Sentenza n. 6098/2015 pubbl. il 14/05/2015 RG n /2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sentenza n. 6098/2015 pubbl. il 14/05/2015 RG n. 13111/2012"

Transcript

1 N. R.G /2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA B Il Tribunale, in composizione collegiale nelle persone dei seguenti magistrati: dott. ELENA RIVA CRUGNOLA dott. MARIANNA GALIOTO dott. ANGELO MAMBRIANI ha pronunciato la seguente SENTENZA Presidente Relatore Giudice Giudice nella causa civile di primo grado iscritta al n. r.g /2012 promossa da: UNIC INSULATION SRL IN LIQUIDAZIONE (C.F ), con il patrocinio dell avv. PASQUALE MANTELLO (MNTPQL66P09D086T) del Foro di Cosenza, elettivamente domiciliato presso l avv. FABIO DEL RE (C.F. DLRFBA69B07B180E) in Milano, Via Massena 4; ATTRICE contro OSCAR RICCARDO ROMBOLOTTO (C.F. RMBSRR46M07L736D), con il patrocinio dell avv. GIUSEPPE BRUNO ROMEO (C.F. RMOGPP39H10E239T) del Foro di Milano e presso lo stesso elettivamente domiciliato; CONVENUTO Le parti hanno concluso come segue: per l'attrice: CONCLUSIONI Voglia l adito Tribunale, ogni avversa istanza ed eccezione disattesa, così decidere: 1) preliminarmente, si insiste per la reiezione di ogni avversa eccezione preliminare ed, in particolare, dell'avversa censura di nullità della citazione per asserita indeterminatezza del petitum, all'uopo richiamando le ragioni confutative dedotte in atti ed i rilievi contenuti in Ordinanza del 30/10/2012 in cui si legge: dal complessivo tenore dell'atto di citazione il petitum risarcitorio pare compiutamente determinabile in riferimento al lamentato crollo del volume di affari dell'attrice e della perdita di ogni redditività futura ; 2) si insiste, altresì, nella domanda di accertamento e declaratoria della responsabilità giuridica in cui è incorso il sig. Rombolotto Oscar Riccardo per aver violato e trasgredito i doveri di Amministratore della Unic Insulation e per aver, dolosamente e per proprio interesse e profitto personale, posto in essere in esecuzione ad un medesimo disegno fraudolento molteplici atti e fatti illeciti, nonché ingannevoli azioni ed omissioni, tutti protesi e finalizzati, per un verso, ad pagina 1 di 15

2 impedire ed osteggiare la corretta distribuzione e commercializzazione dell isolante per l edilizia Unic 14 prodotto dalla Società attrice sul mercato tedesco ed estero e, per altro verso, alla fraudolenta organizzazione, gestione e commercializzazione di una parallela linea di produzione e contraffazione di detto prodotto, distribuito poi sul mercato in sostituzione dell originale, sino ad addivenire, unitamente ad altri soggetti, alla costituzione di Società di diritto tedesco che hanno fagocitato la Società italiana, appropriandosi di fatto della produzione, del marchio e della clientela della stessa, con grave ed irriversibile pregiudizio della Unic Insulation, per questo, infine, costretta a dismettere l attività e l azienda ed ad essere posta in liquidazione; 3) per l effetto, si domanda la condanna del sig. Rombolotto a risarcire l istante Società di tutti i danni, patrimoniali e non a tal guisa cagionati e, comunque, eziologicamente imputabili e connessi alla illecita condotta del convenuto, che si possono sin d'ora quantificare - con riferimento al documentato crollo di volume di affari e redditività ed all'esponenziale incremento dell'esposizione debitoria passata da ,00 nel 2009 agli ,00 del 2010 in un danno emergente consolidato di importo non inferiore ad ,00; oltre all'ulteriore danno da mancato guadagno e da perdita economica d'impresa per i mancati utili e profitti economici attuali e futuri a far tempo dalla messa in liquidazione della Società, da valutare e determinare in relazione ed in rapporto ai paralleli risultati economici e patrimoniali realizzati a far tempo dal 2010 dalle Società di diritto tedesco (Unic Deutschaland e ISUM gmbh) co-fondate e partecipate dal Rombolotto e che, dietro l'illecito impulso e guida di questi, si sono appropriate del prodotto e della clientela della Unic Insulation, di fatto sostituendola nel mercato tedesco. E per la compiuta quantificazione di detta componente di danno da lucrum cessans si rinvia necessariamente ai Bilanci Unic Deutschalad gmbh ed ISUM gmbh di cui è stata formalmente chiesta l'acquisizione. In via istruttoria: insiste, innanzitutto, nella chiesta ammissione dell'accordo transattivo intercorso tra Unic Insulation e FinK Gmbh, depositato con relativa traduzione giurata in atti come doc. 28) Fascicolo Attore, in quanto vertente sulle medesime vicende sub Judice e pure oggetto di richiesta di prova di ambedue le parti, nonchè per essere stato sottoscritto dalle medesime persone (Armin te Neues ed Elmar te Neues), soci del Rombolotto nelle Società di diritto tedesco sùidentificate, indicate come testimoni sia da parte attrice che da parte convenuta; come pure, sotto altro verso, a riprova e conferma dell'originalità del documento e segnatamente della data di sottoscrizione del 5/9/2013, insiste per la domandata audizione come teste dell'avv. Mario Maggiore del Foro di Milano che ha seguito per conto dell'attrice la trattativa con la Fink; insiste, anche, nel domandato ordine al convenuto di esibizione ex art. 210 c.p.c. dei Bilanci Unic Deutschalad gmbh anni ed ISUM gmbh anni 2011 e seguenti, all'uopo evidenziando che di entrambe dette Società il Rombolotto risulta socio ed Amministratore per cui ha la certa disponibilità di detti documenti, e che si tratta di atti necessari al fine di assumere contezza e prova dei risultati economici e patrimoniali conseguiti dalle due sùccitate Società di diritto tedesco costituite dal Rombolotto in Germania per sostituire illecitamente in quel mercato la Società italiana, e sulla scorta dei quali poter quantificare il chiesto risarcimento da mancato guadagno; ed, infine, insiste nella prova per testi articolata in Memoria Attrice 183, co. 6, n. 2) c.p.c. del 27/12/2012 e con i testi ivi indicati, ad eccezione dei capitoli sub 1) 2) 3) 10) 11) e 16) in quanto espressamente riconosciuti come pacifici da controparte all'udienza del 3/6/13; nonché ripropone, nell'ipotesi di reiterazione delle istanze istruttorie di controparte, le ragioni pagina 2 di 15

