Il piccolissimo Numero 2, febbraio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il piccolissimo Numero 2, febbraio 2010 1"

Transcript

1 Il piccolissimo Numero 2, febbraio

2 IL PICCOLISSIMO Giornalino d istituto dell I.S.I.S. Michelangelo Buonarroti sezioni associate Liceo Scientifico e Liceo Classico via Matteotti, Monfalcone (GO) Stampato in proprio presso l I.S.I.S. Michelangelo Buonarroti Monfalcone Febbraio 2010 EditorialE Presentando il secondo numero del Piccolissimo vi annunciamo la prossima comparsa della rivista sul sito del liceo dove si potrà godere di una fantastica versione a colori. È desiderio della redazione che in questo numero vi siano più notizie riguardanti la vita della comunità liceale. Confidiamo anche nei contributi che i lettori possono inviarci all indirizzo mail Troverete in questo numero articoli sul P.E.S. (leggete all interno per capire il significato dell acronimo), attualità, svago e molto altro ancora Buon carnevale e buona lettura! COPERTINA E ILLUSTRAZIONI A CURA DI NICOLA FRESCHI IMPAGINAZIONE E REVISONE A CURA DI GIULIA CAPOLEVA E CARLO ZORZIN SOMMARIO Concorsi 3 Bontà a scoppio ritardato...4 Febbraio Progetti Liceo 7 Futurismo 9 P.E.S 10 Cinema & Musica 11 Angolo cucina 13 Carnevale a Monfalcone 14 La redazione coglie infine l occasione di scusarsi con Chiara Di Matteo, autrice non citata dell articolo sugli origami di pag. 16 dello scorso numero. Libri e dintorni 15 Sorpresona 16 Signori ridete!...17 Oroscopo 19 Appello 22 2

3 VI RIPROPONIAMO IL BANDO, INASCOLTATO, PUBBLICATO NELLO SCORSO NUMERO, SPERANDO CHE QUALCUNO RACCOLGA LA SFIDA. P.S.: STANDO ALLO STATO ATTUALE DELLE COSE CI SONO MOLTE PROBABILITA DI VINCERE IN QUANTO NESSUNO HA ANCORA PARTECIPATO A.A.A. CERCASI URGENTEMENTE Il nostro giornale bandisce per conto della professoressa Musina due concorsi: Uno per creare il logo del nostro liceo che, a differenza di tantissimi altri istituti, non lo possiede. L'altro per trovare un nome al coro del liceo che, nonostante vada a cantare in giro per tutta l'europa, non ne possiede uno vero e proprio. Vi sembra giusto che il nostro liceo e il nostro famoso coro siano sprovvisti l'uno di un vessillo e l'altro di un nome? Per cui invitiamo chiunque abbia piacere o interesse, a partecipare a questi due importanti progetti. Non ci sono restrizioni o regole, a parte ovviamente l' originalità del lavoro proposto; si può partecipare anche a gruppi. I lavori verranno valutati da una commissione composta da alunni, docenti e personale ata. Per chiunque volesse partecipare contattare la redazione del giornalino in 4AS o l'indirizzo di posta elettronica 3

4 di Daniele Pagnoni Il terremoto ad Haiti a riaperto la stagione della beneficenza e da ogni parte della Terra sono arrivati aiuti umanitari per la gente rimasta senza casa, cibo, acqua e altri generi di prima necessità per la popolazione; ciò che mi lascia perplesso è che la bontà d' animo si manifesta dentro la gente solo quando avvengono catastrofi di dimensioni mondiali. Questo non è un invito a pensare solo a se stessi fregandosene di chi sta peggio di noi ma un tentativo di sensibilizzare ad aiutare il prossimo non soltanto in determinate occasioni. Solo in Italia ogni anno muoiono migliaia di persone per diverse cause : morti causa malasanità, morti causa alcool,520 morti causa droga, morti causa tumore, morti causa smog, morti causa incidenti stradali, morti causa aids, morti causa amianto, morti sul lavoro,ecc.. Queste sono solo alcune delle cause per cui nel nostro paese ogni anno perdono la vita persone. Cause queste che si potrebbero evitare grazie a maggiori fondi alla ricerca e al comparto sociale. 4

5 «Radio DeeJay. One nation, one station.» (slogan di Radio DeeJay) di Gian Luca Montanari Radio DeeJay è un'emittente radiofonica nazionale fondata da Claudio Cecchetto di proprietà del Gruppo editoriale L'Espresso, con sede a Milano in via Andrea Massena, 2. Ma cosa c'entra una stazione radiofonica con il nostro numero di febbraio? Leggete quanto segue e rispondetevi da soli. Radio Deejay viene fondata da Claudio Cecchetto a Milano il 1 febbraio 1982 sul modello della precedente e decaduta Radio Music 100. Suoi collaboratori sono anche Massimo Carpani, Pippo Ingrosso e Valerio Gallorini (socio ed amministratore). Hanno cominciato in un appartamento in via Franchetti. Nel 1984 si trasferì nell'attuale sede in via Massena a Milano. All'inizio l'emittente si limitava a trasmettere solo alcuni jingles per interrompere la programmazione musicale (tipo Radio Metrò), ma senza interventi parlati da parte dei deejay. La programmazione iniziale vide bandita la musica italiana; Cecchetto e soci scelsero di incentrare la radio sulla musica New Wave, privilegiando gruppi inglesi tra i quali i Depeche Mode (mitici Depeche Mode), gli Spandau Ballet (come dimenticarli!), e successivamente i Duran Duran. Il primo programma parlato fu un'intervista di Claudio Cecchetto a Larry Hagman (l'antagonista principale della serie televisiva Dallas) e i primi Dj in onda furono Ronnie Hanson (in inglese) e Gerry Scotti. Viene conosciuta a livello nazionale grazie alla trasmissione televisiva degli anni ottanta DeeJay Television ideata e condotta dallo stesso Cecchetto. Si decise così nel 1988 di ampliare la copertura in tutta Italia divenendo Deejay Network. Nel 1989 il Gruppo editoriale L'Espresso, con Eleradio entra a far parte della società Erre D.J. srl rilevando parte delle quote di Cecchetto e Gallorini. Nel 1992, la sede principale della Radio, in via Massena a Milano, subisce ingenti danni a causa di un attentato,secondo gli inquirenti a scopo di estorsione che provoca un miliardo e mezzo di lire di danni, rendendo la 5

6 radio non operativa per alcune ore. A partire dal 1993, radio Deejay si attesta, in termini di ascolto, come la prima radio privata nazionale, con una media di ascoltatori giornalieri che si attesta sui Nel novembre 1994, il Gruppo L'Espresso rileva le ultime quote della radio di Claudio Cecchetto (che si è così occupato del suo altro progetto, Radio Capital, poi acquistata anch'essa dal gruppo L'Espresso), e diviene proprietario del 100% dell'emittente attraverso la sua controllata Elemedia. Nel 1995, Cecchetto lascia anche l'incarico di direttore artistico, a causa di divergenze con la proprietà. Insieme a lui lasciano la radio tra gli altri anche Fiorello e Amadeus. Nel 1996 viene designato quale nuovo direttore artistico Linus. Sul finire degli anni 90, e anche nel nuovo millenio, Radio Deejay si è confermata come una delle radio più importanti d'italia. Nel 2008, secondo i dati di ascolto forniti da Audiradio, l'emmittente si è confermata al secondo posto come ascoltatori a livello nazionale, dietro soltanto a RadioRai, e quindi ancora al primo posto tra le emittenti private con una media giornaliera di ascoltatori. A partire da fine 2000, sulla piattaforma satellitare sono iniziate le trasmissioni di Deejay Tv. Il canale televisivo, sotto la guida artistica di Linus, è stato visibile da tutta Europa fino al 2003, anno in cui l'emittente diviene parte del pacchetto SKY e codifica le proprie trasmissioni Tra le celebrità che sono passate (o lavorano ancora) come deejay per l'emittente radiofonica si ricordano DJ Albertino, Andrea Pellizzari, Bob Sinclar, Elio e le Storie Tese, Fabio Volo, Federico Russo, Irene Lamedica, Ivan Zazzaroni, Linus, Luciana Littizzetto, Mario De Santis, Michele Mainardi, Nicola Savino, Platinette, Roberto Ferrari, Tommy Vee e il mitico ed irriverente Trio Medusa. Avete capito? La radio è stata fondata nel mese in cui voi leggete questo numero e speriamo sia di buon auspicio permettendoci di ripetere, anche se nel nostro piccolo il loro successo! 6

7 di Giulia Comerio Le attività offerte dal nostro Liceo sono molteplici. Gli studenti possono, ad esempio, partecipare alle Olimpiadi; quelle di matematica e fisica si sono già svolte, rispettivamente in data 18 novembre e 15 dicembre Per quanto riguarda la chimica, i test sono previsti per maggio 2010 e consistono in domande a risposta multipla fornite dalla S.C.I. (Società Chimica Italiana). Inoltre sono destinati a biennio e triennio; quest ultima categoria ci interessa maggiormente visto che del nostro istituto partecipano solo gli studenti di quarta superiore. Sempre nell ambito della chimica, in collaborazione con l Università di Trieste, sono offerti degli stage, che si tengono in mattinata e in date prestabilite, che permettono di condurre interessanti esperimenti, come ad esempio la sintesi di composti biochimici o l incapsulamento di biomolecole. Un esperienza da non perdere! Inoltre le classi terze partecipano a corsi di educazione ambientale studiando le zone umide del monfalconese, studio che si concretizza con l uscita in bicicletta presso il SIC Cavana. A questo proposito esce la seconda edizione del volume sul Lisert. Nell ambito dell educazione scientifica per le classi terze è inoltre prevista la visita al Life Learning Center, per laboratori di biotecnologie. Per le classi quinte è stato organizzato un approfondimento sull astronomia, in occasione dell anno mondiale dell astronomia il 2009 oltre che due star party, su cui troverete maggiori informazioni sul sito del Liceo. In ultimo varie classi parteciperanno al Festival scientifico Scienza under 18, che si terrà dal 13 al 15 maggio 2010 a Monfalcone, tramite laboratori interattivi. (Per la realizzazione di questo articolo si ringrazia anche la professoressa Giulia Realdon per aver fornito la gran parte delle informazioni necessarie) 7

8 Anche quest anno è possibile recarsi al Teatro Comunale di Monfalcone per assistere a diversi spettacoli, pagando per di più un biglietto con tariffa agevolata per studenti. Aderendo all iniziativa curata dalla professoressa Bendoricchio, la classe quarta B accompagnata dal professor Bergamasco in data 11 gennaio 2010 ha assistito allo spettacolo Tartufo di Molière, nella versione tradotta da Cesare Garboli e la regia di Carlo Cecchi, che è poi l attore di punta della compagnia. E una commedia divertente e tutto sommato leggera che narra le vicende di una ricca famiglia borghese quando si trova ad ospitare un tale di nome Tartufo, un giovane di umili origini che si finge uomo di alta moralità e sani valori, dimostrandosi poi essere l esatto contrario. E una commedia brillante, costellata di intrighi e vivaci dialoghi ma è anche una feroce satira contro l ipocrisia specialmente contro quella religiosa. 8

9 di Giulia Comerio e Daniele Esposito In data 22 gennaio diverse classi si sono recate a Gorizia presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia per visitare la mostra Il Futurismo di frontiera previo conferenza tenuta dal dott. Lodi, dall avvocato Degrassi e dallala prof.ssa Bressan. Il Futurismo è stata una corrente artistica italiana del ventesimo secolo. Interessò diversi campi dalla pittura alla scultura,dalla letteratura alla musica, all architettura, alla danza, alla fotografia, al nascente cinema e perfino alla gastronomia. E nato in Italia nel 1909 ma si è sviluppato in tutta Europa, in particolare Parigi sul piano culturale, Milano e Trieste sul piano politico. Tra le città care ai futuristi c era anche Berlino, all epoca dominata dagli espressionisti. La bandiera Futurista si può dividere in 5 parti, di cui una verde, una bianca e tre rosse; il rosso è un colore particolarmente importante tanto che Trieste veniva definita la rossa polveriera d Italia. Nel territorio giuliano, in particolare nel capoluogo, c erano due pensieri contrastanti: i triestini aderivano ad alcune idee del futurismo che propagandavano l indipendenza, essendo la città possedimento dell impero d Austria, ma d altra parte non tutti apprezzavano le opere tanto da fare delle vere e proprie parodie raccolte nel libro Cannonate. I futuristi hanno appoggiato la prima guerra mondiale, infatti si arruolarono come soldati volontari e i loro scritti che ci sono pervenuti evidenziano chiaramente i caratteri del conflitto. Il modo di scrivere di questi letterati era innovativo perché costringeva il lettore ad utilizzare tutti i sensi, infatti i verbi erano all infinito, le frasi frammentate e veniva fatto un largo uso di suoni onomatopeici. Tra i più importanti vanno ricordati gli italiani Marinetti, Boccioni, Sant Elia e Pocarini e i tedeschi Becker e Stram. Le classi finita la conferenza hanno potuto ammirare diverse opere tra cui una scultura di Boccioni molto rara e con una forma particolare, diversi dipinti e tavole. 9

10 di Riccardo Faraone e Irene Raffin Chi siamo? Siamo un gruppo di una ventina di ragazzi di classi diverse, ma con uguali ideali europei, che si riunisce ogni venerdì dalle alle 16 presso l aula multimediale del Liceo con l aiuto del professor Soranzio. Quali sono le nostre esperienze europee? L anno scorso siamo stati accolti a Ginevra nella sede dell Alto Commissariato per i Diritti Umani dell ONU e quest anno ripeteremo la stessa esperienza, visitando anche la sede dell UNICEF. Perché ci riuniamo? Poiché siamo ragazzi che vogliono mettersi in discussione e vogliono far sentire la propria voce nel mondo della scuola e all interno delle istituzioni europee. Per ottenere ciò collaboriamo con il Parlamento Europeo degli Studenti (PES). Cos è il PES? Il Parlamento Europeo degli Studenti nasce nel 2007 e ad ora conta una settantina di studenti tra scuole superiori ed università residenti in varie città del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia con lo scopo di approfondire e sviluppare i concetti di cittadinanza attiva e di diritti umani. Oggi, nel 2010, è riuscito ad ottenere vari riconoscimenti e si sta muovendo sia a livello europeo che locale per far vedere che i giovani vogliono prendere in mano il loro futuro e che se lo vogliono ne sono capaci. Siamo noi i giovani che non si accontentato più della scuola ma vogliono fare loro la scuola. 10

11 di Anita Miceu In questa pubblicazione del Piccolissimo vi presento un film che ho visto di recente: Fuga da Alcatraz. Non so se già qualcuno di voi l'abbia visto ma è un film molto particolare soprattutto per la storia che racconta. Clint Eastwood, infatti, qui interpreta Frank Morris, un criminale statunitense, prigioniero ad Alcatraz (isola situata nella baia di San Francisco, famosa perchè ex sede dell'omonimo carcere di massima sicurezza) dal 1960 al 1962, anno nel quale riuscì a scappare insieme ad altri due detenuti, John Anglin e Clarence Anglin. E' una storia vera, dal mio punto di vista molto affascinante. Frank Morris nacque a Washington nel 1926 e, probabilmente abbandonato fin dalla nascita dai genitori, passò la maggior parte dei suoi primi anni come figlio adottivo presso diverse famiglie. All'età di 13 anni fu accusato di furti presso vari negozi e successivamente fu arrestato con diverse accuse, quali possesso di narcotici e rapine a mano armata. Arrivando all'età adulta, Morris cominciò ad essere spostato da penitenziario a penitenziario; si pensa che possedesse un quoziente d' intelligenza superiore e che per questo sarebbe stato in grado di evadere da qualunque prigione. La sua penultima fuga è quella dal penitenziario di Atlanta, ma in questa occasione fu scoperto e di conseguenza, violando inoltre numerose regole della prigione, fu trasferito ad Alcatraz, il 20 gennaio Si pensa che Morris cominciò a progettare una nuova fuga appena arrivò ad Alcatraz; in quest'occasione riuscì a convincere altri tre prigionieri ed amici che aveva già conosciuto ad Atlanta: Allen West, John Anglin e Clarence Anglin. Il tentativo di fuga fu abbastanza semplice. Per due anni, Morris, West e gli Anglin rubarono, dalla prigione, diverso materiale per costruirsi: dei gommoni, per poter attraversare la baia di San Francisco a nuoto; delle teste finte di cartongesso a loro simili, per far credere alle guardie che stavano dormendo. Si pensa che si sarebbero serviti del manico di un cucchiaio per allargare le condotte di ventilazione da dove poi sarebbero scappati. Da maggio del 1962 cominciarono a scavare attraverso le condotte nel muro delle celle, lavorando a turni, con le guardie di custodia ignare del loro piano. Nella notte dell'11 giugno 1962 il piano terminò ed ebbe successo; il gruppo, ad eccezione di West, scappò 11

12 fuori dai fori, entrando nel corridoio. Procedettero prima sopra il tetto per poi scendere verso la baia. Là salirono sulla zattera da loro costruita, la quale scomparve nella notte. La mattina seguente gli ufficiali ritrovarono le teste finte nelle brande dei prigionieri e fu dato l'allarme. L'FBI condusse una delle più grandi cacce all'uomo nella storia; tutto quello che fu ritrovato furono alcuni resti della zattera e dei salvagenti sulla spiaggia di Angel Island. Fu anche ritrovata una borsetta impermeabile che conteneva oggetti personali di Clarence Anglin. Dopo 17 anni di indagini il Federal Bureau of Investigation (FBI) dichiarò ufficialmente chiuso il caso il 31 dicembre 1979, non essendo emersa alcuna credibile evidenza che i tre uomini fossero ancora vivi, ma nell'eventualità che così non fosse passò le indagini alla Polizia Federale, dalla quale è ancora ricercato. Lo spazio della musica vorrei dedicarlo invece, a una canzone che, secondo me, fa parte del DNA della gioventù: chi non l' ha mai ascolta e riascoltata? Credo nessuno. Sto parlando di Another brick in the wall, la colonna sonora della nostra occupazione in questa scuola, vi ricordate? Il 2009 segna una ricorrenza importante: i 30 anni dalla pubblicazione dell album The Wall dei Pink Floyd. L album, uscito alla fine del 1979, non è stato definito tra i migliori della band ma sicuramente uno di quelli che più si ricordano, grazie anche al successo della canzone in questione. Another brick in the wall è suddivisa in tre parti: nella prima parte il tono è tranquillo e pacato, eccetto un breve, ma chiaro, aumento del tono della voce verso la fine della parte cantata del brano, al termine della quale inizia un lungo e sottomesso assolo di chitarra elettrica. Seguendo ciò che viene raccontato nella canzone, Pink, il protagonista, cresce e capisce che il padre è morto in guerra. Questo lo distrugge moralmente e fa sì che cominci a costruire "The Wall", vale a dire "Il Muro". Nella seconda parte la canzone assume un vero e proprio tono di protesta, protesta destinata a colpire la rigida istruzione in generale, e in particolare contro i collegi scolastici, cosa che ha portato alla censura del brano in Sud Africa. Infatti nel 1980 la canzone fu adottata come inno dagli studenti neri durante la rivolta di Elsie's River, in Sud Africa, per protestare contro la propaganda razziale. Il 2 maggio dello stesso anno la canzone fu censurata in quello stato. Nella canzone è presente anche un coro di studenti che cantano la seconda strofa. Nel video, in questa seconda parte, dopo essere stato sgridato dal suo maestro, Pink sogna il giorno in cui i ragazzi avrebbero cominciato a protestare contro gli insegnanti troppo severi. La terza parte è la parte più corta di Another brick in the wall. È quasi del tutto simile alla prima parte, ma ha toni più forti. Lo strumento che prevale è il basso e nel brano non viene eseguito alcun assolo di chitarra. In conclusione, nel video, Pink, ormai cresciuto, decide di finire il muro a causa della rabbia scaturita in lui dopo il tradimento della moglie, giudicando di non aver bisogno di nulla e riducendo tutti i suoi conoscenti a semplici mattoni nel muro. 12

13 di Gian Luca Montanari Allora,oggi si parla di dolci. E la ricetta di questo numero vi guiderà alla preparazione del buonissimo e famosissimo salame al cioccolato,ovviamente per chi non sa ancora come si fa o non ha intenzione di comprarlo nei banchi di un banale supermercato. Questo dessert,che era una volta anche un dolce pasquale emiliano e che sembra complicatissimo da confezionare vanta in realtà una ricetta rapida e semplice. Cominciamo. Gli ingredienti sono i seguenti: 3 etti biscotti secchi 1 etto burro 3 uova intere 1/2 etto di cacao amaro 1 bicchierino di liquore (ma solo a chi piace) 170 g zucchero Per cominciare bisogna sbriciolare i biscotti secchi. Per praticità lo si può fare raccogliendoli in un canovaccio e poi battendoli con un pesta carne. Nel frattempo si sciolga il burro in una padella (ebbene si,le padelle non servono solo a picchiare i propri fidanzati).mentre aspettate che si scaldi,rompete 3 uova intere in una terrina,nel senso che ci vanno sia il tuorlo che l'albume. Amalgamate ora le uova con lo zucchero e il burro,poi aggiungete biscotti,il cacao ed eventualmente il liquore. Non preoccupatevi se sembra una massa informe, perché il prossimo passaggio consiste nello stendere la pasta su un foglio di alluminio e darle la forma del tipico salame. Prima di poterlo mangiare, poiché non ha consistenza (e già) dovete lasciare il vostro salame al cioccolato in frigo per qualche ora. Se volete rendere il vostro dessert presentabile,dopo averne tagliato alcune fette e averle disposte armonicamente sul piatto potete spruzzarci sopra un po' di zucchero a velo o dello sciroppo al cioccolato,alla fragola o al caramello. 13

14 di Giulia Capoleva Nel numero di Febbraio è indispensabile accennare al Carnevale. Il Carnevale è una festa di origini antiche, infatti deriva dal latino carnem levare ( togliere la carne). Paradossalmente questa festa trae il nome dal suo opposto in quanto era usanza presso i romani preparare vari banchetti i giorni prima del periodo del digiuno. Secondo la tradizione cristiana il Carnevale è quel periodo di sette giorni che finisce con il martedì grasso e che precede il mercoledì delle ceneri, il primo giorno di Quaresima. Spesso durante il martedì grasso, che quest anno cade il 16 febbraio, presso molte città del mondo, si organizzano eventi, bancarelle e le famose sfilate dei carri carnevaleschi e dei gruppi mascherati. Anche a Monfalcone si festeggia questa giornata da molti anni. Il programma del 2010, 126esimo Carnevale monfalconese, conserva la tradizione, infatti alle ore avverrà la partenza del Corteo degli Sposi dalla sede della Pro Loco della cittadina in Via Mazzini. Dopo aver fatto il giro della città entrerà in piazza alle ore circa. Seguirà l alzabandiera del comune. Si potrà assistere quindi alla tradizionale cerimonia e orazione pubblica : al Giuramento del Notaio Toio Gratariol, alla Lettura del Testamento de Sior Anzoleto Postier e alla Cantada ; tutto questo accompagnato dalla musica della banda di Monfalcone. Dalle ore in poi ci sarà la Sfilata dei Carri e per quest anno sono previsti circa figuranti, che verranno guardati e classificati da una giuria composta da autorità e personalità del monfalconese. Alla fine della sfilata verranno premiati il gruppo e il carro vincenti e anche i secondi e terzi classificati. Per gli interessati della danza ci sarà un esibizione delle ballerine brasiliane del Ipanema Show. Il tutto si concluderà con l ammainabandiera. 14

15 di Carlo Zorzin Come ben sapete, affezionati lettori del giornalino, questa rubrica non si occupa esclusivamente di libri, ed è per questo che vorrei farvi conoscere un grande fumetto italiano: Dylan Dog. Voi starete per dire: un fumetto? Abbiamo mica quattro anni! io invece la penso come Stephen King: È vero che io sono cresciuto, ma i fumetti anche. Tornando a noi, chi lo conosce lo sa già bene, l indagatore dell incubo, non è un semplice fumetto horror, non un semplice svago, ma qualcosa di indefinibile con un significato molto più profondo, e chi lo accusa di essere politicizzato è molto lontano da capirne il suo spirito poiché chi scrive questo fumetto non si è mai schierato con nessuno se non con i più deboli, se questo lo chiamate fare politica... Nel settembre del 1986, quando è uscito, passa in edicola senza fare troppo rumore, ma in pochi anni diventa un fenomeno, con pubblicazioni che arrivano fino alla Turchia, con iniziative editoriali e non che si sprecano, fino ad arrivare ad oggi, quando è presente in edicola con 3 ristampe, i superbook e gli albi giganti. Insomma un fenomeno che colpisce in profondità, ma senza tagliare. Dylan Dog affonda nel cuore attraverso personaggi, pensieri e parole che utilizzano l horror per parlare al lettore di tutt altro. 15

16 Pubblichiamo qui il disegno di Carlotta Migliozzi, vincitore della gara d arte di Carlotta Migliozzi. Per apprezzare al meglio il disegno ruotare di 90 in senso antiorario. 16

17 Cosa disse Garibaldi dopo essere sbarcato? Grazie mille! professor Zampini strisce a cura di Nicola Freschi 17

18 18

19 di Matteo Tossut Se il mese scorso non siete stati soddisfatti dei consigli dati, arrabbiatevi con le stelle, io non centro niente! Se quello predetto non si è avverato vuol dire che avete sbagliato segno da leggere o che gli astri si prendono gioco di voi. Se non riuscite a trovare il vostro segno pazienza: le stelle ti consigliano di non credere agli oroscopi. Iniziamo dalle buone notizie: Dugongo(dal 3 gennaio al quadrato): Ottimi progressi in campo scolastico: prenderete 9!..in comode rate da tre Ciliegia(prima o poi): L'influenza di Giove rende particolarmente distratti i nati sotto il segno della ciliegia, infatti il vostro segno é il precedente. Minestra di fagioli(dal primo all'ultimo nessun escluso): Nascondervi dietro un dito non vi servirà a nulla a meno che non abbiate un indice di 80 chili. Evitate indumenti giallo canarino se andate a teatro,evitate indumenti bianchi se andate a lavorare nei campi, evitate indumenti se andate sotto la doccia. 19

20 Cucchiaio(da Totti in poi) Scoprirete a vostre spese che non è tutto oro ciò che luccica. Quasi sicuramente quel bagliore in mano al serial killer della porta accanto è acciaio inox. Corteccia(d'altro canto): Ricordate di indossare sempre la biancheria anti fachiro rosso azzannatore, potreste incontrarne uno nel vostro giardino. Sogni agitati per gli orsi di mare. Tappo(tre quarti di gennaio, un pizzico di febbraio, una punta di marzo, aggiunta di limone e agitare prima di leggere) Il momento giusto per giocare in borsa è prima di aver fatto la spesa dopo ci potrebbero essere problemi di spazio. Gli investimenti migliori si realizzano in mezzo alla strada sopratutto se si corre oltre al limite e a fari spenti nella notte. Puntate sempre e solo su titoli sicuri, dopo aver preso la mira con estrema attenzione! Mi raccomando. Lavatrice(da "c" a "po ") Per garantirvi una festa di compleanno ricca di calore non serve organizzarla per mezzogiorno del 15 agosto nel deserto del Sahara: basta preparare il barbecue vicino ai tendoni della sala. 20

21 Coccodrillessa(3\4 di aprile e un pezzo di pane) Al cuore non si comanda: è vano dunque tentar di insegnarvi a riportarvi il bastoncino, sopratutto quello Findus. Igloo(da "lai" a "ma") Non chiudete la porta del frigo dall'interno e non aprite la finestra dall esterno, toglietevi i pantaloncini prima di metterli in "lavatrice" per non dover piangere sul latte versato. Non permettete ad un "igloo" di bagnarvi la casa,negategli l'accesso. Prosciutto e funghi (dalla briscola al poker) Diffidate degli sconosciuti. Non dovete credere a tutti. Controllate sempre la carta di identità di chi afferma che siete belli, bravi, intelligenti, simpatici, spiritosi: se non è vostra mamma è sicuramente un bugiardo!! Porcospino Sayan(dalle 4 del mattino fino al giorno dopo) Amore così così: narrandole che il medico e filosofo inglese Fudd autore del saggio Utriusque mundi,maioris scilicet et minoris, in cui si ispirò al futurismo e al neoplatonismo, sia antico che rinascimentale cercherete di far colpo su una fotomodella. Invano. Però fortunati al gioco: arriverete secondi in una gara di scacchi. Soldi: né troverete a palate a casa di Berlusconi. 21

22 È TORNATO IL GIORNALINO! CERCHIAMO ANCORA PERSONE CHE VOGLIONO CONTRIBUIRE AL GIORNALINO, SIA COME REDATTORI, SIA COME COLLABORATORI OCCASIONALI, CON ARTICOLI, RUBRICHE, POESIE, RACCONTI, FUMETTI, DISEGNI E QUALSIVOGLIA GENERE DI PROPOSTE. INOLTRE PROPONIAMO AI RAPPRESENTANTI DI ISTITUTO E DEGLI STUDENTI DI COLLABORARE CON UNO SPAZIO DEDICATO ALL INFORMAZIONE SULLA VITA SCOLASTICA. ATTENDIAMO, CON GRANDE SPERANZA CHE QUESTA VOLTA L APPELLO NON RIMANGA INASCOLTATO, VOSTRE PROPOSTE, IDEE O CONSIGLI. PER ALTRE INFORMAZIONI CONTATTARE: L INDIRIZZO IL PROFESSOR DON MARCO ZAINA LA CLASSE 4AS 22

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti.

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Pronti per colorare? Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Ringraziamo tutte le maestre e le mamme

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

UN BENVENUTO A TUTTI I BAMBINI CHE COMINCIANO LA PRIMA ELEMENTARE e UN BENTORNATO A TUTTI GLI ALTRI!!!

UN BENVENUTO A TUTTI I BAMBINI CHE COMINCIANO LA PRIMA ELEMENTARE e UN BENTORNATO A TUTTI GLI ALTRI!!! Anno 3, Numero 1 (Settembre 2003) Redazione: Fernanda, Mariella, Nicola, Maurizio e-mail: italofro@inwind.it Come sembrava lunga, a giugno, l estate Sembrava che le vacanze non sarebbero finite mai E invece,

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

174 risposte. Riepilogo. Quale Scuola frequenti? Area 1 - pensa alla tua scuola e indica quanto sei soddisfatto. Modifica questo modulo

174 risposte. Riepilogo. Quale Scuola frequenti? Area 1 - pensa alla tua scuola e indica quanto sei soddisfatto. Modifica questo modulo 174 risposte Pubblica i dati di analisi pinadeidda@alice.it Modifica questo modulo Riepilogo Quale Scuola frequenti? 55.7% 44.3% Primaria 77 44.3% Secondaria 97 55.7% Area 1 - pensa alla tua scuola e indica

Dettagli

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi Scrivere nella scuola dell infanzia Lilia Andrea Teruggi Scrivere per. Informare: Cartelli, indicazioni stradali, insegne Avvisi, comunicati, orari, bollettini Testi di carattere tecnico-scientifico Cronache,

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

cantare in un concorso fare il gemellaggio con un altra scuola

cantare in un concorso fare il gemellaggio con un altra scuola Unità Per cominciare... Osservate le seguenti attività e iniziative. Di solito, quali di queste è possibile svolgere a scuola? fare lezioni di guida cantare in un concorso organizzare una mostra proteggere

Dettagli

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c.

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c. QUARTA MEDIA RIPASSO DI GRAMMATICA / LESSICO E FUNZIONI SCEGLI LA FORMA CORRETTA. 1. (a) Quello uomo (b) Quell'uomo (c) quel uomo è stato un famoso atleta. 2. Il mio ufficio è vicino (a) alla stazione

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac. A cura della classe 4^F a.s. 2013-14

LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac. A cura della classe 4^F a.s. 2013-14 LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac A cura della classe 4^F a.s. 2013-14 Riscaldamento motorio/ teatrale - Siamo allo zoo: immaginiamo di vedere al

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

L I S T I N O C O M M E R C I A L E. ONE nation ONE station STAMPA TV RADIO TABLET WEB MOBILE

L I S T I N O C O M M E R C I A L E. ONE nation ONE station STAMPA TV RADIO TABLET WEB MOBILE L I S T I N O C O M M E R C I A L E ONE nation ONE station Listino commerciale Radio - FORMATI RADIO DEEJAY ONE NATION ONE STATION TOP CLUSTER Break esclusivo di durata massima 105 secondi, 5 spot al massimo.

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI Dove ci troviamo La scuola G. Mazzini si trova a Legnano in piazza Trento e Trieste. Si colloca in una zona strategica poiché comodamente raggiungibile dal centro di Legnano,

Dettagli

domani 1 cortometraggio Petali

domani 1 cortometraggio Petali domani 1 cortometraggio Petali regia: Giacomo Livotto soggetto: Luca Da Re sceneggiatura: Giacomo Livotto montaggio: Franco Brandi fotografia: Michele Carraro interpreti: Erika Cadorin, Fabio Degano, Giacomo

Dettagli

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК ОБЛАСТЕН КРЪГ 01.02.2014 VIII клас I. PROVA DI COMPRENSIONE DI TESTI ORALI Per studiare la scheda avete 3 minuti. Sentirete il testo

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no?

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no? QUADERNO DEGLI ESERCIZI 3 Unità 1 1 Scrivete, per ogni genere, il titolo di due film che avete visto di recente o che vi sono piaciuti particolarmente. COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA

Dettagli

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE:

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: Cristina Carmagnini Questo incontro con la professoressa Carmagnini mi è piaciuto molto, è stato molto interessante. Io non ho ancora letto il libro, ma credo proprio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

IL CARNEVALE IN ITALIA E IL CARNEVALE IN SPAGNA

IL CARNEVALE IN ITALIA E IL CARNEVALE IN SPAGNA IL CARNEVALE IN ITALIA E IL CARNEVALE IN SPAGNA Le origini del Carnevale Le più famose maschere Italiane della Commedia dell'arte Il Carnevale in alcune importanti città Italiane Confronto tra il Carnevale

Dettagli

Mini progetti Arrivederci! 2 UNITÀ 1

Mini progetti Arrivederci! 2 UNITÀ 1 UNITÀ 1 Sport da seguire o da praticare? A coppie individuate, secondo voi, quali sono gli sport da seguire e quali invece da praticare. Trovate su internet delle foto di vari sport. Attaccate le foto

Dettagli

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2008 Scrivi il tuo nome e cognome

Dettagli

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone A Neretta piace molto andare a scuola. Anche i suoi amici della Compagnia del Cuore d Oro che frequentano la sua classe vanno volentieri. Ma le cose, all inizio di quest anno, non andavano troppo bene.

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO di Aurelio Alaimo I. I. S. Caduti della Direttissima - Castiglione dei Pepoli (Bologna) aurelio.alaimo@iperbole.bologna.it (critiche, osservazioni e commenti

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

REPORT DEI QUESTIONARI

REPORT DEI QUESTIONARI IN-FORM-AZIONE Mostra interattiva organizzata dall AO San Gerardo di Monza - Dipartimento di Salute Mentale 20-24 febbraio 2006 Liceo Casiraghi Parco Nord Cinisello B. REPORT DEI QUESTIONARI Durante lo

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso?

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Livello A2 Unità 10 La costituzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? - Ciao Carlo, in questi giorni l Italia festeggia i 150 anni di unità e naturalmente

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Programma per i bambini

Programma per i bambini Report finale Progetto Solidarietà a.s. 2014/2015 prima tappa: 25^ Giornata Internazionale dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza - sabato 22 novembre 2014 con il patrocinio morale Programma per

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini Pinocchio Indice illustrato CAPITOLO 1 Tutto comincia con un pezzo di legno............. 7 CAPITOLO 2 Quando un burattino ha fame.... 17 CAPITOLO 3 Il Gran

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA

I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA SCUOLE IN TOUR CON POVIA A PESCARA Sabato 8 febbraio abbiamo ospitato a scuola il cantante Povia. In questi giorni è in Tour per le scuole della

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli