La Cgil non fa sconti a Monti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Cgil non fa sconti a Monti"

Transcript

1 k/yak+a6zsbalq7ifdqod9wubij+jt3qxltdulbxd/a= w w w l a g a z z e t t a d e l m e z z o g i o r n o i t La Gazzetta del Mezzogiorno A 1,20 Con Guida ai Vini di Basilicata A 6,20* Con Magazine Oroscopo A 1,70 Edisud SpA - Redazione, Amministrazione, Tipografia e Stampa: Viale Scipione l Africano Bari Sede centrale di Bari (prefisso 080): Informazioni Direzione Generale Direzione Politica (direzione - Segreteria di Redazione Cronaca di Bari Cronache italiane Economia LA GAZZETTA DI PUGLIA - CORRIERE DELLE PUGLIE Quotidiano fondato nel 1887 B A S I L I C ATA ' %%#'"! " - Esteri Interni Regioni Spettacoli Speciali Sport Vita Culturale Abb Post - 45% - Art 2 C 20/B L 662/96 - Filiale Bari - tassa pagata - *promozioni valide solo in Puglia e Basilicata - Anno 125 Numero 3 GLI IMPIANTI SCIISTICI IN FUNZIONE E QUELLI CHE NON SONO ANCORA PARTITI Neve a singhiozzo il turismo invernale alla prova delle feste PERCIANTE IN GAZZETTA BASILICATA A PAGINA II >> NEVE La neve sui sentieri della Sellata IL CASO I GIUDICI AMMINISTRATIVI HANNO DIFESO L ORDINANZA DEL SINDACO Le pecore con i pannoloni per non sporcare Fasano Sentenza del Tar: come misura alternativa il pastore dovrà dotarsi di scopa e paletta MONGELLI A PAGINA 9 >> BRACCIO DI FERRO IL GOVERNO INSISTE PER GLI INCONTRI BILATERALI COI SINDACATI LA CAMUSSO NON CI STA: BASTA CON LO STILE SACCONI La Cgil non fa sconti a Monti Ma il premier vede il governatore Visco e stringe sulla fase due Napolitano «media»: potete ripartire dagli ammortizzatori sociali TRASPORTI DUE STORIE DI ORDINARIO DISSERVIZIO Treni e aeroporti tagliano fuori il Mezzogiorno FILOSOFIE A CONFRONTO MA LAVORARE È UN MIRAGGIO di GIANFRANCO SUMMO LITE SULLA LIBERALIZZAZIONE Le Regioni in rivolta sugli orari dei negozi La Puglia impugnerà il provvedimento Prima ancora di discutere nel merito la (possibile) riforma del lavoro, sindacati e governo sono in attrito perfino su come e dove incontrarsi Non c è male come prologo Monti ha detto che intende procedere con vertici bilaterali; la Cgil chiede invece un tavolo di concertazione con tutte le parti sociali; Cisl e Uil per bocca dei segretari Bonanni e Angeletti dicono di non tenerci troppo all aspetto formale (magari per distinguersi dalla Camusso) salvo poi puntualizzare che i temi da discutere non possono essere solo quelli del l avo ro Dunque non è una mera questione di apparenze: il tavolo di concertazione, con tutti i sindacati e Confindustria seduti di fronte al governo, evoca scenari di tempi lunghi e trattative estenuanti SEGUE A PAGINA 17 >> SERVIZI ALLE PAGINE 2, 3, 4 E 5 >> l «La norma sulle liberalizzazioni così come è congeniata produce più danni che benefici È per questa ragione che la maggior parte delle regioni sta decidendo di impugnarla Tra queste anche noi della Puglia» Lo rende noto l assessore allo Sviluppo Economico e vicepresidente della giunta regionale pugliese, Loredana Capone Da domani, intanto, parte in quasi tutte le regioni italiane la stagione dei saldi SERVIZI ALLE PAGINE 7 E 13 >> GIULIANO A PAGINA 8 >> FANNO DISCUTERE I DATI DELLA COMMISSIONE GIOVANNINI Bufera sugli stipendi dei parlamentari I più pagati d Europa: 16mila euro al mese La replica: «È falso» SUICIDI, GETTANO LA SPUGNA ANCHE I CREATORI DI RICCHEZZA di GINO DATO Piccolo è brutto? Anzi, è fatale Cinque gli imprenditori che si sono tolti la vita negli ultimi giorniil fenomeno s era accentuato nel 2011, quando si sono registrati una cinquantina di casi, in prevalenza nelle regioni a più intenso tessuto di micro-imp re s e SEGUE A PAGINA 17 >> IL VOCABOLARIO Dalla «A» alla «Z» tutte le parole della politica italiana FISCO POLEMICA ANCHE SUL BLITZ DELLA GDF TRA I VIP DI CORTINA Bersani: girano pallottole Grillo sbaglia su Equitalia COZZI A PAGINA 6 >> IL FENOMENO Da oggi i «post» di Pinuccio per la Gazzetta A PAGINA 21 >> l Oltre 16mila euro al mese, escluse le spese di rappresentanza La cifra scritta nero su bianco nel rapporto della commissione Giovannini, fa subito andare di traverso l anno nuovo ai parlamentari italiani Perché segnala che deputati e senatori nostrani sono meglio pagati dei colleghi europeila diffusione dei dati innesca subito un aspra polemica Da un lato perché la commissione nel consegnare i suoi dati si arrende per ora all impossibilità di calcolare, come richiesto, una media europea su cui tagliare gli stipendi italiani Dall a l t ro lato perché Senato e Camera si ribellano alla descrizione dei parlamentari italiani come i più ricchi d Europa: le indennità nette, sostengono a Montecitorio, sono inferiori a quelle di altri Tace per ora il governo SERVIZI A PAGINA 5 >> l Pierluigi Bersani tira in ballo i proiettili e non in senso metaforico E facendo riferimento al periodo di tensione sociale e alle intimidazioni spedite a Equitalia dice il suo netto «no alle pallottole «Equitalia dice Bersani - va migliorata ma non darò ragione a Grillo, non può esserci giustificazione chi intende usare la violenza E polemi - ca, intanto, sul blitz della Gdf tra i Vip in vacanza a Cortina SERVIZI ALLE PAGINE 2 E 10 >> BEPPE GRILLO 63 anni

2 k/yak+a6zsbalq7ifdqodxrbeyjxqhq2myo3ck3bsoy= 2 PRIMO PIANO IL GOVERNO E LA CRISI LA RIFORMA DELL O C C U PA Z I O N E Il fronte sindacale è compatto nel chiedere un confronto che non sia limitato a un semplice giro di consultazioni Lavoro, scontro Monti-Cgil Camusso: no a incontri separati Alla Triplice non piace il metodo di colloqui separati con i ministri Passera e Fornero l ROMA La Cgil avverte il governo: «Non convochi i sindacati separatamente Gli incontri separati stile Sacconi rendono solo tutto più complicato e più lungo» Metodo che non cambia dopo le critiche del sindacato: è confermata la strada degli «incontri bilaterali», indicano fonti dell e s e c u t ivo I sindacati chiedono un confronto vero, concertazione E difendono i risultati ed il modello di discussione tra le parti sociali dell accordo dello scorso 28 giugno, il primo unitario dopo anni di divisioni e accordi separati È la strada su cui «andare avanti» anche per il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che da Napoli evidenzia il ruolo dei sindacati («difendono una certa visione degli interessi generali del Paese e non soltanto interessi di categoria») e accenna al confronto che si aprirà sul mercato del lavoro anche con un invito a «ripensare gli ammortizzatori sociali» Il fronte sindacale appare compatto nel chiedere al governo un confronto che non sia limitato ad un semplice giro di consultazioni Su questa linea comune la Cgil fa un passo avanti: al sindacato guidato da Camusso non piace il metodo degli incontri bilaterali che partiranno dalla prossima settimana con i ministri Elsa Fornero e Corrado Passera sulla riforma del mercato del lavoro; ed accennando allo «stile Sacconi» sembra anche sembra temere che possa riaccendersi quel clima di divisioni che la Cgil più volte aveva imputato anche al metodo di confronto dell ex ministro del Lavoro Inoltre l'europa può attendere: «continuare a farci dettare i tempi da Bruxelles è un altro er rore» I sindacati chiedono chiarezza anche sul perimetro del confronto auspicando che si allarghi a tutti i temi al centro dell azione del governo Subito una lista di priorità, chiede la Cgil: fisco, crescita, lavoro, produttività, rappresentanza; e pensioni, capitolo che per il sindacato non è chiuso Dal Pd il segretario Bersani chiede che «la questione del metodo non impedisca di affrontare la sostanza della questione», e avverte: «Veniamo da u n esperienza di divisione del mondo del lavoro che non ha portato a nulla Ora voglio credere che nessuno voglia rompere il punto di coesione e di equilibrio raggiunto il 28 giugno» «Al di là della forma, per la Cisl conta la sostanza»: Raffaele Bonanni garantisce così Riforma del lavoro, le posizioni dei partiti Favorevoli Più spazio alla contrattazione aziendale Contrari Tutela di chi è più debole che «se il Governo vuole avviare una fase esplorativa propedeutica ad un negoziato vero, la Cisl non si sottrarrà» Serve concertazione «altrimenti il Paese va a rotoli», serve «un patto sociale», ribadisce Mentre «non serve a nessuno introdurre nel dibattito elementi polemici di divisione che Modifica articolo 18 Favorevole alla proposta di legge di Pietro Ichino Abbattere il precariato dei giovani con interventi incisivi anche se graduali Favorevoli ANSA-CENTIMETRI fanno riferimento all azione del precedente Governo» con il quale la Cisl «ha sempre dialogato ed ha ottenuto risultati concreti» Anche per il numero uno della Uil, Luigi Angeletti, «ciò che conta è che il Governo ascolti e accolga il merito delle proposte sindacali»; e nello spirito dell intesa del 28 giugno centro del confronto devono restare la bassa produttività ed i e bassi salari, e le tasse sul lavoro che frenano crescita e occupazione «Sono questi - dice Angeletti i problemi su cui, al di là della forma degli incontri, vogliamo confrontarci con il Governo» «La modalità degli incontri bilaterali non può entusiasmarci sebbene dice il leader dell Ugl Giovanni Centrella l'importante alla fine sia il risultato» Bisogna rapidamente fare passi avanti sulla via delle riforme strutturali, avverte Confindustria, che condivide le parole del Capo dello Stato IL FATTO IL LEADER DEL PD: NECESSARIO RIVEDERE LE REGOLE DEL GRUPPO DI RISCOSSIONE FISCALE PIOVONO CRITICHE ANCHE DAL PDL Bersani: «Grillo sbaglia su Equitalia Girano palottole, bisogna stare attenti» l ROMA Pierluigi Bersani tira in ballo i proiettili e non in senso metaforico E facendo riferimento al periodo di tensione sociale e alle intimidazioni spedite a Equitalia dice il suo netto «no alle pallottole» Ne abbiamo già viste in questo paese» Arriva dal segretario del Pd, lo stop alle parole di Beppe Grillo che aveva invitato a comprendere le ragioni degli attentati contro le sedi di Equitalia «Equitalia dice Bersani - va migliorata ma non darò ragione a Grillo, non può esserci giustificazione chi intende usare la violenza; ci sono dibattiti che rischiano di alimentare i violenti, anche perchè andiamo incontro a mesi delicati» Il segretario del Pd invita quindi alla cautela mentre si intensifica il dibattito sulla necessità di rivedere le regole da parte del gruppo di riscossione fiscale Non senza polemiche Lo stesso Bersani ricorda che il suo partito aveva presentato proposte per migliorare i termini di riscossione da parte di Equitalia Un sistema sul quale piovono critiche da parte del Pdl anche, dopo i controlli fiscali effettuati ieri a Cortina Fabrizio Cicchitto attacca infatti quella «concezione ideologica del fisco» che sottende ai controlli effettuati nella perla delle Dolimiti e che il capogruppo pdl definisce «inaccettabili» Dallo stesso partito gli fa eco Mariastella Gelmini secondo la quale «l'idea che la ricchezza sia male, un fondamento ideologico della sinistra radicale, non credo possa essere condivisa da un esecutivo che fonda la sua maggioranza sul Pdl Equitalia, vittima di un ignobile attacco terroristico, non solo non deve interpretare la lotta all eva s i o n e come fosse una nuova lotta di classe ma non deve neppure darne l'impressione» Critiche ai metodi di riscossione arrivano anche da Giorgio Stracquadanio, che punta il dito non solo contro Equitalia ma anche sull' Agenzia delle Entrate : «Hanno messo sul lastrico migliaia di imprese con atti di tipo estorsivo A Palermo dice - lo chiamano pizzo, questo IL PARTITO D E M O C R AT I C O Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani e il premier Mario Monti in una foto d archivio invece si chiama pizzo di Stato» «Ci sono leggi che sono contro le regole dello stato di diritto: bisogna riportare le cose alla normalità, con l'inversione dell onere della prova Dall Udc Mauro Libè ricorda «l'atteggiamento di superiorità» con il quale l ex ministro dell Economia del governo Berlusconi aveva accolto le interpellanze del suo partito che chiedevano proprio la modifica del sistema di riscossione di Equitalia «Meraviglia che tanti esponenti dell ex maggioranza si accorgano solo oggi della situazione» La polemica Confindustria ipotizza di licenziare gli statali I sindacati insorgono Licenziare una parte dei dipendenti pubblici per tagliare la spesa e scongiurare nuove tasse E' «la prospettiva» che «a un certo punto dovremmo porci» Il direttore generale di Confindustria Giampaolo Galli durante la trasmissione omnibus su La 7 evoca l ennesimo sacrificio per i dipendenti pubblici, quello estremo, scatenando l immediata reazione dei sindacati La più moderata è la Cgil che invita Confindustria «ad essere più attenta a ciò che dice» ricordando che «riassetto e innovazione» di cui la Pubblica Amministrazione ha bisogno «non si fanno con i tagli» ma «assumendo giovani professionalizzati, semplificando e qualificando servizi» Decisamente più mordenti le parole del segretario confederale della Uil Paolo Pirani che per tagliare la spesa suggerisce «l'abolizione della miriade di consulenze, spesso private, che comportano un costo annuo per l erario, a tutti i livelli, di 1 miliardo e 300 milioni» rinfacciando a Confindustria di non aver voluto condividere con i sindacati la richiesta di tagliare le consulenze esterne «L'estemporanea uscita del direttore generale di Confindustria ag - giunge Pirani - non è un buon viatico per quel patto di coesione sociale da più parti invocato» Da casa Cisl il segretario confederale Gianni Baratta non nasconde il fastidio per quelle «semplicistiche formule da padroni delle ferriere» «Quando si ha poco da dire, con tutto il rispetto, si rischia di dire banalità» afferma in una nota «Se è questo il patto che Confindustria propone argomenta poi Baratta sarebbe veramente desolante Consigliamo a chi ha fatto tali valutazioni, di guardarsi gli andamenti degli organici degli ultimi 5 anni nella Pubblica Amministrazione, in decremento costante, per effetto anche del blocco del turn over A tale proposito, proprio oggi il Tesoro dichiara un miglioramento del fabbisogno statale che per il 2011 registra un calo di 5,5 miliardi

3 k/yak+a6zsbalq7ifdqodxrbeyjxqhq2f2o7s5kxk24= x x x [foto xxx] PRIMO PIANO 3 Plauso di partiti, industriali e di Cgil Cisl e Uil all invito del Capo dello Stato alla coesione sociale LA DIRETTA Segui le ultime notizie sul tuo telefonino Le istruzioni a pagina 17 Napolitano: vanno rivisti gli ammortizzatori sociali «Rispettare l accordo del 28 giugno siglato da tutti i sindacati» IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Giorgio Napolitano in visita privata a Napoli La cig durante la crisi 1 miliardo 160 milioni Di cassa ordinaria Ore di Cig in totale milioni l ROMA Ancora una volta applausi, per il Capo dello Stato Giorgio Napolitano Non solo quelli dei napoletani, durante la visita di inizio anno nella città partenopea, ma anche quelli bipartisan che il Presidente della Repubblica riceve da industriali, sindacati e partiti politici per il suo nuovo appello alla coesione sociale e per l invito a rivedere gli ammortizzatori sociali, rispettando l a c c o rd o Le ore di cassa integrazione registrate da ottobre miliardi 122 milioni Tra cassa straordinaria e in deroga I lavoratori coinvolti Gli euro in meno nel salario di ciascun cassaintegrato Ore di Cig autorizzate (ottobre 2011) Regioni top NORD Lombardia CENTRO Lazio SUD Campania ANSA-CENTIMETRI I VESCOVI IL PRESIDENTE DELLA CEI: «COME IN TUTTE LE FAMIGLIE NEI MOMENTI DI CRISI CI SI STRINGE GLI UNI AGLI ALTRI, SEMPRE DI PIÙ» «Dialogo per evitare tensioni» Appello del cardinal Bagnasco: è importante parlarsi per cercare le soluzioni 182 mln 55 mln 51 mln del 28 giugno sulla rappresentanza, siglato da tutte le organizzazioni sindacali La via dell unità sindacale è quella che il Colle indica, proprio mentre governo e Cgil sono ai ferri corti sul tavolo unico di confronto sul welfare Napolitano esorta a procedere sulla strada dell intesa interconfederale della scorsa estate e insiste, come già nel messaggio di fine anno, perchè «ciascuno faccia la sua parte» «C'è una necessità ampiamente riconosciuta da tutti che è quella di ripensare gli ammortizzatori sociali», tocca uno dei temi sensibili del momento E ai sindacati dà lustro e forza: «Difendono una certa visione degli interessi generali del Paese, e non soltanto interessi di categoria» Il Capo dello Stato parla anche di un «clima più sereno e consapevole tra le forze politiche rispetto agli anni scorsi» E il leader del Pd, Pierluigi Bersani, si mette in scia difendendo a sua volta l accordo del 28 giugno: «E' stato fatto da tutte le parti sociali: si parta da dove si vuole, ma si deve arrivare lì Voglio credere che nè il governo nè le parti sociali vogliano rompere quel punto di coesione O andremmo indietro» Anche Confindustria condivide l invito del Presidente Napolitano alla coesione e «a procedere lungo la strada tracciata con l ac - cordo del 28 giugno su rappresentanza ed esigibilità dei contratti di lavoro, passaggio importante per migliorare la produttività delle aziende e le retribuzioni dei lavoratori» E proprio in queste ore di tensioni Viale dell Astronomia ricorda che «quell'accordo è stato condiviso da tutti» Un «cammino comune intrapreso da imprese e sindacati» che anche per l ex leader sindacale e parlamentare Pd Sergio D Antoni va preservato l G E N OVA Contro la crisi, per il lavoro, contro il pericolo di tensioni sociali esiste una strada da percorrere, ed è quella del dialogo Perchè «parlarsi non solo significa far emergere i problemi ma si possono cercare soluzioni possibili» Il presidente dei vescovi italiani, cardinale Angelo Bagnasco, torna con queste parole sui temi che gli sono particolarmente cari e lo fa a margine della messa celebrata a Genova per i giostrai del Luna park Le tensioni sociali «purtroppo ha detto il porporato - sono sempre possibili ma direi che non sono mai fatali E la via del dialogo tra diversi soggetti è importante per capire le soluzioni possibili» Parla di crisi, il cardinale Bagnasco, e pare volersi rivolgere ai diversi soggetti in campo: al sindacato e al governo, alle parti sociali e alle istituzioni: «Come in tutte le famiglie dice, usando una metafora che gli sta molto a cuore nei momenti di crisi ci si stringe gli uni agli altri, sempre di più L unità supera ogni tensione» L'arcivescovo di Genova torna su un dato che definisce «culturale, persino antropologico»: è necessario che tutti sappiano che «nessuno è solo I problemi economici e di lavoro sono preoccupanti ma dobbiamo sempre tenere presente che nessuno è solo, mai» Una frase che il porporato ripete spesso, pronunziata per la prima volta quando si è innescata la crisi nello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente ai cui lavoratori Bagnasco è vicino, fin dal primo momento Fincantieri, dunque, torna nelle parole e nel pensiero dell alto prelato che parla di una «situazione delicata, fonte di grande preoccupazione» Eppure, dice Bagnasco sorridendo, «so che c'è la volontà e la determinazione da parte di tutti per salvaguardare il lavoro al di là delle forme e della tipologia» Dunque, il cardinale sembra fare appello ad una certa flessibilità sia nei rapporti di lavoro che nell ambito della produzione Sembra indicare la strada che, se imboccata correttamente, «potrebbe ridare speranza» A A GENOVA Il cardinale Angelo Bagnasco durante la messa per i giostrai tutti, in primo luogo allo stabilimento di Sestri Ponente Il lavoro resta un punto prioritario nell agenda dei vescovi italiani Proprio oggi monsignor Cesare Nosiglia, vescovo di Torino, in una lettera inviata ad alcune personalità cittadine scrive: «Lo sviluppo non è solo una questione economica Anzi, l'economia stessa non può porsi al di sopra delle regole che tutelano quel bene che è la persona e quei beni comuni che stanno alla base di una società sana» Al di sopra di tali regole «c'è la consapevolezza che la solidarietà non è solo un metodo necessario, ma una via obbligata» Una lettera per Torino, ma di più, una lettera per la Fiat È la crisi E la crisi internazionale, «che tutti ha colpito» è una stretta, dice il cardinal Bagnasco, che invita a tener conto di un dato elementare: in questo momento, la crisi colpisce in modo differente le persone perchè «è differente il punto di partenza e differenti le ricadute» E torna il discorso sulle tensioni sociali che oggi significano non solo la polveriera del lavoro ma anche il disagio di chi ruba per mangiare, si uccide perchè vede diminuire la pensione o semplicemente perchè non ha futuro IL CAPO DELLO STATO Parla anche di un «clima più sereno e consapevole tra le forze politiche rispetto agli anni scorsi» «avviando una stagione di riforme concertate», a partire da quella degli ammortizzatori sociali «Ancora una volta il Presidente della Repubblica mostra attenzione ai problemi veri del Paese commenta il segretario della Uil Luigi Angeletti - Il suo invito alla piena attuazione dell accordo del 28 giugno è del tutto condivisibile Con quell'intesa, le parti hanno voluto affrontare la questione della bassa produttività e dei bassi salari che rappresenta, insieme alle alte tasse sul lavoro, uno dei freni più potenti per la crescita del Paese e, quindi, per la stessa occupazione» «Mi auguro che le forze politiche e sociali prendano molto sul serio l i nv i t o ribadito quest oggi dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano», è infine l'auspicio del capogruppo dei deputati Fli Benedetto della Vedova E intanto prosegue la visita a Napoli presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la signora Clio: hanno trascorso il pomeriggio e la serata a Villa Rosebery dopo gli incontri di questa mattina alla Fondazione Mezzogiorno Europa e con il sindaco de Magistris e la sosta per l aperitivo al Caffè Gambrinus Il presidente ha sentito telefonicamente il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, con il quale ha parlato delle aree di crisi sul territorio napoletano e delle prospettive di rilancio Nel pomeriggio contatti telefonici con amici di vecchia data che potrebbero fargli visita nei prossimi giorni, prima della partenza da Napoli che dovrebbe avvenire il 5 oppure, come da tradizione, il 6 g ennaio

4 k/yak+a6zsbalq7ifdqod2uhjytwt8sdoktclpz072e= 4 PRIMO PIANO IL GOVERNO E LA CRISI LE RIFORME NECESSARIE La strategia è guadagnare credibilità per coagulare un alleanza che convinca la Germania a fare sconti sul debito Monti prepara la «fase 2» da presentare all Europa Vertice con mezzo governo e Bankitalia su lavoro e liberalizzazioni l In Europa ci giochiamo una partita altrettanto importante di quella iniziata in Italia Mario Monti, durante il vertice a palazzo Chigi con il governatore di Bankitalia Ignazio Visco e alcuni ministri, ha ribadito quale sarà la linea in questo gennaio denso di appuntamenti cruciali per l ese - c u t ivo Il premier è convinto che dalla crisi dei debiti sovrani si possa uscire solo con l i n t e r ve n t o dell Unione Ma per ottenere ciò, l Italia deve dimostrare di aver fatto quei «compiti a casa» chiesti da Angela Merkel Ecco perchè il presidente del Consiglio vorrebbe presentarsi all Eurogruppo del 23 a Bruxelles con in tasca la prima tranche del «cresci-italia»: auspicabilmente con un primo intervento sul mercato del lavoro da varare già nel Cdm orientativamente fissato il 20 gennaio prossimo Non la riforma complessiva, per la quale si spiega in ambienti di governo si vuole procedere con cautela nel negoziato con i sindacati, ma almeno una prima semplificazione della «giungla» contrattuale vigente Non è detto che ci riesca: «Tutto dipenderà da come andranno gli incontri con le parti sociali», spiega un ministro Il premier ha lasciato il compito di ascoltare le loro proposte a Elsa Fornero Sarà il ministro del Welfare a gestire, almeno nella prima fase, il giro di consultazioni con le parti sociali Incontri bilaterali, per evitare che il negoziato si complichi con u n inevitabile allungamento dei tempi Solo successivamente, quando si tireranno le somme, il tavolo potrà essere unificato A quel punto, spiegano a palazzo Chigi, anche Monti potrebbe partecipare al confronto, magari congiuntamente con il ministro Passera per le questioni relative all occupazione Questo, tra l al - tro, lascerà al premier il tempo di concentrarsi sul confronto con i par titi In questo complesso negoziato, a palazzo Chigi si confida sulla 'moral suasion' di Giorgio Napolitano, che è tornato a sollecitare un ammodernamento degli ammortizzatori sociali e un confronto sulle sfide relative al mercato del lavoro Parole lette a palazzo Chigi come un incoraggiamento a procedere sulla strada delle riform e Nel frattempo, il premier continua a lavorare sul «cresci-italia» Prima di partire per il tour de force che lo porterà in poche settimane a Parigi, Londra, Tripoli, Washington e Bruxelles, Monti ha voluto fare il punto della situazione con Visco, con i ministri Passera (Sviluppo e Infrastrutture) e Moavero (Affari Europei) e con il viceministro Grilli (Economica) Le misure per la crescita Queste le priorità per i partiti che sostengono il governo Monti Liberalizzazioni Riforma mercato del lavoro Sviluppo infrastrutture VERTICE Il Presidente del Consiglio Mario Monti e il Governatore della Banca d'italia Ignazio Visco: ieri Monti ha ricevuto Visco per discutere delle strategie del governo Oggetto del vertice, come riferito in una nota, «l'analisi della Banca d Italia sui temi delle liberalizzazioni, della crescita e delle questioni europee» Una lunga riunione, iniziata alle 11 e terminata alle 14:30, nel corso della quale si è parlato dei provvedimenti che saranno sul tavolo del Cdm del 20: liberalizzazioni; infrastrutture; internazionalizzazione delle imprese; sblocco dei fondi europei e dei cantieri; semplificazione burocratica; accesso al credito Ma anche di una prima spending review, anche se quella più corposa Lotta evasione fiscale ANSA-CENTIMETRI richiederà un lavoro più lungo Monti ha confermato che i soldi sono «pochini» e che i provvedimenti saranno per massima parte a costo zero L intenzione, dunque, è quella di utilizzare il più possibile fondi strutturali comunitari e il projet financing Approfittando della presenza di Visco e Grilli, si è discusso anche di conti pubblici Le voci di acquisti da parte della Bce confermano che l aiuto di Francoforte è ancora necessario per tenere a bada lo spread, ormai attestatosi intorno a 'quota 500' Valore troppo alto, soprattutto nel lungo periodo Serve l intervento dell E u ro p a, ha ripetuto Monti ai presenti L impressione è che Roma cerchi la «sponda» di Cameron, Obama e (possibilmente) Sarkozy, nell of - fensiva diplomatica che intende promuovere per piegare le resistenze di Berlino nel negoziato sul 'fiscal compact', la bozza di intesa raggiunta a Bruxelles Obiettivo: evitare inasprimenti sul fronte del rigore su debito e deficit, ma anche rilanciare la crescita magari attraverso lo scorporo delle spese per investimenti pubblici E la pressione fiscale schizza al 45% Tre manovre in sei mesi che a regime peseranno 81 miliardi di euro Tre manovre in sei mesi: per chi avesse perso il conto uno studio calcola che «a regime, nel 2014, l insieme delle manovre susseguitesi tra luglio e dicembre 2011 determina una correzione dei conti di milioni di euro» Il dossier è di EutekneInfo, Il quotidiano del commercialistà che evidenzia come il risultato sia «un incremento della pressione fiscale senza precedenti», oltre il 45% a partire da quest anno La correzione per il 73,62% dipende dal governo Berlusconi e per il 26,38% da Monti A regime, nel 2014, l insieme delle manovre degli ultimi sei mesi scrive Enrico Zanetti su EutekneInfo «determina una correzione dei conti di ben milioni di euro Già nel 2012, comunque, l ammontare complessivo delle manovre 2011 è di milioni di euro e sale a milioni di euro nel 2013» La mega-correzione della manovra a puntate del 2011 è costituita per il 37,32% da tagli di spese (30311 milioni di euro) e per il restante 62,68% da incrementi di entrate (50907 milioni di euro) Ma «nell immediato, lo sbilanciamento verso l'utilizzo della leva fiscale si evidenzia nel dossier è ancora più marcato: per l anno 2012, ben il 79,54% della correzione dei conti è fondato sull'incremento e sull'introduzione di imposte (appena il 20,46% la parte basata su tagli di spesa)» La pressione fiscale schizzerà oltre il 45%: nel 2012 si passa da una pressione che, prima di luglio 2011, era attesa al 42,71%, ad una pressione fiscale attesa oggi in misura pari al 45,09% Nel 2013 si passerà da una pressione fiscale che, prima di luglio 2011, era attesa al 42,56%, fino al 45,66% Per il 2014 dall atteso 42,43% si passerà al 45,52% Per quanto riguarda il 2012, il 55,51% dell aumento del peso delle tasse è riconducibile alle scelte operate sotto il Governo Berlusconi evidenzia sempre lo studio e il 44,49% dell au - mento sotto il Governo Monti Nel 2013 e 2014 il maggior peso sulla bilancia fiscale è da attribuire sempre al precedente governo Nell analisi dei numeri delle manovre 2011 emerge anche un paradosso A regime, sul 2014, degli milioni di euro di correzione complessiva dei conti «solo» milioni di euro si tradurranno in azzeramento del deficit IL RETROSCENA SI LAVORA A UNO STRUMENTO RAPIDO, AL VIA GLI INCONTRI CON LE CATEGORIE DAL CIPE VIA LIBERA A NUOVE OPERE Un decreto su taxi, poste farmacie, servizi e benzinai l Non solo taxi e farmacie Le liberalizzazioni allo studio del governo Monti potrebbero riguardare anche altri settori, dalla benzina alle poste, dai servizi locali agli ordini professionali Un pacchetto ampio e strutturato da inserire all interno del provvedimento sulla concorrenza che potrebbe assumere la forma di decreto legge E' questa l ipotesi che sta prendendo forma nell ambito del cantiere cresci-italia, che è stato ieri al centro di un vertice tra il presidente del consiglio Mario Monti e il Governatore di Bankitalia Ignazio Visco, cui hanno partecipato anche Corrado Passera, Enzo Moavero e Vittorio Grilli Sulle liberalizzazioni, in particolare, dopo le difficoltà incontrate su taxi e farmacie (inserite in manovra, ma in Parlamento è stata fatta marcia indietro), l intenzione del Governo sarebbe ora quella di procedere con un intervento più complessivo Sono molti i settori che potrebbero essere coinvolti: come le poste, i benzinai, gli ordini professionali (si pensa all ab o l i z i o n e delle tariffe professionali), i servizi pubblici locali (oggi gestiti dagli enti locali) e forse anche le edicole Intanto i ministri competenti si preparano ad incontrare nei prossimi giorni le associazioni di categoria: il ministro della Salute Balduzzi vedrà il 10 le associazioni delle parafarmacie, che nei prossimi giorni dovrebbero incontrare anche il ministro dello Sviluppo Passera Le organizzazioni dei benzinai hanno già chiesto un incontro e potrebbero essere convocate la prossima settimana a via Veneto Al Ministero dello Sviluppo intanto i tecnici sono al lavoro sul dossier, ma è probabile che un accelerazione arrivi la prossima prossima settimana Il ministro Passera infatti il 6 gennaio sarà impegnato a Parigi per il bilaterale Italia-Francia insieme allo stesso premier Monti L intero pacchetto liberalizzazioni, a quanto si apprende, potrebbe essere inserito all interno del provvedimento sulla concorrenza tanto caro al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà, che potrebbe assumere la forma di decreto-legge per agire d urgenza su materie che Monti ha indicato come pilastri della 'fase 2' del proprio Governo Insieme alle liberalizzazioni, nella prima tranche del cresci-italia c'è anche il capitolo infrastrutture, per il quale sono allo studio provvedimenti per favorire la sburocratizzazione e coinvolgere maggiormente i privati attraverso il project financing (le possibili misure allo studio sono incentivi fiscali e proroga delle concessioni da 30 a 50 anni) Intanto è attesa per la prossima settimana (forse giovedì) una nuova riunione del Cipe Che potrebbe sbloccare una serie di opere immediatamente cantierabili che dovrebbero riguardare soprattutto il Sud Tra queste potrebbe rientrare l'autostrada Termoli-San Vittore, che collega Molise e il Lazio, che attende da anni di essere cantierata È possibile che all ordine del giorno venga inserito anche il Ponte sullo Stretto