3 oppositive già esposte in Memoria Attrice 183, co. 6, n. 2) c.p.c. del 27/12/2012 a pag. 6 della stessa. Con vittoria di onorari, competenze e spese di giudizio." per il convenuto: "A) In via preliminare: 1) accertare e dichiarare la nullità ex art. 163, comma 3, n. 3) e n. 5) c.p.c. e ex art. 164, comma 4 c.p.c., dell atto di citazione notificato dalla Unic Insulation S.r.l. in liquidazione al Signor Oscar Riccardo Rombolotto il 16 febbraio 2012 ( all. A ), stante l assoluta indeterminatezza del petitum, non avendo la Unic Insulation S.r.l. in liquidazione indicato i titoli dai quali la domanda trae fondamento né gli elementi necessari per la quantificazione del presunto danno sofferto che è rimasto totalmente indeterminato e indeterminabile, con conseguente impossibilità del convenuto Rombolotto di formulare in via immediata ed esauriente le proprie difese. B) In via principale e nel merito: 2) respingere tutte le domande formulate dalla Unic Insulation S.r.l. in liquidazione nei confronti del Signor Oscar Riccardo Rombolotto poiché infondate in fatto ed in diritto per le ragioni ampiamente esposte nella comparsa di costituzione e risposta del 18 settembre 2012, non essendo, in particolare, il prodotto italiano Unic 14 coperto da alcun brevetto e, in ogni caso, in quanto totalmente sfornite di prova. Con vittoria di spese e compensi professionali della presente causa, oltre IVA, CPA e rimborso spese forfettarie. C) In via istruttoria: I) Si chiede l ammissione dei capitoli di prova di seguito formulati, da assumersi ai sensi del Regolamento CE n del 28 maggio 2001 o, subordinatamente, mediante rogatoria internazionale ex art. 204 c.p.c., presso i Tribunali di seguito indicati: 1) vero che il Signor Oscar Riccardo Rombolotto ha collaborato dal 2005 al 2006 con la YBS Insulation, con sede in Creswell, Deryshire S80 4Aj, Gran Bretagna, occupandosi della commercializzazione sui mercati tedesco e polacco dell isolante termico multistrato Super Quilt ( doc. 1); - testimoni: Signor Jürgen Keller, Signor Wolfgang Kramer, Signor Michael Abel; Signor Gerd Geissel; Dott. Veit Müller. 2) vero che il convenuto Rombolotto ha, inoltre, collaborato dal 2004 al 2005 con LPS Tecniche di imballaggio Gmbh, con sede in Handenberg, Austria, occupandosi della vendita sempre sul mercato tedesco di un isolante termico multistrato composto da fogli con bolle d aria denominato Lu..po.Therm B 2+8 (doc. 2); - testimoni: Signor Jürgen Keller, Signor Wolfgang Kramer, Signor Michael Abel; Signor Gerd Geissel; Dott. Veit Müller. 3) vero che il convenuto Rombolotto ha fornito alla società attrice tutte le proprie conoscenze tecniche in materia, indicando, in particolare, la composizione materica del prodotto ed i procedimenti di lavorazione nonché le strumentazioni necessarie per la fabbricazione dello Unic 14 ; - testimoni: Signor Jürgen Keller, Signor Wolfgang Kramer, Signor Gerd Geissel; Dott. Veit Müller. 4) vero che il convenuto ha, inoltre, individuando la Finck & Co. Gmbh quale società logistica per lo stoccaggio del prodotto italiano Unic 14 nei propri magazzini e per la distribuzione dello stesso in pagina 3 di 15

4 Germania; - testimoni: Signor Jürgen Keller, Signor Wolfgang Kramer, Signor Gerd Geissel; Dott. Veit Müller; Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues. 5) vero che sempre il convenuto ha procurato e gestito i contatti con il cliente Supermercati OBI in Germania; - testimoni: Signor Jürgen Keller, Signor Wolfgang Kramer, Signor Gerd Geissel; Dott. Veit Müller. 6) vero che il prodotto Unic 14 fabbricato dall attrice ha titolo per la commercializzazione sul mercato tedesco unicamente quale barriera al vapore con impiego nei sottotetti in legno, per impedire la formazione di umidità nociva al legno (doc. 6 e 10); - testimone: Ing. Stephan Bloch. 7) vero che i test ignifughi eseguiti dall MPA/Università di Stoccarda il 28 giugno 2007 ( doc. 3 ) e dall MPA NRW di Erwitte il 27 ottobre 2009 su otto campioni di prodotto italiano Unic 14 e, successivamente, dal 14 al 18 gennaio 2010, su altri sei campioni di tale prodotto ( doc. 4 ), hanno avuto risultati negativi, per mancata resistenza al fuoco dei campioni sottoposti ai test ( doc. 3 e 4 ); - testimone: Ing. Stephan Bloch. 8) vero che, all inizio del 2010, il convenuto Rombolotto ha informato i soci Franco Rota e Giuliano Ciotti e il figlio di quest ultimo, Nicola Ciotti, dell intenzione di costituire una società in Germania per la commercializzazione di un isolante termico multistrato per l edilizia, riservando una quota di partecipazione gratuita alla Unic Insulation S.r.l. nella predetta costituenda società, pari al 5% del capitale sociale ( doc. 7); - testimoni: Signor Aurel Rudolf - Von Beckerath; Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues. 9) vero che i predetti soci Franco Rota e Giuliano Ciotti hanno aderito alla suindicata proposta del convenuto, riservando, pertanto, Rombolotto, con scrittura notarile del 26 marzo 2010 ( doc. 7 ), alla Unic Insulation S.r.l. la quota del 5% del capitale sociale della costituenda società, poi rifiutata dai soci; - testimoni: Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues; Signor Aurel Rudolf - Von Beckerath. 10) vero che il convenuto Rombolotto, in occasione della Fiera di Francoforte del settore tessile del gennaio 2010, ha incontrato alla presenza del Signor Aurel Rudolf - Von Beckerath, il Signor Franco Rota, socio della Unic Insulation, ed in tale occasione ha discusso con lo stesso dell esito negativo dei test eseguiti sui campioni di Unic 14 presso l MPA Università di Stoccarda ( doc. 3 ) e presso l MPA NRW di Erwitte il 27 ottobre 2009 su otto campioni di prova ( doc. 4 ). - testimone: Signor Aurel Rudolf - Von Beckerath. 11) vero che la Finck & Co. Gmbh con sede in Krefeld ( Germania ) è sempre stata una società logistica per lo stoccaggio e la distribuzione delle merci e che mai si è interessata di produzione di isolanti termici prima della costituzione della Unic Deutscheland Gmbh; - testimoni: Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues. 12) vero che la società ISUM Gmbh commercializza sul territorio tedesco il prodotto Isum MF 14 fabbricato in Germania dalla società Lehn Tex Steppdesign Gmbh, quale isolante termico multistrato nel campo dell edilizia e delle costruzioni; - testimoni: Signor Klaus Lehnen; Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues. 13) vero che l isolante termico multistrato Isum MF 14 ha superato i test di resistenza al fuoco pagina 4 di 15

