Relazione sulle attività svolte negli anni nell ambito della lotta biologica al Cinipide del Castagno

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione sulle attività svolte negli anni nell ambito della lotta biologica al Cinipide del Castagno"

Transcript

1 Relazione sulle attività svolte negli anni nell ambito della lotta biologica al Cinipide del Castagno Agenzia Laore Sardegna Servizio Sostenibilità delle attività agricole SUT - Sportello Unico Territoriale per l'area del Mandrolisai Sorgono C.so IV Novembre, Sorgono Tel , fax

2 MONITORAGGIO E AZIONI DI LOTTA BIOLOGICA CONTRO il CINIPIDE DEL CASTAGNO La Barbagia di Belvì, e più precisamente i territori dei comuni di Aritzo, Belvì, Desulo e Tonara, comprendono circa 1300 ettari di castagneti in purezza, sono sicuramente gli unici, o comunque di gran lunga i più importanti comprensori di coltivazione del castagno da frutto della Sardegna. Figura 1 - Germoglio di castagno con galle sulle foglie Nella primavera del 2007, durante i sopralluoghi effettuati per le ordinarie verifiche dei lavori di ricostituzione degli impianti castanicoli, i tecnici dell Agenzia Laore di Sorgono hanno riscontrato in alcune aree del territorio di Aritzo, per la prima volta in Sardegna, i segni inequivocabili * della presenza dell imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus. I rilievi immediatamente eseguiti su tutte le zone castanicole di quel territorio hanno permesso di individuare l effettiva estensione dell areale di infestazione e i livelli raggiunti. Così, due località dell agro di Aritzo (Sant Antonio e Geratzia) risultavano, nella primavera del 2007, colpite dall infestazione. Il focolaio più grave si registrava in Geratzia, ove si era manifestata una colonizzazione massiccia di diverse piante e una diffusione ancorché sporadica su un area di circa 30 Ha. Livelli di infestazione inferiori e più circoscritti (intorno ai 10 Ha) erano stati invece accertati nella seconda località. In quella primavera, non mostravano invece segni evidenti della presenza del parassita i castagneti di Belvì, Desulo e Tonara. In questa situazione, proprio in ragione della ridotta entità delle superfici colpite, l introduzione del cinipide si ritiene di fatto possa essere avvenuta non più di 2-3 anni addietro. Come primo atto operativo, l allora ERSAT ha provveduto a darne tempestiva comunicazione ai servizi regionali competenti, inviando un informativa al Servizio Fitosanitario Regionale; ma, nel contempo, ha anche provveduto, attraverso incontri

3 divulgativi, a informare gli operatori del settore del possibile rischio fitosanitario e a suggerire loro misure di prevenzione per ritardarne per quanto possibile la diffusione. * (Comparsa di galle, ossia di escrescenze tondeggianti dalla superficie liscia, indotte dall azione trofica delle larve, su germogli, nervature fogliari e infiorescenze). Agli inizi della primavera del 2008, è ripresa l attività di monitoraggio della diffusione dell insetto sul territorio della Barbagia di Belvì. Ai primi del mese di maggio si aveva già una situazione abbastanza chiara della rapida espansione del Dryocosmus. Infatti, in virtù di uno straordinario potenziale riproduttivo e a causa dell assenza di antagonisti naturali, il parassita risultava ormai insediato, seppur in misura limitata, quanto meno su metà del territorio di Aritzo e di Belvì, nel % del territorio di Desulo, mentre una presenza più localizzata, pressoché interessante il 20% del territorio, si era invece osservata nell agro di Tonara. Intanto, anche i tecnici dell Agenzia Laore dell area Ogliastra lo segnalavano nell agro di Lanusei, Arzana, Ilbono e Seui. Alla fine della primavera, il SUT di Sorgono ha interessato, con un proprio programma di lavoro, l Amministrazione Provinciale di Nuoro affinché finanziasse un intervento triennale di lotta biologica al cinipide, quale unica strategia possibile per contenerne lo sviluppo, vista la mancanza di metodi di contenimento alternativi realmente efficaci (le caratteristiche colturali del castagno rendono improponibile e scarsamente efficace la lotta chimica). Questo tipo di lotta, già sperimentato con successo in altre parti del mondo e in Italia in Piemonte, prevede l introduzione dell insetto antagonista Torymus sinensis, un imenottero torimide, e ha come obiettivo l instaurazione di un equilibrio biologico tra il parassita e questo suo antagonista nel medio periodo, che porti la popolazione del cinipide sotto la soglia di tolleranza. Figura 2 - Adulti di Torymus sinensis

4 Negli ultimi mesi dell anno, l amministrazione provinciale, con particolare sollecitudine e mostrando grande sensibilità al problema, dopo aver approvato il nostro programma di lavoro, ha messo a disposizione i finanziamenti necessari. A questo punto, dal mese di marzo del 2009 sono iniziati i rilevamenti per l individuazione del luogo più idoneo (sito di lancio) nel quale rilasciare e quindi realizzare i primi nuclei di insediamento e diffusione dell antagonista torimide, tenendo comunque ben presente la notevole rilevanza che questa scelta avrebbe assunto per la buona riuscita dell intervento. In sintesi, gli aspetti presi in esame per la scelta del sito sono stati i seguenti: a) Presenza di un elevato tasso di infestazione delle piante; b) Alberi di castagno dimensioni contenute, per facilitare il successivo prelievo delle galle per il monitoraggio dell attacco del parassitoide. c) Generale assenza di vento e posizione centrale del sito rispetto ad una vasta area castanicola. d) Importanza economica del sito castanicolo. Successivamente, in base allo stato vegetativo della pianta, è stato anche individuato il momento ottimale in cui effettuare il lancio. Infatti, partendo dal presupposto che il parassitoide preferisce deporre le uova durante le prime fase di germogliamento delle gemme colpite dal cinipide, in prossimità di tale periodo, in tre castagneti, siti in località diverse, per quasi un mese, a cadenza settimanale, sono stati effettuati campionamenti di gemme allo scopo di monitorare l andamento dello stadio fenologico. Fatte le dovute valutazioni, la scelta del sito è ricaduta in località Geratzia, luogo in cui è stato rilevato per la prima volta il cinipide. Il giorno 24 aprile del 2009, tutte le condizioni ottimali ricercate per il lancio si sono evidenziate in quel luogo. E così, quella Figura 3 Rilascio di Torymus sinensis in un castagneto

5 mattina si è proceduto al lancio di 100 coppie di Torymus sinensis, coppie fornite dal Dipartimento di Valorizzazione e Protezione delle risorse agroforestali dell Università di Torino, costituendo, per la seconda volta in Italia, il primo nucleo di insediamento del parassitoide in Sardegna. Hanno partecipato alla fase di lancio, oltre ai tecnici dell Agenzia Laore di Sorgono, un ricercatore del Di.Va.PRA, Il CNR di Sassari, Il Consorzio Agroforestale della Barbagia di Belvi, L Associazione Castanicola di Aritzo, L Amministrazione comunale di Aritzo, un rappresentante della Provincia di Nuoro, il corpo barracellare di Aritzo. Per la castanicoltura, è stata davvero una giornata importante. In quest anno è stato anche realizzato un monitoraggio continuo, iniziato nel mese di marzo e terminato nel mese di ottobre, che ha permesso di individuare la presenza del cinipide su quasi tutto il territorio di Aritzo e di Belvi, e su circa il 70-80% del territorio di Desulo e di Tonara. Nelle aree limitrofe dei paesi prima indicati, anch esse monitorate, ancora nel 2009 non viene invece segnalato. Nella primavera del 2010 sono proseguiti i controlli, che ne hanno fatto rilevare la presenza su quasi tutto il territorio castanicolo dei comuni di Aritzo, Belvì, Desulo e Tonara. Mentre, per la prima volta, è stato rilevato nell agro di Gadoni, in una sola località, denominata Telarazzu, confinante con l agro di Aritzo. Gli studi e le ricerche in proposito, tutti dicono della straordinaria capacità di espansione di questo insetto esotico nei Paesi in cui è stato introdotto, e questi dati lo stanno a dimostrare. Anzi, si può dire che la sua diffusione, in Barbagia, si è manifestata in maniera ancor più veloce del previsto. Praticamente, dalla prima segnalazione, avvenuta come si è detto in agro di Aritzo nel 2007, al 2010, l insetto è riuscito a colonizzare tutti gli areali castanicoli dei quattro comuni ove è più Figura 4 Raccolta invernale delle galle per il controllo dell' insediamento del Thorimus

6 diffusa in Sardegna la coltivazione del castagno. Alla fine di aprile, precisamente la mattina del 26, dopo aver individuato un nuovo idoneo sito di lancio, sono state liberate altre 150 coppie di T. sinensis, per accelerarne il naturale processo di diffusione. Questa volta la scelta del luogo è ricaduta sul territorio di Tonara, al confine con Belvì, in località Pale e Carbile. Oltre ai parametri descritti precedentemente, si è anche tenuto conto del fatto che, in questa località, opera un azienda agricola specializzata nella produzione di marroni, che ha subito nell anno precedente, proprio a causa dell attacco del cinipide, una diminuzione del 30-40% del prodotto. Ancora prima di questi eventi, tra gennaio e febbraio, nel sito di Geratzia sono state raccolte migliaia di galle formatesi nella primavera del 2009, al fine di osservare gli eventuali sfarfallamenti del parassitoide. I risultati sono stati davvero incoraggianti, giacché diverse coppie del torimide hanno superato l inverno, documentando così con certezza l avvenuto insediamento e la sincronizzazione dei cicli biologici del torimide e del cinipide in relazione allo sviluppo vegetativo del castagno. L adattamento di questo limitatore naturale all ambiente di Geratzia rappresenta un primo passo, un passo fondamentale, per il controllo biologico del cinipide nel territorio della Barbagia. Nel 2011, il monitoraggio ha interessato tutto il Comprensorio n 12 non monitorato precedentemente e altre aree castanicole della provincia di Nuoro. Le indagini confermano che l insetto si è ormai insediato anche negli areali dei comuni di Tiana, Ovodda, Sorgono, Meana Sardo e Austis, nonché in quelli di Fonni, Gavoi e Lodine. In questi territori, il castagno è frammisto ad altre specie forestali (leccio, roverella) e solo in pochi casi vi si trova in purezza. Tra la fine di aprile e i primi di maggio, per consolidare e irrobustire la presenza del Figura 5 Borsa frigorifera con centinaia di coppie di T. sinensis pronte per il lancio

7 Torimus, sono stati effettuati altri 4 lanci: due nell agro di Desulo (Carriganule e Is Ederas), un lancio nell agro di Belvì (Mandaritzo ), e un lancio nel Comune di Tonara (Ortiminnia). Nel corso del 2012, le osservazioni sulla diffusione del cinipide hanno interessato tutte le altre aree castanicole della Sardegna, in particolare le zone della Gallura e del Montiferru, dove tuttavia non sono state riscontrate infestazioni. Figura 6 Lancio dell'antagonista direttamente sulle galle Ai primi di maggio, dietro iniziativa del Consorzio Agroforestale della Barbagia di Belvì e con il concorso finanziario dei quattro comuni, l Agenzia Laore ha effettuato altri 8 lanci, due per comune, liberando nel territorio centinaia di coppie di Torimus. L'attività dei lanci del Torymus sinensis si è intensificata nel 2014 e nel 2015, con la possibilità di acquistare un numero di lanci molto superiore a motivo della diminuzione del loro costo. Nel 2015 è apparsa evidente la notevole riduzione dell'infestazione con la drastica riduzione delle galle del cinipide sui castagni da frutto e l'aumento della produzione di castagne e marroni. Si è inoltre potuto constatare attraverso il controllo invernale delle galle della presenza in tutto il territorio della Sardegna Centrale dell'insediamento dell'insetto antagonista. Molta parte del lavoro è stata dunque fatta. Si deve continuare su questa strada. E vero, occorreranno ancora diversi anni, ma dai primi risultati ottenuti con la lotta biologica, si è certi di poter riequilibrare questo ecosistema scompigliato

8 dall improvviso arrivo del Dryocosmus kuriphilus, permettendo così ai castanicoltori di continuare a operare nuovamente con fiducia nel settore. Nel seguito vengono allegate alcune tabelle con la sintesi dei dati sulle superfici interessate dalla castanicoltura e dall'infezione del cinipide nei diversi comuni della provincia di Nuoro e dell'ogliastra, sono inoltre presenti le elaborazioni cartografiche informatizzate con ArcGis in scala 1:10000, derivate dal telerilevamento e dai sopralluoghi in campagna. Figura 7 Attività di lancio dell'antagonista nel 2014

9 Tabella n.1 - Presenza del cinipide nelle aree castanicole della Sardegna - Anno 2007/2015 COMUNI Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 ARITZO SI SI SI SI SI SI ATZARA AUSTIS SI BELVI' -- SI SI SI SI SI BONO DESULO -- SI SI SI SI SI FONNI SI SI GADONI SI SI SI GAVOI SI SI ILBONO SI SI LANUSEI SI SI LODINE SI SI MAMOIADA MEANA SARDO SI SI OLLOLAI ORGOSOLO ORTUERI OVODDA SI SI SANTU LUSSURGIU SEUI SI SI SORGONO SI SI TEMPIO TETI TIANA SI SI TONARA -- SI SI SI SI SI Anno 2012

10 Carta delle aree infestate in anni diversi

11 Carta dei Castagneti della Sardegna Centro-Orientale Superfice castanicola per Comune Comune Tipo coltura Superfice Ha Desulo Bosco Misto 336,49 Tonara Bosco Misto 97,80 Desulo Ceduo 81,30 Tonara Ceduo 165,86 Aritzo Frutto 173,56 Arzana Frutto 3,60 Belvì Frutto 103,47 Desulo Frutto 318,27 Gairo Frutto 12,36 Ilbono Frutto 2,48 Lanusei Frutto 9,97 Meana Frutto 8,08 Seui Frutto 53,34 Talana Frutto 0,87 Tonara Frutto 119,54 TOTALE 1486,98

12 Carta dei Lanci del Thorimus Lanci del Thorimus Sinensis ANNO NUMERO LANCI TOTALE 153

Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Università degli Studi di Sassari. Società Entomologica Italiana

Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Università degli Studi di Sassari. Società Entomologica Italiana Accademia Nazionale Italiana di Entomologia Università degli Studi di Sassari Società Entomologica Italiana Poster Bruco di Papilio hospiton (foto Alessandro Caddia) Sono qui raccolti i poster presentati

Dettagli

Chiara Ferracini, Alberto Alma. Castagni a frutto

Chiara Ferracini, Alberto Alma. Castagni a frutto paolo La lotta inglese al cinipide del castagno Il Chiara destino Ferracini, una promessa 98 01 paolo La lotta inglese al cinipide del castagno Il Chiara destino Ferracini, una promessa 02 99 La lotta

Dettagli

Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di Nuoro - Annualità 2009

Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di Nuoro - Annualità 2009 Dipartimento per le produzioni zootecniche Servizio produzioni zootecniche Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di Nuoro - Annualità 2009 Data corso Sede corso Beneficiari 19-20-22 ottobre

Dettagli

TAVOLO TECNICO DIFESA FITOSANITARIA PIANTE FORESTALI

TAVOLO TECNICO DIFESA FITOSANITARIA PIANTE FORESTALI REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA TAVOLO TECNICO DIFESA FITOSANITARIA PIANTE FORESTALI Assessorato Difesa dell Ambiente - Servizio Tutela del suolo e politiche forestali Assessorato Agricoltura Servizio

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte

Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte Settore Fitosanitario Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte Avellino, 4 giugno 2008 Giovanni Bosio Dryocosmus kuriphilus cinipide galligeno del castagno Considerato uno degli insetti

Dettagli

Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di NUORO - Annualità 2010

Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di NUORO - Annualità 2010 Dipartimento per le produzioni zootecniche Servizio produzioni zootecniche Corsi obbligatori sul Benessere animale Provincia di NUORO - Annualità 2010 Data corso Sede corso Beneficiari comuni di: SUT LAORE

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 MONTAGNA DI BITTI Comuni di: BITTI, LULA, ONANI, ORUNE, OSIDDA GENNARGENTU OCCIDENTALE Comuni di: ARITZO, BELVI, DESULO, FONNI, GAVOI, LODINE, MAMOIADA, OLLOLAI,

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno Situazione e prospettive

Il cinipide galligeno del castagno Situazione e prospettive Il cinipide galligeno del castagno Situazione e prospettive Villarfocchiardo (TO) 15 ottobre 2010 Giovanni Bosio Regione Piemonte Settore Fitosanitario Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu cinipide galligeno

Dettagli

Cinipide del Castagno in Campania

Cinipide del Castagno in Campania Cinipide del Castagno in Campania Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu 28 Maggio 2008 Montoro sup.- AV Castagno : Superficie -Superficie Nazionale a castagneto da Frutto coltivato 150 000 Ha -Superficie in

Dettagli

Il contenimento del Cinipide in Emilia-Romagna Scelta delle aree di lancio

Il contenimento del Cinipide in Emilia-Romagna Scelta delle aree di lancio Scelta delle aree di lancio Valutazioni tecniche : Infestazione molto elevata Presenza di piante basse con galle Continuità del castagno per favorire la diffusione di T. sinensis Posizione strategica,

Dettagli

Programma di sviluppo rurale Misura Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali

Programma di sviluppo rurale Misura Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Misura 215 - Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali 1 anno di impegno: 15 settembre 2011-14 settembre 2012 13-14-16 Febbraio

Dettagli

Programma di sviluppo rurale Misura Annualità 2015 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali

Programma di sviluppo rurale Misura Annualità 2015 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Misura 215 - Annualità 2015 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali 5 anno di impegno: 15 settembre 2015-14 settembre 08-10-12 Febbraio ORUNE

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu

Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu Giovanni Bosio Regione Piemonte, Settore Fitosanitario Il cinipede galligeno Drycosmus kuriphilusyasumatsu è considerato uno degli insetti

Dettagli

Piano d azione per il superamento del digital divide

Piano d azione per il superamento del digital divide Piano d azione per il superamento del digital divide Banda larga copertura dicembre 2005 Piano d azione per il superamento del digital divide 2 Banda larga copertura dicembre 2005 100% 90% 80% 70% 60%

Dettagli

La lotta biologica per il contenimento del cinipide del castagno

La lotta biologica per il contenimento del cinipide del castagno La lotta biologica per il contenimento del cinipide del castagno Stato dell arte sul cinipide in Toscana In Toscana il castagno (Castanea sativa Miller) rappresenta il principale costituente dei soprassuoli

Dettagli

ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI Dipartimento agricoltura, risorse naturali e Corpo forestale Corpo forestale della Valle d Aosta

ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI Dipartimento agricoltura, risorse naturali e Corpo forestale Corpo forestale della Valle d Aosta ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI Dipartimento agricoltura, risorse naturali e Corpo forestale Corpo forestale della Valle d Aosta RAPPORTO SUI DANNI DA DEFOGLIAZIONE CAUSATI DALLA PROCESSIONARIA

Dettagli

Metcalfa pruinosa Dryocosmus kuriphilus

Metcalfa pruinosa Dryocosmus kuriphilus PROBLEMI FITOSANITARI E APICOLTURA ALCUNI ESEMPI: Metcalfa pruinosa Dryocosmus kuriphilus 11 dicembre 2014 METCALFA 1 Metcalfa pruinosa Lisa Ames, University of Georgia, Bugwood.org Origini USA Italia(1979)

Dettagli

ASSL COMUNE PROVINCIA Areale 1 SASSARI ANELA SASSARI 17 1 SASSARI ARDARA SASSARI 33 1 SASSARI BENETUTTI SASSARI 22 1 SASSARI BONO SASSARI 17 1

ASSL COMUNE PROVINCIA Areale 1 SASSARI ANELA SASSARI 17 1 SASSARI ARDARA SASSARI 33 1 SASSARI BENETUTTI SASSARI 22 1 SASSARI BONO SASSARI 17 1 ASSL COMUNE PROVINCIA Areale 1 SASSARI ANELA SASSARI 17 1 SASSARI ARDARA SASSARI 33 1 SASSARI BENETUTTI SASSARI 22 1 SASSARI BONO SASSARI 17 1 SASSARI BONORVA SASSARI 17 1 SASSARI BOTTIDDA SASSARI 17 1

Dettagli

Lo stato dell arte del controllo del Cinipide galligeno del castagno in Calabria

Lo stato dell arte del controllo del Cinipide galligeno del castagno in Calabria Lo stato dell arte del controllo del Cinipide galligeno del castagno in Calabria Rende (CS) 4 novembre 2016 Vincenzina Scalzo vincenzina.scalzo@arsac.calabria.it Primavera - Estate 2009 prima segnalazione

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato

Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato Fitofagi di nuova introduzione e possibili impatti sulle colture meridionali Foggia, 20 aprile 2016 Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato GERMINARA

Dettagli

SCUOLA SEC. 1 GRADO - ORGANICO DI DIRITTO - A.S. 2007/2008 SEDE TEMPO NORMALE TEMPO PROLUNGATO TOT. TOT. SOSTEGNO Al. Hand.

SCUOLA SEC. 1 GRADO - ORGANICO DI DIRITTO - A.S. 2007/2008 SEDE TEMPO NORMALE TEMPO PROLUNGATO TOT. TOT. SOSTEGNO Al. Hand. ARZANA ALUNNI 31 26 27 84 1 1 1 ATZARA ALUNNI 11 11 10 32 SORGONO ALUNNI 12 18 23 53 AUSTIS ALUNNI 9 12 7 28 ORTUERI ALUNNI 10 13 12 35 1 1 MEANASARDO ALUNNI 19 22 16 57 BARISARDO ALUNNI 38 33 31 102 1

Dettagli

Biologia, danni e controllo. A cura di: Dr.ssa Vincenzina Scalzo ARSAC - Centro Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n 23 Decollatura (CZ)

Biologia, danni e controllo. A cura di: Dr.ssa Vincenzina Scalzo ARSAC - Centro Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n 23 Decollatura (CZ) Il Cinipide del Castagno Biologia, danni e controllo A cura di: Dr.ssa Vincenzina Scalzo ARSAC - Centro Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n 23 Decollatura (CZ) 3 COLLANA INFORMATIVA 2015 PREFAZIONE La presente

Dettagli

Direzione Generale della Protezione Civile Servizio Affari Generali, Bilancio e supporti direzionali

Direzione Generale della Protezione Civile Servizio Affari Generali, Bilancio e supporti direzionali Servizio Affari Generali, Bilancio e supporti direzionali Prot. n 7057 pos I.4.3 del 09.11.2012 DETERMINAZIONE N. 282 Oggetto: Rischio neve 2012/2013 affidamento temporaneo di mezzi tipo Land Rover 110

Dettagli

Il quadro normativo della lotta obbligatoria al Cinipide del castagno

Il quadro normativo della lotta obbligatoria al Cinipide del castagno Il quadro normativo della lotta obbligatoria al Cinipide del castagno R. Griffo - G. Pesapane Servizio fitosanitario Regione Campania Riferimenti normativi Dall anno 2003 per l European and Mediterranean

Dettagli

Vista la DGR 1298 del 28 dicembre 2009 con la quale è stato approvato il bilancio gestionale 2010 e pluriennale 2010/2012; A voti unanimi DELIBERA

Vista la DGR 1298 del 28 dicembre 2009 con la quale è stato approvato il bilancio gestionale 2010 e pluriennale 2010/2012; A voti unanimi DELIBERA 120 14.7.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28 Valutata pertanto l opportunità, in considerazione dei cambiamenti intervenuti, di affidare al competente settore della Direzione Generale

Dettagli

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI PER L AGRICOLTURA SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE

Dettagli

Roberto Sassu. Esperienze professionali maturate

Roberto Sassu. Esperienze professionali maturate C.so Vittorio Emanuele, 58 08038 Sorgono Roberto Sassu Segretario Comunale Capo Dati anagrafici Nato a Cagliari il 26 giugno 1956 Esperienze professionali maturate Incaricato dalla Prefettura di Nuoro

Dettagli

RELAZIONE TECNICA LOTTA BIOLOGICA PER IL CONTRASTO AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO. Anno 2012 NEL COMUNE DI FELITTO PROVINCIA DI SALERNO

RELAZIONE TECNICA LOTTA BIOLOGICA PER IL CONTRASTO AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO. Anno 2012 NEL COMUNE DI FELITTO PROVINCIA DI SALERNO LOTTA BIOLOGICA PER IL CONTRASTO AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO NEL COMUNE DI FELITTO PROVINCIA DI SALERNO Anno 2012 ASSOCIAZIONE CASTANICOLTORI CAMPANI Via Pironti, 1/B (Palazzo Abate)- 83100 Avellino

Dettagli

XXII Congresso Nazionale Italiano di Entomologia. Ancona Giugno 2009 ISBN Proceedings

XXII Congresso Nazionale Italiano di Entomologia. Ancona Giugno 2009 ISBN Proceedings XXII Congresso Nazionale Italiano di Entomologia Ancona 15-18 Giugno 2009 ISBN 978-88-96493-00-7 Proceedings XXII Congresso Nazionale Italiano di Entomologia Ancona 15-18 Giugno 2009 Proceedings 2009 Accademia

Dettagli

Il Piano del Settore Castanicolo e la sua attuazione da parte delle Regioni

Il Piano del Settore Castanicolo e la sua attuazione da parte delle Regioni Il Piano del Settore Castanicolo e la sua attuazione da parte delle Regioni IV Incontro Europeo della Castagna Bologna, 12-13 settembre 2013 Dott. Alberto Manzo Direzione Generale dello sviluppo agroalimentare

Dettagli

Cinipide galligeno del castagno

Cinipide galligeno del castagno Cinipide galligeno del castagno Categories : Anno 2012, N. 148-15 giugno 2012 Studio delle problematiche inerenti la biologia ed il controllo delle popolazioni del cinipide galligeno del castagno Dryocosmus

Dettagli

PROGRAMMA PER IL CONTROLLO DELLA VESPA CINESE DEL CASTAGNO IN EMILIA-ROMAGNA Consuntivo Il Progetto della Regione Emilia-Romagna

PROGRAMMA PER IL CONTROLLO DELLA VESPA CINESE DEL CASTAGNO IN EMILIA-ROMAGNA Consuntivo Il Progetto della Regione Emilia-Romagna PROGRAMMA PER IL CONTROLLO DELLA VESPA CINESE DEL CASTAGNO IN EMILIA-ROMAGNA Consuntivo 2015 Nicoletta Vai, Massimo Bariselli Servizio fitosanitario Regione Emilia Romagna A sette anni dal primo ritrovamento

Dettagli

La castanicoltura in Italia. Luciano Trentini

La castanicoltura in Italia. Luciano Trentini La castanicoltura in Italia Luciano Trentini Il castagno, in Italia Presenta le caratteristiche di una produzione tipica di pregio con una forte valenza ambientale e paesaggistica Castagno dei cento cavalli

Dettagli

Roberto Sassu. Esperienze professionali maturate

Roberto Sassu. Esperienze professionali maturate C.so Vittorio Emanuele, 46B 08038 Sorgono e-mail robertosassu@inwind.it Roberto Sassu Segretario Comunale Capo Dati anagrafici Nato a Cagliari il 26 giugno 1956 Esperienze professionali maturate Incaricato

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ISTITUTO DI BIOLOGIA AGROAMBIENTALE E FORESTALE

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ISTITUTO DI BIOLOGIA AGROAMBIENTALE E FORESTALE Istituto di Biologia Agro-Ambientale e Forestale (IBAF) Unità Operativa di Supporto di Legnaro Borsa relativa al bando n IBAF.BS.01/2013.PD Borsista: Penelope Zanolli RELAZIONE DI FINE ANNO DI BORSA DI

Dettagli

Il polline di castagno a Pordenone, Pistoia e Potenza

Il polline di castagno a Pordenone, Pistoia e Potenza Il polline di castagno a Pordenone, Pistoia e Potenza Un confronto sulla base dei dati rilevati dalle reti di monitoraggio gestite dalle ARPA della Basilicata, del Friuli venezia Giulia e della Toscana.

Dettagli

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN)

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DI.VA.P.R.A. Via Leonardo da Vinci, 44 10095 Grugliasco (TO) DIPARTIMENTO DI VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE DELLE RISORSE AGROFORESTALI Settore Entomologia e Zoologia applicate

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE AGRICOLTURA

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE AGRICOLTURA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE AGRICOLTURA SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE Progetto per l'attuazione

Dettagli

monitoraggio in 25 aziende Terza generazione

monitoraggio in 25 aziende Terza generazione In calce al diario di seconda generazione è disponibile la sintesi delle infestazioni nelle aziende del monitoraggio. ------------------------------------------------------------ SITUAZIONE DI CAMPO ------------------------------------------------------------

Dettagli

Pioggia di insetti sull Antola per salvare i castagni a rischio. Scritto da Il Secolo XIX Martedì 09 Aprile :00 -

Pioggia di insetti sull Antola per salvare i castagni a rischio. Scritto da Il Secolo XIX Martedì 09 Aprile :00 - E un insetto microscopico, appartenente all'ordine degli imenotteri, l'animaletto che rappresenta l'ultima ancora di salvezza per i castagni del parco dell'antola. Si chiama "torymus sinensis" e si comporta

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO difesa delle foreste Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del Castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

IL CONTROLLO BIOLOGICO DEL CINIPIDE GALLIGENO

IL CONTROLLO BIOLOGICO DEL CINIPIDE GALLIGENO 19 marzo 2015 n. 1 IASMA Notizie n. 7 - Anno XIV - Direttore responsabile: Michele Pontalti - San Michele all Adige, Via E. Mach, 1 - Autorizzazione Tribunale di Trento n. 1114 del 19.02.2002. Stampa in

Dettagli

IPP. Problematiche fitosanitarie del castagno: criteri per interventi di difesa T. TURCHETTI

IPP. Problematiche fitosanitarie del castagno: criteri per interventi di difesa T. TURCHETTI IPP Problematiche fitosanitarie del castagno: criteri per interventi di difesa T. TURCHETTI Istituto Per la Protezione delle Piante, CNR Firenze, Area della Ricerca di Firenze Via Madonna del Piano 10

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 20 del 28/04/2016

Decreto Dirigenziale n. 20 del 28/04/2016 n. 27 del 2 Maggio 2016 Decreto Dirigenziale n. 20 del 28/04/2016 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 6 - Direzione Generale per le politiche agricole,

Dettagli

Lotta biologica al cinipide galligeno del castagno: la situazione in Piemonte

Lotta biologica al cinipide galligeno del castagno: la situazione in Piemonte Lotta biologica al cinipide galligeno del castagno: la situazione in Piemonte Giovanni Bosio - Direzione Agricoltura, Settore Fitosanitario Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu, il cinipide galligeno del castagno,

Dettagli

Un emergenza fitosanitaria per la fragola e la frutticoltura montana Drosophila suzukii. Riflessioni su strategie di controllo del fitofago

Un emergenza fitosanitaria per la fragola e la frutticoltura montana Drosophila suzukii. Riflessioni su strategie di controllo del fitofago Un emergenza fitosanitaria per la fragola e la frutticoltura montana Drosophila suzukii Riflessioni su strategie di controllo del fitofago dr. Michele Baudino - CReSO Peveragno 25 febbraio 2012 Cosa è

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

DISTRETTO SANITARIO DI SORGONO CONSULTORIO FAMILIARE *** COMUNITÀ MONTANA GENNARGENTU MANDROLISAI

DISTRETTO SANITARIO DI SORGONO CONSULTORIO FAMILIARE *** COMUNITÀ MONTANA GENNARGENTU MANDROLISAI DISTRETTO SANITARIO DI SORGONO CONSULTORIO FAMILIARE *** COMUNITÀ MONTANA GENNARGENTU MANDROLISAI LO SPORTELLO MEDIAZIONE FAMIGLIA SCUOLA La famiglia è centrale nell educazione dei figli. Essa rappresenta

Dettagli

CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu

CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu Servizio fitosanitario cantonale Viale Stefano Franscini 17 6501 Bellinzona Ufficio della selvicoltura e del Demanio Viale Stefano Franscini 17 6501 Bellinzona CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO Dryocosmus

Dettagli

Monitoraggio in 27 aziende. Progetto Flight 15 aziende. Seconda generazione

Monitoraggio in 27 aziende. Progetto Flight 15 aziende. Seconda generazione ------------------------------------------------------------ SITUAZIONE DI CAMPO ------------------------------------------------------------ Monitoraggio in 27 aziende (di cui 5 in confusione situate

Dettagli

COMPRENSORIO ALPINO DI CACCIA DEL SEBINO CA5

COMPRENSORIO ALPINO DI CACCIA DEL SEBINO CA5 COMPRENSORIO ALPINO DI CACCIA DEL SEBINO CA5 STIMA DELLE CONSISTENE E PROPOSTA DI PRELIEVO DEL CINGHIALE Giugno 2016 a cura di: dott.ssa Elena Bonavetti STIMA DELLA PRESENZA DEL CINGHIALE E PROPOSTA DI

Dettagli

Allegato 1 alla determinazione n. 5475/242 del 05/07/2007

Allegato 1 alla determinazione n. 5475/242 del 05/07/2007 1 100 Comune di Fluminimaggiore B 2 64 Soc. Coop. Soc. Comunità Il Seme ONLUS - Santa Giusta B 3 114 Provincia del Medio Campidano B e D 4 117 Fondazione Albero della Vita ONLUS Milano sede operativa Oristano

Dettagli

Tab.1 - Nuclei di popolamenti a prevalenza di castagno riportati da Foggi et al. (2006).

Tab.1 - Nuclei di popolamenti a prevalenza di castagno riportati da Foggi et al. (2006). RELAZIONE SCIENTIFICA SULLO STATO DI AVANZAMENTO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO Ricerca e valutazione degli effetti della cura dei castagneti da frutto elbani Attività svolte al 31 dicembre 2015 Utilizzando

Dettagli

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (BIOINFOCAST)

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (BIOINFOCAST) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DISAFA Via Leonardo da Vinci, 44 10095 Grugliasco (TO) DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI E ALIMENTARI LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE

Dettagli

DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE

DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE Nicoletta Vai Servizio fitosanitario, Regione Emilia-Romagna DIFESA DEL VERDE URBANO: PERCHE? Difesa del verde urbano: perché? Per mantenere belle le piante

Dettagli

IMPATTO DELLA PHTHORIMEA OPERCULELLA SULLA COLTURA DELLA PATATA

IMPATTO DELLA PHTHORIMEA OPERCULELLA SULLA COLTURA DELLA PATATA IMPATTO DELLA PHTHORIMEA OPERCULELLA SULLA COLTURA DELLA PATATA BOLOGNA 22-10- 2013 Dr. D. D Ascenzo Servizio Fitosanitario Abruzzo Per poter inquadrare correttamente la problematica della tignola è importante

Dettagli

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ...

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ... NOTIZIARIO FITOSANITARIO Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg CE 2080/05 II annualità - BOLLETTINO FITOSANITARIO N 10/2007 Reg CE 2080/2005 II Annualità 15 30

Dettagli

ARCHIVIO DI STATO NUORO

ARCHIVIO DI STATO NUORO ARCHIVIO DI STATO DI NUORO Via Luigi Oggiano, 22 (cap. 08100); tel. 0784/33476. Consistenza totale: bb., voll., regg., cartelle e pacchi 8.277; pergg. 2. Biblioteca: ~011, 1,692, opuscoli 844. La voce

Dettagli

AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA

AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA DISAFA DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI E ALIMENTARI AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA IV Incontro Europeo della Castagna Bologna, Italia

Dettagli

monitoraggio in 24 aziende Seconda generazione

monitoraggio in 24 aziende Seconda generazione ------------------------------------------------------------ SITUAZIONE DI CAMPO ------------------------------------------------------------ monitoraggio in 24 aziende Seconda generazione Settimana 9

Dettagli

IL SERVIZIO AGROMETEOROLOGICO DELL ASSAM A SUPPORTO DELLE SCELTE AZIENDALI

IL SERVIZIO AGROMETEOROLOGICO DELL ASSAM A SUPPORTO DELLE SCELTE AZIENDALI IL SERVIZIO AGROMETEOROLOGICO DELL ASSAM A SUPPORTO DELLE SCELTE AZIENDALI SEMINARIO: RISCHIO MICOTOSSINE NELLA FILIERA CEREALICOLA MARCHIGIANA Osimo (AN) 12 aprile 2013 Dott. Agr.. Angela Sanchioni Centro

Dettagli

Dipartimento Specialistico Regionale IdrometeoClimatico

Dipartimento Specialistico Regionale IdrometeoClimatico Dipartimento Specialistico Regionale IdrometeoClimatico ANALISI MENSILE DELL INDICE DI CALORE Luglio 2011 L indice di calore o Heat Index 1 (HI) stima il livello di disagio fisiologico avvertito dal corpo

Dettagli

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ...

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ... NOTIZIARIO FITOSANITARIO Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg CE 2080/05 II annualità - BOLLETTINO FITOSANITARIO N 1/2007 Reg CE 2080/2005 II Annualità 01 15

Dettagli

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ...

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ... NOTIZIARIO FITOSANITARIO Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg CE 2080/05 II annualità - BOLLETTINO FITOSANITARIO N 5/2007 Reg CE 2080/2005 II Annualità 01 15

Dettagli

- PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI

- PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI - PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI Programma triennale di lotta biologica al cinipide del castagno Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu per mezzo dell antagonista esotico Torymus sinensis

Dettagli

I nematodi a cisti della patata. Alba Cotroneo

I nematodi a cisti della patata. Alba Cotroneo I nematodi a cisti della patata Alba Cotroneo Globodera spp È uno dei principali parassiti delle regioni temperate e fredde Larva STORIA G. rostochiensis e G. pallida sono originari delle montagne andine;

Dettagli

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AGRICOLTURA SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Progetto per l'attuazione

Dettagli

POTATURA POST GRANDINE SU ACTINIDIA

POTATURA POST GRANDINE SU ACTINIDIA [Digitare il testo] 2016 Graziano Vittone Luca Nari Gabriele Rivoira (esecuzione pratica) Con la collaborazione dei tecnici del coordinamento frutticolo AGRION Venerdì 10 giugno 2016 POTATURA POST GRANDINE

Dettagli

Lotta tra imenotteri. Entomologia. L'impiego di imenotteri parassiti e la cura del castagneto come strategie di lotta al cinipide del castagno.

Lotta tra imenotteri. Entomologia. L'impiego di imenotteri parassiti e la cura del castagneto come strategie di lotta al cinipide del castagno. Entomologia Lotta tra imenotteri Monica Colombo L'impiego di imenotteri parassiti e la cura del castagneto come strategie di lotta al cinipide del castagno. Il cinipide del castagno Dryocosmus kuriphilus

Dettagli

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ...

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ... NOTIZIARIO FITOSANITARIO Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg CE 2080/05 II annualità - BOLLETTINO FITOSANITARIO N 3/2007 Reg CE 2080/2005 II Annualità 01 15

Dettagli

Sede Legale: Presidente Associazione Coordinatore Tecnico

Sede Legale: Presidente Associazione Coordinatore Tecnico Ivo Poli Sede Legale: Comunità Montana della Garfagnana Via V. Emanuele, 9 55032 CASTELNUOVO GARFAGNANA (LU) tel. 0583/ 644911 fax 0583/644901 Presidente: e mail - presidente@cittadelcastagno.it Associazione

Dettagli

DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013

DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013 DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013 Direzione generale Agricoltura, economia ittica, attivita' faunistico-venatorie Servizio fitosanitario PROGRAMMA DI CONTROLLO DELLA VESPA DEL

Dettagli

Viticoltura in Sardegna e distribuzione dei vigneti di montagna. Orazio LOCCI - Franco FRONTEDDU Clelia TORE Agenzia LAORE

Viticoltura in Sardegna e distribuzione dei vigneti di montagna. Orazio LOCCI - Franco FRONTEDDU Clelia TORE Agenzia LAORE Viticoltura in Sardegna e distribuzione dei vigneti di montagna Orazio LOCCI - Franco FRONTEDDU Clelia TORE Agenzia LAORE NUORO 18 novembre 2011 Ha Variazioni della superficie vitata in Sardegna periodo

Dettagli

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ...

NOTIZIARIO FITOSANITARIO. Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg. CE 2080/05 II annualità - ... NOTIZIARIO FITOSANITARIO Programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicoli Reg CE 2080/05 II annualità - BOLLETTINO FITOSANITARIO N 6/2007 Reg CE 2080/2005 II Annualità 15 31

Dettagli

Roccamonfina (CE): la produzione di castagne precoci alle prese con gli effetti della siccita'

Roccamonfina (CE): la produzione di castagne precoci alle prese con gli effetti della siccita' Roccamonfina (CE): la produzione di castagne precoci alle prese con gli effetti della siccita' E' ragionevole la preoccupazione all'interno del comparto produttivo castanicolo che vede riuniti 50 soci

Dettagli

LOTTA AL PUNTERUOLO ROSSO DELLE PALME A BORDIGHERA RELAZIONE CRONISTORICA

LOTTA AL PUNTERUOLO ROSSO DELLE PALME A BORDIGHERA RELAZIONE CRONISTORICA C I T T À D I B O R D I G H E R A SERVIZIO GIARDINI LOTTA AL PUNTERUOLO ROSSO DELLE PALME A BORDIGHERA RELAZIONE CRONISTORICA Bordighera ha iniziato a combattere contro il Punteruolo rosso nell Aprile

Dettagli

Orani. 26/27/28 settembre 2014 GRUPPO BPER

Orani. 26/27/28 settembre 2014 GRUPPO BPER Orani 26/27/28 settembre 2014 GRUPPO BPER Venerdi 26 Ore 17:30 Inaugurazione Cortes Apertas presso Casa Cuccu Pirisi. Ore 19:00 Degustazione prodotti tipici locali Piazza Cumbentu Visita alle Cortes. Ore

Dettagli

ISTRUTTORIA TECNICA. Piano di Monitoraggio Ambientale ACQUE SOTTERRANEE E SUPERFICIALI. Risultati Monitoraggio Corso d Opera.

ISTRUTTORIA TECNICA. Piano di Monitoraggio Ambientale ACQUE SOTTERRANEE E SUPERFICIALI. Risultati Monitoraggio Corso d Opera. SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO AMBIENTALE CASCINA MERLATA ISTRUTTORIA TECNICA Piano di Monitoraggio Ambientale ACQUE SOTTERRANEE E SUPERFICIALI Risultati Monitoraggio Corso d Opera 4 Trimestre 2015

Dettagli

Piverone, Ruolo di Scaphoideus titanus nell epidemiologia della Flavescenza dorata

Piverone, Ruolo di Scaphoideus titanus nell epidemiologia della Flavescenza dorata Piverone, 28-01-2017 Ruolo di Scaphoideus titanus nell epidemiologia della Flavescenza dorata Scaphoideus titanus Ball (Hemiptera: Cicadellidae) Specie originaria dell areale neartico (USA e Canada), diffusa

Dettagli

VESPA CINESE. Regole di lotta alla

VESPA CINESE. Regole di lotta alla 46 INSETTI Regole di lotta alla VESPA CINESE L impiego di un parassita e di caolino aiuta la difesa dei castagneti. Occorre però seguire i metodi precisi qui indicati cinipide Dryocosmus kuriphilus, detto

Dettagli

Diffusione in Italia

Diffusione in Italia Una Tigre in Città Diffusione in Italia In Italia è stata segnalata per la prima volta a Genova nel 1990. Dopo la sua introduzione si è rapidamente diffusa mostrando un elevato livello di adattabilità

Dettagli

Monitoraggio Laguna di Orbetello Relazione mensile su dati rilevati dalle centraline di Laguna Levante e Laguna Ponente.

Monitoraggio Laguna di Orbetello Relazione mensile su dati rilevati dalle centraline di Laguna Levante e Laguna Ponente. Report ARPAT Monitoraggio Laguna di Orbetello Relazione mensile su dati rilevati dalle centraline di Laguna Levante e Laguna Ponente. Febbraio 2015 Dipartimento provinciale ARPAT di Grosseto 1 Introduzione

Dettagli

Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Protezione delle Piante, Sez. Entomologia Agraria Osservazioni sulla dinamica di popolazione di Tuta absoluta ed esperienze di controllo in Sardegna DELRIO

Dettagli

Insetti dannosi per l'agricoltura. Dott. Francesco Giannetti

Insetti dannosi per l'agricoltura. Dott. Francesco Giannetti Insetti dannosi per l'agricoltura Dott. Francesco Giannetti Introduzione Soprattutto dalla fine degli anni '80, il cambiamento climatico si è ripercosso sugli ecosistemi agrari e forestali. La perdita

Dettagli

Relazione sulle attività svolte nel 2013 per la lotta biologica al Cinipide del Castagno

Relazione sulle attività svolte nel 2013 per la lotta biologica al Cinipide del Castagno DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA AREA SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE E INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA Relazione sulle attività svolte nel 2013 per la lotta biologica al Cinipide

Dettagli

E una società di servizio che offre assistenza tecnica alle aziende agricole, dal 1989.

E una società di servizio che offre assistenza tecnica alle aziende agricole, dal 1989. Chi è Agriproject group srl? E una società di servizio che offre assistenza tecnica alle aziende agricole, dal 1989. 1 La fertilizzazione a base di acido ortosilicico: un esperienza su diverse colture.

Dettagli

Indagini condotte nelle Marche

Indagini condotte nelle Marche EMERGENZA CINIPIDE Emilia-Romagna, Toscana e Marche Indagini condotte nelle Marche P. Riolo 1, F. Riga 1, L. Flamini 2, N. Isidoro 1 1 Dip. SAPROV, Università Politecnica delle Marche 2 Servizio Fitosanitario

Dettagli

Alberto Manzo* e Franco Porcu**

Alberto Manzo* e Franco Porcu** Relazione conclusiva sui risultati della strategia nazionale nella lotta al Cinipide galligeno (Dryocosmus kuriphilus) attraverso il suo antagonista (Torymus sinensis) Alberto Manzo* e Franco Porcu** *

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DONATELLO SIONI VIA SAN MARTINO, 44 ELINI (OG) Telefono 0782/0782/207429 Fax 0782/33045 E-mail

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA PROCESSIONARIA DEL PINO IN VALLE D AOSTA

MONITORAGGIO DELLA PROCESSIONARIA DEL PINO IN VALLE D AOSTA Corpo forestale della Valle d Aosta MONITORAGGIO DELLA PROCESSIONARIA DEL PINO IN VALLE D AOSTA Autunno 214- Estate 215 Sommario 1 Monitoraggio Processionaria del pino... 3 1.1 Intensità di attacco...

Dettagli

BLUE TONGUE: LA PROFILASSI VACCINALE IN SARDEGNA

BLUE TONGUE: LA PROFILASSI VACCINALE IN SARDEGNA Gli indicatori macrostrutturali di qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie BLUE TONGUE: LA PROFILASSI VACCINALE IN SARDEGNA di Fausto Sulis, Renato Uleri, Cristiana Patta e Sandro Rolesu Il 1

Dettagli

COMUNITA MONTANA DEL GENNARGENTU - MANDROLISAI

COMUNITA MONTANA DEL GENNARGENTU - MANDROLISAI COMUNITA MONTANA DEL GENNARGENTU - MANDROLISAI SORGONO ( Provincia di Nuoro) Via Bulgaria, snc - 08038 Sorgono - TEL. 0784 60099 - FAX 0784 60147 - P.I.V.A. 01345790917 e.mail info@gennargentumandrolisai.it

Dettagli

Fitofagi indigeni ed esotici del castagno: strategie di controllo a basso impatto ambientale

Fitofagi indigeni ed esotici del castagno: strategie di controllo a basso impatto ambientale Fitofagi indigeni ed esotici del castagno: strategie di controllo a basso impatto ambientale CARPOFAGI Pammene fasciana (tortrice precoce delle castagne) Lepidotteri Cydia fagiglandana (tortrice intermedia

Dettagli

CASTANICOLTURA Proposte ed Azioni del Movimento 5 Stelle XIII Commissione Permanente, Montecitorio AGRICOLTURA

CASTANICOLTURA Proposte ed Azioni del Movimento 5 Stelle XIII Commissione Permanente, Montecitorio AGRICOLTURA «l'italico albero del pane» Giovanni Pascoli CASTANICOLTURA Proposte ed Azioni del Movimento 5 Stelle XIII Commissione Permanente, Montecitorio AGRICOLTURA La Castanicoltura in Italia (Castanea sativa

Dettagli

Corso per Operatore di fattoria didattica

Corso per Operatore di fattoria didattica Formazione Corso per Operatore di fattoria didattica Aggiornamento rivolto agli operatori per il mantenimento dell'accreditamento nel sistema delle fattorie didattiche della Sardegna. Descrizione, programma

Dettagli

COME VIENE ACCOLTA E PROCESSATA LA RICHIESTA DEL CLIENTE?

COME VIENE ACCOLTA E PROCESSATA LA RICHIESTA DEL CLIENTE? COME VIENE ACCOLTA E PROCESSATA LA RICHIESTA DEL CLIENTE? Richiesta del cliente L input del processo è costituito da una richiesta (da parte di un Ente pubblico o un organizzazione privata) di elaborazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Scolastico Regionale per la Sardegna Prot. MIUR.AOOUSPNU n. 5941/U Nuoro, 29 giugno 2010 OGGETTO: Organico funzionale delle Scuole dell Infanzia per l anno scolastico 2010/11.- IL DIRIGENTE VISTA la legge

Dettagli

ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO

ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO MONITORAGGIO QUALITA DELL ARIA ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO Periodo di Monitoraggio 10 AGOSTO 19 OTTOBRE 2009 MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO RILEVAZIONE

Dettagli

Monitoraggio delle principali Nottue dannose al pomodoro in Capitanata con trappole a feromone

Monitoraggio delle principali Nottue dannose al pomodoro in Capitanata con trappole a feromone Monitoraggio delle principali Nottue dannose al pomodoro in Capitanata con trappole a feromone Giacinto S. Germinara Dipartimento di Scienze Agrarie degli Alimenti e dell Ambiente, Università di Foggia,

Dettagli

17/12/2010. Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe

17/12/2010. Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe Maria Corte, Claudio Sonnati Consorzio di Ricerca Sperimentazione e Divulgazione

Dettagli