Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016"

Transcript

1 Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale La programmazione triennale del fabbisogno di personale, da deliberarsi ed aggiornarsi annualmente in coerenza con le indicazioni del bilancio di previsione, costituisce adempimento preliminare obbligatorio ai fini delle successive variazioni delle dotazioni organiche, in base al combinato degli articoli 6 del T.U. sull ordinamento del pubblico impiego, 39 della legge 27 dicembre 1997, n.449 e 91 del T.U.E.L. Agli enti che non provvedono è espressamente preclusa la possibilità di assumere nuovo personale, compreso quello appartenente alle categorie protette. Il programma è approvato dalla Giunta comunale dopo l'approvazione del Bilancio di previsione. Il PTFP deve individuare la dinamica dei fabbisogni di personale e programmare le nuovi assunzioni sia con contratto a tempo indeterminato che con qualsiasi altra forma di assunzione a termine, rimanendo escluse solo le assunzioni dovute ad eventi per loro natura non programmabili. Elemento imprescindibile della programmazione triennale del fabbisogno è la sua coerenza con l obiettivo della riduzione complessiva della spesa di personale come ribadito dall articolo 19, comma 8 della legge 28 dicembre 2001, n Per quanto riguarda le assunzioni a tempo indeterminato, il recente decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 recante Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari, ha dis al comma 5 dell articolo 3 Semplificazione e flessibilità nel turn-over che negli anni 2014 e 2015, le Regioni e gli enti locali sottoposti al patto di stabilità interno procedono ad assunzioni di personale a tempo indeterminato nel limite di un contingente massimo di personale complessivamente corrispondente ad una spesa pari al 60% di quella relativa al personale di ruolo cessato nell anno precedente. La facoltà ad assumere è fissata nella misura dell 80% negli anni 2016 e 2017 e del 100% a decorrere dall anno Non rientrano nelle suddette limitazioni le assunzioni: 1.di personale appartenente alle categorie protette, per quanto concerne la copertura della quota di obbligo (articolo 3, comma 6 D.L. 90/14); 2.mediante procedura di mobilità esterna tra enti sottoposti al patto di stabilità (circolare 46078/2010 Dipartimento Funzione Pubblica).La mobilità è neutra rispetto al vincolo del turn-over, in quanto il Comune può assumere mediante procedura di mobilità in entrata anche in assenza di cessazioni di dipendenti e viceversa, in caso di cessazione di personale per mobilità, tale cessazione non può essere considerata utile ai fini delle nuove assunzioni. Ulteriore limite im alle amministrazioni, è rappresentato dalla necessità di procedere alla ricognizione annuale del personale in soprannumero o comunque delle eccedenze di cui all articolo 1, comma 6, del T.U 165/2001, in quanto l art.33, comma 2 del T.U. 165/2001, come sostituito dall art.16, comma 1, della legge 12 novembre 2011, n.183 dispone che non possono effettuare assunzioni di personale o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di contratto, pena la nullità degli atti posti in essere, le amministrazioni che non abbiamo provveduto a tale adempimento. A tale ricognizione, che per l anno 2013 ha dato esito negativo, l amministrazione comunale sta provvedendo anche per l esercizio 2014 sottoponendo all'approvazione della Giunta Comunale apposito atto.

2 Sono stati invece abrogati dal decreto legge n.90 i limiti assunzionali di cui all'art. 76, comma 7 del decreto legge 112/08, convertito nella legge 133/08. Nello specifico la norma abrogata contemplava: - il divieto per gli enti, nei quali l incidenza delle spese di personale fosse pari o superiore al 50% delle spese correnti, di assumere personale a qualsiasi titolo e con qualsiasi tipologia contrattuale; la possibilità per gli altri enti di assumere nel limite del 40% delle cessazioni dell'anno precedente, considerando l'onere per le assunzioni di personale destinato alla Polizia Municipale, all'istruzione pubblica ed ai Servizi sociali, nella misura del 50%; la possibilità per gli enti nei quali l'incidenza delle spese di personale fosse pari o inferiore al 35% delle spese correnti, di procedere alle assunzioni per turn-over per garantire l'esercizio delle funzioni di polizia municipale. Pertanto a decorrere dall'anno 2014 l'onere per le assunzioni a tempo indeterminato di personale educatore, dei servizi sociali e della Polizia municipale, incide per intero sulla quota di turn-over. Per quanto concerne l'utilizzo delle quote di turn-over, il decreto legge 90/14 ha dis che a decorrere dall'anno 2014 è consentito il cumulo delle risorse destinate alle assunzioni per un arco temporale non superiore a tre anni nel rispetto della programmazione del fabbisogno e di quella finanziaria e contabile. La norma recepisce un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato in quanto la maggior parte delle sezioni regionali della Corte dei Conti ( Corte dei Conti Lombardia deliberazione n.167/2011- Corte dei Conti della Puglia deliberazione n.2/2012- Corte dei Conti Calabria deliberazione n.22/2012) si è espressa nel senso che gli enti locali possono utilizzare le quote di turn-over non utilizzate. Questo orientamento era stato condiviso, da ultimo, anche dalla Corte dei Conti Toscana la quale con delibera n.176/2012 aveva affermato che pur in assenza di una normativa o di prassi interpretativa ad hoc, che attribuisse agli enti locali la facoltà di utilizzare i resti delle cessazioni degli anni pregressi, si riteneva che i principi delle norme vigenti in materia non escludessero tale possibilità. Anche il Dipartimento della Funzione Pubblica che inizialmente aveva ammesso questa possibilità per le amministrazioni pubbliche, escluso gli enti locali (vedasi circolare 46078/2010), successivamente con circolare 11786/2011 ha affermato che le autonomie locali possono considerare comunque utili criteri applicativi, i principi fissati dalla Funzione Pubblica stessa. Andamento tendenziale della spesa di personale nel triennio Si riportano i dati riepilogativi della spesa di personale calcolata prevista per il triennio a confronto con quella del 2013 (rendiconto).

3 Somme totali al netto delle detrazioni , , , ,44 Il calcolo sopra riportato è comprensivo, per il triennio delle somme destinate a nuove assunzioni da programmare al'interno del presente PTFP. Cessazioni da considerare per il calcolo del vincolo assunzionale per l'anno successivo e possibilità di assunzione mediante concorso Anno 2013 n. 1 unità Anno 2014 n. 10 unità Anno 2015 n. 11 unità Anno 2016 n. 1 unità Spesa annua ,00 Spesa annua ,00 Spesa annua ,00 Spesa annua ,00 Spesa massima per nuove assunzioni Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno , ,97 (importo che deriva dalla somma quote turnover inutilizzate anni ) , ,33 Si precisa che le nuove figure professionali devono essere reperite: in primo luogo tramite procedura di mobilità interna con cambio di profilo, ai sensi dell'articolo 7 del Regolamento che disciplina la mobilità interna del personale, approvato con atto di G.C. n.99 del , fatta eccezione per i posti per i quali esistono vincoli alle assunzioni differenziati per categorie di personale; qualora la mobilità interna abbia esito negativo, mediante ricorso alla procedura di mobilità esterna ai sensi dell art.30 e 34 bis del D.Lgs. 165/01; scorrimento di graduatoria; se anche la procedura di cui alle norme sopra richiamate non dovesse consentire la copertura dei posti previsti dal piano occupazionale, è possibile bandire il concorso pubblico. Come sopra indicato le mobilità esterne non rientrano nel limite del 60% per quanto riguarda il calcolo della spesa delle assunzioni per gli anni Il fabbisogno di personale nel triennio Il fabbisogno di personale nel triennio, definito nelle linee generali in sede di approvazione del bilancio 2014, è illustrato nei prospetti che seguono, allegati alla presente relazione. b) Programma triennale del fabbisogno di personale a tempo indeterminato c) Programma operativo T.I. anno 2014

4 d) Programma operativo T.I. anno 2015 e) Programma operativo T.I. anno 2016 f) Programma triennale del fabbisogno di personale a tempo determinato. Il fabbisogno programmato e il conseguente piano delle assunzioni, compatibile con i vincoli e i limiti alla spesa di personale illustrati in premessa, è stato predis sulla base delle richieste dei Dirigenti di Settore ai sensi dell articolo 6, comma 4 bis, del T.U 165/2001 Il fabbisogno tiene conto delle previste cessazioni dal servizio per raggiungimento del limite di età di legge. Di seguito si riprende sinteticamente il contenuto dei prospetti indicati. A) Tempo Indeterminato e Assimilato Sulla base del fabbisogno sono previste le seguenti nuove assunzioni. A fianco sono indicate le modalità di assunzione e la destinazione ai servizi. Anno 2014 n cat profilo e qualifica nuovo 1 D/3 Funzionario farmacista 1 D Specialista Polizia municipale 1 C Educatrice asilo nido 2 C Educatrici asilo nido (1) 2 C Istruttore amministrativo modalità di copertura del 1 Mobilità interna Mobilità esterna/scorrimento graduatoria 0 Mobilità interna Mobilità esterna 0 Mobilità interna Scorrimento graduatoria concorso a tempo indeterminato 0 Mobilità interna per n.1 Mobilità esterna 2 Trasformazione di profilo 1 C Istruttore tecnico 1 Assunzione ai sensi della legge 68/99 n.1 Istruttore tecnico mediante concorso 2 B Operatori amministrativi part- 2 Assunzione ai sensi della legge 68/99 n.2 destinazione Settore Servizi finanziari patrimonio partecipazioni e farmacie Comando Polizia Municipale Settore Istruzione, Cultura e sport Settore Istruzione, Cultura e sport Settore Politiche sociali, della casa e pari opportunità spesa annua lorda motivazione ,88 Rafforzamento organico farmacie comunali ,30 Sostituzione di personale collocato a riposo ,10 Sostituzione educatrice vincitrice di concorso cessata per mobilità esterna ,62 Sostituzione di personale inidoneo alle mansioni e di personale collocato a riposo al fine del mantenimento del rapporto di legge educatore bambino - Ricollocazione personale con profilo professionale di istruttore socio educativo riconosciuto inidoneo alle mansioni ,40 Copertura quota d'obbligo ai sensi della legge 68/ ,50 Copertura quota d'obbligo ai

5 time al 50% disabili mediante avviamento numerico 1 Dirigente 1 Incarico a contratto ai sensi dell'art.110,comma 1 del T.U. 267/00 sensi della legge 68/ ,50 Copertura di Dirigente vacante Note (1) l'assunzione di un'unità deriva per trascinamento dal PTFP (2) assunzione entro i limiti numerici previsti dall'art.19, comma 6 del D.Lgs. 165/01 Anno 2015 n cat profilo e qualifica nuovo 2 B Operatori amministrativi modalità di copertura del 2 Assunzione ai sensi della legge 68/99 n.2 disabili mediante avviamento numerico destinazione spesa annua lorda motivazione ,00 Copertura quota d'obbligo ai sensi della legge 68/99 Anno 2016 n cat profilo e qualifica nuovo 2 B Operatori amministrativi modalità di copertura del 2 Assunzione ai sensi della legge 68/99 n.2 disabili mediante avviamento numerico destinazione spesa annua lorda motivazione ,00 Copertura quota d'obbligo ai sensi della legge 68/99 B) Tempo Determinato Triennio Categoria e profilo Mesi di assunzione Funzionario farmacista D/3 Funzionario farmacista D/3 Numero unità Motivazione e spesa 4 mesi 7 Servizi stagionali estivi ,00 1 mese 1 Assunzione periodo natalizio Istruttore P.M. C 4 mesi 4 Servizi stagionali estivi ,00 Il personale a tempo determinato inserito nel Piano è unicamente quello relativo allo svolgimento di funzioni programmabili. Quantificazione e allocazione in bilancio della spesa La spesa lorda corrispondente all'attuazione del PTFP (nuove assunzioni a T.I. e a T.D ) è quantificata, sulla base del suo sviluppo temporale, nei seguenti importi:

6 Spesa * , , ,00 * la spesa 2014 è comprensiva degli effetti di trascinamento delle assunzioni relative all'anno precedente La spesa è collocata nel Bilancio di previsione 2014 e nel Bilancio pluriennale negli appositi capitoli relativi a retribuzioni ed oneri del personale e, per la parte eccedente ai capp. Oneri per piano occupazionale (cap. 1148/0) e Oneri per piano occupazionale IRAP (cap. 1636/0 ) i quali mostrano la seguente disponibilità: 1148/0 2014: euro , euro , : euro , /0 2014: euro 3.674, euro , : euro ,00 All interno dei suddetti stanziamenti sono compresi anche gli oneri relativi al fondo per la copertura della spesa conseguente ad eventuali passaggi di personale da tempo parziale a tempo pieno, ove tale passaggio sia richiesto e dovuto sulla base del CCNL. Massa, 25/06/2014 Il Dirigente del Settore Organizzazione Sviluppo Tecnologico e Servizi Demografici Dott. Pier Luigi Bellè L'Assessore Prof.ssa Silvana Sdoga

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 198 DEL 11.11.2013 OGGETTO: Deliberazione Giunta Comunale nr. 117 del 04.11.2013. Modifica dotazione organica e integrazione

Dettagli

CITTA' DI TRICASE PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

CITTA' DI TRICASE PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTA' DI TRICAE PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Atto n. 156 Del 10/07/2014 Oggetto: ART.39, COMMA 1, DELLA L. 449/97 - PROGRAMMAZIONE DEL FABBIOGNO DI PERONALE PER IL TRIENNIO

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 14 DEL OGGETTO: Approvazione piano fabbisogno del personale triennio 2015-2017 e approvazione piano

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O Piano fabbisogni assunzionali 2015-2017: mobilità reciproca tra enti