5 k/yak+a6zsbalq7ifdqodw5a6dedrii4jwssfpug89m= PRIMO PIANO 5 I compensi mensili Quanto incassano e di quali agevolazioni godono i deputati dei principali Paesi europei Cifre in euro Indennità lorda Diaria mensile/ indennità di residenza Spese mensili di segreteria e rappresentanza Collaboratori Trasporto Viaggio ITALIA 11283,3 3503, ** 1331,7 Treni, autostrade, navi e aerei gratis SPAGNA OLANDA FRANCIA GERMANIA 2813,9 8503,9 7100, * 1823,9^ 1638,6 3984,4 dato non disponibile dato non disponibile 0,25/km 250/mese per taxi Diaria 150 all'estero 120 all'interno annui per il primo anno *Alloggio a tariffe agevolate in residence di proprietà Assemblea; ^870,56 se eletti di Madrid; **rientra tra le spese di rappresentanza Fonte: Commissione sul livellamento retributivo Italia-Europa 203 dato non disponibile 27,7 Treno 1ª classe max (restituiti se non usati) vetture di servizio 6 viaggi a/r fuori collegio 40 a/r collegio/parigi pagati dal Parlamento vetture di servizio Treni gratis Rimborso voli domestici Istituzioni, Enti, Consigli, Autorità e Commissioni rilevati in Italia e omologhi negli altri Paesi ANSA-CENTIMETRI Scoppia la polemica sugli stipendi dei politici Sedicimila euro al mese «No, sono solo 5mila» dice la Camera Codacons: gasolio raddoppiato Benzina, in 10 anni prezzo +75% In 10 anni il prezzo della benzina ha subito un incremento del 75%, mentre il costo del gasolio è più che raddoppiato, facendo segnare +104% È il calcolo del Codacons, che ha confrontato i listini attuali dei carburanti con quelli in vigore nel gennaio del 2002 Dieci anni fa, sottolinea l associazione, «la benzina costava mediamente 0,992 euro al litro, mentre per un litro di diesel occorreva spendere 0,836 euro Ciò significa che per un pieno di benzina si spendono oggi 37,3 euro in più rispetto a 10 anni fa, e per un pieno di gasolio 43,3 euro in più l Oltre 16mila euro al mese, escluse le spese di rappresentanza La cifra scritta nero su bianco nel rapporto della commissione Giovannini, fa subito andare di traverso l anno nuovo ai parlamentari italiani Perchè segnala che deputati e senatori nostrani sono meglio pagati dei colleghi europei La diffusione dei dati innesca subito u n aspra polemica Da un lato perchè la commissione nel consegnare i suoi dati si arrende per ora all impossibilità di calcolare, come richiesto, una media europea su cui «tagliare» gli stipendi italiani Dall altro lato perché Senato e Camera si ribellano alla descrizione dei parlamentari italiani come i più ricchi d E u ro p a : le indennità nette, sostengono a Montecitorio, sono inferiori a quelle di altri Tace per ora il governo, che sta studiando il dossier «costi della politica» e la relazione della commissione Giovannini Ma si riserva ancora del tempo per dare le proprie risposte Lo stesso premier Mario Monti ha del resto affermato a più riprese l'intenzione di creare una task force apposita, per un analisi approfondita della materia Intanto, il 31 dicembre, è arrivata la relazione della commissione guidata dal presidente dell Istat Enrico Giovannini e incaricata di mettere a confronto gli emolumenti dei vertici di istituzioni e organi nostrani con quelli europei Nonostante le difficoltà a reperire e comparare i dati, la commissione, viste anche le pressioni in tal senso, ha depositato il suo rapporto, con le tabelle relative ai parlamentari, rimandando al 31 marzo per una seconda relazione Ma avverte: i dati sono «del tutto provvisori e di qualità insufficiente» e non è possibile tra di essi individuare una media europea in base alla quale operare i tagli «Il tempo non è stato sufficiente per un lavoro che non ha eguali nel mondo», afferma Giovannini Che mette in guardia dalla pretesa di affidare all aritmetica una decisione, come quella dei tagli ai costi della politica, che è tutta politica In Parlamento c'è una forre irritazione Il presidente del Senato, Renato Schifani, lamenta l assenza di «una tempestiva e opportuna trasmissione ufficiale» dei dati da parte della commissione E, nell inviare il documento ai capigruppo per una riflessione, puntualizza che le decisioni spetteranno in ogni caso all uf - ficio di Presidenza, «unico organo deputato a discutere di status del parlamentare» Tace per il momento Gianfranco Fini, che ieri ha festeggiato i suoi 60 anni Ma l uf ficio stampa di Montecitorio puntualizza che se l in - dennità lorda dei deputati è euro (contro i 7100 francesi, i 7668 tedeschi, i 2813 spagnoli), quella netta è «in media di 5000 euro» e dunque «inferiore» a quella di altri Paesi, dove la tassazione è più favorevole: in Francia il netto pagato ai parlamentari è di 5030 euro, in Germania 5100 Dei dati della commissione dovrebbero comunque presto discutere gli uffici di presidenza delle Camere, per una decisione annunciata da Fini entro gennaio E appare sempre più probabile un intervento sulle spese per i collaboratori (3690 euro), che in altri Paesi risultano anche superiori, ma vengono gestite dal Parlamento e non dal singolo deputato Ma, se si eccettua l incalzare dell Idv («abolire subito i privilegi», tuona Antonio Di Pietro), i mal di pancia parlamentari sono tanti E da tutti i partiti si levano inviti a non strumentalizzare i dati «Modifichiamo il sistema afferma Pier Luigi Bersani ma non pubblichiamo titoli che non rendono giustizia alla condizione dei parlamentari italiani», «altrimenti sembra che i parlamentari siano la causa di tutti i mali» Il questore Antonio Mazzocchi (Pdl) denuncia «una deriva pericolosa» dell antipolitica Mentre altri polemizzano con il lavoro della commissione Giovannini: «Ora sappiamo iro - nizza Giuliano Cazzola (Pdl) che le statistiche del Paese sono in buone mani» IL DETTAGLIO VOCE PER VOCE GLI EMOLUMENTI DEI PARLAMENTARI, MA IL CONFRONTO CON GLI ALTRI PAESI EUROPEI RENDE DIFFICILE L ADEGUAMENTO DEI PARAMETRI Più di francesi e tedeschi Come sono formate le «buste» paga di senatori e deputati SCHIFANI E FINI I presidenti di Camera e Senato alle prese con il nodo-stipendi l Con uno «stipendio» di oltre 16mila euro al mese, escluse le spese di segreteria e di rappresentanza, i parlamentari italiani «surclassano» i colleghi europei Primi su tutti, con i francesi e i tedeschi a seguire (13500 euro i primi, i secondi) È questo il quadro che emerge dalla relazione consegnata il 31 dicembre dalla commissione Giovannini, l organo incaricato di mettere a confronto le retribuzioni di membri delle istituzioni e di organi della Pubblica amministrazione con gli omologhi di sei Paesi europei Ma la commissione avverte: i dati sono «del tutto provvisori e di qualità insufficiente per una loro utilizzazione» Non è possibile, insomma, ricavarne una media europea sulla base della quale «tagliare» gli emolumenti italiani GLI STIPENDI - Un deputato italiano incassa ogni mese euro lordi come indennità parlamentare (che salgono a euro per un senatore), oltre a 3503 euro come diaria/indennità di residenza e 1331 euro per il trasporto per un totale di oltre euro Guadagna invece euro complessivi un deputato tedesco e uno francese, poco più di un olandese Molto più basse le retribuzioni degli spagnoli (2813 euro di indennità e 1823 euro di diaria per gli eletti fuori Madrid, 870 euro per quelli della capitale), mentre i belgi ricevono circa 9200 euro e gli austriaci 8640 I parlamentari italiani hanno comunque vantaggi anche sul fronte dei viaggi, con la libera circolazione su treni, autostrade, navi e aerei, mentre i francesi hanno diritto a sei viaggi fuori dal collegio e 40 tra il collegio e Parigi SPESE DI SEGRETERIA - Per le spese di segreteria e rappresentanza i deputati nostrani prendono circa 4000 euro esenti da imposta (4180 i senatori) In Francia la cifra sale a circa 6800 euro per la rappresentanza, mentre per i collaboratori sono previsti 9138 euro di linea credito (se non usata si restituisce) In Germania i collaboratori sono pagati dalla Camera fino a un massimo di lordi per p a rl a m e n t a re ALTRI STIPENDI - La commissione annuncia una nuova relazione entro il 31 marzo 2012 E in quell'occasione saranno probabilmente fornite le cifre relative agli altri organi (34 in tutto) esaminati Anche se alcuni di questi, si segnala, sono «unici»: non esistono corrispondenti negli altri Paesi europei LE DIFFICOLTA' - «Nonostante l im - pegno profuso, la commissione non è in condizione di effettuare il calcolo di nessuno delle medie di riferimento con l accuratezza richiesta dalla normativa», scrive la commissione Ma afferma di aver deciso di rendere comunque pubblici i dati relativi ai parlamentari, considerate «le richieste avanzate dal governo e dalle presidenze di Camera e Senato» Le «difficoltà incontrate», scrive la commissione, «dovrebbero far riflettere il legislatore sull'effettiva applicabilità della normativa» che prevede il livellamento retributivo Italia-Europa, «della quale (non a caso) non si trova alcuna analogia negli altri principali paesi dell Ue» E vengono invocati «correttivi e revisioni della normativa» La commissione spiega di aver dovuto svolgere un lavoro «estremamente complesso per molteplici ragioni», tra cui alcune «ambiguità e contraddittorietà» della normativa di riferimento (ad esempio, «il concetto di trattamento omnicomprensivo annualmente corrisposto non è facilmente riscontrabile in altri Paesi») E inoltre, tra le altre: «l'ampiezza del mandato» ricevuto, la «difficoltà di rinvenire negli ordinamenti esteri concetti comparabili» e la difficoltà a reperire i dati

6 k/yak+a6zsbalq7ifdqodw5a6dedrii4vb23va3kizc= 6 PRIMO PIANO FATTI E PERSONAGGI DIZIONARIO DALLA A ALLA ZETA EFFETTO TSUNAMI In un anno è cambiato tutto: si è chiusa una stagione e il Paese si affida al governo del tecnici per salvarsi SPERANZE E TIMORI Alfano pensa al nuovo Pdl; Bersani fa l equilibrista, Vendola non rompe con il Pd e la Lega riscopre le sue «radici» Napolitano e Monti il potere a due facce I volti vecchi e nuovi dell Italia sull orlo del baratro di MICHELE COZZI l Lo tsunami sembra avere investito la politica italiana Appena un anno fa, il 14 dicembre 2010, il governo Berlusconi sventava il tentativo di disarcionarlo con il voto di fiducia, mettendo insieme il suo esercito, orfano della diaspora finiana, ed un gruppo di cosiddetti «Responsabili» Sembrava superata la burrasca, ma poi, eventi interni ed internazionali, hanno sconvolto il quadro politico, tramutando in meteore quelle che apparivano «stelle lucenti», facendo emergere nuovi personaggi del tutto sconosciuti al grande pubblico Queste alcune tendenze e i volti, vecchi e nuovi, della Politica dell Ita - lia post-berlusconiana A come Alf ano: è (era) l erede designato, il «delfino» sul quale aveva posto la mano dio-silvio Solitamente la guerra per la successione può rischiare di far saltare il trono Il problema è che il potere, che appariva saldissimo, si è sfarinato in un nulla E giovane, ma deve decidere quando camminare con le sue gambe Ma sta studiano: è stato tra i primi nel Pdl a lanciare segnali di pace a Monti; sta gestendo la fase congressuale e tesse rapporti con Maroni e Casini Il suo futuro? La capacità di liberarsi dal fantasma del Grande Vecchio B come Bersani: il leader del Pd ha resuscitato il partito, lo ha condotto alla rivincita elettorale alle ultime amministrative Avrebbe potuto portare il Pd ad un probabile successo elettorale, ma ha deciso - come dice - di salvare l Italia Con il consenso al governo Monti ha messo in gioco se stesso e il partito Tende all equilibrismo, tra l ala sinistra interna (Fassina e Cgil), i rottamatori alla Renzi, e gli ex Popolari che aspettano il prossimo incidente di percorso per sloggiare E questo forse, lo porta a qualche passo falso, come la «foto di Vasto» Rischia tutto C come Casini: uno dei pochi eredi, non pentiti, della vecchia Democrazia Cristiana E il vero vincitore di questa fase politica che a suoi occhi può aprire la strada alla fine del bipolarismo e dell egemonia Pdl-Pd Finora ha galleggiato tra centrodestra e centrosinistra, ma prima o poi, se non dovesse cambiare il sistema elettorale, dovrà decidere Anche perché rischia la sorte di quella bella ragazza che, corteggiata da molti, morì zitella D come Di Pietro: è uno dei tre «dioscuri» del patto di Vasto (con Bersani e Vendola) Non smuove il suo partito da una posizione in cui tende a captare le pulsioni giustizialiste di una parte della società Deve guardarsi dalla concorrenza di Grillo da una lato e della sinistra vendoliana E all opposizione del governo Monti, dopo un ini - ziale fase in cui è stato a vedere le carte Pensa e spera che nel popolo di sinistra, ma anche in quello moderato, emergeranno i mal di pancia per le misure «lacrime e sangue» del governo E lui spera di andare all incas - s o E come Economia: viveva una stagione di benessere («i ristoranti sono sempre pieni», diceva l ex premier), ma, improvvisamente, si è scoperta a livello della Grecia Uno choc per l immaginario collettivo della «felix Italia» I fondamentali economici del Paese sono solidi, ma il Pil è in caduta libera da anni, la disoccupazione cresce come l indebitamento pubblico Il governo ha messo in atto una «cura da cavallo» La speranza è che la cura non azzoppi definitivamente il Paese F INFRASTRUTTURE Il ministro Passera PD Il leader Bersani come For nero: è la «lady di ferro» del governo Monti, nonostante le «lacrime» che le impedirono di pronunciare la parola «sacrifici» presentando la manovra Si è molto dibattuto sulla sincerità di quella emozione Poi, però, ha tirato fuori gli artigli E molti se ne sono già accor ti F come Fini: se il suo progetto era mandare a casa Berlusconi, ha raggiunto lo scopo Ma il Fli non sembra sfondare e così il suo approdo al Terzo Polo, dove non mancato i leader, rischia di apparire più una soluzione di ripiego che una scelta strategica G come Grillo: il comico continua a non essere preso molto sul serio dalla Politica ufficiale Eppure in diverse tornate elettorali, ha dimostrato che il movimento «Cinque Stelle» è tutt altro che una meteora Non ha peli sulla lingua e il suo messaggio, tra il qualunquistico e il profetico, piace a settori di destra e di sinistra E ora dice parole che non dispiacciono - basta leggere i siti - sul ruolo di Equitalia I come Italia: il Belpaese sta cercando di rifarsi il suo look Per mesi e mesi, chiunque sia stato all estero ha dovuto subire le malignità sul bunga-bunga Il sorrisino tra la Merkel e Sarkozy sull affidabilità del governo italiano ha rappresentato il punto più basso della vita del Paese Quel giorno, è finito il governo Berlusconi L come Le g a: è riemersa l anima plebea e volgare (il «terun» a Napolitano) di un movimento che improvvisamente incomincia a perdere colpi anche al Nord Dilaniato dalle faide interne tra maroniani e antimaroniani e dall incapacità di reinventarsi una strategia politica che non sia il solito ritornello sulla secessione L alleanza con Berlusconi ha nascosto per un po il vero tratto dominante della Lega Ora il divorzio dal Pdl e le accuse a Berlusconi di essere un «comunista» appaiono il segnale della fine di un incubo E Bossi è ormai al tramonto M come Monti: è stato chiamato a svolgere il ruolo di «salvatore della Patria» In poche ore è divenuto prima senatore a vita e poi ha ricevuto l incarico di formare il governo di «salvezza nazionale» Si muove bene all e s t e ro, dove la Merkel e Sarkozy, almeno nella prima fase, hanno mostrato un evidente rispetto per il Prof Poi, nei rapporti con partiti e sindacati, mostra una insospettabile perizia: un po li coccola, un po li sfida Nella conferenza stampa di fine anno ha rimarcato che, per essere alla testa di un governo per definizione «impopolare», i sondaggi sono positivi E che in Germania, i giornali hanno scritto che sarebbe il «genero» ideale Una civetteria perdonabile Finora, però, non sembra che il Monti presidente del Consiglio segua gli insegnamenti del ASSE Il presidente del Consiglio Monti e il presidente della Repubblica, Napolitano: la sintonia tra i due rappresenta la più forte garanzia per la stabilità politica del governo Monti professore Dice di non essere interessato al Quirinale, ma il suo indirizzo prossimo venturo sembra proprio il Colle N come N ap o l i t a n o : il New York Times lo ha incoronato «King George», artefice della ritrovata stabilità politica dell Italia, in uno dei periodi più difficili del dopo-guerra Il presidente della Repubblica, nel rispetto delle prerogative del Quirinale e dell autonomia del presidenza del Consiglio, ha guidato il periodo di transizione dal post-berlusconismo, evitando ad Paese un vuoto di potere che, dinanzi all incubo dello spread, avrebbe messo l Ita - lia definitivamente in ginocchio Il Paese ammira il suo aplomb rassicurante, sobrio, rispettoso di tutte le parti in causa O EX PREMIER Silvio Berlusconi come O n o r evo l e : è il titolo dei rappresentanti del Parlamento Ma spesso, qualcuno, dimentica la radice del termine Il Paese è chiamato a enormi sacrifici, ma la casta dei politici si muove a piccoli passi Con tagli minimali dello stipendio e salvando il grosso dei vitalizi In compenso, sono aumentati i prezzi della buvette di Montecitorio Il caffè costerà 10 centesimi in più Questi sono problemi P come Passer a: è apparso subito come il più politico dei ministri tecnici E non poteva essere diversamente per una vita trascorsa tra banche, esercizi spirituali e grandi affari E se Monti afferma che non intende avere un futuro politico, è difficile pensare che Passera torni ad occuparsi di banche (ma con quanto guadagnava, potrebbe anche ripensarci) Sembrava un berlusconiano, ma poi ha dialogato con D Alema e potrebbe essere la punta di diamante del Terzo Polo alle prossime politiche E nell Udc le sue mosse non sono passate inosservate Q come Quirinale: mentre Re Giorgio regna con punte di gradimento altissime, i giochi per il prossimo presidente della repubblica sono incominciati Berlusconi intendeva concludere al Colle la sua parabola politica, ma ogni tanto lanciava la candidatura di Letta Oggi la soluzione Monti appare in crescita, soprattutto, se dovesse riuscire nell impresa di «salvare» l Ita - lia Ma un pensierino lo fa anche Casini R come Re f e r e n d u m : per vent anni sono naufragati Poi nella scorsa primavera, i referendum su acqua e nucleare hanno compiuto il miracolo E la società si è rimessa in moto Lo aveva già anticipato De Rita, che nel 2010 aveva già prospettato la fine della stagione del soggettivismo, di cui Berlusconi era «l icona» I beni sociali e collettivi sembrano improvvisamente tornati a galla nella mente e nell anima degli italiani La grande giostra è finita S come Silvio: dopo le Politiche, Berlusconi aveva in mano l Italia Oggi, sembra quasi una «parentesi» In pochi mesi ha messo insieme tanti fattori negativi che hanno reso inevitabile l epilogo La crisi internazionale ha fatto il resto Ma, al di là dei suoi atteggiamenti privati, ha pagato l incapacità di affrontare i nodi della crisi e dello sviluppo, le mancate liberalizzazioni e lo scontro con Tremonti Ora è alla finestra, giura fedeltà a Monti, ma alimenta la mitologia dell Usur pazione subita Indica Alfano come suo delfino, ma la sua lunga ombra si staglia sul suo partito Non è ancora del tutto f u o r i g i o c o S come Sobrietà: è il valore che improvvisamente imperversa in tutte le salse in queste settimane Basta con le veline, i cinepanettoni, i culi e cosce, i dibattiti sgridati La sobrietà appare improvvisamente il nuovo totem Accade spesso in un Paese che si autoassolve in un nulla W E L FA R E Le lacrime della Fornero SEL Il leader Vendola T come T remonti: lo ricordate? Fino a pochi mesi fa, faceva il bello e cattivo tempo Lo stesso Berlusconi lo temeva per il troppo potere che aveva accumulato Silvio voleva ridurre le tasse, e Giulio diceva no; il Cav voleva allargare la borsa della spesa, e il superministro minacciava le dimissioni Quando è caduto in disgrazia, nel Pdl si sono levate «voci di massa» contro di lui E ora pare sia costretto a chiedere asilo politico alla Lega U come Unità: la celebrazione dei 150 anni dell unificazione nazionale ha coinciso con uno dei periodi più bui della Repubblica Ma la società italiana ha avvertito prima della Politica allo sfaldamento in atto, e si è stretta alla Presidenza della Repubblica Dopo vent anni di scontro tra schiere contrapposte - berlusconiani e antiberlusconiani - l Italia necessita di una fase di pacificazione Per ricominciare Cgil e la Fiom Z V come Ve n d o l a : il leader di Sel solo apparentemente sembra spiazzato dalla nuova stagione politica E all opposizione del governo Monti, ma cerca di tenere in piedi i legami con il Pd, per il dopo Il suo appeal sul popolo della sinistra è sempre alto E conserva un forte rapporto con la sinistra del Pd, la come Zombie: Che fine ha fatto tutta una schiera di politici il suo unico scopo era andare in tv per sbraitare contro tutto e tutti? Non sono scomparsi, sono nel dimenticatoio, ma nessuno li rimpiange

7 k/yak+a6zsbalq7ifdqodw5a6dedrii4qfonsxl3nue= 7 L AVORO STATISTICHE E TENDENZE SU ANCHE LA CASSA INTEGRAZIONE Nel ricorso agli ammortizzatori sociali, tra il primo trimestre 2010 e stesso periodo del 2011 Puglia terza dopo Umbria ed Emilia Romagna PUGLIA E BASILICATA Puglia, 25mila occupati in più L Istat: «Tra 2010 e 2011 è la regione con il dato migliore in Italia» PD Il capogruppo Antonio Decaro l Tempi bui per l economia e per l occupazione in particolare, ma secondo l Istat, che in qualche maniera rafforza il quadro congiunturale illustrato dal presidente Nichi Vendola nel corso della conferenza stampa di fine anno, la Puglia è in controtendenza al punto da guidare il plotone (esiguo) di regioni con un segno più davanti alla voce nuovi occupati Il periodo di riferimento è quello che va dal primo trimestre 2010 al primo trimestre 2011: l I s t at mette la Puglia, con i suoi 25mila ingressi (o rientri) nel mondo del lavoro davanti a Veneto (20mila) e Piemonte (17mila) «Anche il Sole 24 ore - commentano i dati i consiglieri regionali di Sinistra ecologia e libertà, M i ch e l e L o s ap p i o e de La Puglia per Vendola, Angelo Disabato - conferma la performance positiva della Puglia sul lavoro, mentre Calabria e Campania affondano Siamo consapevoli che questi dati non sono sufficienti a mutare radicalmente il quadro della regione, soprattutto di fronte a un 2012 lacrime e sangue, tuttavia costituiscono una conferma del dinamismo della Puglia e dell ef ficienza delle sue politiche di sviluppo, smentendo ilcatastrofismo della destra e la favola di un presidente che non sa far di conto» Il dato Istat va comunque contestualizzato e correlato con quello dei cosiddetti lavoratori inattivi, il cui numero cresce anch esso, e delle ore di cassa integrazione autorizzate CONTRO TENDENZA In Italia aumentano i disoccupati ma la Puglia fa segnare 25mila posti di lavoro in più Sono dati dell Istat, che ha fotografato il periodo che va dal primo trimestre del 2010 al primo trimestre del 2011 Agricoltura, rassicurazioni di Catania Programma di sviluppo rurale, il ministero salva 225 milioni destinati alla Puglia Sul «salvataggio» dei fondi destinati ai Programmi di sviluppo rurale, interviene il ministro delle Politiche agricole, Mario Catania: «Quando si fa un lavoro di squadra i risultati si vedono La sinergia tra governo centrale ed enti locali è sempre importante ma in questo caso l unità d intenti e la capacità di dialogare a tutti i livelli che hanno dimostrato ministero, Regioni e organismi pagatori, è stata determinante per superare quei problemi burocratici e amministrativi che possono rallentare l operato della pubblica amministrazione e che in questo caso rischiavano di determinare il disimpegno di fondi europei destinati al nostro Paese È grazie a questa azione comune che siamo riusciti ad erogare 2,4 miliardi di euro, cofinanziati dalla Ue, previsti per i Psr nel 2011 Abbiamo ottenuto un risultato importante» La Sicilia avrebbe perso 384 milioni, la Puglia 225, la Campania 203 LOTTA AGLI SPRECHI LE SOMME, AGGIUNTIVE RISPETTO A INDENNIZZI DATI PERSINO PER UNA SINUSITE, CONTINUAVANO A ESSER VERSATE AI CONIUGI ALLA MORTE DEI BENEFICIARI Stop ai vitalizi-scandalo di Taranto Tagli a 70 ex dipendenti: da 35 anni percepivano indennità illegittima Comune risparmia 800mila euro FABIO VENERE l TA R A N TO Eliminati i vitalizi Al Comune di Taranto, evidentemente, riesce quel che in Parlamento non si riesce neppure ad ipotizzare seriamente La giunta Stefàno, lo scorso 30 dicembre, ha approvato una delibera con cui, in autotutela, vengono annullati tutti gli atti con i quali venivano riconosciute ad un centinaio tra dipendenti ed ex dipendenti rendite vitalizie A questi lavoratori, in prevalenza Vigili urbani, infatti, con un regolamento comunale varato nell ormai lontano 1976 e poi reso operativo (con il pagamento degli arretrati) nell 85 venivano garantite delle indennità mensili per il solo fatto di aver contratto delle patologie durante il servizio All epoca e poi negli anni successivi, l Amministrazione comunale non si limitò ad erogare solamente l equo indennizzo ma assegnò a questi suoi dipendenti anche una rendita da pagare per tutta la vita E anche dopo considerando che a questi vitalizi in versione comunale veniva applicato anche il principio della reversibilità E, quindi, in caso di morte del lavoratore, la somma veniva trasferita alla vedova Ma c è di più L Am - ministrazione sarà comunque Secondo il servizio politiche territoriali della Uil, il ricorso a questo ammortizzatore sociale è in crescita ovunque tranne che in valle d Aosta e Abruzzo In questa classifica la Puglia, con il suo +75,6%, viene dopo soltanto l Umbria (+94,9% di ore autorizzate tra primo trimestre 2010 e primo trimestre 2011) e l Emilia Romagna (+83,4%) Il segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese, aggiunge all analisi sull occupazione quella sulla ricchezza prodotta (valore aggiunto medio per abitante e prodotto interno lordo) nei singoli territori riportando le proiezioni per il 2012 di Unioncamere e Prometeia «Il valore massimo - dice Pugliese - sarà registrato nella Provincia di Milano Considerando il dato relativo al prodotto interno lordo, inoltre, si riscontra a livello nazionale una variazione negativa dello 0,5%, mentre per le regioni del Mezzogiorno di -0,9% Anche considerando le previsioni sul 2012 per la spesa per consumi delle famiglie, mentre a livello nazionale riscontriamo un -0,2%, per le regioni del nostro comparto territoriale la variazione è di -0,7%» In Puglia, le previsioni sulla variazione del Pil parlano di un -0,8%, mentre per ciò che concerne i consumi delle famiglie di un -0,6% «E il momento di adottare senza indugi chiude Pugliese - misure immediate e serie, lavorando su sviluppo e coesione e rilanciando l occupazione sana e duratura» ERANO S TAT I SOSPESI NEL 2009 Ora si è passati ad una cancellazione definitiva In 33 avranno ancora i bonus LIBERALIZZAZIONI LA VICEPRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE: «PRONTI ALL IMPUGNATIVA» Negozi sempre aperti, no dalla Puglia l «La norma sulle liberalizzazioni così come è congeniata produce più danni che benefici È per questa ragione che la maggior parte delle regioni sta decidendo di impugnarla Tra queste la Puglia Il rischio è che la liberalizzazione totale e selvaggia di orari e aperture anche nei piccoli comuni non turistici, sia solo un regalo alla grande distribuzione Un minimo di regole è utile anche alla concorrenza» Così la vicepresidente della giunta regionale pugliese e assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone, la quale si chiede «che senso ha imporre un apertura 24 ore su 24 in piccoli comuni che nulla hanno a che fare con i turisti? Se la norma doveva servire ad aumentare i consumi, il governo ha seguito la strada sbagliata, il rilancio dei consumi infatti può avvenire solo se si aumentano gli stipendi e i redditi delle famiglie dei ceti medi e bassi non aumentando le ore d apertura dei negozi che restano vuoti» La Capone non è convinta che la spinta ad una liberalizzazione senza paracadute per i piccoli commercianti sia in linea con quanto prescritto dall Ue «La direttiva comunitaria - dice - dava un chiaro segnale: liberalizzazione sì, ma con regole concertate tra le associazioni dei commercianti e i sindacati A questo indirizzo si è uniformata la Regione Puglia Stiamo preparando uno schema di disegno di legge che porti equilibrio nel lobbistico assetto degli interessi che il governo ha inteso tutelare, difendendo anche i piccoli commercianti, che costituiscono il 90% del tessuto produttivo» costretta ad erogare queste rendite a 33 suoi ex dipendenti che hanno a loro favore una sentenza della magistratura amministrativa rispetto a cui il Comune di Taranto non si è mai opposto facendola così passare in giudicato In realtà, la giunta Stefàno aveva già sospeso a partire dal gennaio 2009 questi trattamenti economici ma ora, con un tratto di penna, ha completamente cancellato questi bonus economici L Amministrazione comunale ora si riserva la possibilità di chiedere ai beneficiari di queste somme la restituzione di quanto percepito negli ultimi cinque anni L ini - ziativa del Comune, in quest ultimo anno e mezzo, ha trovato autorevoli conferme da parte del ministero dell Eco - nomia e, in particolare, del Ragioniere generale dello Stato che hanno accertato l il - legittimità di queste rendite v i t a l i z i e Contattata dalla Gazz etta, l assessore comunale al Personale, Valeria Palumbo che insieme al dirigente, Pa o l o S p a n o, ha attuato questa linea dura, commenta così: «Il Comune risparmierà 800mila euro Abbiamo verificato - aggiunge - che ci sono dei lavoratori che hanno ottenuto, ogni mese, queste somme per aver avuto durante il servizio delle sinusiti o delle artrosi Siamo convinti di aver fatto la scelta giusta tant è che siamo stati recentemente contattati dal Comune di Genova che ci ha chiesto informazioni sulla strada da seguire Attendiamo con grande fiducia e serenità, le sentenze che nei prossimi mesi il Tribunale emetterà in seguito ai ricorsi presentati dagli ex dipendenti che, nel 2009, si sono visti sospendere le indennità (i vitalizi) dall Amministrazione» DECARO PUGLIA TRA I VIRTUOSI «Pagamenti ai fornitori tempi ridotti di 92 giorni» l «Il fatto che la Puglia, dal 2009 al 2011, sia riuscita a ridurre di 92 giorni i tempi dei pagamenti delle Asl ai fornitori, dimostra che stiamo lavorando bene» È il commento del capogruppo Pd alla Regione, Antonio Decaro, all'indagine Cgia di Mestre, secondo la quale «sono circa 40 miliardi i debiti di Enti sanitari italiani verso i fornitori di beni e servizi, e che il 70% dei mancati pagamenti avviene al Centro-Sud Nonostante tutto - rileva Decaro - mentre la media nazionale dei pagamenti è di 299 giorni con punte di 925 in Calabria, la Puglia, tra 2009 e 2011, è fra le 6 Regioni più virtuose: Valle d'aosta e Trentino Alto Adige (- 5 giorni), Lazio (- 9), Lombardia (- 13), Basilicata (- 48) e Puglia (- 92) Questo risultato - aggiunge Decaro - deve indurci a continuare affinchè i tempi dei pagamenti si riducano ancora» Critico sulle politiche del govenro Vendola il presidente della commissione Sanità al Senato, Luigi D Ambrosio Lettieri «Con una mano - dice - si aumentano le tasse, con l altra si sprecano soldi pubblici, lasciando presidi ospedalieri come il pronto soccorso dell ospedale di Gioia del Colle, Cardiochirurgia e Radiologia di Conversano e il laboratorio di analisi di Mola in emergenza cronica A livello nazionale - dice d Ambrosio Lettieri, - è avviato il cantiere del nuovo patto per la Salute Rimodulazione di ticket, tetto alla spesa farmaceutica, investimenti in edilizia sanitaria e Lea: sono i punti su cui si può intervenire In tema di beni e servizi, il documento/bozza che il ministro Balduzzi ha inviato agli assessori regionali prevede di ridurre la spesa attraverso la chiusura/riconversione obbligatoria dei piccoli ospedali entro il 31 ottobre 2013 Se Vendola avesse dato seguito al piano di riorganizzazione del governo Fitto, invece di consolidare le Fabbriche del consenso, riorganizzazione ospedaliera e razionalizzazione del sistema sanitario regionale sarebbero già realtà» Anche Peppino Longo, consigliere regionale dell Udc, parla di ciò che accade all'ospedale «Florenzo Jaia» di Conversano e al laboratorio analisi di Mola «Sanità - dice Longo - siamo alle solite: promesse non mantenute e soldi sprecati A Conversano, a Cardiologia, non è stato ripristinano il servizio 8-20 e a Radiologia manca la reperibilità notturna Il laboratorio di analisi di Mola, per il quale sono stati spesi oltre 800mila euro per nuove apparecchiature è diventata un semplice centro prelievi Ma se Asl e assessorato alla sanità avevano già in mente questa soluzione, perché allora spendere tutti quei soldi?»

