Il costo in salute di un prodotto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il costo in salute di un prodotto"

Transcript

1 Il costo in salute di un prodotto La produzione dell auto e i rischi per la salute

2 Le fonti Il presente lavoro è la sistemazione di una serie di ricerche fatte negli anni precedenti in funzione di diversi scopi: 1. una ricerca dell ISFOL sul problema dell ambiente di lavoro in collaborazione con il Prof. Ivar Oddone e alcuni sindacalisti di Torino; 2. una ricerca della Fondazione Agnelli del 1986 sul rapporto tra innovazione tecnologica, professionalità e bisogni formativi; 3. una indagine dell AMMA di Torino del 1984 sul comparto produzione degli autoveicoli; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 2

3 Uso - Obiettivi L uso del presente lavoro è il confronto delle 2 ricerche (ISFOL e Fond. Agnelli), in funzione di una terza da avviare nell ambito del Sindacato per validare a questa data il ciclo di produzione dell auto con i suoi effetti sulla salute in fabbrica e sul territorio; Gli obiettivi sono diversi: nell ambito del Sindacato per un confronto che si spera proficuo, tra Esperienza (RSU e Sindacalisti) e Scienza (Tecnici, Ambientalisti, Industrialisti, Medici), per una battaglia politico-culturale in tempi di declino industriale, per una innovazione della iniziativa sindacale; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 3

4 Modelli di lettura 1. Cosa entra, cosa esce: Dispensa Ambiente di Lavoro; Modello Sociale; Auto e Salute; 2. Rapporto cause, effetti, soluzioni (scheda ISFOL); 3. I sistemi: tecnologico, informativo, logistico e organizzativo; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 4

5 Cosa entra Dispensa AdL 1967 Cosa esce CAPITALE FORZA LAVORO MERCI PROFITTO Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 5

6 Cosa entra Modello Sociale Cosa esce CAPITALE SCIENZA Cose Uomini Modelli Automobili Esperienza FORZA LAVORO Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 6

7 Cosa entra Modello Auto e Salute Cosa esce Materie prime Energia FORZA LAVORO Processo produttivo Automobili - Rifiuti - Reflui - Emissioni Danno alla salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 7

8 Industria automobilistica % di prodotto assorbito rispetto alla produzione totale di ogni settore Energia 1,19 0,07 1,47 Min. ferrosi Min. non met. Min. non ferr. 4,4 Prod. Tessili 0,19 Prod. Met. 5,86 0,99 Gomma, plast. Prod. Chimiche 14,66 0,39 1,02 Legno Carta, stampa Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 8

9 Ciclo nastro (coil) Miniera Prep. Materie prime Produzione di ghisa Produzione di acciaio Laminazione a caldo Laminazione a freddo Trattam. superficiali Dalle Ferriere giungono allo stabilimento di stampaggio i rotoli di lamiera Stampaggio lamiera Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 9

10 Ciclo pezzi meccanici Ghisa Acciaieria FONDERIA FUCINATURA STAMPAGGIO A CALDO Dalle Fonderie e dalle Fucine giungono allo stabilimento di meccanica i pezzi fusi e/o stampati a caldo Stab. di meccanica Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 10

11 I cicli 1. Il ciclo dell auto in generale; 2. Il ciclo ISFOL; 3. Il ciclo della Fondazione Agnelli; 4. Il ciclo auto 2004; 5. Il sistema produttivo dell auto sul territorio; Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 11

12 Ciclo dell auto (in generale) Progetto Scocca Motopropulsore Costr. stampi Fond. Fucine Stampaggi Lav. Mecc. Lastratura Mont. Motori Verniciatura Montaggi finali Mont. Cambi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 12

13 Ciclo dell automobile Progetto Carrozzeria Motopropulsore Stampaggi Lastratura Verniciat. Montaggi Lav. Mecc. Montaggi Costruzione stampi Taglio lamiera Presse Pianale Porte e parti mobili Montaggi e ferratura Revisione Bonderizzazione Mano di fondo Mano di smalto Selleria e preparaz. Forniture esterne Montaggio Collaudo Trasferte Macchine attrezzate Trattamenti termici Montaggio motori Montaggio cambi Collaudi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 13

14 Schema d analisi Ciclo Layout Rischi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 14

15 Schema d analisi ISFOL CICLO GENERALE Settore 1 Settore 2 Settore 3 Settore 4 Settore 5 Determinanti del Rischi Organi colpiti Entità del possibili idem Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 15

16 Auto e Salute Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 16

17 MIRAFIORI NORD Carrozzeria Fucine Fonderie Enti e Sedi Centrali Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 17

18 MIRAFIORI SUD Meccanica 1 Presse Meccanica 3 Meccanica 2 Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 18

19 Fonderia - ciclo Fonderia Prep. Forme e anime Ramolaggio Colata Distaffatura - sterratura Sabbiatura - sbavatura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 19

20 Fase di formatura Nella lavorazione tradizionale gli addetti svolgono attività di carico dei materiali additivi nelle molazze, ed eseguono operazioni di finitura dei semilavorati provvedendo successivamente al carico dei prodotti sul convogliatore meccanizzati. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 20

21 Fonderie di 2a fusione Preparazione forme e anime Determinanti del Rischi Organi colpiti Entità del possibili Terre silicee di fonderia Resine furaniche Rumore Vibrazioni Errata OdL Olii essicativi Silicosi Tumori Sordità Disturbi circolatori Infortuni e traumatismi Polmoni e vie respiratorie Epidermide Organi dell udito Piccoli vasi (circolazione) Arti superiori Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 21

22 Fonderia layout formatura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 22

23 Fonderie di 2a fusione Ramolaggio Determinanti del Terre silicee di fonderia Resine furaniche Rumore Vibrazioni Errata OdL Olii essicativi Silicosi Tumori Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi circolatori Infortuni e traumatismi Polmoni e vie respiratorie Epidermide Organi dell udito Piccoli vasi (circolazione) Arti superiori possibili Automazione Come per forme ed anime, con meno incidenza Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 23

