Osservatorio Mobili 3

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Mobili 3"

Transcript

1 SOMMARIO Osservatorio Mobili 3 Distribuzione provinciale dell export italiano di Mobili 4 Andamento dell export delle principali province esportatrici 5 Dinamica congiunturale 7 Paesi di destinazione 9 Dinamica storica 12 Import/Export 14 Osservatorio Legno e prodotti in legno 15 Distribuzione provinciale dell export italiano di Legno 16 Andamento dell export delle principali province esportatrici 17 Dinamica congiunturale 19 Paesi di destinazione 21 Dinamica storica 24 Import/Export 26 NOTA: a partire dai dati di commercio estero di gennaio 2009 l Istat adotta la nuova classificazione delle Attività economiche, ATECO 2007, che costituisce la versione nazionale della nomenclatura europea NACE rev.2. Nell elaborazione dell Osservatorio si è quindi recepita la nuova metodologia e si è proceduto all adeguamento delle serie storiche. Si segnala quindi che eventuali discrepanze con i precedenti Osservatori e con i dati rilevati in passato sono da attribuire a tale cambiamento. Osservatorio realizzato da Fondazione Edison in collaborazione con Centro Studi Cosmit- FederlegnoArredo. Riferimenti: Tel , Fax , Tutte le elaborazioni sono effettuate su dati grezzi di fonte ISTAT. Codici statistici di riferimento CM31 per Mobili e CC16 per Legno e Prodotti in legno. 2

2 OSSERVATORIO MOBILI NOTA Mobili: comprendono tutti i tipi di mobili di tutti i materiali e per tutte le destinazioni d uso, inclusi i materassi. 3

3 Grafico 1- Ripartizione per provincia dell export nazionale di mobili nel 2009 Altre province 24% 16% Matera 1% 12% Forlì Cesena 2% Bologna 2% Bergamo 2% Pistoia 2% Pordenone 8% Brescia 2% Padova 3% Vicenza 3% Pesaro Urbino 4% Bari 5% 6% 7% Tab. 1- Valore dell export delle principali province italiane esportatrici di mobili nel 2009 (valori in euro) Pordenone Bari Pesaro Urbino Vicenza Padova Pistoia Brescia Bergamo Forlì Cesena Bologna Matera Altre province Nel 2009 esporta circa 1,2 miliardi di euro e ottiene una quota pari al 16% sull export complessivo italiano, in crescita dell 1% rispetto al 2008 (grafico 1). La seconda provincia esportatrice di mobili italiani,, mantiene una quota di circa il 12% ma i valori di export risultano inferiori di oltre 250 milioni di export rispetto allo scorso anno. Le prime quindici province esportatrici di mobili esportano complessivamente nel periodo considerato circa 5,4 miliardi di euro, valore inferiore di 1,5 miliardi rispetto a quello esportato nel

4 Tab. 2- Andamento dell export di mobili delle principali province esportatrici Province Var. % IV Trim. 2009/ IV Trim Var. % 2009/ ,9% -23,4% Pordenone -12,7% -22% -9% -16% -17,3% -20,3% -17,7% -23,5% Pesaro-Urbino -30,1% -32% Bari -17,4% -17,4% Matera -18,2% -34,1% Altre province -21,5% -21,7% 5

5 Grafico 2- Andamento dell'export di mobili delle prime 15 province esportatrici italiane Var. % 2009/2008 ; -23,4% Pordenone; -22,0% ; -16,0% ; -20,3% Pesaro-Urbino; -32,0% Matera; -34,1% ; -23,5% Vicenza; -25,3% Bari ; -17,4% Pistoia; -15,9% Padova; -27,9% Brescia; -18,4% Bergamo; -20,6% Forlì Cesena; -7,9% Bologna; -29,9% Nel 2009, rispetto al 2008, tutte le province analizzate presentano cali tendenziali dell export di mobili. Solo la provincia di Forlì Cesena contiene la perdita percentuale ad una cifra (-7,9%) mentre le altre province oscillano tra tassi a due cifre che vanno dal -15,9% di Pistoia al -34,1% di Matera. 6

6 Grafico 3- Variazione % delle esportazioni trimestrali di mobili delle principali province italiane del settore rispetto al corrispondente trimestre dell anno precedente (NB cfr. nota a pag. 2) 0% -5% 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim % -15% -20% -25% -30% -35% Pordenone Pesaro-Urbino Bari Matera -40% -45% -50% Analizzando i dati dettagliati per trimestre (grafico 3), si può notare che le variazioni tendenziali trimestrali nell arco dell intero anno sono state sempre negative per tutte le province. Si evidenziano però rallentamenti della caduta nella seconda parte dell anno per le province di Matera,, Pordenone e. Più altalenanti gli andamenti delle province di Bari, e. 7

7 Grafico 3bis- Dinamica congiunturale delle esportazioni di mobili delle principali province italiane del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Pordenone Pesaro-Urbino Bari Matera trim 2 trim 3 trim 4 trim

8 Grafico 4- Primi tre paesi di destinazione dell'export totale di mobili delle principali province esportatrici (var. % 2009/2008) -29,3% -11,1% -12,9% Pordenone -48,3% -7,4% 1,5% -33,2% -1,2% 2,2% -16,8% -20,2% -13,6% -13,8% -11,3% -4,1% Svizzera Russia Germania Regno Unito Francia Belgio Pesaro Urbino -29,8% -27,4% -18,5% Bari -21,2% -8,3% -11,0% Matera -47,4% -14,3% -3,4% Se analizziamo i principali mercati di sbocco delle province prese in esame notiamo che la crisi internazionale ha depresso notevolmente l export verso gli Stati Uniti, paese da cui la crisi immobiliarefinanziaria ha preso inizio, infatti il mercato americano non compare più tra i principali mercati di destinazione. Proseguono anche i forti cali verso il Regno Unito mentre timidi segnali di ripresa si intravedono sul mercato tedesco per le province di Pordenone e. Verso la Francia i cali rimangono consistenti nell intero 2009 ma nella seconda parte dell anno si registra un rallentamento della caduta per le province di, Pordenone, e. 9

9 Grafico 4bis- Primi tre paesi di destinazione dell'export totale di mobili delle principali province esportatrici (var. % 2009/2008) Regno Unito; -29,3% Francia ; -11,1% Germania; -12,9% Regno Unito; -48,3% Francia; -7,4% Germania; 1,5% Pordenone Regno Unito; -33,2% Francia; -1,2% Germania; 2,2% Russia; -13,6% Francia; -13,8% Svizzera; -4,1% Francia; -16,8% Germania; -20,2% Svizzera; -11,3% Russia; -27,4% Francia; -18,5% Germania; -29,8% Pesaro Urbino Regno Unito; -21,2% Belgio; -8,3% Francia; -11,0% Bari Regno Unito; -47,4% Francia; -14,3% Belgio; -3,4% Matera Il 2009 si presenta nel complesso un anno particolarmente difficile per l export dei distretti italiani del mobile, tuttavia nella seconda parte dell anno si intravedono segnali di recupero verso alcuni dei principali mercati di destinazione. In particolare le province di Pordenone e chiudono l anno in positivo verso il mercato tedesco grazie soprattutto ad un incremento tendenziale dell export nel quarto trimestre (vedi tabella 3). La provincia di cala verso tutti i suoi principali mercati ma sta recuperando verso la Francia: +5,1% nel terzo trimestre 2009 rispetto al terzo trimestre 2008; +0,2% nel quarto trimestre 2009 rispetto al quarto trimestre La provincia di non riesce a frenare la caduta verso gli Stati Uniti mentre nel quarto trimestre dell anno trova nella Svizzera il suo secondo mercato di sbocco con un valore di export di 16,2 milioni di euro. Da segnalare inoltre l andamento positivo della provincia di Matera verso il mercato tedesco per tutto il 2009, i valori totali di export rimangono comunque ancora contenuti e la Germania si posiziona così come quarto mercato di sbocco della provincia. 10

10 PAESI DI DESTINAZIONE Tab. 3- Primi 4 Paesi di destinazione delle esportazioni di mobili delle principali province italiane del settore-classifica paesi in base ai dati del (valori in milioni di euro) IV trim var. % IV trim 2009/ IV trim 2008 var. % 2009/ 2008 Totale provincia di 123,7 462,2-16,9% -23,4% Francia 24,8 93,9 0,2% -11,1% Germania 18,2 75,0-12,0% -12,9% Regno Unito 11,0 40,5-1,2% -29,3% Stati Uniti 7,0 26,4-36,2% -42,0% Totale provincia di Pordenone 154,4 593,5-12,7% -22,0% Germania 26,3 95,9 15,2% 1,5% Francia 22,2 85,4 7,3% -7,4% Regno Unito 21,2 80,6-3,3% -48,3% Russia 13,1 77,2-62,6% -38,1% Totale provincia di 321,1 1180,7-9,0% -16,0% Germania 65,4 230,6 18,2% 2,2% Francia 48,3 192,6 1,1% -1,2% Regno Unito 37,1 136,8-8,8% -33,2% Russia 28,2 94,2-26,9% -27,2% Totale provincia di 135,2 483,6-17,3% -20,3% Russia 18,7 58,6-7,7% -13,6% Francia 12,0 57,3-29,9% -13,8% Svizzera 16,2 45,0 22,4% -4,1% Stati Uniti 12,5 42,8-24,5% -33,1% Totale provincia di 249,1 847,1-17,7% -23,5% Francia 36,5 125,6-0,7% -16,8% Germania 19,3 69,9-17,6% -20,2% Svizzera 21,4 68,6-4,8% -11,3% Stati Uniti 18,7 68,4-38,6% -36,9% Totale provincia di Pesaro-Urbino 75,9 270,9-30,1% -32,0% Russia 13,9 46,3-27,1% -27,4% Francia 7,6 31,5-11,8% -18,5% Germania 4,5 15,9-19,0% -29,8% Libia 3,2 14,3-47,4% -18,9% Totale provincia di Bari 105,9 390,7-17,4% -17,4% Regno Unito 26,3 93,9-12,8% -21,2% Belgio 10,6 38,3-3,0% -8,3% Francia 8,5 37,2-20,5% -11,0% Stati Uniti 10,5 31,1-27,0% -14,1% Totale provincia di Matera 15,0 53,7-18,2% -34,1% Francia 3,5 13,0-24,2% -14,3% Regno Unito 3,0 12,8-35,1% -47,4% Belgio 2,2 8,9-10,1% -3,4% Germania 1,5 4,1 65,9% 46,3% 11

11 Tab. 4- Evoluzione storica dell export annuale di mobili delle prime 15 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Pordenone Pesaro-Urbino Bari Matera Vicenza Pistoia Padova Brescia Bergamo Forlì Cesena Bologna Graf. 5- Evoluzione storica dell export annuale di mobili delle prime 8 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Pordenone Pesaro-Urbino Bari Matera

12 Tab. 5- Variazione dell export annuale di mobili delle prime 15 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (variazioni % rispetto all anno precedente) ,5% 1,0% -7,0% -3,5% -9,7% -6,3% -5,5% -11,2% -23,4% Pordenone 6,3% -2,5% -7,4% 4,5% 4,4% 7,7% 9,7% -2,9% -22,0% 7,8% 0,9% 0,6% 6,1% -0,4% 22,8% 12,7% -2,2% -16,0% -0,7% -8,9% -3,4% -3,3% 2,7% 15,8% 15,2% 9,3% -20,3% 2,3% -4,7% -6,5% 2,4% 6,4% 10,3% 7,0% -0,6% -23,5% Pesaro-Urbino 2,4% -4,5% -20,6% 1,4% -2,5% 4,4% 4,0% -6,2% -32,0% Bari 9,7% -2,7% -11,7% -1,0% -18,2% -12,7% -12,5% -15,6% -17,4% Matera 0,9% 21,2% 20,1% -2,8% -23,8% -31,5% -17,2% -32,7% -34,1% Vicenza 2,7% -6,9% -10,0% 7,0% -8,9% 12,8% 7,3% -16,7% -25,3% Pistoia 10,9% 1,2% -4,3% 17,5% -1,0% 4,0% -3,2% -17,6% -15,9% Padova -3,7% -1,4% -11,2% 5,5% -4,8% 6,0% 8,0% -5,6% -27,9% Brescia 17,5% -21,1% 26,4% 12,8% 2,4% 12,5% -3,9% -8,4% -18,4% Bergamo -4,2% -8,4% -2,1% 4,8% 0,0% 3,7% 20,5% -12,3% -20,6% Forlì Cesena 0,2% -1,2% -8,7% 5,6% -3,9% -5,9% 12,7% -6,3% -7,9% Bologna -9,0% -2,0% -9,7% 23,0% 10,4% 8,3% 16,9% -4,2% -29,9% Graf. 6- Variazione dell export annuale di mobili delle prime 8 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (variazioni % rispetto all anno precedente) 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% -10,0% -20,0% Pordenone Pesaro-Urbino Bari Matera -30,0% -40,0% 13

13 Tab. 6- Importazioni e esportazioni di mobili (valori in milioni di euro) 14

14 OSSERVATORIO LEGNO E PRODOTTI IN LEGNO NOTA Macro-settore Legno: comprende tutti i prodotti in legno (esclusi i mobili), sughero, paglia e materiali di intreccio. 15

15 Grafico 7- Ripartizione per provincia dell export nazionale di legno e prodotti in legno nel % Bolzano 8% Altre province 39% 7% 6% 5% Venezia 2% Mantova 5% Cuneo 2% Bergamo 2% Perugia 2% Firenze 2% Pordenone 2% 4% Pordenone 3% Torino 3% Tab. 7- Valore dell export delle principali province italiane esportatrici di legno e prodotti in legno nel 2009 (valori in euro) Bolzano Mantova Forlì Cesena Vicenza Bergamo Pordenone Firenze Cuneo Venezia Perugia Torino Altre province Nel 2009 le prime quindici province italiane e- sportatrici di legno e prodotti in legno hanno e- sportato oltre 700 milioni di euro, valore in diminuzione del 24,4% rispetto al Lievemente inferiore il calo delle restanti province italiane (-22,4%). si conferma la principale provincia esportatrice italiana di legno e prodotti in legno, anche se i suoi valori di export risultano in calo rispetto allo scorso anno, seguita da Bolzano, che si muove in controtendenza rispetto a tutte le altre province e incrementa la sua quota di export sulle esportazioni nazionali di due punti percentuali. 16

16 Tab. 8- Andamento dell export di legno e prodotti in legno delle principali province esportatrici Province Var. % IV Trim. 2009/ IV Trim Var. % 2009/ ,2% -30,2% -8,4% -13,5% 11,3% -18,2% Bolzano 6,7% 1% -7% -32,7% Mantova 15% -23,5% Forlì Cesena -29,3% -36,3% Firenze -15,6% -32,3% Altre province -11% -24,8% 17

17 Grafico 8- Andamento dell'export di legno e prodotti in legno delle prime 15 province esportatrici italiane Var. % 2009/2008 ; -30,2% ; -13,5% Forlì Cesena ; -36,3% ; -32,7% Firenze ; -32,3% Mantova ; -23,5% Venezia ; -23,8% ; -18,2% Bolzano; 1,0% Bergamo ; -27,5% Torino ; -29,1% Vicenza ; -35,0% Cuneo ; -22,6% Pordenone ; -32,1% Perugia ; -36,0% Nel 2009 si registrano consistenti diminuzioni nei valori di export di legno e prodotti in legno di tutte le province analizzate, ad eccezione di Bolzano che, seppur con una modesta crescita, riesce a muoversi in controtendenza non solo rispetto alle altre province esportatrici ma anche rispetto ad una situazione di calo generalizzato dell export italiano. 18

18 Grafico 9- Variazione % delle esportazioni trimestrali di legno e prodotti in legno delle principali province italiane del settore rispetto al corrispondente trimestre dell anno precedente (NB cfr. nota a pag. 2) 20% 10% 0% -10% -20% -30% -40% 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim 2009 Bolzano Mantova Forlì Cesena Firenze -50% -60% Osservando i singoli trimestri del 2009 si evidenzia un miglioramento nelle performance delle province dalla seconda metà dell anno. In particolare Bolzano registra ben due trimestri con variazioni tendenziali positive, mentre le province di e Mantova mettono a segno un risultato positivo solo nel quarto trimestre. Tutte le altre province analizzate non registrano performance trimestrali positive ma riescono nella seconda parte dell anno a rallentare la caduta dell export. 19

19 Grafico 9bis- Dinamica congiunturale delle esportazioni di legno e prodotti in legno delle principali province italiane del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Bolzano Mantova Forlì Cesena Firenze 0 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim

20 Grafico 10- Primi tre Paesi di destinazione delle esportazioni di legno e prodotti in legno delle principali province esportatrici (var. % 2009/2008) -40,9% -31,7% 11,6% -40,5% -10,1% -3,2% -30,8% -8,2% 72,1% -2,2% 2,4% 10,7% Bolzano Stati Uniti -30,1% -20,2% 33,7% Russia Germania Regno Unito -25,1% -10,2% -15,1% Mantova Francia Svizzera Tunisia -48,7% -35,0% -6,6% Forlì Cesena Libano Israele Austria -56,5% -30,0% -9,3% Firenze Nonostante il difficile anno per l export di legno e prodotti in legno delle principali province esportatrici italiane, alcune province riescono a trovare un po di slancio su alcuni mercati nella seconda parte dell anno, anche se non sufficiente per poter parlare di recupero. In particolare nel quarto trimestre 2009 la maggior parte delle province analizzate mostra una ripresa sul mercato tedesco e quello francese. 21

21 Grafico 10bis- Primi tre Paesi di destinazione delle esportazioni di legno e prodotti in legno delle principali province esportatrici (var. % 2009/2008) Russia; -40,9% Germania; -31,7% Svizzera ; 11,6% Francia ; -40,5% Regno Unito ; -10,1% Germania; -3,2% Germania ; -30,8% Svizzera ; -8,2% Francia ; 72,1% Austria ; -2,2% Germania ; 2,4% Svizzera ; 10,7% Bolzano Libano; -30,1% Israele; -20,2% Tunisia; 33,7% Germania ; -25,1% Francia ; -10,2% Austria; -15,1% Mantova Stati Uniti ; -48,7% Francia; -35,0% Germania ; -6,6% Forlì Cesena Stati Uniti; -56,5% Francia; -30,0% Regno Unito ; -9,3% Firenze Nel 2009 la provincia di cresce verso la Svizzera (+11,6%), grazie soprattutto al buon andamento dell export nel secondo semestre dell anno. Il grafico 10bis mostra inoltre i cali della provincia di verso tutti i tre principali paesi di destinazione, ma non evidenzia il rimbalzo nel quarto trimestre verso il Regno Unito e la Germania, verso cui la provincia trevigiana registra una crescita tendenziale rispettivamente del +21,4% e del +3,9%. Da segnalare la consistente crescita del export della provincia di verso la Francia, tale per cui il mercato francese si posiziona nel 2009 come secondo mercato di sbocco dopo la Germania. La provincia di Bolzano, unica a crescere nel 2009, mette a segno risultati positivi verso due dei suoi più importanti mercati, la Germania e la Svizzera, inoltre nel quarto trimestre è la sola provincia che cresce verso tutti e quattro i suoi principali mercati di sbocco (vedi tabella 9). La provincia di nel quarto trimestre vede diminuire il suo export verso il Libano, dopo una forte crescita nel terzo trimestre, al contrario incrementa l export verso la Tunisia nel quarto trimestre dopo il calo del trimestre precedente; nel intero anno il risultato migliore è messo a segno verso la Tunisia (+33,7%). Le restanti province (Mantova, Forlì-Cesena e Firenze) chiudono l anno in negativo verso i primi paesi di destinazione ma verso alcuni di essi nel quarto trimestre si evidenziano i primi segnali di recupero. 22

22 PAESI DI DESTINAZIONE Tab. 9- Primi 4 Paesi di destinazione delle esportazioni di legno e prodotti in legno delle principali province italiane del settore - Classifica paesi in base ai dati del (valori in milioni di euro) IV trim var. % IV trim 2009/ IV trim 2008 var. % 2009/ 2008 Totale provincia di 22,2 84,0-24,2% -30,2% Svizzera 3,5 9,6 75,1% 11,6% Russia 2,6 8,4-32,3% -40,9% Germania 1,9 6,5 6,3% -31,7% Francia 1,4 5,6-22,5% -40,4% Totale provincia di 26,3 97,8-8,4% -13,5% Regno Unito 3,5 14,1 21,4% -10,1% Germania 3,3 13,9 3,9% -3,2% Francia 1,3 5,7-21,9% -40,5% Romania 1,4 5,5-20,7% 10,9% Totale provincia di 18,3 68,3 11,3% -18,2% Germania 3,0 12,4-2,3% -30,8% Francia 1,4 6,8 66,3% 72,1% Svizzera 1,9 6,5 7,8% -8,2% India 0,9 3,6-11,2% -24,8% Totale provincia di Bolzano 25,7 91,6 6,7% 1,0% Germania 7,4 26,6 4,9% 2,4% Austria 7,4 23,2 7,5% -2,2% Svizzera 5,2 18,2 19,4% 10,7% Francia 1,9 6,5 58,4% 2,2% Totale provincia di 17,5 55,3-7,0% -32,7% Libano 2,3 5,1-29,1% -30,1% Tunisia 1,8 4,0 208,0% 33,7% Israele 1,8 3,7 29,9% -20,2% Libia 0,8 3,6 22,6% 54,2% Totale provincia di Mantova 15,8 55,0 15,0% -23,5% Germania 5,0 18,5 15,6% -25,1% Francia 2,4 7,9 43,7% -10,2% Austria 0,7 2,7-1,3% -15,1% Regno Unito 0,7 2,5 48,5% -26,1% Totale provincia di Forlì Cesena 12,5 47,6-29,3% -36,3% Germania 1,6 5,8 5,8% -6,6% Stati Uniti 1,6 5,4-37,8% -48,7% Francia 1,3 4,3 4,6% -35,0% Russia 0,4 3,1-65,5% -21,3% Totale provincia di Firenze 7,5 27,4-15,6% -32,3% Regno Unito 1,0 4,0 13,9% -9,3% Stati Uniti 1,0 3,5-36,4% -56,5% Francia 0,8 3,4-20,0% -30,0% Grecia 0,3 1,9-36,6% -15,7% 23

23 Tab. 10- Evoluzione storica dell export annuale di legno e prodotti in legno delle prime 15 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Bolzano Mantova Forlì Cesena Firenze Venezia Bergamo Torino Vicenza Cuneo Pordenone Perugia Graf. 11- Evoluzione storica dell export annuale di legno e prodotti in legno delle prime 8 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) Bolzano Mantova Forlì Cesena Firenze

24 Tab. 11- Variazione dell export annuale di legno e prodotti in legno delle Prime 15 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (variazioni % rispetto all anno precedente) ,6% 5,9% 8,5% 1,8% 4,1% 8,6% 8,7% -6,5% -30,2% -2,9% -2,7% -16,3% 10,5% -1,4% 7,2% 10,4% -10,5% -13,5% 8,1% 5,9% 1,6% 5,2% -2,4% -2,6% 15,5% -15,0% -18,2% Bolzano -3,3% -0,9% -6,8% 6,1% -0,1% 18,7% 3,7% -6,6% 1,0% -14,4% 24,2% -35,8% 19,4% -8,8% -0,2% 14,1% -5,0% -32,7% Mantova 8,7% -4,6% -4,5% 10,0% -15,6% 4,4% 18,2% 0,7% -23,5% Forlì Cesena -11,4% 13,4% -10,2% 10,0% 15,9% 16,2% 17,6% -3,6% -36,3% Firenze 3,4% -6,1% -16,1% 1,8% -16,0% -6,9% -4,6% -14,2% -32,3% Venezia -8,1% -5,7% -12,2% -5,3% -2,3% 10,5% 7,9% -27,9% -23,8% Bergamo 20,7% -33,0% -18,2% 20,7% -1,6% 3,4% 4,9% -7,6% -27,5% Torino -3,9% -7,0% -4,6% 3,5% -4,1% 6,0% 7,3% -10,2% -29,1% Vicenza -18,7% -1,8% -11,1% 20,4% 12,3% 40,1% 13,1% 0,6% -35,0% Cuneo 11,1% -3,0% -5,0% -5,2% -2,5% 14,5% 4,3% -1,8% -22,6% Pordenone 4,2% -13,5% -25,6% -1,7% 8,6% 27,8% 13,9% 7,6% -32,1% Perugia -3,9% -3,3% 7,6% 7,2% -22,2% 10,5% 16,1% 15,3% -36,0% Graf. 12- Variazione dell export annuale di legno e prodotti in legno delle prime 8 province del settore (NB cfr. nota a pag. 2) (valori in milioni di euro) 30% 20% 10% 0% -10% -20% Bolzano Mantova Forlì Cesena Firenze -30% -40% 25

25 Tab. 13- Importazioni e esportazioni di legno e prodotti in legno (valori in milioni di euro) 26

OSSERVATORIO TERRITORIALE CENTRO STUDI COSMIT/FEDERLEGNOARREDO. Principali province esportatrici FONDAZIONE EDISON

OSSERVATORIO TERRITORIALE CENTRO STUDI COSMIT/FEDERLEGNOARREDO. Principali province esportatrici FONDAZIONE EDISON FONDAZIONE EDISON CENTRO STUDI COSMIT/FEDERLEGNOARREDO Principali province esportatrici 1090141014 121142434 1 1 2 1 31431415144546 1 5 16 617 474 1 8 71 181 4 9 8 9 5 1 2 0 9 0 5 OSSERVATORIO TERRITORIALE

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

3. Il Commercio Internazionale

3. Il Commercio Internazionale 27 Bollettino di Statistica 3. Il Commercio Internazionale Aumenta l export napoletano Nei primi nove mesi del 2011 il valore a prezzi correnti delle esportazioni della provincia di Napoli ammonta ad oltre

Dettagli

Il commercio estero di Prato

Il commercio estero di Prato Centro Studi 17-mar-15 Il commercio estero di Prato trimestre 2014 e anno 2014 Unione Industriale Pratese, ufficio studi Andamento dell'export 2014 nelle province italiane più industrializzate (Club dei

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Unione Industriale Pratese - Centro Studi Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Valori (milioni di Euro) Var. % tendenziali anno 2012 4 trimestre (2012 ott-dic) 2012 / 2011 4 trimestre (ott

Dettagli

Il commercio estero di Prato

Il commercio estero di Prato Centro Studi 16-dic-15 Il commercio estero di Prato 3 trimestre 2015 L'export manifatturiero in provincia di Prato Variazioni % tendenziali valori all'export. Ateco 2007 "C" provincia di Prato 20,0 2014-1

Dettagli

Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato

Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato Centro Studi 18-mar-14 Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato 4 trimestre 2013 Unione Industriale Pratese, Area Studi L'export manifatturiero in provincia di Prato (var. % tend. trimestrali

Dettagli

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 1 ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 Premessa In questo rapporto si intende esaminare la dinamica del commercio estero nella provincia del Verbano

Dettagli

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO 8. TESSILE ABBIGLIAMENTO I NUMERI DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO AL 31/12/2015 Imprese 2.459 di cui artigiane 1.573 Localizzazioni 2.814 dati Registro Imprese Il settore tessileabbigliamento della provincia

Dettagli

COMMERCIO ESTERO MARCHE RUSSIA - DATI 2012

COMMERCIO ESTERO MARCHE RUSSIA - DATI 2012 COMMERCIO ESTERO MARCHE RUSSIA - DATI 2012 Elaborazioni Marzo 2013 Fonte dei dati import export : ISTAT COEWEB REGIONE MARCHE Sistema Informativo Statistico e-mail: Funzione.SIStatistico@regione.marche.it

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani

Provincia di Barletta Andria Trani Provincia di Barletta Andria Trani COMMERCIO ESTERO IV TRIMESTRE 2011 A cura di Settore Sviluppo Produttivo, Agricoltura e Aziende agricole Servizio Promozione IV Trimestre 2011 Pagina 1 Note Generali

Dettagli

Elaborazione flash. Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America

Elaborazione flash. Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 27/01/2017 Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America Gli Stati Uniti d'america sono il terzo paese partner dopo

Dettagli

Presentazione Annuario Istat-Ice 2016

Presentazione Annuario Istat-Ice 2016 Presentazione Annuario Istat-Ice 2016 Commercio estero ed attività internazionali delle imprese Giorgio Alleva Presidente dell Istituto Nazionale di Statistica Outline Le principali novità dell Annuario

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 24 Febbraio 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità L economia vista dai mercati a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE 59000 58500 58828 Totaleimpreseregistrate. Reggio Emilia. Serie

Dettagli

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo 26/06/2014 Le esportazioni originate dalla provincia di Bergamo

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/11/2014. Le esportazioni del settore Orafo

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/11/2014. Le esportazioni del settore Orafo ago-11 ott-11 dic-11 feb-12 apr-12 giu-12 ago-12 ott-12 dic-12 feb-13 apr-13 giu-13 ago-13 ott-13 dic-13 feb-14 apr-14 giu-14 ago-14 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza Ad agosto 2014

Dettagli

I dati Import-Export II Trimestre 2015

I dati Import-Export II Trimestre 2015 In collaborazione con il Consorzio Mantova Export Comunicato stampa Mantova, 22 settembre I dati Import-Export II Trimestre Nel primo semestre dell anno, secondo i dati Istat, si conferma la ripresa del

Dettagli

STATISTICHE ESTERO FILIERA LEGNO-ARREDO 1 semestre novembre 2010

STATISTICHE ESTERO FILIERA LEGNO-ARREDO 1 semestre novembre 2010 STATISTICHE ESTERO FILIERA LEGNO-ARREDO 1 semestre 2010 30 novembre 2010 La situazione nazionale Export mobili Italia Export Pordenone Benchmarking Italia Performance Paesi BRIC Area Mediterraneo+Africa

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011 Le esportazioni della provincia di Modena Gennaio Settembre 2011 I dati diffusi da Istat, ed elaborati dal Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio, incorporano le rettifiche effettuate dall

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 ed il

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 ed il Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 2 trimestre 2017 Dati generali I dati di fonte Istat del secondo trimestre 2017 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo

Dettagli

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3 LE ESPORTAZIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2017 AUMENTO IN LIGURIA DEL 19,7% Nel primo semestre del 2017 in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento dell 8,0% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO 8. TESSILE ABBIGLIAMENTO I NUMERI DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO AL 31/12/2016 Imprese 2.373 di cui artigiane 1.506 Localizzazioni 2.733 dati Registro Imprese Il settore tessileabbigliamento della provincia

Dettagli

il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine

il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine il settore Legno Arredo nell Economia della provincia di Udine aprile 2017 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Il legno mobile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 2017 (+2,5% (+2,4%). ( ( ) ( ) ,5%, (+6,1%). 2,7% (+19,9%). A

COMUNICATO STAMPA 2017 (+2,5% (+2,4%). ( ( ) ( ) ,5%, (+6,1%). 2,7% (+19,9%). A Padova, 01 febbraio 2018 COMUNICATO STAMPA Nel 2017 il reddito medio pro capite in Veneto (+2,5% in valore) si è attestato a 20.500 euro, con una media nazionale che è stata pari a 19.086 euro (+2,4%).

Dettagli

9. BIOMEDICALE. I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2016 imprese 95 di cui artigiane 34 Localizzazioni 161

9. BIOMEDICALE. I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2016 imprese 95 di cui artigiane 34 Localizzazioni 161 9. BIOMEDICALE I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2016 imprese 95 di cui artigiane 34 Localizzazioni 161 dati Registro Imprese Il settore biomedicale non conta un numero elevato di aziende, tuttavia riveste

Dettagli

COMPRAVENDITE DI IMMOBILI A USO ABITATIVO IN CAMPANIA numero

COMPRAVENDITE DI IMMOBILI A USO ABITATIVO IN CAMPANIA numero IL MERCATO IMMOBILIARE IN CAMPANIA Le compravendite. Il mercato immobiliare residenziale della Campania mostra nel 2007 una flessione degli immobili scambiati che si aggiunge a quella, più contenuta, già

Dettagli

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo)

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo) Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona - 2 trimestre 2015 - Dati generali I dati ISTAT del secondo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo aprile-giugno,

Dettagli

9. BIOMEDICALE. I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2015 imprese 96 di cui artigiane 34 Localizzazioni 177

9. BIOMEDICALE. I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2015 imprese 96 di cui artigiane 34 Localizzazioni 177 9. BIOMEDICALE I NUMERI DEL BIOMEDICALE AL 31/12/2015 imprese 96 di cui artigiane 34 Localizzazioni 177 dati Registro Imprese Il settore biomedicale non conta un numero elevato di aziende, tuttavia riveste

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 26/2017

COMUNICATO STAMPA 26/2017 AI GIORNALI E CORRISPONDENTI DELLE PROVINCE DI BIELLA E VERCELLI LORO SEDI COMUNICATO STAMPA 26/2017 EXPORT: NEL 1 TRIMESTRE 2017 AUMENTO SOSTENUTO PER BIELLA E VERCELLI Le vendite all'estero crescono

Dettagli

4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE

4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE 4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE 4.1 Il commercio con l estero Nel periodo gennaio dicembre il valore delle esportazioni della provincia di Napoli ha registrato un aumento del 6,7% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017

A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017 La dinamica dell export provinciale Sintesi anno 2016 A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017 2 Andamento export e fatturato estero provincia di Padova nel 2016 Fonti disponibili ibili Dati Istat

Dettagli

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 maggio 2017 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Indice Il contesto internazionale

Dettagli

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Presidente Istat Presentazione Annuario Istat-Ice 2017 Milano, 13 luglio 2017 OUTLINE Operatori

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2014) L export brindisino nel primo trimestre 2014 registra un +0,7% rispetto al primo trimestre 2013 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 dicembre 2014 III Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel terzo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri sono in aumento sia per le

Dettagli

Lo stato di salute della filiera del legnoarredo. Il legnoarredo e Il territorio. 2016: si consolida la ripresa

Lo stato di salute della filiera del legnoarredo. Il legnoarredo e Il territorio. 2016: si consolida la ripresa RAPPORTO FLA 2016 Lo stato di salute della filiera del legnoarredo 2016: si consolida la ripresa L andamento del nostro settore nel 2015 e nel 2016 ha mostrato segnali di ripresa significativi dopo i lunghi

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 1 trimestre 2015 Dati generali I dati ISTAT del primo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo gennaiomarzo,

Dettagli

Movimento turistico complessivo Liguria Arrivi

Movimento turistico complessivo Liguria Arrivi TURISMO : LA LIGURIA CHIUDE L ANNO CON SEGNO POSITIVO Buona performance sia degli italiani che degli stranieri. L imperiese in recupero. Con oltre 4 milioni di arrivi e quasi 13 milioni e mezzo di giornate

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare e delle bevande) n.4.229 imprese, 4.755 localizzazioni di impresa (dati Censimento

Dettagli

LA LOMBARDIA E IL COMMERCIO INTERNAZIONALE IL SETTORE DEL TESSILE E ABBIGLIAMENTO. A cura di PROMETEIA per UNIONCAMERE LOMBARDIA

LA LOMBARDIA E IL COMMERCIO INTERNAZIONALE IL SETTORE DEL TESSILE E ABBIGLIAMENTO. A cura di PROMETEIA per UNIONCAMERE LOMBARDIA LA LOMBARDIA E IL COMMERCIO INTERNAZIONALE IL SETTORE DEL TESSILE E ABBIGLIAMENTO A cura di PROMETEIA per UNIONCAMERE LOMBARDIA Settembre 2007 INDICE 1. IL TESSILE E ABBIGLIAMENTO SUI MERCATI INTERNAZIONALI...1

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Centro Studi Ufficio Statistica e Prezzi IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Aprile 2016 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273223 273224 - fax +39 0432 512408 - email: unioncamerefvg@ud.camcom.it

Dettagli

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Venezia, 24 novembre 2016 EVOLUZIONE DEL COMMERCIO CON L ESTERO PER AREE E SETTORI Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Riccardo Landi Direttore Ufficio di Supporto per la Pianificazione

Dettagli

Tel

Tel Servizio relazioni con i media Tel. 02/8515.5224-5298 Tel. 0392807511 0392807521 3356413321. Comunicati www.mi.camcom.it Grazie al vertice Asem la reputazione di Milano nel mondo spicca il volo Cdc- Voices

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro

Rilevazione sulle forze di lavoro 18 aprile 2006 Rilevazione sulle forze di lavoro Media 2005 All indirizzo http://www.istat.it/lavoro/lavret/ l Istat rende oggi disponibili i dati della media 2005 della rilevazione sulle forze di lavoro.

Dettagli

MONITOR. I Trimestre legno-arredo. a cura del Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA

MONITOR. I Trimestre legno-arredo. a cura del Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA MONITOR legno-arredo I Trimestre 2016 % a cura del Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA Monitor Legno- Arredo del Campione All'indagine sul 1 trimestre 2016 hanno partecipato complessivamente 305

Dettagli

Commercio estero ANALISI BILANCIA COMMERCIALE

Commercio estero ANALISI BILANCIA COMMERCIALE Commercio Estero Commercio estero ANALISI BILANCIA COMMERCIALE Le indagini della congiuntura italiana evidenziano, per l anno 2000, una ripresa delle attività produttive, accompagnata tuttavia da alcune

Dettagli

Fig. 1 - Italia: arrivi e presenze internazionali (valori assoluti ) Fonte: elaborazione Confturismo su dati Istat

Fig. 1 - Italia: arrivi e presenze internazionali (valori assoluti ) Fonte: elaborazione Confturismo su dati Istat Il turismo italiano dipende sempre di più dai flussi internazionali. Nel 2016 gli arrivi stranieri sono stati poco meno di 56 milioni con una crescita dell 1% sull anno precedente. Si consolida lo straordinario

Dettagli

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA Nei primi 9 mesi del 2016 in Italia si è registrata una crescita tendenziale dell export pari allo 0,5%, sintesi del contributo positivo dell Italia

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Flash Costruzioni

Flash Costruzioni 23 ottobre 2017 Flash Costruzioni 2.2017 Nel secondo trimestre del 2017, sulla base dell indagine VenetoCongiuntura, il fatturato delle imprese di costruzioni ha registrato una situazione di sostanziale

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2015 ed il 2016

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2015 ed il 2016 Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 1 trimestre 2016 Dati generali I dati di fonte Istat del primo trimestre 2016 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo gennaiomarzo,

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO C O M U N I C A T O S T A M P A IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO Diffusi i dati relativi all import-export 2003 Mantova, 30.03.2004 Dall analisi dei dati sul commercio estero, condotta dal Servizio Informazione

Dettagli

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016 LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Gennaio 2016 DATI CONGIUNTURALI: I PRIMI NOVE MESI DEL 2015 2 LE ESPORTAZIONI REGIONALI NEL 2015 Nei primi nove mesi del 2015 l

Dettagli

Premessa. Entrate tributarie

Premessa. Entrate tributarie 2 Premessa Le informazioni diffuse con i Bollettini mensili sulle entrate tributarie di Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Regno Unito e Spagna, pubblicati sui portali web istituzionali dalle Amministrazioni

Dettagli

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Udine, 8 giugno 2017 Agenda 1 1 L evoluzione delle quote

Dettagli

IND AGINE CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE MANIFATTURIERE, EDILI, COMMERCIALI E ARTIGIANE

IND AGINE CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE MANIFATTURIERE, EDILI, COMMERCIALI E ARTIGIANE L Aquila, 13 dicembre 2016 Comunicato stampa IND AGINE CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE MANIFATTURIERE, EDILI, COMMERCIALI E ARTIGIANE INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE MANIFATTURIERE II TRIMESTRE 2016 Variazioni

Dettagli

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 L'edizione 2014 dell'annuario statistico realizzato dall'istat e l'ice fornisce un quadro aggiornato sulla struttura e la dinamica dell'interscambio

Dettagli

Il turismo nel comune di Mantova

Il turismo nel comune di Mantova Il turismo nel comune di Mantova IN BREVE +24% gli arrivi di turisti italiani e stranieri nel 213 +6,1% le presenze; in calo la permanenza media che passa da 2,2 gg/vacanza nel 212 a 1,88 gg/vacanza nel

Dettagli

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017 La bilancia commerciale agroalimentare nazionale gennaio-settembre 2017 Roma, 21/12/2017 La bilancia agroalimentare nazionale nel periodo gennaio-settembre 2017 Le esportazioni agroalimentari italiane

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 febbraio 015 Dicembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a dicembre 014 si registra un aumento dell export (+,6%) e una diminuzione dell import (-1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017)

NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017) NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017) In Italia nei primi mesi dell anno in corso, sembra consolidarsi la moderata fase espansiva che sta caratterizzando il settore metalmeccanico a

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 APRILE 2016 L indice del commercio mondiale è leggermente calato a gennaio 2016 a seguito della contrazione dell export dei paesi sviluppati e dei paesi emergenti. La

Dettagli

LA SIDERURGIA ITALIANA. Osservatorio Congiunturale Milano, 14 ottobre 2016

LA SIDERURGIA ITALIANA. Osservatorio Congiunturale Milano, 14 ottobre 2016 LA SIDERURGIA ITALIANA Osservatorio Congiunturale Milano, 14 ottobre La produzione mondiale Produzione mondiale Produzione mondiale 1800 1600 1400 1200 1000 800 600 400 1995 1996 1997 1998 1999 Tasso di

Dettagli

Focus: giugno 2016. quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA

Focus: giugno 2016. quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA Focus: giugno 2016 quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA QUADRO MACROECONOMICO INDICATORE 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Popolazione (milioni)

Dettagli

Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza

Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza COMUNE DI Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia COMUNE

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 giugno 2014 I Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel primo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano stazionarie per l Italia

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO

L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO O S S E R V A T O R I O E C O N O M I C O A G R O A L I M E N T A R E L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO Report 2016 INDICE: 1. Esportazioni di vino dal Veneto 2. Esportazioni dei vini fermi in bottiglia

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 settembre 2013 II Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre del 2013, la crescita congiunturale del complesso delle esportazioni dell Italia dello (+0,4%) è la sintesi

Dettagli

Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche

Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche Aprile 2015 Dati dimensionali: Imprese, Produzione, Unità di lavoro, Produttività del lavoro... pag.

Dettagli

Comunicato stampa del 24 marzo 2017

Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Brusca frenata dell export in Sardegna: tengono le esportazioni nei Paesi dell Ue grazie al siderurgico, ma la domanda di prodotti sardi è in caduta libera Il 2016 si

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016

SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016 SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016 Nel 2015 il settore ha beneficiato ancora della spinta generata dal fatturato estero (6,5 miliardi il valore complessivo delle merci esportate),

Dettagli

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO 2012 Agenzia per la promozione all estero e e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Maggio 2013 IL QUADRO CONGIUNTURALE Congiuntura

Dettagli

Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010

Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010 Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010 Analisi congiunturale 2 trimestre 2010 industria, artigianato e commercio A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera di Commercio

Dettagli

Newsletter ARIFL - IO LAVORO

Newsletter ARIFL - IO LAVORO Newsletter ARIFL - IO LAVORO Numero 6 Settimana 11 Dicembre - 17 Dicembre 2009 I dati Istat sull occupazione: occupati a -1,5% (-65mila) cresce il numero di persone in cerca di occupazione +4% (+9mila)

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GENNAIO 2017 L indice del commercio mondiale è calato a ottobre 2016 a seguito della leggera riduzione dell export dei paesi sviluppati e del calo più marcato dell export

Dettagli

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 05/04/2016

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 05/04/2016 Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 05/04/2016 Export settori di Micro e Piccola Impresa in salita del 14,1% e meglio del manifatturiero non energetico (+13,5%) e in controtendenza

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali provvisori in migliaia di euro 1 trimestre trimestre 2013 Dati grezzi

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali provvisori in migliaia di euro 1 trimestre trimestre 2013 Dati grezzi Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona - 1 trimestre 2014 - Dati generali I dati ISTAT del primo trimestre 2014 sul commercio estero - ancora provvisori - indicano che nel periodo gennaio-marzo,

Dettagli

Segno negativo per la produzione industriale a gennaio 2017: -0,5%. Rallenta anche il settore automotive, ma mantiene il segno positivo: +0,5%.

Segno negativo per la produzione industriale a gennaio 2017: -0,5%. Rallenta anche il settore automotive, ma mantiene il segno positivo: +0,5%. Segno negativo per la produzione industriale a gennaio 2017: -0,5%. Rallenta anche il settore automotive, ma mantiene il segno positivo: +0,5%. Produzione industriale Secondo i dati diffusi da ISTAT, a

Dettagli

LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA

LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA 309 LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA 17 Settembre2013 1 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente EXECUTIVE SUMMARY 2 Il 16 settembre

Dettagli

La congiuntura manifatturiera in provincia di Pisa

La congiuntura manifatturiera in provincia di Pisa La congiuntura manifatturiera in provincia di Pisa Consuntivo I trimestre 2014 aspettative II trimestre 2014 Pisa, 30 ottobre 2014. Nel primo trimestre 2014 la produzione industriale mondiale, secondo

Dettagli

Osservatorio & Ricerca

Osservatorio & Ricerca Osservatorio & Ricerca IL MERCATO DEL LAVORO VENETO NEL PRIMO TRIMESTRE 2016 Sintesi Grafica Maggio 2016 IL MERCATO DEL LAVORO VENETO NEL PRIMO TRIMESTRE 2016 LE PREVISIONI Nel primo trimestre del 2016

Dettagli

LA FILIERA DELLA MODA IN EMILIA-ROMAGNA Alcuni dati di sintesi. 6 aprile 2017

LA FILIERA DELLA MODA IN EMILIA-ROMAGNA Alcuni dati di sintesi. 6 aprile 2017 LA FILIERA DELLA MODA IN EMILIA-ROMAGNA Alcuni dati di sintesi 6 aprile 2017 La filiera della Moda La Moda dell Emilia-Romagna comprende un ampia gamma di produzioni che coprono l intera filiera di prodotto,

Dettagli

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione Modena, 26 settembre 2006 Prot. 20/06 Agli Organi di informazione COMUNICATO STAMPA Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore

Dettagli

ITALIA GERMANIA DOSSIER GENNAIO

ITALIA GERMANIA DOSSIER GENNAIO ITALIA GERMANIA DOSSIER GENNAIO 2013 Aggiornamento Anno 2011 e gennaio ottobre 2012 Un focus sull andamento delle esportazioni di ortofrutta italiana, con particolare riferimento alla Germania, principale

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 13 giugno 2011 I Trimestre 2011 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel primo trimestre 2011 si rileva una crescita congiunturale delle esportazioni per tutte le ripartizioni territoriali, più marcata

Dettagli

1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento. 1.1 Il settore a livello nazionale

1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento. 1.1 Il settore a livello nazionale 1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento 1.1 Il settore a livello nazionale Nel periodo 2000-2003, il progressivo peggioramento del contesto economico, caratterizzato da una difficile congiuntura

Dettagli

DINAMICA CONGIUNTURALE DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN PROVINCIA DI BRESCIA

DINAMICA CONGIUNTURALE DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN PROVINCIA DI BRESCIA CONGIUNTURA DEL COMMERCIO AL 2 TRIMESTRE 2017 Fonte: indagine congiunturale Unioncamere Lombardia. Elaborazioni a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia. LA DINAMICA

Dettagli

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016 GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre 2016 Luglio 2016 INDICE 1. La dinamica del commercio estero della filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna

Dettagli

6. METALMECCANICO. I NUMERI DEL METALMECCANICO AL 31/12/2016 imprese di cui artigiane Localizzazioni 5.606

6. METALMECCANICO. I NUMERI DEL METALMECCANICO AL 31/12/2016 imprese di cui artigiane Localizzazioni 5.606 6. METALMECCANICO I NUMERI DEL METALMECCANICO AL 31/12/2016 imprese 4.274 di cui artigiane 2.407 Localizzazioni 5.606 dati Registro Imprese L industria metalmeccanica rappresenta un settore trainante per

Dettagli

Economia Provinciale - Rapporto Commercio Estero

Economia Provinciale - Rapporto Commercio Estero Economia Provinciale - Rapporto 2006 131 Commercio Estero Commercio Estero 133 Analisi congiunturale Dopo la congiuntura sfavorevole riscontrata negli ultimi due anni nell interscambio provinciale, (nel

Dettagli

Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche

Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche Calzature e pelletterie Sintesi di dati e informazioni economiche sul settore produttivo nelle Marche Marzo 2017 Dati dimensionali: Imprese, Produzione, Unità di lavoro, Produttività del lavoro... pag.

Dettagli

Verona, 12 Ottobre KIWI 2016/2017 Stime di produzione e commercializzazione

Verona, 12 Ottobre KIWI 2016/2017 Stime di produzione e commercializzazione Verona, 12 Ottobre 2016 KIWI 2016/2017 Stime di produzione e commercializzazione Tomas Bosi In Italia nel 2016 sono stimati poco oltre 24.350 ettari in produzione (età > di 2 anni) coltivati a kiwi, pari

Dettagli

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro.

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro. I SEMESTRE 2015: CRESCITA DELL EXPORT IN LIGURIA DEL 7% Nel primo semestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014, in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in sensibile espansione

Dettagli

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 22 3.1 L interscambio e il saldo della bilancia commerciale I dati Istat complessivi riferiti al commercio estero del 2014 confermano la ripresa dell interscambio commerciale.

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 3 trimestre 2016 Dati generali I dati di fonte Istat del terzo trimestre 2016 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo lugliosettembre,

Dettagli

Variazione % tendenziale 2017/2016. Industria (escl.costruzioni) Settore Automotive* Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29

Variazione % tendenziale 2017/2016. Industria (escl.costruzioni) Settore Automotive* Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29 Segno positivo per la produzione industriale a febbraio 2017: +1,9%. Bene anche il settore automotive, che continua la sua crescita: +6,4%. Produzione industriale Secondo i dati diffusi da ISTAT, a febbraio

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 12 marzo 2014 IV Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel quarto trimestre del 2013, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in diminuzione per

Dettagli