8 k/yak+a6zsbalq7ifdqod3rvbbpkt+uj2jmdmqsdhpg= 8 PUGLIA E BASILICATA SUD BEFFATO TRASPORTI ALLO SBANDO UN PAESE TAGLIATO IN DUE «Una decisione indegna di un paese civile, perpetrata, contro il principio di mobilità, contro l unità del Paese» L AD MORETTI DIVIDE L I TA L I A Senza l Alta velocità e Frecciarossa Per Trenitalia, la Puglia (come molte regioni del Mezzogiorno) è oramai un altra Italia «L odissea in treno da Brindisi a Milano» La denuncia: politici, provate a viaggiare come noi GIANNI PIZZI* Da un Lettore riceviamo: l La mia odissea in treno notte da Brindisi a Milano La Gazz etta ha svolto un compito importante di informazione e sensibilizzazione sulla questione della soppressione dei treni notturni, a partire dallo scorso 11 dicembre Le implicazioni di quella decisione sono state drammatiche per i lavoratori ch e hanno perso il lavoro - e per gli utenti, che hanno perso i collegamenti diretti e i costi contenuti del trasporto universale Nell ambito dei servizi pubblici, credo sia un caso più unico che raro di incremento così rilevante dei costi a fronte di un così netto peggioramento della qualità Una decisione indegna di un Paese civile, perpetrata contro i lavoratori, contro gli utenti contro il servizio, contro il principio di mobilità, contro l unità del Paese Mi chiedo come mai una decisione così spudorata non abbia sollevato una indignazione adeguata nel mondo politico, che dovrebbe rappresentare i bisogni dei cittadini e dare ad essi le risposte possibili Vuol dire che il trasporto pubblico non rientra nei compiti della politica? Non credo, dal momento che il diritto alla mobilità è addirittura un diritto costituzionale Probabilmente c è stata una sottovalutazione del disagio a cui i viaggiatori devono sottoporsi Per raggiungere dal Sud le città del Nord e viceversa, intendo i viaggiatori che per ragioni di lavoro, di tempo o semplice preferenza scelgono i treni nottur ni Vediamo di spiegarlo meglio: Prima dell 11 dicembre era rimasto un unico treno da Brindisi a Milano, Brindisi 2021 Milano: 710 Durata: 10 h e 49 minuti Costo: 59 euro (+ eventuale cuccetta) Oggi il costo minimo è di 92 euro (+ cuccetta) e la durata quasi sempre maggiore, nonostante l enfasi data all Alta ve l o c i t à Più in dettaglio, per arrivare a Milano intorno alle 7, in tempo per recarsi al lavoro, l unico modo possibile è il treno delle 17, 14 per Roma, con durata di 13h,41 e costo in seconda classe di 106 euro ( + eventuale cuccetta) I treni con cambio a Bologna hanno tempi di percorrenza analoghi o poco superiori, ma attese a Bologna troppo lunghe, che diventano più lunghe se il viaggiatore decide di risparmiare i 42 euro a testa necessari per pagare un biglietto Freccia Rossa per la tratta Bologna Milano, una cifra corrispondente a quello che fino a due o tre anni fa era il prezzo dell intera tratta Brindisi Milano Facciamo il caso della mia famiglia, di 4 persone Siamo partiti la sera del 1 gennaio per ritornare a Milano dopo le vacanze natalizie trascorse (come fanno tanti ) nel paese di origine Avendo speso quasi 300 euro complessive per la tratta Brindisi- Bologna, abbiamo pensato che potevamo risparmiare sulla tratta Bologna - Milano Abbiamo rinunciato al Freccia Rossa delle 910 che sarebbe costato 168 euro (42 x4) e optato per il rapido delle 9,46, che ci ha portato a Milano alle 12,10 Una decisione forse irrazionale per chi non ha problemi di budget, ma che sarebbe approvata da un buon numero di viaggiatori, almeno da quelli che condividono uno stipendio da impie gato Alla fine abbiamo impiegato 12h,20 da Brindisi a Milano, mentre per raggiungere Como ci sono volute altre 2h,20, anche a causa della soppressione di alcuni treni delle Ferrovie Nord TARIFFE PIÙ ALTE Oggi il costo minimo è di 92 euro (+ cuccetta) e la durata maggiore La Puglia viaggia sempre a «Bassa Velocità» E la Politica resta a guardare Erano sporchi, vecchi, maleodoranti: su quei treni che si chiamavano «Espresso del Sud», o «Freccia del Levante», e facevano la storia dell emigrazione dal Sud, si viaggiava stretti come sardine, spesso in piedi o seduti per terra nei corridoi Ma, almeno quegli scassati treni notturni, hanno consentito ai pugliesi di raggiungere le città del Nord per lavoro, o viceversa per tornare a casa, per le feste comandate, spendendo poco e senza cambi e lunghe attese Ora tutto questo è finito E mentre l ex sindacalista della Cgil Mauro Moretti, da anni ormai padre padrone di Trenitalia, posa sorridente davanti ai fiammanti «Frecciarossa» che possono sfrecciare solo sui binari dell Alta velocità del Nord, la Puglia continua a viaggiare utilizzando vecchi e sporchi convogli notturni che fermano a Bologna Nessuno (o pochissimi) dei nostri parlamentari che viaggiano gratis (anche) in aereo si sono accorti di questa beffa ai danni dei loro elettori che continuano a muoversi in treno Nel frattempo chi parte dalla Puglia (dove si continua a viaggiare a bassa velocità, su treni sporchi e vecchi) è obbligato a scendere all alba a Bologna, cambiare treno e, per chi se lo può permettere, prendere il Frecciarossa, spendendo 40 euro in più per arrivare a Milano Il tutto avviene mentre l'associazione Studi e ricerche sul Mezzogiorno, ci dice che «il 44% delle linee ferroviarie al Sud è a binario unico» e che «il doppio binario è stato realizzato in appena il 23% del territorio contro il 50 del Nord e il 27 del Centro» Che «le linee elettrificate sono rare: 49% al Nord, mentre nel Mezzogiorno solo il 28% del tracciato è servito da energia elettrica» Tra qualche mese parte il nuovo treno ad alta velocità, Italo della società guidata da Montezemolo, ma anche lui, al pari dei convogli ultraveloci di Trenitalia, snobberà la Puglia I nostri politici lo sanno, e restano ancora a guardare [Franco Giuliano] Siamo usciti dalla casa di mia madre (in provincia di Brindisi) alle 23 del 1 gennaio per entrare in casa nostra, a Como alle 15 del 2 gennaio E pensare che non più di una decina di anni fa c era un treno (credo diretto a Stoccarda) che da Brindisi fermava direttamente a Como C è un idea vaga di questi spaccati di vita nella testa dei nostri rappresentanti e amministratori? La forma privatistica della gestione di Trenitalia non può esonerare la classe politica ad assumere questo problema come prioritario, specie quando questa gestione si rivela così dissennata Dopo la riforma del «Titolo V» della Costituzione, i trasporti sono materia di legislazione concorrente tra Stato e Regioni (art 117 Cost) I consiglieri e gli TEMPI PIÙ LUNGHI «Siamo partiti la sera del 1 gennaio, speso 300 euro e impiegato 13 ore» assessori regionali sono dunque chiamati in causa direttamente, per il mandato che hanno ricevuto e per le funzioni loro attribuite dalla Legge fondamentale dello Stato Se la campagna della Gazz etta - compresi i contributi resi liberamente dagli utenti (come nel mio caso) - non è bastata a rendere l idea, i consiglieri regionali potrebbero - tutti insieme - decidere di fare un viaggio analogo a quello che ho descritto in questo mio amaro resoconto Forse il Paese andrebbe meglio se le condizioni di chi amministra - almeno per un giorno - potessero coincidere con quelle di chi è amministrato *Impiegato alla Biblioteca Centrale di Milano LA DENUNCIA EPPURE NELL ORARIO DI AEROPORTI DI PUGLIA CI SONO AEREI CHE ATTERRANO ANCHE DOPO LE 23 «E in aeroporto a Bari, dopo le 21,15 non ci sono mezzi pubblici: solo taxi» L aeroporto internazionale di Bari, dopo le 21 resta «isolato» Da un Lettore riceviamo: l Cronaca di una «situazione assurda», quella che ha riguardato un nostro lettore arrivato all'aeroporto di Bari dalla Polonia «dopo - scrive - 12 ore di viaggio» Ecco la cronaca: «Il mio areo - scrive - è atterrato alle 2115 e finché siamo usciti si son fatte le 2130 A quel punto si poneva il problema di come tornare a casa, ma di mezzi pubblici nemmeno l'ombra La solita fila di taxi e la solita fila davanti alla fermata di un bus privato Ho controllato la tabella degli orari del bus n16 dell'amtab, ma, sorpresa, le corse nei giorni festivi finiscono alle 21,13» In effetti, gli arrivi al «Karol Wojtyla» si protraggono ben oltre «Ma dove siamo - aggiunge il lettore? Ho chiesto all'autista della ditta privata il costo del biglietto per andare al San Paolo dove avevo l'auto e mi ha risposto con una scrollata di spalle che il costo del biglietto era comunque sempre lo VIAGGI PIÙ COSTOSI E PIÙ LUNGHI Con il nuovo orario invernale 2011 di Trenitalia, entrato in vigore dal 12 dicembre scorso per arrivare a Milano intorno alle 7, in tempo per recarsi al lavoro, l unico modo possibile è il treno delle 17, 14 per Roma, con durata di 13h,41 e costo in seconda classe di 106 euro ( più il costo della eventuale cuccetta) stesso È possibile che in una città che si vanta di essere turistica con un movimento passeggeri dell'ordine di 6-7 milioni l'anno siamo costretti asubire il taglieggiamento di questi personaggi che approfittano dell'assoluta assenza del servizio pubblico?» La denuncia continua: «La situazione non cambia neanche nei feriali perché, orario alla mano, l'ultimo bus si ferma all'aereoporto alle 2135 Tenendo conto che mi son dovuto sorbire 35 minuti di camminata al buio con il trolley in compagnia di un altro sfortunato come me fino al primo semaforo di Viale Europa e che a Praga, città di circa un milione di abitanti, c'e un autobus chiamato Airport Express che in mezz'ora ti porta direttamente all'aereoporto per il corripettivo di 60 corone, cioè poco più di 250 euro, è possibile tutto questo?» Il Lettore, e pure noi, attendiamo una risposta

9 k/yak+a6zsbalq7ifdqod3rvbbpkt+ujixk1r7l9me8= 9 IL CASO OVINO CONTINUA IL BRACCIO DI FERRO IL TAR DÀ RAGIONE AL COMUNE Sentenza favorevole all ordinanza con la quale a un allevatore era stato vietato il transito nell area urbana col bestiame PUGLIA E BASILICATA «Imbrattano Fasano pannoloni alle pecore» Il sindaco: oppure i pastori al passaggio in città usino le palette MIMMO MONGELLI l FASANO (BRINDISI) Il Tar mette fine alla guerra delle pecore: o pannoloni o cambio di itinerario È stata necessaria una sentenza di merito dei giudici amministrativi per chiudere è ancora troppo presto per dire se in modo definitivo la guerra, combattuta a botte di ricorsi alla magistratura, tra il Comune di Fasano e un pastore del posto Il Tar ha sentenziato: se il pastore vorrà continuare a far passare il suo gregge sulla pubblica via dovrà dotarsi di scopa e paletta A meno che non preferisca mettere alle pecore il pannol o n e Definitivamente pronunciandosi sul ricorso presentato da un pastore fasanese per ottenere l a n nu l l a m e n t o dell ordinanza con la quale il sindaco Lello Di Bari aveva «vietato al ricorrente di transitare con il gregge sulla via S Martino da Tours» e allo stesso tempo «gli aveva imposto di portare con sé strumenti idonei alla raccolta degli escrementi», i giudici della prima sezione del Tar di Lecce (Antonio Cavallari presidente, Carlo Dibello e Claudia Lattanzi referendari) hanno sentenziato che il provvedimento sindacale è legittimo e, quindi, l istanza del pastore non è ammissibile La stessa cosa i giudici amministrativi salentini l avevano già detta pronunciandosi sulla richiesta di sospensiva del provvedimento sindacale, allorquando avevano respinto la domanda del pastore Per il Comune quella era stata la prima L OMICIDIO CLAPS I MAGISTRATI DI SALERNO HANNO CHIESTO IL TRASFERIMENTO DALL I N G H I LT E R R A Estradizione di Restivo l udienza slitta a giugno l P OT E N Z A La Westminster magistrates court di Londra ha rinviato al prossimo 26 giugno l udienza per decidere in merito all estradizione di Danilo Restivo, richiesta da tempo dai magistrati della Procura di Salerno Restivo in Inghilterra sta scontando l ergastolo per l omicidio di Heather Barnett, commesso a Bournemouth il 12 novembre del 2002 In Italia è stato condannato a 30 anni per il delitto di Elisa Claps, commesso a Potenza il 12 settembre del 1993 L ultima richiesta di estradizione era stata avanzata dalla Procura di Salerno (titolare delle indagini sul caso Claps) prima dell udienza preliminare che si è svolta il giorno 8 novembre 2011 ma su cui la Corte inglese non si era pronunciata «Allo stato - ha spiegato il legale della famiglia Claps, l avvocato Giuliana Scarpetta - non è stata avanzata nessuna nuova richiesta di estradizione nei confronti di Restivo» Dopo una serie di incontri con il magistrato di Eurojust (l a g enzia che promuove il coordinamento di indagini fra Stati Ue) l estra - dizione di Restivo non è ancora stata definita È dallo scorso anno che i magistrati di Salerno Rosa Volpe e Luigi D Alessio stanno cercando di portare in Italia Restivo Non è stato possibile neppure notificargli l ordinanza di custodia cautelare che aveva firmato il gip Attilio Franco Orio Nella cella di Danilo è entrato solo il mandato d arresto europeo Lui non è stato mai interrogato C è stata invece un accelerazione nell inchiesta bis sul caso Claps, quella sul misterioso ritrovamento anticipato dei resti Gli investigatori non sono riusciti a riscontrare completamente le versioni del ritrovamento fornite dal viceparroco della chiesa don Vagno Oliveira E Silva e dalle signore delle pulizie Il viceparroco si è autoaccusato di aver visto almeno un mese prima, in compagnia delle signore delle pulizie, i resti di Elisa Le due donne, invece, continuano a negare E intercettando le telefonate è spuntata l ombra della massoneria deviata La Procura di Salerno sta cercando di approfondire anche questo aspetto: c erano contatti telefonici tra uno dei sacerdoti più vicini al vescovo di Potenza, monsignor Agostino Superbo, e un frammassone indagato in un in - chiesta per la violazione della legge Anselmi, quella che vieta la costituzione di società segrete Gli investigatori hanno anche riesaminato il racconto della giornata del 17 marzo fornito da monsignor Superbo e le dichiarazioni del parroco della Trinità (che ora si è trasferito a Roma) don Ambrogio Atapka [fab ame] vittoria Con la sentenza di merito i giudici hanno ritenuto sussistente la competenza del sindaco ad emettere l ordinanza che era stata oggetto di impugnazione da parte dell allevatore Secondo punto a favore dell ente locale «Nel caso in esame hanno sentenziato i giudici amministrativi sussiste il potere del sindaco di emanare l ordinanza impugnata, che è diretta a prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l incolumità dei cittadini, individuati nella «diffusione di malattia a causa della prolificazione di insetti», nella necessità di «garantire il decoro urbano» e nella necessità di evitare «incidenti con i veicoli e i danni alle persone o cose Risulta, inoltre, provato in giudizio prosegue la sentenza che il ricorrente può raggiungere il pascolo attraverso un percorso alternativo; pertanto, non appare illogica o arbitraria l ordinanza in questione che prescrive la necessità, per il passaggio nel tratto di strada abitato, di strumenti idonei alla raccolta delle suddette deiezioni e alla disinfestazione settimanale del tratto in narrativa allo scopo di evitare prolificazioni di insetti» C O N DA N N ATO Danilo Restivo IL 10 GENNAIO OLTRE 50 TESTATE ACCREDITATE, A PALAZZO DI GIUSTIZIA DI TARANTO SI ALLESTISCE UNA SALA STAMPA Sarah, esercito di giornalisti per il processo l TA R A N TO Lavori in corso nel Palazzo di Giustizia di Taranto Martedì 10 gennaio inizierà il processo per l omicidio di Sarah Scazzi e il presidente del tribunale Antonio Morelli con i suoi collaboratori sta cercando di far fronte all esercito di giornalisti, fotografi e operatori televisivi - oltre una cinquantina le richieste di accredito già arrivate in cancelleria - che cercheranno di assistere al dibattimento dinanzi alla Corte d Assise Le udienze si svolgeranno nell aula Alessandrini, la più grande della struttura di via Marche, ma che non offre più di 60 posti a sedere che saranno divisi equamente tra pubblico e giornalisti Si sta così lavorando per allestire una sala stampa, vicino all aula, in maniera tale da permettere agli operatori dell informazione di seguire su alcuni monitor l andamento del processo Ieri mattina una squadra di operai era al lavoro per sistemare gli spazi e ripristinare l ingresso d onore del tribunale che sarà riservato proprio al processo Scazzi Spetterà alla corte d assise (presidente Rina Trunfio, giudice a latere Fulvia Misserini, e sei giudici popolari), sentiti gli imputati, P E R I C O LO BELANTE In alto, pecore a Fasano A sinistra, la centrale Piazza Ciaia e nel riquadro, il sindaco Lello Di Bari decidere se consentire la ripresa integrale del processo, ripresa che sarebbe garantita, in caso di via libera, dagli operatori della nota trasmissione Rai «Un giorno in Pretura» che garantiranno alle altre testate televisive il segnale audio-video, in base a quanto autorizzeranno i giudici Alla sbarra con l accusa di omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere ci sono Cosima Serrano e Sabrina Misseri, zia e cugina di Sarah, entrambe detenute, ma gli imputati complessivamente sono nove [MMaz] IL DETENUTO SALENTINO «A Trani un caso peggiore di quello accaduto a Cucchi» La donna di Durante: lasciato morire BIAGIO VALERIO l NARDÒ «Ciò che è accaduto a mio marito è peggio del caso Cucchi Ma lui me lo ha scritto: aiutami, mi stanno facendo morire» In tanti, ieri sera, hanno atteso il ritorno a casa di Gregorio Durante, 33enne di Nardò morto in solitudine nel carcere di Trani, nella notte tra il 30 e il 31 dicembre In via Cecchi abita tutta la famiglia Durante: dal nonno che porta lo stesso nome del nipote, al padre Pippi, in carcere dal 1984 per l'omicidio di Renata Fonte Ieri il medico legale Biagio Solarino ha effettuato i prelievi, istologico e tossicologico, da esaminare nei prossimi giorni Tuttavia dall au - topsia non sono emersi segni di percosse I familiari hanno riportato la salma del giovane a Nardò Lo zio Antonio, la mamma Ornella e la moglie Virginia sono tornati da Trani in lacrime ricordando quante volte sono stati dietro i cancelli del carcere per chiedere che il giovane Gre gorio uscisse per essere curato in o s p e d a l e Oggi pomeriggio con partenza dall'abitazione alle 1430 si svolgerà la cerimonia funebre che è prevista alle 16, DESTINO COMUNE Gregorio Durante, 33enne di Nardò e, a sinistra, Cucchi nella parrocchia della Beata Vergine del Carmelo, il «Car mine» Il capogruppo Udc in Regione, Totò Negro, chiede al presidente Vendola quale sia il ruolo del garante dei detenuti E la giovane compagna di Gregorio Durante, Virginia Marzano, accusa: «Quello che è successo a mio marito è peggio del caso Cucchi dice la 29enne - non l hanno curato, l'hanno lasciato morire senza aiutarlo, senza somministrargli la terapia prescritta dai medici e negli ultimi giorni di vita lo hanno ridotto a vegetare su una sedia a rotelle con il pannolone Non mangiava, non beveva più» Gregorio lo avrebbe scritto in una recente lettera: «Aiutami, ho paura, mi stanno facendo morire» Due bambini da crescere, di nove e due anni, Virginia si accompagna sempre con Ornella Chiffi, la mamma decisa e combattiva del giovane detenuto Che, nonostante il suo carattere, non è riuscita a scalfire le convinzioni dei medici del carcere di Trani secondo i quali l'uomo non avrebbe avuto bisogno di un ricovero urgente Per la morte dell uomo al momento ci sono 14 indagati: il direttore del carcere di Trani, Salvatore Bolumetti, e 13 medici tra quelli della Asl che si occupano del carcere di Trani e del reparto di psichiatria di Bisceglie dove Gregorio Durante era stato ricoverato dal 10 al 13 dicembre scorso proprio per l aggravarsi delle sue precarie condizioni di salute causate dall e pilessia

