Calliano. Biglietto da visita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Calliano. Biglietto da visita"

Transcript

1 Biglietto da visita

2 La Giunta Comunale Sindaco: Marco Pompermaier Incarichi: Personale, Bilancio, Finanze, Cantiere comunale, Affari generali, Patrimonio, Servizi, Vigili del Fuoco Volontari Recapiti: Cell Vicesindaco: Cristian Marchelli Incarichi: Urbanistica, Ambiente Recapiti: Cell Assessore: Romeo Carpentari Incarichi: Lavori pubblici Recapiti: Cell Assessore: Romano Panizza Incarichi: Cultura, Istruzione, Sport, Sanità e Assistenza Recapiti: Cell Assessore: Stefano Battisti Incarichi: Ordine pubblico e Sicurezza, Viabilità e Trasporti, Arredo urbano e Turismo Recapiti: Cell Consigliere con delega: Gabriele Battisti Incarichi: Attività economiche Recapiti: Cell Il Sindaco riceve tutti i lunedì o su appuntamento Il Vicesindaco, gli Assessori e il Consigliere con delega ricevono tutti i lunedì dalle ore alle ore o su appuntamento La Collana di guide dei Paesi del Trentino. Biglietto da visita è edita e stampata da Grafiche Dalpiaz srl Ravina di Trento (TN) - Via Stella 11/b - Tel

3 Numeri ed indirizzi utili Municipio: tel fax Centralino: tel Comprensorio: tel Municipio: tel fax Biblioteca: tel fax Farmacia: via Valentini, 15 - tel Canonica (padre Mario Pangallo): via Valentini, 15 - tel Poste Italiane: via Valentini, 15 - tel Cassa Rurale Alta Vallagarina: via Valentini, 19 - tel Scuola Elementare: tel Sanità ed assistenza U.S.L. Distretto Sanitario e Ambulatori Medici via III Novembre, 35 - tel Guardia Medica: tel Assistente Sociale: tel Pronto Soccorso di Rovereto: tel Dott. Tardivo: via III Novembre, 35 - tel Dott.ssa Oradini: via III Novembre, 35 - tel Dott.ssa Baisi: via S. Lorenzo, 1 - tel Dott.ssa D Alessandro: via Valentini - tel Scuola Materna: tel Forze di polizia sovra comunali: tel fax Carabinieri: via Marconi, 10 - tel Carabinieri Pronto Intervento: 112 Vigili del Fuoco: via Garibaldi, 9 - tel V.V.F. Pronto Intervento: 115 Distretto Socio Sanitario: tel Servizio Socio Assistenziale: Rovereto, via Pasqui, 10 - tel Emergenza sanitaria: 118 Ferrovie Rovereto: tel Distanze Località: da Trento 16 km. - da Rovereto 9 km. da Folgaria e dalle piste da sci alpino e nordico 10 km. dal Lago di Garda 25 km. Autostrada A22 Modena-Brennero: dal casello Rovereto nord 6 km. dal casello Trento centro 14 km. Aeroporto: dall aeroporto Valerio Catullo di Verona 75 km. La scheda Abitanti: 1535 Superficie: 10,16 km 2 Altitudine: 187 m s.l.m. Cap: Festa del Patrono: S. Lorenzo Mercato: giovedì mattina Prefisso: 0464

4 Calliano: ieri, oggi e domani Nel corso di questi anni l attuale Amministrazione Comunale di Calliano ha realizzato molte opere pubbliche che hanno trasformato il paese cercando di soddisfare le esigenze dei cittadini e migliorando, di fatto, i servizi alla popolazione. Tra gli interventi passati, citiamo in primo luogo, la pavimentazione pregiata delle principali vie del centro storico, assieme al recupero e al riordino di Piazza Italia e del Monumento dei Caduti, il parcheggio di via De Gasperi nonché la costruzione della nuova Scuola Materna necessaria per far fronte alla crescita demografica della popolazione dovuta allo sviluppo urbanistico in corso che coinvolgerà, nei prossimi anni, anche tutta la zona nordest del paese. Sono già in programma e in cantiere delle nuove opere pubbliche che verranno iniziate e completate nei prossimi anni quali la costruzione della nuova Scuola Media (assieme ai comuni di Besenello e di Volano), l attivazione dell Asilo Nido, l ulteriore allargamento della pavimentazione pregiata nel centro storico, la sistemazione del cimitero e il miglioramento urbanistico attuato, anche, mediante la stesura di una puntuale variante al piano regolatore al fine di ottenere un agevole e armonioso recupero edilizio dell intero centro storico.

5 Calliano Sorge sul conoide del Rio Secco, dove il Rio Cavallo confluisce nel fiume Adige, in una splendida cornice di montagne e vigneti, lungo la ex strada imperiale che conduce a Castel Beseno e Castel Pietra, due straordinari complessi medievali che ne delimitano i confini settentrionali. Si giunge a Calliano percorrendo la Strada Statale 12, a 17 km da Trento, verso sud, passato Mattarello e i Murazzi, a metà strada tra Trento e Rovereto, sull incrocio tra la strada del Brennero e quella che porta all Altopiano di Folgaria e Lavarone. Calliano si distende verso sud, in direzione di Volano, a 186 m. sul livello del mare, racchiuso tra le falde del monte Finonchio e di Castel Beseno a nord, della Rocca di Castel Pietra a nord est e il fiume Adige a ovest che ne segnano i confini. Alle spalle il conoide coltivato a viti, e la piana che conduce alle campagne di Besenello, furono teatro di eventi e storiche battaglie Calliano è un antico ed illustre villaggio che faceva originariamente parte del comune di Besenello. Il nome di Calliano compare per la prima volta in un documento del 1212, ma rinvenimenti archeologici hanno dimostrato che l origine dell insediamento è ben più antica. Luciano Cofler Cell ITAS CALLIANO Via S. Lorenzo, Calliano (TN) Telefono: Fax:

6 Posizione geografica Inserita nella Comunità montana Comprensorio Vallagarina, a sud di Trento, sul versante sinistro della vallagarina, alla confluenza del fiume Adige e del rio Cavallo, confina con Besenello, Folgaria, Rovereto, Volano, Nomi, gode di una buona posizione rispetto alle grandi reti di traffico: è ubicata all incrocio di due strade statali, la n 350 di Folgaria e di Val d Astico e la n.12 dell Abetone e del Brennero che, correndo parallelamente al fiume Adige, collega Verona, in Veneto, Trento e Bolzano per poi proseguire Metti la testa a posto al Salone Dario A Calliano via Valentini n.9 Telefono fino in Austria. Dista, inoltre, rispettivamente 8 e 9 km dal casello di Rovereto Nord dell autostrada Brennero-Modena (A22) e dallo scalo ferroviario di riferimento sulla linea Verona-Brennero. L aeroporto più vicino è quello di Verona a 75 km di distanza, quello di Milano/Linate a 206 Km, quello intercontinentale di Milano Malpensa si trova a 244 km, l aeroporto di Venezia a 144 Km.

7 L economia Calliano, secondo paese della Vallagarina per chi viene da Trento, è posto all imbocco per la valle di Folgaria e sul conoide del Rio Cavallo o Rossbach. Dai documenti conservati in Municipio si desume che i terreni comunali sono cosi suddivisi: Calliano I (che comprende il paese) Calliano II (Scanuppia), Calliano III (le Mozzette) e la vecchia frazione di Castel pietra. Il paese è al centro della Piana di Calliano, zona che comprende anche il territorio comunale di Besenello. Attorno si elevano i massicci della Vigolana (Scanuppia, Cornetto, Becco di Filadonna, 2150m) e del Finonchio (1603m). Incombe sulla vallata il Cengio Rosso, enorme zona franata a cui piedi sorge Castel Pietra e che alcuni studiosi vorrebbero identificare nella famosa Ruina descritta da Dante (inf. Canto XII). Il Rio Cavallo taglia il fondovalle per sfociare, CALLIANO, Trento Via Castel Beseno, 2 Tel Fax

8 a sud del paese, nell Adige. L intera zona tra Calliano e Besenello è coltivata a vigneto: da ricordare la varietà del Merlot, Cabernet, Schiava, Chardonnay, Moscato ed in qualche appezzamento del delicato Marzemino. Sono scomparse dalla zona delle coltivazioni di mais e frumento. Resiste la frutticoltura, mentre è ancora diffusa la coltivazione ortofrutticola. Salendo in quota si incontra la flora tipica delle Prealpi con vegetazione spontanea costituita da bosco ceduo (frassino, rovere). Il terziario, stimolato dalla discreta affluenza turistica, rappresenta la principale fonte di reddito per la comunità callianese e annovera un adeguata rete distributiva e di servizi qualificati. Un certo dinamismo fa registrare anche il settore secondario che comprende alcune imprese di medie dimensioni.

9 Le origini Le fonti storiche testimoniano l esistenza di Calliano sin dal XIII secolo. Anticamente era una frazione del Comune di Beseno, parte della Regola maggiore dei Signori del Castello, il cui territorio includeva, oltre a Calliano, il Castello, la Pieve, la Gastaldia, e più tardi la Giurisdizione, e comprendeva Folgaria, Besenello, Masera, Sottocastello, Dietrobeseno, La Pietra e Volano. Lo storico Desiderio Reich nel suo Notizie storiche del Comune e della Parrocchia di Besenello riporta che nel XV secolo, Calliano e Besenello formavano un solo Comune, quello di Beseno, benchè ciascuno avesse una Parrocchia indipendente (Pieve), un proprio co-sindaco e giurati indipendenti. La Vicinia di Calliano, parte indipendente del Comune di Beseno, fu sede della giurisdizione esercitata sui due paesi dai de Beseno e dai Castelbarco, anche quando, nel 1443, il castello fu ceduto a Federico Imperatore d Austria ( ), e da lui passò nel 1470 ai Trapp, feudatari dei Principi Vescovi di Trento. Da allora Folgaria non fu più compresa nella giurisdizione ma la sede restò sempre a Calliano. La situazione restò immutata fino al 1817, quando Napoleone costituì il Giudizio governativo di Folgaria con sede a Calliano. Il Giudizio Distrettuale di Calliano fu incorporato al Giudizio di Rovereto nel Per lungo tempo le comunità di Calliano e di Besenello mantennero propri rappresentanti ma un unico consiglio comunale con alterne vicende: uniti durante il Regno d Italia, divisi durante la restaurazione austriaca e ancora uniti sotto Mussolini: nel 29 i due Comuni di Calliano e Besenello presero il nome di Comune di Beseno, con capoluogo Calliano per tornare Comuni Autonomi nel 47,con la repubblica. Riparazione veicoli Sostituzione pneumatici Ricarica climatizzatori Servizio revisioni Tel CALLIANO - Via Castel Beseno, 5

10 Il nome di Calliano Il nome di Calliano compare la prima volta in un documento del 1212, quando la Pieve e la Gastaldia di Beseno divennero possesso del Vescovo Federico Vanga, che acquistò dai membri della Famiglia Beseno la parte restante di Castel Beseno fra le cui pertinenze era compreso il molendinum Calliani, o molino di Calliano. Calliano esisteva già come villaggio, (o villa o pagus), MITTEMPERGHER s.r.l. Via Castel Beseno, Calliano (Trento) Tel Fax con un suo molino lungo il Rossbach quando i de Beseno, primi feudatari, dominavano sulle terre ai piedi dello storico Dosso. Le ipotesi sulle origini del nome Calliano sono diverse. Certo i Romani trovarono insediamenti di popolazioni locali. Desiderio Reich sostiene che Calliano derivi da villa Galliana, un insediamento preromano di origine Gallica (300 a.c.). Tale ipotesi è sostenuta dal rinvenimento di due fibule preromane, quindi dal ritrovamento, nei pressi di Besenello, di arche, monete e fibule di epoca romana ora conservate al Museo di Trento e, nel 700, dal ritrovamento di edifici e monete di epoca romana, nei pressi di Calliano (località Brusài, verso l Adige e nei pressi di Castel Beseno) allora custodite presso Casa Martini e, nel 1857 durante gli scavi effettuati per la costruzione della ferrovia del Brennero, di una cassa romana con iscrizione, ora esposta al Museo di Rovereto. Il Chiocchetti e storici più recenti fanno risalire il nome di Calliano alla consuetudine della centuriazio-

