Il costo in salute di un prodotto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il costo in salute di un prodotto"

Transcript

1 Il costo in salute di un prodotto La produzione dell auto e i rischi per la salute

2 Le fonti Il presente lavoro è la sistemazione di una serie di ricerche fatte negli anni precedenti in funzione di diversi scopi: 1. una ricerca dell ISFOL sul problema dell ambiente di lavoro in collaborazione con il Prof. Ivar Oddone e alcuni sindacalisti di Torino; 2. una ricerca della Fondazione Agnelli del 1986 sul rapporto tra innovazione tecnologica, professionalità e bisogni formativi; 3. una indagine dell AMMA di Torino del 1984 sul comparto produzione degli autoveicoli; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 2

3 Uso - Obiettivi L uso del presente lavoro è il confronto delle 2 ricerche (ISFOL e Fond. Agnelli), in funzione di una terza da avviare nell ambito del Sindacato per validare a questa data il ciclo di produzione dell auto con i suoi effetti sulla salute in fabbrica e sul territorio; Gli obiettivi sono diversi: nell ambito del Sindacato per un confronto che si spera proficuo, tra Esperienza (RSU e Sindacalisti) e Scienza (Tecnici, Ambientalisti, Industrialisti, Medici), per una battaglia politico-culturale in tempi di declino industriale, per una innovazione della iniziativa sindacale; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 3

4 Modelli di lettura 1. Cosa entra, cosa esce: Dispensa Ambiente di Lavoro; Modello Sociale; Auto e Salute; 2. Rapporto cause, effetti, soluzioni (scheda ISFOL); 3. I sistemi: tecnologico, informativo, logistico e organizzativo; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 4

5 Cosa entra Dispensa AdL 1967 Cosa esce CAPITALE FORZA LAVORO MERCI PROFITTO Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 5

6 Cosa entra Modello Sociale Cosa esce CAPITALE SCIENZA Cose Uomini Modelli Automobili Esperienza FORZA LAVORO Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 6

7 Cosa entra Modello Auto e Salute Cosa esce Materie prime Energia FORZA LAVORO Processo produttivo Automobili - Rifiuti - Reflui - Emissioni Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 7

8 Industria automobilistica % di prodotto assorbito rispetto alla produzione totale di ogni settore Energia 1,19 0,07 1,47 Min. ferrosi Min. non met. Min. non ferr. 4,4 Prod. Tessili 0,19 Prod. Met. 5,86 0,99 Gomma, plast. Prod. Chimiche 14,66 0,39 1,02 Legno Carta, stampa Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 8

9 Ciclo nastro (coil) Miniera Prep. Materie prime Produzione di ghisa Produzione di acciaio Laminazione a caldo Laminazione a freddo Trattam. superficiali Dalle Ferriere giungono allo stabilimento di stampaggio i rotoli di lamiera Stampaggio lamiera Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 9

10 Ciclo pezzi meccanici Ghisa Acciaieria FONDERIA FUCINATURA STAMPAGGIO A CALDO Dalle Fonderie e dalle Fucine giungono allo stabilimento di meccanica i pezzi fusi e/o stampati a caldo Stab. di meccanica Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 10

11 I cicli 1. Il ciclo dell auto in generale; 2. Il ciclo ISFOL; 3. Il ciclo della Fondazione Agnelli; 4. Il ciclo auto 2004; 5. Il sistema produttivo dell auto sul territorio; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 11

12 Ciclo dell auto (in generale) Progetto Scocca Motopropulsore Costr. stampi Fond. Fucine Stampaggi Lav. Mecc. Lastratura Mont. Motori Verniciatura Montaggi finali Mont. Cambi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 12

13 Ciclo dell automobile Progetto Carrozzeria Motopropulsore Stampaggi Lastratura Verniciat. Montaggi Lav. Mecc. Montaggi Costruzione stampi Taglio lamiera Presse Pianale Porte e parti mobili Montaggi e ferratura Revisione Bonderizzazione Mano di fondo Mano di smalto Selleria e preparaz. Forniture esterne Montaggio Collaudo Trasferte Macchine attrezzate Trattamenti termici Montaggio motori Montaggio cambi Collaudi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 13

14 Schema d analisi Ciclo Layout Rischi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 14

15 Schema d analisi ISFOL CICLO GENERALE Settore 1 Settore 2 Settore 3 Settore 4 Settore 5 Determinanti del Rischi Organi colpiti Entità del possibili idem Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 15

