Colombo contro Generoso. L Assessore Comunale chiede all ex Consigliere Regionale di rinunciare alla sua rendita mensile a pag. 6 MELZO. pag.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Colombo contro Generoso. L Assessore Comunale chiede all ex Consigliere Regionale di rinunciare alla sua rendita mensile a pag. 6 MELZO. pag."

Transcript

1 il periodico dell Adda e della Martesana 1,00 Via Marconi INZAGO (MI) Anno 21 - n 2 LUGLIO 2015 Via Marconi INZAGO (MI) Colombo contro Generoso STOP A TUTTI I VITALIZI!!! L Assessore Comunale chiede all ex Consigliere Regionale di rinunciare alla sua rendita mensile a pag. 6 POZZO D ADDA INZAGO MELZO INZAGO pag. 8 pag. 11 Pensioni, un miraggio per i nostri giovani? Giuseppe Motta, cavaliere della Repubblica pag. 14 Raccolta firme per il referendum contro la legge Merlin pag. 17 Riva, in Consiglio Comunale: Fumagalli, evitiamo commenti alla cavolo

2 PERIODICO DELL ADDA e della MARTESANA EDITORE: Domenico Frustagli REDAZIONE: Via Collodi, INZAGO (MI) SEGRETERIA: Fax: SEDE LEGALE: Via Collodi, INZAGO (MI) Registrazione Tribunale di Milano n 202 dell 08/04/1995 DIRETTORE RESPONSABILE Domenico Frustagli DIRETTIVO: Agostino Buzzi, Alberto Buzzi. CAPOREDATTORE: Maria Teresa De Muzio REDAZIONE: Giusy Diolosa WEBMASTER: Giorgio Olivieri IMPAGINAZIONE GRAFICA E COPERTINA: Creative grafica e comunicazione - Verdello (Bg) COLLABORATORI: Daniele Arrigoni, Emilio Calvi, Elisa Cremonesi, Franco Di Stefano, Nicoletta Ferrari, Luca Ferrillo, Mario Frustagli, Rossana Frustagli, Olivia Ghiglia, Sergio Imbornone, Andrea Iorio, Vincenzo Manno, Donata Musarò, Rosa Pennisi, Gioacchino Pensato, Antonio Pirano, Laura Quagliata, Francesco Saporito. DIREZIONE MARKETING Giusy Arabia STAMPA: MAD print & design Via Oreno, 43/45 - Concorrezzo (MB) Tel FOTOGRAFIA: Foto Cremonesi - Via Pilastrello, 1- Inzago (MI) CONSIGLIERI Gaetano Buzzi, Don Gigi Drosi, Giovanni Ferrillo Bruno Pedroni, Giovanni Roncato INVIA LA TUA STORIA, UN TUO RACCONTO O UNA VICENDA TOCCANTE IN REDAZIONE, LA PUBBLICHEREMO: Riceviamo e pubblichiamo Un giovane sacerdote mi ha ridato fiducia nella Chiesa e in me stessa Presi la decisione di separarmi da mio marito poco più di dieci anni fa, era febbraio 2004, ci separammo ufficialmente nell ottobre dello stesso anno. Già questa fu una soluzione triste e difficile, ma non credevo potesse essere tanto distruttiva e umiliante anche per la mia Fede. Da quell ottobre 2004, consapevole di non aver rispettato la promessa fatta il giorno del mio matrimonio, mi ero auto convinta che non avrei meritato alcuna clemenza da parte della Chiesa e così smisi di frequentarla, anche nelle ricorrenze più importanti come il Natale e la Pasqua. Poi, il 23 maggio del 2009, il mio meraviglioso papà volò in cielo. Che immenso dolore e che vuoto incolmabile nel mio cuore. Mi facevo forza, cercavo di reagire e di sopravvivere alla vita e alle problematiche quotidiane. Dovevo farlo, per mia madre che, tuttavia, ha sempre reagito in modo più che battagliero, per mia figlia che aveva un legame particolare con nonno Tony e che comunque doveva continuare a studiare e anche per me che non potevo perdere colpi al lavoro Dopo la scomparsa di papà, ho tentato di confessarmi più volte per cercare di capire se potevo essere meritevole di un ricongiungimento con la Chiesa; da Dio fortunatamente non mi sono mai staccata. Ma queste mie richieste di perdono e carità cristiana ricevettero in cambio solo pugnalate al cuore. Ricordo in particolare tre Confessioni. La prima avvenne in una località marittima delle Marche (ero in vacanza) dove un giovane prete di colore mi disse che non poteva assolvermi e che soltanto qualche prelato più alto sarebbe stato in grado di farlo. La seconda Confessione la feci ad Inzago. Un altro giovane sacerdote ribadì senza insicurezze ed esitazioni che, avendo chiesto io la separazione, avrebbe potuto solo benedirmi mai assolvermi poiché all Eucarestia può continuare ad accostarsi solo il coniuge che viene abbandonato. Fu dura da accettare. Chiesi se questa regola valesse anche per una donna che lascia il marito perché la maltratta (fortunatamente non era il mio caso). Il prete non seppe rispondermi Vi fu poi un terzo colloquio, sempre nella Parrocchia di Inzago, con un sacerdote di una certa età che oggi non c è più. Senza mezzi termini mi disse che vivevo nel peccato, perché avevo sostituito con un altra persona mio marito anche se con questa persona non convivevo. Per la terza volta, uscì dal confessionale affranta e amareggiata, senza più voglia di combattere per riconciliarmi con la Chiesa. Col tempo, grazie a mia figlia Fabiana che, al contrario di me, continuava a frequentare la Messa, i Sacramenti, l Oratorio e il Catechismo tornai ad avvicinarmi alla Chiesa. Ricordo come se fosse ieri l effetto che mi fece assistere alla Messa nella Chiesa di Santa Maria Assunta. Piansi come una bambina e anche senza potermi accostare alla Comunione, mi sentii meglio. Così, grazie a mia figlia, ripresi ad andare a Messa, prima nella chiesa di Inzago e poi in quella del Villaggio dove sono cresciuta e dove ho ricevuto la Prima Comunione. La gioia più grande però, fu quando mi confessai con il Don che segue i ragazzi che, oltre ad ascoltarmi e rispondere alle mie perplessità, mi ricordava nel suo modo di credere, ragionare e perdonare il nostro grande Papa Francesco. La sua assoluzione fu un dono immenso e dopo tanti anni di sofferenza e rimorsi potei finalmente accostami alla Comunione. Un Sacramento che mi fece sentire davvero in comunione con la Chiesa, con nostro Signore e anche con me stessa. Ecco, questa è la mia storia, una storia che tante persone stanno ancora vivendo, persone che non hanno avuto la fortuna di incontrare un Sacerdote buono e misericordioso come invece è capitato a me. Grazie Don, grazie per avermi ridato la gioia e la fiducia in me stessa e nella Chiesa. Cristiana D Alberti - Inzago 2

3 DI PIERO CAPANO CASSANO D ADDA - Si è tenuto il mese scorso nell area pedonale di cascina Volta la festa di inaugurazione del ponte autoportante che è stato realizzato - grazie al contributo economico di un anonimo benefattore - seguendo i bozzetti progettuali di Leonardo da Vinci. Leonardo da Vinci, artista e scienziato rinascimentale, soggiornò per lungo tempo nel milanese. In un primo periodo che va dal 1482 al 1500 e successivamente dal 1506 al Nel secondo periodo il genio vinciano sicuramente soggiornò a Vaprio e probabilmente conobbe anche Cassano che fa parte dell Ecomuseo Adda di Leonardo. Lo scorso 26 febbraio la Giunta comunale ha approvato la realizzazione di un installazione da realizzarsi presso l area pedonale della Cascina Volta che richiami la struttura del Ponte autoportante che Leonardo da Vinci ( ) disegnò nel Codice Atlantico tra il 1487 e il 1489 durante il suo primo soggiorno milanese ( ). L area della Volta è stata riqualificata gli anni scorsi anche grazie al contributo della Regione Lombardia che in questo modo ha voluto completare il tragitto della pista ciclopedonale provinciale che corre lungo l Alzaia Naviglio Martesana. Si tratta di un percorso sicuramente molto trafficato dalle biciclette, da chi decide di farsi una passeggiata dalla città Una festa per il ponte di Leonardo BONORA LUIGI MACELLAZIONE E PRODUZIONE DI CARNI DI PROVENIENZA ITALIANA Salumi nostrani... e altre prelibatezze locali BONORA LUIGI srl Via Piola, 19/21 - INZAGO (Mi) Tel Fax verso l Adda e viceversa oltre che da tanti cittadini della Martesana. Cassano è anche la porta sud dell Ecomuseo Adda di Leonardo e qui Comune e Regione, attraverso il Parco Adda Nord, nell ambito dei lavori Expo 2015, stanno finanziando la riqualificazione del Parco Dopolavoro per far sorgere un Infopoint dell Ecomuseo leonardesco. Per favorire la curiosità dei passanti sulla presenza nei territori dell Adda del genio toscano e interessarli all Ecomuseo e alle sue attività culturali, l Amministrazione comunale ha deciso di introdurre l installazione del Ponte di Leonardo lungo la ciclovia. L idea non è piaciuta a Giovanni Albano: Che delusione il ponte di Leonardo. Sinceramente pensavo ad una cosa più seria, un vero ponte che attraversasse il naviglio. Questo mi sembra un giochino in disuso, anzi mi ricorda un ponte che realizzammo ad un campo scout, molto simile a questo, con l unica differenza che allora usammo le corde anziché i bulloni. 3

4 Approvato il progetto preliminare di collegamento tra via Europa e la tangenziale DI ANTONIO PIRANO CASSANO D ADDA - Il Consiglio comunale ha approvato il progetto preliminare e la contestuale modifica al programma delle opere pubbliche per la strada di collegamento tra la tangenziale, in corso di realizzazione, e via Europa. I voti favorevoli al progetto sono arrivati dai gruppi di maggioranza PD, Cassano Etica Ecologista, IdV e Sinistra, mentre hanno votato contrario Lega, Forza Italia e Lista civica Bestetti. Il quadro economico dell opera, progettata dallo studio Alpha Ceaser di Milano, è di 883mila euro, di cui 522mila per opere, 83mila per spese tecniche e 200mila per acquisizioni aree. L intervento approvato è sostitutivo di un intervento già previsto lungo via Grandi con un risparmio per le casse pubbliche di circa 1 milione di euro. L opera consiste in una bretella di collegamento tra la variante Strada Provinciale ex Strada Statale 11 nominata Padana Superiore e via Europa. In particolare la bretella sarà lunga circa 450 m e dovrà superare un dislivello altimetrico di oltre 5 m. Il tracciato prevede un primo tratto in curva che procede in trincea a partire da una delle rotatorie in fase di completamento della nuova S.P. che per- metterà l allacciamento con la Strada Provinciale di nuova costruzione; a seguire vi è un secondo tratto in rettilineo e in piano che si immetterà in via Europa, all altezza del magazzino di materiali edili Zangiacomi, con la realizzazione di un altra rotatoria. Quest ultima rotatoria consentirà anche, interrompendo opportunamente il lungo rettilineo, di moderare, compatibilmente all ambito urbano, la velocità su via Europa. Particolare attenzione, già in fase di progetto definitivo, dovrà essere data all inserimento ambientale del tracciato. La nuova strada, dal punto di vista viabilistico, migliorerà i collegamenti di traffico nord-sud (ex SP 104) della città che senza la quale avrebbe dovuto percorrere ancora tutto l asse di corso Europa e consentirà una agevole connessione della zona sud di Cassano alla nuova tangenziale. Il tracciato, in uno scenario di lungo periodo, ad oggi solo disegnato all interno del Piano di Governo del Territorio, vedrà il suo naturale completamento con un altra variante stradale che, partendo sempre all interno del dismesso scalo ferroviario, supererà la ferrovia storica Milano Venezia raggiungendo via Casotta e quindi la SP 104 in direzione Truccazzano. Api all Isola Borromeo DI DONATO MUSARÒ CASSANO D ADDA - E noto a tutti il fondamentale ruolo svolto dalle api mellifere nel favorire l impollinazione dei fiori. Si tratta di un compito così importante che per enfatizzarlo ancor di più, negli ultimi anni è andata diffondendosi nel mondo di internet una suggestiva frase attribuita ad Albert Einstein (pare però che il famoso scienziato non l abbia mai pronunciata) che racconta: se un giorno le api dovessero scomparire, all uomo resterebbero soltanto quattro anni di vita. In Italia anche una Legge (la n.313 del 2004 che disciplina l apicoltura) stabilisce che gli enti pubblici agevolano la dislocazione degli alveari nei fondi di loro proprietà o ad altro titolo detenuti riconoscendo a questi insetti sociali il prezioso lavoro svolto nell impollinazione per la conservazione dell ambiente naturale, dell ecosistema, dell agricoltura in generale e a favore della biodiversità. Per questo l Amministrazione comunale cassanese ha deciso di accogliere la richiesta dell Apam - Associazione Produttori Apistici della Provincia di Milano di posizionare presso l Isola Borromeo, in un area di circa 50 metri quadrati all interno della parte più naturale del parco e di più difficile accessibilità, un apiario di 10 arnie. Oltre alla valenza didattica dell iniziativa per chi visiterà il parco, l Associazione provinciale offrirà in cambio al Comune un servizio di recupero su aree pubbliche o private di favi di api e una quota di almeno 10 chilogrammi di miele all anno che l Amministrazione destinerà ad associazioni di volontariato e scuole o distribuirà nel corso degli eventi pubblici. 4

5 DI ANTONIO PIRANO CASSANO D ADDA Sulla realizzazione della nuova bretella cassanese Giovanni Albano chiarisce qual è il suo punto di vista. Amministratori cassanesi, ma invece di fare la bretella con tanto di consumo di suolo, come illustrato in consiglio comunale, non si potrebbe utilizzare la bretella che è già esistente? Mi riferisco alla via Stazione già asfaltata e che va proprio da viale Europa alla Tangenzialina! Zero consumo di suolo, zero disagi, zero attraversamento di terreni in coltivazione e molto meno soldini da spendere!!! Soprattutto costi notevolmente inferiori, basterebbe solo adattare l esistente. Immediata la replica dell assessore Andrea Gaiardelli: La soluzione che proponi mi piace ma purtroppo non è realizzabile come dici (se non a fronte di opere importanti e demolizioni di qualche fabbricato). L ho presentata, più o meno un anno e mezzo fa, come ipotesi alla Consulta Lavori Pubblici quando erano in corso le verifiche di fattibilità. L ipotesi di utilizzare via Stazione è da scartare in quanto la pendenza della strada non è idonea con il tipo di intervento (prolungarla - per ridurne la pendenza - non è possibile in quanto si interferisce con il ponte). Le rotonde in basso e in alto non ci stanno (però questo problema si sarebbe potuto superare con due rampe e utilizzare il sistema delle rotonde che c è attualmente). E stata esaminata anche la soluzione sul lato ovest di via Di Vona, poiché da quella parte una rotonda sulla tangenziale ci sarà già. L inserimento della rampa nella corsia nord è fattibile senza troppi problemi. Più complicata quella in corsia sud (ed è la ragione per cui questa ipotesi è stata abbandonata). L immissione su via Di Vona avrebbe comportato di realizzare un nuovo manufatto per lo svincolo che passa in parte sopra i binari ferroviari. Le ferrovie considerano questa una nuova interferenza che deve rispettare le normative vigenti per cui bisogna alzarsi di circa 1,50 m dal piano stradale attuale. Per raccordarla al piano stradale attuale BRETELLA: botta e risposta tra Albano e Gaiardelli verso Truccazzano GIOVANNI ALBANO sarebbe necessaria una corsia che comporta di realizzare un manufatto che attraversa tutta la ferrovia e arrivando a sud interferisce anche con i fabbricati esistenti. In conclusione ancora Giovanni Albano: A me è sembrato subito fattibile, la pendenza non è così eccessiva e poi non credo debba assorbire un grosso traffico. In ogni caso, dato che in consiglio comunale si è dibattuto molto sul consumo di suolo, questa poteva essere la soluzione, sia pure con qualche aggiustamento. DI LUIGI RICCIOTTI CASSANO D ADDA - Partirà il prossimo 1 e durerà un anno la sperimentazione del progetto Ecuosacco. Il progetto riguarda la raccolta della frazione indifferenziata dei rifiuti (il cosiddetto secco ). Lo scopo del progetto è quello di incrementare ulteriormente la raccolta differenziata cassanese che si attesta già oltre al 70% (l obiettivo di Legge è il 65%), recuperando e valorizzando ancor di più i materiali differenziati all origine e riducendo così il quantitativo di rifiuto secco indifferenziato oggi avviato all incenerimento. Per far questo, il nuovo sacco da utilizzare obbligatoriamente per il secco sarà semitrasparente, di dimensioni più ridotte degli attuali sacchi grigi e tracciabile, in modo tale da poter risalire al proprietario. Ad ogni famiglia verrà fornito un numero di sacchi in funzione del ANDREA GAIARDELLI ECUOSACCO AL VIA numero dei componenti del nucleo, ma neonati e anziani avranno maggiori dotazioni. Un utile distinzione è prevista per i sacchi forniti alle utenze domestiche (rossi) e a quelle non domestiche (blu). Al termine della sperimentazione sarà possibile valutare benefici e difficoltà e decidere sull introduzione della tariffa puntuale (il meccanismo per cui la tariffa rifiuti venga pagata dal cittadino sulla base dei rifiuti che effettivamente produce e non solo sulle dimensioni dell abitazione e sul numero di componenti della famiglia, come invece avviene oggi). Nel 2014 CEM SpA, la società interamente pubblica che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti comunale, ha già sperimentato l Ecuosacco nei comuni di Bellusco, Grezzago e Mezzago, conseguendo un incremento della raccolta differenziata del 5% circa, minori costi derivanti sia dalla minore produzione di rifiuti indifferenziati, sia da un maggior corrispettivo per la vendita dei rifiuti valorizzabili per circa 5 euro per abitante all anno, oltre a evidenti vantaggi ambientali per la minore produzione di rifiuti, il maggior riciclo e la riduzione di emissioni di CO2. 5

6 VITALIZIO, è polemica tra Generoso e Colombo DI ANTONIO PIRANO CASSANO D ADDA - L Assessore Comunale Angelino Colombo ha pubblicato sul suo blog un articolo nel quale chiede a Serafino Generoso di rinunciare al vitalizio regionale di 3.324,00 mensile netto. Nello stesso articolo parla anche del vitalizio del Sen. Natale Ripamonti, cui singolarmente però non chiede la rinuncia al vitalizio, ed esalta le gesta di due consiglieri regionali della Lista Di Pietro, che invece, a suo dire, vi avrebbero rinunciato. Ecco di seguito il commento di Generoso : Mi corre l obbligo di fare chiarezza. Partiamo dal mio vitalizio. Preciso che il vitalizio mensile regionale che mi riguarda non è di 3.324,00, ma è in realtà inferiore a 2.000,00 euro al mese. Infatti, come dimostra l ultimo cedolino, l importo netto che mi viene versato, mese per mese, è di 2.498,43, già tassato (comprensivo di addizionali regionali e comunali) del 32% circa rispetto al vitalizio lordo di 3.659,16. Mi è doveroso riferire che tale importo mensile, annualmente, in sede di dichiarazione dei redditi, subirà una ulteriore amputazione, pagando io sui redditi aggiuntivi extra professionali l importo (comprensivo di addizionali regionali e comunali) del PREZZI STAMPA DIGITALI ANGELO COLOMBO CREMONESI 45,53%, per cui mensilmente percepisco realmente come vitalizio regionale l importo di 1.993,15. Ripeto: percepisco realmente 1.993,15 al netto delle imposte. Ora, la richiesta che mi viene dall Assessore Angelino è doppiamente immorale, non solo perché gli importi che lui cita sono grossolanamente errati, ma anche perché finge di ignorare che io ho lasciato la Regione a metà legislatura perché colpito da una iniziativa giudiziaria sbagliata, a seguito della quale lo Stato Italiano mi ha risarcito la miseria di 50 milioni di lire. Debbo ricordare, come ho già avuto occasione di scrivere in proposito, che, dimettendomi due anni e mezzo prima della scadenza del mandato, ho rinunciato al corrispettivo di 350 milioni di lire di emolumenti che mi sarebbero spettati. E ciò a differenza di altri consiglieri regionali che non si dimisero, anche se raggiunti da misure coercitive. Confermo che attualmente sto già rinunciando all emolumento di consulente del Gruppo di Forza Italia del Consiglio Regionale. Ho già fatto due rinunce, ma, evidentemente all Assessore Colombo, nel suo doppiopesismo, non bastano due mie rinunce: gli sono antipatico e io debbo rinunciare a tutto. Veramente un esagerazione! Ricordo all Assessore che io ho anche, particolare non secondario, versato dei contributi quando ero consigliere regionale (che corrispondeva allora a circa il 25% 30% dell emolumento regionale netto) e che, pertanto, il vitalizio non mi viene regalato, a differenza dei soldi che lui prende dal Comune, per i quali non ha versato alcuna contribuzione. Perché l Assessore Colombo non mi segue sulla strada delle rinunce e non rinuncia a qualcosa anche lui, non dico a tutto, come pretende lui per me, decurtandosi almeno il 50% di quello che incassa come Assessore? Passiamo adesso ai due consiglieri della Lista Di Pietro. Viene citato il Consigliere Regionale del Veneto Gennaro Marotta, il quale, a dire di Angelino, ha rinunciato al vitalizio. STAMPA IMMEDIATA IN 30 10x15 euro 0,45-15x20 euro 0,95 STAMPA CONSEGNA IN 24 ORE 10x15 euro 0,30-12x18 euro 0,40-15x20 euro 0,95 Oltre 150 stampe sconto del 20% STAMPA TRAMITE CARD PREPAGATA 10x15 euro 0,20-12x18 euro 0,25 Oltre 100 stampe sconto del 20% INZAGO (MI) - Via Pilastrello, 1 Tel Fax Mi sono informato presso la Regione Veneto e mi hanno riferito che il Cons. Marotta, a differenza di altri consiglieri cui vengono trattenute le ritenute, che, a fine mandato, possono riprendersi, piuttosto che attendere la maturazione dell età per avere il vitalizio, non versa proprio le ritenute per il vitalizio. Voglio ben dire: se non versi le ritenute per il vitalizio, come puoi pretendere di ottenerlo a 60 anni? Anticipi ad oggi, non versandole, la loro restituzione a fine mandato. Anche in Regione Lombardia molti ex consiglieri (soprattutto i più giovani) hanno fatto questa scelta la scorsa legislatura per evitare il rischio di rimanere a bocca asciutta a 60 anni in caso di abolizione del vitalizio. Questo è proprio il caso dell ex Consigliere Gabriele Sola della Regione Lombardia, il quale, è vero, ha rinunciato al vitalizio, ma non ha rinunciato ad avere in restituzione i contributi versati (Decreto Ufficio Presidenza Consiglio ), comportamento tenuto anche da molti altri consiglieri regionali la scorsa legislatura. Ricordo che, secondo la legislazione vigente nel 2012, il Consigliere Regionale, che non fosse stato in carica per 5 anni, per maturare il diritto al vitalizio, avrebbe dovuto integrare i versamenti mancanti fino al 5 anno di mandato. A meno che optasse, come il Consigliere Gabriele Sola, per la restituzione dei contributi versati. Per quanto riguarda il vitalizio senatoriale di Natale Ripamonti, non conosco la sua situazione e pertanto il nostro Assessore se la veda direttamente con lui, ma per favore eviti la moda sinistra di usare due pesi e due misure: perché l Assessore Angelino Colombo non chiede ai suoi alleati di rinunciare ai propri vitalizi e alla riscossione dei contributi versati e invece lo chiede solo a me? Possiamo noi tollerare di avere un soggetto simile al Governo della città? Concludo affermando che è troppo facile e gratuito fare demagogia con i soldi degli altri, evitando accuratamente di non mettere mai in discussione i propri. SERAFINO GENEROSO 6

7 CAREER DAY: occuparsi di lavoro a Cassano d Adda DI RITA MINUTILLO CASSANO D ADDA - Un aspetto da migliorare per superare l ormai annoso problema della disoccupazione è l incontro tra la domanda e l offerta di lavoro. Di fronte ai dati preoccupanti e purtroppo stabili che emergono dagli studi dei centri di controllo, il Comune, soprattutto grazie all impegno dell Assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche Giovanili, Arianna Moreschi, ha organizzato un evento, Il career day lavoro, in cui i giovani hanno avuto la possibilità di confrontarsi direttamente con le aziende del territorio, di acquisire informazioni utili circa le esigenze del mercato del lavoro e di conoscere i percorsi da seguire per ottenere un riscontro alla propria ricerca. L iniziativa si è svolta il mese scorso, all ex Dopolavoro, nei locali che ospitano il neonato Centro di Protagonismo Giovanile. Una giornata è stata dedicata alle sole imprese locali: un gruppo di esperti ha esposto i cambiamenti intervenuti dopo l approvazione del Jobs Act e le nuove opportunità che ne sono scaturite. Sono stati spiegati, inoltre, gli strumenti e i finanziamenti offerti alle imprese dal programma Garanzia Giovani. Nella seconda giornata, invece, sono stati preparati una serie di momenti formativi per coloro che sono alla ricerca di un posto di lavoro e stands che hanno permesso il confronto diretto tra i giovani e le aziende, che hanno raccolto anche curriculum. Inaugurata la Biennale dei Castelli della Gera d Adda DI RITA MINUTILLO CASSANO D ADDA Inaugurata a Brignano la 1^ Biennale del dialogo dei Castelli della Gera d Adda con un esibizione di Tango Argentino, a Pagazzano ed infine a Cassano. L inaugurazione si è conclusa con l aperitivo musicale presso Villa Ponti Maggi (Hotel Julia) col Maestro Giuliano Ottaviani, coi i tre Sindaci e con gli artisti. A tal proposito ci racconta l Ass. Colombo: Sono arrivate in Villa quattro artiste argentine che ho accompagnato con il Maestro in castello. In serata le artiste sono venute al concerto organizzato da AMICA Musica presso la chiesa dell Annunciazione dove ho ringraziato e salutato gli organizzatori dell evento. Al via i lavori al parco giochi di viale Carlo d Adda DI FRANCESCO SAPORITO CASSANO D ADDA - Sono iniziati in questi giorni i lavori di sistemazione del parco giochi di viale Carlo d Adda. Aggiudicataria dei lavori, per un importo complessivo di 106 mila euro, è l impresa Paccani di Ardesio (BG). Il progetto, redatto dall arch. Marco Ferraro che seguirà i lavori insieme al RUP arch. Piccinini, era stato approvato dalla Giunta comunale lo scorso settembre. La collocazione dei nuovi giochi manterrà l attuale posizione, dove la presenza delle alberature consente l utilizzo dell area in tutte le stagioni dell anno. Il progetto prevede la distinzione in due aree diverse in funzione dell età. E altresì previsto l inserimento di una piccola area ricreativa dotata di tavoli e panche. All ingresso principale, che verrà realizzato da via Mazzini, sarà possibile lasciare i passeggini e le biciclette nelle apposite rastrelliere per facilitare il movimento all interno dell area sia dei bimbi sia degli accompagnatori. Tutta la nuova pavimentazione dell area sarà in gomma colorata per garantire la sicurezza necessaria ai piccoli utenti dell area nel caso di cadute accidentali oltre che un gradevole impatto visivo. La realizzazione del progetto sarà anche l occasione per risistemare l impianto di illuminazione del parco e ricollocare la fontanella dell acqua pubblica. Nel parco ci sarà anche una altalena per diversamente abili con un percorso di accesso dedicato senza barriere così da garantire a tutti i bambini la possibilità di giocare. 7

8 8 PENSIONI: allarme per giovani DI GIOACCHINO PENSATO POZZO D ADDA - L evoluzione della struttura sociale italiana ha modificato l equilibrio del sistema pensionistico: in particolare, si è verificato un progressivo aumento della vita media e una contemporanea riduzione delle nascite, che significa meno popolazione attiva in futuro, quindi meno lavoratori che versano contributi previdenziali e meno entrate per le casse di previdenza pubblica. Per questi motivi è lecito attendersi una progressiva riduzione del cosiddetto tasso di sostituzione cioè del rapporto tra l ultimo stipendio e la pensione pubblica percepita. Una riduzione che sarà progressiva e che avrà conseguenze pesanti soprattutto per chi è oggi giovane e ha di fronte a sé 25/30 anni di lavoro oppure chi svolge un lavoro autonomo e non continuativo, non accumulando così molti contributi. Le future pensioni saranno quindi legate alle contribuzioni dei lavoratori ma anche all andamento del Pil dell Italia. C è dunque da sperare che la stagnazione economica non si prolunghi ancora. E che l economia italiana torni a crescere. Insomma, non basterà soltanto restare più a lungo al lavoro, ma bisogna anche augurarsi che la ricchezza annuale prodotta dal Paese sia consistente e di riuscire a compiere una discreta carriera e un altrettanta dignitosa crescita del reddito (e quindi dei contributi pensionistici connessi). Purtroppo il vero problema è che gli italiani oggi attivi, cioè quelli che hanno un lavoro e che contribuiscono con i loro contributi a pagare le pensioni di chi è già in quiescenza, non sanno bene che non godranno di una pensione generosa come i padri. E soprattutto non hanno la minima idea di quanto prenderanno, neppure a spanne. Ricordiamo che il quando è agganciato alle aspettative medie di vita. Un complicato algoritmo matematico (aggiornato dall Istat), stima quanto camperanno in più uomini e donne, domani, tra 10 anni, fra 20 o 30 anni. Ma, a legge invariata, un 30/40enne può serenamente ipotizzare di non potere staccare prima dei 67 anni. Il problema, piuttosto, è intrecciare la scarsa crescita (e quindi la bassa rivalutazione dei contributi accumulati), con le carriere canguro (tanti contratti diversi, redditi e contributi modesti e, spesso, una scarsa continuità contributiva). Considerando anche che, con l introduzione delle novità portate in dote dal Jobs Act (e prima ancora dei contratti flessibili), l attuale carriera contributiva è fatta spesso di pochi contributi, lunghi periodi di inattività proprio nei primi 20 anni di accumulo. Un ventennio di accumulo fondamentale soprattutto con il sistema contributivo (che ha scalzato il retributivo), Ripulito dai volontari il Rudun di Groppello DI OLIVIA GHIGLIA CASSANO D ADDA - I ragazzi del CAI e quelli de Il Centro Culturale Rudun hanno fatto un ottimo lavoro togliendo le erbacce intorno al Rudun di Groppello. Il Centro Culturale Rudun è costituito senza fine di lucro ed è a carattere apartitico. L associazione si prefigge di aggregare a livello di gruppo quella fascia di persone che desiderano offrire un contributo attivo di risorse intellettuali, operative e sociali. La caratteristica fondamentale del gruppo è una spiccata vocazione propositiva nel contribuire allo sviluppo della vita sociale, culturale e ricreativa groppellese. Le finalità dell Associazione sono: la salvaguardia e il recupero di valori storici, culturali tipici dello sviluppo architettonico ed ambientale locale attraverso la ricerca, lo studio, l approfondimento dei valori umani, storici, culturali ed economici, l organizzazione di seminari, manifestazioni, mostre, conferenze e dibattiti. Inoltre l Associazione organizza manifestazioni e/o attività sociali, culturali, turistiche, didattiche, sportive coinvolgendo i rappresentanti dei diversi Enti con l obbiettivo di ripristinare elementi fondamentali testimonianti la peculiarità del luogo. periodo che dovrebbe costituire le fondamenta del castelletto previdenziale. Il rischio è che la bassa crescita porti fra qualche decennio insieme alla mancanza di continuità nei versamenti a pensioni irrisorie, comunque non in grado di garantire una vecchiaia dignitosa. Secondo le ultime simulazioni, un 30enne che ha appena cominciato a lavorare con un reddito netto di mille euro al mese, a 65 anni e nove mesi avrà un vitalizio di 514 euro (cioè il 51%) se la sua retribuzione rimane stabile nel corso del tempo e il nostro paese non esce dalla recessione in cui si dibatte da molti anni. L assegno salirà 600 euro (pari al 60%) se staccherà a 69 anni e un mese e l economia riprenderà a tirare. Se invece fa carriera (retribuzione finale di duemila euro netti il mese), la copertura della pensione si ridurrà drasticamente: si arriva a un vitalizio di 743 euro netti al mese (il 37% dell ultimo reddito) se l economia italiana non cresce, e a 858 (il 43%) se invece riprende a tirare.

9 A Vaprio con la Pro Loco nasce il Punto Informativo Turistico DI GUIDO BARONI VAPRIO D ADDA Il mese scorso, presso la Casa del Custode delle Acque, c è stata l inaugurazione del Punto Informativo Turistico, che vuole essere un punto informativo, di incontro e un servizio per tutti i cittadini di Vaprio e non, che vogliono informazioni su cosa offre a livello culturale, turistico e di tradizione, il territorio vapriese e il circondario. All inaugurazione sono intervenuti il Sindaco di Vaprio D Adda, Andrea Benvenuto Beretta, l Assessore alla Cultura, Evelina Letizia Cavenago e il Presidente della Pro Loco di Vaprio, Sergio Fumagalli. Un punto informativo molto importante per Vaprio, e grazie all Expo 2015 ci si augura che porti a Vaprio numerosi visitatori, visto la sua grande storia, le sue tradizioni, i suoi monumenti storici e artistici, le sue prelibatezze gastronomiche, ricordando anche l importante fatto che qui ha vissuto Leonardo da Vinci, con il suo museo ed opere. Con un corso di formazione organizzato appositamente dalla Proloco i molti visitatori potranno essere accompagnati nel giro turistico da persone qualificate. Presenti all incontro vari Sindaci e assessori dei paesi vicini che si sono impegnati su invito del Sindaco Beretta ad attivarsi per un interscambio di informazioni e proposte per allargare la conoscenza di questa zona anche in altri paesi, dell Adda e Martesana, segnalando gli eventi e fornendo materiale informativo. Da ricordare anche che adesso la casa del Custode delle Acque a Vaprio è anche sede della proloco, che ha già in programma svariate iniziative. 9

10 Grazie agli Alpini, un nuovo ecografo per l Ospedale di Vaprio DI RITA MINUTILLO VAPRIO D ADDA Il mese scorso il gruppo Alpini di Vaprio ha consegnato un Ecografo al personale del reparto Radiologia dell Ospedale Crotta Oltrocchi di Vaprio. Un bel gesto che avvicina ancora di più il gruppo Alpini alla cittadinanza contribuendo ad un servizio sanitario di qualità all Ospedale Crotta Oltrocchi. Grazie a questa iniziativa ci spiegano siamo riusciti ad acquisire un ecografo di alta tecnologia per il reparto di radiologia del nostro ospedale, che porterà indubbi vantaggi nell ambito nella diagnostica, grazie al miglioramento delle immagini e ad una minore invasività. DI DONATO MUSARÒ VAPRIO D ADDA - Dal dire al fare c è di mezzo un sacco di carte, permessi, procedure in genere, ma finalmente è pronto il progetto preliminare riguardante la nuova scuola media. A Vaprio tanto è il tempo che se ne parla, e molti non credono che si realizzerà mai. La Giunta vapriese ha approvato il progetto preliminare, atto necessario per passare alle fasi successive previste dall iter amministrativo fra cui il bando per la costruzione. La scuola si farà, e sarà la cosa più bella (in senso classico: bello da vedere e buono da usare) dai tempi dei Melzi e dei Visconti di Modrone, a detta degli amministratori. Una concezione nuova di edificio pubblico e scolastico, più adatta alle generazioni di oggi, ma anche più giusta per una Comunità con precise esigenze, anche multietniche, di aggregazione e di condivisione. Una scuola connessa con i propri volumi interni e con il territorio in cui sorgerà, a disposizione reale della Comunità, una nuova centralità urbana come è stata definita dal Sindaco. Oltre che bella, moderna e multifunzionale, sarà anche sostenibile: in classe energetica A, con sistemi per la produzione di energia e climatizzazione (caldo e freddo) che renderanno l edificio pressoché autosufficiente dal punto di vista energetico, il che significa minor costi di gestione, poter 10 Per questo ha concluso il dirigente ospedaliero - va a tutti i partecipanti a questa iniziativa il ringraziamento più sentito. L attrezzatura infatti permette l esecuzione di esami diagnostici con tempi ridotti per evitare le necessità di sedazione dei pazienti pediatrici, la riduzione dell esposizione alle radiazioni ionizzanti e acquisizione di immagini a più alta definizione per una migliore diagnosi. Inoltre tramite l ecografo acquisito è possibile avere indagini in tempo reale biplanari in neonati e pazienti della prima infanzia, con una maggiore affidabilità tecnica. La nuova scuola media muove i primi passi aspirare a finanziamenti sovracomunali dedicati all edilizia scolastica, forti di un progetto già in linea con le direttive comunitarie in materia di sostenibilità cui presto gli edifici pubblici si dovranno adeguare. A Vaprio arriva il Supermercato Bennet, si ricercano diverse figure professionali DI GUIDO BARONI A Vaprio d Adda è ormai imminente l apertura del nuovo Supermercato Bennet, all esterno della città, il che comporta il dover assumere e ricercare nuove figure professionali, la ricerca è già iniziata, è possibile proporre la propria candidatura nelle urne posizionate all interno della sede del Comune di Vaprio d Adda al primo pianerottolo di fronte all entrata nel Municipio, o in alternativa, compilando il modulo domanda di lavoro che si può scaricare e stampare entrando nel sito del Comune di Vaprio D Adda, oppure prendendo la domanda già stampata a fianco all urna in Municipio; l altra alternativa è quella di collegarsi al sito Bennet lavora con noi. Le figure che si cercano sono queste: specialisti per i reparti: macelleria, salumeria, pasticceria, panetteria, pescheria, cucina; inoltre si vogliono assumere giovani dai 16 ai 23 anni come addetti alla vendita, oltre a cassieri/e e addetti al rifornimento. Le selezioni vengono fatte dalla Bennet S.p.A.

11 L inzaghese Giuseppe Motta Cavaliere della Repubblica DI OLIVIA GHIGLIA INZAGO - L inzaghese Giuseppe Motta, il 2 Giugno scorso, Festa della Liberazione, è stato insignito dal Prefetto Francesco Paolo Tronca, a Cavaliere della Repubblica. È la vita di un semplice garzone di macelleria quella del 79enne Motta - che dal 1950 ad oggi ha percorso una strada non priva di difficoltà ma piena di soddisfazioni. Aveva solo quattordici anni quando decise di andare a fare apprendistato e scelse Milano come città dove avrebbe potuto imparare, uscendo dalla vita lavorativa paesana. E così trova lavoro per 2700 lire al mese, che arrotondato con le mance arrivava a Era in una macelleria di via Castaldi, in pieno centro a Milano ed era colui che faceva le consegne. Erano gli anni in cui, come dice un vecchio detto milanese, si prendono più mance che stipendi, racconta il signor Giuseppe. Prendevo il tram tutte le mattine per arrivare in città, mi accontentavo di fare anche gli straordinari pur di portare a casa qualche lira in più. Non avevo nessuno che poteva aiutarmi a realizzare il sogno di aprire poi un giorno una macelleria tutta mia. E già, Giuseppe partiva svantaggiato rispetto agli altri: non aveva un papà che faceva il lavoro che sognava di fare, e anche per questo è l ultimo in paese a mettersi in proprio. Siamo nel Dopo avere sposato Carla Fumagalli, la sua fedele compagna anche sul lavoro, decide di trasferirsi definitivamente ad Inzago e da qui partire con la sua attività. La tosatura delle pecore, un rito che continua nel tempo alla fattoria della famiglia Corrado DI OLIVIA GHIGLIA CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) - La tosatura è uno dei momenti più intensi delle comunità pastorali della Calabria. E un rito, quasi magico che permette di capire valori e tradizioni di una cultura antica. Un rito che si svolge ogni due Giugno, quando il caldo incomincia ad opprimere le pecore e si rende necessario alleggerire gli animali dal vello. Si inizia al mattino con l adunata delle pecore all interno di un recinto chiuso: le pecore si spaventano alla vista delle compagne senza lana e possono dare in escandescenze. Ad una ad una le pecore vengono prelevate e portate all esterno e sdraiate sul dorso, con una abile e rapida mossa. Una volta a terra, alla pecora, vengono legate insieme le quattro zampe con una cordicella: la pecora è immobilizzata e in questo modo sarà più facile tosarla. Bisogna tosare la pecora in tutte le parti del corpo, dalla testa fino alla coda e bisogna farlo in modo tale che il vello venga via come una pelliccia, composto ed uniforme. Finite le operazioni, la pecora è libera e ritorna nel recinto. Le pecore vengono tosate non solo perché la lana è utile, ma anche perché la lunghezza del vello può essere un impedimento per lanimale, soprattutto nella stagione estiva: l animale, infatti, impigliandosi nei cespugli, potrebbe riempirsi di spine, ferendosi. Si tosa presto di buon mattino, per evitare il sole. Così già intorno alle nove i pastori vengono premiati con una sorta di robusta merenda di mezza mattina, infine si conclude il cerimoniale con un lauto banchetto verso le 13 e nel pomeriggio con musica e balli locali. 11

12 SETTANTA ANNI DALLA LIBERAZIONE DI GIORGIO OLIVIERI POZZUOLO MARTESANA - Sono passati settant anni da quel 24 Aprile del 1945, mese in cui i comandi di zona di tutte le formazioni combattenti della Resistenza italiana hanno ricevuto il famoso telegramma che recitava: A tutti i comandi zona. Comunicasi il seguente telegramma: ALDO DICE 26 x 1 Stop Nemico in crisi finale Stop Applicate piano E 27 Stop Capi nemici et dirigenti fascisti in fuga Stop Fermate tutte macchine et controllate rigorosamente passeggeri trattenendo persone sospette Stop Comandi zona interessati abbiano massima cura assicurare viabilità forze alleate su strade Genova-Torino et Piacenza-Torino Stop. In ogni città la liberazione è avvenuta in giorni diversi, ma si è scelto convenzionalmente il 25 aprile, giorno della liberazione di Milano e Torino, come giorno di festa nazionale per ricordare questi eventi. L importanza di questo giorno è data dal fatto che ha segnato la conclusione di venti anni di dittatura e di più di cinque di guerra, oltre a rappresentare simbolicamente l inizio di un percorso storico che ha portato al referendum del 2 giugno 1946, e quindi alla nascita della Repubblica Italiana. La Resistenza italiana si inquadrò nel più vasto 12 movimento di opposizione al nazifascismo sviluppatosi in tutta Europa, ma ebbe connotazioni particolari. In Italia la Resistenza sorse quando caduto il Regime Fascista il e firmato l armistizio con gli Alleati, reso pubblico l 8 settembre dello stesso anno le forze politiche antifasciste, che si erano riorganizzate, chiamarono il popolo a raccolta per cacciare i fascisti e i tedeschi. Questi ultimi avevano occupato in pochi giorni il Paese, disarmando e catturando in Italia e all estero deportandoli poi nei lager, 700 mila soldati italiani, lasciati senza ordini e direttive dal Re Vittorio Emanuele III, dal governo diretto dal Maresciallo Badoglio e dallo Stato Maggiore. Non si trattò, per l Italia, di continuare una guerra perduta, bensì di cominciarne una nuova, una guerra di Liberazione sia dall occupante tedesco che dai fascisti repubblichini. Costituirono il movimento di Resistenza forze eterogenee, diverse tra loro per orientamento politico e impostazione ideologica, ma unite nel comune obiettivo di cacciare il nazifascismo e di conquistare la libertà. Attorno ad esse si riunirono persone diverse per età, censo, sesso, religione, tra le quali erano personalità di spicco dell antifascismo che avevano avversato e combattuto il Fascismo durante il ventennio, spesso pagando con galera, esilio, confino. Taluni partecipando alla guerra antifascista in Spagna ( ). Accanto a loro i militari che durante la guerra avevano conosciuto dal vivo la rovinosa demagogia del Regime, giovani e giovanissimi che rifiutavano l arruolamento nelle file del nuovo Fascismo repubblicano e che, di fronte alla durezza dell occupazione tedesca, sceglievano la via dell opposizione e della lotta. Il movimento fu fortemente unitario, pur mantenendo ogni forza partecipante la propria specificità e la propria visione politica. I maggiori partiti antifascisti organizzati Partito Comunista, Partito Socialista, Democrazia Cristiana, Partito d Azione, Partito Democratico del lavoro, Partito Liberale costituirono il CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) cui venne attribuita la direzione politica della lotta e nel seno del quale i comitati militari assunsero la responsabilità dell organizzazione delle forze che andavano raccogliendosi in città e in montagna. Si trattò naturalmente, di uno sviluppo complesso e difficile, sovente frammentario; la spontaneità di molte iniziative, le condizioni di clandestinità e segretezza in cui si doveva operare, le difficoltà di collegamento, l aleatorietà dei contatti, la scarsità di mezzi, i duri colpi inferti dai nazifascisti, tutto ciò mise a dura prova l obiettivo delle forze patriottiche. Superando prove durissime e benché colpito da perdite dolorose, il movimento di Resistenza si sviluppò ulteriormente. Al Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI), che operava nelle regioni occupate dai tedeschi e aveva sede in Milano, vennero attribuiti i poteri di Governo straordinario : esso fu quindi riconosciuto quale governo di diritto dell Italia settentrionale in quanto mandatario del governo nazionale di Roma. Regione per regione, zona per zona, la presenza delle formazioni partigiane nelle vallate e sulle montagne si fece sempre più massiccia e dalle bande iniziali si passò a ben organizzate brigate (le Garibaldi, le Giustizia e Libertà, le Matteotti, le Mazzini, le Autonome, etc.) mentre nelle

13 città prendevano vita le SAP (Squadre di Azione Patriottica) e i GAP (Gruppi di Azione Patriottica), dediti a operazioni di reclutamento di sabotaggio, ad azioni di guerriglia urbana, ad attività propagandistica e di reclutamento, sostenuti da movimenti di grande impegno quali i Gruppi di Difesa della Donna (GDD) e il Fronte della Gioventù (FdG). Anche quest anno per ricordare questi avvenimenti l ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d Italia) di Pozzuolo Martesana e Truccazzano ha organizzato molti progetti, mostre e manifestazioni. Primo fra tutti un appuntamento con i ragazzi delle scuole medie di Pozzuolo Martesana, uno spettacolo teatrale dal titolo Officine di Libertà che ha raccontato la storia della Resistenza presso le officine ATM di Milano, dove si nascondevano e organizzavano i partigiani milanesi. A Truccazzano, invece, abbiamo organizzato ci racconta Maurizio Grezzi, presidente Anpi Pozzuolo Truccazzano - in sala Consiglio Comunale una mostra con i documenti dell archivio del Comune. Bellissima e partecipatissima poi la biciclettata partigiana che ha unito Cassano d Adda a Pessano con Bornago, passando da Inzago e Gorgonzola, paesi di Resistenza e di rappresaglie antipartigiane. Il 24 aprile, in chiesa San Francesco a Pozzuolo Martesana, assieme alla Associazione Cardinal Peregrosso abbiamo raccontato in musica e recitazione le storia di Quintino Di Vona, Partigiano, Professore e eroe della prima guerra mondiale, fucilato in piazza ad Inzago dai fascisti il 7 settembre del E poi ancora presentazione di libri e, infine, la festa della DIVISIOEN FIUME ADDA l ultima settimana di Agosto a Truccazzano. Il titolo? Facile: Settanta volte grazie! visita il sito Via Verdi INZAGO (MI) 13

14 Raccolta firme per il quesito referendario Abrogazione della Legge Merlin DI VINCENZO MANNO MELZO - Il Comitato organizzatore leghista ha iniziato una raccolta firme per il referendum abrogativo della Legge Merlin. E possibile firmare presso il Comune di Melzo, Sportello Polifunzionale SpazioCittà. La proposta di regolamentazione della prostituzione ha obiettivi ambiziosi. Ma zoning e controlli sanitari sono difficili da realizzare. E la procedura di autorizzazione è un passo indietro rispetto alla legge Merlin. Introiti per il fisco, accettabilità sociale e crescita del mercato. Il Senato discuterà presto un disegno di legge bipartisan sulla regolamentazione della prostituzione. Le novità della proposta, che dovrebbe sostituire la legge Merlin del 1958, sono la procedura di autorizzazione, l individuazione di aree di esercizio ( zoning ), l obbligo del preservativo, i controlli sanitari, il pagamento delle tasse e la previsione di un percorso assistito di uscita. Gli obiettivi dichiarati dai firmatari sono ambi- ziosi: contrasto allo sfruttamento, reinserimento sociale delle prostitute, contrasto al degrado urbano, riduzione della diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili e, non ultimo, l aumento del gettito fiscale. Prima di commentare nello specifico le singole proposte, è bene ricordare qualche dato. Secondo le stime della comunità Papa Giovanni XXIII, in Italia ci sono circa 120mila prostitute, in maggioranza straniere (nigeriane e dell Est Europa). Circa il 37 per cento sono minorenni e quasi tutte sono sfruttate e vittime di violenza. Nella sola città di Napoli, secondo la cooperativa Dedalus, ci sono circa tremila prostitute. E secondo alcuni studi medici, circa il 2 per cento delle prostitute immigrate risulta infetto da Hiv. È anche opportuno ricordare che la prostituzione, in Italia, non è proibita, mentre tutte le attività economiche connesse, come la pubblicità e lo sfruttamento economico, sono reato. La previsione di un percorso di uscita è sicuramente l aspetto più condivisibile della proposta. Tuttavia, non è presente nessun elemento nuovo rispetto a quanto già previsto dalla legge sull immigrazione, tra l altro esplicitamente richiamata dai firmatari. L unica speranza è che ci sia un finanziamento più consistente e la proposta prevede, correttamente, che una parte delle tasse versate dalle prostitute sia destinata a questi scopi. Anche l obbligo di pagamento delle tasse e dei contributi sociali è condivisibile, sia nell ottica di un aumento del gettito fiscale che in quella dell inclusione sociale. Il gettito potrebbe essere molto elevato. Data la stima dell Istat di un giro d affari di 3,5 miliardi di euro, ipotizzando un aliquota del 25 per cento, l erario potrebbe ricavarci quasi 900 milioni. Il diritto a percepire la pensione, inoltre, dovrebbe funzionare da stimolo alla regolarizzazione. I controlli sanitari e l obbligo dell uso del preservativo dovrebbero servire ad arginare la dif- 14

15 fusione di malattie sessualmente trasmissibili. Tuttavia, i controlli sanitari previsti sono solo facoltativi, mentre l obbligo del preservativo, data l impossibilità pratica di verificarlo, non sembra credibile. Lo zoning è la misura di contrasto al degrado urbano. La proposta assegna agli enti locali il ruolo di individuare le aree in cui consentire la prostituzione e prevede una sanzione per le prostitute e per i clienti scoperti in luoghi diversi. Anche ammesso che le sanzioni previste siano sufficienti a convincere tutte le prostitute a localizzarsi dove il danno connesso alla loro presenza è minimo, ci sarebbero comunque due problemi. Il primo è come compensare chi abita nella zona designata. Una possibilità è quella di concedere uno sconto sulla Tasi o sull Imu. Il secondo riguarda il possibile aumento dei clienti: se è più facile trovare le prostitute, cioè se ci sono meno costi di transazione, è lecito attendersi un aumento della domanda. Il vero problema della proposta di riforma, però, è la procedura di autorizzazione. Nello specifico, le aspiranti prostitute dovranno chiedere, ogni sei mesi, un autorizzazione alla camera di commercio, allegando un certificato di idoneità psicologica. Si tratta indubbiamente di un passo indietro rispetto alla legge Merlin che aveva abolito qualunque forma di registrazione, per evitare che ci fossero discriminazioni. È molto probabile che, appunto per evitare discriminazioni, le richieste di autorizzazione saranno veramente poche, compromettendo l efficacia della legge. La proposta prevede anche il pagamento di una tassa di iscrizione di 6mila euro per esercizio full-time e di 3mila per esercizio part-time: un ostacolo ulteriore alla registrazione, che dissuaderà anche chi non si preoccupa delle discriminazioni, ma semplicemente non guadagna abbastanza. In pratica, risulta veramente difficile immaginare che la legge spingerà in massa le attuali prostitute verso gli uffici della camera di commercio, soprattutto nelle aree in cui la stigmatizzazione della prostituzione è più forte. Questo potrebbe penalizzare particolarmente la Campania, dove, secondo i dati del World Value Survey, la stigmatizzazione è più alta che, ad esempio, in Lombardia. Quindi l effetto più probabile della legge sarà di creare un piccolo mercato regolamentato della prostituzione che affiancherà un settore non regolamentato molto simile al mercato attuale. Tuttavia la legge, se approvata, potrebbe anche determinare una maggiore accettabilità sociale della prostituzione, riconoscendola come una occupazione legittima. Da un lato, questo potrebbe indurre molte più prostitute a registrarsi, a pagare le tasse e a sottoporsi ai controlli, facendo crescere il settore regolamentato. Dall altro, potrebbe spingere più individui a partecipare al mercato della prostituzione, sia a quello regolamentato che a quello non regolamentato, con conseguenze negative su tutti gli obiettivi che i legislatori si sono posti. Mission Rock Cafe DI VINCENZO MANNO MELZO Il mese scorso, presso l Oratorio S. Alessandro a Melzo, l Associazione Gruppo Missionario Le Formiche ha organizzato la manifestazione Mission Rock Cafe. Evento che si ripete ormai da più di dieci anni. Il Mission Rock è una bella occasione per testimoniare alla cittadinanza, e in particolare ai giovani e alle famiglie, l importanza e la bellezza del volontariato e del lavoro gratuito a favore dei più poveri, nell ottica di una condivisione e di una conoscenza reciproca che avvicini alle comunità dei paesi del sud del mondo. Grazie al ricavato dei concerti, in questi anni il Gruppo Missionario Le Formiche è riuscito a sostenere realtà missionarie e associazioni a favore delle comunità locali in Bolivia, Perù, Zambia, Rwanda, Rep. Democratica del Congo, Cambogia. Il programma della festa è stato ricco e variegato, dall aperitivo Juke-Box con i Maclaro Cafè, all esibizione dei Bjragratis e dei New Gold Dream; dal Battesimo della Sella in collaborazione con il centro ippico di Melzo, al torneo di calcio e al truccabimbi. Non potevano mancare la musica dal vivo, l happy hour per i grandi e i gonfiabili per i più piccini. 15

16 Per info telefonare al

17 Riva a Fumagalli: Evitiamo commenti alla cavolo MACELLERIA DI OLIVIA GHIGLIA INZAGO Paese sempre più nel caos e la cementificazione non si ferma. Purtroppo da tempo gli inzaghesi assistono impotenti al continuo scempio del territorio, mentre persiste il degrado in piazza Maggiore e in via Marchesi. Nel frattempo si è dimesso il Presidente del Consiglio Vincenzo D Arena, il quale ha fatto intendere il suo disaccordo totale verso il Sindaco Calvi, evitando commenti ben più gravi. Da mesi si sostiene che ad Inzago esiste il Patto del Nazareno tra Calvi e la Sinistra. Ipotesi avvalorata anche dalla proposta fatta dall autoritario Primo Cittadino dopo le dimissioni di D Arena - a Pirola Cesare (unico rappresentante di Rifondazione Comunista) a sedere nei banchi dell Opposizione e coprire così il ruolo lasciato vacante dal Presidente del Consiglio. Una proposta rifiutata dal furbo Pirola che evitava la trappola dell incarico, andato successivamente ad Elio Mandelli, bramoso di entrare in Giunta. Quando tutto sembrava tranquillizzarsi, ecco arrivare la sparata dell Assessore Riva, reo di aver insultato Andrea Fumagalli del centro destra. «Evitiamo commenti alla cavolo». Una frase che ha fatto irritare Fumagalli, il quale lasciava l aula consiliare, per poi ripensarci, rientrare, bacchettare Renato Riva di pressappochismo e chiedere al Presidente del Consiglio di intervenire per riportare un clima democratico e serio all interno della sala consiliare. Quella di Inzago ormai è da tempo una Maggioranza allo sbando, con il Partito Democratico che sta a guardare le carrambate di Riva e le azioni malcelate del Sindaco Calvi Cosa farà il PD alle prossime elezioni comunali? Costruirà una nuova squadra candidando a Sindaco la Molina o la Borsari? Ma si parla anche della Bonora Una competizione affidata a tre donne per rilanciare la sinistra democratica o allearsi con la sinistra comunista? Nel contempo la Sinistra Comunista guidata dal duo Catanzariti Pirola non sta a guardare ed entra subito a gamba tesa nel bailamme politico, avviando la propria campagna elettorale con un cartello esposto in piazza Maggiore, così riassunto: Per un altra Inzago. Tra circa un anno si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale del nostro paese e per l elezione del sindaco. Si ritiene di cambiare rispetto alla gestione amministrativa degli ultimi due mandati. La lista civica Progetto Inzago ha rapidamente perso la spinta propulsiva riducendosi a una mera gestione amministrativa senza guizzi particolari, per non parlare delle mirabolanti promesse sulla discarica. A fronte di questo stato di cose vi è ANDREA FUMAGALLI MOTTA SERGIO Macellazione propria di bovini di razza piemontese e di suini Produzione di salumi di altissima qualità Via Matteotti, 8 - INZAGO (MI) - Tel una destra rappresentata dalla Lega che soffia sul fuoco di inaccettabili forme di razzismo. I membri di Rifondazione Comunista propongono una convergenza alle diverse aeree: Siamo per la discontinuità verso le due precedenti Giunte guidate dal Sindaco Calvi con riguardo anche al livello delle persone che hanno rivestito incarichi di governo, tale discontinuità non esclude l esigenza di rivolgersi anche a chi ha creduto nel progetto di rinnovamento di Progetto Inzago e ne è rimasto deluso. 17

18 UN BUON SINDACALISTA DI OLIVIA GHIGLIA INZAGO - In tempi di crisi nella zona di Inzago e Gorgonzola c è l impegno di un sindacalista della CISL che riesce a far assumere le persone disoccupate attraverso la contrattazione con le aziende con il jobs act o con le vecchie regole legate all art. 18. In Nexans, azienda del settore Gomma Plastica, si è raggiunto un ottimo accordo economico sul premio di risultato, di cui una parte va mensilmente in busta paga. Accordi innovativi anche in Bouty a Cassina de Pecchi e alla Ecozinder di Trezzo sull Adda. Anche in questi casi le cifre raggiunte permettono ai lavoratori di arrotondare lo stipendio e di partecipare alla crescita delle aziende. Molto spazio è stata data alla scelta individuale dei lavoratori che potranno devolvere integralmente la quota economica raggiunta in Fonchim, fondo relativo al contratto dei Chimici, e, sempre, su base volontaria, rafforzare l azione sindacale interna versando una quota del 10% in più agli iscritti al Sindacato. La Femca Cisl di Gorgonzola ha raggiunto ottimi risultati e i recenti avvenimenti nazionali ed internazionali hanno messo in evidenza quanto sia importante, oggi più che mai, poter contare su una classe dirigente aperta, preparata, capace. E, aggiungiamo, anche caparbia. È soprattutto in momenti di crisi come questo che si sente la necessità di una classe dirigente giovane e moderna, capace di decisioni responsabili: nell aria c è voglia di cambiamento, di scelte determi- nate e concrete, di un vero e proprio rinnovamento, che mantenga l autenticità che muove l impegno sindacale e che mette, al centro di tutto, i lavoratori rappresentati. Soltanto preservando la piena fiducia dei lavoratori si può, infatti, contare sulla credibilità del consenso, che si basa, fondamentalmente, sul riconoscimento delle proprie capacità. Si intende quelle capacità soggettive, personali, che si manifestano nei comportamenti, nel modo individuale di agire, che pervadono tutto il modo di essere in azienda, con i lavoratori, verso i vertici, nell organizzazione, nella società civile. Il profilo del sindacalista impegnato non è certo quello dell uomo perfetto e senza difetti. Anzi. Il sindacalista che, oggi, fa la differenza è quell uomo, o quella donna, capace di assumersi delle responsabilità, sapendosi dare una prospettiva di impegno. Assumere un impegno significa accettare il rischio di uscire allo scoperto, di uscire dalla routine, di abbandonare facili porti sicuri e protetti dalle burrasche, per dare un senso più alto, una nuova e più profonda motivazione alla propria presenza nella società, portando sempre risultati concreti ai lavoratori. Si tratta di una vera e propria missione, basata su un costante confronto con le vicende quotidiane, che non deve mai essere tradita, se vuole davvero ritenersi tale. Nella concezione di molti, pertanto, l impegno sindacale richiede delle continue testimonianze di coerenza: il buon sindacalista deve dire e fare in trasparenza, deve sapersi confrontare a viso aperto, deve dimostrarsi realista, concreto, capace di sintesi, capace, sempre, di superare gli interessi particolari a difesa dell interesse generale. Non deve fare l errore di abbandonarsi all inseguimento di disegni impossibili o progetti privi di un concreto riscontro. Il realismo, che chiama a scegliere, la responsabilità, che impone di non eludere i doveri, lo spirito di sacrificio, che forgia il temperamento, la capacità di non farsi logorare da dispute astratte, sono le vere ancore del successo di una nuova prospettiva di impegno. DIRITTI ACQUISITI: una lettura al rovescio DI MARIO CERESIO INZAGO - Diritti acquisiti, due vocaboli semplici tradizionalmente riuniti a formare una sentenza definitiva sulle aspirazioni dei piccoli che, queste parole, fanno identificare come parassiti della società. Persone che con la loro protervia, basata sulla determinazione acritica di andare all incasso di una promessa - fatta da altri liberamente, forse con superficialità, e magari anche non gratis (ad esempio in cambio di un voto) - adesso viene rinfacciata come un atto di irresponsabile avidità irrispettosa degli altri, questi sì bisognosi, cui viene tolto il pane di bocca. Beh, potrebbe non essere così. Infatti esistono diritti acquisiti di cui non si parla e di cui molti non amino si parli, facendo di tutto per evitare che se ne parli (scusate il gioco di parole). Sono i diritti acquisiti al comando e all agio borghese dei tanti porchi sazi che sono al potere, direttamente o indirettamente, nel nostro Paese. Basta accendere la televisione. Politici e industriali di regime, quelli che vivono di commesse di stato in regime di quasi monopolio, attori e intellettuali saltimbanchi dei potenti che fanno risuonare all infinito i ragionamenti di giornata; borghesi che vivono di rendite di posizione ereditate e, fortunatamente per loro, non ancora consumate dal dolce far niente. Una folla di persone che si tiene attaccata allo status quo a qualunque costo e che si venderebbe la mamma per non perdere una briciola di benessere. Tutti questi individui agiscono sottilmente per screditare gli altri, rei di tutte le colpe, ponendo in modo autoreferenziale se stessi nel ruolo di giudici. Se poi cambiamo canale vediamo un direttore, o ex-direttore, di giornale la cui unica qualità (a parte quella di non mettersi le dita nel naso e tenere un basso educatissimo profilo di ex alunno di qualche scuola esclusiva pagata dalla famiglia che gli consente di essere socio esclusivo di esclusivi club) è quella di spiegarci cosa dovremmo fare e dove sbagliamo a chiedere il riconoscimento di un diritto che loro, invece, si sono tenuto ben stretto. La classe benestante del passato più o meno recente che si è identificata come dirigente si è arroccata nelle stanze del potere ponendosi al di sopra della società, alla quale si sente di non appartenere e che le serve solo come terreno dal quale attingere quanto serve. Fino a quando? Non è la prima volta e non sarà l ultima nella storia dell uomo, e sappiamo come è sempre finita, ma sappiamo anche che chi può gode fin che può, poi si vedrà Ricordo una regola, forse negli USA, che si proponeva di lasciare il frutto del lavoro al lavoratore. Alla sua morte quasi tutto il suo patrimonio veniva ripreso dallo stato al fine di impedire l accumulazione di posizioni di rendita non meritate. I figli, avuto un minimo, dovevano ricostruirsi una posizione con i loro meriti. Sembra crudele, ma brutalmente meritocratico. 18

19 Il P.G.T. (piano per la gestione del territorio ) di Inzago DI ARMANDO TODESCO INZAGO - L interesse per una gestione razionale sfruttando le vocazioni territoriali è sempre stato un cruccio per la classe politica italiana. Fin dal dopoguerra abbiamo avuto chi si è interessato di questi temi, Compagna, Saraceno, Vanoni, per dare una programmazione territoriale all Italia, per arrivare poi agli anni sessanta quando tutte le Regioni hanno organizzato il piano urbanistico regionale. Si trattava di stabilire quali aree dovevano essere sviluppate e in quale modo sfruttare le vocazioni territoriali di ogni singolo territorio provinciale, uno studio di sociologia urbana e rurale concreto. Ma di tutto questo però non si è fatto niente. I Piani provinciali sono diventati solo un libro che è stato messo in un cassetto della scrivania e tutto è finito lì. Da un decennio è nato invece un ulteriore interesse per il territorio anche in relazione con la crisi economica e così sono nati i PGT cioè i piani di governo del territorio. A Inzago ne abbiamo avuti due, uno finito alcuni mesi fa, fatto dal Politecnico di Milano, e si può dire che non era malvagio: un contenitore per lo sviluppo del territorio inzaghese in maniera abbastanza ordinata come è successo in molti paesi dell area della Martesana. Neanche il tempo di verificarlo che la Giunta ha dato incarico al Politecnico per un secondo Piano che è stato presentato ad Inzago alcune settimane fa. La prima fase è stata un catasto delle attività produttive del territorio con slide dove abbiamo visto le aree interessate alle varie attività e le direttrici della mobilità intercomunale. Durante la presentazione è stato anche consegnato ai presenti un questionario per raccogliere i problemi, le difficoltà, le opinioni per i prossimi cinque anni. Questi dati confluiranno in un data-base, che dovrebbe essere di sviluppo integrato delle attività in maniera migliorativa. Associazione culturale Come comportarsi quando si incontra uno sciame di api DI LAURA QUAGLIATA INZAGO - Nel caso vengano rinvenuti sciami di api nei giardini pubblici o nelle proprietà private, si invitano i cittadini a limitarsi a contattare l ufficio ecologia del Comune o interpellare tecnici specializzati. Ogni azione che possa recare danno allo sciame è perseguibile. La presenza di uno sciame di api in ambiente urbano è fondamentalmente connessa con la sciamatura che è un fenomeno naturale che avviene di solito all inizio di ogni primavera. Lo sciame di solito si ferma nei posti più impensati, su un ramo di un albero, su una grondaia di una casa, un paletto, una siepe, un muro, e può rimanere nella posizione temporanea per poche ore o fino ad alcuni giorni. Nel frattempo le api esploratrici intensificano la ricerca, già iniziata da vari giorni, nella zona circostante all alveare, per individuare una nuova dimora definitiva. Una volta trovato un alloggio adeguato, si sposteranno nella sede definitiva. Se vi capita di incontrare uno sciame di api, tenete i bambini e gli animali domestici lontano dagli insetti. Le api sono insetti innocui e raramente attaccano e pungono se non sono disturbati. Nel frattempo contattate l ufficio ecologia del comune o rivolgetevi a un apicoltore esperto nella vostra zona che catturerà lo sciame e baderà a spostarlo in un posto sicuro. Ricordate che le api appartengono alla categoria degli insetti che sono indispensabili all ecosistema e quindi protetti dalla legge, e non devono essere danneggiati e distrutti inutilmente, chiunque sia sorpreso alla loro distruzione o al loro avvelenamento rischia dei procedimenti penale a suo carico. Shiatsu AI-WA Riflessologia facciale e plantare Reiki Fiori di Bach - Shiatsu Via Mazzini,11 Cassano d Adda (MI) Tel

20 TRATTORIA TIPICA La colomba Da oltre quarant anni la famiglia Cinti propone la cucina tradizionale orvietana via Cipriano Manente, 16 - ORVIETO (TR) Tel Chiuso il mercoledì Parafarmacia Moderna Dott.ssa Adriana Caloiero Presso C.C. Opera Centro Via Armando Diaz Opera (MI) Tel

Solidarietà Veneto - Fondo Pensione. Tavola rotonda. Giovani e Pensioni: quale educazione alla previdenza 1

Solidarietà Veneto - Fondo Pensione. Tavola rotonda. Giovani e Pensioni: quale educazione alla previdenza 1 Solidarietà Veneto - Fondo Pensione Tavola rotonda Giovani e Pensioni: quale educazione alla previdenza 1 Intervento di Antonio Finocchiaro Presidente della COVIP Vicenza, 22 novembre 2012 1 Il testo costituisce

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE

TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE Silvia Leonardi Massimiliano Giacchè Ordine degli Attuari Giornata Nazionale della Previdenza Napoli 14 Maggio 2015 Indice 2

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI 1 PREMESSE OBIETTIVI ORGANIZZAZIONE E SOGGETTI CONVOLTI PERCORSI PIEDIBUS REGOLAMENTO ALLEGATO 2 PREMESSE Il piedibus è un autobus

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI Gli ultimi eventi ai quali si sta assistendo, soprattutto a seguito della crisi economica e finanziaria

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

Asse di intervento A. Recupero degli edifici rurali

Asse di intervento A. Recupero degli edifici rurali Progetto 3P Tavolo Paesaggio dell edilizia rurale Verbale dell incontro del 23 aprile 2008 Presenti: Nome Lino Balotti Ivan Bernardi Lorenzo Cervelli Alessia Chiappini Renato Marchesi Marcella Salvetti

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9.

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9. Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 2 Casa delle Associazioni, via Miramare 9 16 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della zona 2 ha avuto

Dettagli

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare.

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare. FONDAZIONE GEDAMA onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale - Iscritta nel Registro Prefettizio delle Persone Giuridiche della Prefettura di Bergamo al n. 17 della parte 1^ ( parte generale)

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO

ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO 1. Le origini della Fiera Ogni anno, la prima domenica di settembre, segna la ripresa dell anno pastorale della Parrocchia di Pieve di Cento. La Festa della Beata Vergine

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto!

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IIS Alessandrini sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IPS Lombardini (sezione associata) Le proposte di a ttivita e stage delle associazioni che aderiscono al Punto Scuola Volontariato di

Dettagli

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 Presenti: Lucia, Emma, Gabriella, Nadia, Fabrizia, Anna, Gabriele, Vittorio, Mauro, Alberto, Massimo, Anna, Valeria, Elisa. 1. Si ritiene necessaria e importante

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Domenica 2 ottobre 2011 ciclopedalata Pavia-San Donato M.se

Domenica 2 ottobre 2011 ciclopedalata Pavia-San Donato M.se Domenica 2 ottobre 2011 ciclopedalata Pavia-San Donato M.se (treno + bici) passeggiata turistica-culturale organizzata da: claudio Per contatti e/o eventuali ulteriori informazioni sulla ciclopasseggiata:

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato

In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato Il Collegamento Autostradale Brescia - Bergamo - Milano (in breve Brebemi) consentirà viaggi veloci e sicuri su un sistema viabile integrato nel

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

PARCO ADDA NORD Trezzo sull Adda VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE

PARCO ADDA NORD Trezzo sull Adda VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE sigla numero data PARCO ADDA NORD Trezzo sull Adda C.d.G. 41 16.07.2014 Oggetto: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA PARCO ADDA NORD E ASSOCIAZIONE CULTURA- LE TRE+DESIGN DI CASSANO D ADDA PER PRO- MOZIONE

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA COMUNE di SCARPERIA E SAN PIERO La fusione tra i comuni di Scarperia e San Piero a Sieve, conclusasi il 31/12/2013 con lo scioglimento dei rispettivi Consigli Comunale,

Dettagli

FONDAZIONE CDSE DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro

FONDAZIONE CDSE DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro Modello 2 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro SOGGETTO PROPONENTE/TITOLARE: Fondazione CDSE EVENTUALI SOGGETTI PARTNER: soggetti partner:

Dettagli

Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni

Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni Brevi considerazioni con qualche numero di Maggio 2013 Si riaperto il cantiere delle pensioni. L obiettivo è irrobustire i risultati raggiunti

Dettagli

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Siamo nel 1938 e la mia famiglia, composta da 5 persone (i miei genitori e noi tre figli), viveva come

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO CIRCOLO ARCOBALENO LEGAMBIENTE 20/04/2015 OSSERVAZIONI AL PUMS DELLA CITTA DI MILANO Il Circolo Arcobaleno di Legambiente, con sede a Melegnano

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

AGENZIA PER LA FORMAZIONE, L ORIENTAMENTO E IL LAVORO EST MILANO * * * VERBALE DELL ASSEMBLEA CONSORTILE * * *

AGENZIA PER LA FORMAZIONE, L ORIENTAMENTO E IL LAVORO EST MILANO * * * VERBALE DELL ASSEMBLEA CONSORTILE * * * AGENZIA PER LA FORMAZIONE, L ORIENTAMENTO E IL LAVORO EST MILANO Sede Legale: Via Cristoforo Colombo, 8 20050 Melzo Milano Codice Fiscale, Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali

Dettagli

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione n. 61 25 gennaio / 1 febbraio 2013 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Appello dell ANPI per le elezioni del 24 e 25 febbraio Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della

Dettagli

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN Progetto e realizzazione a cura di: Direzione Comunicazione - Comune di Milano Per maggiori informazioni www.comune.milano.it Infoline 02.02.02 Stampato su carta riciclata EL NOST MILAN la nostra milano

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili

BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili Si è chiusa lo scorso 30 settembre la prima fase del bilancio partecipativo. Nelle righe che seguono diamo conto

Dettagli

Reddito di base- Riduzione delle forme contrattuali- Salario orario minimo

Reddito di base- Riduzione delle forme contrattuali- Salario orario minimo PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE [legge delega] (bozza per il costituendo comitato promotore) Reddito di base- Riduzione delle forme contrattuali- Salario orario minimo I lavoratori precari legali

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO CARNIA 1944. UN ESTATE DI LIBERTÀ INCONTRO SULL ESPERIENZA DELLA REPUBBLICA LIBERA DELLA CARNIA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA martedì 29 maggio 2012, ore 11 Aula Magna di Piazzale Kolbe

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito internet: http://www.comunepersiceto.it

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Progetto NuovisPazzi Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Luogo: Padiglione Lavanderia, Ex O.P. Antonini di Limbiate ( Loc. Mombello) Premessa: Non

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito

Dettagli

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012 Associazione Cieli Aperti ONLUS - Via Lazzerini n 1-59100 Prato Sede operativa: Via Marengo n 51 Cod. Fiscale: 92062880486 - P. Iva: 01939060974 Telefono: 0574 607226 3280809395 - Fax: 0574 607226 E-mail:

Dettagli

Progetto per il Concorso per il Centro direzionale di Torino

Progetto per il Concorso per il Centro direzionale di Torino PROGETTO PER IL CONCORSO PER IL CENTRO DIREZIONALE DI TORINO 1 Progetto per il Concorso per il Centro direzionale di Torino B63f/1 Terzo premio Operazione 70-1970 L area destinata dal P.R.G. di Torino

Dettagli

e s a i b d za n e id v re P

e s a i b d za n e id v re P Previdenza di base INTRODUZIONE ALLA PREVIDENZA DI BASE Spesso si usa il termine previdenziale per indicare il sistema pensionistico, tuttavia previdenza ha un significato, più ampio poiché ricomprende

Dettagli