11 ne romana. Dopo l insediamento in una regione l imperatore o il comandante di una legione procedevano all assegnazione di terreni denominati praedium o jundus, ai soldati più valorosi, come riconoscimento del loro valore. Le colonie denominate centurie, potevano essere fortificate e rappresentavano i capisaldi della espansione romana, garantendo la difesa delle terre e del sistema di comunicazione tra gli insediamenti romani e nel Tridentum, la nostra regione. Il fondo -prediale o emerito- veniva identificato con il nome del rispettivo colono seguito dalla desinenza - anum che ne indica il possesso. Pertanto da Gallio, il fondo diventava Gallianium, cioè proprietà di Gallio; da Aulus, o Avulus, Avolanum, Volano, da Savinus o gens saviniana, Savignano, da Licinius o gens Liciniana, Liciana o Lizzana. Altri prediali giunsero nella Vallagarina da Verona con interessanti ripetizioni (Galliano in Valpolicella per es.), la gens Agresta colonizzò la Val di Gresta, la gens Numesia, Nomesino, la gens Cornelia, Comaiano, la gens Catia, Cazzano, la gens Prisciana, Pedersano (Presan in dialetto). Circa 500 prediali furono identificati in Trentino e nelle regioni limitrofe. Stemma e Gonfalone del Comune di Calliano In occasione del 500 anniversario della famosa Battaglia di Calliano fra Trentini Tirolesi e Veneziani, il 10 agosto 1487, il Comune di Calliano si è voluto dare uno stemma nuovo e un Gonfalone. E stato presentato il 19 settembre 1987, vigilia della festa patronale dell Addolorata, all Albergo Aquila, davanti alle autorità e al popolo invitato a conclusione dei festeggiamenti della Battaglia di Calliano (1487).

12 Tempo libero e passeggiate Il Paese di Calliano si trova sullo svincolo tra la statale del Brennero e la strada che porta all Altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna dove ad appena 10 Km si trovano le piste di sci nordico e di fondo. Calliano è collegato con il sistema delle piste ciclabili del Trentino che offre moltissime possibilità per ciclisti e cicloamatori. Stupende passeggiate attraversano la valle. La più caratteristica è quella che collega Castel Pietra a Castel Beseno. La zona del Parco Europa dove vengono organizzate le Feste sotto il tendone, offre spazi per la musica e il teatro, un parco giochi per bambini immerso nel verde, il campo da calcio utilizzato dalle società sportive, un campo da calcetto ed un campo da tennis, entrambi in erba sintetica Calliano (TN) Via Garibaldi, 15 Tel Fax

13 La chiesa di S. Lorenzo Fu edificata dell arciduca Sigismondo d Austria a ricordo della vittoria trentino-tirolese sui Veneziani del 10 agosto (giorno di S. Lorenzo) 1487 e mantenuta fino al 1642 a spese del Governo provinciale di Innsbruck. Il primitivo edificio, passato al Comune, fu ricostruito nel 1724, rimaneggiato nel 1803 dopo la rovina dell anno precedente e nel 1822 in neoclassico, restaurato nel 1897 e dopo le due guerre. La facciata, neoclassica, reca sul portale la data del L interno è ad aula a croce latina con grande cupola centrale frescata. Ai lati del presbiterio due tele settecentesche del giudizio (sinistra, sopa il banco della Rappresentanza Comunale : notare il Esterno della parrocchiale di S. Lorenzo di Calliano fanciullo biondo vestito di verde con cane; a destra, martirio di S. Lorenzo). Dietro l altare marmoreo barocco (le statue di stucco sono del 1897, [Emanuelli?]), appreso alla parete absidale in cornice di stucco, un ottima pala secentesca. Raffigura la gloria di S. Lorenzo e, in primo piano, la battaglia di Calliano del 10 agosto 1487: schiere di soldati che si affrontano con gli stendardi tirolesi, asburgici e veneziani, cavalieri, un barcone carico di soldati che attraversa l Adige assicurato a una catena, Calliano tra muri, il castello di Beseno in alto con il mastio centrale e il fumo delle cannonate; a destra il castello della Pietra. Il quadro è stato restaurato CALLIANO (TN) Via Valentini, 30 Tel e Fax MECCANICO ELETTRAUTO GOMMISTA PREREVISIONI CARICA CLIMA

14 nel 1964 da A. Papetti. Presso l altare di sinistra (dei conti Martini, pala di S. Caterina, di G. Craffonara) pietra tombale dei baroni Moll; presso quello di destra (Statua dell Addolorata vestita di seta), pietra tombale dei conti Martini (1650). Il primo altare a sinistra, entrando, sotto la cantoria con l organo di Mayer (1904), è ligneo, fatto fare nel 1640 da Giacomo Filippo Wetterstetten Trachenstein in onore dei santi Giacomo e Filippo. Fu fatto restaurare nel 1881 da Luigi de Pasqualis e munito di una tela della Madonna di Pompei. La chiesa sorgeva sul lato nord del vecchio agglomerato. Nei suoi pressi fu eretto l edificio della dogana CALLIANO, Trento via Brennero, 30 - Tel Fax Interno della porrocchiale di S. Lorenzo di Calliano

15 L abitato Provenendo da Trento lungo la strada statale12 si accede all abitato dal bivio della Madonna pellegrina. Entrando in paese per Via Valentini, antica strada imperiale, e poi strada statale, si notano, nel centro storico, le facciate affrescate di alcuni palazzi signorili cinque-settecenteschi, notevoli per un paese relativamente piccolo, che ne testimoniano l antico splendore. La presenza di edifici contrastanti evidenzia, oggi come allora, le diverse condizioni di vita degli abitanti nei primi secoli della storia del paese: la sontuosità dei palazzi dei nobili e dei proprietari terrieri e le abitazioni degli artigiani, di mercanti e negozianti e dei filatori di seta. Superata a destra la stazione ferroviaria si giunge sulla piazza del Municipio fiancheggiata dalla palizzata dei conti Moli e poi dei Valentini, con due portali blasonati. Il Municipio è ornato da ringhiere di ferro battuto e portali marmorei con cimase. L interno, piacevolmente settecentesco, mostra soffitti stuccati e grandi stufe bianche di Sfruz. Nell atrio, il busto bronzeo e la lapide in marmo ricordano la costruzione dell acquedotto delle Rozete, presso Guardia di Folgaria, e l impegno dell insigne benefattore Arminio Valentini (Sossass 1963) che, superando con energia di volere difficoltà ed ostacoli dotò Calliano sua patria di acqua limpida e fresca ristoratrice di salute (30 luglio 1888). di Dalbosco Michele PAVIMENTAZIONI IN PORFIDO CIOTTOLI CALLIANO (TN) - Via G. Marconi, 5 tel Cell