16 Auto e Salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 16

17 MIRAFIORI NORD Carrozzeria Fucine Fonderie Enti e Sedi Centrali Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 17

18 MIRAFIORI SUD Meccanica 1 Presse Meccanica 3 Meccanica 2 Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 18

19 Fonderia - ciclo Fonderia Prep. Forme e anime Ramolaggio Colata Distaffatura - sterratura Sabbiatura - sbavatura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 19

20 Fase di formatura Nella lavorazione tradizionale gli addetti svolgono attività di carico dei materiali additivi nelle molazze, ed eseguono operazioni di finitura dei semilavorati provvedendo successivamente al carico dei prodotti sul convogliatore meccanizzati. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 20

21 Fonderie di 2a fusione Preparazione forme e anime Determinanti del Rischi Organi colpiti Entità del possibili Terre silicee di fonderia Resine furaniche Rumore Vibrazioni Errata OdL Olii essicativi Silicosi Tumori Sordità Disturbi circolatori Infortuni e traumatismi Polmoni e vie respiratorie Epidermide Organi dell udito Piccoli vasi (circolazione) Arti superiori Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 21

22 Fonderia layout formatura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 22

23 Fonderie di 2a fusione Ramolaggio Determinanti del Terre silicee di fonderia Resine furaniche Rumore Vibrazioni Errata OdL Olii essicativi Silicosi Tumori Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi circolatori Infortuni e traumatismi Polmoni e vie respiratorie Epidermide Organi dell udito Piccoli vasi (circolazione) Arti superiori possibili Automazione Come per forme ed anime, con meno incidenza Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 23

24 Fonderie di 2a fusione Colata Determinanti del Microclima Temperatura Fumi e gas Errata OdL Rischi Organi colpiti Entità del Colpi di calore Disturbi apparato cardiocircolatorio Infarti Disturbi apparato respiratorio Cuore Polmoni Vie respiratorie possibili Sistemi di protezione Turni brevi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 24

25 Fonderie di 2a fusione Distaffatura - sterratura Determinanti del Polveri silicee Rumore Errata OdL Ritmi Silicosi Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi apparato respiratorio Sordità Infortuni Polmoni Vie respiratorie Udito Arti superiori possibili Isolamento non esposti Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 25

26 Fase di finizione La tavola evidenzia come nella lavorazione tradizionale le attività di molatura e controllo qualitativo del prodotto siano eseguite con l apporto del personale diretto di produzione. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 26

27 Fonderie di 2a fusione Sabbiatura - sbavatura Determinanti del Sabbie silicee Rumore Errata OdL Ritmi Silicosi Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi apparato respiratorio Sordità Infortuni Polmoni Vie respiratorie Udito Arti superiori possibili Isolamento non esposti Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 27

28 Fonderia layout finizione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 28

29 Fucine - ciclo Fucine Taglio barre Stampaggio Trattamenti termici Finitura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 29

30 Fucine - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 30

31 Fase di stampaggio (fucinatura) In un contesto tecnologico tradizionale gli spezzoni giungono al forno ad induzione mediante una pista vibrante; la successiva operazione di deformazione plastica del materiale è ottenuta utilizzando una pressa alimentata manualmente, segue infine la fase di sbavatura (eliminazione degli sfridi) anch essa manuale. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 31

32 Fucine Determinanti del Rumore Errata OdL Sordità Infortuni Taglio barre Rischi Organi colpiti Entità del Udito Arti superiori possibili Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 32

33 Fucine Determinanti del Rumore Errata OdL Sordità Infortuni Stampaggio a caldo Rischi Organi colpiti Entità del Udito Arti superiori possibili Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 33

34 Fucine Determinanti del Liquidi cancerogeni Responsabilità Trattamenti termici Rischi Organi colpiti Entità del Cancerogeni Sistema nervoso Apparato digerente Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 34

35 Fucine Determinanti del Schegge di acciaio Responsabilità Infortuni Finitura Rischi Organi colpiti Entità del Sistema nervoso Arti suoperiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 35

36 Costruzione stampi - ciclo Costruzione stampi Lavorazione alle macchine Lavorazione ai banchi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 36

37 Costruzione stampi - layout Frese Rettifiche Torni Uffici tecnici Banchi manutenzione stampi Banchi costruzione stampi Tracciatori Uffici ammin. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 37

38 Costruzione stampi Lavorazioni alle macchine Determinanti del Liquidi Schegge Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Allergopatie Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Pelle Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 38

39 Costruzione stampi Lavorazioni ai banchi Determinanti del Liquidi Schegge Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Allergopatie Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Pelle Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 39

40 Stampaggio lamiera - ciclo Stampaggio lamiera Taglio lamiera Stampaggio a freddo Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 40

41 Fase di stampaggio (Presse) Nel sistema tradizionale (batteria di presse disposte in modo sequenziale) lo spostamento e posizionamento dei semilavorati viene eseguito manualmente. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 41

42 Stampaggio lamiera - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 42

43 Stampaggio lamiera (Presse) Taglio lamiera Determinanti del Rumore Errata OdL Ritmi Sordità Infortuni Tagli Rischi Organi colpiti Entità del Traumatismi Udito Arti superiori possibili Layout presse Camere silenti Modifiche alle elettrovalvole Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 43

44 Stampaggio lamiera (Presse) Stampaggio a freddo Determinanti del Rumore Errata OdL Ritmi Sordità Infortuni Tagli Rischi Organi colpiti Entità del Traumatismi Udito Arti superiori possibili Layout presse Camere silenti Modifiche alle elettrovalvole Presse gigantesche stampano a freddo, le parti di carrozzeria: tetto, fiancate, pavimento, porte, cofani. Presse minori lavorano gli altri particolari. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 44

45 Lastroferratura - ciclo Lastroferratura Lastratura Revisione scocca Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 45

46 Assemblaggi di lamiera Nel sistema tradizionale il ciclo operativo dell assemblaggio di parti di lamiera stampate comporta l utilizzo di saldatrici singole o multiple azionate manualmente. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 46

47 Lastroferratura - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 47

48 Lastroferratura Lastratura Determinanti del Fumi di ferro Gas nitrosi Rumore Schegge Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazioni Irritanti le vie respiratorie Sordità Infortuni agli occhi Polmoni Vie respiratorie Udito Occhi possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 48

49 Lastroferratura Revisione scocca Determinanti del Piombo fuso (?) Acidi Vibrazioni Polveri Rischi Organi colpiti Entità del Saturnismo Inquinati le vie respiratorie Disturbi circolatori Infortuni agli occhi Irritanti le vie respiratorie Apparato digerente Cervello Apparato cardiovascolare Polmoni Apparato circolatorio possibili Meno piombo Più stagno Modifica stampi Più qualità Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 49

50 Verniciatura - ciclo Verniciatura 1a mano di fondo Pulitura Antirombo Carteggiatura Applicazione antiruggine Pulizia scocca Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 50

51 Verniciatura - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 51

52 Verniciatura (1a mano di fondo) Determinanti del Fumi di benzolo Umidità Calore Ritmi Pulitura Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Dolori articolari Mal di testa Difficoltà respiratorie Infortuni Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale Articolazioni Arti superiori possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 52

53 Verniciatura (1a mano di fondo) Antirombo Determinanti del Fumi di vernice Vapori di benzolo Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni da altre sostanze Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 53

54 Verniciatura (1a mano di fondo) Carteggiatura Determinanti del Polveri di carta Fumi di benzolo Polveri di vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni le vie respiratorie Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 54

55 Verniciatura (1a mano di fondo) Applicazione antiruggine Determinanti del Polveri di benzolo Polveri di vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni le vie respiratorie Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 55

56 Verniciatura (1a mano di fondo) Pulizia scocca Determinanti del Solventi di benzolo Umidità Calore (forno) Ritmi Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Dolori alle articolazioni Male di testa Respirazione Infortuni Fegato Cervello Midollo osseo Articolazioni Arti superiori possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 56

57 Verniciatura - ciclo Verniciatura 2a mano di smalto Lavaggio Pomiciatura Revisione scocca Verniciatura Camera di appassimento Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 57

58 Verniciatura (2a mano di smalto) Lavaggio Determinanti del Umidità Solventi (benzolo, ecc.) Rischi Organi colpiti Entità del Reumatismi, artriti Irritazione agli occhi Irritanti le vie respiratorie Articolazioni, ossa Occhi Vie respiratorie possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 58

59 Verniciatura (2a mano di smalto) Pomiciatura Determinanti del Umidità Fatica fisica Vibrazioni Rumore Fumi dai forni Rischi Organi colpiti Entità del Reumatismi, artriti Caduta denti Tosse catarro Sordità Articolazioni, ossa Muscoli Denti Udito Vie respiratorie possibili Superamento pomiciatura Turni brevi Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 59

60 Verniciatura (2a mano di smalto) Revisione scocca Determinanti del Fatica fisica Ritmi Fumi, resine, acidi Strappi muscolari Infortuni Rischi Organi colpiti Entità del Irritanti occhi e vie respiratorie Muscoli Arti superiori Occhi Vie respiratorie possibili Arricchimento mansioni Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 60

61 Verniciatura (2a mano di smalto) Verniciatura Determinanti del Fumi di benzolo Calore Posizioni disagevoli Monotonia Ritmi Benzolo Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Soffocamento Vampate di calore Crampi Sistema nervoso App. digerente Fegato Cervello Midollo Vie respiratorie Sistema cardio Sistema nervoso Muscoli App. digerente possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 61

62 Verniciatura (2a mano di smalto) Camera di appassimento Determinanti del Calore Fumi Vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione Irr. vie respiratorie Irr. occhi Vie respiratorie Occhi possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 62

63 Lavorazioni meccaniche - ciclo Lavorazioni meccaniche Trasferte Macchine attrezzate Trattamenti termici Montaggio motori Montaggio cambi Collaudo motori Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 63

64 Lavorazioni meccaniche - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 64

65 Lavorazioni meccaniche - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 65

66 Lavorazioni meccaniche Trasferte Determinanti del Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Sordità Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Testa Udito Arti superiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 66

67 Lavorazioni meccaniche Macchine attrezzate Determinanti del Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Sordità Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Testa Udito Arti superiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 67

68 Lavorazioni meccaniche Trattamenti termici Determinanti del Liquidi cancerogeni Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Cancerogeni Sistema nervoso Apparato digerente Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 68

69 Assemblaggio motori Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 69

70 Montaggio motori e cambi Montaggio motori Determinanti del Olii lubrificanti Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Nausea Vomito Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sordità Sistema nervoso Apparato digerente Testa Apparato digerente Sistema nervoso Arti superiori Udito possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 70

71 Montaggio motori e cambi Montaggio cambi Determinanti del Olii lubrificanti Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Nausea Vomito Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sordità Sistema nervoso Apparato digerente Testa Apparato digerente Sistema nervoso Arti superiori Udito possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 71

72 Montaggio motori e cambi Collaudo motori Determinanti del Rumore Gas di scarico Fumi di benzina Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da CO2 Intossicazione da piombo Udito Fegato Apparato digerente possibili Captazione gas di scarico Migliore areazione Layout Isolamento acustico Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 72

73 Montaggi finali - ciclo Montaggi finali Selleria Preparazione sottogruppi Montaggi in linea Collaudi finali Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 73

74 Montaggi finali - layout Selleria Preparazione sottogruppi Linee di montaggio C O L L A U D I Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 74

75 Montaggi finali Selleria Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 75

76 Montaggi finali Preparazioni sottogruppi Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Allestimento fianchetti porte sistemazione del cruscotto sitemazione dei cavi elettrici e della tappezzeria Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 76

77 Montaggi finali Montaggi in linea Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Le scocche vuote, trasportate dai convogliatori sempre in movimento, giungono alle stazioni di montaggio Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 77

78 Montaggi finali Collaudi finali Determinanti del Rumore Gas di scarico Fumi di benzina Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da CO2 Intossicazione da piombo Udito Fegato Apparato digerente possibili Captazione gas di scarico Migliore areazione Layout Isolamento acustico Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 78

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI

CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI La classificazione e la designazione degli acciai sono regolamentate da norme europee valide in tutte le nazioni aderenti al Comitato Europeo di Normazione (CEN).

Dettagli

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12.

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELL IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o preparato -Tipologia Reach : Miscela -Nome commerciale : PROCESS OIL 32-46-68 1.2 Utilizzo : Olio per usi generali

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Sistemi di collaudo Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Un Gruppo che offre risposte mirate per tutti i vostri obiettivi di produzione automatizzata e di collaudo ESPERIENZA, RICERCA, INNOVAZIONE

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni Valori limite di Rumore e Vibrazioni Le Norme UE Protezione sul Lavoro entrano nel diritto tedesco Crescita del livello di Sicurezza e di tutela della Salute sul luogo di lavoro Le Norme relative alla

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

Cos è l acciaio inossidabile? Fe Cr > 10,5% C < 1,2%

Cos è l acciaio inossidabile? Fe Cr > 10,5% C < 1,2% Cr > 10,5% C < 1,2% Cos è l acciaio inossidabile? Lega ferrosa con contenuti di cromo 10,5% e di carbonio 1,2% necessari per costituire, a contatto dell ossigeno dell aria o dell acqua, uno strato superficiale

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

nel settore metalmeccanico

nel settore metalmeccanico Leggi bene... per non farti male Manuale d uso per lavorare in sicurezza nel settore metalmeccanico Fonti legislative Il decreto legislativo n 81 emanato nell aprile 2008 e più noto come Testo Unico,

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale Il territorio dell ASL 18 e 19 appartiene all area del Delta del Po di Polesine, dichiarata nel 1996

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

L'importanza di una corretta carteggiatura

L'importanza di una corretta carteggiatura L'importanza di una corretta carteggiatura La preparazione delle superfici, ed in particolare la carteggiatura, concorrono al risultato finale del trattamento di pitturazione, giocando un ruolo fondamentale

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DEGLI ACCIAI

TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DEGLI ACCIAI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DEGLI ACCIAI m12 Scopi dei trattamenti diffusivi Trattamenti di Carbocementazione,, Nitrurazione, Borurazione Proprietà ed applicazioni TRATTAMENTI TERMOCHIMICI di DIFFUSIONE TRATTAMENTI

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303 Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici Obiettivo Gli studenti sono in grado di approfondire in maniera corretta informazioni

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

CLASSI MERCEOLOGICHE

CLASSI MERCEOLOGICHE ALLEGATO A CLASSI MERCEOLOGICHE 01 - FORNITURE 02 - SERVIZI Versione aggiornata il 25/07/2014 1 S O M M A R I O 01 FORNITURA BENI 01.01 - RICAMBI PER AUTOBUS 3 01.02 - RICAMBI PER MEZZI DI SERVIZIO 4 01.03

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Allegati alla parte IV del D. Lgs 152/2006

Allegati alla parte IV del D. Lgs 152/2006 Allegati alla parte IV del D. Lgs 152/2006 Categorie di rifiuti Allegato A Q1 Residui di produzione o di consumo in appresso non specificati Q2 Prodotti fuori norma Q3 Prodotti scaduti Q4 Sostanze accidentalmente

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Dal 1997, anno della sua fondazione, la Erhardt + Abt Automatisierungstechnik GmbH ha finora installato

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 9ª Versione, data revisione: Dicembre 2013, sostituisce la versione del por luglio 2010. Aggiornato con A.St.A. Europe (Agglomerated Stones Association of Europe) SILESTONE Scheda di Dati di Sicurezza

Dettagli

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Substance for Success. Guida prodotto L-G 6 Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Indice Additivi bagnanti e disperdenti Pagina 3 Additivi reologici

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

PUBBLIREDAZIONALE Numero 11/2012. Successo sostenibile grazie alle innovazioni

PUBBLIREDAZIONALE Numero 11/2012. Successo sostenibile grazie alle innovazioni PUBBLIREDAZIONALE Numero 11/2012 Successo sostenibile grazie alle innovazioni ASK Chemicals: successo sostenibile grazie alle innovazioni I prodotti di fonderia di alta qualità sono oggi la chiave per

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

14. Controlli non distruttivi

14. Controlli non distruttivi 14.1. Generalità 14. Controlli non distruttivi La moderna progettazione meccanica, basata sempre più sull uso di accurati codici di calcolo e su una accurata conoscenza delle caratteristiche del materiale

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti. 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome commerciale : Società : Dow Corning S.A. rue Jules Bordet - Parc Industriel - Zone C B-7180 Seneffe Belgio

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Seminario 8 novembre 2012 Die Naturkraft aus Schweizer Stein Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Mirko Galli Arch. Dipl. ETH physarch sagl, Viaganello FLUMROC AG Postfach

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano www.mpmsrl.com pavimentazioni re sine materiali protettivi milano Tradizione, esperienza, innovazione tecnologica. Da oltre 50 anni MPM materiali protettivi milano s.r.l opera nel settore dell edilizia

Dettagli

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014 Prof.ssa Piacentini Veronica La corrente elettrica La corrente elettrica è un flusso di elettroni

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio Valvole di controllo per ogni tipo di servizio v a l v o l e d i c o n t r o l l o Valvole di controllo per ogni tipo di servizio Spirax Sarco è in grado di fornire una gamma completa di valvole di controllo

Dettagli

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO 3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO FASE DI LAVORAZIONE : LAVAGGIO COD. INAIL : FATTORE DI RISCHIO : - Rischi per la salute e igienico ambientali: rumore prodotto dal motore delle

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli