intervento

Dettagli

Ufficio Stampa RIORDINO ISTRUZIONE TECNICA E PROFESSIONALE

Ufficio Stampa RIORDINO ISTRUZIONE TECNICA E PROFESSIONALE Ufficio Stampa RIORDINO ISTRUZIONE TECNICA E PROFESSIONALE Roma, 28 maggio 2009 Finalmente con il riordino dell'istruzione tecnica e professionale, inizia oggi il processo di riforma della scuola secondaria.

Dettagli

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI Lo studio WETO-H2 ha elaborato una proiezione di riferimento del sistema energetico mondiale e due scenari di variazione,

Dettagli

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI Rapporto GIOVANI E LAVORO La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare

Dettagli

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale Dott. Simone Cavestro La Sfida attuale In uno scenario in continua evoluzione, dove si sviluppano con velocità crescente Organizzazione Tecnologie

Dettagli

Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012

Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012 Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012 Il Consiglio di amministrazione della Scuola Svizzera1 di Roma adotta in esecuzione dell articolo 18 dello Statuto

Dettagli

La borsa di studio in Piemonte:

La borsa di studio in Piemonte: La borsa di studio in Piemonte: l impatto sulle performance accademiche dei beneficiari Federica Laudisa, Laura Maneo Giugno 2012 Le domande dell indagine Quanti studenti mantengono la borsa nel corso

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

Uno sguardo statistico sugli studenti della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Varese

Uno sguardo statistico sugli studenti della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Varese Uno sguardo statistico sugli studenti della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Varese Quanti studenti e quante studentesse hanno scelto la SSML di Varese dopo le scuole superiori? A partire

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI

NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI Il Comitato Direttivo dell AUSER nazionale riunito a Roma in data 24 giugno 2015 - valutando

Dettagli

Primi risultati. L'indagine sui carichi di lavoro degli insegnanti in Alto Adige. apollis. Centro di ricerche sociali e demoscopia.

Primi risultati. L'indagine sui carichi di lavoro degli insegnanti in Alto Adige. apollis. Centro di ricerche sociali e demoscopia. pagina 1 Primi risultati apollis Centro di ricerche sociali e demoscopia 2005 pagina 2 Contenuto 1. Caratteristiche generali 2. Condizioni di lavoro 3. Soddisfazione lavorativa 4. Disturbi di salute e

Dettagli

Rapporto annuale 2014

Rapporto annuale 2014 Rapporto annuale 214 PROFEZIONAMENTO DEI MAESTRI CONDUCENTI Perfezionamento dei maestri conducenti 214 Fatti e cifre Alla fine di dicembre 214, per molti maestri conducenti è scaduto il secondo anno del

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO 3. Legno e arredo STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

L abbandono degli studi universitari.

L abbandono degli studi universitari. L abbandono degli studi universitari. Il caso Università degli Studi di Salerno XIV Indagine AlmaLaurea sul Profilo dei Laureati Laurearsi in tempo di crisi Come valorizzare gli studi universitari Dott.ssa

Dettagli

Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia

Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia 861.1 del 9 dicembre 2002 (Stato 1 febbraio 2015) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 9 della legge

Dettagli

PRODUZIONE E CRESCITA

PRODUZIONE E CRESCITA Università degli studi di MACERATA ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2012/2013 PRODUZIONE E CRESCITA Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@unimc.it Web: http://docenti.unimc.it/docenti/fabio-clementi

Dettagli

SBOCCHI OCCUPAZIONALI: Il contesto di riferimento. Bruno Chiandotto

SBOCCHI OCCUPAZIONALI: Il contesto di riferimento. Bruno Chiandotto SBOCCHI OCCUPAZIONALI: Il contesto di riferimento Bruno Chiandotto Pisa 24 maggio 2011 Il MONDO del LAVORO Il dottorato in Italia 1998-2008 Numero di dottori di ricerca per anno di conseguimento del titolo

Dettagli

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015 Proviamo a vedere quali sono gli obiettivi finali del RAV: Migliorare gli apprendimenti, assumendo decisioni adeguate; Rendicontare le scelte compiute; Promuovere strategie innovative attraverso la partecipazione

Dettagli

Le riforme adottate dalla Germania Rose Langer

Le riforme adottate dalla Germania Rose Langer PER UNA CRESCITA SOSTENIBILE: L APPROCCIO WELFARE TO WORK NEL QUADRO DELLE SFIDE DELL ECONOMIA E DEL LAVORO Le riforme adottate dalla Germania Riforme del mercato del lavoro - Le riforme del mercato del

Dettagli

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato dell economia SECO Mercato del lavoro / Assicurazione contro la disoccupazione Foglio informativo: l assicurazione

Dettagli

ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara gli ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE

Dettagli

LA NORMATIVA IN MATERIA DI PENSIONI PUBBLICHE DOPO LE MANOVRE ECONOMICHE DEL 2011

LA NORMATIVA IN MATERIA DI PENSIONI PUBBLICHE DOPO LE MANOVRE ECONOMICHE DEL 2011 LA NORMATIVA IN MATERIA DI PENSIONI PUBBLICHE DOPO LE MANOVRE ECONOMICHE DEL 2011 PENSIONI DI ANZIANITÀ Le pensioni di anzianità si conseguono in due modi: 1) con il raggiungimento dei 40 anni di contribuzione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Scuola al via, in classe 171.605 alunni Nelle statali

Dettagli

Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP

Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP dell'8 agosto 2008 (stato 9 settembre 2009) Il Consiglio dell'istituto Universitario

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE),

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), 4.2.2.3. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare del 10 giugno 1999 La Conferenza

Dettagli

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I 4.2.2.4. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I del 26 agosto 1999 La Conferenza svizzera dei direttori cantonali

Dettagli

STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II

STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II Strategia della CDPE del 24 ottobre 2013 per il coordinamento a livello nazionale dell insegnamento delle lingue seconde nel settore del secondario

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari.

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2009, a soli cinque mesi dal termine di presentazione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti Dipartimento/Facoltà di : Fisica Dipartimento di afferenza a partire dal 1 novembre 2015 (se modificato): Denominazione del Corso di

Dettagli

Germania: il modello da seguire?

Germania: il modello da seguire? Daniel Gros Germania: il modello da seguire? Negli ultimi dieci anni l economia europea ha visto svariati rovesciamenti di fronte: la Germania, ad esempio, da malato d Europa ne è diventato il modello.

Dettagli

IV. ANALISI DI SENSITIVITÀ

IV. ANALISI DI SENSITIVITÀ IV. ANALISI DI SENSITIVITÀ IV.1 SENSITIVITÀ ALLA CRESCITA ECONOMICA La sensitività della finanza pubblica italiana alla crescita economica è valutata simulando il comportamento dell indebitamento netto

Dettagli

Il mercato del lavoro nella provincia di Ancona: la banca dati Excelsior

Il mercato del lavoro nella provincia di Ancona: la banca dati Excelsior Il mercato del lavoro nella provincia di Ancona: la banca dati Excelsior Relazione di Stefano Staffolani 1) breve sintesi delle informazioni empiriche sul mercato del lavoro provinciale e regionale 2)

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 2 trimestre 2015 a cura del NETWORK SECO Settembre 2015 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

Formazione manageriale in Trentino

Formazione manageriale in Trentino Formazione manageriale in Trentino Linee strategiche Dal 2002 il sistema istituzionale trentino ha avviato una serie di esperienze di alta formazione nel settore turistico che, seppure in mutati assetti

Dettagli

MCA2 Modello contabile armonizzato 2 per i comuni grigionesi

MCA2 Modello contabile armonizzato 2 per i comuni grigionesi Amt für Gemeinden Graubünden Uffizi da vischnancas dal Grischun Ufficio per i comuni dei Grigioni MCA2 Modello contabile armonizzato 2 per i comuni grigionesi Raccomandazione per la prassi n. 20 Statistica

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 30.4.2009 C(2009) 3177 RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE che integra le raccomandazioni 2004/913/E e 2005/162/CE per quanto riguarda il regime concernente

Dettagli

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Genova, 16 marzo 2006 Via Balbi, 1a - 16126 GENOVA Tel. 010/2095962 Fax 010/2095961 e-mail: cared@unige.it Master

Dettagli

Promemoria X Qualifiche dei docenti delle scuole di maturità professionale

Promemoria X Qualifiche dei docenti delle scuole di maturità professionale EIDGENÖSSISCHE BERUFSMATURITÄTSKOMMISSION COMMISSION FEDERALE DE MATURITE PROFESSIONNELLE COMMISSIONE FEDERALE DI MATURITÀ PROFESSIONALE CUMISSIUN FEDERALA DA MATURITAD PROFESSIUNALA Promemoria X 1 Situazione

Dettagli

Capitolo II Ammissione e promozione

Capitolo II Ammissione e promozione Regolamento sulla maturità professionale (del aprile 000) ultima modifica: cfr. Bollettino ufficiale 11/007/.0.007...1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge federale

Dettagli

Direttive per l'applicazione del regolamento concernente il riconoscimento dei certificati rilasciati dalle scuole specializzate

Direttive per l'applicazione del regolamento concernente il riconoscimento dei certificati rilasciati dalle scuole specializzate 4.2.1.2.1. Direttive per l'applicazione del regolamento concernente il riconoscimento dei certificati rilasciati dalle scuole specializzate del 22 gennaio 2004 La Conferenza svizzera dei direttori cantonali

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

Profilo B o E? Un aiuto per scegliere

Profilo B o E? Un aiuto per scegliere Impiegata/impiegato di commercio AFC Profilo B o E? Un aiuto per scegliere Premessa Questo documento è uno strumento di aiuto per le persone che partecipano al processo decisionale delle persone in formazione

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2013 sulla

Dettagli

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali ECONOMIA DELL'ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE a.a. 2012/2013 - Prof. G. Favretto Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali Serena Cubico Ricercatore

Dettagli

Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr)

Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr) Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr) del 7 febbraio 05 (stato marzo 05) emanata dal Governo il 7 febbraio 05 visto l'art. 45 della Costituzione cantonale ). Disposizioni generali Art.

Dettagli

La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni

La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni Qualità scolastica e qualità nell insegnamento Modulo B Ispettorato scolastico dei Grigioni, luglio 2013 Indice La gestione della qualità nella

Dettagli

ridotti per i figli fino ai 18 anni compiuti (art. 61 cpv. 3 LAMal). 0.5 0.0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013

ridotti per i figli fino ai 18 anni compiuti (art. 61 cpv. 3 LAMal). 0.5 0.0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Fatti Premi costi motivazioni curafutura illustra i principali fatti e meccanismi relativi al tema dei premi dell assicurazione malattie, spiega come si arriva alla definizione del premio della cassa malati,

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

Amt für Volksschule und Sport Uffizi per la scola populara ed il sport Ufficio per la scuola popolare e lo sport

Amt für Volksschule und Sport Uffizi per la scola populara ed il sport Ufficio per la scuola popolare e lo sport Amt für Volksschule und Sport Uffizi per la scola populara ed il sport Ufficio per la scuola popolare e lo sport Quaderstrasse 7, 7000 Coira, Tel. 08 57 7 6 Direttive concernenti la procedura di passaggio

Dettagli