16 La via Valentini sbocca nella piazza centrale, ora chiamata Piazza Italia, dove si trovano due interessanti edifici: il neoclassico palazzo Moli (Martini), con duplice loggia sovrapposta al portale, e il cinquecentesco Palazzo Wetterstetter (Chemini), il cui portale risale al primo rinascimento trentino. Sulla facciata affrescata che guarda la piazza si notano sotto il timpano, un fregio datato 1515; sette medaglioni decorati con figure, alternati a grifoni ed alle insegne dei conti Tirolo; una finestrella gotica e, sopra una grande meridiana, i resti della corona imperiale. A sud est, verso l Adige, la piazza è chiusa da un vecchio edificio, la Casa Pompermaier (Rosi), con tetto a un solo spiovente con campaniletto a vela, forse un antico convento la cui campana ancora rintocca per le prime comunioni. Da piazza Italia parte la via 3 novembre, la strada per Folgaria e per Rovereto che attraversa l abitato allargandosi tra corti e androni fino alla chiesetta dei santi Fabiano e Sebastiano costruita nel 1480, ma riedificata nel XVIII sec. (1789). Via 3 Novembre Sulla via per Rovereto (via 3 Novembre) si affacciano alcune medievali: Casa Demartin con portico quattrocentesco; Casa Menegatti ora albergo Aquila; di fronte l insegna della storica Locanda al Vapore; e Casa Conci. Le case mostrano ancora tracce di antiche battaglie: le palle dell artiglieria veneziana sulle case Demartin e Rospocher; mentre le case Conci e Menegatti portano i se-

17 gni dei fucili Austriaci e delle armate Francesi. La Cort dei sete pecài è un cortile circondato da case tradizionali con gronde e ballatoi tipici della tradizione lagarina (pontesei). Si racconta che qui una anziana signora, la Bastiana, raccogliesse dalle strade lo sterco per poi rivenderlo, infatti anticamente lo sterco animale rappresentava una risorsa importante nell economia locale. Il cortile, che ospitava ben sette letamai, prese il nome di cort dei sete pecài. All ingresso della corte si osservano pietre con scannellatura dove scorrevano le portele di chiusura in caso di piena del Rio Cavallo. Si accede alla cort da un portico aperto, con un edificio barocco che fu sede delle guardie austriache, la ex Gendarmeria. Altre storie raccontano il mutare della vita locale e della destinazione di alcuni edifici. I registri parrocchiali annotavano i movimenti dei circonvicini che dal circondario si recavano a Calliano per curare i propri interessi. Fino al 1842 Calliano fu sede del Tribunale, la Giurisprudenza, alimentando l afflusso di visitatori e forestieri che riempivano la chiesa e le osterie. Queste si trovavano tutte sulla strada principale, la Via Imperiale (via Valentini) che poi cambiò nome e divenne Via Comu- LA TABACCHERIA di Zumiani Chiara EDICOLA - TABACCHI ARTICOLI REGALO CARTOLERIA - DOLCIUMI BIGLIETTI DA VISITA TIMBRI - FOTOCOPIE CALLIANO - Piazza Italia, 1 Tel. e Fax

18 LAGARINA SEDE NOMI Tel FILIALI CALLIANO Tel VOLANO Tel LIZZANA Tel ne, e in seguito Strada postale. Presso alcune osterie c era anche il cambio dei cavalli per la posta. Di fronte alla dogana c era Al Bue d oro, che cambiò il nome in Al sole d oro, poi c erano l osteria Al Grappolo d uva, e l osteria Alla Posta. Casa Pompermaier in Piazza Italia, e poi l albergo Aquila, la locanda Al Vapore, e l osteria Alla Bilancia e nel 1906, con l arrivo della Ferrovia, aprì l osteria Alla Stazione. La contrada de I port ricorda i tempi in cui la navigazione fluviale collegava i vari centri lungo l Adige. All epoca, il Porto si trovava sull altra sponda del fiume. Il paese era fiorente. Botteghe artigiane offrivano a residenti e visitatori manufatti e generi vari. Macellerie, concerie, e botteghe di calzolai e tessitori. Lungo il Rio Cavallo la corrente alimentava l attività di segherie, mugnai e fabbroferrai. Calliano resta tuttora il paese dei sioreti e dei gambanoti. Così venivano chiamati allora i soldi austriaci ma anche i forestieri e i possidenti, generalmente eleganti. La gambana (o velada) era infatti l abito dei signori, come ricorda scherzosamente la filastrocca dei paesi magnabèca da Besenel, magnarane da Naldem, magnavache da Olam, e gabanoti da Caliam.

19 Emigrazione della gente di Calliano: Dopo il progetto di una nuova chiesa (1856), fortunatamente fallito, riesce difficile pensare a una situazione tanto gravosa che in Calliano e dovunque nel Trentino e in Tirolo, e che fuori, si era venuta delineando, situazione di miseria, di fame e di mancanze di lavoro pagato per i ceti poveri dei paesi. Le cause sono molte, studiate e discusse, dalle guerre passate al mercato indebolito, sia dall incapacità dei Governi, che per le calamità del tempo. Molti i fattori negativi anche in Europa. Nella Vallagarina i contadini si videro traditi anche dalla coltivazione delle viti e dei gelsi per le nuove malattie delle piante. Quasi 200 persone negli anni presero loro malgrado la decisione cercare altrove possibilità di sopravvivere, abbandonando con dolore la propria terra, parenti e amici, le proprie consuetudini, ed affrontare un ignoto mondo in Brasile dove speravano su larghi lotti di terra, concessa dall Imperatore Pedro II, di costruire un avvenire di benessere. 200 persone per un paese che contava in quegli anni 1076 anime, non era poco. Un vuoto vera- IMPIANTI ELETTRICI di Dellaidotti e Marcolini s.n.c Calliano - Via C. Battisti 25 Tel/Fax Dellaidotti Walter cell Marcolini Cristian cell

20 mente pauroso e sconfortante. Arrivarono al porto di Itajaì nel Sud del Brasile e furono indirizzati nell interno della Provincia di S. Caterina e di Espirito Santo, a dissodare foreste vergini. I lotti vennero distribuiti razionalmente nei pressi di Pomperanos, Botuverà, Guabiruba e ad una quarantina di chilometri da Blumenau e Brusque già abitati da Tedeschi. Nelle regioni occupate nacquero subito dei centri che nostalgicamente chiamarono Nova Trento, Besenello, Vigolo, Valsugana Le difficoltà furono enormi nei primi anni. Veri pionieri, ma lavorando forte crearono delle belle Comunità che mantennero usi e costumi, perfino la parlata dialettale dei loro paesi e che tuttora conservano insieme alla religiosità della terra lasciata. Funzioni, processioni, devozione ai Santi delle loro vecchie Parrocchie d origine, continuano a tener unita questa gente che ora desidera tanto vedere l Italia. Anche la parrocchia di Besenello diede il suo doloroso contributo. Unitamente, dai due paesi, partirono non meno di 500 persone. Calliano durante le guerre Le guerre lasciarono sempre segni sensibili e procurarono danni ingenti a Calliano, posto sulla statale Brennero-

21 Verona e allo sbocco della Valle del Rio Cavallo che scende da Folgaria. Basti ricordare le varie invasioni delle truppe francesi di Napoleone dal 1796 al 1801, fino poi al 1813 come ridussero Calliano, le chiese di S. Lorenzo e di S. Sebastiano e il campanile. Basta leggere Zieger e Brosi nelle loro memorie, basta rileggere il Ten. Col. Filippo Sardigna nelle sue Operazioni militari nel Trentino: per capire perché Calliano veniva considerato dal nemico (Napoleone) un baluardo da temere e da debellare. Il nemico austriaco, scriveva Napoleone stesso, si è raggruppato davanti a Calliano per coprire Trento e dare il tempo al suo Quartier generale di evacuare la città. Se è stato colpito tutto il giorno, lo si deve al fatto che egli ha davanti a Calliano una posizione inespugnabile: l Adige tocca quasi le montagne a picco e forma una gola che non ha più di 40 tese (quasi 80 metri) di larghezza, chiusa da un villaggio, un castello in posizione elevata (Castelpietra), una buona muraglia che congiunge l Adige alla montagna e dove egli ha piazzato tutta la sua artigliera. Questo al tempo di Napoleone e, press a poco, al tempo della Battaglia di Calliano del 1487 ma la posizione strategica rimaneva pure per la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Si spiega cosi il perché, che molti si domandano, dei bombardamenti e dell accanimento della rabbia bellica su un paese del tutto pacifico. Nel 1802 la chiesa di S. Lorenzo appariva semiscoperchiata e i battesimi si facevano in S. Sebastiano.

22 Si racconta che un ufficiale francese rimasto ferito durante la prima battaglia di Calliano fosse trasportato in una casa e curato e che egli, prima di andarsene, lasciasse ai suoi soccorritori un sacchetto di marenghi d oro. Nelle prime ore del 3 novembre 1918 reparti d assalto italiani che risalivano la Val Lagarina, circondato il paese, catturavano la guanigione austriaca, uno stato maggiore di settore e un gruppo di artiglieria da montagna. Più tardi giungeva da Trento il principe di Lichtenstein plenipotenziario del comando supremo austriaco il quale veniva fatto proseguire bendato al comando del 29 Corpo d Armata. Durante l ultima guerra mondiale il paese fu bombardato 153 volte dagli aerei alleati e il 70 per cento delle sue case furono distrutte. Anche la chiesa fu gravemente danneggiata.

23 La Storia Rinvenimenti preistorici e archeologici di una certa importanza (ripostiglio di bronzi della prima età del ferro al Benvenuti, resti murari, oggetti e molte monete romane ecc. al Brusal dove la tradizione pone il primitivo paese andato distrutto da un incendio), dimostrano l antichità del luogo quale centro abitato, posto all incrocio di strade importanti e in corrispondenza della chiusa dell Adige, nel Medioevo presidiata da una considerevole concentrazione fortificata: castelli di Beseno, Pietra, Nomi e Barco e rispettivi Murazzi. Fu perciò punto strategico medioatesino, teatro di aspre battaglie. La più celebre di tutte fu quella combattuta il 10 agosto 1487 tra l esercito veneto comandato dal capitano di ventura Roberto di Sanseverino e due sparute colonne trentine guidate da Kappler e da Pietrapiana. L una per la via del piano (pattuglie veneziane si erano spinte fino all Acquaviva) l altra per la via del monte piombarono sul mastodontico esercito veneto, che stava predisponendosi per marciare verso Trento, cogliendo di sorpresa e mettendolo in rotta. Nella battaglia perì affogando nell Adige lo stesso Sanseverino. Circa 6000 Veneti (in gran parte mercenari) perirono o furono catturati.

24 Nel 1796 i luoghi furono teatro della prima invasione napoleonica del Trentino e della conseguente ritirata. Da una cronaca manoscritta inedita del Libro dei battezzati di Cavèdine ( ) sotto il 2 novembre 1796 si apprende: Li francesi con una collana venendo dalla Giudicarla, e passando da Ballino venero il di 3 settembre 1796 ad accamparsi nella campagna fra Arco e Riva. Il giorno dopo andarono per Mori a Rovereto, e nel istesso tempo venne un altra collana dalla parte di Verona, et attacò li Austriaci apostati a Marco ed andarono per Val Lagarina tutte e due le armate unite sotto la condotta del Generale Napoleone Bonaparte; quindi il di 5 li francesi arrivarono in Trento di mattina, e costrinsero li Austriaci a ritrarsi fino sopra Lavis. Mantenero l istessa posizione per lo spacio di due Mesi sempre scaramuciando dalla arte di S. Michele, e Cembra. Li 4 novembre furono dalli Austriaci attaccati in Cadine essendo venuti dal Val di Non per Molveno, e li francesi bruciarono il Ponte di S. Loenzo; nel istesso giorno furono attaccati dalla parte di Cembra con l istesso felice successo. Nel giorno poi cinque slogiarono da Trento, e vi entrarono li Austriaci circa l istessa ora che vi entrarono li francesi li 5 settembre; furono dalli Austriaci inseguiti e fra Besenello e Calliano si batterono per due giorni continui. Li 6 sono stati anche slogiati da Riva e Torbole, e la notte del 7 novembre e l 8 novembre li francesi sono stati costretti dopo molta perdita di uomini e canoni e bagalli a ritirarsi fuori dai confini del Tirollo Nel gennaio 1801 un reparto austriaco comandato dal gen. Laudon tenne testa ai Francesi riuscendo abilmente a sganciarsi. Altro combattimento si svolse il 26 ottobre 1813 tra i Francesi di Giflenga e gli Austriaci del Fenner.

Montemagno: cenni storici

Montemagno: cenni storici Montemagno: cenni storici Il paese di Montemagno ha molto probabilmente origini romane piuché si conoscce l esistenza di un villaggio, Manius, presente su questo territorio. Le prime testimonianze scritte

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra

Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra Dalla Guerra alla Pace Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra Rovereto e Vallagarina Folgaria Lavarone e Luserna Trento Rovereto e Vallagarina Attraversata durante

Dettagli

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova Salienti pietra Facciata Campanile Pietra bianca Bifore vetro Rosone Pietra bianca e vetro Contrafforti pietra rossa chiara Lunetta affresco Portale

Dettagli

Le Frazioni di Todi: Ponterio

Le Frazioni di Todi: Ponterio Le Frazioni di Todi: Ponterio La località era chiamata Villa del Ponte di Rivo per la presenza di un ponte che in questo punto attraversa il torrente Rio e di cui si hanno notizie già dal 1341. La vicinanza

Dettagli

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso La chiesa di San Bernardo a Monte Carasso si trova sulle pendici della montagna (600 ms.m). La chiesa romanica (fine XI inizio XII sec.) presentava

Dettagli

Trento. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano

Trento. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano Snodandosi attraverso le colline del Meanese, immerso tra vigneti, luoghi d arte e antiche chiesette, il percorso trasmette il fascino

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com FERRARA Città d arte e della bicicletta. BATTAGLIE STORICHE Ferrara, per la sua posizione strategica è stata coinvolta in molte battaglie, famosa rimane la guerra di Ferrara ( del 1308 ) tra la repubblica

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

Struttura del castello I fossati

Struttura del castello I fossati P robabilmente il castello ebbe origine come ampliamento delle torri che erano costruzioni molto massicce, isolate e situate di solito in posti strategici. I castelli erano circondati da possenti mura

Dettagli

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 16 PdS Piano dei Servizi Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA Già nel 1882 la Val Resia era militarmente vincolata agli imperi Austro-Ungarico e Tedesco. Data la sua collocazione sulla linea di confine, la Val Resia era considerata un

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

Vendrogno e le sue 13 chiese

Vendrogno e le sue 13 chiese Vendrogno e le sue 13 chiese Sono ben 13 le chiese nel territorio del comune di Vendrogno. Partendo dal nucleo del paese e seguendo un itinerario che si snoda attraverso tutte le frazioni, si possono incontrare

Dettagli

LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni

LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni La fortezza di confine Altfinstermünz si trova in una gola del fiume Inn, sotto la strada di Resia, presso la localitá di Hochfinstermünz. In questo

Dettagli

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi.

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. 1 2 3 La Cattedrale di Padova La Cattedrale rappresenta il cuore e l espressione più viva

Dettagli

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione L Ospedale Maggiore, oggi Università Statale di Milano Monumentale complesso ospedaliero chiamato popolarmente dai milanesi Ca Granda, fondato nel 1456 da Francesco Sforza, duca di Milano e dalla moglie

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Beni culturali SCHEDA DI DOCUMENTAZIONE N 13 L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Posizione Si trova in contrada Omerelli, all estremità nord del centro storico di San Marino. Epoca Risale ai secoli XVI e XVII.

Dettagli

Storia del Comune di Casapulla

Storia del Comune di Casapulla Storia del Comune di Casapulla Superficie: 2,88 Kmq Altezza s.l.m.: 46 mt Abitanti: 8.636 Densità: 2.998,61 ab./kmq Latitudine: 41 4' 32,82'' Longitudine: 14 17' 24,63'' Prefisso telefonico: 0823 C.A.P.:

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo) A cura di A. Scolari Marcellise alto: itinerario lungo (Marcellise, Borgo, Casale, Cao di sopra, Casale di Tavola, San Briccio, Marion, Borgo, Marcellise). Dislivello m 205, tempo h 3.00'. Percorso facile.

Dettagli

La Cella di Talamello

La Cella di Talamello La Cella di Talamello Posta a metà strada fra la residenza vescovile di campagna e quella entro le mura, la Cella venne eretta e decorata per volontà del vescovo di Montefeltro mons. Giovanni Seclani frate

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Il centro storico di Castellaneta

Il centro storico di Castellaneta Il centro storico di Castellaneta La parte più antica di Castellaneta si trova sul punto più alto, il colle Archinto (241 metri s. l. m.) ed è circondato da due lati dalla gravina. Il centro storico mantiene

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

CHIGIANO IL BORGO ROSA

CHIGIANO IL BORGO ROSA CHIGIANO IL BORGO ROSA Un angolo di serenità tra le colline marchigiane Vista del borgo dalla strada provinciale Siamo nelle Marche, tra le colline dell Appennino, a 40 minuti dal mare Adriatico e altrettanti

Dettagli

Architettura plateresca

Architettura plateresca SALAMANCA Geografia e storia Geografia 800 m s.l.m. 190.000 abitanti ca. Regione della Castilla y Leon Sulle rive del fiume Tormes È stata colonia romana (rimane il ponte) 712 invasa dagli Arabi e riconquistata

Dettagli

VIAGGIO IN BICI DALLE DOLOMITI AL LAGO DI GARDA

VIAGGIO IN BICI DALLE DOLOMITI AL LAGO DI GARDA VIAGGIO IN BICI DALLE DOLOMITI AL LAGO DI GARDA Viaggio in bici lungo i fiumi RIENZA, ISARCO E ADIGE (ca. 265 km, 07 giorni / 06 notti, viaggio individuale) DESCRIZIONE Dalle Dolomiti del Nord-Est questo

Dettagli

LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA

LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA 2 1_Grada / su Cancello Grada In seguito ad accordi con alcuni privati, nel 1208 il Comune di Bologna fece costruire una nuova

Dettagli

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM 28-11-2011 0:18 Pagina 125 Parte seconda Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM

Dettagli

Itinerario storico-naturalistico

Itinerario storico-naturalistico Itinerario storico-naturalistico La mappa del percorso Baluardi di Ponente: il camminamento che segue il sito degli antichi baluardi, che delimitavano la città sul lato nord-ovest, permette di osservare

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia Isola di Ortigia Isola di Ortigia costituisce la parte più antica della città di Siracusa. Il suo nome deriva dal greco antico ortyx che significa quaglia. È il cuore della città, la prima ad essere abitata

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario Itinerario Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi

Dettagli

PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE

PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE Rif 698 - CASTELLO PIACENTINO Trattativa Riservata PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE Piacenza - Piacenza - Emilia-Romagna www.romolini.com/it/698 Superficie: 3150 mq Terreno: 5 ettari Camere:

Dettagli

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

PGT. 16 PdS CORANA SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI. Fascicolo. Piano dei Servizi

PGT. 16 PdS CORANA SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI. Fascicolo. Piano dei Servizi COMUNE DI CORANA PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 005, n 1 16 PdS Piano dei Servizi Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI SINDACO

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

RESIDENCE BOSCOVERDE

RESIDENCE BOSCOVERDE RESIDENCE BOSCOVERDE LOCATION L antico insediamento rurale e situato a Gliera, nel Comune di Livinallongo del Col di Lana (1.470 m), proprio nel cuore autentico delle Dolomiti, all estremità dell Alto

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime Contestualizzazione: La guerra ha prodotto anche un esaltazione di se stessa (attraverso la propaganda di

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

Minetti Immobiliare Piazza della Vittoria 4/12 Genova Tel. +39 0105705478 www.minettimmobiliare.com info@minettimmobiliare.com

Minetti Immobiliare Piazza della Vittoria 4/12 Genova Tel. +39 0105705478 www.minettimmobiliare.com info@minettimmobiliare.com BUSSANA Bussana, frazione di San Remo, è un paesino lungo la riviera ligure dei fiori costruito su un colle che cresce direttamente dal mare! La Bussana di oggi viene anche chiamata "Bussana Nuova"...

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

ITINERARIO 1. Sito UNESCO Orto Botanico dell Università di Padova ; Centro storico di Padova; Anello fluviale di Padova e Mura storiche.

ITINERARIO 1. Sito UNESCO Orto Botanico dell Università di Padova ; Centro storico di Padova; Anello fluviale di Padova e Mura storiche. ITINERARIO 1. Sito UNESCO Orto Botanico dell Università di Padova ; Centro storico di Padova; Anello fluviale di Padova e Mura storiche. Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it

Dettagli

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como *MUSEI E MONUMENTI MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO P. GIOVIO : contiene reperti archeologici di età preistorica, protostorica, egizia, etrusca e romana. MUSEO CIVICO STORICO G. GARIBALDI : raccoglie testimonianze

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE COMUNE DI PIETRACAMELA Versate teramano del Gran Sasso d Italia PROGRAMMA DI FABBRICAZIONE NORME TECNICHE Pietracamela lì 25.5.1971 Il Progettista Dott. Ing. Mario Dragone Comune di Pietracamela Piano

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

Percorso della guerra

Percorso della guerra Percorso della guerra Il percorso si snoda attraverso i territori dei cinque comuni ripercorrendo i principali eventi bellici che li hanno interessati. E un percorso adatto ad essere esplorato in più giorni,

Dettagli

Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza

Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza Cavalieri di Malta Posta nella piazzetta dei Cavalieri

Dettagli

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita. 1150 m 15 km. 5 h (senza soste)

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita. 1150 m 15 km. 5 h (senza soste) Monte Rotondo dal Santuario di Macereto Monti Sibillini DATA ESCURSIONE: 29 Giugno 2015 ORA PARTENZA: 8.30 RITROVO: DISLIVELLO: DISTANZA: DIFFICOLTA TECNICA: Ussita 1150 m 15 km EE DURATA: ACCOMPAGNATORE:

Dettagli

OGGETTO ANALISI STORICA

OGGETTO ANALISI STORICA OGGETTO: RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELL IMMOBILE DI PROPRIETA DELL ASL N 5 SPEZZINO. VECCHIA SEDE DELL OSPEDALE SAN BARTOLOMEO UBICATO IN VIA PACI N 1 A SARZANA. Localizzazione edificio ANALISI STORICA

Dettagli

La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!!

La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!! La Vostra Casa per le Vacanze a Basso Consumo Energetico nel Posto più Bello!!! Chalet di Montagna progettati in CLASSE A+ sulle Piste da Sci Per informazioni: PERGHER COSTRUZIONI Via Luigi Cadorna n.

Dettagli

La ciclabile della Valsugana

La ciclabile della Valsugana 9 L'angolo d'italia di Roberta Furlan La ciclabile della Valsugana FOTO DI Paolo Castelani Maurizio Severin L'angolo d'italia parte dalla Germania, seguendo il tracciato dell antica strada romana. Il Lago

Dettagli

Palazzo dei Vicari Scarperia

Palazzo dei Vicari Scarperia Palazzo dei Vicari Scarperia Scheda Tecnico - Congressuale Sede Legale: Via de Bastioni, 3 50038 Scarperia e San Piero (FI) Tel. 055-8568165 Fax. 055-8468862 informazioni@prolocoscarperia.it www.prolocoscarperia.it

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

VIA GARIBALDI INGRESSO

VIA GARIBALDI INGRESSO VIA GARIBALDI INGRESSO IL PERCORSO DI VISITA Il museo storico della Società Reale Mutua di Assicurazioni è frutto di una selezione del materiale documentale più rappresentativo custodito nell archivio

Dettagli

Le linee ferroviarie di Trieste

Le linee ferroviarie di Trieste Le linee ferroviarie di Trieste Trieste è da sempre una città porto cosmopolita, ricca di scambi, di afflussi di merci e di commercianti da tutto il Mediterraneo: basti pensare che fino a 5 anni fa era

Dettagli

VILLA ANGELICA. (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba

VILLA ANGELICA. (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba VILLA ANGELICA (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba La villa Angelica, utilizzata da lord Hamilton per le sue escursioni sul Vesuvio, si trova tra Torre del Greco e Torre Annunziata, al numero civico

Dettagli

LIONS CLUB VALLECAMONICA 25043 BRENO (Brescia)

LIONS CLUB VALLECAMONICA 25043 BRENO (Brescia) Domenica 13 settembre 2015 Meeting Rivivere la Grande Guerra Cari Amici Lions, il Lions Club di VALLECAMONICA ha il piacere di informarvi che quest anno svolgerà il meeting di apertura della nuova annata

Dettagli

PERCORSO DANTESCO A VERONA

PERCORSO DANTESCO A VERONA PERCORSO DANTESCO A VERONA In giro per Verona sulle orme di Dante SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CAVALCHINI - MORO PIAZZA BRA Al tempo di Dante non esistevano i palazzi che vediamo ora, c'erano solo

Dettagli

costruitevi il vostro evento

costruitevi il vostro evento In questa brochure vogliamo parlarvi dei nostri spazi, delle nostre persone, del nostro ambiente. Poi, immaginate voi cosa potrete fare dentro questa straordinaria struttura e cominciate a costruirlo.

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE I CAVALLI La prima guerra mondiale sfruttò moltissimo gli animali; cani, asini, muli, cavalli e piccioni vennero largamente usati nelle operazioni militari, in un

Dettagli

DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA

DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA 1 Villa Elisa in Mira- Riviera del Brenta Venezia progetto architetto Arnaldo Abate Città: Mira Provincia: Venezia Prezzo richiesto : 1.200.000,00 Proprietario : privato

Dettagli

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI Ci sono diversi itinerari di Canyoning, Arrampicata e Trekking nella zona attorno al Lago di Garda e Lago d'idro, tra Lombardia, Trentino e Veneto. Proponiamo uscite con Guide Alpine per il Canyoning e

Dettagli

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia NOVE DA FIRENZE www.nove.firenze.it http://www.nove.firenze.it/levoluzione-della-cartografia-militare-dai-lorena-ai-savoia.htm L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia sabato 07 novembre

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Passeggiandoinbicicletta.it

Passeggiandoinbicicletta.it Passeggiandoinbicicletta.it Percorso ad anello da Mantova a San Benedetto Po, su pista ciclabile e lungo gli argini del Mincio e del Po. Partendo da Mantova, un ampio giro nella pianura Padana e sugli

Dettagli

finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi

finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi A.A. 2012-2013 Corso di Consolidamento degli edifici storici Prof. Paolo Faccio finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi 1. La Rustica e il cortile

Dettagli

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente GARIBALDI A PALERMO Giuseppe Cesare Abba nella sua Storia dei Mille fornisce un racconto dettagliato degli incredibili giorni che segnarono la fine del dominio borbonico a Palermo. Dopo lo sbarco a Marsala

Dettagli

Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal punto di vista artistico sia dal punto di vista politico.

Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal punto di vista artistico sia dal punto di vista politico. Di Valeria Scarciafratte Il Palazzo del Quirinale è la residenza ufficiale del presidente della Repubblica Italiana. Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal

Dettagli

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni) Ecologico Tours Via Sacro Tugurio 30A 06081 Rivotorto di Assisi Tel. 075 4650184 E-mail: info@ecologicotours.it www.ecologicotours.it www.meravigliosaumbria.com P.I. 02417390545 Grande Traversata della

Dettagli

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Cripta dello Spirito Santo

Dettagli

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista 37030 Bolca VRwww.bolca.it

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista 37030 Bolca VRwww.bolca.it PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista 37030 Bolca VRwww.bolca.it - tel. 346 5446353 I NUOVI SENTIERI NEL TERRITORIO DI BOLCA La Pro Loco di Bolca, aderendo alle richieste dei turisti di poter conoscere,

Dettagli

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13 Scheda N. 347 Deposito Museale archeologico Destinazione Attuale : Deposito Museale di Oppeano Comune Oppeano Localita Via Roma 13 Datazione Unico ambiente ubicato all'interno della Biblioteca comunale

Dettagli

150.000,00. Rif 0348. Vecchia Cantina in vendita. www.villecasalirealestate.com/immobile/348/vecchia-cantina-in-vendita

150.000,00. Rif 0348. Vecchia Cantina in vendita. www.villecasalirealestate.com/immobile/348/vecchia-cantina-in-vendita Rif 0348 Vecchia Cantina in vendita www.villecasalirealestate.com/immobile/348/vecchia-cantina-in-vendita 150.000,00 Area Comune Provincia Regione Nazione Torrita di Siena Siena Toscana Italia Superficie

Dettagli

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE Con il Patrocinio di:» Le Delegazioni FAI della Regione Molise ringraziano Controllare

Dettagli

IL CANALE BISATTO (Roberto)

IL CANALE BISATTO (Roberto) IL CANALE BISATTO (Roberto) LA STORIA Fu scavato dal 1143 al 1188 dai vicentini, in guerra con Padova, per privare la città dell acqua del fiume Bacchiglione, indispensabile per la navigazione esterna

Dettagli

Rientro in albergo. Cena in ristorante: il pullman accompagnerà. Vienna (l Opera)

Rientro in albergo. Cena in ristorante: il pullman accompagnerà. Vienna (l Opera) Nel primo pomeriggio 1 incontro con la guida. Nell arco dei due incontri avremo modo di vedere il Ring, la più famosa arteria di Vienna, sulla quale si affacciano fastosi palazzi barocchi; lo Hofburg,

Dettagli