5 previsti dalla normativa tedesca, conseguendo, per l effetto, in data 20 aprile 2011 (doc. 9), l autorizzazione per la commercializzazione come isolante termico dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Edili; - testimoni: Signora Hiede Müller; Ing. Andreas Zegowitz; Signor Elmar te Neues; Signor Armin te Neues. 14) vero che il prodotto tedesco Insum MF14 viene sottoposto a controllo semestrale da parte dell Istituto tedesco Fraunhofer (doc. 13 ), ente di diritto pubblico, per verificare l attualità dei requisiti tecnici iniziali di tale prodotto cui è stata rilasciata, in data 20 aprile 2011, dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni edili, l autorizzazione ( doc. 9 ) alla commercializzazione quale isolante termico per le costruzioni. - testimoni: Ing. Andreas Zegowitz; Signora Hiede Müller. 15) vero che, in data 26 maggio 2010, il convenuto Rombolotto si è recato unitamente ai soci Franco Rota e Giuliano Ciotti presso la sede centrale dei Supermercati OBI a Wermelskirchen ( Germania ), essendo stati i predetti soci ivi convocati dal dott. Klaus Helnerus, dirigente della menzionata catena di supermercati, alla quale l Associazione professionale dei produttori di lana di roccia, aveva inviato, per conoscenza, copia della lettera del 17 maggio 2010 ( doc. 10 ), di diffida della società attrice alla vendita del prodotto italiano Unic 14 quale isolante termico per l edilizia sul territorio tedesco; - testimone: dott. Klaus Helnerus; 16) vero che, in tale occasione, il dott. Klaus Helnerus ha esibito a Rombolotto e ai preindicati soci copia della menzionata lettera della Associazione Professionale delle Imprese di lana di roccia ( doc. 10 ), domandando se il prodotto italiano Unic 14 venduto dalla OBI nei propri supermercati aveva ottenuto dall Istituto tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Edili, l autorizzazione alla commercializzazione come isolante con impiego nelle costruzioni ; - testimone: dott. Klaus Helnerus; 17) vero che, ricevuta risposta negativa alla suindicata domanda da parte di Rombolotto e dei soci Franco Rota e Giuliano Ciotti, il dott. Klaus Helnerus ha chiesto l immediato ritiro da parte della Unic Insulation S.r.l. di tutta la merce ancora invenduta presente nei propri magazzini, interrompendo immediatamente la commercializzazione del prodotto italiano Unic testimone: dott. Klaus Helnerus; 18) vero che, con lettera dei Supermercati OBI alla Unic Insulation del 2 giugno 2010 ( doc. 20 ), la predetta catena di Supermercati ha chiesto formalmente alla società attrice di ritirare il prodotto italiano Unic 14 presente nei propri magazzini entro e non oltre il 30 giugno 2010, mancando dell autorizzazione alla commercializzazione quale isolante termico con impiego nell edilizia; - testimoni: dott. Klaus Helnerus; dott. Fred Stöler; 19) vero che, all incontro tenutosi il 7 febbraio 2011, tra il convenuto Rombolotto, il Signor Elmar Te Neus ed i Signori Franco Rota e Giuliano Ciotti, il Signor Elmar Te Neus ha dichiarato che il convenuto ha costituito, in data 7 maggio 2010 ( doc. 12 ), con la partecipazione della Finck Gmbh e del Signor Aurel Von Beckerath, una società denominata Unic Deutscheland Gmbh (doc. 12 attrice) per la commercializzazione sul territorio tedesco del prodotto isolante multistrato per l edilizia, denominato Isum MF 14 ( doc. 13); - testimoni: Elmar Te Neues. Si identificano i preindicati testimoni come segue: - Signor Jürgen Keller, Meerbusch Elstenweg 16, Germania, tribunale competente: Amtsgericht pagina 5 di 15

6 Neuss, Breite Straβe n. 48 D Neuss; - Signor Wolfgang Kramer, 9507 Stettfurt am Sonnenberg 8, Svizzera, tribunale competente: Kantonsgericht Turgau Svizzera; - Signor Michael Abel Dachdeckereinkauf West Hamm Oberster Kamp 6, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Hamm, Borbergstraβe Str. 1, D Hamm; - Signor Gerd Geissel, Düsseldorf Kronprinzenstr. 48, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Düsseldorf, Borbergstrβe 1 Werdener Str. 1, D Düsseldorf; - Dott. Veit Müller Hillebrand Düsseldorf Kaiserswerther Str. 75, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Düsseldorf, Borbergstrβe 1 Werdener Str. 1, D Düsseldorf; - Ing. Stephan Bloch c/o MPA NRW, Auβenstelle Erwitte, Auf den Thränen 2, Erwitte, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Paderborn, Am Bogen n. 2-4, Paderborn; - Signor Elmar Te Neues c/o Finck & Co., Grüner Dky n.7-37, Krefeld, Germania (domicilio: Ossum 1, Meerbusch ); tribunale competente: Amtsgericht Krefeld, Nordwall n. 131, Krefeld; - Signor Armin Te Neues c/o Finck & Co., Grüner Dky n.7-37, Krefeld, Germania (domicilio: Schubertstrasse 19, Krefeld ); tribunale competente: Amtsgericht Krefeld, Nordwall n. 131, Krefeld; - Signor Aurel Rudolf - Von Beckerath, domiciliato in Schbertstrasse 19, Krefeld, Germania; tribunale competente: Amtsgericht Krefeld, Nordwall n. 131, Krefeld; - Signor Klaus Lehnen c/o Lehn Tex Steppdesign Gmbh, Mönchengladbach-Rheydt Schwalmstrasse 206, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Mönchengladbach, Hohenzollernstr. n. 157, Mönchengladbach; - Signora Hiede Müller c/o Deutschess Institut Für Bautechnik, Kolonnenstraβe 30 B, D Berlino, Germania; tribunale competente: Amtsgericht Berlin Mitte, Littenstr. N , 10179, Berlin; - Ing. Andreas Zegowitz c/o Fraunhofer Institut, Nobelstraβe 12, Stuttgart, Germania, tribunale competente: Amtsgericht Stuttgart, Hauffstraβe n. 5, Stuttgart; - dott. Klaus Helnerus c/o Supermercati OBI a Wermelskirchen ( Germania ), tribunale competente: Amtsgericht Wermelskirchen, Brückenweg n. 2-4, Wermelskirchen; - dott. Freud Stöler c/o Supermercati OBI a Wermelskirchen ( Germania ), tribunale competente: Amtsgericht Wermelskirchen, Brückenweg n. 2-4, Wermelskirchen. II) Ci si oppone, inoltre, all ammissione dei capitoli di prova formulati dalla società attrice in citazione ( v. capitoli da n. 1 a n. 20 pagine citazione ), in quanto generici, valutativi e inconferenti ai fini del decidere. Subordinatamente e nell ipotesi in cui i preindicati capitoli di prova venissero ammessi, si chiede l ammissione a prova contraria, da assumersi sempre ai sensi del Regolamento CE n del 28 maggio 2001 o, subordinatamente, mediante rogatoria internazionale ex art. 204 c.p.c., indicando quali testimoni su tutti i suindicati capitoli di prova ad esclusione del n. 1), n. 19) e n. 20): - Signor Elmar Te Neues c/o Finck & Co., Grüner Dky n.7-37, Krefeld (domicilio: Ossum 1, Meerbusch ); - Signor Armin Te Neues, c/o Finck & Co., Grüner Dky n.7-37, Krefeld ( domicilio: Schubertstrasse 19, Krefeld ). III) Istanza di consulenza tecnica d ufficio: Si chiede, inoltre, disporre consulenza tecnica d ufficio da espletarsi ai sensi del preindicato pagina 6 di 15

7 Regolamento CE n del 28 maggio 2001 o, subordinatamente, mediante rogatoria internazionale ex art. 204 c.p.c., in Germania, luogo in cui si sono verificati i fatti in contestazione ed è attualmente commercializzato il prodotto MF 14 della ISUM Gmbh ( nonché è stato venduto, sino alla messa in liquidazione della società attrice, lo Unic 14 dalla stessa prodotto), precisamente a Stoccarda, luogo ove ha sede l Istituto Fraunhofer che ha competenza esclusiva in Germania per l esecuzione dei test di idoneità dei prodotti isolanti termici con impiego nelle costruzioni, al fine di accertare la diversa composizione sostanziale e materica di tali prodotti nonché i diversi possibili impieghi del prodotto MF 14 ( commercializzato dalla predetta ISUM Gmbh in Germania quale isolante termico per l edilizia ) rispetto al prodotto Unic 14 fabbricato e distribuito dalla Unic Insulation S.r.l. sino alla messa in liquidazione della società, sempre sul territorio tedesco, quale guaina-sottotetto. Con riserva di ulteriormente produrre, dedurre, citare testimoni nei modi e termini previsti dalla legge." pagina 7 di 15