24 Fonderie di 2a fusione Colata Determinanti del Microclima Temperatura Fumi e gas Errata OdL Rischi Organi colpiti Entità del Colpi di calore Disturbi apparato cardiocircolatorio Infarti Disturbi apparato respiratorio Cuore Polmoni Vie respiratorie possibili Sistemi di protezione Turni brevi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 24

25 Fonderie di 2a fusione Distaffatura - sterratura Determinanti del Polveri silicee Rumore Errata OdL Ritmi Silicosi Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi apparato respiratorio Sordità Infortuni Polmoni Vie respiratorie Udito Arti superiori possibili Isolamento non esposti Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 25

26 Fase di finizione La tavola evidenzia come nella lavorazione tradizionale le attività di molatura e controllo qualitativo del prodotto siano eseguite con l apporto del personale diretto di produzione. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 26

27 Fonderie di 2a fusione Sabbiatura - sbavatura Determinanti del Sabbie silicee Rumore Errata OdL Ritmi Silicosi Rischi Organi colpiti Entità del Disturbi apparato respiratorio Sordità Infortuni Polmoni Vie respiratorie Udito Arti superiori possibili Isolamento non esposti Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 27

28 Fonderia layout finizione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 28

29 Fucine - ciclo Fucine Taglio barre Stampaggio Trattamenti termici Finitura Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 29

30 Fucine - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 30

31 Fase di stampaggio (fucinatura) In un contesto tecnologico tradizionale gli spezzoni giungono al forno ad induzione mediante una pista vibrante; la successiva operazione di deformazione plastica del materiale è ottenuta utilizzando una pressa alimentata manualmente, segue infine la fase di sbavatura (eliminazione degli sfridi) anch essa manuale. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 31

32 Fucine Determinanti del Rumore Errata OdL Sordità Infortuni Taglio barre Rischi Organi colpiti Entità del Udito Arti superiori possibili Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 32

33 Fucine Determinanti del Rumore Errata OdL Sordità Infortuni Stampaggio a caldo Rischi Organi colpiti Entità del Udito Arti superiori possibili Mezzi di protezione tecnologiche Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 33

34 Fucine Determinanti del Liquidi cancerogeni Responsabilità Trattamenti termici Rischi Organi colpiti Entità del Cancerogeni Sistema nervoso Apparato digerente Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 34

35 Fucine Determinanti del Schegge di acciaio Responsabilità Infortuni Finitura Rischi Organi colpiti Entità del Sistema nervoso Arti suoperiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 35

36 Costruzione stampi - ciclo Costruzione stampi Lavorazione alle macchine Lavorazione ai banchi Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 36

37 Costruzione stampi - layout Frese Rettifiche Torni Uffici tecnici Banchi manutenzione stampi Banchi costruzione stampi Tracciatori Uffici ammin. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 37

38 Costruzione stampi Lavorazioni alle macchine Determinanti del Liquidi Schegge Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Allergopatie Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Pelle Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 38

39 Costruzione stampi Lavorazioni ai banchi Determinanti del Liquidi Schegge Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Allergopatie Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Pelle Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 39

40 Stampaggio lamiera - ciclo Stampaggio lamiera Taglio lamiera Stampaggio a freddo Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 40

41 Fase di stampaggio (Presse) Nel sistema tradizionale (batteria di presse disposte in modo sequenziale) lo spostamento e posizionamento dei semilavorati viene eseguito manualmente. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 41

42 Stampaggio lamiera - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 42

43 Stampaggio lamiera (Presse) Taglio lamiera Determinanti del Rumore Errata OdL Ritmi Sordità Infortuni Tagli Rischi Organi colpiti Entità del Traumatismi Udito Arti superiori possibili Layout presse Camere silenti Modifiche alle elettrovalvole Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 43

44 Stampaggio lamiera (Presse) Stampaggio a freddo Determinanti del Rumore Errata OdL Ritmi Sordità Infortuni Tagli Rischi Organi colpiti Entità del Traumatismi Udito Arti superiori possibili Layout presse Camere silenti Modifiche alle elettrovalvole Presse gigantesche stampano a freddo, le parti di carrozzeria: tetto, fiancate, pavimento, porte, cofani. Presse minori lavorano gli altri particolari. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 44

45 Lastroferratura - ciclo Lastroferratura Lastratura Revisione scocca Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 45

46 Assemblaggi di lamiera Nel sistema tradizionale il ciclo operativo dell assemblaggio di parti di lamiera stampate comporta l utilizzo di saldatrici singole o multiple azionate manualmente. Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 46

47 Lastroferratura - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 47

48 Lastroferratura Lastratura Determinanti del Fumi di ferro Gas nitrosi Rumore Schegge Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazioni Irritanti le vie respiratorie Sordità Infortuni agli occhi Polmoni Vie respiratorie Udito Occhi possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 48

49 Lastroferratura Revisione scocca Determinanti del Piombo fuso (?) Acidi Vibrazioni Polveri Rischi Organi colpiti Entità del Saturnismo Inquinati le vie respiratorie Disturbi circolatori Infortuni agli occhi Irritanti le vie respiratorie Apparato digerente Cervello Apparato cardiovascolare Polmoni Apparato circolatorio possibili Meno piombo Più stagno Modifica stampi Più qualità Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 49

50 Verniciatura - ciclo Verniciatura 1a mano di fondo Pulitura Antirombo Carteggiatura Applicazione antiruggine Pulizia scocca Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 50

51 Verniciatura - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 51

52 Verniciatura (1a mano di fondo) Determinanti del Fumi di benzolo Umidità Calore Ritmi Pulitura Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Dolori articolari Mal di testa Difficoltà respiratorie Infortuni Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale Articolazioni Arti superiori possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 52

53 Verniciatura (1a mano di fondo) Antirombo Determinanti del Fumi di vernice Vapori di benzolo Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni da altre sostanze Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 53

54 Verniciatura (1a mano di fondo) Carteggiatura Determinanti del Polveri di carta Fumi di benzolo Polveri di vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni le vie respiratorie Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 54

55 Verniciatura (1a mano di fondo) Applicazione antiruggine Determinanti del Polveri di benzolo Polveri di vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Intossicazioni le vie respiratorie Fegato Cervello Midollo osseo Midollo spinale possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 55

56 Verniciatura (1a mano di fondo) Pulizia scocca Determinanti del Solventi di benzolo Umidità Calore (forno) Ritmi Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da benzolo Dolori alle articolazioni Male di testa Respirazione Infortuni Fegato Cervello Midollo osseo Articolazioni Arti superiori possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 56

57 Verniciatura - ciclo Verniciatura 2a mano di smalto Lavaggio Pomiciatura Revisione scocca Verniciatura Camera di appassimento Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 57

58 Verniciatura (2a mano di smalto) Lavaggio Determinanti del Umidità Solventi (benzolo, ecc.) Rischi Organi colpiti Entità del Reumatismi, artriti Irritazione agli occhi Irritanti le vie respiratorie Articolazioni, ossa Occhi Vie respiratorie possibili Automazioni Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 58

59 Verniciatura (2a mano di smalto) Pomiciatura Determinanti del Umidità Fatica fisica Vibrazioni Rumore Fumi dai forni Rischi Organi colpiti Entità del Reumatismi, artriti Caduta denti Tosse catarro Sordità Articolazioni, ossa Muscoli Denti Udito Vie respiratorie possibili Superamento pomiciatura Turni brevi Pause Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 59

60 Verniciatura (2a mano di smalto) Revisione scocca Determinanti del Fatica fisica Ritmi Fumi, resine, acidi Strappi muscolari Infortuni Rischi Organi colpiti Entità del Irritanti occhi e vie respiratorie Muscoli Arti superiori Occhi Vie respiratorie possibili Arricchimento mansioni Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 60

61 Verniciatura (2a mano di smalto) Verniciatura Determinanti del Fumi di benzolo Calore Posizioni disagevoli Monotonia Ritmi Benzolo Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Soffocamento Vampate di calore Crampi Sistema nervoso App. digerente Fegato Cervello Midollo Vie respiratorie Sistema cardio Sistema nervoso Muscoli App. digerente possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 61

62 Verniciatura (2a mano di smalto) Camera di appassimento Determinanti del Calore Fumi Vernici Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione Irr. vie respiratorie Irr. occhi Vie respiratorie Occhi possibili Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 62

63 Lavorazioni meccaniche - ciclo Lavorazioni meccaniche Trasferte Macchine attrezzate Trattamenti termici Montaggio motori Montaggio cambi Collaudo motori Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 63

64 Lavorazioni meccaniche - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 64

65 Lavorazioni meccaniche - layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 65

66 Lavorazioni meccaniche Trasferte Determinanti del Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Sordità Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Testa Udito Arti superiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 66

67 Lavorazioni meccaniche Macchine attrezzate Determinanti del Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Sordità Infortuni Sistema nervoso Apparato digerente Testa Udito Arti superiori Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 67

68 Lavorazioni meccaniche Trattamenti termici Determinanti del Liquidi cancerogeni Responsabilità Rischi Organi colpiti Entità del Cancerogeni Sistema nervoso Apparato digerente Fegato Sistema nervoso Stomaco possibili Migliore OdL Layout Automazione Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 68

69 Assemblaggio motori Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 69

70 Montaggio motori e cambi Montaggio motori Determinanti del Olii lubrificanti Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Nausea Vomito Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sordità Sistema nervoso Apparato digerente Testa Apparato digerente Sistema nervoso Arti superiori Udito possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 70

71 Montaggio motori e cambi Montaggio cambi Determinanti del Olii lubrificanti Rumore Ritmi Monotonia Responsabilità Nausea Vomito Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sordità Sistema nervoso Apparato digerente Testa Apparato digerente Sistema nervoso Arti superiori Udito possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 71

72 Montaggio motori e cambi Collaudo motori Determinanti del Rumore Gas di scarico Fumi di benzina Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da CO2 Intossicazione da piombo Udito Fegato Apparato digerente possibili Captazione gas di scarico Migliore areazione Layout Isolamento acustico Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 72

73 Montaggi finali - ciclo Montaggi finali Selleria Preparazione sottogruppi Montaggi in linea Collaudi finali Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 73

74 Montaggi finali - layout Selleria Preparazione sottogruppi Linee di montaggio C O L L A U D I Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 74

75 Montaggi finali Selleria Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 75

76 Montaggi finali Preparazioni sottogruppi Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Allestimento fianchetti porte sistemazione del cruscotto sitemazione dei cavi elettrici e della tappezzeria Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 76

77 Montaggi finali Montaggi in linea Determinanti del Ritmi Fatica fisica Monotonia Rischi Organi colpiti Entità del Male di testa Infortuni Sistema nervoso Testa Sistema nervoso Arti superiori possibili Migliore OdL Lavoro di gruppo (isole di montaggio) Le scocche vuote, trasportate dai convogliatori sempre in movimento, giungono alle stazioni di montaggio Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 77

78 Montaggi finali Collaudi finali Determinanti del Rumore Gas di scarico Fumi di benzina Sordità Rischi Organi colpiti Entità del Intossicazione da CO2 Intossicazione da piombo Udito Fegato Apparato digerente possibili Captazione gas di scarico Migliore areazione Layout Isolamento acustico Auto Ass. Esperienza & Mappe Grezze 78

Il comparto delle fonderie. E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali

Il comparto delle fonderie. E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali Il comparto delle fonderie E storicamente comparto ad alto rischio di infortuni e malattie professionali Codici di Tariffa Inail Inabilità Permanente (x 1.000) indici 2011-13 1100 Lavorazioni meccanico-agricole

Dettagli

ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU)

ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) 1. MATERIALI SPECIALI METALLURGICI 2. MICRO E NANOTECNOLOGIE 3. MECCANICA AVANZATA 4. MECCATRONICA Le tabelle seguenti

Dettagli

FONDERIE di SECONDA FUSIONE con formatura in terra

FONDERIE di SECONDA FUSIONE con formatura in terra MONITORAGGIO SILICE ITALIA: Risultati del sistema di prevenzione VITERBO Lunedì 27 e martedì 28 ottobre 2008 by L.Bedini NETWORK ITALIANO SILICE ( COORDINAMENTO TECN. REGIONI- ISS- ISPESL-INAIL) INDICAZIONI

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

METALMECCANICI ARTIGIANI

METALMECCANICI ARTIGIANI METALMECCANICI ARTIGIANI AGGIORNAMENTI c.c.n.l.: ex contingenza: ccril : gennaio 2010 novembre 1991 settembre 2000 Operai OPERAI PAGA BASE INDENNITA' CONTING. E.D.R. 2 CATEGORIA B 4,96520 0,25075 3,00168

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE I FATTORI DI RISCHIO Ing. Guido SAULE I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO I rischi lavorativi presenti negli ambienti di lavoro, in conseguenza dello svolgimento delle attività lavorative in un determinato

Dettagli

AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI ED AFFINI, ODONTOTECHICI ARTIGIANATO

AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI ED AFFINI, ODONTOTECHICI ARTIGIANATO AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI ED AFFINI, ODONTOTECHICI ARTIGIANATO SETTORE METALMECCANICA ED INSTALLAZIONE DI IMPIANTI AGGIORNAMENTI c.c.n.l.: gennaio 2012 ccril : settembre

Dettagli

M.A.C. Metallurgica Assemblaggi Carpenterie. Mappa Grezza di Rischio

M.A.C. Metallurgica Assemblaggi Carpenterie. Mappa Grezza di Rischio M.A.C. Metallurgica Assemblaggi Carpenterie Mappa Grezza di Rischio IDENTIFICAZIONE DELL AZIENDA M.A.C. Metallurgica Assemblaggi Carpenteria Azienda Indirizzo Via Caluso 50 Comune Chivasso Provincia Torino

Dettagli

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene.

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. Tema 2. Corpo umano 29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. 30 Quale delle seguenti NON è una

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

La chimica e i suoi prodotti per la qualità della vita. Federchimica

La chimica e i suoi prodotti per la qualità della vita. Federchimica La chimica e i suoi prodotti per la qualità della vita Federchimica Due problemi da superare? Una chimica lontana Una chimica non sostenibile Chimica per la qualità della vita Scienza chimica Prodotti

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD36U ATTIVITÀ 24.10.00 SIDERURGIA - FABBRICAZIONE DI FERRO, ACCIAIO E FERROLEGHE ATTIVITÀ 24.31.00 STIRATURA A FREDDO DI BARRE ATTIVITÀ 24.32.00 LAMINAZIONE A FREDDO DI NASTRI ATTIVITÀ

Dettagli

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Il corpo umano, il Sistema Solare

Dettagli

SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92

SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92 pag. 01/06-NTM25 SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92 Data di emissione : 5 agosto 1998 Versione N. : 3 1. DENOMINAZIONE COMMERCIALE PRODOTTO 1.1 Nome commerciale : 1.2 Società produttrice

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO. Le parole da conoscere

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO. Le parole da conoscere IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO Le parole da conoscere AGENTE Sostanza chimica, biologica, fisica che può avere degli effetti sulla salute del lavoratore. AGENTE BIOLOGICO Virus, batterio o altro microrganismo

Dettagli

BILATERAL MEETING ARPA PIEMONTE PROVINCIA DI VERCELLI. Gessi S.p.A. Una realtà sul territorio

BILATERAL MEETING ARPA PIEMONTE PROVINCIA DI VERCELLI. Gessi S.p.A. Una realtà sul territorio BILATERAL MEETING ARPA PIEMONTE PROVINCIA DI VERCELLI MED IPPC NET: il progetto, la rete, l evoluzione Vercelli, 17 gennaio 2012 Gessi S.p.A. Una realtà sul territorio Dott. Andrea Vaudano Gessi S.p.A.

Dettagli

Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor

Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor Radon Cos è e da dove viene Il radon è un gas radioattivo di origine naturale proveniente dal sottosuolo che si può infiltrare e accumulare nelle abitazioni

Dettagli

sicurezza dei lavoratori

sicurezza dei lavoratori sicurezza dei lavoratori Ente Bilaterale Emilia Romagna via De Preti, 8 40121 Bologna tel. 051 2964311 fax 051 6569507 eber@eber.org www.eber.org Informazioni per la prevenzione comparto legno rischi per

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO STRANIERI IN PROVINCIA DI BERGAMO SCHEDA INFORMATIVA PER I DATORI DI LAVORO SULLA SICUREZZA DEL LAVORO

PROGETTO FORMATIVO STRANIERI IN PROVINCIA DI BERGAMO SCHEDA INFORMATIVA PER I DATORI DI LAVORO SULLA SICUREZZA DEL LAVORO PROGETTO FORMATIVO STRANIERI IN PROVINCIA DI BERGAMO SCHEDA INFORMATIVA PER I DATORI DI LAVORO SULLA SICUREZZA DEL LAVORO A CURA DELL ASL DI BERGAMO DOTT. SERGIO PIAZZOLLA LA SICUREZZA SUL LAVORO Sicurezza

Dettagli

Uso, manutenzione. e corretta areazione

Uso, manutenzione. e corretta areazione Uso, manutenzione e corretta areazione La corretta areazione Le vostre finestre in PVC KBE sono notevolmente più impermeabilizzanti di quelle utilizzate finora. La vostra casa così non è più soggetta ad

Dettagli

Report Statistico Settoriale: analisi economica congiunturale dei settori industriali

Report Statistico Settoriale: analisi economica congiunturale dei settori industriali Dipartimento per l'impresa e l'internazionalizazione Direzione generale per la politica industriale e la competitività STATISTICHEIMPRESA Report Statistico Settoriale: analisi economica congiunturale dei

Dettagli

ALIANO IT Tel. +39.030.8925563 - Fax +39.030.8924973 via Castagnotta, 8 - Loc. Muratello di Nave 25075 Nave Brescia - ITALY

ALIANO IT Tel. +39.030.8925563 - Fax +39.030.8924973 via Castagnotta, 8 - Loc. Muratello di Nave 25075 Nave Brescia - ITALY ITALIANO INTELLIGENT MOVEMENT TO MOVE THE WORLD Automazioni Industriali S.r.l. nasce a Lumezzane (BS) nel 1984 operando nel settore della robotica applicata. L azienda, nata in una delle più importanti

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA : PN40 60

DESCRIZIONE TECNICA : PN40 60 DESCRIZIONE TECNICA : PN40 60 INTRODUZIONE La logistica ha oggi una rilevanza particolare nelle aziende produttive e di distribuzione, e la sua ottimizzazione comporta notevoli vantaggi all azienda. L

Dettagli

D.G.R n. 170-46074 del 23/5/1995

D.G.R n. 170-46074 del 23/5/1995 D.G.R n. 170-46074 del 23/5/1995 D.P.R. 24 maggio 1988, n. 203 artt. 6, 15, 7 e 8 e D.P.R. 25 luglio 1991 e D.C.R. n. 946-17595 del 13 dicembre 1994 - Autorizzazioni di carattere generale per le emissioni

Dettagli

OPERAZIONE RIF. P.A. 2011-1219/RE

OPERAZIONE RIF. P.A. 2011-1219/RE OPERAZIONE RIF. P.A. 2011-1219/RE Facilitatore dell inserimento lavorativo per persone con disabilità intellettive e disturbi dello spettro autistico STRUMENTO N. 3 SCHEDA COLLOCAMENTO MIRATO ALLEGATO

Dettagli

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento ERIICA La struttura generale e il rivestimento Cognome Nome Classe Data I/1 ero o also? Gli organismi unicellulari sono costituiti da tessuti In un organo ci sono tessuti di tipo diverso Un sistema è costituito

Dettagli

MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali

MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali Ing. Iannuzzelli Vincenzo Lezione n 3 del 10 Dicembre 2013 Valorizzazione di produzioni ortive campane di eccellenza con

Dettagli

FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA

FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA Grigliati in Poliestere Rinforzato con Fibra di Vetro (PRFV) Revisione 5 del 30/12/2014 0. INTRODUZIONE La Normativa Europea sui prodotti chimici N 1907/2 006 (REACH)

Dettagli

C.E.R. DESCRIZIONE NOTE

C.E.R. DESCRIZIONE NOTE Bollettino Ufficiale n. 3/I-II del 15/01/2013 / Amtsblatt Nr. 3/I-II vom 15/01/2013 133 Allegato parte integrante ELENCO DEI RIFIUTI NON PERICOLOSI ELENCO DEI RIFIUTI NON PERICOLOSI PROVENIENTI DA LOCALI

Dettagli

Costruzioni Aeromeccaniche Gritti E TEMPO DI CAMBIARE ARIA. www.aergritti.it

Costruzioni Aeromeccaniche Gritti E TEMPO DI CAMBIARE ARIA. www.aergritti.it Costruzioni Aeromeccaniche Gritti E TEMPO DI CAMBIARE ARIA www.aergritti.it Costruzioni Aeromeccaniche Gritti Operante nel settore dal 1960 Approfondito know-how professionale Alta specializzazione Tecniche

Dettagli

Note: quadro a MODULO DI PROCEDIMENTO MEDIANTE AUTOCERTIFICAZIONE ( art.6 D.P.R. 447/98)

Note: quadro a MODULO DI PROCEDIMENTO MEDIANTE AUTOCERTIFICAZIONE ( art.6 D.P.R. 447/98) REGIONE TOSCANA Dipartimento della Salute e Politiche di Solidarietà Servizio Sanitario Nazionale Regione Toscana AZIENDA U.S.L.N 1 DI MASSA E CARRARA Gruppo Operativo Nuovi Insediamenti Produttivi Via

Dettagli

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

Incontro informativo. Fiscalità energetica: esenzione delle accise per alcuni processi produttivi. Milano, 12 aprile 2011

Incontro informativo. Fiscalità energetica: esenzione delle accise per alcuni processi produttivi. Milano, 12 aprile 2011 Incontro informativo Fiscalità energetica: esenzione delle accise per alcuni processi produttivi Milano, 12 aprile 2011 Esenzione e fuori campo per i processi produttivi Criteri di applicazione e requisiti

Dettagli

STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI

STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI ALLEGATO 3 STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI A) REQUISITI TECNICO-COSTRUTTIVI E GESTIONALI E PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'INSTALLAZIONE E ALL'ESERCIZIO. 1) Lo stabilimento per la riparazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA (91/155 CEE - 2001/58/CE) Decreto 7 settembre 2002 Ministero della Salute 2001/58/CE SABBIA SILICEA

SCHEDA DI SICUREZZA (91/155 CEE - 2001/58/CE) Decreto 7 settembre 2002 Ministero della Salute 2001/58/CE SABBIA SILICEA SCHEDA DI SICUREZZA (91/155 CEE - 2001/58/CE) Decreto 7 settembre 2002 Ministero della Salute 2001/58/CE SABBIA SILICEA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO 1.1. Identificazione della sostanza o preparato. Sabbia

Dettagli

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008)

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008) Nelle tabelle seguenti riportiamo gli elenchi delle norme vigenti in Italia sull alluminio e sui trattamenti superficiali di verniciatura e di ossidazione anodica. L associazione non può rilasciare alcuna

Dettagli

Patologia da incendio

Patologia da incendio USTIONI FUMI TOSSICI TRAUMI Patologia da incendio la vittima di un incendio può essere intossicata senza essere ustionata, al contrario ustioni gravi sono sempre concomitanti con una intossicazione da

Dettagli

LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA. MANUALE D USO della porta blindata Mexall 1

LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA. MANUALE D USO della porta blindata Mexall 1 LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA MANUALE D USO della porta blindata Mexall Indice pag. 5 pag. 6 pag. 7 pag. 8 pag. pag. pag. 4 pag. 7 La tua porta blindata Istruzioni per l uso La manutenzione

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA PORTA PALLET : SERIE PN

DESCRIZIONE TECNICA PORTA PALLET : SERIE PN INTRODUZIONE Dallo scaffale all automazione DESCRIZIONE TECNICA PORTA PALLET : SERIE PN La logistica ha oggi una rilevanza particolare nelle aziende produttive e di distribuzione, e la sua ottimizzazione

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO

IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO Via Cassala 88 Brescia Tel. 030.47488 info@cbf.191.it Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO CHE COS E IL RISCHIO CHIMICO?

Dettagli

Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro. COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof.

Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro. COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof. Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof. Massimo Cecchini Il Dipartimento DAFNE Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie

Dettagli

SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI

SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI FACCIALI FILTRANTI CLASSE DI APPARTENENZA ESEMPIO SIMBOLOGIA FFP 1 D AV RESISTENZA ALL'INTASAMENTO PROTEZIONE AGGIUNTIVE SIMBOLOGIA : TIPOLOGIA DEL PRODOTTO: FFP (Facciali

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015. CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015. CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015 CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro Modulo n. 1 SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI Collocazione

Dettagli

OPERARE IN SICUREZZA NELLA DISINFESTAZIONE

OPERARE IN SICUREZZA NELLA DISINFESTAZIONE OPERARE IN SICUREZZA NELLA DISINFESTAZIONE Rodolfo Veronesi Centro Agricoltura Ambiente G.Nicoli Argomenti Il concetto di pericolo,di rischioe di danno I fattori di rischio Prevenzione e protezione Il

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WD20U ATTIVITÀ 01.62.01 ATTIVITÀ DEI MANISCALCHI ATTIVITÀ 24.33.01 FABBRICAZIONE DI PANNELLI STRATIFICATI IN ACCIAIO ATTIVITÀ 25.11.00 FABBRICAZIONE DI STRUTTURE METALLICHE E PARTI ASSEMBLATE

Dettagli

Modulo DVR Elenco Cicli, Fasi e Mansioni in archivio

Modulo DVR Elenco Cicli, Fasi e Mansioni in archivio AGRICOLTURA ACCIAIERIA Redigere un Documento di Valutazione dei Rischi con Suite 81, conforme al modello previ stodallerecenti Procedure Standardizzate è semplice ed intuitivo, ma nello stesso tempo il

Dettagli

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ SCELTA DEL MATERIALE I MATERIALI LA SCELTA DEL MATERIALE PER LA COSTRUZIONE DI UN PARTICOLARE MECCANICO RICHIEDE: LA CONOSCENZA DELLA FORMA E DELLE DIMEN- SIONI DELL OGGETTO LA CONOSCENZA DEL CICLO DI

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE

SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE 8 revisione del 20/10/2014 SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO 1.1. Nome commerciale: Granuli di noce. 1.2. Nome del prodotto: Granuli di gusci di noce. 1.3.

Dettagli

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA Documentazione aziendale DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA - Pratiche comunali: certificazione di agibilità - Denuncia di nuovo lavoro all INAIL (almeno 5 gg prima inizio

Dettagli

SCHEDA TECNICA INFORMATIVA OLEO GELEE USO PROFESSIONALE TECNOLOGIA ODS

SCHEDA TECNICA INFORMATIVA OLEO GELEE USO PROFESSIONALE TECNOLOGIA ODS SCHEDA TECNICA INFORMATIVA OLEO GELEE USO PROFESSIONALE TECNOLOGIA ODS IDENTIFICAZIONE DEL DISTRIBUTORE L Oréal Italia S.p.A. - Via Garibaldi 42 10122 Torino - Tel. 011/4603111 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Le mie Terme fino a mezzanotte

Le mie Terme fino a mezzanotte Italiano Le mie Terme fino a mezzanotte www.termemerano.it Pools & Sauna Special Nights 2014/2015 Una volta al mese specials da non perdere Da novembre a marzo il nostro mondo delle piscine e delle saune

Dettagli

10 comandamenti per il lavoro con mordenti

10 comandamenti per il lavoro con mordenti Come tanti altri lavori nel settore del trattamento delle superfici del legno, anche la preparazione del lavoro con mordenti inizia già nella scelta accurata del legno e impiallacciatura. Una grande differenza

Dettagli

ITIS OTHOCA ORISTANO IL CICLO DI LAVORAZIONE. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08

ITIS OTHOCA ORISTANO IL CICLO DI LAVORAZIONE. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 ITIS OTHOCA ORISTANO IL CICLO DI LAVORAZIONE Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 Si definisce CICLO DI LAVORAZIONE la successione delle operazioni da compiere per la produzione di un particolare meccanico,

Dettagli

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano Sistema antimuffa per interni Vivere bene in un ambiente sano Effetti negativi della muffa Muffa: cos è in realtà? Muffa è un termine generico per indicare tante diverse tipologie di funghi. La muffa consiste

Dettagli

Sicurezza sul lavoro

Sicurezza sul lavoro Accessori Bosch 11/12 Sicurezza sul lavoro Panoramica 759 Sicurezza sul lavoro Il professionista è costantemente attento alla propria sicurezza! La qualità Bosch si esprime anche in un completo programma

Dettagli

Classi d utilizzo dei filtri:

Classi d utilizzo dei filtri: clean air 8 pagine ITA 11-07-2008 15:53 Pagina 1 clean air 8 pagine ITA 11-07-2008 15:53 Pagina 2 Classi d utilizzo dei filtri: Particelle FFP1 FFP2 FFP3 Polveri protezione da protezione da aerosol protezione

Dettagli

CAPITOLO 1. 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2

CAPITOLO 1. 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2 CAPITOLO 1 LA MEDICINA E L IGIENE DEL LAVORO Sommario 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2 FIGURE E COMPITI DELLA MEDICINA DEL LAVORO Il medico

Dettagli

LAVORAZIONI METALLICHE STRUTTURE VERNICIATURE INDUSTRIALI ASSEMBLAGGIO SECURE BOX

LAVORAZIONI METALLICHE STRUTTURE VERNICIATURE INDUSTRIALI ASSEMBLAGGIO SECURE BOX LAVORAZIONI METALLICHE STRUTTURE VERNICIATURE INDUSTRIALI ASSEMBLAGGIO SECURE BOX SETTORI APPLICATIVI Realizziamo lavorazioni metalliche per innumerevoli settori: CARPENTERIA EDILE E INDUSTRIALE INDUSTRIA

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI

COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI PROCESSI INDUSTRIALI E NEGLI EDIFICI Prof.ing. Giovanni Petrecca Ordinario di Energetica Elettrica Dipartimento di Ingegneria Elettrica Università di Pavia PIANO

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: TAPPATUTTO BEIGE Monocomponente 1.2 Uso: Usi sconsigliati: Pasta fibrorinforzata a base di resine acriliche, per sigillature impermeabili.

Dettagli

Il Modello PMI di Enerti Costi energetici sotto controllo

Il Modello PMI di Enerti Costi energetici sotto controllo Il Modello PMI di Enerti Costi energetici sotto controllo "La partecipazione al Modello PMI ci ha aiutato ad identificare piccoli e grandi interventi di risparmio. E i nostri clienti apprezzano il certificato

Dettagli

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo Centro di Ateneo per la Ricerca, Trasferimento e Alta Formazione nell'ambito dello studio delle condizioni di rischio e di sicurezza e per lo sviluppo delle attività di protezione civile ed ambientale

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO VISTO IL D.L gs. 9 aprile 2008,

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1.Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1.Identificatore del prodotto New Algin 1.2.Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela alginato per impronte dentali

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Contec Industry. Per il settore Industrie. Marzo 2015 rev. 00

Contec Industry. Per il settore Industrie. Marzo 2015 rev. 00 Contec Industry Per il settore Industrie Marzo 2015 rev. 00 www.contecindustry.it MARCATURA CE e SICUREZZA DELLE MACCHINE MARCATURA CE DI INSIEMI DI MACCHINE FACENTI PARTE DELLA NUOVA CONCA DI NAVIGAZIONE

Dettagli

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Si intende per Dispositivi di Protezione Individuale, definizione spesso surrogata dall acronimo DPI, qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata

Dettagli

specialvetroserramenti s.r.l.

specialvetroserramenti s.r.l. specialvetroserramenti s.r.l. SEDE AMMINISTRATIVA E STABILIMENTO IN: 20020 SOLARO (MI) - VIA DELLA FERROVIA, 3 TEL. 02.9621921/2 - TELEFAX 02.96702078 www.specialvetroserramenti.it - e-mail: info@specialvetroserramenti.it

Dettagli

I METALLI. I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili.

I METALLI. I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili. M et 1 all I METALLI I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili. Proprietà Le principali proprietà dei metalli sono le seguenti:

Dettagli

LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE

LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE LUBRIFICANTI CONTENUTO INTRODUZIONE Pag. 3 INGRASSARE

Dettagli

e p.c. Oggetto: COMUNICAZIONE ai sensi dell articolo 6) comma 3) del D.M. 16 gennaio 2004 n. 44;

e p.c. Oggetto: COMUNICAZIONE ai sensi dell articolo 6) comma 3) del D.M. 16 gennaio 2004 n. 44; MODELLO RG 44 REVISIONE DEL 24-07-2007 VERSIONE 01 Alla Provincia di e p.c. Alla Regione Emilia-Romagna Servizio Risanamento Atmosferico Acustico Elettromagnetico Via dei Mille, 21 40121 - Bologna Al Sindaco

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA AUTORIZZAZIONI DI CARATTERE GENERALE

EMISSIONI IN ATMOSFERA AUTORIZZAZIONI DI CARATTERE GENERALE PROVINCIA DI PADOVA Settore Ambiente EMISSIONI IN ATMOSFERA AUTORIZZAZIONI DI CARATTERE GENERALE Presentazione aggiornata a maggio 2010 TIPOLOGIE di AUTORIZZAZIONI: N. 5560: autorizzazione a carattere

Dettagli

Scheda di sicurezza ANTISTATICO DATT SCHEDA DI SICUREZZA

Scheda di sicurezza ANTISTATICO DATT SCHEDA DI SICUREZZA SCHEDA DI SICUREZZA 1.0 IDENTIFICAZIONE PRODOTTO E SOCIETA' 1.1 Nome commerciale 1.2 Impieghi Ausiliario per l'industria tessile. 1.3 Produttore ed assistenza DATT CHIMICA SRL Via Clerici, 16 22070 Bulgarograsso

Dettagli

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Figure professionali: addetto conduzione impianti addetto impianti sistemi automatizzati colatore fonditore laminatore verniciatore stampatore

Dettagli

Coltivazione, taglio, abbattimento e trasporto

Coltivazione, taglio, abbattimento e trasporto Coltivazione, taglio, abbattimento e trasporto Attività Questa fase consiste nelle operazioni di disboscamento e di rimboschimento. Rischi - infortuni da taglio - traumi (peggiorati da isolamento) lombalgie

Dettagli

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) 1. Individuare le proprietà

Dettagli

Relazione sull attuazione della direttiva 1999/13/CE sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili

Relazione sull attuazione della direttiva 1999/13/CE sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili Relazione sull attuazione della direttiva 1999/1/CE sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili (redatta ai sensi dell articolo 11 della direttiva 1999/1/CE secondo il formato stabilito

Dettagli

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi?

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi? Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Camini e canne fumarie, perché tutti

Dettagli

CURTI costruzioni meccaniche S.p.A. DIVISIONE ENERGIA

CURTI costruzioni meccaniche S.p.A. DIVISIONE ENERGIA CURTI costruzioni meccaniche S.p.A. DIVISIONE ENERGIA L azienda Curti SpA nasce nel 1957 ad Imola con la produzione di macchine per l industria tessile e agricola. Negli anni successivi l azienda si specializza

Dettagli

LRQA ITALY s.r.l. ATTIVITA DI

LRQA ITALY s.r.l. ATTIVITA DI LRQA ITALY s.r.l. ATTIVITA DI Certificazione dei sistemi di qualità sicurezza e dell'ambiente in conformità ai requisiti normativi ISO (international standard organization) ed altre normative nazionali

Dettagli

Tecnologie e Sistemi di Lavorazione 1

Tecnologie e Sistemi di Lavorazione 1 Tecnologie e Sistemi di Lavorazione 1 Crediti: 5 Anno accademico: 2005-2006 Docente: Luca Lutterotti Studio: 2 piano, ala N-O, # 250 e-mail: Luca.Lutterotti@ing.unitn.it - tel.: 0461-882414 Recapiti: lunedì,

Dettagli

Osservatorio Provinciale sul Mercato del Lavoro Via Bertola 28 10122 TORINO Telefono: 011 8614492 CONFERENZA STAMPA RAPPORTO DI RICERCA

Osservatorio Provinciale sul Mercato del Lavoro Via Bertola 28 10122 TORINO Telefono: 011 8614492 CONFERENZA STAMPA RAPPORTO DI RICERCA ASSESSORATO AL LAVORO, ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE ED ALTRE ATTIVITA DI ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE NEI SERVIZI PER IL MERCATO DEL LAVORO Osservatorio Provinciale sul Mercato del Lavoro Via

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA DI NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI, AMPLIAMENTI DI LOCALI E/O IMPIANTI GIA ESISTENTI ( EX ART. 48 D.P.R.

SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA DI NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI, AMPLIAMENTI DI LOCALI E/O IMPIANTI GIA ESISTENTI ( EX ART. 48 D.P.R. UNITA SANITARIA LOCALE PESCARA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Ufficio Tutela della Salute nei Luoghi di Lavoro Via Paolini, 45 Pescara - 085 4253401/5/6/7 Penne - 085 8276319 Alanno-Popoli 085 8542995 SCHEDA

Dettagli

PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori

PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori Marco Fontana - Roberto Riggio Struttura Semplice 20.02 Igiene industriale Utilizzo di agenti chimici nelle lavorazioni di stampa metalli pesanti

Dettagli

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6 Programma Generale corso RSPP mod. B Macrosettori: RSPP B (at. 3, edilizia, escavazione - 60 ore) RSPP B (at. 4, manifatturiero - 49 ore) RSPP B (at. 5, chimico - 69 ore) RSPP B (at. 6, trasporti - 26

Dettagli

Progettazione. Produzione. Assistenza

Progettazione. Produzione. Assistenza simply automation Profilo aziendale Fondata nel 1991, Evolut ha iniziato l attività come partner tecnologico dei principali produttori di robot. Evolut oggi si posiziona sul mercato come uno dei più importanti

Dettagli

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Giubiasco, autunno 2013 Giornata informativa Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Presentata da: Pietro Casari, Consulente tecnico

Dettagli

Falegnameria Italiana

Falegnameria Italiana Azienda Falegnameria Italiana DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Realizzato secondo le procedure standardizzate ai sensi degli articoli 17, 28 e 29 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i. Datore di Lavoro Riccardo

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ( 91 / 155 / CEE )

SCHEDA DI SICUREZZA ( 91 / 155 / CEE ) 1. ELEMENTI IDENTIFICATORI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA / IMPRESA 1.1. Denominazione commerciale: FILTRO LH (FIBRA DI VETRO) 1.2. Società: VER-AIR S.r.l. via Ticino,5 37057 S.Giov.Lupatoto

Dettagli

Unifast, grazie alle Chiusure rapide ad ¼ di giro, agli Inserti filettati maschi e femmine oltre che ad un ampia gamma di Prodotti speciali, offre l

Unifast, grazie alle Chiusure rapide ad ¼ di giro, agli Inserti filettati maschi e femmine oltre che ad un ampia gamma di Prodotti speciali, offre l Unifast, grazie alle Chiusure rapide ad ¼ di giro, agli Inserti filettati maschi e femmine oltre che ad un ampia gamma di Prodotti speciali, offre l opportunità di generare efficienze sui processi produttivi

Dettagli

D.Lgs. 81/08. Dispositivi di Protezione Individuale DPI. Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini

D.Lgs. 81/08. Dispositivi di Protezione Individuale DPI. Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini Dispositivi di Protezione Individuale DPI Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini DEFINIZIONE di DPI Per DPI si intende qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI DA AGENTI CHIMICI

MALATTIE PROFESSIONALI DA AGENTI CHIMICI 17-18 giugno 2004 Darfo Boario Terme MALATTIE PROFESSIONALI DA AGENTI CHIMICI Igiene industriale e prevenzione tecnica L IGIENE INDUSTRIALE E L IMPIANTISTICAL PER LA PREVENZIONE TECNOLOGICA Dipartimento

Dettagli

inquinamento salute ambiente Di cosa parliamo quando parliamo di

inquinamento salute ambiente Di cosa parliamo quando parliamo di Di cosa parliamo quando parliamo di inquinamento salute ambiente A cura di Andrea Colombo, Coordinatore Commissione Ambiente e Mobilità del Quartiere San Vitale Di cosa parliamo quando parliamo di inquinamento

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

INSEDIAMENTO PRODUTTIVO Sito in Via San Carlo n.39 24020 Casnigo (BG)

INSEDIAMENTO PRODUTTIVO Sito in Via San Carlo n.39 24020 Casnigo (BG) Via Tribulina n.6 24020 Casnigo (BG) Tel.: 035 724231 Fax: 035 725800 Codice Fiscale: GLMPTR50H21Z611H P.IVA: 03127630162 www.gimtef.com VALUTAZIONE ASSOGGETTABILITA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE Ai

Dettagli