Dettagli

COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE DATA 05/8/2015 OGGETTO: Programmazione triennale del fabbisogno di personale 2015-2017. Piano occupazionale anno 2015. N. 78 L anno duemilaquindici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 50 DEL 26 Marzo 2013 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE - PIANO ASSUNZIONI 2013 * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 70 /G del 11/12/2014 ( CON I POTERI SPETTANTI ALLA GIUNTA COMUNALE) Oggetto: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE 2015-2017 - AP- PROVAZIONE =====================================================================================

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA ORIGINALE COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE (Deliberazione n. 51 del 10/03/2011) OGGETTO: APPROVAZIONE DOTAZIONE ORGANICA E DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia Repubblica Italiana COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia DELIBERAZIONE di GIUNTA MUNICIPALE COPIA n. 37 del 01-09-2014 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE D ANNUALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE 2014/2016

Dettagli

COMUNE DI VALGUARNER4 ( Provincia dì Enna )

COMUNE DI VALGUARNER4 ( Provincia dì Enna ) COMUNE DI VALGUARNER4 ( Provincia dì Enna ) DELIBERA Di GIUNTA COMUNALE N. DEL OGGETTO: Revisione programmatica triennale dei fabbisogno di personale 2013/2015 - piano occupazionale 2013 COMPONENTI LA

Dettagli

01/04/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 26. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

01/04/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 26. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 25 marzo 2014, n. 139 Programmazione triennale del fabbisogno del personale della Giunta regionale del Lazio 2014-2016. OGGETTO:

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO TRIENNIO 2015/ 2017

Dettagli

Comune di Fabriano GIUNTA COMUNALE

Comune di Fabriano GIUNTA COMUNALE L anno duemiladodici addì ventitre del mese di ottobre alle ore 15.30 in Fabriano si è riunita la Giunta Comunale nel prescritto numero legale con l intervento dei Signori: Risultano PRESENTI: SAGRAMOLA

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE N 207 COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Approvazione programmazione del fabbisogno del personale per il triennio 2013/2015.

Dettagli

1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione la quota da pignorare non può eccedere un decimo

1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione la quota da pignorare non può eccedere un decimo La gestione del personale nella riforma degli assetti organizzativi anche alla luce del decreto fiscale 1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE C.I.S.A.P. CONSORZIO INTERCOMUNALE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Comuni di Collegno e Grugliasco DETERMINAZIONE N 27/2015 DEL 13/03/2015 ORIGINALE Oggetto: Assunzione a tempo determinato per sostituzione dipendente

Dettagli

COMUNE DI SANT ARCANGELO

COMUNE DI SANT ARCANGELO COMUNE DI SANT ARCANGELO (Provincia di Potenza) ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO Numero 35 Del 28-04-2015 Oggetto: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI FABBISOGNO DEL PERSONALE -

Dettagli

COMUNE DI VERTOVA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N 127 del 19/11/2014

COMUNE DI VERTOVA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N 127 del 19/11/2014 COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Fax 035 720496 Cod.Fisc. e P. IVA 00238520167 COPIA Codice Ente : 10238 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 127 del

Dettagli

1)Misure che incidono sulla spesa di personale e istituti correlati riferiti agli Enti Locali

1)Misure che incidono sulla spesa di personale e istituti correlati riferiti agli Enti Locali STRUMENTO GIURIDICO DI APPROFONDIMENTO IN TEMA DI SPESE PER IL PERSONALE 1)Misure che incidono sulla spesa di personale e istituti correlati riferiti agli Enti Locali Enti locali soggetti al patto di stabilità:...

Dettagli

COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI CARONNO VARESINO PROVINCIA DI VARESE COPIA Codice ente Protocollo n. 10081 DELIBERAZIONE N. 103 in data: 16.10.2014 Soggetta invio capigruppo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015. Roma 11 maggio 2015

Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015. Roma 11 maggio 2015 Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015 Roma 11 maggio 2015 La legge di stabilità 2015 e il turn-over negli Enti locali (Comma 424) La legge n. 190/2014 ha introdotto

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis Comuni de Aristanis DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE (N. 122 DEL 24/06/2015) ORIGINALE OGGETTO: Approvazione piano triennale delle assunzioni 2015/2017. L anno 2015 il giorno 24 del mese di Giugno nella

Dettagli

Quelconcetto variabile. di spesa di personale. A. SPECIALE SPESE DI PERSONALE Casistica RAPPORTO DI LAVORO

Quelconcetto variabile. di spesa di personale. A. SPECIALE SPESE DI PERSONALE Casistica RAPPORTO DI LAVORO SPECIALE SPESE DI PERSONALE Quelconcetto variabile dispesadipersonale di Gianluca Bertagna * Dal 2006 le spese di personale costituiscono una vera e propria spina nel fianco per gli operatori degli enti