8 Concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto della decisione L attrice UNIC INSULATION SRL IN LIQUIDAZIONE (in seguito, per brevità, anche solo UNIC) ha svolto azione di responsabilità ex art c.c. nei confronti del sig. RICCARDO ROMBOLOTTO, o amministratore e socio della srl attrice fino al , per sentirlo condannare al risarcimento dei danni cagionati alla srl a causa degli atti di mala gestio compiuti. A sostegno della propria domanda, l attrice ha esposto che: UNIC è società specializzata nella produzione e commercializzazione di un isolante edilizio multistrato denominato UNIC 14, o distribuito prevalentemente sul mercato tedesco attraverso la catena di supermercati OBI e attraverso la società tedesca FINCK&CO. GMBH (d'ora in avanti anche solo FINCK), alla quale il sig. ROMBOLOTTO, amministratore responsabile della distribuzione all estero, aveva affidato l incarico di spedizioniere; dopo alcuni anni di positiva collaborazione, nella primavera del 2010 UNIC ha contestato alla FINCK alcuni inadempimenti, tra cui: o la mancata restituzione delle bolle rilasciate dai supermercati OBI all atto della consegna della merce (doc. 4); o il reso da parte dei supermercati OBI di prodotti che, sebbene imballati con etichetta e logo UNIC 14, presentavano in realtà una composizione metrica e di strutturazione visibilmente diversa rispetto a quella originale (doc. 5), episodio a seguito del quale: FINCK si è offerta di sostituire i resi contestati con altrettanti rotoli di UNIC 14, ancora giacenti presso i propri magazzini (doc. 10), UNIC ha valutato la possibilità di intraprendere azioni legali nei confronti dello spedizioniere FINCK e dell amministratore ROMBOLOTTO (doc. 7), nel frattempo dimessosi dalla carica il (doc. 8); nel corso di un incontro svoltosi il , il rappresentante legale di FINCK, TE NEUES, ha dichiarato di aver avviato da tempo presso i propri stabilimenti la produzione di un isolante multistrato, da commercializzarsi sul mercato tedesco con l etichetta UNIC 14, dietro espressa autorizzazione del ROMBOLOTTO, il quale, presente all incontro, ha confermato quanto riferito; a seguito di ulteriori indagini, UNIC ha appreso che, in data , era stata costituita una società di diritto tedesco, o inizialmente denominata UNIC DEUTSCHELAND GMBH e poi, dal , ISUM GMBH, o partecipata al 40% dal ROMBOLOTTO, al 40% dalla FINCK e al rimanente 20% da VON BECKERATH, agente intermediario di FINCK, o avente medesimo oggetto sociale della UNIC e attiva nella commercializzazione di un prodotto isolante multistrato, inizialmente denominato UNIC 14 e, successivamente, M 14, con caratteristiche, in tesi attrice, quasi identiche a quelle del prodotto commercializzato da UNIC, senza che vi fosse stata a riguardo alcuna autorizzazione; pagina 8 di 15

9 in data , l assemblea dei soci della UNIC ha deliberato lo scioglimento e la messa in liquidazione della società, o viste le perdite registrate nell esercizio 2010 ( ,00) e l impossibilità di procedere a una fruttifera commercializzazione dei prodotti UNIC 14, da imputarsi in tesi attrice allo sviamento di produzione e di clientela conseguenti all attività di contraffazione della ISUM GMBH; il ROMBOLOTTO sarebbe quindi responsabile verso la società per aver: o indicato come spedizioniere la FINCK, gestita da persone a lui vicine, pur sapendo che tale società non si occupava di spedizioni ma di produzione di laminati e che, quindi, costituiva una potenziale concorrente; o fornito false informazioni alla società, occultando il realizzato plagio industriale e premurandosi di garantire ripetutamente la correttezza dell operato della FINCK; o preordinato un azione di fraudolento sviamento, distrazione e appropriazione di produzione e clientela della società da lui amministrata; o disatteso l incarico di ottenere le autorizzazioni e le licenze necessarie ad operare sul mercato tedesco; o svolto attività concorrenziale tramite una società di nuova costituzione, avente denominazione assai simile a quella dell attrice (UNIC) e attiva nella commercializzazione dei prodotti contraffatti; o determinato in tal modo il crollo dell attività produttiva della UNIC, come emergerebbe da un confronto tra i bilanci (in crescita) e il bilancio 2010, ove è particolarmente significativo l incremento nella voce rimanenze prodotti finiti, contestazioni da cui deriverebbe un obbligo del ROMBOLOTTO a risarcire i danni cagionati alla srl, quantificabili in misura pari a: o le perdite di bilancio e di esercizio registrate nell anno 2010, essendo queste diretta conseguenza della sua condotta infedele; o gli interessi passivi sopportati sugli anticipi bancari di fatture emesse verso OBI e da queste mai pagate a causa della fraudolenta contraffazione dei prodotti UNIC 14, pari a 2.818,65 e 450,00; o gli utili che la società avrebbe con ogni probabilità conseguito in assenza degli illeciti del proprio amministratore, da individuarsi in base ai paralleli utili sviluppati dalla ISUM GMBH, avendo questa fraudolentemente sostituito la UNIC sul mercato tedesco; a nulla potendo rilevare le dimissioni dalla carica di amministratore rassegnate il , data in cui l attività di contraffazione era già stata avviata e la nuova società era già stata costituita. Il convenuto ROMBOLOTTO, costituitosi tempestivamente in giudizio, ha contrastato la domanda avversaria, eccependo: la nullità della citazione avversaria, o non essendovi alcuna precisa quantificazione del danno subito, rimasto del tutto indeterminato e indeterminabile; l infondatezza delle contestazioni avversarie, posto che: pagina 9 di 15

