PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI ACCADEMICI DI I LIVELLO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI ACCADEMICI DI I LIVELLO"

Transcript

1 PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI ACCADEMICI DI I LIVELLO ARPA Esecuzione di due studi scelti dalla commissione fra sei di tecnica diversa (due per ogni autore elencato) o N.CH.BOCHSA «20 forty studies» vol.i o F.J.DIZI «48 studi» vol.i o W.POSSE «6 piccoli studi» o M. DAMASE "30 studi" Esecuzione di un brano di media difficoltà di autore del 700 (possibilmente originale per arpa oppure trascritta da altro strumento) Esecuzione di un brano di media difficoltà di autore dell'800 ( possibilmente originale per arpa) Esecuzione di un pezzo di media difficoltà di autore del 900 BASSOTUBA CANTO Due composizioni da concerto con accompagnamento di pianoforte. L esame di ammissione verterà su due prove: 1. un colloquio utile alla conoscenza del candidato, degli studi pregressi e della sua preparazione culturale e musicale, oltre a verificarne l attitudine e la motivazione artistica e formativa a seguire il corso di studi; 2. una prova esecutivo - interpretativa con programma di circa 20 minuti, equivalente a quello del vigente programma per il conseguimento del Compimento inferiore sperimentale di Canto in uso presso il Dipartimento di Canto e Teatro musicale del Conservatorio di Milano. Programma esecutivo - interpretativo dell esame: 1. Esecuzione di scale e arpeggi; 2. Esecuzione di un aria da camera, da opera, da oratorio o Messa, scritta, in lingua italiana o in latino, tra il 1600 e il 1750; 3. Esecuzione di un aria d opera scritta tra il 1750 e il 1900; 4. Esecuzione di un aria da camera o da salotto dell Ottocento italiano e un Lied o mélodie delle coeve scuole tedesche e francesi. CHITARRA SOR: uno Studio dall'op. 6 o dall' op. 29 (con esclusione dei nn. 1 e 2 op.6 e dei nn. 16, 19 e 21 op.29); VILLA LOBOS: uno dei dodici Studi; MUSICA ANTICA: un brano di rilevante impegno tecnico tratto dalla letteratura rinascimentale per liuto o vihuela o dalla letteratura barocca per chitarra barocca o liuto barocco; OTTOCENTO: una composizione di rilevante impegno virtuosistico (Sonata, Fantasia o Tema con Variazioni) o una Sonata di Paganini (in due movimenti); NOVECENTO - XXI secolo: un brano a libera scelta composto dopo il CLARINETTO esecuzione di due brani da concerto a libera scelta

2 CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE - Indirizzo MAESTRO AL CEMBALO Il candidato è libero di affrontare la prova su uno o più dei seguenti strumenti: Clavicembalo, Organo, Pianoforte. AL CLAVICEMBALO: a) D. Scarlatti: tre Sonate di carattere brillante b) J. S. Bach, Clavicembalo ben temperato: Preludi e Fughe fra quattro presentati ALL ORGANO: a) J. S. Bach, un preludio corale scelto dalla commissione fra due presentati b) una composizione di autore italiano dei secoli XVII - XVIII c) una composizione di autore francese o tedesco dei secoli XVII - XVIII AL PIANOFORTE: a) due studi di media difficoltà scelti dalla commissione fra sei presentati dal candidato, tratti da: C. Czerny: L arte di rendere agili le dita, op.740 M. Clementi, Gradus ad parnassum b) J. S. Bach, dal Clavicembalo ben temperato, un Preludio e Fuga scelto dalla commissione fra tre presentati c) esecuzione di una Sonata di uno dei seguenti autori: J. Haydn, W. A. Mozart, M. Clementi, L. van Beethoven Prova opzionale: il candidato potrà effettuare facili prove di lettura a prima vista, armonizzazione, improvvisazione sullo strumento da lui prescelto. CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE - Indirizzo ESECUTIVO Il candidato è libero di affrontare la prova su uno o più dei seguenti strumenti: Clavicembalo, Organo, Pianoforte. AL CLAVICEMBALO: a) D. Scarlatti: tre Sonate di carattere brillante b) J. S. Bach, Clavicembalo ben temperato: Preludi e Fughe fra quattro presentati ALL ORGANO: a) J. S. Bach, un preludio corale scelto dalla commissione fra due presentati b) una composizione di autore italiano dei secoli XVII - XVIII c) una composizione di autore francese o tedesco dei secoli XVII - XVIII AL PIANOFORTE: a) due studi di media difficoltà scelti dalla commissione fra sei presentati dal candidato, tratti da: C. Czerny: L arte di rendere agili le dita, op.740 M. Clementi, Gradus ad parnassum b) J. S. Bach, dal Clavicembalo ben temperato, un Preludio e Fuga scelto dalla commissione fra tre presentati c) esecuzione di una Sonata di uno dei seguenti autori: J. Haydn, W. A. Mozart, M. Clementi, L. van Beethoven Prova opzionale: il candidato potrà effettuare facili prove di lettura a prima vista, armonizzazione, improvvisazione sullo strumento da lui prescelto. COMPOSIZIONE Per poter accedere al Triennio di Composizione occorre essere in possesso del compimento medio di Composizione, sia tradizionale che sperimentale, o del Diploma di Musica Corale, o di Organo, oppure sostenere le tre seguenti prove di clausura (in un aula con pianoforte) e una verifica orale che permettano di valutare l'idoneità del candidato al corso stabilendo gli eventuali debiti o crediti. 1^ prova Durata a disposizione: 6 ore - realizzazione di un corale fiorito nello stile barocco.

3 2^ prova Durata a disposizione: 10 ore - composizione di un pezzo per pianoforte ( o, per voce e pianoforte o per strumento e pianoforte) su un incipit dato tra quelli proposti di varie epoche storiche). 3^ prova Durata a disposizione: 10 ore - realizzazione di una composizione polifonica su uno dei soggetti proposti. Verranno proposti almeno un soggetto modale, uno tonale e uno novecentesco. 4^ prova (orale): - presentazione di eventuali lavori propri; - discussione di verifica sugli elaborati scritti; - lettura, o improvvisazione al pianoforte (o su qualunque altro strumento polifonico) su un frammento tematico dato (FACOLTATIVO). - Analisi armonica di alcuni brevi estratti di brani tonali di autori diversi. Prove di ammissione di lettura della partitura: 1. Esecuzione di un preludio e fuga scelto dal Candidato dal "Clavicembalo ben temperato" di J.S. Bach; 2. lettura al pianoforte di una composizione polifonica rinascimentale a quattro parti stesa nelle chiavi di soprano, contralto, tenore e basso oppure, a scelta del Candidato, di un semplice brano di quartetto d'archi del '700; 3. lettura al pianoforte di un'aria antica, accennando con la voce la parte del canto. Tale prova sarà giudicata anche da un docente di Lettura della partitura. Se il Candidato sarà ammesso nonostante una prova di LdP insufficiente, la Commissione stabilirà un numero di ore di lezione aggiuntive di LdP che il Candidato dovrà frequentare. Prove di ammissione di Storia della Musica COMPOSIZIONE- Indirizzo MUSICOLOGIA Devono sostenere l esame di ammissione i candidati che non siano già in possesso della licenza del corso medio di Composizione (sperimentale o tradizionale), del diploma di Musica corale e direzione di coro e di Organo e composizione organistica del vecchio ordinamento, unitamente a un diploma di scuola media superiore. Attraverso le prove d esame, il candidato dovrà dimostrare di possedere una discreta preparazione storica e analitica. L esame consiste in due prove scritte della durata di dodici ore ciascuna e di un colloquio: 1. Prova scritta di Storia della musica. 2. Prova scritta di Analisi. 3. Colloquio: discussione delle prove scritte e valutazione delle conoscenze storiche e/o analitiche già acquisite dal candidato. I candidati in possesso dei titoli di ammissione, dovranno sostenere soltanto un colloquio con la commissione esaminatrice, volto a illustrare le esperienze storiche e/o analitiche maturate in ambito musicologico. CONTRABBASSO Esecuzione di scale ed arpeggi in tutti i toni, con colpi d arco (tratti indicativamente da. I. Billè, Nuovo Metodo per Contrabbasso, II Corso (ed. Ricordi); oppure da I. Caimmi, Scale ed Esercizi (ed. Fantuzzi).