Dettagli

Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco

Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco 1 dott. Arturo Bianco Esperto in gestione delle risorse umane Già presidente Anci Sicilia, già componente la

Dettagli

Deliberazione n.36/2014/par. REPUBBLICA ITALIANA La Corte dei conti. Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.36/2014/par. REPUBBLICA ITALIANA La Corte dei conti. Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.36/2014/par REPUBBLICA ITALIANA La Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nelle camere di consiglio dell adunanza generale del 18 dicembre 2013 e del 10 marzo 2014;

Dettagli

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101 DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n 101 Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni (GU Serie Generale n204 del 31-8-2013) (Entrata in vigore

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Verbale di deliberazione della GIUNTA COMUNALE Registro delibere di Giunta Comunale COPIA N. 34 OGGETTO: Approvazione della programmazione

Dettagli

1 ANNO 2. www.publika.it SOMMARIO. Dalle interpretazioni alle soluzioni

1 ANNO 2. www.publika.it SOMMARIO. Dalle interpretazioni alle soluzioni NUMERO 1 ANNO 2 Dalle interpretazioni alle soluzioni SOMMARIO Editoriale... 3 La programmazione del personale... 5 Elezioni per il rinnovo delle RSU... 21 Ancora sulle limitazioni al lavoro flessibile...

Dettagli

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS C O P I A DETERMINAZIONE DEL SETTORE: Area Amministrativa - Affari Generali Oggetto: QUANTIFICAZIONE DEL LIMITE DI SPESA PER PERSONALE ASSUNTO CON FORME

Dettagli

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova . 021 di reg. del 08.03.2013 COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE PIANO TRIENNALE DELLE ASSUNZIONI 2013/2015 E PROGRAMMA PER L ANNO 2013. CONTESTUALE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni e MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento della Ragioneria

Dettagli

Diritto 1. Ammissibilità soggettiva ed oggettiva. 1.1 1.2 1.3

Diritto 1. Ammissibilità soggettiva ed oggettiva. 1.1 1.2 1.3 Deliberazione n. 140/2015/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai magistrati: dott. Marco Pieroni dott. Massimo Romano dott. Italo Scotti dott.ssa Benedetta Cossu dott. Riccardo

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2013 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

CITTÀ DI PIOSSASCO Provincia di Torino

CITTÀ DI PIOSSASCO Provincia di Torino CITTÀ DI IOSSASCO rovincia di Torino ORIGINALE C O I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 98 Oggetto: rogrammazione triennale del fabbisogno di personale 2013-2014- 2015 e piano annuale

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell' Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell' Ambiente della Calabria 4 ARPA Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell' Ambiente della Calabria ENTE DI DIRITTO PUBBLICO LEGGE REGIONALE N. 20 del 3 agosto 1999 e s.m.i. REGIONE +!+ " CALABRIA DEUBERA

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 137 del 23.09.2014

COMUNE DI SESTU. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 137 del 23.09.2014 COMUNE DI SESTU rovincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 137 del 23.09.2014 COIA Oggetto: rocedura selettiva di mobilità finalizzata alla coperutra di un posto nel profilo profesionale

Dettagli

SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE»

SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE» I processi di riorganizzazione e di mobilità del personale delle province SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE» Lorenzo Broccoli Bologna, 28 aprile 2015 1 La legge 56 del

Dettagli

Comune di Galatina Provincia di Lecce

Comune di Galatina Provincia di Lecce Comune di Galatina Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 318 del 05-03-2015 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI PRATICA N. DT - 315-2015 del 03-03-2015 L estensore CONGEDO LUCIANA TERESA

Dettagli

CAPITOLO 3 SPESE DI PERSONALE E ASSUNZIONI

CAPITOLO 3 SPESE DI PERSONALE E ASSUNZIONI CAPITOLO 3 SPESE DI PERSONALE E ASSUNZIONI INTRODUZIONE Per tracciare un quadro complessivo delle regole che governano il contenimento delle spese di personale nelle Amministrazioni locali, occorre fare

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

COMUNE DI SONCINO Provincia di Cremona

COMUNE DI SONCINO Provincia di Cremona COMUNE DI SONCINO Provincia di Cremona Codice Ente 10800 1 Soncino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 131 del 17/10/2013 OGGETTO: RIDETERMINAZIONE DOTAZIONE ORGANICA E FABBISOGNO

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DIVIETO DI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO L art. 16, comma 9, del Decreto Legge 6 luglio 2012 n. 95 - Disposizioni urgenti per la revisione della

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012;

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; In conformità della circolare della RGS n. 25 / 2012 Modulo I -

Dettagli

Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli

Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ORIGINALE N 186 del 20/06/2014 OGGETTO: RICOGNIZIONE ANNUALE DELLE SITUAZIONI DI ECCEDENZA DI PERSONALE

Dettagli

Brescia 9 febbraio 2015

Brescia 9 febbraio 2015 PROCESSI ASSOCIATIVI E STRUMENTI PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI La gestione del personale nelle gestioni associate Brescia 9 febbraio 2015 - L operatività dei limiti di spesa e di turn over -

Dettagli

Contenimento del ricorso a forme di lavoro flessibile

Contenimento del ricorso a forme di lavoro flessibile 30-1-2007 Speciale Finanziaria 2008 Legge 24 dicembre 2007, n. 244 II Pubblico impiego a cura di IGOR GIUSSANI E TOMMASO PIZZO Le disposizioni in materia di pubblico impiego contenute nella Finanziaria

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 20 DEL 14/03/2014

DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 20 DEL 14/03/2014 DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 20 DEL 14/03/2014 OGGETTO: Camera di Commercio e Azienda Speciale: ricognizione della dotazione organica, programmazione triennale del fabbisogno di personale 2014-2016 e piano

Dettagli

COMUNE DI GORLA MINORE

COMUNE DI GORLA MINORE COMUNE DI GORLA MINORE PROVINCIA DI VARESE DETERMINAZIONE Area Affari Generali e Demografici C O P I A DETERMINAZIONE NR. 566 DEL 19/12/2013 AREA: SERVIZIO: Personale Affari Generali e Demografici NUMERO:

Dettagli

Area Risorse Umane Ufficio Gestione del Rapporto di Lavoro del Personale Tecnico- Amministrativo e dei Collaboratori ed Esperti Linguistici

Area Risorse Umane Ufficio Gestione del Rapporto di Lavoro del Personale Tecnico- Amministrativo e dei Collaboratori ed Esperti Linguistici Area Risorse Umane Ufficio Gestione del Rapporto di Lavoro del Personale Tecnico- Amministrativo e dei Collaboratori ed Esperti Linguistici Firenze, 12 ottobre 2009 Prot. n. 68452 AI RESPONSABILI DELLE

Dettagli

LE ASSUNZIONI DI PERSONALE NELLE CAMERE DI COMMERCIO: LA RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO

LE ASSUNZIONI DI PERSONALE NELLE CAMERE DI COMMERCIO: LA RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO LE ASSUNZIONI DI PERSONALE NELLE CAMERE DI COMMERCIO: LA RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO Premessa Con la presente nota si ritiene utile fare il punto sull argomento in esame, tenendo conto delle novità

Dettagli

Bologna, 25 marzo 2015. Pietro Barrera - 25 marzo 2015 1

Bologna, 25 marzo 2015. Pietro Barrera - 25 marzo 2015 1 Piano per la formazione territoriale degli amministratori locali, dei segretari comunali e provinciali, dei dirigenti e dei funzionari degli enti locali. Bologna, 25 marzo 2015 1 Università degli studi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA. composta dai magistrati: dott.

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA. composta dai magistrati: dott. Lombardia 208/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott.ssa Laura De Rentiis dott. Donato

Dettagli

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE Registrato dalla Corte dei Conti il 28/02/2013, registro n. P.I., foglio n. 118 Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, concernente

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 217 Del 09/04/2015 Risorse Umane OGGETTO: Avviso di mobilitã volontaria esterna per la copertura di n. 1 posto vacante a tempo

Dettagli

3.4 - PROGRAMMA N.1.01 PERSONALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE: GIUSEPPINA PETTINI

3.4 - PROGRAMMA N.1.01 PERSONALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE: GIUSEPPINA PETTINI 3.4 - PROGRAMMA N.1.01 PERSONALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE: GIUSEPPINA PETTINI 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA Il Settore, ridenominato Risorse umane dal 01/01/13,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ACCORDO DECENTRATO DI ENTE SU: Deroga ai vincoli di durata dei contratti a tempo determinato stipulati dal CNR Sottoscritto il 1 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ACCORDO

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE N 113 COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Rettifica programmazione fabbisogno del personale a tempo indeterminato e

Dettagli

Deliberazione n. 130/2015/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA. composta dai magistrati:

Deliberazione n. 130/2015/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA. composta dai magistrati: Deliberazione n. 130/2015/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai magistrati: dott. Antonio De Salvo dott. Massimo Romano dott. Italo Scotti dott.ssa Benedetta Cossu dott.

Dettagli

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati Paolo Stern Il D. Lgs. n. 81/2015 racchiude: Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni mirando

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Risorse Umane

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Risorse Umane Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 401 Del 04/06/2015 Risorse Umane OGGETTO: ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI UNA UNITA' DI PERSONALE AL P.P. DI "COLLABORATORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Alma Mater Studiorum-Università di Bologna NormAteneo - sito di documentazione sulla normativa di Ateneo vigente presso l Università di Bologna - REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

WORKSHOP GESTIONE DELLO SVILUPPO E AUTONOMIA FINANZIARIA DEGLI ENTI LOCALI

WORKSHOP GESTIONE DELLO SVILUPPO E AUTONOMIA FINANZIARIA DEGLI ENTI LOCALI Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma Unione Giovani Dottori Commercialisti di Parma COMUNE DI PARMA WORKSHOP GESTIONE DELLO SVILUPPO E AUTONOMIA FINANZIARIA DEGLI ENTI LOCALI DAL DECRETO TAGLIASPESE

Dettagli

I DECRETI ATTUATIVI DEL JOBS ACT

I DECRETI ATTUATIVI DEL JOBS ACT I DECRETI ATTUATIVI DEL JOBS ACT I CONTRATTI DI SOMMINISTRAZIONE Milano, 8 luglio 2015 Avv. Prof. Luca Failla Founding Partner LABLAW Studio Legale 1 1 LA SOMMINISTRAZIONE: IDEALE DI FLEXSECURITY? LA SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2012 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

Nella camera di consiglio del 24 settembre 2015 composta da: Referendario Carmelina Addesso Relatore

Nella camera di consiglio del 24 settembre 2015 composta da: Referendario Carmelina Addesso Relatore Deliberazione n. 200/PAR/2015 REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti in Sezione regionale di controllo per la Puglia Nella camera di consiglio del 24 settembre 2015 composta da: Presidente di Sezione Agostino

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI Deliberazione n. 65/2013/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL VENETO Nell adunanza del 4 febbraio 2013, composta da: Cons. Diana CALACIURA TRAINA Dott. Giampiero

Dettagli

Divieti di assunzioni e controllo sui costi del personale

Divieti di assunzioni e controllo sui costi del personale Divieti di assunzioni e controllo sui costi del personale 13 febbraio 2014 Avv. Matteo Pollaroli Partner LABLAW Studio Legale SCALETTA DELL INTERVENTO 1. Ricostruzione della normativa in materia di assunzione

Dettagli

3.4 - PROGRAMMA N.01.01 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE GIUSEPPINA PETTINI

3.4 - PROGRAMMA N.01.01 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE GIUSEPPINA PETTINI 3.4 - PROGRAMMA N.01.01 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE MARIO GANDOLFI RESPONSABILE GIUSEPPINA PETTINI 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA Il Settore, composto

Dettagli

BANDO MOBILITÀ ESTERNA FUNZIONARI SPECIALISTI PROGRAMMI COMUNITARI

BANDO MOBILITÀ ESTERNA FUNZIONARI SPECIALISTI PROGRAMMI COMUNITARI FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione TESTO Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione NOTE CAPO I - PERSONALE Art.1 (Disposizioni per il ricambio generazionale nelle pubbliche amministrazioni) 1. Sono abrogati l articolo 16 del

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

ANCI toscana ******** XV MEETING SULLA FINANZIARIA FACCIAMO I CONTI : LA LEGGE DI STABILITA' E IL TERRITORIO TAVOLO DI LAVORO

ANCI toscana ******** XV MEETING SULLA FINANZIARIA FACCIAMO I CONTI : LA LEGGE DI STABILITA' E IL TERRITORIO TAVOLO DI LAVORO ANCI toscana ******** XV MEETING SULLA FINANZIARIA FACCIAMO I CONTI : LA LEGGE DI STABILITA' E IL TERRITORIO TAVOLO DI LAVORO Le novità in materia di gestione del personale Firenze, 30 gennaio 2015 Paolo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRSA.REGISTRO UFFICIALE(U).0008376.27-07-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE Cagliari, 27/07/2015 VISTO il testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferraris:

A relazione dell'assessore Ferraris: REGIONE PIEMONTE BU9S1 05/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 25-1122 Attuazione dell'art. 2 del D.L. n. 101 del 31.8.2013, convertito con modificazioni in L. n. 125 del 30.10.2013.

Dettagli

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO LIMITE DELLA SPESA PER INTERESSI La Legge di stabilità 2012 (articolo 8, comma 1, legge n. 183/2011) modifica le regole per il ricorso all indebitamento restringendo drasticamente

Dettagli

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri:

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri: C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 392 DEL 30.09.2013 OGGETTO: PERSONALE COSTITUZIONE FONDO RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO PERSONALE DIRIGENTE ANNO 2013

Dettagli

GUIDA SOFTWARE GESTIONE DEL PERSONALE ENTI NON SOGGETTI AL PATTO DI STABILITA

GUIDA SOFTWARE GESTIONE DEL PERSONALE ENTI NON SOGGETTI AL PATTO DI STABILITA GUIDA SOFTWARE GESTIONE DEL PERSONALE ENTI NON SOGGETTI AL PATTO DI STABILITA Al software Gestione del personale si accede dalla seguente schermata iniziale (menù parte destra dello schermo). Per accedere

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 34 DEL 20 febbraio 2014 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI 1 Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema)

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) COMUNE DI GERACI SICULO Provincia di Palermo www.comune.geracisiculo.pa.it - Email: segretariogenerale@pec.comune.geracisiculo.pa.it Geraci Siculo Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) Modulo

Dettagli

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L.

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE UNICO N 6/14 Cortina d Ampezzo, 10 aprile 2014 OGGETTO: INDIRIZZI IN MATERIA DI POLITICHE ASSUNZIONALI E DI GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con Regio Decreto 12

Visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con Regio Decreto 12 CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 34/2014/SRCPIE/PAR La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, composta dai Magistrati: Dott. Giuseppe Maria MEZZAPESA

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 9 28 gennaio 2015 Immediatamente Eseguibile

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 9 28 gennaio 2015 Immediatamente Eseguibile Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 9 28 gennaio 2015 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Assunzione, con contratto a tempo determinato, ai sensi dell'art.

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : SETTORE FINANZIARIO Responsabile: Casula Maria Angela DETERMINAZIONE N. 17 in data 20/01/2014 OGGETTO: COSTITUZIONE PROVVISORIA DEL FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE Servizio Sviluppo risorse umane e Servizio Decentramento e Assistenza amministrativa ai piccoli Comuni Piano di formazione pluriennale per i dipendenti dei Comuni e delle Comunità Montane della Provincia

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Deliberazione n. 58/2014/SRCPIE/PAR

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Deliberazione n. 58/2014/SRCPIE/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Deliberazione n. 58/2014/SRCPIE/PAR La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, nell adunanza del 25 marzo 2014,

Dettagli

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ NUMERO ANNO 5 numero 3 10 febbraio 2015 3 Rivista di aggiornamento e formazione professionale in materia di pubblico impiego Coordinamento editoriale di Gianluca Bertagna LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE** PENSIONI LIQUIDATE* 1^

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE PER IL TRIENNIO 2014-2016 L anno

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Page 1 of 11 PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DECRETO 14 settembre 2015 Criteri per la mobilita' del personale dipendente a tempo indeterminato degli enti di area

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE --- SERVIZIO CONCORSI - ASSUNZIONI Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 164 del 17/03/2014 Registro del Settore N. 47 del 17/03/2014 Oggetto:

Dettagli

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali.

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. Pubblichiamo una serie di pareri resi recentemente dall ARAN che interpreta numerose questioni legate all applicazione del CCNL

Dettagli

SEZIONE 6 CONSIDERAZIONI FINALI SULLA COERENZA DEI PROGRAMMI RISPETTO AI PIANI REGIONALI DI SVILUPPO, AI PIANI REGIONALI DI SETTORE, AGLI ATTI

SEZIONE 6 CONSIDERAZIONI FINALI SULLA COERENZA DEI PROGRAMMI RISPETTO AI PIANI REGIONALI DI SVILUPPO, AI PIANI REGIONALI DI SETTORE, AGLI ATTI SEZIONE 6 CONSIDERAZIONI FINALI SULLA COERENZA DEI PROGRAMMI RISPETTO AI PIANI REGIONALI DI SVILUPPO, AI PIANI REGIONALI DI SETTORE, AGLI ATTI PROGRAMMATICI DELLA REGIONE 6.1 - Valutazioni finali della

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

DEL PERSONALE NEGLI ANNI 2011-2012 - 2013

DEL PERSONALE NEGLI ANNI 2011-2012 - 2013 I VINCOLI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE LA MANOVRA FINANZIARIA LA MANOVRA FINANZIARIA NEGLI ANNI 2011-2012 - 2013 I LIMITI ALLE ASSUNZIONI LE ASSUNZIONI Non possono procedere ad alcuna assunzione gli enti

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 25 FEBBRAIO 2008)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 25 FEBBRAIO 2008) Protocollo RC n. 34060/08 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 25 FEBBRAIO 2008) L anno duemilaotto, il giorno di lunedì venticinque del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA)

CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) COPIA DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 23 del reg. data 23/03/2011 Oggetto: Progetto per un sistema integrato di sicurezza nell ambito del Comune di Fiumicino.

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA Denominata LIBERO CONSORZIO COMUNALE

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA Denominata LIBERO CONSORZIO COMUNALE PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA Denominata LIBERO CONSORZIO COMUNALE Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Provinciale N. 239/2014 di registro Settore 1 Deliberazione N 101/2014

Dettagli