10 o la UNIC, affacciatasi nel 2007 sul mercato dei prodotti isolanti grazie alle conoscenze tecniche del ROMBOLOTTO, ha incontrato notevoli ostacoli nel commercializzare sul mercato tedesco lo UNIC 14, prodotto che, non avendo superato i test ignifughi imposti per legge, non poteva essere commercializzato come isolante ma esclusivamente come barriera al vapore (docc. 3, 4, 5); o i soci di UNIC, informati dell esito dei test ignifughi e della necessità di migliorare il prodotto, sono rimasti indifferenti alle richieste dell amministratore e avevano negato nuovi investimenti; o il ROMBOLOTTO, resosi conto del prevedibile e inevitabile declino della società, in data ha costituito in Germania una nuova società denominata UNIC DEUTSCHELAND GMBH, avendone previamente informato i soci di UNIC, come dimostrato dalla scrittura notarile del , in cui si riservava alla UNIC una quota di partecipazione del 5% al capitale sociale della nuova società (doc. 7); o il prodotto isolante commercializzato dalla nuova società, denominato ISUM MF 14, è sostanzialmente e matericamente diverso dallo UNIC 14 commercializzato dalla UNIC, posto che: il primo è qualificabile come isolante termico destinato all edilizia, avendo superato i test ignifughi ed avendo ricevuto l approvazione dell Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni edili (doc. 8); il secondo può essere commercializzato solo come barriera al vapore ed è quindi rivolto a una diversa tipologia di clientela, come desumibile anche dalla diffida inviata il dalla Associazione professionale delle imprese della lana di roccia alla UNIC, invitata ad interrompere la promozione del proprio prodotto come isolante per l edilizia; o la differenza di qualità dei prodotti, del resto, è dimostrata dalla stessa perizia resa dall incaricato della UNIC sui campioni di MF 14 erroneamente resi da OBI a UNIC INSULATION (doc. 15 attrice), perizia in cui si accerta la differente composizione e consistenza dei due prodotti sia alla vista che al tatto, prodotti che comunque mai sarebbero stati commercializzati con la denominazione di UNIC 14 bensì di ISUM MF 14; o la FINCK è sempre stata una società logistica per lo stoccaggio e la distribuzione delle merci, mai interessatasi alla produzione di isolanti termici prima della costituzione della UNIC DEUTSCHELAND GMBH; o in ogni caso, il prodotto UNIC 14 non è stato registrato all Ufficio europeo brevetti, non potendo tra l altro essere brevettato, trattandosi di prodotto già diffuso e commercializzato da tempo sul mercato europeo ed extra-europeo (docc. 1 e 2); o non vi sarebbe alcuna prova circa il nesso causale che legherebbe la riferita crisi finanziaria della UNIC alla costituzione della UNIC DEUTCHLAND GMBH, crisi che invece deve essere ricondotta all impossibilità per la srl di commercializzare lo UNIC 14 quale isolante nel mercato tedesco dell edilizia. pagina 10 di 15

11 All udienza del , il giudice, considerato il complessivo tenore dell'atto di citazione e ritenuto che dallo stesso il petitum risarcitorio pare compiutamente determinabile, in riferimento al lamentato "crollo" del volume d'affari della attrice e alla perdita per la stessa di ogni reddittività futura; non dà seguito alla eccezione di parte convenuta; assegna alle parti i termini di cui all'art.183 cpc sesto comma. Nelle memorie depositate ai sensi dell art. 183 comma VI cpc, le parti hanno ribadito le proprie difese, in particolare l attrice evidenziando che: l esito dei test ignifughi condotti sull UNIC 14 dall Università di Stoccarda non sono mai stati comunicati ai soci dal ROMBOLOTTO, il quale: o non solo avrebbe ricevuto tali risultati solo il (doc. 4 convenuto), in data quindi successiva alla costituzione della nuova società tedesca, o ma peraltro, ancora nel novembre 2010, continuava ad elargire rassicurazioni circa l avvenuto superamento delle prove fino ad allora eseguite (doc. 22); la diffida della Associazione Professionale delle Imprese di Lana di Roccia è stata ricevuta dal ROMBOLOTTO solo in data (doc. 10 convenuto) ed è stata comunicata alla società solo il , successivamente alla costituzione della nuova società tedesca e all avvio della produzione dell isolante MF 14; la scrittura notarile del , con la quale il ROMBOLOTTO assume di aver riservato alla UNIC una quota di partecipazione del 5% al capitale sociale della costituenda società (doc. 7 convenuto), non è mai stata portata a conoscenza della UNIC, tant è vero che la stessa scrittura risulta sottoscritta dal TE NEUES, amministratore della FINCK, dichiaratosi rappresentante della UNIC; l insuccesso della commercializzazione del rotolo UNIC 14 come prodotto isolante è imputabile al solo ROMBOLOTTO, il quale era stato specificamente incaricato di preparare tutto l occorrente (certificazioni e autorizzazioni comprese) alla vendita dell UNIC 14 sul mercato tedesco come isolante; il ROMBOLOTTO si sarebbe quindi avvantaggiato della carica ricoperta per organizzare la produzione e commercializzazione in proprio di un prodotto contraffatto, come dimostrato: o dalla condotta dello spedizioniere FINCK che, successivamente alla costituzione della nuova società tedesca, avrebbe mancato di restituire le bolle di consegna della merce ai supermercati OBI, al fine di impedire ad UNIC la verifica della distribuzione del proprio prodotto in Germania e, quindi, favorire la produzione della nuova società concorrente; o dal fatto che i rotoli contraffatti resi alla UNIC nel luglio 2010 provenienti dalla società di nuova costituzione si presentavano imballati ed etichettati come UNIC 14, in evidente contraffazione e senza alcuna indicazione della diversa provenienza dei prodotti, chiedendo, in via istruttoria, l ammissione di interrogatorio formale e prova testimoniale su vari capitoli di prova, oltre che l esibizione dei bilanci della UNIC DEUTSCHLAND ed ISUM GMBH dal 2010 in poi. Il convenuto, da parte sua, ha contrastato le deduzioni avversarie evidenziando che: l isolante MF 14 prodotto dalla ISUM GMBH è prodotto sostanzialmente e matericamente diverso dallo UNIC 14 prodotto dall attrice, circostanza questa che escluderebbe: o la configurabilità di qualsiasi operazione di sviamento di clientela, posto che il prodotto MF 14 isolante termico destinato all edilizia è destinato ad un utilizzo e a una clientela diversi pagina 11 di 15

12 rispetto a quelli dello UNIC 14, che invece può essere commercializzato esclusivamente come barriera al vapore con impiego nei sottotetti, o oltre che qualsiasi riconducibilità di tali prodotti alla UNIC; il ROMBOLOTTO si sarebbe comportato con assoluta correttezza e trasparenza posto che, costituita la nuova società il , ha prontamente rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di amministratore il (doc. 8), dopo aver comunque informato i soci dell avvio della nuova attività produttiva (doc. 7); i soci sarebbero stati tempestivamente informati o sia dei risultati negativi dei test ignifughi condotti dall università di Stoccarda (docc. 3 e 4), consegnati anche personalmente al socio ROTA nel gennaio 2010; o sia della diffida inoltrata dall Associazione Professionale delle Imprese di Lana di Roccia, discussa nel corso di una riunione tenutasi il alla presenza dei soci ROTA e CIOTTI presso la sede centrale dei supermercati OBI a Wermelskirchen in Germania, riunione all esito della quale il dirigente della catena di supermercati chiedeva l immediato ritiro dei prodotti UNIC 14 dai propri magazzini, richiesta formalizzata con lettera del (doc. 20) e richiamata dal ROMBOLOTTO nelle missive inviate il (doc. 22) e il (doc. 23); nel corso della riunione del il ROMBOLOTTO non avrebbe mai ammesso di aver avviato la distribuzione di un isolante sotto il nome di UNIC 14, prodotto che invece è denominato ISUM MF 14 come da autorizzazione rilasciata il dall Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni edili; quanto alla mancata restituzione delle bolle di consegna, la FINCK avrebbe tempestivamente risposto alla richiesta della UNIC, provvedendo alla relativa trasmissione dei documenti; quanto ai prodotti resi nel luglio 2010 a UNIC, tali prodotti non recavano imballaggio ed etichette della UNIC 14, posto che il prodotto commercializzato dalla ISUM GMBH si chiama ISUM MF 14; chiedendo, in via istruttoria, l ammissione di prova testimoniale su plurimi capitoli di prova, oltre che la disposizione di consulenza tecnica d ufficio quanto alla composizione materiale dei prodotti. Ammessa quindi la sola prova per interrogatorio formale del convenuto dedotta dall'attrice e prestato tale interrogatorio all udienza del , nella stessa udienza parte attrice ha prodotto un accordo di transazione sottoscritto da sé, dalla FINCK nonchè personalmente da ELMAR TE NEUES e da ARMIN TE NEUES, produzione che autorizzata dal giudice in quanto formatasi successivamente alla scadenza dei termini istruttori, è stata poi sottoposta al contraddittorio delle parti nel corso della successiva udienza del , all'esito della quale il g.i. ha poi ritenuto la causa matura per la decisione data la "ricorrenza di questioni preliminari rilevanti", cosicché le parti hanno precisato le conclusioni nel tenore sopra trascritto. All esito di tale contraddittorio e delle difese conclusionali, reputa il Tribunale che le domande dell attrice non possano essere accolte. In via preliminare, va anzitutto rigettata l eccezione di nullità della citazione per assoluta incertezza del petitum, potendosi a riguardo osservare che: pagina 12 di 15