10 k/yak+a6zsbalq7ifdqod9it8vmpx3yevz6sdifcnbi= 10 CRONACHE ITALIANE VACANZE AI RAGGI X DA ROMA 80 AGENTI DELLE TASSE LA DIRETTA IL VIDEO Con il tuo telefono cellulare vedi il blitz fiscale a Cortina d Ampezzo Istruzioni a pag 17 Cortina, choc e polemica dopo il blitz anti-evasori Al setaccio alberghi e auto di lusso Protestano Santanché e Cicchitto CORTINA D AMPEZZO Vacanzieri in Corso Italia l CORTINA D AMPEZZO (BELLUNO) An - che i ricchi devono piangere con il Fisco Si cominci allora da Cortina Vista da Corso Italia la via ampezzana dello struscio viene letta un po così, con malcelato fastidio, l operazione anti-evasione che l antivigilia di Capodanno ha sguinzagliato 80 ispettori dell Agenzia delle Entrate nella stazione montana più vip della Penisola Passati al setaccio bar, alberghi, ristoranti, gioiellerie, per controllare registri e scontrini Ma anche tanti parcheggi ingombri di Suv, Porsche e Ferrari, per incrociare i numeri di targa con quelli dei codici fiscali dei proprietari delle «su- p e r- c a r» Dei risultati non si sa ancora nulla, ma dall Ag enzia delle Entrate fanno capire che qualcosa di «interessante» è stato trovato Un blitz però che nei tempi (è scattato il 30 gennaio) e nei modi (agenti del Fisco tra bar e locali zeppi di gente) non è piaciuto ai commercianti della Regina delle Dolomiti, né agli amministratori della città Il sindaco Andrea Franceschi è chiaro: «Ci sentiamo un pò bersaglio di un operazione mediatica, d immagine È come se da Roma avessero voluto dire ai cittadini: aumentano la benzina, le tasse, tagliamo le pensioni, però andiamo a controllare i contribuenti nelle S A N TA N C H È «Contraria» località più note di villeggiatura, come la nostra» Gli ispettori dell Erario, giunti da Roma, non hanno scelto un periodo a caso Per Capodanno sbarcano a Cortina molti protagonisti dello s t a r- s y s t e m : in questi giorni c'erano Fabrizio Corona e Belen Rodriguez, Bobo Vieri, Tina Turner, Carlo Vanzina, Fiorello, ma non mancavano politici e ministri, come Piero Gnudi, Paola Severin o, e molti ricchi imprenditori del Nordest, che qui hanno la casa di vacanze Tutto questo «bel mondo» attira poi all ombra delle Tofane coloro che vip vorrebbero esserlo, ed il lusso (questi sì) lo ostentano Insomma la presenza degli agenti del Fisco non è stata apprezzata «Sono arrivati alle 8 del mattino e se ne sono andati dieci minuti dopo mezzanotte si è sfogata un alberg atrice - I miei ospiti hanno detto che se ne vanno a Sankt Moritz, questo stato poliziesco nessuno lo vuole accettare» «Sì i clienti li hanno visti anche da noi commenta Roberto Cardazzi, titolare C I C C H I T TO «Inaccettabile» dell Hotel Europa, uno dei più noti della conca - Sono arrivati alle 1030 e se ne sono andati alle 2130 Erano gentili, abbiamo dato la massima collaborazione, e tutto era in regola Nessuna contestazione» «Certo pro - segue non è così che si aiuta chi lavora con il turismo e fa girare l'economia A Cortina le tasse le paghiamo, ma bisogna capire che la recessione si sente anche qui Sotto il glamour c'è la crisi Non si possono demoralizzare gli imprenditori» Spara ad alzo zero sull'operazione «Capodanno a Cortina» anche un abituale ospite delle montagne ampezzane, Daniela Santanchè, quest an - no però in vacanza a Courmayeur «Sono assolutamente contraria dice a questi metodi da polizia fiscale e trovo sbagliato colpire la ricchezza Ci lamentiamo che il Paese non cresce Poi chi è ricco è guardato con sospetto, come colui che certamente evade Non è così La manovra del Governo Monti ha già fatto scappare la gente nei porti, ora lo farà anche con i turisti a Cortina» E il capogruppo del Pdl alla Camera, Fa - brizio Cicchitto: controlli a tappeto come questi, dice, «sono del tutto inaccettabili e chiaramente ispirati ad una concezione ideologica del controllo fiscale» Ansa Michele Galvan Dal 16 gennaio Milano, ticket di 5 euro per andare al centro in auto M I L A N O Dal 16 gennaio a Milano tassa di 5 euro al giorno per quasi tutte le auto che vorranno entrare nella Cerchia dei Bastioni, il centro città Il «super-ticket» della Giunta Pisapia avrà una fase sperimentale di 18 mesi Dal lunedì al venerdì, dalle 730 alle 1930, per entrare in uno dei 43 varchi del centro storico con l automobile ticket di 5 euro per tutti, ad eccezione dei residenti e dei veicoli di servizio (3 euro senza sosta o 5 euro con 2 ore di sosta) Anche i veicoli con contrassegno invalidi e quelli attrezzati permanentemente per il trasporto di disabili non saranno soggetti ad alcuna tariffa Inoltre, ci sono anche i multipli giornalieri da 30 o 60 euro, con credito a scalare Ingresso libero invece alle auto elettriche, moto e motorini e per tutto il 2012 alle auto ibride, bifuel, metano e gpl I pagamenti si potranno fare via Rid bancario, con attivazione permanente dell addebi - to sul conto, o acquistando il ticket in tabaccherie, edicole, Atm point, sul sito web, tramite call center ( ), ai bancomat di Intesa-San Paolo, ai parcometri L attiva - zione del ticket, che deve avvenire il giorno dell ingresso o al massimo entro le ore 24 del giorno successivo, avverrà tramite sms al , call center o sito web Giochi, nel 2011 spesi mille euro a testa introiti aumentati del 23,9 per cento Rischio-dipendenza per mezzo milione di italiani Allarme dal presidente dei vescovi l Il gioco d azzardo «è una piaga, una nuova forma di droga da cui bisogna guardarsi con estrema determinazione e con grande consapevolezza e quindi anche le istituzioni a tutti i livelli educativi, politici e sociali, devono intervenire su questa piaga perché corrompe il modo di pensare e quindi i costumi»: questo il giudizio dell arcive - scovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Bagnasco, irei in occasione della messa celebrata per i giostrai e i lunaparkisti di G e n ova Ma agli italiani il gioco piace sempre di più, tanto da rischiare di creare forme di dipendenza che possono intaccare seriamente la qualità della vita di chi ci casca L identikit dell italiano a rischio (circa mezzo milione di persone) è quello di un uomo (3 su 4), separato, che vive da solo, che ha problemi a gestire i soldi ed è «onnivoro», soddisfa la «fame» di alea tentando più di un gioco Il mercato dei giochi pubblici secondo le prime stime del 2011 ha raccolto qualcosa come 76 miliardi di euro con un incremento del 23,9% rispetto ai 61,5 miliardi giocati nel 2010 Degli oltre 76 miliardi giocati nell anno da qualche giorno terminato (stime Agicos), 54,8 sono tornati agli italiani sotto forma di vincite, con una spesa reale di 21,4 miliardi di euro L Erario ha incassato circa 9,2 miliardi, vale a dire un 5,7% in più rispetto agli 8,7 miliardi incassati nel 2010 In media ogni italiano, a fine 2011, ha speso oltre mille euro a testa tra scommesse, concorsi e giochi online Un valore pro-capite molto alto che pone l Italia sul podio dei Paesi al mondo dove si gioca di più L'identikit del giocatore compulsivo italiano è stato individuato alcuni mesi fa da una ricerca commissionata all università La Sapienza da Aams e Lottomatica, che ha rilevato anche l'ereditarietà del comportamento: ha iniziato a giocare a 24 anni e in 3 casi su 10 ha avuto genitori con lo stesso problema Un disturbo del controllo degli impulsi che riguarda quasi mezzo milione di italiani: su 44 milioni di adulti (tra i 18 e i 74 anni) l 1,01% ha comportamenti «problematici»: è incapace di resistere all urgenza di giocare, è costantemente assorto in pensieri che riguardano il gioco, scommette somme sempre maggiori per mantenere alta l eccitazione, e per questo compromette se stesso e la sua famiglia Si tratta di un dato in leggero calo: una precedente indagine aveva individuato tali comportamenti nel 1,27% degli adulti E in linea con gli altri Paesi europei dove sono state condotte ricerche equivalenti: i giocatori problematici sono l 1,2% in Germania, l 1,7% in Danimarca, il 2% in Belgio, il 2,5% in Olanda I più a rischio sono gli estoni: il 6,5% ha problemi col g i o c o Gli italiani e il gioco d'azzardo MILIARDI DI EURO GIOCATI 61,5 +23,9% DOVE SI GIOCA DI PIÙ Milano Roma Napoli QUANTI SONO I GIOCATORI PROBLEMATICI Estonia Olanda Belgio Danimarca Germania ITALIA In totale 14 mld di raccolta 1000 Fonte: Agicos, Aams e Lottomatica 76,2 INCASSO ERARIO (mld di euro) 8,7 +5,7% 9, ,5% 2,0% 1,7% 1,2% 1,0% E DOVE DI MENO Enna Crotone la spesa media per ogni italiano 54,8 tornati agli italiani sotto forma di vincite In totale meno di 100 mln di raccolta 9,7% di quanti giocano online 6,5% ANSA-CENTIMETRI le altre notizie SENTENZA DELLA CASSAZIONE Licenziato con ingiurie maxi - risarcimento n Al lavoratore spetta un ulteriore risarcimento del danno morale nel caso in cui l azienda che lo mette alla porta non solo lo abbia ingiustamente licenziato, ma abbia anche dato un «carattere ingiurioso» alla «sanzione espulsiva» Lo sottolinea la Cassazione dando torto alla Rai citata in giudizio dall ex vicedirettore della testata sportiva Furio Camillo Focolari Con la sentenza n del 30 dicembre - oltre ai 22mila euro già relativi al licenziamento - i giudici hanno deliberato un ulteriore risarcimento di circa 10mila euro LA RINUNCIA DUE GIORNI PRIMA Disse no alle nozze non pagherà danni morali n Dovrà risarcire alla mancata sposa 9875 euro per le spese sostenute per la cerimonia annullata, ma non i 30mila euro richiesti per i «danni morali» Questa la sentenza della Corte di Cassazione (la n 9 dell anno appena iniziato) nei confronti di un siciliano di Paternò (Catania), che due giorni prima del fatidico «sì» aveva mandato a monte il matrimonio senza nessuna valida ragione I circa 10mila euro che dovrà sborsare riguardano le bollette riguardanti la fornitura delle bomboniere e la prenotazione del ristorante Il riconoscimento del diritto al risarcimento dei danni morali era invece stato stabilito nelle due sentenze di primo grado e di appello BARI C AG L I A R I FIRENZE G E N OVA MILANO NAPOLI PA L E R M O ROMA TO R I N O VENEZIA NAZIONALE Concorso N 1 del 3/01/2012 Estrazione del 3/01/ Numero Jolly: 33 6: Nessuno 5+1: Nessuno Agli 8 5: 48113,15 A Ai 941 4: 409,03 A Ai : 21,27 A Numero Superstar: 79 5 P Nessuno Ai 3 4 stella 40903,00 A Ai stella 2127,00 A Ai stella 100,00 A Ai stella 10,00 A Ai stella 5,00 A Jackpot prossimo concorso ,00 A

11 k/yak+a6zsbalq7ifdqodzkidtxc1fsau28opglyoc0= 11 GIUSTIZIA-FLOP IL CASO A NAPOLI CRITICHE PESANTI Secondo i magistrati ha effettuato l operazione utilizzando il computer senza nemmeno sostituire «Pm» con «Gip» CRONACHE ITALIANE «È ALLEATO DEI CASALESI» Questa l accusa in un inchiesta ora tornata sotto esame della Direzione antimafia Si attende una seconda ordinanza Arresto del fratello di Riina Giudice copiò dal Pm: nullo Ma il presunto boss resta in carcere perché coinvolto in un altra inchiesta G A E TA N O RIINA Fratello del «boss dei boss» Totò, è considerato il nuovo capo dei Corleonesi Nel luglio 2010, accusati per droga A Bari un caso uguale: 41 scarcerati BARI Il gip del Tribunale di Bari si era limitato «ad una pedissequa riproduzione della richiesta di misura cautelare avanzata dalla Procura della Repubblica di Bari la quale, a sua volta, si era limitata a riprodurre l informativa di polizia giudiziaria» Con questa motivazione il Tribunale del Riesame di Bari annullò nel luglio 2010 l ordinanza emessa nei confronti di 41 persone arrestate nel giugno precedente con l accusa di traffico di sostanze stupefacenti nel Nord barese L or - dinanza secondo il Riesame era priva di alcuni elementi fondamentali: «l esposizione delle specifiche esigenze cautelari e degli indizi che giustificano in concreto la misura» e l indicazione delle concrete e specifiche ragioni per le quali le esigenze cautelari «non possono essere soddisfatte con altre misure» Le 41 persone arrestate nell ambito dell operazione «Vertigine» tornarono in libertà l PA L E R M O Il giudice per le indagini preliminari ha copiato o si è limitato a riassumere le tesi accusatorie della Procura di Napoli e per questo il Tribunale del riesame del capoluogo campano ha annullato l'arresto di Gae - tano Riina, fratello del superboss di Cosa nostra, Totò, avvenuto il 14 novembre scorso L accusa era di concorso esterno in associazione camor ristica Il giudice Pasqualina Paola Laviano, scrive il «Gior - nale di Sicilia», si sarebbe limitato a riassumere la richiesta di arresto della Procura di Napoli, incappando peraltro in una serie di errori e non sostituendo nella sua ordinanza neanche le parole «questo Pm» con questo gip» Secondo la Procura di Napoli Gaetano Riina avrebbe preso accordi con il clan camorristico dei Casalesi nella gestione del trasporto di frutta e verdura nei mercati siciliani, campani e laziali Comunque Gaetano Riina rimane egualmente in car- cere per effetto di un altro ordine di custodia cautelare spiccato nei suoi confronti nel luglio scorso per associazione mafiosa, in quanto considerato nuovo capo del mandamento mafioso di Corl e o n e Dopo l a n nu l l a m e n t o dell ordine di custodia da parte del Tribunale del Riesame, ora i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli stanno esaminando gli atti relativi all i n ch i e s t a sulle infiltrazione di mafia e camorra nel settore dei mercati ortofrutticoli e dei trasporti su gomma per valutare una eventuale nuova richiesta di misure cautelari Nell inchiesta è coinvolto fra gli altri Nicola Schiavone, fratello del capo del clan Casalesi Francesco Schiavone detto «Sandokan» Solo tre indagati, quelli meno gravati dalle accuse, sono stati scarcerati mentre gli altri - compreso appunto Gaetano Riina - restano detenuti in quanto destinatari di provvedimenti restrittivi emessi per altre inchieste LA PROCURA DI ROMA: LOBBY SEGRETA Loggia P3, chiesto il giudizio per i parlamentari del Pdl Verdini, Dell Utri e Cosentino l ROMA Si chiude con 20 richieste di rinvio a giudizio l inchiesta della Procura di Roma sulla «P3», la presunta associazione segreta che avrebbe agito su esponenti della politica, funzionari pubblici e giudici per pilotare nomine nella Pubblica amministrazione, ottenere appalti, influire sulle decisioni della politica, pilotare processi, «condizionare il funzionamento di organi costituzionali» Il Procuratore aggiunto, Giancarlo Capaldo, e ilpm Ro d o l fo Sabelli, hanno notificato ai legali degli indagati le loro conclusioni Tra i 20 indagati che rischiano di andare sotto processo ci sono l affarista Flavio Carboni, ritenuto dall ac - cusa al vertice dell associazione segreta, il coordinatore nazionale del Pdl Denis Verdini e il senatore Marcello Dell Utri (anche a loro è contestata la violazione della legge Anselmi) Tra gli indagati anche l ex sottosegretario all Eco - nomia, Nicola Cosentino, a cui viene contestato il concorso in diffamazione per i falsi dossier contro il governatore della Campania Stefano Caldoro, il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci (per lui è rimasta la sola accusa di abuso d ufficio, mentre è caduta quella di corruzione), l ex presidente della Corte di Cassazione, Vincenzo Carb o n e Coppia massacrata in casa con 60 colpi di coltello Giallo nel Salernitano su un rottamatore di rame e la convivente l ALBANELLA (SALERNO) Si scava nella vita privata di Armando Tomasino e Maria Lamberti, la coppia di conviventi barbaramente uccisi lunedì pomeriggio a Matinella, frazione di Albanella, piccolo centro della Piana del Sele, nel Salernitano Uccisi da una sessantina di coltellate, come ha stabilito un primo esame del medico legale Giovanni Zotti, nominato dalla Procura di Salerno, i corpi dei due sono stati scoperti nella tarda serata dal figlio di Maria Lamberti, Dario, che aveva subito dato l allar me Armando Tomasino - 56enne di Altavilla Silentina, da anni residente a Matinella - era riverso nel cortile della sua abitazione in via Fravita, in un lago di sangue All in - terno della casa, a pochi metri dalla porta d ingresso, c'era invece Maria Lamberti, 51enne originaria di Dragoni, in provincia di Caserta, anch essa devastata da numerosi fendenti Le indagini - coordinate dal sostituto procuratore Maria Chiara Minerva e condotte dai Carabinieri - sono scattate immediatamente a ritmo serrato e in poche ore sembra che alcune piste siano diventate prioritarie rispetto ad altre Tra queste, potrebbe esserci la professione di Tomasino L uomo, infatti, svolgeva l attività di «ferraio», raccoglieva cioè rottami di ferro e rame per rivenderli Ma anche la vita privata delle vittime è finita subito sotto la lente degli inquirenti Armando Tomasino, infatti, era padre di tre figli nati da un matrimonio poi naufragato, mentre Maria Lamberti, 51enne originaria di Dragoni, in provincia di Caserta, veniva a n ch essa da una relazione travagliata, dalla quale erano nati Dario, oggi 21enne, e il secondogenito, oggi undicenne ALBANELLA (SALERNO) La casa del massacro Omicidio nella villa per rapina Sessantenne uccisa a Lipari arrestato lavoratore precario LIPARI (MESSINA) Un uomo di 37 anni, padre di due figli, che sbarcava il lunario facendo saltuariamente il manovale o il netturbino e che pochi giorni prima del delitto aveva pianto la scomparsa del padre morto a 59 anni è stato arrestato nell isola di Lipari (200 abitanti) per aver ucciso il pomeriggio del 24 dicembre Eufemia Biviano, 62 anni, ex inserviente di hotel, con una coltellata alla gola nella sua villetta L uomo - Roberto Cannistrà - dopo essere stato arrestato dai Carabinieri ha rischiato il linciaggio Avrebbe ucciso la donna perché sorpreso nell abitazione dove sarebbe entrato per compiere furti L omicidio nell isola è stato uno choc: infatti qui l ultimo fatto di sangue risale a cinquant anni fa È venuto improvvisamente a manc a re Italo Colella Ne danno il triste annuncio la moglie NIETTA D ALESSANDRO, le figlie ELEONORA con TOMMY, AN- TONELLA con CAMILLO, VANES- SA con BEPPE, gli adorati nipoti GIANLUCA, CAROLA, ANDREA e LU C A Il rito funebre si terrà oggi 4 gennaio 2012 alle ore 16,00 presso la Cattedrale di Bari Bari, 4 gennaio 2012 Fino all ultimo minuto della Tua vita hai pensato a noi, la Tua famiglia, siamo stati tutto per Te e Tu sei stato tutto per noi Grazie per averci amato in questo modo, noi Ti ameremo per sempre NIETTA, ELEONORA, ANTONEL- LA, VANESSA, GIANLUCA, CARO- LA, ANDREA, e LUCA Bari, 4 gennaio 2012 I CONSIGLIERI ed i SOCI della Cooperativa Ripagnola partecipano al grave lutto che ha colpito la famiglia Colella per l i m p rov v i s a scomparsa dell indimenticabile amico Italo Bari, 4 gennaio 2012 Il CLUB LIONS Bari Host partecipa al dolore che ha colpito la famiglia Colella per l i m p rov v i s a scomparsa del tesoriere del Club Italo Colella Bari, 4 gennaio 2012 PER LA PUBBLICITÀ SU I DIPENDENTI Sarco si associano al dolore dei famigliari per l im - provvisa perdita del caro e grande Italo Colella Bari, 4 gennaio 2012 Gli amici PASQUALE e FLORA di CIOMMO, PASQUALE e SARA STU- FANO, PIPPI e MERY CALÒ, AN- TONIO e CLAUDIA BARBONE sono fraternamente vicini a Nietta, Eleonora, Antonella e Vanessa e famiglia per l immatura scomparsa del caro Italo Colella Bari, 4 gennaio 2012 Dopo una lunga malattia affrontata con forza e coraggio, è venuto a mancare l Ing Antonio Craca Ne danno il triste annuncio la moglie TERESA, i figli PAOLA e ALFONSO, i cognati e i nipoti Il rito funebre sarà celebrato oggi 4 gennaio alle ore 16,00 nella Chiesa di S Andrea in via Bissolati Bari, 4 gennaio 2012 OF L Umanità di Coratella Via Crispi, 163-Tel 080/ Cso Sonnino, 118-Tel 080/ Bari TOMMASO e GIOVANNA, ANGE- LO e DONATELLA, LUIGI ed ENZA abbracciano con affetto Teresa, Alfonso e Paola per la perdita del carissimo Mimmo Bari, 4 gennaio 2012 BARI: 080/ BARLETTA: 0883/ MONOPOLI: 080/ FOGGIA: 0881/ BRINDISI: 0831/ LECCE: 0832/ TARANTO: 099/ POTENZA: 0971/ MATERA: 0835/ PAOLO de FELICE e GIOVANNA de FELICE si associano al dolore della moglie Lucia dei figli e famigliari tutti per la scomparsa dell indimenticabile amico dei tempi di scuola Beniamino Nicola G i ov i n e Bari, 4 gennaio Dicembre Gennaio 2012 Nel trigesimo della scomparsa dell Av v Nunzio Canta domani 5 gennaio, alle ore 19,00, presso la Chiesa di S Ferdinando, verrà celebrata una S Messa in suffra gio 4 Gennaio Gennaio 2012 G e n e ra l e Marco Traversa A tre anni dalla Tua morte Sei e Sarai sempre nei nostri cuori Ci manchi tanto MARIA, DANI, la Tua mamma e tutti i Tuoi cari Ti ricorderemo con una cerimonia religiosa il 6 gennaio 2012, alle ore 11,00, presso la Chiesa di S Rocco, in via Sagarriga Visconti, Bari 4 gennaio gennaio 2012 Venanzio Colaiemma Un bacio Mi manchi Babbo PACUCCI di Leonardo Pacucci LA CULTURA DEL RISPETTO Via Cagnazzi, 7 ang via G Petroni BARI - tel Associato Consorzio

12 k/yak+a6zsbalq7ifdqodzkidtxc1fsaizgaedbef8c= 12 ESTERI PRIMARIE USA VIA ALLA STAGIONE ELETTORALE INCERTEZZA Quasi la metà degli elettori si dice pronta a cambiare idea all'ultimo momento LA DIRETTA GLI AGGIORNAMENTI Segui la campagna elettorale americana sul tuo telefonino cellulare Istruzioni a pagina 17 Iowa, corsa a tre per l anti-obama Favorito Romney l ex governatore del Massachusetts l DES MOINES (IOWA) Mitt Romney, il favorito, in leggero vantaggio su Ron Paul, il libertario acclamato dai giovani, e Rick Santorum, l ultraconservatore cattolico in fortissima ripresa Ma soprattutto circa il 40% di indecisi È questa la fotografia dell elettorato dell Iowa, secondo gli ultimi sondaggi, poco prima dell apertura dei circa 1700 Caucus, le assemblee con cui ogni 4 anni qui, nel Midwest, si apre la corsa per le nomination alla Casa Bianca Con Barack Obama che punta alla rielezione, la battaglia stavolta è solo tra i leader repubblicani Tuttavia, il Presidente di ritorno dalle Hawaii, è anche lui uno dei protagonisti della giornata Proprio mentre la macchina organizzativa del Grand Old party conteggia i voti, quando in Italia è notte fonda, Obama si presenta on-line ai suoi fan di questo remoto stato agrario È il primo discorso dopo giorni di silenzio, durante la pausa natalizia, un modo per rubare la scena alla contesa repubblicana, e ribadire la sua linea a favore della 'middle class' in preda alla crisi economica Nel frattempo, i candidati lanciano le loro ultime bordate Di prima mattina, di fronte a una marea di giornalisti provenienti da tutto il mondo, Romney, assieme a moglie e ai 4 figli, ha ignorato totalmente i suoi competitor, attaccando frontalmente Obama: «ha fallito su tutto: noi vogliamo tornare a essere la terra delle opportunità e del merito Lui pensa ad u n America che si trasforma in un Paese europeo, dove lo Stato decide il destino delle persone" Qualche miglio fuori dal centro di Des Moines, poco più tardi è la volta di Michelle Bachmann, vicina ai Tea Party antitasse, Ron Paul e Rick Santorum Uno dopo l a l t ro chiedono il voto ai giovani stipati nell enorme palestra della Valley High School Qui Mitt Romney ha mandato solo suoi figli Se lo stato votasse come questi ragazzi, Ron Paul, il candidato più anziano, vincerebbe a mani basse «Voi avete dei principi e, come me, siete disposti a lottare per loro Per questa ragione a Capitol Hill, mi trovo spesso a votare da solo contro il parere dei due partiti maggiori Ma forse - prosegue Paul tra gli applausi - è questa la ragione per cui tanti giovani, come voi, mi stanno sostenendo» Appare un pò patetica Michele Bachmann, che ha perso anche l appoggio dell ami - ca-rivale, Sarah Palin, passata a sostenere Santorum Con un iphone in mano ha invitato tutti a seguire le orme di Steve Jobs e a «fare soldi» Infine Rick Santorum Con la sua faccia abbronzata da fattore di campagna, gioca la carta della sua storia personale: «Mio nonno era un minatore, senza alcuna cultura, che ha lasciato l'italia nel 1925 perch era contrario al regime di Mussolini» «Venne qui - prosegue l ex senatore della Pennsylvania - si fece una famiglia, e oggi suo nipote corre per la Casa Bianca Crediamo negli stessi principi: la fede in Dio e nella libertà e la voglia di andare avanti Sfortunatamente alla Casa Bianca non c'è più chi ha questi valori» IL PIÙ ANZIANO Ron Paul: applausi dai giovani per lui LEGGERO VA N TAG G I O Il candidato repubblicano Mitt Romney tra i favoriti GRAN BRETAGNA GIALLO A SANDRINGHAM LA POLIZIA CONSIDERA IL CASO UN OMICIDIO Nella tenuta della regina il cadavere di una donna I resti scoperta da un uomo che portava a spasso il cane nei pressi del cancello principale l LO N D R A Giallo a Sandringham, la tenuta nel Norfolk dove la Regina Elisabetta sta passando le feste: resti umani - il cadavere di una donna - sono stati scoperti nei boschi che circondano la reggia e la polizia ha fatto sapere che considera il caso un omicidio «Si stanno studiando casi irrisolti in tutto il Paese», ha annunciato in una conferenza stampa l ispettore Jes Fry Il cadavere è stato scoperto da un uomo che portava a spasso il cane in un boschetto a un chilometro dal cancello principale della Reggia: era il primo pomeriggio del giorno di Capodanno, poche ore dopo che la Regina e il marito, il Principe Filippo, erano usciti dalla Reggia per recarsi a messa in una chiesetta vicina Dal batticuore al «giallo»: per Elisabetta queste feste sono state tutt'altro che tranquille Prima il ricovero d urgenza in eliambulanza in ospedale a Cambridge del marito, poi l'intervento per problemi cardiaci, nel cuore della notte, l'antivigilia di Natale: non un bel modo di finire l anno per la sovrana che si prepara a celebrare il Giubileo di Diamanti, i 60 anni dall ascesa al trono E adesso, nel primo giorno del 2012, la scoperta del cadavere in giard i n o Buckingham Palace non ha voluto fare commenti riferendo il caso alle autorità del Norfolk A sua volta la polizia ha tenuto segreta la scoperta per oltre 24 ore anche per capire come fosse possibile che il cadavere di una donna potesse trovarsi così vicina alla residenza reale La Regina e il principe Filippo, che continuano a rimanere a Sandringham, sono stati informati ieri sera Non è ancora chiaro se la donna sia stata uccisa sul posto, nè se il cadavere fosse vestito, ha detto l ispettore Fry In realtà ci vor- rebbe Sherlock Holmes: le autorità brancolano nel buio Il corpo, su cui è stata ordinata l autopsia nel più vicino ospedale, a King's Lynn, giaceva nel bosco da tempo, hanno indicato gli investigatori che hanno circoscritto la zona «Siamo all i n i z i o Rischia di essere una inchiesta complessa Esamineremo tutti i casi di persone scomparse sia nella zona che nel resto del Paese», ha detto l ispettore Fry La famiglia reale usa la Reggia di Sandringham, su una tenuta di 800 ettari, dal 1862 Era la casa di campagna preferita di Re Giorgio V, il nonno della Regina, mentre lì morì Giorgio VI, suo padre Metà della proprietà è affittata ad agricoltori locali e il resto è mantenuto a foresta Quando la famiglia reale non è in sede la villa è aperte alle visite Il cadavere non è il primo scoperto negli ultimi tempi a pochi passi da residenze reali: lo scorso ottobre sono stati ritrovati i resti di un americano che per anni aveva messo le tende vicino a Buckingham Palace MEDIO ORIENTE RICONOSCIUTA LA NOSTRA PROFESSIONALITÀ Al generale italiano Serra il comando missione «caschi blu» in Libano l Il segretario generale dell'onu, Ban Ki-Moon, ha nominato il generale di divisione Paolo Serra comandante della missione Unifil in Libano, cui l'italia contribuisce con un contingente nazionale di oltre mille unità, sotto la guida della Brigata Pinerolo «'Viva soddisfazione» è stata espressa dai ministri degli Esteri e della Difesa italiani, Giulio Terzi e Giampaolo di Paola La nomina del Generale Serra - affermano Terzi e Di Paola in una nota - è anche «'un prestigioso riconoscimento del contributo assicurato dal nostro Paese alle missioni di mantenimento della pace delle Nazioni unite È obiettivo essenziale della politica di sicurezza dell' Italia, primo fornitore di truppe sotto l'egida Onu tra i membri del G8, mantenere un efficace livello di presenza militare nei teatri di crisi, rispondente alle priorità di politica estera, e commisurato agli impegni assunti nei confronti delle Nazioni unite e dei nostri alleati e partner di riferimento» Il generale Serra ha svolto comandi nelle brigate Orobica, Tridentina e Taurinense e ha comandato il 9 Alpini E s t at o addetto militare per l Esercito a Washington e ha comandato la brigata Julia, con la quale ha operato in Afghanistan, assumendo l incarico di comandante del Regional command West di Herat Incarico lasciato per assumere quello di capo di Stato maggiore al comando Nato di Solbiate Olona SOCIAL NETWORK AUMENTANO LE COPPIE CHE SI LASCIANO PER FOTO E MESSAGGI Facebook sempre più galeotto gli inglesi divorziano per il web I giudici ormai usano i post come fonti di prova l Fa prendere voti più bassi a scuola, come ha scoperto una ricerca dell univer - sità dell Ohio, è un veicolo per stalker e malintenzionati vari, avvertono pediatri ed esperti, è responsabile di litigi e incomprensioni che mettono alla prova i rapporti di amicizia più stretti La lista dei mali di Facebook è lunga quasi quanto quella dei suoi successi, ma almeno in un campo la responsabilità del social network comincia ad essere suffragata anche dai dati: come conferma una ricerca del sito britannico Divorce-Online sono sempre di più le coppie che divorziano proprio a causa di post e foto pubblicati, tanto che in Gran Bretagna la creatura di Mark Zuckerberg è ormai citata in un terzo dei casi Lo studio, che conferma i numeri trovati da ricerche analoghe negli Usa, si basa su un campione di 5 mila richieste arrivate al sito, specializzato nella fornitura di servizi in questo campo, e punta il dito quasi esclusivamente su Facebook, visto che altri social network come Twitter arrivano a malapena allo 0,4% del campione, ben lontano dal 33,3% del principale accusato Tre sono i comportamenti più comuni usati come prova: messaggi «inappropriati» mandati a persone dell altro sesso, commenti maligni postati sul proprio partner, soprattutto nel caso di coppie separate, e «soffiate» sul comportamento del marito o della moglie fatte da amici di Facebook Tra i rischi citati c'è anche una delle funzioni più caratteristiche, quella di ritrovare vecchie «fiamme» o comunque persone che non si vedeva da tempo, con cui è più facile iniziare una relazione: «Facebook è diventato il mezzo primario di comunicazione - spiegano gli autori della ricerca, eseguita su un campione di 5mila richieste - ed è il posto più facile dove avere un avventura extraconiugale Le persone devono stare più attente a quello che scrivono, anche perché le corti iniziano a usare i post come prova» le altre notizie AUMENTA IL COSTO DEI PETTORALI Maratona di New York ancora più cara n La crisi coinvolge anche la mitica maratona di New York: per iscriversi alla 42 chilometri più famosa del mondo, gli atleti che regolarmente arrivano da ogni continente quest anno dovranno sborsare in media 60 dollari in più del 2011 È colpa dell aumento dei costi per la sicurezza, e in particolare per il NYPD, la polizia della Grande Mela Certo, partecipare alla maratona è sempre uno dei migliori sistemi per dimagrire, ma ora a perdere peso sarà dunque anche il portafoglio dei runner, nota ironicamente il New York Times, sottolineando che per recuperare i costi degli straordinari per gli agenti dispiegati in tutta la città, la polizia ha chiesto agli organizzatori dell evento una cifra maggiore che in passato E allora, i membri del New York Road Runners pagheranno quest anno per partecipare 216 dollari, a fronte dei 156 dollari del 2011, mentre per i residenti negli Stati Uniti non membri del New York Road Runner l iscrizione salirà a 255 dollari, contro i 196 dollari del 2011 Ma il conto più salato lo pagheranno gli stranieri: per loro il prezzo di iscrizione sarà di 347 dollari, contro i 281 dollari del 2011 Si tratta di aumenti compresi tra il 24 e il 39 per c e n t o

13 k/yak+a6zsbalq7ifdqodzp704xr10pp3pln2ed9xxy= 13 ECONOMIA&F I NA N Z A Crisi, l Ue: nessuno uscirà dall euro Euro-dollaro 1, ,61 % rilevazione media BCE 1,350 1,335 1,320 1,305 1,290 1,275 «Rischio recessione Ridurre il deficit e rilanciare la crescita» 06/12 08/12 12/12 14/12 16/12 20/12 22/12 27/12 1,260 29/12 02/01 ANSA-CENTIMETRI Così lo spread Differenziale di rendimento tra Btp italiani e Bund tedeschi decennali nella fase acuta della crisi IERI 9 nov 5,5 5,02 5,52 6,92% rendimento 7,25% 5,0 4,5 4,0 3,5 OTT Fonte: Bloomberg 27 ott 3,66 5,87% NOVEMBRE l B R U X E L L E S Nessuno uscirà dall euro, ma i rischi di recessione nel 2012 per alcuni Paesi dell eurozona sono reali e per farvi fronte bisogna accompagnare le misure per la riduzione del deficit a politiche di rilancio della crescita Dopo avere battuto per tutto il 2011 sul tasto del rigore, la Commissione Ue apre il 2012 chiedendo un accelerazio - ne della crescita perchè spie ga il suo portavoce «non si risolve la crisi solo insistendo sul calo della spesa e sulla riduzione del deficit» Prima di ogni pressing, arriva però una rassicurazione sulla tenuta di Eurolandia «Non esistono piani che considerano l'uscita di uno Stato membro dalla zona dell euro nel 2012», affermano nei palazzi comunitari Parole rivolte direttamente ad Atene, dove il portavoce del governo Pantelis Kapsis ha lanciato l'ennesimo allarme sulla possibile uscita dal Paese dalla moneta unica Eventualità che potrebbe diventare realtà se non verrà concessa la seconda tranche di aiuti da 130 miliardi «L'accordo di salvataggio deve essere firmato, altrimenti saremo fuori dai mercati, fuori dall euro», ha insistito Kapsis, in vista della ripresa, a giorni, del negoziato con Fmi e Eurogruppo Intanto gli altri Stati devono però passare dalla fase di messa in sicurezza dei conti a quella di spinta allo sviluppo Non sarà un cambio di strategia, Andamento in punti percentuali 6 dic 3,68 5,87% DICEMBRE 3/1 ANSA-CENTIMETRI come si affretta a precisare Olivier Bailly, ma di certo l allar me per gli effetti recessivi delle manovre 'lacrime e sanguè varate nei paesi più a rischio spinge Bruxelles a mettere ora una maggiore enfasi sulla crescita, dopo avere ottenuto dagli stati membri impegni per riportare i STIME PER NULLA POSITIVE A LIVELLO NAZIONALE LA CONFCOMMERCIO PREVEDE UNA SPESA PARI A 403 EURO A FAMIGLIA Domani saldi in tutt Italia La Confesercenti parla di rischio chiusura per 76mila negozi l ROMA Il via ufficiale alla grande corsa ai saldi invernali scatta domani in tutte le grandi città, Roma e Milano in testa, comprendendo anche Bari Mai come quest anno tuttavia, la partenza è stata strisciante, da settimane sono spuntati in molte vetrine cartelli di richiamo promozioni, iniziative bruciapista dei commercianti pronti ad accaparrarsi per primi uno quota del portafoglio al risparmio delle famiglie Palermo e Potenza sono partite per prime il 2 gennaio ma la data unica di inizio delle vendite scontate quest an - no è domani, 5 gennaio, giorno omogeneo sul quale hanno concordato quasi tutte le regioni Ad eccezione del Molise (il 7) e della Val d Aosta per ultima, il 10 Le previsioni infatti non promettono nulla di buono, per questo infatti i commercianti hanno giocato d anticipo, con promozioni, sconti, sottocosto e sms personalizzati con anticipo saldi «riservati ai clienti affezionati» Secondo il Codacons, oltre i due terzi degli esercizi di Roma e Milano applicano già prezzi di saldo Viste le premesse, quest anno le percentuali di sconto dovrebbero essere superiori alla media fin dai primissimi giorni Nel capoluogo lombardo Federmodamilano (Confcommercio), prevede un calo del 3% rispetto al 2011: 195 euro a testa, per il valore complessivo delle vendite è di 495 milioni di euro A livello nazionale la Confcommercio prevede 403 euro a famiglia, il 60% delle quali acquisterà in saldo «Confidiamo che con i saldi vi possa comunque essere un inversione nel trend delle vendite rispetto a una stagione autunno-inverno penalizzata, oltre che dalla nota depressione dei consumi, anche da una sfavorevole congiuntura meteorologica con temperature decisamente miti - ha detto Renato Borghi, presidente di Federmodaitalia e vicepresidente della Confcommercio - Gli sconti medi, prevede Federmodaitaliamilano, saranno superiori al 40%» Per Roberto Manzoni, presidente di Fismo Confesercenti i saldi «rimangono un momento favorevole sia per gli imprenditori del commercio che per chi compra Visto l andamento dei consumi del 2011, ci aspettiamo che quest anno i saldi partano da sconti superiori alla media: ma noi conclude consigliamo sempre di diffidare di chi offre tagli sul prezzo troppo alti, e di comprare invece sempre da negozianti conosciuti» Anche in Sardegna le previsioni parlano di spesa sotto la media, cui vanno aggiunti i non brillanti risultati del periodo festivo A mettere ancor più di malumore la categoria la concomitanza del regime libero degli orari introdotto dal decreto salva-italia e che riguarda negozi, esercizi commerciali, bar, ristoranti che in teoria possono restare aperti 24 ore su giorni l a n n o Contrarie le organizzazioni di categoria che paventano vantaggi per la grande distribuzione a danno dei piccoli negozia La Confesercenti parla di rischio chiusura per 76mila negozi Resta il nodo sulla competenze che in materia di commercio spetterebbe alle Regioni Il governatore del Piemonte Roberto Cota promette che impugnerà la norma davanti alla Corte costituzionale La Toscana lo ha già annunciato lunedì; il Lazio valuta La fila potrebbe allungarsi Quest anno il sostegno va alla ricerca medica Le donazioni serviranno per l acquisto di un microscopio elettronico per l Istituto Tumori Giovanni Paolo II e per un video elettroencefalografo per l Ospedale San Paolo deficit in pareggio e ridurre il debito pubblico Il tasso di crescita previsto per la zona dell eu - ro nel 2012 è al limite della sopravvivenza: +0,5% Una soglia non intoccabile «Alcuni stati membri dichiara Bailly sa - ranno probabilmente costretti a rivedere al ribasso le loro previsioni di crescita, perchè troppo positive» Bruxelles non indica nomi Probabile che si parli di Spagna (che ha appena notificato alla Commissione che il suo deficit volerà oltre l 8% del Pil anzichè al 6% come sperato) che prevedeva una crescita dello 0,7% Ma anche la Germania, penalizzata dalla crisi dei consumi nei paesi in cui esporta i suoi prodotti, potrebbe non essere in grado di tenere l obiettivo di una crescita dello 0,8% E anche la Francia potrebbe essere costretta a rivedere la stima dello 0,6% L Italia è già considerata in zona recessione, con un aumento del Pil previsto allo 0,1% nel 2012 L'euroesecutivo sta lavorando con il presidente della Ue Herman van Rompuy alla preparazione del Vertice del 30 gennaio prossimo, che sarà dedicato ufficialmente alle politiche di sostegno alla crescita e alla creazione di occupazione Una sorta di fase due a livello europeo che dovrà essere basata - secondo Bruxelles su politiche lungimiranti, per l avvenire «I governi devono fare scelte intelligenti, scelte per il futuro», afferma il portavoce, chiedendo ai governi di non tagliare il sostegno pubblico all innovazione, alla ricerca e alla formazione, così come di fare investimenti in energia pulita ed economia verde Spese per il domani, per chi già guarda al dopo crisi Resta comunque altissima l attenzione sulle politiche del rigore Bruxelles prende atto con «rammarico» dell incapaci - tà della Spagna di mantenere il target del 6% di deficit, che volerà ad oltre l 8%, anche se loda il pacchetto di misure approvato da Madrid definendolo «significativo ed equilibrato» VOLA IL DEBITO DELLE MAGGIORI ECONOMIE Borse, i dati degli Usa spingono l Europa Bene Milano: +1,24% l M I L A N O I dati americani sulla produzione manifatturiera, la spesa edilizia in crescita e il buon andamento di Londra (+2,29%) e Wall Street, chiuse alla vigilia ancora per le festività, spingono sui massimi di seduta le Piazze europee Per il Vecchio Continente è una nuova giornata positiva Solo Madrid (+0,10%) resta debole con il tasso di disoccupazione a livelli record in Spagna I senza lavoro hanno, infatti, toccato i 4,422 milioni, livello mai segnato prima Sorride, invece, Francoforte (+1,50%) con il tasso di disoccupazione in Germania sceso a dicembre al 6,8% dal 6,9% del mese precedente: il minimo dalla riunificazione, grazie al boom delle esportazioni di auto e componentistica e al buon andamento delle costruzioni La previsione è di un numero di senza lavoro nel 2012 in media appena sotto i 3 milioni La Banca centrale europea è poi intervenuta sul mercato secondario per acquistare titoli di Stato italiani Sempre l'istituto di Francoforte ha dato nuovo ossigeno drenando dal sistema 211,5 miliardi di euro in depositi a una settimana, per sterilizzare la liquidità creata dal programma di acquisto di titoli di Stato In questo contesto è andata bene anche Milano (Ftse Mib +1,24%) sospinta dal credito e da FonSai in spolvero (+11%) sulle attese di possibili nuovi soci Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso poco sopra la soglia dei 500 punti base (502,1), dopo aver toccato, in corso di seduta, i 505 Il rendimento della carta decennale italiana si attestato così al 6,92% Guardando ai dati macro Oltreoceano nel dettaglio la spesa per le costruzioni edilizie negli Stati Uniti è cresciuta a novembre dell 1,2% rispetto a ottobre, con il settore privato ai massimi dal dicembre 2009 L indice Ism manifatturiero a dicembre, invece, È salito a 53,9 da 52,7 Il dato è stato lievemente superiore alle attese degli analisti Da registrare la corsa del petrolio in forte rialzo a New York con i dati congiunturali americani e le tensioni con l'iran Le quotazioni sono salite oltre i 102 dollari al barile Greggio in volata anche a Londra, dove il Brent è avanzato a 111,17 dollari al barile L euro sul finire della seduta ha toccato un massimo di 1,3069 dollari dopo aver chiuso a New York a 1,2934 La moneta unica ha rimontato anche nel cambio con lo yen con un rialzo dello 0,6% a 100,1 dopo aver toccato alla vigilia il minimo da 11 anni (dicembre del 2000) VOLA IL DEBITO DELLE MAGGIORI ECONOMIE -Il debito delle maggiori economie al mondo che verrà a maturazione nel 2012 è di oltre 7600 miliardi di dollari, che salgono a 8000 miliardi se si includono gli interessi sui pagamenti L attenzione è tutta sui costi di rifinanziamento che potrebbero salire per le economie più in difficoltà in un contesto di rallentamento della crescita, con gli investitori che chiederanno compensi maggiori per aprire i loro portafogli A fare i conti sul debito che verrà a maturazione per i paesi del G7 e per i Bric è l agenzia Bloomberg, secondo la quale il debito giapponese a maturazione quest anno è di 3000 miliardi di dollari e quello americano di 2800 miliardi di dollari All Italia va la medaglia di bronzo con 428 miliardi di dollari, seguita dalla Francia con 367 miliardi di dollari La Germania ha 285 miliardi di dollari di debito a maturazione, il Brasile 169 miliardi, il Regno Unito 165 miliardi e la Cina 121 miliardi di dollari Il debito indiano a maturazione è di 57 miliardi di dollari mentre la Russia ne ha 13 miliardi di dollari La corsa per papabili acquirenti per il debito è già aperta e la concorrenza sembra agguerrita, soprattutto dopo che Standard & Poor's ha tagliato il rating degli Usa e messo sotto osservazione per un possibile downgrade quello di 15 Paesi americani

14 k/yak+a6zsbalq7ifdqodzp704xr10pp7cajuht8r1m= 14 AFFARI E FINANZA L ANALISI LA BORSA CHIUDE CON GUADAGNI SUPERIORI AL PUNTO PERCENTUALE, +1,24% PER IL FTSE MIB Piazza Affari in positivo Sugli scudi la galassia Ligresti, segno più anche per i bancari Seduta positiva per Piazza Affari che ieri, alla pari della maggior parte dei listini europei, ha messo a segno guadagni superiori al punto percentuale A fine seduta il Ftse Mib ha segnato un rialzo dell' 1,24% a punti e il Ftse All Share un +1,23% a punti BENE LE BANCHE, UNICRE- DIT CONTROCORRENTE - Segno più nel comparto bancario con il Monte Paschi (+3,95% a 0,27 euro), sulle voci di dismissioni asset per 1,8 miliardi, Ubi Banca (+2,55% a 3,30 euro) e Mediobanca (0,35% a 4,55 euro) In controtendenza, invece, UniCredit (-2,46% a 6,33 euro), alla vigilia del Cda chiamato a fissare il prezzo dell'aumento da 7,5 miliardi di euro L'altra big del listino, Intesa SanPaolo, invece, ha guadagnato lo 0,30% a 1,33 euro Senza direzione, infine, la Banca Popolare di Milano (+0,03% a 0,31 euro) mentre nel capitale dell'istituto è entrato un nuovo azionista di peso con una partecipazione dell'8% circa: si tratta del finanziere italo-americano Raffaele Mincione FONSAI GUIDA RIALZI IN AT- TESA DI NUOVI SOCI - Un possibile cambiamento nella compagine azionaria della compagnia assicurativa della famiglia Ligresti, Fondiaria Sai, mette le ali al titolo in Borsa, dove è balzato dell' 11,46% a 0,73 euro Il titolo, il migliore tra le Blue chip, è salito al fianco delle Milano Assicurazioni (+6% a 0,25 euro), mentre Premafin, rimasta in asta di volatilità per l'intera seduta, ha chiuso con un +25 per cento Tra gli altri assicurativi bene anche le Generali (+1,82% a 12,28 euro) e Unipol (+2,99% a 0,26 euro), con quest'ultima che starebbe valutando il dossier Ligresti CHISALE&CHISCENDE-Tra gli altri titoli sotto la lente Pirelli che è salita dell' 1,94% a 6,81 euro, al fianco di Telecom (+0,82% a 0,85 euro), Eni (+1,79% a 16,49 euro) ed Enel (+0,68% a 3,24 euro) Bene anche Campari (+1,23% a 5,36 euro) e Autogrill (+1,17% a 7,79 euro) EURIBOR INDICI FIXING 365 EONIA 0,401 EURIBOR 1S 0,635 EURIBOR 2S 0,726 EURIBOR 3S 0,837 EURIBOR 1M 1,002 EURIBOR 2M 1,168 EURIBOR 3M 1,352 EURIBOR 4M 1,436 EURIBOR 5M 1,518 EURIBOR 6M 1,620 EURIBOR 7M 1,682 EURIBOR 8M 1,743 EURIBOR 9M 1,800 EURIBOR 10M 1,851 EURIBOR 11M 1,903 EURIBOR 1Y 1,957 TITOLI PUGLIESI ULTIMO PREZZO VAR % CICCOLELLA 0, ,00 EXPRIVIA (MTAX) 0,695 +0,73 APULIA PRONTOPRESTITO (EXPANDI) 0,2953-0,10 MATERIE PRIME BRENT DENARO LETTERA ORO DENARO LETTERA ARGENTO DENARO LETTERA FTSE MIB $ 111,150 $ 111,150 $ 1601,7 $ 1601,7 $ 29,57 $ 29,57 MAGGIORI RIALZI RIFERIMENTO VAR % STMICROELECTRONICS 4,942 +5,15 TOD'S 66,60 +5,05 BANCA MPS 0, ,95 FIAT 3,846 +3,67 FIAT INDUSTRIAL 7,04 +3,53 OBBLIGAZIONI LE PIÙ SCAMBIATE ULTIMO PREZZO VAR % ENI OT17 TF 4875 EUR 100,90-0,38 BOBL OTT12 EUR 4,25 103,307-0,04 SCHATZ GN12 EUR 0,5 100,234 +0,01 ENEL-07/15 IND 91,14 +0,80 DEXIA-MZ12FIX TO CMS 98,849 +0,23 TITOLI DI STATO I PIÙ SCAMBIATI ULTIMO PREZZO VAR % BTP-1AG17 5,25% 97,08 +0,29 BTP-15NV14 EUR 6 101,72 +0,10 BTP 1MZ22EUR 5% 87,29 +0,19 BTP-15ST16 EUR 4,75 95,85 +0,18 BTP-1NV27 6,5% 96,20 +0,26 MAGGIORI RIBASSI RIFERIMENTO VAR % UNICREDIT 6,33-2,46 TERNA 2,73-1,16 DIASORIN 19,80-0,90 SNAM 3,478-0,11 LE BORSE MONDIALI INDICI VALORE APERTURA CHIUSURA VAR% FTSE DAX CAC IBEX SMI AEX BEL 5699, , , , ,93 318, , , , , , ,63 317, , , , , , ,23 318, ,45 +2,29 +1,50 +0,72 +0,10 +1,93 +0,39 +1,52 AZIONI FTSE MIB FTSE MIB 15645,56 PETROLIO $ 111,50 max $ 111,50 $ 107,17 andamento dal 1 gennaio 2012 ad oggi 28/12 29/12 30/12 2/1 3/1 CAMBI MONETARI EURO DOLLARO US STERLINA YEN FRANCO SV 1 EURO 1,0000 1,3066 0, ,15 1, DOLLARO STATUNITENSE 0, ,0000 0, ,660 0, STERLINAINGLESE 1,1981 1,5656 1, ,03 1, YEN GIAPPONESE 0, , , ,0000 0, FRANCOSVIZZERO 0, ,0736 0, ,300 1,0000 RIFERIMENTO VAR % RIFERIMENTO VAR % RIFERIMENTO VAR % RIFERIMENTO VAR % RIFERIMENTO VAR % A2A 0, ,13 BANCA POP MILANO 0, ,03 FIAT 3,846 +3,67 MEDIASET SPA 2,26 +0,80 SNAM 3,478-0,11 ANSALDO STS 7,52 +0,74 BUZZI UNICEM 7,22 +3,29 FIAT INDUSTRIAL 7,04 +3,53 MEDIOBANCA 4,556 +0,35 STMICROELECTRONICS 4,942 +5,15 ATLANTIA 12,79 +1,11 CAMPARI 5,365 +1,23 FINMECCANICA 3,018 +2,03 MEDIOLANUM 3,07 +0,79 TELECOM ITALIA 0,856 +0,82 AUTOGRILL SPA 7,79 +1,17 DIASORIN 19,80-0,90 GENERALI ASS 12,28 +1,82 PARMALAT 1,377 +1,10 TENARIS 15,30 +2,62 AZIMUT 6,365 +0,39 ENEL 3,248 +0,68 IMPREGILO 2,414 +0,67 PIRELLI & C 6,815 +1,95 TERNA 2,73-1,16 BANCO POPOLARE 1,032 +2,08 ENEL GREEN POWER 1,657 +1,66 INTESA SANPAOLO 1,334 +0,30 PRYSMIAN 10,28 +3,32 TOD'S 66,60 +5,05 BANCA MPS 0, ,95 ENI 16,49 +1,79 LOTTOMATICA 11,86 +0,42 SAIPEM 33,98 +1,31 UBI BANCA 3,304 +2,55 BANCA POP EMIL ROMAGNA 5,665 +2,26 EXOR 16,26 +1,82 LUXOTTICA GROUP 22,11 +1,47 SALVATORE FERRAGAMO 10,70 +1,81 UNICREDIT 6,33-2,46 FONDI COMUNI D INVESTIMENTO Fondo QUOTA Rend % Rend % 1 giorno 1 anno AZIONARI ITALIA AcomeA (ex L) Italian Opportunity AcomeA Italia A AcomeA Italia A Allianz Azioni Italia All Stars ANM Italia Arca Azioni Italia BIM Azionario Italia BIM Azionario Small Cap Italia BNL Azioni Italia BNL Azioni Italia PMI Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Eurizon Azioni Italia Eurizon Azioni Pmi Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fideuram Italia Fondersel Italia Fondersel PMI Gesti-re Alboino Re Gestnord Azioni Italia NorVega Azionario Italia A PACTO Azionario Italia A PACTO Azionario Italia B Pioneer Azionario Crescita A PRIMA Geo Italia A PRIMA Geo Italia Y Synergia Azionario Italia Synergia Azionario Small Cap Italia UBI Pramerica Azioni Italia Zenit Azionario ClI Zenit Azionario ClR AZIONARI AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Amundi Azioni QEuro BancoPosta Azionario Euro Epsilon QEquity Eurizon Azioni Area Euro Fondo Alto Azionario Groupama Italia Equity Selection PRIMA Geo Euro A PRIMA Geo Euro Y Symphonia Azionario Euro UBI Pramerica Azionario Etico UBI Pramerica Azioni Euro AZIONARI EUROPA AcomeA Europa A AcomeA Europa A Fondo QUOTA Rend%Rend% 1giorno 1anno Allianz MultiPartner - MultiEuropa Amundi Europe Equity ANM Anima Europa ANM Europa ANM Iniziativa Europa Arca Azioni Europa BIM Azionario Europa BNL Azioni Europa Crescita BNL Azioni Europa Dividendo Carige Azionario Europa A Carige Azionario Europa B Consultinvest Azione Epsilon QValue Eurizon Azioni Europa Eurizon Azioni Pmi Europa Euromobiliare Europe Equity Fund Fideuram MS Equity Europe Fondaco Eu Sri Equity Beta Fondersel Europa Gestnord Azioni Europa Investitori Europa MC FdF Europa A MC FdF Europa B NorVega Azionario Europa A PACTO Azionario Europa A PACTO Azionario Europa B Pepite Pioneer Azionario Europa A Pioneer Azionario Val Eurp a dist A PRIMA Geo Europa A PRIMA Geo Europa PMI A PRIMA Geo Europa PMI Y PRIMA Geo Europa Y Symphonia Multimanager Europa Synergia Azionario Europa UBI Pramerica Azioni Europa Unibanca Azionario Europa AZIONARI AMERICA AcomeA America A AcomeA America A Allianz Azioni America ANM Americhe ANM Anima New York Arca Azioni America BIM Azionario USA BNL Azioni America Eurizon Azioni America Eurizon Azioni Pmi America Fideuram MS Equity Usa Fondo QUOTA Rend%Rend% 1giorno 1anno Fondo Alto America Azionario Gestnord Azioni America Investitori America MC FdF America A MC FdF America B PACTO Azionario America A PACTO Azionario America B Pioneer Azionario America A PRIMA Geo America A PRIMA Geo America Y Symphonia Multimanager America Synergia Azionario USA UBI Pramerica Azioni Usa AZIONARI PACIFICO AcomeA Asia Pacifico A AcomeA Asia Pacifico A Allianz Azioni Pacifico ANM Anima Asia ANM Pacifico Arca Azioni Far East Eurizon Azioni Asia Nuove Economie Eurizon Azioni Pacifico Fideuram MS Equity Asia Fondersel Oriente Fondo Alto Pacifico Azionario Gestnord Azioni Pacifico Investitori Far East MC FdF Asia A MC FdF Asia B PACTO Azionario Asia A PACTO Azionario Asia B Pioneer Azionario Area Pacifico A PRIMA Geo Asia A PRIMA Geo Asia Y Symphonia Multimanager Oriente UBI Pramerica Azioni Pacifico AZIONARI PAESI EMERGENTI AcomeA Paesi Emergenti A AcomeA Paesi Emergenti A Allianz Azioni Paesi Emergenti Amundi Global Emerging Equity ANM Anima Emerging Markets ANM Emerging Markets Equity Arca Azioni Paesi Emergenti BNL Azioni Emergenti Eurizon Azioni Paesi Emergenti Fideuram MS Equity Glbl Emerg Mkts Fideuram MS Equity New World Fondo QUOTA Rend % Rend % 1giorno 1anno MC FdF Paesi Emergenti A MC FdF Paesi Emergenti B PACTO Azionario Paesi Emergenti A PACTO Azionario Paesi Emergenti B Pepite BRIC Pioneer Azionario Paesi Emergenti A PRIMA Geo Paesi Emergenti A PRIMA Geo Paesi Emergenti Y Symphonia Multimanager EM Flessibile UBI Pramerica Azioni Mercati Emerg AZIONARI INTERNAZIONALI AcomeA Globale A AcomeA Globale A Allianz MultiPartner - Multi Amundi Global Equity ANM Capitale Più Comparto Azionario ANM Valore Globale Arca 27 Azioni Estere Arca Anfiteatro Global Equity ArcaCinqueStelle Comparto D/E Aureo Azioni Globale Bancoposta Az Internazionale BIM Azionario Globale Carige Azionario Internazionale A Carige Azionario Internazionale B Cividale Forum Iulii Azione A Cividale Forum Iulii Azione B Consultinvest Global Etica Azionario Eurizon Azioni Internazionali Euromobiliare Azioni Internazionali Fondo Alto Internazionale Azionario Gestnord Azioni Trend Settoriali MC FdF Megatrend Wide A MC FdF Megatrend Wide B NorVega Azionario Internazionale A NorVega Azionario Internazionale B PACTO Obiettivo Valore A PACTO Obiettivo Valore B Pepite Fondi PRIMA Geo Globale A PRIMA Geo Globale Y Soprarno Azioni Globale A Soprarno Azioni Globale B Soprarno ESSE STOCK A Soprarno ESSE STOCK B Symphonia Multimanager Vivace Synergia Azionario Globale Talento Global Equity Fondo QUOTA Rend % Rend % 1giorno 1anno UBI Pramerica Privilege AZIONARI ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Azioni Energia E Mat Prime AZIONARI SALUTE Eurizon Azioni Salute E Ambiente AZIONARI FINANZA Eurizon Azioni Finanza AZIONARI INFORMATICA Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate AZIONARI ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali Fideuram MS Equity Global Resources AZIONARI ALTRE SPECIALIZZAZIONI Eurizon Azionario Intl Etico BILANCIATI AZIONARI Aureo PrimaClasse Crescita Aviva BPB E-link Evoluzione Igm Fdf Bilanciato Azionario A Igm Fdf Bilanciato Azionario B PRIMAforza 5 A PRIMAforza 5 B PRIMAforza 5 Y UBI Pramerica Portafoglio Aggressivo UBI Pramerica Privilege BILANCIATI Allianz MultiPartner - Multi Arca BB ArcaCinqueStelle Comparto C Aureo PrimaClasse Dinamico Azimut Bilanciato BIM Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Epsilon DLongRun Etica Bilanciato Eurizon Bilanciato Euro Multimanager Eurizon Soluzione Eurizon Soluzione Euromobiliare Bilanciato Fideuram Bilanciato Fondersel Fondo Alto Bilanciato Gestnord Bilanciato Euro Fondo QUOTA Rend % Rend % 1 giorno 1 anno MC FdF Bilanciato B Nextam Partners Bilanciato NorVega Dinamico PACTO Obiettivo Patrimonio A PACTO Obiettivo Patrimonio B PRIMAforza 4 A PRIMAforza 4 B PRIMAforza 4 Y Symphonia Multimanager Largo Synergia Bilanciato UBI Pramerica Portafoglio Dinamico UBI Pramerica Privilege BILANCIATI OBBLIGAZIONARI Allianz MultiPartner - Multi Amundi QBalanced ANM Capitale Più Comparto Bilanciato ANM Visconteo Arca TE Titoli Esteri ArcaCinqueStelle Comparto A/B Aureo PrimaClasse Valore Azimut Scudo BancoPosta Mix BNL Protezione Carige Bilanciato NorVega Equilibrato PACTO Obiettivo Incremento A PRIMAforza 3 A PRIMAforza 3 B PRIMAforza 3 Y Symphonia Multimanager Adagio Synergia Bilanciato UBI Pramerica Bilanciato Euro a RC UBI Pramerica Portafoglio Moderato UBI Pramerica Privilege UBI Pramerica Privilege OBBLIGAZIONARI EURO GOVERNATIVI BREVE TERMINE AcomeA (ex L) Monetario AcomeA Breve Termine A AcomeA Breve Termine A Amundi Breve Termine ANM Salvadanaio Arca MM Monetario BancoPosta Obb Euro Breve Termine BG Focus Monetario BIM Obbligazionario A Breve Termine BNL Obbligazioni Euro BT Carige Monetario Euro A Carige Monetario Euro B Allianz Azioni Europa Fondersel America Gestnord Azioni Paesi Emergenti UBI Pramerica Azioni Globali MC FdF Bilanciato A Cividale Forum Iulii Prudenza A

15 k/yak+a6zsbalq7ifdqodx2h4p9rnuxtb596m3s+rao= AFFARI E FINANZA 15 FONDI COMUNI D INVESTIMENTO Fondo QUOTA Rend % Rend % 1 giorno 1 anno Cividale Forum Iulii Prudenza B Fondo QUOTA Rend%Rend% 1giorno 1anno PRIMA Fix High Yield Y Fondo QUOTA Rend%Rend% 1giorno 1anno Carige Bilanciato Fondo QUOTA Rend % Rend % 1giorno 1anno Eurizon Tesoreria Euro B Fondo QUOTA Rend % Rend % 1giorno 1anno Amundi QReturn Fondo QUOTA Rend % Rend % 1 giorno 1 anno Gestielle Multimanager AR I Consultinvest Breve Termine Etica Obbligazionario Breve Termine Eurizon Obbligazioni Euro Breve Term A Eurizon Obbligazioni Euro Breve Term D Euromobiliare Prudente Fideuram Liquidità Fondersel Reddito Fondo Alto Monetario Gestielle BT Cedola A Gestielle BT Cedola B Laurin Money Mediolanum Risparmio Dinamico Nordfondo Obbligaz Euro BT NorVega Obbligazionario Euro BT A NorVega Obbligazionario Euro BT B PACTO Breve Termine A PACTO Breve Termine B Passadore Monetario Pioneer Euro Governativo Breve Termine PRIMA Fix Obbligazionario BT A PRIMA Fix Obbligazionario BT Y Soprarno Pronti Termine Synergia Obbligazionario Euro BT Teodorico Monetario UBI Pramerica Euro BT Unibanca Monetario Zenit Breve Termine I Zenit Breve Termine R OBBLIGAZIONARI EURO GOVERNATIVI MEDIO/LUNGO TERMINE AcomeA (ex L) Obbligazionario OBBLIGAZIONARI DOLLARO GOVERNATIVI MEDIO/LUNGO TERMINE Agora Income Arca Bond Dollari Azimut Reddito USA BNL Obbligazioni Dollaro M/LT Gestielle Bond Dollars A Gestielle Bond Dollars B Nordfondo Obbligaz Dollari OBBLIGAZIONARI INTERNAZIONALI GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale Alpi Obbligazionario Internazionale ANM Pianeta Arca Bond Globale Aureo Obbligazioni Globale BIM Obbligazionario Dinamico Eurizon Obbligazioni Internazionali Fondersel Internazionale Fondo Alto Internazionale Obbl Gestielle Obbligazionario Interl A Gestielle Obbligazionario Interl B MC FdF Global Bond A MC FdF Global Bond B NorVega Obbligazionario Intl A NorVega Obbligazionario Intl B PACTO Obbligazionario Internazionale A PACTO Obbligazionario Internazionale B PRIMA Fix Obbligazionario Globale A PRIMA Fix Obbligazionario Globale Y Cividale Forum Iulii Rendita A Cividale Forum Iulii Rendita B Etica Obbligazionario Misto Eurizon Diversificato Etico Eurizon Rendita A Eurizon Rendita D Eurizon Soluzione Fondo Alleanza Obbligazionario Fondo Alto Obbligazionario Gestielle Etico per AIL A Gestielle Etico per AIL B Nextam Partners Obbligaz Misto Nordfondo Etico Obbl Misto Max20% Az NorVega Moderato PACTO Obiettivo Reddito A PACTO Obiettivo Reddito B Pioneer Obbl Più a distribuzione A Symphonia Patrimonio Globale Reddito Synergia Bilanciato Total Return Obbligazionario UBI Pramerica Portafoglio Prudente Zenit Obbligazionario ClI Zenit Obbligazionario ClR OBBLIGAZIONARI FLESSIBILI Allianz Obbligazionario Flessibile Amundi Soluzione Tassi Anima Traguardo 2016 Cedola ANM Anima Traguardo ANM Anima Traguardo ANM Anima Traguardo II ANM Risparmio Euromobiliare Conservativo Fideuram Moneta Fondaco Euro Cash Nordfondo Liquidità NorVega Monetario A NorVega Monetario B PACTO Tesoreria A PACTO Tesoreria B Pioneer Liquidità Euro PRIMA Fix Monetario A PRIMA Fix Monetario I PRIMA Fix Monetario Y Symphonia Obbligazionario Rendita Synergia Monetario Synergia Tesoreria UBI Pramerica Euro Cash FONDI LIQUIDITA AREA DOLLARO Eurizon Tesoreria Dollaro Eurizon Tesoreria Dollaro FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso a+ Latemar Abis Flessibile AcomeA (ex L) Trend AcomeA ETF ATTIVO A AcomeA ETF ATTIVO A AcomeA Patrimonio Aggressivo A AcomeA Patrimonio Aggressivo A AcomeA Patrimonio Dinamico A AcomeA Patrimonio Dinamico A Amundi Stategia 95 A Amundi Unibanca Plus ANM Anima Fondattivo ANM Anima Fondimpiego ANM Anima Fondo Trading ANM Anima Obiettivo Rendimento AQQUA Arca Capital Garantito Dicembre Arca Capital Garantito Giugno Arca Cash Plus Arca Corporate Breve Termine Arca Formula Eurostoxx Arca Formula II Eurostoxx Arca Rendimento Assoluto t Arca Rendimento Assoluto t Aureo Defensive Aureo Finanza Etica Aureo Flex Euro Aureo Flex Italia Aureo Flex Opportunity Aureo Plus Aureo PrimaClasse Flessibile Aureo Rendimento Assoluto Azimut Formula 1 Absolute Azimut Formula 1 Conservative Azimut Formula 1 Target Azimut Formula 1 Target Azimut Strategic Trend Azimut Trend Azimut Trend America Azimut Trend Europa Azimut Trend Italia Gestielle Obiettivo America Gestielle Obiettivo Brasile Gestielle Obiettivo Cina Gestielle Obiettivo East Europe Gestielle Obiettivo Emerging Markets Gestielle Obiettivo Europa Gestielle Obiettivo India Gestielle Obiettivo Internazionale Gestielle Obiettivo Italia Gestielle Obiettivo Pacifico Gestielle Total Return Gestielle Total Return Obiettivo Più Gestielle Total Return Obiettivo Più II Gestielle Total Return Obiettivo Più Val Gestielle TR Obiettivo Cash Euro Gestielle TR Obiettivo Cash Euro B Gestielle TR Obiettivo Cedola Gesti-re Alarico Re Gesti-re Federico Re Gesti-re MACRO FO Gestnord Asset Allocation Igm Fdf Flessibile A Igm Fdf Flessibile B Investitori Flessibile Kairos Global Kairos Income Kairos Small Cap MC FdF Flex High Volatilty A MC FdF Flex High Volatilty B MC FdF Flex Low Volatility A MC FdF Flex Low Volatility B AcomeA Eurobbligazionario A AcomeA Eurobbligazionario A Allianz Reddito Euro ANM Anima Obbligazionario Euro ANM Capitale Più Comparto Obbligaz Arca RR Azimut Reddito Euro BancoPosta Obb Euro M/L Termine BIM Obbligazionario Euro BNL Obbligazioni Euro M/LT Carige Obbligazionario Euro A Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro LT A Carige Obbligazionario Euro LT B Epsilon QIncome Eurizon Obbligazioni Euro Euromobiliare Reddito Fideuram Rendimento Fondaco Euro Gov Beta Fondaco Euro Gov Beta B Fondersel Euro Gestielle LT Euro A Gestielle LT Euro B Gestielle MT Euro A Gestielle MT Euro B Nordfondo Obbligaz Euro MT NorVega Obbligazionario Euro A NorVega Obbligazionario Euro B UBI Pramerica Obbligazioni Globali OBBLIGAZIONARI INTERNAZIONALI CORPORATE INVESTMENT GRADE UBI Pramerica Obbligazioni Glbl Corp OBBLIGAZIONARI INTERNAZIONALI HIGH YIELD UBI Pramerica Obbligazioni Glbl AR OBBLIGAZIONARI PAESI EMERGENTI ANM Emerging Markets Bond Arca Bond Paesi Emergenti Arca Bond Paesi Emergenti Valuta Locale BNL Obbligazioni Emergenti Eurizon Obbligazioni Emergenti Gestielle Emerging Markets Bond A Gestielle Emerging Markets Bond B MC FdF High Yield A MC FdF High Yield B Nordfondo Obbligaz Paesi Emergenti NorVega Obbligazionario Paesi Emerg A NorVega Obbligazionario Paesi Emerg B Pioneer Obbl Paesi Emerg a dist A OBBLIGAZIONARI ALTRE SPECIALIZZAZIONI Amundi MultiCorporate Dicembre Amundi Obbligazionario Euro Arca Cedola Bond 2015 Alto Potenziale Arca Cedola Bond 2015 Alto Potenziale II Arca Cedola Bond 2016 Alto Poten III Arca Cedola Bond Globale Euro Arca Cedola Bond Globale Euro II Arca Cedola Bond Globale Euro III Arca Cedola Bond Paesi Emergenti Arca Cedola Corporate Bond II Arca Cedola Corporate Bond III Arca Cedola Corporate Bond Inc Arca Cedola Corporate Bond IV Arca Cedola Governativo Euro Bond II Arca Cedola Governativo Euro Bond III Arca Cedola Governativo Euro Bond Inc Arca Cedola Governativo Euro Bond IV Aureo Cash Dynanic BG Focus Obbligazionario BNL Target Return Liquidità Cividale Forum Iulii Strategia A Cividale Forum Iulii Strategia B Consultinvest High Yield A Consultinvest Reddito A Consultinvest Valore A Euromobiliare Emerg Markets Bond Euromobiliare Obiettivo Euromobiliare Total Return Flex Gestielle Cedola Obbligazioni Banc EUR Gestielle Cedola Obbligazioni Gov Euro AcomeA Patrimonio Prudente A AcomeA Patrimonio Prudente A Agora Selection Agora Valore Protetto Agoraflex Alkimis Capital Ucits Allianz Global Strategy Allianz Global Strategy Allianz Global Strategy Amundi Absolute Amundi Equipe Amundi Equipe Amundi Equipe Amundi Equipe Amundi Eureka Brasile Amundi Eureka BRIC Amundi Eureka BRIC Ripresa Amundi Eureka BRICT Progetto Amundi Eureka China Double Win Amundi Eureka Cina Amundi Eureka Cina Ripresa Amundi Eureka Crescita Az DUE Amundi Eureka Crescita Azionaria 2017 A Amundi Eureka Crescita Cina Amundi Eureka Crescita Finanza Amundi Eureka Crescita Finanza Amundi Eureka Crescita Italia Amundi Eureka Crescita Valore Azimut Trend Pacifico BancoPosta CentoPiù BancoPosta Extra BancoPosta Invest Protetto BancoPosta STEP BancoPosta Trend BG Focus Azionario BIM Flessibile BNP Paribas 100% e piu' Grande Asia BNP Paribas 100% e piu' Grande Europ BNP Paribas Equipe Attacco BNP Paribas Equipe Centrocampo BNP Paribas Equipe Difesa Carige Total Return 1 A Carige Total Return 1 B Carige Total Return 2 A Carige Total Return 2 B Consultinvest Alto Dividendo A Consultinvest Mercati Emergenti Consultinvest Multimanager Flex Consultinvest Plus Edmond De Rothschild Focus A Epsilon QReturn Eurizon Focus Capitale Protetto Eurizon Focus Garantito Dicembre Eurizon Focus Garantito Giugno Eurizon Focus Garantito I Trim Eurizon Focus Garantito II Trim MC FdF Flex Medium Volatility A MC FdF Flex Medium Volatility B Mediolanum Flessibile Globale Mediolanum Flessibile Italia Mediolanum Flessibile Strategico Nextam Partners Flessibile NorVega Area Nordica A NorVega Area Nordica B NorVega Flessibile A NorVega Rendimento A NorVega Rendimento B Obiettivo Nordest SICAV Open Fund Ritorno Assoluto VaR Open Fund Ritorno Assoluto VaR PACTO Obiettivo Rendimento A PACTO Obiettivo Rendimento B Pioneer Target Controllo A Pioneer Target Equilibrio A Pioneer Target Sviluppo A Pioneer UniCredit Soluzione 20 A Pioneer UniCredit Soluzione 20 B Pioneer UniCredit Soluzione 40 A Pioneer UniCredit Soluzione 40 B Pioneer UniCredit Soluzione 70 A Pioneer UniCredit Soluzione 70 B PRIMAstrategia Europa Alto Potenziale A PRIMAstrategia Europa Alto Potenziale Y PACTO Obbligazionario MT A ANM Anima Convertibile Gesti-re Ritorni Reali Amundi Eureka Doppia Opportunità Eurizon Focus Garantito III Trim PRIMAstrategia Europa PMI AP A PACTO Obbligazionario MT B Azimut Trend Tassi Mediolanum Flessibile Obb Globale Amundi Eureka Double Call A Eurizon Focus Garantito IV Trim PRIMAstrategia Europa PMI AP Y PRIMA Fix Obbligazionario MLT A BancoPosta Obbligazionario Giugno Pioneer UniCredit Soluzione BT A Amundi Eureka Double Win Eurizon Focus Garantito Marzo PRIMAstrategia Italia Alto Potenziale A PRIMA Fix Obbligazionario MLT Y Synergia Obbligazionario Euro MT UBI Pramerica Euro Medio Lungo Termine Unibanca Obbligazionario Euro OBBLIGAZIONARI EURO CORPORATE INVESTMENT GRADE AcomeA Obbligazionario Corporate A AcomeA Obbligazionario Corporate A Amundi Corporate 3 Anni Amundi Corporate Giugno ANM Corporate Bond Arca Bond Corporate BancoPosta Corporate Carige Corporate Euro A Carige Corporate Euro B Eurizon Obblig Euro Corp Breve Term Eurizon Obbligazioni Euro Corporate Euromobiliare Euro Corporate BT Nordfondo Obbligaz Euro Corp Pioneer Obbl EurCorp Etico a dist A PRIMA Fix Imprese A PRIMA Fix Imprese Y Synergia Obbligazionario Corporate UBI Pramerica Euro Corporate OBBLIGAZIONARI EURO HIGH YIELD Eurizon Obbligazioni Euro High Yield BNL 3 X Carige Obbligazionario Globale A Carige Obbligazionario Globale B Eurizon Obbligazionario Etico Eurizon Obbligazioni Cedola A Eurizon Obbligazioni Cedola D Gestielle Obbligazionario Corp A Gestielle Obbligazionario Corp B Nordfondo Obbligaz Convertibili Pioneer Obbl Euro a distribuzione A PRIMA Fix Emergenti A PRIMA Fix Emergenti Y PRIMAforza 1 A PRIMAforza 1 B PRIMAforza 1 Y PRIMAforza 2 A PRIMAforza 2 B PRIMAforza 2 Y UBI Pramerica Obbligazioni Dollari OBBLIGAZIONARI MISTI AcomeA Performance A AcomeA Performance A ANM Capitale Più Comparto Bilanciato ANM Sforzesco Arca Obbligazioni Europa Azimut Solidity BancoPosta Mix BIM Obbligazionario Corporate Pioneer UniCredit Soluzione BT B PRIMA Rendimento Assoluto Moderato A PRIMA Rendimento Assoluto Moderato Y PRIMA Rendimento Assoluto Prudente A PRIMA Rendimento Assoluto Prudente Y UBI Pramerica Active Duration UBI Pramerica Total Return Prudente FONDI LIQUIDITA AREA EURO AcomeA Liquidità A AcomeA Liquidità A Agora Cash Allianz Liquidità A Allianz Liquidità AT Allianz Liquidità B Amundi Liquidità ANM Anima Liquidità ANM Liquidità Plus Arca Anfiteatro Tesoreria Arca BT Tesoreria Aureo Liquidità Azimut Garanzia BancoPosta Liquidità Euro BNL Cash Carige Liquidità Euro A Carige Liquidità Euro B Epsilon Cash Eurizon Liquidita' A Eurizon Liquidita' B Amundi Eureka Double Win 2013 A Amundi Eureka Dragon Amundi Eureka Europa Emergente Rip Amundi Eureka Materie Prime Amundi Eureka Oriente Amundi Eureka Progetto Imprese Verd Amundi Eureka Ripresa 2014 A Amundi Eureka Ripresa Amundi Eureka Ripresa DUE Amundi Eureka Settori Amundi Eureka Sviluppo Energia Amundi Eureka Sviluppo Materie Prim Amundi Eureka Sviluppo USA Amundi Eureka USA Amundi Formula Euro Eq Option Due Amundi Formula Euro Equity Option Amundi Formula Gar Eq Recall Amundi Formula Gar High Diver Amundi Formula GarEmergMkt EqRc Amundi Formula Garant EqRec DUE Amundi Formula Garantita Amundi Formula Garantita Amundi Formula Garantita DUE Amundi Formula Garantita EM Eq Rc Amundi Formula Garantita EqRecall Amundi Formula Garantita Mercati Emerg Amundi Formula Private Dividend Opp Amundi Più Amundi Premium Power Eurizon Focus Garantito Settembre Eurizon Obiettivo Rendimento Eurizon Profilo Conservativo Eurizon Profilo Dinamico Eurizon Profilo Moderato Eurizon Rendimento Assol 2 Anni Eurizon Rendimento Assol 3 Anni Eurizon Strategia Protetta I Trim Eurizon Strategia Protetta III Trim Eurizon Team 1 A Eurizon Team 1 G Eurizon Team 2 A Eurizon Team 2 G Eurizon Team 3 A Eurizon Team 3 G Eurizon Team 4 A Eurizon Team 4 G Eurizon Team 5 A Eurizon Team 5 G Euromobiliare Real Assets Euromobiliare Strategic Flex Euromobiliare Total Return Flex Fideuram MS Absolute Return Fondaco Global Opportunities Fondersel Duemila Gestielle Doppia Opp 2015 Fd Formula Gestielle Global Asset Plus Gestielle Harmonia Dinamico Gestielle Harmonia Moderato PRIMAstrategia Italia Alto Potenziale Y Profilo Best Funds Profilo Elite Flessibile Sofia Flex Soprarno Global Macro A Soprarno Global Macro B Soprarno Inflazione + 15% A Soprarno Inflazione + 15% B Soprarno Relative Value A Soprarno Relative Value B Soprarno Ritorno Assoluto A Soprarno Ritorno Assoluto B Symphonia Asia Flessibile Symphonia Europa Flessibile Symphonia Fortissimo Synergia Total Return Tempi d'in-presa Total Return UBI Pramerica Active Beta UBI Pramerica Alpha Equity UBI Pramerica Total Return Dinamico UBI Pramerica Total Return Moderato A UBI Pramerica Total Return Moderato B Volterra Dinamico Volterra Moderato Volterra TR Globale Zenit Absolute Return ClI Zenit Absolute Return ClR PRIMA Fix High Yield A BNL Per Telethon Eurizon Tesoreria Euro A Amundi Private Alfa Gestielle Harmonia Vivace Zenit ZeroCento FdF

16 k/yak+a6zsbalq7ifdqodx2h4p9rnuxtlmdrxdo8od0= 16 LETTERE E COMMENTI Quotidiano fondato nel 1887 Direttore responsabile: GIUSEPPE DE TOMASO Direttore: CARLO BOLLINO SpA Editrice del Sud-Edisud Redazione, Amministrazione, e Stampa: Viale Scipione l Africano, Bari Presidente: Mario Ciancio Sanfilippo Consigliere delegato: Giuseppe Ursino Consigliere: Domenico Ciancio Sanfilippo Responsabile del trattamento dei dati personali: Giuseppe De Tomaso Sede centrale di Bari: Informazioni tel 080/ Direzione generale: tel Direzione responsabile: tel , fax , Redattori capo: , fax , Segreteria di redazione: , fax , Cronache italiane: , fax , zogiornoit Economia: , fax , Esteri: , fax , Interni: , fax , Attualità regionali e Speciali: , fax , , fax , Spettacoli: , fax , Sport: , fax , Vita culturale: , fax , Servizio informazione on line: , fax , R E DA Z I O N I Bari: (080/ ) Nordbarese: Barletta (0883/341011) Fo g g i a : (0881/779911) Brindisi: (0831/223111) Lecce: (0832/463911) Ta r a n t o : (099/ ) Matera: (0835/251311) Potenza: (0971/418511) ABBONAMENTI: tutti i giorni esclusi i festivi: ann Euro 260,00; sem Euro 140,00; trim Euro 80,00 Compresi i festivi: ann Euro 290,00; sem Euro 160,00; trim Euro 90,00 Sola edizione del lunedì: ann Euro 55,00; sem Euro 30,00 Estero: stesse tariffe più spese postali, secondo destinazione Per info: tel 080/ , dal lunedì al venerdì, 09,30-13,30, fax 080/ , Copia arretrata: Euro 2,40 Tel 080/ P U B B L I C I TA : Publikompass SpA - Via Winckelmann n 1, Milano Tel 02/ Bari - Via Amendola 166/S Tel 080/ wwwpublikompassit wwwgazzettanecrologieit wwwlagazzettadelmezzogiornoit Certificato N 7163 del Registrazione Tribunale di Bari n 7 del 2 settembre lettori al giorno medio (Audipress 2011/II) PROPRIETA : MEDITERRANEA SPA LETTERE ALLA GAZZETTA Hanno avuto efficacia le celebrazioni dell Unità? Aconclusione del centocinquantenario dell Unità d Italia non si può esprimere un giudizio univoco sul successo delle celebrazioni Infatti se si tiene conto delle molteplici pubblicazioni a carattere storico che hanno messo a fuoco l epopea risorgimentale ed i problemi ad essa connessi, si può dire che il giudizio sia p o s i t ivo Se, invece, si guarda alla modesta attenzione del Parlamento, allo scarso interesse dei partiti e in particolare al sistematico boicottaggio della Lega Nord che ha continuato a sbandierare folcloristicamente la sua minaccia di secessione, si deve parlare di bilancio negativo In realtà si può dire che, se non ci fosse stata la tenacia del presidente Giorgio Napolitano a mantenere caldo il clima celebrativo, l anno centenario si sarebbe Solo l onestà ci potrà salvare dal disastro Il binomio costi-benefici di un paese in agonia dal lato economico si abbatte sulle spese del cittadino che con i propri guadagni deve coprire le magagne provenienti dalla corruttela politica Ai fini di una sana crescita sociale la corruzione non va vissuta come un contagio Ogni cittadino deve tenere alto il suo livello di onestà e vivere in modo dignitoso la propria esistenza Se si vuole creare un inversione di tendenza in uno stile di vita sano bisogna far emergere la valenza del merito, innalzare la soglia dell etica sociale, avere più rispetto del denaro pubblico Il motto «honeste vivere» deve prevalere sia nel pubblico che nel privato Se si tiene conto che nel 2011 sono stati sciolti ben 200 consigli comunali, si può ben capire quanto sia preminente un comportamento etico nel vivere sociale Speriamo ora che la giovinezza non finisca mai Marcello Scarpa Vignacastrisi (Lecce) Le lettere vanno indirizzate a La Gazzetta del Mezzogiorno Viale Scipione l Africano 264, Bari fax 080/ Con buona pace dei tanti buontemponi che ne annunciavano l ineluttabile caduta all atto della sostituzione di Berlusconi, lo s p re a d continua ad infischiarsene delle manovre da Stato di polizia e delle pur sterminate conferenze-stampa del Professor Monti, mentre già si comincia a parlare con la scusa della riforma del catasto- di nuovi prelievi sulla casa che rischiano di ridurci alle condizioni dei Ceco-slovacchi ai quali i comunisti al potere non confiscarono formalmente le case, ma le caricarono di tali e tanti di quei balzelli da costringerli tutti a donarle- addirittura con un senso di liberazione- allo Stato E c è chi già sussurra di altre tasse sugli alcolici e sui cibi insalubri, che a loro volta potrebbero consegnarci ad una islamizzazione surrettizia delle nostre vita, magari con l ag - giunta a breve, all insegna del comandamento divino della sobrietà, della proibizione in salsa talebana della musica e delle risate, nonché della lapidazione delle adultere, a cominciare dalle olg ettine Né abbiamo ancora capito in cosa consista la cura montiana per la crescita dell Italia, essendo i provvedimenti annunciati o mere quanto tardive e parziali attuazioni di misure già varate dai Governi-Berlusconi (si pensi al project financing per le grandi opere pubbliche, alle liberalizzazioni dei servizi pubblici locali o alle deregolamentazioni che nell ultima legge varata dal Cavaliere si sono spinte fino all ampliamento a tutto il territorio nazionale, sia pur in via sperimentale, della burocrazia zero ) o prudenti marce indietro anche rispetto agli impegni ed agli atti da loro assunti, come sulla materia decisiva del mercato del lavoro E comunque, dalli ai taxisti chiuso con un fallimento a trecentosessanta gradi Per fortuna il presidente, convinto che «celebrare l Italia Unita non è tempo perso», ha trovato buona sponda negli organi di informazione che lo hanno affiancato entusiasticamente con articoli puntuali e con trasmissioni sapientemente predisposte, coinvolgendo tutti gli italiani e facendoli sentire veramente popolo maturo a cui continua a stare a cuore la coesione nazionale e il mantenimento di un fervoroso spirito patriottico In particolare gli interventi degli storici e delle grandi firme del giornalismo hanno stimolato positivamente i lettori, ed hanno incoraggiato alcuni di loro a riempire di lettere significative gli spazi a loro dedicati nei giornali; come pure hanno avuto grande successo i dibattiti aperti nelle scuole e La Gazzetta ha dato notizia che l Italia fra 50 anni sarà sempre più anziana Questa notizia è stata avvalorata da una scoperta rivoluzionaria fatta dal gruppo di ricercatori guidato dal prof Jean-Marc Lemaître, docente di Genomica funzionale presso l Università di Montpellier in Francia, che è riuscito a ringiovanire le cellule di persone centenarie e a restituire loro la gioventù È stata aperta una strada che offrirà opportunità fino a ieri impensabili per curare con successo molti disturbi legati all età: dai problemi di invecchiamento cerebrale, quali il morbo di Alzheimer o quello di Parkinson, fino al diabete, alle artrosi e persino ad alcuni disturbi cardiaci Con l ottimismo di facciata non si va lontano Silvio Panaro Il Governo s'è appena avviato (d'accordo l'elmo di Monti sembra avere in testa troppi chiodi tedeschi) e i mugugni sono già a mille (già dimenticato il «baratro»?), tutti a lamentarsi e non solo sulla sostanza Perché portare il mugugno su Monti e non ricordarsi quanto si è testè ereditato da chi ha preceduto? E che pure continua a «pungolare», tanto da costringere il Premier a puntualizzazioni Forse si è già dimenticato troppo in fretta non solo il «non fatto», ma tutti gli slogans beffardi che lo hanno accompagnato Berlusconi: «Monti ha usato mie parole su ottimismo contro la crisi» (già, tanto da pensare se senza crisi avremmo avuto una Minetti in Parlamento?) Ancora: «Non ho mai visto un pessimista realizzare qualcosa di buono nella vita» Ma con il solo ottimismo di facciata non si va da nessuna parte Angelo Mandara To r i n o Le tasse sono bellissime soprattutto per chi fa l evasore Le tasse sono bellissime E non stiamo scherzando, se parliamo del 6% sulle vincite, una tassa che tutti sperano ardentemente di pagare Tassa che, invece, sarebbe considerata una sciagura e farebbe versare lacrime amare a quegli evasori fiscali incalliti ai quali dovesse capitare la ventura di indovinare la combinazione vincente Quanta ipocrisia dietro tutte le missioni di pace Le lettere, di lunghezza non superiore alle 15 righe, devono indicare nome, cognome, indirizzo e numero di telefono del Lettore Le lettere anonime non saranno pubblicate Sarà invece rispettata la volontà di quei Lettori che, in casi eccezionali chiederanno la riservatezza pur indicando le loro generalità LA VIA MIGLIORE È TORNARE ALLE URNE di TOMMASO FRANCAVILLA OPINIONISTA POLITICO nelle università sui molteplici temi unitari Grazie al determinante contributo di questi organi di informazione e di formazione ed alla puntuale risposta dei lettori e degli ascoltatori si è rilevato che esiste ancora una solida «coscienza collettiva» che ha cementato gli italiani facendoli sentire «popolo unito», amalgamato dalla medesima identità, in grado di farsi carico dei problemi del Paese e concorrere a dare responsabili risposte Tuttora ne sono prova i sacrifici che questo popolo sta dimostrando nella difficile crisi economica che sta attraversando Si può dire, comunque, che queste celebrazioni centenarie sono servite al popolo italiano non soltanto per fare un bilancio della sua storia, ma anche per porre le basi per avviare la ripresa del Paese partendo da alcuni punti fermi che si possono così individuare: rifondare le istituzioni democratiche; lottare i privilegi e la corruzione; riporre fiducia nel potenziale umano ed economico del Paese; rendere più salda la coesione nazionale ed europea Basterebbero questi dati per parlare di bilancio globalmente positivo Francesco Berardino Fo ggia Il governo, tosando i pensionati, ha stanziato 1,4 miliardi di euro per finanziare le missioni militari estere, in gran parte destinati a pagare le indennità extra stipendio del personale Si fa un gran parlare dei tagli ai costi della politica e non si dice nulla sui costi della politica estera Dietro l'ipocrisia delle «missioni di pace» si cela la voglia di contare di più nei consessi internazionali e far dimenticare le modeste prove offerte dalle nostre Armi nel secondo conflitto mondiale: «anche noi siamo capaci di soffrire e versare il prezioso sangue dei nostri soldati ed ora siamo divenuti affidabili» Da Cavour (Crimea 1855) in poi, in Italia è sempre andata così Tutto questo ed ai farmacisti, poveri quanto innocui untorelli di manzoniana memoria In compenso, apprendiamo che il profmonti è molto sensibile alle predilezioni dell opinione pubblica tedesca, peraltro in inquietante contestualità con le indiscrezioni di stampa per le quali il Presidente del Consiglio designato dagli Italiani sarebbe stato dimissionato direttamente dalla Cancelliera tedesca, sia pur per il tramite di un Presidente della Repubblica che pur non ha ancora finito di festeggiare il centocinquantenario della nostra Unità ed Indipendenza nazion a l e A questo punto il ritorno immediato alle urne è l unica risposta che una democrazia può dare, anche a salvaguardia della propria dignità e sopravvivenza, a questioni che il suo commissariamento non soltanto non sta risolvendo, ma sta addirittura appesantendo con politiche masochistiche di recessione e con drammatiche retrocessioni della nostra condizione civile A meno che le forze politiche, espressioni- piaccia o non piacciadella Sovranità popolare non si decidano a cogliere questa parentesi per dedicarsi ad una vigorosa riforma delle nostre Istituzioni, a cominciare dall elezione diretta del Capo dello Stato o di quello del Governo, oggi evidentemente trasferita sia pur per interposti pro-consoli, autentici quisling della nostra era- ai titolari del trionfante Quarto Reich, che, esattamente come i loro predecessori, ci disprezzano, ci schiavizzano e ci depredano O che qualcuno si decida a innalzare il Tricolore su una nuova, sempre più doverosa Re - sistenza Michele Giorgio Bitonto (Bari) è davvero necessario? Non vedo soldati svizzeri a fianco dei nostri; eppure quelli vivono meglio di noi Vogliono impedire di raggiungere le bellezze del Sud Guido Guasconi Borgonovo (Piacenza) Condivido la lettera «Povera Unità d'italia Cristo si è fermato a Bologna» (Gaz - z etta 29 dic) La secessione corre sulle rotaie più veloce dei nostri treni Si focalizza l'attenzione sul disagio patito dai meridionali nel raggiungere le regioni settentrionali Potremmo anche capovolgere il nostro punto di vista e immaginare che si vogliano creare difficoltà sia al Sud sia a chi dal Nord vuole spostarsi nelle nostre regioni È così peregrina l'idea? Non esiste solo una mobilità lavorativa (o di studio) in direzione Nord, esiste anche una mobilità del tempo libero e delle vacanze di chi dal Nord vuole scendere al Meridione Sembra ci sia l'intenzione di rendere irraggiungibili il nostro mare cristallino, il «Trullishire», i giacimenti enogastronomici penalizzando la vocazione turistica del Mezzogiorn o Non si vive di solo pane, si cerca anche ristoro per l'anima e non è un caso se in tanti scelgono il Sud come «buen retiro» Si colpisce il Tacco d'italia perché se ne teme la concorrenza? Margherita De Napoli Modugno (Ba)

17 k/yak+a6zsbalq7ifdqodwc+1vpq5miwrmmxfpltzqe= LETTERE E COMMENTI 17 SUMMO Filosofie a confronto >> CONTINUA DALLA PRIMA Non c è tempo, Monti ha i mesi contati per portare a termine quante più missioni possibile e il rilancio dell occupazione è la chiave di volta per agganciare il treno della crescita senza la quale l Italia scivolerà in una spirale recessiva drammatica Ma gli incontri bilaterali possono sembrare un modo per ridurre a sbrigative formalità gli incontri con i sindacati, sterilizzare la trattativa e arrivare a una decisione del governo che un domani potrà sempre dire di averne discusso a lungo con le parti sociali pur senza imbarcarsi in defatiganti bracci di ferro allargati a riforme fiscali, pensioni («non è ancora finita», sono tornati a minacciare i sindacati), misure per la crescita e quant altro in sede di trattative Cgil, Cisl e Uil contrappongono (e non sempre a sproposito, va detto) alle misure più difficile da digerire in tema di riforma del lavo ro Se c è bisogno di preparare con tanta accuratezza gli schemi pre-partita è perché la posta in palio è altissima Gli accordi del 28 giugno scorso firmati da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria aprono di fatto la strada alle deroghe aziendali ai contratti nazionale, salvaguardando però il principio di rappresentatività sindacale L invito del presidente Napolitano è proprio quello di ripartire dallo spirito di quell accordo per andare avanti con riforme condivise Ma sarà molto difficile La Cgil non intende discutere alcun testo che prevede la revisione dell articolo 18 dello statuto dei lavoratori che dal 1970 impedisce il licenziamento senza giusta causa o giustificato motivo nelle imprese con più di 15 dipendenti Un concetto che il ministro del Welfare, Elsa Fornero, intende superare adottando e modificando la proposta del giuslavorista e senatore del Pd, Pietro Ichino Quali possono essere gli scenari? Il punto di partenza è il divario tra i cosiddetti garantiti e i non garantiti, tra chi lavora a tempo indeterminato sotto l ombrello dei diritti L AVO R O Il ministro Fornero e la sindacalista Camusso contrattuali e chi invece è costretto ad un precariato multiforme e spesso umiliante Tra i padri e i figli, dice chi vuole sottolineare lo scontro tra generazioni L obiettivo sperabile è di non parificare verso il basso Ichino proponeva - sinteticamente - un sistema dove tutte le assunzioni diventano a tempo indeterminato ma con la possibilità per il datore di lavoro di licenziare anche senza giusta causa ma per difficoltà economiche, mettendo sull altro piatto della bilancia un complesso fatto di indennizzi, ammortizzatori e aiuti alla formazione per tutelare il lavoratore e reinserirlo rapidamente nel ciclo produttivo La Fornero partendo da questa ipotesi di fondo pare stia invece lavorando a quello che si chiamarebbe «contratto prevalente» (fermo restando i contratti a termine, a chiamata e quelli attraverso le agenzie interinali) Il contratto prevalente prevederebbe due stadi: quello iniziale con la possibilità di licenziamento entro i tre anni; quello successivo con garanzie dell ar ticolo 18 La ulteriore novità starebbe nella formazione del salario: sempre più sganciato dalle dinamiche di anzianità e sempre più collegato alla produttività, con soglie di ingresso più basse Sul fronte previdenziale, i sindacati potrebbero vedersi proporre una unificazione del contributo fino ad arrivare ad una aliquota sola per tutti Se sono queste le premesse, alcune distanze (soprattutto con la Cgil) appaiono difficilmente colmabili anche se la stessa Cgil nel momento in cui denuncia l assurdità di 46 forme diverse di assunzione (precarie) di fatto ammette la necessità di rivedere completamente la normativa e semplificarla Mentre ci si prepara a discutere vale la pena evidenziare due dati recentissimi La quarta edizione del «Work Monitor» condotto dalla Randstad Italia dice che sempre più italiani, uno su due, in gran parte insoddisfatti della propria retribuzione, sarebbero disposti a lasciare l Italia per migliorare la propria condizione lavorativa L altra notizia è che la Germania ha raggiunto il punto più basso di disoccupazione della sua storia, il 6,8% (rispetto all 8% italiano che, tuttavia, non tiene conto della massa di cassintegrati) Se l emigrazione è l uni - ca risposta all emergenza lavoro, sessant anni sono passati invano Gianfranco Summo DAT O Anche loro gettano la spugna IL SINDACO NON PUÒ FARE L O N O R E VO L E L ON PUÒ FARE IL SINDACO di MICHELE BUQUICCHIO ORDINARIO DI DIRITTO PUBBLICO NELL UNIVERSITÀ DI BARI La stampa nei giorni scorsi ha evidenziato in termini abbastanza critici la decisione della Giunta per le elezioni del Senato che ha consentito ad alcuni senatori, eletti successivamente sindaci di città con più di ventimila abitanti, di poter continuare a svolgere il mandato parlamentare congiuntamente a quello municipale, nonostante la recente sentenza della Corte costituzionale (277/2011) che si era pronunciata in senso opp o s t o La sorpresa dei distinti, contrapposti deliberati è scaturita dalla diversa interpretazione data a due fattispecie, apparentemente simili ma nella sostanza diverse, quali quella di un Sindaco di grande Comune che non può candidarsi al Parlamento se non previamente dimettendosi e quella di un parlamentare che si candidi a Sindaco per il quale non è previsto alcun divieto di legge Insomma, nel primo caso scatta l'ineleggibilità, normativamente prevista, mentre nel secondo nessuna disposizione prevede l'incompatibilità Perciò, se un parlamentare in carica viene eletto Sindaco può continuare a svolgere le due at t iv i t à FAT T I S P E C I E -Del resto le giustificazioni delle due fattispecie sono differenti onde le discipline dell'ineleggibilità e dell'incompatibilità non possono essere accomunate nè appare possibile affermare che l'ineleggibilità si possa trasformare in incompatibilità Invero, la prima risponde al bisogno di non alterare la par condicio tra più cittadini che concorrano al Parlamento, uno dei quali sia Sindaco e come tale possa esercitare maggiore influenza sull'elettorato cittadino; la seconda, invece, risponde ad esigenze diverse in quanto l'esercizio della funzione sindacale può arrecare pregiudizio all'imparziale svolgimento di quella parlamentare Inoltre, poichè nè la Costituzione, che pur prevede nell'art 65 alcune ipotesi di incompatibilità per i parlamentari, nè alcuna norma di legge ordinaria prevedono l'incompatibilità per il caso considerato e siccome le disposizioni sulla incompatibilità sono limitative dei diritti individuali, atteso che l'elettorato passivo rientra nei diritti fondamentali del cittadino, non è possibile costruire nuovi casi di incompatibilità con interpretazioni analogiche o a contrario, oltre a quelli normativamente disciplinati Insomma l'incompatibilità o è espressamente prevista o non può essere invocata! >> CONTINUA DALLA PRIMA Ma che cosa determina questa catena di morti apparentemente inspiegabile per l o p e ro s i t à delle vittime, piccoli imprenditori che fino ad oggi hanno fatto notizia solo quando non pagavano gli stipendi? E perché figure di pubblica utilità pongono fine ai loro giorni negando le loro stesse peculiarità, l alacrità e il coraggio? In un generale clima di sfiducia, si chiama sconforto o, meglio, vergogna sociale, secondo noi, e nasce da un doppio fallimento: da un lato l'incapacità di allargare le tenaglie stritolanti della crisi, dall altro il silenzio e l'indifferenza, appunto, degli altri soggetti operatori del mercato L'ultima vittima, a Trani, è un commerciante che sembra sia stato travolto dall usura, una piaga che non affligge solo gli imprenditori, ma che aggredisce in specie questi ultimi Si mescolano le tante ragioni, complice uno stato di depressione più o meno latente che non ha confini geografici E così, dalla Puglia saltiamo sul Naviglio Grande, dove un sessantaquattrenne s è sparato nel suo furgoncino davanti all'ingresso della ditta individuale a Gaggiano U n intera scatola di antidepressivi, a Catania, ha ingurgitato Roberto, 47 anni, che insieme al fratello Giuseppe gestiva un concessionario di moto La crisi non risparmia neanche gli agricoltori: un cinquantaquattrenne di Montefiore dell'aso (Ascoli Piceno) s è impiccato vicino agli attrezzi belli e ordinati nel magazzino Infine, un pensionato settantenne di Bari s è precipitato dal quarto piano del suo palazzo, in una zona signorile del capoluogo pug l i e s e Le vittime non lasciano indizi se non quelle di un ultimo, difficile e travagliato tragitto nella gestione delle loro imprese o, come nell ultimo caso, un contenzioso con l Inps In tutti gli episodi, a prevaricare è il timore di non farcela, la fatica di una impresa improba, lo scacco di una sorte che capovolge i destini e da protagonista e nocchiero ti riduce a persona che non mantiene gli impegni, e/o involontario esecutore di tracolli collettivi Perché il problema non è che ce la faccia l Italia, ma che ce la facciano gli italiani, tutti, ognuno per le proprie competenze e funzioni E tra le categorie più tartassate, mentre la nomenclatura non riesce più neanche a nascondere i suoi privilegi, sono sicuramente quelle dei ceti che generano ricchezza, con il loro lavoro, con il rischio della loro iniziativa, oltre che delle proprie risorse Abbiamo chiamato la loro vergogna sociale perché l im - prenditore, specie il piccolo che non è annoverabile tra coloro che godono di provvidenze e grandi commesse, appare sottoposto a più pressioni, magari contrapposte l una all altra: da un lato, la necessità di alimentare il ciclo della produzione di ricchezza e rendere onore alla forza lavoro con lui impegnata; dall altra, quella di difendersi dai marosi di una crisi che si presenta nelle forme prevalenti della caduta delle commesse e dell inaridimento della liquidità Nonostante provvidenze e interventi posti in essere per l Irap e altre forme di sgravi, la crisi incrina la civiltà del lavoro, le sue conquiste, le sue ritualità e resistenze, trascinando anche coloro che manterrebbero conti economici attivi se non inciampassero, da un lato, nelle sofferenze di debitori insolventi, dall altro nella fin troppo prudente chiusura di credito degli istituti bancari Per costoro non c è neppure la simpatia e l at t e n z i o n e sociali che aleggia, e spesso a giusta ragione, su alcune categorie ritenute più deboli, i pensionati, i giovani senza lavoro, i dipendenti, impiegati o esecutivi che siano, o sulle professioni ritenute nobili, specie le liberali, o ancora su alcune corporazioni, che hanno la forza e l arditezza di difendere a spada tratta i loro privilegi Il piccolo imprenditore ha forse perso il suo privile gio: produrre ricchezza Gino Dato I N C O M PAT I B I L I T À -Infine, poichè la Giunta di Palazzo Madama nel 2002 si era già espressa nel senso della cumulabilità delle due cariche, la sentenza (di tipo additivo) della Corte costituzionale, che invece sancisce la incompatibilità fra le stesse, non può imporsi a un precedente deliberato del Senato che, secondo l'interpretazione datane dalle Sezioni Unite Civili della Cassazione (sentenza n 9151/2008), ha natura giurisdizionale (quindi non normativa e neppure amministrativa) e costituisce un giudicato definitivo sul quale la Corte non può intervenire in quanto solo lo stesso Senato può modificare una propria precedente decisione Invero, le due Camere del Parlamento godono di una autonomia organizzativa le cui scelte non sono suscettibili di interventi esterni che ne lederebbero l'indipendenza politica costituzionalmente garantita Perciò, ad oggi, può essere del tutto ammissibile una differente decisione sullo stesso tema da parte delle due Camere Peraltro, poichè il problema della discrasia interpretativa era stato già avvertito dall'organo legislativo, una disposizione recente (articolo 13, comma 3 del DL 138/2011, convertito nella L 148/2011) ha provveduto a sancire l'incompatibilità tra parlamentare e sindaco di Comune con più di cinquemila abitanti, anche se, per espresso disposto normativo, tale disposizione avrà validità solo a partire dalla prossima legislatura e quindi non può essere applicata al caso che ci riguarda Concludendo: non si può estendere all'incompatibilità la disciplina prevista per l'ineleggibilità; la Corte costituzionale non può intervenire su giudicati divenuti definitivi; non può essere alterata l'autonomia decisionale di ciascuna Camera nelle proprie scelte organizzative e funzionali Quindi per poter far valere normativamente l'incompatibilità bisogna attendere la prossima legislatura Dura lex sed lex!

18 k/yak+a6zsbalq7ifdqodwc+1vpq5miwzvqmupnkzhu= 18 U n ondata di ottimismo si diffuse, nonostante la massiccia emigrazione dal Sud Rivoluzionati anche abitudini alimentari e tempo libero grazie alla Tv La Dc protagonista d un cambiamento davvero epocale, mentre il papato conciliare di Giovanni XXIII apriva ai preti «di strada» come don Zeno Saltini di VITO ANTONIO LEUZZI Una generale ondata di ottimismo si diffuse nell Italia di mezzo secolo fa, quella del boom, con la Puglia e più in generale con le regioni meridionali caratterizzate da un fuga dalle campagne, da uno sviluppo urbano tumultuoso e da massicci investimenti pubblici nell industria e nel terziario Il processo di trasformazione toccò in profondità anche la vita quotidiana, dalle abitudini alimentari - carne e zucchero non costituirono più un lusso al tempo libero, mentre la televisione incideva sempre più nei comportamenti e nel linguaggio degli italiani Le strade non più polverose del Sud si riempirono di motocicli e automobili, assieme alla comparsa di elettrodomestici nelle case impiegatizie; i banconi frigorifero comparvero timidamente nelle salumerie cittadine e gli abiti confezionati iniziarono ad affollare le vetrine dei negozi di moda Ma l aspetto di maggior rilievo si registrò nella realtà politica Dietro una «corazza di conservatorismo» il partito di maggioranza, la Democrazia Cristiana, tentava una svolta decisiva con il centro-sinistra, dopo quindici anni di incontrastato dominio parlamentare e governativo Con l annuncio del Congresso nazionale che si svolse negli ultimi giorni di gennaio del 1962 a Napoli, la Dc fu protagonista di un cambiamento epocale Interprete di questo nuovo corso fu il pugliese Aldo Moro, docente di Diritto all Università di Bari e segretario nazionale del partito di ispirazione cattolica, assieme all on Amintore Fanfani, che nel marzo succedette a sé stesso, pilotando un nuovo governo con l appoggio esterno, per la prima volta, del Partito socialista italiano Con la sua nota capacità di mediazione Moro ricevette segnali incoraggianti per il nuovo corso politico dal presidente degli Stati Uniti, John F Kennedy, nonostante la contrarietà del Dipartimento di LA NOSTRA STORIA, 50 ANNI FA NEL GENNAIO 1962 IL CONGRESSO DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA APRÌ AI SOCIALISTI MENTRE IL PAESE CAMBIAVA RADICALMENTE La Puglia del boom dall ulivo alla fabbrica L Italia in fermento del centro-sinistra, rassicurata da Moro Stato, e assicurazioni da papa Giovanni XXIII, che dopo un timido inizio del suo pontificato, mostrò una forte apertura e dinamismo verso le questioni sociali La decisione, come si legge dalla stampa dell epoca, che «Zeno Saltini ha ottenuto dal papa di rivestire la tonaca perduta» e di ritornare tra la sua gente, come parroco o semplicemente come Don Zeno, rappresentò un forte incoraggiamento, preannunciando il clima nuovo del Concilio Vaticano II, convocato a Roma l ottobre di quello stesso anno Il giorno dell Epifania del 62 il parroco di Nomadelfia (Modena) riprese l esercizio delle sue funzioni sacerdotali con la popolazione di Carpi che affollava la Chiesa (la comunità era sorta nell ex campo di concentramento nazista di Fossoli, che raccolse per lo più bambini privi di ogni tutela, segnati dalla miseria, dal dolore e dagli aspetti più brutali della guerra) Questa nuova atmosfera di cambiamento, non condivisa dai settori tradizionali della Chiesa, ebbe vasta risonanza sociale e culturale I riflessi più evidenti si registrarono però sul piano politico L annuncio di «pianificazione dell economia» (richiesta con forza da repubblicani e socialisti) e di riforme, che il nuovo governò si apprestava a varare, in particolare la nazionalizzazione dell indu - stria elettrica, la creazione delle regioni e la scuola media unica, allarmò i conservatori che però furono rassicurati dall elezione di Antonio Segni alla Presidenza della Repubblica, dopo nove ballottaggi, con i voti decisivi di monarchici e neofascisti Nella realtà pugliese e meridionale, la svolta morotea si collocò in un contesto ancora dominato da trasformismi, da logiche imprenditoriali ancorate a vecchie posizioni e da apparati dello stato lentissimi a recepire la lezione di «espansione democratica della società italiana» Una delle più evidenti contraddizioni che segneranno l andamento altalenante delle politiche dei governi di centro sinistra sul terreno delle riforme e del lavoro si evidenziò nella rivolta degli edili a Bari dell agosto del 62, con circa ventimila dimostranti che scesero in piazza per protestare contro i salari da fame, i fitti molto alti e per la sicurezza sul lavoro Si manifestò allora, ancora una volta, una durezza repressiva della forza pubblica, contro i giovani lavoratori con «le magliette a strisce» già indossate dai ventenni durante i precedenti moti di DUE MOSTRI SACRI IN LIZZA LA REPLICA DEL FAMOSO AUTORE DEL TESCHIO DI DIAMANTI: «IO MI ANNOIO, DIVENTO IMPAZIENTE MEGLIO GLI AIUTANTI» Guerra di artisti, Londra brucia David Hockney attacca Damien Hirst: «Le sue opere realizzate dagli assistenti» di CAROLINA STUPINO Èguerra tra due mostri sacri dell arte britannica David Hockney, protagonista di u n importante mostra alla Royal Academy of Arts di Londra che aprirà i battenti a fine mese, ha detto che Damien Hirst, al quale sarà dedicata una retrospettiva alla Tate Modern a partire da aprile, farebbe meglio a creare da sé le sue opere e a non farle realizzare dai suoi assistenti Sui poster che promuovono la mostra di Hockney si legge: «Tutte le opere sono state create dall artista stesso, personalmente» Ed in un intervista con la rivista «Radio Times» l artista ha confermato che si tratta di una frecciata a Hirst, celebre per aver impiegato un team di assistenti per alcuni dei suoi quadri «a dischi» perché, nelle sue stesse parole, non aveva «per niente voglia» di farli Hockney, che a 74 anni ancora realizza enormi tele di paesaggi e che ha appena ricevuto un onorificenza dalla regina Elisabetta, ha dichiarato: «Credo rappresenti un insulto alle capacità artigianali dell artista, alla sua perizia» E ha aggiunto: «Una volta dicevo che a scuola ti possono solo insegnare il metodo, non la poesia Ma ora cercano di insegnarti la poesia, non più il metodo» Mentre molti dei quadri della mostra di Hockney sono stati dipinti dall artista apposta per l e s p o s i z i o n e, le uniche novità di quelle che andranno a finire nella retrospettiva di Hirst alla Tate sono state realizzate dai suoi assistenti, tra cui il tassidermista che ha lavorato ad opere celebri come il suo squalo in formalina Il teschio in platino e diamanti dal titolo For the Love of God venduto nel 2007 per 50 milioni di sterline, formerà il centro della mostra Anche questo, è stato realizzato da altri, dalla gioielleria londinese Bentley & Skinner Nel 2007, parlando dei suoi dipinti «a dischi», Hirst disse: «Appena ne vendevo uno, usavo i soldi per pagare chi me li faceva Loro erano meglio di me Io mi annoio, divento molto impaziente» Completamente diverso l atte ggiamento di Hockney che ha impiegato tre giorni ad acconsentire alla proposta fattagli tre anni fa dagli organizzatori della mostra londinese Le critiche di Hockney non sono però andate giù a diversi artisti ed esperti d ar te, tra cui Michael Pantry, autore del libro L arte del non fare, che ha notato come impiegare assistenti sia sempre stato di moda, a partire da Leonardo, Michelangelo e Rubens, fino ai più recenti Marcel Duchamp, Andy Warhol, Antony Gormley e Mark Wallinger PREZIOSO CHOC «Diamond Skull» di Damien Hisrt

19 k/yak+a6zsbalq7ifdqod2r75ucupcr9ghktxvd5nyq= 19 C U LT U R A &S P E T TAC O L I IL 6 LE CELEBRAZIONI DELLA NASCITA SARKOZY SI MOBILITA Seicento anni dopo Giovanna d Arco appassiona e divide la Francia Genova, che sfidarono i celerini ballando il twist Il clamoroso sciopero degli edili ebbe il merito tra l altro di mettere in luce un boom edilizio intorbidito dall usura che soffocava piccole e medie imprese, prive di capitali Nella Bari definita la «Milano del Sud», tuttavia, la febbre edilizia non subì interruzioni, alimentata da insediamenti dell industria di Stato in periferia; mentre l industria chimica s imponeva prepotentemente a Brindisi e lo slogan vincente, «dagli ulivi agli altiforni», segnava il capoluogo ionico La Puglia di mezzo secolo fa si apprestava, nonostante tutto, a svolgere, sotto lo sguardo pacato e rassicurante di Moro, la funzione di laboratorio delle politiche di sviluppo e di industrializzazione del Mezzogior no PAPA GIOVANNI XXIII In alto, emigranti del Sud in partenza Nella immagine centrale: Bari primi anni Sessanta, Aldo Moro e Antonio Segni, in compagnia - fra i tanti - di Vittore e Tommaso Fiore (a sinistra nella foto) In piccolo, don Zeno Saltini fra i bambini di Nomadelfia negli anni 50 Quadrantidi, «figlie» dell asteroide 2003 EH1 Pioggia di stelle cadenti, al culmine fra ieri notte e oggi Una spettacolare pioggia di stelle cadenti apre il nuovo anno: fra ieri notte e oggi sono arrivate infatti le Quadrantidi, «figlie» dell asteroide 2003 EH1 nato a sua volta da una cometa che si è «sbriciolata» secoli fa In realtà queste meteore sono attive già da fine dicembre e andranno avanti fino a metà gennaio, ma il culmine era atteso all alba di oggi Le Quadrantidi, spiega l Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) devono il loro nome dal fatto che un tempo la costellazione usata come riferimento era quella del Quadrante, poi eliminata dalle mappe moderne: oggi la porzione di cielo interessata è quella di Boote e per questa ragione queste meteore sono note anche come Bootidi La notte appena trascorsa, spiega l Unione Astrofili Italiani (Uai), la Terra comincia a incontrare regioni sempre più dense delle polveri dell asteroide e di conseguenza il numero delle meteore aumenterà gradualmente fino a raggiungere un picco che per poche ore potrebbe arrivare anche a contare stelle candenti ogni ora Le Quadrantidi entrano nell atmosfera terrestre alla velocità di oltre chilometri orari e terminano la loro corsa bruciando a quasi 80 chilometri di altezza Nelle notti lontane dal picco, prosegue l Unione astrofili, le Quadrantidi sono poco luminose e paiono irradiarsi da un area di cielo molto diffusa, mentre durante la massima attività appaiono molto brillanti e il punto da cui sembrano scaturire, ossia il radiante, appare molto compatto ed è ben visibile guardando verso Nord Purtroppo in Italia il picco è atteso per il mattino del 4 gennaio, tra le sette e le otto, quando la luce del giorno renderà impossibile assistere allo spettacolo Tuttavia già dalla mezzanotte sarà possibile vedere un buon numero di stelle cadenti In ogni caso il consiglio degli esperti è di andare lontano dalle città e dall inquinamento luminoso Ve t r i n a SIMBOLO DELLA PRIMAVERA DI PRAGA Morto in Canada lo scrittore dissidente Josef Skvorecky n All età di 87 anni è morto ieri a Toronto (Canada), il noto scrittore dissidente ceco Josef Skvorecky Divenne famoso soprattutto con il suo romanzo «I Codardi» (Zbabelci) scritto dopo il putch comunista nell ex Cecoslovacchia negli anni cinquanta Lo scrittore è uno dei simboli della Primavera di Praga del 1968, l' anno in cui fu costretto a rifugiarsi nel Canada, dove ha fondato insieme con sua moglie Zdena Salivarova la casa editrice «68» (Sixty-Eight Publishers), tramite la quale furono pubblicati oltre a duecento libri vietati nell ex Cecoslovacchia, tra l altro le opere del drammaturgo Vaclav Havel e i romanzi dello scrittore cecoslovacco Milan Kundera CELEBRAZIONI IN LIGURIA Giorgio Caproni, centenario n Cent'anni fa nasceva Giorgio Caproni La ricorrenza, sabato viene celebrata dalla Regione Liguria, che ricorda il poeta, nato a Livorno nel 1912 ma genovese d ado zione «Dalle sue passeggiate quotidiane in Val Trebbia e a Genova afferma l assessore alla Cultura della Regione Liguria, Angelo Berlangieri sono nate liriche straordinarie che hanno fatto conoscere questi posti della Liguria in tutto il mondo» CELENTANO: È TUTTO RISOLTO Il «muro» di Alda Merini n Conferme ufficiali non ce ne sono, ma dal suo blog Adriano Celentano assicura che il problema del «muro» milanese di Alda Merini, dove la poetessa scriveva i suoi appunti, è stato risolto Il muro si trova all interno della casa della poetessa dei Navigli, in procinto di ristrutturazione, come comunicato dalla proprietà agli eredi Su internet, da tempo circola una petizione promossa dalla figlia di Alda Merini, Emanuela Carniti: «Vi chiediamo un aiuto, non permettiamo che un pezzo di storia, nonchè della cultura italiana venga abbattuto» Ora una prima risposta arriva da Adriano Celentano che, insieme alla moglie Claudia Mori, da subito ha preso a cuore il problema dell af fresco di TULLIO GIANNOTTI Rischia di essere una delle battaglie più feroci legate al nome di Giovanna d Arco quella che si sta scatenando in Francia per contendersi l eredità ideale della Pulzella d Orleans Nel 600mo anniversario della sua nascita, Nicolas Sarkozy balza in prima fila nelle celebrazioni, bruciando sul filo di lana il Fronte nazionale, che da anni ha eletto Giovanna a suo simb o l o Destra del presidente contro estrema destra di Marine Le Pen, dunque, a quattro mesi dalle presidenziali, e questa volta nel nome della più popolare eroina di Francia Il capo dello Stato ha annunciato ieri che venerdì celebrerà la ricor renza della nascita del simbolo della storia francese proprio nei luoghi dove l eroi - na visse, fra i Vosgi e la Mosa, nell est del p a e s e Il giorno dopo, Marine Le Pen con il padre ed ex padrone del partito, l anziano Je a n - M a r i e, commemo - rerà Giovanna d Ar - co a Parigi, come sempre negli ultimi anni Sarkozy, secondo il programma diffuso dall Eli - seo, dovrebbe fermarsi in particolare in quello che viene considerato il borgo natale di Giovanna, Domremy, in seguito diventato Domremy-la-Pucelle Non si può dire che Sarkozy sia nuovo alle evocazioni della Pulzella in campagna elettorale, lo fece anche durante la campagna per il suo primo mandato, nel 2007 Stavolta, però, assume un rilievo tutto particolare l iniziati - va di parlare ai francesi dai luoghi delle gesta dell eroina di Francia, e proprio in un periodo di crisi: nella stessa giornata, di ritorno da Domremy, Sarkozy vedrà il presidente del Consiglio Mario Monti, all Eliseo e dopo due giorni sarà a Berlino per un faccia a faccia con L ESTREMA DESTRA Rivendica la Pulzella d Orleans Un libro: «Mai esistita» INGRID BERGMAN Giovanna la cancelliera, Angela Merke l Nata il 6 gennaio 1412, Giovanna, al di là della verità storica sulle sue gesta, divenne il simbolo della resistenza dei soldati francesi contro l esercito inglese nella Guerra dei 100 anni Profondamente credente, visionaria, fu condannata al rogo dopo un processo per eresia, poi riabilitata ed elevata al rango di martire, poi beata e quindi santa L estrema destra si è appropriata fin dai tempi dell Action Française della sua eredità, poi «trasferita» al Fronte nazionale, che da oltre 20 anni organizza ogni primo maggio una cerimonia con manifestazione a Parigi Ma non sono soltanto i politici a mobilitarsi per la Pulzella, che ha sempre ispirato l ar te, la storia e le c ro n a ch e Non perde l occasione lo scrittore Max Gallo, che esce in libreria con libro-e popea che comincia proprio dal particolare più cruento, il rogo: «Giovanna d Ar - co, ragazza di Francia bruciata viva» è il titolo dell opera sulla diciassettenne eroina che annunciò di essere inviata da Dio e trascinò i soldati francesi in battaglia Il quotidiano «Le Figaro» dedica alla Pulzella d Orleans un numero speciale per collezionisti (H o rs - s e r i e ), le tv sono tutte mobilitate per la celebrazione, con film e sceneggiati, ma l iniziativa destinata a far discutere è firmata François Ruggeri, produttore di film e appassionato di storia Ruggeri è autore del libro in uscita Giovanna d Arco, lo strata gemma, nel quale si sostiene appunto che la Pulzella non è mai esistita e che fu inventata proprio come uno stratagemma, per motivi politici Il suo ruolo sarebbe stato incarnato da un giovanotto, Filippo d Orleans, figlio adulterino della regina Isabella di Baviera, madre del re Carlo VII, e di Luigi d O rl e a n s

20 k/yak+a6zsbalq7ifdqod2r75ucupcr9ktbeyuxignk= 20 S P E T TAC O L I RAIUNO RAIDUE RAITRE RETE4 CANALE5 ITALIA1 LA NEWS Euronews 0610 RUBRICA Unomattina Caffè 0630 TELEGIORNALE Tg RUBRICA Previsioni sulla viabilità 0645 RUBRICA Unomattina 0655 METEO Che tempo fa 0700 TELEGIORNALE Tg NEWS Tg1 LIS 0735 RUBRICA Tg Parlamento 0820 RUBRICA Tg1 Focus 0900 TELEGIORNALE Tg NEWS Tg1 Flash 0935 RUBRICA Linea Verde 1055 METEO Che tempo fa 1100 TELEGIORNALE Tg RUBRICA Occhio alla spesa con Alessandro Di Pietro 1200 GIOCO La prova del cuoco con Antonella Clerici 1330 TELEGIORNALE Tg RUBRICA Tg1 Economia 1405 RUBRICA Tg1 Focus 1410 RUBRICA Verdetto Finale 1515 FILM Grizzly Falls - La valle degli orsi 1700 TELEGIORNALE Tg FILM Un altra occasione 1850 GIOCO L'Eredità con Carlo Conti 2000 TELEGIORNALE Tg RUBRICA Qui Radio Londra con Giuliano Ferrara 2035 GIOCO I soliti ignoti 0600 SOAP Cuori rubati 0630 RUBRICA Corn Flakes 0635 CARTONI Captain Flamingo 0650 CARTONI Manny Tuttofare 0715 CARTONI Winx Club Battaglia per Magix 0805 CARTONI Classici Disney 0825 CARTONI I famosi 5 - Casi Misteriosi 0850 CARTONI Il libro della giungla 0910 CARTONI The DaVincibles 0920 CARTONI SamSam il cosmoeroe 0935 CARTONI Sylvanian Families 0955 METEO Meteo NEWS Tg2puntoit 1100 SHOW I Fatti Vostri 1300 TELEGIORNALE Tg2 Giorno 1330 RUBRICA Tg2 Costume e Società 1350 RUBRICA Medicina RUBRICA Italia sul Due con Lorena Bianchetti, Milo Infante 1615 TELEFILM Ghost Wisperer 1650 TELEFILM Hawaii Five-O 1705 TELEFILM L Africa nel cuore 1745 NEWS Tg2 Flash LIS 1750 NEWS Rai TG Sport 1815 TELEGIORNALE Tg TELEFILM Numb3rs 1930 TELEFILM Squadra Speciale Cobra TELEGIORNALE Tg NEWS Rai News 24 - Morning News 0630 RUBRICA Il caffè di Corradino Mineo 0700 RUBRICA TgR Buongiorno Italia 0730 RUBRICA TgR Buongiorno Regione 0800 FILM Papà diventa nonno 0920 FILM TuttoTotò - Totò a Napoli 1015 RUBRICA Rai 150 anni - La storia siamo noi 1110 NEWS Tg Minuti 1115 TELEFILM Doc Martin 1200 TELEGIORNALE Tg RUBRICA Le storie - Diario italiano 1250 RUBRICA FuoriGeo 1310 TELEFILM La strada per la felicità 1400 NEWS Tg Regione 1420 TELEGIORNALE Tg RUBRICA TgR Leonardo 1505 TELEFILM Lassie 1555 RUBRICA Cose dell'altro Geo 1740 RUBRICA Geo & Geo 1900 TELEGIORNALE Tg NEWS Tg Regione 2000 RUBRICA Blob 2015 CORTO Per ridere insieme con Stanlio e Ollio - Andando a spasso 2035 SOAP Un posto al sole 0630 TELEVENDITA Mediashopping 0700 NEWS TgCom TELEFILM Nash Bridges 0820 TELEFILM Hunter 0940 TELEFILM Monk 1050 RUBRICA Ricette di famiglia 1125 NEWS Anteprima Tg TELEGIORNALE Tg METEO Meteo 1200 TELEFILM Detective in corsia 1300 TELEFILM La signora in giallo 1350 RUBRICA Il tribunale di Forum - Anteprima 1405 RUBRICA Sessione pomeridiana - Il tribunale di Forum 1510 TELEFILM Hamburg distretto SOAP Sentieri 1655 FILM Agatha Christie - 13 a Tavola di Lou Antonio con Peter Ustinov, Faye Dunaway - NEWS TgCom - METEO Meteo 1850 NEWS Anteprima Tg TELEGIORNALE Tg SOAP Tempesta d'amore 2030 TELEFILM Walker Texas Ranger 0600 RUBRICA Prima pagina 0755 NEWS Traffico 0757 NEWS Meteo RUBRICA Borse e monete 0800 TELEGIORNALE Tg5 Mattina 0840 FILM Crummy e la ricetta di Babbo Natale di Morten Lorentzen con Sonja Furu Friby - NEWS Tg5 Ore RUBRICA Forum con Rita Dalla Chiesa 1300 TELEGIORNALE Tg METEO Meteo SOAP Beautiful 1410 REALITY Grande Fratello 1425 FILM Un bianco Natale a Beverly Hills di Peter Werner con Poppy Montgomery - NEWS TgCom 1630 FILM Sorpresa a Natale di Mark Jean con Jennifer Grey - NEWS TgCom 1810 NEWS Tg5 minuti 1815 REALITY Grande Fratello 1850 GIOCO The Money Drop con Gerry Scotti 1944 Tg5 - Anticipazione 2000 TELEGIORNALE Tg METEO Meteo SHOW Striscia la notizia - La voce della contingenza 0610 TELEFILM Aaron Stone 0700 TELEFILM Fantaghirò CARTONI I puffi 0750 CARTONI Scooby Doo 0815 CARTONI Heidi 0840 CARTONI Picchiarello 0850 FILM Barbie e il Castello di Diamanti di Gino Nichele 1030 FILM Beethoven 4 di David M Evans con Judge Reinhold, Julia Sweeney - NEWS TgCom - METEO Meteo 1225 NEWS Studio Aperto 1300 NEWS Studio Sport 1340 CARTONI I Simpson 1435 CARTONI What's my destiny Dragon Ball 1455 CARTONI Bugs Bunny 1505 SITCOM Big Bang Theory 1535 FILM La Famiglia Addams di Barry Sonnenfeld con Anjelica Huston, Raul Julia, Christopher Lloyd - NEWS TgCom - METEO Meteo 1730 CARTONI Dragon Ball 1830 NEWS Studio Aperto 1900 NEWS Studio Sport 1925 TELEFILM CSI - Scena del crimine 0600 TELEGIORNALE Tg La7 - METEO Meteo - RUBRICA Oroscopo - RUBRICA Traffico 0655 RUBRICA Movie Flash 0700 ATTUALITÀ Omnibus 0730 TELEGIORNALE Tg La ATTUALITÀ Omnibus 0940 ATTUALITÀ Coffee Break con Tiziana Panella 1035 ATTUALITÀ L aria che tira con Myrta Merlino 1125 DOCU-REALITY SOS Tata 1225 RUBRICA I menù di Benedetta con Benedetta Parodi 1330 TELEGIORNALE Tg La FILM I Tre Moschettieri di Richard Lester con Geraldine Chaplin, Oliver Reed, Faye Dunaway 1615 DOCUMENTARIO La7 Doc Lost World il Sogno di Stalin 1715 RUBRICA Movie Flash 1720 TELEFILM L ispettore Barnaby 1920 SHOW Italialand Remixata! Con Maurizio Crozza 2000 Tg La RUBRICA Otto e Mezzo con Lilli Gruber PRIMA SERATA PRIMA SERATA PRIMA SERATA PRIMA SERATA PRIMA SERATA PRIMA SERATA PRIMA SERATA SHOW METTIAMOCI ALL OPERA FILM COME D INCANTO FILM INDIAN LA GRANDE SFIDA MINISERIE VENTI DI GUERRA FICTION IL TREDICESIMO APOSTOLO FILM IO VI DICHIARO MARITO E MARITO RUBRICA IMPERO SPECIALE Dall Auditorium Rai di Napoli Pupo conduce la seconda puntata di Mettiamoci all Opera, il talent show del bel canto Al fianco del conduttore troveremo Nina Senicar La sfida sarà, anche questa volta, tra otto cantanti provenienti da tutt' Italia Il vincitore riceverà in premio un contratto di un anno messo a disposizione dalla Fondazione Pavarotti Sarà possibile ascoltare le nuove voci sintonizzandosi anche su Radio1 I concorrenti si esibiranno in vari generi, dalla musica lirica a quella leggera Nella giuria ci saranno ancora il soprano Chiara Taigi, il wedding planner italiano e maestro di stile Enzo Miccio e l attore Enzo Decaro (Usa, 2007) di Kevin Lima con Amy Adams, Patrick Dempsey, James Marsden La giovane Giselle vive felicemente nel suo mondo fiabesco a cartoni animati, ed è prossima a sposare il suo principe azzurro Tuttavia poco prima delle nozze la malvagia Regina Narissa, per paura di essere detronizzata, la catapulta nel mondo reale e più esattamente a Manhattan Dopo aver attirato l'attenzione di Robert, un disilluso avvocato divorzista, viene da questi soccorsa ed ospitata nel suo appartamento L uomo resta affascinato dalla strana ragazza che, oltre ad avere cieca fiducia nel potere dell amore, canta contagiando d ottimismo chiunque incontri sulla propria strada (Nuova Zelanda /Usa /Svizzera /Giappone, 2005) di Roger Donaldson con Anthony Hopkins, Chris Bruno, Juliana Bellinger Burt Munro è un ultra sessantenne che vive in un quartiere periferico assieme ai familiari Trascorre le giornate silenziosamente con l'unica ossessione di rendere la sua motocicletta Indian una perfezione nel suo genere Il sogno di Burt è quello di stabilire un nuovo record di velocità nel circuito di Bonneville nello Utah Inizialmente dovrà fronteggiare numerosi ostacoli ma alla fine ne uscirà vincitore Il record mondiale di Burt Munro stabilito nel 1967 resta ancora imbattuto e la sua leggenda vive ancora oggi Venti di guerra è una miniserie televisiva in dieci puntate del 1983, diretta da Dan Curtis, anche produttore con Barbara Steele e Branko Lustig Prodotta da Paramount e ABC, è tratta da un romanzo di Herman Wouk Con Robert Mitchum nel ruolo del capitano Pug, Ali Mac- Graw, Polly Bergen, Victoria Tennant, Peter Graves, Ralph Bellamy È andata in onda su Rete 4 nel novembre 1983 in 10 puntate L'allora mondadoriana emittente tv spese oltre 20 miliardi in una campagna pubblicitaria del film senza precedenti mettendosi in concorrenza con Canale 5 che negli stessi giorni trasmetteva in prima tv il serial Uccelli di Rovo Gabriel Antinori (Claudio Gioè) è un giovane prete e professore universitario di teologia Amato dai suoi studenti per la sua intelligenza anticonformista, Gabriel si occupa di esplorare i confini fra scienza e fede, studiando il mondo del paranormale Mosso dal desiderio di esplorare i misteri della vita, collabora con un'istituzione ecclesiastica che verifica eventi razionalmente inspiegabili Gabriel vuole comprendere il fenomeno che ha davanti a sé soprattutto da un punto di vista umano Perché è la stessa natura umana ad essere messa in gioco nel paranormale e questo Gabriel lo scoprirà sulla sua pelle grazie all'incontro con l'affascinante psicologa Claudia Munari (Claudia Pandolfi) (Usa, 2007) di Dennis Dugan con Adam Sandler, Kevin James, Jessica Biel, Ving Rames, Steve Buscemi Chuck Levine e Larry Valentine sono due vigili del fuoco e amici di lunga data Chuck è un donnaiolo mentre Larry è un padre single A causa dell'ossessione di Larry per la sua defunta moglie, l'uomo ha finito per non cambiare il beneficiario primario della sua pensione da sua moglie ai suoi figli entro la scadenza L'unica soluzione per Larry è di risposarsi, ma non conosce nessuna donna in cui riporre tanta fiducia da affidare il futuro dei figli Larry decide, allora, di sposare Chuck, rendendolo beneficiario e tutore dei suoi figli Direttamente dal Messico, Valerio Massimo Manfredi, per questa puntata, spostandosi da Teotihuacàn a Tenayuca patria Azteca, ci spiegherà, come sempre in maniera originale e scrupolosa la civiltà precolombiana In particolar modo conosceremo i Maya, popolo dall ampia cultura, con grande conoscenza dell astronomia, delle arti e con una società e religione molto complessa Valerio Massimo Manfredi è un grande narratore di storia e di storie, dallo Scudo di Talos (1988), il suo primo grande successo da romanziere, all Ultima legione, da cui è stato tratto il film omonimo, all Armata perduta, fino agli Idi di marzo del NEWS Tg1 60 Secondi 2340 FILM Toscana andata e ritorno di Imogen Kimmel con Sabine Postel 0110 TELEGIORNALE Tg1 Notte - METEO Che tempo fa 0115 RUBRICA Tg1 Focus 0140 METEO Che tempo fa 0145 RUBRICA Qui Radio Londra con Giuliano Ferrara 0150 RUBRICA Sottovoce con Gigi Marzullo 0220 RUBRICA Rai Educational - Cult Book 0250 CONTENITORE Mille e una notte - Musica 0255 MUSICALE Jonny VIDEOFRAMMENTI Da Da Da 2255 NEWS Tg2 Notizie 2310 DOCUMENTI Tracce Il mercato dei sogni 0030 FILM Casanova di Lasse Hallstrom con Heath Ledger, Sienna Miller 0210 METEO Meteo RUBRICA Italia sul Due 0410 RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno 0415 RUBRICA Economia e Valutazione delle Imprese 0455 RUBRICA Europa e Cieli aperti i grandi temi dell Unione 0540 RUBRICA Secondo canale 0600 SOAP Cuori rubati 2315 TELEGIORNALE Tg NEWS Tg Regione 2330 DOCUMENTI I Figli dell Ararat - L avamposto 0035 METEO Meteo RUBRICA Rai Educational -Gap 0125 RUBRICA Fuori Orario Cose (mai) Viste 0210 RUBRICA Rai News 0245 NEWS News 0317 RUBRICA Approfondimento 0318 RUBRICA Next 0340 RUBRICA Riflettendo con 0343 RUBRICA USA 24 H 0346 RUBRICA Dentro la Notizia 0347 RUBRICA Magazine Tematico di Rainews 0510 RUBRICA America Today 0600 RUBRICA Rai News FILM Lettere da Iwo Jima di Clint Eastwood con Ken Watanabe, Kazunari Ninomiya, Tsuyoshi Ihara 0205 NEWS Tg4 Night News 0230 FILM L affare della Sezione Speciale di Constantin Costa-Gravras con Louis Seigner, Michael Lonsdale 0410 TELEVENDITA Mediashopping 0425 FILM Desiderando Giulia di Andrea Barzini con Serena Grandi, Johan Leysen, Valeria D Obici 0535 SHOW Peste e corna 0545 SHOW Ieri e oggi in tv 2330 FILM About a Boy - Un ragazzo di Chris Weitz, Paul Weitz con Hugh Grant, Tony Collette - NEWS TgCom - METEO Meteo TELEGIORNALE Tg5 Notte 0159 METEO Meteo SHOW Striscia la notizia - La Voce della contingenza 0230 TELEFILM Thunder in Paradise 0448 TELEVENDITA Mediashopping 0502 REALITY Grande Fratello 0515 TELEGIORNALE Tg5 Notte 0545 TELEVENDITA Mediashopping 0014 FILM Bulletproof di Ernest Dickerson con Damon Wayans, Adam Sandler, James Farentino - NEWS TgCom - METEO Meteo 0120 TELEFILM Highlander 0255 TELEVENDITA Mediashopping 0310 FILM Oltre l oceano di Ben Gazzara con Ben Gazzara, Jill Clayburgh 0445 TELEVENDITA Mediashopping 0500 TELEFILM Aaron Stone 0525 TELEVENDITA Mediashopping 0540 TELEFILM Aaron Stone 2235 FILM Apocalypto di Mel Gibson con Rudy Youngblood, Dalia Hernandez, Jonathan Brewer, Morris Birdyellowhead 0015 TELEGIORNALE Tg La SHOW G' Holiday Il meglio di Geppi Cucciari in G Day 0210 TELEFILM Sex and the City 0320 SHOW Italialand Remixata! 0405 RUBRICA Otto e Mezzo 0345 SHOW La7 Colors Ogni notte LA7 apre i suoi archivi e quelli dell'antenata Telemontecarlo con LA7colors, in occasione dei suoi primi 10 anni TELE NORBA 7 ANTENNA SUD TELE NORBA 8 SKY CINEMA 1 SKY SPORT 1 TELEREGIONE 0415 Buongiorno Sul 7 - Rubrica 0730 Tg Norba Tg Norba 24 Sud 0830 Tg Norba 24 Rassegna Stampa 1245 Doctor 1300 Tgnorba 24 Prima 1330 Tg Norba 24 Sud 1400 Tg Norba TELENOVELA Esmeralda 1530 TELENOVELA Pantanal 1800 Cartoni Animati 1900 Tg Norba 24 Sud 1930 Tg Norba Tg Norba 24 Speciale Natale 2030 RUBRICA Meridiana 2045 SITCOM Mudu' FILM Mister Miliardo 2300 Tg Norba Notte 2315 SITCOM Mudu' Quinto Potere - Film 0145 Programmazione Notturna 0530 RUBRICA I Fatti in Prima Pagina 0725 NEWS Antenna Mattina 0815 NEWS Cnr-Tv News 1230 TELENOVELA Manuela 1325 NEWS Antenna Pomeriggio 1500 RUBRICA Pronto dottore 1515 SITCOM ER Medici al capolinea 1545 NEWS Cnr-Tv News 1550 TELEVENDITA Teleshopping 1945 NEWS Cnr-Tv News 1950 Le Battagliere 2015 Antenna Sera 2115 FILM 800 leghe lungo il Rio delle Amazzoni 2305 Antenna Notizie 2310 CNR-TV News 2315 Chiamami 2335 Dietro le Quinte 2350 Babylon Tv 0515 Tgnorba Cartoni Animati 0715 TELENOVELA Pantanal 0830 Shopping In Tv 1245 Telefilm 1315 TELENOVELA Esmeralda 1400 SITCOM Mudu' Tg Norba Tgnorba 24 Prima 1530 Tg Norba 24 Flash 1800 Tgnorba Cartoni Animati 2030 Tgnorba FILM Cadaveri E Compari 2250 Doctor 2305 FILM C' Era Una Volta Programmi Non Stop 0725 FILM Sono il numero quattro 0915 FILM Burlesque 1115 SPECIALE Un Natale per due 1130 FILM Immaturi 1325 FILM Hook - Capitan Uncino 1550 FILM Il Grinta 1745 FILM Il matrimonio del mio migliore amico di PJ Hogan con Julia Roberts, Dermot Mulroney, Cameron Diaz 1935 FILM Gnomeo e Giulietta 2100 NEWS Sky Cine News - Pirati dei Caraibi 2110 FILM Amore & altri rimedi di Edward Zwick Con Jake Gyllenhaal, Anne Hathaway, Oliver Platt 2310 FILM Pearl Harbor di Michael Bay con Kate Beckinsale, Ben Affleck, Cuba Gooding Jr 0215 SPECIALE Boardwalk Empire FILM Trust 0420 SPECIALE Che bella giornata 0440 FILM The social network 0600 CALCIO Torino-Livorno 0800 Speciale Le Grandi Sfide 0830 Re-Play 0900 CALCIO Bologna-Inter 1045 CALCIO Inter-Lecce 1230 Serie A Remix Speciale Inter 1300 CALCIO Serie A Juventus-Milan 1500 Fan Club Milan 1530 FanClubRoma 1600 Fan Club Inter 1630 FanClubLazio 1700 Fan Club Napoli 1730 Fan Club Juventus 1800 Speciale Momenti Decisivi 1830 CALCIO Serie A Inter-Lecce 1845 CALCIO Premier League Man City-Liverpool 2045 Euro Calcio 2100 CALCIO Premier League Newcastle-Man Utd 2300 Speciale Manchester Utd Remix 2330 FIFA World Cup 0000 CALCIO Coppa del Re Barcellona-Osasuna 0145 Speciale Le Goleade 0215 CALCIO Universidad de Chile-Vasco da Gama 0400 CALCIO LDU Quito - U de Chile 0600 Tg Nuovo Giorno 0630 Tr Sport 0700 Tg Nuovo Giorno 0725 Oroscopo 0730 Buongiorno Regione 0800 Tr Shopping 1330 Contro Corrente 1430 Tr Notizie 1500 Tr Sport 1515 Tr Shopping 1700 Tg Flash 1715 Tr Shopping 1930 Tr Notizie 2000 Tr Sport 2015 Contro Corrente 2130 FILM Il Bi E Il Ba 2300 Tr Notizie 2330 Tr Sport 2345 Contro Corrente 0030 Tr Notizie 0100 Tr Sport 0115 Contro Corrente

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Prefazione di Achille Albonetti

Prefazione di Achille Albonetti I Discorsi di Mario Monti Prefazione di Achille Albonetti Nella collana Fare Mondi della Casa editrice Europa Edizioni, dopo il volume sui Discorsi di Giorgio Napolitano, non poteva mancare un volume sui

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

1 di 2 10/07/2009 17.19

1 di 2 10/07/2009 17.19 1 di 2 10/07/2009 17.19 Lunedì 13 dibatti alla Camera sui crisi e pari opportunità Venezia, domani seminario Cgil su federalismo fiscale Banche: Falcri-Confsal, valorizzare dipendenti per rapporto virtuoso

Dettagli

I COSTI DELLA POLITICA

I COSTI DELLA POLITICA III RAPPORTO I COSTI DELLA POLITICA DICEMBRE 2013 I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano a circa 23,2 miliardi di euro, tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 682. Misure per favorire lo sviluppo della managerialità nelle imprese del Mezzogiorno

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 682. Misure per favorire lo sviluppo della managerialità nelle imprese del Mezzogiorno Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 682 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SANGALLI, BERTUZZI, FIORONI, VITALI e GHEDINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 22 MAGGIO 2008 Misure per favorire

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi I 6 punti del manifesto-piattaforma oggi all'assemblea quadri e delegati Roma, 5 novembre - Un vero e proprio manifesto-piattaforma

Dettagli

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Consiglio italiano per le Scienze Sociali Italiadecide Intergruppo parlamentare per l Agenda urbana presentano In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Seminario 23 gennaio 2013

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

i dossier IL DECRETO SALVA PRECARI 21 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier IL DECRETO SALVA PRECARI 21 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta 605 www.freenewsonline.it www.freefoundation.com i dossier IL DECRETO SALVA PRECARI 21 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Con il decreto 101 del 31 agosto, il governo ha avviato

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013 INVESTIMENTI DEGLI ENTI TERRITORIALI E PATTO DI STABILITA INTERNO - L incompatibilità dei vincoli di finanza pubblica con una politica di sviluppo del territorio A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 976 TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 4 novembre2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà"

Presentazione della relazione: Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà" Roma, 18 settembre 2013 Senato della Repubblica Intervento del Ministro Enrico Giovannini Buongiorno a tutti, oggi ci

Dettagli

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 664 BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE 28 aprile 2014 INDICE 2 10 milioni

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE

FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE IL NUOVO DRIVER DI SVILUPPO PER BANCHE E IMPRESE STRUMENTI E POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE EMMA BONINO MINISTRO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Roma, lunedì 26 giugno

Dettagli

i dossier ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ QUESTA EUROPA (TEDESCA) NON CI PIACE. E PERCHÉ VOGLIAMO CAMBIARLA www.freefoundation.com www.freenewsonline.

i dossier ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ QUESTA EUROPA (TEDESCA) NON CI PIACE. E PERCHÉ VOGLIAMO CAMBIARLA www.freefoundation.com www.freenewsonline. 032 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ QUESTA EUROPA (TEDESCA) NON CI PIACE. E PERCHÉ VOGLIAMO CAMBIARLA 23 giugno 2015 a cura di Renato Brunetta JÜRGEN

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Senato della Repubblica Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Roma 9 luglio2015 www.mef.gov. Signor Presidente,

Dettagli

09.05.2012 Giornale Umbria (p.57) Fondazione Crui, 53 tirocini per lavorare al Ministero dell'economia 1 e Finanza

09.05.2012 Giornale Umbria (p.57) Fondazione Crui, 53 tirocini per lavorare al Ministero dell'economia 1 e Finanza Fondazione CRUI 09.05.2012 Giornale Umbria (p.57) Fondazione Crui, 53 tirocini per lavorare al Ministero dell'economia 1 Segretario generale CRUI e Finanza 09.05.2012 Il Giorno Lecco (p.7) Studio e passione

Dettagli

PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale. Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale).

PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale. Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale). PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale Al Presidente della Provincia Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale). Le vicende del personale hanno

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali di Roma e del Lazio supplemento ad Informazioni-Fisac MAGGIO 2000 non sanno immaginare altro... il potere è questo... fare l unica cosa che si crede

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte BERGAMO / L Oriocenter, centro commerciale a Bergamo, prolungherà grazie agli effetti della manovra Monti il suo orario di apertura fino a mezzanotte

Dettagli

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni.

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni. Claudio Dossi, segretario Spi Lombardia Pavia, 22 gennaio 2016 Mi sembra che anche oggi con l introduzione di Anna, la presentazione della ricerca, il contributo dei rappresentanti delle amministrazioni

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 Firenze, 9 gennaio 2015 Auditorium Consiglio Regionale Toscana Conclusioni Anna Maria Santoro, Segretaria Nazionale FLC CGIL Ridare leggerezza e respiro alle

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorale. Tutti

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

INTERVENTO CONCLUSIVO

INTERVENTO CONCLUSIVO INTERVENTO CONCLUSIVO NEROZZI Paolo Nerozzi * Anche io voglio partire dal tema del terrorismo, da ciò che è avvenuto, che non ci aspettavamo, ma che non intendiamo sottovalutare perché, accanto a vecchie

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Il recente decreto-legge 112/2008, emanato dal Governo il 25 giugno scorso e riguardante la manovra correttiva

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza Cambia ancora la legge di Stabilità. A un passo dal traguardo, durante l esame in aula alla Camera, il

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

i dossier RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO: A CHE PUNTO È LA NOTTE? www.freefoundation.com 19 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta

i dossier RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO: A CHE PUNTO È LA NOTTE? www.freefoundation.com 19 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta 47 i dossier www.freefoundation.com RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO: A CHE PUNTO È LA NOTTE? 19 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO: LO STATO DELL ARTE 19 MARZO 2012 2 Sulla

Dettagli

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE Torino 11-12 giugno 2008 Prof. Marcello Pierini Nelle Conclusioni della Presidenza del Consiglio Europeo del 21 e 22 giugno 2007

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Università LUM Jean Monnet - Trani European Week 9-10-11 maggio 2013 Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Intervento

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

Il pensiero del Sindacato dei Geologi. Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP

Il pensiero del Sindacato dei Geologi. Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP Il pensiero del Sindacato dei Geologi Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP Querule lamentazioni, solo querule lamentazioni, quelle che il Presidente della nostra Cassa Previdenza, Arcangelo

Dettagli

Elezioni Comune di Napoli 2011

Elezioni Comune di Napoli 2011 Elezioni Comune di Napoli 2011 Alcune riflessioni sulle tendenze emerse dai sondaggi elettorali a cura di Michele Caiazzo, componente Assemblea Nazionale PD / responsabile Centro Studi e Ricerche PD Campania

Dettagli

Fiat Industrial S.p.A. Assemblea Straordinaria degli Azionisti

Fiat Industrial S.p.A. Assemblea Straordinaria degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Assemblea Straordinaria degli Azionisti Intervento del Presidente, Sergio Marchionne Centro Congressi Lingotto, 9 luglio 2013 h 16:30 Signori Azionisti, prima di passare alla discussione

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 768 VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI 18 settembre

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Le ragioni di una scelta.

Le ragioni di una scelta. LA STRATEGIA PER IL SOCIALE. Le ragioni di una scelta. Caratteristiche di gestione di casa di riposo, asilo nido, farmacia La SERVIZI srl (2006) La Servizi Pubblici Locali Citta di Santhià srl viene costituita

Dettagli

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA 1) Perché la riforma del modello contrattuale: Nell attuale scenario, il modello contrattuale

Dettagli

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 833 LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 20 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati

Dettagli

64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri

64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri i 64ª Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro Discorso del Presidente Territoriale Giacomo Ranieri Autorità, Signore e Signori, grazie a tutti per la sentita partecipazione a questa

Dettagli

editoriale L eccezione tedesca?

editoriale L eccezione tedesca? editoriale L eccezione tedesca? In un quadro europeo di grave preoccupazione per il lavoro, soprattutto giovanile, la Germania sembra fare storia a sé. Quasi come se il nucleo economico del sistema europeo

Dettagli

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica 45 Atlante Politico Indagine Demos & Pi per la Repubblica Rapporto, ottobre 2014 NOTA INFORMATIVA L'Atlante Politico è realizzato da Demos & Pi per La Repubblica ed è curato da Ilvo Diamanti, insieme a

Dettagli

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 Caro Signor Presidente della Repubblica, Dott. Giorgio Napolitano, Cari ospiti stranieri e relatori,

Dettagli

Il dramma degli sfratti Disoccupazione alle stelle L indice della miseria Salviamo la democrazia Ed è fuga di capitali e non solo

Il dramma degli sfratti Disoccupazione alle stelle L indice della miseria Salviamo la democrazia Ed è fuga di capitali e non solo MoneyExpert.it Diario di Bordo 15 novembre 2012 s-pain Il dramma degli sfratti Disoccupazione alle stelle L indice della miseria Salviamo la democrazia Ed è fuga di capitali e non solo Per ora più sommersa

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA SITUAZIONE SOCIO ECONOMICA DEL MEZZOGIORNO E DELLA SICILIA E DELLE POLITICHE ANTIMERIDIONALISTICHE DEL GOVERNO BERLUSCONI.

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA SITUAZIONE SOCIO ECONOMICA DEL MEZZOGIORNO E DELLA SICILIA E DELLE POLITICHE ANTIMERIDIONALISTICHE DEL GOVERNO BERLUSCONI. ALCUNE RIFLESSIONI SULLA SITUAZIONE SOCIO ECONOMICA DEL MEZZOGIORNO E DELLA SICILIA E DELLE POLITICHE ANTIMERIDIONALISTICHE DEL GOVERNO BERLUSCONI. 1) scenario economico del Mezzogiorno e della Sicilia

Dettagli

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Nei passati 15 anni i lavoratori dipendenti hanno lasciato al fisco 6.738 euro cumulati di potere d acquisto

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista" Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni Forum La partecipazione dei lavoratori nelle imprese, promosso dal Quotidiano Il Riformista e Cisl, Roma 13 giugno 2008 c/osenato della Repubblica - Sala Capitolare Chiostro del Convento di S. Maria sopra

Dettagli

ASSEMBLEA DEL SOCIO FAI-FILCA Bellaria, 29-30 Ottobre 2012 RELAZIONE INTRODUTTIVA

ASSEMBLEA DEL SOCIO FAI-FILCA Bellaria, 29-30 Ottobre 2012 RELAZIONE INTRODUTTIVA ASSEMBLEA DEL SOCIO FAI-FILCA Bellaria, 29-30 Ottobre 2012 Domenico Pesenti Segretario Generale Filca RELAZIONE INTRODUTTIVA Di nuovo buon giorno a tutti, la relazione di Augusto mi trova molto d accordo

Dettagli

Tavolo. Crescita ed equità

Tavolo. Crescita ed equità Tavolo Crescita ed equità Roma 19 giugno 2007 Le Organizzazioni dell artigianato e del commercio, preso atto delle linee di intervento indicate nella relazione del Ministro del Lavoro e della Previdenza

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Lettera aperta al Dottor Draghi Presidente BCE. E p.c Signor Renzi. Caro Signor Draghi,

Lettera aperta al Dottor Draghi Presidente BCE. E p.c Signor Renzi. Caro Signor Draghi, Lettera aperta al Dottor Draghi Presidente BCE E p.c Signor Renzi Caro Signor Draghi, E qualche giorno che pensavo di scriverle, da quando la BCE ha abbassato il costo del denaro al valore dello 0,05%.

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli