Seminari Formativi Tematici. In collaborazione con:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Seminari Formativi Tematici. In collaborazione con:"

Transcript

1 Seminari Formativi Tematici In collaborazione con:

2 Materiali da costruzione e LEED Materiali e ISO Esperienze pratiche nei progetti LEED a Milano_Porta Nuova

3 GREENWICH Srl (opera sul LEED dal 2007) 3 professionisti accreditati LEED (LEED AP) Pinoli_Zaffino_Mottura + Brenna 1 professionista Formatore GBC Italia 1 professionista Revisore GBC Italia. Socio del Green Building Council (GBC) Italia

4 Area Porta Nuova Milano Garibaldi Isola Varesine M. Pinoli_ Referente LEED per la costruzione

5 Campus Basilisco Progetto Basilisco Multiple buildings LEED NC mq Peschiera Borromeo (MI)

6 CREDITI LEED DI COSTRUZIONE Applicazione dei crediti LEED di costruzione

7 CERTIFICAZIONE LEED Durante la Costruzione 1. CREDITI SS - PREREQUISITE, Construction Activity Pollution Prevention - Approccio comune lotto1 e lotto2 - Stato avanzamento cantiere, strategie impiegate, Planimetria ESC Plan. 2. CREDITI MR - MR Credit 2.1 & 2.2, Construction Waste Management - Approccio gestionale unico per lotto1 e lotto2 - MR Credit 4.1 & 4.2, Recycled Content; MR Credit 5.1 & 5.2, Regional Materials - Aggiornamento Tabella elenco materiali installati - Aggiornamento Tabelle a consuntivo e previsionale rispetto quanto riportato nella definizione dei costi materiali. - Avanzamento fornitori LOTTO2 3. CREDITI EQ - EQ Credit 3, Construction IAQ Management Plan. - EQ Credit 4.1, 4.2, 4.3 & 4.4, Low Emitting Materials

8 CERTIFICAZIONE LEED Applicazione Crediti Famiglia MR MR Credit 4.1 & 4.2, Recycled Content, 10% / 20% (post-consumer + ½ pre-consumer) OBIETTIVO: Aumentare l utilizzo di materiali derivati dal riciclo di materiali di scarto di lavorazioni (Pre-consumo) e di materiali di scarto costituenti rifiuto ( Post-consumo). Pre-Consumo: Materiale di scarto di processi di lavorazione che non sono stati utilizzati per il loro fine. Si considera solo il 50% del valore. Le percentuali (10-20 %) sono da calcolarsi sul valore dei materiali ad installazione permanente in cantiere. Post-Consumo: Materiale / prodotti di scarto che hanno completato il loro ciclo di vita (rifiuti). Si considera il 100% del valore. Non sono considerabili ai fini dei crediti 4.1 e 4.2 impianti elettrici, meccanici, idrico-sanitari e ascensori. ES: carcasse di auto, elettrodomestici, bottiglie di plastica, vetro, etc.

9 CREDITO MR 4: RECYCLED CONTENT OBIETTIVO: Aumentare l utilizzo di materiali derivati dal riciclo di materiali di scarto di lavorazioni (Pre-consumo) e di materiali di scarto costituenti rifiuto ( Post-consumo). Contenuto riciclato Pre-Consumo: Materiale di scarto di processi di lavorazione che non sono stati utilizzati per il loro fine. Si considera solo il 50% del valore. Contenuto riciclato Post-Consumo: Materiale / prodotti di scarto che hanno completato il loro ciclo di vita (rifiuti). Si considera il 100% del valore. ES: carcasse di auto, elettrodomestici, bottiglie di plastica, vetro, etc.

10 CREDITO MR 4: RECYCLED CONTENT Le percentuali (10% per ottenere 1 punto o 20% per ottenere 2 punti) sono da calcolarsi sul valore dei materiali ad installazione permanente in cantiere. Valore contenuto riciclato di ogni singolo materiale( ) = (% contenuto riciclato post-consumo x costo materiale) + 0,5 (% contenuto riciclato pre-consumo x costo materiale) Percentuale contenuto riciclato di progetto = (Valore di contenuto riciclato totale ( ) / Costo totale dei materiali ( ) ) x 100

11 CREDITO MR 4: RECYCLED CONTENT Per il calcolo del costo totale dei materiali si possono utilizzare due opzioni: 1.Somma del costo di tutti i materiali installati permanentemente in cantiere, da capitolato prezzi 2.Utilizzare un valore di default del 45%: Costo totale materiali = Costo totale di progetto x 0,45

12 CREDITO MR 4: RECYCLED CONTENT Costo di ogni materiale: deve essere calcolato il solo costo dei materiali, esclusi di posa e manodopera Costo totale dei materiali: considerare il costo dei materiali contenuti nelle sezioni da 3 a 10, 31 e 32 del CSI Master Format 2004 Edition. Divisione 3: Calcestruzzo Divisione 4: Murature Divisione 5: Metalli Divisione 6: Legno, plastica Divisione 7: Materiali isolanti Divisione 8: Facciate, finestre e porte Divisione 9: Finiture Divisione 10: Sistemi accessori (accessori bagni, serrature, ecc.) Divisione 31: Fondazioni Divisione 32: Sistemazioni esterne e piantumazioni Non sono considerabili ai fini del credito 4 impianti elettrici, meccanici, idrico-sanitari e ascensori.

13 Contributo Acciaio e Calcestruzzo

14 CERTIFICAZIONE LEED MR Credit 4.1 & 4.2: consuntivo Consuntivo a marzo 2010 Aggiornamento materiali installati , i tu cn re alo V 0 Marzo 2010 Obiettivo MR 4.1 Obiettivo MR 4.2 Contributo ferro e calcestruzzo

15 CERTIFICAZIONE LEED Valore contenuto riciclato Fine lavori Considerando il solo contributo di: - Ferro; - Calcestruzzo , Fine Lavori Obiettivo MR 4.1 Obiettivo MR 4.2 Stato avanzamento crediti LEED di costruzione MR Credit 4.1 & 4.2: previsionale

16 Materiali a contenuto riciclato MR Credit 4.1 & 2.2, Recycled Content, 10% / 20% ( post-consumer + ½ preconsumer) ESEMPI: -AGGREGATI RICICLATI SOSTITUTIVI -DELLE GHIAIE E SABBIE NATURALI - COME Matrix PER IL CLS AGMatrix PER BLOCCHI CLS REALIZZATO CON Matrix DI:

17 Materiali a contenuto riciclato ESEMPI: -LATERIZI REALIZZATI CON Matrix 0-2: Applicazione dei crediti LEED di costruzione MR Credit 4.1 & 2.2, Recycled Content, 10% / 20% ( post-consumer + ½ preconsumer)

18 COMUNICAZIONE LEED cartellonistica

19 Applicazione Crediti Famiglia MR MR Credit 5.1 & 5.2, Regional Materials, 10% / 20% extracted, Processed & Manufactured Regionally OBIETTIVO: Aumentare l utilizzo di materiali che sono estratti, lavorati e realizzati a livello locale ovvero entro 350 km dal cantiere (500 miles USA) Le percentuali (10-20 %) sono da calcolarsi sul valore dei materiali ad installazione permanente in cantiere. Non sono considerabili ai fini dei crediti 5.1 e 5.2 impianti elettrici, meccanici, idrico-sanitari e ascensori. Pinoli, Zaffino, Roncalli Stato avanzamento crediti LEED di costruzione CERTIFICAZIONE LEED

20 CREDITO MR 5: REGIONAL MATERIALS OBIETTIVO: Aumentare l utilizzo di materiali che sono estratti, lavorati e realizzati a livello locale ovvero entro 500 miglia dal cantiere. Le percentuali (10% per ottenere 1 punto o 20% per ottenere 2 punti) sono da calcolarsi sul valore dei materiali ad installazione permanente in cantiere. Costo totale dei materiali: considerare il costo dei materiali contenuti nelle sezioni da 3 a 10, 31 e 32 del CSI Master Format 2004 Edition. Non sono considerabili ai fini del credito 5 impianti elettrici, meccanici, idrico-sanitari e ascensori. Percentuale di materiali regionali = Costo totale dei materiali regionali ( ) / Costo totale materiali di progetto ( )

21 CERTIFICAZIONE LEED Consuntivo a marzo 2010 Aggiornamento materiali installati a marzo Valore contenuto regionale , Marzo 2010 Obiettivo MR Obiettivo MR Contributo ferro e calcestruzzo Pinoli, Zaffino, Roncalli Stato avanzamento crediti LEED di costruzione MR 5.1, 5.2: Risultati provenienza regionale _ LOTTO 1

22 Seminari Formativi Tematici In collaborazione con:

23 CREDITO MR 4: RECYCLED CONTENT Calcolo del contenuto riciclato di materiali composti Materiali composti possono essere costituiti da diverse tipologie di materiali (pannelli di legno composto e sistemi di finestre). Per il calcolo del contenuto riciclato considerare le percentuali di materiale riciclato postconsumo e pre-consumo dei singoli componenti utilizzando la percentuale in peso di ogni componente. Si applica la seguente formula: Valore contenuto riciclato dei materiali composti( ) = (% contenuto riciclato post-consumo/peso totale materiale) x costo materiale composto + (% contenuto riciclato pre-consumo/peso totale materiale ) x costo materiale composto x 0,5

SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT

SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT I sistemi di rating LEED e GBC I sistemi di rating LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) e GBC

Dettagli

Crediti LEED di riferimento per Tosi Serramenti

Crediti LEED di riferimento per Tosi Serramenti REPORT PRODOTTI RISPETTO ALLO STANDARD LEED Crediti LEED di riferimento per Tosi Serramenti Documento redatto da Erika Endrizzi Rovereto, 23 novembre 2010 1 REPORT PRODOTTI / SERVIZI RISPETTO ALLO STANDARD

Dettagli

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI Silvio A. Manfredini, ingegnere, senior partner Open Project Marco Orlandini, architetto, senior partner Open Project Andrea Bozzini,

Dettagli

ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI)

ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI) ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI) Prof. Antonio Frattari Facoltà di Ingegneria - Università di Trento) Titolo intervento: LA SOSTENIBILITÀ DEGLI EDIFICI IN

Dettagli

FORMAZIONE SAPA. Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C MACRO DESIGN STUDIO. Bolzano, 30 ottobre 2012 14 novembre 2012

FORMAZIONE SAPA. Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C MACRO DESIGN STUDIO. Bolzano, 30 ottobre 2012 14 novembre 2012 1 FORMAZIONE SAPA Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C MACRO DESIGN STUDIO Bolzano, 30 ottobre 2012 14 novembre 2012 1 2 3 4 Un fenomeno assai noto, lo scioglimento dei ghiacciai e l innalzamento dei livelli

Dettagli

Sapa Building System. e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC.

Sapa Building System. e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC. Sapa Building System e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC. PROFILO AZIENDALE Sapa Group, azienda multinazionale con sede a Stoccolma, è uno dei maggiori produttori

Dettagli

MASTER IN PROGETTAZIONE URBANA SOSTENIBILE A21 BRESCIA REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE

MASTER IN PROGETTAZIONE URBANA SOSTENIBILE A21 BRESCIA REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE MASTER IN PROGETTAZIONE URBANA SOSTENIBILE A21 BRESCIA REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE A21 Brescia- Regolamento edilizio sostenibile: Principi Scopo Semplicità Coniugare il mito dell igiene con la tutela

Dettagli

CORSO LIVELLO 400. Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C Prodotti da costruzione per un Green Market : know-how essenziale per i produttori

CORSO LIVELLO 400. Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C Prodotti da costruzione per un Green Market : know-how essenziale per i produttori CORSO LIVELLO 400 Arch. Paola Moschini LEED AP BD+C Prodotti da costruzione per un Green Market : know-how essenziale per i produttori 1 COPYRIGHT DIRITTI D AUTORE Questa presentazione è di esclusiva proprietà

Dettagli

VIGLOLO VATTARO 27 OTTOBRE 2010 CINZIA ZINI

VIGLOLO VATTARO 27 OTTOBRE 2010 CINZIA ZINI PRESENTE E FUTURO DELLE ENERGIE RINNOVABILI VIGLOLO VATTARO 27 OTTOBRE 2010 CINZIA ZINI GREEN BUILDING COUNCIL ITALIA Gli obiettivi: Il GBC Italia è un associazione non profit promossa dalla Società Consortile

Dettagli

GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE DEI RIFIUTI DA COSTRUZIONE

GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE DEI RIFIUTI DA COSTRUZIONE Le informazioni riguardo all Associazione Green Building Council Italia, nel seguito indicata anche come GBC-ITALIA, sono reperibili sul sito internet www.gbcitalia.org. La Sede di GBC ITALIA si trova

Dettagli

Trentino Sviluppo S.p.A. ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE CERTIFICAZIONE LEED

Trentino Sviluppo S.p.A. ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE CERTIFICAZIONE LEED Trentino Sviluppo S.p.A. ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE CERTIFICAZIONE LEED 1 1 RIFERIMENTO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Il seguente documento costituisce un allegato al Capitolato Speciale di Appalto

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA ELEMENTI CHE COMPONGONO L'OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA

DISCIPLINARE DI GARA ELEMENTI CHE COMPONGONO L'OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA DISCIPLINARE DI GARA ELEMENTI CHE COMPONGONO L'OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA PREMESSA. Il presente documento definisce i parametri e i criteri di valutazione dell offerta, pertinenti alla natura,

Dettagli

Ristrutturazione e riqualificazione energetica con il termo intonaco a base sughero Diathonite Evolution

Ristrutturazione e riqualificazione energetica con il termo intonaco a base sughero Diathonite Evolution Ristrutturazione e riqualificazione energetica con il termo intonaco a base sughero Diathonite Evolution 22 marzo 2013 Roma IN COLLABORAZIONE CON Diasen: chi siamo Diasen nasce nel 1980 come divisione

Dettagli

Crediti Leed e materiali da costruzione

Crediti Leed e materiali da costruzione I Quaderni di Edilio Crediti Leed e materiali da costruzione La scelta di prodotti o materiali con determinate caratteristiche può contribuire ad ottenere la certificazione di sostenibilità di un edificio

Dettagli

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile Alessandra Bonoli DICAM, Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e Materiali, Università degli Studi di Bologna Per contrastare il

Dettagli

in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm

in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm EASYSILL rinnova soglie e davanzali in un solo giorno senza opere murarie INCREDIBILMENTE SOTTILE Easysill 6mm Thermosill 26,6mm

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

Chi, come, quanto e perché.

Chi, come, quanto e perché. Chi, come, quanto e perché. L evoluzione di LEED in 4 anni e 35 progetti italiani Thomas Miorin Direttore Habitech Analisi TERRITORIO SISTEMA DI MERCATO PROGETTO Analisi PROGETTO Cosa rappresenta Leed?

Dettagli

Porta Nuova Milano. Il Progetto

Porta Nuova Milano. Il Progetto Forza. Azione.Passione. Porta Nuova Milano Holcim (Italia) Il Progetto Un maxi intervento di trasformazione urbana; la riqualificazione di oltre 290mila mq di aree dismesse che consentirà di riallacciare

Dettagli

Macro Design Studio ORGANIZZA FORMAZIONE LEED A MILANO

Macro Design Studio ORGANIZZA FORMAZIONE LEED A MILANO Macro Design Studio ORGANIZZA FORMAZIONE LEED A MILANO Macro Design Studio fornisce servizi di consulenza in materia di sostenibilità con l obie

Dettagli

L offerta formativa di Green Building Council Italia

L offerta formativa di Green Building Council Italia Presentazione GBC Home Trento, Sala Congressi della Federazione Trentina della Cooperazione 6 marzo 2012 L offerta formativa di Green Building Council Italia Alessandro Speccher Senior Developer, GBC Italia

Dettagli

Sistemi di gestione dell energia e Green Building:

Sistemi di gestione dell energia e Green Building: Sistemi di gestione dell energia e Green Building: Marzo 2014 Marco Mari I temi trattati 1. Tendenze e orientamenti europei 2. La garanzia per la committenza: UNI CEI 11352:2010 Requisiti per le ESCO 1.

Dettagli

LEED. Leadership in Energy and Environmental Design

LEED. Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design Linee guida di interpretazione da parte della Unione Costruttori Chiusure Tecniche e Habitech dei contributi rispetto ai crediti dello standard LEED Il

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI PRODOTTO PER CAREATTERISTICHE DEFINITE IN ACCORDO A LEED 2009 I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE

CERTIFICAZIONE DI PRODOTTO PER CAREATTERISTICHE DEFINITE IN ACCORDO A LEED 2009 I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE DI PRODOTTO PER INDICE 1. REQUISITI GENERALI... 3 2. RIFERIMENTI SPECIFICI... 3 3. TERMINOLOGIA... 3 3.1 REQUISITO:... 3 3.2 CONFORMITÀ:... 4 3.3 NON CONFORMITÀ:...

Dettagli

Tecnico per l edilizia. Figura professionale:

Tecnico per l edilizia. Figura professionale: Tecnico per l edilizia Disegnatore ed aiuto progettista CAD Tecnico di gestione commessa Tecnico di conduzione cantiere e di contabilità dei lavori Progettazione, conduzione tecnica e contabile dei cantieri

Dettagli

ANALISI DEL SOSTENIBILE DEI MATERIALI CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE. Sponsorizzato da:

ANALISI DEL SOSTENIBILE DEI MATERIALI CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE. Sponsorizzato da: ANALISI DEL CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DEI MATERIALI numero 14 gennaio 2011 2 Sommario{ 3 Introduzione 4 Certificazioni e controlli per le costruzioni 5 I servizi per la sostenibilità

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE 17/04/2009 1 PROGETTO PRELIMINARE D. Lgs. 163/2006; DM 05.11.2001 Tavola E.3 del Progetto Preliminare delle Opere di Urbanizzazione -Strada di circa 900 m con andamento Nord Sud, parallela a Via Unità

Dettagli

GARBARI S.p.A. Via dell Ora del Garda 1, 38121 TRENTO Tel. +39 0461 957700 Fax +39 0461 957727- www.garbari.it

GARBARI S.p.A. Via dell Ora del Garda 1, 38121 TRENTO Tel. +39 0461 957700 Fax +39 0461 957727- www.garbari.it GARBARI S.p.A. Via dell Ora del Garda 1, 38121 TRENTO Tel. +39 0461 957700 Fax +39 0461 957727- www.garbari.it Quello che fai, fallo bene. È questo il motto presente nell affresco che si trova all entrata

Dettagli

Figure professionali. «Edilizia sostenibile» TECNICO CERTIFICATORE AMBIENTALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure professionali. «Edilizia sostenibile» TECNICO CERTIFICATORE AMBIENTALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure professionali «Edilizia sostenibile» TECNICO CERTIFICATORE AMBIENTALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento TECNICO CERTIFICATORE AMBIENTALE Certificare dal punto di vista ambientale un edificio

Dettagli

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 3. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DELL AREA PARCHEGGI PER LA POSA

Dettagli

Il circuito del recupero e del riciclo del PVC. - Lo stato dell'arte in Italia e in Europa -

Il circuito del recupero e del riciclo del PVC. - Lo stato dell'arte in Italia e in Europa - Il circuito del recupero e del riciclo del PVC. - Lo stato dell'arte in Italia e in Europa - Ing. Marco Piana Ing Eliana Perucca PVC Forum Italia- Centro di informazione sul PVC 1 Il PVC Forum Italia:

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

FERRACIN. www.ferracinsrl.it SISTEMI IN PLASTICA PER L EDILIZIA

FERRACIN. www.ferracinsrl.it SISTEMI IN PLASTICA PER L EDILIZIA FERRACIN SISTEMI IN PLASTICA PER L EDILIZIA VESPAIO SVELTO è un cassero a perdere in polipropilene riciclato adatto per realizzare vespai, intercapedini e pavimenti aerati in ogni tipo di costruzione nuova

Dettagli

Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne

Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne METRA-Flex Porte interne Sintesi e qualità strutturale sono caratteristiche distintive delle porte interne Metra. Possono essere utilizzate sia

Dettagli

3 aprile/ Bari. Evitare il greenwashing: certificare la sostenibilità per garantire le prestazioni. Lorenzo Orsenigo

3 aprile/ Bari. Evitare il greenwashing: certificare la sostenibilità per garantire le prestazioni. Lorenzo Orsenigo 3 aprile/ Bari Evitare il greenwashing: certificare la sostenibilità per garantire le prestazioni Lorenzo Orsenigo Green o Greenwashing? La sostenibilità, oggi un importante fattore di marketing Evitare

Dettagli

L Italia del Riciclo 2011

L Italia del Riciclo 2011 253 Og na di esse, in base alle proprie particolari caratteristiche, produce impatti Nell Unione europea sono stati generati, nel 2008 (ultimo dato aggregato te dal settore dell attività mineraria ed estrattiva

Dettagli

I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi. Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015

I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi. Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015 I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015 CONAI, il Consorzio Nazionale Imballaggi Riferimenti normativi: D.Lgs

Dettagli

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI 1 NP 01 Oneri per lo spostamento e l'accatastamento all'interno della chiesa di arredi in legno e suppellettili varie presenti sulla pavimentazione, compreso lo smontaggio degli elementi lignei del coro

Dettagli

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Programma 2015-2016 Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Project Management e BIM Caratteri distintivi del progetto Modelli organizzati dello staff di progetto

Dettagli

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. ALLEGATO "A" Comune di Milano Provincia di MI DIAGRAMMA DI GANTT cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Centro

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Mobilferro. arreda il mondo della scuola

Mobilferro. arreda il mondo della scuola Mobilferro arreda il mondo della scuola 2010 1 Profilo dell azienda e mission Da più di quarant anni Mobilferro progetta e arreda gli spazi destinati all educazione, producendo arredi apprezzati nelle

Dettagli

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA FIBROFIN BIO NO POLVERE MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA PRODOTTO COMPOSTO DA GRASSELLO DI CALCE, AGGREGATI SILICEI

Dettagli

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

DIAGRAMMA DI GANTT. cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. ALLEGATO "A" Comune di Mentana Provincia di Roma DIAGRAMMA DI GANTT cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Realizzazione

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

ANCORANTI ED ACCESSORI PER SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO

ANCORANTI ED ACCESSORI PER SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO ANCORANTI ED ACCESSORI PER SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PROTEZIONE, RISPARMIO, SOSTENIBILITÀ FIRE TEST Scelta dell ancorante ANCORANTI PER ETICS Le caratteristiche tecniche consigliate per gli ETICS sono:

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE Ing. Leonardo Maffia Maffia@studiolce.it Formato del Certificato (aggiornabile) Certificato Energetico-Ambientale Prestazione energetica dell edificio EPi come

Dettagli

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como -

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - PROGETTO PER REALIZZAZIONE NUOVI UFFICI in via ANZANI n 37 - COMO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OPERE EDILI ed AFFINI Il progettista Agosto 2011 Demolizioni Demolizione

Dettagli

Città del Vasto RESIDENCE CONO A MARE. Alla Ricerca del Buon Vivere

Città del Vasto RESIDENCE CONO A MARE. Alla Ricerca del Buon Vivere Città del Vasto RESIDENCE CONO A MARE Alla Ricerca del Buon Vivere Una perla che si affaccia sull Adriatico Adagiata su uno degli angoli più pittoreschi dell'adriatico, Vasto immediatamente mostra, a quanti

Dettagli

Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD

Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD San Costanzo (PU), 15 aprile 2014 Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD Pierluigi Gorani Area Rapporti con il Territorio CONAI è il sistema privato per la gestione degli imballaggi

Dettagli

OPI163. Minimal design CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

OPI163. Minimal design CASE PREFABBRICATE IN LEGNO OPI163 Minimal design CASE PREFABBRICATE IN LEGNO Realizzato in COLLABORAZIONE con Il SISTEMA costruttivo La cura per il dettaglio Timberkube è l innovativo sistema costruttivo modulare realizzato interamente

Dettagli

Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale

Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale Telefono/fax: 0534521104 http://centrocisa.it/ email : cisa@comune.porrettaterme.bo.it Pianoro 13 giugno 2007 L isolamento degli edifici: un esempio dell

Dettagli

REGGIO EMILIA ALLOGGIO ERE0019

REGGIO EMILIA ALLOGGIO ERE0019 ISPETTORATO DELLE INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 6 REPARTO INFRASTRUTTURE RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA REGGIO EMILIA Via Antonio Allegri n 10 ALLOGGIO ERE0019 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

Muro di contenimento a mensola. Scale con travi a ginocchio Scale a soletta rampante

Muro di contenimento a mensola. Scale con travi a ginocchio Scale a soletta rampante Pali trivellati Fondazioni profonde Pali battuti Micropali Verifica strutture Platea Fondazioni superficiali Plinti Manutenzione fondazioni Travi rovesce Verifica statica Pilastri Travi STRUTTURE IN C.A.

Dettagli

DIAMOND TOWER PORTA NUOVA - MILAN

DIAMOND TOWER PORTA NUOVA - MILAN DIAMOND TOWER PORTA NUOVA - MILAN OUR MISSION VALORIZZARE L INVESTIMENTO DELLA PROPRIETA, TRASFORMANDO TEMPORANEAMENTE IMMOBILI INUTILIZZATI ATTRAVERSO LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI INTRATTENIMENTO

Dettagli

Comune di Roma. Computo metrico estimativo

Comune di Roma. Computo metrico estimativo Comune di Roma Provincia di ROMA LAVORI Realizzazione di villetta bifamiliare a schiera Computo metrico estimativo COMMITTENTE EREDI ROSSI IMPRESA CONTRATTO N Repertorio Registrato il Presso al n Mod.

Dettagli

Corso di Estimo. Diagramma di Gantt. Prof. Stefano Stanghellini

Corso di Estimo. Diagramma di Gantt. Prof. Stefano Stanghellini Corso di Estimo Diagramma di Gantt Docente: Collaboratore: Prof. Stefano Stanghellini Arch. Alessandro Mascarello Perché si si calcola la durata del cantiere? La durata del cantiere si calcola per stabilire:

Dettagli

guttadrytek 2.0: l evoluzione dei vespai

guttadrytek 2.0: l evoluzione dei vespai guttadrytek 2.0: l evoluzione dei vespai Sistema vespaio e vespaio aerato La presenza eccessiva d umidità nelle parti costituenti un edificio rappresenta certamente un elemento di degrado ed insalubrità.

Dettagli

Estratto del Capitolato Tecnico

Estratto del Capitolato Tecnico Estratto del Capitolato Tecnico STRUTTURA PORTANTE Tutte le strutture sono progettate per rispondere ai più recenti dettami in materia di costruzione in zona sismica, esse prevedono l utilizzo di calcestruzzi

Dettagli

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing.

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Sara Domini Venezia, 29 Aprile 2010 Norme di misurazione Definizione Sono delle convenzioni

Dettagli

IMPIANTO DI SELEZIONE AUTOMATICA DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA

IMPIANTO DI SELEZIONE AUTOMATICA DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA IMPIANTO DI SELEZIONE AUTOMATICA DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA La raccolta differenziata degli imballaggi in plastica in Italia Nel corso del 2006 in Italia sono state recuperate più di un milione di tonnellate

Dettagli

ECOFESTE 2012 ECOFESTE

ECOFESTE 2012 ECOFESTE REGIONE LIGURIA - DIPARTIMENTO AMBIENTE PROVINCIA DI SAVONA SETTORE TUTELA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE ECOFESTE 2012 ECOFESTE ITER QUALIFICAZIONE QUALIFICAZIONE ECOFESTE ECOFESTA è un modo ecologico

Dettagli

Il recupero dei rifiuti di imballaggio gestito dal sistema CONAI

Il recupero dei rifiuti di imballaggio gestito dal sistema CONAI CORSO DI FORMAZIONE LIGURIA Ottobre 2014 Il recupero dei rifiuti di imballaggio gestito dal sistema CONAI Pierluigi Gorani Area Rapporti con il Territorio Introduzione 2 primo CHI siamo 3 CONAI èil sistema

Dettagli

Brochure servizi di consulenza tecnica 2012 2013. La consulenza in outsourcing

Brochure servizi di consulenza tecnica 2012 2013. La consulenza in outsourcing Brochure servizi di consulenza tecnica 2012 2013 La consulenza in outsourcing Il sistema di gestione della qualita Il Sistema di Gestione della Qualità è l'elemento basilare da cui partire per aumentare

Dettagli

TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO

TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO Voci di capitolato delle lavorazioni 1 - PACCHETTO CON IPERISOLANTE TERMORIFLETTENTE

Dettagli

TORREREGIONEPIEMONTE S.C.AR.L.

TORREREGIONEPIEMONTE S.C.AR.L. NUOVO PALAZZO PER UFFICI REGIONE PIEMONTE STAZIONE APPALTANTE: REGIONE PIEMONTE IMPRESA ESECUTRICE: TORREREGIONEPIEMONTE S.C.AR.L. IMPRESA ESECUTRICE: IMMAGINE MODELLO TORREREGIONEPIEMONTE S.C.AR.L. COOPSETTE

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art.

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. 100 LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI DI E.R.P. IN S.PANCRAZIO SAL. (BR)

Dettagli

AZIENDA CERTICATA: ISO 9001:2000 ATTESTAZIONE SOA: CATEGORIA OS18

AZIENDA CERTICATA: ISO 9001:2000 ATTESTAZIONE SOA: CATEGORIA OS18 AZIENDA CERTICATA: ISO 9001:2000 ATTESTAZIONE SOA: CATEGORIA OS18 PREFABBRICATI E COSTRUZIONI METALLICHE SAPIL S.R.L. Via Alessandro Volta 16 29010 Villanova Sull Arda (PC) P.I.: 00839500337 C.F.: 00451900344

Dettagli

Il Centro di Formazione Professionale

Il Centro di Formazione Professionale Il Centro di Formazione Professionale 450 allievi che frequentano i corsi triennali per conseguire la Qualifica di Operatore Alle lavorazioni meccaniche Riparatore di autoveicoli Elettrico Elettronico

Dettagli

GESTIONE SNELLA E SOSTENIBILE: DAL FARE ALL ESSERE BUSINESS

GESTIONE SNELLA E SOSTENIBILE: DAL FARE ALL ESSERE BUSINESS GESTIONE SNELLA E SOSTENIBILE: DAL FARE ALL ESSERE BUSINESS Chi è Alpac? Organizzazione: Italia: Sede direzionale e produttiva a Schio (Vicenza) Filiale produttiva a Roma 102 dipendenti 80 posatori per

Dettagli

XVII Master in Marketing Management Project Work

XVII Master in Marketing Management Project Work XVII Master in Marketing Management Project Work GREEN MARKETING Baveno 14/02/2014 Letizia Marzulli Roberta Pazienza Serena Zammartini Vito Macaddino COS È IL GREEN MARKETING? Un APPROCCIO DEL MARKETING

Dettagli

Contenuti e Processi disponibili per le PA a costo zero. Alessandro Speccher GBC Italia

Contenuti e Processi disponibili per le PA a costo zero. Alessandro Speccher GBC Italia Contenuti e Processi disponibili per le PA a costo zero Alessandro Speccher GBC Italia Obiettivi dell intervento: 1. Comprendere l articolazione del manuale e la possibilità di utilizzarne i contenuti

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 261/2013 ai sensi dell art. 125, comma 11, del D.Lgs. 163/2006 per l affidamento del servizio di verifiche relative alla fase di cantiere

Dettagli

COMPUTO METRICO. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI Provincia di BRINDISI

COMPUTO METRICO. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI Provincia di BRINDISI ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI Provincia di BRINDISI pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: COMMITTENTE: LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA PER SOMMA URGENZA IN : CAROVIGNO, CEGLIE MESSAPICA, CISTERNINO,

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO

COMUNE DI TERRALBA. Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO COMUNE DI TERRALBA Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO LA PROPOSTA DI DETTAGLIO DEI COMPARTI COMPARTO T COMUNE

Dettagli

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca 1RIEMPIMENTI, ALLEGGERIMENTI, ISOLAMENTI Argilla espansa a Argilla espansa basso assorbimento antirisalita di Argilla espansa. d acqua. umidità. Leca Lecapiù

Dettagli

Articolo: 002 - con struttura portante in c.a., eseguita con mezzi meccanici, in qualsiasi condizione di altezza Prezzo a mc 13,80572

Articolo: 002 - con struttura portante in c.a., eseguita con mezzi meccanici, in qualsiasi condizione di altezza Prezzo a mc 13,80572 Firenze Codice regionale: 01 Tipologia: NUOVE COSTRUZIONI EDILI: I prezzi sono relativi a una nuova costruzione di edilizia civile di circa 5000 mc vuoto per pieno, e si riferiscono a lavori con normali

Dettagli

Recupero dei materiali di demolizione di CaseClima Landesagentur für Umwelt Agenzia provinciale per l ambiente

Recupero dei materiali di demolizione di CaseClima Landesagentur für Umwelt Agenzia provinciale per l ambiente Recupero dei materiali di demolizione di CaseClima Consigli per la scelta dei materiali edili e termoisolanti e per la realizzazione della costruzione Autore: Florian Knappe (Ifeu-Institut Heidelberg)

Dettagli

Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato!

Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato! Provincia di bergamo settore ambiente Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato! Un opuscolo per farci conoscere quanto e come i nostri rifiuti raccolti in modo differenziato vengono nuovamente utilizzati

Dettagli

Residenza Matrix LUGANO. pagina 1 / 12 14.03.2014

Residenza Matrix LUGANO. pagina 1 / 12 14.03.2014 LUGANO 14.03.2014 pagina 1 / 12 UBICAZIONE pagina 2 / 12 PIANO SITUAZIONE SCALA 1:500 Via M. Boschetti Alberti Entrata autorimessa Via Giuseppe Bagutti RESIDENZA CONCHIGLIA via alla Campagna Via Ferri

Dettagli

I materiali di risulta da attività edili

I materiali di risulta da attività edili I materiali di risulta da attività edili I risultati della ricerca Un modello di qualificazione dei materiali di scarto delle fasi di cantiere A cura di Claudio Cigarini 1 La ricerca: finalità / obiettivi

Dettagli

O: opere pubbliche Come adottare i criteri ambientali nel settore delle opere pubbliche. Lo stato di avanzamento dei CAM edilizia

O: opere pubbliche Come adottare i criteri ambientali nel settore delle opere pubbliche. Lo stato di avanzamento dei CAM edilizia Forum Internazionale degli Acquisti Verdi Milano, Palazzo delle Stelline 30/31 ottobre 2013 VII edizione SEMINARI E APPROFONDIMENTI A CURA DEL GDL ACQUISTI VERDI O: opere pubbliche Come adottare i criteri

Dettagli

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr)

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) Albinia Tre srl via Roma 12/2 25049 ISEO (Bs) tel. 030-981959 - fax 030-9868498 www.pelli.it - www.larampa.net email: albiniatre@pelli.it Inserimento

Dettagli

Singoli capitoli CPN Edilizia

Singoli capitoli CPN Edilizia Titoli generali (solo in forma cartacea) 1001I/99 Istruzioni per l uso CPN gratuito 1003I/15 Elenco dei capitoli CPN con indice analitico 79.00 1004I/92 Informazioni per l utenza 49.00 1010I Schede tecniche

Dettagli

La stima del valore di costo

La stima del valore di costo La stima del valore di costo 14.XI.2005 I costi del progetto Due sono i casi con produzioni di beni per progetto: un primo caso riguarda la produzione di beni intesa come promozione immobiliare un secondo

Dettagli

Tutto quello che devi sapere sulle certificazioni

Tutto quello che devi sapere sulle certificazioni Tutto quello che devi sapere sulle certificazioni Passa ad ABICert Ecco i vantaggi delle certificazioni ABICert: Competenza dei tecnici Esperienza pratica operativa Velocità di rilascio Risparmi di tempo

Dettagli

DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI

DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI N.B. contrassegnare con una X il numero identificativo della/delle micro-categoria/e a cui la Ditta appartiene. Nel caso in cui non fosse

Dettagli

Cap. E.02 Fondazioni profonde:

Cap. E.02 Fondazioni profonde: Cap. E.02 Fondazioni profonde: Accolte le indicazioni su tempistiche diversificate, aggiunta del costo al metro cubo del piazzamento della pompa per il getto del calcestruzzo ed è stato aumentato il costo

Dettagli

La gestione ambientale dei prodotti di risulta da attività di cantiere edile

La gestione ambientale dei prodotti di risulta da attività di cantiere edile Ente di Formazione Professionale Edile La gestione ambientale dei prodotti di risulta da attività di cantiere edile Indagine conoscitiva, proposte tecniche in merito alla gestione degli scarti da lavorazione

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI NR. 4 APPARTAMENTI DUPLEX INDIPENDENTI A COLDRERIO RESIDENZA BONGIO

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI NR. 4 APPARTAMENTI DUPLEX INDIPENDENTI A COLDRERIO RESIDENZA BONGIO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI NR. 4 APPARTAMENTI DUPLEX INDIPENDENTI A COLDRERIO RESIDENZA BONGIO Impresa generale: IMPREGEST SA c.p. 257 - CH - 6915 NORANCO (Lugano) 091.994.77.44 - www. Impregest.ch

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 art. DESCRIZIONE N. MISURE u.m. QUANT. lungh. largh. altez. OFFERTA ECONOMICA 1. INSTALLAZIONE CANTIERE PONTEGGI 1 1 Impianto elettrico di cantiere,

Dettagli

rep.1 - Realizzazione di recinzione di cantiere (cortile) rep.1 - Realizzazione di impianto elettrico del cantiere Z1 2

rep.1 - Realizzazione di recinzione di cantiere (cortile) rep.1 - Realizzazione di impianto elettrico del cantiere Z1 2 Nome attività rep.1 - Realizzazione di recinzione di cantiere (cortile) rep.1 - Realizzazione di impianto elettrico del cantiere Mese -1Mese 1 Mese 2 Mese Mese Mese Mese 6 s1 s2 s s s s6 s7 s8 s9 s10 s11

Dettagli

Questionario CAR e Decennale Postuma Edilizia Civile

Questionario CAR e Decennale Postuma Edilizia Civile Questionario CAR e Decennale Postuma Edilizia Civile SOMMARIO La Società si impegna a fare uso riservato di queste notizie ed informazioni PARTE I - GENERALITÀ... PARTE II - DATI TECNICI...3 PARTE III

Dettagli

Rilevazioni consumi. L Agenda. SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto SCUOLE

Rilevazioni consumi. L Agenda. SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto SCUOLE L Agenda SCUOLE Rilevazioni SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto Ing. Antonio Smaldore ACLI Anni Verdi Regionale schede rilevazioni P.I. Gino

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON "X" LE LAVORAZIONI COMPRESE

SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON X LE LAVORAZIONI COMPRESE Roma 04 Aprile 2011 SCHEDA RIASSUNTIVA DEI LAVORI PREVISTI CONTRASSEGNATE CON "" LE LAVORAZIONI COMPRESE Cliente: LAVORI EDILI ED IMPIANTISTICI: Lavoro: Piazza Euclide 31 piano terra con balcone 75 mq.

Dettagli

SCALE. Carlo Scarpa, particolari di una scala a Castelvecchio

SCALE. Carlo Scarpa, particolari di una scala a Castelvecchio SCALE / nomenclatura SCALE / segni convenzionali. TIPOLOGIE DI SCALE. Problemi geometrici fra rampe successive. SCALE / RAPPRESENTAZIONE elementi di completamento. SCHEMI STRUTTURALI COMPARATIVI PER SCALE

Dettagli

GreenService. Servizio di recupero e riciclo. scarti a base gesso. Siniat premiata per il suo impegno nel Sostenibile VINCITORI 2013 VINCITORI 2013

GreenService. Servizio di recupero e riciclo. scarti a base gesso. Siniat premiata per il suo impegno nel Sostenibile VINCITORI 2013 VINCITORI 2013 VINCITORI 2014 VINCITORI 2013 VINCITORI 2013 Siniat premiata per il suo impegno nel Sostenibile reenservice innovazione Servizio di recupero e riciclo formazione a regola d arte scarti a base gesso. sistema

Dettagli