4 Esecuzione di uno studio scelto dal candidato tra: Billè, Nuovo Metodo per Contrabbasso, V Corso F. Simandl, New Method for String Bass, Part II, 9 Grossen Etuden (ed. IMC) C. Montanari, 14 Studi (ed. Ricordi) R. Kreutzer, 18 Studi (ed. IMC) Esecuzione un brano per contrabbasso e pianoforte oppure del I movimento di un Concerto, di difficoltà adeguata al Corso.* Breve colloquio. * A titolo puramente esemplificativo si riportano alcuni esempi: o Capuzzi: Concerto in Re I Mov o G. B. Cimador: Concerto I Mov o W. Dalla Vecchia: Ouverture per cb. ed archi o C. Ditters von Dittersdorf: Concerto in Re, I Mov. o D. Dragonetti: Concerto in La, I Mov. o D. Dragonetti: Andante e Rondò o H. Eccles: Sonata in sol minore o F. Farkas: Nepdalszonatina o J. Geissel: Konzertstuck o P. Hindemit: Sonata o S. Koussevitzky: uno dei Quattro pezzi per cb. e pf. o V. Serventi: Largo et scherzando. o F. Skorzeny: una delle due Sonatine CORNO Due composizioni da concerto con accompagnamento di pianoforte. DIDATTICA DELLA MUSICA E DELLO STRUMENTO Si accede al diploma accademico di primo livello in Didattica della superando una prova pratica e teorica di ingresso Prova pratica: verifica delle capacità esecutive, di lettura strumentale e vocale, di improvvisazione musicale e di comunicazione verbale e gestuale. Prova teorica: colloquio volto ad accertare le conoscenze musicali, culturali, storiche e attinenti alla teoria musicale (armonia, analisi, teoria). DIREZIONE D ORCHESTRA PROVA SCRITTA 1^ prova: Dettato ritmico-melodico 2^ prova: Orchestrazione di un corale (proposto dalla commissione) per gruppio strumentale indicato dalla commissione; 3^ prova: Analisi dell'esposizione del primo tempo di una sinfonia classica (analisi formale, armonica, fraseologica) PROVA ORALE Saranno ammessi alla prova oralo solo coloro i quali avranno superato la prova scritta: Colloquio relativo alla prova scritta e al curriculum di studi. E' possibile proporre una prova di silent conducting di un brano scelto dal candidato.

5 FAGOTTO Esecuzione di due brani da concerto a libera scelta FAGOTTO BAROCCO La prova è da sostenere con Fagotto o con Fagotto barocco o con Fagotto classico: esecuzione di due brani da concerto (a solo o con basso continuo) appartenenti al XVII o XVIII secolo FISARMONICA Un preludio e fuga tratto dal Clavicembalo ben temperato di J.S. Bach scelto fra tre presentati dal candidato. Una composizione tratta dal repertorio della letteratura da tasto (escluse composizioni di J.S. Bach) scelta fra due presentate dal candidato. Due brani significativi del repertorio originale fisarmonicistico: uno dell area dell Europa occidentale ed uno dell area dell Europa orientale. FLAUTO Esecuzione di due brani da concerto a libera scelta FLAUTO DOLCE Esecuzione di due brani da concerto (a solo o con basso continuo) appartenenti al XVII o XVIII secolo FLAUTO TRAVERSIERE Esecuzione di due brani da concerto (a solo o con basso continuo) appartenenti al XVII o XVIII secolo BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ CANTO JAZZ CHITARRA JAZZ

6 CLARINETTO JAZZ CONTRABBASSO JAZZ PIANOFORTE JAZZ SAXOFONO JAZZ TROMBA JAZZ

7 TROMBONE JAZZ VIOLINO JAZZ LIUTO Esecuzione di un programma di 20/30 minuti di musica rinascimentale o barocca. MANDOLINO Esecuzione di due composizioni per mandolino a scelta del candidato tra le seguenti: C. Bertucci, un brano tratto dai 4 album di composizioni per mandolino G. Milanesi, Preludio (la minore); R. Calace, Piccola gavotta; F. Lecce, una delle Sonate e partite ; C. Munier, un Preludio e una Cadenza nelle tonalità fino a 4 alterazioni. oppure Esecuzione di una composizione per mandolino e strumento accompagnatore (pianoforte,clavicembalo, chitarra) scelta dal candidato tra le seguenti: E. Barbella, Sonata in re magg. per mandolino e b.c.; G.B. Gervasio, Sonata in re magg. per mandolino e b.c.; D. Scarlatti, Sonata in re min. per mandolino e b.c.; N. Paganini, Serenata per Ravano, per mandolino e chitarra; B. Bortolazzi, Tema con variazioni in sol magg. per mandolino e chitarra; E. Maruccelli, Valzer fantastico; R. Calace, Fantasia poetica; Kaufmann, Burletta und Mitoka Dragomirna. MUSICA CORALE DIREZIONE DI CORO 1) - Realizzazione di un corale fiorito a 4 parti nello stile barocco (tempo a disposizione per la prova 6 ore in aula fornita di pianoforte); - Verifica orale sulle conoscenze armoniche al fine di valutare gli eventuali debiti o crediti. Sono esonerati dal sostenere queste prove i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - compimento inferiore di Composizione (vecchio ordinamento); - biennio inferiore di Composizione sperimentale (vecchio ordinamento);

8 - Diploma di Organo e Composizione organistica (vecchio ordinamento); - Diploma accademico di I livello in discipline compositive. 2) Prove teorico-pratiche per tutti i candidati: a) breve dettato in forma di contrappunto a 2 parti; b) breve dettato di semplici successioni armoniche a 3 e 4 parti; c) cantare a prima vista, nella propria estensione vocale, un frammento tratto dal repertorio cinquecentesco (testo latino o in italiano); d) prova estemporanea al pianoforte: leggere a prima vista un brano a 4 voci miste nelle chiavi moderne. MUSICA ELETTRONICA Indirizzo VIDEO E MULTIMEDIALITA L'accesso al triennio avviene mediante test attitudinale atto ad appurare le conoscenze di base del candidato riguardo i seguenti argomenti: informatica, acustica, elettroacustica, informatica musicale, storia e teoria della musica. Verranno suggeriti per la preparazione una serie di testi di riferimento: L'Acustica per i musicisti- P.Righinied.Hoepli, La scienza del suono- J.Pierce-ed.Zanichelli, Audio e multimedia, A.Valle, V.Lombardo- ed.apogeo, Informatica- M.Schneider, J.Gersting-ed. Apogeo MUSICA ELETTRONICA Indirizzo REGIA DEL SUONO L'accesso al triennio avviene mediante test attitudinale atto ad appurare le conoscenze di base del candidato riguardo i seguenti argomenti: informatica, acustica, elettroacustica, informatica musicale, storia e teoria della musica. Verranno suggeriti per la preparazione una serie di testi di riferimento: L'Acustica per i musicisti -P.Righinied.Hoepli, La scienza del suono - J.Pierce - ed.zanichelli, Audio e multimedia, A.Valle, V.Lombardo - ed.apogeo, Informatica - M.Schneider, J.Gersting - ed. Apogeo MUSICA ELETTRONICA Indirizzo COMPOSIZIONE ELETTROACUSTICA 1. Prova di solfeggio: lettura in chiavi di violino, basso, do sul terzo e quarto rigo, lettura ritmico melodica con modulazioni a toni vicini, dettati melodici e armonici corrispondenti al livello sopra indicato. Sono esonerati da questa prova i candidati in possesso della licenza di teoria e solfeggio (vecchio ordinamento.) 2. Realizzazione di un corale in stile bachiano su di un cantus firmus assegnato dalla commissione (durata della prova: 6 ore), oppure: realizzazione di un basso dato di equivalente difficoltà. Sono esonerati da questa prova i candidati in possesso della licenza di armonia (vecchio ordinamento.) 3. Prova di Storia della Musica (da completare). 4. Colloquio con un apposita commissione di esame in cui il candidato potrà presentare eventuali lavori compositivi fatti in precedenza. La commissione potrà verificare il livello di conoscenze del candidato su argomenti riguardanti la musica del secondo '900 e contemporanea, l informatica, l acustica musicale nonché l elettroacustica. Sono esonerati dalle diverse prove previste per l indirizzo compositivo i candidati che abbiano concluso gli studi relativi a: 1. Triennio di primo livello in discipline musicali o titolo di studio equivalente o di studi superiori-. 2. Quarto anno del diploma tradizionale di composizione (vecchio ordinamento.) 3. Secondo anno del Diploma Sperimentale in Composizione presso il conservatorio di Milano -o piano di studi equivalente-. 4. Primo anno del diploma accademico di primo livello in composizione, direzione di coro o direzione d orchestra

9 MUSICA VOCALE DA CAMERA Per i candidati cantanti: a) esecuzione di tre brani in tre lingue diverse b) lettura estemporanea di una melodia accompagnata di media difficoltà c) esecuzione di un'aria d'opera con recitativo o un'aria di oratorio di media difficoltà Per i candidati pianisti: a) esecuzione di tre brani in tre stili diversi (da eseguire con un cantante) b) lettura estemporanea di un Lied c) esecuzione di un tempo di una sonata del repertorio classico-romantico o del '900 OBOE Esecuzione di due brani da concerto a libera scelta ORGANO PIANOFORTE: 1. Esecuzione di due studi tra sei preparati dal candidato, scelti tra: Czerny: L arte di rendere agili le dita op.740 Pozzoli: Studi di media difficoltà Cramer: 60 studi Bertini: Studi op.134 Clementi: Gradus ad parnassum 2. Esecuzione di un preludio e fuga di J. S. Bach, estratto a sorte fra sei preparati, scelti tra il primo e secondo volume de Il Clavicembalo ben temperato 3. Esecuzione di una sonata di media difficoltà scelta dal candidato tra i seguenti autori: Haydn, Clementi, Mozart, Beethoven, C. Ph. E. Bach 4. Esecuzione di una composizione musicale romantica scelta dal candidato ORGANO: 1. G. Frescobaldi: esecuzione di un brano estratto a sorte fra tre preparati, scelti da I Fiori musicali 2. J. S. Bach: esecuzione di un Preludio e fuga di media difficoltà a scelta del candidato 3. J. S. Bach: esecuzione di due preludi-corali appartenenti all Orgelbuchlein 4. Autore prebachiano tedesco: una composizione con pedale obbligato 5. Esecuzione di un brano romantico o moderno a scelta del candidato COMPOSIZIONE: 1. Realizzazione di un basso a tre o quattro parti in stile florido imitato nel tempo massimo di sei ore. PIANOFORTE 1. Esecuzione di un Preludio e Fuga dal "Clavicembalo ben temperato" di J. S. Bach; 2. Esecuzione di due studi di tecnica diversa; 3. Esecuzione di una Sonata di L.van Beethoven, escluse le Sonate op. 49 n. 1 e 2, op. 79; 4. Esecuzione di un brano a scelta del Candidato fino a Debussy escluso; 5. Esecuzione di un brano a scelta del Candidato da Debussy in poi; 6. Una prova di lettura a prima vista; 7. Esecuzione di un brano assegnato dalla Commissione, previo studio di tre ore in aula.

10 MAESTRO COLLABORATORE 1. Esecuzione di una sonata di Mozart o di Beethoven (escluse op. 49 n. 1 e 2 e op. 79) o di Schubert; 2. Esecuzione di due studi di tecnica diversa; 3. Esecuzione di un brano romantico; 4. Esecuzione di un brano da Debussy in poi; 5. Esecuzione di un brano a libera scelta accompagnando un cantante o uno strumentista; 6. Lettura a prima vista di un brano per pianoforte; 7. Lettura a prima vista di un brano per voce e pianoforte accennando la parte del canto con la voce. SAXOFONO Esecuzione di due brani da concerto a libera scelta STRUMENTAZIONE PER ORCHESTRA DI FIATI Esame del curriculum formativo del candidato e dei lavori compositivi realizzati precedentemente, oltre ad una discussione volta all accertamento delle competenze musicali e culturali. Prove compositive: armonizzare a 4 voci un CORALE con una 1 parte con il Canto dato ed una 2 parte con il Basso dato (o viceversa) senza l ausilio del pianoforte e in un tempo massimo di 2 ore; composizione di un breve pezzo per pianoforte su tema dato (in aula con pianoforte in un tempo massimo di 4 ore). Prova di reazione uditiva: dettato melodico intervallare, a bicordi, breve procedimento a bicinium e corale a 4 parti. Prova d intonazione: intonazione dei singoli intervalli (consonanti e/o dissonanti) o di una breve melodia. Prova di gestualità: dirigere alcuni esempi con movimenti di base, attacco in battere e levare, chiusure, ecc. tratti da brani o dal repertorio originale per banda. Verifica della competenza musicale e pianistica del candidato Prova orale: colloquio di carattere musicale, generale e motivazionale STRUMENTI A PERCUSSIONE Tamburo: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio o pezzo dovrà contenere frequenti cambi di tempo e di dinamica e l utilizzo della tecnica del rullo; Timpani: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio o pezzo dovrà essere eseguito sù almeno 3 timpani e contenere frequenti cambi di dinamica ed intonazione e l utilizzo della tecnica del rullo; Vibrafono o Marimba: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà sul vibrafono o sulla marimba a scelta del candidato utilizzando una delle tecniche a 4 bacchette; Xilofono: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio o pezzo dovrà

11 contenere frequenti cambi di dinamica e l utilizzo della tecnica del trillo; Passi d orchestra: il candidato dovrà presentare almeno 10 passi d orchestra a sua scelta tratti dal repertorio barocco, classico, romantico e contemporaneo eseguiti a sua scelta su timpani, xilofono, tamburo, vibrafono, marimba ed almeno uno dei seguenti accessori: piatti, cassa, basco, triangolo, castagnette; Prova facoltativa: esecuzione di una breve composizione a scelta del candidato per uno dei principali strumenti su elencati, o più strumenti riuniti e accessori con o senza accompagnamento del pianoforte. Il candidato, nel caso, si dovrà presentare con il proprio pianista accompagnatore. Potrà essere eseguito anche un solo movimento di una composizione più ampia; Lettura a prima vista: la prova della prima vista si svolgerà su uno degli strumenti a membrana ( timpani e uno o più tamburi) e uno degli strumenti a tastiera ( xilofono, vibrafono o marimba). Il candidato dovrà dare prova di saper eseguire correttamente a prima vista un facile e breve brano, o parte di esso, proposto dalla commissione su i suddetti strumenti; Prova di cultura: al candidato verranno rivolte domande semplici sulla storia degli strumenti a percussione, sulle tecniche maggiormente utilizzate e sul repertorio. Il candidato dovrà dimostrare di conoscere i maggiori autori della letteratura per strumenti a percussione dandone, eventualmente, semplici cenni storici. Tutti i brani eseguiti dovranno essere editi e presentati in duplice copia alla commissione. La commissione, a sua discrezione, potrà ascoltare anche solo una parte del programma presentato. L ordine dei brani da eseguire è a scelta del candidato. TROMBA Due composizioni da concerto con accompagnamento di pianoforte TROMBA RINASCIMENTALE E BAROCCA Esecuzione di due brani da concerto (a solo o con basso continuo) appartenenti al XVII o XVIII secolo TROMBONE VIOLA Due composizioni da concerto con accompagnamento di pianoforte. 1 tempo di un concerto di media difficoltà 4 studi di media difficoltà di almeno due autori 3 tempi di una suite di Bach VIOLA DA GAMBA Esecuzione di esecuzione di un programma di minuti di musica rinascimentale o barocca. VIOLINO Esecuzione di una scala con relativo arpeggio di terza e di quinta, a corde semplici, di 3 ottave sciolte o legate in due arcate, presentate dal candidato Esecuzione di una scala di un'ottava, in terze, in seste e in ottave sciolte o legate, presentate dal candidato Esecuzione di uno studio o di un capriccio estratto a sorte seduta stante fra quelli presentati dal

12 candidato, liberamente scelti fra quelli di: Alrd, Campagnoli, Dont op. 35, Gavinies, Kreutzer, Locatelli, Mazas, Paganini, Rode, Revelli, Sivori, Spohr, Vieuxtemps, Wieniawski. Esecuzione di un tempo scelto dalla commissione fra due presentati dal candidato da una Sonata o Partita per violino solo di Bach Esecuzione del primo tempo di un concerto per violino e orchestra presentato dal candidato OPPURE Esecuzione di una sonata o sonatina per violino e pianoforte da Mozart ai giorni nostri presentati dal candidato VIOLINO BAROCCO Esecuzione di due brani da concerto (a solo o con basso continuo) appartenenti al XVII o XVIII secolo. VIOLONCELLO Concerto o Pezzo da concerto di media difficoltà Sonata antica 3 tempi di una Suite di Bach 2 studi di Popper op. 73 e due studi di Servais op. 11 Un tempo di una sonata del novecento per violoncello e pianoforte

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Gli strumenti a corda

Gli strumenti a corda P A R T E Strumenti e voci 1 SAPERE classificare gli strumenti a corda in base al mo in cui viene protto il suono; conoscere le tecniche di produzione del suono di questi strumenti; conoscere gli strumenti

Dettagli

La scala musicale e le alterazioni

La scala musicale e le alterazioni La scala musicale e le alterazioni Unità didattica di Educazione Musicale classe seconda Obiettivi del nostro lavoro Acquisire il concetto di scala musicale e di intervallo. Conoscere la struttura della

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale

Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale DISCIPLINA: PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI (SAXOFONO) I-II-III (CODI/15) Docente: Prof. Roberto Frati Durata: 32 ore annuali (Individuali) CFA: 21 annuali

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO

DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO Teoria musicale - 2 DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO IL FENOMENO FISICO DEL SUONO Il suono è un fenomeno fisico generato dalla vibrazione di un corpo e percepito dal nostro sistema uditivo. La vibrazione viene

Dettagli

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Catalogo delle opere di Rosario Mirigliano Composizioni Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Quartetto (1973) per violino, viola, violoncello e clavicembalo

Dettagli

AUTORE TITOLO EDITO RE

AUTORE TITOLO EDITO RE AUTORE TITOLO EDITO RE AA.VV AA.VV America s Drum Solos. A collection of 150 Solos of the former national Association of Rudimental Drummers. Edited by 7 Stьcke fьr Marimba / edited von Siegfried Fink

Dettagli

Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA

Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA c Marzo 2011 0.1 Premessa Queste note sullo studio dell armonia nascono come strumento di supporto per i corsi di armonia (principale o complementare)

Dettagli

BOZZA POLITE ECNICO CONSER TIA. O in PREMESSO VISTO. lavoro;

BOZZA POLITE ECNICO CONSER TIA. O in PREMESSO VISTO. lavoro; Ministero dell Istruzionee dell Università e della Ricerca POLISA POLITE ECNICO INTERNAZIONALE "SCIENTIA ET ARS" s.c.a. r.l. CONSER RVATORIO DI MUSICA F.TORREFRANCA DI VIBO VALENT TIA ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

MODI, TONALITA E SCALE

MODI, TONALITA E SCALE Teoria musicale - 2 MODI, TONALITA E SCALE MODO MAGGIORE E MODO MINORE Parafrasando il titolo di un celebre libro di Thomas Merton, No man is an island - Nessun uomo è un isola, mi piace affermare subito

Dettagli

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo.

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Con questa attività, il bambino, non solo si avvicina alla musica e

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i omaggio a leonildo marcheselli b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i I n t e r p r e t a t I d a g r a n d I f I s a r m o n I c I s t I massimo budriesi tiziano

Dettagli

CAP X GLI INTERVALLI. Teoria musicale - 13

CAP X GLI INTERVALLI. Teoria musicale - 13 Teoria musicale - 13 CAP X GLI INTERVALLI Quando si parla di intervalli nella teoria musicale, si intende la valutazione tonale della distanza tra due note. Non si tratta quindi l argomento dal punto di

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

Classe 3AM - pagina 1

Classe 3AM - pagina 1 1 Classe AM - pagina 1 Cognome ABRAMO classe AM Nome VERONCA matricola Nato a (e PV) cod. utilizz. -1 1 Pianoforte - prof.ssa Fabro giovedì 14.0-15.0 2.4 lunedì 15.0-16.0 LAB. giovedì 15.0-16.0 NFO 1 Canto

Dettagli

Concert pentru violoncel, percutie si orchestra de coarde

Concert pentru violoncel, percutie si orchestra de coarde Concert pentru violoncel, percutie si orchestra de coarde,, Cristian Lolea, 998 Misterioso; = 7 bacchette morbide Timpani senza accento Vibrafono 5 Temple-blocks Tamburo piccolo Bongos Tom-toms Tam-tam

Dettagli

ALTRE INDICAZIONI MUSICALI

ALTRE INDICAZIONI MUSICALI Teoria musicale - 13 ALTRE INDICAZIONI MUICALI EGNI DI ARTICOLAZIONE I segni di articolazione sono indicazioni grafiche collocate sopra o sotto le note che condizionano il modo in cui queste devono essere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "CAVALIERI" via Anco Marzio, 9 - Milano. Progetto di continuità verticale per la cultura e pratica musicale nella scuola

ISTITUTO COMPRENSIVO CAVALIERI via Anco Marzio, 9 - Milano. Progetto di continuità verticale per la cultura e pratica musicale nella scuola ISTITUTO COMPRENSIVO "CAVALIERI" via Anco Marzio, 9 - Milano CRESCERE IN MUSICA Progetto di continuità verticale per la cultura e pratica musicale nella scuola dalla primaria al liceo musicale Credo che

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

UNA GUIDA PRATICA ALLA COMPOSIZIONE MUSICALE

UNA GUIDA PRATICA ALLA COMPOSIZIONE MUSICALE Alan Belkin UNA GUIDA PRATICA ALLA COMPOSIZIONE MUSICALE N.B. Il seguente materiale è Alan Belkin, 1995-1999. Esso non può essere citato o usato senza darne pieno riconoscimento all autore. Nonostante

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO 1 Enrico Strobino L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO Incontro immaginario tra Steve Reich e Gianni Rodari PREMESSA L esperienza che qui presento è stata realizzata nella classe 1aG della Scuola Media S.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

PAGINE DIMOSTRATIVE ESTRATTE da: ~ Prima Parte ~ A cura di BRUNO CAMEDDA Proprietà dell Autore II BC-IDM-2008

PAGINE DIMOSTRATIVE ESTRATTE da: ~ Prima Parte ~ A cura di BRUNO CAMEDDA Proprietà dell Autore II BC-IDM-2008 PAGINE DIMOSTRATIVE ESTRATTE da: SU Circuvròngia L ARCOBALENO n i MUSSIICA METODO PER ORGANETTO DIATONICO ~ Prima Parte ~ A cura di BRUNO CAMEDDA Proprietà dell Autore II BC-IDM-200 www.. bbrruunnooccaameeddddaa..ccoom

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Il Metodo del Vocal Fry

Il Metodo del Vocal Fry Il Metodo del Vocal Fry E' un metodo di addestramento vocale particolarmente indicato agli appassionati del Blues, del Soul e del Jazz. Enfatizza la voce di petto. Si basa sulle leggi fisiologiche e acustiche

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

OPERE DI GOFFREDO PETRASSI PUBBLICATE DALLE EDIZIONI SUVINI ZERBONI OPERE

OPERE DI GOFFREDO PETRASSI PUBBLICATE DALLE EDIZIONI SUVINI ZERBONI OPERE OPERE DI GOFFREDO PETRASSI PUBBLICATE DALLE EDIZIONI SUVINI ZERBONI OPERE IL CORDOVANO (1944/48). Opera in un atto (una scena) dall entremes di Cervantes tradotto da Eugenio Montale (50 ca.) (2.2.2.1.

Dettagli

Son qui sotto ai tuoi balconi

Son qui sotto ai tuoi balconi "Son qui sotto ai tuoi balconi", canto a tempo di valzer, che Giacomo Ruggeri detto "Fagòt" (1905-1990), suonatore di baghèt di Casnigo, eseguiva anche sulla cornamusa bergamasca Archivio di Valter Biella

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Prontuario accordi per Chitarra. e Pianoforte -Tastiera

Prontuario accordi per Chitarra. e Pianoforte -Tastiera Prontuario accordi per Chitarra e Pianoforte -Tastiera Accordi Maggiori DO Do# / RE b RE RE # / MI b MI FA FA # / SOL b SOL SOL # / LAb LA LA # / SI b SI Sol Do# - Reb Accordi Minori DO min DO#min Rebmin

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 -- selezioni nazionali per il Sziget Festival 2015 di Budapest (HU) e per l Home Festival 2015 di Treviso -- La selezione denominata SZIGET

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Fonica: Scheda 2. Il suono. Il rumore. (a cura di Pietro Di Mascolo)

Fonica: Scheda 2. Il suono. Il rumore. (a cura di Pietro Di Mascolo) Fonica: Scheda 2 (a cura di Pietro Di Mascolo) Il suono Possiamo definire il suono come una particolare sensazione percepita dall organo dell udito eccitato da un agente esterno. Esso ha origine dal movimento

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale Classe di concorso AB77 - CHITARRA Cognome e nome Fasc Tit. 1) MONINA MARCO (AN 11/12/69) 3 Z 71,85 36,00 14,40 2007 122,25 2) GIORDANO EUGENIO (NA 21/12/82) * 3 L 6,00 11,00 1,20 2009 18,20 * Il docente

Dettagli