Newsletter per i datori di lavoro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter per i datori di lavoro"

Transcript

1 PROVINCIA DI PERUGIA Ufficio Specialistico L. 68 / 99 Newsletter per i datori di lavoro La Danza di Henry Matisse ( ) Anno 1 n. 0 aprile 2013 Via Palermo 106, Perugia Tel Fax Assessore Aviano Rossi Dirigente Area Adriano Bei Dirigente Servizio Riccardo Pompili Responsabile Ufficio Carlo Elia Schoen

2 Presentazione Palazzo Montecitorio sede della Camera dei deputati La legge 68/99 Norme sul diritto al lavoro dei disabili pone in capo ai datori di lavoro, privati e pubblici, l obbligo di assunzione a tempo indeterminato di un certo numero di soggetti invalidi e categorie protette. Compito delle Province è garantire l applicazione della norma confrontandosi con i singoli datori di lavoro per trovare la soluzione più idonea, tra quelle previste dalla legge, al fine di consentire alle aziende di risultare ottemperanti. In relazione a ciò, tutte le aziende con più di 15 dipendenti come base di computo, possono, con fiducia, rivolgersi al Servizio Politiche del Lavoro e Servizi alle Imprese - Ufficio Specialistico l.68/99 della Provincia di Perugia. L Ufficio competente pone a disposizione del datore di lavoro una serie di servizi necessari a permettere all azienda di non incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa e applicabili dal Ministero del Lavoro Servizio Ispettivo. La nostra attività di supporto è assolutamente gratuita ed è rivolta anche alle aziende non ancora in obbligo ma che prevedono per il prossimo futuro di dover rientrare nelle disposizioni normative. Lo stesso servizio, rivolto in primo luogo direttamente ai datori di lavoro, è a disposizione anche dei Consulenti del Lavoro e al relativo Ordine con il quale sussiste una proficua collaborazione. Questa Newsletter vuole aprire un ulteriore possibilità di comunicazione informando dettagliatamente circa l applicazione della norma nonché in merito alle eventuali novità nelle procedure attuative. A partire da questo primo numero tratteremo ogni aspetto utile e relativo all applicazione della l.68/99 da parte dei datori di lavoro. Buona Lettura. Leonardo da Vinci, Ludwig van Beethoven, Albert Einstein, Stephen Hawking e molti altri dimostrano da secoli che disabilità non significa incapacità sul lavoro.

3 Informazioni PROSPETTO INFORMATIVO Il 15 febbraio è scaduto il tempo per l invio telematico del Prospetto Informativo al 31/12/12. Il Prospetto attiene ad un unica procedura annuale e non può essere inviato in periodo diversi da quelli stabiliti dalla norma. I datori di lavoro che nel corso dell anno non hanno avuto variazioni nella consistenza del personale tali da modificare gli obblighi relativi alla l.68/99, non sono tenuti all invio di un nuovo Prospetto. Rimane valido l ultimo inviato. Nel caso si determini una scopertura durante l anno, il datore di lavoro è tenuto ad ottemperare agli obblighi entro 60gg. dal giorno successivo a quello della data di scopertura. In virtù del comma 3 art. 9 l.68/99, l invio del Prospetto è anche richiesta di avviamento al lavoro. Pertanto da Aprile 2013, l Ufficio attiverà le procedure di avviamento numerico obbligatorio. Saranno esclusi da tale procedura i datori di lavoro che presenteranno richiesta di attivare uno degli istituti previsti dalla normativa se applicabili (esonero parziale, sospensione temporanea, convenzione ex art.li 11 e 12, ecc.). Si ricorda che è obbligatorio inserire nel Prospetto la mansione messa a disposizione per gli aventi titolo di cui alla l.68/99. Il mancato inserimento del dato determina l automatica segnalazione al Ministero del Lavoro Servizio Ispettivo per l applicazione di relativa sanzione. OBBLIGO ASSUNZIONE SOGGETTI SVANTAGGIATI A partire da una base di computo di 15 dipendenti, i datori di lavoro privati e pubblici debbono avere assunto in azienda i seguenti soggetti svantaggiati iscritti nelle liste di cui alla l.68/99: 1. tra 15 e 35 dipendenti = un soggetto disabile in quota nominativa; 2. tra 36 e 50 dipendenti = due soggetti invalidi di cui uno in quota nominativa ed uno previo avviamento numerico da parte di questo Ufficio; 3. oltre 50 dipendenti = una quota pari al 7% di soggetti invalidi di cui il 60% in quota nominativa ed il restante tramite procedure di avviamento numerico. In virtù dell art. 18 l.68/99, si è anche tenuti all assunzione dell 1% dei soggetti iscritti alle categorie protette (orfani, vedove, profughi, vittime del terrorismo, della criminalità organizzata e del dovere). Si ricorda che le assunzioni numeriche possono essere trasformate in nominative con la convenzione ex art. 11. DEROGHE Il datore di lavoro può chiedere di derogare all obbligo di assunzioni numeriche stipulando apposita convenzione di cui all art. 11 l.68/99. Con la convenzione è possibile anche derogare alla tempistica relativa alle assunzioni in conformità a quanto stabilito con apposito atto dalla Regione Umbria. Non si può sottoscrivere la convenzione per gli obblighi inerenti alle categorie protette. SANZIONI La mancata ottemperanza alla l.68/99 determina gravi sanzioni verso i datori di lavoro privati e pubblici. Nel settore privato l azienda è sanzionata pecuniariamente dal Ministero del Lavoro - Servizio Ispettivo. Alla stessa, inoltre, è preclusa la partecipazione a bandi per appalti pubblici e ogni rapporto di convenzione o concessione con la Pubblica Amministrazione.

4 Servizi CONSULENZA di quest Ufficio. Per garantire il rispetto della norma da parte delle aziende, svolgiamo attività di supporto per datori di lavoro e consulenti di settore. A tal fine mettiamo a disposizione gratuita un pool di esperti che assisteranno le aziende private e pubbliche sino alla piena ottemperanza normativa. Per raggiungere l obiettivo, traduciamo la norma e gli istituti previsti in modalità applicative adeguate ad ogni specifica realtà aziendale. Ci facciamo altresì carico delle procedure di spettanza per la fruizione degli eventuali istituti previsti dalla normativa, così come individuati dalla singola azienda. Siete pertanto invitati a richiedere la consulenza SERVIZIO BACHECA PER ASSUNZIONI NOMINATIVE Nella maggior parte dei casi gli obblighi per le aziende attengono ad assunzioni nominative che consentono di individuare direttamente da parte del datore di lavoro il candidato tra gli iscritti a specifiche liste. Al fine di garantire un confacente incrocio tra domanda ed offerta, è messo gratuitamente a disposizione del datore di lavoro il Servizio Bacheca. Tale spazio promuove l offerta di lavoro nell intero sistema del collocamento pubblico locale. Coloro che risulteranno interessati alla singola offerta potranno candidarsi direttamente presso il datore di lavoro o suo incaricato che potrà così costituire una banca dati dalla quale attingere per le sue necessità di personale. COMITATO TECNICO DI TUTELA PER AZIENDE E LAVORATORI Le assunzioni sono da considerarsi a tempo indeterminato. Se part time debbono superare il 50% dell orario settimanale contrattuale. In giustificabili situazioni, previa stipula di convenzione ex art. 11, si può procedere ad assunzioni a tempo determinato comunque non inferiori a 9 mesi. Individuato il soggetto da assumere, il datore di lavoro dovrà presentare richiesta di nulla osta autorizzativo all assunzione La relativa pratica dovrà acquisire parere di idoneità dalla commissione medica (Comitato Tecnico ex art.6) in virtù della compatibilità tra livello di disabilità e mansioni proposte. Il Comitato Tecnico può disporre anche eventuali prescrizioni alle quali il datore di lavoro dovrà attenersi. Con tale parere espresso, l Ufficio competente autorizzerà o meno l assunzione. Dal ricevimento del provvedimento di avviamento al lavoro, l azienda avrà 30gg. di tempo per procedere all assunzione stessa.in caso di presenza della convenzione, le assunzioni dovranno avvenire entro i termini stabiliti dalla stessa. La valutazione del Comitato Tecnico tutela la salute del candidato e garantisce al datore di lavoro che la prestazione richiesta è compatibile con le capacità lavorative del disabile. Il datore di lavoro non può chiedere al disabile prestazioni non compatibili con le sue minorazioni. In caso di aggravamento della salute del lavoratore o di significative variazioni dell organizzazione del lavoro, sia l azienda che il dipendente possono richiedere all ASL di competenza di valutare nuovamente la compatibilità nelle funzioni. Assunzioni effettuate senza la relativa autorizzazione non potranno essere computate nella quota d obbligo.

5 Promemoria COME UTILIZZARE IL PORTALE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA Il sito web della Provincia di Perugia, all indirizzohttp://www.provincia.perugia.it/guide tematiche/lavoroimpresaformazioneeuropa/seiu naimpresa/disabiliecategorieprotette contiene informazioni utili per i datori di lavoro nonché la modulistica per richiedere l accesso ad alcuni istituti. DOVE TROVARCI Ufficio Specialistico L.68/99 Via Palermo 106 I piano Perugia Riferimenti telefonici per i datori di lavoro: Fabio Bocci Rita Milei Carlo Elia Schoen Fax: CONSULTACI E SCRIVICI: Riguardo alle illustrazioni si sta provvedendo a richiedere le relative autorizzazioni agli aventi diritto. Per qualsiasi necessità si faccia riferimento alla Provincia di Perugia. Siamo a disposizione di tutti gli eventuali proprietari di diritti sulle immagini riprodotte, nel caso non si fosse riusciti a reperirli per chiedere la debita autorizzazione.

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro IL COLLOCAMENTO DISABILI ex lege 68/1999 Parlare di COLLOCAMENTO MIRATO non significa che non vi sia più obbligo da parte dei datori di lavoro di assumere

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER IL LAVORO DELLA PROVINCIA DI COMO CENTRI IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI COMO

CARTA DEI SERVIZI PER IL LAVORO DELLA PROVINCIA DI COMO CENTRI IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI COMO CARTA DEI SERVIZI PER IL LAVORO DELLA PROVINCIA DI COMO CENTRI IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI COMO APPIANO GENTILE CANTU COMO ERBA MENAGGIO COLLOCAMENTO MIRATO DISABILI 0 L DELLA PROVINCIA DI COMO Dal 1999

Dettagli

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO. dott.ssa S. Lombardi

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO. dott.ssa S. Lombardi COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO dott.ssa S. Lombardi COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO NORMATIVA: L. n 68 del 12 marzo 1999 recante il titolo Norme per il diritto al lavoro dei disabili ; entrata in vigore il 18 gennaio

Dettagli

Il collocamento obbligatorio

Il collocamento obbligatorio Vantaggi, convenzioni, obblighi e procedure Il collocamento obbligatorio Il collocamento obbligatorio ha come disposizione cardine la L.68 del 12 marzo 1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale serie generale

Dettagli

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO In ambienti di lavoro che occupano più di 15 dipendenti, i datori di lavoro sono obbligati ad assumere un numero di dipendenti appartenenti alle categorie protette in base al

Dettagli

La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione

La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione A V V I S O P U B B L I C O 1 La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione RENDE NOTO C O L L O C A M E N T O M I R A T O D E

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

INTRODUZIONE. Il Prospetto Informativo Aziendale

INTRODUZIONE. Il Prospetto Informativo Aziendale INTRODUZIONE Il Prospetto Informativo Aziendale La disciplina sul diritto al lavoro dei disabili, legge 12 marzo 1999, n. 68, recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili, prevede che tutti i datori

Dettagli

Legge 12 marzo 1999, n. 68

Legge 12 marzo 1999, n. 68 Progetto Servizi innovativi per l incontro tra domanda e offerta di lavoro 2 PON Governance e Azioni di Sistema - Obiettivo Convergenza 2007-2013 (FSE) Legge 12 marzo 1999, n. 68 Norme per il diritto al

Dettagli

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 67 del 17 dicembre 2001 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Decreto n. 2516 del 21 novembre 2001 OSSERVATORIO REGIONALE MERCATO DEL

Dettagli

Il centro per l impiego

Il centro per l impiego Il centro per l impiego E un ufficio pubblico che eroga gratuitamente servizi di informazione, accoglienza, preselezione, orientamento e collocamento mirato, per consentire a chi è in cerca di occupazione

Dettagli

Scheda n. 1. Riferimenti normativi e organizzativi inerenti l attuazione del procedimento

Scheda n. 1. Riferimenti normativi e organizzativi inerenti l attuazione del procedimento Scheda n. 1 Iscrizione elenco anagrafico ex DPR 442/2000 e acquisizione stato di disoccupazione mediante sottoscrizione della DID Dichiarazione di Immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa

Dettagli

di Gesuele Bellini - Professore a contratto presso l Università dell Insubria

di Gesuele Bellini - Professore a contratto presso l Università dell Insubria IL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO di Gesuele Bellini - Professore a contratto presso l Università dell Insubria Le assunzioni obbligatorie sono disciplinate dalla L. 12 marzo 1999, n. 68 e successive modificazioni

Dettagli

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI Esonero contributivo triennale Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI API Torino 5 marzo 2015 Beniamino Gallo Esonero triennale per le assunzioni a tempo indeterminato Il legislatore si è posto

Dettagli

Determina Personale Organizzazione/0000194 del 12/12/2014

Determina Personale Organizzazione/0000194 del 12/12/2014 Comune di Novara Determina Personale Organizzazione/0000194 del 12/12/2014 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Monzani/Battaini

Dettagli

Prospetto informativo on-line

Prospetto informativo on-line Prospetto informativo on-line Quadro 1- Dati aziendali Dati prospetto data riferimento prospetto * prospetto presentato dalla Capogruppo * codice fiscale Capogruppo (*) data seconda assunzione (DPR. 333/2000)

Dettagli

Accertamenti medico legali di invalidità e inabilità

Accertamenti medico legali di invalidità e inabilità La Medicina del Lavoro tra obblighi e responsabilità Parma 12 giugno 2015 Accertamenti medico legali di invalidità e inabilità Giovanni Montani AUSL di Parma Dipartimento di Sanità Pubblica U.O. Medicina

Dettagli

NUOVI PERCORSI DI INSERIMENTO LAVORATIVO

NUOVI PERCORSI DI INSERIMENTO LAVORATIVO NUOVI PERCORSI DI INSERIMENTO LAVORATIVO La nuova legge n. 68 del 12/03/1999 Norme per il diritto al lavoro dei disabili risponde alla necessità di creare maggiori ed innovative opportunità per un collocamento

Dettagli

CONVENZIONI PRIVATI TRA

CONVENZIONI PRIVATI TRA Legge 12 Marzo 1999, n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili CONVENZIONE EX ART. 11 Premesso che a) le parti si sono determinate nella stipula della presente convenzione al fine di consentire

Dettagli

INFORMATIVA LEGGE 68/99

INFORMATIVA LEGGE 68/99 INFORMATIVA LEGGE 68/99 OBBLIGHI PER LE AZIENDE Con il sistema del collocamento obbligatorio viene imposto alle imprese sia pubbliche che private, di determinate dimensioni, l'obbligo di assumere una percentuale

Dettagli

Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI

Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI Centri per l Impiego della Provincia di Rieti Centro per l'impiego Rieti Via M. Rinaldi

Dettagli

Progetto Servizi Innovativi nel Settore dei Servizi per il Lavoro

Progetto Servizi Innovativi nel Settore dei Servizi per il Lavoro Progetto Servizi Innovativi nel Settore dei Servizi per il Lavoro Programma Operativo PON Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza 2007-2013 (FSE) Asse A Adattabilità Scheda descrittiva del

Dettagli

3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro

3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro 3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro 3.1. Principi generali Il collocamento al lavoro dei disabili è un efficace strumento di indipendenza economica, di integrazione sociale e di riabilitazione,

Dettagli

3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro

3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro 3. Inserimento dei disabili nel mondo del lavoro 3.1. Principi generali Il collocamento al lavoro dei disabili è un efficace strumento di indipendenza economica, di integrazione sociale e di riabilitazione,

Dettagli

OSSERVATORIO CONCORSI ISTISSS N. 147

OSSERVATORIO CONCORSI ISTISSS N. 147 OSSERVATORIO CONCORSI ISTISSS N. 147 Care lettrici e cari lettori, l ISTISS prosegue anche per tutto il 2014 la pubblicazione di BANDI E CONCORSI che rappresenta un utile strumento di conoscenza PER L

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale

Regolamento per il reclutamento del personale Pagina 1 di 7 Regolamento per il 1 Pagina 2 di 7 INDICE PREMESSA... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 PROCEDURA DI RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE... 4 ARTICOLO 3 PROCEDURA PER LA RICERCA

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO POSSIAMO GARANTIRTELO: I CENTRI PER L IMPIEGO SONO VICINI, E TI SONO VICINI indice dei servizi ACCOGLIENZA ISCRIZIONE IN ELENCHI

Dettagli

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 Servizi per le aziende Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 L applicativo studiato per la trasmissione delle comunicazioni obbligatorie

Dettagli

FEDERAZIONE GILDA UNAMS

FEDERAZIONE GILDA UNAMS ISTRUZIONI PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 Secondo le Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. a cura di Laura Razzano Innanzitutto raccomando

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. OGGETTO: Legge 12 marzo 1999, n 68 Norme per il diritto al lavoro dei DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE

PROVINCIA DI UDINE. OGGETTO: Legge 12 marzo 1999, n 68 Norme per il diritto al lavoro dei DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 13 NOVEMBRE 2013 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore

Dettagli

11-dicembre-2009 Sala colonne Via Gandolfo, 13. Seminario formativo richieste on-line Legge 68/99

11-dicembre-2009 Sala colonne Via Gandolfo, 13. Seminario formativo richieste on-line Legge 68/99 11-dicembre-2009 Sala colonne Via Gandolfo, 13 Seminario formativo richieste on-line Legge 68/99 Sommario 1. Vantaggi e premessa; 2. Richiesta di nulla osta; - Esempio di compilazione della richiesta di

Dettagli

L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA IN ITALIA Premessa

L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA IN ITALIA Premessa L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA IN ITALIA Premessa Promuovere l occupazione delle persone disabili significa accrescere il benessere socio-economico dell intera collettività. Su questo

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 49 del 17 novembre 2011 Il nuovo Testo unico

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo L.68/99 Modelli e regole Versione 3.0 Sommario NOTE GENERALI... 3 IL SERVIZIO INFORMATICO PER LA GESTIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO...

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel.

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel. Reg. / PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel. 0965-364806 CONVENZIONE con i datori di lavoro privati ai sensi dell

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Risorse Umane

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Risorse Umane Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 401 Del 04/06/2015 Risorse Umane OGGETTO: ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI UNA UNITA' DI PERSONALE AL P.P. DI "COLLABORATORE

Dettagli

Centralinisti telefonici e operatori della comunicazione minorati della vista A.C. 435, A.C. 1708, A.C. 1779

Centralinisti telefonici e operatori della comunicazione minorati della vista A.C. 435, A.C. 1708, A.C. 1779 Centralinisti telefonici e operatori della comunicazione minorati della vista A.C. 435, A.C. 1708, A.C. 1779 Dossier n 123 - Schede di lettura - Elementi per l'istruttoria legislativa 10 marzo 2014 Informazioni

Dettagli

NORMATIVA PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

NORMATIVA PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Provincia della Spezia Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DELLA SPEZIA Settore Politiche del Lavoro e della Formazione Professionale NORMATIVA PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI La Legge n.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014 AI DIRIGENTI degli UFFICI SCOLASTICI TERRITORIALI DEL VENETO LORO SEDI AI DIRIGENTI delle ISTITUZIONI SCOLASTICHE di ogni ordine e grado LORO SEDI

Dettagli

SERVIZIO COLLOCAMENTO DISABILI Via Bordoni, 12 27100 Pavia Tel. 0382/597429/404 fax 0382/597432 disabili@formalavoro.pv.it

SERVIZIO COLLOCAMENTO DISABILI Via Bordoni, 12 27100 Pavia Tel. 0382/597429/404 fax 0382/597432 disabili@formalavoro.pv.it Provincia di Pavia SERVIZIO COLLOCAMENTO DISABILI Via Bordoni, 12 27100 Pavia Tel. 0382/597429/404 fax 0382/597432 disabili@formalavoro.pv.it CONVENZIONE EX ART. 11, COMMA 5, LEGGE 68/99 PREMESSO CHE:

Dettagli

sistemapiemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it sistemapiemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it Indice generale 1.Introduzione...4 1.1.Come cambiano gli adempimenti...5 1.1.1.I datori di lavoro con sedi operative

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI

INTRODUZIONE AL PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI INTRODUZIONE AL PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI Redazione a cura di: Diego Busso Servizio Politiche per il Lavoro Ufficio Inserimento Lavorativo Disabili Pasquale Tarantino Servizio Coordinamento CPI Unità

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo L.68/99 Modelli e regole Versione 3.1 Sommario NOTE GENERALI...3 IL SERVIZIO INFORMATICO PER LA GESTIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO...3

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI LAVORATORI DISABILI DOPO LA RIFORMA FORNERO.

IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI LAVORATORI DISABILI DOPO LA RIFORMA FORNERO. IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI LAVORATORI DISABILI DOPO LA RIFORMA FORNERO. Debhorah Di Rosa Anche quest anno è stato prorogato il termine per l invio, esclusivamente telematico, del prospetto informativo

Dettagli

Il ruolo degli attori istituzionali e sociali nella L. 68/99.

Il ruolo degli attori istituzionali e sociali nella L. 68/99. Il ruolo degli attori istituzionali e sociali nella L. 68/99. La legge n. 68 del 1999, mostra un profondo mutamento nella concezione del collocamento delle persone con disabilità. Si delinea un nuovo metodo

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) Regolamento per l assunzione dei disabili ai sensi della legge n. 68/1999 e D.P.R. n.

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) Regolamento per l assunzione dei disabili ai sensi della legge n. 68/1999 e D.P.R. n. COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) Regolamento per l assunzione dei disabili ai sensi della legge n. 68/1999 e D.P.R. n. 333/2000 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 68 del 27 febbraio

Dettagli

PRODIS PROSPETTO DISABILI

PRODIS PROSPETTO DISABILI Sistemapiemonte PRODIS PROSPETTO DISABILI Manuale d uso versione 3.0 sistemapiemonte.it INDICE 1. Introduzione... 5 1.1. REGOLE PER L INVIO DELLE COMUNICAZIONI... 5 1.1.1. Datori di lavoro con sedi operative

Dettagli

Roma, 6 ottobre 2014 Prot.N. 5734/A32. Al personale Docente e non Docente All Albo. Oggetto: assenze e permessi

Roma, 6 ottobre 2014 Prot.N. 5734/A32. Al personale Docente e non Docente All Albo. Oggetto: assenze e permessi Istituto Statale Biagio Pascal Liceo Scientifico Istituto Tecnico Via Brembio,97-00188 - Via dei Robilant,2-00194 Roma Centralino: 06-12112-4205 via Brembio - 06-12112-4225 Via dei Robilant Fax: 06-33615164

Dettagli

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI sede di Nola Via Anfiteatro Laterizio,180 tel. fax 081/3652976 antoniodascoli1@virgilio.it CONITP ( sindacato autonomo) Sede Nazionale Via Luigi Carbone,23 San Gennarello di Ottaviano Napoli 80040 Tel

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Gli aspetti di maggiore rilievo di tale normativa, ai fini della presente circolare, possono essere così riepilogati:

Gli aspetti di maggiore rilievo di tale normativa, ai fini della presente circolare, possono essere così riepilogati: DIREZIONE GENERALE AI DIRIGENTI GENERALI COMPARTIMENTALI istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell amministrazione pubblica CIRCOLARE N. 66 DEL 10 DICEMBRE 2004 AI DIRETTORI DEGLI UFFICI PROVINCIALI

Dettagli

Cassa del Trentino S.p.A. Procedura selezione personale

Cassa del Trentino S.p.A. Procedura selezione personale Indice PAG. 1. Procedura di ricerca, selezione ed inserimento di personale 2 2. Principi generali 2 3. Avvio della procedura 3 4. Pubblicizzazione della procedura 3 5. Selezione del personale a mezzo di

Dettagli

Regolamento di esecuzione della legge 12 marzo 1999, n. 68, recante norme per il diritto al lavoro dei disabili. D.P.R. 333/2000.

Regolamento di esecuzione della legge 12 marzo 1999, n. 68, recante norme per il diritto al lavoro dei disabili. D.P.R. 333/2000. ALLE AZIENDE INDUSTRIALI ASSOCIATE LORO SEDI AREA RELAZIONI INDUSTRIALI L Aquila, 19 Dicembre 2000 Circolare n. 225/2000 Prot. n. 806 OGGETTO: Regolamento di esecuzione della legge 12 marzo 1999, n. 68,

Dettagli

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Capo I Disposizioni generali

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Capo I Disposizioni generali PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Capo I Disposizioni generali Art. 1 Responsabile per la prevenzione della corruzione 1. Il Responsabile per la prevenzione

Dettagli

Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale dell Aquila in Via Sant Agostino n. 7

Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale dell Aquila in Via Sant Agostino n. 7 PROT. /I/2/C/ DATA Provincia dell Aquila SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E AFFARI SOCIALI CONVENZIONE AI SENSI DELL ART. 11, COMMA 2 e 4, Legge 68/99. Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale

Dettagli

NOTIZIE DAL MONDO DELL HANDICAP. Ma, soprattutto di mettere tutti a conoscenza delle leggi che tutelano i portatori di handicap.

NOTIZIE DAL MONDO DELL HANDICAP. Ma, soprattutto di mettere tutti a conoscenza delle leggi che tutelano i portatori di handicap. NOTIZIE DAL MONDO DELL HANDICAP Come sapete, da settembre è attivo lo SPORTELLO HANDICAP (aperto tutte le mattine dal lun. al ven. dalle 9.30 alle 12.30, tel 0415491226) il quale ha come scopo principale

Dettagli

Modena 21 e 22 maggio 2008

Modena 21 e 22 maggio 2008 Modena 21 e 22 maggio 2008 Guida al collocamento mirato delle persone con disabilità ed all utilizzo della L. 68/1999 e della L.R. 17/2005 Maggio 2008 Aggiornamento a cura del Servizio Lavoro dell Assessorato

Dettagli

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB. Prospetto Informativo aziendale 2011. manuale nuovo prospetto informativo mantova v1_4_1.

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB. Prospetto Informativo aziendale 2011. manuale nuovo prospetto informativo mantova v1_4_1. Progetto SINTESI Modulo Applicativo COB Prospetto Informativo aziendale 2011 1 Versione 1.4.2 del 21/01/2011 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Le novità introdotte 3 2 Compilazione del prospetto 5 2.1 Modalità

Dettagli

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato L Apprendistato Breve guida sull apprendistato Aggiornata ai D.L. n. 69/2013 del 21.6.2013 e n. 76/2013 del 28.6.2013 Definizione Che cos è il contratto di apprendistato L apprendistato è un contratto

Dettagli

PROVINCIA Barletta Andria Trani

PROVINCIA Barletta Andria Trani PROVINCIA Barletta Andria Trani Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione Viale De Gemmis 42/44-76125 TRANI (BT) IL SERVIZIO COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO LEGGE 68/1999. LINEE GUIDA

Dettagli

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I Ministero dell istruzione, dell università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE Ufficio III - Personale della scuola. Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB. Prospetto Informativo aziendale 2012. Versione 1.4.13 del 13/01/2012

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB. Prospetto Informativo aziendale 2012. Versione 1.4.13 del 13/01/2012 Progetto SINTESI Modulo Applicativo COB Prospetto Informativo aziendale 2012 Versione 1.4.13 del 13/01/2012 1 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Aspetti generali 3 2 Flusso di presentazione dei Prospetti Informativi

Dettagli

Manuale Utente GEDI (Front Office)

Manuale Utente GEDI (Front Office) 1 Manuale Utente GEDI (Front Office) Indice Panoramica Cerca domanda Elenco attivita Struttura della domanda 1. Domanda 2. Azienda 3. Lavoratore 4. Dati Richiesta Verifica Richiesta Nulla Osta Richiesta

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio del 8 Ottobre 2015 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Sgravio contributivo sulle assunzioni: continuano le verifiche del Ministero nel settore appalti Gentile cliente, con la

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI

STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI 00179 Roma P.IVA 05009061002 Via Latina, 110 Fax. 06 78 08 383 Tel. 06 78 34 66 50 06 78 34 65 73 06 78 34 61

Dettagli

Prospetto disabili: novità e modalità di presentazione dopo le modifiche delle manovre estive

Prospetto disabili: novità e modalità di presentazione dopo le modifiche delle manovre estive Prospetto disabili: novità e modalità di presentazione dopo le modifiche delle manovre estive La Direzione Generale per le Politiche dei Servizi per il Lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche

Dettagli

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007.

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 7 Roma, 5 febbraio 2008 Al Ai Dirigente Generale Vicario Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali INTERPELLO N. 65/2009 Roma, 31 luglio 2009 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE PER L ATTIVITÀ ISPETTIVA Al Consiglio Nazionale dell Ordine dei Consulenti del

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI. Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 40 del 20/03/2014. REGOLAMENTO PER LA

Dettagli

Collocamento obbligatorio

Collocamento obbligatorio Collocamento obbligatorio Il collocamento obbligatorio, per lungo tempo disciplinato dalla legge 2.4.1968 n. 482, è stato riformato dalla legge 12.3.1999 n. 68 (e relativo regolamento di attuazione D.P.R.

Dettagli

Prospetto Informativo L.68/99

Prospetto Informativo L.68/99 Prospetto Informativo L.68/99 Modelli e regole Versione Gennaio 2013 Revisione 009 Sommario NOTE GENERALI... 3 IL SERVIZIO INFORMATICO PER LA GESTIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO... 3 OBBLIGO DI TRASMISSIONE

Dettagli

Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO

Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO 1. PREMESSA Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Regione Siciliana Assessorato Regionale della famiglia,

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO IN PROVINCIA DI LIVORNO

IL COLLOCAMENTO MIRATO IN PROVINCIA DI LIVORNO Unione Europea Fondo Sociale Europeo IL COLLOCAMENTO MIRATO IN PROVINCIA DI LIVORNO NOTE DI APPROFONDIMENTO settembre 2013 PROVINCIA DI LIVORNO 3 IL COLLOCAMENTO MIRATO IN PROVINCIA DI LIVORNO 1. LA LEGGE

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO NEWSLETTER PERIODICA DEL SERVIZIO SVILUPPO IMPRESE luglio 2014 n 19 Livorno, 24 luglio 2014 Questo servizio è a cura del consulente del Servizio Sviluppo Imprese.

Dettagli

Presentazione della "Proposta di Convenzione" Legge n.68/99 artt.11 e 12

Presentazione della Proposta di Convenzione Legge n.68/99 artt.11 e 12 Carta intestata del datore di lavoro pubblico Spett.le PROVINCIA DI MILANO Area sistema produttivo lavoro e welfare Settore Lavoro Servizio per l Occupazione dei Disabili Viale Jenner 20159 MILANO Data

Dettagli

L applicazione della circolare ministeriale n. 2/2010: contrapposizioni tra Regioni e welfare

L applicazione della circolare ministeriale n. 2/2010: contrapposizioni tra Regioni e welfare www.adapt.it, 8 aprile 2010 L applicazione della circolare ministeriale n. 2/2010: contrapposizioni tra Regioni e welfare di Luigi Oliveri È scontro tra Regioni e Ministero del lavoro sulla circolare ministeriale

Dettagli

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati Paolo Stern Il D. Lgs. n. 81/2015 racchiude: Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni mirando

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER LA RICERCA,SELEZIONE ED. Il C.S.A.- Consorzio Servizi Avanzati S.C.p.a. (di seguito, C.S.A.

REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER LA RICERCA,SELEZIONE ED. Il C.S.A.- Consorzio Servizi Avanzati S.C.p.a. (di seguito, C.S.A. ART. 18 L. 133/2008 REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER LA RICERCA,SELEZIONE ED ACQUISIZIONE DEL PERSONALE. Premesso che, Il C.S.A.- Consorzio Servizi Avanzati S.C.p.a. (di seguito, C.S.A. ovvero Società consortile)

Dettagli

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB

Progetto SINTESI. Modulo Applicativo COB Progetto SINTESI Modulo Applicativo COB Prospetto Informativo aziendale 2011 1 Versione 1.4.1 del 14/01/2011 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Le novità introdotte 3 2 Compilazione del prospetto 5 2.1 Modalità

Dettagli

La gestione del lavoratore con disagio psichico

La gestione del lavoratore con disagio psichico Ospedale San Raffaele malattia psichiatrica e lavoro 19 novembre 2010 La gestione del lavoratore con disagio psichico La legge 68/99 Il ruolo della Provincia e dell ASL Roberto Dighera Servizio P.S.A.L.

Dettagli

PRIVACY IN AZIENDA. Introduzione Privacy in azienda

PRIVACY IN AZIENDA. Introduzione Privacy in azienda Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 21/07/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA "PROMOZIONE DELL'ACCESSO AL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI". Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 49 del 24 luglio 2001 IL CONSIGLIO

Dettagli

sistema piemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it

sistema piemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it sistema piemonte ProDis Prospetto Disabili Manuale d'uso versione 1.1 sistemapiemonte.it Indice generale 1.Introduzione...4 1.1.Regole per l'invio delle comunicazioni...4 1.1.1.I datori di lavoro con sedi

Dettagli

PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE N. 38 DEL 19.05.2009 SCADENZA: 18 GIUGNO 2009

PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE N. 38 DEL 19.05.2009 SCADENZA: 18 GIUGNO 2009 PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE N. 38 DEL 19.05.2009 SCADENZA: 18 GIUGNO 2009 REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE AL BANDO DI CONCORS0 PUBBLICO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE AI SOGGETTI DI CUI ALL

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PROCEDURA PER IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLA A.S.L. AREA DEL COMPARTO E DELLA DIRIGENZA MEDICA, VETERINARIA ED SPTA

PROCEDURA PER IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLA A.S.L. AREA DEL COMPARTO E DELLA DIRIGENZA MEDICA, VETERINARIA ED SPTA Pag.1/11 SOMMARIO 1. MODIFICHE. pag. 2 2. OGGETTO E SCOPO pag. 3 3. CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 3 4. RESPONSABILITA pag. 3 5. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO pag. 3 6. CONTENUTO pag. 3 6.1 PREMESSA pag. 3 6.2

Dettagli

Servizio Inserimento Mirato Disabili. tra

Servizio Inserimento Mirato Disabili. tra PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE LAVORO Servizio Inserimento Mirato Disabili CONVENZIONE N del AI SENSI DELL ART. 11 LEGGE 12.03.99 N 68 tra LA PROVINCIA DI CAGLIARI Servizio per l inserimento

Dettagli

Articolo 4 (Progetto formativo e di orientamento) Articolo 5 (Obblighi e diritti del tirocinante) Articolo 6 (Soggetto promotore)

Articolo 4 (Progetto formativo e di orientamento) Articolo 5 (Obblighi e diritti del tirocinante) Articolo 6 (Soggetto promotore) Criteri e modalità per l attivazione dei tirocini formativi e di orientamento ai sensi dell articolo 4 bis della legge provinciale 16 giugno 1983, n. 19. Articolo 1 (Oggetto e ambito di applicazione) Nel

Dettagli

C i r c o l a r i. Siri. E d i z i o n e V d i A p r i l e 2 0 1 5

C i r c o l a r i. Siri. E d i z i o n e V d i A p r i l e 2 0 1 5 C i r c o l a r i E d i z i o n e V d i A p r i l e 2 0 1 5 Siri Consulenza e Organizzazione Srl Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano MI Tel. 0331-776177 Fax 0331-773216 www.siri.it 2 NOVITÀ CO.CO.PRO E

Dettagli

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione INPS Progetto Invalidità civile - Coordinamento generale Medico-legale - Direzione centrale delle Prestazioni - Direzione centrale Organizzazione 1. Premessa Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77 Verifiche

Dettagli

LEGGE 12 MARZO 1999, N. 68 NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI. ADEMPIMENTI NORMATIVI, AGEVOLAZIONI, NOVITÀ PER L'ANNO 2015

LEGGE 12 MARZO 1999, N. 68 NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI. ADEMPIMENTI NORMATIVI, AGEVOLAZIONI, NOVITÀ PER L'ANNO 2015 Prot. 68312 Reggio Emilia, 18/12/2014 LEGGE 12 MARZO 1999, N. 68 NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI. ADEMPIMENTI NORMATIVI, AGEVOLAZIONI, NOVITÀ PER L'ANNO 2015 Con la presente nota informativa,

Dettagli

6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE: LEGGE 68/1999

6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE: LEGGE 68/1999 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo 6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE:

Dettagli

SEMPRE DI PIÙ AL SERVIZIO DELLE IMPRESE

SEMPRE DI PIÙ AL SERVIZIO DELLE IMPRESE GUIDA PER L AZIENDA Direzione Servizio Lavoro via S. Anastasio n. 3 Trieste Tel. 040 3798536-547 Fax 040 3798232 Scala dei Cappuccini n. 1 Stanza n.5 Tel. 040 369104 (int. 249); Fax 040 369577 SEMPRE DI

Dettagli

CITTA di BONDENO PROVINCIA di FERRARA PIAZZA GARIBALDI, 1 44012 BONDENO (FE)

CITTA di BONDENO PROVINCIA di FERRARA PIAZZA GARIBALDI, 1 44012 BONDENO (FE) CITTA di BONDENO PROVINCIA di FERRARA PIAZZA GARIBALDI, 1 44012 BONDENO (FE) Prot 3121 AVVISO DI MOBILITA ESTERNA AI SENSI DELL ART.30 DEL D.LGS 165/2001 PER LA COPERTURA DI UN POSTO PRESSO IL SETTORE

Dettagli

BANDO PER LE IMPRESE

BANDO PER LE IMPRESE BANDO PER LE IMPRESE - Interventi a sostegno dell occupazione erogazione di bonus assunzionali - lavoratori/lavoratrici in Cigs della A. Merloni in A.S. 1. FINALITA Con il presente bando, in attuazione

Dettagli

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa Apprendistato di alta formazione e ricerca Guida informativa Cos è l apprendistato di alta formazione e di ricerca Il contratto di apprendistato per il conseguimento di un diploma di istruzione secondaria

Dettagli