13 secondo il consolidato orientamento di legittimità, da ultimo espresso da Cass. 1681/2015, la nullità dell'atto di citazione per "petitum" omesso od assolutamente incerto, ai sensi dell'art. 164, quarto comma, cpc, postula una valutazione caso per caso, dovendosi tener conto, a tal fine, del contenuto complessivo dell'atto di citazione, dei documenti ad esso allegati, nonché, in relazione allo scopo del requisito di consentire alla controparte di apprestare adeguate e puntuali difese, della natura dell'oggetto e delle relazioni in cui, con esso, si trovi la controparte ; come già rilevato dal g.i. all udienza del , alla luce del complessivo tenore dell'atto di citazione il petitum risarcitorio dell attrice può essere compiutamente determinato in riferimento al lamentato "crollo" del volume d'affari della UNIC, nonché alla perdita per la stessa di ogni redditività futura, da quantificarsi in misura pari ai paralleli risultati economici e patrimoniali realizzati a far tempo dal 2010 dalle Società di diritto tedesco (Unic Deutschaland e ISUM gmbh), di talché, alla luce delle adeguate e puntuali difese del convenuto sul punto, si può certamente ritenere raggiunto lo scopo concreto di tale requisito. Sempre in via preliminare, va poi ritenuta la ritualità della produzione attorea sub doc , trattandosi di documento che, come già rilevato dal g.i. all udienza del , si è formato successivamente allo scadere dei termini istruttori assegnati alle parti e, come tale, non può ricadere nell'ambito di tali preclusioni. Passando al merito della controversia, va anzitutto delineato il perimetro del presente giudizio, richiamando il contenuto delle domande svolte dall attrice con particolare riferimento a: 1) l addebito contestato al convenuto ROMBOLOTTO; 2) il danno che alla UNIC sarebbe eziologicamente conseguito. In tale ottica d esame, la domanda svolta dalla UNIC come illustrata in citazione e precisata in udienza risulta fondata essenzialmente su due presupposti: a) da un lato, che l amministratore convenuto ROMBOLOTTO abbia dolosamente posto in esecuzione un disegno fraudolento composto da molteplici atti e fatti illeciti, nonché ingannevoli azioni ed omissioni, tutti protesi e finalizzati, per un verso, ad impedire ed osteggiare la corretta distribuzione e commercializzazione dell isolante per l edilizia Unic 14 prodotto dalla Società attrice sul mercato tedesco ed estero e, per altro verso, alla fraudolenta organizzazione, gestione e commercializzazione di una parallela linea di produzione e contraffazione di detto prodotto, distribuito poi sul mercato in sostituzione dell originale, sino ad addivenire, unitamente ad altri soggetti, alla costituzione di Società di diritto tedesco, appropriatasi di fatto della produzione, del marchio e della clientela della Unic Insulation ; b) dall altro, che a causa di tale condotta fraudolenta la UNIC INSULATION SRL si sia trovata costretta a dismettere l attività e l azienda ed ad essere posta in liquidazione, subendo perciò un danno pari al documentato crollo di volume di affari e redditività ed all'esponenziale incremento dell'esposizione debitoria, oltre che all'ulteriore danno da mancato guadagno e da perdita economica d'impresa per i mancati utili e profitti economici attuali e futuri a far tempo dalla messa in liquidazione della Società, sul presupposto che le Società di diritto tedesco (Unic Deutschaland e ISUM gmbh) co-fondate e partecipate dal Rombolotto si siano appropriate del prodotto e della clientela della Unic Insulation, di fatto sostituendola nel mercato tedesco. Riguardo a tale prospettazione dell'attrice va considerato: pagina 13 di 15

14 per un primo profilo, che l'attrice, o pur avendo fornito elementi di riscontro quanto alle vicende di produzione tedesca -a sua insaputa e su iniziativa anche del convenuto- di rotoli di materiale simile a quello da sé prodotto, rotoli di fatto consegnati ad OBI per la vendita al pubblico con il logo dell'attrice (cfr. in particolare doc.15, perizia giurata firmata dall'ing. ROBERTO ACQUAVIVA, docc. 27/28, accordo del tra l'attrice e la tedesca FINK, in particolare punto 8), o ed avendo chiesto di provare tali vicende (cfr. in particolare capitoli 5 a 7 nonchè 12 a 15 di cui alla seconda memoria richiamati anche nelle conclusioni definitive dell'attrice) 1, o così in sostanza iniziando a fornire ed offrendo di fornire la prova di una condotta del ROMBOLOTTO in termini di fraudolenta organizzazione, gestione e commercializzazione di una parallela linea di produzione e contraffazione" del prodotto proprio dell'attrice, non ha invece fornito né offerto di fornire specifica dimostrazione dell'ulteriore condotta addebitata al ROMBOLOTTO in termini di ingannevoli azioni ed omissioni, finalizzati ad impedire ed osteggiare la corretta distribuzione e commercializzazione dell isolante UNIC 14, posto che, come emerge da plurimi e univoci riscontri, in realtà la commercializzazione del prodotto proprio dell'attrice è stata ostacolata in Germania, non già da condotte negligenti o addirittura dolose del ROMBOLOTTO, ma dal fatto obiettivo del "richiamo dei rulli UNIC" "a causa di un certificato mancante", o richiamo di cui la stessa attrice dà atto nell'accordo già citato con la società tedesca (cfr. docc. 27/28, in particolare punto 9, ove si legge, nella traduzione giurata, "Nel mese di agosto 2010 ha avuto luogo a causa di un certificato mancante (i certificati sono obbligatori in Germania) una azione di richiamo dei rulli UNIC 14. Nell'ambito di tale azione di richiamo OBI ha restituito la merce UNIC che aveva ancora in magazzino ad UNIC."), o e, del resto, richiamo allegato e documentato dal convenuto fin dalle prime difese (cfr. le missive provenienti da OBI, docc. 20/21) in riferimento al mancato ottenimento -per il prodotto dell'attrice- della certificazione dell'istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Edili, fatto che rendeva lo UNIC 14 commercializzabile quale mera barriera al vapore e non invece come isolante per l'edilizia; per un secondo profilo, poi, che la prospettazione dell'attrice in termini di reticenza del ROMBOLOTTO nel prospettare ai soci le difficoltà riscontrate nella commercializzazione dello UNIC 14 è stata smentita: o dalle allegazioni del convenuto in ordine a incontri tenutisi tra il ROMBOLOTTO e il ROTA nel gennaio 2010 (pag. 9 memoria n. 2 convenuto) e in data (p. 10 memoria n. 2 convenuto), incontri non contestati specificamente dall attrice e pertanto da ritenersi pacifici, nei quali le due parti hanno discusso circa l esito negativo dei test termici condotti sullo UNIC 14; o dalle del e del (docc. 24 e 23), in cui il ROMBOLOTTO ha ribadito al socio-amministratore ROTA la necessità di effettuare ulteriori test termici sullo UNIC 14, richiesti dalla normativa tedesca per la commercializzazione del prodotto come isolante per l'edilizia ; 1 Prove a fronte delle quali il convenuto ha a sua volta chiesto di provare la circostanza -di per sé non dirimente- di aver informato esponenti dell'attrice circa l'intenzione di costituire in Germania una società operante nello stesso segmento di mercato, una partecipazione nella quale sarebbe stata riservata all'attrice, cfr. cap.8. pagina 14 di 15

15 o dall' del (doc. 22 attrice), in cui il ROMBOLOTTO pur rassicurando circa l avvenuto superamento delle prove fino ad allora eseguite illustrava al socio CIOTTI la necessità di svolgere ulteriori test sullo UNIC 14; elementi questi che escludono la ricorrenza di condotte di doloso occultamento poste in essere dal ROMBOLOTTO; che, dunque, in definitiva, il collegamento prospettato dall'attrice tra condotte indebite del convenuto e l'insuccesso della commercializzazione dello UNIC 14 sul mercato tedesco, o insuccesso determinante secondo la stessa attrice la fine dell'impresa sociale e il conseguente danno qui preteso, è rimasto privo di adeguata dimostrazione, dimostrazione neppure ricavabile dal tenore delle prove orali richieste dall'attrice, in particolare: o da un lato il complessivo pregiudizio subito dalla società a seguito delle difficoltà di commercializzazione dello UNIC 14 sul mercato tedesco essendo di per sé ricollegabile, secondo le risultanze documentali già acquisite, all interruzione dei rapporti commerciali con i supermercati OBI, seguita al mancato ottenimento dei certificati utili alla commercializzazione di UNIC 14 come isolante per l'edilizia, piuttosto che a uno sviamento di clientela o a un attività di contraffazione riconducibile alla società neo-costituita dal ROMBOLOTTO e alle precedenti iniziative della FINCK in accordo con il ROMBOLOTTO; o d'altro lato, poi, nessuna delle prove offerte dall'attrice avendo ad oggetto condotte del convenuto negligenti o addirittura dolose quanto al mancato ottenimento del certificato richiesto sul mercato tedesco per il prodotto dell'attrice. Per quanto fin qui detto le domande dell'attrice vanno dunque rigettate, senza necessità di dare ingresso alle prove richieste dall'attrice, per l'assorbente rilievo della mancata dimostrazione di specifico nesso causale tra le condotte del convenuto (provate od offerte di provare da parte dell'attrice) e il pregiudizio lamentato, che appare derivato da vicende di per sé indipendenti dai comportamenti del ROMBOLOTTO. In considerazione della peculiarità della vicenda, rispetto alla quale sono comunque emersi elementi di riscontro in ordine ad una attività del convenuto quantomeno in collegamento con la società tedesca che ha ammesso la produzione di materiale commercializzato sotto il nome dell'attrice, le spese del giudizio possono essere interamente compensate tra le parti, la fattispecie potendo essere a tal fine assimilata a quella della soccombenza reciproca. P.Q.M. Il Tribunale, definitivamente pronunciando, ogni altra istanza disattesa o assorbita, così dispone: 1. rigetta tutte le domande dell attrice; 2. compensa interamente tra le parti le spese del giudizio. Cosi deciso in Milano il 23 ottobre 2014, nella camera di consiglio di questo Tribunale. Il Presidente est. Elena Riva Crugnola pagina 15 di 15

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO in composizione monocratica nella persona del giudice dott. Marco Mancini ha emesso la seguente

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA.

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA. Sent. Cron. Rep. Oggetto: prelazione agraria Sentenza ex art. 281 sexies REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA. Il Tribunale di Matera, in persona del Giudice Unico Raffaele VIGLIONE, ha emesso la

Dettagli

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali)

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali) 7 L atto di appello 7.1. In generale (notazioni processuali) L appello è un mezzo di impugnazione ordinario, generalmente sostitutivo, proposto dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello che ha emesso

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO CORSO BASE SULLE PROCEDURE GIUDIZIARIE DELL AUTUNNO 2006 LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO AVV. ALESSANDRO CAINELLI INDICE PREMESSA p. 3 I. LA NULLITÀ DELLA RELAZIONE p. 4 1. Cause di nullità formale

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

per gli attori-intimanti: "come da memorie integrative autorizzate" per il convenuto-intimato: "come da memoria integrative autorizzate"

per gli attori-intimanti: come da memorie integrative autorizzate per il convenuto-intimato: come da memoria integrative autorizzate Locazione - Procedimento Concessione di termine per pagamento somme non contestate Ottemperanza - Convalida di sfratto Insuscettibilità Cognizione ordinaria ai fini della risoluzione del contratto per

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

S E N T E N Z A N. 318/A/2013. nei giudizi in materia di responsabilità amministrativa iscritti ai nn. 4279

S E N T E N Z A N. 318/A/2013. nei giudizi in materia di responsabilità amministrativa iscritti ai nn. 4279 R E P U B B L I C A I T A L I A N A In nome del Popolo Italiano LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE D APPELLO PER LA REGIONE SICILIANA composta dai magistrati: dott. Salvatore CILIA dott. Salvatore

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII)

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 22-02-2007, n. 4109

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

Tizio, residente in, ed elettivamente domiciliato in, presso lo studio dell avv., che lo rappresenta e difende per mandato in atti

Tizio, residente in, ed elettivamente domiciliato in, presso lo studio dell avv., che lo rappresenta e difende per mandato in atti 74 Quesito n. 9 n., rappresentati, assistiti e difesi dall avv., c.f., presso il cui studio in, elettivamente domiciliano per mandato in calce al presente atto, il quale, ai sensi e per gli effetti dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO R.G.N, REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Bari -dr. ssa Maria Giovanna Deceglie- nelle controversie individuali di lavoro riunite sub nn. R.G. 22661/07,

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

LA PRIMA UDIENZA DI COMPARIZIONE E TRATTAZIONE. Prof. Mariacarla Giorgetti. Il rinnovato processo di cognizione si snoda attraverso due direttrici

LA PRIMA UDIENZA DI COMPARIZIONE E TRATTAZIONE. Prof. Mariacarla Giorgetti. Il rinnovato processo di cognizione si snoda attraverso due direttrici LA PRIMA UDIENZA DI COMPARIZIONE E TRATTAZIONE Prof. Mariacarla Giorgetti Il rinnovato processo di cognizione si snoda attraverso due direttrici fondamentali, strettamente collegate: il principio della

Dettagli

PRECLUSIONI ISTRUTTORIE: QUESTIONI PRINCIPALI

PRECLUSIONI ISTRUTTORIE: QUESTIONI PRINCIPALI Incontro di studio in materia di diritto processuale civile in data 24 novembre 2001, presso l Aula Magna del Palazzo di Giustizia Bruno Caccia TORINO, intitolato L obiettivo sulla riforma processuale,

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA Massima:...Al riguardo, infatti, non si ravvisa alcun deficit motivazionale a carico della valutazione della Commissione di gara, che ha precisato l impossibilità di tenere conto delle indicazioni fornite

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in persona del Giudice Unico, dott.ssa Consiglia Invitto ha pronunciato la seguente

Dettagli

L INFORMAZIONE GIURIDICA

L INFORMAZIONE GIURIDICA L INFORMAZIONE GIURIDICA note di giurisprudenze sulla responsabilità professionale medica nota II/2009 a cura di Alessandro Riccioni e Nicola Mazzera, avvocati in Roma LA CLINICA (DI REGOLA) RISPONDE DELL

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Intesa Sanpaolo S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) DS Communications

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 6 7 9 9 9 9 9 9 10 10 10 10 10 10 11 12 12 12 12 12 12 12 12 13 13 14 14 15 PREMESSA 1 Capitolo Procedimento disciplinare di competenza del Consiglio

Dettagli

ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE PARTE ISTANTE. Signor nato a il residente in Via n. CAP CF Partita Iva Tel Fax Cell.

ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE PARTE ISTANTE. Signor nato a il residente in Via n. CAP CF Partita Iva Tel Fax Cell. ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE SPETT/LE Organismo di Mediazione NE LITIS srl Via Vetice,41 SAN VALENTINO TORIO (SA) PARTE ISTANTE Il /I sottoscritti Signor nato a il residente in Via n. CAP

Dettagli

DECISIONE. contro. per la riforma

DECISIONE. contro. per la riforma 1 di 8 04/05/2009 8.00 REPUBBLICA ITALIANA N.2401 Reg.Sent. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2009 IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE N.4481 Reg.Ric. Sezione Quinta Anno 2008 ha pronunciato la

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 in relazione al capo V della L. 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni (Delibere del Consiglio dell

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP.

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP. Dipartimento per le Infrastrutture, gli affari generali ed il personale Direzione generale del personale e degli affari generali Divisione 4 Ufficio Ispettivo e Disciplina Via Nomentana, 2 00161 Roma tel.06.4412.3285

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro N. 1 ANNO 2008 Diritto dei Lavori RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro di Antonio Belsito* 1 Sommario: 1. Introduzione 2. Il procedimento cautelare dinanzi al

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

SENTENZA. sul ricorso proposto da: BERTONE CESARE - CHICCO VITTORIA - BERTONE MARIA. GRAZIA Elettivamente domiciliati in Roma, Via Rodolfo Lan-

SENTENZA. sul ricorso proposto da: BERTONE CESARE - CHICCO VITTORIA - BERTONE MARIA. GRAZIA Elettivamente domiciliati in Roma, Via Rodolfo Lan- Civile Sent. Sez. 1 Num. 26065 Anno 2014 Presidente: SALVATORESALVAGO Relatore: Data pubblicazione: SENTENZA sul ricorso proposto da: BERTONE CESARE - CHICCO VITTORIA - BERTONE MARIA GRAZIA Elettivamente

Dettagli

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto 412 Successivamente, il CCNL del terziario, stipulato il 3 novembre 1994, accorpava il CCNL dei viaggiatori e piazzisti prevedendo espressamente l applicabilità della disciplina del part-time anche agli

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due società, regolamentata dell art. 2564 c.c., che prevede l integrazione

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE (COMPROMESSO).

CONTRATTO PRELIMINARE (COMPROMESSO). CONTRATTO PRELIMINARE (COMPROMESSO). CASS. CIV., SEZ. II, 8 NOVEMBRE 2010, N. 22653. Le parti che firmano un contratto preliminare possono stabilire che entro il termine fissato dallo stesso il promittente

Dettagli

Consiglio di Stato n. 4778 del 10.09.2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato

Consiglio di Stato n. 4778 del 10.09.2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato La giurisprudenza prevalente è difatti attestata che l incameramento della cauzione provvisoria ai sensi dell art. 48 cit. è una conseguenza sanzionatoria del tutto automatica del provvedimento di esclusione,

Dettagli

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie INDICE GENERALE Allegato 1 Codice del processo amministrativo Allegato 2 Norme di attuazione Allegato 3 Norme transitorie Allegato 4 Norme di coordinamento e abrogazioni 1 INDICE SOMMARIO ALLEGATO 1 Codice

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Tale eccezione non può trovare accoglimento per le seguenti ragioni.

Tale eccezione non può trovare accoglimento per le seguenti ragioni. Il danno non patrimoniale costituisce una categoria ampia ed onnicomprensiva, all interno della quale non è possibile ritagliare ulteriori sotto-categorie. Pertanto il c.d. danno esistenziale, inteso quale

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013 MASSIMA nell appalto integrato, il concorrente alla gara è l appaltatore, il quale deve dimostrare il possesso dei requisiti professionali previsti nel bando per la redazione del progetto esecutivo in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

LINEE GUIDA PER I CTU

LINEE GUIDA PER I CTU LINEE GUIDA PER I CTU per lo svolgimento delle operazioni peritali e per la redazione delle consulenze tecniche. PARTE PRIMA Le operazioni peritali Accettazione dell incarico. - Il c.t.u. ha l obbligo

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Civile Sent. Sez. 1 Num. 22580 Anno 2014 Presidente: SALVAGO SALVATORE Relatore: GENOVESE FRANCESCO ANTONIO Data pubblicazione: 23/10/2014 Cron.225;20 SENTENZA Rep. 39(4 sul ricorso 24811-2007 proposto

Dettagli

Naming Authority italiana. Lodo arbitrale. reso dal Collegio arbitrale composto da. Dott. Luca Barbero, presidente relatore;

Naming Authority italiana. Lodo arbitrale. reso dal Collegio arbitrale composto da. Dott. Luca Barbero, presidente relatore; Naming Authority italiana Lodo arbitrale reso dal Collegio arbitrale composto da Dott. Luca Barbero, presidente relatore; Avv. Enzo Fogliani, arbitro estensore; Dott. Alessia Ambrosini, arbitro Costituito

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

Pagina 1 di 13 N. 01842/2015REG.PROV.COLL. N. 08855/2009 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

ha pronunciato la presente Consiglio di Stato n. 4783 del 10.09.2012 in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)

ha pronunciato la presente Consiglio di Stato n. 4783 del 10.09.2012 in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) Il Consiglio di Stato, Sezione V, con la Sentenza del 10 Settembre 2012 n. 4783, ha accolto il ricorso presentato da una società in riforma alla Sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Basilicata,

Dettagli

PART-TIME VERTICALE E LAVORO STAGIONALE La stagionalità pluriennale non implica pluralità di contratti di lavoro di Clarenza Binetti

PART-TIME VERTICALE E LAVORO STAGIONALE La stagionalità pluriennale non implica pluralità di contratti di lavoro di Clarenza Binetti PART-TIME VERTICALE E LAVORO STAGIONALE La stagionalità pluriennale non implica pluralità di contratti di lavoro di Clarenza Binetti Corte di Cassazione Sez. lavoro Sentenza 28 ottobre 2009 n. 22823 (Pres.

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli